Miniguida alla scelta del corso di laurea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Miniguida alla scelta del corso di laurea"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Miniguida alla scelta del corso di laurea Anno Accademico 2007/2008

2 INDICE Presentazione della Facoltà pag. 3 Offerta Didattica 2007/2008 pag. 4 Corsi di Laurea Triennale e a Ciclo Unico pag Discipline Economiche e Sociali pag Economia pag Economia Aziendale pag Giurisprudenza (Laurea Megistrale 5 anni) pag Metodi Quantitativi per l Economia e la gestione delle Aziende pag Scienze Geo Topo Cartografiche, Estimative, Territoriali ed Edilizie (Corso Interfacoltà) pag Scienze Turistiche (Corso Interfacoltà) pag. 11 Corsi di Laurea Specialistica pag Discipline Economiche e Sociali per lo Sviluppo e la 2. Cooperazione pag Economia Applicata pag Economia Aziendale pag Giurisprudenza per l Economia e l Impresa pag Statistica ed Informatica per l Economia e la Finanza pag Valorizzazione dei Sistemi Turistico Culturali pag. 18 I Servizi pag. 20 Contatti utili pag. 28 2

3 PRESENTAZIONE DELLA FACOLTA La Facoltà di Economia rappresenta uno dei punti di forza dell Università della Calabria, essendo presente come offerta didattica sin dal 1972, anno di costituzione dell Ateneo di Arcavacata. La Facoltà ha avuto nel corso degli anni una rapida crescita sia per numero di studenti iscritti, sia per offerta formativa, con insegnamenti che spaziano dall economia teorica ed applicata, alla sociologia, al diritto, al management, all informatica, alla statistica ed alla demografia. Questa crescita, che è avvenuta in raccordo e in sintonia con la pressante domanda di istruzione universitaria proveniente dal territorio, ha comportato uno sforzo notevole di riorganizzazione dei servizi didattici, al fine di ottenere sempre standard di elevata qualità. Nella Facoltà sono attivi sei corsi di laurea di primo livello (lauree triennali): Discipline Economiche e Sociali, Economia, Economia Aziendale, Metodi quantitativi per l Economia e la Gestione delle Aziende, Scienze Turistiche (in collaborazione con la Facoltà di Lettere), Scienze Geo Topo Cartografiche Estimative Territoriali ed Edilizie (in collaborazione con la Facoltà di SMFN ed Ingegneria) e sei di secondo livello (lauree specialistiche): Giurisprudenza per l Economia e l Impresa, Discipline Economiche e Sociali per lo Sviluppo e la Cooperazione, Economia Applicata, Economia Aziendale, Statistica per l Economia e la Finanza, Valorizzazione dei Sistemi Turistico Culturali. Dall a.a. 2006/07 è stato istituita anche la Laurea Magistrale in Giurisprudenza (ciclo unico di 5 anni). La Facoltà di Economia dedica molta attenzione al tema dell internazionalizzazione sia nel campo della ricerca che della didattica attraverso lo scambio di studenti e docenti con altre università estere. Tra gli accordi si segnalano quelli con l università di Nizhni Novgorod (Russia), l università di Bochum (Germania), di Roskilde (Danimarca) e Brno (Slovacchia). Più di recente sono stati avviati rapporti con le università canadesi di North York, Toronto e Waterloo e con l università statunitense di Parkside (Wisconsin). Sono inoltre in corso contatti per la realizzazione di partnership con l università tunisina di Gafsa e con alcune Università cinesi. La Facoltà è dotata di una biblioteca moderna, la Biblioteca Interdipartimentale E. Tarantelli, di tipo self service, completamente automatizzata e con un notevole patrimonio librario; possiede un laboratorio statistico informatico, laboratori informatici per la didattica e un ufficio stage. La Facoltà è collegata in Internet attraverso il sito web: e dotata di un Portale degli studenti con lo scopo di favorire lo scambio di informazioni tra la comunità universitaria. Nel corso di questi ultimi anni la Facoltà ha istituito numerosi dottorati di ricerca, costituendo anche consorzi con altre università italiane. La Facoltà di Economia, per lo standard dei servizi offerti, per il favorevole rapporto studentidocenti, per l elevato numero di studenti laureati, per l alta qualità della ricerca, ha occupato sempre una posizione di preminenza nelle graduatorie dell offerta didattica in Italia che ogni anno il Censis pubblica in collaborazione con il quotidiano la Repubblica. Il PRESIDE Prof. Giuseppe De Bartolo 3

4 Facoltà di Economia OFFERTA DIDATTICA Anno Accademico CORSI DI LAUREA TRIENNALE E A CICLO UNICO DISCIPLINE ECONOMICHE E SOCIALI Classe di Laurea n.35 ECONOMIA Classe di Laurea n.17 ECONOMIA AZIENDALE Classe di Laurea n.17 GIURISPRUDENZA (LAUREA MAGISTRALE 5 ANNI) Classe di Laurea LGM 01 METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA E LA GESTIONE DELLE AZIENDE Classe di Laurea n.37 SCIENZE GEO TOPO CARTOGRAFICHE, ESTIMATIVE, TERRITORIALI ED EDILIZIE (corso Interfacoltà SMFN ECONOMIA INGEGNERIA) Classe di Laurea n.7 SCIENZE TURISTICHE (corso Interfacoltà ECONOMIA LETTERE E FILOSOFIA) Classe di Laurea n.39 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA DISCIPLINE ECONOMICHE E SOCIALI PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO Classe di Laurea Specialistica 88/S ECONOMIA APPLICATA Classe di Laurea Specialistica 64/S ECONOMIA AZIENDALE Classe di Laurea Specialistica 84/S GIURISPRUDENZA PER L ECONOMIA E L IMPRESA (AD ESAURIMENTO) Classe di Laurea Specialistica 22/S STATISTICA E INFORMATICA PER L ECONOMIA E LA FINANZA Classe di Laurea Specialistica 91/S VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO CULTURALI Classe di Laurea Specialistica 55/S 4

5 Facoltà di Economia CORSI DI LAUREA TRIENNALE E A CICLO UNICO DISCIPLINE ECONOMICHE E SOCIALI Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il Corso di Studio in Discipline Economiche e Sociali, Classe di laurea n. 35. Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace, si pone lʹobiettivo di formare un profilo culturale e professionale basato sulla conoscenza dei processi di mondializzazione dell economia; delle dinamiche interculturali e di genere; delle componenti storiche culturali economiche sociali e istituzionali dello sviluppo anche a livello locale; dei processi di mutamento ambientale e di sviluppo sostenibile. Il Corso di Studio mira a caratterizzare questo profilo attraverso le seguenti conoscenze ed abilità: - Conoscenze nell area delle discipline dello sviluppo e del mutamento sociale. - Conoscenza delle politiche di pari opportunità. - Utilizzo efficace, in forma scritta e orale, della lingua inglese e di un altra lingua dell Unione Europea, oltre all italiano, nell ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. - Utilizzo efficace degli strumenti per la comunicazione e la gestione delle informazioni; - Capacità relazionali per svolgere attività di gruppo, per operare con alto grado di autonomia e per inserirsi attivamente negli ambienti di lavoro. La formazione offerta dal Corso di Laurea si propone di fornire le conoscenze e le competenze necessarie per operare efficacemente nellʹambito delle seguenti aree: - Pubblica amministrazione, con funzioni di operatore di programmazione e gestione di programmi di sviluppo economico e sociale; - Terzo settore, con funzioni di operatore di promozione e gestione di interventi nel campo della cooperazione sociale e culturale; - Organizzazioni internazionali, con funzioni di operatore di gestione, analisi e valutazione di programmi di cooperazione internazionale; - Istituzioni educative, con funzioni di formatore economico sociale e di ʺmediatore culturaleʺ. 5

6 La partecipazione al Corso richiede una preparazione di base che riguarda: - corretta capacità di espressione scritta nella lingua italiana; - conoscenze della storia moderna e contemporanea; - conoscenze della geografia politica ed economica mondiale. Al fine di rendere agevole il percorso formativo, in vista dellʹammissione al primo anno si provvederà allʹaccertamento delle eventuali carenze dello studente. Il corso di laurea si articola in due percorsi formativi: 1) Cooperazione 2) Sviluppo Locale ECONOMIA Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali I laureati del Corso di Laurea in Economia si caratterizzano per l affiancare ad un adeguata conoscenza delle materie aziendali solide competenze nelle discipline economiche. Più in particolare, obiettivo del Corso di Laurea è formare economisti prevalentemente destinati ad operare in aziende, pubbliche o private, e nella Pubblica Amministrazione. I laureati saranno in grado sia di valutare da un punto di vista economico le attività produttive (di beni o servizi) realizzate, che le implicazioni per queste di variazioni nel contesto socioeconomico, di mercato e delle politiche economiche in cui l azienda o l Amministrazione Pubblica opera. Proprio perché il focus del progetto formativo è costituito dai legami funzionali fra le attività delle unità di produzione di beni e servizi, da un lato, e l evoluzione del contesto socioeconomico, dei mercati e delle politiche economiche, dall altro, elemento caratterizzante del Corso di Laurea nell ambito della Classe di appartenenza è l acquisizione di solide conoscenze di base di teoria e politica economica. A partire da un nucleo di competenze comuni in micro economia, macro economia, economia aziendale, metodi di analisi quantitativa e diritto, che costituiscono gli strumenti di base indispensabili per il curriculum dello studente in Economia, sono possibili allʹinterno del Corso di Laurea percorsi formativi che consentono specializzazioni in grado di soddisfare domande di profili specifici da parte delle imprese o degli Enti pubblici, consentendo così un più facile inserimento dei laureati nel mondo del lavoro. Gli studenti possono privilegiare l approfondimento degli strumenti tipici dell ʺeconomista di impresaʺ o dare maggiore enfasi agli elementi della loro formazione di interesse per gli Enti Locali e, più in generale, della Pubblica Amministrazione. Un terzo profilo è quello definibile da quanti vogliono conseguire al termine degli studi una preparazione tale da consentire un agevole prosecuzione della formazione con lʹacquisizione di una Laurea Specialistica nellʹarea economica. 6

7 Tipicamente il laureato in Economia è destinato a trovare impiego come ʺeconomista d impresaʺ o come ʺeconomistaʺ all interno di un impresa pubblica o privata di mediograndi dimensioni, o in un Amministrazione Pubblica. La formazione comune a tutti i profili della Laurea in Economia è definita in maniera da garantire comunque a tutti i laureati il possesso delle conoscenze necessarie per intraprendere una libera professione nellʹarea economica ed economico aziendale. ECONOMIA AZIENDALE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il corso di laurea in Economia Aziendale si propone di fornire allo studente strumenti metodologici e scientifici tali da prepararlo alla professione nel mondo aziendale, in modo da renderlo in grado di interpretare e guidare correttamente il funzionamento dellʹazienda nelle sue diverse tipologie e aspetti. Lo studente, grazie al corso di studi intrapreso, potrà non solo avere la padronanza delle diverse funzioni aziendali e la conoscenza degli strumenti di supporto, di indirizzo e di analisi della gestione, ma acquisirà anche la capacità di cogliere le interazioni tra impresa e ambiente. A tal fine, si mirerà a far acquisire allo studente le necessarie competenze di base nelle discipline aziendali, economiche, giuridiche e quantitative, così da prepararlo ad entrare nel mondo del lavoro ed in particolare nelle aziende private, nella libera professione, nelle aziende pubbliche, nel campo della formazione. Il corso di laurea si articola in quattro percorsi formativi (curricula): 1) Banca e Finanza 2) Economia e Gestione delle Imprese 3) Imprese, Mercati e New Economy 4) Libera professione e Direzione Aziendale Il primo ed il secondo anno di studi prevedono una serie di contenuti comuni a tutti i percorsi: si tratta di insegnamenti ritenuti indispensabili per fornire agli studenti un background culturale idoneo ad affrontare con successo sia l anno di studio successivo sia le sfide che pongono il mondo del lavoro ed i percorsi di studio post lauream (lauree specialistiche, master, dottorati di ricerca). Vengono impartiti pertanto insegnamenti di economia, diritto, matematica, economia aziendale, statistica, gestione d impresa e management, lingua inglese e seconda lingua straniera, informatica. I percorsi formativi, o curricula (a partire dal terzo anno), hanno l obiettivo di rinforzare alcune competenze specifiche in funzione di un più efficace e immediato inserimento nel mondo del lavoro, già dopo il primo triennio di studi universitari. L offerta di percorsi, tuttavia, è stata progettata anche nella prospettiva di chi intende proseguire gli studi universitari al fine di conseguire una Laurea Specialistica o un Master. Per tutte queste ragioni, i curricula presentano una combinazione di corsi e di attività didattiche originali e interattive (esercitazioni pratiche, studi di casi aziendali in company, simulazioni, business game, stage e tirocini) idonee a consentire un immediato ed efficace ingresso nel mondo del 7

8 lavoro, come pure la prosecuzione degli studi per l ottenimento dei titoli post lauream sul medesimo percorso di specializzazione o su percorsi contigui (tutte le aree dell economia aziendale e della gestione; l area della gestione delle tecnologie e delle reti internet l area della giurisprudenza d impresa, e così via). La scelta di un percorso di studio non è vincolante rispetto agli sbocchi post lauream. Ai laureati in Economia Aziendale si aprono prospettive occupazionali nei seguenti ambiti: gestione delle aree funzionali (finanza, marketing, controllo di gestione, contabilità etc.) delle imprese, pubbliche e private; gestione delle aree funzionali delle banche e degli altri intermediari finanziari; libera professione; attività di studio e di ricerca. Con la laurea triennale ed il tirocinio previsto dalla legge si viene ammessi all esame di Stato per l iscrizione all albo dei Dottori Commercialisti nella sezione esperti contabili, indipendentemente dal percorso formativo scelto. Le lauree in Economia Aziendale e in Economia sono le sole, tra quelle attivate dalla Facoltà di Economia, che offrono la possibilità di sostenere lʹesame di Stato per lʹesercizio della libera professione. GIURISPRUDENZA (LAUREA MAGISTRALE 5 ANNI) Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali I laureati dei corsi della classe di laurea devono: aver conseguito elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo; aver conseguito approfondimenti di conoscenze storiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell evoluzione storica degli stessi; possedere capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l uso di strumenti informatici; possedere in modo approfondito le capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto; possedere in modo approfondito gli strumenti di base per l aggiornamento delle proprie competenze. I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali ed alla magistratura, potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazione internazionali 8

9 in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali. Il corso di laurea, oltre a garantire gli obiettivi propri della classe di laurea in Giurisprudenza, si pone lo scopo di offrire allo studente un buon livello di conoscenze negli studi economici, aziendalistici e statistici, che si ritengono ormai indispensabili per operare con professionalità e competenze nel mondo giuridico delle nostre società complesse. Su questa base di conoscenze, il corso di laurea consente di avere una preparazione giuridica completa ed integrata dagli strumenti conoscitivi e metodologici propri delle scienze economiche, capace di formare un giurista che operi, con competenze e senso critico, sia allʹinterno delle imprese o delle istituzioni pubbliche, sia quando si indirizzi verso le professioni legali di avvocato, magistrato e notaio. METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA E LA GESTIONE DELLE AZIENDE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il corso di laurea in Metodi Quantitativi per l Economia e la Gestione delle Aziende (Classe 37, Classe delle Lauree in Scienze Statistiche) si propone di formare laureati aventi un adeguata conoscenza di tipo metodologico e applicativo nel campo della statistica e dei metodi quantitativi, che possano operare con autonomia e competenza in vari ambiti dell economia e della gestione delle aziende. Una tale figura professionale potrà inserirsi in numerosi settori delle pubbliche amministrazioni e delle aziende private in cui è sempre più richiesta la presenza di personale qualificato capace di sviluppare analisi di dati ed utilizzare strumenti quantitativi al fine della gestione delle risorse, della programmazione delle attività e quindi, in definitiva, come supporto ai processi decisionali. Una precipua formazione che vede opportunamente integrate le discipline statistiche e quantitative con quelle informatiche ed economicoaziendali consente non solo di ricoprire ruoli tecnici, ma anche di operare con compiti manageriali e di elevata responsabilità in settori quali ad esempio: analisi e studio di modelli statistici di dati socio economici, progetto e gestione di basi di dati, analisi e progetto di prodotti finanziari e assicurativi, valutazione della qualità dei servizi pubblici e privati, rilevazioni statistiche e indagini di mercato. Per tali motivi, il progetto formativo prevede che nel corso dei suoi studi lo studente acquisisca oltre a solide conoscenze nelle discipline matematico statistiche anche delle conoscenze di natura informatica e di tipo economico aziendale in proporzione diversa in percorsi differenziati. Il corso di laurea si articola in tre percorsi formativi: 1) Finanza e assicurazioni 2) Statistica e applicazioni 3) Statistica e informatica per l azienda 9

10 SCIENZE GEO TOPO CARTOGRAFICHE, ESTIMATIVE, TERRITORIALI ED EDILIZIE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il Corso di Laurea in Scienze Geo Topo Cartografiche, Estimative, Territoriali ed Edilizie, come indicato già dal suo nome, certamente abbastanza complesso, si propone di creare non uno specialista (e anche questo rappresenta un innovazione), ma una persona dotata di visuale molto ampia nell osservazione dei problemi del territorio, di capacità di intervento molto variegate, di conoscenze tecniche aggiornate e di una visione moderna della gestione del territorio. Come richiesto al giorno d oggi dalla delicatezza e dalla complessità dei problemi trattati, le conoscenze tecniche che lo studente acquisirà sono distribuite su uno spettro tanto ampio che la caratteristica maggiormente distintiva del Corso di Laurea è proprio la multidisciplinarietà, testimoniata tra l altro anche dal numero delle Facoltà che concorrono alla sua realizzazione. I piani di studio infatti prevedono, dopo gli indispensabili elementi di base di matematica, fisica, chimica, ed informatica, l acquisizione da parte degli studenti degli strumenti culturali necessari alla conoscenza del territorio e dell ambiente ed alla loro descrizione, di quelli indispensabili per la loro utilizzazione e di quelli da impiegare loro nella gestione. In estrema sintesi e rispettando l ordine logico appena dato agli elementi formativi della personalità del laureato, si può affermare che la prima categoria di conoscenze sarà fornita dagli insegnamenti di tipo geodetico, topografico, cartografico, geologico, ecologico; per la seconda, provvederanno gli insegnamenti di tipo ingegneristico ed urbanistico che forniscono la capacità di programmare l uso del territorio e di produrre manufatti; per la terza, i piani di studio prevedono tutta una serie di insegnamenti di tipo legale ed economico. Un diverso dosaggio degli elementi descritti porta all articolazione del corso di studi in due curricula, detti rispettivamente geo topo cartografico ed eco ambientale: il primo è caratterizzato da una prevalenza degli aspetti fisici e descrittivi; il secondo da un maggior rilievo dato agli aspetti di programmazione dell uso del territorio dal punto di vista ecologico. La multidisciplinarietà del corso di laurea rappresenta un valido passaporto in diverse direzioni e, per i laureati che intendano proseguire ulteriormente gli studi universitari, i crediti acquisiti potranno essere riconosciuti, almeno in parte, in molti corsi di laurea specialistica. Per quanto riguarda invece l ingresso immediato (cioè con la laurea triennale) nel mondo del lavoro, non a caso la normativa in vigore consente a tutti i laureati della classe 7, e quindi anche ai laureati in Scienze Geo Topo Cartografiche, Estimative, Territoriali ed Edilizie, l accesso, previo superamento dell apposito esame di stato, a numerosi albi professionali. In particolare il corso comporta anche l espletamento del praticantato per la professione di geometra, per cui il conseguimento della laurea consente l accesso diretto agli esami di 10

11 stato per l esercizio della professione di geometra e la conseguente acquisizione del titolo di geometra laureato previsto dal DPR n. 328 del Inoltre, agli studenti di età fino a 35 anni che siano geometri iscritti all albo professionale di categoria o diplomati che si iscrivano contestualmente al corso di laurea ed al Registro dei Praticanti Geometri, la Cassa di Previdenza Geometri erogherà, con proprie modalità, un assegno dell importo di 800 euro. Il corso di laurea si articola in due percorsi formativi: 1) Eco ambientale 2) Geo topo cartografico SCIENZE TURISTICHE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali I laureati dovranno: Possedere un adeguata conoscenza delle discipline di base economico aziendali e storico artistiche, sociologiche, antropologiche e geografico territoriali, nonché nelle materie culturali e giuridiche attinenti alle interdipendenze settoriali del mercato turistico; Possedere una buona padronanza dei metodi della ricerca sociale ed economica e di parte almeno delle tecniche proprie dei diversi settori di applicazione, con competenze relative alla misura, al rilevamento e al trattamento dei dati pertinenti l analisi sociale; Possedere un adeguata conoscenza della cultura organizzativa dei contesti lavorativi, che assicuri una competenza applicativa e metta in condizione di operare in modo polivalente nelle imprese e nelle amministrazioni attive nel settore; Acquisire le metodiche disciplinari nelle tecniche di promozione e fruizione dei beni e delle attività culturali; Essere in grado di collocare le specifiche conoscenze acquisite nel più generale contesto culturale, economico e sociale, sia esso a livello locale, nazionale e sovranazionale; Essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno due lingue dellʹunione Europea, oltre lʹitaliano, nellʹambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali; Possedere adeguate competenze e strumenti idonei alla comunicazione e alla gestione dellʹinformazione. Ai fini indicati,le attività formative comprendono: in ogni caso attività finalizzate allʹacquisizione di conoscenze fondamentali nei vari campi della economia,della geografia e della sociologia del turismo e delle altre 11

12 discipline rilevanti,connettendo i vari saperi specialistici allʹinterno di un sistema coerente di conoscenze teoriche e abilità operative; attività finalizzate ad una solida conoscenza del patrimonio culturale ed alla acquisizione delle metodiche per la sua valorizzazione e fruizione nel contesto del turismo culturale; in ogni caso almeno una quota di attività formative orientate allʹapprendimento di capacità operative nel settore delle tecniche turistiche,dellʹanalisi di mercato e nella gestione delle aziende operanti nellʹindustria dellʹospitalità in cui si ricomprendono i servizi culturali e ambientali; prevedono,in relazione a obiettivi specifici,attività esterne,come tirocini formativi presso enti o istituti del settore,aziende e amministrazioni pubbliche,anche straniere,oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane,estere,anche nel quadro di accordi internazionali. I laureati svolgeranno attività professionali in diversi ambiti, quali il turismo, l organizzazione di attività sociali compatibili con l ambiente, la comunicazione turistica per il mercato dellʹeditoria tradizionale, multimediale e negli uffici stampa di enti e di imprese del settore. Direttore tecnico agenzia viaggi. Controller imprese turistiche. Direttore turistico. Direttore di villaggi turistici e centri vacanze. Direttore presidi turistici. Ricercatore nel settore studi turistici. Pubblicista nellʹ editoria turistica tradizionale e multimediale. Responsabile o addetto ai servizi turistici pubblici comunali,provinciali,regionali,nazionali. Addetti ai servizi culturali di comuni, province, Comunità montane, Regione. Addetti culturali presso le Ambasciate, i Consolati e gli Istituti italiani di cultura allʹestero. Marketing turistico nel settore privato e pubblico. Progettista di modelli di sviluppo turistico, impatto sul territorio e comunità locali. Organizzatore di eventi culturali. Consulente franchising turistico. Ideatore o certificatore di pacchetti turistici culturali o eco compatibili per le imprese turistiche (ecolabel) e per i tour operators. (Integratore) Promotore di attività turistico culturali integrate. Progettista e ideatore di percorsi turistico culturali ad elevato contenuto storico artistico, archeologico, ambientale. 12

13 Facoltà di Economia CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA DISCIPLINE ECONOMICHE E SOCIALI PER LO SVILUPPO E LA COOPERAZIONE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il corso di laurea specialistica in Discipline economiche e sociali per lo sviluppo e la cooperazione è finalizzato alla formazione di avanzate competenze per operare efficacemente nei campi dello sviluppo locale e della cooperazione allo sviluppo. Esso si pone pertanto gli obiettivi di fornire agli studenti: le conoscenze necessarie per lʹideazione, la redazione e lʹattuazione dei programmi e progetti di sviluppo e di cooperazione allo sviluppo nella specifica dimensione locale, con particolare attenzione alla valorizzazione delle risorse, alla lotta contro le disuguaglianze e le povertà, al rafforzamento istituzionale (diritti umani, democrazia, governi locali, burocrazie) ed al miglioramento delle condizioni insediative e ambientali; le conoscenze necessarie per analizzare ed interpretare le specifiche forme sociali, economiche ed istituzionali che possono fungere da vincolo o da promozione dello sviluppo sostenibile con attenzione ai rapporti di genere e all ambiente; la capacità di applicare le diverse metodologie per lʹelaborazione di programmi e progetti di sviluppo e di cooperazione allo sviluppo; le competenze necessarie per lʹideazione, la programmazione e il coordinamento di interventi per lʹintegrazione multietnica e multiculturale, nellʹambito di programmi di educazione allo sviluppo, di inserimento nei contesti sociali e nel mercato del lavoro e di reinserimento nei paesi dʹorigine; le competenze necessarie per applicare i metodi di monitoraggio e valutazione dei programmi e dei progetti di sviluppo e di cooperazione allo sviluppo; la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta ed orale, la lingua inglese; il possesso di avanzate competenze e capacità di gestione di strumenti per la comunicazione e l informazione. I laureati specialisti nella classe potranno svolgere funzioni dirigenziali o di consulenza nella Pubblica Amministrazione a livello locale e nazionale, nelle organizzazioni di volontariato, nelle istituzioni educative, negli enti pubblici e privati, e nelle istituzioni sovranazionali e 13

14 internazionali che operano per lo sviluppo locale, per la cooperazione e per lʹaiuto ai paesi in via di sviluppo. A titolo esemplificativo si segnalano alcune posizioni professionali: Progettista e coordinatore degli interventi di sviluppo realizzati da organizzazioni pubbliche o private, regionali, nazionali, internazionali e sovranazionali; Quadro dirigente della pubblica amministrazione a livello locale per l allestimento di iniziative di integrazione multietnica e multiculturale e per l accesso ai servizi da parte degli immigrati; Quadro dirigente addetto alle attività di progettazione e coordinatore all interno di organizzazioni non governative e della cooperazione decentrata impegnate in assistenza allo sviluppo e di integrazione multiculturale. Il corso di laurea si articola in due percorsi formativi: 3) Cooperazione allo sviluppo 4) Sviluppo Locale ECONOMIA APPLICATA Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali La Laurea Specialistica in Economia Applicata si propone di fornire: un elevata padronanza delle tecniche quantitative per l analisi delle informazioni economiche rilevanti nell ambito delle attività di definizione ed implementazione delle politiche economiche, delle attività degli Enti locali e della gestione delle imprese; approfondite conoscenze nelle aree dell analisi economica e aziendale e della politica economica; capacità di utilizzo delle metodologie della scienza economica e di quella aziendale per analizzare le complessità dei fenomeni economici nella società contemporanea e per definire gli interventi appropriati da parte dei soggetti pubblici e di quelli privati; un adeguata padronanza dei principi e istituti dellʹordinamento giuridico regionale, nazionale e comunitario; capacità di utilizzare, in forma scritta e orale, due lingue dellʹunione Europea oltre lʹitaliano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Più in particolare, i laureati del Corso di Laurea Specialistica in Economia Applicata saranno in possesso di conoscenze (i) di teoria economica, (ii) dei metodi di analisi quantitativa delle informazioni e (iii) di una formazione complementare multi disciplinare che li metteranno in condizione di: analizzare il funzionamento dei sistemi economici; prevedere l andamento di variabili economiche; valutare l impatto atteso ed a posteriori delle politiche economiche (politiche 14

15 macroeconomiche, politiche economiche territoriali, politiche economiche settoriali); analizzare gli aspetti più propriamente economici del funzionamento delle imprese (tanto di quelle pubbliche che di quelle private), individuando, su questa base, azioni in grado di aumentarne l efficienza. I Laureati del Corso di Laurea Specialistica in Economia Applicata saranno in grado di assumere funzioni di elevata responsabilità in attività di studio e di ricerca economica in aziende pubbliche e private; istituti bancari; organizzazioni non profit; uffici studi di Regioni ed Enti locali sub regionali; altri Enti della Pubblica Amministrazione; Enti di ricerca. Potranno, inoltre, svolgere attività di consulenza ad organismi pubblici e ad imprese pubbliche e private in qualità di liberi professionisti nellʹarea dell analisi economica applicata. I Laureati del Corso di Laurea Specialistica in Economia Applicata, infine, saranno in grado, attraverso il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca, di proseguire gli studi puntando ad un approfondimento ancora maggiore della loro formazione nell area dell economia applicata e dell analisi economica. ECONOMIA AZIENDALE Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Il Corso di Laurea fornisce una preparazione orientata alle seguenti conoscenze: a) conoscenze sulla gestione del sistema d impresa, sia nell ottica delle relazioni con gli altri sistemi esterni (clienti, fornitori, concorrenti, istituzioni) sia nell ottica delle relazioni funzionali tra i sottosistemi componenti, con particolare attenzione al marketing, alla finanza, alla produzione, alla logistica ed all organizzazione del personale. I contenuti degli insegnamenti permetteranno quindi lʹacquisizione di competenze finalizzate al governo dell impresa, delle dinamiche di creazione e diffusione del valore, alla misurazione delle performance di sistema, allo studio di discipline tecnico funzionali di livello avanzato; b) conoscenze delle strutture e di processi aziendali, degli strumenti di rappresentazione e di comunicazione dellʹattività aziendale riferiti anche ad operazioni ed eventi straordinari e di rilievo internazionale, di alcune metodologie giuridiche applicate alla problematiche aziendali, soprattutto in ambito fiscale e commerciale. I contenuti degli insegnamenti permetteranno altresì lʹacquisizione di competenze in grado di inquadrare e affrontare i principali problemi di misurazione, sia a livello preventivo che consuntivo, delle performance aziendali; c) conoscenze finalizzate all utilizzo di tecniche di analisi finanziaria e di strumenti finanziari, per gestire il rapporto banca impresa sia dal punto di vista della banca che da quello dellʹimpresa; l orientamento verterà anche su una approfondita cultura tecnica riguardante i modelli di valutazione, con sicure competenze in campo economico, aziendale e giuridico; 15

16 d) conoscenze relative all analisi delle interrelazioni fra i comportamenti delle imprese e le caratteristiche dei mercati, dei concetti e delle strategie di cui le imprese hanno bisogno per imporsi con successo nell economia delle nuove tecnologie fornendo allo studente un nuovo insieme di principi e di applicazioni tecniche necessario per affrontare il legame esistente tra le imprese e la nuova economia; e) conoscenze che consentano la formazione di figure professionali aventi solide basi nell ambito dell economia e della statistica, con riferimento sia agli aspetti teoricometodologici sia agli aspetti applicativi. Una tale formazione integrata con le opportune conoscenze nell ambito delle scienze giuridiche e della gestione informatica dei dati, fornisce gli strumenti culturali e operativi necessari per: i) il management sia in settori aziendali che del pubblico impiego con particolare riferimento alla valutazione della qualità dei servizi erogati; ii) lo studio, l interpretazione e la previsione di fenomeni in settori di tipo economico produttivo, industriale o sociale. Il Corso di Laurea fornisce un bagaglio di conoscenze ed esperienze che permetteranno un qualificato inserimento nel mercato del lavoro, con particolare riferimento a: a) imprese, società di consulenza direzionale, aziende pubbliche, nel cui ambito si fanno sempre più pressanti le esigenze di efficacia, efficienza e materialità; si intende rispondere al sempre più diffuso fabbisogno di professionalità dotate di capacità di analisi delle dinamiche evolutive dell impresa, di abilità di governo della stessa nella direzione di processi decisionali in grado di individuare le soluzioni più efficaci, efficienti, flessibili alle problematiche gestionali dei sistemi imprenditoriali; b) attività di dottore commercialista, previo superamento del relativo esame dopo avere svolto il tirocinio previsto per legge. Inoltre, la preparazione acquisita permette un efficace inserimento allʹinterno del settore amministrativo delle imprese e delle pubbliche amministrazioni; c) imprese bancarie e assicurative, aziende, in qualità di esperti di analisi e gestione finanziaria, attività professionale nel campo della consulenza finanziaria e come operatori di mercati finanziari, in posizioni di elevato livello manageriale e professionale; d) imprese private e aziende pubbliche in posizioni di preminenza e responsabilità nelle strategie di determinazione dei prezzi all interno delle imprese o nelle attività di regolamentazione dei mercati da parte delle autorità pubbliche, oltre a posizioni di rilievo nella gestione dell information technology (Internet) e dei mercati internazionali; e) compiti di elevata responsabilità e di management in quei settori dell economia, dell industria e delle pubbliche amministrazioni che richiedono una padronanza degli strumenti quantitativi necessari per la gestione e la valutazione delle attività e dei servizi erogati. Un altro importante ambito occupazionale concerne l inserimento in centri di studio e di ricerca presso enti economici, organismi territoriali o pubbliche amministrazioni. Il corso di laurea si articola in cinque percorsi formativi: 1) Banca e Finanza 2) Economia e gestione delle imprese 3) Imprese, mercati e new economy 4) Libera professione e direzione aziendale 5) Metodologico 16

17 GIURISPRUDENZA PER L ECONOMIA E L IMPRESA Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali Nell anno accademico 2007/2008 verranno attivati ad esaurimento il Primo ed il Secondo Anno di corso. La naturale prosecuzione del corso Triennale in Diritto ed Economa è la Laurea Specialistica in GIURISPRUDENZA PER L ECONOMIA E L IMPRESA. I laureati nel Corso di laurea Specialistica in questione devono: acquisire la piena capacità di analisi e di combinazione delle norme giuridiche nonché la capacità di impostare in forma scritta ed orale le linee di ragionamento e di argomentazione adeguate per una corretta impostazione di questioni giuridiche generali e speciali di casi e di fattispecie; essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta ed orale, almeno una lingua dell Unione Europea. La Laurea specialistica in GIURISPRUDENZA PER L ECONOMIA E L IMPRESA, (classe 22/S) prevede un totale di 120 crediti formativi. Il corso di laurea specialistica si inserisce all interno di un percorso scientifico estremamente attraente e di grande ricaduta professionale quale quello di law and economics. A seconda delle inclinazioni ed ambizioni personali degli studenti è possibile definire argomenti di tesi e completare stage formativi presso importanti aziende di consulenza, amministrazioni pubbliche ed authorities, organismi internazionali, studi professionali, in virtù sia di collegamenti istituzionali (convenzioni ad hoc) sia di rapporti individuali diretti da parte dei docenti impegnati nel corso. Il conseguimento della laurea quinquennale (Diritto ed Economia classe 31 scienze giuridiche triennio di base più Giurisprudenza per l Economia e l Impresa classe 22/Sbiennio specialistico) consente l acceso alle professioni legali di Avvocatura, Notariato e Magistratura. I laureati trovano inoltre naturale collocazione: nelle imprese e nelle istituzioni economico finanziarie con funzioni di alta responsabilità nell analisi degli assetti societari, tributari, del lavoro e di gestione dei rapporti con le amministrazioni e le autorità di regolamentazione; nelle società di consulenza, di servizi e di ricerca, anche internazionali; nelle amministrazioni e nelle aziende pubbliche con funzioni di alta responsabilità nel disegno dell intervento pubblico e/o nella gestione; negli enti e nelle istituzioni non lucrative; nelle autorità di regolamentazione nazionali ed europee, negli organismi di rappresentanza e nelle organizzazioni internazionali (ONU, Commissione Europea, WTO, IMF, ecc.; negli studi professionali, soprattutto a vocazione internazionale e comunitaria. 17

18 STATISTICA ED INFORMATICA PER L ECONOMIA E LA FINANZA Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali La laurea specialistica in Statistica ed Informatica per l Economia e la Finanza intende formare laureati aventi una preparazione interdisciplinare nell ambito dei metodi quantitativi e delle discipline economiche ed aziendali. La laurea triennale in Statistica e, a partire dall anno accademico 2003/2004, la laurea in Metodi Quantitativi per l Economia e la Gestione delle Aziende che ne costituisce la prosecuzione (Classe di laurea specialistica 37 delle lauree in Scienze Statistiche) attivata presso la Facoltà di Economia dell Università della Calabria consente l accesso alla laurea specialistica con il riconoscimento di tutti i crediti formativi acquisiti. Per la specificità della loro formazione, i laureati nel corso di laurea specialistica in Statistica ed Informatica per l Economia e la Finanza potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità in uffici studi e programmazione sia di imprese private che in unità della pubblica amministrazione e degli enti locali, riguardanti in particolare problemi di natura economica e finanziaria. Inoltre potranno inserirsi in uffici statistici di medio grandi imprese per l analisi e la gestione aziendale delle risorse umane, della produzione, della qualità, delle previsioni, delle ricerche di mercato. Potranno altresì svolgere funzioni di esperti consulenti per indagini ed analisi statistiche nel campo economico, finanziario, attuariale e previdenziale e per problemi di gestione delle imprese. Per tali motivi, il progetto formativo prevede che nel corso dei propri studi lo studente acquisisca oltre a solide conoscenze nelle discipline matematico statistiche anche delle conoscenze di natura informatica e di tipo economico aziendale in proporzione diversa in percorsi differenziati. Il corso di laurea si articola in due diversi percorsi formativi: 1) Assicurazioni e finanza 2) Statistica ed informatica per le strategie aziendali VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO CULTURALI Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali La laurea in Valorizzazione dei sistemi turistico culturali fornisce una preparazione orientata all acquisizione di capacità di: progettazione, promozione e gestione di prodotti e sistemi turistici complessi comprendenti ambiti territoriali di ampia dimensione e con particolare riferimento all area mediterranea progettazione di interventi strutturali (urbani e territoriali) necessari alla qualificazione dellʹofferta turistica, promuovendola attraverso lʹuso delle tecnologie tradizionali e multimediali. In particolare il laureato in Valorizzazione dei sistemi turistico culturali disporrà di: 18

19 avanzate competenze per operare all interno dei sistemi turistici caratterizzati dall offerta integrata di beni culturali, ambientali e di attrazioni turistiche o dalla presenza diffusa di imprese turistiche abilità specifiche per la gestione dei flussi di comunicazione turisticoculturale competenze orientate all integrazione delle aziende ricettive con servizi culturali e ambientali; competenze nella promozione, commercializzazione e gestione di prodotti turistici complessi, anche con l ausilio delle nuove tecnologie multimediali; competenze linguistiche e specialistiche per rapportarsi ai processi di globalizzazione delle attività turistiche o degli eventi culturali a livello internazionale; avanzate competenze nel progettare e attuare interventi intersettoriali e infrastrutturali necessari alla qualificazione dell offerta turistica e alla riqualificazione urbana e territoriale delle località ad alta intensità di insediamenti turistico ricettivi, in particolare nelle località impegnate nella valorizzazione dei beni culturali e ambientali con la costituzione e promozione di nuovi prodotti turistici; capacità di definire, anche da un punto di vista socio antropologico, le peculiarità di siti e culture in funzione di una valorizzazione turistica non intrusiva; avanzate competenze nel progettare e attuare eventi culturali ed eventi congressuali ed espositivi; competenze tecniche e politiche necessarie per la programmazione dei progetti di intervento culturale delineati da amministrazioni pubbliche; un avanzata conoscenza, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dellʹunione Europea oltre lʹitaliano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Gli ambiti occupazionali previsti per i laureati in valorizzazione sono: carriera direttiva in grandi aziende turistiche con compiti di supervisione di attività di progettazione e commercializzazione organizzatori di eventi culturali spettacolari ed espositivi presso enti e istituzioni pubbliche e private operanti nei settori del turismo, della cultura, dellʹambientali, della moda e della musica. funzioni di elevata responsabilità nell organizzazione di eventi culturali spettacolari ed espositivi; nella gestione dei servizi di accoglienza nei beni culturali ed ambientali; nelle istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori del turismo, della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale. attività di consulenti per gli enti locali e le nuove imprese dell industria dell ospitalità; di comunicatori della filiera turistico culturale. 19

20 Facoltà di Economia I SERVIZI La Biblioteca Interdipartimentale ʺEzio Tarantelliʺ La nuova sede della Biblioteca Tarantelli è situata presso il 3 BLOCCO della Nuova Biblioteca di Ateneo di Piazzale Chiodi. Orario di apertura al pubblico da Lunedì a Sabato dalle 8.30 alle Durante le vacanze accademiche (Natalizie, Pasquali, Estive) da Lunedì a Sabato dalle 8.30 alle Per altre informazioni sulla biblioteca: Telefonare allo sportello utenza: Consultare il sito: Il Settore Informatico Statistico (S.I.S.) Sede: Cubo 3B Piano terra Tel Responsabile: Dott. Orlando De Pietro e mail: Mediante software realizzato all interno del SIS gli studenti e i docenti della Facoltà di Economia possono usufruire dei seguenti servizi automatizzati: 20

La nuova sede della Biblioteca Tarantelli è situata presso il 3 BLOCCO della Nuova Biblioteca di Ateneo di Piazzale Chiodi.

La nuova sede della Biblioteca Tarantelli è situata presso il 3 BLOCCO della Nuova Biblioteca di Ateneo di Piazzale Chiodi. I SERVIZI LA BIBLIOTECA INTERDIPARTIMENTALE "EZIO TARANTELLI" La nuova sede della Biblioteca Tarantelli è situata presso il 3 BLOCCO della Nuova Biblioteca di Ateneo di Piazzale Chiodi. Orario di apertura

Dettagli

Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali delle lauree attivate Lauree triennali:

Obiettivi formativi e sbocchi occupazionali delle lauree attivate Lauree triennali: UNIVERSITA DELLA CALABRIA 1 Preside: Prof. Giuseppe De Bartolo Indirizzo: Ponte Pietro Bucci Cubo 25 B 2 piano; 87036 Arcavacata di Rende (Cosenza) Tel. +39/ 0984496860 Fax +39/ 0984496852 Sito della Facoltà:

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl.

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl. CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (CLEA) Classe di laurea in Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale (cl.l-18) Sedi Formative e Il corso si propone di formare giovani in grado di

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Dipartimento Economia e Impresa

Dipartimento Economia e Impresa Dipartimento Economia e Impresa 1 Dipartimento Economia e Impresa Il Dipartimento Economia e Impresa dell Università di Catania articola la propria offerta formativa in corsi di laurea, corsi di laurea

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO

Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Regolamento didattico del corso di laurea in ECONOMIA E COMMERCIO Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Art. 3 Attività formative Il presente Regolamento,

Dettagli

ECONOMIA E DIREZIONE AZIENDALE (MEDA)

ECONOMIA E DIREZIONE AZIENDALE (MEDA) ECONOMIA E DIREZIONE AZIENDALE (MEDA) Coorte: 2008/2009 Il Corso di laurea magistrale in Economia e Direzione Aziendale si propone di fornire una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività

Dettagli

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo -

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA Classe di Laurea LMG/01 DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof. Pietro Lo Iacono E-mail: p.loiacono@lumsa.it

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

Corso di Laurea Interfacoltà Lettere e Filosofia ed Economia in

Corso di Laurea Interfacoltà Lettere e Filosofia ed Economia in Corso di Laurea Interfacoltà Lettere e Filosofia ed Economia in SCIENZE TURISTICHE Classe di laurea n.39 - Scienze del Turismo Manifesto degli studi A.A. 2007-2008 Ordinamento didattico OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 Alla Facoltà di Economia afferiscono i seguenti corsi di laurea specialistica: a) corso di laurea specialistica in Economia b) corso di laurea specialistica in

Dettagli

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Facoltà ECONOMIA (Sede di Rimini) Corso ECONOMIA DELL IMPRESA Classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI (LM-87) Ai

Dettagli

Il Dipartimento offre due Corsi di laurea, orientati sia alle professioni forensi sia -più generalmente- agli impieghi pubblici e

Il Dipartimento offre due Corsi di laurea, orientati sia alle professioni forensi sia -più generalmente- agli impieghi pubblici e Generalità Il Dipartimento di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Brescia ha sede in due Palazzi storici del centro della città: - Palazzo Calini ai Fiumi (via San Faustino 41, di fronte alla

Dettagli

ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA

ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE ECONOMIA, MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE D AZIENDA Classe di Laurea LM 77 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA A.A. 2012 / 2013

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA A.A. 2012 / 2013 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA ANTONIO NUZZO DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO GIURISPRUDENZA COSA STAI CERCANDO? Giurisprudenza è il corso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE (INTERFACOLTÀ)

CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE (INTERFACOLTÀ) CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELLA QUALITÀ 125 CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE (INTERFACOLTÀ) ECONOMIA E INGEGNERIA DELLA QUALITA SEDE DI PRATO Presidente del Corso

Dettagli

Sociologia e politiche sociali

Sociologia e politiche sociali LM-87 - Servizio sociale e politiche sociali Sociologia e politiche sociali corso assegnato all'utente: montanari Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno

Dettagli

Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO. Facoltà di. Lauree magistrali. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi

Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO. Facoltà di. Lauree magistrali. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.it. Percorsi Formativi Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX bancarie, finanziarie e assicurative FOTO Lauree magistrali www.unicatt.it Milano a.a. 2013-2014 www.unicatt.it INDICE Scienze bancarie, finanziarie e assicurative

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione

Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione a.a. 2014/2015 1 Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione La Facoltà si articola in tre Dipartimenti e offre venti corsi di laurea, fra triennali e magistrali. I corsi di laurea offerti

Dettagli

INDICE. Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2. Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3

INDICE. Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2. Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3 INDICE Scienze bancarie, finanziarie e assicurative 2 Laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari 3 Laurea magistrale in Banking and finance 6 Laurea magistrale in Scienze

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art.1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013-2014, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena, il master

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza - Como Corso di Laurea in Discipline Giuridiche Sede del corso: Como con indirizzi per: GIURISTI D'IMPRESA - CONSULENTI DEL LAVORO

Dettagli

FOTO. Corso di laurea Economia XXXXX aziendale. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Facoltà di Economia e Giurisprudenza

FOTO. Corso di laurea Economia XXXXX aziendale. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Facoltà di Economia e Giurisprudenza Percorsi Formativi Facoltà di Corso di laurea Economia XXXXX aziendale Facoltà di Economia e Giurisprudenza Servizio orientamento Piacenza - Via Emilia Parmense, 84 Scrivi a servizio.orientamento-pc@unicatt.it

Dettagli

facoltà di Economia via Ospedale, 121-09124 Cagliari tel. 070 6758404 fax 070 6758402 email: orientamento@amm.unica.it

facoltà di Economia via Ospedale, 121-09124 Cagliari tel. 070 6758404 fax 070 6758402 email: orientamento@amm.unica.it facoltà di Economia Università degli Studi di Cagliari via Ospedale, 121-09124 Cagliari tel. 070 6758404 fax 070 6758402 email: orientamento@amm.unica.it Direzione Orientamento Comunicazione FACOLTÀ DI

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di studio magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici (LM-49)

Regolamento didattico del Corso di studio magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici (LM-49) Regolamento didattico del Corso di studio magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici (LM-4) Art. 1. Denominazione del Corso di studio 1. È istituito presso la Facoltà di Scienze politiche

Dettagli

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale

17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso. Economia aziendale Università Università degli studi di Genova Classe 17-Classe delle lauree in scienze dell'economia e della gestione aziendale Nome del corso Economia aziendale Modifica di Economia aziendale (codice=333)

Dettagli

07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE www.uniud.it 07 08 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Guida ai corsi della Facoltà di ECONOMIA Facoltà di Economia via Tomadini 30/a 33100 Udine t. 0432 249207 numero verde 800 24 14 33 infostudenti@amm.uniud.it

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24 Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Classe di appartenenza: L - 24 Psychological Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SERVIZIO SOCIALE Classe delle Lauree in Servizio sociale (L-39) Sedi didattiche del Corso di Laurea: Asti Presidente del Corso di Laurea: Prof.ssa Elena Allegri Referente di

Dettagli

DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI

DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO AVOGADRO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA

Dettagli

LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE LA FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla riforma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 509) l impegno dello studente (frequenza

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016

OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 OFFERTA FORMATIVA A.A. 2015/2016 Obiettivi formativi corsi di laurea, raggruppamenti disciplinari, insegnamenti Economia: banche, aziende e mercati Obiettivi formativi corso di laurea I laureati in Economia:

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE (D.M. 270/2004 LM-52)

Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE (D.M. 270/2004 LM-52) Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE INTERNAZIONALI E DIPLOMATICHE (D.M. 270/2004 L52) Sede didattica Classe delle lauree Durata sito web Dipartimento di riferimento Coordinatore: Genova Relazioni internazionali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. C al bando di ammissione pubblicato in data 22/10/2014 ART.1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. l a.a. 2014/2015, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena,

Dettagli

ECONOMIA E FINANZA (MEF)

ECONOMIA E FINANZA (MEF) ECONOMIA E FINANZA (MEF) Coorte: 2008/2009 Il Corso di laurea magistrale in Economia e Finanza si propone di fornire una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di natura specialistica

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

Giurisprudenza. a.a. 2014 / 2015

Giurisprudenza. a.a. 2014 / 2015 Giurisprudenza a.a. 2014 / 2015 Il Dipartimento Lo Studium Juris nato a Macerata nel 1290 è uno dei più antichi in Europa: sette secoli di storia e di tradizione ne hanno consolidato il patrimonio culturale,

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in

Corso di Laurea Specialistica in UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Discipline Economiche e Sociali per lo sviluppo e la cooperazione Classe di laurea specialistica n.88/s Scienze per la Cooperazione

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT

ECONOMIA E MANAGEMENT CORSO DI LAUREA TRIENNALE A.A. 2015 / 2016 COSA STAI CERCANDO? LUIGI MARENGO DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Le solide basi teoriche, la vocazione internazionale e l orientamento in parte specialistico dal

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Open Day Lauree Magistrali L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Varese, 6 maggio 2016 Il Dipartimento di Economia 2 Servizi agli studenti: Cosa si trova in Dipartimento? Biblioteca

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Risorse turistiche e beni culturali (Adeguamento

Dettagli

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.

CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA. IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical. CORSO DI LAUREA E DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (www.ingegneria.unical.it/cdl/ges) (www.ingegneria.unical.it/cdls/ges) 1. Informazioni Generali Presidente del Consiglio di Corso di Laurea:

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Logistica e trasporti (Adeguamento di corso

Dettagli

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi:

MERCATI FINANZIARI, INTEGRAZIONE ECONOMICA INTERNAZIONALE Durata del corso di studi: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE (EFI) - Classe LM- 77 Immatricolati dall'a.a. 2011/2012 GENERALITA' Classe di

Dettagli

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Istituita nel 1969, anche se attiva come Corso di Laurea già dal 1954, nell arco di pochi decenni la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere è riuscita ad acquisire

Dettagli

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt.

Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere FOTO. Facoltà di. Laurea triennale. Servizio orientamento. Milano a.a. 2013-2014. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e letterature straniere Servizio orientamento FOTO Milano - Largo A. Gemelli, 1 Scrivi a servizio.orientamento@unicatt.it Telefona al numero 02

Dettagli

Art. 1 Obiettivi formativi Art. 2 Sbocchi professionali

Art. 1 Obiettivi formativi Art. 2 Sbocchi professionali REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO VVAALLOORRI IIZZZZAAZZI IIOONNEE EE GGEESSTTI IIOONNEE DDEEI II BBEENNI II CCOONNFFI IISSCCAATTI AALLLLAA CCRRI IIMMI IINNAALLI IITTÀÀ

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale

Corso di Laurea in Economia Aziendale. Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA SEDE DI TERNI MANIFESTO DEGLI STUDI Corso di Laurea in Economia Aziendale Corso di Laurea Magistrale in Economia e Direzione Aziendale ANNO ACCADEMICO

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI STUDI AZIENDALI E GIUSPRIVATISTICI CORSO DI LAUREA IN MARKETING E COMUNICAZIONE D AZIENDA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2014-2015 Art. 1 Finalità Il

Dettagli

RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO TITOLI DI STUDIO ABILITANTI

RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO TITOLI DI STUDIO ABILITANTI RUOLO AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO TITOLI DI STUDIO ABILITANTI Laura in materie commerciali o giuridiche Corsi di laurea del vecchio ordinamento Economia e commercio Discipline economiche e sociali

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITA TELEMATICA UNIPEGASO A.A. 2013/2014

OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITA TELEMATICA UNIPEGASO A.A. 2013/2014 OFFERTA FORMATIVA UNIVERSITA TELEMATICA UNIPEGASO A.A. 2013/2014 Istituita con Decreto Ministeriale del 20 aprile 2006 (GU n. 118 del 23 5 2006 Suppl. Ordinario n. 125), l Università Telematica Pegaso

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche Classe di appartenenza: LM - 85 Pedagogical Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1

Dettagli

corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M. 270/04)

corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M. 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Regolamento didattico di corso di studio (laurea di II livello) corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M.

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it

FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it Presidenza Preside: prof. Vittorio Dell Atti Tel. 080.5049240; fax 080.5049017 e-mail: segreteria@presecon.uniba.it Via C. Rosalba, 53 - Bari Segreterie didattiche

Dettagli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli Facoltà: Giurisprudenza Corsi di Laurea in: Scienze Politiche Scienze Politiche del Lavoro e del Territorio (magistrale) Scienze Politiche (quadriennale) Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S Presidente

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN ADMINISTRATION STUDIES

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN ADMINISTRATION STUDIES UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL AMMINISTRAZIONE (Classe L-16 Scienze dell amministrazione e dell organizzazione) UNIVERSITY

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Statistica e Informatica per l Economia e la Finanza Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia Dipartimento di Economia RETTORE: PROF.SSA GALVANI ADRIANA PRESIDENTE DIPARTIMENTALE: DOTT. LAVALLE NICOLA Corso di Laurea in Economia e Finanza Internazionale DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Corso di Laurea

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

DIPARTIMENTO DI. Giurisprudenza. offerta formativa a.a. 2014 / 2015

DIPARTIMENTO DI. Giurisprudenza. offerta formativa a.a. 2014 / 2015 DIPARTIMENTO DI Giurisprudenza offerta formativa a.a. 2014 / 2015 Giurisprudenza a.a. 2014 / 2015 Il Dipartimento Lo Studium Juris nato a Macerata nel 1290 è uno dei più antichi in Europa: sette secoli

Dettagli

RELAZIONI INTERNAZIONALI

RELAZIONI INTERNAZIONALI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE RELAZIONI INTERNAZIONALI Classe di Laurea LM 52 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.ssa Valentina Sabato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA CORSO DI LAUREA IN PROGETTAZIONE E MANAGEMENT DEI SISTEMI TURISTICI E CULTURALI REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S)

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) POLITECNICO DI BARI I Facoltà di Ingegneria Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (SECOND LEVEL DEGREE

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2009/2010

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2009/2010 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2009/2010 Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile Presso la Facoltà di Ingegneria dell'università

Dettagli

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative afferiscono i seguenti corsi di laurea di specialistica: a) corso

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

piacenza a.a. 2015-16 Corsi di laurea magistrale Economia Facoltà di Economia e Giurisprudenza

piacenza a.a. 2015-16 Corsi di laurea magistrale Economia Facoltà di Economia e Giurisprudenza piacenza a.a. 2015-16 Corsi di laurea magistrale Economia Facoltà di Economia e Giurisprudenza INDICE Laurea magistrale in Gestione d azienda 3 General Management 4 International management, legislation

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale

FACOLTÀ DI ECONOMIA. SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale FACOLTÀ DI ECONOMIA SEDE DI BRINDISI www.brindisi.uniba.it Via P. Longobardo, 23 - Brindisi Casale Segreteria Studenti Tel. 0831.416123-6133 Segreteria didattica Tel. 0831.416142-6124 Segreteria di Presidenza

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA. www.economia.uniba.it Bari

FACOLTÀ DI ECONOMIA. www.economia.uniba.it Bari FACOLTÀ DI ECONOMIA www.economia.uniba.it Bari Presidenza Via Camillo Rosalba, 53-70121 Bari Preside: prof. Giuseppe Patruno Tel. 080.5049240; fax 080.5049017 e-mail: segreteria@presecon.uniba.it Segreterie

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Aldo Moro FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATCA E COMUNICAZIONE DIGITALE Art. 1 Finalità (art.2 c.6 art.15

Dettagli

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU www.unipegasotrapani.it ECONOMIA AZIENDALE L-18 triennale 180 CFU Facoltà di Giurisprudenza OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI Il corso di laurea in Economia

Dettagli

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S)

POLITECNICO DI BARI. I Facoltà di Ingegneria. Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) POLITECNICO DI BARI I Facoltà di Ingegneria Laurea specialistica in Ingegneria Gestionale (classe 34/S) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE (SECOND LEVEL DEGREE

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

La porta d accesso alle aziende

La porta d accesso alle aziende Laurea Magistrale Economia e Management La porta d accesso alle aziende Presidente: Prof. Maria Francesca Renzi (renzi@uniroma3.it) (lm.economia.management@uniroma3.it ) Indice Obiettivi Struttura e articolazione

Dettagli

SCUOLA DI ECONOMIA. REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE Classe LM-77

SCUOLA DI ECONOMIA. REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE Classe LM-77 ALLEGATO N. 3 AL VERBALE N. 2 DEL CONSIGLIO DELLA SCUOLA DI ECONOMIA DEL 18 APRILE 2013 SCUOLA DI ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE

Dettagli

SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE

SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE 66 Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE FILOSOFICHE E DELLA COMUNICAZIONE (Classe LM-78 - ex D.M. 270/04) Obiettivi formativi qualificanti della classe: LM-78 Scienze filosofiche I laureati nei corsi

Dettagli

Studiare a Economia Valore al tuo futuro

Studiare a Economia Valore al tuo futuro Studiare a Economia Valore al tuo futuro a.a. 2011/2012 1 Studiare a Economia Economia Il mondo contemporaneo parla il linguaggio dell Economia. L Economia non solo domina le relazioni sociali e politiche,

Dettagli

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corsi di laurea PARTE SECONDA DESCRIZIONE DEI CORSI DI LAUREA E PROGRAMMI DEGLI INSEGNAMENTI 1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Sede Venezia Treviso Amministrazione e controllo Commercio Estero Denominazione

Dettagli

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori )

Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) Scuola Superiore Universitaria per Mediatori Linguistici Palermo ( già Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori ) CORSO DI LAUREA IN MEDIAZIONE LINGUISTICA (Curriculum Traduzione e Interpretazione)

Dettagli

Corso di Laurea in Discipline Giuridiche AD ESAURIMENTO

Corso di Laurea in Discipline Giuridiche AD ESAURIMENTO hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Discipline Giuridiche Classe L-14 Scienze dei Servizi Giuridici Degree in LEGAL ISSUES

Dettagli

HOUSING SOCIALE E COLLABORATIVO

HOUSING SOCIALE E COLLABORATIVO CORSO DI MASTER LEVEL IN: HOUSING SOCIALE E COLLABORATIVO Programmare, progettare e gestire l abitare contemporaneo. Il corso è organizzato dal Consorzio POLI.design del Politecnico di Milano ed è supportato

Dettagli

SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Classe di Laurea LM 85 bis DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE COMUNICAZIONE, FORMAZIONE, PSICOLOGIA PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA

Dettagli