~ r '--"~ VEGA OIL SpA POZZO PER RICERCA DI IDROCARBURI "ELSA 2" STUDIO DIIMPATTOAMBIENTALE SINTESI NON TECNICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "~ r '--"~ VEGA OIL SpA POZZO PER RICERCA DI IDROCARBURI "ELSA 2" STUDIO DIIMPATTOAMBIENTALE SINTESI NON TECNICA"

Transcript

1 ~ r '--"~ VEGA OL SpA POZZO PER RCERCA D DROCARBUR "ELSA 2" STUDO DMPATTOAMBENTALE SNTES NON TECNCA

2 . Vega Ol SpA POZZO Esa 2 - SA - Sntes non tecnca }1.. \ NDCE ' l M PREMESSA 3~ l' ~ PRESENTAZONE DELLA SOCETA' PROPONENTE 3 11 CONCLUSON 4 ~ 1. QUADRO D RFERMENTO PROGRAMMATCO 6 l J 2. QUADRO D RFERMENTO PROGETTUALE 7! 3. QUADRO D RFERMENTO AMBENTALE 11 \ '; ';.l ;!) ; : : c; ". " \ C 'j. - ;'~:: 3 ]

3 ; ; J! Vega Dl SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca ~REMESSA l presente Studo d mpatto Ambentale per l pozzo "Esa 2" da perforare nel permesso B.R 268 RG ubcato nel medo mare Adratco è stato redatto nell'ambto del D.P.R. 526/94 che dscplna la normatva n merto alla valutazone dell'mpatto ambentale relatva all'attvtà d prospezone rcerca e coltvazone d drocarbur lqud e gassos n mare. l contenuto dello studo s rfà allo schema dettato dall'allegato C che s artcola ne tre quadr prevst Programmatco Progettuale Ambentale e comprende la fase d stma qualtatva-quanttatva degl mpatt sulle dfferent component ambental. n partcolare al fne d fornre un adeguato approfondmento degl aspett tecnc e delle problematche legate alla salvaguarda dell'ambente sono state llustrate e dsaggregate con precsone le prncpal fas che caratterzzano l'attvtà d perforazone esploratva e le component ambental che nel loro nseme permettono d fornre un quadro esaustvo de real mpatt sul tratto d mare n cu l pozzo rcade. PRESENTAZONE DELLA SOCETA' PROPONENTE La Vega Ol S.p.A. è una compagna petrolfera nteramente controllata dalla Cygam Energy nc. socetà canadese quotata sulla borsa d Toronto (TSX Venture Exchange). La Cygam Energy ha sede prncpale a Calgary (Canada) e due uffc operatv a Roma (Vega Ol) e a Tuns (Rgo Ol). Obettvo prncpale della socetà è l'esplorazone e lo svluppo d drocarbur lqud e gassos n Europa e ne paes del Medterraneo. La Vega è presente n tala dal 2003 e l suo portafoglo esploratvo comprende cnque permess d rcerca (due off-shore e tre on-shore) d cu quattro come operatore pù un'stanza d permesso on-shore. n tala la Vega Ol S.p.A. ha sede legale e uffc n va Romeo Rome 27 Roma. La Cygam Energy conduce anche attvtà d esplorazone n Tunsa tramte la Rgo Ol che è ttolare d quattro permess d rcerca d cu tre come operatore. c' 4

4 Vega O/ SpA Pozzo E/sa 2 - SA - Sntes non tecnca.! "; CONCLUSON L'area oggetto dell'ndagne s trova a rdosso della costa abruzzese n un tratto d mare dove non sono present zone sottoposte a vncol. La profondtà dell'acqua raggunge un massmo d crca 33 metr. l fondale costtuto da un fango lmoso dello "1\ spessore d almeno metr presenta una morfologa omogenea dgradante verso '.J C l l mare aperto senza aspertà d notevole rlevo. L'ambente marno è quello tpco dell'adratco centro-settentronale con la presenza al fondo d due bocenos tpche '1 de fangh terrgen coster e delle sabbe fn ben calbrate. f t l tpo d pesca professonale prevalente è quella a strascco seguta dalla pesca con ret da posta e palangres anche d superfce per la pesca de tunnd. Per quanto rguarda le operazon specfche alla perforazone gl effett sull'ambente marno possono consderars null o trascurabl n parte per lo scarso mpatto d alcune operazon ma n gran parte per le msure d prevenzone e d attenuazone adottate orma da tempo n questo tpo d attvtà. Dalle azon svolte sulla pattaforma s potranno avere n manera molto attenuata emsson sa sonore che d fum e produzone d rfut che saranno smaltt n parte n mare ma nella maggor parte a } terra. n partcolare s avranno emsson n atmosfera prodotte da generator d -. \' corrente e da prove d produzone che rentrano ne lmt prevst dalle norme del D.M. 12/07/1990; scarco a mare de resdu almentar preventva mente trturat e setaccat ~ n conformtà alle norme MARPOL; scarco a mare de lquam cvl e delle acque d. raffreddamento preventvamente sottopost a trattamento d depurazone n conformtà alle norme MARPOL; emsson sonore che raggungeranno al massmo nella zona motor l valore d 90 Leq(A). Sulla terraferma saranno trasportat tutt gl altr rfut sold e lqud prodott sulla pattaforma e precsamente: fangh e detrt d perforazone fangh n sovrappù delle vasche d stoccaggo acque d lavaggo mpanto acque meteorche cadute sull'mpanto lqud d sentna rfut sold e urban ol da prove d produzone. Quest rfut prma d essere portat a terra per essere smaltt o rutlzzat secondo le norme ambental attualmente vgent potranno subre un eventuale trattamento sulla pattaforma. l poszonamento della pattaforma per la perforazone del pozzo esploratvo potrebbe essere d ntralco seppur mnmo alle operazon d pesca. Quest'effetto negatvo da una parte è mtgato dalla brevtà del tempo d permanenza della pattaforma (crca 90 gorn) dall'altra potrebbe assumere anche un aspetto postvo n quanto negl! : : 1 5 ~ J è.

5 J - Vega O/ SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca mmedat dntorn potrebbero crears botop nteressant per la pesca. Per quello che concerne la fne de lavor o problem accdental che dovessero ntervenre n fase d completamento del pozzo o d chusura mnerara le tecnche che verranno adottate garantscono la scurezza sa rguardo alla fuoruscta ncontrollata d lqud d strato che rguardo al mscela mento nel sottosuolo tra flud d strat dvers. Per quanto rguarda l'anals delle possbl nterferenze dervant dalle future attvtà d perforazone con le zone costere crcostant queste saranno: - nterferenza geomorfologa: n quanto l'ubcazone del pozzo è ad una dstanza tale dalla costa da non pregudcare n nessun caso l naturale andamento del fondo marno; - nterferenza ecosstemca e terrtorale: n quanto non pregudca l'attuale assetto del terrtoro sa esso a vocazone agrcola ndustrale turstca o d aree natural protette; - nterferenza vsva: parzale n quanto la sagoma della pattaforma d perforazone (jack-up) potrà costture un contrasto cromatco seppure molto lmtato nel tempo tale da non alterare l'attuale assetto vsvo. Anche e soprattutto durante le operazon notturne potrà avere un forte rchamo vsvo costtuendo soprattutto un evento d curostà d breve durata puttosto che un'alterazone del paesaggo preesstente.. "!t '.. \7' 6 "..

6 Vega Dl SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca 1. QUADRO D RFERMENTO PROGRAMMATCO Nel quadro d rfermento delneato dal Pano Energetco Nazonale lo svluppo delle rsorse energetche nazonal rappresenta uno degl obettv programmatc ndvduat come prortaro Per quanto rguarda le font non rnnovabl l'mpegno è concentrato sull'ncremento della produzone nazonale d gas e petrolo. l progetto relatvo al pozzo "Esa 2" s nquadra pertanto nell'obettvo d accrescmento e valorzzazone delle rsorse nazonal d drocarbur.. l' ;: 7 " f J..

7 Vega Ol SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca 2. QUADRO D RFERMENTO PROGETTUALE l pozzo esploratvo "Esa 2" che s stua nel permesso d rcerca "B.R268.RG" e raggungerà la profondtà d 4700m è ubcato nel medo mare Adratco ed ha le seguent coordnate: Longtudne Lattudne 14 27' 02"87 Est d Greenwch 42 25' 02"55 Nord La dstanza dalla costa è d crca 7 km (38 mgla marne). La profondtà dell'acqua è d 33m su un fondale prettamente fangoso. l tema esploratvo prncpale è costtuto da calcar dolomtc della formazone Maolca la cu sezone è rsultata mneralzzata a olo nel pozzo Esa 1. l pozzo verrà perforato utlzzando un mpanto d tpo Jack-ulJ (pattaforma moble con poszonamento al fondo tramte gambe retrattl) n quanto la profondtà dell'acqua è nferore a 90m. Prma d poszonare l Jack-up sulla postazone prescelta un sopralluogo dell'ubcazone a mezzo d apposte nav avrà lo scopo d raccoglere una sere d nformazon sul fondo del mare tal da dsegnarne l quadro ambentale t completo e defnre tutt gl ntervent necessar a prevenre possbl rsch per \ l'ambente proteggere zone d partcolare sensbltà e poszonare con scurezza le \:" tè;: strutture necessare alle operazon d perforazone. L'mpanto d perforazone assemblato sul Jack-up è costtuto dalla torre d. perforazone o "derrck" l'argano la tavola rotary un sstema d vasche e pompe per l. fango l'attrezzatura d perforazone (aste e scalpell) generator d elettrctà e motor. Per la crcolazone del fango nelle perforazon n mare s utlzza un tubo a cannocchale d larghe dmenson detto "rser" che collega la testa pozzo poszonata sul fondo del mare con l'mpanto n superfce. Nel sstema rotary lo scalpello pogga sul fondo del pozzo ed è collegato alla superfce da una sere d aste cave avvtate l'una nell'altra al cu nterno crcola l fango d perforazone messo n movmento da un sstema d pompe draulche. La prma d queste aste partendo dalla superfce ha sezone polgonale (asta quadra) e passa attraverso una pastra (tavola rotary) che presenta un foro della stessa sezone. La tavola rotary ruotando mette n movmento l'nseme delle aste e lo scalpello present nel pozzo. Attraverso un mancotto flessble collegato all'estremtà superore dell'asta quadra vene nettato a pressone l fango un fludo generalmente costtuto da acqua e polmer bodegradabl la cu composzone vene costantemente controllata al fne d rspondere n ogn momento della perforazone a determnate caratterstche d denstà e vscostà controblancando così la pressone de flud present nelle '" ~ : c~~~ 8 L M; c? - J

8 Vega O/ SpA Pozzo E/sa 2 - SA - Sntes non tecnca formazon medante la creazone d un sottle pannello mpermeable lungo le paret del foro; l fango noltre uscendo a pressone dagl ugell dello scalpello opera un'azone d dsgregazone della rocca permettendone la rsalta a gorno oltre a raffreddare e a lubrfcare lo scalpello stesso. Con l procedere della perforazone al fne d garantre la stabltà delle paret del pozzo vengono dsces ad ntervall decs n base alla stratgrafa e al top dell'obettvo da raggungere una sere d tub d accao - dett casng o colonne - d dametro nferore a quello dello scalpello e decrescente a partre dalla superfce. casng hanno la prmara funzone d evtare l crollo delle paret del " t foro con conseguente perdta della battera d perforazone; noltre la cementazone ( de casng alle paret del pozzo evta la venuta d flud (acque d formazone o drocarbur) dalle formazon attraversate che potrebbero compromettere la scurezza t del sondaggo. Prma d nzare la perforazone vene poszonata sul fondo del mare la testa pozzo una struttura fssa collegata al prmo casng al quale vengono fssate le attrezzature scurezza (BOP) ed l rsero Tecnche d prevenzone de rsch ambental Come gà detto precedentemente è compto del fango contrastare con la sua pressone drostatca l'ngresso de flud d strato nel foro. Perché cò avvenga ovvamente la pressone eserctata dal fango deve essere sempre superore o uguale Ct a quella d strato. Durante la fase d perforazone n partcolar stuazon geologche ; 14 flud d strato possono avere pressone superore a quella dovuta al solo normale ;. gradente drostatco dell'acqua con l rscho d eruzon ncontrollate d drocarbur lqud e gassos. Tale condzone s rconosce quando appost sensor vsv ed acustc accertano l'aumento d volume del fango nelle vasche. Blow Out Preventers (B.O.P.) sono delle attrezzature d d scurezza che hanno la precsa funzone d prevenre od ostacolare la fuoruscta ncontrollata d flud (fango e drocarbur) dal pozzo. B.O.P. dspongono d una sere d saracnesche che s chudono sulle aste a pozzo lbero o tubato e sono azonat da dspostv automatc o manual localzzat sull'mpanto d perforazone. Una volta bloccato l flusso e chuso l pozzo s prowede a mettere n atto tutte le procedure operatve necessare a rprstnare le condzon d equlbro nel pozzo con pompaggo d fango a denstà superore a quella del fludo d formazone. Emsson d gas n generale gas provenent dalle formazon sono anche se n concentrazone dversa H2S (Solfuro d drogeno) e n msura levemente mnore CO2 (Bossdo d ~' ~;';. 9 ;' ~.".. '...'

9 Vega O/ SpA Pozzo E/sa 2 - SA - Sntes non tecnca Carbono); entramb tossc e n grado d provocare forme d avvelenamento nella bosfera. La pattaforma d perforazone è dotata d sensor d gas collegat con sstem d allarme acustco che s azonano allorquando vengono superat valor d rscho. Segnalator vsv del tpo a luc lampeggant ed ndcator della drezone del vento sono noltre present sulla pattaforma per meglo localzzare nel caso c sa la necesstà la va da segure per l'abbandono mmedato. Prevenzone nqunamento marno L'mpanto d perforazone off-shore è dotato d un sstema drenagg e contentor onde mpedre qualsas sversamento n mare d acque povane contamnate fango d perforazone elo ol d sentna. lquam cvl (scarch W.C. lavandn docce cambusa) prma d essere scarcat n mare vengono trattat chmcamente. L'mpanto d perforazone è assstto 24 ore su 24 da una nave appoggo che oltre che fungere da stoccaggo temporaneo per materal necessar alla perforazone (gasolo acqua bentonte barte casngs) è dotato d opportuna scorta d dsperdente e attrezzato con appost bracc per l suo eventuale mpego n mare n caso d sversament accdental d olo. La base d appoggo a terra n questo caso Ortona sarà dotata dell'attrezzatura necessara per un prmo ntervento d emergenza tramte le nav appoggo n caso d sversament accdental d olo n mare. L'attrezzatura ctata conssterà n: 500m d barrere antnqunamento 2 skmmer (recuperator meccanc) per la raccolta dell'olo. galleggante sulla superfce dell'acqua 200 fust d dsperdente chmco materale oleo-assorbente (sorbent booms sorbent blanket ecc.). Msure d attenuazone d mpatto ed eventuale montoraaao La pattaforma d perforazone prma d essere poszonata sull'ubcazone scelta sarà dotata d un sstema antnqunamento n ogn zona operatva: pano sonda sala macchne zona pompe e zona motor; tutte dotate d sentna per la raccolta d lqud oleos provenent da possbl sversament d ol lubrfcant. Ess saranno raccolt n cassonett e perodcamente trasfert sulla nave appoggo per l trasporto a terra. Produzone de rfut rfut sono costtut da rfut d tpo urbano (lattne carton legno stracc ecc.) rfut dervant dalla perforazone (fango n eccesso e detrt ntrs d fango) acque reflue (acque d lavaggo mpanto meteorche d sentna) lquam cvl (scarch W.C. lavandn docce ecc.).. l!'.~ lo L J

10 Vega O/ SpA Pozzo E/sa l-sa - Sntes non tecnca.. Una stma delle quanttà d rfut che verranno prodott durante la perforazone d un pozzo nell'area n esame utlzzando dat statstc raccolt per pozz esegut n passato nelle vcnanze è rportata n tabella: Rfut urban Fango (sold + acqua) Detrt d perforazone Lquam cvl Ton. m3 m3 m Emssone d nqunant chmc nell'atmosfera ~ alla Oltre alle gà ctate emsson legate alla fuoruscta d element gassos col fludo d perforazone altre sorgent nqunant dell'atmosfera sono grupp elettrogen. Da dat fornt da costruttor component n emssone per un sngolo generatore rsultano essere entro lmt d legge. Produzone d rumor Sulla pattaforma d perforazone le font d rumore sono date da: motor desel tavola rotary argano pompe e cementatc con valor compres tra 90 e 100dB. Chusura mnerara Nel caso d mancat ndz d manfestazon durante la perforazone o a seguto d esto negatvo o non economco da parte de test condott nelle formazon obettvo del sondaggo (n foro scoperto o tubato) l pozzo sarà consderato sterle e s procederà sua chusura mnerara coè alla sequenza d operazon che precede l suo defntvo abbandono medante la posa d mnmo 2 tapp d cemento post a profondtà da defnre e d lunghezza non nferore a 100 metr e d un tappo superfcale d crca 200 m. l rprstno del fondo del mare sarà effettuato dopo l'esecuzone del tappo d cemento superfcale con l taglo delle colonne sporgent che potrebbero provocare danno alle ret d pesca utlzzate da pescherecc. Prove d produzone e completament Alla conclusone della perforazone del pozzo esploratvo nel caso che sano stat rnvenut drocarbur s procederà all'esecuzone d prove che accertno la produttvtà de lvell mneralzzat. Nel caso che l'esto de test sa postvo ed economco l pozzo verrà "completato" per la produzone. l completa mento ha lo scopo d predsporre l pozzo alla produzone n modo permanente e n condzone d scurezza. Temp d messa n posto dell'mpanto. della perforazone. d eventual prove d produzone. della rmozone delle strutture e dell'abbandono postazone ~ ; :1 " ~ j l

11 Vega Ol SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca!'. temp della messa n postazone sono legat al tpo d mpanto che verrà utlzzato. Nel caso d Jack-up l poszonamento potrà rchedere al massmo 3 gorn. La perforazone del pozzo fno alla profondtà d crca 4700 metr consderando che le dffcoltà operatve n queste condzon geologche sano rdotte al mnmo rchederà crca 90 gg. Le eventual prove d produzone avranno una durata d crca 4 gg per ogn prova. Un perodo d 2 gg. sarà suffcente per la rmozone delle strutture d fondo mare e l'abbandono della postazone.! '...!~!!. ~ 12 L... "'"k"" -

12 t.. Vega Dl SpA Pozzo Esa 2 - SA - Sntes non tecnca ".. \ 3. QUADRO D RFERMENTO AMBENT ALE La defnzone del quadro ambentale d nsermento del pozzo Esa 2 ha rguardato le seguent component: - Regme vncolstco - Caratterstche batmetrche del fondo marno - Condzon meteo-oceanografche - Ecosstema bocenos e caratterzzazone bologca Tal aspett sono stat descrtt e rportat nelle fgure e negl allegat cartografc. Le attvtà svolte per la descrzone del quadro ambentale hanno compreso la raccolta presso uffc ed ent pubblc e prvat.!! ; ~ r " ț l :! \. 13. ~~~ - - ' l

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Fondamenti di Fisica Acustica

Fondamenti di Fisica Acustica Fondament d Fsca Acustca Pro. Paolo Zazzn - DSSARR Archtettura Pescara Anals n requenza de segnal sonor, bande d ottava e terz d ottava. Rumore banco e rumore rosa. Lvello equvalente. Fsologa dell apparato

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA

PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA PARTE II LA CIRCOLAZIONE IDRICA La acque d precptazone atmosferca che gungono al suolo scorrono n superfce o penetrano n profondtà dando orgne alla crcolazone, la quale subsce l nfluenza d molt fattor

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

AMPLIFICAZIONI. LS500B A sub. manuale

AMPLIFICAZIONI. LS500B A sub. manuale AMPLIFICAZIONI manuale AMPLIFICAZIONI ATTENZIONE! rferment del manuale Possono essere provocate stuazon potenzalmente percolose che possono arrecare leson personal. Possono essere provocate stuazon potenzalmente

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart Kt d conversone gas CELSIUS/Hydrosmart IT (04.06) SM Indce 2 Indcazon per la scurezza 3 Legenda de smbol 3 1 Regolazone del gas - Celsus/Hydrosmart 4 1.1 Trasformazone gas 4 1.2 Impostazon d fabbrca 4

Dettagli

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato I COMUNE DI VAIANO Provnca d Prato DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI d local Appalto del Servzo pulza e sanfcazone ed arred stuat n edfc d propretà del Comune d Vaano per l perodo

Dettagli

1. DESCRIZIONE GENERALE

1. DESCRIZIONE GENERALE 1. DESCRIZIONE GENERALE 1.1 Premessa L ntervento oggetto della presente relazone tecnca rguarda l mpanto d rvelazone e segnalazone ncend da realzzare a servzo del locale archvo dell edfco scolastco sto

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

Capitolo 2 Dati e Tabelle

Capitolo 2 Dati e Tabelle Captolo 2 Dat e Tabelle La Descrzone della Popolazone La descrzone d una popolazone passa attraverso due fas: 1. la formazone de dat statstc 2. la sntes de dat La formazone del dato statstco prevede: ()

Dettagli

Induzione elettromagnetica

Induzione elettromagnetica Induzone elettromagnetca L esperenza d Faraday L'effetto d produzone d corrente elettrca n un crcuto prvo d generatore d tensone fu scoperto dal fsco nglese Mchael Faraday nel 83. Egl studò la relazone

Dettagli

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA)

XXX.XX Ordinanza sulla contrassegnazione delle automobili nuove con l etichetta ambientale (Ordinanza sull etichetta ambientale, OEA) XXX.XX Ordnanza sulla contrassegnazone delle automobl nuove con l etchetta ambentale (Ordnanza sull etchetta ambentale, OEA) del xx.xx. 2009 Il Consglo federale svzzero, vst gl artcol 8 capoverso e 6 capoverso

Dettagli

Questo è il secondo di una serie di articoli, di

Questo è il secondo di una serie di articoli, di DENTRO LA SCATOLA Rubrca a cura d Fabo A. Schreber Il Consglo Scentfco della rvsta ha pensato d attuare un nzatva culturalmente utle presentando n ogn numero d Mondo Dgtale un argomento fondante per l

Dettagli

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari Rlevatore d fumo rado fumonc 3 rado net Infomazon per locatar e propretar Congratulazon! Nella vostra abtazone sono stat nstallat rlevator d fumo ntellgent fumonc 3 rado net. In questo modo l locatore

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE

UNIVERSITA DI PALERMO CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE UNIVERSITA DI PALERMO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE AMBIENTALE E AEROSPAZIALE CORSO DI IMPIANTI DI TRATTAMENTO SANITARIO-AMBIENTALE FILTRAZIONE a cura d: Prof. Ing. Gaspare Vvan e Ing. Mchele Torregrossa

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Calibrazione. Lo strumento idealizzato

Calibrazione. Lo strumento idealizzato Calbrazone Come possamo fdarc d uno strumento? Abbamo bsogno d dentfcare l suo funzonamento n condzon controllate. L dentfcazone deve essere razonalmente organzzata e condvsa n termn procedural: s tratta

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI

CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI CARATTERISTICHE DI PERICOLO PER I RIFIUTI Il rfuto che contene una o pù sostanze classfcate con uno de codc d classe e categora e uno de codc d ndcazone fgurant nella tabella 1 è valutato rspetto alla

Dettagli

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente

CONTRIBUTI ISTAT. L utilizzazione delle surveys per la stima del valore monetario del danno ambientale: il metodo della valutazione contingente CONTRIBUTI ISTAT L utlzzazone delle surveys per la stma del valore monetaro del danno ambentale: l metodo della valutazone contngente Lda Brond(*) (**) (*) ISTAT Dpartmento per la produzone statstca e

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE

BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. OBBLIGAZIONI CON OPZIONE EUROPEA DI TIPO CALL O PUT PLAIN VANILLA, ASIATICA O DIGITALE Socetà cooperatva per azon Sede socale: Vcenza, Va Btg. Framarn n. 18 scrtta al n. 1515 dell Albo delle Banche e de Grupp Bancar, codce AB 5728.1 Capogruppo del "Gruppo Banca Popolare d Vcenza Captale

Dettagli

.REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO (L. 44 74995)

.REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO (L. 44 74995) .REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL'NQUNAMENTO ACUSTCO (L. 44 74995) TTOLO DSPOSZON GEQERAL l Art. 1 - Campo d applcazone l. l presente regolamento dscplna la gestone delle competenze della Cttà d

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO

RISPARMIO ENERGETICO RISPARMIO ENERGETIO GRUPPO DI OGENERAZIONE ON MOTORE A OMBUSTIONE INTERNA Ttolo Abtract e obettv Ambto INSTALLAZIONE DI UN GRUPPO DI OGENERAZIONE ON MOTORE A OMBUSTIONE INTERNA (M..I.) PER LA PRODUZIONE

Dettagli

MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA

MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA U.O. Protezone Cvle MODELLO SPEDITIVO PER LA PREVISIONE DELLA DISPONIBILITÀ IDRICA NEL BACINO DEL PO IN PERIODI DI SICCITA Centro Funzonale Component del gruppo d lavoro: Nomnatvo Ente Tel. Fax Ing. Maurzo

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 240 DEL 29 LUGLIO 2014 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 VOLUME 2 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI R. Fagla (*), M. Flppn (**), A. Zappon (***) (*)Dp. Ing. Meccanca Unv. degl Stud

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b)

Modello idraulico - Rapporto tecnico. (Rev. 0b) ASAP LIFE06/ENV/IT/000255 ASAP_D4-3_ModelloIdraulcoRappTecnco_IT_0b 1/20 LIFE06/ENV/IT/255 A.S.A.P. Actons for Systemc Aqufer Protecton The ASAP proect s partally funded by the European Unon LIFE Programme

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216

Manuale di istruzioni Manual de Instruções Millimar C1208 /C 1216 Manuale d struzon Manual de Instruções Mllmar C1208 /C 1216 Mahr GmbH Carl-Mahr-Str. 1 D-37073 Göttngen Telefon +49 551 7073-0 Fax +49 551 Cod. ord. Ultmo aggornamento Versone 3757474 15.02.2007 Valda

Dettagli

Errori nel Posizionamento Satellitare

Errori nel Posizionamento Satellitare Error nel Poszonamento Satelltare Tpologe Casual Sstematc o d Modello D Osservazone L accuratezza è stmata come l 1% della lunghezza d onda (Regola Emprca). Codce C/A: ±3 m; Codce P: ±0,3 m; Portant L1,

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

Studio grafico-analitico di una funzioni reale in una variabile reale

Studio grafico-analitico di una funzioni reale in una variabile reale Studo grafco-analtco d una funzon reale n una varable reale f : R R a = f ( ) n Sequenza de pass In pratca 1 Stablre l tpo d funzone da studare es. f ( ) Determnare l domno D (o campo d esstenza) della

Dettagli

Valutazione del rischio radiogeno nel decapaggio di metallo contaminato con materiali radioattivi

Valutazione del rischio radiogeno nel decapaggio di metallo contaminato con materiali radioattivi Valutazone del rscho radogeno nel decapaggo d metallo contamnato con materal radoattv Donzella A. (*), Formsano P. ( ), Grolett E. ( ), Zenon A. (*) (*) INFN e Dp. d Ingegnera Meccanca, Unverstà d Bresca,

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO

16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 20122013 16. BILANCIO ENERGETICO DELL EDIFICIO 16.1 INTRODUZIONE La legslazone talana prevede la certfcazone energetca degl edfc [1,2,3,4]. Gl edfc, o meglo

Dettagli

Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica Università di Bologna. Sistemi radiomobili cellulari

Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica Università di Bologna. Sistemi radiomobili cellulari Dpartmento d Elettronca Unverstà d Bologna Sstem radomobl cellular Le comuncazon radomobl Satellte Zona 4: Globale Zona 3: Suburbana Zona 2: Urbana Zona 1: In-Buldng Macro-Cell Mcro-Cell Pco-Cell Telefono

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Remote Power Switch. Guida d installazione

Remote Power Switch. Guida d installazione Remote Power Swtch Guda d nstallazone Hq Internazonale w w w. m n c o m. c o m Hq Nordamercano Hq Europeo Jerusalem, Israel Tel: + 72 2 535 666 mncom@mncom.com Lnden, NJ, USA Tel: + 0 46 200 nfo.usa@mncom.com

Dettagli

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE Assoc az one A N G E LI CENTROANTI VI OLENZA, ANTI STALKI NG EANTI STUPRO Pr oget t o:rete ANGELI BandoPer c or s nret e2013 A N G E LI Cent r oant v ol enz a, Ant s t al k ngeant s t upr o Gu da al l

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA MEDIANTE MICRORETI CON GASSIFICAZIONE DEL CARBONE

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA MEDIANTE MICRORETI CON GASSIFICAZIONE DEL CARBONE PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA MEDIANTE MICRORETI CON GASSIFICAZIONE DEL CARBONE MODELLAZIONE STAZIONARIA E NON STAZIONARIA FABIO SERRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl

Condizionamento srl. catalogo generale 2007. EV Condizionamento srl EV Condzonamento srl EV Condzonamento srl catalogo generale 2007 Magazzno, uffco commercale e ammnstratvo: Va Lucreza Romana, 65/m 00043 Campno (RM) Italy Tel +39 6 79320072 (6 lnee r.a.) Fax +39 6 79320078

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

Manuale d uso. Per l utente. Manuale d uso VAM 6-050 W2N VAM 6-060 W2N VAM 6-085 W3N VAM 6-085 W4N. Unità A Parete

Manuale d uso. Per l utente. Manuale d uso VAM 6-050 W2N VAM 6-060 W2N VAM 6-085 W3N VAM 6-085 W4N. Unità A Parete Manuale d uso Per l utente Manuale d uso VAM 6-050 WN VAM 6-060 WN VAM 6-085 W3N VAM 6-085 W4N Untà A Parete IT ÍNDICE INTRODUZIONE Istruzon d scurezza... 3. Smbol utlzzat... 3. Utlzzo conforme dell'untà...

Dettagli

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE 15833 13/12/2007 Identfcatvo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE AGGIORNAMENTO DELLA PROCEDURA DI CALCOLO PER PREDISPORRE L'ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000

LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 LA RETE DINAMICA NAZIONALE (RDN) ED IL NUOVO SISTEMA DI RIFERIMENTO ETRF2000 L. Baron, F. Caul, D. Donatell, G. Farolf, R. Maserol, Servzo Geodetco - Isttuto geografco Mltare - Frenze 1. Premessa La Rete

Dettagli

Metodi di Ottimizzazione mod. Modelli per la pianificazione delle attività

Metodi di Ottimizzazione mod. Modelli per la pianificazione delle attività Metod d Ottmzzazone mod. Modell er la anfcazone delle attvtà Paolo Dett Dartmento d Ingegnera dell Informazone e Scenze Matematche Unverstà d Sena Metod d Ottmzzazone mod. Modell er la anfcazone delle

Dettagli

Gestione dell energia negli impianti di climatizzazione e di processo Fatturazione dei costi di ventilazione basata sui consumi effettivi

Gestione dell energia negli impianti di climatizzazione e di processo Fatturazione dei costi di ventilazione basata sui consumi effettivi Gestone dell energa negl mpant d clmatzzazone e d processo Fatturazone de cost d ventlazone basata su consum effettv GESTIONE DELL ENERGIA E RILEVAMENTO DEI CONSUMI ANCHE NEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica

Progetto Lauree Scientifiche. La corrente elettrica Progetto Lauree Scentfche La corrente elettrca Conoscenze d base Forza elettromotrce Corrente Elettrca esstenza e resstvtà Legge d Ohm Crcut 2 Una spra d rame n equlbro elettrostatco In un crcuto semplce

Dettagli

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero.

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero. Crolare Dereto Legslatvo 155/97 - Sstema HACCP e onvolgmento de ompart Imballagg Ortofruttol e Sughero. Sheda esplatva D.Lvo 155/97" Sopo del presente doumento è quello d llustrare gl aspett nerent alla

Dettagli

Ottimizzazione nella gestione dei progetti Capitolo 6 Project Scheduling con vincoli sulle risorse CARLO MANNINO

Ottimizzazione nella gestione dei progetti Capitolo 6 Project Scheduling con vincoli sulle risorse CARLO MANNINO Ottmzzazone nella gtone de progett Captolo 6 Project Schedulng con vncol sulle rsorse CARLO MANNINO Unverstà d Roma La Sapenza Dpartmento d Informatca e Sstemstca 1 Rsorse Ogn attvtà rchede rsorse per

Dettagli

. Brochure Liquidi 0.2014. www.acmpsrl.com - info.acmp@gmail.com

. Brochure Liquidi 0.2014. www.acmpsrl.com - info.acmp@gmail.com . Brochure Lqud 0.2014 www.acmpsrl.com - nfo.acmp@gmal.com . INDICE. 1 Lqudo Autosgllante/Turafalle. 2 Lqudo Pultore. 3 Lqudo Neutralzzante/Protettvo. 4 Lqudo Antcongelante. 5 Prodott per Pulza e Manutenzone.

Dettagli

Istruzioni di installazione Caldaia murale a gas a camera stagna CERASTAR

Istruzioni di installazione Caldaia murale a gas a camera stagna CERASTAR Istruzon d nstallazone Caldaa murale a gas a camera stagna CERASTAR Junkers Bosch Gruppe 4389-1.2/G ZWE 24-4/3 HA 23 OSW Indce Indce Avvertenze 3 Spegazone de smbol present nel lbretto 3 1 Caratterstche

Dettagli

Normativa sismica Ponti pagina 1/33 1 CAMPO DI APPLICAZIONE...3 2 OBIETTIVI DEL PROGETTO...3 3 CRITERI GENERALI DI PROGETTAZIONE...

Normativa sismica Ponti pagina 1/33 1 CAMPO DI APPLICAZIONE...3 2 OBIETTIVI DEL PROGETTO...3 3 CRITERI GENERALI DI PROGETTAZIONE... Normatva ssmca Pont pagna 1/33 NORME TECNICHE PER IL PROGETTO SISMICO DEI PONTI 1 CAMPO DI APPLICAZIONE...3 OBIETTIVI DEL PROGETTO...3 3 CRITERI GENERALI DI PROGETTAZIONE...3 4 LIVELLI DI PROTEZIONE ANTISISMICA...3

Dettagli

Guida all autovalutazione in fase di progetto Protocollo ITACA - Marche

Guida all autovalutazione in fase di progetto Protocollo ITACA - Marche Guda all autovalutazone n fase d progetto Protocollo ITACA - Marche Indce Defnzone delle caratterstche geometrche, archtettonche e d utlzzo d un edfco rappresentatvo della tpologa resdenzale (caso-studo)

Dettagli

AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA AEROACUSTICA DELLE STRUTTURE SOSPESE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA Guseppe Fammengh (1), Petro Paolo Marchesell (2), Francesca Baocco (3), Dorna Spoglant (4), Marco Salomone (5), Carlo Alessandro

Dettagli

Calcolo della potenza e dell energia necessaria per la climatizzazione di un edificio

Calcolo della potenza e dell energia necessaria per la climatizzazione di un edificio Calcolo della potenza e dell energa necessara per la clmatzzazone d un edfco Rcambo d ara Ø dsperson Rcambo d ara φ φ dsperson + φ rcambo d'ara φ dsperson ΣUS (t nt t est ) φ rcambo d'ara Σn V ρ ara c

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE Italano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI LEONE FRANCESCO Indrzzo 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro Telefono 0981-30254 Cellulare: 333-2011030 Fax

Dettagli

The original laser distance meter. The original laser distance meter. Analist Group

The original laser distance meter. The original laser distance meter. Analist Group Leca Leca DISTO DISTO TM TM D510 X310 The orgnal laser dstance meter The orgnal laser dstance meter Indce Impostazone dello strumento - - - - - - - - - - - - - 2 Introduzone - - - - - - - - - - - - - -

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE, L UTILIZZO E LA MANUTENZIONE DEL REGOLATORE GENIUS POWER SIN VERSIONE PRELIMINARE

MANUALE DI ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE, L UTILIZZO E LA MANUTENZIONE DEL REGOLATORE GENIUS POWER SIN VERSIONE PRELIMINARE MANUALE D STRUZON PER L NSTALLAZONE, L UTLZZO E LA MANUTENZONE DEL REGOLATORE GENUS POWER SN VERSONE PRELMNARE CONDZON D GARANZA L appareccho è garantto per 24 mes dalla data d acqusto contro dfett d fabbrcazone

Dettagli

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO XIII ADM - XV INGEGRAF Internatonal Conference on TOOLS AND METHODS EVOLUTION IN ENGINEERING DESIGN Cassno, June 3 rd, 2003 Napol, June 4 th and June 6 th, 2003 Salerno, June 5 th, 2003 PROGETTAZIONE PER

Dettagli

LE CARTE DI CONTROLLO

LE CARTE DI CONTROLLO ITIS OMAR Dpartento d Meccanca LE CARTE DI CONTROLLO Carte d Controllo Le carte d controllo rappresentano uno degl struent pù portant per l controllo statstco d qualtà. La carta d controllo è corredata

Dettagli

TECNICA DELLA SICUREZZA ELETTRICA

TECNICA DELLA SICUREZZA ELETTRICA UNVERST DEGL STUD D PLERMO FCOLT D NGEGNER DSPENS DEL CORSO D TECNC DELL SCUREZZ ELETTRC (ntegratva del lbro d testo) Prof. Stefano Mangone RFERMENT LEGSLTV E NORMTV 1.1 RFERMENT LEGSLTV Legge 1/3/68 n.

Dettagli