UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IDM. Istituto di Direzione Municipale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IDM. Istituto di Direzione Municipale"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IDM Istituto di Direzione Municipale PROGETTO ENSEMBLE ALTA FORMAZIONE PER L AGGIORNAMENTO CONTINUO DEI RUOLI PROFESSIONALI NEGLI ENTI LOCALI LE COMPETENZE DI CIASCUNO PER L EFFICACIA DEL GRUPPO Università degli Studi di Bergamo Piazzale S. Agostino, Bergamo - Città Alta

2

3 Presentazione L Università degli Studi di Bergamo - Facoltà di Scienze della Formazione, in collaborazione con IDM Istituto di Direzione Municipale, allo scopo di contribuire all evoluzione delle Organizzazioni Pubbliche Locali, organizza e propone il PROGETTO ENSEMBLE - Le competenze di ciascuno per l efficacia del gruppo, che costituisce la prima edizione di un percorso di alta formazione universitaria per l aggiornamento continuo dei ruoli professionali negli Enti Locali. Il progetto, di seguito illustrato, è costituito da un sistema integrato di interventi specializzanti e monografici per i ruoli strategici dell Ente. Ciascun modulo è autonomo e si concentra sugli aspetti ritenuti prioritari, per ciascuna posizione, da recenti rilevazioni. Al tempo stesso l intero progetto costituisce un percorso coerente e integrato così da rappresentare un processo evolutivo completo per l Organizzazione dell Ente Locale. Il percorso è rivolto, in particolare, a Comuni di piccole e medie dimensioni non trascurandone difficoltà di fruizione. Sia i contenuti che gli aspetti organizzativi (compreso il budget previsto) tengono conto di questo aspetto. PROGETTO ENSEMBLE 1

4 CHE COS È È un corso di alta formazione universitaria finalizzato all aggiornamento delle competenze, sia tecniche sia manageriali, che l attuale contesto richiede all Ente Locale. PERCHÉ L evoluzione di un organismo, ci insegna Darwin, è saper migliorare continuamente la capacità di adattamento all ambiente in cui vive. Il contesto e l ambiente in cui gli Enti lavorano hanno ormai nel cambiamento una parola d ordine. Le norme, le culture, le aspettative sociali mutano rapidamente e l evoluzione dell Ente consiste nel non perdere il contatto con queste realtà. Formarsi è un esigenza continua. Anche in modo monografico, rispetto ai temi più attuali in cui i professionisti dell Ente Locale sono chiamati ad operare. L obiettivo del progetto Ensemble è quello di raggiungere le figure chiave dell organizzazione con opportunità formative mirate e di carattere monografico. La forma del percorso consente di fornire all Ente Locale una sostanziosa copertura formativa, senza impegnare un singolo individuo in modo difficilmente sostenibile; ma raggiungendo ciascuna delle posizioni chiave della Struttura in modo efficace ed ottimizzando l impegno. A CHI È DIRETTO Il percorso è pensato per gli Enti Locali e le Aziende del Servizio Pubblico, e ad ogni Ente che intende sviluppare le proprie competenze e le proprie potenzialità. 2 PROGETTO ENSEMBLE

5 DOVE E QUANDO Il corso, che inizierà il 21 settembre 2007 e si concluderà entro il 19 gennaio 2008, consiste in 133 ore di formazione, suddiviso in 6 moduli monografici di 24 ore ed è progettato in blocchi di 12 ore di lezione: il venerdì dalle ore 9 alle ore 18 ed il sabato dalle ore 9 alle ore 13, con cadenza quindicinale. Fa eccezione il ciclo di incontri dedicato agli Amministratori, organizzato in incontri serali (il venerdì) con chiusura il sabato mattina. Incontri e lezioni si terranno presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Bergamo, nel complesso di S. Agostino in Città Alta di Bergamo, Piazzale Sant Agostino. COM È ORGANIZZATO Caratteristica unica della proposta è la sua formula. Non si tratta di un iscrizione individuale ad un lungo cammino formativo, ma di un rapporto convenzionale con l Ente, che acquista il pacchetto formativo ed invia ad ogni modulo il proprio rappresentante più adeguato. CON QUALI VANTAGGI La formula consente la progettazione di moduli focalizzati su tematiche di grande attualità proposte in contesti di alta formazione interdisciplinare ed esperenziale. PROGETTO ENSEMBLE 3

