Project Financing. Caratteristiche generali ed aspetti economico-finanziari. Lecce 2 ottobre Sommario degli argomenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Project Financing. Caratteristiche generali ed aspetti economico-finanziari. Lecce 2 ottobre 2003. Sommario degli argomenti"

Transcript

1 Project Financing Caratteristiche generali ed aspetti economico-finanziari Lecce 2 ottobre 2003 A cura del Dott. Massimo Leone Sommario degli argomenti 1. Introduzione al project financing 2. Il project financing in Italia 3. Vantaggi del project financing 4. Elementi di successo 5. Ruolo degli enti locali 6. La normativa di riferimento 7. Iter procedurale sintetico 8. Aspetti economico-finanziari Promem Sud Est S.p.A., via E. Mola Bari Tel. 080/

2 1. Introduzione al Project financing Il project financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di progetti complessi. Si tratta di un metodo di finanziamento che ha come punto di riferimento fondamentale il progetto. I finanziatori decidono di intervenire valutando se i flussi di cassa che il progetto è in grado di produrre sono sufficienti a ripagare il debito contratto ed a remunerare gli investitori. 1. Introduzione al Project financing La valutazione di affidabilità non è effettuata sulle capacità reddituali e patrimoniali dei proponenti, bensì sul valore del singolo progetto. Il progetto viene realizzato da un unità economica specifica definita Società di Progetto (Special Purpose Vehicle o SPV) - appositamente costituita per: 1. realizzare 2. gestire Il progetto

3 1. Introduzione al Project financing Il progetto è reso un entità autonoma attraverso la costituzione di uno specifico soggetto giuridico (S.d.P.) che permette ad ogni azienda o ente che ne entra a far parte di distinguere efficacemente la gestione del nuovo progetto dalla gestione della propria attività caratteristica. Stazione Appaltante Società di assicurazione Costruttore Società di Progetto Istituzioni finanziarie Fornitori Gestore 2. Il Project financing in Italia La liberalizzazione del mercato dell energia liberalizzazione del mercato dell energia elettrica agli inizi degli anni 90 ha dato inizio ad una serie di operazioni in project financing che hanno permesso la realizzazione di impianti per un valore complessivo di circa Mld di vecchie lire.

4 2. Il Project financing in Italia I più recenti D.P.E.F., anche in virtù dell attuale Patto di Stabilità, hanno evidenziato l importanza del coinvolgimento del capitale privato per la realizzazione di opere pubbliche. ENTE PUBBLICO Erogatore e gestore del servizio. Regolatore e garante della qualità del servizio. 3. I vantaggi del Project Financing 1. limitare l impatto del progetto sul bilancio di tutti i soggetti coinvolti; 2. beneficiare di un elevata leva finanziaria ; 3. fruire di agevolazioni fiscali; 4. facilitare la creazione di un unico centro di imputazione di tutti i rapporti giuridici tramite la costituzione di un nuovo soggetto giuridico: la società di progetto.

5 4. Gli elementi di successo dell operazione 1. consolidata esperienza dei promotori; 2. adeguati flussi di cassa del progetto e sufficiente redditività; 3. definizione puntuale delle tariffe (ove previsto) e delle modalità di gestione, stabilità della domanda,; 4. attenta valutazione di tutti i costi e di tutti i possibili rischi hi; 5. possibilità di ripartire i rischi fra tutti i soggetti coinvolti; 6. condivisione degli obiettivi strategici (pubblico e privato). Successo della Procedura 4. Gli elementi di successo dell operazione L analisi di una qualsiasi operazione di project financing dovrà quindi essere condotta attraverso l attento esame di quattro diverse, ed ugualmente importanti, macroclassi di elementi: GRADO DI INTERESSE ATTORI COINVOLTI GESTIONE DEI RISCHI STRUTTURA FINANZIARIA

6 4. Gli elementi di successo dell operazione - GRADO DI INTERESSE - L operazione deve essere in grado suscitare l interesse dei diversi soggetti (pubblici e privati). Interesse Pubblico Interesse Privato: Diretto Collaterale Project Financing 4. Gli elementi di successo dell operazione - ATTORI COINVOLTI - L operazione coinvolge una pluralità di soggetti pubblici e privati: - Sponsor - Contractor - Azionisti - Operator - Investitori - Fornitori/clienti Ciascuno parteciperà all iniziativa se la considererà valida ed interessante rispetto alla propria missione (privata o pubblica) e se potrà sostenere la quota parte del rischio generale che dovrà assumersi.

7 4. Gli elementi di successo dell operazione - GESTIONE DEI RISCHI - Un aspetto fondamentale di una operazione di Project Financing è l analisi del rischio che, se non è ben valutata ed analizzata, può pregiudicare il successo dell iniziativa. A tal fine gli attori coinvolti definiscono il cd. security package che rappresenta un contratto con il quale le parti disciplinano tutti i i rischi. FATTORI DI CRITICITA 4. Gli elementi di successo dell operazione PRINCIPALI TIPOLOGIE DI RISCHIO: a) Rischio di completamento; b) Rischio di esercizio; c) Rischio di fornitura; d) Rischio di mercato; e) Rischio di forza maggiore; d) Rischio finanziario. GESTIONE DEI RISCHI Definizione del SECURITY PACKAGE

8 4. Gli elementi di successo dell operazione - STRUTTURA FINANZIARIA - La definizione della struttura finanziaria implica la determinazione: - del rapporto Mezzi di Terzi/Mezzi Propri (grado di leva finanziaria); - della composizione dei mezzi propri e di terzi 5. Il ruolo degli enti locali - Controllo del territorio - Programmazione - Valutazione RUOLO - Selezione DEGLI Facilitazione - Facilitazione ENTI - Funzione LOCALI di partner - Funzione di utente-cliente - Funzione di contraente - Funzione di garante - Funzione di controllo

9 6. La normativa di riferimento Il legislatore italiano ha recepito l esperienza anglosassone nel 1998, anno in cui, con l emanazione della Legge 415/98 (Merloniter), ha specificatamente disciplinato ruoli e funzioni di tutti i soggetti coinvolti dall applicazione di tale tecnica finanziaria. Le principali fonti normative cui si deve necessariamente far riferimento per l utilizzo del project financing sono le seguenti: Legge n. 109/94; Legge n. 415/98; D.P.R. n. 554/99; 6. La normativa di riferimento Legge della Regione Puglia n.13/01; Legge n.166/02; Sentenza del Consiglio di Stato n.5824/02. Principali determinazioni dell Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici: - n. 53/2000: Offerta economicamente più vantaggiosa - n. 51/2000: Varianti progettuali durante la licitazione privata - n. 12/2000: Concessione di lavori pubblici - n. 18/2000: Trattativa privata - n. 08/2000: Quesiti vari - n. 43/2000: Incentivi per la progettazione - n. 44/2000: Riduzione 50% cauzione - n. 45/2000: Anomalia delle offerte - n. 03/2001: Garanzie e coperture assicurative - n. 04/2002: Scelta partecipanti - n. 27/2002: Chiarimenti legge n.166

10 7. Iter procedurale sintetico Soggetti pubblici (Camere di commercio, etc.) Soggetti privati (società, etc.) Possono presentare Proposte di Intervento Proposte di Intervento Studi di fattibilità Studi di fattibilità Fase di programmazione P.A. Non è previsto alcun obbligo di esame o valutazione Se ritenute di pubblico interesse la P.A. può adottare tali proposte e/o studi nella Programmazione Triennale Bisogni della collettività individuati dalla P.A. 7. Iter procedurale sintetico Soggetti finanziatori Imprenditori privati Ente locale Progetto (Società di Progetto) Proposta di realizzazione alla Stazione appaltante Consulenti Fornitori e clienti Avvio del Project financing Promotore

11 8. Aspetti economico-finanziari IPOTESI DI BASE ricavi (volumi, prezzi, tariffe) costi (fissi, variabili, di struttura) tempi di realizzo delle opere inflazione variabili finanziarie (tassi di interesse, tassi di attualizzazione) imposte e tasse struttura delle fonti di finanziamento debito contributi pubblici al progetto struttura degli investimenti 8. Aspetti economico-finanziari LEGAME TRA RICAVI, COSTI, FLUSSI DI CASSA Periodo X ricavi costi investimenti circolante conto economico stato patrimoniale flussi di cassa + ricavi economici del periodo - costi di esercizio del periodo + costi non monetari (ammortam. e accantonam.) - Costi finanziari (interessi passivi) - investimenti - rimborsi del prestito +/- variazione del circolante + versamenti effettuati da soci e finanziatori

12 DINAMICA DEI FLUSSI DI CASSA gestione 8. Aspetti economico-finanziari flussi di cassa tempo start up e pianificaz. organizzazione Durante la fase start up e di pianificazione, il progetto non genera ricavi e i costi hanno spesso natura pluriennale. Gli esborsi sono rappresentati principalmente dagli investimenti necessari per la realizzazione dell opera: il fabbisogno viene coperto dai finanziatori e dai promotori. Durante la fase di gestione, l iniziativa comincia a produrre i ricavi, destinati al rimborso del debito e alla remunerazione del capitale di rischio. La parte di flussi non sottratta dal rimborso del debito va a remunerare i promotori dell iniziativa (capitale di rischio). PRINCIPALI INDICI ECONOMICO/FINANZIARI 8. Aspetti economico-finanziari CAPITALE DI RISCHIO/ CAPITALE DI DEBITO Esprime il rapporto tra il capitale di rischio e il capitale di debito. Può essere anche analizzato il suo inverso (DEBT/EQUITY) che esprime il grado di leva finanziaria. Generalmente, nelle operazioni di project financing la leva finanziaria è elevata (debito bancario più elevato in valore assoluto rispetto al capitale di rischio). CAPITALE DI RISCHIO/ TOTALE INVESTIMENTI Indica la capacità dei mezzi propri di coprire gli investimenti. Più l indice è elevato più l operazione si rileva solida. UTILE D ESERCIZIO/ CAPITALE DI RISCHIO Evidenzia la capacità del progetto di remunerare adeguatamente il capitale di rischio. Tale valore deve essere depurato dal tasso d inflazione previsto nel modello.

13 8. Aspetti economico-finanziari INDICI FINANZIARI DSCR t Debt Service Cover Ratio FC t I t +C t FC t = flussi di cassa al tempo t I t = interessi da rimborsare al tempo t C t = quota capitale da rimborsare al tempo t L indice, generalmente costruito su base annuale, esprime la capacità dei flussi di cassa del progetto di rimborsare anno per anno il servizio del debito. Il valore minimo è pari a 1. LLDSCR t Loan Life Debt Service Cover Ratio Σ FC t (1 + WACC) t L indice permette di valutare la capacità di ripagare il debito secondo il piano di ammortamento prestabilito. Anche in questo caso l indice dovrebbe essere maggiore di 1. D t Σ FC t = valore dei flussi di cassa attualizzati WACC = costo medio ponderato del capitale D t = Debito al tempo t 8. Aspetti economico-finanziari INDICI ECONOMICI ROE (medio) Return On Equity U m PN m U m = utile d esercizio medio PN m = patrimonio netto medio L indice esprime la redditività media annua del capitale proprio dell impresa. Il valore deve essere confrontato con il tasso di rendimento del mercato maggiorato di un valore che tenga conto del rischio d impresa. IRR Internal Rate Return FC t Σ (1 + IRR) - FC 0 =0 t Σ FC t = valore dei flussi di cassa attualizzati FC 0 = valore dell investimento iniziale L IRR esprime il tasso che rende nulli i flussi di cassa generati dal progetto. L IRR va rapportato al tasso di interesse delle risorse finanziarie impiegate.

14 Via Emanuele Mola, BARI (080) (080) Fax (080)

il Project Financing per lo sviluppo dei sistemi di trasporto la valorizzazione del progetto: il piano industriale e finanziario

il Project Financing per lo sviluppo dei sistemi di trasporto la valorizzazione del progetto: il piano industriale e finanziario il Project Financing per lo sviluppo dei sistemi trasporto la valorizzazione del progetto: il piano industriale e finanziario 7 Marzo 2002 1 definizione definizione Project Project Financing Financing

Dettagli

Il Project Financing per il Social Housing: profili generali

Il Project Financing per il Social Housing: profili generali Il Project Financing per il Social Housing: profili generali Dott. Livio Pasquetti Studio Paratore Pasquetti & Partners Seminario introduttivo Strumenti finanziari alternativi per l»edilizia residenziale

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

Le fonti di finanziamento nel project financing

Le fonti di finanziamento nel project financing Le fonti di finanziamento nel project financing Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope Aspetti generali La Finanza di Progetto nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta

Dettagli

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO

3. La struttura dell intervento I COSTI DI INVESTIMENTO ANALISI DI FATTIBILITA ECONOMICO - FINANZIARIA PARCO DELLO SPORT DI MONZA 1. Executive Summary L analisi della fattibilità economico finanziaria ha come finalità la verifica della sostenibilità economico-finanziaria

Dettagli

PROJECT FINANCING Alla luce del terzo decreto correttivo al Decreto Legislativo 163/06. Bologna, 4 maggio 2009 Avv. Dover Scalera

PROJECT FINANCING Alla luce del terzo decreto correttivo al Decreto Legislativo 163/06. Bologna, 4 maggio 2009 Avv. Dover Scalera PROJECT FINANCING Alla luce del terzo decreto correttivo al Decreto Legislativo 163/06 Bologna, 4 maggio 2009 Avv. Dover Scalera 1 NOZIONE Il Project Financing (PF) è un operazione di finanziamento tesa

Dettagli

IL PROJECT FINANCING IN CONCRETO: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Marco Righini

IL PROJECT FINANCING IN CONCRETO: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Marco Righini IL PROJECT FINANCING IN CONCRETO: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Classificazione delle opere in PPP Progetti dotati di generare reddito Progetti dove il soggetto privato fornisce direttamente servizi alla

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari

Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari PREFETTURA DI LATINA Seminario sul Partenariato Pubblico Privato e la Finanza di Progetto Il PPP e la FP per la realizzazione di infrastrutture pubbliche: aspetti giuridici ed economico finanziari Latina,

Dettagli

MARGHINE LA FRONTIERA VERDE

MARGHINE LA FRONTIERA VERDE MARGHINE Piano d Azione per l Energia Sostenibile della Comunità Pioniera del Marghine ALLEGATO A.2 ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE AZIONI CHIAVE DICEMBRE 2012 PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Dettagli

Lo Strumento del Project Finance a sostegno delle Imprese. Centrobanca - Corporate Finance Division Project Finance 28 Novembre 2008

Lo Strumento del Project Finance a sostegno delle Imprese. Centrobanca - Corporate Finance Division Project Finance 28 Novembre 2008 Lo Strumento del Project Finance a sostegno delle Imprese Centrobanca - 28 Principali differenze tra Project Finance e Corporate Finance Finanza d Impresa Project Finance Garanzie del finanziamento Effetti

Dettagli

IL BUSINESS PLAN PER TUTTI. 25 giugno 2014

IL BUSINESS PLAN PER TUTTI. 25 giugno 2014 IL BUSINESS PLAN PER TUTTI 25 giugno 2014 Elaborazione del Modello di Greitner Esempio di Mappa strategica Massimizzazione del profitto Remunerazione adeguata dei soci Economico Finanziaria Aumento della

Dettagli

FINANZIA ENERGIA. I progetti di investimento con il project finance

FINANZIA ENERGIA. I progetti di investimento con il project finance FINANZIA ENERGIA I progetti di investimento con il project finance Erba, 3 dicembre 2009 2 Brady Italia Mariano Kihlgren, amm. delegato Giuseppe Michelucci, partner 3 Brady Italia Brady Italia opera da

Dettagli

Piano economico finanziario

Piano economico finanziario Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Piano economico finanziario Contributo didattico: prof. Sergio Copiello Pagamento tariffe Prestazione di servizi Soggetti e risorse Pagamento

Dettagli

Indice...Errore. Il segnalibro non è definito.

Indice...Errore. Il segnalibro non è definito. NUOVO NIDO PER L INFANZIA Modello Economico-Finanziario Comune di Bomporto 16/02/2010 Sommario Indice...Errore. Il segnalibro non è definito. LE IPOTESI DEL MODELLO ECONOMICO E FINANZIARIO... 3 Il progetto

Dettagli

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Venezia, 3 dicembre 2014 Valentina Antoniucci valutareilprogetto2@gmail.com Estimo Corso di laurea magistrale in Architettura per il

Dettagli

Project Finance e Partenariato Pubblico Privato

Project Finance e Partenariato Pubblico Privato FORUM RINNOVABILI 2008 Lo sviluppo delle fonti rinnovabili nella nuova politica energetica del Sistema Paese Unità Tecnica Finanza di Progetto Project Finance e Partenariato Pubblico Privato Roma, 18 Giugno

Dettagli

Il Project Financing

Il Project Financing Il Project Financing Agenda 1. Introduzione 2. Rischi del progetto 3. Le fonti di finanziamento del progetto 4. I soggetti coinvolti 5. Le garanzie 6. Il PF in Italia Master di I livello in Finanza aziendale

Dettagli

Perché parliamo di project finance?

Perché parliamo di project finance? Il project finance Perché parliamo di project finance? Operazione di finanziamento in crescita negli ultimi anni Ampiamente utilizzato sia nei PVS che nei Paesi Industrializzati 2 Agenda 1. Cos è il project

Dettagli

IL FINANCING DELLE START UP

IL FINANCING DELLE START UP IL FINANCING DELLE START UP Facoltà Medicina e Chirurgia Verona Lunedì 4 maggio 2009 1 Il Business Plan (BP) è uno strumento di pianificazione strategica 2 1 Il processo di redazione del BP 1 - Executive

Dettagli

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. Piano di Sviluppo delle città e Project Financing. Palermo, 19 aprile 2013

Emanuele Scarnati. Responsabile Direzione Corporate Finance. Piano di Sviluppo delle città e Project Financing. Palermo, 19 aprile 2013 Emanuele Scarnati Responsabile Direzione Corporate Finance Piano di Sviluppo delle città e Project Financing Palermo, 19 aprile 2013 Generalità sul Project Financing Punti di attenzione e opportunità 2

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA

STRUMENTI FINANZIARI PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA STRUMENTI FINANZIARI PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA Il Project Financing e le altre forme di finanziamento Giuliano Sinibaldi - Dottore Commercialista in Pesaro consulente Comitati Provinciali CONI AN, MC

Dettagli

Il project finance. Lorenzo Faccincani

Il project finance. Lorenzo Faccincani Il project finance Lorenzo Faccincani 1 Il project finance: definizione Il project finance è un operazione di finanziamento di una particolare unità economica nella quale un finanziatore è soddisfatto

Dettagli

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf

www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf www.cipecomitato.it/it/documenti/finanza_di_progetto_100_domande_e_risposte.pdf 22 19 CHE COS È IL PROJECT FINANCING? Per Project Financing (PF Finanza di Progetto) si intende il finanziamento di un progetto

Dettagli

I d n ice c e d el e la l ez e ion o e Il project financing: contenuti e condizioni di utilizzo D f e in i zio i n o e Ambito di applicazione

I d n ice c e d el e la l ez e ion o e Il project financing: contenuti e condizioni di utilizzo D f e in i zio i n o e Ambito di applicazione LUISS Guido Carli Cattedra di Tecnica bancaria (Corporate e investment banking) Le operazioni di finanza strutturata: il project finance Domenico Curcio, Ph.D. Roma, 8 maggio 2009 Indice della lezione

Dettagli

Smart Cities: Le città del futuro La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni

Smart Cities: Le città del futuro La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni La nuova sfida delle pubbliche amministrazioni Intervento di: Massimo Leone Amministratore delegato Promem e dottore commercialista Premessa Con il termine Smart City si intende un insieme coordinato di

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO SECONDO IL PROJECT FINANCE NEL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO. Sezione I LA NORMATIVA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO SECONDO IL PROJECT FINANCE NEL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO. Sezione I LA NORMATIVA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL PROJECT FINANCING OVVERO FINANZA DI PROGETTO. INQUADRAMENTO GENERALE 1. Introduzione... Pag. 1 2. Nozione del Project Financing...» 2 3. Origini storiche del Project Financing...»

Dettagli

A.T.I. xxxxx Marine APPRODO TURISTICO PIANO ECONOMICO FINANZIARIO

A.T.I. xxxxx Marine APPRODO TURISTICO PIANO ECONOMICO FINANZIARIO A.T.I. xxxxx Marine APPRODO TURISTICO PIANO ECONOMICO FINANZIARIO DISCLAIMER Il presente piano economico finanziario è stato elaborato: a) per quanto riguarda le ipotesi di investimento, rilevando i dati

Dettagli

Studio Legale Bolognini Via Corsica 8/11 16128 Genova GE tel. 010/540695-010/8934483 fax 010/8934873 info@studiobolognini.com. www.studiobolognini.

Studio Legale Bolognini Via Corsica 8/11 16128 Genova GE tel. 010/540695-010/8934483 fax 010/8934873 info@studiobolognini.com. www.studiobolognini. Studio Legale Bolognini Via Corsica 8/11 16128 Genova GE tel. 010/540695-010/8934483 fax 010/8934873 info@studiobolognini.com Avv. Lorenzo Bolognini Abog. Irene Juárez Hernán www.studiobolognini.com disciplina

Dettagli

Corso di TRASPORTI E TERRITORIO. prof. ing. Agostino Nuzzolo

Corso di TRASPORTI E TERRITORIO. prof. ing. Agostino Nuzzolo Corso di TRASPORTI E TERRITORIO prof. ing. Agostino Nuzzolo Il Project Financing nella realizzazione delle infrastrutture di trasporto 1 Il Project Financing Definizione Il Project Financing g( (o finanza

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

Introduzione al Project Finance

Introduzione al Project Finance Introduzione al Project Finance Avv. Riccardo Bicciato Dipartimento di Diritto Bancario e Finanziario Bonelli Erede Pappalardo Milano, 4 ottobre 2013 www.beplex.com Indice della presentazione Cosa si intende

Dettagli

PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Simonetta Migliaccio/Federico Coscia D Appolonia (part of Rina Group)

PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. Simonetta Migliaccio/Federico Coscia D Appolonia (part of Rina Group) PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Simonetta Migliaccio/Federico Coscia D Appolonia (part of Rina Group) METODOLOGIA E stata effettuata una simulazione del Conto Economico, dello Stato Patrimoniale e dei Flussi

Dettagli

54 DOMANDE SULLA FINANZA DI PROGETTO a cura del Comitato PAS Dolomiti

54 DOMANDE SULLA FINANZA DI PROGETTO a cura del Comitato PAS Dolomiti 54 DOMANDE SULLA FINANZA DI PROGETTO a cura del Comitato PAS Dolomiti Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle

Dettagli

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Milano)

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Milano) COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Milano) PROGRAMMA DI INTERVENTO REALIZZABILE CON CAPITALI PRIVATI (PROJECT FINANCING) PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA, REALIZZAZIONE E GESTIONE DELL

Dettagli

Il Project Financing: aspetti negoziali. e clausole d uso

Il Project Financing: aspetti negoziali. e clausole d uso Il Project Financing: aspetti negoziali Operazioni di finanza strutturata: esame della struttura di una operazione di Project Financing e contratti collegati e clausole d uso I contratti internazionali

Dettagli

PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi

PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi DIPE Unità Tecnica Finanza di Progetto PPP e Pubblica Amministrazione profili operativi MASTER DIFFUSO Roma, 12-15 15 Maggio 2008 1 UTFP : Linee di attività L Unità Tecnica Finanza di Progetto (UTFP) è

Dettagli

Project financing finanza di progetto

Project financing finanza di progetto Project financing La finanza di progetto (o project financing) è una operazione di finanziamento a lungo termine e costituisce, sicuramente, uno dei più importanti istituti nel sistema delle commesse pubbliche.

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE FINANZIARIE

STRUMENTI E TECNICHE FINANZIARIE UNA VALIDA ALTERNATIVA DI FINANZIAMENTO: IL PROJECT FINANCING STRUMENTI E TECNICHE FINANZIARIE di Luca Carra Produzione e logistica >> Sistemi di management COS E IL PROJECT FINANCING Com è noto con il

Dettagli

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it Il Business Plan Che cos è il business plan Documento di pianificazione e comunicazione che analizza e descrive l idea imprenditoriale e ne consente una

Dettagli

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Settore: Dimensione: infrastrutture di vario tipo incluse quelle impiantistiche e immobiliari.

Dettagli

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Marco Martorana, Energy Product Specialist Competence Center for Renewable Energies Roma, 23 Settembre 2010 UNICREDIT LEASING E LE

Dettagli

Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP

Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP Corso di valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP Docenti Collaboratori prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it

Dettagli

Possiamo pertanto identificare due modelli di riferimento:

Possiamo pertanto identificare due modelli di riferimento: FINANZA AZIENDALE Appunti 5 - (9-6 CFU) Cap. 15 libro Project Financing La realizzazione di un progetto complesso (la costruzione di una centrale energetica, di una raffineria, di un oleodotto, di un impianto

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Linee Guida per la realizzazione di interventi di costruzione / riqualificazione di impianti sportivi in Partenariato Pubblico-Privato

Linee Guida per la realizzazione di interventi di costruzione / riqualificazione di impianti sportivi in Partenariato Pubblico-Privato Linee Guida per la realizzazione di interventi di costruzione / riqualificazione di impianti sportivi in Partenariato Pubblico-Privato 1 Linee Guida per la realizzazione di interventi di costruzione /

Dettagli

Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi. Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv)

Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi. Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv) Impianti fotovoltaici su tetto Finanziabilità del progetto e struttura dei rischi Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (Tv) 3 novembre 2011 Le esigenze del mercato Legate all investitore e all importo

Dettagli

Vi ricordate quello che abbiamo visto nelle prime lezioni? LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO. L analisi di sensitività

Vi ricordate quello che abbiamo visto nelle prime lezioni? LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO. L analisi di sensitività LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO a cura di Roberto M. Brioli Coll. Arch. Mirko Bisulli LE ANALISI DI SENSIBILITÀ Vi ricordate quello che abbiamo visto nelle prime lezioni? Alcune caratteristiche

Dettagli

PARERE SULLA ENERGIA RINNOVABILE

PARERE SULLA ENERGIA RINNOVABILE PARERE SULLA ENERGIA RINNOVABILE Con la presente si intende rispondere al quesito sottoposto all attenzione dello scrivente studio legale in merito alla legittimità o meno del noto Avviso pubblico, con

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITÀ RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE

STUDIO DI FATTIBILITÀ RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE STUDIO DI FATTIBILITÀ RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE PARTE TERZA: CARATTERISTICHE DI PROCESSO DELL INIZIATIVA Coordinamento Generale e Responsabile del Procedimento Dirigente dell A.P.O.P. Responsabile

Dettagli

PREMESSA. UTFP: 100 domande 100 risposte

PREMESSA. UTFP: 100 domande 100 risposte UNITÀ TECNICA FINANZA DI PROGETTO CIPE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UTFP : 100 domande e risposte PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PREMESSA Da diversi anni a questa parte, la Finanza di Progetto

Dettagli

Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità

Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità Alberto Eichholzer Presentazione dell iniziativa Jessica 10 ottobre 2012 1 Il ruolo di Equiter Chi è? Equiter, società del Gruppo Intesa Sanpaolo, investe

Dettagli

La leva finanziaria 17.XI.2009. Corso di Valutazione economica del progetto - Clasarch - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10

La leva finanziaria 17.XI.2009. Corso di Valutazione economica del progetto - Clasarch - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10 La leva finanziaria 17.XI.2009 Capitale proprio/capitale di debito Il capitale impiegato per la realizzazione di un progetto può essere di due tipi: Capitale proprio del soggetto che effettua l operazione

Dettagli

Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti

Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti Il Gruppo MPS per la produzione di energie rinnovabili. Le sfide poste dai cambiamenti climatici sono notevoli e, se non saranno affrontate

Dettagli

Denominazione Società. Business Plan

Denominazione Società. Business Plan Denominazione Società Business Plan 20 20 Analisi effettuata il XX.XX.XX A cura di: Schema di Business Plan Università degli Studi di Trento Sommario del Business Plan 0. NO DISCLOSURE E DISCLAIMER...3

Dettagli

Valutazione degli investimenti

Valutazione degli investimenti Valutazione degli investimenti Mutina Profit Consulting S.r.l. affianca l imprenditore nella valutazione degli investimenti sia in termini di sostenibilità economica, mediante la predisposizione di Business

Dettagli

Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica PROJECT FINANCE. Edizione 2010

Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica PROJECT FINANCE. Edizione 2010 Unità Tecnica Finanza di Progetto Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica PROJECT FINANCE Elementi introduttivi Edizione 2010 1 Unità Tecnica Finanza di Progetto

Dettagli

Finanza di Progetto 100 domande e risposte

Finanza di Progetto 100 domande e risposte Dipartimento per la Programmazione e il coordinamento della politica economica Finanza di Progetto 100 domande e risposte Edizione 2009 Dipartimento per la Programmazione e il coordinamento della politica

Dettagli

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora

Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora FAC-SIMILE Mod.PEF/Pitagora Comune di Monza Schema di Piano economico-finanziario per la gara di affidamento in concessione della gestione del Centro Sportivo di via Pitagora PROSPETTI DI CONTO ECONOMICO,

Dettagli

Analisi della sostenibilità dell indebitamento finanziario nelle piccole e medie imprese Di : Pietro Bottani Dottore Commercialista in Prato

Analisi della sostenibilità dell indebitamento finanziario nelle piccole e medie imprese Di : Pietro Bottani Dottore Commercialista in Prato Analisi della sostenibilità dell indebitamento finanziario nelle piccole e medie imprese Di : Pietro Bottani Dottore Commercialista in Prato Introduzione La situazione della finanza mondiale versa oggi

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) PROGETTO NEUTRALITA CLIMATICA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) dott. Fabrizio Romanelli BACKGROUND Edifici pubblici esistenti: i costi energetici pesano

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PROGETTO D IMPRESA - Concorso Il miglior progetto d impresa - 2^ edizione 2013/2014.

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PROGETTO D IMPRESA - Concorso Il miglior progetto d impresa - 2^ edizione 2013/2014. GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL PROGETTO D IMPRESA - Concorso Il miglior progetto d impresa - 2^ edizione 2013/2014. PREMESSA Per partecipare al concorso è necessario compilare il modulo Progetto d impresa

Dettagli

Il Finanziamento delle Energie Rinnovabili in Italia : Case Studies. Michele Scandellari DG EnerrayS.p.A. e membro del CdAdi SECI Energia S.p.A.

Il Finanziamento delle Energie Rinnovabili in Italia : Case Studies. Michele Scandellari DG EnerrayS.p.A. e membro del CdAdi SECI Energia S.p.A. Il Finanziamento delle Energie Rinnovabili in Italia : Case Studies Michele Scandellari DG EnerrayS.p.A. e membro del CdAdi SECI Energia S.p.A. Milano 8 aprile 2011 SETTORI DI ATTIVITÀ DATI GENERALI Fatturato

Dettagli

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia )

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) Commento alle norme economicofinanziarie di interesse per il settore delle costruzioni Aggiornato

Dettagli

Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa

Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa Un modello di workout immobiliare per una risposta possibile all emergenza abitativa Luciano Nataloni SOCIAL HOUSING: una soluzione al disagio abitativo, un nuovo modello d intervento 1 18 febbraio 2015

Dettagli

PIANO DI CONSULENZA PROJECT FINANCING ATENA

PIANO DI CONSULENZA PROJECT FINANCING ATENA PIANO DI CONSULENZA PROJECT FINANCING ATENA 1 Sommario: PIANO DI CONSULENZA... 1 PROJECT FINANCING ATENA... 1 I PERCORSI DI CONSULENZA ATENA : la Consulenza a misura di ogni esigenza... 3 I MODULI CHE

Dettagli

Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31.12.2013

Relazione sulla gestione al bilancio chiuso al 31.12.2013 AZIENDA SERVIZI STRUMENTALI S.r.l. Sede in Via della Resistenza n. 4-45100 ROVIGO Capitale sociale Euro 215.600 i.v. Codice Fiscale 01396160291 Reg.Imp. 01396160291 Rea 152660 RO Relazione sulla gestione

Dettagli

Capitolo 4 IL PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO Salvatore Santucci

Capitolo 4 IL PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO Salvatore Santucci Capitolo 4 IL PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO Salvatore Santucci 4.1 Inquadramento metodologico Gli imprenditori e manager si misurano quotidianamente con il flusso continuo di scelte d investimento da effettuare

Dettagli

FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA. di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it. Con il contributo di

FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA. di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it. Con il contributo di FARMACIA LA STRUTTURA FINANZIARIA- ECONOMICA di Ghelardi Sergio sergio@laboratoriofarmacia.it Con il contributo di IL BILANCIO DELLA FARMACIA HA DUE DOCUMENTI >LO STATO PATRIMONIALE >IL CONTO ECONOMICO

Dettagli

ManagEnergy Workshop

ManagEnergy Workshop ManagEnergy Workshop Alberto Eichholzer Il Programma Jessica a supporto della programmazione integrata 10 maggio 2013 1 Il ruolo di Equiter Chi è? Equiter, società del Gruppo Intesa Sanpaolo, investe capitali

Dettagli

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato

I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato I possibili schemi di Partenariato Pubblico Privato I meccanismi di PPP ad oggi disponibili per la realizzazione di progetti infrastrutturali complessi e le strutture di valutazione creata dal Governo,

Dettagli

INDICE. Capitolo primo IL PROJECT FINANCING: EVOLUZIONE STORICA E MER- CATO

INDICE. Capitolo primo IL PROJECT FINANCING: EVOLUZIONE STORICA E MER- CATO INDICE Capitolo primo IL PROJECT FINANCING: EVOLUZIONE STORICA E MER- CATO 1. Evoluzione storica del project financing. 5 2. Il project financing nella prospettiva del partenariato pubblico-privato. 6

Dettagli

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti

ARGOMENTI. Una premessa. La funzione finanziaria. Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti La funzione finanziaria Prof. Arturo Capasso ARGOMENTI Ruolo della finanza aziendale Analisi finanziaria aziendale Valutazione degli investimenti Una premessa Funzione Finanziaria e Finanza Aziendale.

Dettagli

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI 1 LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA DECISIONI RILEVANTI: DI UN AZIENDA COMPRENDE TRE DECISIONI DI DIVIDENDO

Dettagli

Mario Daviddi Yousave spa - responsabile settore PA

Mario Daviddi Yousave spa - responsabile settore PA Il ruolo delle ESCo nella riqualificazione energetica dei Comuni e il Project Financing come strumento per il Finanziamento Tramite Terzi degli interventi Mario Daviddi Yousave spa - responsabile settore

Dettagli

DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE

DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE Project Finance Infrastructure Finance General contracting Corporate Finance Consulenza Strutturazione di fonti di debito e consulenza per: progetti di infrastrutture

Dettagli

Il trust nelle operazioni di project financing e finalizzato ad operazioni di finanziamento

Il trust nelle operazioni di project financing e finalizzato ad operazioni di finanziamento Il trust nelle operazioni di project financing e finalizzato ad operazioni di finanziamento Damiano Montani Professore Aggregato Università degli Studi di Bergamo Il trust nelle operazioni di finanziamento

Dettagli

CAP. 4. IL BUSINESS PLAN: UNO STRUMENTO GESTIONALE A SUPPORTO. 4.1 Introduzione. 4.2. Struttura del business plan

CAP. 4. IL BUSINESS PLAN: UNO STRUMENTO GESTIONALE A SUPPORTO. 4.1 Introduzione. 4.2. Struttura del business plan CAP. 4. IL BUSINESS PLAN: UNO STRUMENTO GESTIONALE A SUPPORTO DELL ATTIVITA ESTRATTIVA 4.1 Introduzione Il business plan è lo strumento alla base di ogni processo di pianificazione sistematico ed efficace.

Dettagli

4bis. Dalla valutazione dei. titoli alla valutazione degli investimenti reali. Argomenti. Domande chiave

4bis. Dalla valutazione dei. titoli alla valutazione degli investimenti reali. Argomenti. Domande chiave 1-1 4bis Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 2005-2006 Dalla valutazione dei A. titoli alla valutazione degli investimenti reali 1-2 Argomenti La determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

La programmazione delle scelte finanziarie

La programmazione delle scelte finanziarie Economia e gestione delle imprese II La programmazione delle scelte finanziarie dott. Matteo Rossi Benevento, 23 febbraio 2009 La gestione finanziaria La gestione finanziaria ha ad oggetto il complesso

Dettagli

Le analisi di bilancio

Le analisi di bilancio Le analisi di bilancio Salvatore Loprevite Dott. Salvatore Loprevite 1 Sommario 1) I principi generali di riclassificazione del Conto Economico: le aree della gestione aziendale e le configurazioni parziali

Dettagli

LO SVILUPPO DEL MODELLO FINANZIARIO NEL PROJECT FINANCE

LO SVILUPPO DEL MODELLO FINANZIARIO NEL PROJECT FINANCE FACOLTA DI ECONOMIA CATTEDRA DI FINANZA AZIENDALE LO SVILUPPO DEL MODELLO FINANZIARIO NEL PROJECT FINANCE Relatore: Prof. Ernesto Monti Candidato: Gioacchino Giordano Matr. 146341 ANNO ACCADEMICO 2008/2009

Dettagli

LA BANCABILITÀ DEI PROGETTI D INVESTIMENTO NEL SETTORE S.I.I.

LA BANCABILITÀ DEI PROGETTI D INVESTIMENTO NEL SETTORE S.I.I. LA BANCABILITÀ DEI PROGETTI D INVESTIMENTO NEL SETTORE S.I.I. 17 Aprile 2015 pag. 1 Track Record MPSCS nel Settore SII AATO Ombrone Bridge to Project 105 mln AATO Alto Valdarno Total Senior Financing 70

Dettagli

La valutazione degli investimenti reali

La valutazione degli investimenti reali Teoria della Finanza Aziendale La valutazione degli investimenti reali 5 1-2 Argomenti Dai valori mobiliari agli investimenti reali Analisi dei progetti di investimento Determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

Aspetti finanziari del passaggio generazionale

Aspetti finanziari del passaggio generazionale Seminario Il passaggio generazionale delle PMI. Come facilitare il passaggio delle imprese alle nuove generazioni Bari, dicembre 2002 Aspetti finanziari del passaggio generazionale A cura di Massimo Leone

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Economia ed Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici prof. Michele Meoli 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici Sommario della lezione

Dettagli

Modelli di rating e leve di miglioramento

Modelli di rating e leve di miglioramento S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Conversazioni tra Imprenditori, Commercialisti e Banche Linee guida nel rapporto banca/impresa (L arte del rilancio) Modelli di rating e leve di miglioramento

Dettagli

Project Financing e confronto con gli altri strumenti di PPP

Project Financing e confronto con gli altri strumenti di PPP PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO PER I SERVIZI DI GESTIONE,VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO DEI COMUNI ROBERTO GIOVANNINI Project Financing e confronto con gli altri strumenti di

Dettagli

Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A.

Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A. Nuove modalità per la concessione di servizi e lavori nella P.A. Criticità e soluzioni giurisprudenziali Bergamo Milano Avv. Enzo Adamo Partenariato Pubblico Privato: criticità ed opportunità Il Partenariato

Dettagli

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO 1) Riclassificare secondo il criterio di pertinenza gestionale, presentando il prospetto sintetico: IMPIEGHI SP riclassificato secondo il criterio

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI

Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI Divisione Ricerche Claudio Dematté Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI 10 luglio 2014 Premessa L Osservatorio OPMI, promosso dal Knowledge Center di SDA

Dettagli

Cosa vi ricordate di quello che abbiamo visto la volta scorsa? LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO.

Cosa vi ricordate di quello che abbiamo visto la volta scorsa? LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO. LA VALUTAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DEL PROGETTO Docente: Roberto M. Brioli Collaboratore: dott. Mirko Bisulli Alcune considerazioni sul finanziamento del progetto Cosa vi ricordate di quello che abbiamo

Dettagli

Criteri generali di valutazione della capacità di credito GUIDA PRATICA PER LE PMI

Criteri generali di valutazione della capacità di credito GUIDA PRATICA PER LE PMI Criteri generali di valutazione della capacità di credito GUIDA PRATICA PER LE PMI Caro lettore, PattiChiari è il Consorzio attraverso il quale l industria bancaria lavora per semplificare l uso dei prodotti

Dettagli

Laboratorio integrato architettura e città _Valutazione economica del progetto

Laboratorio integrato architettura e città _Valutazione economica del progetto Laboratorio integrato architettura e città _Valutazione economica del progetto Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Venezia, 9 gennaio 2013 Valentina Antoniucci Contenuti

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale Il Piano Industriale Università degli Studi di Palermo Palermo, 9 giugno 2011 Raffaele Mazzeo Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed esperti contabili Indice FASE n. 1 - Presentazione del progetto

Dettagli

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico

I.2 L analisi economico-finanziaria: redditività conseguita, redditività attesa e creazione di valore economico Introduzione I.1 Premessa Analizzare la situazione economico-finanziaria di un impresa significa poter affrontare alcune questioni critiche della gestione dell azienda e cioè essere in grado di poter rispondere

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Potenza, 17 marzo 2015 INVIMIT SGR: contesto di riferimento L art. 33, co. 1, del Dl 98/2011 ha previsto la costituzione di una SGR per attuare

Dettagli

La riforma dei Servizi Pubblici Locali Il nuovo quadro normativo di riferimento e l impatto su strategie, organizzazione e processi nelle Utility

La riforma dei Servizi Pubblici Locali Il nuovo quadro normativo di riferimento e l impatto su strategie, organizzazione e processi nelle Utility Unità Tecnica Finanza di Progetto Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica La riforma dei Servizi Pubblici Locali Il nuovo quadro normativo di riferimento e l impatto

Dettagli