Determinazione del Sindaco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Determinazione del Sindaco"

Transcript

1 COMUNE DI MODICA PROVINCIA DI RAGUSA Determinazione del Sindaco Data...j.fl. Atto OGGETTO NOMINA ESPERTO DI FIDUCIA DEL SINDACO PER LE POLITICHE AMBIENTALI E DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE ALL'AVVOCATO EMMA SCHEMBARI BILANCIO 2O1 Se:. Rubr. Cap. Art. MOVIMENTO CONTABILE L'anno duemilaundici, il giorno del mese di <"T\l Comune di Modica Somma stanziata. Somma aggiunta / Somma dedotta Somma disponibile Impegni assunti ^ Amm. del prik. Rimanenza disponibile. Il Responsabile contabile di settore II Dirìgente della ragionerìa

2 IL SINDACO PREMESSO che la tutela dell'ambiente rappresenta uno dei punti cardine del programma dell'amministrazione, il quale evidenzia la necessità di modifiche strutturali, soprattutto nei comparti dei rifiuti, dei trasporti e dell'energia ed auspica maggiori sforzi in direzione dell'efficienza e del risparmio energetico e nell'avvio di campagne di sensibilizzazione dei cittadini così da contare anche sul loro contributo; CHE la trattazione della materia - assai complessa e articolata - ai fini dell'attuazione del programma, non può prescindere dalla corretta applicazione della normativa ambientale vigente con particolare riferimento al Codice dell'ambiente e a tutta la normativa che in ambito comunitario ne regolamenta i diversi aspetti oltre a tutti gli ambiti legali collegati; CONSIDERATO che l'attività in materia ambientale è caratterizzata da norme ed adempimenti molto impegnativi e che sovente si rende necessario ricorrere ad una attività di consulenza che permetta di coadiuvare gli organi dell'ente nell'operare a tutela del prevalente interesse pubblico; CONSIDERATO, inoltre, che per poter fronteggiare le spese correlate a progettualità di sviluppo in materia ambientale con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti solidi urbani, occorre, peraltro, trovare nuove e alternative fonti di finanziamento; RITENUTO che l'amministrazione ha necessità di trovare soluzioni che ne preservino la vivibilità e quindi si pone come prioritaria l'urgenza di realizzare degli impianti che garantiscano una selezione dei rifiuti al fine di creare economie di scala e conseguentemente smaltire in modo indifferenziato meno rifiuti; RITENUTO, altresì, che per pervenire ad una ricognizione quanto più possibile accurata delle diverse possibilità di finanziamento offerte dalle attuali normative regionali, europee e nazionali, in particolare nel settore della gestione dei rifiuti, si rende opportuno avvalersi del supporto di professionalità con esperienza nello specifico settore; PRESO ATTO che in mancanza di professionalità interne all'ente che siano in possesso di esperienza tecnico - giuridica specifica in materia ambientale occorre far ricorso alla collaborazione esterna con un professionista di provata e particolare esperienza; CONSIDERATO che l'incarico in questione può essere affidato, secondo il criterio dell'/ntu/tu personae fermo restando la comprova del possesso della specifica professionalità; VISTO l'allegato curriculum vitae dell'avv. Emma Schembari, nata a Siracusa il , dal quale si evince, tra l'altro, la particolare esperienza acquisita in materia di servizi strategici: rifiuti, energia, mobilità, verde, acqua, aria ed educazione alla sostenibilità e di consulenza ai Comuni e Autorità d'ambito; RITENUTO di avvalersi per lo scopo delle competenze dell'avv. Emma Schembari, la quale possiede specifiche esperienze professionali nella materia del reperimento di fondi del tipo sopra indicato e che la stessa risulta inserita nella lista di esperti esterni all'amministrazione regionale da utilizzare per le attività di selezione dei progetti da finanziare e/o attuare a valere sui fondi comunitari, nazionali e regionali D.G. n. 726 del del Dirigente Generale del Dipartimento dell'ambiente; RITENUTO, pertanto, di nominare l'aw. Emma Schembari esperto del Sindaco secondo quanto prevede l'art. 14 della L.R. 7/1992, a decorrere dalla data della presente determinazione sindacale e per tutta la durata del mandato elettivo; PRESO ATTO che l'interessata si è dichiarata disponibile ad assumere l'incarico in questione, a titolo completamente gratuito rinunciando espressamente e per iscritto al compenso previsto dall'art.14 comma 5 della L.R. 7/1992; VISTO lo schema di disciplinare d'incarico, allegato "A", nel quale sono indicati i contenuti dell'incarico di esperto che si conferisce con il presente provvedimento, sottoscritto per accettazione preventiva dall'interessato; VISTO il D.lgs N 267/2000; VISTO l'art. 14 della L.R. 7/92; VISTO il D.Lgs. N 152/2006; VISTO l'o.r.e.l; VISTA la Circolare dell'assessorato regionale EE.LL. 13 aprile 2001, n. 2 con particolare riferimento al riconoscimento degli incarichi di consulenza agli organi monocratici elettivi, non alle giunte, secondo il comma 7, primo periodo, dell'introdotto art.51 della legge n. 142/90;

