Anno XLXI - n 12 del 25 Giugno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno XLXI - n 12 del 25 Giugno 2014"

Transcript

1 Anno XLXI - n 12 del 25 Giugno 2014 L Editoriale: Assemblea Confcommercio - Sangalli: Riforme unica via per guarire i mali del Paese pag. 6 Seminario: Crisi d impresa: rischi e opportunita delle diverse forme di concordato preventivo Giovedì, 3 Luglio 2014 ore 8.45 pag. 8 Nuova convenzione AICE - Bureau Veritas Italia S.p.A. Government Services & International Trade pag. 13 Confidi International per facilitare l accesso al credito delle PMI milanesi che intendono operare all estero pag. 16 Partecipazione collettiva italiana alla FIHAV 2014 Fiera Internazionale de l'havana Havana, Cuba - 2/8 Novembre 2014 pag. 25 Dogane: l'ue e la Cina firmano un accordo di riconoscimento reciproco degli operatori certificati e intensificano la loro cooperazione doganale pag. 31 Anno XLXI - n 12/2014 Novità codice del consumo: nuova disciplina dei diritti dei consumatori nei contratti pag. 1 pag. 35

2 E a disposizione dei Soci la pubblicazione WTO Trade Facilitation Agreement - A business Guide for developing countries a cura dell International Trade Centre. La Guida aiuta le imprese a sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Trade Facilitation Agreement, accordo che semplifica le procedure doganali e permette alle imprese di diventare piu competitive. La pubblicazione è in lingua inglese. Le aziende che desiderano ricevere una copia gratuita della pubblicazione via sono pregate di richiederla alla Segreteria Aice (Tel /1- Fax Ricordiamo le ultime pubblicazioni a disposizione dei Soci richiedibili presso la Segreteria Aice: Commerciare con successo con gli EAU (Notiziario nr. 11 del 10 Giugno 2014). Country Insight: Russian Federation (Notiziario nr. 10 del 26 Maggio 2014). Studio Pagamenti 2014 ITALIA (Notiziario nr. 9 del 12 Maggio 2014). pag. 2

3 IL COMMERCIO CON L ESTERO 5 QUI AICE L Editoriale: Assemblea Confcommercio - Sangalli: Riforme unica via per guarire i mali del Paese pag. 6 Seminario: Crisi d impresa: rischi e opportunita delle diverse forme di concordato preventivo Giovedì, 3 Luglio 2014 ore 8.45 pag. 8 Nuove aziende associate pag.10 Nuova convenzione AICE - Bureau Veritas Italia S.p.A. Government Services & International Trade pag LA FINESTRA DEI SOCI AICE Scheda di presentazione di Fridle Sistemi di Tenuta Srl pag. 14 Scheda di presentazione di ICAP-SIRA Chemicals and Polymers S.p.A. pag BANDI, FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI Confidi International per facilitare l accesso al credito delle PMI milanesi che intendono operare all estero pag UNIONE CTSP E DINTORNI Approvato l'avviso pubblico di Regione Lombardia per il sostegno ai contratti di solidarietà pag. 17 CCNL Terziario: interrotta la trattativa per il rinnovo pag. 18 Sottoscritto l'avviso Comune Regionale Expo e Lavoro pag. 18 I nuovi livelli reddituali per l'assegno per il nucleo familiare per il periodo 1 luglio giugno 2015 pag. 19 Operativo il sistema informativo per la presentazione delle domande di CIGD per il II trimestre 2014 pag. 19 Le modalità operative del Ministero del Lavoro per la detassazione 2014 pag. 19 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci Aice pag PRIMO PIANO SULLA CONFCOMMERCIO Obbligo di accettazione di pagamenti effettuati con carte di debito da parte dei soggetti che svolgono l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali pag. 21 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice pag FIERE E MANIFESTAZIONI Convegno: Shale Gas: una sfida per l Europa per mantenere competitiva la filiera chimica e 4 Workshop Spice 3 Mercoledi', 2 Luglio 2014 ore 9.30 pag. 23 Missione imprenditoriale in Corea del Sud Seoul, 20/24 Ottobre 2014 pag. 24 Partecipazione collettiva italiana alla FIHAV 2014 Fiera Internazionale de l'havana Havana, Cuba - 2/8 Novembre 2014 pag. 25 Fiere all estero 27 NOTIZIE DAL MONDO pag. 26 RUSSIA - Firmato il trattato per l Unione Euroasiatica con Bielorussia e Kazakistan pag. 27 HONG KONG - Import vini 2013 ammonta a un miliardo di dollari pag. 27 pag. 3

4 ANGOLA - Nuovi motori per un economia che accelera pag DALL UNIONE EUROPEA Dogane: l'ue e la Cina firmano un accordo di riconoscimento reciproco degli operatori certificati e intensificano la loro cooperazione doganale pag IL PUNTO SULLA NORMATIVA ITALIANA Informazioni in materia tributaria Informazioni in materia legale e legislativa pag. 33 pag GARE D APPALTO INTERNAZIONALI 46 WORLD BUSINESS Gare d appalto internazionali pag. 32 Opportunità di business per gli associati pag. 46 pag. 4

5 pag. 5

6 Assemblea Confcommercio - Sangalli: Riforme unica via per guarire i mali del Paese L editoriale Qualche giorno fa', presso l'auditorium Conciliazione di Roma, si è tenuta la ventisettesima A s s e m b l e a g e n e r a l e d i Confcommercio - Imprese per l'italia. Nella sua relazione, il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, ha rilanciato la necessità delle riforme quale unica via per guarire i mali del Paese e ha lanciato l'ennesimo appello alla riduzione fiscale e alla semplificazione. Di seguito i passaggi più rilevanti dell'intervento di Sangalli. Fare le riforme è la parola d'ordine, perché l'italia è ancora gravemente malata di bassa crescita, non è affatto fuori pericolo. Governo, Parlamento e politica devono agire con celerità, fermezza, efficacia. Sangalli ha invitato a guardare con serena lucidità alla realtà: le prospettive di crescita sono deludenti; siamo, ancora, nella palude degli zero virgola, tanto per il PIL quanto per i consumi. Non ci sarà una ripresa salvifica. Ci dobbiamo salvare da soli, facendo le riforme. A partire dalla principale, quella della spesa pubblica, che ancora presenta ampi margini di riduzione e di riqualificazione. Il naturale completamento della riforma della spesa pubblica - ha continuato il Presidente di Confcommercio - è la riforma fiscale, nella direzione di un abbassamento del carico attraverso la riduzione generalizzata delle aliquote dell'irpef. E' poi necessaria la semplificazione, un approccio fiscale che favorisca l'imprenditore e il contribuente. Passando a parlare della questione cred ito, il Presidente d i Confcommercio ha sottolineato che il sistema bancario continua ad essere troppo rigido e timido, soprattutto nei confronti delle piccole e medie imprese. Chiediamo alle banche di ritrovare il valore della prossimità territoriale con le imprese e per parte no stra co nfer miamo l'impegno alla maggiore diffusione della moneta elettronica a condizione che il costo delle transazioni venga allineato ai parametri europei. Per quanto riguarda invece il costo dell'energia, è da accogliere con favore e fiducia l'annunciata riduzione del 10%, ma l'importante è che vada a vantaggio di tutte le imprese, indipendentemente dal v o l u m e d e i c o n s u m i, inter ro mp endo una prassi discriminatoria che ha caricato su una parte del sistema produttivo l'onere delle agevolazioni alle imprese cosiddette energivore. La relazione ha, quindi, affrontato il nodo occupazione, con la sottolineatura che un pre-requisito per la sua crescita è rappresentato da buone regole nel mercato del lavoro, mentre aprire alla pag. 6

7 flessibilità significa aprirsi ad un'economia che cambia e dare una spinta ad un settore che ha bisogno di duttilità come il terziario. Da parte sua Confcommercio vuole immaginare una politica economica che si muova per sottrazione. Fino a ieri è stata sottrazione di risorse, attraverso l'eccesso d'imposizione fiscale, oggi deve essere sottrazione di ostacoli all'attività delle imprese". Sangalli invita a dare inizio alla "stagione del pieno riconoscimento del ruolo dei servizi di mercato, del commercio e del turismo, per una crescita che non sia episodica, bensì strutturale. Sangalli ha concluso sottolineando l'importanza di rivalutare il ruolo della domanda interna, di vitale importanza per tutto il Paese e per tutte le imprese. La replica del Governo è stata affidata al Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi che ha dichiarato: l'impegno che ho assunto per tenere aperte le fabbriche è assolutamente analogo a quello che metterò per tenere aperti i negozi. Parlando della situazione economica il Ministro ha sottolineato che ci aspettano mesi cruciali, servono azioni concrete e veloci. Due i capisaldi dell'azione del Governo: rilanciare l'occupazione e far ripartire la domanda interna. Il mercato interno è fondamentale, nessuna azienda può sopravvivere solo con l'export. La Guidi ha quindi rivendicato la discontinuità di azione di questo esecutivo facendo l'esempio delle tasse: per noi di troppe tasse si muore. Non è accettabile che occorrano in media 172 giorni di lavoro su 365 solo per soddisfare le esigenze del fisco. Se poi guardiamo a una piccola impresa i tempi si allungano ulteriormente, con differenze territoriali inaccettabili. Il Ministro ha concluso il suo intervento concordando con l'invito del Presidente Sangalli a "fare riforme, e in fretta" e annunciando che nel semestre di presidenza europeo l'italia punterà a spingere azioni per "la crescita e per creare posti di lavoro". Claudio Rotti pag. 7

8 Seminario: Crisi d impresa: rischi e opportunita delle diverse forme di concordato preventivo Giovedì, 3 Luglio 2014 ore 8.45 qui Aice Seminario Crisi d impresa: rischi e opportunita delle diverse forme di concordato preventivo Giovedì, 3 Luglio 2014 ore 8.45 Unione Confcommercio Sala Turismo Corso Venezia, 47 Milano RELATORE: Avv. Prof. Stefano A. Cerrato E L E X I Studio legale La partecipazione all incontro è gratuita per le aziende associate. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento dei posti disponibili e sarà data conferma tramite 3 giorni prima dell evento. Per maggiori informazioni: Segreteria Aice D.ssa Raffaella Perino Tel /1 Aice organizza il seminario: Crisi d impresa: rischi e opportunita delle diverse forme di concordato preventivo. L incontro si terrà il prossimo 3 Luglio alle ore 8.45 presso la sede dell Unione Confcommercio - Sala Turismo - (C.so Venezia, 47 - Milano). I sintomi di una crisi si manifestano, di solito, con progressivi ritardi nei pagamenti, richieste di rateazioni o di ristrutturazioni del debito ovvero con proposte di pagamenti «anomali» (cessione di beni o di crediti, concessione in licenza del marchio, etc.). Per un fornitore non è mai semplice valutare il da farsi, poiché al rischio di insoluto si accompagna il timore di perdere il cliente e le future commesse. D altra parte, bisogna essere cauti nell aderire alle proposte dell impresa in difficoltà, poiché occorre evitare di essere coinvolti nell altrui crisi o essere esposti ad azioni revocatorie di quanto ottenuto in pagamento. Il presente seminario esamina un tema di stretta attualità con il quale spesso le imprese devono confrontarsi; l ammissione a procedure concorsuali determina infatti, per legge, una serie di ripercussioni sui rapporti contrattuali esistenti con clienti e fornitori. L incontro intende dunque offrire - previa descrizione dei principali profili rilevanti della disciplina concorsuale - indicazioni pratiche e suggerimenti su cautele e accorgimenti che possono essere adottati nei confronti di imprese «a rischio di concordato» per evitare il pericolo di essere coinvolti nell altrui crisi Registrazione partecipanti 9.00 Apertura lavori PROGRAMMA 9.15 Forme e manifestazioni della crisi Gli strumenti contro la crisi Le procedure concordatarie Pausa Il concordato preventivo: forme e disciplina dell istituto Le recenti novità: concordato in bianco concordato in continuità Rischi e opportunità del concordato La posizione dei creditori Domande e discussione pag. 8

9 pag. 9

10 Nuove aziende associate Pubblichiamo l elenco delle aziende nuove associate da gennaio 2014 ad oggi. qui Aice ACEF AZIENDA CHIMICA E FARMACEUTICA SPA AIR OCEAN CARGO SPA ALIMENTOS CDF ITALIA SRL ARREDO STIL di Alberto Zanolet SNC AUTOMOBILI LAMBORGHINI SPA AVION COMPANY SPA AZIENDA VITIVINICOLA FERRUCCIO DEIANA & C. SAS BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA SPA BIRRIFICIO P3 SNC di Petretto Giacomo e Peigottu Pierpaolo BODANZA & BODANZA sas di Bodanza Valeria Commercio prodotti chimici e farmaceutici Trasporti/Spedizioni internazionali Torrefazione e commercializzazione caffè Progettazione realizzazione ed installazione arredi Produzione automobili Trasporti/Spedizioni internazionali Produzione vino Banca Birrificio artigianale Consulenza e servizi di marketing e comunicazione integrata per l internazionalizzazione BUREAU VERITAS ITALIA SPA S e r v i z i d i c o n t r o l l o, v e r i f i c a e certificazione per la Qualità, Salute e Sicurezza e Ambiente C.A.D. LEO ANTELLI SRL Centro Assistenza Doganale CANDY HOOVER GROUP SRL CANTINA SOCIALE MONSERRATO Soc. Agr. Coop. COM.INT SPA COPROMAR SRL CPPC SRL DELTAGRAN EUROPE SRL DOLCISSIMO SRL ECOMEMBRANE SRL EMBASSY FREIGHT SERVICE SPA EMC NETWORK SRL Produzione e vendita elettrodomestici Produzione vino Trade and transport related Commercio prodotti ittici Cold cuts Commercio ingrosso prodotti chimici Produzione prodotti dolciari Fornitura gasometri e prodotti similari Trasporti/Spedizioni internazionali Nulla osta al lavoro, permessi di soggiorno, pratiche burocratiche e supporto logistico di relocation ai lavoratori in mobilità internazionale EQSG SPA ESCA DOLCIARIA DI ESCA S. & C. SNC ESMERALDA SOCIETA' AGRICOLA SRL Ideazione, progettazione, realizzazione, import ed export consulting di gadget per il settore promozionale ed editoriale. Produzione prodotti dolciari Società agricola pag. 10

11 EVERGREEN FASHION GROUP SRL FATTORIA SCALDASOLE SRL FELICOM SRL FLUORTEN SRL FOGU CASEARIA SRL FONTE SAN GIACOMO SRL FRESYSTEM SPA FRIDLE SISTEMI DI TENUTA SRL FRITZ & FELIX SAS GRUPPO ATURIA SPA Produzione e commercio maglieria Lavorazione latte e prodotti caseari Produzione e commercio videocitofonia Semilavorati e prodotti finite in PTFE, lavorazione e stampaggio ad iniezione di tecnopolimeri con progettazione e costruzione stampi, commercializzazione di semilavorati e articoli tecnici Produzione formaggio Produttore acqua minerale Prodotti da forno surgelati, dolci e salati Commercio di tenute e componenti oleodinamici Produzione pane e prodotti da forno Produzione e vendita pompe elettriche GRUPPO COIN SPA HENKEL ITALIA SPA Abbigliamento, accessori e arredo casa Produzione e distribuzione prodotti chimici HTLC NETWORK S.A.G.L. Amministrazione internazionale del personale e di dati contabili / fiscali I.F.A. SRL ILC INTERNATIONAL LIFT COMPONENTS SRL IMT ITALIA SRL Trasporti/Spedizioni internazionali Vendita component per ascensori Commercio ingrosso semilavorati metallici in particolare alluminio ITALFRIGO SERVICE SRL KATWALK SRL MASTER CASA SPA MODO CUSTOMS SERVICES SRL NIINIVIRTA TRASPORT SPA OIL & GAS RESOURCES ITALY SRL OLEIFICIO SECCHI SRL OPPENT SPA PAM PANORAMA SPA PASTIFICIO F.LLI CELLINO SRL PIANA DI GIAVE SOCIETA' AGRICOLA SRL RISO DELLA SARDEGNA SPA SAINT-GOBAIN VETRI SPA Commercio attrezzature professionali per ristorazione Commercio all ingrosso di prodotti non alimentari Commercio articoli per la casa Customs broker; operazioni doganali - intrastat - spedizioni internazionali - accise-black list Trasporti/Spedizioni internazionali Rappresentazione industrial specializzata in furniture di prodotti per il mercato oil&gas, raffinazione, distribuzione Produttore olio Produzione e commercio di sistemi logistici automatizzati e per la gestione dei rifiuti GDO Produzione pasta Società agricola Produzione riso Produzione bottiglie e contenitori in vetro per alimenti pag. 11

12 SALUMIFICIO FRATELLI BERETTA SPA SAMI SPA SARDA AFFUMICATI SRL SATISFABER SRL SERVICE-GEL SRL Prodotti caseari e salumi Produzione cavi elettrici speciali Prodotti affumicati Consulenza Commercio macchinari e strumenti per gelaterie, bar e ristoranti SETZU GIUSEPPE DITTA INDIVIDUALE SIN. PAR. REAL ESTATE GEIE CONSORZIO SOCRATE SPA Arredamenti Consorzio Progettazione e fornitura sistemi utilizzati nei processi industriali SOLO ITALIA SRL T.S.U. TENUTE SOLETTA DI SOLETTA UMBERTO DITTA INDIVIDUALE T-ISLAND SRL VENTANA SERRA SPA WRS ITALIA SRL WUERTH SRL Alimentari Produzione vino Società di ricerca personale Trasporti/spedizioni Produzione di macchinari e impianti per riciclaggio/smaltimento rifiuti Prodotti e sistemi per fissaggio e montaggio E on line Il portale del commercio con l estero con: - novità - servizi - iniziative - contrattualistica e molto altro ancora pag. 12

13 Nuova convenzione AICE - Bureau Veritas Italia S.p.A. Government Services & International Trade qui Aice AICE ha stipulato una convenzione con Bureau Veritas Italia S.p.A. (GSIT - Government services & International Trade) al fine di supportare le aziende associate, nel conformare le proprie merci alle normative che disciplinano il commercio internazionale, che sono numerose e in continua evoluzione. Sono normative di livello europeo, internazionale o locale, imposte dai Paesi, dai Governi o da Organismi terzi. Bureau Veritas è leader a livello mondiale nella verifica, valutazione ed analisi dei rischi in ambito Qualità, Ambiente, Salute e Sicurezza e Responsabilità Sociale (QHSE-SA). Il Gruppo fornisce servizi di ispezione e controllo, verifica di conformità e certificazione a supporto delle Organizzazioni di ogni dimensione, appartenenti a tutti i settori, sia pubblici che privati, dall industria ai servizi. Le nostre attività di verifica possono avere come oggetto Sistemi e Processi, Prodotti e Servizi, Beni, Impianti e Progetti ed hanno come riferimento Standard riconosciuti a livello mondiale, norme cogenti e volontarie di livello nazionale ed internazionale, Disciplinari propri o del Cliente. Nato nel 1828, il Gruppo conta oltre uffici in 140 Paesi e si avvale di un network di dipendenti. Servizi per la verifica di conformità: attestazione della conformità delle merci per conto dei Governi dei Paesi di importazione, attraverso l'esecuzione di controlli obbligatori pre e post-imbarco. Sono numerosi i Governi che hanno reso obbligatorio questo genere di controllo sulle importazioni, a garanzia della sicurezza delle merci e della corretta riscossione dei diritti doganali. BUREAU VERITAS OPERA PER CONTO DEI GOVERNI DI: Algeria, Angola, Bangladesh, Benin, Botswana, Central African Republic, Chad, DR of Congo, Côte d'ivoire, Ecuador, Egypt, Ethiopia,Ghana, Guinea, Indonesia, Iraq / Kurdistan, Kenya, Kuwait, Lebanon, Liberia, Mali, Russia, Saudi Arabia, Somalia, Syria, Tanzania, The Philippines, Uganda, Uzbekistan, Zambia. Servizi di ispezione PSI (pre-shipment inspection) volontario: Per l'esportazione come per l'importazione, ma anche per i movimenti di merce a livello nazionale, gli importatori ed esportatori hanno bisogno di garanzie che li tutelino durante il trasferimento delle loro proprietà. Bureau Veritas opera nel settore del commercio internazionale, supportando gli operatori coinvolti (importatori ed esportatori, agenzie, banche, assicurazioni, governi, organizzazioni internazionali) nella riduzione dei rischi cui sono soggetti. La Divisione GSIT si rivolge, quindi, al settore privato (produttori, fabbricanti, traders ed istituzioni finanziarie nazionali e sovranazionali,...) proponendo servizi di ispezione pre-imbarco, valutazione, analisi dei rischi, audits sia sui prodotti che sulla loro movimentazione. A tutti gli associati AICE che si avvalgono di tale convenzione, Bureau Veritas riserva uno sconto del 20% sulle ispezioni PSI (pre-shipment inspection) volontarie e l accesso gratuito per un anno al portale VERIGA- TES. https://verigates.bureauveritas.com pag. 13

14 Verigates è una piattaforma web dedicata ai programmi di ispezione pre-imbarco gestiti da Bureau Veritas, i servizi pubblici e divisione del commercio internazionale. Verigates è un portale interattivo sicuro che copre tutti i processi tra gli uffici operativi Bureau Veritas e la comunità del commercio internazionale. Si tratta di un front office 24/7 che dà all operatore, accesso rapido alle informazioni. L'applicazione consente di inserire le richieste di apertura file, ordinarle per certificato e consultare lo stato delle pratiche in tempo reale. A p p r o f o n d i m e n t i : Per maggiori informazioni sui servizi Bureau Veritas, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, fax , La Finestra dei Soci Aice Rubrica a disposizione dei soci per presentare la propria attività La Finestra dei Soci Aice La rubrica La finestra dei Soci Aice, è dedicata alle aziende associate che vogliono presentare la propria attività, alla business community alla quale la nostra Associazione si rivolge. L iniziativa, volta a favorire la conoscenza reciproca fra soci e a far nascere eventuali collaborazioni, alleanze e nuove opportunità di business fra aziende nostre associate o appartenenti ad enti ed associazioni collegate, ha ricevuto sin da subito un ottima adesione da parte delle aziende associate. Invitiamo pertanto le aziende interessate ad inviarci via , la propria scheda monografica che pubblicheremo sui prossimi numeri. Per maggiori informazioni, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr.ssa Veronica Caprotti (Tel /321, Fax: , ). FRIDLE SISTEMI DI TENUTA SRL Attività: esercizio del commercio di tenute e componenti oleodinamici,meccanici pneumatici ed elettrici per l industria,di articoli tecnici industriali. Fridle da oltre trent'anni propone al mercato forte specializzazione nei sistemi di tenuta per il settore oleodinamico, pneumatico, chimico e meccanico e nel settore delle guarnizioni, della raccordatura e dei tubi flessibili, grazie alla partnership con i fornitori più qualificati. Attraverso il dinamismo di una struttura commerciale efficiente e la tempestività di un centro di distribuzione automatizzato (che conta 21 magazzini capaci di evadere quotidianamente centinaia di ordini) Fridle distribuisce in Italia e nel mondo migliaia di prodotti utilizzati nell'ambito industriale, meccanico, food, farmaceutico, oil & gas. Prodotti sempre più performanti per impianti di ogni tipo, indispensabili al loro perfetto funzionamento. Le aziende interessate ad entrare in contatto con FRIDLE SISTEMI DI TENUTA SRL, possono rivolgersi alla Segreteria Aice (Tel /1 - Fax: pag. 14

15 ICAP-SIRA Chemicals and Polymers S.p.A. Principali Paesi in cui opera: Principalmente Italia, Europa e alcuni paesi extraeuropei Nati come azienda familiare nel 1945, ci dedichiamo allo sviluppo, produzione e commercializzazione di specialità chimiche per i settori tessile, pitture e vernici, autoadesivi. Con un portafoglio di più di 1600 prodotti di sintesi e formulati ed una serie di affermati marchi registrati, siamo un apprezzato partner tecnologico e commerciale in molteplici applicazioni industriali. La nostra capacità produttiva nominale, pari a tonnellate per anno, suddivisa in quattro siti produttivi in Italia, diversificata e altamente automatizzata, ci consente il raggiungimento di alti livelli di qualità dei prodotti garantendo l elevata flessibilità necessaria a servire molteplici esigenze quantitative e applicative dei nostri clienti, nel pieno rispetto delle normative di sicurezza e ambientali. Possiamo produrre da 10 a tonnellate annue per ogni singolo prodotto. Siamo certificati UNI EN ISO 9001:2008 ed il nostro impianto di Barberino di Mugello e certificato UNI EN ISO : 2004 Per questi motivi siamo anche stimati partner produttivi di primari gruppi chimici multinazionali con accordi di Toll Manufacturing. Prodotti principali Emulsioni acquose acriliche e poliuretaniche (serie Acrilem, Idrocap ), polimeri acrilici e poliuretanici in solvente per l industria tessile in generale (serie Acris, Icaflex ). Sistemi applicativi per la stampa a pigmento (Ireos ) e traspiranti (Icapore ). Emulsioni acquose acriliche, stirolo-acriliche, viniliche, vinil-versatiche e poliuretaniche per l industria delle pitture e vernici e per il settore costruzioni (serie Acrilem, Idrocap, Acrythane ) Emulsioni acriliche acquose e in solvente, tackifiers in emulsione per autoadesivi (serie Acrilem, A- cris, Icatack Dispersioni pigmentarie in acqua, solvente, esenti da solvente e scaglie per la colorazione di resine acriliche, viniliche, poliuretani, poliesteri, PVC e Plastisol. Le aziende interessate ad entrare in contatto con ICAP-SIRA Chemicals and Polymers S.p.A., possono rivolgersi alla Segreteria Aice (Tel /1 - Fax: AICE è online Segui Aice su LinkedIn aice-associazione-italiana- pag. 15

16 Bandi, finanziamenti e agevolazioni Confidi International nasce dalla decisione di alcune Camere di Commercio di stanziare importanti risorse su una Sezione Speciale del Fondo Centrale di Garanzia, al fine di sviluppare lo strumento della controgaranzia, agevolare l accesso al credito e f a v o r i r e l a c o mp e t i t i v i t à internazionale del sistema delle PMI italiane. La Camera di commercio di Milano ha costituito una sezione speciale del Fondo Centrale di g a r a n z i a f i n a l i z z a t a a l rafforzamento competitivo delle micro, piccole e medie imprese, che prevede l'erogazione di cogaranzie e contro-garanzie allo scopo di agevolare l'accesso al credito per operazioni di finanziamento connesse al rafforzamento competitivo delle imprese, per attività sia di export sia di import. L iniziativa prevede due casistiche specifiche in base al grado di internazionalizzazione delle imprese beneficiarie: 1. operazioni a favore di imprese che presentano un incidenza dell export sul fatturato, relativo all ultimo bilancio approvato, pari ad almeno il 30%; per queste operazioni è prevista: - l elevazione dal 25% al 40% del valore del rapporto massimo ammissibile tra finanziamenti e fatturato nel caso di finanziamenti di durata inferiore a 36 mesi; - l ammissibilità alla procedura Semplificata delle operazioni il cui importo non superi il 35% del Confidi International per facilitare l accesso al credito delle PMI milanesi che intendono operare all estero fatturato dell impresa, ovvero il 25% nel caso dei finanziamenti fino a 36 mesi. 2. operazioni a favore di imprese che registrano una quota dell export sul fatturato, relativo all ultimo bilancio approvato, inferiore al 30%, o che non hanno ancora iniziato ad operare sui mercati internazionali, e non utilmente valutabili sulla base degli ultimi due bilanci approvati. Per tali operazioni è prevista: - la valutazione caso per caso ; - l ammissibilità delle sole operazioni di finanziamento a copertura dei costi di una s p e c i f i c a i n i z i a t i v a d i internazionalizzazione; - la valutazione dell operazione, oltre che sulla base degli ultimi due bilanci approvati, anche sulla base del business plan; - l a n o n a m mi s s i b i l i t à dell operazione, qualora la durata del finanziamento ecceda la durata del ciclo economico dell iniziativa legata al processo di internazionalizzazione; - l a n o n a m mi s s i b i l i t à dell operazione, qualora i mezzi propri, che devono risultare già versati alla data di erogazione del finanziamento, siano inferiori al 10% dell importo complessivo dei costi dell iniziativa legata al p r o c e s s o d i internazionalizzazione. Sono considerati mezzi propri anche i finanziamenti dei soci in conto futuro aumento di capitale sociale. Le risorse sono impiegate m e d i a n t e i n t e r v e n t i d i c o m p a r t e c i p a z i o n e a l l a copertura del rischio sulle operazioni ammissibili, ferme restando le percentuali massime di copertura del Fondo previste: la controgaranzia è pari all 80% su garanzie prestate dai confidi che non possono superare l 80% del finanziamento. Il confidi ha la facoltà di garantire una percentuale inferiore di quella massima consentita. Sono ammessi alla garanzia delle s e z i o n i s p e c i a l i p e r l ' i n t e r n a z i o n a l i z z a z i o n e i finanziamenti con una durata non inferiore a 18 mesi e non superiore ai 60 mesi, concessi a copertura di spese destinate a i n t e r v e n t i p e r l'internazionalizzazione, nel rispetto della normativa europea. Sono ammissibili le spese destinate a i n t e r v e n t i p e r l'internazionalizzazione, relative sia ad investimenti che ad operazioni di liquidità, tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo: Partecipazione a fiere estere P artecipazio ne a fi ere internazionali in Italia, Realizzazione, stampa e distribuzione di cataloghi, repertori, depliant, materiale informatico, ecc. redatti in lingua estera Pubblicità effettuata all estero su giornali, riviste specializzate, radio e televisione, web Workshop, conferenze ed incontri con operatori e giornalisti esteri Viaggio e soggiorno di operatori esteri in Italia Corsi di formazione professionale per operatori italiani ed esteri Apertura sito internet (in lingua estera) Realizzazione di una struttura ai fini commerciali (purché si tratti di pag. 16

17 una struttura configurabile come singola, al fine di escludere il finanziamento di una rete distributiva); nel caso di acquisto di immobile, è ammissibile il 50% del valore Spese di consulenza per ricerche e analisi di mercato Non sono ammissibili, invece, gli investimenti produttivi all estero. Le imprese potranno accedere alle sezioni speciali del Fondo Centrale a t t r a v e r s o l a r e t e d e i Confidi accreditati al Fondo Centrale di Garanzia per l'ottenimento di contro-garanzie e co-garanzie sui finanziamenti concessi. Per maggiori dettagli sulle modalità di presentazione della domanda o per avere consulenza in merito alla opportunità di finanziamento per la propria impresa, le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dott.ssa Valentina Mocchi (Tel /1, fax , e - m a i l Approvato l'avviso pubblico di Regione Lombardia per il sostegno ai contratti di solidarietà Il 9 giugno u.s., Regione Lombardia ha approvato l'avviso pubblico per il sostegno dei contratti di solidarietà in attuazione della Legge Regionale n.21/2013. La Legge Regionale n.21/13 al fine di evitare l'interruzione o la sospensione dei rapporti di lavoro e salvaguardare il capitale umano e la competitività dell'imprese, promuove la sottoscrizione dei contratti di solidarietà prevedendo l'erogazione di un contributo ai lavoratori ed un incentivo alle imprese. Le risorse disponibili ammontano co mp le ss i va me nte a euro ,00 così ripartite: - 40% per i contratti di solidarietà sottoscritti da aziende rientranti nel regime di CIGS, ai sensi del D.L. n.726/1984, convertito dalla legge 863/1984 (TIPO A); - 60% per i contratti di solidarietà sottoscritti da aziende non rientranti nel regime di CIGS e per le aziende artigiane, di cui all'articolo 5, comma 5, del D.L. n.148/1993 convertito dalla L. 236/1993 (TIPO B). Possono beneficiare dei contributi le imprese che hanno: - sede legale o unità operative attive da almeno un anno nella Regione Lombardia; - stipulato o rinnovato un contratto di solidarietà a decorrere dal 27 dicembre 2013, data di entrata in vigore della L.R. n. 21/2013, che preveda una riduzione d'orario di almeno il 40 per cento del normale orario di lavoro; - ottenuto l'autorizzazione del contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro. La quota di contributo concessa per ciascuna impresa richiedente non può eccedere ,00 euro nell'arco di 12 mesi e comprende una quota di incentivo alle imprese e una quota per il sostegno al reddito dei lavoratori, così suddivise: - il 20% a titolo di incentivo per l'impresa; - l' 80% a titolo di sostegno al reddito dei lavoratori nelle seguenti misure: - fino al 10% massimo della retribuzione persa per i lavoratori di aziende che hanno stipulato contratti di solidarietà di Tipo A; - fino al 12,5% massimo della retribuzione persa per i lavoratori di aziende che hanno stipulato contratti di solidarietà di Tipo B. Il contributo è erogato all'impresa. La quota di contributo riservata al sostegno al reddito deve essere versata dall'impresa beneficiaria ai lavoratori interessati alla riduzione di orario prevista dal contratto di solidarietà, entro 60 giorni dall'erogazione regionale. La domanda di accesso al contributo deve essere presentata a Regione Lombardia entro 6 mesi dalla data di autorizzazione del Contratto di solidarietà con decreto emesso dal Ministero del Lavoro. La domanda di accesso al contributo può essere presentata utilizzando esclusivamente l'apposita modulistica allegata all'avviso pubblico, scaricabile dal s i t o r e g i o n a l e e deve essere inviata via PEC a l l ' i n d i r i z z o indicando nell'oggetto "Domanda di contributo CONTRATTI DI S O L I D A R I E T À - (indicare la ragione sociale dell'azienda)". [Fonte: LavoroNews] pag. 17

18 Interrotta la trattativa tra Confcommercio e Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL per il rinnovo del CCNL del Terziario, che interessa oltre 3 milioni di lavoratori, e questo nonostante il serrato confro nto co n le organizzazioni sindacali avesse portato il negoziato ad uno stato decisamente avanzato. In una nota Confcommercio sottolinea che "stupisce che, in una crisi che ancora dispiega i suoi CCNL Terziario: interrotta la trattativa per il rinnovo effetti recessivi su imprese e famiglie, con consumi al palo e imprese che continuano a chiudere - solo nel primo trimestre nel settore commercio c'è stato un saldo negativo di oltre 12mila attività - il confronto abbia segnato l'impossibilità di dare risposte a problemi reali e di disegnare possibili prospettive per il futuro". "Confcommercio prende, dunque, atto che non sussistono le condizioni per proseguire il negoziato. Spiace, in particolare, che, nonostante si fossero avanzate proposte che potevano avere effetti p o s i t i v i s u g l i s c e n a r i occupazionali, non tutte le organizzazioni sindacali abbiano saputo cogliere l'importanza di definire strumenti e misure anche per chi è fuori dal mercato del lavoro". [Fonte: LavoroNews] Sottoscritto l'avviso Comune Regionale Expo e Lavoro Il 5 giugno 2014 è stato s o t t o s c r i t t o, t r a R e g i o n e Lombardia, Confcommercio Lombardia e le altre Parti Sociali, l'avviso Comune Regionale "Expo e Lavoro". L'efficace e positiva concertazione tra Regione e le Parti Sociali ha permesso di arrivare alla condivisione di un Avviso che ha come obiettivo quello di massimizzare le occasioni occupazionali e le possibilità di sviluppo dell'intera economia regionale, oltre a coniugare la flessibilità per le imprese e le opportunità per i lavoratori. La sottoscrizione potrà consentire la realizzazione nei diversi ambiti di contrattazione specifici accordi applicativi, coerenti con il contenuto dell'avviso, che potranno avere una validità fino al 31 marzo 2016 ovvero una durata più lunga per peculiari esigenze connesse al dopo evento. Le Parti sociali, in particolare, hanno ritenuto che il contratto a tempo determinato, i contratto di somministrazione a termine e l'apprendistato rappresentino gli istituti che meglio possano rispondere alle esigenze di o c c u p a z i o n e c h e s i determineranno, in considerazione della durata e della natura dell'evento. I livelli di contrattazione c o mp e te n t i d o v r a n no p o i individuare mediante accordi attuativi le soluzioni più idonee che consentano di realizzare pienamente i fabbisogni che si presenteranno. Regione Lombardia, si impegna a definire una specifica modalità di sostegno per favorire l'occupabilità e l'inserimento lavorativo anche nell'ambito di Dote Unica Lavoro - DUL e Garanzia Giovani che tenga conto del ruolo degli enti accreditati e delle comunicazioni obbligatorie ai fini della tracciabilità dei rapporti di lavoro instaurati per l'evento. [Fonte: LavoroNews] pag. 18

19 I nuovi livelli reddituali per l'assegno per il nucleo familiare per il periodo 1 luglio giugno 2015 A decorrere dal 1 luglio 2014 sono stati rivalutati i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare. L'Inps, con la circolare n. 76 dell'11 giugno c.a., pubblica le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonchè i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1 luglio 2014 al 30 giugno 2015, alle diverse tipologie di nuclei familiari. I livelli di reddito hanno validità per la determinazione degli importi g i o r n a l i e r i, s e t t i m a n a l i, quattordicinali e quindicinali della prestazione. [Fonte: LavoroNews] Regione Lombardia informa che dal 12 giugno 2014 è possibile presentare domande di CIG in deroga per il periodo In considerazione della data di apertura del sistema e del rallentamento dei tempi di accesso al sistema medesimo nella fase di Operativo il sistema informativo per la presentazione delle domande di CIGD per il II trimestre 2014 riapertura, le domande di CIG in deroga riferite alle sospensioni comprese nel suddetto periodo dovranno essere inviate dalle aziende a Regione entro il 21 luglio p.v. L e d o m a n d e p r e s e n t a t e successivamente al 21 luglio non saranno ritenute ammissibili. Si ricorda di controllare attentamente i dati inseriti nelle domande poiché ad avvenuta la decretazione non sarà più possibile procedere con eventuali rettifiche così come previsto dall'addendum a l l ' A c c o r d o Q u a d r o Ammortizzatori sottoscritto il 19 maggio 2014 [Fonte: LavoroNews] Le modalità operative del Ministero del Lavoro per la detassazione 2014 Il Ministero del Lavoro, con circolare n. 14 del 29 maggio c.a., ha fornito le indicazioni operative necessarie all'applicazione del DPCM 19 febbraio 2014 in materia di detassazione degli accordi di secondo livello. In particolare: Contratti collettivi di lavoro Gli accordi collettivi devono essere sottoscritti da organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ovvero dalle loro rappresentanze sindacali operanti in azienda, sia nella forma delle RSA che delle RSU. Retribuzione di produttività Il Ministero del Lavoro, relativamente alla qualificazione della retribuzione di produttività, richiama la circolare la circolare n. 15/2013. In caso di accordi territoriali o aziendali sottoscritti prima del DPCM 2013 ma ancora in vigore, è possibile applicare l'agevolazione a condizione di una rispondenza di tutte o alcune delle misure già contenute nei contratti con le previsioni dello stesso DPCM. Si ricorda alle aziende associate, prive di accordo aziendale, che relativamente al CCNL Terziario, Unione Confcommercio ha sottoscritto gli accordi validi per le province di Milano, Lodi e Monza e Brianza. [Fonte: LavoroNews] pag. 19

20 Convenzioni Unione a disposizione dei Soci AICE Convenzioni Unione Continua su questo numero la panoramica delle convenzioni, valide su tutto il territorio n a z i o n a l e, c h e l U n i o n e Confcommercio Imprese per l Italia di Milano, Lodi, Monza e Brianza mette a disposizione delle aziende associate. Convenzione con CLIO VIAGGI - AGENZIA VIAGGI Una gamma completa di servizi di viaggio a condizioni agevolate. Clio Viaggi Srl nasce il 30 novembre 1981 dopo un'esperienza trentennale nel campo del turismo da parte del fondatore Luigi Maderna. Facciamo parte del più grande Network italiano, Uvet - ITN, leader nel campo del business travel e delle vacanze. Disponiamo di una vastissima gamma di viaggi vacanza a prezzo molto vantaggioso per i nostri clienti, possiamo offrire degli sconti, sul prezzo da catalogo, che variamo dal 5% al 50% per date fisse di partenza, con i migliori Tour Operators e compagnie di crociera. Organizziamo anche viaggi di gruppo con accompagnatore di diversi giorni a seconda delle esigenze. L Agenzia Clio Viaggi propone i prodotti ALPITOUR VILLAGGI BRAVO FRANCOROSSO KARAMBOLA VIAGGIDEA PER GLI ASSOCIATI UNIONE CONFCOMMERCIO sconto del 10% su tutti i prodotti charter sconto del 8% sui prodotti solo volo sconto del 7% sulla linea Viaggidea Modalità di pagamento, spedizione documenti, cataloghi: in agenzia. Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1 - Fax: , E- mail: pag. 20

21 Obbligo di accettazione di pagamenti effettuati con carte di debito da parte dei soggetti che svolgono l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali Primo piano sulla Confcommercio Anche in relazione alle recenti notizie apparse su alcuni organi di informazione in relazione alla prossima entrata in vigore delle d i s p o s i z i o n i r e l a t i v e all'accettazione di pagamenti effettuati con carte di debito, si precisa quanto segue. L'articolo 15, comma 4, del decreto -legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, come da ultimo modificato dall'articolo 9, comma 15-bis, del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2014, n. 15, prevede che a decorrere dal 30 giugno 2014, i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, sono tenuti ad accettare anche pagamenti effettuati attraverso carte di debito. (cfr. Com. prot. 2788, Settore credito e incentivi del 3 marzo 2014). Con il termine "carta di debito" si intende lo strumento di pagamento che consente al titolare di effettuare transazioni presso un esercente abilitato all'accettazione della medesima carta, emessa da un istituto di credito, previo deposito di fondi in via anticipata da parte dell'utilizzatore, che non finanzia l'acquisto ma consente l'addebito in tempo reale. L'articolo 15, comma 5, del decreto 179/2012 ha stabilito che "con uno o più decreti del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Banca d'italia, vengono disciplinati gli eventuali importi minimi, le modalità e i termini, anche in relazione ai soggetti interessati, di attuazione della disposizione". Il decreto del Ministero dello sviluppo economico del 24 gennaio 2014 (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale Serie generale, n. 21 del 27 gennaio 2014) ha fo r ni to alc u ne specifiche disposizioni attuative (cfr. Com. prot.1276, Settore credito e incentivi del 28 gennaio 2014). In particolare, con tale decreto (all'art. 2, primo comma) è stato stabilito che l'obbligo di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito si applica a tutti i pagamenti di importo superiore a trenta euro disposti a favore di imprese o professionisti per l'acquisto di prodotti o la prestazione di servizi. Nonostante i tempi ristretti previsti per l'entrata in vigore delle nuove disposizioni, in base a quanto contenuto nello stesso decreto interministeriale del 24 gennaio 2014 (art. 3, primo comma), allo stato, non può essere esclusa l'emanazione di eventuali ulteriori disposizioni attuative. SEGUI AICE SU TWITTER all indirizzo twitter.com/aicemilano pag. 21

22 Convenzioni Confcommercio a disposizione dei Soci Aice Convenzioni Questa sezione offre una panoramica delle convenzioni che Confcommercio - Imprese per l Italia mette a disposizione delle aziende associate. In questo numero presentiamo le convenzioni relative al settore auto e veicoli commerciali. Convenzione con FORD Ford e Confcommercio-Imprese per l Italia hanno stretto un nuovo accordo che garantisce alle imprese associate speciali condizioni commerciali di acquisto di uno o più veicoli Ford. Sull intera gamma di veicoli nuovi Ford, compresi quelli a motore GPL, sono applicati sconti a partire dal 21% e fino al 39%. Per usufruire delle speciali condizioni che Ford riserva agli Associati Confcommercio, basta r e c a r s i p r e s s o u n o d e i concessionari FordPartner e, all atto della prenotazione del veicolo (fir ma contratto), presentare la propria Tessera C o n f c o m m e r c i o, o Confcommercio Card, valida per l anno in corso. I dettagli della convenzione Lo sconto indicato nella tabella per ogni modello sarà calcolato sul prezzo di listino al pubblico del vecolo e dei suoi eventuali accessori. Sono escluse le imposte e/o tasse, le spese di trasporto, di p r e c o n s e g n a e d i immatricolazione. Si intende senza permuta di veicoli usati. In caso di permuta, la valutazione verrà eseguita direttamente dal concessionario Ford Partner. I veicoli dovranno essere pagati al concessionario FordPartner che effettuerà la fornitura, almeno 4 g i o r n i p r i m a dell immatricolazione, salvo d i v e r s i a c c o r d i c o n i l concessionario FordPartner stesso. Il costo del trasporto, della p r e p a r a z i o n e e dell immatricolazio ne sar à determinato in base a quanto stabilito nei listini suggeriti al pubblico dalla Ford Italia, sotto la voce chiavi in mano. Il prezzo chiavi in mano non comprende l imposta denominata I.P.T., la cui competenza è delegata alle Autorità Provinciali. La consegna dei veicoli è prevista, salvo diversi accordi, presso la s e d e d e l c o n c e s s i o n a r i o FordPartner fornitore. MODELLO Sconto Associati Confcommercio KA 26% FIESTA 26% FIESTA GPL 23% B-MAX 23% B-MAX GPL 21% FOCUS 27% FOCUS GPL 25% C-MAX 26% C-MAX GPL 24% TOURNEO CONNECT V408 21% KUGA 22% MONDEO 24% S-MAX 24% GALAXY 24% FIESTA VAN 30% TRANSIT 347/8 39% CUSTOM 30% TRANSIT CONNECT V408 25% RANGER 25% Per ricevere maggiori informazioni riguardo i dettagli delle proposte e le modalità di fruizione delle stesse, contattare la Segreteria Aice, D.ssa Veronica Caprotti (Tel /1, Fax , E- mail: pag. 22

23 Fiere e manifestazioni S e g n a l i a m o c h e A S S i c c, Associazione Italiana Commercio C h i m i c o, o r g a n i z z a i n collaborazione con Federchimica, il convegno: Shale Gas: una sfida per l Europa per mantenere competitiva la filiera chimica e il 4 Workshop Spice 3 c h e s i t e r r a n n o Mercoledi' 2 Luglio 2014 c/o la Sede Confcommercio M i l a n o ( S a l a C o l u c c i Corso Venezia 47 - Milano - MM1 Palestro) Lo Shale Gas e' al centro dell'attenzione in questo momento anche per le conseguenze sulla co mpetitivita' dei sistemi economici e, quindi, sulla filiera chimica. Il Progetto SPiCE 3 (Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence) si propone di sostenere il miglioramento d e l l 'E f f i c ie n z a E n e r ge t i c a nell'industria Chimica, in particolare nelle PMI. Coordinato da CEFIC, il Progetto riunisce Associazioni dell'industria Chimica di 13 Paesi Europei, assieme ad esperti di energia e comunicazione. Il Progetto permetterà alle Imprese di trarre vantaggio dagli strumenti esistenti di Efficienza Energetica, e di scambiare le migliori pratiche attraverso un piattaforma on-line, workshops per l'industria e addestramento personalizzato. SPiCE3 è co-finanziato dal programma Intelligent Energy Europe della Commissione Europea. Il Workshop si rivolge a Energy M a n a g e r s ; D i r e t t o r i d i Stabilimento; Product Managers; Professionisti; Sindacalisti, Convegno: Shale Gas: una sfida per l Europa per mantenere competitiva la filiera chimica e 4 Workshop Spice 3 Mercoledi', 2 Luglio 2014 ore 9.30 i n t e r e s s a t i a l l e p o l i t i c h e nell Energia e sui Cambiamenti Climatici. Il programma prevede: R e g i s t r a z i o n e d e i Partecipanti 1 Sessione: Shale Gas e Scenari tecnico-economici Coordinatore: Marco Coldani, Presidente, AssICC 0 9 : 5 5 M a r c o C o l d a n i, Presidente, AssICC: "Introduzione ai Lavori." 10:00 Maurizio Masi, Direttore Dipartimento Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica Giulio Natta, Politecnico di Milano: "Cosa è lo Shale Gas e le sue problematiche." 10:30 Q&A 10:40 Paolo Magri, Vice Presidente esecutivo e Direttore, ISPI - Istituto per gli Studi di Politica Internazionale: "Shale Gas: quale impatto geopolitico?" 1 1 : 0 0 E d g a r d o C u r c i o, Presidente, AIEE - Associazione Italiana Economisti Energia: "Un po' di fiducia nell'energia nonostante tutto." 11:30 Chiara Proietti Silvestri, Redattrice, R.I.E. - Ricerche Industriali ed Energetiche : "Scenario economico nel mercato del Gas, creato dallo Shale Gas." 12:00 Q&A 12:10 Maria Tsay, Editor Assistant, Platts: "Bull run or bear pit: will shale gas shorten a global aromatics market?" pag :30 Stefano Soccol, Vice Presidente Business Unit Intermediates, Versalis: "Scenario Italiano sulla Chimica da Shale Gas." 12:50 Paolo Boi, Business Manager, Sasol North America: " S h a l e G a s i m p a c t o n P e t r o l c h e m i c a l s - U S A perspective." 13:10 Q&A 13:20 Cocktail e B2B Meeting. 2 Sessione: Come si muovono i mercati del Gas Europei Coordinatore: Renato Migliora, Responsabile Area Energia, Federchimica 14:30 Luca Bai, Responsabile Strategia Mercato Gas, Key to Energy: "Come muoversi cogliendo le opportunità offerte dai mercati." 14:50 Fulvio Passalacqua, R e s p o n s a b i l e E n e r g y Management, TERA Energy: "Strumenti per il controllo della volatilità dei mercati." 15:10 Paolo Vignolo, Business Development, BUY-PRO: "Nuovi modelli di acquisto." 15:30 Massimiliano Pagani, CFO, Blue Green Holding: "Nuove società per un mercato in espansione." 15:50 Q&A 16:10 Marco Coldani: "Conclusioni" Per maggiori informazioni le aziende possono contattare la Segreteria Aice (Tel /1,

24 Missione imprenditoriale in Corea del Sud Seoul, 20/24 Ottobre 2014 Fiere e manifestazioni Promos, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano, organizza dal 20 AL 24 OTTOBRE 2014 una missione imprenditoriale a SEOUL in Corea Del Sud per le aziende lombarde dei settori Beni Strumentali: macchine utensili e macchinari ad impiego industriale, termodinamica, pneumatica, termoidraulica, meccanica e minuteria, plastica e stampaggi ecc; La missione prevede la creazione di una lista di appuntamenti d affari personalizzati per ogni azienda partecipante. Inoltre, propone un programma di approfondimenti con esperti di mercato e visite aziendali con operatori economici e controparti locali, selezionati in base al settore di appartenenza ed alle richieste delle singole imprese aderenti. Il servizio offerto da Promos comprende nel dettaglio: - Ricerca e selezione di partner locali sulla base delle esigenze delle aziende - Organizzazione di agende personalizzate di incontri d affari B2B - Affitto sala per incontri bilaterali (o nolo auto per incontri presso le sede degli operatori) - Assistenza durante la missione - Interpretariato La quota di partecipazione non comprende: viaggio, vitto, soggiorno ed eventuale visto. PROGRAMMA 19 Ottobre domenica Partenza dall Italia 21 Ottobre lunedì Arrivo a Seoul, briefing ed avvio incontri B2B 22 Ottobre martedì Incontri B2B e follow-up 23 Ottobre mercoledì Rientro in Italia QUOTA DI PARTECIPAZIONE IVA 3.416,00 IVA inclusa CONTRIBUTO VOUCHER B PER LE PMI LOMBARDE* 3.416,00 investimento standard IVA inclusa ,00 importo Voucher B al netto ritenuta acconto 4% ,00 INVESTIMENTO TOTALE = 1.072,00 quota di partecipazione + 616,00 di IVA PACCHETTO VIAGGIO La quota di partecipazione non comprende: viaggio, vitto, soggiorno ed eventuale visto. Per le aziende interessate, Promos propone il seguente pacchetto di viaggio facoltativo. La quotazione è soggetta a conferma, in base alle disponibilità del volo: Singola quota 1.850,00 + IVA : - Visto di ingresso nel paese - Volo A/R Milano - Seoul in classe economica - Transfer collettivo A/R Aeroporto - Hotel - N. 3 notti in Hotel di categoria superiore, trattamento B&B Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 4 luglio Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 24

25 Fiere e manifestazioni Partecipazione collettiva italiana alla FIHAV 2014 Fiera Internazionale de l'havana Havana, Cuba - 2/8 Novembre 2014 L'ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane organizza la partecipazione collettiva italiana alla 32^ edizione della fiera FIHAV che si terrà a l'havana dal 2 all'8 novembre La manifestazione, che nasce come fiera campionaria, si è negli ultimi anni focalizzata sui settori particolarmente utili allo sviluppo economico ed industriale del Paese: - edilizia - arredamento - meccanica - energie alternative - beni di consumo - abbigliamento - prodotti per la casa - prodotti alimentari L economia cubana ha fatto registrare nel 2013 una crescita del 3% del PIL. Il Governo cubano ha recentemente annunciato una nuova legge di regolamentazione del lavoro, l eliminazione della doppia circolazione monetaria e la creazione della Zona Speciale di Sviluppo Mariel, che dovrebbe attirare flussi importanti di investimenti esteri. Stanno diminuendo i sussidi alle aziende statali non considerate redditizzie e aumenta il dinamismo nel settore delle costruzioni, per lo più legato agli interventi dei privati (+19.7%). L ICE curerà l organizzazione della collettiva dell intero padiglione riservato all Italia. La quota di partecipazione, pari a 150,00 euro +IVA al mq. al piano terra e 100,00 euro +IVA al mq. nel piano rialzato, comprende: - affitto area espositiva; - allestimento ed arredamento: per uno stand base di 12 mq, sarà composto da strutture modulari, fascione con ragione sociale della ditta, moquette, 1 tavolo, 3 sedie, 1 mobiletto portapratiche, 1 appendiabiti, 1 cestino gettacarte, 1 vetrina (alta o bassa), 3 mensole, eventuale ripostiglio; - servizio vigilanza e pulizia locali; - allacci tecnici (illuminazione e prese elettriche) e relativi consumi; (n.b.: sono a carico dei richiedenti i costi di allaccio/consumi per il funzionamento dei macchinari); - assicurazione del campionario contro i rischi di incendio e furto durante il periodo della fiera nei limiti e entro i massimali riconosciuti dalla compagnia di assicurazione. - Sono inclusi, inoltre, i seguenti servizi: - iscrizione catalogo ufficiale della fiera; - realizzazione di un catalogo delle aziende italiane della collettiva ICE; - campagna pubblicitaria su stampa. L'ICE costituirà una propria postazione attrezzata con telefono, fax e collegamento internet, presso la quale opererà un centro di accoglienza ospiti con personale italiano, interpreti/hostess. La quota di partecipazione è pari a: Piano terra (min. 12 mq) IVA al mq Piano ammezzato (min. 12 mq) IVA al mq Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 5 Luglio Per maggiori informazioni le aziende interessate possono contattare la Segreteria Aice, Dr. Pierantonio Cantoni (Tel /1, pag. 25

26 Fiere all estero Fiere e manifestazioni WorldFood 2014 Mosca, Russia - 15/18 Settembre esima edizione del salone alimentare che costituisce una piattaforma per comunicare direttamente con potenziali clienti e importatori nel mercato russo. Durante i 4 giorni di esposizione sono previsti oltre visitatori, tra cui rivenditori all ingrosso, distributori, ristoratori e commercianti interessati a scoprire le ultime novità in campo agroalimentare. Tra i settori rappresentati: alimentari surgelati, confezionati, scatolame, olii e salse, prodotti caseari, carne e pollame, pesce, frutta e verdura, tè e caffè, alimenti biologici. Nel 2013 la manifestazione ha o spitato o ltre 8 9 grup p i internazionali e espositori da 70 paesi. L export italiano verso la Russia è in continuo aumento (+6,2% nel 2013), con un 33% di aumento del settore agro-food per un valore complessivo di oltre 100 milioni di euro. Vini, spumanti, formaggi, latticini, paste alimentari, pasticceria e prodotti da forno sono fra i prodotti più richiesti dal mercato russo. Maggiori informazioni disponibili sul sito en-gb H O N G K O N G INTERNATIONAL WINE & SPIRITS FAIR 6/8 Novembre 2014 Settima edizione della fiera dedicata al mondo del vino e delle bevande alcoliche. G r a z i e a l s u o a m b i e n t e cosmopolita, Hong Kong è il luogo ideale per i distributori e gli operatori vinicoli. La domanda di vino e alcolici sul mercato di Hong Kong è in forte crescita e i consumatori diventano sempre piu esigenti e alla ricerca di prodotti di qualità. Tra le principali categorie di prodotti : Liquori e bevande (vino, brandy, whisky, cocktails, tequila, vino di riso, alcolici, birra, sakè, champagne, vodka), Servizi (imbottigliamento vino, packaging, turismo enologico, etichettatura, logistica) Educazione al vino, Investimenti, Accessori ed attrezzature (Bicchieri e calici, decantatori, apribottiglie, tappi). La Hong Kong International Wine & Spirits non è solo una manifestazione espositiva ma un luogo d incontro dove i produttori di vino e alcolici possono educare al vino attraverso la loro filosofia, i loro metodi e i loro brand. Dal 2012 infatti è stata creata all interno dell evento la zona Wine Education per coltivare l apprezzamento per il vino e fornire formazione per i professionisti del settore attraverso seminar i, dimo str azio ni e degustazioni. La scorsa edizione ha registrato la presenza di 1005 espositori, buyers su un area espositiva di oltre mq. Maggiori informazioni disponibili sul sito: fair/hkwinefair-en/hktdc-hong- Kong-International-Wine-and- Spirits-Fair.html pag. 26

27 RUSSIA - Firmato il trattato per l Unione Euroasiatica con Bielorussia e Kazakistan notizie dal mondo I presidenti di Russia, Kazakistan e Bielorussia hanno firmato ad Astana il trattato per la nascita dell Unione Eurosiatica. Scopo del trattato è la creazione di uno spazio economico unico fra i tre Paesi, che prenderà avvio dal primo gennaio [Fonte: Mondomercati] HONG KONG - Import vini 2013 ammonta a un miliardo di dollari notizie dal mondo Secondo i dati forniti da Gregory So (Secretary for Commerce and Economic Development di HK), nel 2013 Hong Kong ha importato vino per un miliardo di dollari, riesportandone verso la Cina continentale per un valore di circa 100 milioni. Dal 2017 a oggi il valore delle importazioni si è quintuplicato, tuttavia il valore 2013 non è diverso da quello 2012, già in calo del 18% sull anno precedente. La causa principale di questo immobilismo è da ricercare nelle misure di austerità introdotto del Governo, infatti soprattutto queste hanno condizionato le vendite di vino di alta gamma. [Fonte: Mondomercati] pag. 27

28 ANGOLA - Nuovi motori per un economia che accelera notizie dal mondo Il Governo di Luanda punta a diversificare i motori della crescita. Le opportunità che si aprono nel Paese riguardano le attività a valle del settore oil & gas, energia e infrastrutture, la filiera agroalimentare e le attività manifatturiere di import substitution. Sono state illustrate nel corso di un Roadshow in Italia di Autorità e imprese angolane. L Angola guarda anche all Italia: recentemente si è svolta in Italia una missione di affari guidata dal Ministro dell economia, dal Ministro delle Risorse Energetiche, e dal presidente dell Associazione angolana degli Industriali, accompagnati da altri esponenti politici e da una delegazione di 50 imprese e organizzazioni angolane. La risposta da parte delle imprese italiane è stata immediata: sono più di 500 quelle che hanno partecipato agli incontri con la missione. Le opportunità offerte dal Paese stanno suscitando infatti un crescente interesse ed entro l autunno è prevista l apertura di un ufficio ICE a Luanda. È stata anche programmata, a breve, una ricognizione in Angola da parte di diverse associazioni industriali di categoria italiane a cui dovrebbe fare seguito entro la fine dell anno una missione con le imprese associate focalizzata sui settori agroindustria, energia, costruzioni, trasporti. L Angola è oggi una delle economie più dinamiche del Continente sostenuta soprattutto dall industria petrolifera, ma anche da altre attività minerarie (estrazione di diamanti, oro). Con una popolazione di soli 20 milioni di abitanti è ormai diventata la quinta economia africana e la terza nell Africa sub sahariana dopo Nigeria e Sudafrica. Nel Paese continuano ad affluire investimenti dall estero: circa 10 miliardi di dollari ogni anno. Tra il anno degli accordi di pace che hanno concluso una lunga guerra civile - e il 2011, il Pil dell economia angolana è cresciuto ad un tasso medio dell 11%. Negli ultimi due anni c è stato un rallentamento, ma non certo un arresto. Nel 2013 la crescita è stata del 5,3%, con il settore non oil ( s e r v i z i, c o s t r u z i o n i, agricoltura) che ormai copre il 56% del totale e viaggia a un ritmo più veloce (+ 5,8%) del petrolio. Secondo le stime nel 2014 il tasso di crescita complessivo dovrebbe risalire al 7,5%. Il tutto in un contesto di maggiore stabilità rispetto al passato: inflazione scesa a livelli single digit (7,6%), debito dello Stato inferiore al 18% del PIL, riserve valutarie per 32 miliardi di dollari e un fondo sovrano recentemente avviato con altri 5 miliardi. La conseguenza immediata è stata di un miglioramento del rating Paese da parte delle agenzie (BB- per Standard & Poor s) e anche questo è un aspetto rilevante in vista degli ambiziosi progetti infrastrutturali del Governo di Luanda. Energia L obiettivo indicato dal Ministro dell Energia nei prossimi anni, è di aggiungere 5mila megawatt di potenza elettrica di costruire 3mila chilometri di linee di trasporto ad alta tensione per completare la copertura del territorio. Il Paese, attraversato da numerosi fiumi dispone di un elevato potenziale idroelettrico (18mila Megawatt) e sono in fase di valutazione numerosi progetti integrati (produzione idroelettrica e irrigazione) sui fiumi Kwanza, Keve, Cunene. Oil&gas L Angola si colloca oggi tra i produttori emergenti a livello mondiale (1,7 milioni di barili al giorno con esportazioni per 75 miliardi di dollari all anno). La fase che si apre ora è concentrata soprattutto sullo sviluppo di attività downstream con la costruzione di una grande raffineria a Lobito e l avvio a Soyo di un impianto per la produzione di gas naturale liquefatto destinato pag. 28

29 all esportazione via nave. A medio termine è previsto lo sviluppo di una rete di gas naturale per l alimentazione di centrali e l e t t r i c h e e i n d u s t r i e energivore (cemento, metallurgia ecc). Metallurgia ed estrazione mineraria È in corso il rilancio e potenziamento dello sfruttamento minerario di diversi giacimenti nelle province di Kwanza Norte e Huila. L attività estrattiva dovrebbe essere avviata nel 2015 con una produzione iniziale di 7 milioni di tonnellate annue. Il settore fa capo al gruppo statale Ferrangol. In parallelo procede l attività di mappatura di altre risorse (manganese, carbone, bauxite, rame, diamanti, uranio). In questo contesto sono già in fase di valutazione diversi progetti downstream (concentrati, impianti siderurgici e fonderia di alluminio) con partner di rilevo internazionale come il gruppo Trafigura, De Beers, Sumitomo e altri. Infrastrutture Il Paese ha ormai completato la f a s e d i r i c o s t r u z i o n e e potenziamento della rete di base, distrutta dal conflitto civile: autostrade, porti, aeroporti e ferrovie. Le nuove priorità sono rappresentate dai bisogni che emergono dalla crescita economica e civile del Paese. Ammonta a 5 miliardi di dollari il budget previsto dal Governo di Luanda per progetti di sviluppo dei sistemi idrici in aree urbane e rurali (captazio ne, distrib uzione, smaltimento). Di particolare rilevanza anche il settore ferroviario con la costruzione prevista di oltre 2mila chilometri di nuove linee per interconnettere le tre reti operanti nel Paese al fine di riportare l Angola al ruolo (particolarmente rilevante anche per l attività mineraria) di hub di trasporto intermodale dell intera Regione (Zambia, Repubblica del Congo, Zimbabwe). Luanda La capitale angolana è stata protagonista, negli ultimi anni, di un boom edilizio senza precedenti. L obiettivo ora è di completare l opera dotandola di un nuovo aeroporto con una capacità di transito di 13 milioni di passeggeri all anno e di un nuovo porto in grado di movimentare 3 milioni di teu all anno. Si aggiungono un progetto di metropolitana e il raddoppio della rete extraurbana fino a Viana (dove sorgerà il nuovo aeroporto) lungo la linea di collegamento di 400 c h i l o m e t r i, r e c e n t e m e n t e ripristinata, che raggiunge Melanje, nell interno del Paese. Agroindustria L Angola dispone di un enorme potenziale agricolo (solo 5 milioni di ettari coltivati su 35 milioni disponibili) che però necessita di un assistenza a tutto campo per u n c o m p l e t o s v i l u p p o : meccanizzazione, tecnologie di conservazione e trasformazione alimentare. Sono aree in cui l apporto di tecnologia italiana è stato esplicitamente auspicato dalla delegazione angolana. Nel Paese intanto sono in corso investimenti e programmi per lo sviluppo di filiere agroindustriali anche con partner stranieri: produzione di zucchero, birra, perimetri irrigati per la produzione di mais (mangimi per avicoltura), manioca, grano, fagioli, ortaggi. In fase di rilancio anche la filiera del caffè (in epoca coloniale l Angola era il terzo produttore mondiale) e quella del cotone. In parallelo il Governo ha avviato diverse iniziative per r a f f o r z a r e l a p i c c o l a imprenditorialità agricola. Di particolare rilevanza, sotto questo profilo, la diffusione all interno del Paese di una struttura capillare di acquisto a prezzi garantiti dei prodotti (Papagro: Programa de A q u i s i ç ã o d e P r o d u t o s Agropecuários). Industria ittica Le coste del Paese si estendono per oltre chilometri di lunghezza in acque estremamente pescose. Anche la pesca è un attività che in passato aveva raggiunto livelli di produzione elevati (850mila tonnellate anno). Ora il Governo di Luanda non solo ha avviato la ricostruzione delle infrastrutture p o r t u a l i p r o m u o v e n d o i l potenziamento delle flotte, ma si sta anche attrezzando con i mezzi (avvistamento, pattugliamento) necessari per controllare l attività e combattere la pirateria ittica nelle acque territoriali. pag. 29

30 Industrie manifatturiere Il boom angolano e la crescita dei consumi si sono tradotti in un aumento esponenziale delle importazioni. Sia le infrastrutture portuali sia le procedure per gli adempimenti doganali sono fortemente migliorate negli ultimi anni. Il Governo di Luanda sta puntando ora a promuovere la creazione di un industria di import substitution elevando anche le misure di protezione a favore delle produzioni locali. Si stanno rafforzando l industria del cemento (anche se il Paese è ancora, largamente, un importatore netto di materiali edili) e l industria alimentare. In fase di avvio nuove attività nel settore tessile e farmaceutico. Ma gli sviluppi in atto sono a tutto campo e il Governo sta cercando ora di attrarre anche iniziative dall estero con la creazione dei primi parchi industriali. Restano importanti limiti, con particolare riguardo alla soglia minima di investimento richiesta agli investitori esteri (1 milione di dollari) e alla complessità del contesto amministrativo (l Angola si posiziona al 179esimo posto della classifica Doing Business della Banca Mondiale). La situazione d o vrebbe p erò migliorare con il consolidamento di una serie di servizi specifici sia per i piccoli imprenditori locali (Balcão Único do Emprendedor) sia per quelli stranieri (Guichê Único da Empresa). Per gli aspetti giuridici e fiscali di particolare interesse la possibilità di ricorrere a Tribunali arbitrali in quanto l Angola, sotto questo profilo, ha adottato in gran parte il modello portoghese. Turismo È uno dei settori su cui il Governo angolano punta per diversificare l attività economica con il coinvolgimento del settore privato. Le aree di intervento sono l adeguamento di numerose strutture ricettive ormai obsolete, il ripopolamento delle riserve n a t u r a l i d e l P a e s e, l a valorizzazione di aree di particolare interesse come le spettacolari cascate di Kalandula e il bacino dell Okawango, ai confini con Namibia e Botswana e contiguo al deserto del Kalahari. Finanza e credito Il settore creditizio del Paese è abbastanza concentrato: l 80% dell attività fa capo ai primi 5 Istituti di credito. I servizi erogati hanno numerosi aspetti di modernità con l utilizzo di canali informatici, crescente diffusione di carte di credito, sportelli di prelievo automatici. Migliora anche il contesto informativo grazie all attività di monitoraggio effettuata dalla Central de Informação e Risco de Crédito (CIRC) gestita dalla Banca Centrale e all adozione di procedure know your customer. Nell ottobre dello scorso anno è stata anche approvata la legge che dovrebbe dare vita, entro breve, alla Borsa Valori. Di particolare interesse la recente creazione di un fondo di investimento statale (Facra: Fundo Activo de Capital de Risco Angolano) per il finanziamento di nuove iniziative nel settore delle PMI. [Fonte: Ambasciata d Italia a Luanda] pag. 30

31 Dogane: l'ue e la Cina firmano un accordo di riconoscimento reciproco degli operatori certificati e intensificano la loro cooperazione doganale dall Unione Europea I commercianti europei e cinesi accreditati potranno godere di una riduzione dei c o s t i, p r o c e d u r e semplificate e maggiore prevedibilità nelle loro attività, grazie all accordo di riconoscimento reciproco firmato lo scorso 16 maggio. In base all'accordo, l'unione europea e la Cina si impegnano a riconoscere reciprocamente gli operatori certificati, consentendo in tal modo a queste aziende di beneficiare di controlli più veloci e amministrazione ridotta per lo sdoganamento. Il riconoscimento reciproco dei commercianti accreditati consente inoltre di concentrare le proprie risorse su aree di rischio reali, migliorando così la sicurezza della catena di approvvigionamento su entrambi i lati. L'UE è il primo partner commerciale a stipulare un tale accordo con la Cina, avendo già firmato accordi simili con gli Stati Uniti (2012) e il Giappone (2011). Il commissario europeo per la Fiscalità e Dogane, Algirdas Šemeta, era presente al Joint Customs Cooperation Committee (Jccc) a Pechino per la firma dell'accordo. Il Commissario Šemeta ha dichiarato: Accettando di riconoscersi reciprocamente operatori accreditati, l'ue e la Cina stanno facendo un grande passo avanti nella nostra relazione commerciale. L'accordo è pienamente nello spirito di facilitazione degli scambi, rendendo le procedure doganali più facili, meno costose e più veloci per i nostri operatori di fiducia. È anche nello spirito della crescita, migliorando il nostro ambiente di business e accelerando il commercio. I nostri cittadini potranno beneficiare anche di una maggiore protezione, poiché le dogane possono concentrare più risorse dove si trovano rischi reali. Insomma, ognuno è un vincitore con questo accordo doganale. Durante la stessa giornata sono state firmate altre due importanti iniziative dal Joint Customs Cooperation Committee (Jccc). La prima è un nuovo impegno strategico per la cooperazione doganale, che definisce le priorità e gli obiettivi ambiziosi per la collaborazione UE - Cina. Le principali aree di intervento per i prossimi anni saranno la facilitazione degli scambi, la sicurezza della catena di approvvigionamento e la lotta alla contraffazione e al commercio illegale. Priorità sarà anche un approccio comune per combattere le spedizioni illegali di rifiuti, affrontando così una zona di alto interesse per entrambe le parti e il sostenendo importanti obiettivi ambientali. La seconda iniziativa firmata a Pechino è un nuovo piano d'azione UE-Cina sui diritti di p r o p r i e t à i n t e l l e t t u a l e (Intellectual Property Rights - IPR). Questo mira a migliorare il giro di vite sulle merci contraffatte intensificando la cooperazione UE- Cina, la comunicazione coordinamento. e il Trader Certificati UE Lo status di Operatore Economico Autorizzato nell'ue (AEO) è stato lanciato nel 2008, offrendo procedure doganali semplificate alle aziende che dimostrano di essere sicure, affidabili e compatibili con gli standard di sicurezza. I certificati AEO hanno un minor numero di controlli sui beni e procedure e formalità doganali molto piu veloci. Questo avvantaggia le aziende perché le merci possono muoversi più velocemente da una destinazione all'altra, riducendo i costi di trasporto e facilitando gli scambi. Ne beneficiano anche le amministrazioni doganali nell'ue, che possono concentrare le proprie risorse sul controllo di operazioni ad alto rischio. Ci sono attualmente circa 15mila imprese riconosciute come operatori economici autorizzati (AEO) nella UE - un numero che è in continuo aumento. L'accordo con la Cina rende il sistema dei trader certificati UE il più accettato nel mondo, dato che con Stati Uniti e Giappone (come per i paesi del SEE) vi sono già in essere accordi di mutuo riconoscimento. Il riconoscimento reciproco dei commercianti certificati impedisce i l p r o l i f e r a r e d i n o r m e i n c o mp a t i b i l i tr a p artner commerciali internazionali, e contribuisce a promuovere un approccio più armonizzato alle pratiche doganali di tutto il mondo. [Fonte: Commissione Europea] pag. 31

32 Gare d appalto internazionali Gare di appalto internazionali In q uesta nuo va sezio ne pubblichiamo le gare d appalto internazionali segnalateci dalle rappresentanze commerciali italiane all estero. NUOVE GARE FORNITURA TITOLO: Attrezzature ferroviarie PAESI GARA: BELGIO D E S C R I Z I O N E, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: Attrezzature ferroviarie Materiali e forniture per la Costruzione di strade ferrate Prodotti in ghisa PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Ente appaltante COSTO CAPITOLATO: ente appaltante Chiedere ad SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: - DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 08/07/2014 TITOLO: Fornitura di autoveicoli e caricatori per la raccolta di rifiuti PAESI GARA: UNGHERIA DESCRIZIONE, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: Autoveicoli per la raccolta di rifiuti. Autoveicoli per il trasporto di rifiuti. Pale caricatrici gommate. Caricatori frontali. Macchinari di accatastamento. Compattatori per rifiuti. PROCEDURA:Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Non disponibile COSTO CAPITOLATO: HUF, pari a circa 263 EUR, calcolato con il cambio medio del mese di maggio della Banca Nazionale Ungherese (1 EUR = 304,32 HUF) SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: 18/07/2014 DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 18/07/2014 TITOLO: Indumenti ad uso professionale, indumenti speciali da lavoro e accessori PAESI GARA: GERMANIA DESCRIZIONE, S P E C I F I C H E TECNICHE E NOTE: Indumenti ad uso professionale, indumenti speciali da lavoro e accessori Partita 1: camici per sala operatoria sterili monouso non rinforzati, camici per sala operatoria sterili monouso rinforzati, camici per sala operatoria sterili monouso per interventi Partita 2: grembiuli monouso resistenti al sangue e ai virus Partita 3: grembiuli per operazione monouso Partita 4: grembiuli monouso resistenti al sangue e ai virus Lingua utilizzabile: tedesco PROCEDURA: Procedura aperta CAPITOLATO DISPONIBILE PRESSO: Charité - Universitätsmedizin Berlin Charitéplatz 1 COSTO CAPITOLATO: Gratuito SCADENZA ACQUISTO CAPITOLATO: 05/07/2014 DATA LIMITE MANIFESTAZIONE INTERESSE: - DATA SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: 29/07/2014 P e r ma g g i o r i d e t t a g l i e informazioni contattare la Segreteria Aice, Dott. Pierantonio Cantoni (Tel /1, Fax , E - m a i l : pag. 32

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO Pagina 1 di 7 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO DECRETO 12 febbraio 2015 Disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta agli esercizi ricettivi, agenzie di

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Incontro formativo con gli operatori del territorio Lo stato dell arte del Fondo di Garanzia per le PMI Le attività di informazione e formazione operativa per

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria LE FIERE PER LA COMPETITIVITA E LO SVILUPPO DEL TESSUTO IMPRENDITORIALE LOMBARDO. INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE 1. Finalità pag.

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli