Le cambiali più utilizzate in campo internazionale sono di due tipi: le cambiali- pagherò e le cambiali-tratte.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le cambiali più utilizzate in campo internazionale sono di due tipi: le cambiali- pagherò e le cambiali-tratte."

Transcript

1 CAPITOLO QUINTO LA METODOLOGIA DI APPLICAZIONE 5.1. Lo smobilizzo del credito Il credito è rappresentato da titoli cambiari. Le modalità di concessione di un credito assumono un preciso rilievo e perciò debbono trovare una loro precisa collocazione nel testo contrattuale, unico per la fornitura e il credito. Qualora queste clausole dovessero mancare, non essendoci di fatto alcun riferimento esplicito alla normativa internazionale in vigore in materia, le condizioni di praticabilità del credito all'esportazione sarebbero del tutto inesistenti, e di fatto, sarebbe pressoché impossibile acquisire il sussidio governativo agli interessi. Di norma alle clausole contrattuali che regolamentano l'accesso al credito vanno a aggiungersi quelle riguardanti la tutela del credito, la sua bancabilità ed il sostegno governativo ai sensi della ex legge 227/77. Le cambiali più utilizzate in campo internazionale sono di due tipi: le cambiali- pagherò e le cambiali-tratte. Queste ultime esprimono l'impegno dell'importatore in qualità di obbligato principale (o trassato) a pagare il loro valore facciale, sempre ché da questi sottoscritte per accettazione. Sono emesse dall'esportatore in favore di se stesso, in qualità di primo beneficiario, e accettate dal trassato (vedi.tav.8). 64

2 Tavola 8 La cambiale-tratta..(place) (1) (dated) amount in foreign currency (2). On/at..(expiry date) (3).For value received, pay against this bill of exchange for the order of.. (exporter) (4).. the sum of.(5). effective payment to be made in (currency).without deduction for and free of any taxes, impost,levies or duties present or future of any nature. This BILL OF EXCHANGE is payable at (collecting bank) (6).. Drawn on..(7)......for acceptance (10).. Per aval for account of the drawee (9).. Acceptance signature(s) verified (11).. (8) (drawer s signature) 1) Luogo e data di emissione 7) Nome e indirizzo del trassato 2) Divisa e importo in cifre 8) Firma e timbro del traente 3) Data di scadenza 9) Timbro dell ente che firma per avallo 4) Nome del beneficiario 10) Timbro e firma di accettazione del trassato 5) Divisa e importo in lettere 11) Verifica bancaria della firma del debitore 65

3 Viceversa le cambiali-pagherò esprimono la promessa di pagare dell importatore in qualità di obbligato principale il loro valore facciale alle debite scadenze. Sono emesse dall'importatore direttamente in favore dell'esportatore (vedi.tav.9). Le cambiali, una volta che sono state debitamente compilate e sottoscritte dall'obbligato principale, dovranno essere consegnate all'esportatore in accordo ad un piano di rilascio che dovrà essere concordato tra le parti contraenti e che dovrà tenere conto dello svolgimento nel tempo della fornitura. Di solito la consegna delle cambiali all'esportatore avviene per il tramite di una banca fiduciaria ("trustee bank") la quale sarà, a seconda dei casi, la banca finanziatrice italiana o se banca estera la sua filiale italiana oppure la sua corrispondente italiana. Questa banca sulla base di quanto dispone una lettera di istruzioni irrevocabili, emessa dall'importatore nello stesso momento in cui firma il contratto di fornitura o, solo pochi giorni dopo la firma, rilascerà i titoli cambiari all'esportatore pro-rata espletamento della fornitura (vedi. tav.10). 66

4 Tavola 9 La cambiale-pagherò..(place) (1) (dated) amount in foreign currency (2). On/at..(expiry date) (3).For value received, pay against this PROMISSORY NOTE for the order of..(exporter) (4)..The sum of (5). effective payment to be made in (currency).without deduction for and free of any taxes, impost,levies or duties present or future of any nature. This promissory note is payable at (collecting bank) (6)....(7) Debtor s full address......for acceptance (10) Per aval (9) Debtor s signature(s) verified (10) (8) (debtor s signature) 1) Luogo e data di emissione 6) Domicilio di pagamento (banca presentatrice) 2) Divisa e importo in cifre 7) Nome e indirizzo del trassato (debitore) 3) Data di scadenza 8) Firma e timbro del trassato(debitore) 4) Nome del beneficiario 9) Timbro dell ente che firma per avallo 5) Divisa e importo in lettere 10) Verifica bancaria della firma del debitore 67

5 Tavola 10 - La lettera di istruzioni irrevocabili di rilascio delle cambiali indirizzata dal committente estero alla trustee bank. PIZANO SA P Bogotà, March 30th, 1982 BANQUE DE PARIS ET DES PAYS BAS Via dell'annunciata, Milano - Italy Dear Sirs, We Pizano SA, taking into account the supply contract between us and Technipetrol S.p.A., signed on August 18th,1981, give you irrevocable instructions to release to Technipetrol S.p.A. each of the following twenty (20) bills of exchange in your safe custody in the order of their maturity: A) FIRST SERIE: N.o of bills of Exchange Place and date of issue Maturity date Total Amount US$ 1 Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/

6 B) SECOND SERIE Place and Maturity Total N.o of bills of date of issue date Amount Exchange US$ 1 Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Rome, february 25th, /9/ Rome, february 25th, /3/ Each bill of exchange will be released against presentation by Technipetrol S.p.A. of the relevant invoice, according to the following program of payments, as provided for in the Clausula Segunda of the Otrosi n.1 to the above mentioned contract, signed between us and Technipetrol S.p.A. on March 4th, 1982: Month,starting from August 18th,1981 No. Of bills of exchange Amount of Principal in US$

7 These bills of exchange, when released to Technipetrol S.p.A. constitute unconditional and irrevocable obligation of payment when they fall due. Upon payment by us at the maturity date, the corresponding bill of exchange shall be returned immediately to us, Yours truly PIZANO SA 70

8 Spesso succede che la banca fiduciaria assuma anche il ruolo di banca domiciliataria dell'operazione di esportazione cioè di banca per il tramite della quale avviene la movimentazione del denaro da e per l'estero. Inoltre le cambiali dovranno essere negoziabili e rispondere ai requisiti ed alle condizioni internazionali di negoziabilità richieste dal mercato dei capitali, dal luogo di domiciliazione e di pagamento. Alle loro rispettive scadenze, il pagamento delle cambiali dovrà essere irrevocabile ed incondizionale per cui il loro pagamento non potrà e non dovrà essere né ritardato né rifiutato per una qualsivoglia ragione. Il numero delle cambiali dovrà essere pari al numero delle rate di credito da rimborsare mentre la loro data di emissione dovrà essere unica e coincidere con la data di completamento della fornitura. La quota capitale di ciascuna cambiale é costante e pari a 1/n dell importo del credito in quota capitale; dunque il suo valore facciale sarà dato da una quota capitale costante più una quota interessi variabile (decrescente). La data di scadenza della prima cambiale dovrà coincidere con la scadenza del sesto mese a decorrere dal punto di partenza del credito mentre la data di scadenza di ogni cambiale, successiva alla prima, coinciderà con la data di scadenza di un periodo di sei mesi a decorrere dalla data di scadenza della precedente cambiale. Lo smobilizzo del credito può avvenire in due modi: a) in "rischio pro-solvendo, quando il rischio di non pagamento delle cambiali resta a carico dell esportatore o quando la banca finanziatrice non assume il rischio dell operazione di sconto; b) in "rischio pro-soluto, quando l'esportatore vende simultaneamente ad una banca finanziatrice sia il credito, rappresentato dalle cambiali, sia i rischi legati al credito che sono impliciti nell operazione di sconto. 71

9 La banca finanziatrice può essere una banca italiana residente in Italia o all estero, una banca straniera oppure una società finanziaria di forfetizzazione. La ragione di essere di un operazione di sconto delle cambiali in rischio pro-soluto risiede nella totale e contemporanea fiducia che la banca finanziatrice nutre, allo stesso modo, nei confronti sia del committente estero (obbligato principale) di essere solvibile cioè nella sua capacità di rimborsare il debito, sia del paese di destinazione della fornitura che offre le più ampie assicurazioni per quanto riguarda il non verificarsi di eventi politici o di atti del principe che potrebbero impedire o ostacolare gli adempimenti contrattuali. Proprio per questo motivo, ad una simile operazione non si accompagna quasi mai una garanzia assicurativa Isace a copertura del rischio di insolvenza! Tuttavia Il Comitato Isace, in una sua recente delibera, ha autorizzato la garanzia assicurativa Isace anche nel caso di rischio pro-soluto. Questa nuova copertura va nella direzione di un ulteriore rafforzamento delle probabilità che la banca non incorra nel rischio di un mancato rimborso del credito da parte del prenditore di denaro. Per cui l'intervento di una società di forfetizzazione é praticamente molto più agevole. La tavola 11 rappresenta, per l'appunto, lo schema di funzionamento di un'operazione di sconto pro-soluto quando interviene la garanzia Isace. La stessa cosa non si può dire di un operazione di sconto in rischio pro-solvendo. In questo caso la banca finanziatrice dovrà affidare il richiedente, dovrà valutare quale é la sua capacità di essere solvibile ed accertarsi che il denaro anticipato le verrà restituito. Anzi, contrariamente a quanto accade nel caso di rischio pro-soluto, la copertura assicurativa Isace del rischio di insolvenza costituisce l aspetto cardine di questa operazione, é l elemento che attribuisce solidità e credibilità alla richiesta di sconto dell esportatore per la ragione che la polizza Isace, essendo garantita dallo Stato italiano, esprime certezza di pagamento del debito. 72

10 Due sono le modalità di realizzo di uno sconto pro-solvendo: l impegno bancario a scontare gli effetti cambiari o l anticipazione a tasso variabile. Nel primo caso, all'atto del rilascio dell'impegno a scontare gli effetti cambiari, la banca finanziatrice (o forfaiter ) si limita a definire l'entità del margine da applicare, rinviando l esatta determinazione del fattore di sconto in un momento successivo. Il tasso variabile è il "libor a sei mesi. Esso varia al variare delle date in cui si effettuano le operazioni di sconto. Il fattore di sconto si calcola sommando il margine al "libor ". Di fatto i fattori di sconto sono tanti quanti sono le operazioni di sconto da effettuare. L anticipazione a tasso variabile é un vero accordo di prestito stipulato tra la banca finanziatrice e l'esportatore per mezzo del quale la banca finanziatrice anticipa il denaro e si fa pagare gli interessi di avvenuta anticipazione dei fondi dall esportatore. Per una rappresentazione grafica di come funziona lo smobilizzo in rischio prosolvendo si rinvia alla tavola

11 Tavola 11 - Lo smobilizzo di un credito-fornitore in rischio pro-soluto Mincomes Committente estero (pubblico o privato) Richiesta e ottenimento autorizzazione merceologica e/o valutaria Isace Domanda assicurativa (2) Concessione garanzia assicurativa (3) Ordine di fornitura (1) Esportazione (4) Esportatore italiano Domanda di finanziamento (2) Finanziamento del credito capitale (7) Titoli di credito(5) Cessione garanzia ISACE cambiali tratte (6) Rimborso interessi (9) Pagamenti alla scadenza di ogni singola rata di credito capitale interessi (10) Simest SpA Banca italiana Contributo (8) 74

12 Tavola 12 - Lo smobilizzo di un credito-fornitore in rischio pro-solvendo. Mincomes Richiesta e ottenimento autorizzazione merceologica e/o valutaria Isace Domanda assicurativa (2) Committente estero (pubblico o privato) Ordine di fornitura (1) Esportazione (4) Esportatore italiano Titoli di credito (5) Pagamenti alla scadenza di ogni singola rata di credito capitale interessi (10) Contributo agli interessi (8) Concessione garanzia assicurativa (3) Domanda di finanziamento (2) Finanziamento del credito capitale (7) Cessione garanzia ISACE (6) Rimborso interessi (9) Simest SpA Banca italiana 75

13 Un'ulteriore aspetto da non trascurare é la quantità di denaro che può essere effettivamente anticipata dalla banca finanziatrice. Tanto più positiva sarà la valutazione della banca finanziatrice del grado di solvibilità dell'esportatore tanto più questi sarà affidato dal punto di vista del credito. E tanto più significativa sarà la presenza di eventuali garanzie ("security package") a supporto dei futuri rimborsi del prestito, tanto più consistenti saranno le somme che verranno messe a disposizione del fornitore italiano. Riguardo all'agevolazione finanziaria, nel caso di sconto pro-solvendo, l'entità del sussidio governativo agli interessi non potrà mai raggiungere il suo limite massimo (2%) previsto dalla normativa in vigore. L'entità del sussidio si aggirerà piuttosto al disotto del suo limite massimo, avrà un valore più correlato alla qualità del rischio che é presente nell'operazione di sconto. Di fatto, in questo caso, poiché sussiste la garanzia di rimborso dello Stato italiano a copertura della quasi totalità del credito, il rischio e quindi la sua misura é correlata al rischio d'insolvenza "Italia"; invece nel caso di sconto pro-soluto, mancando la copertura assicurativa Isace, il sussidio governativo agli interessi potrebbe raggiungere il 2%. Nello sconto pro-solvendo l'incombenza di acquisire il contributo agli interessi da parte della Simest spetta all'esportatore mentre nel caso di un sconto pro-soluto spetta invece alla banca finanziatrice Lo sconto pro-soluto La forfetizzazione o sconto pro-soluto, come si é visto, é uno strumento di finanziamento a lungo termine di un'operazione di esportazione. Il forfetizzatore é di norma una società finanziaria specializzata o una banca finanziatrice. Questi istituti acquistano i crediti da forfetizzare direttamente dalle imprese esportatrici, in parte per conto proprio, in parte in qualità di intemediario. Esiste, in effetti, un vero mercato secondario nel quale vengono trattati e ceduti tra banche e società finanziarie crediti forfetizzati. 76

14 Capita anche che enti pubblici o privati acquistino crediti di questo genere a titolo di investimento. La società finanziaria specializzata o la banca finanziatrice acquista "senza regresso" dal venditore il credito che egli vanta nei confronti del compratore estero e che gli deriva dall'avergli fornito i beni. In virtù di questo strumento, l'istituto che provvede alla forfetizzazione assume pertanto tutti i rischi politici ed economici che sono insiti nell'operazione di sconto e versa al venditore l'importo relativo al credito della sua fornitura previa deduzione dei costi della forfetizzazione. Il venditore procede dunque ad un'operazione per contanti ". Da una parte egli ha esaudito l'esigenza del compratore estero nel concedergli un credito per il pagamento della fornitura e, dall'altra parte ha esaudito se stesso nell'ottenere, per il tramite della forfetizzazione, la monetizzazione del suo credito, il denaro che gli serve per approntare la fornitura. a) il rapporto contrattuale. Questo rapporto si divide in due parti: il rapporto tra il venditore e il forfetizzatore e quello tra il forfetizzatore e il compratore estero. Nel primo rapporto, il venditore si impegna a cedere al forfetizzatore il suo credito a lungo termine verso il compratore estero non appena questo credito é formalmente maturato. Di regola, quando la vendita ha per oggetto beni strumentali, si verifica a fornitura avvenuta mentre quando si tratta di vendita di un impianto, la disponibilità del credito matura in maniera progressiva all'evolversi della fornitura. Mentre la società finanziaria o la banca che forfetizza si impegna ad accettare il credito senza regresso, alle condizioni pattuite e contro i documenti previsti che dovranno essere incondizionati cioè indipendenti e senza riferimento ai termini contrattuali della fornitura, il fornitore italiano rimane comunque responsabile per i difetti dei beni forniti o dell'impianto costruito. 77

15 L'esborso netto all'esportatore avviene quando il credito é costituito in modo incondizionato e privo di eccezioni ed obiezioni e quando la documentazione prevista nel contratto di finanziamento é completa. A seguito della cessione del credito dal venditore al forfetizzatore si realizza, sorge il rapporto diretto tra il compratore e il forfetizzatore. b) la natura del credito La validità di una transazione di forfetizzazione ha origine dallo standing creditizio dell'esportatore cioè dalla sua capacità di adempiere agli obblighi contrattuali derivanti dal contratto di vendita e dalla qualità dei suoi prodotti esportati o, nel caso di impianti, dalla sua capacità di garantire la "perfomance" di produzione per quale un impianto é stato venduto. Succede di frequente che i rimborsi dei crediti incontrino delle difficoltà, in primo luogo, perché le macchine fornite o l'impianto non funziona correttamente, secondariamente perché i prodotti venduti non corrispondono alle esigenze di qualità indicate dal compratore estero. Per superare questo inconveniente é stato pattuito che il credito debba possedere il requisito della incondizionalità cioè esso deve essere staccato e completamente indipendente dall'operazione commerciale, di base, affinché non siano possibili obiezioni di alcun genere derivanti dalla vendita sottostante. Esso deve essere inoltre liberamente trasferibile: una regola essenziale per poter permettere al forfetizzatore di collocare parte o l'intero credito nel corso della sua durata. Di regola il credito é assistito da una garanzia bancaria incondizionata che dovrà essere emessa da parte di una primaria banca del paese dell'importatore; tuttavia l'operazione di sconto é comunque possibile anche senza garanzia a condizione però che il compratore sia di primo ordine e che il paese di destinazione della fornitura sia un paese rassicurante sotto il profilo politico ed economico. 78

16 Nell'eventualità che il compratore sia considerato un buon debitore ma non di primo ordine, la forfetizzazione all'occorrenza é possibile, sempre ché vi sia una polizza assicurativa Isace che copra il rischio del credito e sia accertata la solvibilità del debitore. I crediti forfetizzati sono in genere rappresentati da "pagherò" o da "accettazioni cambiarie". Entrambe le cambiali sono girate senza regresso dal beneficiario in favore del forfetizzatore. In sostituzione dell'avallo bancario sulle cambiali, a tutela del pagamento, può essere stipulata una garanzia separata la quale, una volta che la fornitura é avvenuta, dovrà essere sostituita dalla banca garante cioé dovrà essere resa indipendente dall'operazione commerciale sottostante. Mentre le cambiali sono cedute mediante girata, la garanzia separata é ceduta al forfetizzatore con dichiarazione scritta di cessione. c) l termini di un'operazione di forfetizzazione. Nella generalità dei casi le operazioni di sconto hanno una durata da tre a cinque anni con rimborsi semestrali. Tuttavia é possibile che in relazione al paese di destinazione della fornitura o alla consistenza degli importi da scontare, la durata possa essere più lunga o più corta, a seconda dei casi. Nulla é definito riguardo agli importi da forfetizzare. Gli importi massimi sono stabiliti in funzione di come è composta l'operazione: rischio paese, durata, garanzie, periodo di attesa, ecc., nonché della possibilità che il forfetizzatore ha di rifinanziarsi. Per transazioni per le quali non é previsto il rilascio di alcuna garanzia bancaria, gli istituti finanziatori di solito accettano come limite minimo non più di dollari usa o il suo controvalore per ogni singola scadenza; mentre non esistono limiti per le transazioni che sono garantite da fideiussione bancaria. 79

17 Quando gli importi, ad ogni singola scadenza, superano anche parecchi milioni di dollari usa, che un istituto da solo non é in grado di assorbire, si costituisce un sindacato ad hoc con altri forfetizzatori. Precedentemente, si é visto, che il credito da forfettizzare nasce nel momento della fornitura dei beni o pro-rata espletamento della fornitura quando si tratta della vendita di un impianto. Tuttavia tra la conclusione del contratto di vendita e la concretizzazione del credito trascorre spesso molto tempo, addirittura diversi mesi in dipendenza del termine di consegna, durante il quale il fornitore ha la possibilità di concludere un contratto di finanziamento con il forfetizzatore. Il periodo di tempo che intercorre tra la conclusione del contratto di finanziamento e il perfezionamento del credito cioè il momento in cui sono resi disponibili i documenti necessari per la forfetizzazione é chiamato "periodo di attesa". Le offerte di forfetizzazione possono contemplare periodi di attesa che raggiungono anche due anni a tassi di sconto con clausola variabile (legata ai tassi di interesse dell'euromercato nella valuta estera in cui é espresso il credito) o a tassi di sconto fissi. E' evidente che mentre a tasso di sconto fisso l'intero rischio dell'interesse a partire dalla conclusione del contratto di finanziamento resta a carico della società o banca finanziatrice, nel caso di contratto di finanziamento con tasso di sconto a clausola variabile, il rischio dovuto ad eventuali variazioni dell'interesse é unicamente a carico del fornitore fino a due giorni prima dell'esborso. Solamente, a partire da questo momento, in corrispondenza del quale sarà fissato il tasso di sconto, il tasso applicato resterà tale per l'intero periodo dell'operazione. Nel caso di mancata presentazione dei documenti per lo sconto cioè in caso di non adempimento unilaterale del contratto da parte del venditore, questi sarà soggetto ad una penale che di norma é del 2% "flat". 80

18 Le operazioni di forfetizzazione sono conteggiate con il sistema dello sconto o deduzione anticipata cioè viene pagato il ricavo dedotto l'importo dello sconto per l'intera durata della transazione. Per definire le modalità del contratto di fornitura e giungere così alla sua firma spesso succede che il venditore si rivolga, a priori, alla banca finanziatrice per chiedergli il rilascio di un impegno fermo a scontare le cambiali. In genere, i finanziatori, proprio per permettere al fornitore di concludere l'affare col compratore ed essere certo di essersi assicurato la forfetizzazione, dispongono di concedere un'opzione per un periodo di uno o più mesi dietro pagamento di una commissione. Questa commissione é di fatto più onerosa della commissione di messa a disposizione perché viene offerta al fornitore la possibilità di rinunciare unilateralmente al contratto di finanziamento cioè il contratto diventa operante solo nel caso in cui il fornitore fa valere la sua opzione. d) i documenti necessari per la forfetizzazione. Di solito, la società di forfetizzazione chiede la conferma ad una banca del paese debitore, la banca garante, che tutte le autorizzazioni per l'importazione, il pagamento ed il trasferimento all'estero delle somme spettanti siano state ottenute e che i pagamenti alla scadenza siano effettuati senza deduzione di qualsiasi genere, di qualsiasi imposta, tassa, diritto o contributo, presente o futuro, che possa avere origine nel paese di destinazione della fornitura; oltre a ciò, alla banca garante é altresì richiesto di confermare l'autenticità delle firme del debitore sulle cambiali. Mentre le firme della banca garante sono controllate da una diversa banca, quelle del fornitore sono controllate mediante l'elenco firme. Quando un'operazione di forfetizzazione é coperta da garanzia bancaria di pagamento, essa dovrà essere emessa da una primaria banca domestica, in maniera irrevocabile, incondizionata e liberamente trasferibile. 81

19 Normalmente il compratore estero è solito ricevere dalla sua banca, alla conclusione del contratto di fornitura, una garanzia di "performance" che é condizionata all'esecuzione conforme del contratto da parte del venditore. A consegna avvenuta cioè ad adempimento del contratto da parte del venditore, succede spesso che al fine di garantire al forfetizzatore il rimborso del suo credito, l'esportatore anziché richiedere indietro dal compratore estero la garanzia di buona esecuzione del contratto, dia invece istruzioni alla stessa banca di convertirla in una garanzia irrevocabile, incondizionata e trasferibile e di rilasciarla a favore della società di forfetizzazione, in considerazione del fatto che la garanzia bancaria, quando é prevista, deve ottenere la sua validità in maniera separata ed indipendente dall'affare sottostante. Inoltre il fornitore ha l'obbligo di cedere con una dichiarazione separata tutti i diritti e le pretese verso il debitore estero, derivanti dal suo credito per la fornitura come pure ha l'obbligo di notificare al debitore ed al garante estero la cessione alla società di forfetizzazione di tutti i suoi crediti e diritti I costi di un'operazione di credito fornitore. A fronte del credito concesso, il committente estero pagherà all'esportatore gli interessi dovuti durante tutto il periodo che va dal momento in cui i fondi sono stati erogati dalla banca finanziatrice fino al momento della loro restituzione cioè i cosiddetti " interessi attivi". Questo periodo si compone di un periodo di pre-ammortamento del debito (o periodo di grazia) e di un periodo di rimborso del credito. Il periodo di grazia corrisponde, di norma, al periodo di erogazione del denaro o a quello di completamento della fornitura o di costruzione dell impianto. In genere gli interessi di pre-ammortamento sono calcolati per semestri, e in via posticipata, sull'ammontare di ciascuna erogazione, per il periodo che va dalla data di effettiva 82

20 erogazione dei fondi da parte della banca finanziatrice fino alla data di partenza del credito, al tasso di interesse Cirr, in vigore alla firma del contratto di fornitura, sulla base del numero esatto di giorni diviso per un anno di 360 giorni. Il tasso Cirr é il tasso di interesse stabilito in ambito Ocse dall intesa Consensus e, dunque beneficia di agevolazione creditizia governativa. E' determinato con cadenza mensile, e una volta applicato, resta fisso per tutto il periodo di rimborso. Gli interessi di ammortamento del debito sono invece calcolati con le stesse modalità di cui sopra, per il periodo che va dalla data di partenza del credito fino alla data di scadenza del periodo di rimborso, sul debito residuo cioè sulla quota capitale del prestito che resta ancora da pagare, sulla base del numero esatto di giorni diviso per un anno di 360 giorni. Entrambi gli interessi dovranno essere pagati dal debitore nella valuta contrattuale. A fronte dell'operazione di sconto, l esportatore pagherà, a sua volta, alla banca finanziatrice o al "forfaiter" gli interessi per avvenuta anticipazione dei fondi i quali, in un ipotetico conto economico dell'esportatore, sono considerati come "interessi passivi". Generalmente essi sono calcolati per semestri, e in via anticipata, sull'ammontare di ciascuna anticipazione per il periodo che va dalla data di effettiva anticipazione dei fondi fino alla data di rimborso del corrispondente importo, sulla base del numero esatto di giorni diviso per un anno di 360 giorni, al tasso d'interesse di mercato praticato dalla banca finanziatrice. Nella realtà l'esportatore é addebitato soltanto della quota di interessi che non sarà né rimborsata dal cliente né tantomeno rimborsata dal Governo come sussidio agli interessi. Ciò succede quando lo schema di "security package" che è stato contemplato per l'operazione di sconto non é sufficiente a garantire alla banca finanziatrice l'assoluta certezza di essere rimborsata per cui l'intervento bancario ha ragione di costare più di quanto il Governo Italiano abbia deciso di riconoscere come congruo. 83

21 Come può succedere che il Governo riconosca esattamente la differenza che esiste tra il tasso debitore, pagato dal cliente estero, ed il costo della provvista bancaria dei fondi, per cui l'esportatore non si vedrà aggravato di alcun onere aggiuntivo in tema di interessi, perché paga tanto quanto riceve. Di norma, in un operazione di sconto, al pagamento degli interessi si accompagna quasi sempre il pagamento di altre commissioni e/o oneri, somme più direttamente legate all operazione come sconto in sé, le quali insieme agli interessi concorrono a determinare la "fee" che remunera il servizio prestato dall'istituto finanziatore. Vedremo più avanti quale é la loro natura e come si calcolano quando esamineremo dei case studies. Un'ulteriore costo per l'esportatore ha origine dal fatto di dover gestire direttamente il credito. Si é visto che il credito fornitore di fatto attribuisce al venditore la gestione del credito. Nella circostanza questi potrebbe trovarsi impreparato sia perché non possiede nella sua struttura organizzativa un servizio adeguato a svolgere questa attività - ciò é tanto vero quando si tratta di una PMI - sia perché la gestione del credito non rientra tra le sue principali attività. Malgrado ciò dovendo procedere lungo la strada intrapresa, egli dovrà provvedervi in una qualche maniera, acquisendo dall'esterno ex novo uno specialista oppure riconvertendo del suo personale ma, sia nell'uno che nell'altro caso, egli si troverà a dover affrontare dei costi aggiuntivi. Nell eventualità che l'esportatore avesse forza negoziale potrebbe anche tentare e riuscire di farsi riconoscere dal committente estero una commissione di agenzia ("agent fee") per il lavoro svolto e da svolgere cioè una sorta di compenso che riconosca lo sforzo fatto per aver finalizzato positivamente il finanziamento! 84

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Dott.ssa Monica Pazzini

Dettagli

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA COS E Finanziaria che sostiene lo sviluppo delle imprese italiane impegnate a realizzare

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2

SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2 Vivere l azienda 2 - Modulo 2 Unità 2 verifiche Soluzioni pag. 1 di 5 SOLUZIONI VERIFICHE MODULO 2 UNITÀ 2 Gli strumenti cartacei di regolamento VERIFICA VELOCE 1 1. V; 2. F; (denaro contante), 3. V; 4.

Dettagli

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA FINANZIAMENTI EURO E DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009)

Dettagli

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE definizione Lo smobilizzo pro-soluto con voltura di polizza SACE consiste nello sconto pro soluto di effetti cambiari con dilazioni di pagamento dai 2

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FINANZIAMENTI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FINANZIAMENTI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE Pagina 1 FINANZIAMENTI AGEVOLATI DELLE SPESE PER L'APERTURA DI STRUTTURE ALL'ESTERO PER IL LANCIO E LA DIFFUSIONE DI NUOVI PRODOTTI E SERVIZI O L'ACQUISIZIONE DI NUOVI MERCATI - DECRETO LEGGE 112-2008

Dettagli

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING L operazione di sconto cambiario Lo sconto cambiario rappresenta un operazione di smobilizzo dei crediti commerciali mediante

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento e di hedging I prestiti sono concessi nell ambito di un predefinito rapporto di fido o di affidamento

Dettagli

REGOLAMENTO. DISCIPLINANTE IL PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI SUI LAVORI ED I RAPPORTI FINANZIARI tra Consorzio e Cooperative associate

REGOLAMENTO. DISCIPLINANTE IL PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI SUI LAVORI ED I RAPPORTI FINANZIARI tra Consorzio e Cooperative associate REGOLAMENTO DISCIPLINANTE IL PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI SUI LAVORI ED I RAPPORTI FINANZIARI tra Consorzio e Cooperative associate INDICE 1. PREMESSA 2. PAGAMENTI IN ACCONTO E A SALDO 3. CAUZIONI E FIDEJUSSIONI

Dettagli

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELLA LEGGE 24.4.1990 N.100, ART. 4, E SUCCESSIVE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 28/006. relativo al

FOGLIO INFORMATIVO N. 28/006. relativo al FOGLIO INFORMATIVO N. 28/006 relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO A CARICO PROVINCIA DI SALERNO IN CONTO INTERESSI CONVENZIONE PROVINCIA DI SALERNO /FEDERAZIONE CAMPANA BCC A SOSTEGNO

Dettagli

Capitolo 8 Fa RF AITIN G

Capitolo 8 Fa RF AITIN G Capitolo 8 Fa RF ATN G 8.1 Definizione Nel quadro degli strumenti finanziari a disposizione delle imprese volti a realizzare una più ampia diversificazione delle opportunità di trasformazione dei crediti

Dettagli

I TITOLI DI CREDITO. Nel pagherò concorrono: a) il trattario e il traente. b) il traente e il beneficiario. c) l emittente e il beneficiario.

I TITOLI DI CREDITO. Nel pagherò concorrono: a) il trattario e il traente. b) il traente e il beneficiario. c) l emittente e il beneficiario. I TITOLI DI CREDITO Il titolo di credito: a) conferisce un diritto di credito. b) incorpora un diritto di credito. c) vale quale prova di un contratto stipulato fra le parti. L esecutività è: a) caratteristica

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI FOTOVOLTAICI IMPRESE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI FOTOVOLTAICI IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 139-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO FONDO DI GARANZIA PMI L.662/96

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO FONDO DI GARANZIA PMI L.662/96 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Pagina 1. Circolare n. 2/2010

Pagina 1. Circolare n. 2/2010 Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST in base alla Convenzione stipulata il 16.10.1998 tra il Ministero del Commercio con l Estero (ora Ministero dello Sviluppo Economico) e la SIMEST CIRCOLARE

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Attività e passività finanziarie I prestiti bancari e altre operazioni di finanziamento I prestiti bancari - aspetti generali I prestiti bancari: sono eterogenei

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DOCUMENTARI & LETTERE DI CREDITO STAND-BY INCASSI DOCUMENTARI

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DOCUMENTARI & LETTERE DI CREDITO STAND-BY INCASSI DOCUMENTARI Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009) FOGLIO INFORMATIVO CREDITI

Dettagli

Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY

Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Foglio informativo n. 2206. OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121 Milano Numero verde:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI FOTOVOLTAICI IMPRESE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI FOTOVOLTAICI IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 FOGLIO INFORMATIVO Mod.01/07 MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 Sezione 1 - Informazioni sull Intermediario finanziario Denominazione

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 66/001. relativo al PRESTITO 3 MELOGRANI COMMERCIANTI, IMPRESE, PROFESSIONISTI INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 66/001. relativo al PRESTITO 3 MELOGRANI COMMERCIANTI, IMPRESE, PROFESSIONISTI INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO - TASSO INDICIZZATO -

MUTUO CHIROGRAFARIO - TASSO INDICIZZATO - 1/6 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.Pop.Prov.Calabre Via del Mare,22 88046 LAMEZIA TERME (CZ) Tel.: 0965-44128 0968-411237 Fax: 0965-44128 0968-419873 Email: info@bpprovincecalabre.it / sito internet: www.bpprovincecalabre.it

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI PICCOLO PRESTITO

MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI PICCOLO PRESTITO MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI La prestazione fornisce mutui ipotecari, per l'acquisto della prima casa di abitazione, della durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Il beneficio è riservato agli iscritti alla

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO

PRESTA DENARO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO PRESTA DENARO MUTUANTE MUTUATARIO INTERESSE = COMPENSO SPETTANTE PER LA TEMPORANEA CESSIONE DI UN CAPITALE MONETARIO COMMISURATO A CAPITALE PRESTATO DURATA DEL PRESTITO 1 LA SUA MISURA, RAPPORTATA A 100

Dettagli

OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2003-2011 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim.

OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2003-2011 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim. FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431

Dettagli

SOVVENZIONE FINANZIARIA CON CAMBIALI

SOVVENZIONE FINANZIARIA CON CAMBIALI SOVVENZIONE FINANZIARIA CON CAMBIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Società cooperativa con sede legale e amministrativa in Modena, via San Carlo n. 8/20 Codice Fiscale, Partita

Dettagli

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto).

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Informazioni sulla società di factoring. Centro Factoring S.p.A.

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO, COOPERAZIONE, RISORSE AGRICOLE E FORESTALI.

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO, COOPERAZIONE, RISORSE AGRICOLE E FORESTALI. REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE, COMMERCIO, COOPERAZIONE, RISORSE AGRICOLE E FORESTALI. CONVENZIONE per la disciplina e l attuazione delle operazioni previste

Dettagli

Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI

Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI Foglio informativo n. 2209. OPERAZIONI DI FACTORING GARANZIA DEI CREDITI COMMERCIALI Informazioni sulla banca Denominazione: MEDIOCREDITO ITALIANO S.P.A. Sede legale e amministrativa : Via Montebello 18-20121

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE 1 Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio- lungo termine Operazioni di prestito bancario Operazioni di smobilizzo 2 Definizione

Dettagli

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1

L.R. 52/2009 Prestito sociale d onore - Aggiornamento al 12 gennaio 2015 1 PRESTITO SOCIALE D ONORE Legge Regione Valle d Aosta 23 dicembre 2009, n. 52 Interventi regionali per l'accesso al credito sociale INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Finanziaria Regionale Valle d Aosta -

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 59/005. relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ABITATIVA INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 59/005. relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA ABITATIVA INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio 63-30174 Venezia Mestre Direzione

Dettagli

2 VENDITE ALLO SCOPERTO OVERNIGHT E PRESTITO TITOLI DA DIRECTA

2 VENDITE ALLO SCOPERTO OVERNIGHT E PRESTITO TITOLI DA DIRECTA t B= il termine ultimo per ricoprirsi dalle operazioni effettuate; decorso il primo di questi, il Cliente non avrà più la possibilità di vendere allo scoperto e dovrà revocare eventuali ordini di vendita

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE FINANZIATORE INDIRIZZO IBL Banca

Dettagli

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG.

OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI CESSIONE PRO SOLVENDO DEI CREDITI D IMPRESA CONTRO CORRISPETTIVO E DEI SERVIZI CONNESSI AI SENSI DELLA LEGGE 52/91 E ARTT. 1260 E SEGG. DEL COD. CIV. Sezione I - Informazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO DELLA PROVINCIA DI SALERNO IN CONTO INTERESSI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO DELLA PROVINCIA DI SALERNO IN CONTO INTERESSI INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO DELLA PROVINCIA DI SALERNO IN CONTO INTERESSI Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTRATTO DI CREDITO RIMBORSABILE MEDIANTE RILASCIO DI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO PRO-SOLVENDO DI QUOTE DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE

Dettagli

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt.

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. 12 e 13 CIRCOLARE n. 6/2013 approvata con delibera del 2 dicembre

Dettagli

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX Settembre 2, 33170 Pordenone Iscritta all Albo delle Banche

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING Le condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico. SI CONSIGLIA UNA LETTURA ATTENTA PRIMA DI FIRMARE IL CONTRATTO. La F.I.S. Factoring

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

Economia Aziendale II

Economia Aziendale II Albez edutainment production Economia Aziendale II Le cambiali 1 Sommario L epoca di pagamento Gli strumenti di pagamento I titoli di credito La cambiale Cosa vuol dire Tipologia di cambiali Il pagherò

Dettagli

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6

serfactoring San Donato Milanese, 1 giugno 2015 Pagina 1 di 6 TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema foglio informativo Dilazioni di pagamento Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via Fabiani, 1/B - 20097 San Donato Milanese (MI) Fax:0252045730/8/9

Dettagli

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE

SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE 1 FOGLIO INFORMATIVO SCONTO DI PORTAFOGLIO COMMERCIALE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT) Tel.

Dettagli

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni A cura del dottor Erminio Di Nora Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 22.05.2012 è

Dettagli

Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori

Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo Mutuo Chirografario Ordinario Non Consumatori Prodotto destinato a clientela non consumatori Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia

Dettagli

ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI

ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE Anno Accademico 2011 2012 Lezione 6 ANALISI QUALITATIVA DEL CAPITALE I FINANZIAMENTI

Dettagli

serfactoring San Donato Milanese, 25 novembre 2013 Pagina 1 di 6

serfactoring San Donato Milanese, 25 novembre 2013 Pagina 1 di 6 - serfactoring TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Schema di foglio informativo Operazioni Maturity Servizio offerto da Serfactoring S.p.A. Via dell Unione Europea, 3-20097 San Donato

Dettagli

- TASSO MASSIMO APPLICABILE PER IL COMPUTO INTERESSI:

- TASSO MASSIMO APPLICABILE PER IL COMPUTO INTERESSI: FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI E SERVIZI DI FACTORING (Aggiornamento in vigore dal 01 ottobre 2014) INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING SARDA FACTORING SpA Sede legale e sede amministrativa viale

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

SCONTO DI EFFETTI IN FORMATO INTERNAZIONALE CON VOLTURA DI POLIZZA SACE

SCONTO DI EFFETTI IN FORMATO INTERNAZIONALE CON VOLTURA DI POLIZZA SACE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO BANCA CARIME INFORMAZIONI

Dettagli

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale

Dettagli

CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO GLOSSARIO AFFIDATI (NUMERO) Soggetti (persone fisiche, persone giuridiche, cointestazioni) al nome dei quali siano pervenute, alla data di riferimento, una o più segnalazioni alla Centrale dei rischi a

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Milano 23 gennaio 2014 2 Credito Fornitore e Credito Acquirente Un credito all esportazione può

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

Mutuo Chirografario Ordinario a Breve Termine. Rimborso in UNICA SOLUZIONE Clienti non consumatori

Mutuo Chirografario Ordinario a Breve Termine. Rimborso in UNICA SOLUZIONE Clienti non consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Clienti non consumatori Banca di Credito Cooperativo di S. Vincenzo de Paoli di Casagiove Soc. Coop. Per Azioni Sede legale in via Madonna di Pompei, 4-81022

Dettagli

LEGGI AGEVOLATIVE - SOGGETTO AGENTE FONDO ROTATIVO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE E GLI INVESTIMENTI IN RICERCA AI SENSI DELLA LEGGE N.

LEGGI AGEVOLATIVE - SOGGETTO AGENTE FONDO ROTATIVO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE E GLI INVESTIMENTI IN RICERCA AI SENSI DELLA LEGGE N. Pag. 1/ 5 Foglio Informativo LEGGI AGEVOLATIVE - SOGGETTO AGENTE FONDO ROTATIVO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE E GLI INVESTIMENTI IN RICERCA AI SENSI DELLA LEGGE N. 311/2004 INFORMAZIONI SULLA BANCA MPS

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO. Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia

FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO. Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Pagina 1 di 5 FOGLIO INFORMATIVO Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010 NOTA BENE: le parti evidenziate in giallo sono state

Dettagli

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO Aggiornato al 01/10/2015 N release 0002 Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE

PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE AGGIORNATO AL 21 DICMEBRE 2010 PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE Pag. 1. Internazionalizzazione Credit enhancement Finanziamento con garanzia Sace per spese connesse a progetti di espansione sui mercati

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI 1 Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Padova, visto

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto PRODOTTI FINANZIARI A MEDIO-LUNGO TERMINE BTP: Buoni del Tesoro Poliennali ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

Micred Group. Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473. P.Iva 03306590120 - info@micredgroup.

Micred Group. Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473. P.Iva 03306590120 - info@micredgroup. Micred Group Busto Arsizio 21052 (VA) - P.za Trento Trieste 1 - Tel 0331.1393017 - Fax 0331.621473 P.Iva 03306590120 - info@micredgroup.it PRESTITI PERSONALI I prestiti personali sono delle forme di finanziamento

Dettagli

Deposito a garanzia: gli escrow accounts

Deposito a garanzia: gli escrow accounts Deposito a garanzia: gli escrow accounts Il termine anglosassone escrow individua un accordo scritto fra due soggetti in forza del quale somme di denaro o titoli di proprietà oggetto del contratto vengono

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Aggiornato al 01/04/2015 IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione

Dettagli

* al Comitato introdotto con delibera del Comitato Agevolazioni dell 11.10.2011.

* al Comitato introdotto con delibera del Comitato Agevolazioni dell 11.10.2011. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST in base alla Convenzione stipulata il 16.10.1998 tra il Ministero del Commercio con l Estero (ora Ministero dello Sviluppo Economico) e la SIMEST CIRCOLARE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL FONDO DI GARANZIA A SOSTEGNO E PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE BENEFICIARIE DELLE AGEVOLAZIONI GESTITE DA SVILUPPO ITALIA SPA PAG. PARTE I DEFINIZIONI 2 PARTE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E......

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... (di seguito Istituto bancario) PER IL FINANZIAMENTO DELL AVVIO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 -

FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - FOGLIO INFORMATIVO PER CESSIONE DEL QUINTO - N. 3 DEL 01 luglio 2010 - LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO GE Capital Servizi Finanziari

Dettagli

Archivio documenti CDP S.p. A.: CIR125920050606.doc. Provvedimento pubblicato in G.U. n. 138 Parte Seconda del 16 giugno 2005 1 / 5

Archivio documenti CDP S.p. A.: CIR125920050606.doc. Provvedimento pubblicato in G.U. n. 138 Parte Seconda del 16 giugno 2005 1 / 5 Circolare CDP S.p.A. 6 giugno 2005, n. 1259 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP) da parte delle università, relative

Dettagli

ANTICIPI/FINANZIAMENTI SU ESTERO IN EURO O IN DIVISA

ANTICIPI/FINANZIAMENTI SU ESTERO IN EURO O IN DIVISA ANTICIPI/FINANZIAMENTI SU ESTERO IN EURO O IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI SCONTO E CONTI CORRENTI DI SANTA MARIA CAPUA VETERE S.P.A Sede legale e amministrativa:

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI LUCCA E DEL TIRRENO S.p.A. - GRUPPO BANCARIO CASSA

Dettagli

COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE)

COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE) COMMERCIAL PAPER (POLIZZA DI CREDITO COMMERCIALE) DEFINIZIONE E CARATTERISTICHE La polizza di credito identifica una particolare operazione che si concretizza mediante la circolazione di un complesso di

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO SOCI - TASSO FISSO -

MUTUO CHIROGRAFARIO SOCI - TASSO FISSO - 1/7 INFORMAZIONI SULLA BANCA B.Pop.Prov.Calabre Via del Mare,22 88046 LAMEZIA TERME (CZ) Tel.: 0965-44128 0968-411237 Fax: 0965-44128 0968-419873 Email: info@bpprovincecalabre.it / sito internet: www.bpprovincecalabre.it

Dettagli

Intermediari finanziari

Intermediari finanziari il LEGALE Intermediari finanziari È diventato praticamente obbligatorio per tutte le imprese, siano esse piccole, medie o grandi, dovere intrattenere rapporti con Istituti bancari. Vediamo il perché dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Mutuo ipotecario a tasso variabile per clienti consumatori per finalità di Acquisto/Ristrutturazione

FOGLIO INFORMATIVO Mutuo ipotecario a tasso variabile per clienti consumatori per finalità di Acquisto/Ristrutturazione FOGLIO INFORMATIVO Mutuo ipotecario a tasso variabile per clienti consumatori per finalità di Acquisto/Ristrutturazione INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BANK OF CHINA Ltd Milan

Dettagli

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO Data release 5/11/2013 N release 0016 Pagina 1 di 7 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Sede legale: P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 65/001. relativo al PRESTITO GIOVANI 3 MELOGRANI INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 65/001. relativo al PRESTITO GIOVANI 3 MELOGRANI INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 - Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Cassa depositi e prestiti società per azioni CIRCOLARE N. 1260

Cassa depositi e prestiti società per azioni CIRCOLARE N. 1260 Cassa depositi e prestiti società per azioni Roma, 13 giugno 2005 CIRCOLARE N. 1260 Oggetto: Pubblicazione delle condizioni generali di contratto di prestito di scopo in base a legge speciale a tasso fisso

Dettagli

FINANZIAMENTO AGRARIO MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA

FINANZIAMENTO AGRARIO MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA 1 FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO AGRARIO MEDIANTE UTILIZZO DI CAMBIALE AGRARIA INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014

Dettagli

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt.

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. 12 e 13 CIRCOLARE n. 7/2013 approvata con delibera del 2 dicembre

Dettagli