BUSSOLA PER COMO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO BUSSOLA TURISMO COMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BUSSOLA PER COMO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO BUSSOLA TURISMO COMO"

Transcript

1 1 BUSSOLA PER COMO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO BUSSOLA TURISMO COMO 1. INTRODUZIONE 1.1. Progetto Bussola per Como 1.2. Obiettivi 1.3. Metodo e percorso 2. I CONTESTI DEL TURISMO: GLOBALE, EUROPEO, NAZIONALE, REGIONALE E PROVINCIALE 2.1. Tendenze globali 2.2. Tendenze in Europa 2.3. Tendenze in Italia 2.4. Tendenze in Lombardia 2.5. Tendenze di Como e sua provincia 2.6. La Provincia di Como e altre realtà turistiche di Lombardia: confronti e considerazioni 3. IL TURISMO NELLA CITTÀ DI COMO 3.1. Cenni storici 3.2. Le risorse del turismo urbano a Como 3.3. I numeri del turismo nella città di Como Arrivi e presenze complessive Visitatori italiani Visitatori stranieri Le strutture ricettive: capacità e utilizzo Occupazione nel settore turistico Como e la sua Provincia 4. IL SISTEMA-LUOGO E IL TURISMO SOSENIBILE A COMO 4.1. Habitat, eco-sistema urbano e turismo 4.2. Popolazione di Como 4.3. Mobilità e turismo Accessibilità Circolazione interna 5. SINTESI DELL ANALISI E VALUTAZIONE COMPLESSIVA SULLO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TURISMO A COMO (SWOT) 6. IMMAGINI ALTERNATIVE DEL FUTURO DI COMO (SCENARIZZAZIONE) 7. PASSI CONCRETI E ATTUABILI VERSO LO SCENARIO DI RIFERIMENTO: LE STRATEGIE PER LO SVILUPPO DELL ECO-TURISMO URBANO A PER IL PLACE-BRAND DI COMO 8. RIFERIMENTI E FONTI

2 2 1. INTRODUZIONE 1.1. Premesse Il Progetto Bussola è un esercizio per la creazione di uno strumento cognitivo e strategico, in grado di facilitare tre distinte e logicamente consecutive funzioni: la comprensione empirica delle potenzialità e delle vulnerabilità di un luogosistema la pre-visualizzazione (scenarizzazione) di nuovi orizzonti di affari, sviluppo e cultura per un benessere sostanziale (wellness) collettivo in loco l individuazione di un percorso localmente praticabile per avvicinare quegli orizzonti Il Comune di Como, con una cornice paesaggistica esteticamente significativa, un aspetto storico-culturale notevole, una tradizione imprenditoriale di un certo rilievo ed un posizionamento geografico strategico, svolge varie funzioni economiche e socioculturali: Il commercio ed i servizi, reddito e occupazione (non solo in loco e comprensorio, ma anche all esterno) Il rifornimento (prodotti tipici, risorse ambientali, risorse umane, alloggi, ristoro...) La ricreazione (turismo, gite, eno-gastronomia, soggiorni estivi e di fine settimana, attività artistiche, eventi e manifestazioni culturali, attività all aria aperta, rifugio dallo stress e dall inquinamento...) La ricostruzione della memoria collettiva e consapevolizzazione territoriale (arti e mestieri, saperi, sapori, tradizioni, dialetti e linguaggi, residui d arcaicità...). Occorrerebbero nuovi investimenti per migliorare le risorse di base (la comunità, le risorse umane, l'ambiente, il paesaggio, le particolarità locali) in modo molto più attivo e propositivo, soprattutto nell'ottica di generare nuove opportunità economiche, complementari ed alternative all'attuale modello industriale nella sua odierna transizione (competizione globale, declino industriale-manifatturiero).

3 3 Grazie ad un territorio ricco di risorse naturali (il lago, aree verdi, facile accesso alle colline ed alle zone alpine), assetti storici ed artistici, infrastrutture e networks industriali degni di un distretto imprenditoriale storico, il Comune di Como con il suo territorio limitrofo, è in grado di trarre un notevole vantaggio competitivo dal settore turistico se interpretato secondo criteri di sostenibilità. La città di Como ha grandi potenzialità per eccellere nel tempo se saprà mantenere intatto il capitale di natura, cultura ed imprenditorialità e promuovere il genius loci che distingue il luogo, la comunità. Per attivare un'offerta valida di turismo sostenibile sul territorio di Como sarebbe necessaria l'adozione di una strategia polivalente e sinergica che tenga in considerazione tutte le forme di domanda turistica, domestici ed internazionali, di oggi e di domani: i turisti che cercano elementi ambientali e culturali i turisti italiani e stranieri che si dedicano alla ricreazione outdoor, e che non prediligono sistemazioni costose e sofisticate i turisti "mordi e fuggi" del fine-settimana o delle festività brevi i turisti di un certo livello culturale e professionale che potrebbero recarsi per motivi formativi, lavorativi e partecipativi i villeggianti che cercano riposo e ricreazione in un contesto di alta qualità e tranquillità i turisti itineranti che optano per il passaggio con brevi soggiorni, shopping o partecipazione negli eventi locali.

4 Obiettivi Il Progetto Bussola Turismo Como è un progetto di studio mirato ed approfondito sulla realtà turistica di Como. Tale studio si propone come strumento per analizzare, valutare e gestire la dimensione turistica del luogo-sistema Como in un ottica di prosperità (affari, occupazione e reddito) e sostenibilità (qualità dell ambiente e della vita sia per la popolazione locale, sia per i turisti). Gli obiettivi del Progetto Bussola Turismo Como sono: Analisi e valutazione complessiva della vulnerabilità e della potenzialità degli assetti locali (territorio-comunità-economia) con le dovute considerazioni sulle implicazioni dei processi globali (le tendenze di fondo in Italia, EU, mercato globale) per il territorio, per le comunità, per l economia del turismo Scenarizzazione (immagini alternative del futuro del turismo a Como, prospettive per la pianificazione) Identificazione di uno scenario di riferimento (ottimale, plausibile) e formulazione delle strategie economiche appropriate per realizzarlo Indicazioni sugli strumenti di gestione (management) del turismo sostenibile, del fabbisogno formativo dei gestori locali - sia nell ambito pubblico (enti) che in quello privato (imprese)

5 Metodo e percorso Il Progetto Bussola Turismo Como è stato eseguito unendo i metodi e gli strumenti di differenti discipline economiche, tecniche, sociali ed ambientali, al fine di poter cogliere gli intrecci che formano un'unica realtà (il luogo-sistema ), con una particolare attenzione al fenomeno turistico, oggetto dell analisi. Il gruppo di lavoro si è concentrato su tre focus: 1. Habitat: gli ecosistemi, i paesaggi naturali, i paesaggi culturalmente modellati (urbanistica, architettura, stili etc.), le infrastrutture, il profilo dell orizzonte (skyline), la luce, gli odori, i rumori... i.e. la totalità dell ambiente 2. Business: le risorse, le strutture, l economia locale, il capitale umano, le potenzialità. 3. Ethos: l identità, la cultura della terra, i costumi, le manifestazioni festive e sceniche, le particolarità locali, la vitalità culturale, la partecipazione civica ed associativa E stato seguito un percorso che progressivamente passa dall osservazione passiva sul campo (field survey), più neutrale possibile, alle inchieste mirate su temi ed interpretazioni, fino alla formulazione di strategie per il futuro più coinvolta possibile. E stato seguito l iter empirico-analitico-prospettico, come nelle ricerche antropologiche. Le tappe di questo percorso sono le seguenti: Ricerche e documentazione interdisciplinari (scienze economiche, sociali e ambientali) Analisi di dati quantitativi (statistiche) disponibili Studi sul campo (field-works), approfondimento tematico e casistico Consultazione e confronti sistematici (tra ricercatori, autorità locali, imprenditori, lavoratori, residenti, esperti) Interpretazioni (scenarizzazione) e formulazione di strategie.

6 6 2. I CONTESTI DEL TURISMO: GLOBALE, EUROPEO, NAZIONALE, REGIONALE E PROVINCIALE 2.1. Tendenze globali Il turismo cresce dappertutto, e da parecchi anni (+54% solo nel decennio ). Nonostante qualche parentesi negativa (-1,5%, nel ), i movimenti turistici (conteggiati come arrivi ) hanno continuato a crescere nel mondo. Più che un settore a sé il turismo è un filone produttivo che attraversa e collega tanti settori differenti, e fa da volano per molti settori quali agro-alimentare, immobiliare, trasporti, comunicazione, cultura, ricreazione, servizi di vario genere e in una certa misura anche il settore manifatturiero (manufatti tipici, artigianato ecc.). Numero di arrivi (in milioni) a livello mondiale nel periodo Fonte: World Tourism Organization, Si sono registrati forti flessioni in Nord America, Medio Oriente e Asia-Pacifico in quel periodo, forse legate alla risonanza globale degli attentati terroristici (New York, Bali ), alle tensioni geopolitiche (Medio Oriente) e all epidemia SARS (Cina ed Estremo Oriente).

7 7 Nel 2004 il flusso di arrivi internazionali ha registrato un primato: 763 milioni di arrivi turistici registrati (+70% circa rispetto al 1990). La macro-regione che, in termini assoluti, detiene largamente il primato di arrivi internazionali, nel periodo , è l Europa. Dal 2002 la seconda grande destinazione è l Asia-Pacifico. La regione dell Asia-Pacifico, per l altro già caratterizzata per la forte crescita industriale di tipo manifatturiero (ai danni delle vecchie potenze industriali dell Occidente), si sta dimostrando sempre più competitiva anche nel settore turistico. Numero di arrivi (in milioni) per macro-regioni nel periodo Europa Asia e Pacifico Americhe Africa Medio Oriente Fonte: World Tourism Organization, 2005 Le macro-regioni del mondo che si sono sviluppate maggiormente come destinazioni turistiche internazionali sono caratterizzate dalla stabilità e dall identità culturale (tradizioni antiche). Nella nuova geo-economia è sempre più evidente le correlazioni tra il turismo, l identità culturale e la stabilità politica.

8 Tendenze in Europa L Europa rimane la prima grande destinazione turistica tra le macro-regioni del mondo. Anche nel periodo della flessione globale degli arrivi turistici del in Europa si è registrato un incremento, per quanto modesto (+ 0,6%), di arrivi internazionali. Nel 2004 l Europa ha detenuto una quota di mercato 2 del settore turistico equivalente al 54,5% dell intero mercato mondiale. Quote di mercato del turismo globale nel 2004: Europa e altre macro-regioni 16,5% 4,4% 4,6% 20,0% 54,5% Europa Asia e Pacifico Americhe Africa Medio Oriente Fonte: World Tourism Organization, 2005 Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna costituiscono le più importanti destinazioni turistiche all interno dell Europa. 2 La quota è espressa in numero di arrivi di turisti internazionali.

9 9 Tali destinazioni-paesi formano un blocco che, nel 2004, ha assorbito più di meta di tutti gli arrivi internazionali in Europa (WTO, 2005). Nel periodo tra 1994 e 2003, l incremento più forte nel turismo internazionale si è registrato in Spagna (+40%). In questo decennio ( ), il soggiorno dei turisti internazionali è stato maggiore in Spagna, con una media di 123 milioni di notti/anno, seguito da Italia (90 n/a), Francia (67 n/a), Regno Unito (56 n/a) e Germania (30 n/a). Numero di notti trascorse (in milioni) dai turisti internazionali in alberghi e strutture simili nel periodo Fonte: Eurostat, Spagna Italia Francia Regno Unito Germania Fonte: EUROSTAT, 2005 Per quanto riguarda il movimento dei turisti all interno del proprio paese (i.e. turismo domestico), secondo i dati EUROSTAT per l anno 2003, la Germania è il paese che, in media, ha registrato il valore assoluto più alto di notti trascorse con 152 milioni di notti/anno, seguito dall Italia (129 notti/anno), dal Regno Unito (105 (n/a), dalla Francia (103 n/a) e dalla Spagna (73 n/a). Dal punto di vista della crescita tra 1994 e 2003, il turismo domestico è stato più forte in Spagna (+60%), Regno Unito (+46%) e Francia (+29%); in Germania ed Italia l incremento non supera il 10%.

10 10 Numero di notti trascorse (in milioni) dai turisti domestici in alberghi e strutture simili ( ) Germania Italia Regno Unito Francia Spagna Fonte: EUROSTAT, 2005 L Europa occidentale e l Europa mediterranea rappresentano le aree dove i maggiori flussi turistici, sia domestici che internazionali, si concentrano. Lo sviluppo del turismo dipende dalla stabilità politica e da un identità culturale distinta insieme con la bellezza della cornice paesaggistica, la qualità delle risorse ambientali e la fruibilità delle risorse culturali (e.g. il primato di Europa occidentale tra le macroregioni del mondo). Inoltre, i costi (relativi alla destinazione turistica) e il potere d acquisto (relativo alle origini dei turisti) incidono in maniera significativa per lo sviluppo del settore (e.g. il primato della Spagna all interno dell Europa occidentale).

11 Tendenze in Italia L Italia è una delle destinazioni più importanti del turismo nel mondo; un osservazione attenta dei numeri complessivi di arrivi dei turisti, nel quadro dei dati globali ed europei, evidenzia come il turismo in Italia faccia fatica a crescere ulteriormente a partire dall inizio del terzo millennio. Milioni 90 Numero di arrivi di turisti italiani e stranieri in Italia ( ) Numero di notti trascorse dai turisti italiani e stranieri in Italia ( ) Milioni Fonte: ISTAT, 2005

12 12 Nel ultimo decennio il comparto turistico italiano sta attraversando una fase di (relativa) stagnazione. Dopo una breve parentesi positiva ( ) si è visto un rallentamento nella crescita degli arrivi: da un tasso di crescita di +10,7% del 2000 si è passati ad un tasso di crescita di +2,2% nel Nel 2002 il tasso di crescita negli arrivi turistici è aumentato appena dello +0,3% rispetto all anno precedente, mentre nel 2003 dello +0,8%. Il 2004 è stato un anno di leggera ripresa (+4,0% rispetto al 2003). 14,0% Tasso di crescita/decrescita annuo (in %) in arrivi e notti trascorse dai turisti italiani e stranieri in Italia nel periodo ,0% 10,0% 8,0% 6,0% 4,0% 2,0% 0,0% -2,0% ,0% ARRIVI NOTTI TRASCORSE Fonte: ISTAT, 2005 Rendimenti ancora minori si osservano nel numero di notti trascorse. Il rallentamento di crescita inizia già dal 1995 e, dopo una breve parentesi positiva ( ), procede. Nel 2002, rispetto all anno precedente, si è verificato un tasso di crescita in segno negativo (-1,4%) che continua ad essere di segno negativo anche nel 2003 nonostante qualche leggero miglioramento.

13 13 Solo nel 2004, il bilancio inizia ad essere positivo (+0,3%), ma resta comunque un tasso di crescita molto debole, vicino allo zero. A partire dal 1995, si inizia a registrare delle flessioni nella durata media del soggiorno dei turisti, calcolata come somma delle notti trascorso sul numero di arrivi per anno. Si vede una breve parentesi di ripresa negli anni successivi, con un picco nel 2001, in cui la permanenza media è stata di quasi 4,3 notti. Negli ultimi tre anni (2002, 2003 e 2004) si è verificato un calo nella durata media del soggiorno. Nel 2004 la durata media del soggiorno è stata di poco superiore ai 4 notti. 4,35 4,30 Durata media (misurata in numero di notti) del soggiorno dei turisti italiani e stranieri in Italia nel periodo ,25 4,20 4,15 4,10 4,05 4,00 3,95 3,90 3, Fonte: ISTAT, 2005 Non solo il confronto con altri paesi europei ma anche una osservazione attenta alle tendenze di fondo al proprio interno evidenzia la difficoltà dell Italia come una destinazione turistica.

14 Tendenze in Lombardia La Lombardia è la regione più popolata di Italia, ed è anche la più industrializzata. Quindi dispone di un notevole sviluppo di infrastrutture, commercio e servizi tra cui quelli relativi al turismo, sia di tempo libero sia quello legato agli affari e incontri. Essendo una regione di frontiera che si apre verso l Europa centro-settentrionale la Lombardia gode di un certo vantaggio nel turismo internazionale. La tendenza generale nel numero di arrivi complessivi in Lombardia è in crescita negli ultimi anni, diversamente dalla tendenza generale degli arrivi in Italia. Milioni 9,5 Numero di arrivi di turisti italiani e stranieri in Lombardia ( ) 9 8,5 8 7,5 7 6,5 6 5, Fonte: ISTAT, 2005

15 15 Le risorse turistiche della Lombardia sono la varietà di paesaggi e numerose risorse culturali che rappresentano le attrattive turistiche: le città, le aree protette (riserve naturali), i paesaggi lacustri, i paesaggi pre-alpini e alpini La tendenza sulla permanenza turistica (notti trascorse) sul territorio lombardo sembrano discostarsi di poco da quella evidenziata sul territorio nazionale, pero restano comunque più positivi rispetto alla tendenza generale nazionale. Numero di notti trascorse dai turisti italiani e stranieri in Lombardia ( ) Milioni 27, , , , Fonte: ISTAT, 2005

16 16 Il periodo di rallentamento nella crescita per il turismo in Lombardia è tra Il rallentamento inizia nel Si nota un inversione di tendenza nel numero di arrivi tra 2000 e 2002, che dopo una flessione nel 2003, sembra di nuovo riprendere dal Per quanto riguarda il numero di notti trascorse l andamento decrescente inizia nel 1995 e prosegue fino al Nel 2000 si nota una crescita sostanziosa; tuttavia nel triennio si nota un rallentamento nella crescita. 12,0% Tasso di crescita/decrescita annuo (in %) in arrivi e soggiorni da turisti italiani e stranieri in Lombardia ,0% 8,0% 6,0% 4,0% 2,0% 0,0% -2,0% ,0% -6,0% ARRIVI NOTTI TRASCORSE Fonte: ISTAT, 2005

17 17 Per quanto riguarda la durata media del soggiorno, l andamento in Lombardia è abbastanza simile a quello nazionale, con la differenza che la durata media del soggiorno è ancora inferiore (poco sopra i 3 notti di permanenza) 3,2 Durata media (misurata in notti) del soggiorno dei turisti italiani e stranieri nel complesso delle attività ricettive in Lombardia nel periodo ,1 3 2,9 2,8 2,7 2,6 2, Fonte: ISTAT, 2005 L osservazione delle tendenze degli ultimi anni rivela che il turismo in Lombardia in generale cresce in termini di approdi turistici ma non in termini della durata di soggiorni turistici. In tutta la Lombardia è in diminuzione la permanenza media dei turisti nonostante aumento complessivo degli arrivi: sembra che stiano prevalendo i turisti mordi e fuggi. Vi sono ampi margini di miglioramento e recupero sia per gli arrivi sia per la durata media di permanenza.

18 Tendenze in Provincia di Como Il numero di arrivi di turisti italiani a Como e provincia nel 2004 è significativamente inferiore (-20%) rispetto al dato del 1994; invece il numero di arrivi di stranieri nel 2004 è cresciuto del +27% rispetto al Numero di arrivi di turisti italiani e stranieri in Provincia di Como ( ) ITALIANI STRANIERI 25% Tasso annuo di crescita negli arrivi di turisti in Como e provincia nel % 5% -5% % -25% ITALIANI STRANIERI -35% Fonte: ISTAT, 2005

19 19 Analizzando i dati disponibili sul numero delle notti trascorse, è possibile affermare che la permanenza (soggiorno) di turisti italiani nel 2004 è complessivamente in forte contrazione rispetto al 1994 (-53%). Non si apprezzano incrementi significativi negli ultimi anni. Mentre la permanenza (soggiorno in notti) dei turisti stranieri complessivamente è cresciuto del +24% tra 1994 e Nel turismo straniero la tendenza è positiva (+15) anche negli ultimi due anni ( ). Numero di notti trascorse in Como e provincia dai turisti italiani e stranieri ( ) ITALIANI STRANIERI Fonte: ISTAT, 2005

20 20 Il turismo nella Provincia di Como presenta periodi di permanenza media (i.e. durata di soggiorno in termini di notti trascorse sui arrivi totali) relativamente brevi. La durata media del soggiorno è diminuita fortemente per quanto riguarda il turismo domestico: da 3,3 notti del 1994 all 1,9 del La durata media del soggiorno dei turisti stranieri è rimasta pressoché costante (attorno alle 3 notti). In generale, la tendenza sembra verso quella di una brevità di soggiorno, di un turismo veloce e sempre meno di una visita approfondita e di villeggiatura. 3,5 Durata media del soggiorno in Como e provincia dei turisti italiani e stranieri ( ) 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 0, ITALIANI STRANIERI MEDIA Fonte: ISTAT, 2005

21 21 I dati riferiti al 2003 indicano che il 74% del turismo straniero in Provincia di Como è europeo. La maggior parte dei turisti europei proviene da paesi della parte centro-occidentale dell Unione Europea (Germania, Regno Unito, Francia, Olanda, Belgio, Spagna, Austria ) e dalla vicina Confederazione Elvetica. Composizione del turismo internazionale (europeo) in Como e provincia (2003) 9% 5% 16% 30% 11% 12% 3% 3% 11% REGNO UNITO OLANDA BELGIO GERMANIA FRANCIA AUSTRIA SPAGNA SVIZZERA ALTRI Fonte: ISTAT, 2005

22 22 I turisti europei che prolungano maggiormente il proprio soggiorno sono olandesi ed inglesi (rispettivamente 5,2 e 4,4 notti). I turisti provenienti da nazioni geograficamente prossime alla Provincia di Como (Svizzera, Austria e Germania) hanno un periodo di permanenza media di circa 3 giorni. I turisti europei che sembrano soggiornare più brevemente sono belgi, francesi e spagnoli (poco più di 2 notti) 6,0 Durata media del soggiorno dei turisti europei in Como e provincia (2003) 5,0 4,0 3,0 2,0 1,0 0,0 1 OLANDA REGNO UNITO GERMANIA SVIZZERA AUSTRIA BELGIO FRANCIA SPAGNA Fonte: ISTAT, 2005

23 23 I turisti internazionali extra-europei rappresentano il 26% circa di tutti gli arrivi internazionali (non italiani). Tra gli approdi internazionali extra-europei, quelli dagli USA sono più numerosi, quasi la metà di tutti gli approdi internazionali extra-europei. Seguono i turisti da Giappone, Australia, Israele e Canada. Nel resto (circa 28% di tutti gli approdi internazionali extra-europei) pare siano più numerosi i turisti asiatici. Composizione del turismo internazionale extra europeo in Como e provincia (2003) 28% 47% 6% 6% 4% 9% USA GIAPPONE CANADA ISRAELE AUSTRALIA ALTRI Fonte: ISTAT, 2005

24 24 Secondo i più recenti dati disponibili, la durata media della permanenza di turisti extraeuropei nella Provincia di Como è sensibilmente inferiore rispetto a quella dei turisti europei. Tra quelli che soggiornano più a lungo sono i turisti dagli USA, dall Australia e dal Canada (più di 2 notti). Tutti gli altri, mediamente, soggiornano meno di 2 notti. 3,0 Permanenza media dei turisti extra europei in Como e provincia (2003) 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 0,0 USA CANADA AUSTRALIA ISRAELE GIAPPONE ALTRI Fonte: ISTAT, 2005

25 25 In merito ai dati 2003, emergono alcune situazioni relative alla distribuzione (in termini di arrivi e notti trascorse) di turisti italiani e stranieri per tipologia di strutture ricettive. Nel caso del turismo domestico: la maggioranza dei turisti preferisce alloggiare in strutture di alto profilo (5 e 4 stelle) una percentuale attorno al 20% trascorre il proprio soggiorno in strutture a 3 stelle il restante degli arrivi (circa il 25%) è equi-distribuito in sistemazioni più economiche la durata media del soggiorno è relativamente breve nel caso di strutture di lusso la durata media del soggiorno è relativamente più lunga in strutture come camping od altre strutture supplementari (bed & breakfast, ostelli ) 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% Distribuzione del numero di arrivi e soggiorni dei turisti italiani per tipologia di strutture di destinazione in Como e provincia (2003) 0% ARRIVI NOTTI TRASCORSE 5 E 4 STELLE 3 STELLE 2 STELLE STRUTTURE SUPPLEMENTARI CAMPING Fonte: ISTAT, 2005

26 26 Nel caso del turismo straniero: rispetto ai turisti italiani è minore la percentuale di turisti stranieri che alloggiano in strutture di lusso rispetto ai turisti italiani, i turisti stranieri fanno più uso di strutture (teoricamente) più economiche (i.e. : 3 stelle, bed & breakfast, camping) la durata media del soggiorno è più prolungata in strutture economiche (3 stelle, strutture supplementari, camping ) come per il turismo italiano, anche per quello straniero vi è una scarsa propensione ad alloggiare in alberghi a 2 stelle. 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% Distribuzione del numero di arrivi e soggiorni di turisti stranieri per tipologia di strutture di destinazione in Como e provincia (2003) 0% ARRIVI NOTTI TRASCORSE 5 E 4 STELLE 3 STELLE 2 STELLE STRUTTURE SUPPLEMENTARI CAMPING Fonte: ISTAT, 2005

27 27 Per quanto riguarda la spesa da parte dei turisti stranieri le stime (piuttosto approssimative) sono basate sui dati sul cambio di valute, interviste sui campionari e altri movimenti di monete. Secondo queste stime la spesa da parte dei turisti stranieri nella Provincia di Como sono cresciuti negli ultimi tre anni ( ) dopo una diminuzione consistente nel 2001; la spesa sembrerebbe in costante crescita, toccando quota 565 milioni di euro nel La spesa dei turisti stranieri nella provincia di Como sembra generalmente superiore rispetto alla spesa media all interno della Regione Lombardia. 600 Spesa (in milioni di euro) sostenuta dai turisti stranieri in Como e provincia e la spesa media dei turisti nella Regione Lombardia, COMO MEDIA REGIONALE Fonte: Unione Italiana Cambi (U.I.C.), 2005

28 Provincia di Como e altre realtà turistiche di Lombardia: confronti e considerazioni Una media del periodo indica che la Provincia di Como assorbirebbe circa il 7,13% del numero di arrivi di turisti totali dell intera Regione Lombardia; si colloca così al terzo posto, dopo Milano (49,7%) e Brescia (18%). E l unica provincia lombarda ad avere una diminuzione della quota (share) negli arrivi totali all interno della regione, passando da una quota (share) dell 8,38% (il massimo) nel 1994, ad una del 6,5% del 2004 (il punto minimo era di 6.21% nel 2002). Nello stesso periodo ( ), Como si colloca invece al quarto posto per quanto riguarda la permanenza (6,6% di notti trascorse del totale lombardo), preceduta da Milano (37,8%), Brescia (29,9%) e Sondrio (9,1%); anche in questo caso si riscontra una diminuzione nel peso sul totale regionale, passando dall 8,6% (il massimo) del 1994 allo 6,0% del 2004 (il punto minimo 5,4% nel 2002). Percentuale provinciale (Como) sul totale regionale (Lombardia) del numero di arrivi da turisti italiani e stranieri (la media del periodo ) Percentuale provinciale (Como) sul totale regionale (Lombardia) del numero di notti trascorse da turisti italiani e stranieri (la media del periodo ) PROVINCE ARRIVI PROVINCE NOTTI TRASCORSE Milano 49,69% Milano 37,76% Brescia 18,00% Brescia 29,94% Como 7,13% Sondrio 9,14% Sondrio 5,92% Como 6,56% Varese 5,80% Bergamo 5,44% Bergamo 5,72% Varese 4,16% Pavia 2,30% Pavia 1,93% Mantova 1,88% Lecco 1,81% Lecco 1,56% Mantova 1,58% Cremona 1,23% Cremona 1,01% Lodi 0,76% Lodi 0,66% Elaborazione propria su dati ISTAT

29 29 Il turismo a Como e nella sua provincia è caratterizzata da soggiorni piuttosto ridotti forse anche per la prevalenza del turismo breve (fine-settimana), quello congressuale (limitato nel tempo) e di passaggio (da/verso Svizzera e Europa settentrionale). Negli anni tra 1994 e 2004, la durata media del soggiorno sembra essere in costante calo: nel 1994 la durata media (più di 3 notti) era inferiore ai valore medio nazionale ma superiore a quello regionale; nel 2004 il valore (di poco superiore a 2,5 notti) è inferiore sia al valore medio nazionale che a quello regionale. Durata media del soggiorno (notti trascorse) di turisti italiani e stranieri: Provincia di Milano e Como, Regione Lombardia, Italia ( ) 4,5 4,0 3,5 3,0 2,5 2,0 1, Italia Lomabrdia Como Milano Fonte: ISTAT, 2005 Le province di Milano e Brescia superano Como per numero di arrivi complessivi. Nel caso di Milano è facile capire la ragione dei numeri: è la provincia che racchiude una grande metropoli di importanza internazionale e il capoluogo regionale Invece Brescia è una realtà provinciale e lacustre come Como.

30 30 Però, diversamente da Como, Brescia ha un settore turistico più florido (forte anche di alcune stazioni sciistiche nel proprio comprensorio). Nel caso di Brescia vi è un attrattiva turistica (i.e. il Lago di Garda) fruito per un ampia gamma di attività ricreative e sportive outdoor. Diversamente, la fruizione sportiva e ricreativa del Lago di Como, l attrattiva principale del turismo comasco, è molto limitata per una serie di ragioni: la conformazione fisica delle sponde (ruvide e ripide), la densità di tecnosfera (edifici, costruzioni, strutture ), l assenza di forme alternative e complementari della mobilità (ciclo-pedonalità). Como e la sua provincia costituiscono la quarta realtà lombarda (dopo Milano, Brescia e Sondrio) per numero complessivo di notti trascorse, calcolando la media nel periodo Diversamente da Como, la Provincia di Sondrio dispone di un offerta turistica stagionalmente limitata (turismo invernale e estivo). Però a Sondrio si registrano generalmente più soggiorni duraturi rispetto a Como (forse grazie alle settimane bianche e alle villeggiature in mezzo alla natura e quiete ). Como e la sua provincia sembrano avere difficoltà nell attirare visitatori che soggiornano periodi significativi (in modo da creare più indotto anche per commercio e altri settori di affari). Pur essendo un luogo incantevole con una cornice paesaggistica esteticamente rilevante, Como riesce meno a proiettare l immagine della naturalezza e delle possibilità di attività ricreative salubri e spartane, sportive e contemplative; e quindi non riesce ad attirare un buon numero di visitatori propensi a consistenti soggiorni per esplorare i dintorni e contemplare i paesaggi.

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 Elaborazione su dati provvisori forniti dal Settore Turismo della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 3 bollettino mensile Marzo 2011 Aprile 2011 A cura di Storia

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA MARZO 2010 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2.

Dettagli

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A Ma g g i o 2 0 0 3 di G i u s e p p e A i e l l o 1. L andamento

Dettagli

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Marzo 2009. 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma. 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma

Marzo 2009. 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma. 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma Prosegue anche questo mese la flessione della domanda turistica rispetto allo stesso periodo

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009 Ge nnai o 2009 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma L anno 2009 inizia con il segno negativo della domanda turistica rispetto all inizio dell anno precedente. Gli arrivi complessivi

Dettagli

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 OSSERVATORIO DEL SISTEMA TURISTICO LAGO DI COMO 1 L Osservatorio è una iniziativa al servizio di tutti gli operatori pubblici e privati del Sistema Turistico Lago di Como realizzata

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010

Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 Rapporto flussi turistici Anni dal 2010 2010 al 2014 Elaborazione a cura dell Ufficio del Turismo della Provincia di Novara turismo.statistica@provincia.novara.it 1 CAPACITA RICETTIVA Qualifica Stelle

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Bilancio positivo per le strutture ricettive lombarde nell ultimo trimestre 2010 Il 2010 si chiude

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 2 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 2 1. L andamento

Dettagli

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche

L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Milano, 12 ottobre 2010 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO ESTATE 2010 E PREVISIONI PER L AUTUNNO L estate 2010 (luglio settembre) rilancia le presenze turistiche Nel trimestre estivo il 63,6% delle

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO LA COMPETITIVITÀ DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COMMERCIO ESTERO E QUOTE DI MERCATO - la competitività della provincia di Bologna Indice 1. Esportazioni e competitività:

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

BREZZO di BEDERO LAGO MAGGIORE

BREZZO di BEDERO LAGO MAGGIORE BREZZO di BEDERO LAGO MAGGIORE Presentazione operazione Il lago e le colline di Brezzo di Bedero Brezzo di Bedero sorge sulle colline circostanti la sponda lombarda del Lago Maggiore, un altopiano incantato

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO OMT

TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO OMT 1 TURISMO = SETTORE ECONOMICO DEI SERVIZI = TERZIARIO (ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL TURISMO) stima nel 2010 900 miliardi di dollari da turismo internazionale 1 miliardo di arrivi internazionali 225 milioni

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ASIA Istat. Tabella 2: Imprese per attività economica Lombardia

Fonte: elaborazione Unioncamere Lombardia su dati ASIA Istat. Tabella 2: Imprese per attività economica Lombardia IL SISTEMA PRODUTTIVO LOMBARDO NEL 2006 SECONDO IL REGISTRO STATISTICO ASIA (giugno 2009) Secondo il registro statistico delle imprese attive e delle loro unità locali (ASIA Imprese e Unità locali) sono

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di La popolazione Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di trasformare il cibo in lavoro. Data l

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community.

MUSEK WP N. 2. ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUSEK WP N. 2 ENERGY BASELINE ASSESSMENT AND TARGET-SETTING Sec status for local community. MUNICIPALITY OF RAVENNA Maggio 2007 Sommario Il Comune di RAVENNA...Errore. Il segnalibro non è definito. 1 L

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Osservatorio turistico della regione Sardegna LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2012 A cura di La performance di vendita delle imprese del ricettivo Periodo di riferimento:

Dettagli

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO Disegno di Legge di Iniziativa della Giunta Regionale PUNTI SALIENTI E NOVITA Venezia, 18 maggio 2011 Quanto perderebbe l economia del Veneto senza il turismo?

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA GEOGRAFIA - TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE si orienta nello spazio conosciuto colloca elementi dell ambiente conosciuto secondo criteri spaziali si orienta nello spazio

Dettagli

Concetti di marketing turistico

Concetti di marketing turistico Concetti di marketing turistico Introduzione Un impresa, per individuare la linea d azione che ha la maggior probabilità di portare al successo il proprio prodotto, cerca di anticipare i bisogni dei consumatori,

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Flussi Turistici in Piemonte 2015

Flussi Turistici in Piemonte 2015 Flussi Turistici in Piemonte 215 Consuntivo e andamento negli ultimi 1 anni Osservatorio Turistico Regionale Interviene Cristina Bergonzo Contesto internazionale Ifattidel 215 Il turismo internazionale

Dettagli

Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio

Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio Allegato A) Declinazione dei risultati di apprendimento in conoscenze e abilità per il primo biennio A.1 Settore economico A.2 Settore tecnologico Il presente allegato è stato redatto con riferimento alle

Dettagli

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Costruzioni: all illusione del 2011 fa seguito un nuovo calo produttivo nel 2012 Verona 21 giugno 2012 - Dopo tre anni di profondo declino,

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI PROGETTO DISTRETTI CULTURALI Il progetto Distretti culturali nasce da un idea di Fondazione Cariplo per integrare la valorizzazione del patrimonio culturale con una più generale strategia di sviluppo del

Dettagli

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 luglio 2013 Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle presenze turistiche registrati

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

1. Gli italiani in vacanza nel 2012

1. Gli italiani in vacanza nel 2012 1. Gli italiani in vacanza nel 2012 Nel 2012 nonostante l imperversare della crisi economica il 62,8% della popolazione ha trascorso almeno un periodo di vacanza, pari a 31,7 milioni di italiani. Un dato

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 17 febbraio 2010 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni. TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri

IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni. TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri IL TURISMO COME DRIVER DELLA CRESCITA: successi e sfide per i prossimi anni TTG INCONTRI - Fiera di Rimini - 8 Ottobre 2015 Sala Sisto Neri IL TURISMO E CAMBIATO Il tool di Amadeus permette di fare un

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009

FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 FLUSSI TURISTICI approfondimento 2009 Flussi Turistici 2009: confronto Milano e Rilevazione movimento clienti per tipologia di struttura ricettiva di Milano città e Milano città 2009 ARRIVI PRESENZE ARRIVI

Dettagli

GIUNTA REGIONE MARCHE

GIUNTA REGIONE MARCHE Come noto, Recanati è il paese natale di Giacomo Leopardi. Il suo centro caratteristico, gli itinerari culturali e artistici e la vicinanza con alcune delle più note località balneari della riviera Marchigiana,

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E DI GEOGRAFIA 1- IDEA, SVILUPPO E RAPPRESENTAZIONE DELLO SPAZIO CLASSE 1^ CURRICOLO - Uso corretto dei principali indicatori topologici Riconoscere la propria posizione

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

TURISMO OBIETTIVI INDICATORI. Strutture turistiche. Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente.

TURISMO OBIETTIVI INDICATORI. Strutture turistiche. Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente. OBIETTIVI Mettere in luce quanto la disponibilità ricettiva può influire sull ambiente Tracciare la tendenza dei flussi e la loro distribuzione sul territorio Evidenziare le aree che richiedono maggiore

Dettagli

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IL SISTEMA IMPRENDITORIALE 1 1.1 Le imprese attive per settore e forma giuridica Nei primi tre mesi del 2015 risultano iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Lodi 21.784 posizioni,

Dettagli

La spesa della Regione Lazio per la protezione dell ambiente Anni 1995-2001

La spesa della Regione Lazio per la protezione dell ambiente Anni 1995-2001 La spesa della Regione Lazio per la protezione dell ambiente Anni 1995-2001 L Istat diffonde, per la prima volta, la serie storica dei dati relativi alle spese per la protezione dell ambiente di un amministrazione

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola nazionale dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim.

FINALITA. 1 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola nazionale dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, passim. FINALITA La geografia è la scienza che studia l'umanizzazione del nostro pianeta e, quindi, i processi attivati dalle collettività nelle loro relazioni con la natura. Tali processi nel corso del tempo

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)!

Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)! Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)! Su questa base (ma non solo) ci si occupa:! Comportamento

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Nota congiunturale sull area delle Orobie Consuntiva stagione invernale 2007-2008 Redatta in Aprile 2008 Caratteristiche e metodologia di indagine L Osservatorio

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica 1 Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica Giovanni Giuseppe Ortolani L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE Venezia, 17 aprile 2012 http://www.bancaditalia.it indagineturismo@bancaditalia.it

Dettagli

Gli studi e le indagini quantitative effettuate

Gli studi e le indagini quantitative effettuate Gli studi e le indagini quantitative effettuate 1. Indagine sui turisti Incoming (attrattività e competitività) attrattività e competitività del Sistema di offerta 2. Indagine sui residenti/turisti Interni

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

IL COMMERCIO CON L ESTERO DI APPARECCHI ELETTRICI

IL COMMERCIO CON L ESTERO DI APPARECCHI ELETTRICI ŀ IL COMMERCIO CON L ESTERO DI APPARECCHI ELETTRICI Il settore degli Apparecchi elettrici rappresenta una voce importante dell interscambio commerciale locale, soprattutto se si pensa che da tempo 1 genera

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 18 febbraio 2009 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate

3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate 339 3. Un abaco dei mutamenti strutturali: la rilevanza del fenomeno delle coree nello sviluppo urbano di Limbiate Osservando lo sviluppo strutturale di Limbiate dal punto di vista storico, urbano e sociale

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno

Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno CISALPINA TOURS CISALPINA RESEARCH Risultati indagine: Un nuovo modo di viaggiare in treno Cisalpina Research, il nuovo centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità

Dettagli