SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI"

Transcript

1 SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo distribuito per il nuovo impianto di produzione di energia elettrica da rifiuti non pericolosi (CDR Combustibile Derivato dai Rifiuti) della BAS di Bergamo. Il sistema è un DCS (Distributed Control Sistem) che copre le esigenze di automazione e conduzione dell intero impianto: esso è basato su controllori di tipologia mista (PLC e SoftPLC su PC) ed acquisizione da bus di campo con distribuzione dell I/O su due livelli (ProfibusDP e Profibus AS). L interfaccia operatore è realizzata con stazioni SCADA/HMI connesse al DCS su rete ridondata Ethernet TCP/IP. Il sistema è stato realizzato impiegando il prodotto expert di s.d.i. automazione industriale che comprende il software SCADA/HMI, le funzioni di configurazione (expert development tools), i nodi SoftPLC ridondanti e le funzioni di acquisizione da PROFIBUS. Per i PLC ed i nodi Profibus sono stati utilizzati i prodotti SIEMENS della serie SIMATIC. s.d.i. automazione industriale ha inoltre implementato tutte le funzioni di regolazione e gli automatismi necessari al funzionamento dell impianto. Il Cliente e l Impianto La BAS (Bergamo Ambiente e Servizi), azienda municipalizzata di Bergamo, fornisce i servizi acqua, gas, pubblica illuminazione, depurazione acque ed incenerimento rifiuti. L impianto ha una potenzialità di 11MW lordi (9,5 MW netti), per una produzione annua di energia elettrica pari a di kwh. Il combustibile utilizzato, proveniente dal bioessicatore, ammonta a t/anno; viene inoltre impiegato, come combustibile addizionale, il biogas prodotto dalla digestione anaerobica dei fanghi biologici e della frazione organica. s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 1

2 L impianto è composto da una linea di produzione del vapore costituita da un forno a letto fluido bollente e da una caldaia a recupero. Il CDR (combustibile da rifiuti) viene movimentato mediante carroponte, nastri ed elevatori fino all ingresso nella camera di combustione. In coda al generatore di vapore è installata la linea di trattamento fumi, composta da due filtri a maniche in serie. Al termine della linea è installato un sistema DeNOx di tipo catalitico. Il vapore prodotto dalla caldaia, viene conferito alla valvola di ammissione di una turbina multistadio a condensazione, accoppiata ad un alternatore di tipo sincrono trifase. L energia prodotta alla tensione di 15KV viene consegnata ad un elettrodotto della rete elettrica nazionale, a 132KV, previa trasformazione effettuata nella sottostazione elettrica collegata all impianto. Struttura del sistema di controllo L impianto è controllato da un DCS composto da 4 isole di automazione principali, realizzate utilizzando tecnologie eterogenee; due di esse sono costituite infatti da nodi SoftPLC ridondanti (prodotto s.d.i. expert SoftPLC), una da una rete di PLC Siemens, la quarta da un PLC in configurazione duale fail safe. Le 4 isole di automazione controllano rispettivamente: gli impianti di produzione del vapore e trattamento fumi l impianto turbina e ciclo termico la sezione elettrica le funzioni di ESD I controllori sono tra loro interfacciati ed integrati, soprattutto per quanto riguarda la comunicazione con il sistema di Emergency Shut Down; tutti i sistemi afferiscono a 2 stazioni SCADA/HMI che realizzano le stazioni per gli operatori di impianto. Sono inoltre presenti una stazione di archiviazione, una stazione dedicata alle funzioni di manutenzione di impianto, una stazione di archivio documentazione. Sulla rete di sistema è inoltre connessa la stazione di configurazione (expert development) s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 2

3 La rete di collegamento dei quadri di raccolta segnale distribuiti nell impianto è realizzata su due livelli; bus di acquisizione basato su PROFIBUS AS e livello immediatamente superiore su PROFIBUS DP ridondante in fibra ottica. A livello delle reti profibus vengono utilizzate sia schede di I/O direttamente connesse ai nodi di interfaccia SIEMENS IM153 che sottoreti Profibus AS che utilizzano moduli di I/O Asi: esse vengono gestite in due distinte tipologie di quadro: quadri MCC (Motor Control Center): dotati di cassetti con I/O dedicato ad utenze quali motori e valvole motorizzate; quadri RIO (Remote I/O): dotati di schede di acquisizione e comando di strumenti installati in campo. Le reti PROFIBUS DP afferiscono sia a controllori SoftPLC realizzati su PC in configurazione duale che a PLC. I nodi SoftPLC s.d.i. automazione interfacciano altresì tramite il protocollo MODBUS i quadri di controllo turbina ed i quadri BMS. Le reti PROFIBUS sono realizzate, a seconda del contesto, in fibra ottica o in rame. I 2 nodi SoftPLC ridondati, sono dedicati all automazione degli impianti di produzione del vapore, trattamento fumi, della turbina e del ciclo termico. Le isole di automazione basate su PLC Siemens sono state impegate per il controllo della sezione elettrica e per le funzioni di Emergency Shutdown (protezioni e blocchi); utilizzando in quest ultimo caso un PLC in configurazione duale fail safe. Tutti i controllori sono a loro volta connessi alle stazioni SCADA/HMI ed alle stazioni di archiviazione, manutenzione e documentazione impiantistica su LAN Ethernet TCP/IP ridondata. 1.2 Funzioni di diagnostica e asset management integrate La stazione di manutenzione è impiegata per gestire, relativamente alle attrezzature di impianto: manutenzione preventiva manutenzione statistico predittiva richieste di intervento straordinarie s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 3

4 emissione e schedulazione degli ordini di lavoro gestione dei magazzini locali all impianto Le funzioni di manutenzione e asset management interagiscono con il sistema SCADA prelevando i valori dei contatori relativi alle ore di funzionamento dei motori presenti in impianto, che vengono utilizzati per la pianificazione delle attività di manutenzione preventiva. Per ogni motore/valvola vengono definite le attività di manutenzione necessarie ed impostata sia una schedulazione basata sul calendario che sulle ore di funzionamento dell apparato. La schedulazione delle attività di manutenzione viene effettuata interattivamente dal responsabile della manutenzione che richiede al sistema l elenco delle attività previste per il periodo di pianificazione desiderato. Il sistema, sulla base delle letture effettuate da SCADA e in base alle scadenze di calendario, visualizza le attività di manutenzione previste, il cui dettaglio di schedulazione viene affinato dal responsabile stesso, dando infine luogo all emissione degli ordini di lavoro. Le misure di impianto interessanti per la diagnostica dello stato di funzionamento degli apparati possono essere impiegate per funzioni di analisi nell ambito della manutenzione statistico predittiva. Tali funzioni analizzano le misure acquisite e determinano eventuali anomalie confrontando i valori acquisiti da SCADA rispetto ad un range di valori impostato o rispetto alla varianza del dato. Le anomalie riscontrate sono evidenziate al responsabile della manutenzione che può eventualmente emettere ordini di lavoro per le attività necessarie. Il sistema di manutenzione è corredato da tutti gli strumenti di analisi necessari al controllo della storia manutentiva di ogni apparato di impianto; essi comprendono lo storico degli ordini di lavoro completati e la analisi dei costi ad essi relativi. s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 4

5 s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 5

6 Architettura di dettaglio Un LAN principale di sistema, Ethernet ridondata, consente di interfacciare tutti i nodi del sistema di controllo distribuito In sala controllo, sono presenti le seguenti apparecchiature, viste come nodi del sistema: 2 stazioni operatore del sistema DCS, in configurazione totalmente ridondata; 1 stazione di configurazione sistema DCS; 2 stampanti (a modulo continuo per la stampa eventi e reports, a colori a getto d inchiostro, per la stampa delle pagine grafiche). 1 stazione per funzioni di manutenzione (integrate a SCADA) delle apparecchiatire di impianto. E inoltre presente un personal computer dedicato alla visualizzazione documentazione elettronica, connesso in rete Ethernet separata alla stazione di gestione manutenzione posta in sala controllo. Il sistema di controllo è suddiviso in: due sistemi basati su Soft PLC, entrambe ridondanti con intervento di backup automatico un sistema basato su controllo distribuito basato su rete di PLC un sistema di protezioni e blocchi basato su PLC ridondato Ai primi tre sistemi fanno capo diverse linee di bus di campo, alcune delle quali ridondate, così strutturate: Soft PLC 1 (impianti Caldaia + Trattamento Fumi); Bus di sistema ridondato (Profibus DP) in fibra ottica che interfaccia gli MCC Caldaia e MCC Trattamento Fumi; Bus di sistema ridondato elettrico (Profibus DP) che interfaccia le isole di I/O remoto ubicate sugli impianti Caldaia e Trattamento Fumi; Interfaccia seriale ridondata per lo scambio dati tra la CPU ridondata ed il sistema BMS. Soft PLC 2 (Turbina e ciclo termico) : Bus di sistema ridondato (Profibus DP) per l interfacciamento su linea elettrica dei segnali ausiliari del pannello di protezione e comando, ed in fibra ottica per l interfacciamento degli MCC Turbina, Servizi Generali, Utif, Sottostazione 130Kv (a circa 1500 mt di distanza) Bus di sistema ridondato elettrico (Profibus DP) che interfaccia le isole di I/O remoto ubicate sugli impianti Ciclo Termico, Turbina, Alternatore Interfaccia seriale con protocollo Modbus RTU che permette lo scambio dati tra la CPU ridondata ed il sistema di controllo turbina (STCS) Bus di sistema (profibus DP) in fibra ottica che interfaccia I/O remoto relativo ai servizi esterni posto a circa 300 mt. Rete PLC sezione elettrica connessione su Profibus DP verso i dispositivi relativi a PMCC (24 SIPROCODE, 5 SIPROTEC), UPS, Quadro MT (4 SIPROTEC), PLC pompe acqua di raffreddamento condensatori e PLC Compressori Aria, PLC cabina analisi connessione al quadro di protezione generatore e controllo parallelo. Sistema ESD. Il sistema ESD, costituito da due CPU SIEMENS AS414FH, è di tipo duale fault-tolerant, opera in maniera completamente autonoma dal sistema DCS e scambia, tramite contatti direttamente cablati agli I/O del sistema, i segnali inerenti le catene blocchi d impianto. s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 6

7 Architettura HMI/SCADA Le interfacce operatore del sistema sono costituite da 2 consolle operatore con funzioni di SCADA/HMI in configurazione ridondata che permettono il controllo dell intero impianto tramite pagine grafiche. Stazione di configurazione La consolle di configurazione (expert development) consente la modifica della configurazione di punti, pagine e logiche di automazione e regolazione (utilizzando per queste ultime il formalismo IEC ) relative a tutto l impianto. s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 7

8 Sistema di manutenzione impianto La stazione di manutenzione, che utilizza il software di Asset Management Datastream MP2, integrato a SCADA, espleta le funzioni di gestione della manutenzione preventiva e predittiva, emissione e schedulazione degli ordini di lavoro, trattamento delle richieste di intervento straordinarie, gestione dei magazzini locali di impianto. s.d.i. automazione industriale Case History : DCS Centrale BAS Bergamo pag 8

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI Nel corso degli anni 2000 2007 s.d.i. automazione industriale ha realizzato,

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO (BS)

COMUNE DI GAVARDO (BS) COMUNE DI GAVARDO (BS) Progetto Definitivo IMPIANTO DI COGENERAZIONE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA BIOMASSE LEGNOSE doc. N 006_2014 H02 00 DESCRIZIONE FUNZIONALE SETTEMBRE 2014 IL

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! L interfaccia tra i sistemi di controllo ed i sistemi elettrici: nuove architetture basate su reti e/o bus di comunicazione Andrea Bazzani Michele Monaco Sergio Guardiano SISTEMI

Dettagli

IMPIANTO DI S.GIACOMO DI FRAELE PRESENTAZIONE ATTIVITA SVOLTE

IMPIANTO DI S.GIACOMO DI FRAELE PRESENTAZIONE ATTIVITA SVOLTE IMPIANTO DI S.GIACOMO DI FRAELE PRESENTAZIONE ATTIVITA SVOLTE COMMITTENTE: CLIENTE FINALE: 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO 3 1.1 Dati caratteristici Impianto 4 1.2 Dati di targa - nominali delle macchine installate

Dettagli

SISTEMA DI ELABORAZIONE BLOCCHI PER UNITA TERMOELETTRICHE C.LE SAN FILIPPO DEL MELA (EDIPOWER)

SISTEMA DI ELABORAZIONE BLOCCHI PER UNITA TERMOELETTRICHE C.LE SAN FILIPPO DEL MELA (EDIPOWER) SISTEMA DI ELABORAZIONE BLOCCHI PER UNITA TERMOELETTRICHE C.LE SAN FILIPPO DEL MELA (EDIPOWER) L impianto di San Filippo del Mela è situato lungo la costa tirrenica in località Archi Marina, nel comune

Dettagli

STATION COMPUTER PER AUTOMAZIONE, CONTROLLO E TELECONTROLLO DELLE STAZIONI ALTA E ALTISSIMA TENSIONE TERNA

STATION COMPUTER PER AUTOMAZIONE, CONTROLLO E TELECONTROLLO DELLE STAZIONI ALTA E ALTISSIMA TENSIONE TERNA STATION COMPUTER PER AUTOMAZIONE, CONTROLLO E TELECONTROLLO DELLE STAZIONI ALTA E ALTISSIMA TENSIONE TERNA s.d.i. ha realizzato, per conto di SELTA, il sistema di Station Computer, Stazione Operatore e

Dettagli

Profibus a. servizio degli. impianti di. produzione di. energia elettrica

Profibus a. servizio degli. impianti di. produzione di. energia elettrica Profibus a servizio degli impianti di L esperienza della Centrale Termoelettrica a ciclo combinato Tirreno Power di Napoli produzione di energia elettrica 2 L azienda Tirreno Power nasce nel 2003 a seguito

Dettagli

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT P.M.S. S.r.l. Via Migliara 46 n 6 04010 B.go S.Donato Sabaudia (LT) Tel. 0773.56281 Fax 0773.50490 Email info@pmstecnoelectric.it PROGETTO: PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT Dalla richiesta

Dettagli

TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER

TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER s.d.i. ha realizzato, per ENEL Green Power, una serie di sistemi per il telecontrollo e la supervisione di impianti di

Dettagli

Multicom 301/302. Agente di rete NetMan 101/102 Plus. Convertitore di protocollo. Duplicatore di seriale Multicom 351/352.

Multicom 301/302. Agente di rete NetMan 101/102 Plus. Convertitore di protocollo. Duplicatore di seriale Multicom 351/352. Agente di rete NetMan 101/102 Plus L agente di rete NetMan plus consente la gestione dell UPS collegato direttamente su LAN 10/100 Mb utilizzando i principali protocolli di comunicazione di rete (TCP/IP,

Dettagli

Termovalorizzatore di Acerra

Termovalorizzatore di Acerra Termovalorizzatore di Acerra Il termovalorizzatore di Acerra è uno dei più grandi impianti d Europa, con una capacità di smaltimento pari a 600.000 t/anno di RSU pretrattato; esso produce 600 milioni di

Dettagli

Agente di rete NetMan 101/102 Plus SENSORI AMBIENTALI. Caratteristiche. Software e Accessori

Agente di rete NetMan 101/102 Plus SENSORI AMBIENTALI. Caratteristiche. Software e Accessori Agente di rete NetMan 101/102 Plus L agente di rete NetMan plus consente la gestione dell UPS collegato direttamente su LAN 10/100 Mb utilizzando i principali protocolli di comunicazione di rete (TCP/IP,

Dettagli

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DEL GASDOTTO TRANSMED PER ENI SCOGAT

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DEL GASDOTTO TRANSMED PER ENI SCOGAT AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DEL GASDOTTO TRANSMED PER ENI SCOGAT s.d.i automazione industriale ha realizzato per ENI SCOGAT e Snamprogetti 3 DCS di centrale e il sistema di Telecontrollo (completo di periferiche

Dettagli

Automazione di impianti e telecontrollo in un sistema. SIMATIC PCS 7 TeleControl SIMATIC PCS 7. Answers for industry.

Automazione di impianti e telecontrollo in un sistema. SIMATIC PCS 7 TeleControl SIMATIC PCS 7. Answers for industry. Automazione di impianti e telecontrollo in un sistema SIMATIC TeleControl SIMATIC Answers for industry. SIMATIC TeleControl La soluzione intelligente per impianti con stazioni di automazione locali, distribuite

Dettagli

Automazione di SottoStazioni Elettriche Ferroviarie. Duilio Aurini Antonello Cardani Selta

Automazione di SottoStazioni Elettriche Ferroviarie. Duilio Aurini Antonello Cardani Selta Automazione di SottoStazioni Elettriche Ferroviarie Duilio Aurini Antonello Cardani Selta Sistema Innovativo di Automazione e Diagnostica: INTRODUZIONE Le linee di trazione elettrica delle Ferrovie dello

Dettagli

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico GPM Green System Descrizione Generale GPM Green System è la più innovativa soluzione per il Telecontrollo di Sottostazioni Elettriche o Cabine di Trasformazione

Dettagli

Produrre energia elettrica estraendo olio minerale.

