PRESENTE, PASSATO E FUTURO. Qualcuno, tempo fa, diceva che l aspetto più eclatante della nostra società

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRESENTE, PASSATO E FUTURO. Qualcuno, tempo fa, diceva che l aspetto più eclatante della nostra società"

Transcript

1 N 1 Marzo 2007 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli, consigliere Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini, consigliere Claudio Gatti Luigi Paglia, consigliere Commissione Medici Referente odontoiatra Massimo Parise, consigliere RUBRICHE Documenti CONTATTI CAO: mercoledì dalle ore 10,30 alle ore Tel PRESENTE, PASSATO E FUTURO Qualcuno, tempo fa, diceva che l aspetto più eclatante della nostra società è la corsa al cambiamento: sicuramente aveva ragione, fatto salvo che questa corsa si è talmente accelerata da trasformarsi in una valanga. Noi in questa valanga ci siamo dentro e proprio per questo non sempre riusciamo a capire in quale direzione vada, se sia o no condotta dal caso, cosa o chi rischi di travolgere nella sua avanzata. La sua potenziale pericolosità però non deve far dimenticare che ad ogni situazione sono sempre associati degli aspetti positivi. Coglierli significa essere vincenti. In definitiva è questo l obiettivo che ci proponiamo nel redarre questa newsletter dedicata all Odontoiatria, ma non solo: aiutarci a capire dove si Sommario Editoriale Assemblea dei Presidenti CAO Corso radioprotezione Pubblicità: dopo la Legge Bersani L aggiornamento dell Ordine La Newsletter odontoiatri nasce con l intento di essere uno strumento agile e snello di comunicazione e di raccordo tra i- stituzione e professione odontoiatrica. Confidiamo nella Vostra collaborazione affinché sia efficace ed aderente alle esigenze di un settore in rapidissima e tumultuosa evoluzione sta andando per poter continuare a fare nel modo migliore la nostra professione. La formula? Selezionare le notizie più significative nel diluvio informatico che tutti i giorni piove sulle nostre teste e raccogliere poi i vostri commenti. Di suggerimenti ne sono necessari veramente tanti, soprattutto se si crede nella validità di un certo modo classico di concepire la Medicina e lascia sconcertati la sua progressiva mercificazione. Perché, se si guarda bene alla realtà, c è un dato facilmente verificabile da tutti che colpisce: di pari passo con l aumentare dell efficacia delle terapie aumenta anche il livello di scontentezza. Sia per i pazienti che per i medici, in un Paese dove, tanto per confermare l assioma, le parola d ordine sembra essere diventate efficienza da una parte e incomunicabilità dall altra. Conclusione? Semplicemente che la ricerca della felicità segue altre vie rispetto al progresso tecnologico, o almeno rispetto al progresso tecnologico teso a spersonalizzare. Non voglio essere banale: il progresso tecnologico in quanto tale non tende a fare proprio niente, sono gli uomini che lo usano in un senso o nell - altro, a secondo del bisogno.

