COMUNE DI PERUGIA Unità Operativa Biblioteche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PERUGIA Unità Operativa Biblioteche"

Transcript

1 COMUNE DI PERUGIA Unità Operativa Biblioteche Carta dei Servizi Biblioteche comunali di Perugia (Delibera G.C. n. 298 del ) L attuazione di politiche che innalzino ulteriormente il livello dei servizi erogati, rendendoli sempre più accessibili agli utenti, che migliorino il dialogo e il confronto con i cittadini sono tra gli obiettivi prioritari di questa Amministrazione. Molto in questo senso è stato fatto fino a oggi, snellendo le procedure interne, semplificando l accesso alle informazioni, individuando soluzioni immediate ed efficaci per il cittadino. L informatizzazione e le moderne tecnologie hanno facilitato, in parte, questo percorso, con l attivazione di alcuni servizi on line e consentendo, di fatto, di velocizzare molti processi. Altro passo importante, è stato quello di offrire al cittadino-utente una visione globale dei servizi disponibili e del loro utilizzo, mettendolo in condizione di interagire con la Pubblica Amministrazione e di essere a tutti gli effetti parte attiva del sistema. La Carta dei Servizi delle biblioteche comunali va proprio in questa direzione. E un ulteriore occasione per far conoscere la rete delle nostre biblioteche, per informare il cittadino sulle possibilità offerte, per rendere più accessibile un servizio, tra i più utilizzati del territorio. Un sistema molto articolato, quello delle biblioteche, dislocato in diversi punti della città, con un offerta variegata e qualificata. La Carta rappresenta un patto con i cittadini, attraverso il quale il Comune si impegna a fornire servizi di qualità, sempre più rispondenti alle reali esigenze degli utenti. Essa promuove una maggiore partecipazione dei cittadini che hanno non solo il diritto di richiedere le informazioni che li riguardano, ma possono anche formulare proposte, suggerimenti e, qualora necessario, anche reclami. Un documento in cui sono descritti finalità, modalità, criteri e strutture con cui il servizio viene attuato. Diritti e doveri, procedure di controllo di cui l utente può disporre. Un utile strumento di orientamento e di partecipazione; un atto, in sostanza, di grande trasparenza e di assunzione di responsabilità da parte del Comune. Andrea Cernicchi Assessore alle Politiche Culturali e Giovanili del Comune di Perugia Sistema Bibliotecario Comunale Integrato Le biblioteche del Comune di Perugia sono quattro ed erogano i loro servizi secondo standard comuni; costituiscono il Sistema Bibliotecario Comunale Integrato, di cui fanno parte anche altre biblioteche cittadine. 1 Sono distribuite nel tessuto urbano in modo da venire incontro a diversi bacini di utenza, favorendone l accesso e offrendo materiali diversificati e coordinati. 1. La Biblioteca Augusta in pieno centro, è prossima alle sedi istituzionali territoriali e universitarie. Fondata alla fine del Cinquecento per lascito testamentario al Comune di Perugia e aperta al pubblico nel 1623, è biblioteca storica di conservazione. Incrementa e valorizza il proprio patrimonio antico e favorisce la ricerca storico-umanistica, con repertori e altri strumenti specifici, sia tradizionali che multimediali, digitali, postazioni internet ecc. 2. La Biblioteca Multimediale in zona centrale prossima alla stazione ferroviaria, è circondata dal verde. E biblioteca di pubblica lettura che, accanto al patrimonio librario, privilegia documenti musicali, multimediali, audio e video, con postazioni Internet. 1 Biblioteca del Centro Giovanile di Ponte San Giovanni, Biblioteca dell Associazione di Volontariato Palmira Federici, Biblioteca provinciale multimediale per ciechi Sergio Agabiti, Biblioteca dell Istituto Tecnico Commerciale Vittorio Emanuele II, Biblioteca del Centro Studi del Teatro Stabile dell Umbria, Biblioteca delle Nuvole. 1

2 3. La Biblioteca Biblionet a Ponte San Giovanni, importante quartiere moderno densamente abitato, con presenza di famiglie di recente immigrazione, offre un servizio di base aggiornato e variegato con materiali anche multimediali e numerose postazioni Internet, e sviluppa in particolare il settore dell integrazione culturale attraverso lo scaffale multiculturale. 4. La Biblioteca Sandro Penna, concepita e costruita di recente a San Sisto, asse di sviluppo di rilievo della città di Perugia, è prossima a istituzioni scolastiche e ricreative. E biblioteca multimediale attenta quindi ai nuovi prodotti audio, video, CD e DVD con postazioni Internet. Dedica un intero piano dell edificio alla sezione ragazzi, ai quali è rivolto un progetto di animazione alla lettura che si svolge durante l anno scolastico. Ospita un ricco fondo musicale di LP di musica classica e operistica. Le biblioteche si coordinano e collaborano nella politica degli acquisti, nella gestione dei servizi e nello svolgimento delle attività secondo le particolarità di ciascuna e secondo il proprio bacino di utenza, cercando di migliorare l offerta generale e di coordinarsi con le realtà sociali e culturali del territorio. Nel far questo si tiene conto non soltanto dell utenza reale, ma anche di quella potenziale, con l ausilio di questionari e altri strumenti di indagine. Le biblioteche appartengono inoltre al Polo Regionale Umbro del Sistema Bibliotecario Nazionale e partecipano a Internet culturale, il portale della Biblioteca Digitale Italiana, con il patrimonio catalografico consultabile nell opac SBN nazionale e con i manoscritti e i periodici storici della Biblioteca Augusta, digitalizzati. Natura e fine dei servizi bibliotecari Le biblioteche incrementano, aggiornano e mettono a disposizione il loro patrimonio per garantire il diritto dei cittadini di accedere liberamente alla cultura, ai documenti, alle informazioni, alle espressioni del pensiero e della creatività umana, secondo i principi della Costituzione Italiana, le linee guida IFLA/UNESCO e le indicazioni dettate dall Anci per le biblioteche 2 : raccolgono e organizzano la documentazione generale su qualsiasi supporto, promuovendo la diffusione del libro e della lettura e l accesso di ogni individuo alla cultura, alla conoscenza, alle idee e alle opinioni; conservano e valorizzano il patrimonio documentario locale e nazionale in ogni sua forma assicurandone la trasmissione alle generazioni future; contribuiscono ad accrescere la consapevolezza delle diversità e delle eredità culturali, favorendo l inclusione sociale; documentano la realtà locale di appartenenza, nel rispetto della dimensione plurale, dinamica e multiculturale della società; sostengono la formazione per tutto l arco della vita, favorendo l alfabetizzazione informatica e l educazione permanente, collaborano con il sistema scolastico, parascolastico e universitario; favoriscono l integrazione delle categorie svantaggiate attraverso l eliminazione degli ostacoli di ogni genere alla fruizione dei diversi servizi. 2 Manifesto Unesco sulla biblioteca pubblica (1994), Linee Guida IFLA/UNESCO (2001) e Linee di politica bibliotecaria per le autonomie (2004) dell Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). 2

3 I servizi Le Biblioteche comunali erogano sia servizi diretti liberi e gratuiti, servizi Internet e servizi a pagamento. Sono servizi liberi e gratuiti i seguenti: Servizi diretti 1. Consultazione e studio in sede 2. Prestito di documenti 3. Consulenza bibliografica, reference e accesso a banche dati 4. Consultazione di Internet 5. Postazioni multimediali 6. Visite guidate 7. Trasporto cultura Servizi internet 1. Cataloghi on line 2. Sito web delle biblioteche 3. Biblioteca digitale 4. Comunicazione periodica sulle attività delle biblioteche Servizi a pagamento 1. Riproduzione dei documenti 2. Prestito interbibliotecario 3. Uso delle sale per iniziative culturali L erogazione dei servizi avviene nei tempi e nei modi sotto indicati. Come iscriversi Servizi diretti Per utilizzare alcuni servizi occorre avere la tessera delle Biblioteche comunali, che viene rilasciata iscrivendosi in una qualsiasi delle quattro sedi. La tessera è personale, nominativa e gratuita. Si possono iscrivere tutti coloro che risiedono nella regione Umbria o che possono documentare o autocertificare un attività di lavoro o di studio nella provincia di Perugia, compilando la dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà. Per iscriversi è necessario presentare un documento d identità valido ed una foto tessera e sottoscrivere il modulo di iscrizione. E considerato documento d identità legalmente accettato qualsiasi documento di riconoscimento rilasciato da un amministrazione dello Stato purché munito di fotografia e di timbro; in particolare sono accettati come egualmente validi per l identificazione i seguenti documenti: passaporto, carta d identità, patente di guida, porto d armi, libretto di pensione, tessera Ministero dell Interno (ex art.35 D.P.R. 445/2000). Per i minori l iscrizione è fatta da un genitore o da chi ne fa le veci; in Biblioteca Augusta l iscrizione è accettata solo per minori che abbiano compiuto 14 anni. In Augusta per la consultazione di fondi rari e manoscritti è possibile avere una tessera temporanea con validità 30 gg. anche per i non residenti. L iscrizione dà diritto all uso dei servizi delle Biblioteche del Sistema bibliotecario integrato. All ingresso in Biblioteca occorre esibire la tessera o un documento d identità per la registrazione statistica. Tempi di erogazione dell iscrizione ai servizi: entro 30 minuti. 1. Consultazione e studio in sede In Biblioteca la consultazione dei cataloghi e del materiale documentario posseduto è libera; l iscrizione è richiesta solo per lo studio di fondi antichi e manoscritti in Biblioteca Augusta. Ove il patrimonio librario è disposto a scaffale aperto, gli utenti hanno libero accesso ai volumi. Il personale in servizio assiste gli utenti nelle loro ricerche. L accesso degli utenti alle sale di lettura, per studiarvi con 3

4 proprio materiale, è consentito, ma può subire limitazioni in relazione alle esigenze degli utenti del servizio di consultazione e lettura del materiale posseduto dalle Biblioteche. Tempi di erogazione: immediato In Augusta, data la varietà e particolarità del materiale conservato, sono presenti anche altre modalità di erogazione del servizio: a) per consultare un opera conservata nei magazzini librari è necessario compilare l apposito modulo e consegnarlo al bancone della distribuzione. In un giorno possono essere richieste fino a 6 monografie e/o cartelle di quotidiani e/o riviste. Può essere prenotato lo stesso quantitativo di materiale per il giorno successivo. Tempi di erogazione: 15 minuti dalla presentazione del modulo b) le opere appartenenti al Fondo Antico o a fondi speciali devono essere prenotate la mattina per poter essere consultate dopo le ore 14,00, o il pomeriggio per poter essere consultate la mattina successiva. Il prelievo viene effettuato due volte al giorno: alle ore 8,00 e alle ore 13,30. Tempi di erogazione: mezza giornata lavorativa dalla presentazione del modulo c) i manoscritti vengono richiesti in Sala Conestabile, compilando l apposito modulo. Tempi di erogazione: 10 minuti d) le opere conservate nei magazzini esterni devono essere prenotate almeno 1 giorno prima. Tempi di erogazione: 1 giornata lavorativa dalla presentazione del modulo 2. Prestito di documenti Presentando la propria tessera di iscrizione e compilando l apposito modulo di richiesta (solo in Augusta) si possono prendere in prestito: - per i libri: 3 opere (per un massimo di 4 volumi) - per cd audio o multimediali, musicassette, dvd, vhs: 2 opere in totale (2 unità fisiche) Per le opere non ammesse al prestito è possibile richiedere riproduzioni in sede. Sono esclusi dal prestito i seguenti documenti: - i periodici e le enciclopedie - le opere fino al i fondi antichi e speciali (come ad esempio la Sezione Locale) - le opere collocate nelle sale di lettura e consultazione dell Augusta - le tesi di laurea e dottorato, dattiloscritti e opere inedite - le opere in precario stato di conservazione, i volumi di grande e piccolissimo formato - le pubblicazioni con particolari caratteristiche editoriali (opere a carattere prevalentemente fotografico, con tavole fuori testo, pubblicazioni a fogli sciolti, etc.) - il materiale multimediale prima che siano decorsi ventiquattro mesi dalla sua realizzazione (L. 633/1941 art. 69) Tempi di erogazione: entro 30 minuti per ogni documento 2.1 Durata del prestito Il prestito dei libri ha durata non prorogabile di 30 giorni e il prestito del materiale multimediale ha durata non prorogabile di 7 giorni. 2.2 Ritardi e sanzioni I materiali in prestito devono essere restituiti puntualmente e in buono stato. Oltre la data di scadenza del prestito si è sospesi dal servizio per un mese a partire dalla data di restituzione. Agli utenti ritardatari verrà inviato un sms e/o una lettera di sollecito. Se il ritardo riguarda libri di prestito interbibliotecario la sospensione è di 3 mesi. In caso di maggiori ritardi, la sospensione sarà estesa in tutte le Biblioteche comunali di Perugia e, per più gravi e ripetuti episodi, l utente potrà essere escluso dal prestito. Se il documento viene smarrito o danneggiato dovrà essere ricomprato o, se non fosse più in commercio, sostituito con un altro di analogo valore indicato dal bibliotecario. 4

5 3. Consulenza bibliografica, reference e accesso a banche dati Il bibliotecario fornisce a tutti gli utenti anche non iscritti: - istruzione e assistenza all uso delle risorse della biblioteca - orientamento nella ricerca a catalogo - assistenza per l interrogazione dei cataloghi in linea (OPAC) e delle basi dati disponibili in linea o su cdrom - definizione e precisazione degli argomenti di ricerca - informazioni biografiche e storiche - orientamento verso altri servizi bibliotecari e culturali cittadini - ricerche di e su siti istituzionali specializzati Tempi di erogazione: entro 30 minuti In Augusta è presente la Sala Informazioni Bibliografiche. In questa sede il servizio è offerto anche ad utenti remoti tramite , fax o per corrispondenza. Tempi di erogazione: entro 12 giorni dal ricevimento della richiesta 4. Consultazione di Internet Le Biblioteche comunali di Perugia offrono gratuitamente ai propri utenti iscritti ai servizi l accesso ad Internet come ulteriore strumento di informazione rispetto alle fonti tradizionali. Il servizio è regolato dalle Norme di organizzazione del Servizio Internet nelle Biblioteche comunali di Perugia (allegato A ). Il servizio mette a disposizione in ogni Biblioteca: linea ADSL, collegamento gratuito, scarico dati e stampe, riversamento su floppy o su cd rom (presso la biblioteca Augusta), stampe b/n formato A4 e, nelle Biblioteche Sandro Penna e Biblionet, anche a colori secondo le tariffe in vigore. Ogni utente può utilizzare Internet per un ora al giorno. 4.1 Modalità di accesso al servizio L accesso al servizio Internet è consentito esclusivamente agli utenti in possesso della tessera delle Biblioteche comunali che abbiano preso visione delle Norme di organizzazione del servizio Internet ed abbiano espresso esplicito impegno a rispettarne il contenuto. A ciascun utente iscritto sarà fornita username (identificativo utente) e password di accesso che ne permette l identificazione. Tempo di accreditamento: entro 3 giorni lavorativi 4.2 Assistenza Il personale della Biblioteca garantisce l assistenza di base per l attivazione della connessione Internet. 4.3 Responsabilità e obblighi per l utente Internet non può essere utilizzato per scopi vietati dalla legislazione vigente. L utente è direttamente responsabile, civilmente e penalmente, per l uso fatto del servizio Internet. In ottemperanza alle leggi vigenti, sono adottate le seguenti misure: - conservazione della copia di un documento valido di identità degli utenti che navigano in Internet - registrazione delle attività degli utenti, conservate secondi i termini di legge Le biblioteche si riservano inoltre la facoltà di applicare filtri di restrizione alla navigazione. 4.4 Utenti in età minore L iscrizione al servizio dei minori di 18 anni, deve essere controfirmata da un genitore (o da chi ne fa le veci), che abbia preso visione delle Norme di organizzazione del servizio Internet e delle Raccomandazioni per la sicurezza dei minori (allegato B). 5. Postazioni multimediali L utente iscritto alle Biblioteche comunali può utilizzare le postazioni multimediali per la consultazione di cd-rom e altro materiale multimediale posseduto dalla Biblioteca. Presso Biblionet, la Biblioteca Multimediale (con postazioni dedicate) e la Biblioteca Sandro Penna, nelle stesse postazioni è possibile utilizzare alcuni programmi informatici fra i più diffusi: Word, Excel, PowerPoint, Access. L utente prenota la postazione per un ora al giorno e, al momento della sessione di lavoro, scrive i suoi dati nell apposito registro. E possibile salvare i dati su floppy disk acquistati in Biblioteca. 5

6 L utente risponde personalmente di eventuali danni causati all hardware e al software. E possibile eseguire stampein b/n in formato A4 in tutte le biblioteche, a colori presso la Biblioteca Sandro Penna e Biblionet. 6.Visite guidate La visita ha lo scopo di presentare la Biblioteca illustrando l organizzazione delle sale, il patrimonio, i fondi speciali, la consultazione dei cataloghi, gli strumenti basilari per la ricerca bibliografica, i servizi disponibili. E possibile concordare preventivamente con i bibliotecari percorsi tematici personalizzati. L invito a visitare le Biblioteche è rivolto particolarmente ai gruppi di studenti max alunni accompagnati dagli insegnanti, previa prenotazione. A Biblionet e alla Biblioteca Sandro Penna è possibile richiedere, nell ambito della visita, un programma di animazione alla lettura, destinato alle scuole materne, elementari e medie. Tempi di erogazione: entro 30 giorni dalla richiesta 7.Trasporto cultura Tutti gli utenti iscritti, dopo aver localizzato nei cataloghi delle Biblioteche comunali i documenti di loro interesse possono prenotarli e chiedere che siano recapitati presso la Biblioteca a loro più comoda. I documenti possono così essere consultati nella sede della Biblioteca da cui si è fatta la richiesta oppure a casa, in base a quanto previsto dalle norme che regolano il prestito. Per usufruire del Trasporto Cultura l utente deve compilare un modulo di richiesta e consegnarlo alla Biblioteca dove intende farsi recapitare il documento. Il materiale prenotato può essere ritirato dall utente, previa comunicazione telefonica. Sono inclusi nel Trasporto Cultura: libri, dvd, videocassette, cd, microfilm; ne è escluso quel materiale per il quale non è previsto il prestito (Cfr. 2. Prestito di documenti). Tempi di erogazione: entro 3 giorni lavorativi Servizi Internet Sono servizi Internet quelli attraverso i quali gli utenti possono svolgere ricerche ed avere informazioni senza recarsi in Biblioteca e senza l aiuto diretto del bibliotecario 1. Cataloghi on line Per effettuare una ricerca bibliografica sono disponibili i seguenti cataloghi in linea: Libri in linea: è il catalogo delle Biblioteche umbre aderenti al Sistema Bibliotecario Nazionale. Contiene l intero patrimonio di libri e periodici di Biblionet, della Biblioteca Multimediale e della Biblioteca Sandro Penna e, per la Biblioteca Augusta, i libri inseriti a partire dal 1994, tutti i periodici e i cd rom, ed ulteriori notizie relative ai volumi più richiesti (http://opacum1.umbria2000.it) Biblioweb: Catalogo generale per autore della Biblioteca Augusta di Perugia: contiene le scansioni delle schede cartacee della Biblioteca Augusta, in sequenza alfabetica, suddivise in cassetti virtuali (gruppi alfabetici). E composto da circa schede ed è stato chiuso il 31 dicembre 2001 (http://biblioweb.comune.perugia.it) OPAC del Sistema Bibliotecario Comunale integrato: comprende i fondi speciali della Biblioteca Augusta non descritti in Libri in Linea (alcune sezioni di fondo antico, fondo Walter Binni, materiale non edito, tesi di laurea e di dottorato) e permette di interrogare i cataloghi delle biblioteche di Perugia che hanno aderito al Sistema Bibliotecario Comunale Integrato (http://www.comune.perugia.it/canale.asp?id=2721) 2. Sito web delle Biblioteche Le Biblioteche aggiornano e curano un sito internet (http://biblioteche.comune.perugia.it) in modo da: - offrire servizi specifici in remoto, non mediati dalla struttura o dal bibliotecario - favorire l accesso ai documenti e l uso delle strutture a chi sia impossibilitato a recarsi personalmente in biblioteca - ampliare il bacino degli utenti reali e potenziali dei servizi bibliotecari - valorizzare il patrimonio documentario del passato 6

7 Oltre ai dati generali sulle singole Biblioteche comunali, nel sito è possibile: reperire informazioni sui servizi avere notizia delle iniziative e attività in corso conoscere i dati sul patrimonio, le statistiche, i risultati delle indagini sull utenza, le iniziative culturali degli anni precedenti trovare informazioni sulle altre biblioteche della città accedere a strumenti per la ricerca quali bibliografie on-line, mostre virtuali, Archivio di autorità dei nomi di Perugia collegarsi ai cataloghi on-line e banche dati delle biblioteche comunali entrare nella Biblioteca digitale della Biblioteca Augusta stampare la modulistica inviare proposte d acquisto di libri e documenti iscriversi alla newsletter e ad Infobiblioteca Nel sito sono inoltre presenti selezioni di siti specializzati, costruiti dai bibliotecari per rispondere alle esigenze degli utenti, distinti per materia e/o per fasce d età: - Link utili - BiblioJunior: il web per i ragazzi - Scaffale multiculturale - Cataloghi on-line locali, nazionali ed internazionali 3. Biblioteca Digitale Per valorizzare e rendere più facilmente fruibile il patrimonio storico della Biblioteca Augusta, si stanno progressivamente digitalizzando alcuni fondi e documenti, resi poi disponibili in Internet insieme ad accurate descrizioni, bibliografie e note storiche. Nell ambito della Biblioteca Digitale Italiana, sono stati già digitalizzati e messi in rete alcuni periodici storici e manoscritti medioevali: Emeroteca digitale: permette la consultazione on-line dei giornali di informazione generale e cronaca locale, editi in Umbria con periodicità quotidiana, bisettimanale o settimanale dal 1810 al 1942 Manoscritti: comprende 21 corali provenienti dal convento di S.Domenico di Perugia e gli altri manoscritti musicali conservati alla Biblioteca Augusta; altri manoscritti relativi alla storia di Perugia e dell Umbria. 4. Comunicazione periodica sulle attività delle biblioteche - Newsletter: informazioni attraverso messaggi di posta elettronica agli utenti iscritti - InfoBiblioteca: informazioni attraverso messaggi SMS agli utenti iscritti 1. Riproduzione dei documenti Servizi a pagamento In tutte le Biblioteche è possibile richiedere la riproduzione delle opere mediante fotocopia, salvo limitazioni dovute alla normativa vigente e a motivi di tutela del materiale. A Biblionet è possibile fare personalmente, previa autorizzazione, la digitalizzazione tramite scanner. Presso la Biblioteca Augusta è possibile richiedere la digitalizzazione tramite scanner e fotografia. In questa sede è anche presente una fotocopiatrice self-service a schede, utilizzabile dagli utenti per il materiale moderno. Tempi di erogazione Fotocopie: entro 3 giorni lavorativi Scansioni digitali: Immediatamente (Biblionet); entro 20 giorni in Biblioteca Augusta. Riproduzioni fotografiche: entro 45 giorni 1.2 Costi I prezzi delle riproduzioni sono definiti con Delibera di Giunta Comunale (allegato C) 7

8 2 Prestito interbibliotecario Il servizio permette di richiedere ad altre biblioteche - in Italia e nel mondo - le opere originali o in copia che non si trovano presso il Sistema Bibliotecario di Perugia. Il servizio è centralizzato presso la Biblioteca Augusta. Le richieste possono essere inoltrate anche presso tutte le Biblioteche del Sistema. 2.1 Costi Il servizio è gratuito; viene chiesto solamente il rimborso delle spese sostenute. Le spese complessive variano a seconda delle tariffe di spedizione, dei rimborsi e delle modalità di pagamento richiesti dalle biblioteche proprietarie. Per ogni richiesta è necessario versare un acconto. E possibile richiedere un preventivo di spesa. 2.2 Consultazione Il materiale ricevuto può essere consultato secondo le normali procedure, compreso il prestito a domicilio; tuttavia le biblioteche proprietarie possono richiedere la consultazione esclusivamente in Biblioteca. Le opere ricevute in prestito devono essere restituite nei tempi indicati, pena la sospensione dal servizio di prestito, anche locale, per tre mesi a partire dalla data di restituzione. In caso di gravi ritardi si potrà essere esclusi dal servizio. Tempi di erogazione: le richieste verranno evase entro 12 giorni. All arrivo delle risposte o del materiale gli utenti verranno avvisati telefonicamente. I tempi di consegna variano in funzione della distanza, della disponibilità del materiale, della gestione del servizio da parte della biblioteca prestante e dei servizi di spedizione. 3. Uso delle sale per iniziative culturali E possibile chiedere la concessione a titolo oneroso dell uso delle sale presenti nelle Biblioteche comunali per iniziative culturali. Il richiedente dovrà formulare istanza di utilizzazione degli spazi con un minimo di 30 gg. di anticipo dalla data presunta dell iniziativa; la domanda dovrà essere corredata di una nota che descriva l iniziativa, la durata, la sua finalità, gli spazi necessari, le strutture previste, le necessità di energia elettrica e quant altro atto a consentire all Amministrazione una valutazione corretta della compatibilità dell iniziativa con gli spazi disponibili. Il Disciplinare (allegato D) contiene le norme d uso ed i costi 8

9 Gli indicatori Dati delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Comunale anno 2005 Dati strutturali 2005 BIBLIOTECHE Estensione (mq) Ore apertura Posti lettura Settimanale AUGUSTA BIBLIONET MULTIMEDIALE SANDRO PENNA Postazioni multimediali accesso internet Dotazione documentale 2005 BIBLIOTECHE Libri totale Periodici correnti Libri per ragazzi Libri acquisiti nell anno Libri disponibili per il prestito AUGUSTA BIBLIONET MULTIMEDIALE SANDRO PENNA Dotazione documentale 2005 BIBLIOTECHE Fondo musicale (cd/lp) Video DVD Cd Rom AUGUSTA BIBLIONET MULTIMEDIALE SANDRO PENNA LP CD Utenti e prestiti 2005 BIBLIOTECHE Nuovi iscritti Prestiti Consultazione (frequenze) AUGUSTA BIBLIONET MULTIMEDIALE SANDRO PENNA

10 Tutela dei diritti degli utenti 1. Reclami Gli utenti hanno il diritto di reclamare per l inosservanza degli impegni assunti dalle Biblioteche comunali nella Carta dei Servizi. Il reclamo può essere presentato alla Direzione della U.O. Biblioteche verbalmente, per iscritto, via fax, telefonicamente o via posta elettronica e deve contenere generalità, indirizzo e reperibilità di colui che lo inoltra. I reclami orali e telefonici devono, successivamente, essere sottoscritti ed essere indirizzati alla Direzione. I reclami anonimi non sono presi in considerazione. La Direzione riferisce all utente con la massima celerità, e comunque non oltre trenta giorni dalla presentazione del reclamo, circa gli accertamenti compiuti, cercando di rimuovere le cause che hanno provocato il reclamo. 2. Forme di informazione e partecipazione Tutti gli utenti possono presentare suggerimenti per l acquisto di qualsiasi tipo di documento non posseduto dalla Biblioteca attraverso un apposito Registro o compilando un modulo già predisposto disponibile anche sul sito Internet delle biblioteche e presentare, comunque, ogni altro genere di proposte volte al miglioramento dei servizi. La Direzione, su richiesta, informa l utente dell accoglimento delle sue proposte o dei motivi del diniego. Agli utenti è garantito l accesso alle informazioni in base alla L. 241/1990 (Legge sulla Trasparenza). Con periodicità annuale, si effettuano indagini presso la propria utenza per conoscere il grado di soddisfazione dei servizi forniti. I risultati di tali indagini sono a disposizione degli utenti e dei cittadini sul sito Internet delle Biblioteche. 3. Rapporto con gli utenti Il personale della Biblioteca, durante il servizio, è munito del cartellino di riconoscimento; è tenuto a trattare gli utenti con rispetto e cortesia, imparzialità, riservatezza e senza discriminazione alcuna, garantendo l accesso ai documenti, alle informazioni e ai servizi disponibili. Il personale in servizio può allontanare o sospendere dai servizi l utente che non rispetti le regole per la conservazione, consultazione e prestito dei documenti, degli arredi, delle attrezzature e per l accesso al Servizio Internet. 4. Comportamento degli utenti Ogni cittadino ha diritto di usufruire dei servizi offerti dalle Biblioteche a condizione di garantire il rispetto dei diritti altrui, osservando le norme di buona educazione, corretto comportamento nei confronti del personale e degli altri utenti, e le regole previste per l accesso e l utilizzo dei Servizi bibliotecari. Inoltre agli utenti è richiesto di: - non danneggiare i materiali messi a disposizione - rispettare gli orari e i tempi di erogazione dei servizi - rispettare il divieto di fumare - rispettare il divieto di utilizzare il cellulare nelle sale di lettura - rispettare il silenzio nelle sale di lettura - non consumare cibi e bevande nelle sale di lettura - depositare borse e zaini negli appositi armadietti che la Biblioteca mette a disposizione senza assumere responsabilità per quanto depositato. La Direzione può allontanare o sospendere dai servizi l utente che tenga un comportamento scorretto nei confronti degli altri utenti e del personale stesso o che risulti di pregiudizio o disturbo al servizio pubblico. La sospensione potrà essere estesa a tutte le Biblioteche comunali, a discrezione del dirigente, nei casi di particolare gravità Privacy Agli utenti è garantito il diritto alla riservatezza come previsto dalla L.675/1996 (Legge sulla Privacy). 3 Vedi anche 2.2 Ritardi e Sanzioni 10

11 Allegato A: Organizzazione del servizio Internet nelle biblioteche Comunali di Perugia (Delibera G.C. n. 448 del 21 agosto 2003) 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il Sistema bibliotecario comunale di Perugia riconosce l utilità dell informazione elettronica per il soddisfacimento delle esigenze informative ed educative della comunità. 1.2 Le Biblioteche comunali di Perugia, offrono gratuitamente ai propri utenti l accesso ad Internet come ulteriore strumento di informazione rispetto alle fonti tradizionali. 1.3 Internet è una risorsa che in biblioteca deve essere utilizzata in coerenza con le funzioni e gli obiettivi fondamentali della stessa: Internet in biblioteca è da intendersi, dunque, come fonte di informazione per finalità di ricerca, studio e documentazione. 2. Qualità dell informazione La responsabilità delle informazioni presenti in Internet è propria di ogni singolo produttore: spetta all utente vagliare criticamente la qualità delle informazioni reperite. 3. Modalità di accesso al servizio 3.1 L accesso al servizio Internet è consentito esclusivamente agli utenti che vi risultino iscritti, per aver compilato l apposito modulo di iscrizione dopo aver preso visione del presente documento che detta i criteri di organizzazione del servizio Internet. 3.2 L uso di Internet è consentito di norma a non più di due persone contemporaneamente per postazione. 3.3 Per l uso di Internet è necessaria la prenotazione. 3.4 Di norma, ogni utente può utilizzare Internet per non più di un ora al giorno. Se l utente non si presenta entro 15' dall inizio dell ora prenotata, la postazione è da considerarsi libera. In caso di problemi tecnici che impediscano o limitino l uso di Internet, non è previsto il recupero dei tempi non fruiti. 3.5 Ciascun utente di Internet è tenuto a firmare, ad ogni sessione, l apposito registro della Biblioteca che ne documenta il giorno, l ora e la postazione di utilizzo. 3.6 L accesso a Internet è gratuito. 3.7 La Biblioteca prevede il solo pagamento dei fogli stampati formato A4 (b/n) e dei supporti magnetici (floppy disk) per lo scarico dei dati in base al tariffario in vigore. 4. Assistenza 4.1 Il personale della Biblioteca garantisce l assistenza di base per l attivazione della connessione Internet. 5. Servizi disponibili al pubblico 5.1 Sono disponibili i seguenti servizi: -consultazione www; -scarico dati (download); -stampa; 5.2 Lo scarico dati può avvenire solo su dischetti forniti dalla Biblioteca. Una volta usciti dalla Biblioteca, ai fini di sicurezza, i dischetti non possono più essere utilizzati sulle postazioni destinate alla navigazione Internet. I dischetti possono, a richiesta dell utente, essere custoditi dal personale della Biblioteca, e solo in questo caso, riutilizzati nelle postazioni Internet 5.3 Nelle postazioni Internet è fatto assoluto divieto di usare dischetti già in possesso dell utente. 5.4 Il bibliotecario, per cause di servizio, può non permettere operazioni di scarico dati e di stampa che richiedano tempi supplementari rispetto al periodo di consultazione prenotato. 5.5 L uso della posta elettronica deve uniformarsi agli obiettivi di Internet in biblioteca, specificati nell art. 1 del presente documento 6. Servizi non disponibili al pubblico - posta elettronica presso fornitori di free (eventuali files allegati sono consentiti solo per i dati memorizzati su dischetti, acquistati preventivamente in biblioteca ed elaborati nella stessa sessione di lavoro); -account di posta elettronica; -caricamento di file in rete (upload); -telefonate virtuali; -servizi a pagamento; -acquistare merci ed effettuare transazioni commerciali; -effettuare prenotazioni. 7. Responsabilità e obblighi per l utente 7.1 Internet non può essere utilizzato per scopi vietati dalla legislazione vigente. 7.2 L utente è direttamente responsabile, civilmente e penalmente, a norma delle vigenti leggi, per l uso fatto del servizio Internet. La Biblioteca si riserva di denunciare l utente alle autorità competenti per le attività illecite o illegali dallo stesso eventualmente compiute. L utente è tenuto a risarcire i danni prodotti alle apparecchiature, al software o alle configurazioni. Parimenti sono vietate le attività illegali e/o irregolari di qualsiasi genere ed attività che possono in qualsiasi modo apportare danneggiamenti ad altri utenti della rete Internet. 7.3 L utente è responsabile in ordine alla violazione degli accessi protetti, del copyright e delle licenze d uso. 7.4 E vietato alterare dati immessi da altri e svolgere operazioni che influenzino o compromettano la regolare operatività della rete o ne restringano la fruizione e le prestazioni per gli altri utenti. 7.5 E vietato alterare, rimuovere o danneggiare le configurazioni del software e dell hardware dei computer della Biblioteca. 8. Sanzioni La violazione degli obblighi di cui al presente Criteri di organizzazione del servizio Internet, può comportare: a) interruzione della sessione; b) sospensione o esclusione dall accesso al servizio; c) denuncia. 9. Utenti in età minore L iscrizione al servizio dei minori di 18 anni, deve essere controfirmata da un genitore (o da chi ne fa le veci), che abbia preso visione del presente Documento che indica i criteri di organizzazione del servizio Internet, delle Raccomandazioni per la sicurezza dei minori 8. Sanzioni La violazione degli obblighi di cui ai criteri del presente modello di organizzazione del servizio internet presente, può comportare: a) interruzione della sessione; b) sospensione o esclusione dall accesso al servizio; c) denuncia. 9. Utenti in età minore L iscrizione al servizio dei minori di 18 anni, deve essere controfirmata da un genitore (o da chi ne fa le veci), che abbia preso visione dei criteri del presente modello di organizzazione, delle Raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete, ed è rinnovata annualmente. 11

12 Allegato B: Raccomandazioni per una navigazione sicura ad uso dei minori 1. Non fornirò mai, senza il permesso dei miei genitori, a chi incontrerò sulla rete informazioni personali, quali nome, indirizzo di casa, numero di telefono o scuola frequentata. 2. Non darò mai a nessuno la mia password, neanche al mio migliore amico. 3. Non invierò a nessuno mie foto (il Regolamento vieta, comunque, l upload di qualsiasi file!). 4. Non accederò a siti che comportino un pagamento senza il permesso dei miei genitori. 5. Non comunicherò a nessuno, e per nessuna ragione, il numero di carta di credito o le coordinate e i dati bancari dei miei genitori. 6. Non fisserò appuntamenti, né incontrerò alcuno conosciuto sulla rete, senza aver prima avvisato i miei genitori. 7. Avviserò sempre il bibliotecario o i miei genitori, quando mi imbatterò in informazioni o altro presenti sulla rete che creano disagio o di cui non capisco bene lo scopo. Allegato C: Riproduzioni dei documenti: costi (Delibera di G.C. n. 56 del 23 febbraio 2006) Allegato D: Disciplinare per l uso delle sale per iniziative culturali presenti nelle Biblioteche del Comune di Perugia Art.1) L amministrazione comunale sulla base della D.D.G. n. 733 del 22/12/2005 concede a titolo oneroso, a sua insindacabile discrezione, l uso per iniziative culturali delle sale presenti nelle Biblioteche comunali alle condizioni riportate negli articoli seguenti. Art. 2) Il richiedente dovrà formulare istanza di utilizzazione degli spazi con un minimo di 30 gg. di anticipo dalla data presunta dell iniziativa; la domanda dovrà essere corredata di una nota che descriva l iniziativa, la durata, la sua finalità, gli spazi necessari, le strutture previste, le necessità di energia elettrica e quant altro atto a consentire all amministrazione una valutazione corretta della compatibilità dell iniziativa con gli spazi disponibili. Art. 3) Il richiedente dovrà dichiarare di impegnarsi a rispettare tutte le raccomandazioni contenute nel presente disciplinare. Dovrà inoltre designare un responsabile dell attività Art. 4) Una volta concesso l uso delle sale, il richiedente organizzatore dell iniziativa, sarà tenuto a rispettare tutte le normative vigenti in maniera di sicurezza, in particolare si ricorda: a) E vietato l uso di fiamme libere, di fornelli o stufe a gas, di stufe elettriche con resistenza a vista, di stufe a kerosene, di apparecchi ad incandescenza senza protezione, nonché il deposito di sostanze che possano provocare incendi o esplosioni. b) E vietato il deposito di sostanze infiammabili in quantità eccedenti il normale uso giornaliero. c) La ventilazione naturale dell ambiente non dovrà essere modificata. d) Gli impianti elettrici che verranno installati dovranno essere realizzati nel rispetto della legge 186/1968, legge 46/90, DPR 547/1995 e secondo le indicazioni contenute nelle normative CEI: nel caso in cui vengano derivate utenze elettriche non dal quadro generale esistente, l impianto dovrà essere disattivato da un punto prossimo a quello ove è ubicato il distacco generale dell energia elettrica. e) La capienza massima consentita è di 40 (quaranta) persone per Biblionet e Multimediale e 99 (novantanove) per la Sandro Penna. Art. 5) E fatto assoluto divieto all organizzatore, di installare strutture ed impianti fissi che possano modificare quelli esistenti, così come gli elementi di fissaggio dovranno essere rimovibili e non dovranno minimamente alterare l architettura, le strutture e gli impianti esistenti. Art. 6) Al termine dell iniziativa e dopo la rimozione di tutti gli allestimenti ed impianti aggiuntivi, avverrà la ripresa in consegna dei locali da parte dell Amministrazione, sempre alla presenza del responsabile dell iniziativa, con sottoscrizione di apposito verbale da cui risulta la totale rimessa in pristino dello stato dei luoghi e degli impianti, oppure la constatazione di eventuali danneggiamenti imputabili all uso da parte dell organizzatore. Art. 7) Il richiedente dovrà effettuare un deposito cauzionale o polizza fidejussoria di , che verrà restituito al termine dell iniziativa. Art. 8) La concessione dei locali da parte dell Amministrazione è subordinata alla sottoscrizione per accettazione della dichiarazione di uso allegata ed al versamento delle seguenti quote: intera giornata (dalle 9.00 alle 18.30) mezza giornata ( 9.00/13.30 oppure 14.30/18.30) serale (dalle alle 20.00) notturna (dalle alle 24.00) Art. 9) La spesa della custodia per l apertura serale (18.30/20.00) e notturna (dalle alle 24.00) sono a completo carico del richiedente. 12

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA,

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL

FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL FAQ sul prestito locale, interbibliotecario (ILL) e intersistemico (ISS) in SOL PRESTITO LOCALE 1. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul prestito locale e sulla gestione dei lettori? 2. Come

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Approvato con delibera della Giunta esecutiva n. 21 del 04.06.2002 Modificato con delibera della Giunta esecutiva n. 28 del 25.10.2002 Modificato

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SU ISTANZE ON LINE A) Credenziali d accesso - B) Dati personali - C) Codice personale - D) Telefono cellulare E) Posta Elettronica Certificata (PEC) - F) Indirizzo e-mail privato

Dettagli

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha realizzato il servizio di inoltro Telematico delle domande

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2,

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, COMUNE DI GAVARDO (Provincia di Brescia) ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, PARTE SECONDA, PUNTO 1, DELLA TARIFFA ALLEGATA.

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL

STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL INTRODUZIONE A cura del Coordinamento del Polo regionale del Veneto Vicenza, 12 ottobre 2011 PREMESSA Le istruzioni fornite nel 2010 per la compilazione del PMV riferito

Dettagli

LAUREA TRIENNALE STUDENTI LAUREA MAGISTRALE POST LAUREA

LAUREA TRIENNALE STUDENTI LAUREA MAGISTRALE POST LAUREA Allegato 6 - MOTIVI PRINCIPALI PER CUI GLI UTENTI SI RECANO NELLE BIBLIOTECHE, DOCUMENTI MAGGIORMENTE UTILIZZATI, FATTORI RITENUTI DETERMINANTI PER LA QUALITA DELLE BIBLIOTECHE RISPOSTE PER GRUPPI DI UTENTI

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli