CURRICULUM VITAE. DLBMRA66A52G479J Coniugata con Fraternali Grilli Giovanni e madre di due bambine ISTRUZIONE, FORMAZIONE, ESPERIENZE PROFESSIONALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM VITAE. DLBMRA66A52G479J Coniugata con Fraternali Grilli Giovanni e madre di due bambine ISTRUZIONE, FORMAZIONE, ESPERIENZE PROFESSIONALI"

Transcript

1 CURRICULUM VITAE DATI ANAGRAFICI Cognome e Nome Mara Del Baldo Affiliazione Dipartimento di Economia, Società, Politica (DESP) Facoltà di Economia Università degli Studi di Urbino Carlo Bo via Saffi URBINO (PU) Recapiti telefonici 0722/ (ufficio); 349/ (cellulare) Nazionalità italiana Luogo e data di nascita Pesaro (PU) il Indirizzo di residenza Via Villa Parigi, n. 6, Montegridolfo, Cap (RN) Codice Fiscale DLBMRA66A52G479J Stato civile Coniugata con Fraternali Grilli Giovanni e madre di due bambine ISTRUZIONE, FORMAZIONE, ESPERIENZE PROFESSIONALI Anno scolastico : Maturità tecnica (Ragioniere e Perito Commerciale) con punti 60/60 conseguita presso l Istituto Tecnico Commerciale D. Bramante, Pesaro. Anno accademico : Laurea in Economia e Commercio con punti 110/110 presso l Università degli Studi di Urbino, con discussione della tesi dal titolo Le strategie di non crescita delle piccole imprese, relatrice Prof. I. Marchini, correlatore Prof. G. Ferrero. settembre 1985-giugno 1988: collaborazione presso studio di consulenza aziendale e direzionale (Pesaro) con mansioni di natura amministrativa e consulenziali, in area controllo gestionale. giugno 1988-settembre 2000: assunzione (contratto formazione e lavoro confermato nell anno in contratto a tempo indeterminato) e successivo percorso di carriera presso istituto di credito (Banca delle Marche SpA), con avvicendamento in posizioni di responsabilità (vice-titolarità e titolarità di Filiali); qualifica raggiunta: quadro direttivo (ultima promozione febbraio 1999). La formazione in ambito bancario, di pari passo a quella universitaria, ha consentito di approfondire la conoscenza delle dinamiche socio-economiche e del tessuto imprenditoriale del territorio, oltre a sperimentare capacità di gestione della complessità organizzativa e delle risorse. 4 settembre 2000: presa di servizio quale ricercatore in Economia Aziendale, settore scientifico-disciplinare SECS-P/07, presso l Istituto di Studi Aziendali della Facoltà di Economia di Urbino Carlo Bo. D.R. n. 767/2000 del 4 settembre 2000 Nomina ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare P02A Economia Aziendale con decorrenza economica e giuridica 4/9/2000 (Procedura di valutazione comparativa bandita con D.R. n 263/99 in data 18 marzo 1999). D.R. n. 321/01 del 1 marzo Inquadramento nel SSD SECS-P/07 Economia Aziendale. febbraio-ottobre 2002: frequenza delle lezioni tenute nell ambito dei cicli XVI e XVII del Dottorato di Economia Aziendale della Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Urbino. Moduli di: Metodologia della ricerca, Storia delle discipline economico aziendali, Teoria d azienda, Strategia e politica aziendale. Docenti: B. Maggi, G. Galassi, S. Pezzoli, P. Sabbatucci, P. Bastia, K. Giusepponi, A. Paolini, M. Ciambotti, I. Marchini. 30 novembre 2004: conferma/inquadramento nel ruolo di ricercatore confermato (Decreto Rettorale n. 1474/04 del ) con decorrenza giuridica ed economica a decorrere dal 4 settembre maggio 2010: Training Workshop Gender in Research organized on behalf of the European Commission, University of Urbino, May,19-20 May. giugno 2011: partecipazione al Sidrea Forum, Acting in an International Accounting Research Setting, International Summer School hosted by the Faculty of Economics, Forlì Campus, of the University of Bologna, Bertinoro, 16 th of June

2 LINGUE STRANIERE - inglese: buono sia parlato che scritto; - francese: buono sia parlato che scritto. CONOSCENZE INFORMATICHE - Pacchetto Microsoft Office (Word, Excel, PowerPoint, Access); Microsoft Project -per la gestione dei progetti-; vari programmi di posta elettronica e sistemi operativi Windows 95/98/ME/XP. TITOLI ACCADEMICI - Vincitore della valutazione comparativa per un posto di Ricercatore a tempo indeterminato per il settore scientifico-disciplinare SECS-P/07 Economia Aziendale, presso la Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. - Visiting maggio 2011: Visiting Professor,/Scholar presso University of Vigo, Department of Finances and Accounting (Departamento de Economia Financiera y Contabilidad; Corresponding Associate Professor: Belén Fernandez-Feijoo Souto ), dal 18 al 22 maggio 2011, dove sono state tenute lezioni in inglese a studenti di corsi undergraduate, post-graduate e master a cui è stato rivolto il seguente Teaching program:, Valori e attitudini imprenditoriali alla base della diffusione della Responsabilità sociale d impresa e della sostenibilità nelle piccole e medie imprese; Impegno sociale, comunicazione, e governance nelle PMI italiane: un analisi delle relazioni con gli stakeholders e dei profili di gestione socialmente responsabile. L esperienza di alcune imprese con l anima ; Responsabilità sociale d impresa e sostenibilità: missione, governo e comunicazione nelle PMI italiane. Il caso di BoxMarche, un impresa conviviale e di territorio ; Reti pubbliche e private basate sui valori. L orientamento alla CSR del governo locale in Italia. settembre 2012: 13-15th September 2012: Italian Member of AFECA (Association de Formations Européennes à la Comptabilité et à l Audit). Participation to AFECA IP 2012, University of Luxemburg, Centre for Research and Economic Analysis, Intensive Programme of the Association de Formations Européennes à la Comptabilité et à l Audit (AFECA) (the programme was taugh during 10 consecutive days, of which a minimum of 75% seminar/guided project work) (associate Professor of Audit, Conference Chair Prof. Dr. Anke Müßig). Programma di alta formazione europea interuniversitaria internazionale destinato a Graduate and PHD students; La sottoscritta ha promosso l adesione, per l Italia (prima Università Italiana aderente al Progetto) dell Ateneo di Urbino, Facoltà di Economia, Dipartimento di Economia, Società, Politica, a partire dall anno ATTIVITA DIDATTICA Attività didattica principale quale docente titolare di insegnamenti universitari presso l Ateneo di Urbino a.a : collaborazione e affiancamento insegnamento annuale di Imprenditorialità e Piccole imprese tenuto dalla Prof.ssa I. Marchini (didattica frontale relativa a moduli del programma; svolgimento case-study, tradotti dal testo originale inglese a cura di Sue Birley, Institute of Small Business Management, London Business School). a.a : collaborazione e affiancamento insegnamento annuale di Economia Aziendale tenuto dalla Prof.ssa Isa Marchini (svolgimento modulo di 16 ore), al IV anno del corso di laurea in Economia Aziendale e di Economia e Commercio. a.a : affidamento corso estivo di Imprenditorialità e Piccole imprese e svolgimento relativi esami di profitto. a.a : conferimento supplenza per l insegnamento semestrale di Imprenditorialità e piccole imprese (obbligatorio al I anno del corso di laurea in Economia Aziendale, facoltativo per altri corsi di laurea); svolgimento seminari integrativi con il coinvolgimento di esponenti del mondo imprenditoriale. a.a.2002/2003, , : conferimento supplenza/affidamento per l insegnamento annuale La gestione strategica delle piccole imprese (obbligatorio al II anno del corso di laurea in Economia Aziendale, 2

3 orientamento imprenditoriale e del corso di laurea in Marketing e Comunicazione d azienda, facoltativo per altri corsi), 10 crediti. a.a : collaborazione all insegnamento annuale di Teoria e applicazioni delle piccole imprese, titolare Prof. F.M. Cesaroni, corso di laurea specialistica in Economia Aziendale, I anno, 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento annuale di La gestione delle funzioni delle piccole imprese, (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, III anno e laurea specialistica, II anno), 10 crediti. a.a : collaborazione all insegnamento annuale di Teoria e applicazioni delle piccole imprese, titolare Prof.ssa F.M. Cesaroni (corso di laurea specialistica in Economia Aziendale, I anno), 10 crediti. a.a : collaborazione all insegnamento annuale di Ragioneria II, titolare Prof.ssa P. Demartini. a.a : affidamento dell insegnamento annuale di Economia e governo delle piccole imprese (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, III anno, e laurea specialistica, II anno), 10 crediti. a.a : affidamento corso estivo per il medesimo insegnamento. a.a : collaborazione al corso di Ragioneria II, titolare Prof.ssa P. Demartini. a.a ; : affidamento dell insegnamento annuale di Economia e governo delle piccole imprese (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, III anno e laurea specialistica, II anno),10 crediti. a.a : affidamento corso estivo per il medesimo insegnamento. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Economia e governo delle piccole imprese (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, III anno e laurea specialistica, II anno), 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Ragioneria Generale ed Applicata (corsi di laurea Economia Aziendale, curriculum Amministrazione d impresa e Professione sede di Fano), 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Ragioneria Generale ed Applicata (corsi di laurea Economia Aziendale, curriculum Amministrazione d impresa e Professione sede di Fano), 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Economia e governo delle piccole imprese (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, III anno e laurea specialistica, II anno), 10 crediti. a.a : supplenza insegnamento di Elementi di economia aziendale (corso di laurea triennale in Biotecnologie, secondo anno), Dipartimento di Scienze Biomolecolari, Facoltà di Scienze e Tecnlogie, 6 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Ragioneria Generale ed Applicata (corsi di laurea Economia Aziendale, curriculum Amministrazione d impresa e Professione sede di Fano), 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Economia e governo delle piccole imprese (corso di laurea triennale in Economia Aziendale, Economia e Commercio, III anno), 8 crediti. Corso misto: parte in italiano e in parte in lingua straniera/inglese Small Business Economics and Management, con esami e colloqui anche in lingua inglese, relativamente al modulo: responsabilità sociale d impresa e strumenti di comunicazione nelle PMI. a.a : supplenza insegnamento di Elementi di economia aziendale (corso di laurea triennale in Biotecnologie, secondo anno), 6 crediti, Dipartimento di Scienze Biomolecolari, Facoltà di Scienze e Tecnologie. a.a. 2012/2013: affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Ragioneria Generale ed Applicata (corsi di laurea Economia Aziendale, curriculum Amministrazione d impresa e Professione sede di Fano), 10 crediti. a.a : affidamento dell insegnamento (attribuzione del titolo di Professore Aggregato) di Ragioneria Generale ed Applicata (corsi di laurea triennali in Economia Aziendale) sede di Urbino, 10 crediti. a.a : supplenza insegnamento di Elementi di economia aziendale (corso di laurea triennale in Biotecnologie, secondo anno), 6 crediti, Dipartimento di Scienze Biomolecolari, Facoltà di Scienze e Tecnologie. 3

4 Didattica Integrativa e collaborazione all attività didattica universitaria Attività didattica presso la Facoltà di Economia degli Studi di Urbino a.a. 2001/2002; ; ; ; : Partecipazione al progetto seminariale per l acquisizione di n. 2 crediti formativi rivolto agli studenti della Facoltà iscritti ad anni superiori al secondo, L impresa e la sua complessità (responsabile Prof. Massimo Ciambotti, Direttore dell Istituto Studi Aziendali). Organizzazione e svolgimento degli incontri seminariali presso la Facoltà, con l intervento di imprenditori della Provincia di Pesaro-Urbino, didattica in aula, tutoraggio focus group per analisi delle aree di intervento (posizionamento strategico del prodotto, contabilità direzionale, gestione risorse umane, ecc.), sostegno ad elaborazione tesina finale, affiancamento nelle visite aziendali. a.a. 2006/2007; ; Promotore e responsabile del seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio sulla responsabilità sociale delle imprese - PMI e best pratices, realizzato in collaborazione con Gruppo Giovani Industriali, Confindustria Pesaro e Provincia di Pesaro-Urbino. Organizzazione e svolgimento di incontri seminariali, testimonianze e visite aziendali, incontri di studio, tutoraggio studenti. a.a Promotore e responsabile del seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio sulla responsabilità sociale delle imprese, 4 a edizione, CSR e sostenibilità at work. Quali impatti sul controllo di gestione dell impresa, realizzato in collaborazione con Confindustria Marche (periodo dic 2009-apr 2010) Organizzazione e svolgimento di incontri seminariali, testimonianze e visite aziendali, incontri di studio, tutoraggio studenti. a.a Collaborazione al seminario (responsabile Prof. E. Righini) per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Il bilancio e la responsabilità sociale delle organizzazioni e degli enti pubblici e privati, in collaborazione con Comune di Pesaro. Modulo didattico sul tema: Responsabilità sociale e PMI Valori imprenditoriali e radicamento territoriale: verso la responsabilità sociale di territorio?, Fano, 12 marzo a.a ; Promotore e responsabile seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio di contabilità 1 (approfondimento della contabilità generale tramite l ausilio di supporti informatici professionali; subsistema informativo contabile e rilevazione dei fatti amministrativi tramite software di contabilità generale). Seminario relativo a n. 18 ore di lezioni frontali supportate dall uso di un software gestionale per la registrazione dei fatti aziendali in contabilità generale, realizzato insieme al dott. Antonio Rizzuto e Marco Gavasci. a.a Promotore e responsabile del seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio sulla responsabilità sociale delle imprese, 5 a edizione Responsabilità sociale d impresa e sostenibilità: theory and praxis (periodo dic mar-apr 2011) in collaborazione con Confindustria Pesaro Concorso Orientagiovani 2011 Dal valore del singolo alla squadra di valore. Organizzazione e svolgimento di incontri seminariali, testimonianze e visite aziendali, incontri di studio, tutoraggio studenti durante lo svolgimento dei lavori di gruppo e la realizzazione dell elaborato finale; partecipazione agli eventi di presentazione e, membro giuria a.a Collaborazione al seminario (responsabile Prof. E. Righini) per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Il bilancio e la responsabilità sociale delle organizzazioni e degli enti pubblici e privati, in collaborazione con Comune di Pesaro. Modulo didattico sul tema: Responsabilità sociale e PMI Valori imprenditoriali e radicamento territoriale: verso la responsabilità sociale di territorio?, Fano, 1 aprile a.a Promotore assieme a Prof. E. Righini del seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio sulla responsabilità sociale delle organizzazioni e degli enti pubblici e privati, in collaborazione con Comune di Pesaro. Fano, secondo semestre- Presentazione del laboratorio, Fano, 22 marzo; lezione Fano 23 marzo 2012 Responsabilità sociale e PMI. Valori imprenditoriali e radicamento territoriale: verso la responsabilità sociale del territorio. Il Progetto I.Re.M. della Regione Marche ; Fano 20 aprile valutazione elaborati. a.a

5 Promotore e responsabile seminario per l acquisizione di n. 2 crediti formativi Laboratorio di contabilità 1 (approfondimento della contabilità generale tramite l ausilio di supporti informatici professionali; subsistema informativo contabile e rilevazione dei fatti amministrativi tramite software di contabilità generale). Fano, feb-mag a.a Promotore e responsabile seminario per l acquisizione di n. 1 credito formativo Gioco e simulazione per la tenuta della contabilità aziendale, finalizzato a fornire strumenti per progettare un idea di impresa e tenerne la contabilità. Fano, 1 semestre. a.a Promotore di due seminari (interdisciplinari e interfacoltà) per l acquisizione di n. 2 crediti formativi ciascuno, Imparare con le aziende: Orientagiovani Confindustria at work, in collaborazione con Confindustria Pesaro-Giovani Industriali, Provincia di Pesaro e Urbino e Ufficio scolastico regionale per le Marche, realizzati a Urbino nel primo e secondo semestre. Organizzazione e svolgimento degli incontri con i docenti coinvolti nell iniziativa, gli imprenditori aderenti al progetto di didattica laboratoriale, realizzazione incontri di studio e visite aziendali, tutoraggio studenti durante lo svolgimento dei lavori di gruppo lo svolgimento dell elaborato finale, partecipazione agli eventi di presentazione dell iniziativa, membro commissione giudicatrice dei lavori premiati nell evento pubblico finale tenuto presso la sede locale Confindustria a fine a.a. Lezione tenuta il 28 marzo nell ambito del corso di Programmazione e controllo sul tema: Indicatori di performance quali-quantitativi: nuovi strumenti di controllo di gestione e di accountability; balanced score card indicatori di performance economico, sociale e ambientale dal bilancio sociale. a.a Lezioni tenute il 13 e 20 aprile 2012 presso la sede di Fano nell ambito dell accordo esecutivo relativo al progetto Dall Accounting all Accountability: Responsabilità Sociale d Impresa e nuovi strumenti di rendicontazione e di comunicazione aziendale, tra DESP e Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili per la formazione continua. Lezione 13 aprile ( ): Il bilancio sociale; l esperienza dei laboratori sul bilancio sociale semplificato e sull Avvocatura responsabile nell ambito del progetto PercoRSI-Rimini; lezione del 20 aprile: GBS: Linee Guida e principi di redazione; GRI: Linee Guida e principi di redazione. Lezioni accreditate nell ambito della formazione Professionale continua dall Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e dall Ordine degli Avvocati e dei Procuratori (crediti formativi n. 3). a.a Promotore di seminari per l acquisizione di crediti formativi: - Orientagiovani Confindustria in collaborazione con Confindustria Pesaro-Giovani Industriali, Provincia di Pesaro e Urbino e Ufficio scolastico regionale per le Marche, realizzati a Urbino nel primo e secondo semestre, 2 crediti formativi (studenti corsi di laurea magistrale e triennale); - Laboratorio sulla responsabilità sociale delle organizzazioni e degli enti pubblici e privati, in collaborazione con Prof. Righini E., presso sede di Fano, 2 crediti formativi (studenti corsi di laurea magistrale e triennale); - Laboratorio di contabilità 1, sia presso sede di Fano che Urbino, 2 crediti formativi (studenti corsi di laurea triennale); - Gioco e simulazione per la tenuta della contabilità aziendale, presso sede di Fano, 1 credito formativo (studenti corsi di laurea magistrale e triennale). Attività didattica presso altre sedi 2001: Analisi e contabilità dei costi, lezione frontale (15 ore) nell ambito del modulo di Economia Aziendale del Corso IFTS Tecnico per la comunicazione multimediale aziendale e commercio elettronico, Asfo 2001, Urbino, ottobre. 2002: Strumenti per l analisi dei costi, lezione frontale (6 ore), nell ambito del ciclo di seminari Bilancio e costi, Corso di Economia dell Impresa, Facoltà di Scienze Politiche, Urbino, ottobre. 2005: Il controllo di gestione nelle piccole imprese. Vincoli e specificità, lezione frontale, modulo di Programmazione e controllo del XIX e XX ciclo di dottorato in Economia Aziendale delle Università di Macerata-Politecnica delle Marche-Urbino, Macerata 23 giugno. 2005: Principi di Economia Aziendale, lezioni (8 ore frontali; 2 ore Fad) nell ambito dell Unità Analisi del sistema impresa, Modulo 1, Fondamenti di Economia e Management, Master in Logistica Integrata per l Est Europa e l Estremo Oriente, Università degli Studi di Urbino, sede distaccata di Fano, 6 e 12 settembre. 5

6 2005: Principi di Logistica Aziendale ed Interaziendale, lezioni (8 ore frontali; 3 Fad) nell ambito dell Unità Logistica aziendale ed interaziendale, Modulo 2 Tecniche e tecnologia di base, Master Logistica Integrata per l Est Europa e l Estremo Oriente, Università degli Studi di Urbino, sede distaccata di Fano, 20 e 29 settembre. 2006: Il controllo di gestione nelle piccole imprese, lezione frontale, modulo di Programmazione e controllo del XXI e XXII ciclo di dottorato in Economia Aziendale delle Università di Macerata-Politecnica delle Marche-Urbino-Ancona, Macerata, 17 maggio. 2007: Logistica di impresa: in and out-bound logistics, logistica interna, quasi manufacturing, riverse logistics, outsourcing logistico, lezioni (8 ore frontali) nell ambito del I Modulo Fondamenti di Economia e Management del Master in Logistica e relazioni con i Paesi Asiatici e l Europa dell Est (in ambito ICT), Università degli Studi di Urbino, sede distaccata di Fano, 22 e 23 febbraio. 2007: Vincoli e specificità del controllo di gestione nelle piccole imprese, Lezione frontale tenuta nel contesto del modulo di Programmazione e controllo del XXII e XXIII ciclo di dottorato in Economia Aziendale e Economia e Management delle Università di Macerata, Politecnica delle Marche, Urbino, Macerata, 13 settembre. 2008: Imprenditorialità femminile: opportunità e vincoli, Seminario tenuto presso l Istituto Tecnico Commerciale D. Bramante, Pesaro, 28 marzo. 2008: Logistica aziendale; concetti generali; aspetti della logistica di impresa; logistica, competitività e organizzazione; aspetti applicativi e casi aziendali ; 8 ore di docenza (Moduli 4: Gestione della Catena del valore e supply chain e 8: Attività didattiche pratiche) nell ambito del Master Universitario di Primo Livello in Nautical Business Management, a.a. 2007/2008, 29 maggio. 2008: Controllo di gestione e analisi dei costi ; Preventivazione e budgeting per il controllo strategico dell impresa seminari (8 ore) tenuti presso studio commerciale e di consulenza Sacet Consulting, Fano (PU), 15 e 18 gennaio. 2008: Finanza, Rischi, Ratings, Modulo di 22 ore di docenza nell ambito del corso di specializzazione Business Intelligence e Knowledge Management, Pesaro Point Spa, in collaborazione con Università degli Studi di Urbino, Pesaro, marzo-aprile. 2009: CSR e accountability. Il bilancio sociale, lezione tenuta nell ambito del Urbino, 18 giugno. 2009: Corporate Social Responsibility e strumenti di rendicontazione e di comunicazione. Il bilancio sociale, seminario, formazione professionale continua ordine dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Pesaro Urbino, 3 crediti formativi, Urbino, 10 dicembre. 2009: CSR e accountability. Il bilancio sociale, lezione tenuta nell ambito del modulo 4 (Bilancio e principi contabili) del corsi di dottorato in Economia e Management, Programmazione e controllo delle Università di Macerata-Politecnica delle Marche (Scuola di Dottorato Facoltà di Economia)-Urbino, Urbino, 18 giugno. 2010: La ricerca come strumento per accrescere la competitività delle PMI ; Nuove competenze e nuovi profili professionali nel settore della ricerca e sviluppo, corso Tecnico sviluppo Tecnologico (Mediatore della conoscenza, VII Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo), Provincia Pesaro-Urbino, FSE 2007/2008, asse IV Ob Sp I; 8 ore di docenza, Fano, 6 e 13 febbraio. 2010: La responsabilità sociale ed il bilancio sociale nelle PMI: teoria e prassi, seminario (2 h.) tenuto il presso la Facoltà di Economia dell Università di Bologna, Polo di Rimini, nell ambito del corso di laurea specialistica in Economia delle imprese Turistiche. 2011: Responsabilità sociale e PMI Valori imprenditoriali e radicamento territoriale: verso la responsabilità sociale di territorio?, lezione tenuta nell ambito del seminario l acquisizione di n. 2 crediti formativi Il bilancio e la responsabilità sociale delle organizzazioni e degli enti pubblici e privati, Fano, 1 aprile : La responsabilità sociale d impresa e il bilancio sociale, lezione tenuta nell ambito del modulo 4 Bilancio e principi contabili Ciclo XXVI di dottorato di ricerca in Management and Accounting (Univ. Macerata), dottorato di ricerca in Economia e Management (Univ. Urbino), Scuola di dottorato curriculum in Economia Aziendale (Univ. Politecnica delle Marche), Urbino, 7 settembre. 2011: La sostenibilità nelle piccole e medie imprese, Seminario tenuto nell ambito dell insegnamento di Bilancio sociale per il turismo sostenibile, corso di laurea magistrale in Economia del Turismo, (2 h.)rimini, Facoltà di Economia, 27 ottobre : Il contratto di rete nell ambito della ricerca sul processo di implementazione dello sviluppo sostenibile nelle aziende, Seminario tenuto nell ambito dell insegnamento di Bilancio sociale per il turismo sostenibile, corso di laurea magistrale in Economia del Turismo, (2 h.)rimini, Facoltà di Economia, 28 ottobre