2 Il bisogno più sentito? I soldi. Il modo migliore di farli? Commercio, possibilmente in campi dove non ci sarà mai caduta di domanda. Il resto - liberalizzazioni, pubblicità, abolizione degli Ordini e quant altro - vien da sé. Per finire, in questa storia non Newsletter odontoiatri ci sono buoni da una parte e cattivi dall altra: ci sono solo persone che, chiunque siano, credono o che il mondo sia del più forte o che la civiltà sia fondata sulla cooperazione. In quest ultima ottica il Medico rimane qualcosa di più di un tecnico specializzato. Il resto rapporto di fiducia, alleanza terapeutica, solidarietà e quant altro vien da sé. Valerio Brucoli Relazione del Presidente CAO Nazionale, Giuseppe Renzo, all assemblea dei Presidenti CAO Roma febbraio Il delicato momento che sta attraversando la professione odontoiatrica e medica in generale, momento caratterizzato dall impatto di nuove norme e agitato da proposte che potrebbero modificare radicalmente il concetto stesso di libera professione è stato analizzato in dettaglio dal Presidente CAO nazionale, Giuseppe Renzo, in occasione di un incontro di tutti i presidenti CAO provinciali. La relazione, dopo avere invitato alla maggiore partecipazione possibile ed enfatizzato il ruolo delle associazioni di categoria, con le quali lavorare in sinergia, afferma chiaramente la necessità di adoperarsi per governare il cambiamento evitando nei limiti del possibili lo svilimento dei valori etico deontologici alla base della professione. La tutela di questi valori e di conseguenza dell utenza passa attraverso l obbligo di iscrizione all Albo per tutti gli esercenti la professione, siano essi dipendenti o meno, figli di una professione intellettuale regolamentata nettamente distinta, a garanzia di una corretta formazione pre e post laurea, ed a- vente il ministero della salute come casa comune ed organismo vigilante. L ordine mantiene e rafforza le sue funzioni di raccordo, adempiendo a compiti amministrativi, disciplinari, transattivi. Il nuovo codice Deontologico, dopo lunga gestazione, si occupa specificatamente di abusivismo e prestanomismo, di educazione alla salute e di rapporti con l ambiente, e cerca di armonizzare, faticosamente, le imposizioni della cosiddetta legge Bersani sulle tariffe minime con la necessità di evitare che aspetti di mero marketing giochino un ruolo fondamentale nella qualità delle prestazioni erogate. Su questo terreno si innesta il delicato argomento della Pubblicità sanitaria, non ancora definitivamente chiarito. Deve essere riaffermato, con vigore, il ruolo dell ordine nel vigilare sulla correttezza dei messaggi pubblicitari esercitando ove e se possibile un azione preventiva che eviti i danni di una informazione ingannevole. Se è vero che la Legge 175/92 è stata ripulita di alcuni aspetti, è altrettanto vero che i suoi principi ispiratori non possono essere disattesi, evitando un far west pubblicitario dalle conseguenze nefaste ed imprevedibili ( non mancano gli e- sempi, anche su quotidiani a diffusione nazionale, n.d.a.) L articolo 54 riafferma l obbligo di mezzi e non di risultati, restituendo alla medicina il suo aspetto di pratica imprescindibilmente legata ad un mondo di valori che la promuovo da artigianato ad arte (ed evitando il pericolosissimo scivolare verso l esercizio di un a medicina di difesa, n.d.a.) La stessa visione mercantile che traspare dal tentativo di imporre un nuovo corso sta portando ad una elicitazione del contenzioso su basi artificiose, per cui è auspicabile lo studio di soluzioni a tutela del paziente e del professionista (aderenti ai principi enunciati nell articolo 62 del Codice deontologico) Sul tappeto i problemi delle fasce deboli della popolazione, dell abusivismo, della razionalizzazione dell accesso ai corsi di laurea, del profilo professionale degli odontotecnici, dell - accesso indiscriminato di professionisti non comunitari, degli studi di settore. Ultimo ma non ultimo il problema della ECM, che ha dimostrato, ad oggi, la sua parziale inefficacia, riducendosi spesso a compravendita di crediti, priva delle valenze che ne concretizzerebbero gli scopi. Ad oggi si affermano semplicemente due concetti: l ECM non è obbligatoria per i liberi professionisti, ma ne esiste l onere, sulla base dell Art. 19 del Codice Deontologico. Si ritiene quindi l ECM un requisito fondamentale, ricercando i criteri qualitativi (ad esempio specificità per l odontoiatria, premiando le iniziative di maggior rilevanza sulla salute) ed amministrativi (detraibilità dei costi, validazione di mezzi cartacei ed informatici). Quindi, auspicando il prolungamento del periodo di osservazione, gli obiettivi principali sono: configurare un diverso modello di formazione che deve ribaltare totalmente quello attuale costruito ad uso e consumo di apparati di governo regionali e ministeriali, ridare dignità, responsabilità ed autonomia ai mondi professionali attraverso un diretto coinvolgimento delle istituzioni professionali

3 CORSO RADIOPROTEZIONE E stata recentemente inviata a tutti gli iscritti una lettera con il parere dell ordine di Milano, elaborato puntualmente dall - Avvocato Pennasilico, sulla non obbligatorietà del Corso informativo sulla radioprotezione. L avvocato conclude.ritengo che si possa affermare, al di là di ogni ragionevole dubbio, che, in base alle fondamentali norme fin qui richiamate, il libero professionista, non convenzionato o accreditato, che opera nel proprio studio non è obbligato alla formazione continua anche se può partecipare alla formazione con oneri a proprio carico Il testo integrale è accessibile dal link nella rubrica Documenti PUBBLICITA : DOPO LA LEGGE BERSANI A seguito delle modifiche introdotte in tema di pubblicità sanitaria dalla Legge Bersani il Nuovo Codice deontologico si è adeguato e sono state elaborate nuove linee guida che a loro volta sono state riesaminate e rielaborate per recepire lo spirito della legge senza per questo cadere in un anarchia che andrebbe a totale discapito dell utenza. Fondamentalmente non esiste un obbligo ad autorizzazione preventiva, anche se l Ordine continuerà, su richiesta, ad esprimere un parere sulle caratteristiche di veridicità e correttezza che il messaggio pubblicitario dovrà avere, come stabilito dalla legge Bersani stessa. Si invitano quindi tutti i colleghi a prendere atto della nuova normativa ed a prestare estrema attenzione alle caratteristiche ed al contenuto del messaggio, che dovrà attenersi ai criteri che caratterizzano la pubblicità dell informazione, dove per informazione si intende, tra l altro, la descrizione delle prestazioni effettivamente svolte, priva di qualificazione comparativa o non documentabile o comunque scientificamente non accreditata, evitando, anche per omissione, di generare false aspettative, o peggio. I principi che regolamentano la Pubblicità sanitaria sono enunciati negli Art. 55, 56 e 57 del codice Deontologico, sviluppati nelle Linee Guida elaborate dalla FNOMCeO L AGGIORNAMENTO DELL ORDINE Presentiamo con questa newsletter le prossime iniziative culturali che la commissione dell'albo odontoiatri ha organizzato.come d'uso l'iscrizione può avvenire direttamente on line attraverso il sito dell'ordine dei Medici o con l'apposito modulo pubblicato sul bollettino dell'ordine stesso in distribuzione in questi giorni. Per eventuali informazione tel (Sig.na Sarah ) La parodontologia è morta? Ruolo della diagnosi e della terapia parodontale nella pratica clinica Sabato 31 marzo 2007 ore Auditorium Don Alberione Periodici San Paolo Via Giotto, 36 Milano Coordinatore Dott. Luigi Paglia Consigliere dell Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano Registrazione Partecipanti

