Gestione e monitoraggio della spesa ICT Ministero dell'economia e Finanze, Dipartimento del Tesoro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione e monitoraggio della spesa ICT Ministero dell'economia e Finanze, Dipartimento del Tesoro"

Transcript

1 Gestione e monitoraggio della spesa ICT Ministero dell'economia e Finanze, Dipartimento del Tesoro Un esempio concreto di Investment Portfolio Management Il punto di vista di Accenture Giuseppe Buono, Accenture

2 Agenda Gestione e Monitoraggio della Spesa ICT per il Dipartimento del Tesoro: un esempio concreto di Investment Portfolio Management Esigenze e principi di governance Approccio di definizione del nuovo modello operativo Approccio di realizzazione del sistema PPM Alcune differenze tra pubblico e privato Investment Portfolio Management Governance Le sfide e le opportunità di generazione di valore Il possibile contributo di Accenture 2

3 Agenda Gestione e Monitoraggio della Spesa ICT per il Dipartimento del Tesoro: un esempio concreto di Investment Portfolio Management Esigenze e principi di governance Approccio di definizione del nuovo modello operativo Approccio di realizzazione del sistema PPM Alcune differenze tra pubblico e privato Investment Portfolio Management Governance Le sfide e le opportunità di generazione di valore Il possibile contributo di Accenture 3

4 Esigenze Molte esigenze riscontrate nel contesto DT sono comuni alla gran parte delle organizzazioni IT sia pubbliche che private. La domanda chiave è: possono oggi i Responsabili IT fare affidamento su modelli operativi e supporti adeguati per prendere Incertezza del contesto Indicatori che oscillano Vincoli di budget Burocrazia Cosa succede se domani viene deciso un taglio del mio budget? Come faccio a migliorare il grado di allineamento e di integrazione con i partner e fornitori? Quali sono gli investimenti IT che creano maggior valore per Ho una visione complessiva e sempre aggiornata delle esigenze dei miei clienti interni? Quali sono le attività Le priorità cambiano riesce ad allinearsi tempestivamente? Quali sono le azioni necessarie oggi per attivare in tempo gli investimenti nel prossimo futuro? Riesco ad inserire elementi di innovazione nel portafoglio delle iniziative? nel prossimo periodo? Come faccio a semplificare e velocizzare i processi amministrativi di gestione? 4

5 Princìpi di governance identificati princìpi chiave che devono ispirare il modello operativo e gli strumenti a supporto Controllo della spesa IT e prioritizzazione delle iniziative rispetto al valore generato per Centralizzazione della domanda e della gestione del portafoglio per abilitare il responsabile IT ad avere un reale controllo degli investimenti e dei costi e a rispondere rapidamente a nuove richieste. Semplificazione ed automatizzazione dei processi di gestione amministrativa e contabile per velocizzare i al massimo i tempi di reazione e ridurre gli oneri di gestione Integrazione in un unico repository delle informazioni operative, finanziarie, amministrative e automazione di processo e controllo delle informazioni chiave 5

6 Approccio di definizione del nuovo modello operativo Principali step 1 2 Analizzare e condividere la situazione attuale attraverso raccolta di documentazione, incontri del Gruppo di Lavoro, interviste agli stakeholder MEF/Consip Identificare e consolidare con il Cliente i principi evolutivi del nuovo modello operativo, in linea con le esigenze rilevate e con le strategie 3 Progettare il nuovo modello operativo, considerando le best practice, il contesto specifico, la necessità di innovazione e allo stesso tempo la fattibilità, modello innovativo ed efficace ed allo stesso tempo davvero realizzabile e non di letteratura 4 5 Consolidare i processi di dettaglio in parallelo con la progettazione e realizzazione del sistema informativo a supporto, in modo da sfruttare al massimo le feature del package selezionato a valle della realizzazione del nuovo sistema di PPM e della sua adozione prima da parte di un gruppo ristretto di utenti 6

7 Approccio di realizzazione del sistema di PPM Principali step 1 Selezione del software di Project & Portfolio Management (PPM) più rispondente alle esigenze 2 Lo strumento PPM viene esteso per gestire i dati finanziari, amministrativo-contabili tipici del contesto Dati Base + = Dati specifici Criteri Funzionali Criteri Vendor Insieme completo dei dati Criteri Tecnici Criteri Economici Gartner PPM Magic Quadrant 3 Configurazione e personalizzazione (attributi, form, navigazione, viste, processi, profilazione, integrazione, logiche di 1 Raccola requisiti 4 Realizzazione anticipata in ottica RAD di alcune funzionalità critiche e verifica con il Cliente prima della fase di collaudo. Disegno 2 DEFINIZIONE REQUISITI ED OBIETTIVI Approccio RAD IMPLEMENTAZIONE Raffinamento 4 3 Verifica 7

8 Approccio nella realizzazione del sistema di PPM La software selection La software selection è stata effettuata su 4 aree di valutazione (funzionale, tecnica, economica, vendor) Aderenza ai requisiti funzionali Maturità delle funzionalità Criteri Funzionali Criteri Vendor Posizione dei vendor nell area di mercato di competenza, ed informazioni su presenza commerciale e capacità di supporto in Italia. Lo strumento utilizzato per la valutazione delle copertura dei requisiti è basato su un asset Accenture PPM Software Evaluation Tool, opportunamente personalizzato per i requisiti specifici del progetto Configurabilità Aderenza ai requisiti tecnici Criteri Tecnici Criteri Economici Costi di licenza e di manutenzione/supporto La valutazione è stata basata su: pesi assegnati ai singoli requisiti, valutazione della copertura da parte del pacchetto, indicazione del metodo di risoluzione degli eventuali gap Tool di Valutazione La comparazione analitica è terminata con l indicazione della shortlist di 3 prodotti, che sono stati successivamente oggetto di prototipazione La valutazione dei tre prototipi ha seguito lo stesso approccio di comparazione su un subset specifico di requisiti oggetto della prototipazione CA Clarity r12 HP Project and Portfolio Management Oracle e-business Suite + Oracle EPM Gestione della Domanda 100% Requisiti tecnico-architetturali Gestione Portafoglio Progetti 80% Configurabilità Usabilità Gestione Livelli di Servizio 60% 40% 20% 0% Compuware Changepoint IBM Cognos TM1 Gestione Programmi/Progetti Gestione Amministrativa Gestione Contabile Analisi e Report Gestione dei Workflow 8

9 Alcune differenze tra pubblico e privato Le peculiarità del settore vanno considerate a dovere nella realizzazione del modello di governance Realtà Privata Pubblica Amministrazione Focus sulla redditività delle iniziative da prioritizzare ed approvare Focus su controllo della spesa ed allineamento agli obiettivi strategici e sulle Processi amministrativi e contabili Presenza diffusa di sistemi ERP a copertura delle principali funzionalità amministrativocontabili, idealmente da integrare con il PPM A PPM - Domanda e finanziamento delle iniziative IT Nuove iniziative progettuali finanziate direttamente dal business, con meccanismi di charge-back per i servizi La gestione agile del portafoglio assume particolare rilevanza per la continua ottimizzazione delle risorse stanziate rispetto alla domanda Resistenza al cambiamento La resistenza al cambiamento esiste nel pubblico come nel privato (soprattutto nelle grandi aziende); pertanto, la gestione del cambiamento assume in ogni caso una rilevanza 9

10 Agenda Gestione e Monitoraggio della Spesa ICT per il Dipartimento del Tesoro: un esempio concreto di Investment Portfolio Management Esigenze e principi di governance Approccio di definizione del nuovo modello operativo Approccio di realizzazione del sistema PPM Alcune differenze tra pubblico e privato Investment Portfolio Management Governance Le sfide e le opportunità di generazione di valore Il possibile contributo di Accenture 10

11 Governance La risposta alle esigenze dei Responsabili IT è ottenere il pieno governo delle attività IT, vale a dire raggiungere chiare capacità di direzione, di decisione e di organizzazione per realizzare iniziative di valore Funzione della governance IT Realizza la capacità di prendere le giuste decisioni e di sponsorizzarle e realizzarle Guida le decisioni operation, gli approvvigionamenti, gli standard, la gestione delle attività, le interazioni con le amministrazioni e con i partner e fornitori Fornisce un collegamento diretto tra la corporate governance Consiste di ruoli, organi di governo, processi, strumenti e metriche Valore della governance IT Allineamento Attenzione sul valore creato piuttosto che sulla pura gestione delle attività Agilità rispetto alle nuove esigenze, flessibilità rispetto ai cambiamenti garantendo ottimizzazione della spesa. Miglioramento delle prestazioni Riduzione dei costi rischi 11

12 Le sfide da affrontare nella gestione del portafoglio degli investimenti IT Esistono sfide da affrontare nella gestione del portafoglio degli investimenti IT che si evidenziano lungo tutte le fasi del suo ciclo di vita Strategia IT non allineata alle reali Piani operativi guidati dalla capacità e non dalle reali esigenze Aggiornamento continuo del portafoglio di investimenti IT sulla base di eventi inattesi e/o indesiderati Modello operativo non perfettamente integrato tra differenti divisioni o dipartimenti I progetti consumano risorse anche se contesto e/o priorità sono cambiati Le iniziative a basso valore raramente vengono identificate e fermate in tempo Fare le cose giuste Produrre benefici Fare le cose nel modo giusto Rispettare gli impegni concordati Processi interni IT frammentati o inadeguati per governare la domanda e guidare le iniziative Raccolta requisiti e relativi processi di gestione inadeguati processi IT ed i processi delle altre unità organizzative necessari per la gestione amministrativo-contabile Non chiara suddivisione di responsabilità Previsioni di progetto inadeguate / incomplete Difficile allocazione ottimizzata delle risorse umane ed economiche Soluzioni messe in dubbio dopo aver ottenuto commitment a realizzarle Difficoltà nel creare vista trasparente delle fasi di delivery 12

13 Le opportunità di generazione di valore Overview modo alla gestione degli investimenti un valore reale, collegabile a vantaggi misurabili di ottimizzazione, controllo ed efficienza Ottimizzazione del Portafoglio Percentuale di iniziative a basso valore fermate in tempo 5-30% Risparmi nella gestione del portafoglio e nei costi di gestione 15-25% Incremento della produttività 9-40% Trasparenza e Controllo Riduzione dei progetti che non raggiungono gli obiettivi Riduzione del tempo di PM (in percentuale sui costi) 2-20% 1-5% Efficienza Riduzione del costo di raccolta e reporting della domanda 5-15% Riduzione del tempo speso nel gestire le richieste 10-40% % di risparmio indicativo 13

14 Le opportunità di generazione di valore Quantificazione dei benefit (1/2) Utilizzando dati da casi di studio è possibile quantificare i benefit in ciascun elemento di valore, rappresentandoli in un range di valori; questi range di valori possono essere applicati ad altre organizzazioni IT Portfolio Optimization: ILLUSTRATIVO Benefits: Value Range: Annual Savings: Example Data and Assumptions: Percentage of avoided non-viable IT projects 5% 30% 242 mio. 5% = 12.1 mio. IT portfolio size: 242 mio. Savings in portfolio operation and maintenance expenses 15% 25% 167 mio. 7% 10% 15% = 175,000 IT expenses: 167 mio. PM costs as percentage of IT expenses: 7% PM expenses linked to portfolio management: 10% 1 IT Project Visibility & Control: Benefits: Value Range: Annual Savings: Example Data and Assumptions: Reduction of project failure rate 2% 20% 242 mio. 50% 5% 2% = 121,000 IT portfolio size: 242 mio. Projects that do not meet requirements: 50% Cost of defect projects as percentage of project budget: 5% 1 Reduction in PM expenses (as percentage of total project costs) 1% 5% 167 mio. 7% 90% 5% = 526,000 IT expenses: 167 mio. PM costs as percentage of IT expenses: 7% PM expenses linked to management of activities and resources: 90% 1 Legenda: PM - project/program management; Nota: 1) Accenture research

15 Le opportunità di generazione di valore Quantificazione dei benefit (2/2) Con pochi parametri di input è possibile calcolare il valore per il business generato su base annua attraverso funzione dei dati disponibili ILLUSTRATIVO IT Services Efficiency: Benefits Value Range: Annual Savings: Example Data and Assumptions: Reduction in demand reporting expenses 5% 15% 1.7 mio. 5% = 85,000 Salaries of resources working on demand reporting: 1.7 mio. 1 Reduction in time taken to handle demands/requests 10% 40% 14 mio. 10% = 1.4 mio. Salaries of resources working on demand management: 14.0 mio. 1 Aggregation of Business Value Creation: IT Service Portfolio Optimization: Project Visibility & Control: IT Services Efficiency: 12.3 mio. 0.6 mio. 1.5 mio mio. Nota: 1) estrapolazione da altri progetti

16 componenti chiave, che devono guidare e realizzazione della governance IT 1. Identificare i requisiti chiave del modello 2. Disegnare la soluzione organizzativa 3. Definire i processi chiave di gestione della domanda e di prioritizzazione degli investimenti Adottare il tool più adeguato 6. Guidare il cambiamento culturale 16

17 1. Definire i requisiti chiave del modello target Ogni trasformazione va effettuata in funzione del modello operativo che si vuole realizzare, rispetto al contesto di riferimento: le divisioni IT dovremmo in ogni caso puntare a diventare un interlocutore privilegiato dei propri clienti interni. Elevato livello di cambiamento Tasso di cambiamento realizzabile Basso livello di cambiamento Focus sulla domanda Tempi rapidi di risposta alla domanda delle amministrazioni Prioritizzazione guidata dal valore generato dalla iniziative Sviluppo dei servizi rispettando tempi, costi e qualità concordati con i clienti interni Focus su eccellenza operativa Tempi non brevi di valutazione e di reazione alla domanda della produzione Pressione per minimizzare i costi operativi opportunità per gli investimenti IT nuove opportunità di valore per Forti integrazioni dei processi e dei dati per amministrazioni Focus sulla soddisfazione dei clienti interni e sulle strategie di medio-lungo termine La gestione delle esigenze dei clienti interni Prioritizzazione delle iniziative eseguita Buona interoperabilità tra processi interni / Buona integrazione tra i dati Efficienza Operativa Base per ottenere un vantaggio operativo Creazione di valore 17

18 2. Disegnare la soluzione organizzativa soluzione organizzativa alle realtà che la circondano. Costante disponibilità di dati. Alta reattività alle richieste Pieno allineamento su strategie, esigenze, priorità ed adozione dei nuovi servizi Uffici di Controllo Produttività, efficienza, massimo utilizzo delle competenze, capacità di innovazione identificare la Pieno allineamento sulla pianificazione. Rapidità dei processi autorizzativi. Integrazione ed automazione dei processi amministrativi e contabili. Clienti interni Altri uffici dell organizzazione IT Società in-house Fornitori diretti Fornitori Integrazione ed automazione dei processi amministrativi e contabili. IT di altre organizzazioni Facilità di acquisizione servizi Standard di monitoraggio Collaborazione e potenziale condivisione di servizi Area di intervento 18

19 Allineamento alla strategia 3. Definire processi di gestione della domanda e di prioritizzazione degli investimenti Misurare: Prioritizzazione del portafoglio su criteri predefiniti - Portafoglio pianificato vs. portafoglio effettivo Metriche congiunte operative ed economiche Valore del Portafoglio I processi devono essere rigorosamente definiti con controlli e checkpoint e devono consentire la prioritizzazione del portafoglio secondo regole ben definite e condivise Business & IT Strategy Pianificazione Strategica Gestione della domanda IT Realizzazione delle iniziative IT Business & IT Business & IT Prioritisation Business Planning & Approval Business Change Control Business Approval Gate IT Commitment to Invest Gate (Stage 0) Start of Notice Period Commitment to Deliver Gate (Stage 1) Business Approval Demand Capture Demand Prioritisation Demand Approval Delivery Scheduling (Incl Planning & Estimating) Project Delivery Basso Alta P094 2 P008 6 Bassa Priorità Basso Analisi del portafoglio P076 3 P Media Priorità P0426 Alta Priorità P010 1 P063 P Valore Alto Alto Rischio Basso RIschio NB: Ampiezza delle bolle proporzionate al TCO Medio RIschio Budget Iterate Considerare: business ed IT Impatto o sovrapposizione della nuova domanda con iniziative in essere Modellizzazione progetti (change) e servizi (run) Massima semplificazione del processo in funzione Valore delle esigenze raccolte Taglio per prioritizzazio ne Taglio per fattibilità Taglio per budget Iniziative realizzate Tempo 19

20 4. Identificare le giuste I dirigenti e i comitati che governano i portafogli IT vengono spesso sommersi da eccessive informazioni di dettaglio: le scelte di governance devono essere guidate dalla dimensione profilo di rischio Tipologia di domanda Approccio di governance > x giorni Grande Cambiamento/ Rischio Comitati strategici IT/Business diretti dal Dirigente Responsabile La Dirigenza IT ha un ruolo attivo nel processo di valutazione Principali programmi di cambiamento Cambiamento ad alto rischio reputazione > y giorni Medio Cambiamento/ Rischio (Numerosità media) Comitati interni IT con approvazione del Dirigente Responsabile La Dirigenza IT analizza le valutazioni dei collaboratori con un livello medio di Decisioni collegiali guidate da ruoli Struttura di Governance condivisa solo - Dove IT < y giorni Evolutive (Elevata numerosità) Serbatoi / Raggruppamenti Piccoli progetti/cr che non passano attraverso prioritizzazione Necessità di un processo snello di gestione del processo Tracciate solo le informazioni fondamentali (es. spese) 20

21 5. Adottare il tool più adeguato La scelta del tool più adeguato e una appropriata personalizzazione è certamente uno dei fattori chiave di Project Form Project Progress Tracking Workflow Configuration Domanda Portafoglio Programmi Progetti Contratti e Fornitori Risorse Dati Finanziari e Contabili Dati Amministrativi Principali funzionalità/requisiti Gestione programmi e progetti Gestione dei portafogli con possibilità di gestire gerarchie what-if Gestione della domanda Gestione delle risorse Estendibilità e configurabilità per modellare ed integrare i dati gestiti in funzione del contesto Report/viste integrate on-line tra informazioni operative, finanziarie, amministrativo-contabili Workflow integrato con notifiche via e promemoria di azione Tracciabilità eventi e misurabilità performance Buona usabilità per facile adozione Facile integrabilità con sistemi esistenti per supportare integrazione di processo dati e alle funzionalità tra organizzazioni e ruoli diversi 21

22 6. Gestire accuratamente il cambiamento culturale gestire a dovere Nessuno strumento sarà adottato se non aiuta anche le attività - Non bisogna dimenticare di comunicare, comunicare, comunicare il Essere sicuri di avere il consenso dei Manager IT, per guidare il cambiamento prima di lanciare i nuovi processi Nessuno strumento può aiutare fino a quando i dati off-line e non certificati vengono accettati dai Manager IT Nessun valore dei KPI rappresenta un obiettivo reale fino a quando non è compreso nella Gestione degli Obiettivi piuttosto che solo training in aula. troppi! 22

23 Il possibile contributo di Accenture: I servizi offerti Accenture - processi / capabilities - Pianificazione / Roadmap di trasformazione Diagnostici Modelli Operativi Modelli Operativi Target Strategia e Vision Modello di Governance Ottimizzazione dei processi Gestione delle informazioni Disegno organizzativo Implementazione del modello operativo: PMO della trasformazione Gestione del cambiamento Analisi del contenuto del Portafoglio Categorizzazione Allineamento agli Imperativi di Business Revisione del Portafoglio Strumenti Selezione soluzione software di mercato Analisi, disegno e realizzazione della soluzione target, con personalizzazioni e customizzazioni in funzione delle esigenze Integrazione tra sistemi Hosting Supporto e manutenzione 23

24 Il possibile contributo di Accenture: Il modello (1/2) Il modello di Accenture interdipendenti di pianificazione ed execution del Business e (IPM) collega in maniera dinamica le fasi STRATEGIA CAMBIAMENTO IMPLEMENTAZIONE RISORSE ESECUZIONE PIANIFICAZIONE Evoluzione Strategia Realizzazione Benefici Fare le cose giuste Business Produrre Benefici Pianificazione investimenti Gestione cambiamenti operativi amministrativi Domanda Introduzione e messa in opera Bilanciamento Domanda Fornitura Produzione Pianificazione Risorse Fare le cose nel modo giusto IT Rispettare gli impegni concordati Assegnazione Risorse 24

25 Il possibile contributo di Accenture: Il modello (2/2) relative sottofasi e best practice associate ad ogni elemento del modello. Strategy Definition Investment Imperatives Simplification Strategy Investment Planning & Budgeting Demand Categorisation and Prioritisation Group/Divisional PMO Requirements Definition & Estimating Demand Control Processes Gateways and Checkpoints Demand Impact Assessment & Portfolio Modelling IT Solution Governance Commitment Processes IT PMO Workforce Planning & Allocation Sourcing Governance Architecture Governance Premises/Infrastructure Planning STRATEGIA CAMBIAMENTO IMPLEMENTAZIONE RISORSE ESECUZIONE PIANIFICAZIONE Evoluzione Strategia Realizzazione Benefici Fare le cose giuste Business Produrre Benefici Pianificazione investimenti Gestione cambiamenti operativi amministrativi Domanda Introduzione e messa in opera Bilanciamento Domanda Fornitura Produzione Pianificazione Risorse Fare le cose nel modo giusto IT Rispettare gli impegni concordati Assegnazione Risorse Business Planning Benefit Realisation Planning Change Modelling Change Co-ordination User Impact Assessment Business Implementation Coordination Service Implementation Processes Gateways and Checkpoints Project Estimating and Forecasting Project Governance CMMI or equivalent Budget Change Control Resource Deployment Resource Utilisation Time Capture Contractor Controls 25

26 STRATEGY PEOPLE PROCESS TECHNOLOGY Demand Management Programme Management 1. Strategic IT Alignment 2. IT Governance 3. Architecture Management 4. Solutions Delivery 5. Service Management & Operations 6. Workforce & Resource Management Management Information Dashboard Portfolio Management Project Management Opportunity Assessment Opportunity Security and Audit Initial Objective Step 1 Gather Cost Initial observations on potential areas Information of opportunity 1a Quartile ranking of opportunity Define areas* data gathering template to be validated by the Program Areas Resource Management Financial Management Mobilisation Time Management Risks and Issues Management Implementation The IT spend analysis process consisted of several steps to gather relevant financial data and model gaps for the CNI IT spend. Step 2 Model gaps in the cost information Determine applications OWNED or USED by CNI Step 3 D etermine C NI IT TCO and apply benchmark allocations Determine the TCO for each CNI program area and compare overall IT spend against industry benchmarks 4 Opportunit y Areas Areas IMAP Instal lation Core Business 2b Model el TCO based on IMAP Instal lation Core Business Mod el application architectur e 3 Op eratin g Fo rce s Su pp o rt C ommun it y Sup po rt (i.e. standalone, Base thin Sup p ort Op eratin g Fo rce s Su pp 1bo rt Pre-populate C ommun cost it y Sup po rt Base Sup p ort Conduct client etc.) Air Port Operations information Pers onnel Air Gap 3b Com mand Port Operations Pers onnel Hous ing Fac ility Support Environmental Public Determine Safety a blended Com mand O perations Operations Support collected Support from Hous ing Fac ility Support Environmental Public Safety and Staff O perations Operations Support Support Analysis industry benchmark and to Staff DADMS into the 2c Apply modeled TCO to 2 Airfield Airfield Other Ops MWR Family Other Ops model the allocation of template MWR Family U tilities Fac ility U tilities OWNED Fac ility Compliance Forc e Command Logis tics Berthing and applic ations Logis tics Berthing and Support Hous ing Serv ices Compliance Protection Forc e Command Com m and Mg m t Air Traffic Hotel Support Cat A Ac tivities Hous ing Chiler Plant Servwithout ices cost Mgmt & Protection CNI IT spend Com m and Mg m t Air Traffic Hotel Cat A Ac tivities Chiler Plant Mgmt & Casu alt y Servic es Weapons Cat B Ac tivities Management Elec tric al Janitorial Planning Servic es Weapons Cat B tivities information Casu alt y Control Management Control Port Elec tric al Janitorial Planning Port Av iation Fuel Health Care Cat C Activities Ser vic es Natural G as Pest Control Law Enforcement Assi st ance/h ono Av iation Fuel Health Care Cat C Activities Ser vic es Natural G as Pest Control Law Enforcement Assi st ance/h ono Recurr ing Recurr ing Support Logis tics Support Fur nis hings Other Refus e Phys ical Security r Gua r d Support Logis tics Support Fur nis hings Other Refus e Phys ical Security r Gua r d Ac tivity Support Adm i n P rogr a m 1 Ac tivity Support Adm i n P rogr a m Ground Port PPV Ground Port C hild PPV Sewage Collection / Equip C hild Sewage Collection / Non-recurring Equip Rel ig ious Operations Non-recurring Rel ig ious Elec tronic s Operations Development Mis cellaneous Steam Recy cling Phys ical Security Pr ogr ams 2d Determine allocation of Elec tronic s Development Mis cellaneous Steam Recy cling ac tivity s upport Phys ical Security Pr ogr ams Center Utilities Water Other ac tivity s upport Mgm t/planning St af Judge T-Line Airfield Center Child Utilities Water Other Anti-Terroris Mgm t/planning m FP St af Judge T-Line Airfield 1c TCO to USED Advo cate Facilities Tugs &Craft Validate Child & collect Maintenanc e Delivered Grounds Cons ervation Anti-Terroris m FP Advo cate Facilities Tugs &Craft Maintenanc e Delivered Grounds Cons ervation Auxiliary Magnetic Development applications without Auxiliary Magnetic Development Leasing Fuels Maint Harbor Security Of f of G en cost information Leasing Fuels Maint Harbor Security Of f of G en Airfield Silenc ing Supply Centers Recurring 3c Allocate CNI IT spend cost information (i.e. Airfield Silenc ing Supply Centers Compress ed Street Recurring Craft Coun sel - Compress ed Street Craft Coun sel Child ac tiv ity Inspe cto r from the Child program ac tiv ity Inspe cto r Support Sea Air hardware, software based on blended Support Sea Air Material Development Gas Sweeping & Security Guard Gene ral AO PR OO SP MW CD GL FS OC FHN Material areas Development Gas Sweeping & Security Guard Gene ral Cargo Rescue QO UT FP FX TR ENV EM CT SA FI CA RN IT MS Snow support etc.) industry benchmark Cargo Rescue Snow support Ops Publ i c A f air s Management Ops Publ i c A f air s Spill Management Homes Bachelor Fac ilities Spill Homes Bachelor Fac ilities Removal Non- recurring Removal Non- recurring Handling Handling Response Supply Resource / Quarter Ops Managem ent ac tiv ity Fire & Response Supply Resource / Quarter Ops Managem ent ac tiv ity Fire & Passenger Serv ic es Referral support Emergency Res ourc es Top list initial candidates for further investig ation (all program areas within the fourth quartile): Passenger Serv ic es Referral BH Facility support Emergency Res ourc es Terminal Ops Intra-s tation Sc hool Age Care BH Facility Services Management Terminal Ops Intra-s tation Sc hool Age Care Services Management Operations Inv es tment Base Suppor t Manp ow er M gm t Famil y Housi ng (FHN) Moves Operations Inv es tment Base Suppor t Manp ow er M gm t Moves Galley BH FF&E Planning Vehicle & Pollution EMS HR O Galley BH FF&E Planning Vehicle & Pollution EMS HR O BH PPV Equip Prevention Trans port FEC A Utilities (UT) BH PPV Equip Prevention Trans port FEC A Food Serv ice Dorms Fire Protection Busi ness Mgm t Food Serv ice Dorms As set Fire Protection Facilities Management (FP) Busi ness Mgm t Contrac ts Operations As set Railway Recurring Contrac ts Operations Management Railway Recurring Mgm t& Finan cial Mgm t Management Mgm t& Finan cial Mgm t Galley Galley Dorms FF&E Equipment ac tiv ity G& A Dorms FF&E Equipment ac tiv ity Admin G& A Resource Management (RN) Admin Oper ations Extended Collateral Cranes support Fire Protection Oper ations Extended Collateral Cranes support Fire Protection Information Infor mati on T echnology Ser vices (IT) *Total progr am Stay area ranking = Equip (criteria weighting Vehic x les Non- recurring Aircraft Information Stay Equip Vehic les Non- recurring Aircraft Tec h SVC S Fleet& Fami ly MHE ac tiv ity Resc ue & Fir e Tec h SVC S Fleet& Fami ly Lodging MHE ac tiv ity Resc ue & Fir e Personnel Ser vices (MS) criteria rank ing). Total rank ings were then divided into Support Lodging Support TEM DUINS/ Real Estate Cons truction support IT Su ppor t & TEM DUINS/ Real Estate Cons truction support Fighting Mgm IT t Su / No ppor n- t & quartiles Fighting Mgm t / No n- Deploy ment TDY Trailers Deploy ment TDY Trailers Emer genc y NM C I Emer genc y NM C I Readiness Lodging Support Readiness Lodging Support Management Safety NM C I Source: Accenture Analysis Fac ility Management Safety NM C I Fac ility Base Crisis Respons e Contract Inv estment Base Crisis Respons e Contract Inv estment Regional Em erg NAVOSH Com m unic ati ons Regional Em erg NAVOSH Com m unic ati ons Career Support/ Ber thing Career Support/ Ber thing Retention PCS Sustainment Mgmt Coord& Ex plos ives Retention PCS Sustainment Mgmt Coord& Ex plos ives Lodging Liaison Safety Pers onnel Restoration & Lodging Liaison Safety Pers onnel Restoration & Ins tallation Trafic Safety Services Criteria Other Moderniz ation Ins tallation Trafic Safety Services Criteria Other Moderniz ation Community New Footprint Emer gmgm t Recreational / PA I T S uppo S rt & Weightin Community New Footprint Emer gmgm t Recreational / PA I T S uppo S rt & Weightin g g Support EM Training Of duty Rest r ict ed Demolition M gm t/ N on- Support EM Training Of duty Rest r ict ed Demolition Per Msonnel gm t/ NA on- d mi n EM Ex ercises Safety N MC I Combating Per sonnel A d mi n EM Ex ercises Safety Br igs N MC I Overs eas Pers onnel Combating EM Equip & N MC I 4 Br igs Overs eas Pers onnel Terrorism EM Equip & TPU N MC Oper I ati o ns 4 Support Terrorism Sus tainment B ase Rese TPU rve Oper Co ati or od/ ns Support Sus tainment B ase C om Rese muni rve cat Co i ons or d/ Museums EM C ommand Mobi C lom izatmuni ion cat i ons Museums & Control EM C ommand Trai Mobi ni ng l izat Supp ion or t S ource: Roles and Responsibilities for CN I Enterprise App licatio ns December 2004 & Control Trai ni ng Supp or t S ource: Roles and Responsibilities for CN I Enterprise App licatio ns December 2004 Quart ile 2a Adapted Objective 3a Follo w-up Use Use as planning basis until supplanted with program data Il possibile contributo di Accenture: Gli acceleratori Accenture, attraverso i suoi professionisti specializzati nel settore, può aiutare le amministrazioni a trasformare una grande varietà di strumenti diagnostici e asset Key Tool What Is It? IT Capability Model including an IT asset matrix IT Strategy Framework Framework to enable business strategies IT Governance Model Framework to evaluate level and dimension of governance maturity IT Spending Benchmarking Benchmarking, IT questionnaire, balanced scorecard template and metrics IT Workforce Transformation Toolkit Framework of processes, tools, skills and knowledge required IT Process Management Toolkit Tools needed to support critical IT management processes Assessment Toolkit Diagnostic 8 weeks Application Rationalisation Toolkit Framework for rationalization optimization, realization, application mapping, migration planning and cost model 26

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop.

Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sistemi di Asset Management per la gestione delle Facilities: il caso Ariete Soc. Coop. Sottotitolo : Soluzioni di Asset Management al servizio delle attività di Facility Management Avanzato Ing. Sandro

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti

L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti L ultima versione di ITIL: V3 Elementi salienti Federico Corradi Workshop SIAM Cogitek Milano, 17/2/2009 COGITEK s.r.l. Via Montecuccoli 9 10121 TORINO Tel. 0115660912 Fax. 0115132623Cod. Fisc.. E Part.

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

piano strategico triennale per l IT

piano strategico triennale per l IT Direzione Centrale Organizzazione Digitale piano strategico triennale per l IT INDICE o Premessa 5 o Strategia IT 9 o Sintesi Direzionale 11 o Demand Strategy 13 o INAIL 2016: la visione di business 14

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MES & EMI DI WONDERWARE. Real Collaboration. Real-Time Results.

MES & EMI DI WONDERWARE. Real Collaboration. Real-Time Results. MES & EMI DI WONDERWARE Real Collaboration. Real-Time Results. Wonderware ci ha dato la possibilita` di implementare una soluzione per la gestione di produzione e performance estesa a tutti i nostri diversi

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2

Chi siamo. SIA Milano, 11 Giugno 2015 2 Prevenzione dei rischi software in ambito finanziario. L esperienza del Gruppo SIA Armando Bolzoni, direttore Software Factory SIA SpA SIA Chi siamo SIA è leader europeo nella progettazione, realizzazione

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit

Servizi High. Value Audit. Aree di intervento per aumentare il valore delle attività di Internal Audit Protiviti s High Value Audits are a series of audits programs that provide you with better information for decision-making regarding the systems and processes that drive technology, compliance or operational

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli