REPORT DELLE ATTIVITA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT DELLE ATTIVITA"

Transcript

1 REPORT DELLE ATTIVITA Oggetto: PROGETTO DI ANIMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PI GAC CAMPI FLEGREI MIS. 2.3 AZIONE E) DEL POR CAMPANIA 2000/ FOCUS GROUP MISENO COMUNE DI BACOLI. Giorno: 08/11/2005 Ore: Sede: SALA CONGRESSUALE HOTEL CLUB CALA MORESCA CAPO MISENO - COMUNE DI BACOLI (NA) L incontro ha avuto l obiettivo di informare, coinvolgere ed aiutare i residenti e gli operatori socio economici dei Comuni interessati dal Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, e nello specifico l area di Miseno, al fine di innescare lo sviluppo di un sistema culturale, ricettivo e produttivo, strettamente collegato al grande patrimonio storico - culturale esistente. Il Focus Group ha avuto inizio alle ore con la registrazione partecipanti, a ciascuno dei quali è stato distribuito: - la Scheda di sintesi del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei; - la Mappa Campi Flegrei Civiltà del futuro ; - la Scheda di Rilevazione Dati per le Associazione / Istituzione / Azienda relative all attività di raccolta ed elaborazione dati, predisposta di concerto con il RdPI e prevista dal Progetto in oggetto. Ha condotto i lavori il dott. Franco Mancusi, giornalista del Il Mattino, il quale ha introdotto per i saluti il dott. Pietro D Orazio, Assessore al Turismo del Comune di Bacoli e l arch. Francesco Escalona, Coordinatore responsabile del Progetto Integrato. Dopo l introduzione del moderatore ha preso la parola il RdPI, il quale, supportato dalla presentazione in Power Point precedentemente predisposta dal Soggetto Attuatore e proiettata durante l intervento, ha proceduto alla presentazione del: - Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei: stato di attuazione e prospettive - Progetto di animazione e sensibilizzazione per la valorizzazione delle risorse archeologiche, architettoniche e paesistiche e dello sviluppo del patrimonio storico culturale nell ambito del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei.

2 Nello specifico, l arch. Escalona ha presentato ai componenti del tavolo l esempio della sperimentazione di un itinerario archeologico e paesaggistico nel territorio di Baia, Retour nei Campi Flegrei: una due giorni realizzata dal gruppo di imprese autogestito Retour a Baia lo scorso mese di settembre. Il RdPI ha auspicato la realizzazione di iniziative analoghe da realizzare su ciascuna area interessata dal Progetto di animazione e sensibilizzazione. Tuttavia, visti i tempi, il RdPI propone l organizzazione in periodo successivo quale ad esempio il mese di Febbraio / Marzo, fino alla realizzazione di una manifestazione finale che comprenda l intero territorio dei Campi Flegrei nel prossimo mese di Aprile. Obiettivo del 2 Focus Group, previsto nel prossimo mese di dicembre, è la eventuale definizione di una filiera tra le imprese locali capace di creare un sistema di offerta turistica dei Campi Flegrei per lo sviluppo di un marchio di qualità per un turismo naturale e culturale dell area. Particolare rilievo è stato dato alle opportunità di finanziamento pubblico offerte al sistema imprenditoriale locale, con particolare riferimento al Bando Mis. 4.5, la cui uscita è prevista per la fine di questo mese di Novembre, ai Bandi in corso della Mis. 1.10, nonché ai Bandi relativi alla formazione nel settore dei Beni Culturali. Con riferimento a questi ultimi il RdPI ha sottolineato che sono in corso le procedure per l individuazione degli enti di Formazione. Con riferimento alle opportunità offerte alle imprese, ed in particolare alla Mis. 4.5, il referente del Soggetto Attuatore propone al referente regionale la possibilità offerta al territorio, di creare un consorzio di imprese per la definizione di un Contratto di Programma, ovvero la proposta di un pacchetto di iniziative private da inserire all interno del contenitore di infrastrutture realizzate con il Progetto Integrato. A seguire la parola è stata data ai partecipanti. Tra tutti si segnalano gli interventi di: Peter J. Hoogstaden, Società per il Turismo Sostenibile Il responsabile del Tour Operator ha evidenziato come il turista moderno e soprattutto straniero sia oggi alla ricerca di un turismo naturale e culturale e che, quindi, l obiettivo è quello di definire una offerta adeguata dell intera filiera turistica al fine di delineare un itinerario fisicamente percorribile che sia capace di legare i punti strategici del territorio dei Campi Flegrei. Claudio Correale, Associazione Lux in fabula Il responsabile dell Associazione ha ribadito l importanza di far conoscere il territorio dei Campi Flegrei. Ha illustrato quale esempio il progetto Oltre il mito, organizzato nel 1995, che ha coinvolto i visitatori dei Campi Flegrei in diversi itinerari: archeologico, vulcanologico, marino, ed ha presentato una nuova iniziativa attualmente in corso dal 05 al 12 novembre p.v., Nutrirsi D Arte - esposizione temporanea di opere artistiche da mangiare, sul tema della legalità.

3 Rosanna Vega, Ente Teatro Miseno. La dott.sa Vega ha raccontato la propria esperienza di associazione e ha auspicato una maggiore collaborazione tra gli operatori socio economici locali. Al termine dell incontro sono state raccolte le Schede di Rilevazione Dati precedentemente distribuite. Durante l incontro è stato servito un rinfresco.

4 REPORT DELLE ATTIVITA Oggetto: PROGETTO DI ANIMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PI GAC CAMPI FLEGREI MIS. 2.3 AZIONE E) DEL POR CAMPANIA 2000/ FOCUS GROUP POZZUOLI CENTRO Giorno: 15/12/2005 Ore: Sede: PALAZZO DE FRAJA FRANGIPANE RIONE TERRA - POZZUOLI (NA) L incontro ha avuto l obiettivo di informare, coinvolgere ed aiutare i residenti e gli operatori socio economici dei Comuni interessati dal Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, e nello specifico l area di Pozzuoli centro, al fine di innescare lo sviluppo di un sistema culturale, ricettivo e produttivo, strettamente collegato al grande patrimonio storico - culturale esistente. Il Focus Group ha avuto inizio alle ore con la registrazione partecipanti, a ciascuno dei quali è stato distribuito: - la Scheda di sintesi del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei; - la Mappa Campi Flegrei Civiltà del futuro ; - la Scheda di Rilevazione Dati per le Associazione / Istituzione / Azienda relative all attività di raccolta ed elaborazione dati, predisposta di concerto con il RdPI e prevista dal Progetto in oggetto. Ha condotto i lavori Francesco Escalona, Coordinatore Responsabile del Progetto Integrato. Dopo i saluti ed una breve introduzione da parte del referente del Comune di Pozzuoli, Loreto Colombo, il RdPI, supportato dalla presentazione in Power Point precedentemente predisposta dal Soggetto Attuatore e proiettata durante l intervento, ha proceduto alla presentazione del: - Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei: stato di attuazione e prospettive - Progetto di animazione e sensibilizzazione per la valorizzazione delle risorse archeologiche, architettoniche e paesistiche e dello sviluppo del patrimonio storico culturale nell ambito del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei. L arch. Escalona ha poi illustrato ai presenti l esperienza maturata sul territorio di Baia dopo il 1 Focus Group tenutosi presso il Castello di Baia lo scorso mese di Luglio, Retour nei Campi Flegrei, una due giorni - 22 e il 23 Ottobre u.s. - realizzata da un gruppo di imprese locali autogestito e autofinanziato per la sperimentazione di un itinerario archeologico e paesaggistico nel territorio di Baia.

5 Il RdPI ha, quindi, presentato Cristina Berlini, regista del video girato durante le due giornate e ha introdotto la proiezione del video stesso. Dopo la proiezione, il RdPI ha auspicato la realizzazione di iniziative analoghe da realizzare su ciascuna area interessata dal Progetto di animazione e sensibilizzazione ed in particolare ha presentato la possibilità di promuovere una iniziativa come quella di Baia il 28/02/2006 durante la giornata Artecard. Obiettivo del 2 Focus Group, previsto nel prossimo mese di gennaio, è la eventuale definizione di una filiera tra le imprese locali capace di creare un sistema di offerta turistica per la creazione di un marchio di qualità Campi Flegrei e per lo sviluppo di un turismo naturale e culturale dell area. Il Coordinatore Responsabile del Progetto Integrato ha poi presentato il Programma regionale Cultour Med e nel dettaglio il Manuale di gestione degli Itinerari Flegrei. Obiettivo è fornire ai soggetti pubblici e privati operanti nei Campi Flegrei i principi e le regole comuni per una gestione ottimale delle risorse naturalistiche e culturali dell area flegrea, nell ottica di un turismo sostenibile, al fine di garantire una adeguata accoglienza dei visitatori, i quali possono rivolgersi agli esercizi che espongono il logo del circuito per fruire dei servizi di prima accoglienza ed ottenere informazioni inerenti il circuito Cultour Med in generale, le modalità di raggiungimento dei siti, gli orari di apertura dei siti custoditi e dei mezzi pubblici a servizio dei percorsi, i riferimenti dei siti, degli intermediari turistici, delle associazioni locali e delle guide ufficiali per l accompagnamento ai siti. Particolare rilievo è stato dato, infine, alle opportunità di finanziamento pubblico offerte al sistema imprenditoriale locale, con particolare riferimento al Bando Mis. 4.5, la cui uscita è prevista per il prossimo mese gi gennaio, ai Bandi in corso della Mis. 1.10, nonché ai Bandi relativi alla formazione nel settore dei Beni Culturali. Con riferimento a questi ultimi il RdPI ha sottolineato che sono in corso le procedure per l individuazione degli enti di Formazione. A seguire la parola è stata data ai partecipanti. Tra tutti si segnalano gli interventi di: Claudio Correale, Associazione Lux in fabula. Il responsabile dell Associazione ha ribadito l importanza di far conoscere il territorio dei Campi Flegrei. Ha auspicato la necessità di collaborazione tra le Associazioni locali esistenti, anche attraverso l organizzazione di incontri periodici. Michela Mancini, Società Cooperativa Sociale Città dell essere. Sottolineando che la Cooperativa è stata creata grazie alle agevolazioni ottenute partecipando al Bando della Mis. 2.2 del POR Campania , ha manifestato la propria disponibilità a

6 partecipare alle iniziative presentate dal RdPI. Attualmente la Cooperativa collabora con Associazioni locali nell ambito della animazione territoriale per la valorizzazione dell area dei Campi Flegrei ed in particolare di Pozzuoli. Rosario Mattera, Assessore Campi Flegrei a Tavola. Operando in particolare nel settore enogastronomico, ha sottolineato lo stato dell essere che evidenzia un livelli medio basso dell offerta locale. Pertanto ha sottolineato l esigenza di organizzare corsi di formazione nel settore, con particolare riferimento al vitivinicolo. Giuseppina Lama, Associazione Culturale Oltre l Averno. Ribadendo la presenza di un buon numero di Associazioni che si adoperano per la promozione del territorio, ha sottolineato le criticità riscontrate nell approccio con il sistema locale. Angela Giustino, Associazione Culturale Paidera. Disponibile ad aderire a tutte le iniziative presentate, ha sottolineato la necessità di informare i cittadini tutti, i quali sono i destinatari finali delle attività che si intende attuare. Obiettivo è avviare un processo di cambiamento della mentalità collettiva. La valorizzazione del territorio nasce da una azione sinergica tra tutti gli attori coinvolti, a partire dall Amministrazione comunale. Osvaldo Cammarota, Rete Sistemi Locali di Sviluppo Territoriale rete SLST. Manifestando soddisfazione per lo stato dell arte del PI, ha sottolineato, però, un sufficiente grado di interazione con il sistema pubblico. Forte della propria esperienza nell attività di promozione dello Sviluppo Locale, ha manifestato l esigenza di creare reti di interazione permanente, quale ad esempio un partenariato socio istituzionale, al fine di riportare fiducia e arrivare alla definizione di obiettivi condivisi. Gli stessi Comuni dell area flegrea potrebbero associarsi per offrire servizi comuni. Luisa Chiacchio, Azienda di Turismo e Soggiorno di Pozzuoli. Manifestando la propria soddisfazione per le iniziative in corso, ha offerto ogni sorta di collaborazione da parte dell Azienda Turistica per il rilancio turistico del territorio. Alfonso Artiaco, Galleria Articao. Imprenditore da sempre legato al sistema dell arte, ha sottolineato la forte necessità di coinvolgimento sia nelle attività in essere che in quelle da attuare da parte dei cittadini, i quali hanno il bisogno di sentirsi partecipi e portatori di interesse. Per la valorizzazione del territorio è necessario il lancio promozionale della città di Pozzuoli con l emersione di una identità forte dei luoghi. Al termine dell incontro sono state raccolte le Schede di Rilevazione Dati precedentemente distribuite. Durante l incontro è stato servito un rinfresco.

7 REPORT DELLE ATTIVITA Oggetto: PROGETTO DI ANIMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PI GAC CAMPI FLEGREI MIS. 2.3 AZIONE E) DEL POR CAMPANIA 2000/ FOCUS GROUP COMUNE DI QUARTO. Giorno: 17/11/2005 Ore: Sede: SALA CONSILIARE COMUNE DI QUARTO - QUARTO (NA) Come per i precedenti Focus Group, l incontro ha avuto l obiettivo di informare, coinvolgere ed aiutare i residenti e gli operatori socio economici dei Comuni interessati dal Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, e nello specifico l area di Quarto, al fine di innescare lo sviluppo di un sistema culturale, ricettivo e produttivo, strettamente collegato al grande patrimonio storico - culturale esistente. Il Focus Group ha avuto inizio alle ore con la registrazione partecipanti, a ciascuno dei quali è stato distribuito: - la Scheda di sintesi del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei; - la Mappa Campi Flegrei Civiltà del futuro ; - la Scheda di Rilevazione Dati per le Associazione / Istituzione / Azienda relative all attività di raccolta ed elaborazione dati, predisposta di concerto con il RdPI e prevista dal Progetto in oggetto. Ha condotto i lavori l arch. Francesco Escalona, Coordinatore responsabile regionale del Progetto Integrato, il quale ha introdotto per i saluti il sindaco dott. Pasquale Salatiello. Il RdPI ha presentato: - il Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei: stato di attuazione e prospettive - il Progetto di animazione e sensibilizzazione per la valorizzazione delle risorse archeologiche, architettoniche e paesistiche e dello sviluppo del patrimonio storico culturale nell ambito del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, con particolare riferimento agli obiettivi e alle finalità dei Focus Group territoriali. Particolare rilievo è stato dato alle opportunità di finanziamento pubblico offerte al sistema imprenditoriale locale, con particolare riferimento al Bando Mis. 4.5, la cui uscita è prevista per la fine

8 di questo mese di Novembre e ai Bandi relativi alla formazione nel settore dei Beni Culturali, per i quali sono in corso le procedure per l individuazione degli enti di Formazione. Al fine di animare e sensibilizzare il territorio ad una presa di coscienza dell appartenenza ad un Sistema territoriale di Sviluppo, l arch. Escalona ha sottolineato il ruolo strategico del Comune di Quarto ed ha presentato l esempio positivo della sperimentazione di un itinerario archeologico e paesaggistico nel territorio di Baia, Retour nei Campi Flegrei: una due giorni realizzata dal gruppo di imprese autogestito Retour a Baia lo scorso mese di settembre, auspicando la realizzazione di iniziative analoghe da realizzare su ciascuna area interessata dal Progetto di animazione e sensibilizzazione, compreso quella del Comune di Quarto. Obiettivo del 2 Focus Group, previsto nel prossimo mese di dicembre, è la eventuale definizione di una filiera tra le imprese locali capace di creare un sistema di offerta turistica dei Campi Flegrei per lo sviluppo di un marchio di qualità per un turismo naturale e culturale dell area. Tuttavia, visti i tempi, il RdPI ha proposto l organizzazione in periodo successivo, quale ad esempio il mese di Febbraio / Marzo, fino alla realizzazione di una manifestazione finale che comprenda l intero territorio dei Campi Flegrei nel prossimo mese di Aprile. A seguire gli interventi di: Scherillo, Vicesindaco e Assessore Attività Produttive Il Vicesindaco ha sottolineato i punti di forza del Comune di Quarto nei Campi Flegrei. Primo fra tutti la presenza di un territorio più libero da vincoli e capace di ospitare importanti realtà produttive. La sfida è fare capire agli operatori socio economici che investire nel Comune è la sfida del futuro e deve essere attuata in accordo con le scelte strategiche del piano territoriale comunale. Corcione, Agenzia di Viaggio 103 Connection Travel Service Ribadendo la necessità di promuovere il territorio, viene sottolineata l esperienza positiva dell agenzia nell operazione Simpatia Vieni a Quarto Flegreo : realizzazione di una cartolina tradotta in otto lingue da spedire per promuovere Quarto nel mondo. Ferro, Responsabile Ufficio Cultura Il recupero turistico dell area nasce dal recupero del territorio. A differenza del resto dell area dei Campi Flegrei, che si affaccia sul mare, Quarto si colloca all interno e può proporsi come risposta ad un turismo di fascia media. Importante è lo sfruttamento delle vie su ferro. Al termine dell incontro sono state raccolte le Schede di Rilevazione Dati precedentemente distribuite. Durante l incontro è stato servito un rinfresco.

9 REPORT DELLE ATTIVITA Oggetto: PROGETTO DI ANIMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PI GAC CAMPI FLEGREI MIS. 2.3 AZIONE E) DEL POR CAMPANIA 2000/ FOCUS GROUP MONTENUOVO / AVERNO - COMUNE DI POZZUOLI. Giorno: 13/12/2005 Ore: Sede: TERME STUFE DI NERONE VIA STUFE DI NERONE, 37 BACOLI (NA) Il Focus Group ha avuto inizio alle ore con la registrazione partecipanti, a ciascuno dei quali è stato distribuito: - la Scheda di sintesi del Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei; - la Mappa Campi Flegrei Civiltà del futuro ; - la Scheda di Rilevazione Dati per le Associazione/Istituzione/Azienda relative all attività di Raccolta ed elaborazione dati predisposta di concerto con il RdPI e prevista dal progetto in oggetto. Ha aperto i lavori il Coordinatore responsabile del Progetto Integrato, l arch. Francesco Escalona, il quale, riprendendo sinteticamente il tema del 1 Focus Group - informare, coinvolgere ed aiutare i residenti e gli operatori socio economici dei Comuni interessati dal Progetto Integrato Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei, e nello specifico l area Montenuovo / Averno, al fine di innescare lo sviluppo di un sistema culturale, ricettivo e produttivo, strettamente collegato al grande patrimonio storico culturale esistente - ha introdotto l obiettivo dell incontro ovvero l eventuale creazione di una filiera tra le imprese locali capace di creare un sistema di offerta turistica identificabile con un marchio di qualità Campi Flegrei e per lo sviluppo di un turismo naturale e culturale dell area. Sottolineando lo stato dell arte ormai avanzato del Progetto Integrato per quanto concerne gli interventi pubblici, particolare rilievo è stato dato alle opportunità di finanziamento offerte al sistema imprenditoriale locale, soprattutto con riferimento al Bando Mis. 4.5 di prossima uscita, ai Bandi in corso della Mis nonché ai Bandi relativi alla formazione nel settore dei Beni Culturali, per i quali sono in corso le procedure per l individuazione degli enti di Formazione.

10 Al fine di sensibilizzare i presenti, e attraverso loro l intero territorio, l arch. Escalona ha illustrato l esperienza di Baia dopo il 1 Focus Group tenutosi lo scorso mese di Luglio, Retour nei Campi Flegrei, una due giorni - 22 e il 23 Ottobre u.s. - realizzata da un gruppo di imprese locali autogestito e autofinanziato per la sperimentazione di un itinerario archeologico e paesaggistico nel territorio di Baia. Il RdPI ha, quindi, presentato Cristina Berlini, regista del video girato durante le due giornate e ha introdotto la proiezione del video stesso. Dopo la proiezione, il RdPI ha auspicato la realizzazione di iniziative analoghe da realizzare su ciascuna area interessata dal Progetto di animazione e sensibilizzazione ed in particolare ha presentato la possibilità di promuovere una iniziativa come quella di Baia il 28/02/2006 durante la giornata Artecard. Il Coordinatore Responsabile del Progetto Integrato ha poi presentato il Programma regionale Cultour Med e nel dettaglio il Manuale di gestione degli Itinerari Flegrei. Obiettivo del Manuale è fornire ai soggetti pubblici e privati operanti nei Campi Flegrei i principi e le regole comuni per una gestione ottimale delle risorse naturalistiche e culturali dell area flegrea, nell ottica di un turismo sostenibile. Il RdPI ha, dunque, proceduto a presentare la dott.ssa Tiziana Occhino, referente di Formambiente, Soggetto Attuatore del Progetto Cultour Med. Sono stati descritti gli obiettivi e le finalità del Programma. Sono state illustrate le tre sezioni in cui si divide il Manuale. Nel dettaglio la prima parte si completa con la proposizione di un Disciplinare per la gestione dei siti inseriti nel Progetto pilota Itinerari Flegrei e per la manutenzione delle aree adiacenti, diretto agli enti locali coinvolti nella gestione dei siti e dei percorsi, e di un Disciplinare per l adesione degli operatori privati, dei settori della ricettività e dei servizi al turismo, al circuito Cultour Med. In particolare sono stati elencati i requisiti minimi di accesso che le strutture ricettive ed i fornitori di servizi al turismo operanti nell area interessata dagli itinerari flegrei devono possedere al fine di aderire al circuito Cultour Med. Obiettivo è garantire una adeguata accoglienza dei visitatori, i quali possono rivolgersi agli esercizi che espongono il logo del circuito per fruire dei servizi di prima accoglienza ed ottenere informazioni inerenti il circuito Cultour Med in generale, le modalità di raggiungimento dei siti, gli orari di apertura dei siti custoditi e dei mezzi pubblici a servizio dei percorsi, i riferimenti dei siti, degli intermediari turistici, delle associazioni locali e delle guide ufficiali per l accompagnamento ai siti. Dopo la breve presentazione, tutti gli interessati al Progetto Cultour Med sono stati invitati a manifestare il proprio interesse per la successiva sottoscrizione di un apposita convenzione con la quale saranno definiti gli impegni per soddisfare, nell immediato, i requisiti minimi di accesso e nel medio periodo (tre anni) i criteri di sostenibilità riguardanti il consumo energetico, di acqua, la gestione dei rifiuti, i prodotti utilizzati, ecc.

11 Obiettivo comune è migliorare gradualmente la qualità dell offerta turistica e indirizzare gli attori locali verso l adozione di una Carta del turismo sostenibile dei Campi Flegrei, che sancirebbe il vero salto di qualità del territorio. A seguire la parola è stata data ai partecipanti. Tra tutti si segnalano gli interventi di: Fabio Finelli, Sea Point srl. In qualità di rappresentante del gruppo di imprese che hanno dato vita all iniziativa Retour nei Campi Flegrei, ha manifestato l interesse ad aderire al Programma Cultour Med. L auspicio è la creazione di un dialogo propositivo con gli Enti locali al fine di collaborare sia nella fase progettuale che nella fase propositiva. Fabio Postiglione, A.G.C.I. Pesca Assomitili I.R.SV.E.R.M. srl. Ha sottolineato il concetto di sviluppo sostenibile. Nello specifico l importante rapporto con il mare. Il mare è una risorsa che può essere sfruttata per fini economici ma comunque da tutelare. Marianna Chiazzo, Ass. Le Ali di Dedalo Onlus Presentazione delle attività dell Associazione. Ha evidenziato la necessità di trasformare l attuale turismo mordi e fuggi in un turismo stanziale e motivazionale. Roberto Laringe, Hotel Villa Luisa. Ha messa in evidenza la necessità di procedere alla riqualificazione dell offerta turistica del sistema ricettivo locale, il più delle volte non in grado di fornire un offerta adeguata ed in linea con gli attuali bisogni dei turisti soprattutto stranieri che visitano i Campi Flegrei. Interesse ad aderire al Programma Cultour Med. Luisa Chiacchio, Azienda di Turismo e Soggiorno di Pozzuoli. Manifestando la propria soddisfazione per le iniziative in corso, ha offerto ogni sorta di collaborazione da parte dell Azienda Turistica per il rilancio turistico del territorio. Gianpietro Pinto, Ass. Culturale Orpheus Onlus. Presentazione ed invito a partecipare alla 1 Giornata del Consumo Critico Consapevole e Responsabile per la presentazione del Gruppo di Acquisto Solidale Flegreo Terra di Fuoco prevista per il 17 dicembre p.v. a Bacoli. Interesse ad aderire al Programma Cultour Med. Pasquale Colutta, Le Stufe di Nerone. Al fine di creare un sistema di accoglienza e di ospitalità turistica dell area flegrea, l imprenditore ha sottolineato la necessità di collaborazione tra le imprese locali. Ha, quindi, esposto la sua esperienza nella realizzazione di un progetto di coesione turistica e di accoglienza nell area dei Campi Flegrei. Nonostante le difficoltà e lo scetticismo riscontrate nella individuazione / coinvolgimento da parte degli operatori turistici locali, il Progetto di Coesione Turistica verrà presentato all Assessorato ai Beni Culturali e Turismo della Regione Campania il prossimo 22 Dicembre.

12 Francesca Iacono, stagista Parco Regionale Campi Flegrei. Presentazione dell iniziativa dell Ente Parco finalizzata alla somministrazione di interviste agli operatori socio economici appartenenti all area Parco per testare lo stato del sistema economico locale e la conoscenza dell esistenza dell Ente Parco. Tra le osservazioni più ricorrenti il desiderio di utilizzare un Marchio di qualità Campi Flegrei, capace di permettere l identificazione e la promozione del territorio in modo univoco. A chiusura, il RdPI ha presentato la dott.ssa Patrizia Maltese, intervenuta in rappresentanza dell Assessorato ai Beni Culturali e Turismo della Regione Campania. Manifestando la propria soddisfazione nella conduzione del Progetto di Animazione e Sensibilizzazione nell ambito del PI GAC Campi Flegrei ed in particolare nella organizzazione dei Focus Group, la dott.ssa Maltese ha sottolineato l obiettivo condiviso della creazione nell area flegrea di un modello di sviluppo turistico culturale di livello elevato per tutto l arco dell anno. Obiettivo sicuramente perseguibile grazie alla nascita sul territorio di una rete di operatori interessati allo sviluppo dello stesso. Al termine dell incontro sono state raccolte le Schede di Rilevazione Dati precedentemente distribuite. Durante l incontro è stato servito un rinfresco.

Re-tour nei Campi Flegrei.

Re-tour nei Campi Flegrei. nei Campi Flegrei. un Itinerario in cantiere IDEA FORZA: 1) Strutturazione di un itinerario di visita architettonico - archeologico - paesistico di valenza internazionale, costituito da alcuni grandi poli

Dettagli

PortAli e la sua rete Cluster Val di Vara

PortAli e la sua rete Cluster Val di Vara e la sua rete Cluster Val di Vara 1. La logica del progetto Al fine di portare avanti la sperimentazione del progetto elaborato durante la prima fase di Percorsi, intendiamo procedere con la costituzione

Dettagli

NetTARE opera nei seguenti ambiti:

NetTARE opera nei seguenti ambiti: Grazie ad una rete di professionisti e consulenti, NetTARE lavora con un approccio interdisciplinare sistemico e partecipativo mettendo a disposizione le proprie competenze in diversi ambiti: mobilità

Dettagli

Varese for Expo 2015

Varese for Expo 2015 Varese for Expo 2015 VARESE for EXPO UN OPPORTUNITÀ DA COGLIERE Una grande vetrina internazionale per promuovere il territorio di Varese Perché è: un occasione unica per organizzare il territorio aggregare

Dettagli

Il Contratto di Rete. Le possibili declinazioni del programma di rete.

Il Contratto di Rete. Le possibili declinazioni del programma di rete. Il Contratto di Rete. Le possibili declinazioni del programma di rete. Il programma di rete, all interno del contratto, rappresenta la ragione d essere dell aggregazione: le imprese, in questa sezione

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITÀ DEL CENTRO SERVIZI DEL PARCO CULTURALE DEI GRECI DI CALABRIA

STUDIO DI FATTIBILITÀ DEL CENTRO SERVIZI DEL PARCO CULTURALE DEI GRECI DI CALABRIA Accordo di Programma Quadro Beni ed Attività Culturali per il Territorio della Regione Calabria Comune di Bova STUDIO DI FATTIBILITÀ DEL CENTRO SERVIZI DEL PARCO CULTURALE DEI GRECI DI CALABRIA Il presente

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE NUOVI MODELLI DI COMUNICAZIONE SOCIALE PIANO DETTAGLIATO DELLE ATTIVITA

PROGETTO SPERIMENTALE NUOVI MODELLI DI COMUNICAZIONE SOCIALE PIANO DETTAGLIATO DELLE ATTIVITA PROGETTO SPERIMENTALE NUOVI MODELLI DI COMUNICAZIONE SOCIALE PIANO DETTAGLIATO DELLE ATTIVITA 1. Finalità ed Articolazione delle Azioni Il progetto sperimentale presenta un articolazione in tre Azioni

Dettagli

I risultati dei focus group. Andrea Ganzaroli DEMM Dip. di Economia, Management e Metodi Quantitativi Università di Milano Venezia 15 Aprile 2014

I risultati dei focus group. Andrea Ganzaroli DEMM Dip. di Economia, Management e Metodi Quantitativi Università di Milano Venezia 15 Aprile 2014 I risultati dei focus group Andrea Ganzaroli DEMM Dip. di Economia, Management e Metodi Quantitativi Università di Milano Venezia 15 Aprile 2014 Outline Obiettivi dei focus group; Struttura del campione;

Dettagli

5 anni di Programmazione Leader BILANCIO SOCIALE DEL GAL OGLIASTRA. Ulassai 26 febbraio 2016

5 anni di Programmazione Leader BILANCIO SOCIALE DEL GAL OGLIASTRA. Ulassai 26 febbraio 2016 5 anni di Programmazione Leader BILANCIO SOCIALE DEL GAL OGLIASTRA Ulassai 26 febbraio 2016 1 VISION Guidare il territorio Leader nello sviluppo di 4 settori chiave PRODUTTIVITA SOSTENIBILE TURISMO CULTURA

Dettagli

CASTRUM MEDIANUM DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO DI MESAGNE

CASTRUM MEDIANUM DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO DI MESAGNE CASTRUM MEDIANUM DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO DI MESAGNE AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ai fini della partecipazione gratuita al Corso di Accoglienza del Cliente e Conoscenza del Territorio,

Dettagli

Opportunità di finanziamento per la pesca e l acquacoltura promosse dal GAC - Gruppo di Azione Costiera Costa di Toscana.

Opportunità di finanziamento per la pesca e l acquacoltura promosse dal GAC - Gruppo di Azione Costiera Costa di Toscana. Conferenza Stampa Castiglione della Pescaia (GR) 31 Luglio 2014 Opportunità di finanziamento per la pesca e l acquacoltura promosse dal GAC - Gruppo di Azione Costiera Costa di Toscana. I GAC: chi sono

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE. Seminario istituzionale 13 giugno 2016

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE. Seminario istituzionale 13 giugno 2016 CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE Seminario istituzionale 13 giugno 2016 Proposta di legge C.3666 Disposizioni concernenti la comunicazione e la diffusione delle competenze di base necessarie

Dettagli

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione

Linee di intervento, azioni e stato di attuazione Newsletter n.70 Dicembre 2009 Approfondimento_11 FESR PUGLIA 2007-2013 ASSE IV - VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E CULTURALI PER L ATTRATTIVITÀ E LO SVILUPPO Linee di intervento, azioni e stato di

Dettagli

Sperimentare modalità di rendicontazione sociale. Congesso AIV Genova, 17/04/2015 Di Valentina Todesca, Giovanna Badalassi, Vittoria Musella

Sperimentare modalità di rendicontazione sociale. Congesso AIV Genova, 17/04/2015 Di Valentina Todesca, Giovanna Badalassi, Vittoria Musella Sperimentare modalità di rendicontazione sociale Programma Donne per lo sviluppo urbano Programma Operativo FSE 2007-2013 Asse II Occupabilità La valutazione dei progetti integrati per la creazione di

Dettagli

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza

COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza.. N. 95 REGISTRO DELIBERAZIONI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE... OGGETTO: ADESIONE EVENTO CALICI DI STELLE PROMOSSO DALLA ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Scheda PASL Azioni di valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali

Scheda PASL Azioni di valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali Scheda PASL 1.2.3.1 - Azioni di valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali ASSE STRATEGICO DI INTERVENTO DEL PROTOCOLLO D INTESA Asse 1 Sistema delle imprese, dell'innovazione e dei beni culturali;

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA

SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA SCHEDA DI SINTESI DELLE LINEE STRATEGICHE E DELLA RELATIVA DOTAZIONE FINANZIARIA A. Promozione di nuovi prodotti turistici LS 1 : CREAZIONI DELLE DESTINAZIONI E DEI PRODOTTI TURISTICI SOSTENIBILI AZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO

PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO marchio una costa lunga un anno PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO tra REGIONE TOSCANA Province di: MASSA CARRARA PISA LUCCA LIVORNO GROSSETO i

Dettagli

La creazione dei sistemi turistici locali sostenibili (Azione locale 2.4) San Cassiano, 03 novembre 2014

La creazione dei sistemi turistici locali sostenibili (Azione locale 2.4) San Cassiano, 03 novembre 2014 Misura 421 Progetto di cooperazione interterritoriale TUR.Puglia, Promuovere il Sistema Turistico Locale sostenibile pugliese Codice Progetto: I-L-IT 010-023-007 La creazione dei sistemi turistici locali

Dettagli

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE Forum - 4 incontro CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE Parco Nazionale dell Aspromonte 26.10.2016 Il percorso di costruzione del Piano Valutazione della situazione attuale Patrimonio naturale, storico

Dettagli

MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI

MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI MISURA 2.1 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL SISTEMA DEI BENI CULTURALI Asse prioritario di riferimento: Risorse Culturali Fondo strutturale interessato: FESR Settore di intervento: Risorse culturali

Dettagli

AGENZIA DI INNOVAZIONE E RICERCA TERRITORIALE POR Campania FESR Asse V - Obiettivo Operativo 5.1 CUP: D35I AVVISO PUBBLICO

AGENZIA DI INNOVAZIONE E RICERCA TERRITORIALE POR Campania FESR Asse V - Obiettivo Operativo 5.1 CUP: D35I AVVISO PUBBLICO Comunità Montana Vallo Di Diano AGENZIA DI INNOVAZIONE E RICERCA TERRITORIALE POR Campania FESR 2007-2013 Asse V - Obiettivo Operativo 5.1 CUP: D35I08000070006 AVVISO PUBBLICO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Dettagli

COMUNE DI MONTECORICE

COMUNE DI MONTECORICE Questionario n. 1 Imprese e professionisti 1 COMUNE DI MONTECORICE PIANO URBANISTICO COMUNALE CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE

Dettagli

24.10.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 43 DELIBERAZIONE 8 ottobre 2012, n. 875

24.10.2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 43 DELIBERAZIONE 8 ottobre 2012, n. 875 DELIBERAZIONE 8 ottobre 2012, n. 875 Accordo di collaborazione tra regione Toscana e Anci Toscana finalizzato alla realizzazione di giornate formative in materia di servizio civile regionale. LA GIUNTA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO

PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO una costa lunga un anno PROTOCOLLO D INTESA PER L INNOVAZIONE DEL PRODOTTO COSTA DI TOSCANA E ISOLE DELL ARCIPELAGO tra REGIONE TOSCANA PROVINCE e CAMERE DI COMMERCIO della Costa Toscana Confcommercio

Dettagli

Cagliari, 30 novembre 2006

Cagliari, 30 novembre 2006 Cagliari, 30 novembre 2006 Il progetto pilota SHB Il progetto sperimentale Sardinia Hike and Bike viene avviato nel 2005 con l obiettivo di creare un club di prodotto da specializzare nell offerta di ospitalità

Dettagli

1. Albergo diffuso del Monte Subasio

1. Albergo diffuso del Monte Subasio 1. Albergo diffuso del Monte Subasio Turismo sport e servizi; Innovazione nella gestione delle risorse economiche; Potenziamento dei beni pubblici e infrastrutture a fini turistici; Incentivazione del

Dettagli

Slowland Piemonte 26/09/2016

Slowland Piemonte 26/09/2016 Slowland Piemonte 26/09/2016 VALORIZZAZIONE INTEGRATA, COORDINATA E SOSTENIBILE delle risorse ambientali, culturali e turistiche a livello di bacino e di sistema dell anfiteatro morenico d Ivrea Pancrazio

Dettagli

Sara Funaro Presidente x Rossella Boldrini Membro x Michele Pierguidi Membro x. L Assessore Proponente: Sara Funaro

Sara Funaro Presidente x Rossella Boldrini Membro x Michele Pierguidi Membro x. L Assessore Proponente: Sara Funaro Deliberazione Giunta Esecutiva n. 8 del 22 aprile 2016 Oggetto: Avviso di istruttoria pubblica per la presentazione di manifestazione di interesse relativa alla co-progettazione di interventi a valere

Dettagli

ASSESSORATO AL TURISMO. Allegato B. Sintesi divulgativa. Assessorato al Turismo, Provincia di Salerno

ASSESSORATO AL TURISMO. Allegato B. Sintesi divulgativa. Assessorato al Turismo, Provincia di Salerno ASSESSORATO AL TURISMO Allegato B Sintesi divulgativa Assessorato al Turismo, Provincia di Salerno Documento strategico La rete dei paesaggi per il turismo sostenibile ed etico. Sintesi divulgativa Dicembre

Dettagli

CORSO AVANZATO EUROPROGETTAZIONE KA1 CREAZIONE DELLA RETE DANIELA CONTI GALLENTI VALERIA LALLAI

CORSO AVANZATO EUROPROGETTAZIONE KA1 CREAZIONE DELLA RETE DANIELA CONTI GALLENTI VALERIA LALLAI CORSO AVANZATO EUROPROGETTAZIONE KA1 CREAZIONE DELLA RETE DANIELA CONTI GALLENTI VALERIA LALLAI Per rete si intende una struttura non gerarchica di elementi interconnessi tra di loro, in cui l informazione

Dettagli

A.MI.CO. Award CALL FOR PROPOSALS

A.MI.CO. Award CALL FOR PROPOSALS A.MI.CO. Award CALL FOR PROPOSALS 1. Introduzione Con i progetti di Migrazione e Sviluppo, l Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo Missione

Dettagli

PIRAP PARCO REGIONALE DEI CAMPI FLEGREI AMBIENTE ED ENOGASTRONOMIA SCHEDA PROGETTO PER AZIONI IMMATERIALI - FSE

PIRAP PARCO REGIONALE DEI CAMPI FLEGREI AMBIENTE ED ENOGASTRONOMIA SCHEDA PROGETTO PER AZIONI IMMATERIALI - FSE PIRAP PARCO REGIONALE DEI CAMPI FLEGREI AMBIENTE ED ENOGASTRONOMIA SCHEDA PROGETTO PER AZIONI IMMATERIALI - FSE INTERVENTO IN ELENCO: id prog. 01 PCF FSE IM. TITOLO: FORMAZIONE GUIDE AMBIENTALI PER IL

Dettagli

Piano Urbanistico Generale Intercomunale

Piano Urbanistico Generale Intercomunale Provincia di Lecce Comune di Otranto Piano Urbanistico Generale Intercomunale 8 febbraio 2010 Auditorium Porta d Oriente, Otranto 1 Provincia di Lecce Comune di Otranto Piano Urbanistico Generale Intercomunale

Dettagli

LIFE GO PARK. Abstract di progetto. Progetto LIFE12 INF/IT/000571

LIFE GO PARK. Abstract di progetto. Progetto LIFE12 INF/IT/000571 LIFE GO PARK Abstract di progetto Progetto LIFE12 INF/IT/000571 1/10 INDICE Contesto e motivazioni pag. 3 Obiettivi del progetto pag. 7 Fasi del progetto Pag. 9 2/10 Contesto e motivazioni del progetto

Dettagli

COMUNE DI VAIANO (Provincia di Prato) PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO

COMUNE DI VAIANO (Provincia di Prato) PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Area 1 Pianificazione e Gestione del Territorio Elab. D2 Variante parziale al Regolamento Urbanistico vigente per modifiche all'area di riqualificazione urbana RU7 - La Briglia e all'area polarità urbana

Dettagli

POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007. Estratto

POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007. Estratto REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SARDEGNA UNIONE EUROPEA POR SARDEGNA FESR 2007-2013 RAPPORTO ANNUALE DI ESECUZIONE AL 31.12.2007 Estratto Giugno 2008 5. INFORMAZIONE E PUBBLICITA Nel corso del 2007 è stata

Dettagli

Area GAC SO Tu come la vedi? Il GAC visto dagli occhi dei giovani REPORT FINALE

Area GAC SO Tu come la vedi? Il GAC visto dagli occhi dei giovani REPORT FINALE P.O. FEP - FONDO EUROPEO PER LA PESCA 2007-2013 ASSE IV SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE ZONE DI PESCA (Artt. 43-45 Reg. CE 1198/06) Area GAC SO 2025. Tu come la vedi? Il GAC visto dagli occhi dei giovani REPORT

Dettagli

LA SFIDA DEI PIOT AV A VI V SO

LA SFIDA DEI PIOT AV A VI V SO LA SFIDA DEI PIOT AVVISO PUBBLICO PER LA AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PACCHETTI INTEGRATI DI OFFERTA TURISTICA A VALERE SULL OBIETTIVO SPECIFICO IV.1 DELL ASSE IV VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI

Dettagli

Nascita e operatività di un partenariato di filiera

Nascita e operatività di un partenariato di filiera Nascita e operatività di un partenariato di filiera «Coltiviamo sviluppo con l integrazione delle filiere produttive» Convegno Catania/Palermo, 5 e 6 Dicembre 2011 Serena Tarangioli GdL Progettazione Integrata

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI DURATA E METODO DIDATTICO

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI DURATA E METODO DIDATTICO L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale con oltre 24 miliardi di euro spesi dai turisti nazionali ed esteri. Il cibo made in Italy vanta una varietà e una

Dettagli

ANALISI DEI MERCATI TURISTICI SUB-REGIONALI

ANALISI DEI MERCATI TURISTICI SUB-REGIONALI ANALISI DEI MERCATI TURISTICI SUB-REGIONALI Costumi sociali e risorse economiche per una politica di sviluppo sostenibile del territorio UNITA LOCALE DI BOLOGNA Il quadro legislativo e le politiche regionali

Dettagli

(CETS) Luca Dalla Libera

(CETS) Luca Dalla Libera CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE (CETS) Luca Dalla Libera I risultati del secondo tavolo di lavoro LA STRATEGIA PER IL TURISMO SOSTENIBILE TERZO INCONTRO TAVOLO DI LAVORO 14-16

Dettagli

AMBITO TEMATICO DI INTERVENTO

AMBITO TEMATICO DI INTERVENTO AMBITO TEMATICO DI INTERVENTO Attività di tipo culturale Attività di formazione Attività di promozione Giornata di studio sull edilizia del Novecento Identificazione del sistema territoriale Corsi per

Dettagli

PROGETTO WELCOME IN TUSCIA 2012

PROGETTO WELCOME IN TUSCIA 2012 PROGETTO WELCOME IN TUSCIA 2012 Valorizzazione e promozione del turismo integrato e sostenibile nella Tuscia Viterbese (Allegato alla determinazione del Segretario Generale n. 114 del 27/03/2012) Art.

Dettagli

PIANO OPERATIVO COMUNALE

PIANO OPERATIVO COMUNALE verso il nuovo PIANO OPERATIVO COMUNALE (nuova denominazione del REGOLAMENTO URBANISTICO ai sensi della LR 65/14) COSA E IL PIANO OPERATIVO? Strumento che definisce la programmazione e il coordinamento

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE Denominazione qualificazione Tecnico della valorizzazione e promozione dei beni e delle attività culturali

Dettagli

IL TURISMO RURALE E LE POSSIBILITA DI SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE ATTRAVERSO I FONDI EUROPEI. Rovigo, 13 ottobre 2017

IL TURISMO RURALE E LE POSSIBILITA DI SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE ATTRAVERSO I FONDI EUROPEI. Rovigo, 13 ottobre 2017 IL TURISMO RURALE E LE POSSIBILITA DI SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE ATTRAVERSO I FONDI EUROPEI Rovigo, 13 ottobre 2017 I GAL SONO PARTENARIATI PUBBLICO PRIVATI, rappresentativi delle realtà socio-economiche

Dettagli

FORMAZIONE, PROFESS. TURISTICHE E TUT. DEL TURISTA DETERMINAZIONE. Estensore CIOLLI PIERA. Responsabile del procedimento CIOLLI PIERA

FORMAZIONE, PROFESS. TURISTICHE E TUT. DEL TURISTA DETERMINAZIONE. Estensore CIOLLI PIERA. Responsabile del procedimento CIOLLI PIERA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO FORMAZIONE, PROFESS. TURISTICHE E TUT. DEL TURISTA DETERMINAZIONE N. G01861 del 03/03/2016 Proposta n. 2298 del 24/02/2016 Oggetto:

Dettagli

ASSESSORATO AREA PORTO E DEMANIO

ASSESSORATO AREA PORTO E DEMANIO ASSESSORATO AREA PORTO E DEMANIO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO A MANIFESTARE INTERESSE PER L AFFIDAMENTO, AI SENSI DELL ARTICOLO 45 BIS DEL CODICE DELLA NAVIGAZIONE, DELLA GESTIONE DI LOCALI COMMERCIALI-TURISTICI

Dettagli

BRISIGHELLACOMUNITA OSPITALE 20 APRILE 2013

BRISIGHELLACOMUNITA OSPITALE 20 APRILE 2013 IL PERCORSO DI PARTECIPAZIONE Descrizione lug-12 ago-12 set-12 ott-12 nov-12 dic-12 gen-13 feb-13 mar-13 apr-13 mag-13 Progettazione Programmazione e coordinamento Seminari informativi Mappatura stakeholder

Dettagli

Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile

Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile Asse IV- Attività 4.1.a Supporto allo sviluppo urbano Piani Integrati di Sviluppo Urbano Sostenibile Sintesi dei contenuti del bando pubblicato sul BUR n. 24 di data 15 giugno 2011 Direzione centrale attività

Dettagli

DOCUMENTO FINALE TAVOLO DI L AVORO SUL TURISMO ANCONA 29 MAGGIO Premessa

DOCUMENTO FINALE TAVOLO DI L AVORO SUL TURISMO ANCONA 29 MAGGIO Premessa TAVOLO DI L AVORO SUL TURISMO DOCUMENTO FINALE ANCONA 29 MAGGIO 2007 Premessa Il tavolo del turismo prende atto preliminarmente che dai lavori del Comitato di Coordinamento, svolti con il coinvolgimento

Dettagli

Novara.IN INclusiva e INnovativa

Novara.IN INclusiva e INnovativa Novara.IN INclusiva e INnovativa Borgo Medievale di Torino, 3 Dicembre 2014 I Partner del progetto Agenzia Turistica Locale della Provincia di Novara Camera di Commercio di Novara Consulta per le Persone

Dettagli

ALLEGATO B SCHEDE DI PROGRAMMAZIONE ANNO

ALLEGATO B SCHEDE DI PROGRAMMAZIONE ANNO ALLEGATO B SCHEDE DI PROGRAMMAZIONE ANNO 2014.2016 Proprietà strategica: l analisi, conoscenza e sviluppo del sistema economico locale Obiettivo strategico: Promuovere lo sviluppo e la competitività dei

Dettagli

L approccio territorialista allo sviluppo sostenibile. (II parte)

L approccio territorialista allo sviluppo sostenibile. (II parte) L approccio territorialista allo sviluppo sostenibile (II parte) Pianificazione ambientale e sostenibilità Si raggiunge una buona qualità ambientale quando vi è una sostenibilità territoriale (che è una

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE AZIENDE PARTECIPANTI AL PROGETTO AGRICULTURE POINT

BANDO PER LA SELEZIONE DELLE AZIENDE PARTECIPANTI AL PROGETTO AGRICULTURE POINT BANDO PER LA SELEZIONE DELLE AZIENDE PARTECIPANTI AL PROGETTO AGRICULTURE POINT Premesso che la Giunta Provinciale di Bari con provvedimento n. 245 del 28/12/2007, ha approvato il progetto Agriculture

Dettagli

Comune di Ostuni Provincia di Brindisi

Comune di Ostuni Provincia di Brindisi Comune di Ostuni Provincia di Brindisi AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ai fini dell adesione all Associazione del Distretto Urbano del Commercio di Ostuni, denominata Città Bianca 1. Premessa

Dettagli

Visual: urbanfile.org

Visual: urbanfile.org Visual: urbanfile.org Confcommercio Milano ha ideato il progetto Expo Friends che vede gli esercizi commerciali e i pubblici esercizi promotori di Expo 2015 sul territorio per i cittadini e i 20 milioni

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Tutela, valorizzazione, conservazione e gestione dei beni

Dettagli

23/05/ :56:05 Pagina 1 di 5

23/05/ :56:05 Pagina 1 di 5 Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Tecnico di accoglienza turistica Edizione 2016 Professioni NUP/ISTAT correlate 3.4.1.4.0 - Agenti di viaggio 3.4.1.1.0 - Tecnici delle attività ricettive e professioni

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 282 SEDUTA DEL 30 MAGGIO 2014

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 282 SEDUTA DEL 30 MAGGIO 2014 COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni della GIUNTA COMUNALE N. 282 SEDUTA DEL 30 MAGGIO 2014 Presenti Assenti Giorgio ORSONI Sindaco Sandro SIMIONATO V.Sindaco, Assessore Tiziana

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE

ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO DIPARTIMENTO REGIONALE DEL TURISMO, DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO AREE AREA 1 AFFARI GENERALI Gestione delle risorse umane Ufficio relazioni

Dettagli

Le Origini: La visione:

Le Origini: La visione: Le Origini: L associazione New A.G.E (New Albanian Generation Era) nasce nel 2004 a Milano con l obiettivo principale di aiutare e rappresentare gli studenti albanesi che studiano e vivono in Lombardia.

Dettagli

Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei

Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei Grande Attrattore Culturale Campi Flegrei Infrastrutture Numero Denominazione Beneficiario Altre risorse Identificativo intervento Misura Risorse POR pubbliche Risorse private Costo totale I BCL BCL 001

Dettagli

Introduzione ai temi del Programma

Introduzione ai temi del Programma Introduzione ai temi del Programma Milano 21 giugno 2016 Agenda Lo spazio di cooperazione visto da vicino Lo spazio di cooperazione inquadrato nel contesto Perché presentare un progetto sul Programma Italia-Svizzera

Dettagli

Assistenza ai processi zonali di co-progettazione

Assistenza ai processi zonali di co-progettazione Fondo Sociale Europeo Asse B Inclusione Sociale e Lotta alla Povertà Assistenza ai processi zonali di co-progettazione Servizi di accompagnamento al lavoro per persone disabili e soggetti vulnerabili 1

Dettagli

World Natural Heritage Management

World Natural Heritage Management Master World Natural Heritage Management Conoscenza e gestione dei Beni naturali iscritti nella lista del patrimonio mondiale UNESCO (Dolomiti e altri siti montani) Scheda riassuntiva Project Work Allievo

Dettagli

Definizione partecipata della SSL E-GOVERNANCE

Definizione partecipata della SSL E-GOVERNANCE Definizione partecipata della SSL Incontri informativi Analisi SWOT Identificazione dei Fabbisogni Definizione tematisti e animazione Definizione della SSL e dei relativi obiettivi Scelta delle misure

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COPROGETTAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER UNO SPORTELLO UNICO DI INFORMAZIONE E DI ORIENTAMENTO SUL SETTORE IMMIGRAZIONE PER IL TERRITORIO DELLA ZONA PISANA CIG 714759A9 1.

Dettagli

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE 2016-2019 a cura dell animatore digitale docente : Francesca Scarpulla Finalità ruolo animatore In sintesi dal PNSD favorire il processo di digitalizzazione

Dettagli

Vista la LR 12 del 18/02/2010 recupero e valorizzazione del patrimonio escursionistico del

Vista la LR 12 del 18/02/2010 recupero e valorizzazione del patrimonio escursionistico del ACCORDO QUADRO TRA ENTE PARCO NAZIONALE VAL GRANDE, UNIONE DEL LAGO MAGGIORE, UNIONE MONTANA DELLA VALLE VIGEZZO, UNIONE MONTANA VALGRANDE E DEL LAGO DI MERGOZZO E I COMUNI DI COSSOGNO, PIEVE VERGONTE,

Dettagli

Patto di collaborazione educativa

Patto di collaborazione educativa Patto di collaborazione educativa promosso da Ecomuseo Mare Memoria Viva Visto Raccomandazione N.R. (98)5 relativa alla pedagogia del patrimonio culturale (17 marzo 1998) Convenzione quadro del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI BARGA PROVINCIA DI LUCCA

COMUNE DI BARGA PROVINCIA DI LUCCA ORIGINALE COMUNE DI BARGA PROVINCIA DI LUCCA Deliberazione n 78 in data 14/10/2015 Prot. n. del Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Straordinaria di 1 convocazione-seduta Pubblica

Dettagli

Progetto di animazione e sensibilizzazione socio-culturale a sostegno dei progetti imprenditoriali CONCORSO DI IDEE. Idee per Corviale BANDO

Progetto di animazione e sensibilizzazione socio-culturale a sostegno dei progetti imprenditoriali CONCORSO DI IDEE. Idee per Corviale BANDO PUNTO ANIMAZIONE www.autopromozionesociale.it Numero Verde 800272857 Laboratorio territoriale 0665190644 Progetto di animazione e sensibilizzazione socio-culturale a sostegno dei progetti imprenditoriali

Dettagli

Norme per la valorizzazione, la promozione e il sostegno dell economia sociale e solidale

Norme per la valorizzazione, la promozione e il sostegno dell economia sociale e solidale Proposta di progetto di legge di iniziativa popolare per la Lombardia Norme per la valorizzazione, la promozione e il sostegno dell economia sociale e solidale Art. 1 Oggetto e finalità In armonia con

Dettagli

ANIMAZIONE e PROGETTAZIONE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR

ANIMAZIONE e PROGETTAZIONE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR GAL Langhe Roero Leader ASSE IV LEADER P.S.R. REGIONE PIEMONTE 2007-2013 ANIMAZIONE e PROGETTAZIONE verso il nuovo Piano di Sviluppo Locale LEADER - PSR 2014-2020 30.05.2016 1 La fase di animazione territoriale

Dettagli

P.O. FEP - FONDO EUROPEO PER LA PESCA ASSE IV MISURA 4.1 SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE ZONE DI PESCA (Artt Reg.

P.O. FEP - FONDO EUROPEO PER LA PESCA ASSE IV MISURA 4.1 SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE ZONE DI PESCA (Artt Reg. P.O. FEP - FONDO EUROPEO PER LA PESCA 2007-2013 ASSE IV MISURA 4.1 SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE ZONE DI PESCA (Artt. 43-45 Reg. CE 1198/06) VISTO AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DEL GAC IL SOLE E L AZZURRO

Dettagli

Comune x Provincia Interprovinciale

Comune x Provincia Interprovinciale AZIONI PARTENARIALI: SCHEDA PER LE PROPOSTE DI INTERVENTO - CNEL Parte I - Proposta Titolo Localizzazione Area di realizzazione Ecotourism Provincia BAT Comune x Provincia Interprovinciale Proponente Denominazione

Dettagli

Milano AmaMi Card. Milano,

Milano AmaMi Card. Milano, Milano AmaMi Card. Milano, 08.06.2010 Introduzione Milano AmaMi Card nasce dall ambizione del Comune di Milano di creare un nuovo strumento per rendere fruibili, attraverso un unico supporto, l accesso

Dettagli

NORME DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL TAVOLO DI PARTENARIATO

NORME DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL TAVOLO DI PARTENARIATO NORME DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL TAVOLO DI PARTENARIATO Pagina 1 di 9 Indice Premessa... 3 1 Oggetto del disciplinare... 3 2 Composizione del Tavolo di Partenariato.... 3 3 Il Presidente...

Dettagli

D.lgs. n. 152/ LR 34/2004. Adesione alla "Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA)" in Italia.

D.lgs. n. 152/ LR 34/2004. Adesione alla Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) in Italia. REGIONE PIEMONTE BU49 10/12/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 16 novembre 2015, n. 15-2419 D.lgs. n. 152/2006 - LR 34/2004. Adesione alla "Carta per lo sviluppo delle Aree Produttive Ecologicamente

Dettagli

L attuale fase della legislatura regionale rappresenta un momento importante del

L attuale fase della legislatura regionale rappresenta un momento importante del L attuale fase della legislatura regionale rappresenta un momento importante del percorso intrapreso nel 2010 per la realizzazione del programma di governo della Regione Toscana. Gli effetti della grave

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA ACCORDO DI PROGRAMMA PRESENTAZIONE DELLA CALL PROMOSSA DA INVITALIA Rosignano Marittimo - 13 maggio 2016 L'ACCORDO DI PROGRAMMA Il Comune di Rosignano Marittimo ha sottoscritto, in data 8 maggio 2015,

Dettagli

Gabriele Negrini 9 maggio 2011

Gabriele Negrini 9 maggio 2011 Gabriele Negrini 9 maggio 2011 Sviluppo della navigazione fluviale e fruizione turistica dei territori Sviluppo dei collegamenti idroviari fra le città d arte Potenzialità del trasporto idroviario Il Sistema

Dettagli

Scadenza per l invio delle domande: 23 dicembre 2012

Scadenza per l invio delle domande: 23 dicembre 2012 AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER AFFIDAMENTO SERVIZI DI VITTO, ALLOGGIO E NOLEGGIO AUTOMEZZI PER OSPITALITÀ PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE IN PUGLIA 2013 Scadenza per l invio delle domande:

Dettagli

I PFSL: un nuovo modello di intervento per contrastare la crisi a favore dello sviluppo locale. L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo

I PFSL: un nuovo modello di intervento per contrastare la crisi a favore dello sviluppo locale. L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo Contenuti del seminario 3 Modello I PFSL: un nuovo modello di intervento per contrastare la crisi a favore dello sviluppo locale Esperienze L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo Focus Area di Crisi

Dettagli

PERCORSI DI ACCOGLIENZA SOSTENIBILE IN FRIULI VENEZIA GIULIA

PERCORSI DI ACCOGLIENZA SOSTENIBILE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Questa iniziativa è stata realizzata per la Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2014 PERCORSI DI ACCOGLIENZA SOSTENIBILE IN FRIULI VENEZIA GIULIA Nuovi Cittadini Onlus, in collaborazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré. Cooperativa Il Pellicano. Cooperativa Prisma

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré. Cooperativa Il Pellicano. Cooperativa Prisma PROTOCOLLO D INTESA Tra Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Trentatré e Cooperativa Il Pellicano e Cooperativa Prisma e Cooperativa Oltre i Sogni PER La gestione del servizio di Turismo

Dettagli

Spazio Idee CENTRO DI COORDINAMENTO E DI PROGETTAZIONE COME SPAZIO DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LEGALITA. Emanuele Messina

Spazio Idee CENTRO DI COORDINAMENTO E DI PROGETTAZIONE COME SPAZIO DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LEGALITA. Emanuele Messina Comune di San Giuseppe Jato Jato Spazio Idee CENTRO DI COORDINAMENTO E DI PROGETTAZIONE COME SPAZIO DELLA DEMOCRAZIA E DELLA LEGALITA Emanuele Messina Responsabile della Comunicazione Finanziato nell ambito

Dettagli

Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo

Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo Programmi di Finanziamento dell Unione Europea Le Politiche Comunitarie di interesse per il Consiglio dell Ordine degli Psicologi dell Abruzzo Il Consiglio degli Psicologi dell Abruzzo - organizza il corso

Dettagli

programma 1920 maggio sabato 19 maggio 19 maggio 17 giugno 2018

programma 1920 maggio sabato 19 maggio 19 maggio 17 giugno 2018 19 maggio 17 giugno 2018 programma Dal tema della Festa dei Musei 2018 Musei Iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici, un programma mensile di iniziative che mette in rete il Parco Archeologico dei

Dettagli

Supporto per il recupero e la valorizzazione dei beni culturali per la Regione Sardegna

Supporto per il recupero e la valorizzazione dei beni culturali per la Regione Sardegna pwc.com/it Supporto per il recupero e la valorizzazione dei beni culturali per la Regione Sardegna Bozza Ottobre 2011 Indice 1. L analisi di contesto 2. I primi fabbisogni individuati 3. Le azioni infrastrutturali

Dettagli

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE (CETS)

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE (CETS) CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE (CETS) Giacomo Munegato - Consulente Federparchi Luca Lietti - Consulente Federparchi In cammino verso la CETS PRIMO INCONTRO TAVOLO DI LAVORO

Dettagli

UN PROGETTO CULTURALE INTEGRATO PER LA CITTA DI PORTICI

UN PROGETTO CULTURALE INTEGRATO PER LA CITTA DI PORTICI UN PROGETTO CULTURALE INTEGRATO PER LA CITTA DI PORTICI Il 3 ottobre 1839 con la cerimonia di inaugurazione della linea Napoli-Portici iniziava, in Italia, la storia delle ferrovie. 174 anni di storia

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 1 BENI IN RETE

LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 1 BENI IN RETE LINEE GUIDA PER LA CANDIDATURA AL BANDO VALORIZZAZIONE 2015 SEZIONE N. 1 BENI IN RETE a. STUDIO SCIENTIFICO Lo studio dovrà essere redatto con un testo tra le 3.000 e le 10.000 battute e dovrà giustificare

Dettagli

IL PIANO STRATEGICO DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA PROGETTAZIONE PARTECIPATA CON GLI STAKEHOLDERS

IL PIANO STRATEGICO DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA PROGETTAZIONE PARTECIPATA CON GLI STAKEHOLDERS IL PIANO STRATEGICO DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA TAVOLO VERDE PROGETTAZIONE PARTECIPATA CON GLI STAKEHOLDERS VERBALE 7 INCONTRO AREA GENOVA SALA CONSIGLIO CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA 8 FEBBRAIO

Dettagli

Comune di Montecorvino Pugliano Provincia di Salerno Provincia di Salerno

Comune di Montecorvino Pugliano Provincia di Salerno Provincia di Salerno Prot. n 6836 del 06.04.2010 BANDO DI GARA per l affidamento, mediante procedura ristretta indetta ai sensi del D.Lgs. n. 163, dei servizi di realizzazione di un itinerario turistico integrato in attuazione

Dettagli

Fondazione Guido Berlucchi per la Ricerca sul Cancro

Fondazione Guido Berlucchi per la Ricerca sul Cancro Fondazione Guido Berlucchi per la Ricerca sul Cancro Su iniziativa dell imprenditore Guido Berlucchi è stata istituita il 14 giugno 2000 una Fondazione con lo scopo di promuovere la Ricerca e la Didattica

Dettagli