4 Dott. Luigi Paglia Saluto ai Partecipanti e coordinamento del Corso Dott. Claudio Gatti Commissione Albo Odontoiatri dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano Introduzione al Corso La parodontolgia è morta? Formulazione dei quesiti ai Relatori Prof. Antonio Carrassi Professore Ordinario di Malattie Odontontostomatologiche Università degli Studi di Milano La diagnosi della malattia parodontale e classificazione Come si diagnostica oggi la malattia parodontale? Come si classificano e perché le malattie parodontali? Dott. Giulio Rasperini Ricercatore e Professore aggregato di Malattie Odontostomato logiche Università degli Studi di Milano Intervallo La prognosi dei trattamenti conservativi e chirurgici della malattia parodontale Quali sono le prognosi dei trattamenti chirurgici conservativi, resettivi e rigeneratvi della malattia parodontale? Come può influire la capacità dell operatore sui vari tipi di trattamento? Prof. Luca Francetti Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche Università degli Studi di Milano La terapia delle recessioni Quando bisogna intervenire nelle recessioni? Quale la predicibilità dei risultati per i diversi tipi di intervento?

5 Prof. Massimo Simion Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche Università degli Studi di Milano Il trattamento parodontale e implantare dei casi complessi Quali sono i rapporti tra parodontologia e implantologia? Qual è la predicibilità del trattamento implantare? Dott. Claudio Gatti Conclusioni e dicussione con i Partecipanti Compilazione scheda di valutazione e di verifica n. 290 posti disponibili L evoluzione della radiologia in odontostomatologia Realtà attuale e prospettive future Sabato 19 maggio 2007 ore Auditorium Don Alberione Periodici San Paolo Via Giotto, 36 Milano Coordinatore Dott. Claudio Gatti Commissione Albo Odontoiatri dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano Moderatore Dott. Luigi Paglia Responsabile Dip. Odontoiatria Infantile Istituto Stomatologico Italiano Milano Consigliere dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Milano Programma Registrazione Partecipanti Dott. Cesare Benetti Responsabile Reparto di Radiologia Istituto Stomatologico Italiano Milano La diagnosi radiologica in odontoiatria Dott. Sandro De Nardi Libero professionista a Milano La radiologia odontoiatrica digitale

6 Dott. Giancarlo Zonca Dirigente Sanitario Fisico U. O. Fisica Sanitaria Istituto Nazionale Tumori Milano La radioprotezione: dosi a confronto Intervallo Dott. Luca Balzarini Responsabile Sezione di Radiodiagnostica ad alta tecnologia Risonan za Magnetica Istituto Clinico Humanitas Milano Problematiche medico-legali con la tecnica digitale Ing. Alessandro Motroni Ingegnere Biomedico Specialista in strumentazioni ospedaliere e diagnostica per immagini Prospettive attuali e future delle tecnologie digitali Discussione e presentazione di casi clinici Compilazione scheda di valutazione e di verifica n. 290 posti disponibili DOCUMENTI Il nuovo codice deontologico Linee guida sulla pubblicità sanitaria Parere dell Ordine di Milano sul Corso informativo sulla Radioprotezione

ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria. Da Gennaio obbligo del POS per i professionisti. F.A.Q Risposte alle domande più frequenti

ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria. Da Gennaio obbligo del POS per i professionisti. F.A.Q Risposte alle domande più frequenti N 59 Ottobre 2013 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Nicola Balduzzi ISTRUTTORIE E ANTITRUST Ancora sulla pubblicità sanitaria

Dettagli

Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell Odontotecnico

Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell Odontotecnico N 41 Marzo2011 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia Il Consiglio di Stato ribadisce i limiti delle Competenze dell

Dettagli

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO

REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO N 13 Marzo 2008 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti REDAELLI: UN PICCOLO/GRANDE PROGETTO Inaugurato il 14 febbraio un ambulatorio

Dettagli

Uniti nella solidarietà. Protocollo di intesa CAO-Collegio dei Docenti. La CAO per la prevenzione dei tumori del cavo orale

Uniti nella solidarietà. Protocollo di intesa CAO-Collegio dei Docenti. La CAO per la prevenzione dei tumori del cavo orale N 29 Maggio 2009 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia Uniti nella solidarietà Protocollo di intesa CAO-Collegio

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI

CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI N 32 Ottobre 2009 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia CARTA DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEI DENTISTI E DEI PAZIENTI

Dettagli

Pioggia sul bagnato. Quanto vale una provocazione? III Rapporto EURES -Abusivismo- Decreto Balduzzi

Pioggia sul bagnato. Quanto vale una provocazione? III Rapporto EURES -Abusivismo- Decreto Balduzzi N 51 Ottobre 2012 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Nicola Balduzzi Pioggia sul bagnato.. Quanto vale una provocazione? Commento

Dettagli

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO Capitolo 3 L ITER FORMATIVO Il programma di formazione degli osteopati ha la responsabilità di creare figure professionali del più alto livello. Il livello di preparazione dell osteopata professionista

Dettagli

I Picconatori mascherati. Antitrust: ordini professionali sotto accusa. Anche gli estetisti all assalto della diligenza? Aggiornamento culturale

I Picconatori mascherati. Antitrust: ordini professionali sotto accusa. Anche gli estetisti all assalto della diligenza? Aggiornamento culturale N 27 Marzo 2009 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia Commissione Medici Referente odontoiatra Massimo Parise I

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso

CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA. Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Farmaci e doping: normativa ed effetti collaterali legati all abuso Prof.ssa Paola Minghetti - Facoltà di Farmacia, Università degli Studi di Milano Prof.ssa Roberta Pacifici - Osservatorio Fumo Alcol

Dettagli

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma Società Italiana di Parodontologia e Implantologia 1 SIMPOSIO Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma 1 SIMPOSIO Presentazione Alcuni uomini riescono a lasciare un segno nella loro vita, pochi riescono

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico

Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico Pubblicità Sanitaria: linee guida inerenti l applicazione dell art. 48 del Codice Deontologico 1. PREMESSA 1. Le presenti linee-guida, in attuazione dell art. 48 del Codice Deontologico 1, sono riferite

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità. 17 maggio 2013

Istituto Superiore di Sanità. 17 maggio 2013 RESPONSABILITÀ IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA. ATTUALITÀ E CRITICITÀ 17 maggio 2013 organizzato da ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Dipartimento di Tecnologie e Salute in collaborazione con ASSOCIAZIONE

Dettagli

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO 23 Congresso Nazionale Aniarti Jesolo, 03 05 novembre 2004 Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO (La risposta corretta è

Dettagli

ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA

ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA ISTRUZIONI PER UN CORRETTO USO DEI TITOLI ACCADEMICI E DI CARRIERA 1. DEONTOLOGIA MEDICA 1.1. Informazione sanitaria Nella comunicazione in materia sanitaria è sempre necessaria la massima cautela al fine

Dettagli

PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION

PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION PROGETTO DI INDAGINE DI CITIZEN SATISFACTION PARLA CON NOI (Approvato con delibera di Giunta Provinciale n. 85 del 16/03/2007) Fernanda Marotti Loredana Milito 2 INDICE 1. PERCHÉ MONITORARE L UTENZA DELL

Dettagli

«La libera professione infermieristica oggi»

«La libera professione infermieristica oggi» Collegio I.P.A.S.V.I. della Provincia di Ravenna 15/11/14 IPASVI «La libera professione infermieristica oggi» ARTICOLO 19 *L Infermiere PROMUOVE STILI DI VITA SANI, la diffusione del valore della cultura

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA. Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE CONTINUA IN PSICOLOGIA Articolo 1 Formazione ed aggiornamento professionale 1. Il presente regolamento disciplina i criteri e le modalità della formazione continua,

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1. PREMESSA La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57 del

Dettagli

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma Società Italiana di Parodontologia e Implantologia 1 SIMPOSIO Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma 1 SIMPOSIO Presentazione Alcuni uomini riescono a lasciare un segno nella loro vita, pochi riescono

Dettagli

Mediazione Civile. Parere e note al testo del DLgs approvato dal Consiglio dei Ministri in data 28 ottobre 2009

Mediazione Civile. Parere e note al testo del DLgs approvato dal Consiglio dei Ministri in data 28 ottobre 2009 Mediazione Civile Parere e note al testo del DLgs approvato dal Consiglio dei Ministri in data 28 ottobre 2009 dicembre 2009 A cura della Commissione Arbitrato e Conciliazione Presidente Flavia Silla Componenti

Dettagli

PROTOCOLLO D' INTESA TRA SDS PISA, SDS VALDERA, SDS ALTA VAL DI CECINA, SDS VALDARNO E FONDAZIONE A.N.D.I. Onlus

PROTOCOLLO D' INTESA TRA SDS PISA, SDS VALDERA, SDS ALTA VAL DI CECINA, SDS VALDARNO E FONDAZIONE A.N.D.I. Onlus PROTOCOLLO D' INTESA TRA SDS PISA, SDS VALDERA, SDS ALTA VAL DI CECINA, SDS VALDARNO E FONDAZIONE A.N.D.I. Onlus PREMESSO che la Fondazione ANDI onlus, Fondazione della Associazione Nazionale Dentisti

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Giovedì 1 dicembre, ore 20.00 Dai concetti della protesi totale alla progettazione e realizzazione di protesi supportate da impianti

Giovedì 1 dicembre, ore 20.00 Dai concetti della protesi totale alla progettazione e realizzazione di protesi supportate da impianti Giovedì 1 dicembre, ore 20.00 Dai concetti della protesi totale alla progettazione e realizzazione di protesi supportate da impianti Odt. Rodolfo Colognesi Si specializza nella costruzione della protesi

Dettagli

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM)

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM) F. Paolo Gentile Canale Monterano (RM) FISICA MEDICA Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina 1 Chi è il Fisico medico? Il Fisico medico è una figura professionale che applica

Dettagli

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma

MARCELLO CATTABRIGA. 1 SIMPOSIO in ricordo di ROMA. 5-6 dicembre 2014. Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma Società Italiana di Parodontologia e Implantologia 1 SIMPOSIO Aula Magna Capozzi Sapienza Università di Roma 1 SIMPOSIO Presentazione Alcuni uomini riescono a lasciare un segno nella loro vita, pochi riescono

Dettagli

CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE Marcellino Dini nato a Mignanego (Ge), il 15 marzo 1958 residente a Genova, via L. Zamperini 11c Tel: 0107455705 E-mail: ibelius@infinito.it Io sottoscritto,

Dettagli

Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta dei diritti del consumatoreutente delle prestazioni psicologiche

Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta dei diritti del consumatoreutente delle prestazioni psicologiche Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XIX - n. 20-6 aprile 2007 Stampato in proprio in aprile 2007 In questo numero: Siglato il protocollo tra Consumatori e Ordine degli Psicologi La Carta

Dettagli

Castenaso, 15/10/2014 CODICE ETICO

Castenaso, 15/10/2014 CODICE ETICO 1 CODICE ETICO INDICE 2 - INTRODUZIONE E DESTINATARI. - VALORI. - PRINCIPI FONDAMENTALI. - RAPPORTI CON: Personale e collaboratori; Terzi. - SANZIONI DISCIPLINARI. INTRODUZIONE E DESTINATARI. TEMA RICERCA

Dettagli

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI Presidio della Qualità di Ateneo Polo Centrale Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida 13 novembre 2014 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Roma, 4-5 Dicembre 2015

ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Roma, 4-5 Dicembre 2015 Società Italiana di Aggiornamento Odontoiatrico ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY (Coronally Advanced Flap & Modified Tunnel Technique) Roma, 4-5 Dicembre 2015 Relatori: Prof. Prof.ssa

Dettagli

Le novità degli ultimi 12 mesi

Le novità degli ultimi 12 mesi Farmacovigilanza Le novità degli ultimi 12 mesi Maria Nicotra Il sistema di Farmacovigilanza sta attraversando da qualche tempo in Italia una fase di progressivo sviluppo dovuto probabilmente al cambiamento

Dettagli

MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO.

MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO. ALLEGATO A MODELLO ORGANIZZATIVO REGIONALE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO. il sistema organizzativo che governa le modalità di erogazione delle cure non è ancora rivolto al controllo in modo sistemico

Dettagli

APPROCCIO PRATICO ALLA COPPIA

APPROCCIO PRATICO ALLA COPPIA APPROCCIO PRATICO ALLA COPPIA infertile Direttore del Corso: Prof. Claudio Manna ROMA 11 Novembre 2011 Sede del Meeting: Clinica Villa Pia Via Folco Portinari 5 - ROMA Richiesti i crediti ECM Elenco Relatori

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail RICHIESTA PUBBLICITA SANITARIA Strutture complesse Marca da Bollo (Solo Regione) AL SIGNOR DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI DORSODURO 3493 30123 VENEZIA AL SIG. PRESIDENTE DELL

Dettagli

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it

IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA. www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA www.mysolution.it IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA Cari Clienti, siamo orgogliosi di condividere con Voi un importante crescita e rinnovamento

Dettagli

PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA

PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA a cura di Programma Comunicati stampa Presenze stampa Rassegna stampa cartacea Indice Rassegna stampa

Dettagli

Lista Decoro e dignità professionale

Lista Decoro e dignità professionale Lista Decoro e dignità professionale A) I NOSTRI OBIETTIVI B) COSA E STATO FATTO NEL TRIENNIO 2006/2008. FATTI: NON PAROLE C) LE PROPOSTE PER IL TRIENNIO 2009/2011 D) COMMISSIONE ALBO ODONTOIATRI (C.A.O.)

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Cremona

Prefettura -Ufficio territoriale del Governo di Cremona PROTOCOLLO D INTESA SCUOLA SPAZIO DI LEGALITA 1 La Prefettura, le Forze dell Ordine, la Polizia Municipale di Cremona, l ASL di Cremona - Dipartimento Dipendenze, i Dirigenti Scolastici e i Direttori dei

Dettagli

CODICE ETICO 1. PREMESSA

CODICE ETICO 1. PREMESSA CODICE ETICO 1. PREMESSA 1.1.L Istituto Universitario di Studi Europei (di seguito l Istituto ) è un'associazione senza scopo di lucro che ha ottenuto dalla Regione Piemonte l'iscrizione nel registro regionale

Dettagli

L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia

L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia Internet, linee guida dell Ordine L informazione sanitaria in rete deve seguire la legge e la deontologia Su Genova Medica del novembre 2000 avevamo pubblicato una serie di linee guida da seguire per l

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004.

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 2004. Presentazione del Presidente dell Autorità. Roma, 6 luglio 2004. Orientamenti per l azione futura. Considerate la dinamica e la complessità

Dettagli

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE.