Produrre energia elettrica estraendo olio minerale. A Cura di Roberto Sentimenti Cefla Energia Produrre energia elettrica estraendo olio minerale. I progetti eco-sostenibili per lo sfruttamento ottimale delle risorse sono, per Agip, alla base delle moderne

Dettagli

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267 c Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX M. Nobili,

Dettagli

Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS

Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS Luigi A. Borghi (Didelme) Federico Marguati (Wonderware Invensys) Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto Presentazione delle attività svolte COMMITTENTE e CLIENTE FINALE: Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. pag. 1 di 20 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO 3

Dettagli

La telegestione. a distanza degli impianti

La telegestione. a distanza degli impianti La telegestione L o s t r u m e n t o o t t i m a l e p e r i l c o n t r o l l o e l a g e s t i o n e a distanza degli impianti Campi di applicazione Acqua potabile Controllo e gestione di tutti gli

Dettagli

Soluzioni integrali per la generazione di energia convenzionale

Soluzioni integrali per la generazione di energia convenzionale Soluzioni integrali per la generazione di energia convenzionale SOLUZIONI INTEGRALI PER LA GENERAZIONE DI ENERGIA CONVENZIONALE Provata esperienza nei processi energetici Ingeteam Industry Ingegnerizzazione,

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC

Z-TWS4 CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT. www.seneca.it OPC CONTROLLORE MULTIFUNZIONE PER ENERGY MANAGEMENT 100% Made & Designed in Italy Linux OPC Protocolli Energy Management IEC 60870-5-101 IEC 60870-5-104 IEC 61400-25 www.seneca.it ENERGY MANAGEMENT Grazie

Dettagli

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 Z-RTU Unità remota di telecontrollo serie Z-PC UNITÀ DI CONTROLLO MODULI I/O DIGITALI MODULI I/O ANALOGICI MODULI SPECIALI MODULI DI COMUNICAZIONE SOFTWARE E ACCESSORI I/O

Dettagli

Linee Guida per la progettazione e realizzazione della sicurezza nelle gallerie stradali secondo la normativa vigente

Linee Guida per la progettazione e realizzazione della sicurezza nelle gallerie stradali secondo la normativa vigente linee_g_italia 1-12- 12:16 Pagina 136 gallerie stradali Linee Guida per la progettazione e realizzazione della sicurezza nelle gallerie stradali Rev. Ottobre Pag. 136 di 216 I cicli di ventilazione sono

Dettagli

Sistema di telecontrollo dell illuminazione pubblica milanese

Sistema di telecontrollo dell illuminazione pubblica milanese Sistema di telecontrollo dell illuminazione pubblica milanese Milano possiede un sistema di controllo dell illuminazione pubblica particolarmente efficiente. s.d.i. automazione industriale ha provveduto,

Dettagli

Cliente finale: Multinazionale Farmaceutica

Cliente finale: Multinazionale Farmaceutica Waste Water Treatment Cliente finale: Multinazionale Farmaceutica Finalità del progetto: realizzare la supervisione e il controllo del Trattamento Acque Reflue, impianto di depurazione acqua. Il sistema

Dettagli

Impianto Potabilizzazione SINNI L integrazione delle tecnologie più avanzate al servizio dell automazione e della gestione del processo

Impianto Potabilizzazione SINNI L integrazione delle tecnologie più avanzate al servizio dell automazione e della gestione del processo Impianto Potabilizzazione SINNI L integrazione delle tecnologie più avanzate al servizio dell automazione e della gestione del processo Vincenzo Lanave IL CICLO COMPLETO DELL ACQUA SCHEMA IDRICO APPULO-LUCANO

Dettagli

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico Il Perito in Elettronica ed Elettrotecnica: RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico ha competenze specifiche nel campo dei materiali e della tecnologia

Dettagli

Sistema di acquisizione dati SME

Sistema di acquisizione dati SME OGGETTO: Sistema di acquisizione dati SME Caratteristiche generali Il software da noi proposto è completamente rispondente a tutti i decreti legge che regolano la materia dell acquisizione dati delle emissioni

Dettagli

AMBITI DI LAVORO ALCUNI ESEMPI. I nostri punti di forza sono molteplici e operiamo principalmente nell ambito di:

AMBITI DI LAVORO ALCUNI ESEMPI. I nostri punti di forza sono molteplici e operiamo principalmente nell ambito di: IL NOSTRO GRUPPO errebi elettrica costruzioni apparecchiature elettriche opera da oltre vent anni nel campo dell impiantistica industriale, nella progettazione, costruzione e messa in servizio di quadri

Dettagli

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10

Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14. Ingressi. Sezione di ciascun cavo DC [mm² ] Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Da 4 a 10 Descrizione tecnica Caratteristiche V2-S4 V2-S8 V2-S10 V2-S14 Ingressi Max. tensione di ingresso 1000 1000 1000 1000 Canali di misura 4 8 10 14 Max corrente Idc per ciascun canale [A] 20 (*) 20 (*) 20

Dettagli

D-R.07 Disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici: Somme dell Amministrazione

D-R.07 Disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici: Somme dell Amministrazione Indice FORNITURE SOFTWARE DI CONTROLLO... 3 Art. 1 - HSC.01 - Software di autocontrollo locale del processo a cicli... 3 Art. 2 - HSC.EG.01 - Software di telecontrollo globale d impianto EasyGest WWTP

Dettagli

Gli scenari di sviluppo del termovalorizzatore. (o impianto di trasformazione e produzione?) Gianni Bidini

Gli scenari di sviluppo del termovalorizzatore. (o impianto di trasformazione e produzione?) Gianni Bidini Gli scenari di sviluppo del termovalorizzatore (o impianto di trasformazione e produzione?) Gianni Bidini Dipartimento di Ingegneria Università degli Studi di Perugia 1 2 3 PRINCIPALI IMPIANTI DI TRATTAMENTO

Dettagli

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni

introduzione introduzione soluzione acquisizione dati elaborazione e archiviazione dati interfaccia utente personalizzazioni In un impianto fotovoltaico una corretta manutenzione e un efficiente sistema di monitoraggio sono fondamentali per la rilevazione di guasti o malfunzionamenti. I fattori che influiscono sul corretto funzionamento

Dettagli

Il Telecontrollo Cloud Virtualizzato

Il Telecontrollo Cloud Virtualizzato Il Telecontrollo Cloud Virtualizzato Dare vita ad un network intelligente di impianti distribuiti sul territorio, migliorando la sostenibilità e massimizzando la competitività globale. Laura Graci e Domenico

Dettagli

2. SISTEMA DI GESTIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO

2. SISTEMA DI GESTIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO Sommario 2. SISTEMA DI GESTIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 2 2.1. Premessa... 2 2.2. Descrizione dell impianto elettrico esistente... 3 2.2.1 Cabina di trasformazione e quadri elettrici... 3 2.2.2 - Circuiti

Dettagli

Impiego di protocolli industriali in centrali termoelettriche per l interfaccia tra sistema di controllo e quadri elettrici

Impiego di protocolli industriali in centrali termoelettriche per l interfaccia tra sistema di controllo e quadri elettrici Impiego di protocolli industriali in centrali termoelettriche per l interfaccia tra sistema di controllo e quadri elettrici San Donato, 27 novembre 2014 genda Introduzione Esperienze: CCGT in Italia ed

Dettagli

Z-TWS4. www.seneca.it. Controllore Multifunzione Straton / LINUX

Z-TWS4. www.seneca.it. Controllore Multifunzione Straton / LINUX Z-TWS Controllore Multifunzione Straton / LINUX OPC Linux Sistema di controllo avanzato per applicazioni di: Energy Management (IEC 0870--0, IEC 0870--0, IEC 80) Automazioni di impianto (Straton - Soft

Dettagli

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc.

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. mantenendo il controllo dei costi CTI Serie 2500 Dei PLC robusti e potenti per il controllo di processo e l automazione Una supervision/scada intelligente

Dettagli

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it

sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi integrare interfacciare comunicare Supervisionare Gestire remotare Attuare www.eps-sistemi.it sistemi COSTRUTTORI di macchine ed impianti, INTEGRATORI di sistemi ed UTILIZZATORI finali si affidano

Dettagli

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI 1 ACQUISIZIONE DATI 2 TELECONTROLLO 3 BUILDING E INFRASTRUTTURE 4 AUTOMAZIONI ACQUISIZIONE DATI Sistema di acquisizione dati: sistema in grado di raccogliere, elaborare e memorizzare grandezze analogiche

Dettagli

PROFILO SOCIETARIO. La De Lorenzo Formazione, per l organizzazione e la gestione di corsi di formazione a vari livelli e in diversi settori.

PROFILO SOCIETARIO. La De Lorenzo Formazione, per l organizzazione e la gestione di corsi di formazione a vari livelli e in diversi settori. PROFILO SOCIETARIO La De Lorenzo fu fondata nel 1951 dall'ingegner Ugo De Lorenzo per rispondere alla crescente domanda di strumentazione elettronica di qualità in campo industriale ed educativo. Verso

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

2 Controllo e. 1.6 Punti dati decentralizzati. 1.6.1 Saia Smart PCD3.T66x RIO Pagina 70. 1.6.2 Profibus RIO Saia PCD3.

2 Controllo e. 1.6 Punti dati decentralizzati. 1.6.1 Saia Smart PCD3.T66x RIO Pagina 70. 1.6.2 Profibus RIO Saia PCD3. 69.6 Punti dati decentralizzati thernet Profibus RS-485 PCD3.T 665 PCD3.T 76 Regolatori di 2 Controllo e camera dedicati monitoraggio e Rilevamento dei dati di consumo 3 5 Componenti Stazioni di automazione.6.

Dettagli

Misura profila Trasmette Attiva

Misura profila Trasmette Attiva WATER MOBILITY ENERGY INDUSTRIAL LIGHTING Misura profila Trasmette Attiva CONOSCENZA DEI CARICHI OTTIMIZZAZIONE DEI CONSUMI RISPARMIO ENERGETICO AUMENTO EFFICIENZA CONTROLLO DEI PROCESSI L APPARATO PER

Dettagli

La tempra dei mezzi cingolati..

La tempra dei mezzi cingolati.. La tempra dei mezzi cingolati.. Una importante multinazionale americana produce in Italia il proprio fabbisogno mondiale di rulli per sottocarro, fondamentali per tutta la produzione di mezzi cingolati.

Dettagli

Building Management System (BMS)

Building Management System (BMS) Building Management System (BMS) L importanza dei sistemi di monitoraggio e controllo nel settore della climatizzazione con fonti rinnovabili Alessandro Veronesi Samuele Da Ros Introduzione Non si può

Dettagli

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA

L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA L AUTOMAZIONE E IL TELECONTROLLO NELLE MULTIUTILITIES: IL GRUPPO HERA BOLOGNA 2-10-2007 Ing. Roberto Barilli, Direttore Generale Hera S.p.A. 1 Hera rappresenta in Italia una delle principali Multiutility

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio Energetico negli Edifici di Proprietà e Competenza Provinciale Periodo 2009-2014 ALLEGATO A6

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio Energetico negli Edifici di Proprietà e Competenza Provinciale Periodo 2009-2014 ALLEGATO A6 ALLEGATO A6 Sistema di Telecontrollo Il sistema informatico, di proprietà ed in dotazione all Amministrazione, per la gestione degli impianti termici è il modello STR3000, prodotto da Teckna S.r.l., con

Dettagli

Gestione database tipologia e storico dei consumi orari, giornalieri, settimanali, annuali per singola cabina/per tutte.

Gestione database tipologia e storico dei consumi orari, giornalieri, settimanali, annuali per singola cabina/per tutte. Telecontrollo via rete Wireless L impianto consente la copertura in tecnologia radio Wireless Hiperlan dell area in cui sono ubicate le cabine elettriche da telecontrollare; ogni cabina è equipaggiata

Dettagli

Manutenzione programmata a gestione locale o remota: sicurezza ed efficienza dei siti di produzione

Manutenzione programmata a gestione locale o remota: sicurezza ed efficienza dei siti di produzione Manutenzione programmata a gestione locale o remota: sicurezza ed efficienza dei siti di produzione Relatore: Mauro Cerea A&D AS-HMI, Siemens SpA, Milano 1 La manutenzione 2 Modalità di accesso remoto:

Dettagli

Misura profila Trasmette Attiva

Misura profila Trasmette Attiva WATER MOBILITY ENERGY INDUSTRIAL LIGHTING Misura profila Trasmette Attiva CONOSCENZA DEI CARICHI OTTIMIZZAZIONE DEI CONSUMI RISPARMIO ENERGETICO AUMENTO EFFICIENZA CONTROLLO DEI PROCESSI L APPARATO PER

Dettagli

Sistemi di automazione e controllo di processo

Sistemi di automazione e controllo di processo Sistemi di automazione e controllo di processo Profilo dell azienda S o l u z i o n i i n d u s t r i a l i La società INDAS d.o.o., ubicata a Novi Sad, capoluogo della regione della Vojvodina, è una delle

Dettagli

CENTRALE DI COGENERAZIONE DI RAVENNA

CENTRALE DI COGENERAZIONE DI RAVENNA CENTRALE DI IN SOSTITUZIONE DELL ESISTENTE B 400 SEZIONE A PREMESSA REV.0 SETTEMBRE 2013 Pagina 1 di 13 REV.0 INDICE A.1 PREMESSA... 3 1 Stato di fatto... 3 1.1 Generalità... 3 2 Motivazioni dell intervento...

Dettagli

Lo Stabilimento di Ravenna

Lo Stabilimento di Ravenna Lo Stabilimento di Ravenna LE NOSTRE RISORSE Sin dalla costituzione EniPower ha adottato strutture organizzative snelle nell ottica di semplificare i processi operativi. Tutto il personale è stato coinvolto

Dettagli

PLC Sistemi a Logica Programmabile

PLC Sistemi a Logica Programmabile PLC Sistemi a Logica Programmabile Prof. Nicola Ingrosso Guida di riferimento all applicazione applicazione dei Microcontrollori Programmabili IPSIA G.Ferraris Brindisi nicola.ingrosso @ ipsiaferraris.it

Dettagli

TURBOtech srl. SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale. Settore Elettronica Industriale FUNZIONI. Pagina 1 di 12

TURBOtech srl. SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale. Settore Elettronica Industriale FUNZIONI. Pagina 1 di 12 SED-635 Sistema di Eccitazione Digitale Il SED-635 costituisce un completo sistema di eccitazione capace di adattarsi al controllo di generatori sincroni di qualsiasi taglia. L integrazione dell interfaccia

Dettagli

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it Che cosa è la sicurezza funzionale La Sicurezza Funzionale è: Porzione della

Dettagli

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI s.d.i. automazione industriale ha realizzato per l Azienda Gardesana Servizi (AGS) di Peschiera

Dettagli

Smart Lab: struttura unica nel suo genere dedicata alla sperimentazione, alla ricerca ed alla dimostrazione di tecnologie innovative

Smart Lab: struttura unica nel suo genere dedicata alla sperimentazione, alla ricerca ed alla dimostrazione di tecnologie innovative : struttura unica nel suo genere dedicata alla sperimentazione, alla ricerca ed alla dimostrazione di tecnologie innovative Affrontare le sfide della società nell era del consumo sostenibile Aiutare i

Dettagli

SIMATIC PCS 7. PCS 7: PROFINET per Process Automation

SIMATIC PCS 7. PCS 7: PROFINET per Process Automation SIMATIC PCS 7 PCS 7: PROFINET per Process Automation Page 2 L automazione industriale nelle diverse industrie PCS Processo 7 Discreto Step 7 Industrie di processo Industrie ibride Industrie manifatturiere

Dettagli

Trasmissione e raccolta dati

Trasmissione e raccolta dati Trasmissione e raccolta dati Esempi applicativi Gestione dati macchina Il sistema di acquisizione dati descritto nel seguito, utilizza una rete Ethernet/CANBus come supporto per integrare i dati all'interno

Dettagli

SIMATIC WinCC / PCS 7 Powerrate V3. Introduzione all Energy Management Descrizione di WinCC / PCS 7 Powerrate Benefici per il cliente

SIMATIC WinCC / PCS 7 Powerrate V3. Introduzione all Energy Management Descrizione di WinCC / PCS 7 Powerrate Benefici per il cliente SIMATIC WinCC / PCS 7 Powerrate V3 Introduzione all Energy Management Descrizione di WinCC / PCS 7 Powerrate Benefici per il cliente Il contesto: Clima, energia, eco-sostenibilità Diminuzione del petrolio

Dettagli

L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE PLUG&PLAY

L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE PLUG&PLAY SOLUZIONI PLUG&PLAY PER AUTOMAZIONE INDUSTRIALE White Paper Rel. Maggio 1 L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE PLUG&PLAY Ing. Stefano Linari, Chief Technical Officer ALLEANTIA S.R.L. Via Umberto Forti 24/14 6121

Dettagli

Systeme Helmholz. TELESERVICE con REX300 PANORAMICA AZIENDA. Febbraio 2011. Buongiorno,

Systeme Helmholz. TELESERVICE con REX300 PANORAMICA AZIENDA. Febbraio 2011. Buongiorno, Febbraio 2011 Buongiorno, siamo lieti di inviarle la presente Newsletter per aggiornarla sulle novità introdotte da Helmholz che riteniamo possano essere di Suo interesse. Nel ricordarle che Sitec è a

Dettagli

L impianto di termovalorizzazione di Torino. Ing. Riccardo Statini TM.E. S.p.A. Termomeccanica Ecologia

L impianto di termovalorizzazione di Torino. Ing. Riccardo Statini TM.E. S.p.A. Termomeccanica Ecologia L impianto di termovalorizzazione di Torino Ing. Riccardo Statini TM.E. S.p.A. Termomeccanica Ecologia Soggetto aggiudicatario Costituenda Associazione Temporanea di Imprese tra TM.E. S.p.A. termomeccanica

Dettagli

Un brillante esempio di integrazione tecnologica per la gestione di un complesso sistema di distribuzione irrigua misto per caduta e sollevamento

Un brillante esempio di integrazione tecnologica per la gestione di un complesso sistema di distribuzione irrigua misto per caduta e sollevamento Un brillante esempio di integrazione tecnologica per la gestione di un complesso sistema di distribuzione irrigua misto per caduta e sollevamento G. De Angelis - G. Di Nunzio - V. Lanave CBC - Consorzio

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Per garantire standard elevati di comfort climatico non basta progettare e realizzare un sistema di condizionamento costituito da componenti selezionati e affidabili, è anche

Dettagli

Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone

Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone LO STABILIMENTO Lo stabilimento, ubicato nel Comune di Ferrera Erbognone (Pavia) nelle adiacenze della Raffineria Eni Divisione R&M di Sannazzaro de Burgondi, è il

Dettagli

Soluzioni ABB per l efficienza energetica

Soluzioni ABB per l efficienza energetica Flavio Beretta, Senior Vice President ABB Full Service and Global Consulting, Aprile 2013 Soluzioni ABB per l efficienza energetica Il sistema di misura come strumento per la gestione dell energia Dicembre

Dettagli

SMS Supervisor Management System

SMS Supervisor Management System www.brccompressors.it www.brcfuelmaker.it SMS Supervisor Management System SMS: Sistema di Supervisione e Controllo degli impianti di erogazione metano. Totalmente ingegnerizzato da Dresser Wayne, il sistema

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONEPER IL LIVELLO DIRETTIVO PER DIRETTORE DI MACCHINA E 1 UFFICIALE DI MACCHINA

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONEPER IL LIVELLO DIRETTIVO PER DIRETTORE DI MACCHINA E 1 UFFICIALE DI MACCHINA A LLEGATO B PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONEPER IL LIVELLO DIRETTIVO PER DIRETTORE DI MACCHINA E 1 UFFICIALE DI MACCHINA FUNZIONE 1: MECCANICA NAVALE A LIVELLO DIRETTIVO Gestisce il funzionamento dell

Dettagli

FAST S.p.A. http://www.fastautomation.it info@fastautomation.it. NOC Libya

FAST S.p.A. http://www.fastautomation.it info@fastautomation.it. NOC Libya FAST S.p.A. Via Talete 2 Tel. (+39) 0522.622411 42048 Rubiera (RE) Italy Fax (+39) 0522.627194 http://www.fastautomation.it info@fastautomation.it NOC Libya Alcune realizzazioni: UTENTE LOCALITÀ IMPIANTO

Dettagli

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Categoria COMPUTO E CAPITOLATO Famiglia SISTEMI DI CONTROLLO Tipologia SISTEMA DI SUPERVISIONE GEOGRAFICO Modello TG-2000 WIDE AREA Pubblicata il 01/09/2006 TESTO PER COMPUTO

Dettagli

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza FORUM di PREVENZIONE FORUM di PREVENZIONE Certificazione SIL (Safety Integrity Level)

Dettagli

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A.

Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Integrazione del telecontrollo con un sistema di supporto alle decisioni: l esperienza gestionale di Gaia S.p.A. Francesco Di Martino, Claudia D Eliso, Michele Bini, Gianni Fucci Francesco Di Martino:

Dettagli

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento.

Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche tecniche unità di gestione stazioni di sollevamento. Caratteristiche generali: L apparato dovrà essere un unità elettronica specificatamente sviluppata per applicazioni di drenaggio ed

Dettagli

OMNI3 Powered by OMNICON Srl Via Petrarca 14/a 20843 Verano Brianza (MB) lunedì 18 novembre 13

OMNI3 Powered by OMNICON Srl Via Petrarca 14/a 20843 Verano Brianza (MB) lunedì 18 novembre 13 1 Monitoraggio Impianti Fotovoltaici e servizi relativi l energia Centro servizi per la gestione dei consumi 2 OMNI3 Il monitoraggio degli impianti Il tema della sostenibilità ambientale diventa sempre

Dettagli

SUPREMATouch. Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas

SUPREMATouch. Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas SUPREMATouch Sistema modulare di monitoraggio Fire & Gas Soluzioni di monitoraggio Fire & Gas I sistemi permanenti di monitoraggio gas di MSA sono utilizzati in tutto il mondo per proteggere le persone

Dettagli

2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria. Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A.

2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria. Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A. 2 Base tecnica definizioni, concetti, teoria Gianluca Fossati EDISON ENERGIA S.p.A. Definizioni Il Decreto Legislativo 8/02/2007, n 20 sulla promozione della cogenerazione, prevede un determinato obiettivo:

Dettagli

processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo

processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo Gestione dei sistemi a rete in ambito di aggregazione di processi industriali Giancarlo Leoni, Patrizia Lombardi, Davide Lombardi Speaker: Raffaele Trombini, Gestione Impianto Telecontrollo Argomenti Introduzione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO

Dettagli

1.. Presentazione Sistema con regolatori DDC..3. 2.. Regolatori liberamente programmabili 11. 3.. Regolatori preprogrammati..21

1.. Presentazione Sistema con regolatori DDC..3. 2.. Regolatori liberamente programmabili 11. 3.. Regolatori preprogrammati..21 INDICE 1.. Presentazione Sistema con regolatori DDC..3 2.. Regolatori liberamente programmabili 11 3.. Regolatori preprogrammati..21 4.. Elementi in campo e Personalizzazioni.41 5.. Sistemi di Supervisione

Dettagli

130.000 t/anno (con PCI 13,000 kj/kg) Anno di esecuzione: 2008-2014

130.000 t/anno (con PCI 13,000 kj/kg) Anno di esecuzione: 2008-2014 qéååçäçöá~çûáãéá~åíáç~ää~^jww ~ãäáéåíéiéåéêöá~i~åèì~iéçáäáòá~kk obcbobkwbfjmf^kqfafpj^iqfjbkqlbob`rmbolofcfrqf Epl^`~íKlpNQF G molsfk`f^^rqlklj^af_liw^kl Progettazione esecutiva e realizzazione chiavi

Dettagli

2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014. Il portale delle Energie Verdi

2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014. Il portale delle Energie Verdi 2014 WiSNAM S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. Stampa Marzo 2014 v2.2-01 luglio 2014 Il portale delle Energie Verdi Monitoraggio e gestione impianti, energie rinnovabili Gekonet è il portale web

Dettagli

SPECIFICHE PER L INSTALLAZIONE DEL SISTEMA AEDOS

SPECIFICHE PER L INSTALLAZIONE DEL SISTEMA AEDOS SPECIFICHE PER L INSTALLAZIONE DEL SISTEMA AEDOS DG Ambiente, Energia e Reti Pagina 1 Indice 1 PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI... 3 3 LA CONFIGURAZIONE HARDWARE... 4 3.1 informazioni generali... 4 3.2 Scelta

Dettagli

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE

CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE CONTROLLO GRU REALIZZATO CON P.L.C. SIEMENS S7 REVAMPING GRU MOBILI PORTUALI MHC FANTUZZI -REGGIANE Le gru mobili portuali offrono soluzioni flessibili alla movimentazione dei carichi all interno dei porti,

Dettagli

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE CS072-ST-01 0 09/01/2006 Implementazione CODICE REV. DATA MODIFICA VERIFICATO RT APPROVATO AMM Pagina

Dettagli

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI CONTENUTI ORE

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI CONTENUTI ORE 1 POTENZA ED ENERGIA Conoscenze di fisica del primo biennio biennio Lettura di schemi elettrici di potenza e di comando per impianti industriali Uso di internet per ricerca materiali e cataloghi. Concetto

Dettagli

ITALIANO LA GIUSTA QUANTITÀ DI ENERGIA PER OGNI METRO CUBO DI GAS SCHEDA PRODOTTO

ITALIANO LA GIUSTA QUANTITÀ DI ENERGIA PER OGNI METRO CUBO DI GAS SCHEDA PRODOTTO ITALIANO LA GIUSTA QUANTITÀ DI ENERGIA PER OGNI METRO CUBO DI GAS SCHEDA PRODOTTO » EMMA Il sistema EMMA risponde all esigenza diffusa di ridurre i consumi nel processo di preriscaldo del gas. Con EMMA,

Dettagli

I.T.I. LEONARDO DA VINCI

I.T.I. LEONARDO DA VINCI I.T.I. LEONARDO DA VINCI 1 2 A.s. 2005-2006 Classe V Elettrotecnica e Automazione 3 Automazione Industriale in Rete WIRELESS 4 Dall'Automazione Dall'Automazione cablata cablata alla alla rete rete Wireless

Dettagli

Unità intelligenti serie DAT9000

Unità intelligenti serie DAT9000 COMPONENTI PER L ELETTRONICA INDUSTRIALE E IL CONTROLLO DI PROCESSO Unità intelligenti serie DAT9000 NUOVA LINEA 2010 www.datexel.it serie DAT9000 Le principali funzioni da esse supportate, sono le seguenti:

Dettagli

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Contatto: DUECI PROGETTI srl Emanuele Colombo +39 335 8339312 automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Realizzato con Unigest-DP PRESENTAZIONE Si tratta di un

Dettagli

Torna al programma. Progetto GENDIS: Generazione Distribuita. Progetti di ricerca nazionali ed europei. C. Bossi

Torna al programma. Progetto GENDIS: Generazione Distribuita. Progetti di ricerca nazionali ed europei. C. Bossi Torna al programma Progetto GENDIS: Generazione Distribuita Progetti di ricerca nazionali ed europei C. Bossi Milano, 31 Ottobre 2003 Progetto: GENDIS - Generazione Distribuita RdS area tematica: Evoluzione

Dettagli

Automazione Direzione Progetto Progettazione HSRIO

Automazione Direzione Progetto Progettazione HSRIO HSRIO_BROCHURE.DOC HSRIO HIGH SPEED REMOTE INPUT OUTPUT Nome documento: Hsrio_Brochure.doc Responsabile: Bassignana Luigi Data: 01/04/2008 1 DESCRIZIONE Sistema modulare di IO remoto ad alta velocità,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Basilio Focaccia via Monticelli (loc. Fuorni) - Salerno PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica Anno scolastico:

Dettagli

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia)

Impianto di cogenerazione realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) OPET SEED (Italia) Impianto di realizzato presso una azienda del settore ceramico della provincia di Modena (Emilia-Romagna, Italia) ENERGIE Introduzione L impianto di in esame è installato presso un azienda

Dettagli

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO

IL CONTROLLO DI UN PROCESSO IL CONTROLLO DI UN PROCESSO 1 IL CONTROLLO DI UN PROCESSO Schema a blocchi 2 Il controllore può essere: A LOGICA CABLATA A LOGICA PROGRAMMABILE 3 CONTROLLORE A LOGICA CABLATA (*) (Wired Logic Control)

Dettagli