7 2012: incarico per attività didattica nell ambito del corso FSE- 2007/2013, Asse I OB. Spec C Corso n Facilitatore aggregazioni reti d impresa (Cooperazione e Associazionismo) nel modulo formativo: UC 4 Conoscere ed applicare i fondamenti delle tecniche di negoziazione, motivazione e competenze relazionali del manager della rete UF 4.1 ore 16. Soggetto conferente l incarico: Confindustria PU, sede Pesaro. Attività didattica svolta nei mesi di giugno, luglio, settembre, ottobre e novembre Organizzazione visite sedi Confindustria per incontro con imprenditori aderenti a Contratti di Rete (Verona, Bologna, Firenze, Mantova, ecc.), tutoraggio e affiancamento funzionari Confindustria, CNA e Confartigianato Pesaro; organizzazione incontri preparatori e di feed-back dopo le visite. 2012: La responsabilità sociale d impresa e il bilancio sociale, lecture tenuta nell ambito del Mod. 4 Bilancio e principi contabili, dottorandi CICLO XXVII, Scuola di Dottorato della Facoltà di Economia G. Fuà dell Università Politecnica delle Marche di Ancona - Curriculum in Economia Aziendale, Dottorato di Ricerca in Management and Accounting - Università degli Studi di Macerata, Dottorato di Ricerca in Economia e Management - Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, Fano, Facoltà di Economia, 2 luglio :Università degli Studi di Bologna, Polo Scientifico-Didattico di Rimini, Conferimento incarico a titolo di lecturer nell ambito del corso di Laura Magistrale in Lingua Inglese, Tourism Economics and Management, I anno, insegnamento Sustainable Tourism, 26 ottobre 2012, 3 h., Bottom-up vs. Top-down approach to CSR and sustainability ATTIVITA SCIENTIFICA E DI RICERCA I principali temi di ricerca affrontati, che trovano riflesso nelle pubblicazioni e nei lavori presentati in convegni nazionali e internazionali riguardano i seguenti temi, di seguito specificati: 1. La logistica aziendale e interaziendale. Vincoli e opportunità dell offerta e della domanda logistica nelle imprese minori. 2. La comunicazione economico-finanziaria: e nuove tecnologie della comunicazione e dell informazione (ICT) applicate alla piccola impresa e il loro impatto e ruolo rispetto alla comunicazione economicofinanziaria e al controllo di gestione. 3. Imprenditorialità e piccola impresa: piccole imprese familiari; imprenditorialità femminile; strategie di sviluppo qualitativo e centrate sullo sviluppo delle relazioni (capitale relazionale) e del capitale sociale; determinanti e profili dell eccellenza imprenditoriale; radicamento al territorio (embeddedness). 4. Etica, responsabilità sociale d impresa (RSI-CSR) e strategie sociali delle imprese: i riflessi sulla mission, sulla governance, sulla comunicazione economico-finanziaria (accountability), sul controllo di gestione e i sistemi manageriali di programmazione e controllo, sulla competitività del sistema territoriale di riferimento. Rapporto tra valori imprenditoriali e imprenditorialità e managerialità orientate al bene comune. Bilancio sociale e strumenti di comunicazione e di rendicontazione integrata. Responsabilità sociale e sostenibilità applicate al contesto territoriale. 5. Principi contabili internazionali: applicabilità degli IAS for SMEs nel contesto italiano. 6. Gestione manageriale dei beni culturali: imprenditorialità e managerialità nella gestione del patrimonio culturale della Chiesa: musei ecclesiastici e musei diocesani. Prodotto, processo, mission, governance e accountability dei musei ecclesiastici. 7. Aggregazioni aziendali e reti di imprese: Il contratto di rete e la sua diffusione tra le imprese di piccola e medie dimensione: profili giuridici, strategici ed organizzativi; l efficacia strategica del contratto di rete rispetto ad altre forme di collaborazioni interaziendali o network formali, valutandoli in ottica comparativa, con particolare riferimento allo sviluppo internazionale. 8. Contabilità e cultura aziendale: il rapporto tra contabilità e cultura aziendale in una prospettiva storica; Accountability and Religion: il ruolo dei valori aziendali nelle logiche e negli strumenti contabili; cultura d impresa e sviluppo integrale dell azienda; il ruolo femminile nell accounting e nell accountability. 9. Accountability, Sustainability e rendicontazione integrata: il bilancio sociale, il bilancio di sostenibilità, il report integrato, come strumenti di rendicontazione e comunicazione della responsabilità sociale, etica, ambientale e il rapporto rispetto agli strumenti tradizionali di comunicazione economico-finanziaria. 10. Diversity Management: la gestione delle diversità (di genere, culturali, etniche, della diversa abilità, ecc) nel processo di governo e di gestione delle aziende; diversity management e responsabilità sociale d impresa. 7

8 1. La logistica aziendale ed interaziendale Allo studio dei contenuti e dell area di influenza della logistica rispetto al governo delle imprese, tematica indicatami dalla Prof.ssa Marchini, ho dedicato fin dai primi anni parte dell attività di ricerca, svolgendo un analisi della letteratura, anche sul piano interdisciplinare, e soffermandomi in particolare sull analisi dell offerta e della domanda logistica delle imprese di dimensioni minori. L enfasi è stata posta sui problemi organizzativi, operativi e strategici dell assetto logistico e sulle scelte di esternalizzazione e di integrazione logistica. Nell ambito della stesura del lavoro monografico ho in prima persona gestito una ricerca empirica svolta su base inter-regionale che ha interessato oltre 300 PMI manifatturiere e di logistica e trasporto, sviluppando sia l analisi quantitativa che quella di singoli casi aziendali. Nella realizzazione e prosecuzione dello studio in tale ambito ho preso parte a diversi momenti di confronto con docenti della Facoltà urbinate (Istituto di Studi Economici), di altri Atenei e organismi di ricerca (CNR Napoli, Istituto di Ricerche sulle Attività Terziarie -RAT-); ed operatori del mondo economico locale, nazionale ed internazionale, partecipando a Convegni, network e workshop sul tema, di cui si citano i seguenti: Convengo annuale Sinergie, Lecce, 2002; Convegno Regione Marche, Autorità Portuale, Politiche economiche per il sistema dei trasporti e della logistica, Ancona, 7 luglio 2001; Convengo Regione Marche, Ottimizzazione delle economie esterne del distretto di Fabriano, Fabriano, 5 ottobre 2002; Convegno Il Sole 24 Ore-Confindustria Emilia Romagna, Vincere la sfida della time efficiency, Bologna 22 ottobre 2002; Incontro di studio, Logistica in Business Networks, prof. Hakan Hakansson, Norvegian School of Management-Bi, Urbino, 29 aprile 2002; European Logistics Forum, Genova, 2002, 29 ottobre 2002, City Logistics Expo, Padova, aprile Assieme ad altri colleghi della Facoltà ho partecipato agli incontri informativi sui lavori di progettazione del Consorzio Nazionale Interuniversitario per i Trasporti e la logistica -NITEL, sede in Genova, Dipartimento di Ingegneria Elettrica dell Università degli Studi di Genova (rappresentante per l Ateneo urbinate Prof. G. Polidori), dei Master di Primo Livello della Facoltà di Economia dell Università di Urbino Logistica Integrata per l Est Europa e l Estremo Oriente; Logistica e relazioni con i Paesi Asiatici e l Europa dell Est; Nautical Business Management, nell ambito dei quali ho tenuto moduli di lezione. Sul piano della produzione scientifica lo studio è confluito nell opera monografica La logistica nell economia delle imprese minori, Aspi-Ins-Edit, Genova, 2006 e in diversi altri saggi pubblicati su riviste accreditate. 2. Le nuove tecnologie della comunicazione e dell informazione (ICT) applicate alla piccola impresa e il loro impatto e ruolo rispetto alla comunicazione economico-finanziaria e al controllo di gestione Allo studio della piccola impresa, che ho intrapreso fin dai primi anni di attività universitaria presso l Istituto di Studi Aziendali della Facoltà di Economia urbinate e, ancora prima, durante lo svolgimento del lavoro in ambito bancario, ho dedicato e dedico gran parte dell attività di ricerca. Nello specifico, lo studio della tematica in oggetto è stato avviato nel 2000 ed è proseguito negli anni prendendo parte ai seguenti gruppi di ricerca sulle nuove tecnologie ICT: : ricerca di rilevante interesse nazionale cofinanziata dal MIUR-COFIN 2000, La comunicazione economico-finanziaria delle aziende nei mercati internazionali, coordinatore scientifico nazionale prof. L. Marchi, coordinatore locale: Prof.ssa F.M. Cesaroni Tema dell unità di ricerca di Urbino: La comunicazione economico-finanziaria delle piccole imprese che operano nei mercati internazionali. Il lavoro è confluito nella realizzazione del Convegno ICT e informazione economico-finanziaria, nell ambito del quale ho presentato una relazione, e nelle pubblicazioni: M. Paoloni, F.M. Cesaroni, P. Demartini (a cura di), Internazionalizzazione e comunicazione economico-finanziaria delle piccole imprese, F. Angeli, Milano, 2005; F.M. Cesaroni, P. Demartini (a cura di), ICT e informazione economico-finanziaria. Saggi sull applicazione delle nuove tecnologie nelle grandi e nelle medie imprese. La ricerca è durata più di due anni e, in una seconda fase, ha riguardato la comunicazione via internet (ricerca nazionale co-finanziata dal MIUR - COFIN 2002, coordinatore scientifico nazionale prof. C. Teodori, coordinatore locale: prof. F.M. Cesaroni) : progetto di ricerca Bando Regione Marche Delibera CIPE 17/2003, tema ICT e piccole imprese, finanziato dalla Regione Marche (DGR n 1245 del 22/09/2003), coordinatore regionale del progetto Prof. V. Stocchi, coordinatore locale per il modulo ICT e piccole imprese Prof. G. Ferrero, 8

9 coordinatore sotto unità di ricerca del progetto La valorizzazione delle ICT per la qualificazione e lo sviluppo delle piccole e medie imprese marchigiane Prof.ssa P. Demartini. Le aree tematiche hanno interessato l indagine degli effetti dell introduzione delle ICT sul controllo di gestione delle PMI. Lo studio è confluito nella pubblicazione curata da G. Ferrero, Le ICT per la qualificazione delle Piccole Imprese Marchigiane, Carocci Ed., Imprenditorialità e piccola impresa Nell ambito della decennale tradizione di studi sulla piccola impresa che caratterizza la Facoltà di Economia di Urbino sto coltivando diversi filoni di studio relativi ad aspetti, determinanti e manifestazioni del fenomeno imprenditorialità e piccola impresa tra i quali: le motivazioni dell agire imprenditoriale e le propensione alla crescita e ai percorsi di sviluppo della piccola impresa; l imprenditorialità femminile; la gestione della finanza aziendale nelle piccole imprese alla luce dell entrata in vigore di Basilea II; le problematiche di gestione e di governo delle organizzazioni culturali di piccola dimensione. Più recentemente, ho affrontato il tema del family business, dei valori imprenditoriali e familiari, sviluppando tale filone tematico nell ambito degli studi sulla diffusione della responsabilità sociale d impresa e della sostenibilità nelle piccole e medie imprese. Ho inoltre avviato una ricerca sui tratti di eccellenza delle piccole imprese, con particolare riferimento al territorio marchigiano, L attività di ricerca, condotta combinando sul piano metodologico gli approcci di analisi deduttivo e induttivo (metodo sintetico della ricerca) e sviluppando l analisi sul campo (ricerca empirica), su basi quantitative e qualitative, è anche finalizzata ad arricchire la qualità degli insegnamenti aventi ad oggetto la piccola impresa previsti nei diversi corsi di laurea e a sostenere la rivista Piccola Impresa/Small Business della Facoltà di Economia Urbinate. Diversi sono i lavori prodotti sulle tematiche indicate, e i casi aziendali contemplati, presentati in occasione di convegni e incontri di studio nazionali e internazionali, i seminari (didattici e non), rivolti anche ad esponenti del mondo imprenditoriale e loro associazioni di categoria, attività che contribuisce a rafforzare il legame della Facoltà e i rapporti di proficua interazione tra mondo accademico e tessuto economico ed istituzionale locale e nazionale. 4. La responsabilità sociale d impresa: i riflessi sulla mission, sulla governance, sulla comunicazione economico-finanziaria (bilancio sociale, ambientale, di sostenibilità, strumenti direzionali e di controllo innovativi), con particolare riferimento alle piccole imprese. Le PMI socialmente orientate e il radicamento al territorio: dalla responsabilità sociale d impresa alla responsabilità sociale territoriale Dal 2003 ho aderito come rappresentante della Facoltà di Economia di Urbino al network provinciale (Provincia di Pesaro-Urbino) Eticamente, che ha come scopo la sensibilizzazione del mondo imprenditoriale, istituzionale ed accademico alla diffusione della RSI. L attività di ricerca, avviata muovendo riflessioni di portata generale sull etica nell impresa e dell impresa e, più in generale sulla CSR (Corporate Social Responsibility), si è successivamente focalizzata sulla diffusione degli strumenti di rendicontazione e delle azioni di responsabilità sociale nelle piccole e medie imprese. Nel corso del 2007 e del 2008 dette aree tematiche sono state inserite nel programma dell insegnamento a me affidato ed ho avviato un Laboratorio sulla Responsabilità Sociale delle imprese (per l attribuzione di crediti formativi) in collaborazione con associazioni imprenditoriali e istituzioni locali. Nel giugno 2008, su autorizzazione del Consiglio della Facoltà di Economia, ho promosso la partecipazione dell Ateno Urbinate al progetto di ricerca della Comunità Europea presentato dalla Provincia di Pesaro-Urbino nell ambito del Call for proposal VP/2008/2007 under PROGRESS Programme Projects in the fields of Corporate Social Responsibility, assieme ad altri partner, anche stranieri: Il progetto contempla lo svolgimento di una prima indagine conoscitiva sui modelli di CSR presenti nella Regione Marche e un analisi comparativa rispetto a quelli prevalenti in altre due aree distrettuali europee, ad alta intensità di piccole imprese. La ricerca su queste tematiche, tuttora in corso, è confluita nella produzione di diversi paper, presentati a convegni nazionali ed internazionali, nella pubblicazione di articoli, nella realizzazione del Convegno Corporate Social Responsibility & Accountability. Esperienze di impegno e di comunicazione per una gestione socialmente responsabile, Urbino, Facoltà di Economia, 10 aprile Sta proseguendo con uno studio empirico (che vede la collaborazione di una dottoranda della Facoltà) condotto su un campione di PMI marchigiane, finalizzato a tratteggiare e modellizzare gli orientamenti imprenditoriali. L attività di ricerca negli ultimi due anni si è indirizzata verso l analisi delle forme di sviluppo di network socialmente orientati che vedono come attivatori e protagonisti PMI caratterizzate da un forte radicamento territoriale; la prospettiva si è quindi estesa a considerare lo sviluppo di percorsi di governance territoriale 9

10 socialmente orientata in cui le imprese entrano in relazione con stakeholders presenti sul territorio (pubblica amministrazione locale, altre imprese, associazioni imprenditoriali e di categoria, sindacali, non profit, di ricerca, ) caratterizzati da una forte coesione sociale, dando luogo a forme, progetti e azioni orientati alla sostenibilità e che si tipicizzano per un approccio bottom-up. Un filone di ricerca avviato recentemente è quello focalizzato sulla verifica della relazione tra diffusione della CSR e dell orientamento alla sostenibilità e sistemi di controllo di gestione. Lo scopo è di vedere come, nell impresa i sistemi manageriali di programmazione e controllo (sia in termini di struttura che di processo e di strumenti) e gli strumenti di contabilità direzionale sono influenzati dalla presenza di un orientamento alla CSR e alla sostenibilità e come il controllo di gestione (in termini di nuovi strumenti di misurazione e di controllo, ad esempio balanced score card; nuovi parametri e indicatori) evolva arricchendo lo spettro delle variabili e degli indicatori identificati, rilevati e monitorati. Anni Partecipazione Bando FIRB 2009 Proposal Social Responsibility in Italian SMEs, coordinatore Erica Costa, Università di Trento, Bergamo, Bologna. Unitamente all attività di ricerca e alle pubblicazioni, la promozione del tema è sostenuta attraverso il personale coinvolgimento in diverse attività di divulgazione con associazioni imprenditoriali, sindacali, enti, locali e nazionali, tra le quali si citano: - collaborazione con Confindustria Pesaro, Sezione Giovani Industriali: partecipazione a progetti e iniziative di diffusione della CSR sul territorio sia presso scuole ed Istituti superiori che presso imprese (incontri di studio, conferenze stampa, concorsi ed iniziative premiali quali evolutivamente, formativamente, responsabilmente ). - Regione Marche Progetto I.Re.M. (Impresa Responsabile Marchigiana): partecipazione, in rappresentanza dell Università degli Studi di Urbino, al Multistakeholder Forum, organo politico ed operativo del progetto; organizzazione Seminario in Regione La responsabilità sociale nel contesto socio-economico marchigiano. Lo sviluppo del sistema regionale delle imprese socialmente responsabili ; -collaborazione con il Comune di Pesaro, assieme ad altri docenti del Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici della Facoltà: Convenzione Comune di Pesaro e Dipartimento Disag per attività studio, analisi, consulenza, riguardante il bilancio di sostenibilità del Comune; organizzazione di iniziative pubbliche, quali seminari e convegni, volte a implementare sul territorio la diffusione del bilancio sociale e delle tematiche relative alla sostenibilità. -partecipazione al premio Sodalitas Social Award Ottava edizione (con attribuzione menzione e inserimento nell annuario 2010), Sezione associazioni ed enti pubblici: Titolo del progetto: Responsabilità sociale d impresa e territorio. L esperienza delle PMI marchigiane. Pubblicazione monografia sulla Collana Aspi Associazione per lo studio della piccola e media impresa, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Urbino e progetto diffusione sensibilizzazione, formazione, informazione a livello regionale della CSR e della sostenibilità. -partecipazione a numerosi convegni nazionali e internazionali, come di seguito indicato (sezione paper presentati). -promozione della collaborazione, assieme alla Facoltà di Economia, Polo di Rimini, Univ. Studi di Bologna, con la società S.G.R. Rimini, per la realizzazione di cicli seminariali (attivando la partecipazione di colleghi internazionali e di imprenditori) sul tema della sostenibilità, della CSR e del rapporto con il territorio, per l analisi del caso aziendale con specifico riferimento alla implementazione del bilancio di sostenibilità, per l accoglimento di studenti universitari in stage presso l azienda; -partecipazione agli incontri (stakeholder forum) promossi da Camera di Commercio Rimini, Onlus Figli del Mondo, Ordine Commercialisti ed esperti contabili di Rimini, per lo scambio delle esperienze relative ai progetti e percorsi di CSR e di sostenibilità e la realizzazione di progetti in collaborazione (diffusione di buone prassi; formazione accreditata rivolta ai professionisti, ecc.). 5. Principi contabili internazionali. Applicabilità degli IAS for Smes nel contesto italiano L interesse di ricerca nel campo della ragioneria internazionale è relativamente recente e non ha ancora riflessi in termini di pubblicazioni. Segnalo la partecipazione al gruppo di ricerca relativo al progetto presentato PRIN 2007 Applicabilità dei principi contabili internazionali IAS for SMEs, coordinatore nazionale Prof. Mauro Paoloni, coordinatrice unità operativa Università di Urbino, prof.ssa P. Demartini (altre unità operative: Università Piemonte Orientale; Università LIUC Castellana) e al progetto di ricerca PriceWaterhouseCoopers I principi contabili internazionali e le imprese non quotate: opportunità ed effetti economici, coordinatrice Prof.ssa P. Demartini. 10

11 6. Gestione manageriale dei beni culturali: imprenditorialità e managerialità nella gestione del patrimonio culturale della Chiesa: musei ecclesiastici e musei diocesani. Lo studio della gestione manageriale dei beni culturali rappresenta un filone relativamente nuovo nella tradizione di studi di economia aziendale, nell ambito del quale l ambito di indagine, rivolto alla gestione del patrimonio culturale ecclesiastico, costituisce un aspetto relativamente poco indagato. Dopo un primo approfondimento degli studi che hanno portato a due pubblicazioni di paper e presentazione degli stessi in convegni internazionali, nel corso del 2010 ho aderito al Gruppo di Studio e Attenzione AIDEA, presieduto dalla Prof.ssa Sibilio Barbara e dal Prof. Donato Fabio. In tale contesto il mio contributo è rivolto nello specifico all analisi dell esperienza di gestione e governo dei musei diocesani, attraverso una interpretazione in chiave economico aziendale della mission, della governante, dell accountability e del prodotto-processo tipico di tali realtà. Ho partecipato ad un primo workshop Politiche e management del Patrimonio Culturale nelle diverse prospettive del valore tenutosi a Lecce il Luglio 2011, nel quale ho presentato i primi risultati dello studio, che saranno successivamente sottoposti a riviste nazionali accreditate per la pubblicazione. Nell ambito del bando Prin 2009 ho partecipato al progetto Le dimensioni della responsabilità sociale nell accountability delle organizzazioni culturali di territorio (Corporate social responsibility dimensions and accountability of "territorial" cultural organizations), coordinatore scientifico Prof.ssa Tami (UNiv. Milano Bicocca), responsabile unità di ricerca Prof.ssa Baldarelli M.G. (Univ. Bo Polo Rimini) avente l obiettivo di verificare il grado di applicazione delle dimensioni della responsabilità sociale nelle organizzazioni culturali di territorio, con particolare riferimento alle aziende ed alle aggregazioni museali, attraverso casi di studio che hanno un essenziale legame con il territorio in cui insistono. 7. Aggregazioni aziendali e reti di imprese. Il contratto di rete e la sua diffusione tra le imprese di piccola e medie dimensione: profili giuridici, strategici ed organizzativi Nell ambito del fenomeno del networking, lo studio del fenomeno delle aggregazioni e delle reti di imprese, si focalizza in particolare sul contratto di rete, recentemente introdotto, allo scopo di analizzare come le imprese hanno impiegato il contratto di rete fino ad oggi e di riflettere sulla sua efficacia rispetto allo sviluppo delle piccole imprese. Nello specifico, è articolato su tre principali dimensioni di analisi: giuridica, strategica ed organizzativa, estendendosi ad esaminare gli obiettivi strategici insiti nella creazione delle reti, le operazioni o programma di rete previsto dal contratto, l organizzazione e la governance adottate. Accanto all analisi sul piano teorico, lo studio è sviluppato sul piano empirico, attraverso l analisi quantitativa dei contratti di rete stipulati in Italia e l analisi qualitativa di selezionati casi aziendali. I primi contributi dello studio esplorativo sono stati presentati al workshop internazionale I processi innovativi: le sfide oltre la crisi, Urbino settembre 2011; e al Rent XXV - Research in Entrepreneurship and Small Business, Entrepreneurial, Business and Society, 25th Anniversary Conference, Bodo, Norway, November 2011; International Conference in Economics and Administration (ICEA- FAA) and 1st Workshop on Decision-Making Processes in International Business Strategies, The Faculty of Business and Administration, University of BUCHAREST (Romania), 8 9 June 2012; 15th McGill International Entrepreneurship Conference, The Change in the Global Economy and the Future of International Entrepreneurship University of Pavia, September 21-23, 2012; Contemporaneamente, è stato avviata in collaborazione con Confindustria Pesaro, un progetto per l organizzazione di un corso rivolto a formare operatori delle associazioni di categoria (Confartigianato, CNA, Confindustria) con competenze di mediazione nella formazione di reti aziendali, con contenuti didattici specifici per le PMI e contatti diretti con imprenditori associati a contratti di rete selezionati nell ambito di quelli formati in diverse regioni italiane. 8. Contabilità e cultura aziendale Nell ambito del filone di ricerca Accountability and Religion: il ruolo dei valori aziendali e la diffusione dei valori aziendali nelle logiche e negli strumenti contabili, è stato avviato lo studio del caso Istituto S. Giuseppe per l Aiuto Materno e Infantile di Rimini, in collaborazione con Prof.ssa M.G. Baldarelli (Fac. Economia Bologna, polo Rimini), un esempio significativo di azienda fondata ad inizio novecento caratterizzata da finalità sociali e principi etici (a fondamento religioso) interessante per analizzare, attraverso lo studio empirico e la ricerca di archivio sui documenti contabili, il ruolo delle figure femminile e il contributo apportato rispetto alla mission, alla governance e all accountability dell Istituzione. Il caso si inserisce nel filone del rapporto tra cultura aziendale e contabilità e nello specifico in quello della prospettiva di analisi dell accunting religion, di recente sviluppato, che si interroga sulla diffusione di principi, logiche e strumenti contabili e manageriali nelle istituzioni religiose e, contemporaneamente, consente di fornire 11

12 contributi nell ambito del filone storico degli studi di Ragioneria. I primi risultati dello studio esplorativo ( Il ruolo dei valori aziendali nel processo di costruzione dello stato unitario: teoria e prassi; Il caso dell Istituto S. Giuseppe Opera Pia per l aiuto materno e infantile) sono stati presentati al XI convegno nazionale di Storia della Ragioneria Finalismo e ruolo delle aziende nel processo di costruzione dello Stato Unitario. Modelli aziendali e sistemi di produzione in Italia dal XIX al XX Secolo, Roma, 2-3 dicembre 2011 e pubblicati nella raccolta atti del convegno SISR (Società Italiana di Storia della Ragioneria). Sempre nell ambito del disegno di ricerca (sul ruolo della figura femminile nel rapporto tra cultura antropologica e cultura aziendale; sulla figura femminile rapporto tra rilevazioni contabili e valori antropologici; sul ruolo delle aziende nella costruzione dell identità nazionale del Paese nel periodo di consolidamento dello Stato unitario fino alla Grande guerra, caratterizzato da significativi cambiamenti culturali conseguenti alla diffusione delle imprese), la ricerca empirica, tuttora in corso (sostenuta dalla convenzione con la Onlus Fondazione S. Giuseppe Rimini) è finalizzata a presentare i risultati dello studio in contesti di riflessione nazionale ed internazionale, quali: XII Convegno Nazionale SISR Accounting tra XIX E XX secolo: Profili evolutivi e Concettuali a confronto, Parma, novembre 2012; The seventh Accounting History Conference, Innovation in accounting thought and practice: Lessons from the past, Seville, Spain September Accountability, Sustainability e rendicontazione integrata Nell ambito del filone di studi del SEAR Social and environmental accounting and auditing, ho avviato diversi disegni di ricerca sviluppati attraverso lo studio su basi qualitative (case study and multiple casestudies, narrative approach e, più recentemente, action research approach, adottato nel contesto degli studi sul SER Social and Environmental Reporting in ambito internazionale e finalizzato al coinvolgimento diretto delle imprese e dei practitioners nel processo di cambiamento culturale che porta a reinterpretare e ad ampliare i processi e gli strumenti di comunicazione economico-finanziaria). Nello specifico, sono stati sviluppati e sono in corso diversi studi empirici aventi come riferimento aziende di piccole, medie e grandi dimensioni, focalizzati: sul sustainability reporting (SR) di imprese italiane (e di loro sedi estere; in particolare si cita S.G.R., Società Gas Rimini, con la quale è stata stipulata una convenzione relativamente al progetto di ricerca sugli effetti dell introduzione del bilancio di sostenibilità); sul processo di implementazione e di sviluppo del sustainability reporting (SDR); sull adozione del bilancio sociale e sull introduzione di un unico strumento di rendicontazione integrato (global report; unique report) come tools di rendicontazione e comunicazione della responsabilità sociale, etica, ambientale e il rapporto rispetto agli strumenti tradizionali di comunicazione economico-finanziaria. Uno specifico filone di indagine si sofferma sugli effetti prodotti a livello organizzativo, adottando come approccio interpretativo l institutional theory. Tali ricerche sono state condotte sia individualmente, che in collaborazione con docenti di altri Atenei italiani (Bergamo, Napoli, Bologna, ecc.) e internazionali (Bulgarian University, Sofia) e confluiscono nell ambito degli studi promossi su base nazionale e internazionale da diversi centri di cui sono membro e in particolare dal CSEAR (Centre for Social & Environmental Accouting Research (University of St Andrews), del recente gruppo di lavoro fondato in ambito Sidrea Giovani, oltre che dall Eben (European Network for Business Ethics, sezione italiana). Diversi sono i papers, pubbicati su riviste e journal e presentati e discussi in convegni e workshop nazionali e internazionali. 10. Diversity Management Nell ambito del filone di ricerca sulla diversità (di genere, culturali, etniche, diversa abilità, ecc) nel processo di governo e di gestione delle aziende, nel 2011 ho avviato con i colleghi del dipartimento di afferenza (DESP) un progetto di ricerca sul grado di diffusione degli strumenti di diversity management nelle piccole e medie imprese adottando come metodologia di ricerca l approccio deduttivo e induttivo. L analisi empirica è condotta sia attraverso lo studio su basi quantitative e l adozione di strumenti di analisi statistica, che atteraverso la ricerca qualitativa, cnetrati su casi studio relativi alla gender diversity nelle aziende marchigiane. I primi risultati, focalizzati sull analisi di un exemplary case (Gruppo Elica, Great Placet o Work 2011 e 2012), sono stati sottoposti ad una rivista internazionale e saranno presentati e discussi in workshop e convegni. PARTECIPAZIONE A PROGETTI DI RICERCA NAZIONALI -PRIN 2000: la comunicazione economico-finanziara delle aziende italiane sui mercati internazionali, ricerca nazionale confinanziata dal MIUR-Bando COFIN 2000, La comunicazione economico-finanziaria 12

13 delle piccole imprese sui mercati internazionali; responsabile locale: Prof. Francesca Maria Cesaroni; coordinatore scientifico nazionale: Prof. Luciano Marchi, 12 componenti del gruppo di ricerca, durata 24 mesi. -CIPE : progetto di ricerca Bando Regione Marche Delibera CIPE 17/2003, tema ICT e piccole imprese, finanziato dalla Regione Marche (DGR n 1245 del 22/09/2003), coordinatore scientifico regionale del progetto Prof. V. Stocchi, coordinatore locale per il modulo ICT e piccole imprese Prof. G. Ferrero, coordinatore sotto unità di ricerca del progetto La valorizzazione delle ICT per la qualificazione e lo sviluppo delle piccole e medie imprese marchigiane Prof.ssa P. Demartini : Partecipazione al progetto di ricerca coordinato da Prof.ssa Demartini Paola, in convenzione con PriceWaterhouseCoopers e in collaborazione con Confindustria Sede di Pesaro, I principi contabili internazionali e le imprese non quotate: opportunità ed effetti economici, durata 24 mesi in corso: Convenzione con il Comune Pesaro relativa al progetto Bilancio sociale comune di Pesaro responsabile scientifico e amministrativo Prof. Ssa Righini E., durata originaria 1 anno. Partecipazione al progetto come collaboratore esterno : Il contratto di rete come strumento di risposta delle PMI alla crisi. Aspetti strategici, organizzativi e gestionali. Progetto finanziato dal Dipartimento di Economia, Società, Politica dell Università degli studi di Urbino a seguito valutazione comparativa, coordinatore responsabile assieme a Aureli Selena (totale membri coinvolti 5), durata 12 mesi : La diversità nelle imprese marchigiane. Progetto finanziato dal Dipartimento di Economia, Società, Politica dell Università degli studi di Urbino a seguito valutazione comparativa, responsabile Prof. F.M. Cesaroni, membro del progetto (totale componenti 4), durata 12 mesi : Nuovi processi di internazionalizzazione attraverso il contratto di rete. Progetto (settori scientificodisciplinari coinvolti SECS-P/07; IUS 12) finanziato dal Dipartimento di Economia, Società, Politica dell Università degli studi di Urbino a seguito valutazione comparativa Responsabile Prof. Ciambotti M., componente gruppo di ricerca (in totale 6 membri), durata 12 mesi : Gli strumenti della responsabilità e della rendicontazione sociale. Nuovi modelli di trasparenza per uscire dalla crisi, Progetto finanziato dal Dipartimento di Economia, Società, Politica dell Università degli studi di Urbino a seguito valutazione comparativa, corresponsabile del progetto assieme a Righini E. (Giurista, IUS 12, afferente ad altro dipartimento), membri totali del progetto, 3, durata 12 mesi, Dipartimento con Righini E. -maggio 2011: Convenzione tra SGR Rimini Alma Mater Studiorum Università di Bologna Polo Scientifico- Didattico di Rimini, Processo di implementazione dello sviluppo sostenibile nelle aziende: strumenti di accountability e implicazioni organizzative ; durata 8 mesi. partecipazione come membro esterno al progetto di ricerca : Convenzione con Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili Pesaro-Urbino: Accordo esecutivo (aprile 2012) promosso da Del Baldo Mara (nell ambito della Convenzione tra l Università degli Studi di Urbino- Facoltà di Economia e l Odine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Pesaro e Urbino) tra l Università degli Studi di Urbino Dipartimento di Economia, Società, Politica, e l Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Pesaro-Urbino, con sede in via A. da Ventura, 2 finalizzato al progetto Dall Accounting all Accountability: Responsabilità Sociale d Impresa e nuovi strumenti di rendicontazione e di comunicazione aziendale. Progetto formativo riconosciuto e accreditato nell programma di formazione professionale continua dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e progetto divulgativo e di ricerca per lo sviluppo della conoscenza e della prassi contabile nell ambito della tematica della Responsabilità Sociale d impresa (RSI o CSR, Corporate Social Responsabilità; standard GRI e GBS) e dei nuovi strumenti di rendicontazione e di comunicazione quali il bilancio sociale e di sostenibilità. -maggio 2012: Confindustria Pesaro: Partecipazione al progetto formativo nell ambito del corso FSE- 2007/2013 (Bando Regione Marche) Asse I OB. Spec C Corso n Facilitatore aggregazioni reti d impresa (Cooperazione e Associazionismo) nel modulo formativo: UC 4 Conoscere ed applicare i fondamenti delle tecniche di negoziazione, motivazione e competenze relazionali del manager della rete. Nell ambito del progetto, oltre all attività didattica, è stata svolta attività di monitoraggio e affiancamento dei funzionari Confindutria, CNA, Confesercenti in una serie di visite aziendali programmate ad imprese e contratti di rete su base nazionale. Questa attività è propedeutica allo svolgimento dell attività di ricerca sulle finalità, sui vantaggi e le difficoltà nella diffusione del contratto di rete che potrà formare oggetto di apposita convenzione finalizzata alla pubblicazione dei lavori emersi dall analisi dei casi. 13

14 - Dic 2012: Convenzione con Fondazione S. Giuseppe per l Aiuto Materno e Infantile, Rimini e l Università di Bologna Polo di Rimini; partecipazione come membro esterno al progetto di ricerca: ruolo della/e figura/e femminile/i nell accounting e i riflessi sulla mission e sulla governance dell Opera Pia (poi Instituto) S. Giuseppe per l Aiuto Materno e Infantile dalle origini (inizio Novecento) alla seconda metà del XIX secolo; durata 12 mesi. -Dipartimento CSR 2011 e 2012 : verificare con Roberta Piergiovanni-2011: I rapporti di collaborazione nelle piccole e medie imprese: il contratto di rete come strumento di risposta PARTECIPAZIONE A PROGETTI DI RICERCA INTERNAZIONALI : Encyclopedia of Corporate Social Responsibility, Responsabili scientific ed Editors: Samuel.O. Idowu, London Metropolitan University, UK; N. Capaldi, Loyola University New Orleans, LA, USA; L. Zu, International Labor Organization, Turin, Italy; A. Das Gupta, Indian Institute of Plantation Management, Bangalore, India (Eds.). Membro del progettoe partecipante alla stesura di n. 3 parti (entries; argomenti trattati) con pubblicazione Springer on line e in hard copy) : DIctionary of Corporate Social Responsibility Project (DCSR) 2013, coordinatore e responsabile scientifico Prof. Samuel O. Idowu, London Metropolitan University, UK. Collaborazione alla stesura del volume (n. 10 entries/argomenti) : Adesione al gruppo di ricerca nell ambito del progetto per bando PRIN 2011 Per un tursimo relazionale nel Mediterraneo (ex Bando Prin 2011; non approvato) Responsabile dell unità di Ricerca Baldarelli Maria Gabriella, Coordinatore e scientifico nazionale Ruisi Marcantonio (progetto con collaborazione e interazione internazionale: interazione con IESE Business School Barcelona, Universidad de Màlaga (Spain), University of Malta, Nijmegen School of Management. Adesione quale membro esterno al progetto (nell ambito delle tematiche di riferimento del programma Horizon 2020 per le aree: Better Society: inclusive, innovative and secure societies) nell ambito del tema:definizione di un modello di rilievo e di analisi dello stato delle risorse che possono contribuire alla definizione di percorsi di turismo religioso; il turismo religioso sostenibile; la rete territoriale dei musei diocesani : Lappeenrana University of Tehnology, Technology Business Research Center, Finland, University of Rome III, Project on: Intellectual Capital and Value Creation, adesione come membro esterno del gruppo di ricerca coordinato da Prof. ssa Aino Kianto ( ); progetto in attesa approvazione (durata 24 mesi). COMUNITA SCIENTIFICHE DI RIFERIMENTO E ALTRE ATTIVITÀ SVOLTE IN AMBITO ACCADEMICO PARTECIPAZIONE A COMITATI EDITORIALI DI RIVISTE, COLLNE EDITORIALI, ENCICLOPEDIE E TRATTATI Rivista Piccola Impresa/Small Business dal 2001: socio Aspi, Associazione per lo studio della piccola e media impresa con sede Urbino, Facoltà di Economia dell Università degli Studi Carlo Bo, Via Saffi, 42. dal 2001: membro del Comitato di Gestione della rivista. dal 2003: responsabile del servizio Promozione e Finanziamento della Rivista Piccola Impresa/Small Business, Aspi/Ins-Edit presso associazioni di categoria, imprese, istituti di credito, fondazioni. dal 2004: membro del Comitato Editoriale/di Redazione della rivista. Journal of Society System Sciences (IJSSS) dal 01/2009: membro del comitato editoriale (Editorial Board Members) della rivista International Journal of Society Systems Science (IJSSS; ISSN online: x; ISSN print ); Editor in Chief John Wang, Department of Management and Information Systems, Montclair, NJ, USA. Journal of Business Administration Research (JBAR) Dal 06/ EDITORIAL BOARD MEMBER Journal of Business Administration Research (JBAR) ISSN (Printi); ISSN (online), Sciedu Press, Editor in Chief Kayhan Tajeddini, Lund University, Swedan, Editor Susan Sun, Tornonto, ON, Canada. 14

15 International Journal of Business and Management (IJBM) - Dal Maggio 2012 Editorial Board Member International Journal of Business and Management (IJBM) ISSN (Print); ISSN (Online), Copyright Canadian Center of Science and Education, Editorial Board Member n International Journal of Modern Accounting and Auditing (JMAA) in hard copy (ISSN ) and online(issn ) by David Publishing Company, 1840 Industrial Drive, Suite 160, Libertyville, Illinois60048, USA. (in attesa risposta ammissione all Ediotorial Board Member novembre 2012) REFERAGGI/REVIEWER - Rivista Piccola Impresa/Small Business. - International Journal of Society Systems Science (IJSSS), Editor in Chief Prof. J. Wang. - International Journal of Sustainable Society (IJSSoc), Editor in Chief Prof. J. Wang. - International Journal of Business Management (IJBM) (2011; july 2012) - International Journal of Business Administration (Sciedu Press, Editor Prof. Blair Tang, Toronto, Canada). - Regional Studies (Journal of the Regional Studies Association, Routledge, Taylor & Francis Group). - Economia Aziendale Online (www.economiaaziendale.it), Editor in Chief Prof. Piero Mella. - International Journal of Modern Accounting and Auditing (JMAA) in hard copy (ISSN ) and online(issn ) by David Publishing Company, 1840 Industrial Drive, Suite 160, Libertyville, Illinois60048, USA. - Journal of Business Administration Research (JBAR) ISSN (Print); ISSN (online), Sciedu Press, Editor in Chief Kayhan Tajeddini, Lund University, Swedan, Editor Susan Sun, Toronto, ON, Canada, Canadian Center of Science and Education - International Journal of Business and Management (IJBM) ISSN: (PRINT), (Online), Editor in chief, Suri Lee, Minny Wang, Canadian Center of Science and Education, Canada. - JSBM Journal of Small Business Management - Management Research Review - International Journal of Social Ecology and Sustainable Development (Tim A. Majchrzak) Westfalissche Wilhelms Universitat Munster, luglio 2012 Reviewer a altri referaggi svolti, unitamente alla funzione di discussant, chair, in occasione di convegni internazionali: MEI Management, Engineering and Informatics and 2011 Conference; EURAM 2010; 2011, Tallin 4-6th June, Management Culture in the 21th Century, Track on Governance of public and non profit organization; Loppiano International Conference 2010; Workshop Piccola Impresa 3rd Workshop on SME Innovation Processes Challenger Beyond the Crisis, Urbino, Facoltà di Economia, Urbino - Università degli Studi Carlo Bo - Facoltà di Economia, September 2011;WOA 2012 (marzo 2012); SIDREA Modena, novembre 2012; Publication CSR in the Business World, ed. Samuel Idowu (apr/mag 2012) Elenco Ultimi Referaggi - WOA 2012 (Marchiori) Do you have what it takes? Personality Traits of Social Entrepreneurs Literature review and indications for further research (marzo 2012) - JSBM Journal of Small Business Management (Cucculelli) Localised Assets and the Small-Firms Technological Capabilities: Evidence on Textile, Clothes and Leather Industries. - Pubblicazione Volume: CSR in the Business World, ed. Samuel Idowu (apr/mag 2012): Management Education for Professional Integrity: The case of the University Centre for Economic and Managerial Sciences, University of Guadalajara 23 aprile Journal of Business Administration Research (Susan San, Editor), June 2012: The Aging Baby Boom Generation; Reconceptualising Retiremen as a Later Life Career Stage. - International Journal of Business Management (IJBM), A Review of Credit Gurarantee Corporation Malaysia (CGCM) and Its Contribution to Small and Medium Enterprises, 03 july Management Research Review 23 july 2012 (MRR) Organizational Logic: The Role of Image and Identity in Economic versus Social Responsibility, ID MRR-Jun_

16 - IJSESD International Journal of Social Ecology and Sustainable Development (Tim A. Majchrzak) Westfalissche Wilhelms Universitat Munster, Buying Sustainability A practice-oriented approach to analyze investments in sustainability reporting systems, 25 luglio Journal of Business Administration Research JBAR Susan Sen)Toronto Canada SMEs Entry Mode Decision Making Process: Rational or Cybernetic?, 26 luglio EConomia Aziendale Online, Reputation system, performance e implicazioni organizzative degli e-marketplace di servizi professionali. Il caso Elance, 29 agosto IJBM, International Journal of Business Management, Sui Lee, An identification of unsuccessful, failure factors of technology innovation and development in SMEs: A case study of components and material industry, 4 settembre Intenational Jouurnal of Business Management, Stephen Lee,, Strategic planning for a lubricant manufacturing company Using SWOT Analysis, QSPM model (one of the Top companies of Irnian Oil,Gas and Petrochemical Products Exporters' Association ), 7 settembre Journal of Business Administration Research, Susan Sun, Risk Implications of Increased Off-Balance Sheet Disclosure: The Case of FIN 46 and SOX, 8 settembre 2012: -Convegno Nazionale SIDREA Modena, Innovare per crescere: quali proposte per il governo e l amministrazione delle aziende, Modena, novembre, Social Disclosure: il caso delle BCC italiane, 9 ottobre Journal of Business and Management, Minny Wang, An Empirical Study on Effect of Productivity on Profitability in Some Selected Private Commercial Banks (PCBs) in Bangladesh, 28 ottobre Journal of Modern Accounting and Auditing Sarah and Heidy,, Aircraft Industry in Japan: Niche Construction by Patent Portfolio Strategy, 29 ottobre Partecipazione a comunità scientifiche e Accademie aventi prestigio nel settore (altri Titoli e Membership) dal 2009: socio Sidrea, Società Italiana dei Docenti di Ragioneria e di Economia Aziendale. dal 2009: socio/membro del network European Council for Small Business (ECSB), Finland. dal 2009: socio/membro del Centre for Social and Environmental Accounting Research (CSEAR), School of Management, University of St Andrews, Scotland. dal 2011: socio/membro di EBEN Italia European Business Ethics Network Italia, sede c/o Università degli Studi di Bergamo dal 2010: partner (in rappresentanza Università degli Studi di Urbino) Multistakeholder Forum Regione Marche Progetto I.Re.M. Imprese Responsabili della Regione Marche (POR Marche FSE 2007/2013 Asse I DLgs 163/2006). dal 2010: membro Commissione del Consiglio Direttivo Sidrea Progetto Giovani (coordinatori Prof. Baldarelli M.G., Mazzola P.) finalizzato a sviluppare iniziative per il supporto internazionalizzazione, monitoraggio dottorati, colloqui dottorali. dal 2011: membro Gruppo di Studio e di Attenzione AIDEA Politiche e management del Patrimonio Culturale nelle diverse prospettive del valore ; coordinatori Proff. Sibilio Parri B., Donato F. dal 2011: membro SIG (Special InterestGroups, as part of my EURAM membership) Tallin: corporate governance; gender equality and Diversity in Management dal 2102: Membro AFECA (Association de Formations Européennes à la Comptabilité et à l Audit) Network Internazionale (aderenti docenti e università europee ed extra-europee) del progetto di formazione internazionale Intensiva interuniversitaria rivolto a under graduate, post-graduate and PhD-Master students(progetto Comunitario) sui temi del Financial Accounting and Auditing. Partecipazione a Collegi Docenti Dottorati di ricerca dal 2001 membro del Collegio Docenti del Dottorato in Economia Aziendale, settore SECS-P/07, sede amministrativa Università degli Studi di Urbino (XIX e XXII ciclo), sedi consorziate Università degli Studi di Macerata e Università Politecnica delle Marche di Ancona (XX, XXI, XXII ciclo). dal 2007 membro del Collegio Docenti del Dottorato in Economia e Management (sede amministrativa Università degli Studi di Urbino (XXIII, XXIV, XXV, sedi consorziate Università di Macerata (dottorato in Management and Accounting) e Università Politecnica delle Marche di Ancona (Scuola di dottorato curriculum in Economia Aziendale). 16

17 dal 2007 membro del Collegio Docenti del Dottorato in Programmazione e Controllo, sede amministrativa Università degli Studi di Macerata (XXIII, XXIV, XXV ciclo), sedi consorziate Università degli Studi di Urbino e Università Politecnica delle Marche, Scuola di dottorato della Facoltà di Economia G. Fuà. dal membro collegio dottorato Economia e Management - curriculum Economia Aziendale e Management, curriculum Economia e Finanza ), Ciclo XXVI e Ciclo XXVII, Ateneo proponente Università degli studi di Urbino Carlo Bo. - membro collegio dottorato Economics and Management, Ciclo XXVI e Ciclo XXVII suddiviso in indirizzi, Ateneo proponente Università degli Studi di Macerata. dal 2005 Per entrambi i collegi membro comitato scientifico e di coordinamento delle proposte didattiche relative al Modulo 6-Programmazione e controllo e, dal 2011, anche del Modulo 4- Bilancio e principi contabili (assieme ai Prof. Branciari, S. e Fradeani, A.). -Responsabile scientifico e tutor dottorandi (De Renzio Elena) Attività di coordinamento iniziative divulgative in campo scientifico 2003: membro comitato promotore e relatore Convegno Economia e Lavoro: un incontro riuscito. Percorsi Formativi ed Occupazionali dei laureati nella Facoltà di Economia dell Università di Urbino, Urbino, 10 Aprile : membro comitato promotore e organizzativo Convegno di Studi in Onore di Isa Marchini, Università degli Studi di Urbino, Facoltà di Economia, Urbino, 12 ottobre. 2006: membro comitato scientifico e organizzativo e relatore Incontro di studio Banche e Imprese: Vincoli e Opportunità di Basilea 2 per lo sviluppo delle PMI, Università degli Studi di Urbino, Facoltà di Economia, in collaborazione con SanPaolo Banca dell Adriatico, Pesaro, 10 novembre. 2008: promotore, responsabile comitato scientifico ed organizzativo, discussant (sezione testimonianze aziendali), 1 Incontro di studio Corporate Social Responsibility & Accountability. Esperienze di impegno e di comunicazione per una gestione socialmente responsabile, Urbino, Facoltà di Economia, 10 aprile, realizzato con il contributo di PriceWaterhouse Coopers, Banca delle Marche Spa, Provincia di Pesaro e Urbino. 2009: membro comitato promotore e scientifico convegno Imprese e Bilanci. Criticità e novità nell attuale scenario economico, realizzato dalla Facoltà di Economia dell Università degli Studi di Urbino in collaborazione con Confindustria Pesaro-Urbino e PriceWaterhouseCoopers, Pesaro, 28 maggio : membro comitato organizzatore, coordinatore tavola rotonda convegno Imprese e Bilanci. Criticità nell attuale scenario economico, realizzato dalla Facoltà di Economia di Urbino in collaborazione con Confindustria Pesaro-Urbino e PriceWaterhouseCoopers, Pesaro, 28 maggio : membro comitato promotore, scientifico ed organizzativo del progetto Bilanci di Marca Premio per i migliori bilanci delle Marche, Osservatorio Bilanci imprese marchigiane, realizzato congiuntamente dalle Facoltà di Economia Università di Macerata, Urbino, Politecnica delle Marche, in collaborazione con Confindustria Macerata, Banca delle Marche, Camera di Commercio Macerata, Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperiti Contabili di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Camerino. 2010: promotore, responsabile comitato scientifico ed organizzativo, coordinatore tavola rotonda (sezione testimonianze aziendali), 2 Workshop Corporate Social Responsibility & Accountability. I valori e gli attori del territorio, Fano, Facoltà di Economia, 6 maggio. 2011: membro comitato organizzativo (e comitato reviewers) del 3rd Workshop on SME Innovation Processes Challenger Beyond the Crisis, Urbino, Facoltà di Economia, Urbino - Università degli Studi Carlo Bo - Facoltà di Economia, September dal 2009: Bilanci di marca Membro comitato organizzatore (e dall anno 2011 del comitato scientifico) del progetto/evento Bilanci di Marca Premio ai migliori bilanci delle imprese marchigiane, realizzato in collaborazione tra le Facoltà di Economia delle Università di Urbino, Macerata, Politecnica di Ancona, finalizzato all analisi dei bilanci delle imprese marchigiane e alla valutazione (con attribuzione di riconoscimenti in occasione dell evento finale realizzato ogni anno per la presentazione dei risultati; per l anno 2010 titolato Pratiche tecnicocontabili emerse dall indagine. Il ruolo del bilancio nell operatività con gli istituti di credito. Ancona, 25 marzo 2011) della qualità dell informativa economico, finanziaria, patrimoniale obbligatoria e volontaria. Il progetto è altresì finalizzato alla Creazione di un Osservatorio permanente dei bilanci delle società marchigiane, quotate e non. 17

18 2012: membro del comitato promotore del convegno La crescita sostenibile: un economia oltre il mito. Globalizzazione come parte del problema, economia locale come parte della soluzione? Convegno organizzato da SGR (Società Gas Rimini) in collaborazione con Università degli Studi di Urbino, Facoltà di Economia; Università di Bologna, sede di Rimini; BAA Bocconi Alumni Association Area Rimini, Rimini, 3 aprile : membro comitato scientifico ed organizzativo 3 Workshop: CSR and Accountability: Gli strumenti della responsabilità e della rendicontazione sociale. Nuovi modelli di trasparenza per uscire dalla crisi, Urbino, 23 novembre 2012, RICONOSCIMENTI E ATTIVITA DISTINTIVE -2007: Premio attribuito ai migliori contributi nella sezione giovani ricercatori (riconoscimento nominale e contributo di 1000 euro) attribuito in occasione del 30 Convegno AIDEA, Dinamiche di sviluppo e di internazionalizzazione del family business, Milano, ottobre 2007, per il paper Del Baldo M. (2007), Una responsabilità per più generazioni. L impegno sociale e la sua comunicazione nel gruppo FBL-Della Rovere, selezionato e premiato tra i migliori contributi nella sezione giovani ricercatori : Menzione Sodalitas Social Award Il libro d oro della Responsabilità Sociale d Impresa, Ottava edizione, Fondazione Sodalitas, a cura di D. Milos e M. Cassuoli, p Partecipazione al premio Sodalitas Social Award Ottava edizione (con attribuzione menzione e inserimento nell annuario 2010), Sezione associazioni ed enti pubblici: Titolo del progetto: Responsabilità sociale d impresa e territorio. L esperienza delle PMI marchigiane. Pubblicazione monografia sulla Collana Aspi Associazione per lo studio della piccola e media impresa, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Urbino e progetto diffusione sensibilizzazione, formazione, informazione a livello regionale della CSR e della sostenibilità. -Maggio 2012: Riconoscimento (Menzione e targa ufficiale) attribuito da Confindustria Pesaro in qualità di docente della Facoltà di Economia promotore e sostenitore della collaborazione al progetto Orientagiovani rivolto agli studenti dei corsi di laura triennale e magistrale. Altri Titoli e Servizi Prestati presso l Ateneo: Commissioni, Centri, Organi di Facoltà : rappresentante dei Ricercatori per il triennio. dal 2001: membro delle Commissioni: Analisi e dati sulla Facoltà e valutazione servizi offerti; Orientamento e Promozione. dal 2001: membro commissione esame studenti stranieri della Facoltà di Economia; membro commissione esami insegnamenti di: Economia Aziendale; Imprenditorialità e Piccola Impresa; La gestione delle funzioni delle piccole imprese; Teoria e applicazioni delle piccole imprese; Finanza aziendale; Economia degli intermediari finanziari, Ragioneria Generale ed Applicata; membro commissione tesi di laurea e di conferimento diplomi Master. dal 2006: presidente commissioni esami insegnamenti di: Economia e Governo delle Piccole Imprese; La Gestione Strategica delle Piccole Imprese. dal 2008: membro della Commissione Seminari per l attribuzione di crediti formativi. dal : docente tutor studenti. dal 2009: responsabile Commissione Stage, Tirocini, Job Placement. dal 2009: presidente commissione esami insegnamento di: Ragioneria Generale ed Applicata. dal 2009: membro commissioni esami di profitto insegnamenti di Ragioneria Internazionale. dal 2010: tutor (nominato dal collegio docenti Dottorato in Economia e Management,) dottorandi (De Renzio Elena). dall a.a : membro commissioni degli esami di profitto degli insegnamenti di: Economia aziendale (corsi laurea quadriennale); Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche; Gestione delle crisi aziendali; Principi contabili internazionali; Produzione; Programmazione e controllo; Ragioneria 18

19 Generale ed applicata II; Organizzazione Aziendale (corso di laurea in Biotecnologie Industriali, Facoltà Scienze e Tecnologie). dal 2010: membro (delegato dal Consiglio della Facoltà di Economia) della Commissione di Ateneo per la redazione del Bilancio Sociale dal 2009: docente responsabile (delegato dal Consiglio della Facoltà di Economia) Stages studenti della Facoltà di Economia. dal 2010: presidente Commissione corso di Elementi di Economia aziendale (corso di laurea in Biotecnologie Industriali, Facoltà Scienze e Tecnologie). dal 2011: membro Commissione giudicatrice per selezione collaboratori nell ambito del progetto per la Certificazione della Qualità dei Corsi di Laurea della Facoltà di Economia. da Maggio 2011: delegata dal Consiglio della Facoltà di Economia quale membro gruppo di lavoro ISTAO (Ancona, Vice pres.te Prof. Valeriano Balloni) per la realizzazione del progetto Conosci l impresa dal vivo, in collaborazione con Confindustria e Università Marchigiane, relativo allo svolgimento di cicli di seminari e workshop con la partecipazione di imprenditori e manager, rivolti a studenti universitari delle facoltà e al mondo imprenditoriale. La partecipazione al gruppo di lavoro ha inoltre lo scopo di progettare iniziative formative (Summer School, Master, percorsi formativi concertati) rivolte a studenti laureati, a manager e imprenditori. da luglio 2011: membro designato dalla Facoltà per il supporto alla commissione didattica nel riconoscimento crediti relativi ad attività lavorativa e professionale diversa da quella valutata nell ambito della commissione stages. da luglio 2011: membro commissione esame XVI ciclo dottorato in Economia e Management (ottobre 2011). da settembre 2011: membro designato dalla Facoltà come componente Consulta per le attività produttive Comune di Fermignano (PU). da settembre 2011: membro delegato dalla Facoltà e responsabile per il Dipartimento (DESP) per l organizzazione e il coordinamento presso la Facoltà di Economia dell evento annuale Career Day, Novembre 2011, per l organizzazione di seminari tematici e chairman del convegno sull imprenditorialità promosso per la prima volta nell a.a Creazione d impresa e lavoro autonomo come opportunità lavorativa per i giovani, 17 novembre da maggio 2012: membro commissione di concorso di ammissione ai corsi TFA (Tirocini Formativi Attivi) per l insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado aa ELENCO INTEGRALE DELLE PUBBLICAZIONI 1) Del Baldo M. (1997), Determinanti e condizioni delle strategie di non crescita delle piccole imprese, Piccola Impresa/Small Business, n. 3, p ) Del Baldo M. (2000), Information Technology e piccola impresa, Piccola Impresa/Small Business, n. 1, pp ) Del Baldo M. (2002), Logistica: punto di incontro o di scontro tra old e new economy?, Sinergie, n. 57, gennaio-aprile, numero monografico, pp ) Del Baldo M. (2002), La gestione delle attività logistiche nelle piccole imprese di lavorazione di prodotti alimentari secchi. Risultati da un indagine empirica, Piccola Impresa/Small Business, n. 3., pp ) Del Baldo M. (2003), Logistica e qualità nelle piccole imprese di trasporto. Il caso Interpaoli S.r.l., Piccola Impresa/Small Business, n. 2, pp ) Del Baldo M. (2004), Piccole imprese e Application Service Provider. Software dedicato ai piccoli della logistica, Piccola Impresa/Small Business, n. 2, p ) Del Baldo M. (2005), Female Managers and entrepreneurs: barriers and opportunities. Some evidences from an empirical research, Piccola Impresa/Small Business, n. 2, pp

20 8) Cesaroni F.M., Corsi K., Del Baldo M., Demartini P. (2005), The use of ICTs for management control purposes in highly computerized manufacturing SMEs. Boundaries and opportunities, in M. Raffa, L. Iandoli (a cura di), Entrepreneurship Competitiveness and Local Development, Rent XIX Proceedings, ESI, Napoli. pp ) Del Baldo M. (2005), La comunicazione economico-finanziaria delle piccole imprese internazionalizzate verso le banche, in M. Paoloni, F.M. Cesaroni, P. Demartini (a cura di), Internazionalizzazione e comunicazione economico-finanziaria delle piccole imprese, F. Angeli, Milano, pp ) Del Baldo M. (2005), Il caso AEA S.r.l., Gruppo Loccioni Imprese Integrate, in M. Paoloni, F.M. Cesaroni, P. Demartini (a cura di), Internazionalizzazione e comunicazione economico-finanziaria delle piccole imprese, F. Angeli, Milano, pp ) Del Baldo M. (2006), Piccoli imprenditori e piccole imprese socialmente responsabili, in Scritti in onore di Isa Marchini, F. Angeli, Milano, pp ) Del Baldo M. (2006), La gestione manageriale del patrimonio artistico e culturale della Chiesa. L esperienza dei musei diocesani nelle Marche, Quaderni di Economia Aziendale, n. 12, Ed. QuattroVenti Srl, Urbino. 13) Del Baldo M. (2006), SMEs and Corporate Social Responsibility. Some evidences from an empirical research, in Proceedings on Emerging issues in international accounting & business conference 2006, Vol. 1, University of Padua, July 20-22, pp ) Del Baldo M. (2006), Managing the value of ecclesiastical heritage. The experience of some Italian Dioceses, Economia Aziendale 2000, On Line Review, (www.ea2000.it), n. 1, pp ) Del Baldo M. (2006), La logistica nell economia delle imprese minori, Prima edizione Aspi/Ins.Edit, Genova, Collana Piccola Impresa/Small Business, ristampa (e prima edizione) ARACNE Editrice, Roma, novembre 2012, ISBN ,484 p. 16) Del Baldo M. (2006), Livi Vittorio-FIAM Spa: nascita e sviluppo di un avventura imprenditoriale di successo, in Piccola Impresa/Small Business, n. 3, pp ) Cesaroni F.M., Corsi K., Del Baldo M., Demartini P. (2007), L impatto delle ICT sul sistema di controllo di gestione delle PMI: la dimensione informativa, (par. 4 di Mara Del Baldo, par. 6, Sintesi e prime considerazioni propositive, in comune), in G. Ferrero (a cura di), Le ICT per la qualificazione delle Piccole Imprese Marchigiane, Carocci Ed., Roma, pp ISB= ) Del Baldo M. (2007), Domanda, offerta logistica e imprese minori. I risultati di uno studio empirico, in Piccola Impresa/Small Business, n. 2, pp ) Del Baldo M. (2008), Una responsabilità per più generazioni. L impegno sociale e la sua comunicazione nel gruppo FBL-Della Rovere, Economia Aziendale 2000, On Line Review, (www.ea2000.it), n. 2, pp ) Del Baldo M. (2008), I nuovi sistemi informativi: opportunità e criticità per il controllo di gestione nelle piccole e medie imprese, in F.M. Cesaroni, P. Demartini (a cura di), ICT e informazione economico-finanziaria. Saggi sull applicazione delle nuove tecnologie nelle grandi e nelle medie imprese, F.Angeli, Milano, pp ) Del Baldo M. (2008), Lo stakeholder engagement e il Global Report di BoxMarche Spa, in Piccola Impresa/Small Business, n. 2, ISSN: , pp ) Del Baldo M. (2009), Limiti e opportunità nell affidamento delle piccole e medie imprese. Alcune posizioni a confronto, in G. Calcagnini, P. Demartini (a cura di), Le regole dell attrazione. Vincoli e opportunità di Basilea 2 per lo sviluppo delle piccole e medie imprese, F. Angeli, Milano, pp ) Del Baldo M, (2009), Corporate social responsibility and Corporate Governance in SMEs: An Analysis of Excellent Stakeholder Relationship and Social Engagement Profiles, Economia Aziendale 2000 web, On Line Review, (www.ea2000.it), n. 1, ISSN: , pp

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO

XX EDIZIONE. Diventa manager del sociale MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO XX EDIZIONE MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DI IMPRESE SOCIALI A.A. 2015/2016 NOVEMBRE 2015 - OTTOBRE 2016 / TRENTO Diventa manager del sociale IN BREVE DESTINATARI neo-laureati in lauree triennali, specialistiche

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Mario Fabio Polidoro. Curriculum vitae analitico

Mario Fabio Polidoro. Curriculum vitae analitico Mario Fabio Polidoro Curriculum vitae analitico Roma, Aprile 2013 1 DATI ANAGRAFICI: Mario Fabio Polidoro Nato a Roma il 30/05/1959 Email: f.polidoro@unimercatorum.it TITOLI ACCADEMICI e FORMAZIONE: Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI

CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI CURRICULUM VITAE DI FRANCESCA MARIA CESARONI PERSONAL Francesca Maria Cesaroni - Urbino, 8 Marzo 1964 Personal Address: Via del Domenichino, 17A, Fano (PU), 61032, Italy Cod.Fisc. CSR FNC 64C48 L500A EDUCATION

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale Guida dello studente A.A. 2014/2015 Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA GUIDA DELLO STUDENTEE OFFERTA FORMATIVAA e PROGRAMMI di INSEGNAMENTO

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli