DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO MARCO POLO Via Ugo La Malfa, P A L E R M O c.f c.m. PATN01000Q Tel. 091/ Fax. 091/ sito internet: CLASSE 5^ sez. C DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ESAME DI STATO anno scolastico 2014/2015 1

2 IL CONSIGLIO DI CLASSE DISCIPLINA DOCENTE FIRMA Religione Cattolica Adriana Sorci Lingua e Letteratura Italiana Giuseppa Brusca Storia Lingua Inglese Lingua Francese Lingua Tedesca Arte e Territorio Matematica Geografia del Turismo Discipline Turistiche e Aziendali Diritto e Legislazione Turistica Scienze Motorie e Sportive Giuseppa Brusca Maria Elena Follone Leontina Ragusa Olga Sacco Valeria Buccheri Anna Maria Cuccia Maria Angela Minafò Michele Lucido Francesco Nuccio Maria Gabriella Criscione Leonardo Sorbello 2

3 PROFILO DI INDIRIZZO Questo indirizzo di studi offre il titolo per un inserimento nel mondo del lavoro con prospettive professionali di: dirigente e quadro intermedio presso istituzioni ed enti pubblici e privati che operano nel settore della produzione, commercializzazione e realizzazione di servizi turistici; dirigente e quadro intermedio in Agenzie di Viaggio, Hotel, Villaggi Turistici, Compagnie di trasporto aereo, di navigazione marittima e di trasporto ferroviario; accompagnatore e guida turistica; addetto alla commercializzazione e marketing; organizzazione congressuale; hostess e steward; operatore del settore della conservazione dei beni culturali e della salvaguardia dell ambiente. Il perito per il turismo deve possedere una formazione culturale adeguata e una competenza linguistica e comunicativa che gli consentano di interagire efficacemente in qualsiasi ambito lavorativo. Attraverso le conoscenze e le capacità acquisite nei cinque anni di studio, sarà in grado di: operare all interno di una agenzia di viaggio con mansioni di tipo amministrativo-contabile e/o commerciale, di prenotazione e tariffazione dei servizi di trasporto e alberghieri, di organizzazione di viaggi, o con compiti di direzione e coordinamento delle attività gestionali; organizzare e gestire visite guidate, tour ed escursioni per turisti italiani e stranieri; operare all interno di una struttura ricettiva con mansioni di tipo amministrativo-contabile e/o commerciale o con compiti di direzione e coordinamento delle attività gestionali; operare nel settore dei beni culturali e ambientali. CONOSCENZE Il perito per il turismo deve: conoscere il percorso storico-politico, culturale e artistico del nostro paese; conoscere le lingue e le culture straniere anche riguardo al linguaggio specialistico dell ambito del turismo; conoscere gli aspetti fisici, antropici e turistici del territorio e la metodologia utile alla sua analisi e valutazione; conoscere i processi che caratterizzano la gestione e il funzionamento di una azienda turistica. CAPACITA' Il perito per il turismo deve essere in grado di: usare un linguaggio appropriato e specifico delle discipline; gestire il proprio lavoro in modo flessibile; lavorare in gruppo, mettendo a sistema strumenti, strutture, immagini e metodologie; ricercare, dedurre, elaborare informazioni, anche estemporanee, traducendole in modo efficace in linguaggio verbale, numerico, geografico, informatico, cartografico e promozionale. COMPETENZE Il perito per il turismo deve: essere in grado di formulare autonomamente opinioni e valutazioni; essere in grado di comunicare ed interagire nelle lingue straniere di indirizzo in relazione alle diverse situazioni dello specifico turistico; sapere analizzare un area territoriale nel suo complesso, identificandone i fondamentali elementi costitutivi fisici, antropici e turistici e le loro interdipendenze; saper costruire il profilo turistico di un territorio sulla base di conoscenze, schemi geografici, artistici, storici, tecnici, giuridici e linguistici acquisiti; saper interpretare e redigere itinerari turistici, elaborando programmi di interesse culturale, geografico ed artistico; sapere individuare obiettivi di mercato e strategie di marketing. 3

4 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE N COGNOME NOME ELENCO ALUNNI 1 Catarinicchia Rosalia 2 Feo Francesco 3 Fontana Gabriele 4 Gentile Giulia Gaia 5 Giannosa Simona 6 Guarino Nicola 7 La Corte Manfredi 8 Lo Monaco Chiara 9 Lombardo Barbara 10 Marinello Marianna 11 Mazziotta Valentina 12 Pennino Francesca 13 Rao Rosa Rossella 14 Rubino Achoik 15 Sclafani Federica 16 Somma Stefania 17 Terzo Valeria 18 Vitale Letizia EVOLUZIONE DELLA CLASSE TERZA a.s.12/13 QUARTA a.s. 13/14 QUINTA a.s. 14/15 Maschi Femmine ISCRITTI Totale Ritirati Trasferiti 4 Promossi 8 9 Promossi con debito 5 8 Non promossi 3 Non scrutinati 7 3 La classe è composta da diciotto alunni. Uno degli iscritti non ha mai frequentato. Alcuni alunni hanno seguito un percorso scolastico coerente e produttivo raggiungendo un livello di 4

5 preparazione pienamente soddisfacente; altri non si sono impegnati sempre in maniera costante. Nel partecipare all attività educativa la classe ha dovuto affrontare difficoltà derivanti dalla discontinuità didattica in alcune discipline e dalla riduzione delle ore di insegnamento in quasi tutte le materie a seguito della riforma della scuola. Il comportamento degli alunni è stato sempre improntato al rispetto delle regole di convivenza civile sia all interno dell Istituto sia nell ambito delle varie attività extracurriculari. Attività curriculari ed extracurriculari svolte dalla classe come preparazione agli esami di stato Viaggio d istruzione Cracovia dal 27 al 31 marzo 2015 Stages tirocini 13,25,27 novembre e 2, 10 dicembre ,23,24,26,27,30,31 gennaio e 6 dicembre 2014 e 7 e 8 marzo 2015 Stage di un gruppo di alunni presso un agenzia di viaggi Stage di un gruppo di alunni presso un hotel Due alunni hanno partecipato ad un tirocinio di formazione ed orientamento con visite guidate ( Art.3, quinto comma D.M. 142/98 ), promosso dall Istituto e da Lions club di Messina Host. Visione di film, spettacoli teatrali 3 dicembre 2014 Visione del film Il giovane favoloso 18 dicembre 2014, 15 e Nell ambito del progetto Al cinema con i maestri gli alunni 29 gennaio 2015 assistono alle proiezioni dei film: Fango e gloria, Torneranno i prati, Uomini contro 4 febbraio 2015 Rappresentazione teatrale La coperta di Ruth Partecipazione a conferenze, congressi, seminari, altri eventi significativi 2 ottobre 2014 Incontro con rappresentanti delle Forze Armate 5 ottobre - 4 novembre 2014 Partecipazione di alcuni alunni ad un corso di Lingua Tedesca per la certificazione linguistica A2 a BERLINO (PON FSE C1) 21 novembre 2014 Corso di primo soccorso 4 dicembre 2014 Incontro di orientamento presso la facoltà di Ingegneria 12 gennaio 2015 Partecipazione ad una conferenza sulla normativa internazionale antimafia 30 gennaio 2015 Incontro con il presidente di una associazione di volontariato 5 febbraio 2015 Partecipazione ad un seminario sulla semplificazione amministrativa per l avvio e la gestione delle strutture turistico- ricettive aperte al pubblico presso la Camera di Commercio di Palermo 29 aprile 2015 Conferenza sulla Shoah del prof. Feltri 14 maggio 2015 Partecipazione ad attività di orientamento dell U.E.T. Italia Attività di recupero e/o potenziamento In itinere Simulazione delle prove d esame 5

6 nr. totale delle simulazioni eventualmente svolte 4_ prima prova scritta nr. delle simulazioni 2_ tipologia A,B,C,D seconda prova scritta nr. delle simulazioni _1 terza prova scritta nr. delle simulazioni 1 tipologia dei quesiti A ) trattazione sintetica di argomenti_un itinéraire touristique: comment se compose-t- il et quels éleménts contribuent à sa construction; L ambiente naturale costituisce una delle principali risorse turistiche del Canada. Descrivi brevemente i principali parchi nazionali istituiti nel paese; durata della prova 2:30 ore discipline coinvolte Lingua Francese, Geografia, Matematica, DTA colloquio nr. delle simulazioni _0_ discipline coinvolte 6

7 Candidato ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO "MARCO POLO" PALERMO - A.S. 2014/2015 GRIGLIA DI VALUTAZIONE - PRIMA PROVA SCRITTA (in quindicesimi) Tipologia A: analisi del testo PUNTEGGIO: PRESTAZIONE INDICATORI Nulla insufficiente mediocre sufficiente Discreta buona Ottima eccel.te 1.COMPRENSIONE ANALISI INTERPRETAZIONE E APPROFONDIMENTI 4.PROPRIETA' GRAMMATICALI E LESSICALI 5.EFFICACIA ARGOMENTATIVA TOTALE Voto finale Tipologia B: saggio breve/articolo di PUNTEGGIO:PRESTAZIONE giornale INDICATORI nulla insufficiente mediocre sufficiente Discreta buona Ottima eccel.te 1.ADERENZA ALLA TIPOLOGIA TESTUALE Voto finale 2. ANALISI,COMPRENSIONE E USO DELLA DOCUMENTAZIONE RIFERIMENTO A CONOSCENZE PERSONALI E/O ESPERIENZE DI STUDIO 4 CORRETTEZZA,PROPRIETA' LESSICALE E STRUTTURA DEL DISCORSO 5.CAPACITA' ARGOMENTATIVE ED ELABORAZIONE PERSONALE TOTALE Tipologia C e D: tema di argomento PUNTEGGIO: PRESTAZIONE storico e di ordine generale INDICATORI nulla insufficiente mediocre sufficiente Discreta buona Ottima eccel.te 1.PROPRIETA' GRAMMATICALI: PUNTEGGIATURA,ORTOGRAFIA E MORFOSINTASSI 2.PROPRIETÀ E VARIETÀ DEL LESSICO PERTINENZA, COMPLETEZZA ED APPROFONDIMENTI DEI CONTENUTI 4.COERENZA, COESIONE CAPACITA' LOGICO-CRITICHE TOTALE Voto finale N.B.: Eventuali punteggi decimali verranno arrotondati. Tenuto conto dei criteri di valutazione adottati per la correzione della prima prova scritta, la Commissione attribuisce al candidato il voto di /15 LA COMMISSIONE IL PRESIDENTE Disciplina Commissario Firma 7

8 I.T.T. MARCO POLO Esami di Stato a.s. 2014/2015 Commissione. Classe V.. Griglia di valutazione della seconda prova scritta Lingua Inglese Candidato: INDICATORI DI COMPETENZA Comprensione scritta Comprensione del testo Uso della lingua. Competenze grammaticali, lessicali e sintattiche TOTALE Produzione scritta Aderenza alla traccia Uso del linguaggio settoriale Efficacia comunicativa / espressiva TOTALE TOTALE su 30 TOTALE su 30 diviso 2 DESCRITTORI DEI LIVELLI DI PADRONANZA PUNTEGGIO Limitata 2 Approssimativa 4 Sufficiente 7 Piena 8 Approfondita 10 Scorretto 1 Incerto 2 Corretto 3 Discreto 4 Buono 5../15 limitata 1 Parziale 2 Sufficiente 3 Piena 4 Esaustiva 5 Improprio e poco corretto 1 Non sempre chiaro e corretto 2 Adeguato e suff. corretto 3,5 Corretto e appropriato 4 Fluido ed elaborato 5 Inadeguata 1 Parziale 2 Sufficiente 3,5 Discreta 4 Significativa 5../15./15./ /30./15 Tenuto conto dei criteri di valutazione adottati per la correzione della seconda prova scritta la Commissione attribuisce al candidato il voto di /15 La Commissione Il Presidente 8

9 Griglia di valutazione della terza prova ( utilizzata per Francese,Geografia e Discipline Turistiche ed Aziendali ) Il candidato. MATERIE PUNTI PUNTI PUNTI PARAMETRI E CRITERI CONOSCENZA E PERTINENZA ALLA TRACCIA INESISTENTE MOLTO SCARSA PARZIALE E TALVOLTA SCORRETTA SUPERFICIALE E TALVOLTA IMPRECISA COMPLETA MA NON SEMPRE APPROFONDITA O PRECISA COMPLETA E APPROFONDITA CAPACITA DI RIELABORAZIONE E DI SINTESI INESISTENTE MOLTO SCARSA MODESTA ACCETTABILE ADEGUATA PIENAMENTE ADEGUATA LESSICO MOLTO SCARNO SCARNO E SCORRETTO NON ADEGUATO SEMPLICE MA NON SEMPRE ADEGUATO APPROPRIATO MOLTO APPROPRIATO TOTALE / 15 Tenuto conto dei criteri di valutazione adottati per la correzione della seconda prova scritta la Commissione attribuisce al candidato il voto di /15 La Commissione Il Presidente 9

10 Quesito e Griglia di valutazione della simulazione della terza prova utilizzata per Matematica TIPOLOGIA A : TRATTAZIONE SINTETICA * (Rispondere in un massimo di 15 righe) SIMULAZIONE TERZA PROVA (durata 2 h 30 min.) MATERIA: MATEMATICA ALUNNO/A Dopo aver definito il campo di esistenza di una funzione e aver spiegato come determinarlo nel caso di una funzione algebrica irrazionale intera, trovare gli intervalli in cui è definita la seguente funzione: y = x 2 + 3x 4 È consentito l uso della calcolatrice. 10

11 GRIGLIA DI VALUTAZIONE (TIPOLOGIA A) Trattazione sintetica di Matematica CANDIDATO: CLASSE: INDICATORI DESCRITTORI LIVELLI PUNTI PUNTI ATTRIBUITI Inesistente 0 Molto scarsa 1 Conoscenza dell argomento Pertinenza alla traccia e ricchezza delle informazioni Parziale e talvolta scorretta Non del tutto inerente 2 3 Adeguata 4 Completa 5 Inesistente 0 Capacità logicoargomentativa Chiarezza,linearità, organicità del pensiero Scarsamente lineare e organica Modesta Accettabile Adeguata Buona Inesistente 0 Correttezza degli strumenti espressivi e operativi Uso dello specifico lessico disciplinare e degli strumenti operativi Gravi e diffusi errori e/o mancanze Parecchi errori e/o mancanze Qualche errore e/o mancanza non grave Appropriato 4 Assenza di errori 5 TOTALE /15 Tenuto conto dei criteri di valutazione adottati per la correzione della terza prova scritta, la Commissione attribuisce al candidato il voto di /15 La Commissione IL PRESIDENTE 11

12 SCHEDE PER SINGOLE MATERIE 12

13 MATERIA: ITALIANO DOCENTE: Brusca Giuseppa TESTO ADOTTATO G. Baldi- S. Giusso- M.Razetti- G. Zaccaria L attualità della letteratura vol. 3.1 e 3.2 Ed. Paravia ALTRI STRUMENTI DIDATTICI : fotocopie di altri libri di testo NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 4 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 75 (all 11 maggio) STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE in itinere CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI Le tendenze culturali dell 800 in Italia e in Europa Il linguaggio della poesia tra 800 e il primo 900 Il genere del romanzo verista ARGOMENTI Il Romanticismo Definizione e caratteri del Romanticismo Il Naturalismo francese Il Verismo italiano Il Decadentismo La situazione politica in Europa e in Italia Definizione e caratteri del Decadentismo Il Simbolismo(cenni) Giacomo Leopardi: vita, pensiero,poetica, da I Canti: L infinito Il sabato del villaggio Giovanni Pascoli : vita, pensiero, poetica da Myricae: X Agosto Novembre - L assiuolo Gabriele D Annunzio: vita, pensiero poetica da Alcyone: La pioggia nel pineto -I pastori da Il Piacere: Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti Giovanni Verga: vita e pensiero da Vita dei campi: Rosso Malpelo 13

14 da I Malavoglia: cap. I: Il mondo arcaico e l irruzione della storia Cap. XV: L addio di Ntoni; da Mastro-don Gesualdo: La morte di Mastro-don Gesualdo La trasformazione del romanzo dall 800 al 900 Le avanguardie storiche in Europa La poesia del primo 900 e il dolore esistenziale Gabriele D Annunzio : vita, pensiero e poeticada Il piacere: Un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti Luigi Pirandello: vita e pensieropoetica Da Novelle per un anno: Ciàula scopre la luna Il treno ha fischiato da Il fu Mattia Pascal: La costruzione della nuova identità e la sua crisi Italo Svevo: vita e pensiero - poeticada La coscienza di Zeno: Il fumo- La morte del padre Il futurismo (cenni) Filippo Tommaso Marinetti da Zang tumb tuuum Il bombardamento di Adrianopoli Aldo Palazzeschi da L incendiario E lasciatemi divertire! Giuseppe Ungaretti: vita e pensieropoetica da L Allegria: Veglia I fiumi- San Martino del Carso- Soldati da Il dolore: Non gridate più Eugenio Montale: vita e pensieropoetica da Ossi di seppia: Meriggiare pallido e assorto Spesso il male di vivere ho incontrato da Satura Ho sceso dandoti il braccio STRATEGIE DIDATTICHE 14

15 Per quanto concerne le strategie didattiche sono state effettuate: lezioni frontali, discussioni guidate, analisi guidata di testi letterari, esposizione orale degli argomenti studiati, esercitazioni scritte finalizzate alla preparazione della prima prova scritta, percorsi tematici trasversali, approfondimento di argomenti di attualità. TIPOLOGIA Orale Analisi testuale Scritto OBIETTIVI VERIFICHE Decodifica di un testo dal punto di vista strutturale stilistico e tematico Consapevole utilizzo della lingua scritta e parlata. Scrivere con chiarezza ortografica morfologica e sintattica sia pure con un periodare semplice; sapere interrogare un testo scritto e riuscire a dare un interpretazione critica personale e saperlo contestualizzare e attualizzare. 15

16 MATERIA: STORIA DOCENTE: Giuseppa Brusca TESTO ADOTTATO: P. Armocida A. G. Salassa STORIALINK- vol. 3 Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori NUMERO DI ORE SETTIMANALI: 2 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 66 (all 11 maggio) Strategie di recupero: in itinere CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI L età degli Stati-nazione L Italia postunitaria La nascita della società di massa L età di Giolitti La Prima guerra mondiale Le Rivoluzioni russe La situazione internazionale tra gli anni Venti e Trenta I Totalitarismi ARGOMENTI L Europa nell età dell unificazione tedesca La Destra e la Sinistra storica L età di Francesco Crispi La Seconda rivoluzione industriale La società di massa La crisi di fine secolo e l età liberale La politica interna di Giolitti Il decollo industriale italiano e i suoi limiti La politica estera di Giolitti La crisi dell egemonia giolittiana Le cause della Grande guerra Lo scoppio del conflitto L Italia dalla neutralità all intervento Le vicende militari del conflitto La svolta del 1917 e la conclusione della guerra La Rivoluzione del 1905 La Rivoluzione del 1917 La Rivoluzione d Ottobre Il primo dopoguerra La nascita del Fascismo in Italia L ascesa del Fascismo Il Fascismo al potere La crisi del 1929 e il New Deal Il Nazismo: dalla guerra alla Repubblica di Weimar L ascesa al potere di Hitler Il regime totalitario di Hitler 16

17 La Seconda guerra mondiale Il bipolarismo e la nascita dell Italia repubblicana L Italia fascista negli anni Trenta. Lo Stalinismo: l industrializzazione forzata e il terrore staliniano. Le relazioni internazionali fra le due guerre La guerra civile spagnola L espansionismo nazista Le prime fasi della guerra L intervento italiano L intervento americano La svolta del La caduta del Fascismo Resistenza e liberazione La fine della guerra CENNI SU L affermazione del bipolarismo La crisi di Berlino e la guerra di Corea L Europa nella guerra fredda Le elezioni in Italia nel 1946 OBIETTIVI Conoscenza dei contenuti Capacità di adoperare concetti e termini storici in rapporto agli specifici contesti storico-culturali Capacità di inquadrare, comparare, periodizzare i diversi fenomeni storico-sociali studiati Capacità di collegare gli elementi fondamentali dell epoca studiata e saperli interpretare criticamente Lezione frontale Discussioni guidate Analisi di documenti storici Ricerche Visione di film storici STRATEGIE DIDATTICHE VERIFICHE Interrogazioni individuali e collettive Questionari Tema storico Saggio breve di ambito storico-politico 17

18 MATERIA: Inglese DOCENTE: Maria Elena Follone TESTI ADOTTATI: Global Travellers (utilizzato come riferimento per esercitazioni tecniche) ALTRI STRUMENTI DIDATTICI: Materiale cartaceo fornito dall insegnante, Guide turistiche, Opuscoli illustrativi, Cartine geografiche, Riviste, Giornali, Internet NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 3 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: 61 (al 11 maggio) STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE: recupero in itinere tramite revisione di argomenti, esercizi di pronuncia, esercizi strutturali linguistici, diversa presentazione di argomenti già trattati con nuovo materiale CONTENUTI Careers in Tourism BLOCCHI TEMATICI Target Tourism and special interest holidays How to promote How to plan Palermo its province and Sicily London and some possible tourist destinations in the U.K. ARGOMENTI Different Jobs, environments and prospects Tourist Guides Study Holidays Spas and Fitness centres Agriturismi and Farm stay Cruises Pilgrims Promoting holidays Promoting countries and cities Promoting events Sightseeing tours Excursion tours Itineraries Historic, Geographical, Artistic and Cultural elements of Palermo and other possible tourist destinations Main tourist destinations in Sicily: Syracuse, Agrigento, Catania, Taormina, Mount Etna, Ustica marine reserve Folklore and Gastronomy Historic, Geographical, Artistic and Cultural elements of London and other tourist destinations STRATEGIE DIDATTICHE Lezione frontale - Lavoro a coppie - Lavoro di gruppo- Ricerca ed uso di materiale autentico Prendere appunti Ascolto e comprensione Simulazione di seconda prova. VERIFICHE TIPOLOGIA Verifiche orali Comprensione di testi scritti Elaborazione scritta di promozioni turistiche Organizzazione scritta di itinerari OBIETTIVI Sostenere un dialogo nel settore turistico Riconoscere il testo, l'idea generale ed i particolari Presentare le caratteristiche di un prodotto turistico Tracciare un itinerario nelle sue varie parti 18

19 Griglia di valutazione della seconda prova scritta Lingua Inglese Alunno: INDICATORI DI COMPETENZA Comprensione scritta Comprensione del testo Uso della lingua. Competenze grammaticali, lessicali e sintattiche TOTALE Produzione scritta Aderenza alla traccia Uso del linguaggio settoriale Efficacia comunicativa / espressiva TOTALE TOTALE su 30 TOTALE su 30 diviso 2 DESCRITTORI DEI LIVELLI DI PADRONANZA PUNTEGGI O Limitata 2 Approssimativa 4 Sufficiente 7 Piena 8 Approfondita 10 Scorretto 1 Incerto 2 Corretto 3 Discreto 4 Buono 5../15 limitata 1 Parziale 2 Sufficiente 3 Piena 4 Esaustiva 5 Improprio e poco corretto 1 Non sempre chiaro e corretto 2 Adeguato e suff. corretto 3,5 Corretto e appropriato 4 Fluido ed elaborato 5 Inadeguata 1 Parziale 2 Sufficiente 3,5 Discreta 4 Significativa 5../15./15./ /3 0./15 19

20 MATERIA: Seconda Lingua Comunitaria Francese DOCENTE: LEONTINA RAGUSA TESTI ADOTTATI PARODI-VALLACCO «CARNETS DE VOYAGE» JUVENILIA ALTRI STRUMENTI DIDATTICI : FOTOCOPIE E DOCUMENTI SUGLI ARGOMENTI AFFRONTATI, INTERNET, GUIDE TURISTICHE, DEPLIANTS, VIDEOS, ECC. NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE : 3 NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE : 50 (fino al 15 maggio 2015) STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE in orario curricolare e mirate allo sviluppo ed al rinforzo delle tecniche di studio e di apprendimento autonomo (uso del francese come lingua veicolare, tecnica di comprensione, di sintesi e di rielaborazione di un testo; uso appropriato della micro lingua in situazione). CONTENUTI BLOCCHI TEMATICI Introduction au tourisme (révision, approfondissements et mise en situation) ARGOMENTI Le tourisme dans le monde : l économie du tourisme (pays émetteurs et récepteurs) Des formules de tourisme : le tourisme équitable (définition, buts et itinéraires) Les différentes catégories d hébergement touristique Le travail en agence de voyage et dans les structures de promotion touristique Sicile et Italie La communication orale et écrite, construire un itinéraire touristique dans un pays, une région, une ville ; les itinéraires thématiques Profession guide : présenter une ville, un monument, un site touristique Présenter et rédiger un itinéraire touristique en Sicile et en France Histoire de la Sicile, son économie et ses principales ressources touristiques (Palerme, Syracuse, Raguse et Ibla, Taormine et l Etna. Agrigente) Rome et Florence villes d art 20

21 APPROFONDIMENTI PARIS Histoire, géo et monuments principaux de Paris N.B. il contenuto dei moduli verrà dettagliato in maniera più approfondita nella scheda relativa al programma finale STRATEGIE DIDATTICHE Il metodo di lavoro ha avuto lo scopo di facilitare l acquisizione del lessico e della fraseologia della microlingua a livello consapevole, utilizzando l apprendimento dei contenuti in contesti di simulazione professionale: a tal fine si è fatto uso di documenti autentici e non da cui sono stati estrapolati testi di turismo al fine di approfondire le conoscenze specifiche del linguaggio specialistico francese e per ampliare le conoscenze lessicali. I metodi di insegnamento sono stati caratterizzati da un approccio comunicativo mentre l attività didattica si è svolta, di norma, nella lingua straniera e centrata sui bisogni dell allievo. E stata privilegiata l efficacia e la pertinenza della comunicazione. Si è quindi evitato di interrompere la fluenza del discorso per correggere errori formali riservandosi di intervenire in un secondo tempo. Si è data, tuttavia, rilevanza alla corretta pronunzia fonematica della lingua ed all adeguata intonazione. VERIFICHE La verifica ha avuto l obiettivo di avvicinare gli alunni alle prove finali degli esami di Stato. Sia quelle sommative che quelle formative hanno dato modo alla docente di valutare gli esiti in itinere del percorso formativo si è avvalsa di procedure sistematiche e continue e di momenti più formalizzati con prove di tipo prevalentemente soggettivo (questionari con domande aperte, riassunti, redazione di lettere turistico-commerciali, brevi componimenti scritti e orali su argomenti, già trattati, di civiltà o di turismo). La verifica orale è stata svolta sotto forma di dialogo con la classe attraverso interventi dal posto e approfondimenti sui contenuti. CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI E SCRITTE : vedi griglia di valutazione allegata al documento 21

22 GRIGLIA DI VALUTAZIONE VOTO /10 CONOSCENZA COMPETENZA CAPACITA 1-3 Scarsa Commette molti e gravi errori Comunica in modo scorretto e inadeguato 4-5 Superficiale e frammentaria Commette errori anche nell esecuzione di compiti semplici Si esprime non sempre in modo appropriato e corretto, è in grado di effettuare solo analisi parziali 6 Essenziale Esegue compiti semplici e senza errori Comunica in modo semplice, ma corretto ed appropriato; è in grado di effettuare analisi complete ma non approfondite 7-8 Completa ed approfondita 9-10 Esaustiva, approfondita e in modo autonomo Esegue compiti complessi senza errori pur con qualche imprecisione Esegue compiti complessi in modo corretto, creativo ed autonomo Comunica in modo corretto, adeguato, articola il discorso in modo ordinato ed organico. E in grado di effettuare analisi e collegamenti più complessi Comunica in modo adeguato ed efficace, articolando il discorso organicamente con un linguaggio specifico, ricco e fluido. E in grado di organizzare in maniera autonoma e articolata le conoscenze e le competenze acquisite. Effettua valutazioni autonome e personali. 22

23 Materia: Terza Lingua Comunitaria: Lingua Tedesca Docenti: Prof.ssa Sacco Olga dal al Prof.ssa Buccheri Valeria dal alla fine dell a.s. 2014/2015 Testo adottato: A. Selmi, M.Kilb Reiseprogramm Altri supporti didattici: Fotocopie di materiale autentico (Depliant, Guide ecc.) e di approfondimento NUMERO DI ORE SETTIMANALI DI LEZIONE: 3 NUMERO DI ORE ANNUALI PREVISTE: NUMERO DI ORE ANNUALI SVOLTE: ( ) Attività di recupero durante le ore curriculari Strategie di recupero e integrazione adottate Contenuti BLOCCHI TEMATICI Reiseziel: Deutschland ARGOMENTI PRINCIPALI Deutschland (physikalisch): geographische Lage und natürliche Abgrenzungen. Berlin und historischer Überblick: " 1948 begann der Kalte Krieg", Das Versprechen" (eine Liebesgeschichte in der geteilten Stadt). Bock auf Berlin: Sehenswürdigkeiten; "Berliner Mauer heute : die East Side Gallery". BLOCCHI TEMATICI Reiseprogramme ARGOMENTI PRINCIPALI Wunderschönes Sizilien (Palermo, Segesta, Erice, Selinunt, Agrigent). Sizilien zum Kennenlernen (7 Tage ab Catania). BLOCCHI TEMATICI ARGOMENTI PRINCIPALI 23

24 Tourismus Aus einer Webseite über Rom Mit dem Schiff Mit dem Bus Tourismus Live: Im Hotel. An der Rezeption. Check - in Approfondimento delle seguenti strutture linguistiche: Die Deklination der Adjektive Die Relativsätze Das Passiv Strukturtafeln: wie kann man nach der Lage fragen. Metodologie adottate Per realizzare al meglio gli obiettivi descritti si e fatto uso del metodo situazionalecomunicativo stimolando la comprensione e la produzione in lingua sia scritta sia orale. Per l espressione orale autonoma ed immediata sono state usate immagini, tabelle, diagrammi. Al fine di ampliare ed approfondire la competenza linguistica sono stati decodificati, analizzati e rielaborati testi scritti autentici. Verifiche scritte Verifica formativa: interventi brevi domande e risposte TIPOLOGIA coinvolgimento nella conversazione e nelle attività comuni (abilità di comprensione e produzione orali) esercitazioni scritte ( abilità di comprensione e produzione scritte) Verifica sommativa: questionari test prove strutturate produzione di testi scritti e orali (redazione di programmi di viaggio) NUMERO frequenti Criteri di misurazione del profitto coerenza e organicità della comunicazione comprensione dei quesiti e pertinenza delle risposte applicazione delle strutture apprese e proprietà di linguaggio metodo di studio partecipazione e impegno 24

25 Materia: Storia dell'arte Docente: Anna Maria Cuccia Testi adottati: Cricco di Teodoro, itinerari nell'arte, volumi 2,3.ed Zanichelli Altri strumenti adottati: video, ricerche computerizzate. Numero di ore settimanali di lezione: 2 Numero di ore annuali svolte: ore 41(ancora 6 entro la fine a.s.) STRATEGIE DI RECUPERO ADOTTATE: 1Recupero curriculare: all interno di ogni modulo sono stati effettuati frequenti momenti di revisione del percorso con il coinvolgimento degli alunni in difficoltà. BLOCCHI TEMATICI CONTENUTI ARGOMENTI 1 Il RINASCIMENTO Dalla codificazione della prospettiva alla crisi manierista:la grande stagione dell'arte italiana e gli apporti fiamminghi. 2 IL BAROCCO L'arte dello stupire:la magnificenza e la grandiosità dell'architettura,il tormento della pittura 3 L'EVOLUZIONE ARTISTICA. TRA IL'700 E l'800 4 DALLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE ALLE AVANGUARDIE STORICHE Le trasformazioni ideologiche,le idee illuministe e le conseguenze della rivoluzione francese. L'evoluzione urbanistica architettonica e sociale del tempo che ha portato alla pittura impressionista e all'arte della nova classe borghese. 5 Il TERRITORIO Approfondimenti salienti in ambito metropolitano APPROFONDIMENTI Nel corso dell anno sono stati effettuati interventi miranti a sviluppare le capacità critiche e di collegamento interdisciplinare. 25

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 04-5 Competenze previste Abilità dello studente Conoscenze sapersi orientare sui concetti generali relativi alle istituzioni statali,

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ALLEGATO B RELAZIONE SULLE ATTIVITA PLURIDISCIPLINARI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon 4-35031 ABANO T. (PD) - Tel 049 812424 - Fax. 049 810554 Distretto n. 45 Padova ovest - C. F. 80016340285 Sito: www.lbalberti.it - E-Mail:

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA PRIMA PROVA SCRITTA CANDIDATO CLASSE DATA INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Livello espressivo trascurato, con errori e improprietà lessicali Correttezza generale, sia pure con qualche lieve errore 2 CORRETTEZZA

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA o COMPORTAMENTO o LETTERE (ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA) o MATEMATICA E SCIENZE o PRIMA E SECONDA LINGUA COMUNITARIA o TECNOLOGIA o EDUCAZIONE MUSICALE o SCIENZE

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 PREMESSA Questa programmazione si ispira ai seguenti criteri: 1. riconsiderare il ruolo dello

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola

Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola Programmazione Didattica del Dipartimento di Lingua e civiltà spagnola A.S. 2015/2016 CLASSE: PRIMA INDIRIZZO DI STUDI: LINGUISTICO COMPETENZE LINGUISTICHE Alla fine del primo anno di studio della lingua

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

E S A M E D I S T A T O

E S A M E D I S T A T O 96012 AVOLA (SR) Via Labriola, 1 Tel Fax 0931831970 // Tel Fax 0931832231 C.F. 92021320897 E_mail istituzionale: sris02300a@istruzione.it Posta certificata: sris02300a@pec.istruzione.it E S A M E D I S

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione Lingua Straniera Francese a.s. 2015/2016 I docenti di Lingue Straniere cureranno l insegnamento attraverso un metodo funzionale-comunicativo,

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM027002 - C.F. 91015270902 - tel. 0789/25420 Via A. Nanni - 07026 OLBIA A.S. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO N 1 ETTORE PAIS SSMM02002 - C.F. 91520902 - tel. 089/25420 Via A. Nanni - 002 OLBIA A.S. 2014/15 CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: RELAZIONI INTERNAZIONALI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA Pag. 1 di 11 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DIPARTIMENTO DI INDIRIZZO RIM SPAGNOLO CLASSE BIENNIO TRIENNIO RIUNIONE DEL 10 settembre 2015 Orario di inizio 9,00 orario di conclusione 11.00 PRESENTI : Prof.ssa

Dettagli

LICEO STATALE "DOMENICO BERTI OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016

LICEO STATALE DOMENICO BERTI OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO STATALE "DOMENICO BERTI Allegato A al verbale n. 45 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CARATTERISTICH E GENERALI DELL

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2012/2013 ITALIANO A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. David Baragiola 1 L AMBITO DISCIPLINARE DI ITALIANO STABILISCE

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola Polo Liceale Orbetello. INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola Polo Liceale Orbetello INDIRIZZO :Scientifico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Fisica DOCENTE: Lucia Serpico CLASSE 1 A Obiettivi

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** DOCENTE: ELISABETTA PILLASTRINI CLASSE: III B MATERIA: ITALIANO PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CURRICOLO

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La scuola secondaria di primo grado rappresenta la fase in cui si realizza l accesso alle discipline come punti di vista sulla realtà e come modalità di interpretazione, simbolizzazione e rappresentazione

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli Scuola Secondaria di 1 grado Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Discipline: lingua francese, lingua tedesca FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA STRANIERA

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale

Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale Liceo Scientifico G. Galilei Macerata Anno Scolastico 2010-2011 Contratto Formativo Individuale Classe I Sez D Materia : Geografia Docente: Fabio IONNI 1.ANALISI DELLA CLASSE: Conoscenze Competenze Comportamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 1 GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA DI ITALIANO - 1 BIENNIO Anno scolastico 2013/14 LINGUA: correttezza morfo-sintattica//competenza lessicale e stilistica Numerosi e ripetuti errori in ambito ortografico

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate FONDAZIONE MALAVASI SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: prof. Alessandro Boselli CLASSE IV SEZ. A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI ENOGASTRONOMICI E L OSPITALITA ALBERGHIERA MICHELANGELO BUONARROTI FIUGGI (Fr) CODICE MECCANOGRAFICO: FRRH03008 C.F.: 92070770604 Via Garibaldi s.n.c. 03014

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON www.liceonewton.gov.it Via Paleologi, 22-10034 CHIVASSO tel. 011/9109663 fax 011/9102732 - E-mail: TOPS190009@istruzione.it C.M. TOPS190009 - C.F. e P.IVA

Dettagli

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015]

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] Il biennio della scuola secondaria di secondo grado costituisce una continuazione coerente dell educazione linguistica

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Progettazione

UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Progettazione LA DIDATTICA PER COMPETENZE: NUOVI STRUMENTI PER L ACQUISIZIONE, LA VALUTAZIONE E LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE Liceo Artistico "G. Sello" - Udine Anno scolastico 2014/2015 UNITÀ DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2014/2015 ECONOMIA AZIENDALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO LIA BONELLI L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE. Prof. MORARA MARCO

PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE. Prof. MORARA MARCO PROGRAMMA DIDATTICO E PATTO FORMATIVO A.S. 2010-2011 CLASSE: 1Bcat MATERIA: DISEGNO E PROGETTAZIONE Prof. MORARA MARCO 1. LIVELLI DI PARTENZA. 1.1. Composizione La classe si compone di 15 studenti (2 femmine

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA Lo studente dovrà acquisire competenze linguistico-comunicative corrispondenti al Livello B2 del Quadro Comune

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 1AC Indirizzo di studio Liceo Classico Docente Disciplina Tiziana Soressi Latino

Dettagli

Griglie di Valutazione disciplinari

Griglie di Valutazione disciplinari Istituto Comprensivo 1 di Taormina via Dietro Cappuccini n. telefono 0942 628612 n. fax 0942 628641/0942-897077 Griglie di Valutazione disciplinari Anno Scolastico 2014/ 15 Approvazione definitiva: Collegio

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: Docente: IV^ D S.I.A. MAA MATEMATICA Prof. Michele PAVEGGIO Situazione di partenza della classe La classe risulta formata da 18 alunni,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE*

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE* Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE CLASSE PRIMA COMPETENZE (1) http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 8 15/11/2013 154 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 FORLIN MARIA NIVES

PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 FORLIN MARIA NIVES PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013 2014 DOCENTE DISCIPLINA CLASSE INDIRIZZO FORLIN MARIA NIVES DIRITTO 5 ^ ARI IGEA DATA DI PRESENTAZIONE 10 Novembre 2013 1 - LIVELLI DI PARTENZA TEST E/O GRIGLIE DI

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Anno scolastico 2013/2014 Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Napoli Dipartimento di Disegno e Storia dell Arte Obiettivi Gli alunni saranno guidati a rafforzare la conoscenza

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Anno scolastico 2014-2015 I Docenti della Disciplina Salerno, 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A.

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. - Guspini Programmazione annuale di MATEMATICA a.s. 2013-2014 Classi seconde Docente: Prof. Walter Concas A. OBIETTIVI 1. Obiettivi educativi generali. La

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio Classi: terze indirizzo classico, linguistico e scienze umane Prendere consapevolezza del valore estetico dell'opera d'arte nelle varie

Dettagli

Documento sulla valutazione dell Istituto

Documento sulla valutazione dell Istituto ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di ALZANO LOMBARDO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria 1 grado Via F.lli Valenti, 6 Alzano Lombardo (Bg) 035/511390 035/515693 e-mail: intranetbgic82100t@istruzione.it

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING -SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Nodi concettuali essenziali

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Dipartimento di Materia: ITALIANO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: TECNICO TURISTICO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ T MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA

ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA ISTITUTO TECNICO STATALE AD INDIRIZZO COMMERCIALE IGEA - MARKETING GEOMETRI - PROGRAMMATORI TURISTICO G FILANGIERI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2010/2011 INDIRIZZO DI STUDI

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 7 04/12/2013 118 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014

Dettagli

COMPETENZE DA ACQUISIRE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO SCOLASTICO Asse dei linguaggi 1. Padroneggiare gli strumenti espressivi ed

COMPETENZE DA ACQUISIRE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO SCOLASTICO Asse dei linguaggi 1. Padroneggiare gli strumenti espressivi ed ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE A.S. 2011/2012 CLASSE 2^ SEZ. C Indirizzo Linguistico Coordinatore

Dettagli

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing

MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE QUINTE. INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: TEDESCO 2^ lingua CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI: Relazioni Internazionali per il Marketing - Amministrazione Finanza e marketing Nodi concettuali

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Prof. STEFANO CONSANI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSE 4ASI

PIANO DI LAVORO. Prof. STEFANO CONSANI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSE 4ASI Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. STEFANO

Dettagli

PIANO DI LAVORO 2015-2016

PIANO DI LAVORO 2015-2016 Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (PI) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO 2015-2016

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE LINGUA E CIVILTA FRANCESE CLASSE SECONDA

SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE LINGUA E CIVILTA FRANCESE CLASSE SECONDA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PARITARIO ANTONIO GRAMSCI Piazza A.Gramsci, 15 00041 Albano Laz. (RM) Tel./Fax 06.9307310 Distretto Scolastico 42 - Cod.Ist.: RMTD00500C SCHEDA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PREMESSA FONDAMENTALE Tra gli obiettivi fondamentali della Scuola Secondaria di primo grado c è stata l introduzione dello studio di una seconda

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing

Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Classe 3^ Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing Lo studio dell'economia Aziendale per la classe Terza degli Istituti Tecnici ad indirizzo Amministrazione Finanza Marketing concorre a far perseguire

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ITALIANO INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE Ascoltare e comprendere Leggere e comprendere Comunicare oralmente Mantenere l attenzione

Dettagli

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno LICEO A. MEUCCI - APRILIA (LT) Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno Le linee guida per la programmazione annuale si riferiscono al secondo

Dettagli

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Allegato N 11 Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Finalità Le finalità generali dell insegnamento della lingua straniera comprendono: l acquisizione

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO

ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE TECNICO DELLA GESTIONE AZIENDALE INDIRIZZO INFORMATICO Il docente di Tecniche professionali dei servizi commerciali concorre a

Dettagli