3 Tutto quanto sopra premesso, DETERMINA 1) CONFERIRE all'aw. Emma Schembari, nata a Siracusa il , per la durata del mandato, a decorrere dalla data che sarà indicata, all'atto della sottoscrizione definitiva tra le parti, nell'art.2 del disciplinare indicato al successivo capoverso 2), l'incarico di esperto di fiducia del Sindaco per supportare il Comune nelle politiche ambientali e dello sviluppo sostenibile; 2) APPROVARE il relativo disciplinare d'incarico, nello schema che si allega al presente provvedimento, per farne parte integrante e sostanziale, sotto la lettera "A", sottoscritto per accettazione preventiva dall'interessato; 3) STIPULARE il Disciplinare d'incarico di cui al precedente punto 2); 4) DARE mandato al Responsabile del procedimento, di procedere alla pubblicazione sul sito internet del Comune delle informazioni indicate nell'art. 3, comma 18, della Legge n 244/2007 attestando l'avvenuto adempimento; 5) DARE ATTO che l'esperto : ha presentato curriculum vitae ; - ha rinunciato espressamente e per iscritto al compenso previsto dall'art.14 comma 5 della L.R. 7/1992 e, pertanto, dal presente provvedimento non scaturisce alcun onere finanziario per il Comune; - ha prodotto dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dalla quale risulta che il medesimo, per le precisazioni nella stessa contenute, non si trova in alcuna delle condizioni ostative previste dagli artt. 58 e 59 del D.Lgs. n. 267/2000. Il Sindaco dott. Antonino Buscema

4 I COMUNE DI MODICA ; i i Oggetto: Nomina dell'avv. Emma Schembari come esperto di fiducia del Sindaco perj ' i ; supportare il Comune nelle politiche ambientali e dello sviluppo sostenibile ; I ; SCHEMA DI DISCIPLINARE D'INCARICO i Premesso che con determina sindacale n del è stato conferito alla pre- i detta avv. Emma Schembari un incarico per supportare il Comune nelle politiche am- \ bientali e dello sviluppo sostenibile. In particolare, nelle scelte relative ai servizi strate-j^ gici: rifiuti, energia, mobilità, verde, acqua, aria, suolo ed educazione alla sostenibilità. _ Considerato che 1' aw. Emma Schembari ha espressamente e per iscritto rinunciato al compenso previsto dall'art. 14, comma 5, della L.R. n.7 Del 26 Agosto L'anno 2011, il giorno del mese di novembre, con la presente scrittura privata, redatta in duplice originale, da valere a tutti gli effetti di legge tra: J- II Comune di Modica, con sede in Piazza Principe di Napoli n 17, P.I.:j_! , nella persona del Sindaco prò-tempore, dott. Antonino Buscema; _ e _;- L'avv. Emma Schembari, nata a Siracusa il , C.F. SCHMME71H58I754H,^ residente a Siracusa in Via Bainsizza n l, di seguito denominata "esperto"; Si conviene e si stipula quanto segue: i j Art. 1 Oggetto dell'incarico e modalità di espletamento! ~ i r I j 1 L'avv. Emma Schembari si impegna a svolgere l'attività dell'esperto di fiducia del Sinjdaco per supportare l'ente nelle politiche ambientali e dello sviluppo sostenibile. In j j particolare nelle scelte relative ai servizi strategici: rifiuti, energia, mobilità, verde, ac- J qua, aria ed educazione alla sostenibilità.! t i I L'attività consisterà nel sostenere l'azione di governo dell'ente nelle materie oggetto r

5

6 dell'incarico mediante atti di indirizzo, piani d'azione, pareri, proposte, risposte a quesi- i "1 i I _ ti formulati e quant'altro necessario, i L'esperto ha il compito di coordinare la progettazione, candidatura e attuazione di proj getti a valere sui programmi comunitari relativi all'asse 2 "Uso efficiente delle risorse i i naturali" e altri progetti coerenti e concorrenti all'attuazione della politiche ambientali e dello sviluppo sostenibile. i L'esperto potrà essere chiamato dal Sindaco ad assisterlo durante le riunioni della Giunta comunale o, nei casi ammessi dalla legge, di altri eventuali organi, al fine di illustrare questioni rientranti nelle materie oggetto dell'incarico. L'esperto svolgerà il proprio incarico in piena autonomia, senza vincolo di subordinazione. In tal senso, con la firma del presente disciplinare, le parti danno espressamente t atto che l'incarico in argomento non costituisce rapporto di pubblico impiego e/o di subordinato a qualsiasi titolo. Per l'espletamento delle sue funzioni il Comune fornirà all'esperto tutti i documenti ne- < cessari. A tal fine il consulente è autorizzato a richiedere agli Assessori competenti e a- gli uffici del Comune ogni opportuna e necessaria collaborazione. L'esperto contrae l'obbligo del segreto d'ufficio sugli atti e documenti esaminati. A conclusione dell'incarico il consulente dovrà presentare relazione scritta sul proprio] j operato. i Art. 2 I i Durata e decorrenza dell'incarico i j L'incarico decorrerà dalla data di effettiva pubblicazione sul sito internet delle informa-! zioni indicate nell'art.3, comma 18, della Legge n 244/2007 e cesserà il giorno di sca- 1 j denza del mandato del Sindaco. Tale data sarà comunicata all'esperto che ne dovrà dare atto con annotazione aggiunti- I

7 va da apporre in calce al presente disciplinare. Art. 3 Aspetti economici correlati all'incarico L'esperto rinuncia espressamente ad ogni forma di retribuzione per le attività indicate nel presente disciplinare, con particolare riferimento al compenso previsto dall'art.14 comma 5 della L.R. n 7/1992, che saranno, pertanto, espletate a titolo completamente gratuito. L'esperto, di conseguenza, con la sottoscrizione del presente disciplinare si impegna a r nulla pretendere in nessun caso e in nessun tempo a valere sul bilancio dell'ente.! L'attività di progettazione, candidatura e attuazione di progetti a valere sui programmi comunitari e non, potrà essere considerata quale attività posta a carico dei progetti stessi, qualora approvato. i Art. 4 Registrazione e rinvio Il presente disciplinare sarà registrato in caso d'uso, con spese a carico della parte che < ne darà causa. 1 t Per quanto non previsto dal presente disciplinare si applicano le norme di legge vigenti -j t : j in materia. : Letto, confermato e sottoscritto, II Consulente (aw. Éjjpma Schejnbar II Sindaco (dott. Antopinp Buscema] L^L^^ ~~m ^~

8 FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Aw. EMMA SCHEMBARI Indirizzo Via Bainsizza n.1 Siracusa Telefono CF SCHMME71H58I754H Data di nascita SIRACUSA INCARICHI ISTITUZIONALI Principali mansioni e responsabilità Ufficio Commissario Principali mansioni e responsabilità Da Maggio 2010 a Maggio 2011 Ordinanza Commissario Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia n. 69 del 14 maggio 2010 Ufficio Commissario Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque in Sicilia Via Catania Palermo Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dipartimento della Protezione Civile. Ufficio legale Intimazione e diffida ad adempiere nei confronti dei soggetti responsabili per lo svolgimento degli interventi di caratterizzazione, messa in sicurezza e bonifica di loro competenza ed all'eventuale esercizio del potere sostitutivo, in caso di inadempienza e di rivalsa, in danno dei medesimi, per le spese a tal fine sostenute. Da Agosto 2009 a Giugno 2011 Comune di Noto Esperto di fiducia del Sindaco sensi dell'alt 14 L.R. n. 7/92 e s.m.i Determina del Sindaco n. 34 del 3 Agosto 2009 Ente Locale Esperto Ambiente, Rifiuti e fondi strutturali (priorità Ambiente e Energia, coesione e qualità della vita) Supporto unità di progetto Igiene urbana : attività specialistiche redazione di ordinanza sindacale RD, Convenzioni Impianti di Raccolta, controllo Convenzioni Consorzi di Filiera. - Referente progetto : Comune di Noto - GalEloro URBACT II - GREEN- URBS THEMATIC NETWORK PROJECTGreen & Resilient European Economies through New Urban-Rural Business Synergies - Referente progetto : Comune - GalEloro Ecoturiden - Integration de parcours culturels, environnementaux et identitaires italo-tunisiens pour un tourisme éco-durable - Sviluppo e presentazione progetto di contributo per la realizzazione dal Centro di Raccolta RAEE. ANCI _ CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE. - Referente attuazione del P.O FESR Sicilia Attivazione Linea di Intervento "Realizzare interventi infrastrutturali prioritari in accordo ai contenuti della pianificazione regionale vigente nel settore dei rifiuti". - Referente del P.O FESR Sicilia attuazione Asse VI sviluppo urbano sostenibile - Promozione del Piano Integrato di Sviluppo Territoriale (PIST) Neapolis-Eloro. Innovazione e beni culturali ed ambientali come assets strategici delle politiche territoriali, la coesione sociale e l'ecosostenibilità.

9 1 Nome e indirizzo del datore di Principali mansioni e responsabilità Da Marzo 2010 in corso AIO SR1 Via Adda 33/b Siracusa Ambito Territoriale Ottimale che comprende sedici comuni: Augusta, Buccheri, Buscemi, Canicattini Bagni, Carlentini, Cassaro, Feria, Floridia, Francofonte, Lentini, Melili!, Palazzolo Acreide, Priolo Gargallo, Siracusa, Solarino, Sortine. Esperto RAEE (rifiuti di Apparecchiature elettriche ed elettroniche) - Consulente per le tematiche che attengono alla raccolta e gestione dei Rifiuti di Apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) - Rapporti istituzionali del Sistema RAEE ( Anci, Ancitel, CdC RAEE, Sistemi Collettivi, CdR, CCR, GDO e Impianti) - Supporto tecnico giuridico : redazione di Convenzioni e Accordi di Programma, Convenzioni Impianti di Raccolta, controllo Convenzioni Consorzi di Filiera. - Redazione Piani di Azione RAEE - Progettazione Campagne di raccolta e Comunicazione RAEE. - Referente presentazione progetti P.O FESR Sicilia Attivazione Linea di Intervento e "Azioni di sostegno alla realizzazione di interventi infrastrutturali ed impiantistici in accordo alle previsioni della pianificazione regionale" - Project manager e referente giuridico del Progetto Pilota Centro di Raccolta Intercomunale RAEE/PILE/ACCUMULATORI in convenzione ATO SR 1 e COMUNE DI AVOLA Da ottobre Principali mansioni e responsabilità Regione Sicilia Assessorato Regionale del Territorio e dell'ambiente Dipartimento dell'ambiente Lista di esperti esterni all'amministrazione regionale per le attività del Dipartimento dell'ambiente di cui all'avviso pubblicato sulla Gurs, Serie speciale concorsi n. 4 del 25/3/2011 Pubblica Amministrazione Inserimento Lista di esperti esterni all'amministrazione regionale da utilizzare per le attività di selezione dei progetti da finanziare e/o attuare a valere sui fondi comunitari, nazionali e regionali D.G. n. 726 del del Dirigente Generale del Dipartimento dell'ambiente attività di affiancamelo tecnico e assistenza all'amministrazione nei seguenti ambiti: la valutazione ex ante, in itinere e finale dei progetti presentati a valere sulle linee di intervento dei seguenti obiettivi specifici del PO FESR: 2.3: Attuare la pianificazione nel settore del rischio idrogeologico, sismico, vulcanico, industriale e ambientale e attuare i piani di prevenzione del rischio sia antropogenico che naturale 2.4: Migliorare l'efficienza nella gestione dei rifiuti, sostenendo la nascita di un tessuto produttivo nel comparto del riciclaggio e promuovendo interventi di riqualificazione e risanamento ambientale di grande impatto 3.2: Rafforzare la rete ecologica siciliana, favorendo la messa a sistema e la promozione delle aree ad alta naturalità e conservando la biodiversità in un'ottica di sviluppo economico e sociale sostentile e duraturo 6.1 : Potenziare i servizi urbani nelle aree metropolitane e nei medi centri 7.1: Rafforzare le capacità tecniche di gestione del territorio dei programmi cofinanziati dai Fondi Strutturali l'animazione territoriale funzionale all'attivazione dei regimi di aiuto previsti nell'asse III del PO FESR. ATTIVITÀ' PROFESSIONALI

10 1 Principali mansioni e responsabilità p Principali mansioni e responsabilità Principali mansioni e responsabilità Agosto 2005-incorso Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati 48 Roma Istituto Nazionale di Ricerca Ricercatore Progetto di ricerca -Caratterizzazione Ambientale delle aree marine e salmastre incluse nel Piano Nazionale di Bonifica dei siti di interesse nazionale Supporto tecnico normativo all'avvocatura dello Stato e consulenza tecnica di parte (Ministero dell'ambiente) in procedimenti ambientali penali e amministrativi localizzati nei siti di interesse nazionale (SIN Porto Marghera e Augusta -Priolo). Valutazione del danno ambientale applicata al mare, profili normativi e giuridici: problematiche ambientali marine, predisposizione di linee di indirizzo per la valutazione e quantificazione dei danni ambientali, esperto in legislazione nazionale e comunitaria in materia di salvaguardia della biodiversità in ambiente marino e costiero e per la pesca e la maricoltura sostenibili. da maggio 2001 in corso Ecocerved (Società ambientale del Sistema Camerale Italiano) Sede operativa: Via Emilio Zago, 2 Bologna Sede Legale: Via Morgagni, 30 Roma Società consortile di consulenza ambientale del Sistema Camerale Consulente legale e responsabile privacy Consulenza tecnico normativa in materia di autorizzazioni adempimenti ambientali (pareri, contratti, accordi di programma) per le Camere di Commercio; Presentazione progetti LIFE; Analisi e elaborazione di dati qualitativi e quantitativi relativi all'impatto ambientale delle attività produttive; Attività di consulenza giuridica in materia di Albo Gestori Ambientali; Referente esterno e responsabile della formazione in materia ambientale; Consulenza alle Pubblica Amministrazione sulle problematiche concernenti la pianificazione e il monitoraggio delle attività di gestione dei rifiuti; Consulenza e formazione in materia di controlli ambientali alle Aziende e alle Associazioni di Categoria ; Audit di conformità ambientale presso aziende ed amministrazioni; Responsabile della parte normativa e della formazione del progetto Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (Mud). Pareri in materia di Accesso alle informazioni ambientali Analisi Ambientali Iniziali per progetti di certificazione Emas e Uni ISO Da novembre 2007 a Novembre 2009 Pegaso Ambiente Via Perasso, 8 Siracusa Società di consulenza ambientale Consulente legale, auditor sistemi di gestione ambientale e responsabile privacy Studi normativi propedeutici alla progettazione, realizzazione di procedure di gestione degli adempimenti ambientali; Formazione sui temi dell'ambiente e della salute e sicurezza dei luoghi di, Assistenza alla redazione di contratti, convenzioni e accordi di programma in materia ambientale; Consulenza per l'implementazione degli adempimenti previsti in materia di privacy (dlgs. 196/2003); Analisi degli strumenti agevolativi comunitari nazionali e regionali (fondi strutturali, fondo per le aree sottosviluppate ecc. );

11 Attività di progettazione e redazione di progetti in materia di sviluppo sostenibile e fonti rinnovabili ( A21, life, ecoinnovazione) Assistenza nello sviluppo di Sistemi di Gestione Ambientale (IS ed EMAS) e audit. Principali mansioni e responsabilità 1 Principali mansioni e responsabilità 1 Principali mansioni e responsabilità Dal 2001 al 2005 Agenzia Nazionale per l'ambiente e per i servizi tecnici (Apat) Via Vitaliano Brancati 48 - Roma Agenzia Nazionale per L'Ambiente Esperto in valutazione tecnico-giuridica del danno ambientale ex art. 18 Legge 349/86. Ricognizione delle violazioni di legge in materia ambientale e elaborazione di procedure tipo di valutazione danno alle singole componenti ambientali; Attività di consultazione degli organismi di vigilanza e di monitoraggio ambientale; Istruttoria preliminare tecnico- giuridica finalizzata alla costituzione di parte civile in procedimenti ambientali penali e civili in materia di inquinamento atmosferico, trasporto illecito di rifiuti, smaltimento abusivo, danneggiamertto dei fondali lagunari ecc. Attività di accertamento ( a supporto degli organi di controllo), quantificazione e monetizzazione del danno ambientale ; Stesura di linee guida ed indicatori per la Valutazione e Quantificazione del Danno Ambientale. Dicembre Luglio 2002 Provincia di Firenze, Direzione Tutela Ambientale Via Mercadante 42 Firenze Pubblica Amministrazione Incarico di consulenza Capo progetto attività di consulenza specialistica per la redazione del Piano Provinciale di gestione dei rifiuti terzo stralcio relativo alla bonifica delle aree inquinate. Gennaio 2001-Luglio 2002 Federambiente, federazione italiana servizi pubblici igiene ambientale Via Cavour 179/a - Roma Associazione che riunisce soggetti in qualsiasi forma costituiti che gestiscono pubblici servizi di igiene e risanamento ambientale o che applicano i CCNL di settore Incarico di consulenza Consulenza tecnico normativa nell'ambito di uno studio sull'assicurazione ed inquinamento da rifiuti urbani 1 Principali mansioni e responsabilità Luglio Luglio 2002 Scuola Agraria del Parco di Monza/Gruppo di Studio sul Compostaggio, Vie Cavriga 3 Monza Centro di formazione professionale specializzato Incarico di consulenza Consulenza tecnico normativa prevenzione della produzione dei rifiuti.

12 Nome e tipo di istituto di istruzione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Principali mansioni e responsabilità ISTRUZIONE E FORMAZIONE Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Gennaio a Dicembre 2000 Ente Nazionale Energia e Ambiente (ENEA ) Via Enrico Fermi 45 Frascati (Roma) Istituto Nazionale di Ricerca Incarico di ricerca Progetto: Ricognizione ed analisi delle politiche comunitarie in materia di prevenzione della produzione di rifiuti Aprile novembre 1998 Società di servizi ambientali ISMES Geotecnica S.r.l. Via Pastrengo, 9 Seriale (Bg) Società di Servizi Consulente Progetto: "Indagine conoscitiva sulla necessità di intervento per la depurazione delle acque nell'italia Meridionale e relative indicazioni sulle tecnologie depurative più adatte alla situazione del territorio" Novembre 2007 Corso per Auditor/Lead auditor sistemi di gestione qualità ISO 9001 SGS ITALIA S.p.A. Via G. Gozzi 1/a Milano Marzo 2002 Corso di formazione: "Caratterizzazione e bonifica di siti contaminati". Anea, Bologna A.A Corso di Perfezionamento (universitario) in Informatica Giuridica tenuto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'università degli Studi di Roma "La Sapienza". Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Date Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione A.A Corso di perfezionamento post-laurea ( durata annuale) per Esperto in Economia e Diritto dell'ambiente, organizzato dall'università di Siena (facoltà di Economia ambientale), dalla società ELEA s.p.a. cofinanziato dal Fondo sociale europeo Ottobre 1997 Laurea in Giurisprudenza conseguito presso l'università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Tesi in Economia Politica: Qualità ambientale dei prodotti e strategia d'impresa. CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI MADRELINGUA ALTRE LINGUE Capacità di scrittura Capacità di espressione orale ITALIANA INGLESE BUONO BUONO ATTIVITÀ di DOCENZA

13 Università degli studi di Siena Docenza al Master di specializzazione normativa ambientale sui rifiuti e le risorse idriche (MAR) Modulo : Normativa in materia di gestione rifiuti. Modulo : Valutazione dei beni non di mercato. Anno accademico Università degli studi di Siena - Dipartimento di Economia Politica Workshop: Valutazione economico-giuridica dei beni non di mercato. La valutazione dei beni non di mercato e il valore economico totale (VET). Valutazione economico-giuridica del Danno ambientale. Casi studio. Anno accademico Università degli studi di Siena Docenza al Master di specializzazione normativa ambientale sui rifiuti e le risorse idriche (MAR) Modulo : Normativa in materia di gestione rifiuti. Anno accademico Scuola di Amministrazione Pubblica- Villa Umbra Workshop sui metodi di determinazione del Danno ambientale e paesaggistico Modulo: La Responsabilità per Danno Ambientale: legislazione e applicazione Febbraio 2007 Scuote di Alta formazione Ambientale ORSA -Palermo Docenza al Master: Sviluppo sostenibile nei sistemi agro-ambientali - formazione per dipendenti di Pubbliche Amministrazioni Modulo: Gestione Risorse Idriche Ottobre 2006 ATTIVITÀ di DOCENZA

14 Università degli studi di Siena - Dipartimento di Economia Politica Valutazione economico-giuridica dei beni non di mercato. La valutazione dei beni non di mercato e il valore economico totale (VET). Valutazione economico-giuridica del Danno ambientale. Casi studio. Anno accademico Università degli studi di Siena - sede di Arazzo Docenza al Master di specializzazione normativa ambientale sui rifiuti e le risorse ìdriche (MAR) Modulo : Normativa in materia di gestione rifiuti. Anno accademico Centro Studi Montesca Docenza al Specialisation course for European Manager for social and environmental sustainability.- EMSES" Valutazione economico-giuridica dei beni non di mercato. La valutazione dei beni non di mercato e il valore economico totale (VET). Valutazione economico-giuridica del Danno ambientale. Casi studio. Citta di Castello Aprile 2006 Università degli studi di Trieste docente Corso di formazione del personale tecnico-amministrativo dell'università di Trieste e redazione delle "Linee Guida alla classificazione e gestione dei rifiuti prodotti in università".giugno settembre 2005 Università degli studi di Siena - Dipartimento di Economia Politica docente ciclo di lezioni-seminariali sui temi della gestione-smaltimento dei rifii urbani e speciali e valutazione economico-giuridica dei beni non di merca nell'ambito del corso di Politica Economica Ambientale. Correlatore tesi SALUTAZIONE ECONOMICA DEL DANNO ALL'AMBIENTE: IL CASO DEL PETROLCHIMICO DI PORTO MARCHERÀ. -V

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015

SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Ultimo aggiornamento 13 gennaio 2015 Comune di Vicenza - a cura del Settore Risorse Umane, Segreteria 1 Generale e Organizzazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti

Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Documento Regolamento sulla formazione professionale continua degli iscritti all'ordine dei giornalisti Art.1 Scopo del Regolamento 1) Scopo di questo Regolamento e disciplinare l attivita di formazione

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Enrico Biele, FIRE Green shipping summit 2014 26 giugno 2014, Napoli Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail PEC rdallanese@liuc.it raffaella.dallanese@odcecmilano.it Nazionalità Italiana Data di nascita 07,

Dettagli

6.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10. 2014, n. 1 Abrogazioni

6.3.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10. 2014, n. 1 Abrogazioni 9 Lastri, De Robertis, Rossetti, Ruggeri, Remaschi, Boretti, Venturi, Bambagioni, Saccardi Proposta di legge della Giunta regionale 20 ottobre Art. 20 2014, n. 1 Abrogazioni divenuta Proposta di legge

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica

ALLEGATO 1 ALLA DELIBERA. 148/2014- GRIGLIA DI RILEVAZIONE AL 31/12/2014. Curricula. Compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica mministrazione BEDOLLO 31/1/215 LLEGTO 1 LL DELIBER. 148/214- GRIGLI DI RILEVZIONE L 31/12/214 livello 1 (Macrofamiglie) Denominazione sotto-sezione 2 livello (Tipologie di dati) mbito soggettivo (vedi

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli