I medici del Pronto soccorso di Locri rispondono a Doroteo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I medici del Pronto soccorso di Locri rispondono a Doroteo"

Transcript

1

2

3 CONTROCOPERTINA DOMENICA27 LUGLIO 3 Accade a Gioiosa Marina: terreno sottratto per uso privato nell indifferenza delle Autorità Legalità : un termine logoro che serve solo ad arricchire i comunicati stampa di manifestazioni ed eventi. A comizi e fiaccolate siamo buoni tutti, ma quando si tratta di compiere azioni reali sul territorio, le Autorità da che parte stanno? Nel 2012 in vico Avezzana, a Marina di Gioiosa Jonica, viene impropriamente chiusa una strada destinata ad uso pubblico, utilizzata come accesso alla spiaggia dai cittadini viciniori. Le proteste hanno suscitato un certo scalpore, e altre testate hanno resi noti i fatti. La vicenda accadeva durante lo stato di commissariamento del Comune -sciolto per infiltrazioni mafiose- retto all epoca dal Commissario Patrizia Adorno, e a nulla è valsa una nota tecnica del geometra Stefano Cortale, responsabile dell Area Tecnica del Comune, che confermava l uso pubblico della strada. Questi fatti sono noti e sono stati acquisiti I medici del Pronto soccorso di Locri rispondono a Doroteo I medici del Pronto Soccorso di Locri, in riferimento ad un articolo (non firmato) pubblicato su questo giornale qualche settimana addietro, che definire infamante è poco, precisano quanto segue: Aspettare anche diverse ore in Pronto Soccorso, quando non si tratta di urgenze-emergenze, è sicuramente normale in tutti i Pronto Soccorso del mondo, forse per qualcuno non lo sarà a Locri, dove vige la regola del tutto e subito e dove, per tante persone, un unghia incarnita ha la stessa valenza urgenza di un dolore toracico. I medici del PS respingono in maniera forte e sdegnata le accuse mosse nei loro confronti, nello specifico che mentre i malati pullulano loro bevono il caffè o parlano dei mondiali : i medici del PS, lavorano con grande sacrificio e abnegazione, e considerate le carenze di personale medico e paramedico dovute per lo più ai tagli imposti dal benedetto piano di rientro, e conti alla mano, fanno fronte a circa cinquantamila accessi all anno, vale a dire che ogni giorno si ha a che fare con circa centoquaranta persone,per un bacino di utenza di oltre centocinquantamila soggetti cui si aggiungono gli extracomunitari non censiti ed anche ai quali con spirito umano, secondo i canoni dettati da Papa Francesco, prestiamo la nostra opera trattandosi di soggetti deboli, e queste cifre devono far riflettere un po tutti, soprattutto chi si permette di gettare fango sul nostro operato. Si ricorda che l Ospedale di Locri è l unico avamposto di Urgenza- Emergenza (da Monasterace a Palizzi) che ha svolto e svolge innumerevoli azioni salvavita nei primi minuti o nella prima ora. Ricordiamo ad esempio, l episodio del bambino in cui abbiamo noi (e ripeto) noi disostruito le vie aeree per ingestione di corpo dalle autorità, ma la cosa non è finita qui. L indifferenza verso le richieste dei cittadini ha dato luogo ad un altra operazione di acquisizione che parrebbe del tutto illegittima. Nell estate 2013, sempre nella zona di vico Avezzana-via Vittorio Emanuele II, veniva recintata una piccola area di proprietà comunale, accorpandola ad uno spazio destinato a bancherelle e giochi per bambini. Il sindaco Vestito, rassicura sul suo interesse riguardo ai fatti. Al momento, però, dal marzo 2014, non c è stata ancora nessuna risposta, nonostante le richieste incessanti dei residenti in via Vittorio Emanuele II, che si sono rivolti anche al Prefetto. Lasciamo ai lettori qualsiasi considerazione riguardo la gestione del suolo pubblico e all importanza di un rapporto tra cittadini e Autorità, basato sulla fiducia, l ascolto e il rispetto. La Redazione estraneo, o tantissimi altri casi ancora, ma noi non vogliamo le medaglie al valore, facciamo solo il nostro dovere, ma dobbiamo essere sereni per farlo, non certamente avere vicino qualcuno che ci minaccia o che purtroppo com è successo ha vigliaccamente alzato le mani. A noi oltre gli avvisi di chiamata (visto che per qualcuno parliamo sempre al telefono!), sono riservati gli avvisi di garanzia, fermo restando la piena fiducia nell operato dei magistrati. Ricordiamo che in particolare durante le notti di festa come Natale, Capodanno, Ferragosto, diveniamo il front-office o la trincea della sanità mentre quasi tutto il resto è fermo! Tra mille difficoltà le prestazioni sono assicurate (andate a Milano e vedete se per una contusione al piede aspettate un ora!!). Bisogna certamente sottolineare che alla situazione a tratti caotica del PS, purtroppo si è giunti a causa della scarsa e a volte non piena collaborazione con la medicina sul territorio e il famoso filtro medicina generale- continuità assistenziale, non funziona come avrebbe dovuto. In ultimo, in riferimento all accusa che i medici sarebbero poco svegli e che dodici ne sono finiti sotto inchiesta per un presunto caso di malasanità (termine oramai usato a iosa per scoop giornalistico), come al solito è tutto da dimostrare e c è un inchiesta aperta; noi medici abbiamo fiducia dell operato della magistratura, ma vorremo da parte dei giornalisti, che come si finisce in prima pagina appena c è un caso di denuncia per presunto caso di malasanità, lo stesso sia evidenziato quando vi è il decreto di archiviazione fatto dal giudice che scagiona completamente il sanitario da eventuali colpe! Detto ciò ci auguriamo di tramutare la negatività e cattiveria dell articolo dedicatoci in un appello di collaborazione da parte di tutti Voi, con il miglioramento di una comunicazione al fine di poter operare con serenità e sicurezza ambientale. I Medici del Pronto Soccorso di Locri Prendiamo atto di quanto sostengono i medici del Pronto Soccorso dell'ospedale di Locri ma non possiamo esimerci dal non pubblicare articoli che denunciano eventuali disservizi. Così come ha fatto il collega Doroteo Mortacci ( pseudonimo) la cui firma, evidentemente, sarà sfuggita agli stessi Dopo lo sgarbo Pietro Melia risponde a Riviera PIETRO MELIA Portavoce, civil servant... Accuse che, in effetti, mancavano nel mio onorato pedigree professionale. Me le ha rivolte, senza se e senza ma, e senza concedermi diritto di replica, comunque già fornita al suo Editore (bastava dunque che si informasse per evitare l aggressione personale a mezzo stampa...) il caro amico (lo considero ancora tale, nonostante tutto...) Ercole Macrì, Editorialista di punta e di...calcio (negli stinchi, in questo caso) de La Riviera. Ammetto però di essermi macchiato del reato di dimenticanza : alla serata finale del Giugno Locrese - di cui sono divenuto involontariamente Presidente (l offerta, se pur gradita, m è arrivata imprevista...) - non ho invitato il Direttore (o l Editore) dell unico Settimanale del territorio. Con Gian Antonio Stella - in quello che si è rivelato un tentativo di successo, a fronte di vicende pregresse a tutti note - avrebbero dovuto dialogare non scendiletto o reggimicrofono ma colleghi del calibro di Paolo Pollichieni (locrese doc), Bruno Gemelli e Filippo Veltri (locresi acquisiti, avendo sposato due locresi), Aldo Varano, Pino Lombardo ed Enzo Romeo, rispettivamente di Zoomsu.com, e Garantista, Gazzetta del Sud e Rtv News. Per impegni personali sono venuti meno Gemelli (che mi ha chiesto di sostituirlo con Gianluca Albanese, e l ho fatto volentieri), Varano e Veltri, ma la serata della riconciliazione tra una delle firme più prestigiose del Corriere della Sera (che ha ribadito molte delle cose che conoscevamo già) e la città di Locri è andata benissimo lo stesso. Prima del dibattito Gian Antonio Stella si era intrattenuto a colloquio con il sindaco Giovanni Calabrese e in quella occasione ho incontrato Rosario Condarcuri. Egli mi ha contestato col consueto affetto l errore da me commesso nella selezione dei giornalisti che avrebbero dovuto animare il dibattito e a lui ho spiegato esattamente come erano andate le cose, che si era trattato di una colpa esclusivamente mia e per la quale - vero, Rosario? - ho chiesto da subito scusa. Da cronista, che lo sappia Ercole Macrì, sono stati i fatti la guida rigorosa della mia azione professionale nell arco di quasi mezzo secolo, e questi sono i fatti accaduti nella cornice del Giugno Locrese. Retropensieri, gossip e pettegolezzi, malafede, li lascio ad altri. E per riparare all onta involontaria mi impegno fin da ora per l edizione 2015: se sarò ancora Presidente del Premio ci occuperemo in una tavola rotonda dell informazione locale. E la Riviera sarà la star della serata. E appena passo da Siderno, Ercole Macrì, Rosario Condarcuri, Antonio Tassone e tutta la Redazione sono precettati per il caffè. Pago io, naturalmente. Nel ringraziare Pietro Melia per la precisazione, mi corre l'obbligo d'informarlo che per quanto riguarda la nostra testata parlano i numeri. Pertanto, anche potenziali reggimicrofoni o scendiletto (come tanto ama definirli Melia) ma anche i più blasonati ed importanti operatori della comunicazione calabrese, possano prenderne visione. Piaccia o non piaccia Riviera è la storia del giornalismo locrideo. Quindi, caro Pietro, più che di semplice dimenticanza (per noi che ogni giorno lavoriamo con passione e ci sacrifichiamo in questa redazione) si è trattata di una coltellata che pensiamo di non meritare. Quanto al caffè da offrire, non ci sarà bisogno, solitamente ci pensiamo noi. Antonio Tassone

4 RIVIERA PRIMO PIANO DOMENICA 27 LUGLIO 4 Scatta l'obbligo del POS, professionisti e artigiani si oppongono: non si combatte così l'evasione! KATIA CANDIDO Lunedì 30 giugno è scattato l'obbligo del Pos: Point of Sale, ovvero, terminali che consentono il trasferimento di denaro dal conto corrente del cliente a quello dell'esercente senza che si verifichi esborso di denaro contante, per commercianti, professionisti e aziende. Un obbligo che si estende anche agli autotrasportatori, imprese di costruzioni, idraulici, falegnami, elettricisti, antennisti. Ma questo cosa significa? Significa che questi operatori dovranno avere il terminale che consente ai clienti di pagare con il bancomat oltre la soglia dei 30 euro. Tutto chiaro, dunque. In realtà, nonostante l'entrata in vigore della nuova disciplina, rimandata di tre mesi sono molti i soggetti interessati che non si sono ancora dotati del Pos. Tra le cause ostative vi sono i costi troppo alti di installazione e gestione. Inoltre, diversi professionisti, tra cui architetti, avvocati e consulenti del lavoro hanno protestato più volte, sottolineando una serie di criticità come, ad esempio, l'aver esteso l'obbligo a tutti senza fare adeguate distinzioni. Non si combatte così l'evasione queste sono le parole comuni a molti professionisti dei paesi locridei, ovvero Gioiosa Ionica, Siderno e Locri ai quali è stata posta la domanda di cosa ne pensano riguardo all'articolo 5 del Decreto legge 18 ottobre 2012, il quale, sancisce l'obbligo del Pos ma senza prevedere sanzione alcuna, ovvero, di un effetto determinato in caso di mancato rispetto di tale onere. A questo punto sorge spontaneo chiedersi secondo quale criterio sia stata istituita questa legge; Antonio Chiricosta, avvocato di Siderno, la definisce semplicemente «uno spot da parte del Governo poiché, tutti coloro i quali effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi devono essere muniti di Pos ma se ne sono privi non vengono puniti». Sonia Vita, anch'essa avvocato di Locri, sottolinea : «non è altro che un ulteriore onere, eccessivo, per il professionista, avvocati per l'appunto, in quanto siamo già soggetti a molteplici controlli». La fascia degli artigiani si presenta anch'essa contrariata da questa norma: fumo negli occhi! Sostiene Giulio Agostino, elettricista di Gioiosa Ionica, «probabilmente per alimentare i conflitti tra liberi professionisti e dipendenti, i quali sono già stati annientati nei loro diritti da tutti i Governi che si sono succeduti negli ultimi anni». Malgrado le varie opposizioni, però, secondo Federconsumatori l'obbligo di accettare pagamenti con moneta elettronica è un grande passo avanti in termini di tracciabilità dei pagamenti e lotta all'evasione, nonché un ampliamento e un'agevolazione a favore del cittadino, che disporrà di un ulteriore metodo di pagamento. In concomitanza, l'associazione denuncia il rischio che i costi ancora eccessivamente onerosi per dotarsi degli strumenti vengano scaricati sui prezzi. Certamente sarebbe vantaggioso per tutti i professionisti se lo Stato obbligasse le banche a ridurre le spese di commissione sui pagamenti elettronici ma da questo orecchio, sembra non sentire nessuno! Sebastiano Giorgi torna libero Lo hanno etichettato come presunto appartenente alla 'ndrangheta, in particolare associato con le consorterie che operano nella locale di San Luca. Eppure Sebastiano Giorgi era fino a pochi mesi prima il sindaco, democraticamente eletto, del paese che ha dato i natali a Corrado Alvaro. Per assegnarli la patente di mafioso, non certo ambita da alcuno specie da un professionista come l'ex amministratore, si è dovuto prima sciogliere il comune per infiltrazioni e/o collusioni con ambienti criminosi, specie nell'accaparramento degli appalti pubblici, sui quali vi sarebbe stato un trust composto dalle maggiori famiglie in odor di 'ndrangheta di San Luca. Il 12 dicembre dello scorso anno il dottore Giorgi è stato arrestato su ordine del Gip distrettuale, che ha firmato la richiesta della Dda reggina, la c.d. Operazione Inganno. A distanza di 15 giorni il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha accolto la richiesta dell'avvocato Rosario GIUDIZIARIA Gli squali di Locri sono stati catturati grazie a due creditori Scarfò che ha dimostrato l'estraneità dell'ex amministratore dal presunto sodalizio criminoso ipotizzato dalla Dda, ottenendo la riqualificazione della provvisoria imputazione in quella di concorso esterno ad un'associazione mafiosa. Una sorta di favoreggiamento che segnava un punto a favore della tesi difensiva, che proseguiva il difficile cammino di cercare di A Roma sono chiamati cravattari nella Locride viene usato un eufemismo caro allo slang d'origine newyorkese sharks, letteralmente squali. Per tutti sono e rimangono strozzini, quelli che, approfittano di un momento di crisi specie degli imprenditori, prestano soldi a tassi di interesse del 10 % al mese, che equivale a 120 % all'anno sul capitale. Alla fine l'usurato non riesce neanche a restituire il prestito originario. Invischiato nella trama dell'usuraio di turno il debitore ha due scelte l'una rimanere sotto scacco del proprio creditore l'altra è denunciare alla magistratura tutto. Grazie alla denuncia alcuni presunti cravattari di Locri sono stati puniti dai giudici di primo e secondo grado. Gli squali di Locri sono stati catturati nella rete degli investigatori grazie alla forza di volontà di due creditori che hanno deciso di denunciare e che hanno reso una forte testimonianza davanti ai giudici del tribunale, dove hanno confermato il racconto sottoscritto davanti ai carabinieri. A Locri c'era persino un soggetto talmente arrogante che si sarebbe vantato di essere il re degli usurai di Locri. Un re che è stato condannato anche dai giudici della Corte d'appello di Reggio Calabria per usura. Una conferma del ruolo apicale del soggetto che in molti ricorderanno sfrecciare sulla 106 o sul restituire dignità a Sebastiano Giorgi, che le manette gli avevano tolto e che il carcere preventivo, prima a Frosinone poi in riva allo Stretto. Per confutare la tesi della procura antimafia l'avvocato Scarfò ha presentato documenti e atti e un'articolata memoria difensiva relativi alla vita privata e all'attività politico-amministrativa del proprio assistito. La Cassazione, che forse ha meno timore di alcuni giudici verso altri, ha dato ragione al 48enne ex sindaco annullando con rinvio per un nuovo esame. Nelle more il gip dispone, su richiesta dell'avvocato Scarfò, l'annullamento della misura cautelare ordinano l'immediata liberazione dell'ex sindaco. Sette mesi di carcere preventivo e pregiudizievole, poi la libertà ottenuta solo dopo il deposito e il chiarimento del contenuto di centinaia di atti e documenti pubblici, dai quali è emersa l'estraneità da qualsivoglia ambiente criminoso di Sebastiano Giorgi. I tempi che lungomare locrese a bordo di autovetture di grossa e rinomata cilindrata. Lo stesso che ogni volta che si sporgeva dal finestrino faceva brillare una marca di orologio costosa, impreziosita dall'unicità del modello. Era talmente arrogante che, per come si legge nella sentenza del tribunale di Locri, gli altri presunti usurai preferivano non aver alcun conto in sospeso con hanno scandito la vicenda dell'ex sindaco di San Luca rappresentano forse meglio di tante considerazioni l'emergenza democratica di un territorio in pratica sottoposto ad un commissariamento generale negli enti locali e forse anche nella quotidianità. Il 3 ottobre ci sarà comunque la prima udienza del rito abbreviato davanti al Gup distrettuale. PS. Per uno degli appalti pubblici di San Luca, in pratica contestato anche a Sebastiano Giorgi, che la Dda reggina ritiene sia stato accaparrato dalla 'ndrangheta, ovvero quello ricadente nei Pon sicurezza e denominato Lavori di ristrutturazione della Casa della legalità e della cultura di Polsi, il tribunale di Locri una settimana fa ha mandato assolti, dopo due anni di processo, i tre imputati con formula piena. lui. Si tratta di altri cravattari, pur sempre strozzini o squali, che addirittura a chi si rivolgeva a loro lo mettevano sull'attenti raccomandando di non aver nulla a che fare con il re, che proprio in quanto si sentiva tale pretendeva il 20 % mensile il doppio degli altri, il doppio in un anno, sempre escluso il capitale. LR

5

6 RIVIERA IN PRIMO PIANO L intervista al vescovo di Locri «Le manifestazioni religiose pubbliche vanno purificate da incrostazioni ed espressioni rituali che nulla hanno a che vedere con la fede. Esse sono nate come espressione pubblica della fede ed hanno senso solo all interno di un contesto di fede» «Non aspettiamoci che siano altri a risolvere i nostri problemi» S.E., è la prima intervista che rilascia dopo il suo arrivo nella Locride: ci potrebbe dire come è stata la sua esperienza da sacerdote, come e quando è maturata la sua vocazione? «Non è facile raccontare in breve l esperienza di un vissuto di tanti anni. La mia vocazione sacerdotale è maturata con gli anni, avendo ricevuto una lunga formazione in seminario. Erano gli anni della contestazione sessantottina quando maturai la consapevolezza della chiamata del Signore. Mi resi conto che era più bello contestare le mode e la vacuità della vita, spendendomi per un ideale alto, qual era seguire il Signore e abbracciare la scelta evangelica. Divenuto sacerdote e completati gli studi universitari, mi sono ben presto immerso nel lavoro pastorale. Avvertivo il bisogno della gente di incontrare Gesù e di avere accanto un sacerdote, amico e compagno, che indicasse loro la via dei vangelo. Ho così vissuto tantissimi anni in parrocchia, tra la gente, e cercando di rispondere ai diversi impegni e ministeri che la Chiesa mi affidava». Quali aspetti devono caratterizzare la missione di sacerdote? «Credo che al sacerdote sia richiesto una totale dedizione al servizio del Vangelo e alla Chiesa. Più passano gli anni più mi accorgo quanto il nostro tempo abbia bisogno di Dio. Il disorientamento che spesso si nota dipende proprio da una mancanza di orientamento, da un vuoto interiore, dalla mancanza di riferimenti certi. Gesù ed il suo vangelo sono una luce capace di illuminare tutta la vita». Oggi quali sono le priorità della Chiesa calabrese e di quella locridea? «Sono tante. Individuarne una sarebbe riduttivo. Ma penso che bisogna partire dalle cose belle che il nostro territorio ci offre, dalle sue peculiarità e specificità. Le cose che non vanno sono tante ma non basta fermarsi ad esse. Cresciamo di più se facciamo perno da quella forza d animo e dallo spirito di sacrificio che caratterizza la gente di Calabria. La storia ci dimostra che la nostra terra ha fatto delle necessità una risorsa per risollevarsi. Certo, le problematiche sociali, a cominciare dalla scarsità del lavoro, delle risorse economiche e dalla grave povertà che interessa molta parte della società meridionale. Ma esse possono essere superate se cresce l impegno e la corresponsabilità sociale, la coscienza e l amore per il bene comune, lo spirito di cooperazione e solidarietà. Occorre prendere coscienza che le povertà sociali non trovano soluzione attraverso la via del sotterfugio, dell illegalità e del malaffare». Quale messaggio si sente di inviare ai cittadini credenti e non credenti della Locride? «Non lasciamoci prendere dallo scoraggiamento. Sappiamo cogliere quanto di bello la nostra terra ci offre. Non aspettiamoci dagli altri la soluzione ai nostri problemi. Diamo sostanza alla fede che ci è stata consegnata. Non lasciamoci condizionare da errori passati e sforziamo di rendere la nostra fede sempre più autentica e coerente. Tanti problemi nascono da una fede troppo epidermica e vissuta all insegna di un tradizionalismo anacronistico, che nlon dice più nulla ai nostri giovani e soprattutto che non entusiasma più nessuno. Anzi allontana da Dio e dalla vera religiosità». Nella Locride stanno proliferando gli annullamenti di matrimonio operati della Sacra Rota. A noi è sembra che in molti casi questi annullamenti vengano pilotati dalla forza economica dei soggetti coinvolti o interessati, aumentando in noi, la consapevolezza che il Tribunale della Sacra Rota agisca in maniera diseguale. Lei è consapevole del fatto che cosi facendo si rischia di far vacillare la credibilità del matrimonio religioso? «È un tema questo che merita più spazio. Avendo operato nei tribunali ecclesiastici per tantissimi anni so che avere una dichiarazione di nullità matrimoniale non è così semplice. Posso però smentire il luogo comune che essa si ottenga con facilità e per di più a caro prezzo. Le spese per le cause di nullità a carico dei fedeli sono minime, essendo sostenute in gran parte dalle risorse interne della chiesa. Posso dire però che ai tribunali ecclesiastici si rivolgono fedeli già divorziati che per motivi di coscienza intendono avere chiarezza sulla propria situazione matrimoniale». Sulle polemiche di questi giorni relative a processioni varie ed a sacramenti si sente di dire qualcosa? «È un tema oggetto di riflessione all interno della Conferenza Episcopale Calabra. Certo che le manifestazioni religiose pubbliche vanno purificate da incrostazioni ed espressioni rituali che nulla hanno a che vedere con la fede. Esse sono nate come espressione pubblica della fede ed hanno senso solo all interno di un contesto di fede e di preghiera». (Antonio Tassone)

7 SETTIMANALE DOMENICA 27 LUGLIO 7 Sentenza Fortugno ELEONORA ARAGONA Alessandro Marcianò è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione come mandante dell omicidio di Francesco Fortugno. È stato così chiuso quello che fu il 23 esimo omicidio avvenuto nella Locride nel 2005 e il caso che ha cambiato il destino della Calabria. La storia che ci racconta la Cassazione è di un omicidio commissionato da Giuseppe e Alessandro Marcianò a Salvatore Ritorto e Domenico Audino. Un omicidio nato tra le corsie dell ex Asl n 9. Game over? Non secondo Pino Mammoliti. La storia non si è conclusa e lui lo grida a gran voce, portandola persino di fronte alla Corte europea. Secondo Mammoliti l omicidio Fortugno è stato altro, non ha dubbi. «I miei assistiti sono innocenti». Come fa a sostenerlo con tanta convinzione, con tanto impeto? «Io chiedo alla Corte di Strasburgo che sia sentito il vicequestore Gioacchino Genchi, perché è un uomo che conosce in profondità le verità dietro questo omicidio. Chiedo che siano prese in considerazione le prove a discarico dei miei clienti. Che siano prese in considerazione le dichiarazioni di Annunziato Zavettieri, che parla di un omicidio maturato negli ambienti reggini e non nella Locride. Che la nota del maresciallo Grasso, una nota che descrive in modo millimetrico le dinamiche, i mandanti e le ragioni di questo omicidio, sia recuperata dal fascicolo seppellito al Tribunale di Reggio. Che siano prese in considerazione le dichiarazioni di Chiefari o di Consolato Franco, uomini delle forze dell ordine che hanno fornito diverse versioni di questo delitto». Sembra quasi un detective, gli manca solo l impermeabile, mentre mi elenca i possibili scenari e le piste che potrebbero aver portato all omicidio Fortugno. È molto sicuro l avvocato e ribatte ancora una volta sull innocenza dei Marcianò, quasi in maniera compulsiva: «è giusto individuare mandanti, responsabili ed esecutori dell omicidio, ma è giusto che non siano due trovati a caso a dover pagare un tributo che è una tortura a vita». Per molti l omicidio Fortugno, viste le modalità con cui è avvenuto, è stato un messaggio forte, un delitto plateale, quasi un esecuzione. La vedova, Maria Grazia Laganà insieme alla sua famiglia, ha per lungo tempo chiesto di indagare a fondo su questo delitto e di cercare mandanti nella famigerata zona grigia. Ancora nel 2011, Marcianò era già stato arrestato nel 2006, la vedova affermava: «Si indaghi ancora e in ogni direzione. Non ci Per la vedova Laganà giustizia è fatta. Ma Marcianò vola a Strasburgo si fermi sulla soglia della zona grigia. È un passo in avanti e nelle inchieste va fatto, anche se capisco il rischio di restare isolati o delegittimati». Mentre all indomani della sentenza della Corte di Cassazione ha dichiarato: «Dopo nove anni è stata scritta l ultima pagina del processo ai responsabili dell omicidio di mio marito. La sentenza di ieri della Corte di Cassazione ci consegna finalmente una verità che non abbiamo mai smesso di cercare, invocando giustizia nei confronti dei responsabili di un atto di barbarie che ha sconvolto la mia famiglia e inferto alla democrazia del nostro Paese una delle più profonde e sanguinose ferite della sua storia». Pino Mammoliti ricorre alla Corte europea, accusa il casato Laganà e pone dubbi sulla versione del delitto fornita dalle forze dell'ordine. In particolare attacca la vedova Fortugno e il carrierismo dei professionisti antimafia Mammoliti non si risparmia neanche su questa lieve incongruenza della Laganà. Anzi è un fiume in piena. «La vedova Laganà-Fortugno ha avuto un solo interesse, oltre al dolore legittimo». Quale? «Quello di non disperdere il patrimonio politico di casa Laganà e in questo è riuscita perfettamente. Tant è che lei ad ogni vigilia di elezione, ad ogni convocazione istituzionale rispolvera questo dramma per poter avere una chance in più di mantenimento politico». E rincara anche la dose «In questo processo non sono mai state indagate le vicende parallele alle retrovie, alla miscellanea che caratterizza il casato Laganà a Locri». Perché lo definisce Casato? «Perché noi siamo di fronte a un immobilismo istituzionale che nasce da una penosa solidarietà istituzionale. Per me se fosse lucido Ciampi e non credo lo sia, se fosse lucido Romano Prodi e non credo lo sia, se fossero lucidi gli investigatori e non credo lo siano, non avrebbero fatto pellegrinaggio presso casa Laganà prima ancora di sapere la vera trama, il vero movente, i veri mandanti e le cause alternative a plausibili all ipotesi inizialmente». Avvocato l argomento è delicato e le accuse sono pesanti, c è bisogno di essere chiari, comprensibili. Non siamo in tribunale. Si spieghi. «Se avessero saputo che questa era una che faceva truffe all Asl non avrebbero certo fatto ciò che hanno fatto». Mammoliti si riferisce alla condanna a due anni di reclusione, pena sospesa, inflitta dal Tribunale di Locri in primo grado per truffa, falso e abuso. Il suo giudizio perché è così duro? «Vede la prima donna che si è costituita parte civile in un processo di ndrangheta serio, Primavera 1 a Locri, contro i Cataldo, contro i Cordì e contro gli Zucco, per altro suoi nipoti, è stata Mariella Crisafio. Si è costituita senza il clamore della cronaca e senza le luci della ribalta. Un altra è stata Liliana Carbone. Sono due donne che hanno cercato giustizia non soluzioni alternative. Nel codice genetico di casa Laganà invece il gene prevalente è quello del potere e in questo caso, come in altri, ha preso il sopravvento». Paradossalmente dal suo discorso sembra che stia dicendo che alla vedova non interessa più indagare quella zona grigia? «Non so, però quello che è certo è che nel processo non è mai stato sentito Mario Laganà, che all epoca era revisore dei conti presso l ospedale di Locri. Poteva essere un riferimento importante, ma è rimasta una strada inverificata. Secondo me quelle che stiamo ponendo sono tutte domande degne di un supplemento di indagine. Anche da parte della Commissione antimafia». Anche la Laganà fa parte di questa commissione ed è la vedova. Lei ha dichiarato che giustizia è fatta... «Per me no. Anzi. Rispetto alla posizione dei due Marcianò ci sono almeno due elementi di novità che non possono essere ignorati». L avvocato si riferisce ad un intercettazione e alla ritrattazione della testimonianza di un ristoratore di Mammola. Secondo questi nuovi elementi Giuseppe Marcianò non poteva trovarsi sul luogo dell omicidio». Ma i Marcianò sono accusati di essere i mandanti dell omicidio quindi la loro presenza fisica sul luogo del delitto non è necessaria? «Vede la posizione di Giuseppe Marcianò è cambiata nel corso del processosostiene Mammoliti-. Prima è stato accusato di essere l esecutore, poi è stato identificato come ideatore, infine come mandante. Ma gli stessi collaboratori di giustizia, Domenico Novella e Bruno Piccolo [ndr.], hanno sempre indicato Alessandro Marcianò come mandante. La Procura e la Polizia hanno modificato la posizione di Marcianò junior all abbisogna. Mentre per quanto riguarda le posizioni del padre, l argomento a supporto della sua innocenza è l insufficienza di prove che già portò nel 2012 ad annullare la condanna. Non possono essere sufficienti tre tentativi di contatto telefonico tra Marcianò e Salvatore Ritorto».

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA. Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni

Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA. Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni Report a cura del Presidio di Libera Francesca Morvillo MAFIE IN LIGURIA Dall infiltrazione ai processi dei nostri giorni Il radicamento Liguria terra di confine: meta dei soggiorni obbligati (anni 70),

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

LEGITTIMA DIFESA. Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere

LEGITTIMA DIFESA. Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere LEGITTIMA DIFESA Testi a cura di: Fulvio Rossi Ex Magistrato Ideatore della Palestra dei Diritti e dei corsi di Democrazia di Genere Torino aprile 2013 LEGITTIMA DIFESA La legittima difesa, come disciplinata

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ORDINANZA

TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ORDINANZA N. R.G. 2012/25444 TRIBUNALE ORDINARIO di TORINO SEZIONE I CIVILE PROTEZIONE INTERNAZIONALE Dott.ssa G. RATTI ha pronunciato la seguente: Pagina 1 ORDINANZA Ex artt. 35 del d. lgs. 28.1.2008 n. 25 e 19

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO IL RICHIAMO IN SERVIZIO OGGI PER DOMANI

ORDINE DI SERVIZIO IL RICHIAMO IN SERVIZIO OGGI PER DOMANI ORDINE DI SERVIZIO La situazione di grave carenza del personale infermieristico porta spesso la dirigenza delle aziende sanitarie ed ospedaliere ad interpretare in modo decisamente estensivo importanti

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015 RASSEGNA STAMPA Sabato 10 ottobre 2015 Via Gervasoni, 19 60129 Ancona - tel.071.2288.417 fax 071.54.655 web: www.siulpancona.it e-mail: ancona@siulp.it Criminalità in provincia, il Siulp: Problematiche

Dettagli

Libera Reggio Calabria, Senza mafie stiamo tutti meglio IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA

Libera Reggio Calabria, Senza mafie stiamo tutti meglio IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA IL RISVEGLIO DI REGGIO CALABRIA Senza mafie stiamo tutti meglio intervista con Mimmo Nasone di Gianni Di Santo Una città che vuole reagire al potere della ndrangheta: con i giovani, le associazioni, i

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Quotidiano d'informazione giuridica - n.3201del 19.04.2011 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto

Quotidiano d'informazione giuridica - n.3201del 19.04.2011 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto 1 of 5 19/04/11 16.47 Quotidiano d'informazione giuridica - n.3201del 19.04.2011 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto Affido condiviso va negato se genitore minaccia di portare

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio

SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio SCUOLA MEDIA STATALE DANTE ALIGHIERI Succursale: Via Capelli, 66 Torino CLASSE 3 N Prof.ssa Pazzi Prof.ssa Tirozzio Diario di bordo Un lunedì del mese di Febbraio, la nostra professoressa di Lettere ci

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009

SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009 SEMINARIO COSTRUIRE INSIEME I PERCORSI DELL AFFIDO FAMILIARE 13 FEBBRAIO 2009 Laura D Urbino, Giudice Tribunale per i Minorenni di Brescia. Non ho preparato un intervento organico perché su questo argomento

Dettagli

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo IN EVIDENZA: 1) Lettera aperta all avvocatura italiana lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco 2) Perché iscriversi all AIGA lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale.

La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale. La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale. Aver scongiurato l ennesima proroga alla chiusura degli Ospedali Psichiatrici

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Il cartone vince sul degrado

Il cartone vince sul degrado 1. Il cartone vince sul degrado inshare Il cartone vince sul degrado di Sergio Ferraris Al Rione Sanità ogni giorno si raccolgono 2,3 tonnellate di cartone. Un risultato eccellente dovuto non solo alla

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso Pagina 1 di 6 rassegna stampa 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Un trattamento del paziente attento e dignitoso Tre reparti formati da persone di qualità Codogno Medici di talento, premio ganelli a laura

Dettagli

Psicologia e Giustizia Anno VI, numero 2 Luglio Dicembre 2005 IN CASI DI SEPARAZIONE E DIVORZIO

Psicologia e Giustizia Anno VI, numero 2 Luglio Dicembre 2005 IN CASI DI SEPARAZIONE E DIVORZIO SCIENZE PSICO-SOCIALI E AFFIDAMENTO DEI FIGLI IN CASI DI SEPARAZIONE E DIVORZIO GIUDICE DEL TRIBUNALE DI MILANO SILVANA D ANTONA Pur avendo maturato esperienza in materia di diritto di famiglia solo da

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus Introduzione alla manifestazione conclusiva del concorso per il miglior manifesto antiracket per l assegnazione del Premio Libero Grassi 2005 Care amiche e cari amici, grazie a tutti per aver voluto partecipare

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI.

NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI. NON BASTANO GLI APPELLI,LE COMMEMORAZIONI,I RACCONTI. LA LOTTA ALLE MAFIE SI FA QUOTIDIANAMENTE,NON CON LE PAROLE,MA CON LE INVESTIGAZIONI E LE DENUNCE La corruzione in Italia e,con essa,la pervasività

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1

Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 Relazione Incontro del 30 Settembre 2008 BAMBINI ADOTTIVI E BIOLOGICI INSIEME IN FAMIGLIA Introduzione A cura del Dott. Cravero, psicologo de Il Cerchio - Centro Adozioni ASL Milano 1 La genitorialità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DELLʼASSOCIAZIONE DALLE ANDE AGLI APPENNINI Via Pier Luigi da Palestrina 35, Milano Tel. Fax. 02 6698 7479

COMUNICATO STAMPA DELLʼASSOCIAZIONE DALLE ANDE AGLI APPENNINI Via Pier Luigi da Palestrina 35, Milano Tel. Fax. 02 6698 7479 COMUNICATO STAMPA DELLʼASSOCIAZIONE DALLE ANDE AGLI APPENNINI Via Pier Luigi da Palestrina 35, Milano Tel. Fax. 02 6698 7479 DOPO 1047 GIORNI! DOPO OLTRE 34 MESI!! DOPO OLTRE 2 ANNI E 10 MESI!!! LA PROCURA

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili.

Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Il diritto alla riservatezza, al rispetto della vita privata e della confidenzialità della persona assistita rappresentano diritti inviolabili. Da questo principio deriva, per tutti gli operatori sanitari,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

credo nel rumore di chi sa tacere che quando smetti di sperare inizi un po a morire credo al tuo amore, e a quello che mi tira fuori o almeno credo

credo nel rumore di chi sa tacere che quando smetti di sperare inizi un po a morire credo al tuo amore, e a quello che mi tira fuori o almeno credo INTRODUZIONE Queste pagine sono il frutto di un cammino da me iniziato alcuni anni fa e non ancora conclusosi. Un percorso, per molti aspetti doloroso e triste, che mi ha condotto a riflettere e comprendere

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Il coraggio di testimoniare la necessità di una risposta

Il coraggio di testimoniare la necessità di una risposta CONVEGNO / DIBATTITO ORGANIZZATO DALLA FONDAZIONE WANDA VECCHI Il coraggio di testimoniare la necessità di una risposta Latina, 14 maggio 2012 Ringrazio per l invito e saluto tutti a nome di Padre Massimo

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli