Valutazione del programma LLP- TOI Talent 4...Europe: Un programma di gruppo per identificare talenti e capacità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Valutazione del programma LLP- TOI Talent 4...Europe: Un programma di gruppo per identificare talenti e capacità"

Transcript

1 Valutazione del programma LLP- TOI Talent 4...Europe: Un programma di gruppo per identificare talenti e capacità Dr Laura Caulfield & Dr Rebecca McGuire- Snieckus School of Society, Enterprise & Environment, Bath Spa University Settembre 2014

2 Autori La dott.ssa Laura Caulfield è dirigente del dipartimento Ricerche e Consulenza nonché Subject Leader di Psicologia presso la School of Society, Enterprise and Environment della Bath Spa University. Laura possiede grande esperienza nel settore della ricerca, della psicologia forense e della giustizia criminale, in particolare è esperta nella valutazione degli effetti che può avere lo svolgimento di attività alternative in carcere. Durante la sua carriera come ricercatrice, è stata coinvolta in numerosi progetti di ricerca finanziati da agenzie governative nazionali, enti di beneficienza e autorità locali. Il lavoro di Laura ha attirato l attenzione di molti sia in ambito professionale che accademico e viene spesso invitata a parlare del suo lavoro in conferenze professionali e accademiche nel Regno Unito e in contesti internazionali. La dott.ssa Rebecca McGuire- Snieckus è Subject Leader di Psicologia presso la School of Society, Enterprise and Environment della Bath Spa University. Membro della Royal Statistical Society, Rebecca è specializzata in statistica e metodi di ricerca oltre a possedere competenze in materia di psichiatria, istruzione e psicologia forense. Ha ideato un indice di valutazione delle relazioni terapeutiche utilizzata per la ricerca e la terapia clinica nel Regno Unito e, nelle versioni tradotte, in Germania, Italia, Svezia e Norvegia. Inoltre si occupa della peer- review di alcune riviste e ha partecipato a numerose conferenze nazionali e internazionali. Riconoscimenti Gli autori vogliono ringraziare gli uomini e le donne che hanno partecipato al progetto Talent 4... nei sei Paesi partner. Lo staff di ausilio a Rideout e lo staff progettuale di ciascun Paese sono stati preziosi nella raccolta dei dati, e hanno reso possibile il completamento della presente valutazione. Finanziamento La presente valutazione è stata finanziata dal Programma Lifelong Learning (settoriale Leonardo da Vinci). Progetto TOI numero UK/12/LLP- LdV/TOI- 594

3 Valutazione del programma LLP- TOI Talent 4...Europe: Un programma di gruppo per identificare talenti e capacità Sommario Esecutivo Creato da Rideout, Talent 4 è un programma innovativo che utilizza giochi e creatività per identificare i talenti e le capacità naturali dei partecipanti. Il programma si basa sulla psicologia dell apprendimento, sull orientamento e su prove artistiche attraverso l utilizzo di una vasta gamma di esercizi, giochi, giochi di ruolo e video. Originariamente pensato e sviluppato per il sistema penitenziario britannico, il programma è stato poi trasferito a partner in Bulgaria, Italia, Lituania, Malta, Romania e Spagna e ha coinvolto numerosi gruppi di persone. Tutto ciò è stato possibile grazie al finanziamento ottenuto nell ambito del Programma Lifelong Learning (settoriale Leonardo da Vinci). Rideout ha commissionato la Bath Spa University per la valutazione esterna del programma. Sono stati analizzati i dati relativi a 234 partecipanti in sei Nazioni. Sono stati raccolti e analizzati statisticamente dati basati su valori psicologici di aspirazioni e competenze al fine di valutare l impatto di Talent 4 I partecipanti hanno fornito informazioni su ciò che hanno imparato dopo aver preso parte al progetto. L analisi statistica ha evidenziato un significante incremento nelle aspirazioni dei partecipanti nel corso del progetto. L analisi statistica ha evidenziato un incremento nella consapevolezza nei partecipanti delle proprie competenze nel corso del progetto, ma tale dato non è stato rilevante. I partecipanti hanno acquisito maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti in ambito lavorativo. I partecipanti hanno acquisito nuove metodologie in termini di problem solving. Il report finale presenta un analisi e una revisione dettagliata dei risultati ottenuti nei Paesi partner. Per maggiori informazioni su Talent 4 si prega di consultare il sito Dott.ssa Laura Caulfield & Dott.ssa Rebecca McGuire- Snieckus, School of Society, Enterprise & Environment, Bath Spa University

4 Indice 1. Talent 4 Europe Background Partner Ambito e scopi... Error! Bookmark not defined. 3. Metodologia Partecipanti Misurazioni dei dati raccolti Parte A. Indice delle aspirazioni Parte B. Competenze percepite Parte C. Domande aperte Parte D. Domande finali Risultati... Error! Bookmark not defined. Part A. Indice delle aspirazioni Part B. Competenze percepite... Error! Bookmark not defined. Part C. Domande aperte Part D. Domande finali... Error! Bookmark not defined. 5. Dibattito Limiti Riferimenti Appendice... 26

5 1. Talent 4 Europe 1.1 Background Talent 4 è un programma workshop ideato per aiutare i partecipanti ad imparare di più sulle proprie capacità innate e sui propri talenti. Esso è pensato per chi non ha una chiara idea del tipo di lavoro che vorrebbero intraprendere, come detenuti e disoccupati. Il workshop si è sviluppato originariamente all interno degli istituti penitenziari britannici nell arco di tre anni. L approccio diagnostico utilizzato parte dal presupposto che i partecipanti non hanno la consapevolezza di quello che vogliono fare. Essi immaginano che competenze e talenti siano collegati alle esperienze lavorative. Talent 4 ritiene che competenze e talenti si sviluppino nell arco della vita attraverso un processo di crescita non collegato alle esperienze lavorative e indipendentemente dal fatto che l individuo sia scolarizzato o meno. Attraverso una serie di sei sessioni di workshop, i partecipanti sono stati coinvolti in una serie di attività che hanno stimolato le loro capacità artistiche, si sono messi in gioco, hanno stimolato la capacità di problem solving e si sono venuti a creare momenti di dibattito su temi di interesse personale. Alla fine del workshop, ciascun partecipante ha ricevuto un feedback individuale sulle proprie potenzialità, sulla base di alcuni parametri definiti. Le valutazioni sono state introdotte in un software che ha analizzato le capacità dei partecipanti e ha identificato i settori professionali dove queste capacità potrebbero essere meglio impiegate. I risultati non si riferiscono a specifici lavori o professioni, ma suggeriscono alcune opzioni lavorative o formative che potrebbero essere prese in considerazione in futuro. Basandosi sul successo ottenuto da Talent 4 nei penitenziari britannici, Rideout ha voluto sperimentare se i workshop potevano essere adattati e sviluppati anche in ambiti diversi. In particolare, l interesse si è concentrato verso il contesto europeo, tenendo ovviamente conto degli adattamenti linguistici e culturali da apportare. Talent 4... Europe è un progetto europeo di Trasferimento dell Innovazione, finanziato dal Programma settoriale Leonardo da Vinci per l Apprendimento Permanente ed è stato condotto tra Ottobre 2012 e Settembre Rideout ha fatto visita a tutti i partner del progetto per formare lo staff all utilizzo del programma Talent 4. Ciascun partner è stato dotato di un kit di materiali da utilizzare per il workshop con i rispettivi target group, tra Settembre 2013 e Maggio Rideout ha visitato i partner in un secondo momento, a metà progetto, per verificare i progressi fatti fino a quel momento e per gestire eventuali problematiche riscontrate. Come parte del processo di pilot, ai partecipanti è stato chiesto di compilare dei questionari di valutazione pre e post workshop al fine di valutare gli impatti immediati del workshop. Il presente report riporta in dettaglio i dati ottenuti dai questionari. Le principali attività del progetto sono state illustrare a luglio 2014 nella conferenza pubblica a Birmingham nel Regno Unito "Da dove viene il talento?", durante la quale sono stati presentati anche i risultati di questa valutazione, insieme a input di una serie di esperti e relatori che hanno parlato dell origine del talento e di come coltivarlo. 1.2 Partner EPEA Malta EPEA - Malta Branch è un associazione NGO no profit attiva nel settore dell educazione e della riabilitazione carceraria da molti anni.

6 Gli obiettivi di EPEA Malta Branch sono: Operare come ente riconosciuto dalla European Prison Education Association. Promuovere l istruzione nelle carceri secondo la Raccomandazione No. R (89) 12 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri del Consigli d Europa (1989). Supportare e assistere lo sviluppo professionale delle persone coinvolte nell istruzione carceraria attraverso la cooperazione europea. Lavorare con organizzazioni professionali collegate. Supportare la ricerca nell ambito dell istruzione carceraria. Monitorare e supportare lo sviluppo dell istruzione nelle carceri a Malta. L istruzione in carcere è definita come l istruzione erogata a tutte quelle persone che sono sotto la supervisione della magistratura, siano essi condannati o in attesa di giudizio, o stiano scontando una pena in carcere o in comunità. Le persone coinvolte sono definite come operatori del settore dell'istruzione in carcere e in discipline correlate. EPEA Malta ha portato avanti i pilot Talent 4 con giovani e adulti nella prigione maltese Corradino Correctional Facility, nonché donne vittime di violenza domestica e giovani tossicodipendenti in comunità. Association for an Active Future Association for an Active Future" è un associazione no profit con sede a Costanza, in Romania, che concentra le sue attività su detenuti ed ex detenuti. L associazione è frutto di un progetto europeo in Asse 6 - "Promoting Social Inclusion: facilitating access to the labour market of vulnerable groups and to promote a society inclusive and cohesive in order to ensure the welfare of all citizens". Lo scopo del loro lavoro è quello di promuovere lo sviluppo della personalità individuale e creare contesto adeguato per fornire assistenza specializzata alle persone che hanno accesso limitato alle cure mediche o sociali, al fine di prevenire l emarginazione sociale Le loro aree di competenza sono principalmente attività e programmi educativi, consulenza psicologica e formazione per detenuti ed ex- detenuti. Essi hanno attuato progetti educativi, di formazione professionale, programmi di psicologia, arte terapia, partnership di assistenza sociale, attività di volontariato e corsi di formazione con tutti i tipi di criminali. I pilot di Active Future sono stati condotti con detenuti, giovani e adulti, rinchiusi nel penitenziario di Poarta Alba. Esmovia Esmovia è una società spagnola, con sede a Valenza, che si occupa di progetti europei di mobilità nell'ambito del programma di apprendimento permanente. Offre tirocini, programmi didattici e visite di studio a giovani e adulti provenienti da tutta Europa.

7 Essi credono che la mobilità transnazionale sia uno dei modi più importanti per ottenere nuove competenze e migliorare le prospettive occupazionali e lo sviluppo personale dei partecipanti. Per questo motivo il loro obiettivo principale è quello di offrire programmi di qualità in modo che i partecipanti ottengano il massimo beneficio a livello formativo e personale. Inizialmente Esmovia ha condotto i pilot Talent 4 con studenti italiani in mobilità ma, a seguito della revisione di metà progetto, ha spostato la sua attenzione sulle persone svantaggiate appartenenti alla comunità locale, comprese giovani donne disoccupate. Tutti i workshop si sono tenuti a Valenza. Euroform RFS Euroform RFS è un organizzazione italiana con sede in Rende, Calabria. Opera nel settore dell orientamento professionale dal 1996 con il principale obiettivo di fungere da canale veicolare tra la domanda e l offerta di lavoro. L Associazione è un agenzia formativa accreditata dalla Regione Calabria e, come tale, le sue principali attività sono incentrate sulla formazione professionale continua, sulla istruzione degli adulti e sull orientamento professionale, con particolare attenzione alla mobilità internazionale e ai programmi di tirocinio per studenti, giovani lavoratori e neolaureati, oltre ai programmi di scambio per formatori e insegnanti. Euroform RFS punta sempre a migliorare la qualità e l attrattiva dei servizi offerti in ambito dell istruzione e della formazione professionale, non solo a livello locale ma anche a livello nazionale, partecipando inoltre attivamente in progetti TOI e condividendo competenze e good practice con altri partner transnazionali d esperienza. Con l intento di trasferire metodi innovativi e non tradizionali nel campo della formazione professionale, Euroform è sempre alla ricerca di programmi formativi più efficaci, in linea con i bisogni dei corsisti. Euroform RFS ha condotto i pilot Talent 4 con giovani della locale cittadina di Rende non impegnati nel ricevere un istruzione, né una formazione, né occupati lavorativamente. VsI Edukaciniai Projektai (EduPro) EduPro è stata fondata a Siauliai, Lituania, nel 2010 con lo scopo di promuovere, sviluppare e implementare i principi dell istruzione non formale. Ciò include il miglioramento delle capacità sociali e professionali, la creazione di programmi d istruzione non formale per professionisti operanti nel settore della integrazione sociale. Organizza corsi di formazione, prepara e implementa progetti nazionali ed europei in ambito dell assistenza sociale e partecipa attivamente nel processo di sviluppo della società civile basata sulla conoscenza. EduPro ha condotto i pilot Talent 4 con dei detenuti nella prigione Remand di Siauliai The Centre for Promoting Lifelong Learning (CPIP) CPIP à una ONG no profit, attiva in campo educativo e sociale, con sede a Timisoara, in Romania. Il suo scopo è quello di promuovere la cultura dell apprendimento permanente attraverso il coinvolgimento attivo della comunità nello sviluppo di una strategia coerente basata sul concetto e la pratica dell apprendimento nel corso della vita. Tale strategia rappresenta la chiave del successo per la proiezione della società rumena verso l era della conoscenza. In tale contesto, l apprendimento permanente non è più un mero aspetto del sistema dell istruzione e della

8 formazione, ma rappresenta la pietra miliare il terreno dove costruire nuovi percorsi. L intento, di conseguenza, è quello di veicolare tutte le attività verso possibili alternative utili allo sviluppo della comunità dell apprendimento permanente. CPIP è impegnato nel mainstreaming di genere per il principio delle pari opportunità per donne e uomini nelle politiche sociali e nelle pratiche a esse collegate come parte integrante di una società aperta e democratica, al fine di ridefinire gli status e migliorare le condizioni delle donne in Romania. Vengono supportate iniziative e programmi che mirano ad aumentare la consapevolezza, all interno della società rumena, della condizione delle donne nella società e al ruolo che queste possono e devono svolgere per il corretto sviluppo sociale del Paese. CPIP ha svolto i pilot Talent 4 con giovani criminali, detenuti presso il centro rieducativo Buzias, vicino Timisoara. Bulgaria Gateway Bulgaria Gateway è una società bulgara con sede a Sofia che fa parte di una rete di enti di formazione europei, tra cui Esmovia, e che si occupa della progettazione di progetti di mobilità per giovani studenti, personale docente, lavoratori e organizzazioni, nell ambito del Programma per l Apprendimento Permanente, in particolare Leonardo da Vinci e Erasmus. Come organizzazione intermediaria, riceve partecipanti da tutta Europa e organizza tirocini in diversi settori professionali. Bulgaria Gateway inoltre organizza corsi di lingua, visite professionali, seminari e programmi socio culturali. La loro missione è quella di divulgare programmi di qualità in territori che, date le loro caratteristiche economiche, storiche e sociali, rendono possibile un incremento delle prospettive lavorative e personali dei beneficiari. Bulgaria Gateway ha svolto i pilot Talent 4 con persone disoccupate di Sofia. Rideout Rideout (Arti creative per la riabilitazione) è una piccolo ONG con sede a Stoke- on- Trent, nel Regno Unito. Dal 1999 l ente è apprezzato per lo sviluppo di metodi innovativi basati sulle arti che riguardano questioni legale al crimine e alla giustizia sociale. Il lavoro dell ente si divide tra progetti che focalizzano l attenzione su detenuti e che hanno l obiettivo di assistere i partecipanti a cambiare stile di vita, e programmi che coinvolgono l opinione pubblica in discussioni e dibattiti sulla forma e la funzione della giustizia criminale. Rideout è l ideatore del programma Talent 4 e promotore del progetto TOI Talent 4 Europe.

9 2. Ambito e scopi Come già detto nella sezione 1, Talent 4 è stato sviluppato nelle prigioni inglesi. Caulfield e Wilkinson (2012) hanno compiuto una valutazione del programma coinvolgendo 18 partecipanti, detenuti in tre penitenziari diversi. Il lavoro svolto da Caulfield e Wilkinson ha dimostrato che Talent 4...: ha aumentato in maniera significativa la fiducia nella possibilità di trovare un lavoro in futuro. sfida direttamente i cicli negativi, aumentando aspirazioni e fiducia in ambito lavorativo e occupazionale. aumenta in modo significativo la consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti in campo lavorativo. favorisce le giuste condizioni per i detenuti per guardare al futuro e raggiungere i propri obiettivi. rafforza la volontà di raggiungere obiettivi lavorativi futuri. aiuta a far riflettere i partecipanti sulle proprie capacità e abilità. La valutazione descritta nella presente relazione si basa sulla metodologia progettata e sperimentata con successo nella valutazione precedente, e ha cercato di verificare se i risultati della precedente valutazione si siano replicati su scala più ampia, in sei nazioni diverse e con diversi gruppi di partecipanti. Lo scopo di questa valutazione è stato quello di comprendere: 1. se la partecipazione al programma Talent 4 influenza le aspirazioni dei partecipanti; 2. se la partecipazione al programma Talent 4 influenza la percezione delle proprie competenze; 3. se la partecipazione al programma Talent 4 influenza la consapevolezza nei partecipanti delle proprie potenzialità e debolezze in termini di lavoro e occupazione; 4. cosa hanno imparato i partecipanti dopo aver partecipato al programma Talent 4 e cosa gli è piaciuto o non gli è piaciuto del programma stesso.

10 3. Metodologia 3.1 Partecipanti Dei 234 individui che hanno partecipato alla sperimentazione, 34 (14.5%) sono stati reclutati da Euroform RFS, 36 (15.4%) da Esmovia, 31 (13.2%) dalla Bulgaria, 29 (12.4%) da Edupro, 41 (17.5%) da Active, 27 (11.5%) da CPIP, e 36 (15.4%) dai partner di Malta. La distribuzione di frequenza dei partner è illustrata nella Figura 1. Figura 1. Distribuzione di frequenza della partecipazione dei partner. Numero dei partecipanti = 234 In totale hanno partecipato persone provenienti da sei diverse nazioni, in particolare 34 (14.5%) dall Italia, 36 (15.4%) dalla Spagna, 31 (13.2%) dalla Bulgaria, 29 (12.4%) dalla Lituania, 68 (29.1%) dalla Romania, e 36 (15.4%) da Malta. La distribuzione di frequenza dei Paesi partecipanti è illustrata nella Figura 2. Figura 2. Distribuzione di frequenza dei Paesi partecipanti

11 Nota. N = 234. Dei 234 partecipanti, 67 sono state donne (29%), 167 uomini (71%). Un diagramma a torta, Figura 3, illustra la distribuzione di frequenza degli uomini e delle donne. Figura 3. Distribuzione di frequenza dei partecipanti divisi per genere. Note. N = 234. Dei 234 partecipanti, 48 (19.2%) avevano meno di 18 anni, 18 (7.7%) avevano un età compresa tra i 18 e i 21 anni, e 171 (73.1%) avevano un età compresa tra i 22 e i 40 anni. Un diagramma a torta, Figura 4, illustra la distribuzione di frequenza dei gruppi in base all età. Figura 4. Distribuzione di frequenza dei gruppi in base all età.

12 Nota. N = Misurazioni dei dati raccolti La metodologia, ideata per la valutazione da Caulfield e Wilkinson (2012), ha riscosso notevole successo. Tuttavia, sono stati necessari alcuni cambiamenti metodologici per far sì che la valutazione potesse essere svolta a largo raggio, nei sei Paesi partner. Sono state apportate due principali modifiche: 1. È stato eliminato dalla presente valutazione l utilizzo della General Causality Orientations Scale (GCOS), un tipo di misurazione della personalità che valuta ciò che motiva gli individui. Tuttavia, la valutazione di come Talent 4... funzionasse con diversi tipi di personalità non era tra gli obiettivi della valutazione stessa. Va inoltre osservato che la GCOS è una misurazione relativamente lunga da completare e, dati i parametri della valutazione, gli autori hanno avvertito la probabilità di una divergenza tra i dati, se la scala fosse stata adottata. 2. La valutazione precedente includeva interviste semi- strutturate con tutti i partecipanti, ma la larga scala e i finanziamenti disponibili non le hanno rese realizzabili. Tuttavia, è ampiamente dimostrato che i metodi di ricerca più informativi ed efficaci utilizzano sia misure quantitative che qualitative, consentendo la misurazione del cambiamento, ma permette anche una comprensione dei meccanismi con cui avviene il cambiamento (Caulfield & Hill, 2014). Alla luce di questo, sono state incluse alcune domande finali aperte, come di seguito illustrato in dettaglio. Per la raccolta dei dati sono stati utilizzati quattro questionari. Tra questi, due esistevano già e sono stati adattati per utilizzarli in questa ricerca: La parte A consisteva nella sub scala crescita personale dell indice di aspirazione, (AI: Kasser & Ryan, 1996); e la Parte B consisteva nella scala delle competenze percepite (PCS: Williams & Deci, 1996). La parte C consisteva in una serie di

13 affermazioni, ideate da Rideout, per valutare la consapevolezza dei partecipanti dei loro punti di forza e di debolezza e per constatare il loro approccio verso compiti e competenze personali. Nella parte D, i partecipanti sono stati invitati a fornire risposte aperte su ciò che hanno imparato, ciò che hanno gradito o non gradito, o per eventuali altri commenti. Le parti A, B e C sono state completate dai partecipanti sia prima del progetto che dopo. La parte D è stata completata in un unico momento, solo alla fine del progetto. Il linguaggio utilizzato è stata lievemente modificato rispetto alle versioni originali. Parte A. Indice delle Aspirazioni L'Indice delle aspirazioni (Kasser e Ryan, 1996) è stato sviluppato per valutare le aspirazioni individuali. Esistono sette categorie di aspirazioni all'interno della scala con cinque specifiche voci all'interno di ogni categoria. In questa ricerca è stata utilizzata la scala delle aspirazioni intrinseche della crescita personale. Valutazione dei partecipanti: (1) l'importanza di ciascuna aspirazione; (2) le loro convinzioni circa la probabilità di poterle raggiungere; e (3) in che misura le hanno già raggiunte. Ad esempio, i partecipanti sono invitati a prendere in considerazione l'obiettivo di vita 'Per comprendere meglio perché faccio le cose che faccio' e valutarne l'importanza, la probabilità di raggiungimento di questo, e l'attuale livello di realizzazione su una scala Likert di sette punti. Ci sono un totale di cinque punti per importanza, cinque per la verosimiglianza, e cinque per la realizzazione della sub scala della crescita personale. Come notato sopra, il raggiungimento di una crescita personale è positivamente associata al benessere (Ryan et al, 1999;. Sheldon e Kasser, 1998). La differenza tra valutazioni pre- intervento e le valutazioni post- intervento sulle domande su misura è stato analizzata utilizzando SPSS (V21). È stato analizzato l'impatto degli interventi tra i diversi gruppi partner, mentre il controllo dei punteggi pre- test è avvenuto utilizzando SPSS (V21). Parte B. Competenza percepita La competenza è considerata un bisogno psicologico fondamentale (Williams & Deci, 1996) e la percezione della competenza facilita il raggiungimento degli obiettivi. Inoltre, la competenza percepita previene il cambiamento del comportamento e l efficace svolgimento delle attività. Pertanto, eventuali cambiamenti significativi nei punteggi dei partecipanti sulla Perceived Competence Scale (PCS) indicherebbero cambiamenti nella probabilità di modifiche comportamentali e livelli di prestazioni efficaci. La PCS consta di un breve questionario, basato su quattro voci, pensato per essere specifico nella valutazione dei comportamenti e le attività oggetto di studio. Gli individui valutano ogni voce su una scala Likert da 1 a 7 dove 1 = per niente vero, 4 = un po vero e 7 = molto vero. In questa ricerca la PCS ha valutato i sentimenti di competenza dei partecipanti nella ricerca di un impiego futuro e nel fare bene al lavoro. La differenza tra valutazioni pre- intervento e valutazioni post- intervento sulle domande aperte è stata analizzata utilizzando SPSS (V21). È stato analizzato l'impatto degli interventi tra i diversi gruppi partner, mentre il controllo dei punteggi pre- test è avvenuto utilizzando SPSS (V21). Parte C. Domande su misura Rideout ha elaborato quattro domande su misura volte a indagare le percezioni dei partecipanti circa: potenzialità e debolezze in campo lavorativo; stile problem solving; stile lavorativo; e stile comunicativo. Questi elementi sono stati valutati su una scala Likert da 1 a 7 dove il punteggio

14 massimo per ogni voce è 7 e il punteggio minimo è 1, il punteggio massimo per la scala complessiva è 4 e il punteggio massimo è 28. La differenza tra valutazioni pre- intervento e valutazioni post- intervento sulle domande aperte è stata analizzata utilizzando SPSS (V21). È stato analizzato l'impatto degli interventi tra i diversi gruppi partner, mentre il controllo dei punteggi pre- test è avvenuto utilizzando SPSS (V21). Parte D. Domande finali Come già accennato in precedenza, per questa valutazione è stato utilizzato principalmente un tipo di approccio quantitativo e sono state utilizzate delle misurazioni affidabili per le aspirazioni e le competenze percepite. Misurato a inizio e fine progetto, questo aspetto quantitativo ha permesso ad ogni partecipante di essere parte attiva del processo. L'elemento quantitativo della ricerca ha rappresentato parte integrante delle domande aperte finali. A fine programma, ai partecipanti è stato chiesto di fare una valutazione generale del programma con un punteggio da 1 a 5. Ai partecipanti è stato chiesto inoltre di dare delle risposte aperte su cosa hanno imparato, cosa gli è piaciuto, cosa non gli è piaciuto, e eventuali altri commenti. Le risposte aperte sono state analizzate utilizzando un generatore di word cloud (http://tagcrowd.com), che è una rappresentazione grafica della frequenza delle parole. I Word cloud danno risalto a quelle parole che in un testo appaiono con maggiore frequenza. Tutte le misuraizioni sono state tradotte nella lingua di ciascuna organizzazione partner.

15 4. Risultati L analisi dei dati quantitativi pre e post programma raccolti ha mostrato una differenza di punteggio. L analisi delle domande finali è stata consolidata dalle esperienze fornite dai partecipanti. I dati quantitativi e qualitativi sono stati suddivisi nelle seguenti quattro categorie principali: Parte A. Indice della Aspirazione; Parte B. Competenza percepita; Parte C. Domande su misura; e Parte D. domande finali. I punteggi assegnati dai partecipanti sono stati analizzati utilizzando il pacchetto statistico SPSS (v21) per identificare eventuali differenze di rilevanza statistica tra i punteggi assegnati dai partecipanti prima e dopo la partecipazione al programma Talent 4. I risultati di ciascuna sezione sono stati analizzati utilizzando un t- test e il relativo grado di effetto è stato valutato utilizzando SPSS (V21). L analisi della covarianza (ANCOVA) è stata utilizzato per valutare l'impatto dell'intervento all interno dei diversi gruppi dei partner, quindi dei Paesi, mentre il controllo per i punteggi pre- test è avvenuto utilizzando SPSS (V21). Questa sezione presenta i risultati principali della valutazione. Una versione dettagliata dei risultati, compresi i dati statistici completi (solo in lingua inglese) e l indagine statistica dei risultati per Paese, può essere richiesta via a Rideout Part A. Indice delle aspirazioni Key findings for this section: I punteggi dei partecipanti sulla scala della crescita personale dell'indice di aspirazione sono notevolmente migliorati dopo aver partecipato a Talent 4... C'è stato un aumento statisticamente significativo di tutti gli elementi sulla scala della crescita personale: l importanza attribuita dai partecipanti alla crescita personale; in che modo i partecipanti vedono la loro crescita personale futura; in che misura i partecipanti hanno già raggiunto la propria crescita personale. E stato condotto un t- test per valutare l'impatto dell'intervento sui punteggi medi complessivi attribuiti dai partecipanti sulla sub scala della crescita personale. C'è stato un aumento statisticamente significativo degli elementi della sub scala della crescita personale dell Indice delle Aspirazioni da Tempo 1 al pre intervento (M = 5.34, SD = 1.08) al Tempo 2 al post- intervento (M = 5.55, SD = 1.09), t (226) = 3.40, p = I mezzi e le deviazioni standard sono riportati nella Tabella 1. Tabella 1. Punteggi dei mezzi e delle deviazioni standard nella sub scala della crescita personale dell Indice delle Aspirazioni per Tempo 1 e Tempo 2. Periodo temporale N Mezzo Deviazione Standard Tempo 1 (Pre- intervento) Tempo 2 (Post- intervento) Importanza della Crescita Personale utilizzando l Indice delle Aspirazioni

16 E stato condotto un t- test per valutare l'impatto dell'intervento sui punteggi medi complessivi attribuiti dai partecipanti alla crescita personale utilizzando l Indice di Aspirazione. C'è stato un aumento statisticamente significativo degli elementi della sub scala riferiti alla crescita personale dell Indice di Aspirazione da Tempo 1 al pre- intervento (M = 6.02, SD = 1.13) al Tempo 2 al post- intervento (M = 6.19, SD = 1.30), t (226) = 2.18, p = I mezzi e le deviazioni standard sono presentati nella Tabella 2. Tabella 2. Mezzi e deviazioni standard per importanza dei punteggi della crescita personale nella subscala dell Indice delle Aspirazioni per il tempo 1 e tempo 2. Periodo temporale N Mezzo Deviazione standard Tempo 1 (Pre- intervento) Tempo 2 (Post- intervento) Probabilità di crescita personale utilizzando l'indice di Aspirazione E stato condotto un t- test per valutare l'impatto dell'intervento sui punteggi medi complessivi attribuiti dai partecipanti alla crescita personale utilizzando l Indice di Aspirazione. C'è stato un aumento statisticamente significativo degli elementi della subscala riferiti alla probabilità di crescita personale utilizzando IA da Tempo 1 al pre- intervento (M = 5.36, SD = 1.18) al Tempo 2 al post- intervento (M = 5.59, SD = 1.56), t (226) = 2.57, p = I mezzi e le deviazioni standard sono presentati nella Tabella 3. Tabella 3. Mezzi e deviazioni standard per il punteggio della probabilità di crescita personale nella subscala dell Indice delle Aspirazioni per il tempo 1 e tempo 2. Periodo temporale N Mezzo Deviazione standard Time 1 (Pre- intervention) Time 2 (Post- intervention) Raggiungimento della crescita personale utilizzando l'ia E stato condotto un t- test per valutare l'impatto dell'intervento sui punteggi medi complessivi attribuiti dai partecipanti al raggiungimento della crescita personale utilizzando IA. C'è stato un aumento statisticamente significativo degli elementi della subscala riferiti al raggiungimento della crescita personale utilizzando IA da Tempo 1 al pre- intervento (M = 4.67, SD = 1.27) al Tempo 2 al post- intervento (M = 4.90, SD = 1.13), t (226) = 3.85, p = I mezzi e le deviazioni standard sono presentati nella Tabella 4. Tabella 4. Mezzi e deviazioni standard per il punteggio della crescita personale nella subscala dell Indice delle Aspirazioni per il tempo 1 e tempo 2. Periodo temporale N Mezzo Deviazione standard Tempo 1 (Pre- intervento)

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

WEBCONFERENCE. La lezione a casa

WEBCONFERENCE. La lezione a casa WEBCONFERENCE La lezione a casa Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it capovolgereibes.net 2 Valutazione dei video (1) 1. Video corti 2. Focus su un unico argomento 3. Essere chiari e non dare nulla per scontato

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI

PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI La formazione docente per l inclusione PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI TE I I European Agency for Development in Special Needs Education La formazione docente per l inclusione PROFILO DEI DOCENTI INCLUSIVI

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore

Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore 1 Standard e Linee Guida per l Assicurazione della Qualità nello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore European Association for Quality Assurance in Higher Education La stampa della presente Guida è

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

Competenze di orientamento a scuola: conoscere ed esplorare le professioni. Sperimentazione del software S.Or.Prendo

Competenze di orientamento a scuola: conoscere ed esplorare le professioni. Sperimentazione del software S.Or.Prendo Sperimentazione promossa dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Sperimentazione promossa dal MIUR DG Studente Piano Nazionale Orientamento Direzione Generale per lo Studente, l'integrazione,

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Note legali: La responsabilità per il contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Esso non necessariamente riflette

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Uno per tutti, tutti per uno.

Uno per tutti, tutti per uno. Uno per tutti, tutti per uno. Bologna, 09/02/2015 Dainese Roberto Educare attraverso il Cooperative Learning: stile attributivo e competenze metacognitive Chiara Trubini Marina Pinelli Psicologia - Università

Dettagli

MODULO MONITORAGGIO E VALUTAZIONE. Gli indicatori. G. VECCHI esperto del team scientifico di supporto del Centro Risorse Nazionale CAF 1

MODULO MONITORAGGIO E VALUTAZIONE. Gli indicatori. G. VECCHI esperto del team scientifico di supporto del Centro Risorse Nazionale CAF 1 MODULO MONITORAGGIO E VALUTAZIONE 4. Gli indicatori G. VECCHI esperto del team scientifico di supporto del Centro Risorse Nazionale CAF 1 Cosa sono gli indicatori Gli indicatori sono strumenti in grado

Dettagli

Micro.Stat Workshop laboratori

Micro.Stat Workshop laboratori Promozione e diffusione della cultura statistica Micro.Stat Workshop laboratori I numeri raccontano storie a chi li sa leggere. Le statistiche parlano di ciò che siamo e della società in cui viviamo. Chi

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay

Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini. http://ec.europa.eu/equalpay Colmare il divario di retribuzione tra donne e uomini Sommario Cos è il divario di retribuzione tra donne e uomini? Perché persiste il divario di retribuzione tra donne e uomini? Quali azioni ha intrapreso

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Congresso Nazionale SIREM Milano, 5-6 giugno 2012 ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Valentina Pennazio, Andrea Traverso, Davide Parmigiani Università

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 Questo capitolo descrive: A. Le scelte e i passaggi per sviluppare dispositivi per la validazione dei risultati dell

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione

10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione 10 parole chiave sul Rapporto di Autovalutazione LA MAPPA Il RAV non è solo prove Invalsi, ci sono molte altre cose da guardare in una scuola: i processi organizzativi, la didattica, le relazioni, ecc.

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna

La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna Gualtiero Gandini Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie Università di Bologna membro del tavolo tecnico ANVUR

Dettagli