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 62-7503 DEL 19.11.2007 OGGETTO: MODIFICA ED INTEGRAZIONE

Dettagli

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie

L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie L Agenzia per le ONLUS e l accountability del Terzo Settore a cura di ADRIANO PROPERSI. L accountability, cioè il rendere conto delle proprie attività a tutti i soggetti interessati, è un valore per tutte

Dettagli

Partecipa e innoviamo insieme il networkaias

Partecipa e innoviamo insieme il networkaias Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace www.aias-sicurezza.it Il networkaias incrementa la tua professionalità e il tuo business (Giancarlo

Dettagli

Il tirocinio post laurea in Psicologia

Il tirocinio post laurea in Psicologia Il tirocinio post laurea in Psicologia a cura della Commissione Paritetica Ordine degli Psicologi della Puglia Università degli Studi di Bari «A. Moro» Riferimenti normativi Legge 18 febbraio 1989 n. 56,

Dettagli

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27 B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Articolo 1 Finalità della legge In attuazione dei principi e delle

Dettagli

Università degli Studi di Foggia

Università degli Studi di Foggia Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria Corsi Universitari Post-Laurea in Odontoiatria Coordinatore: Prof. Lorenzo Lo Muzio Anno Accademico 2011-2012 Master Universitario ODONTOIATRIA FORENSE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI

CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI PRESSO MINISTERO DELLA GIUSTIZIA (Gazzetta Ufficiale n. 53 del 5 marzo 2007) Regolamento per la formazione continua SOMMARIO Introduzione Pagina 3 Titolo I Disposizioni generali

Dettagli

Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti

Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti Gradimento, usabilità e utilità dei metodi e degli strumenti dell Osservatorio Buone Pratiche per la sicurezza dei pazienti Febbraio 2010 Agenas Sezione Qualità e Accreditamento Osservatorio Buone Pratiche

Dettagli

Pubblicità, informazione, deontologia e concorrenza. ECM: insediata la Commissione nazionale per la formazione continua

Pubblicità, informazione, deontologia e concorrenza. ECM: insediata la Commissione nazionale per la formazione continua N 25 Febbraio 2009 Commissione Odontoiatri Presidente Valerio Brucoli Segretario Ercole Romagnoli Componenti Dino Dini Claudio Gatti Luigi Paglia Commissione Medici Referente odontoiatra Massimo Parise

Dettagli

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini

Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo. Dr. Alberto Meomartini Assolombarda - Politecnico di Milano - Fondazione Politecnico Milano, 24 gennaio 2008 Convegno Le imprese cercano, gli ingegneri ci sono? Domanda e offerta a confronto nel panorama europeo Dr. Alberto

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 4 PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA-GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1) Premessa La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

Legislazione bancaria, finanziaria e assicurativa: la storia, il presente, il futuro

Legislazione bancaria, finanziaria e assicurativa: la storia, il presente, il futuro Banca d'italia Legislazione bancaria, finanziaria e assicurativa: la storia, il presente, il futuro Saluto di Fabrizio Saccomanni Direttore Generale della Banca d Italia Roma, 14 ottobre 2011 Do il benvenuto

Dettagli

www.lacrisalide.it 1

www.lacrisalide.it 1 www.lacrisalide.it 1 CHI SIAMO La Crisalide srl si occupa di formazione in ambito sanitario secondo il progetto ECM (Educazione Continua in Medicina) promosso e reso obbligatorio per tutti gli operatori

Dettagli

B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali

B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali ADALBERTO BIASIOTTI A B C sulla TUTELA della PRIVACY Manuale ad uso degli incaricati del trattamento dei dati personali Aggiornato con il D.Lgs. 196/2003 e s.m.i. e con la più recente giurisprudenza 1

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE FOGGIA

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE FOGGIA Circolare n. 8 Prot. 1739 Foggia, 28 marzo 2013 Ai Dirigenti Scolastici Scuole Ogni Ordine e Grado della Provincia LORO SEDI Ai docenti referenti per la disabilità Ai docenti referenti per i DSA delle

Dettagli

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA

PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA PUBBLICITA DELL INFORMAZIONE SANITARIA LINEA - GUIDA INERENTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 55-56-57 DEL CODICE DI DEONTOLOGIA MEDICA 1. PREMESSA La presente linea-guida in attuazione degli artt. 55-56-57

Dettagli

ECM in provincia di Bolzano. Il punto di vista dei medici. Dr Giulio Donazzan, Vicepresidente Ordine dei Medici Commissione Provinciale ECM

ECM in provincia di Bolzano. Il punto di vista dei medici. Dr Giulio Donazzan, Vicepresidente Ordine dei Medici Commissione Provinciale ECM ECM in provincia di Bolzano Il punto di vista dei medici Dr Giulio Donazzan, Vicepresidente Ordine dei Medici Commissione Provinciale ECM Il punto di vista dei professionisti, (prima dell ECM) Aggiornamento

Dettagli

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 marzo 2015, n. 545. Criteri e modalità per l accreditamento di soggetti

PARTE SECONDA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 marzo 2015, n. 545. Criteri e modalità per l accreditamento di soggetti 14119 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 marzo 2015, n. 545 Criteri e modalità per l accreditamento di soggetti pubblici e privati di formazione

Dettagli

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Satta Hai Anna SDD A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Nella legge n, 42 del 26/02/ 99 scompare la parola

Dettagli

"Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni"

Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni "Empowerment dei pazienti: il ruolo delle associazioni" Mario Melazzini Direttore Scientifico Centro Clinico NeMo, Fondazione Serena, Azienda Ospedaliera Niguarda Ca Granda, Milano Il punto di partenza

Dettagli

Proposte per il Consiglio dell Ordine dei. Genova triennio 2015-2017

Proposte per il Consiglio dell Ordine dei. Genova triennio 2015-2017 Proposte per il Consiglio dell Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Genova triennio 2015-2017 a cura della Commissione Giovani Medici e Odontoiatri Premessa La Commissione Giovani Medici e Odontoiatri

Dettagli

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario

World Social Work Day 2013. «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto di vista. Laboratorio interuniversitario Universita LUMSA -Roma Roma- Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale e del No Profit A.A. 2012-2013 2013 World Social Work Day 2013 «Promuovere l uguaglianza sociale ed economica» Il nostro punto

Dettagli

DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative. Incontro con la Scuola

DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative. Incontro con la Scuola DISLESSIA: i percorsi alla luce delle nuove normative Incontro con la Scuola Brescia 14 Marzo 2013 Dott.ssa Mariarosaria Venturini - Responsabile U.O. Disabilità Normative di riferimento DSA L.R. n. 4

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA. TAX L@b 2015. Laboratorio di Fiscalità Internazionale

ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA. TAX L@b 2015. Laboratorio di Fiscalità Internazionale ALTA FORMAZIONE ECONOMICO-GIURIDICA e TRIBUTARIA TAX L@b 2015 Laboratorio di Fiscalità Internazionale Corso teorico-pratico per Professionisti, Fiscalisti d impresa, Tax Risk Manager, Tax Compliance Officer,

Dettagli

CORSO PRECONGRESSUALE DI RADIOLOGIA INTERVENTISTICA in collaborazione con IESIR (Italian-European Society of Interventional Radiology)

CORSO PRECONGRESSUALE DI RADIOLOGIA INTERVENTISTICA in collaborazione con IESIR (Italian-European Society of Interventional Radiology) CORSO PRECONGRESSUALE DI RADIOLOGIA INTERVENTISTICA in collaborazione con IESIR (Italian-European Society of Interventional Radiology) Mercoledì 21 Ottobre 2015 Centro Congressi Humanitas University Rozzano

Dettagli

Introduzione e definizioni Prodotti cosmetici Dispositivi medici, PMC e biocidi Alimenti speciali e integratori alimentari

Introduzione e definizioni Prodotti cosmetici Dispositivi medici, PMC e biocidi Alimenti speciali e integratori alimentari 15 crediti ECM LA CLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI VENDUTI IN FARMACIA Contenuti tecnico-professionali specifici n. 15 ore Negli ultimi anni si é andato sempre più evidenziando il problema della classificazione

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

GIORNATA DELLA TRASPARENZA

GIORNATA DELLA TRASPARENZA GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2014 Venerdì 11 luglio 2014 Università per Stranieri di Perugia Palazzo Gallenga, Sala Goldoniana, ore 10:30 Programma: Palazzo Gallenga Piazza Fortebraccio 4-06123 Perugia Italia

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Osservatorio. Lavoro Nero

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Osservatorio. Lavoro Nero Osservatorio Lavoro Nero Sommario Introduzione... 2 La revisione delle procedure informatiche... 3 Osservatorio del Lavoro Nero... 6 La nuova piattaforma... 6 Analisi della posizione del lavoratore - post

Dettagli

PROGETTO ALTO FRIULI

PROGETTO ALTO FRIULI PROGETTO ALTO FRIULI RICERCA TRANSAZIONALE: SENSIBILIZZAZIONE, FORMAZIONE E INTERVENTO SUI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO (DSA) - DURATA BIENNALE - Ente Promotore Comune di Tolmezzo ENTI E COLLABORAZIONI

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE

AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE AGGIORNAMENTO DELLA COMPETENZA PROFESSIONALE Regolamento, Linee di Indirizzo e chiarimenti a cura del Comitato Formazione Continua DEONTOLOGIA Art. 1.4 L ingegnere rifiuta di accettare incarichi per i

Dettagli

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1

Clinica di Mestre. Brochure per festa 1 Clinica di Mestre Brochure per festa 1 La professionalità del tuo medico L eccellenza del nostro servizio Brochure per festa 2 LA FILOSOFIA LCO MISSIONE E VALORI I PUNTI DI FORZA I PROFESSIONISTI CHE OPERANO

Dettagli

Riccione, Palazzo dei Congressi 15-16 Aprile 2016

Riccione, Palazzo dei Congressi 15-16 Aprile 2016 Riccione, Palazzo dei Congressi 15-16 Aprile 2016 MM CI P CP Dott. Markus B. Blatz, Odt. Michael M. Bergler, Odt. Giancarlo Barducci, Dott. Daniele Dondarini, Dott. Roberto Rosso, Dott. Tommaso Cantoni,

Dettagli

ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano, 8-9 Aprile 2016 Università Vita-Salute San Raffaele

ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano, 8-9 Aprile 2016 Università Vita-Salute San Raffaele DIPARTIMENTO DI ODONTOIATRIA DIRETTORE: Prof. Enrico Gherlone ADVANCED TECHNIQUES IN PERIODONTAL PLASTIC SURGERY (Coronally Advanced Flap & Modified Tunnel Technique) Milano, 8-9 Aprile 2016 Università

Dettagli

LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali

LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali LA FNC IPASVI, nell esercizio delle proprie prerogative istituzionali Vista la normativa vigente ed in particolare il decreto legge del 4 luglio 2006, n. 223. "Disposizioni urgenti per il rilancio economico

Dettagli

Corso di Counseling Motivazionale in ambito sanitario

Corso di Counseling Motivazionale in ambito sanitario Secondo dati dell Organizzazione Mondiale della Sanità con 9 milioni di decessi ogni anno, le malattie croniche sono la principale causa di morte tra la popolazione sotto i 60 anni di età e, più in generale,

Dettagli

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA Firma digitale e conservazione sostitutiva Gabriele Faggioli MIP Politecnico Milano Milano, 18 gennaio 2007 Aspetti introduttivi L evoluzione e la diffusione delle

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 155, FATTA A GINEVRA IL 22 GIUGNO 1981, E RELATIVO PROTOCOLLO, FATTO A GINEVRA IL 22 GIUGNO

Dettagli

V(V)CM - Lo scenario professionale per i giovani architetti italiani è forte-

V(V)CM - Lo scenario professionale per i giovani architetti italiani è forte- V(V)CM - Lo scenario professionale per i giovani architetti italiani è forte- dalla attuale situazione economica, nazionale e globale, ma è fortemente radicata nel nostro contesto sociale e professionale

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E DELLE AZIONI PREVENTIVE

PROCEDURA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E DELLE AZIONI PREVENTIVE originale copia controllata copia non controllata N. distribuzione interna a cura del RQ bozza La presente procedura definisce le modalità e le responsabilità con cui ogni UO/Servizio dovrà gestire le

Dettagli

RESPONSABILITA TECNICHE E AGGIORNAMENTO DEI PROFESSIONISTI DELLA PREVENZIONE INCENDI

RESPONSABILITA TECNICHE E AGGIORNAMENTO DEI PROFESSIONISTI DELLA PREVENZIONE INCENDI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza RESPONSABILITA TECNICHE E AGGIORNAMENTO DEI PROFESSIONISTI DELLA PREVENZIONE INCENDI dott. ing. Marco Di Felice Ordine Ingegneri della Provincia di Vicenza

Dettagli

PROGRAMMA. Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per:

PROGRAMMA. Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per: Obiettivo del Corso è quello di dare ai partecipanti delle linee guida per: raccogliere i dati clinici e integrarli in modelli prognostici per il paziente e per ogni singolo dente; identificare i problemi

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI Indice PREFAZIONE INTRODUZIONE La Consulta dei Medici in Formazione Specialistica SItI L attività della Consulta Normativa MATERIALI E METODI Studi inclusi RISULTATI Competenze teoriche - Attività didattica

Dettagli

Università degli Studi G. Marconi con Istituto Stomatologico Toscano e Odonto Consulence

Università degli Studi G. Marconi con Istituto Stomatologico Toscano e Odonto Consulence Università degli Studi G. Marconi con Istituto Stomatologico Toscano e Odonto Consulence MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ODONTOIATRIA LEGALE E FORENSE STEP 1. PROFESSIONE ODONTOIATRICA: RIFERIMENTI

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 1260 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori DE CAROLIS e DUVA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 12 SETTEMBRE 1996 Norme

Dettagli

BIOLOGIA MOLECOLARE E DIAGNOSI DELLE NEOPLASIE VESCICALI: FOLLOW-UP ED IMPLICAZIONI PROGNOSTICHE

BIOLOGIA MOLECOLARE E DIAGNOSI DELLE NEOPLASIE VESCICALI: FOLLOW-UP ED IMPLICAZIONI PROGNOSTICHE Con Il Patrocinio BIOLOGIA MOLECOLARE E DIAGNOSI DELLE NEOPLASIE VESCICALI: FOLLOW-UP ED IMPLICAZIONI PROGNOSTICHE PRESIDENTI DEL CONVEGNO: Prof. Vito Pansadoro Dott. Vittorio Grazioli ROMA 12 aprile 2013

Dettagli

Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti

Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti Corso Teorico Pratico 2012 Parodontologia & Protesi Una meravigliosa opportunità per conservare i denti Dr. Alberto Fonzar Crediti Formativi (ECM) richiesti CORSO ANNUALE PER ODONTOIATRI Consigliata la

Dettagli

claudia.sfiligoi@ass2.sanita.fvg.i paolo.luppieri@ass2.sanita.fvg telefono:0481 592247-48

claudia.sfiligoi@ass2.sanita.fvg.i paolo.luppieri@ass2.sanita.fvg telefono:0481 592247-48 * SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI - VENEZIA GIULIA Azienda per l Assistenza Sanitaria n2 Bassa Friulana -Isontina Ospedale San Giovanni di Dio Gorizia Unita Operativa di Odontostomatologia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) CONSENSO INFORMATO: DUE ANIME, DUE ATTORI - Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche - Aula Sezione

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE Tipologie di formazione 1- Formazione obbligatoria in sede e fuori sede L azienda ha ridisegnato, come già enunciato nella premessa al Piano Formativo Aziendale, il processo

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana

Consiglio regionale della Toscana Consiglio regionale della Toscana LEGGE REGIONALE N. 54/2008 (Atti del Consiglio) Norme in materia di sostegno alla innovazione delle attività professionali intellettuali. *************** Approvata dal

Dettagli