Editoriale. di Carlo Oldrini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Editoriale. di Carlo Oldrini"

Transcript

1 lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Febbraio 2014 Editoriale di Carlo Oldrini Chi si occupa di Retail non sarà sorpreso nel leggere di questa nostra nuova iniziativa chiamata «Ipsos Retail Solutions». In primo luogo è naturale che un grande gruppo come Ipsos dedichi molta attenzione a questo settore economico così centrale nell economia di ogni nazione sviluppata. Aggiungiamo la presenza di esperienze come quelle di Filippo Genzini e del sottoscritto che si occupano di distribuzione da molti anni ed il gioco è fatto. Naturalmente non è solo questo; la nascita di Ipsos Retail Solutions è legata alla nostra strategia internazionale che porta anche in Italia l insieme delle esperienze e metodologie sviluppate in molti altri paesi, in primo luogo UK e Stati Uniti, da sempre all avanguardia negli studi su questo settore. Dall inizio del 2014, quindi, in Ipsos Italia vi è un dipartimento specializzato e focalizzato su questo settore, con lo scopo di stimolare il mondo della distribuzione italiana con approcci innovativi e punti di vista originali, combinando esperienze internazionali ad un grande patrimonio di conoscenza locale. La nostra prima newsletter contiene un articolo di Filippo Genzini con un punto di vista originale sul rapido cambiamento del ruolo dei punti vendita nei processi decisionali dei clienti; segue poi un analisi di Nikos Kotoulas dei fenomeni di conversione in vendite che abbiamo appena rilevato nel settore dell abbigliamento e, per concludere, un approfondimento sulle modalità di rilevazione del traffico nei punti vendita. Confido che questa nuova linea diretta mensile con tutti voi possa offrire degli spunti interessanti; io e i miei collaboratori siamo a disposizione per discutere e approfondire ogni tema.

2 Processi decisionali d acquisto tra presente e futuro In Italia, come in tutti i paesi una volta definiti economicamente avanzati il mondo della distribuzione sta vivendo una fase di profonda trasformazione. I category killer, in grado di uccidere la concorrenza tanto dei piccoli specialisti che degli ipermercati con un offerta ampia e profonda all interno di una categoria specifica, sono oggi sotto attacco da parte dell e-commerce. I retailer online, infatti, presentano assortimenti estremamente ampli, con un posizionamento di prezzo aggressivo, reso possibile anche dall assenza di tutti i costi collegati alla rete di vendita. Inoltre la relazione digitale consente agli e-retailer di stabilire un rapporto diretto con la clientela, conoscere i comportamenti di navigazione e acquisto, profilare gli utenti in base a una serie di criteri significativi e quindi comunicare in modo mirato offerte speciali o proposte basate sulla logica dell affinità o della complementarietà merceologica del tipo: se acquisti il prodotto X, allora ti potrebbe piacere anche Y. La minaccia, dicevo, è più forte per le catene specializzate in elettronica di consumo, elettrodomestici bianchi e bruni, abbigliamento, intimo, intrattenimento, arredamento. a cura di Filippo Genzini Ma non ne è esente nemmeno il largo consumo in quanto l e-commerce si presta alla vendita di prodotti per la cura della persona, nell area dell ortofrutta a chilometro zero, surgelati, bevande, vino. Così come all offerta di cene consegnate a domicilio, modalità con cui i ristoranti reagiscono alla minor propensione a consumare fuori casa, andando a erodere la spesa di alimentari fatta al supermercato o nel negozio tradizionale. C è da dire che uno studio condotto da McKinsey prevede che ancora nel 2025 l 85% del flusso di prodotti transiterà attraverso punti di vendita fisici. Una prospettiva in parte tranquillizzante che tuttavia conferma la prospettiva di una graduale erosione delle vendite nel retail brick & mortar, già provato nel nostro paese dalla crisi economica. Le proposte formulate dalle catene distributive per contrastare il fenomeno dell e-commerce là dove è più sviluppato, sono articolate e comprendono una presenza sempre più coordinata e omnichannel tra retail fisico e digitale, l adattamento di tutte le attività di comunicazione digitale anche per gli strumenti mobile, sempre più importanti nella ricerca di informazioni e anche per

3 Processi decisionali d acquisto tra presente e futuro l effettuazione di ordini, nonché forme ibride di ordine online e consegna in un punto di distribuzione fisico (click & collect). Iniziative queste che attaccano l ecommerce sul proprio terreno. Ma ve ne sono altre volte invece a sfruttare il punto di vendita in quanto risorsa distintiva, valorizzando quindi al massimo il patrimonio in termini di contatto con la clientela rappresentato dai negozi e dal personale di vendita. a cura di Filippo Genzini Il prezzo viene spesso usato come un alibi. Invece, se è vero che in rete si trova tutto e a prezzi più convenienti, uno studio recente presentato da Gartner alla National Retail Federation Convention ha scoperto che il pubblico è disposto a spendere tra l 1 e il 5% in più per il bene che desidera acquistare, se può portarselo subito a casa. E questo rappresenta solo uno dei vantaggi offerti dai punti di vendita fisici. Ed è proprio questo il punto che desideriamo sottolineare in questa newsletter: il negozio, grande magazzino o supermercato non rappresenta una zavorra per l impresa distributiva di successo, quanto piuttosto un punto di forza, soprattutto se si è in grado di superare i vecchi schemi organizzativi per pensare invece con la testa del cliente. Si parla molto del fenomeno dello showrooming, per esempio. Ma perché il cliente potenziale dovrebbe prendersi il disturbo di venire nel punto vendita a vedere il nuovo modello di televisore 3D, informarsi sulla PS4, o provare il capo d abbigliamento che desidera da tempo e poi tornarsene a casa a mani vuote, fare l ordine online e aspettare i tempi di consegna previsti? Perché allora il negozio spesso non è in grado di trasformare il traffico in scontrini? Perché l esposizione dei prodotti non è ottimale per consentire al cliente di trovare ciò che cerca? Perché il personale di punto vendita è assente, impreparato, non motivato? Perché non dispone di strumenti digitali per integrare l esposizione fisica nel negozio, necessariamente limitata, con il resto dell assortimento trattato a magazzino? O perché talvolta il sistema informatico non è in grado di individuare il negozio che ha in stock il prodotto desiderato dal cliente, né di garantire tempi solleciti di consegna? Forse la risposta a tutte queste domande è una sola: l azienda di distribuzione tradizionale, per uno strano paradosso, pur avendo la fortuna di essere in contatto

4 Processi decisionali d acquisto tra presente e futuro ogni giorno con la propria clientela, non è progettata per trarne vantaggio fino in fondo. Cosa stanno facendo allora le aziende di successo, al fine di ottimizzare l efficienza della rete fisica dei punti vendita e la relazione diretta con la clientela? Mettono al centro dell azienda il cliente. Che non significa pensare di conoscerlo alla perfezione ed essere convinti di agire in suo nome. Si tratta, piuttosto, di dare davvero voce in tutte le funzioni aziendali al suo punto di vista, alle sue percezioni e alle esigenze che dichiara di avere. Come? Prestando ascolto attraverso le ricerche, il buzz nella rete oppure i consigli e le lamentele affidate al personale del punto di vendita, ai contatti sul sito web, al numero verde. Ma anche osservando i suoi comportamenti quando si muove tra reparti e scaffali. E analizzando la storia dei suoi acquisti. Conciliano l arte di acquistare bene con quella di vendere meglio. Che significa innanzitutto offrire i prodotti più desiderati dalla gente, non quelli più promozionati dai fornitori. E presentare l offerta non secondo la logica che governa il reparto acquisti o la gerarchia dei prodotti nella a cura di Filippo Genzini banca dati delle referenze trattate quanto piuttosto in una prospettiva di occasioni di consumo o di fruizione. Affinità e complementarietà dei prodotti, infatti, sono poco sfruttate nelle catene di ogni tipo, dall abbigliamento al grocery. E, invece, rappresentano il modo migliore per ricordare o suggerire esigenze latenti, difficilmente presenti nelle liste della spesa programmata, che possono fare la differenza tra uno scontrino in leggera e costante flessione e uno in crescita. Organizzano il punto vendita di conseguenza: non in logica di prodotto ma di occasioni di fruizione o di mondi, per stimolare i bisogni latenti ed eliminare le zone fredde. E difficile a livello logistico? Comporta qualche modifica a livello organizzativo? E la vita. I siti di e- commerce funzionano già così. E se il negozio è una vetrina, va sfruttato al meglio, dimenticando il vecchio modo di pensare condizionato da una struttura organizzativa che, forse, funzionava vent anni fa. Si differenziano agli occhi della clientela pensando a un offerta complessiva esclusiva di prodotti, servizi e store format per ottenere il risultato di una customer

5 Processi decisionali d acquisto tra presente e futuro experience unica. Perché è impossibile differenziarsi trattando sempre e solo i best seller, una scelta che conduce nel vicolo cieco della competizione di prezzo pubblicizzata dal volantino e delle marginalità declinanti. Perché format di supermercati e ipermercati che funzionavano bene trenta o quarant anni fa, non hanno un presente e tanto meno un futuro. E anche perché, almeno per ora, ci sono cose che l e-retailer non può offrire: un sorriso, un caffè, una bibita, una toilette. Affiancano ai classici strumenti di comunicazione interna quelli digitali, in grado di ricreare alcuni dei vantaggi della navigazione nei siti di e-commerce, sintonizzarsi con la clientela più smart in termini di tecnologia e creare esperienze di realtà allargata. Wi-fi per accedere dal punto vendita al portale della catena, ibeacon o strumenti simili per riconoscere i clienti quando varcano la soglia del negozio e seguirne i movimenti, touch screen per sfogliare cataloghi digitali, attaccapanni che suggeriscono quanti like il capo d abbigliamento ha su Facebook, specchi virtuali per provare capi digitali, postazioni per prendere un caffè che riproducono l atmosfera, i profumi e i a cura di Filippo Genzini rumori del bar. Ma anche servizi innovativi al momento di pagare, con le carte fedeltà, di credito e i coupon fruibili direttamente attraverso uno smartphone. Le cose da fare non mancano certo. Importante allora avere sempre in mente alcuni obiettivi oggi imprescindibili: Il negozio va sfruttato al massimo quale occasione di interazione con il cliente potenziale. Nessun cliente deve uscire dal negozio senza aver acquistato ciò che aveva in mente quando è entrato. Nessun cliente deve uscire dal negozio senza aver acquistato qualcosa in più rispetto alla sua spesa programmata. Il negozio è la vetrina della propria offerta e va rinnovato in continuazione per anticipare le tendenze o, almeno, per adattarsi a esse in modo tempestivo. I retailer si trovano allora di fronte alla sfida impegnativa di dover abbandonare il vecchio modello di offerta, orientato alla produzione del servizio distributivo, sposandone uno nuovo, caratterizzato dalla centralità del cliente. Una sfida da vincere anche attraverso una nuova sensibilità alle informazioni di marketing.

6 Fresh data: incrementare le vendite per la categoria abbigliamento a cura di Nikos Kotoulas La vetrina, si sa, è un mezzo per catturare l interesse e invogliare acquisti non pianificati. Il 35% delle visite in negozi di abbigliamento e accessori è infatti influenzato dai prodotti esposti esternamente: il problema è poi convertire questo interesse attivo in un acquisto effettivo. Da un nostro sondaggio di febbraio 2014 emerge un dato che fa riflettere: solo il 40% di chi è entrato in un negozio monomarca o in un grande magazzino, con l intenzione di acquistare un determinato capo o un accessorio, ha effettivamente comprato quel prodotto specifico. Cos è dunque avvenuto nel punto vendita? Si può immaginare che il prezzo, soprattutto oggigiorno, possa aver costituito una barriera. In verità, questo ha provocato solo il 17% dei ripensamenti. Ben più significative - 28% in totale - le ragioni legate a un inefficienza nella gestione del negozio, sia in termini di assistenza, sia di organizzazione del reparto e di esposizione dei prodotti. Soprattutto chi non aveva pianificato l acquisto, ma era stato attratto da un particolare prodotto in vetrina, vede scemare il proprio interesse una volta varcato l ingresso, limitandosi a curiosare tra i prodotti. Un occasione persa? Forse sì, considerando l esperienza degli shopper non proprio ottimale a causa di un utilizzo non efficace delle risorse sul punto vendita. Il personale, per esempio, può giocare un ruolo importante, influenzando in alcuni casi le scelte e indirizzando verso prodotti diversi da quelli inizialmente desiderati dagli shopper. In altre occasioni, la mancata assistenza ha invece portato a una visita sterile, senza nessun acquisto portato a termine. Nel 15% dei casi l esposizione e l assortimento hanno impattato nei «ripensamenti». Da una parte portando a scelte di prodotto diverse, rispetto ai piani o desideri iniziali. In altri casi l organizzazione confusa del reparto ha compromesso la conclusione di qualsiasi vendita. Ed è interessante notare che le critiche, sull organizzazione così come sull assistenza alla vendita, vengano soprattutto dai più giovani, forse meno propensi a perdonare una customer experience negativa. Fonte: Ipsos Retail Solutions, 808 casi, Feb. 2014

7 Fresh data: incrementare le vendite per la categoria abbigliamento a cura di Nikos Kotoulas Qualche buona notizia? Per fortuna, malgrado gli shopper siano sempre più critici, informati ed esigenti, ci sono anche segnali positivi. Tra coloro che hanno acquistato il capo o l accessorio, visto in vetrina o che avevano già pianificato di acquistare, più di un terzo ha comprato contestualmente anche un altro o più prodotti. Questo fenomeno è ancora più significativo nei negozi monomarca, rispetto ai grandi magazzini, riscontrandosi maggiormente tra chi pianifica l acquisto rispetto a chi è mosso da impulso. Quali leve portano ad entrare in negozio? Quali target? La rilevanza dell esposizione in vetrina nel generare propensione all acquisto non è uniforme. L influenza di questo touchpoint è maggiore presso le shopper donne e incrementa con l aumentare dell età anagrafica. Nel pianificare un acquisto, gli uomini sono tendenzialmente più influenzabili da parte di amici e parenti, mentre le donne prestano maggiore attenzione ai vestiti e accessori che vedono indossati da altri, questo soprattutto nelle regioni del Nord Ovest. Internet, è fonte d spirazione per il 16% di coloro che poi decidono di visitare fisicamente un punto vendita alla ricerca del prodotto visto sul Web. Sono soprattutto uomini e giovani. A sorpresa questo è uno dei touchpoint meno efficienti nel convertire le visite in acquisti (32% vs. una media di 40%), sottolineando il ruolo di fonte di informazione asincrona del canale digitale. Partendo dai fondamentali L esperienza in-store non può trascurarsi. E non ci riferiamo solo alla definizione di fini strategie di comunicazione dei valori di marca o della coolness, ma ad elementi imprescindibili come la formazione del personale e l organizzazione chiara e funzionale degli spazi e delle esposizioni. Su queste basi si potrà poi pensare di massimizzare il coinvolgimento degli shopper con strategie di comunicazione e layout «ultra vivaci». Per il momento, ci sono ampi margini di miglioramento pari almeno al 28% per incrementare le vendite. Ma anche possibilità di sfruttare maggiormente il cross-selling sul punto vendita. Fonte: Ipsos Retail Solutions, 808 casi, Feb. 2014

8 Soluzioni di footfall counting a cura di Nikos Kotoulas Il «footfall counting», ovvero la misurazione degli accessi e dei flussi di visitatori nei punti vendita, è oggi un sistema che sempre più aziende stanno sperimentando e sul quale iniziano a fare affidamento in modo continuativo. Comprendere e quantificare i percorsi degli shopper all interno di un negozio o di un area commerciale, identificare le zone fredde e poco battute o quelle più trafficate, consente di ricavare insight rilevanti sui comportamenti sia dei visitatori sia degli acquirenti, sui quali basare alcune strategie di retail mix (layout, servizio, comunicazione in-store, CRM, ecc). Tutto questo è oggi possibile con l ausilio di sensori e videocamere, mentre i sistemi che rilevano i flussi «agganciandosi» ai segnali GPS degli smartphone presentano ancora criticità non del tutto risolte. Anche se diversi fornitori di questi sistemi ne sostengono l accuratezza, la nostra esperienza sul campo ci lascia diverse perplessità sulla granularità dei dati e quindi sulla effettiva utilità degli stessi. Potenzialmente ci sono ambiti di applicazione interessanti, come quello di identificare quanti e quali negozi vengono visitati durante un unico «shopping trip», fornendo così dati utili sulle combinazioni più frequenti, sulla ricorrenza e durata dei viaggi e degli acquisti. Tuttavia, queste analisi richiedono elevata accuratezza nella geo-localizzazione, ottenibile con un sofisticato software di triangolazione, con un ampia numerosità di punti di ricezione e con un flusso frequente nella trasmissione dati. Fonte: Tim Denison, head of retail intelligence, Ipsos

9 Soluzioni: footfall counting a cura di Nikos Kotoulas Esiste però una soluzione alternativa per poter misurare in modo accurato i comportamenti in-store, senza dover ricorrere a installazioni di sensori o di videocamere e senza timori di violare la privacy. Ipsos ha infatti sviluppato Shopper Engage Lite, una metodologia che consente di registrare i movimenti degli shopper tramite osservazioni e con l ausilio di strumenti digitali portatili (una mappa digitale del POS e una penna ottica). I dati sono trasmessi in tempo reale su un server così che, una volta analizzati, sii possano ricavare insight sui percorsi, cccccc i punti d interazione in-store, le zone più visitate, l efficacia delle promozioni, il cross-selling, ecc. L osservazione permette poi di scomporre i risultati per variabili socio demo e in base ad altre specificità, per esempio se lo shopping trip è stato fatto da soli o in compagnia di adulti o bambini, oppure evidenziando le diversità di comportamenti ed effetti in base all interazione o meno con lo staff. Nel 2013, la metodologia Shopper Engage Lite è stata impiegata non solo per delle misurazioni puntuali, ma anche per valutare l efficacia di piani di ristrutturazione volti a migliorare la customer experience nei grandi magazzini, nei musei e in centri commerciali. In definitiva, una soluzione di marketing intelligence in più a disposizione dei Retail managers per poter comprendere e stringere rapporti più stretti con la clientela. Video dimostrativo Shopper Engage Lite Fonte: Tim Denison, Head of Retail intelligence, Ipsos

10 Ipsos opera nel segmento delle ricerche di mercato "survey based", ovvero ricerche condotte raccogliendo informazioni direttamente dagli individui. Raccogliamo, elaboriamo e analizziamo informazioni riguardo i valori, le attitudini e i comportamenti. La nostra missione è aiutare i nostri Clienti a capire meglio i loro mercati, i loro clienti e i cambiamenti del mondo. Ipsos nasce in Francia nel 1975 ed è oggi presente in 85 paesi, tra i quali l Italia, con uffici a Milano, Roma e Bari dove 250 professionisti gestiscono più di progetti all anno. Ipsos Retail Solutions nasce dall esperienza del Gruppo Ipsos nella collaborazione con i Retailers e dalla profonda conoscenza della realtà socio-culturale del Paese, delle tendenze e prospettive future. Ci proponiamo di supportare gli attori del settore nel: Anticipare e interpretare le tendenze del mercato Prendere decisioni strategiche coerenti Definire le modalità ottimali di implementazione sul punto vendita Il nostro obiettivo ultimo è contribuire alla crescita dell Insegna agendo su tutte le leve del retail mix che determinano la customer experience: format, assortimento, percezione posizionamento di prezzo, servizio, personale, iniziative marketing, loyalty, comunicazione. Contatti: Carlo Oldrini, Direttore Ipsos Marketing Nikos Kotoulas, Ipsos Retail Solutions, Dir. commerciale Filippo Genzini, Ipsos Retail Solutions, Senior consultant Zaira Licciardello, Ipsos Retail Solutions, Dir. commerciale

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Giugno 2014 Editoriale di Carlo Oldrini In questo numero della nostra newsletter approfondiamo il tema della comunicazione in store

Dettagli

TRONY. Profilo dell insegna

TRONY. Profilo dell insegna TRONY Profilo dell insegna Chi è Trony La mission L offerta sul punto vendita E-Commerce e CRM Trony e i fattori di successo Il nuovo modello di vendita L importanza del personale di vendita La comunicazione

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Marzo 2014 Editoriale In questo secondo numero Ipsos Retail Solutions approfondisce un tema ampiamente dibattuto ma sul quale vi sono

Dettagli

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY

EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY EURONICS: IL NUOVO PORTALE ECOMMERCE FIRMATO REPLY Per Euronics la scelta di intervenire radicalmente sul proprio portale web è frutto di un cambiamento che mette al centro il presidio delle tecnologie

Dettagli

Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail

Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail Omnicanalità e negozio del futuro: ecco cosa guiderà l innovazione digitale nel Retail Le innovazioni di back-end sono le più diffuse e consolidate tra i top retailer; omnicanalità e customer experience

Dettagli

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Maria Grazia Cardinali Crescere con la Fedeltà in Tempo di Crisi 25 ottobre 2013 COME CAMBIA IL COMPORTAMENTO D ACQUISTO

Dettagli

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Gennaio è il periodo delle grandi svendite nella maggior parte delle principali piazze d Europa. Ma è lecito considerare Gennaio il mese migliore

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Maggio 2014 Editoriale di Carlo Oldrini Ed eccoci arrivati alla fine di Maggio, epoca in cui abbastanza tempo è passato per misurarsi

Dettagli

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com Moda e tendenze nel retail online Una nuova passerella per i marchi della moda tradedoubler.com I consumatori stanno reinventando il modo in cui vivono e acquistano articoli di moda; i marchi che si rifiutano

Dettagli

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Divisione Banca dei Territori Roma, 8-9 Aprile 2014 Intesa Sanpaolo, come tutti

Dettagli

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL Utilizzare la Location Intelligence come vantaggio competitivo L O C AT I O N L O C AT I O N L O C AT I O N! MapInfo fornisce soluzioni per l analisi spaziale e la visualizzazione

Dettagli

The retail customer journey. Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader

The retail customer journey. Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader The retail customer journey Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 7 opinion leader Chi abbiamo intervistato GENERAZIONE GENERE +480 interviste telefoniche

Dettagli

Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com

Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com Milano, 5 maggio 2014 INNOVAZIONE DIGITALE PER IL CANALE FERRAMENTA COME AUMENTARE Ø volumi delle vendite Ø valore

Dettagli

Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management. 04 giugno2015

Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management. 04 giugno2015 Il Progetto «Freschi e Freschissimi» : una sfida (vinta) di Change Management 04 giugno2015 La COOP : Il Distretto Nord Ovest Il Sistema Coop si presenta come un insieme articolato di Cooperative e Consorzi

Dettagli

myvolantino L app del risparmio

myvolantino L app del risparmio L app del risparmio Offerta 2015 INDICE Introduzione Scenario Cos è Funzionalità Vantaggi Facilità Configurazione campagne Modello di comunicazione Dati statistici Chi siamo Il risparmio si fa App! Aiutare

Dettagli

Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln

Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln 30.000 20.000 10.000 0 Valore vendite online in Italia da siti italiani ed esteri in mln 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 Da siti esteri Da siti italiani miliardi di dollari è il valore del

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

Il processo di acquisto tra digitale e fisico. GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi

Il processo di acquisto tra digitale e fisico. GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi Il processo di acquisto tra digitale e fisico GfK Milano, Giugno 2016 - Edmondo Lucchi Obiettivi Cogliere le logiche che governano l acquisto nel punto vendita fisico, rispetto a quello nel punto vendita

Dettagli

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi

Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Oltre al Price Optimization, la digitalizzazione del processo di formulazione prezzi Indice Chi è SAIT Il processo di pricing da analogico verso il digitale Progetto Price Optimization in SAIT: Obiettivi

Dettagli

E-COMMERCE: COSA SIGNIFICA VENDERE ON LINE

E-COMMERCE: COSA SIGNIFICA VENDERE ON LINE E-COMMERCE: COSA SIGNIFICA VENDERE ON LINE E-commerce: cosa significa vendere on line.... Cos è il commercio elettronico....2 Comprare on line: un nuovo mondo o no?... 2.2. L accoglienza del cliente...

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

XMART per gestire il retail non food

XMART per gestire il retail non food XMART per gestire il retail non food Le aziende retail che oggi competono nei mercati specializzati, sono obbligati a gestire una complessità sempre maggiore; per questo, hanno bisogno di un valido strumento

Dettagli

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Innovazione Strategica e Organizzativa d Impresa Agenda Obiettivi di Marketing e Vendite Piano di Marketing Automation Strumenti

Dettagli

V01. Marketing e Vendite

V01. Marketing e Vendite Marketing e Vendite V01 La gestione del coraggio: aumentare impegno e risultati della rete di vendita rompendo le regole Come garantire all azienda maggiori risultati commerciali agendo sui punti di forza

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE

NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE Entra in la Feltrinelli point e scopri tutti i vantaggi della rete di franchising Chi siamo la Feltrinelli rappresenta oggi non solo il principale retailer italiano di libri,

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

S H O W R O O M I N G i n I t a l i a

S H O W R O O M I N G i n I t a l i a I n t e r n e t D a y s 2 O t t o b r e, 2 0 1 3 S H O W R O O M I N G i n I t a l i a P R E S E N T E D B Y P a o l a P a t r i n i, R e s e a r c h & I n s i g h t s M a n a g e r Y a h o o I t a l i

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma Convegno Promozioni efficaci? Il volantino: istruzioni

Dettagli

Vendi on line in tutto il mondo, senza investimenti LIVING, TRAVELLING, shopping on line

Vendi on line in tutto il mondo, senza investimenti LIVING, TRAVELLING, shopping on line Vendi on line in tutto il mondo, senza investimenti LIVING, TRAVELLING, shopping on line Cos è è lo store on line che ospita solo selezionati brand di qualità e si rivolge ad una clientela di elevato profilo.

Dettagli

Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS

Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS IL CONTESTO: SEMPRE PIÙ CONCORRENZA, E OPPORTUNITÀ, PER L UNICO MERCATO OMNICANALE Mercato dinamico, sensibile al cambiamento Sempre meno margini per i Retailers;

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES. Elimina le zone d ombra: fai luce su quello che ancora non conosci sui tuoi clienti

FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES. Elimina le zone d ombra: fai luce su quello che ancora non conosci sui tuoi clienti www.footfall.com +39 050 711185 FOOTFALL: ACTING ON INSIGHT SERIES Elimina le zone d ombra: fai luce su quello che ancora non conosci sui tuoi clienti Tieni il viso sempre rivolto al sole e le ombre scivoleranno

Dettagli

Lux It. Federica Ciccone Riccardo Esposito Linda Grisanti Luciano Latina Alessandro Norrito Lisa Spreafico Valentina Vitale

Lux It. Federica Ciccone Riccardo Esposito Linda Grisanti Luciano Latina Alessandro Norrito Lisa Spreafico Valentina Vitale Lux It Federica Ciccone Riccardo Esposito Linda Grisanti Luciano Latina Alessandro Norrito Lisa Spreafico Valentina Vitale 1729474 1536564 1521889 1495423 1729193 1525963 1730076 AGENDA Contesto di riferimento

Dettagli

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce, vendere sul web Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce: una definizione Il termine e-commerce indica

Dettagli

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

Marketing relazionale e email marketing. Massimo Bosi. Presidente. www.moreco.it

Marketing relazionale e email marketing. Massimo Bosi. Presidente. www.moreco.it Marketing relazionale e email marketing Massimo Bosi Presidente www.moreco.it Il Consumatore Cambia IL CONSUMATORE CAMBIA I consumatori sono always on Esiste un overload di messaggi TO DO conoscere a fondo

Dettagli

Introduzione al Retail

Introduzione al Retail Introduzione al Retail Lezione 14.03.13 Pio Zito MARKETING RELAZIONALE FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI Il Retail etailè un sistema di vendita evoluto composto da una rete di punti caratterizzati da: SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte

Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte Il vostro E-Commerce non vi porta da nessuna parte Scoprite la soluzione che darà una spinta in avanti al vostro E-Commerce. INTEMPRA realizza soluzioni tecnologiche innovative per ogni tipo di business

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

QRcode Retail QRpass.it

QRcode Retail QRpass.it QRcode Retail QRpass.it Al servizio dei cittadini, Pubblica Amministrazione, Imprese Il nostro servizio permette di: Trasformare campagne off- line in campagne on- line ed interattive; Misurare in tempo

Dettagli

Ridurre i costi logistici attraverso il team working: il caso GD

Ridurre i costi logistici attraverso il team working: il caso GD Ridurre i costi logistici attraverso il team working: il caso GD di Davide Mondaini e Violante Battistella (*) I costi logistici rappresentano una voce rilevante all interno del Conto Economico aziendale.

Dettagli

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC

I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC I Giovani: un target da conoscere e coltivare per BCC Stefania Conti - GfK Eurisko Roma, 2 Dicembre 2014 Agenda La ricerca: obiettivi e caratteristiche La relazione dei Giovani con BCC e le banche I canali

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

Commercio in Rete. tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia. giuseppe.castiglia@serviceupgrade.it

Commercio in Rete. tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia. giuseppe.castiglia@serviceupgrade.it Commercio in Rete tra il reale e il virtuale di Giuseppe Castiglia 1 Giuseppe Castiglia Titolare della Upgrade Electronic Service (www.serviceupgrade.net ) (servizi e hardware in tutta Italia grazie all

Dettagli

ARES soc. La soluzionie per te

ARES soc. La soluzionie per te ARES soc soc. coop.. arl La soluzionie per te In principio era il telefono. O meglio, per dirla tutta, una volta era il cellulare. Semplice, chiaro e che veniva usato per telefonare. Oggi, il cellulare,

Dettagli

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs)

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs) 1 Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti (Bob Phibbs) 2 Via della Conciliazione 3 Via della Conciliazione 4 Negozi vuoti per la contrazione dei consumi Le lunghe code per comprare

Dettagli

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS

COMPANY PROFILE KATE BUSINESS COMPANY PROFILE SERVIZI. Orientamento e Consulenza per l Avvio di Impresa - Online. Per chi ha intenzione di avviare un attività in proprio. L idea viene analizzata e sviluppata e vengono fornite informazioni

Dettagli

Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader

Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader Il percorso di customer journey Influenza e ricerca Loyalty Valutazione acquisto Post vendita

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Settembre 2014 Editoriale Come argomento centrale del primo numero post-ferie della nostra newsletter abbiamo scelto la «fedeltà».

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili

Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili IV Strategy Forum Financial Services Smart Profit Growth SM : Strategie di crescita in tempi difficili Sintesi dell evento 17 Ottobre 2012 The Westin Palace Hotel Piazza della Repubblica, 20 Milano Abstract

Dettagli

COSA NON TI DICONO SULL E-COMMERCE B2B. www.sana-commerce.com

COSA NON TI DICONO SULL E-COMMERCE B2B. www.sana-commerce.com COSA NON TI DICONO SULL E-COMMERCE B2B www.sana-commerce.com INTRODUZIONE Spaesati e con un sacco di dubbi. Ecco come si sentono in molti riguardo all ecommerce B2B. Tutti ne parlano, ma solo pochi sanno

Dettagli

REALTA AUMENTATA BROWSE YOUR LIFE

REALTA AUMENTATA BROWSE YOUR LIFE REALTA AUMENTATA BROWSE YOUR LIFE E YO READY TO CHANGE? UN NUOVO MODO DI COMUNICARE La realtà aumentata ha portato una ventata di innovazione e tecnologia virtuale nel panorama dell'advertising e della

Dettagli

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA

WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA WEB MARKETING MIX BROCHURE TECNICA ZIMMERMANNUNDKOLL.IT PAG. 1 DI 8 INDICE INTRODUZIONE AL WEB MARKETING MIX PAG. 03 LE FASI CHIAVE PAG. 04 RISCHIO DI INVESTIMENTO PAG. 05 DETTAGLIO SERVIZI PAG. 07 BUDGET

Dettagli

develon lab d.sound tanti servizi con un unico filo conduttore: la musica develon.com

develon lab d.sound tanti servizi con un unico filo conduttore: la musica develon.com develon lab d.sound tanti servizi con un unico filo conduttore: la musica develon.com Develon ti apre le porte dell universo musicale, con una serie di servizi all avanguardia che ti aiutano a dialogare

Dettagli

Mobile Loyalty Suite

Mobile Loyalty Suite Mobile Loyalty Suite Caratteristiche dell offerta Mobile Loyalty Suite è la soluzione di mobile loyalty che Olivetti propone integrata con le proprie soluzioni per il PoS. E modulare, scalabile e personalizzabile

Dettagli

IL PRIMO PASSO PER NON FARTI SCHIACCIARE DALLA CONCORRENZA

IL PRIMO PASSO PER NON FARTI SCHIACCIARE DALLA CONCORRENZA Con questo special report vogliamo essere d aiuto e di supporto a tutte quelle aziende e professionisti che cercano nuovi spunti e idee illuminanti per incrementare il numero di clienti e di conseguenza

Dettagli

Comunicazione di Servizio

Comunicazione di Servizio Comunicazione di Servizio Onestamente acquistare i prodotti senza glutine, mese per mese, è diventato un impegno quasi noioso. Normalmente ho piacere a fare la spesa in negozio, viceversa da celiaco ho

Dettagli

Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese

Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese Nell attuale scenario socio-economico, saturo e caratterizzato da stili di consumo sempre più infedeli alle marche, diviene cruciale per le imprese la conoscenza dello shopper. Per far sì che consumatore

Dettagli

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671

articolo http://www.helpconsumatori.it/acquisti/format-confcommercio-il-web-cambia-gli-acquistianche-quelli-tradizionali/85671 Format-Confcommercio: il web cambia gli acquisti, anche quelli tradizionali Il web chiama al cambiamento anche i negozi tradizionali, che dovranno imparare a coinvolgere i clienti creando una esperienza

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze... 9

Dettagli

Web Marketing e Social Media

Web Marketing e Social Media Web Marketing e Social Media Relatore: Denis Scarpante http://www.espressioneweb.it scarpante@espressioneweb.it https://www.facebook.com/espressioneweb http://twitter.com/espressioneweb https://pinterest.com/espressioneweb/

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

la nuova Farmacia corsi workshop consulenze

la nuova Farmacia corsi workshop consulenze la nuova Farmacia corsi workshop consulenze CORSO La Farmacia 4 ore + coffee break su Internet Sito, la porta di ingresso nel mondo dei servizi e delle opportunità Facebook, la casa della community dei

Dettagli

Se pensi che. riflessioni per diventare un Imprenditore del 3 millennio. la felicità con Internet 1

Se pensi che. riflessioni per diventare un Imprenditore del 3 millennio. la felicità con Internet 1 riflessioni per diventare un Imprenditore del 3 millennio Per la versione in Power Point: avanzamento delle pagine cliccando sulla diapositiva tornare indietro con il tasto destro del mouse gli argomenti

Dettagli

di Antonella Salvatore Produzione e logistica >> Sistemi di management

di Antonella Salvatore Produzione e logistica >> Sistemi di management CREAZIONE E GESTIONE DELLA CONOSCENZA NELLE AZIENDE di Antonella Salvatore Produzione e logistica >> Sistemi di management CONOSCENZA ESPLICITA ED IMPLICITA La conoscenza rappresenta quello che in management

Dettagli

HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ

HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ 1 HAPPY MARKET IL MERCATO DELLA FELICITÀ ᴑ E IL CENTRO COMMERCIALE VIRTUALE DELLA ZONA (CCV) CHE METTE IN CONTATTO IMMEDIATO E DIRETTO LA DOMANDA DEI CLIENTI CON LE OFFERTE DEI VENDORS DELLA STESSA ZONA

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE

NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE NUOVE OPPORTUNITÀ TARGATE Entra in la Feltrinelli point e scopri tutti i vantaggi della rete di franchising CHI SIAMO la Feltrinelli rappresenta oggi non solo il principale retailer italiano di libri,

Dettagli

INVITO AI SUPERMERCATI E GDO CHE FANNO OFFERTE E PROMOZIONI

INVITO AI SUPERMERCATI E GDO CHE FANNO OFFERTE E PROMOZIONI 1 INVITO AI SUPERMERCATI E GDO CHE FANNO OFFERTE E PROMOZIONI A PARTECIPARE A HAPPY MARKET LACOMUNITA COMMERCIALE DELWEB CHE METTE IN CONTATTO LA DOMANDA E L OFFERTA DELLO STESSO TERRITORIO, CON 3 CLICK,

Dettagli

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag.

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag. 1 Le marche cercano quotidianamente visibilità, per poter essere immediatamente riconoscibili dal proprio consumatore nel momento in cui sta per compiere l atto d acquisto. Le leve su cui agire per raggiungere

Dettagli

WEB.DOC dai mass media alla multicanalità di massa

WEB.DOC dai mass media alla multicanalità di massa WEB.DOC dai mass media alla multicanalità di massa b_centric mappa multicanalità (+) esclusi tradizionali coinvolti (-) (+) investimento processo d acquisto reloaded indifferenti (-) goodwill canali tradizionali

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Fare clic per modificare lo stile del. titolo dello schema

Fare clic per modificare lo stile del. titolo dello schema Parte 4 INDICE OBIETTIVI METODOLOGIA E CAMPIONE GLI ACQUIRENTI DI GIORNALI E RIVISTE IN GDO La multicanalità I fattori di scelta del canale e customer satisfaction Il processo di acquisto Il livello di

Dettagli

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012

Retail Store Audit. Milano, 21 novembre 2012 . Milano, 21 novembre 2012 Agenda Presentazione risultati Survey Modalità operative e leading practices Tavola Rotonda Presentazione risultati Survey. - 2 - La Survey Obiettivo: La ricerca condotta da

Dettagli

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI

VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI VALE SERVICE CATALOGO DEI SERVIZI Il web è sempre più presente nelle nostre vite e nel nostro lavoro. Lo utilizziamo ogni giorno per dare e ricevere informazioni. È fondamentale per conoscere prodotti

Dettagli

Il Marketing. Unità 1 La Funzione di Marketing

Il Marketing. Unità 1 La Funzione di Marketing Il Marketing Unità 1 La Funzione di Marketing Le Vendite e il Marketing Il Marketing si inquadra nella Funzione Vendite In passato le imprese erano product oriented (mercati statici) Oggi le imprese sono

Dettagli

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line.

PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. PUBBLICITA ON LINE SEMPRE PIU ESPERIENZIALE - Un modello interpretativo delle tendenze più evolute della comunicazione d impresa on line. Introduzione Gli investimenti pubblicitari delle aziende si stanno

Dettagli

Tutto il mondo nel tuo negozio. Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people

Tutto il mondo nel tuo negozio. Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people Tutto il mondo nel tuo negozio Diventa parte della comunità di shopping mondiale weeconomy! Ottieni maggior presenza sul mercato. wee benefit people 01 Commercianti al dettaglio, artigiani, prestatori

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini Influenza e uso dei social network per il messaggio politico alessandro scartezzini CHI SONO http://www.linkedin.com/pub/alessandro-scartezzini/0/393/721 alessandro@webperformance.it - Dal 2010 fondatore

Dettagli

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine

Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Più fatturato o più margine? Entrambi. Come fare i prezzi e pianificare la crescita del fatturato e del margine Perché il margine e non solo il fatturato Viviamo grazie al margine! Se vogliamo puntare

Dettagli

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013

Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013. Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 Presentazione della ricerca AZIENDE ITALIANE E SOCIAL MEDIA EDIZIONE 2013 Spazio Eventi Mondadori Multicenter Milano, 20 Febbraio 2013 INDAGINE Introduzione: obiettivi

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI MARKETING E COMUNICAZIONE - DESCRIZIONE

Dettagli

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Dipartimento di Economia - Università di Parma Convegno Università di Parma-Nielsen, 19 aprile 2013 L anno scorso ci

Dettagli

I ecommerce.biz. Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce

I ecommerce.biz. Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce I ecommerce.biz Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce INDICE I principali mercati internazionali Flusso d acquisto Swat analysis Team di

Dettagli

SENTIMENT ANALYSIS SUL WEB CORSO DI PUBBLICITÀ E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE INTEGRATA

SENTIMENT ANALYSIS SUL WEB CORSO DI PUBBLICITÀ E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE INTEGRATA SENTIMENT ANALYSIS SUL WEB CORSO DI PUBBLICITÀ E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE INTEGRATA 2 INDICE 1. BRAND E SOCIAL NETWORK 2. L AVVENTO DEI BIG DATA 3. LA SENTIMENT ANALYSIS 4. METODOLOGIE 1 BRAND E SOCIAL

Dettagli

Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale.

Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale. Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale. Un ambiente di relazione Realizzare una filiale digitale significa costruire un esperienza di relazione, coerente e misurabile, che collega

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

// soluzioni innovative su misura per te //

// soluzioni innovative su misura per te // ... // soluzioni innovative su misura per te //... ... // Progettazione e sviluppo web //... La tua identità online Progettiamo e realizziamo siti web fatti per garantire alle attività prestigio e visibilità

Dettagli

La Ricerca. Key Findings

La Ricerca. Key Findings La Ricerca Key Findings Men at Shopping La Ricerca LE NOSTRE DOMANDE... Il mondo del marketing è da sempre abituato a considerare il target grocery quasi esclusivamente femminile, escludendo i maschi.

Dettagli

PROBLEM DETECTION PROGRAM:

PROBLEM DETECTION PROGRAM: Pag.1 di 7 PROBLEM DETECTION PROGRAM: IL RUOLO ATTIVO DELLA BANCA PER CONOSCERE E FIDELIZZARE I CLIENTI Marina Mele - Luigi Riva In un settore che si caratterizza per elementi di forte dinamicità, fidelizzare

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com Online shopping & Conversion Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic I consumatori europei in cerca di ispirazione sui brand o sui prodotti da acquistare si rivolgono prima di tutto

Dettagli

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway. EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX Evoluzione degli acquisti online degli italiani Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.it NET RETAIL Alcuni indicatori del fenomeno in Italia 16,9 milioni

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente. Paolo Virciglio

L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente. Paolo Virciglio L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente Paolo Virciglio Non penso mai al futuro, arriva così presto. Albert Einstein Studia il passato se vuoi prevedere il futuro. Confucio

Dettagli