6 Nella specializzazione dei moduli, il percorso è comunque progettato in modo integrato e coerente. In questo modo i vari dipendenti dell Ente che parteciperanno avranno, pur nella specializzazione dei contenuti, un punto di vista manageriale, di filosofia organizzativa, di tensione agli obiettivi e all attualizzazione delle competenze, coerente e condiviso. L impegno di partecipazione per ciascun partecipante risulta appropriato e compatibile con la quotidianità lavorativa. CHI SONO I DOCENTI Il corpo docente, per competenza ed esperienza, rappresenta un efficace sintesi tra la preparazione culturale di stampo accademico e la forte vocazione esperienziale e pragmatica di chi opera nella formazione e nell aggiornamento presso gli Enti. L obiettivo è coniugare solide basi di conoscenza alla capacità operativa spendibile nella quotidianità. La didattica prevede che il 70% del tempo d aula sia dedicato ad attività pratiche (esercitazioni, studio di casi, simulazioni) e alla discussione su casi concreti. QUANTO COSTA L intero percorso è valorizzato in 2.800,00 euro. Con questa cifra l Ente si garantisce 133 ore di alta formazione ad un budget orario assolutamente ottimizzato. Il budget, inoltre, viene investito sulle competenze non di una sola persona, ma di tutte quelle che si alternano nel percorso. 4 PROGETTO ENSEMBLE

7 SINTESI STRUTTURE DIDATTICHE MODULO AREA DIMENSIONI CONTENUTI 1. DIREZIONE CONDIVISA 2. LA CITTÀ PENSATA 3. GESTIRE E VALORIZZARE 4. INDIVIDUO E SOCIETÀ 5. PERSONE E ORGANIZZA- ZIONE 6. L EVOLUZIONE DELLA CITTÀ DIREZIONE 24 ore Il Direttore Generale nell Ente Locale: nuove entità e nuove identità TECNICA 24 ore I contratti pubblici: la nuova regolamentazione Il project manager delle opere pubbliche ECONOMICA E FINANZIARIA RELAZIONE SOCIALE E SERVIZI ALLA PERSONA RISORSE UMANE POLITICO- DIREZIONALE 24 ore Project finance per gli EE.LL. La gestione del debito Il controllo strategico di gestione 24 ore Il nuovo welfare locale 24 ore Il gruppo Il leader La formazione come strumento organizzativo 4 incontri per un totale di 13 ore Etica e pubblica amministrazione PROGETTO ENSEMBLE 5

8 MODULO 1 - DIREZIONE COMUNE Area Target Dimensioni Direzione Direttori Generali, Segretari Comunali, Vice Segretari Comunali 24 ore Date Venerdì 21 settembre 2007 h Sabato 22 settembre 2007 h Venerdì 5 ottobre 2007 h Sabato 6 ottobre 2007 h Contenuti Il Direttore Generale nell Ente Locale: nuove entità e nuove identità Introduzione ai lavori e presentazione del percorso. Il contesto del lavoro pubblico e le figure di vertice manageriali rientrano in un processo di definizione e conferma di una identità, che nasce non per differenza (dal privato), ma con caratteristiche culturali proprie di un Organizzazione al servizio del cittadino. Deve sviluppare appartenenza. Deve, inoltre, sviluppare percorsi formativi suoi propri, non mutuati senza riserve da mercati privati, senza tener conto delle specificità del settore. Il ruolo di Direttore Generale: Modelli di carriera e sistemi di competenze Il mercato del lavoro; politiche retributive ed occupazionali Spoils System: favorevoli e contrari Modelli di carriera, sistemi di competenze, accesso e movimento nel mercato del lavoro di riferimento; profili socio demografici dei dirigenti pubblici, percorsi formativi, mobilità e versatilità interna. 6 PROGETTO ENSEMBLE

9 Non mancano elementi di valutazione, fondati su ricerche di scala nazionale, su soddisfazione e adeguatezza dei ruoli e delle riforme. Cosa succederà nei prossimi 5 anni? Come non trovarsi inadeguati? Dinamiche occupazionali e retributive per il Direttore Generale. Come si muove il Direttore nel mercato? Come è ponderata, a livello retributivo, la sua posizione? Quale futuro? La dinamica fra le ragioni dei favorevoli e le ragioni dei contrari favorisce una comprensione del meccanismo dello spoils system; delle sue implicazioni. L obiettivo è cogliere le caratteristiche di un sistema in cui ritrovarsi esclusi sarà un rischio sempre meno remoto. La cultura professionale diventa elemento strategico di conferma del proprio ruolo. Équipe formativa Mauro Ceruti Rita Amabile Gian Piero Quaglino Renato Ruffini Riccardo Sonzogni PROGETTO ENSEMBLE 7

10 MODULO 2 - LA CITTÀ PENSATA Area Target Dimensioni Tecnica Dirigenti e Responsabili aree tecniche, Amministratori interessati, Collaboratori aree tecniche 24 ore Date Venerdì 12 ottobre 2007 h Sabato 13 ottobre 2007 h Venerdì 26 ottobre 2007 h Sabato 27 ottobre 2007 h Contenuti I contratti pubblici: la nuova regolamentazione Il nuovo codice dei contratti pubblici: la regolamentazione dei contratti e gli effetti sulla disciplina degli EE.LL. Il codice dei contratti pubblici di lavori nei settori ordinari: approfondimento normativo e giurisprudenziale Esternalizzazione dei servizi della P.A.: l affidamento a società interamente partecipate o miste e le procedure di evidenza pubblica Procedure negoziate e spese in economia: le possibilità di approvvigionamento di beni e servizi da parte delle Amministrazioni locali La gestione dei servizi pubblici locali in house providing : statuti, patti parasociali e contratto di servizio per la garanzia del controllo analogo La semplificazione procedimentale Gli appalti di servizi di progettazione e direzione lavori L affidamento degli incarichi di collaudo L appalto integrato nella esecuzione delle opere pubbliche Il project financing 8 PROGETTO ENSEMBLE

11 Il project management delle opere pubbliche La componente giuridica, gestionale, ingegneristica e il project management La programmazione e la progettazione Tecniche di valutazione degli investimenti Studi di fattibilità collegati alla programmazione La progettazione nelle sue diverse forme Qualità, qualificazione, controllo e validazione nella progettazione Le nuove forme di progettazione Nuovi strumenti, controlli e cultura pubblica per agganciare progettazione e realizzazione di opere Tecniche e strumenti del project manager applicate all'infrastruttura e alle opere pubbliche (la Wbs, i WP, i flow chart e la gestione dei percorsi critici applicati; le tecniche di governo dei processi/prodotti semplici e complessi, ecc.) La realizzazione Le operazioni complesse (l ideazione e la gestione dei progetti innovativi in materia di opere pubbliche e infrastrutture) Il reperimento di risorse economiche e finanziarie alternative Ideazione e gestione degli interventi urbani complessi Lo scenario applicativo Il project manager di opera pubblica e gli assetti organizzativi La gestione dell innovazione sugli appalti e il project management Équipe formativa Massimo Andreis Antonio Bertoldini Simone Chiarelli Matteo Kalchschmidt Mario Salomone PROGETTO ENSEMBLE 9

12 MODULO 3 - GESTIRE E VALORIZZARE Area Target Dimensioni Economica e finanziaria Dirigenti e Responsabili aree finanziarie ed economiche, Amministratori interessati, Collaboratori aree economiche e finanziarie 24 ore Date Venerdì 2 novembre 2007 h Sabato 3 novembre 2007 h Venerdì 16 novembre 2007 h Sabato 17 novembre 2007 h Contenuti Project finance per gli EE.LL. Aspetti definitori, attori e rischi tipici del project finance Security Package e Risk Analysis Risk Matrix e strategie di copertura dei rischi Analisi di investimenti complessi: costruzione dei flussi di cassa per le operazioni di Project Finance Valutazione della convenienza economica: metodi tradizionali e innovativi Quozienti di sostenibilità finanziaria e del debito Copertura dei fabbisogni finanziari: capitale di rischio, finanziamenti subordinati, capitale di debito La gestione del debito Il processo di gestione attiva del debito Analisi e diagnosi della posizione debitoria dell Ente Il monitoraggio della situazione debitoria Obiettivi della ristrutturazione del debito (minor onere in termini di interessi; modifica della propria composizione dell'indebitamen- 10 PROGETTO ENSEMBLE

13 to, qualora vi sia una sovraesposizione ai tassi fissi o ai tassi variabili; rimodulazione dei flussi in uscita, in funzione delle entrate previste in bilancio) Elaborazione di strategie di intervento Gli strumenti utilizzati per la gestione attiva del debito (modifica della durata, modifica dell ammortamento, modifica e diversificazione dei parametri di indicizzazione) Gli strumenti derivati per la gestione del debito ( swap sui tassi di interesse) Le diverse tipologie di swap e le opzioni collegate (cap, collar, upfront, ecc.) Il quadro normativo per l utilizzo degli strumenti derivati da parte degli Enti Locali L iter amministrativo e procedurale per porre in essere operazioni in strumenti finanziari derivati Estinzione anticipata del debito Modalità di contabilizzazione ed impatto sul bilancio Vantaggi e limiti dell utilizzo degli strumenti derivati Il controllo strategico di gestione La Pianificazione: definizione Struttura e fasi della Pianificazione Le qualità necessarie della Pianificazione La Pianificazione strategica nell Ente Locale Équipe formativa Francesco Bari Francesco Merisio Luca Colleoni PROGETTO ENSEMBLE 11

14 MODULO 4 - INDIVIDUO E SOCIETÀ Area Target Dimensioni Relazione Sociale, Servizi alla Persona Dirigenti e Responsabili aree sociali e servizi alla persona, Amministratori interessati, Assistenti sociali, Educatori, Collaboratori aree sociali e servizi alla persona 24 ore Date Venerdì 23 novembre 2007 h Sabato 24 novembre 2007 h Venerdì 14 dicembre 2007 h Sabato 15 dicembre 2007 h Contenuti Équipe formativa Il nuovo welfare locale Concertazione, pianificazione, programmazione, modelli di gestione dei piani di zona: Il nuovo welfare locale Piano di zona e nuovo Ente Gestorio Affidamento e accreditamenti dei servizi sociali Progettazione e valutazione sociale Gestione dei servizi sociali Remo Morzenti Pellegrini Andrea Spini Luca Degani Ivo Lizzola 12 PROGETTO ENSEMBLE

15 MODULO 5 - PERSONE E ORGANIZZAZIONE Area Target Dimensioni Risorse Umane Dirigenti e Responsabili dell area Risorse Umane, Direttori Generali, Segretari Comunali, Gestori di Risorse Umane, Posizioni Organizzative, Amministratori interessati 24 ore Date Venerdì 21 dicembre 2007 h Sabato 22 dicembre 2007 h Venerdì 11 gennaio 2008 h Sabato 12 gennaio 2008 h Contenuti Il gruppo (ed il suo leader): comprendere e acquisire buone pratiche per il fare insieme del gruppo Il gioco di squadra: elementi costitutivi e condizioni di efficacia. L obiettivo, il metodo, le risorse ed il coordinamento I fondamentali: le azioni e le competenze di base per poter lavorare in gruppo Il leader: i comportamenti di leadership per l efficacia del lavorare in gruppo Il leader (ed il suo gruppo): gli elementi emozionali e relazionali della leadership per lo stare insieme del gruppo Comprendere la leadership nel tempo della complessità I bisogni ed il leader (il riconoscimento) La valutazione riconoscente: processi organizzativi e aspetti psicologici, condizioni di efficacia motivazionale dei processi di valutazione PROGETTO ENSEMBLE 13

16 La formazione come strumento organizzativo: come e soprattutto se scegliere la formazione come strumento per l evoluzione dell Ente I processi formativi nelle organizzazioni lavorative: dalla rilevazione dei bisogni alla valutazione dei risultati Gli obiettivi formativi: dagli obiettivi organizzativi agli obiettivi didattici Condizioni di efficacia della formazione per adulti Contenitori e contenuti: le forme e gli approcci alla formazione Ottimizzare le competenze: lo strumento dei formatori interni, se e quando possono essere uno strumento La verifica dei risultati Le organizzazioni che apprendono Le organizzazioni come sistemi evolutivi e co-evolutivi Agire per reti Apprendere degli errori Apprendere ad apprendere L apprendistato cooperativo Monitorare l apprendere organizzativo Équipe formativa Gian Piero Quaglino Walter Fornasa Riccardo Sonzogni Giuseppe Varchetta 14 PROGETTO ENSEMBLE

17 MODULO 6 - L EVOLUZIONE DELLA CITTÀ Area Target Dimensioni Politico-direzionale Amministratori, Direttori Generali, Segretari Comunali 4 incontri per un totale di 13 ore Date Lunedì 8 ottobre 2007 h Mercoledì 7 novembre 2007 h Venerdì 30 novembre 2007 h Sabato 19 gennaio 2008 h Contenuti Etica e pubblica amministrazione Etica pubblica applicata: politica, economia, pubblica amministrazione: quale separazione, quale autonomia, quali sovrapposizioni e collateralismi? Liberalismo come arte della separazione tra etica degli affari, della pubblica amministrazione e delle professioni Quali valori etici muovono le scelte nelle pubbliche amministrazioni? È possibile la condivisione di un codice etico legato a queste funzioni? Aspettative dei cittadini L Agenda delle priorità dei cittadini riguardo al proprio territorio L immagine degli Enti Locali Le aspettative riguardo alla loro azione futura Le aspettative riguardo alla leadership chiamata a guidarli PROGETTO ENSEMBLE 15

18 Società dei Servizi Pubblici Locali Le nuove modalità di affidamento dei Servizi Pubblici Locali Il nuovo concetto di Controllo Analogo Il rapporto tra Servizi Pubblici Locali e Nuovo Codice Contratti Équipe formativa Gianluca Bocchi Mauro Ceruti Gian Maria Mazzola Giuseppe Mele Remo Morzenti Pellegrini Nando Pagnoncelli 16 PROGETTO ENSEMBLE

19 DIREZIONE, COORDINAMENTO E DOCENTI DIREZIONE SCIENTIFICA E COORDINAMENTO Mauro Ceruti - Preside della Facoltà di Scienze della Formazione Professore di Epistemologia e Filosofia della Scienza - Università di Bergamo. Remo Morzenti Pellegrini - Professore di Diritto Pubblico - Università di Bergamo. Gian Maria Mazzola - Direttore Istituto di Direzione Municipale. BREVE CURRICULUM DOCENTI Mauro Ceruti è Preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Bergamo. Professore di Epistemologia e Filosofia della Scienza presso lo stesso Ateneo, è anche direttore del CE.R.CO. e coordinatore della Scuola di Dottorato in Antropologia ed Epistemologia della Complessità. Attualmente è membro del Comitato Nazionale per la Bioetica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: Educazione e globalizzazione, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2004; Origini di storie, Feltrinelli, Milano, 1993; La danza che crea, Feltrinelli, Milano, Walter Fornasa è Professore di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell Ambiente presso la Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi di Bergamo. Coordinatore del centro dipartimentale COSMOS, svolge la sua ricerca nell intersezione tra gli ambiti dello sviluppo, dell educazione, dell educazione ambientale e dell ecologia sociale. Dirige la rivista Culture della sostenibilità e la collana E-lab presso la casa editrice Franco Angeli. Svolge attività di formazione e ricerca in ambito educativo, della progettazione sociale e dell inclusione. Remo Morzenti Pellegrini è Professore di Diritto Pubblico presso l Università degli Studi di Bergamo. È stato docente relatore di diversi Corsi avanzati di aggiornamento in Diritto Amministrativo e Ordinamento degli Enti Locali. Rivela una conoscenza approfondita della normativa degli Enti Locali e dell attività contrattuale della P.A.. Autore di numerose pubblicazioni sulle tematiche del Diritto Pubblico e del Diritto Amministrativo sostanziale. PROGETTO ENSEMBLE 17

20 Gian Maria Mazzola è Direttore dell Istituto di Direzione Municipale. Nell ambito della Consulenza di Direzione ha svolto attività di formazione sullo sviluppo delle competenze professionali, attività di coordinamento e di docenza per alcuni moduli nei corsi indirizzati al Settore Pubblico, mettendo a punto il progetto formativo Cultura dei servizi pubblici, Citizen Satisfaction e Management del Comune. È stato coordinatore dei corsi di Direzione Municipale rivolti a personale dirigente e amministratori degli Enti Locali in collaborazione con l Università Cattolica di Milano; coordinatore per l Istituto di Direzione Municipale dei Corsi di Perfezionamento Universitario in collaborazione con l Università degli Studi di Bergamo. È membro di nuclei di valutazione di diversi Comuni della regione Lombardia e collabora con numerosi Comuni italiani nel campo della consulenza di organizzazione e formazione. Rita Amabile è Vicedirettore Generale del Comune di Milano con esperienza nel Settore Risorse Umane. Massimo Andreis è Professore di Diritto Amministrativo presso l Università degli Studi di Bergamo. Svolge attività di formazione rivolta alla Dirigenza Pubblica con particolare attenzione al settore degli Enti Locali ed a quello Sanitario. Autore di monografie e saggi sulle tematiche del Diritto Amministrativo sostanziale e processuale pubblicate con gli editori Giuffré e Giappichelli, collabora alla rivista Urbanistica ed appalti editore IPSOA. Francesco Bari Manager pubblico, laureato in Giurisprudenza, abilitato alla professione di avvocato ed iscritto all Albo dei Revisori Ufficiali dei Conti. Ha al suo attivo, numerosi Corsi di specializzazione presso l'università Bocconi in materia di Direzione e Gestione degli Enti Pubblici e incarichi di rilievo in Enti Locali, Istituzioni e Società Pubbliche. A Francesco Bari compete la direzione dell'assetto organizzativo e gestionale della Provincia di Bergamo. Attualmente svolge le funzioni di Segretario Direttore Generale della Provincia di Bergamo ed è Professore di Principi Giuridici di Contabilità Pubblica presso l Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza. 18 PROGETTO ENSEMBLE

21 Antonio Bertoldini è Professore di Diritto Urbanistico nel Corso di laurea in Gestione delle Amministrazioni Pubbliche presso l Università di Torino (Facoltà di Economia, sede S.U.M.I. di Pinerolo); presso l Università di Bergamo è Professore di Diritto dell Informazione e di Diritto Editoriale all interno della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere. Iscritto all Albo degli Avvocati in Torino, attualmente, esercita la propria attività professionale nei settori del diritto civile e amministrativo. Dal 2002, su nomina del Presidente del Consiglio dei Ministri, opera come membro esperto del Consiglio di Amministrazione della Sezione piemontese dell Agenzia Segretari Comunali. Autore di numerose pubblicazioni in materia. Gianluca Bocchi insegna Filosofia della Scienza presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli studi di Bergamo. A lui si deve l'introduzione in Italia del filone di studi sulla Complessità, grazie in particolare alla pubblicazione del volume La sfida della complessità (con Mauro Ceruti), Feltrinelli, Milano, 1985: un volume concernente le trasformazioni di paradigmi e di modi di pensare che caratterizzano le scienze dei nostri giorni e le stesse forme dell'abitazione del pianeta da parte della specie umana. Autore di numerose pubblicazioni in materia. Simone Chiarelli dottorando di Diritto Pubblico e Tributario nella dimensione europea e cultore di Istituzioni di Diritto Pubblico nell Università degli Studi di Bergamo; è coautore con il Prof. Remo Morzenti Pellegrini del volume Le attività produttive, Giuffrè, Milano, 2006; svolge attività di formazione e di consulenza per le Amministrazioni Locali con particolare riferimento al settore delle attività produttive e della semplificazione amministrativa. Luca Colleoni è Direttore Generale del Comune di Treviglio con ampie esperienze ed incarichi in vari Enti della Lombardia. Laureato in Economia e Commercio - Indirizzo Marketing e Pubblicità, presso l Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è consulente nell Area Gestionale, Organizzativa e Direzione Risorse Umane. È inoltre Curatore Fallimentare e Perito Tribunale di Bergamo, Componente del Collegio dei Revisori e Consulente di Società Private ed Enti Pubblici. Autore di pubblicazioni in tema di Marketing degli Enti Locali. PROGETTO ENSEMBLE 19

22 Luca Enrico Maria Degani è Docente universitario in diversi insegnamenti relativi alla legislazione sociale nonché degli Enti non profit nelle Università Cattolica di Milano e Piacenza. Nel 2006 è stato nominato Tecnico incaricato per la predisposizione dei Progetti di Legge per il Testo Unico dei Servizi Sociali e Socio-Sanitari e del T.U. dei Soggetti del Terzo Settore per l Assessorato Famiglia e Politiche Sociali della Regione Lombardia. Ad oggi riveste il ruolo di Direttore Generale della Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, Ente operante in ambito socio-sanitario a favore di anziani e disabili in Lombardia, Piemonte e Liguria. Matteo Kalchschmidt è Ingegnere Gestionale, attualmente Ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria dell Università degli Studi di Bergamo e membro delle seguenti Associazioni: Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale, European Operations Management Association, International Society of Inventory Research e Global Manufacturing Research Group. È anche autore di numerose pubblicazioni. Ivo Lizzola è Professore di Pedagogia Sociale e Pedagogia della Marginalità e della Devianza presso l Università degli Studi di Bergamo. Ricercatore, Consulente e Formatore nei servizi educativi e socio-sanitari riguardo lo sviluppo delle politiche sociali (con attenzione ai giovani e alla marginalità) e i temi della cura, della vulnerabilità e della bioetica. È Docente in Corsi avanzati di formazione e specializzazione per operatori sociali, dirigenti di servizi e amministratori pubblici; Coordinatore del Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e Direttore del Centro di Ricerca Interdisciplinare Scienze Umane, Salute e Malattia della Facoltà di Scienze della Formazione dell Università degli Studi di Bergamo. È Presidente dell Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Bergamo, autore di numerose pubblicazioni e collaboratore per diverse riviste. Giuseppe Mele Segretario Generale del Comune di Milano. È stato Segretario Generale della neo istituita Provincia di Lodi, Segretario Generale e Direttore Generale della Provincia di Brescia, Segretario Generale e Direttore Generale del Comune di Como. Autore di numerose pubblicazioni in materia giuridica. Ha maturato una lunga esperienza universitaria presso la Facoltà di Scienze Politiche - Università degli Studi di Milano. 20 PROGETTO ENSEMBLE

23 Francesco Merisio dopo la laurea in Economia Aziendale si è occupato di Controllo di Gestione presso una multinazionale americana per 15 anni. Attualmente è partner di una società di consulenza di Bergamo e continua ad occuparsi di Sistemi di Pianificazione e Controllo. Ha vissuto anche diverse esperienze, come temporary manager, di interventi di ristrutturazione e di riorganizzazione di Società private, di Enti pubblici e di Società consortili di distretto. Da diversi anni collabora con l Università di Bergamo per il corso di Programmazione e Controllo ed è Professore a contratto presso la sede di Treviglio. È Sindaco e Revisore dei Conti di alcune Società. Nando Pagnoncelli esperto di ricerche sociali e di mercato. Da oltre vent anni si occupa di analisi dell opinione pubblica e di sondaggi elettorali. Attualmente è Amministratore Delegato di Ipsos Italia, società leader del Settore, e Presidente di Assirm, l associazione che raggruppa i trentotto principali Istituti Demoscopici. È autore di saggi e articoli sulla stampa nazionale e ha un incarico di docenza presso la Facoltà di Scienze Politiche dell Università Cattolica di Milano. Gian Piero Quaglino è Docente di Psicologia della Formazione e attualmente Preside della Facoltà di Psicologia dell Università di Torino. Tra le molte pubblicazioni, ricordiamo le più recenti: Gioco di squadra (con C.G. Cortese), Raffaelo Cortina, Milano, 2003; La vita organizzativa, Raffaello Cortina, Milano, 2004; Avere leadership (con C. Ghislieri), Raffaello Cortina, Milano, 2004; Autoformazione (a cura di), Raffaello Cortina, Milano, 2004 e la nuova edizione di Fare formazione Raffaello Cortina, Milano, Renato Ruffini è Professore di Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche e di Organizzazione e Diritto del Lavoro presso l Università C. Cattaneo di Castellanza. Esperto Aran comparto Enti Locali. Autore di numerose pubblicazioni sui temi del management pubblico e degli Enti Locali. Mario Salomone è Professore di Educazione Ambientale presso l Università degli Studi di Bergamo ed è stato Docente in vari corsi di perfezionamento e master promossi dall Ateneo. È membro del Comitato Scientifico Unesco per il Decennio Mondiale dell Educazione allo Sviluppo Sostenibile, ha organizzato il Terzo Congresso Mondiale di Educazione Ambientale (2005) e coordina il Segretariato Permanente dell Associazione Internazionale dei WEEC (World Environmental Education Congress). È autore e curatore di numerose opere sull argomento. PROGETTO ENSEMBLE 21

24 Riccardo Sonzogni Psicologo, esperto di formazione e Docente di Formazione alla Comunicazione all Università degli Studi di Bergamo. È Docente dell Istituto Direzione Municipale dove progetta e implementa percorsi formativi ed elabora strumenti di diagnosi organizzativa. Tra i principali argomenti trattati: la comunicazione efficace, la comunicazione con l utenza, la gestione della leadership e del cambiamento, l assertività e la gestione delle emozioni. Andrea Spini Insegna Formazione e Gestione delle Risorse Umane e Sociologia Generale - Dipartimento di Studi Sociali (Facoltà di Scienze della Formazione - Università di Firenze); è consulente scientifico di CRESTAT s.c.r.l, (Firenze), di Pratika, di Thélème, membro del Comitato Scientifico del C.S.T. (Centro Studi Turistici) di Firenze, come pure del Consiglio Direttivo di ASFER (Associazione per lo Studio del Fenomeno Religioso). Ha svolto ricerche sugli sbocchi occupazionali, sull analisi dei bisogni, sulla domanda professionale delle imprese. Numerose pubblicazioni in Italia e all estero. Giuseppe Varchetta Psicosocioanalista, Past-president di Ariele, Docente presso l Università degli Studi di Milano Bicocca, già responsabile dello Sviluppo dell Organizzazione di Unliver e delle Risorse Umane di Stagit Spa, azienda dello stesso gruppo. Ha pubblicato tra l altro: Emergenze organizzative: testi e storie, Guerini Studio, Milano, 1997; Il management dell unicità: organizzazione, evoluzione, formazione, Guerini, Milano, 1999; Schermi di formazione: i grandi temi delle risorse umane attraverso il cinema, Guerini, Milano, PROGETTO ENSEMBLE

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail PEC rdallanese@liuc.it raffaella.dallanese@odcecmilano.it Nazionalità Italiana Data di nascita 07,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right

FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI MASTER PART TIME LIVORNO. When you have to be right MASTER PART TIME FALLIMENTO E PROCEDURE CONCORSUALI 2 0 1 4 TRENTESIMA EDIZIONE LIVORNO N A P O L I When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di formazione IPSOA fa parte del Gruppo

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli