San Marino. Patrimonio mondiale dell Umanità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "San Marino. Patrimonio mondiale dell Umanità"

Transcript

1 San Marino Patrimonio mondiale dell Umanità

2 San Marino Patrimonio mondiale dell Umanità

3 Alto Patrocinio Segreteria di Stato per il Territorio Segreteria di Stato per il Turismo Unità di Coordinamento Unesco Collaborazioni Azienda Autonoma di Stato per i Lavori Pubblici Dipartimento Affari Interni Ufficio Progettazione Contributi Biblioteca di Stato Museo di Stato Unità di Coordinamento Unesco Ringraziamenti Archivio fotografico Museo di Stato Archivio fotografico Ufficio di Stato per il Turismo Fondazione Cassa di Risparmio di San Marino - S.U.M.S. Fotografie Monica Silva pag. 8, 12, 20, 21, 24, 26, 30, 46, 50, 56, 58, 60, 62, 64, 66, 68 Studio MW pag. 18, 25, 35, 36, 63, 71, 76, copertina Goffredo Taddei pag. 14 Renzo Broccoli pag. 70, 75 B.B.Tek srl pag. 4 p Centri storici di San Marino, Borgo Maggiore e monte Titano iscritti nella Lista del Patrimonio dell Umanità p. 7 SALUTO DELLE ISTITUZIONI p. 9 San Marino e l Unesco: dal Titano al Patrimonio dell Umanità p. 13 San Marino Patrimonio tangibile e intangibile Progetto editoriale Marina Turci, Cinzia Ceccoli, Renzo Broccoli, Cristina Guglielmi Art direction e impaginazione Marina Turci, Cinzia Ceccoli p. 18 GUIDA AI MONUMENTI Pubblicazione a cura del gruppo vincitore del concorso Scopriamo San Marino Patrimonio dell Umanità: una nuova segnaletica per il sito dell Unesco.

4 6 Prima Torre / Guaita / Rocca San Marino Patrimonio dell Umanità Centri storici di San Marino, Borgo Maggiore e monte Titano iscritti nella Lista del Patrimonio dell Umanità Il 7 Luglio 2008, durante la 32ma Sessione, a Québec in Canada, il Comitato del Patrimonio Mondiale iscrive il Centro Storico di San Marino ed il Monte Titano nella Lista del Patrimonio Mondiale in base al criterio (iii) e adotta all unanimità la seguente dichiarazione: San Marino è una delle più antiche repubbliche del mondo e l unica città- Stato che sussiste, rappresentando una tappa importante dello sviluppo dei modelli democratici in Europa e in tutto il mondo. Le espressioni tangibili della continuità della sua lunga esistenza in quanto capitale della Repubblica, il suo contesto geopolitico inalterato e le sue funzioni giuridiche e istituzionali si ritrovano nella sua posizione strategica in cima al Monte Titano, nel suo modello urbano storico, nei suoi spazi urbani e nei suoi numerosi monumenti pubblici. San Marino ha uno statuto emblematico ampiamente riconosciuto in quanto simbolo della Città-Stato libera, illustrato nel dibattito politico, la letteratura e le arti nel corso dei secoli. Le mura difensive e il centro storico hanno subito modifiche nel tempo, comportando un intensivo restauro e una ricostruzione tra la fine del XIX secolo e i primi decenni del XX secolo - processo che può essere considerato come parte integrante della storia del bene e che riflette gli approcci in mutamento della conservazione e della valorizzazione del patrimonio nel tempo. Motivazione con cui l Unesco ha inserito il sito nel Patrimonio Mondiale dell Umanità. Criterio (iii): San Marino e il Monte Titano costituiscono una testimonianza eccezionale dell istituzione di una democrazia rappresentativa fondata sull autonomia civica e l autogoverno, avendo esercitato con una continuità unica e senza interruzione il ruolo di capitale di una Repubblica indipendente dal XIII secolo. San Marino è una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale vivente che perdura da settecento anni. Elenco dei paesi votanti: Australia, Bahrein, Barbados, Brasile, Canada, Cina, Cuba, Egitto, Giordania, Israele, Kenya, Madagascar, Marocco, Mauritius, Nigeria, Perù, Repubblica di Corea, Spagna, Stati Uniti d America, Svezia, Tunisia.

5 8 San Marino Patrimonio dell Umanità 9 Saluto delle istituzioni Segretaria di Stato per il Turismo, lo Sport, la Programmazione Economica e Rapporti con l A.A.S.S. Segretaria di Stato per il Territorio e l Ambiente, l Agricoltura e i Rapporti con l A.A.S.L.P. In ogni continente i Beni iscritti sulla Lista del Patrimonio dell Umanità rappresentano un universalità di valori che segnano il cammino di una civiltà, una testimonianza per le generazioni future. Questo riconoscimento che è stato attribuito al nostro Paese, il 7 luglio 2008, è frutto di un lungo e articolato percorso e onora, attraverso la Dichiarazione di valore universale, l essenza dell identità sammarinese: una delle più antiche Repubbliche del mondo. Le autorità di governo sono consapevoli della necessità di condividere questa ammirevole e prestigiosa conquista con i propri concittadini, ma anche con i visitatori di questa piccola Repubblica, oggi considerata un Bene appartenente al Patrimonio dell Umanità. Per queste ragioni si sono compiuti con celerità passi importanti e scelte strategiche per assicurare, con ogni migliore buona volontà, il piano di gestione, attraverso un oculato programma di tutela, di valorizzazione e di comunicazione. La Legge Quadro UNESCO (n. 133 del 2009) per la tutela e la valorizzazione, i continui interventi di restauro e risanamento svolti in questi anni sui beni immobili, il rifacimento delle pavimentazioni con l impiego esclusivo della pietra di San Marino, la Legge n. 190 del 2011 per la protezione e utilizzo dello stemma ufficiale della Repubblica, il concorso promosso per il rifacimento della segnaletica per il Sito Unesco, mostre, convegni culturali, non sono che l espressione di un unica volontà: custodire, divulgare e condividere il patrimonio di una storia universale. Salutiamo pertanto con grande favore la divulgazione della presente ricerca, sostenuta e patrocinata dalle autorità di Governo. Uno studio che documenta con attenzione e cura il patrimonio del nostro Paese attraverso la nuova segnaletica Unesco. Un lavoro importante che si svilupperà secondo un percorso interattivo e multimediale per una Città-Stato, San Marino sul Monte, che intende vivere appieno la propria storia con la propria gente in un dialogo aperto col mondo.

6 10 San Marino Patrimonio dell Umanità 11 San Marino e l Unesco: dal Titano al Patrimonio dell Umanità Edith Tamagnini Ambasciatore, Delegato Permanente della Repubblica di San Marino presso L Unesco La sovranità di San Marino, rimasta intatta nei secoli, vive anche in un mito senza tempo: la libertà. Una libertà che si ritrova nella bandiera, negli stemmi, nelle espressioni visive della storia della Repubblica. La Città sul Monte inserita in un paesaggio di straordinaria incisività esprime, insieme alle rocche del Titano e la Cittadella fortificata, il patrimonio intangibile e tangibile, iscritto il 7 luglio 2008 sulla Lista del Patrimonio Mondiale. Per rendere più agevole la percezione del complesso percorso diplomatico che ha consentito di ottenere l ambito riconoscimento, per valorizzare il patrimonio storico e urbano, è stata data alla stampa la presente pubblicazione, che ha lo scopo di essere una guida sui monumenti della Repubblica ed un incentivo ad approfondirne i valori. Il 18 ottobre 1974, San Marino diventa il 133mo Stato Membro dell Unesco. Si tratta di una tappa politica essenziale per un piccolo Stato come il nostro che, per la prima volta, entra a far parte della grande famiglia delle Nazioni Unite. L Unesco, creata il 16 novembre 1945 con il contributo dei più celebri filosofi del mondo, è l Organizzazione dell ONU che ha come missione l edificazione della pace attraverso l educazione, la scienza, la cultura e l informazione. Nel 1960, una grande campagna salva il famoso tempio di Abu Simbel, in Egitto, dall inondazione del Nilo. La comunità internazionale comprende quanto sia importante proteggere Beni con un valore universale. Si intraprende così il percorso che conduce nel 1972 all adozione della Convenzione per la protezione del Patrimonio Mondiale, Culturale e Naturale, che celebra, il 16 novembre 2012, il quarantesimo Anniversario. Attualmente i Beni iscritti sono 936, in 188 Paesi. Come tutti gli Stati che hanno aderito, il nostro Paese ha facoltà di candidare il Bene che ritiene avere un valore eccezionale sul proprio territorio. L iter che porterà la candidatura sammarinese al successo dell iscrizione sulla Lista è arduo e complesso, poiché nel frattempo oltre al regolamento della Convenzione

7 12 San Marino Patrimonio dell Umanità 13 sono state approvate le Linee Guida del febbraio 2005, che rendono la procedura ancora più rigorosa. Dopo un indimenticabile affascinante percorso e non poche battaglie, il 7 luglio 2008 con una vittoria unanime San Marino entra nel Patrimonio dell Umanità. Oggi tutto questo è parte di una storia e di una vittoria condivisa con tutti i Sammarinesi che hanno saputo difendere strenuamente la libertà di questa Terra nel corso di secoli. I criteri che consentono, su giudizio del Comitato, l iscrizione di un Bene sulla Lista del Patrimonio dell Umanità sono solo dieci. In base al primo articolo della Convenzione del 1972 e delle Linee Guida per l attuazione della Convenzione sul patrimonio mondiale (2 febbraio 2005, criterio III) San Marino rappresenta un caso eccezionale di una tradizione culturale e di una città storica vivente. Il Bene che è stato proposto per l iscrizione (55 ettari) include il Centro Storico di San Marino con le sue mura difensive, il Monte Titano per il valore del paesaggio e dell habitat naturale, Borgo Maggiore con il suo Centro Storico fino al Sacello del Santo Marino, fondatore dello Stato. Un paesaggio storico urbano in cui il patrimonio intangibile, rappresentato dalle istituzioni della Repubblica, vive ancora le proprie funzioni nel patrimonio tangibile, negli antichi palazzi e i monumenti. L Unesco ha riconosciuto anche il valore dei lavori di restauro di Gino Zani, basati su studi approfonditi, per cui la Città, modellata nella sua tipica pietra arenaria, divenne nel suo insieme espressione dell identità nazionale ricercata attraverso un immagine idealizzata del Centro storico. Non poteva esserci un attestazione più consona per questa antica Repubblica che è un modello di democrazia rappresentativa e di pace nel mondo. Un modello che già i grandi della storia hanno compreso nel valore e nel fascino. Così Napoleone Bonaparte, che diceva: Guardate San Marino come esempio di libertà, così Abramo Lincoln che scriveva ai Capitani Reggenti benchè il Vostro Stato sia piccolo nondimeno esso è uno dei più onorati di tutta la storia. Un territorio che ha saputo, combattendo contro i marosi della storia e dei potenti, mantenere la sua piena sovranità nonostante i vari tentativi di annessione. Quali sono, ora, le sfide più importanti? L ambito riconoscimento è stato percepito non come un punto di arrivo, ma un punto di partenza. In un era sempre più globalizzata, è bello pensare che San Marino sia entrato nella Lista soprattutto come simbolo di pace a riprova che piccoli e grandi Stati possono restare indipendenti. Considerando anche che, oggi, la distinzione tra piccoli e grandi non dovrebbe più esistere, in quanto esiste un solo grande villaggio che si chiama Terra, un pianeta da amare e proteggere per i suoi valori e per l umanità. E San Marino è pienamente consapevole della necessità di perseguire i suoi antichi valori di libertà e democrazia per le generazioni future.

8 14 San Marino Patrimonio dell Umanità 15 San Marino Patrimonio tangibile e intangibile Una società non può vivere, perpetuarsi rinnovandosi, se non coronando la realtà con l immaginario. (..) Pochi paesi esprimono così bene quanto San Marino nelle sue forme visibili la riuscita di un destino. Jacques Le Goff Chi visita per la prima volta San Marino non può che restare affascinato dalla magnifica vista che si gode da questo balcone naturale sulla riviera adriatica e sul Montefeltro. Ma è solo immergendosi nella conoscenza del centro storico che si ritrova, in un continuum fra storia e architettura, l essenza stessa della piccola Repubblica. Il racconto agiografico della vita del Santo Marino fissa la data di fondazione della comunità indipendente da altri poteri e territori alla fine dell Impero Romano. Gli atti dell archivio di Stato e degli archivi storici dei territori limitrofi testimoniano che a metà del XIII secolo San Marino disponeva già della propria autonomia giuridica. Il primo documento cui si fa risalire l attestazione di indipendenza è del Immutato nella estensione geografica dal XV secolo, con l annessione dei castelli di Serravalle e Montegiardino, a seguito delle lotte contro la famiglia Malatesta, il territorio della Repubblica è, da allora, di 62 chilometri quadrati. Al pari del territorio anche l ordinamento istituzionale che deriva dagli statuti del è rimasto pressoché immutato nei secoli. Da allora la Repubblica è retta da due capi di stato che operano collegialmente con paritetico potere di veto l uno sull altro. La loro carica dura solo sei mesi per evitare la concentrazione del potere politico. I Capitani Reggenti, cui spetta il titolo di Eccellentissimi, sono nominati dal parlamento, già Consiglio Principe e Sovrano, quando la carica era ereditaria, ora Consiglio Grande

9 16 San Marino Patrimonio dell Umanità 17 e Generale, eletto a suffragio universale. Il Consiglio è costituito, da sempre, da 60 membri fra cui vengono scelti i due che ricopriranno il ruolo di Capi di Stato. Gli statuti elencano e normano anche le altre istituzioni: Il Congresso di Stato (Governo), l Arengo dei capi famiglia (funzioni referendarie, petizioni di interesse pubblico), il Consiglio dei Dodici (istanza giuridica) e le Giunte di Castello (una per ciascuna delle nove entità amministrative della Repubblica). È in queste istituzioni, nell esistenza continua nei secoli, nell indissolubile legame col territorio e con i luoghi in cui si svolgono le azioni e le cerimonie, che si attesta il valore di unicità della realtà sammarinese. L ICOMOS accetta ed avvalla la candidatura di San Marino perché riconosce che il piccolo stato rappresenta un esempio di centro storico ancora abitato che ha conservato tutte le sue funzioni istituzionali. Grazie alla sua ubicazione in cima al Monte Titano, non ha subito le trasformazioni urbane intervenute dopo l avvenimento dell era industriale fino ai giorni nostri. La sua struttura urbana, sviluppatasi nel corso dei secoli e circondata dalla terza cinta concentrica, di mura del XV secolo, è rimasta intatta, ad eccezione di alcuni rari interventi effettuati a metà del XIX secolo e dell inizio del XX secolo (come dimostrano le mappe storiche). Il centro storico e i monumenti, riflettono le diverse fasi dello sviluppo urbano, che testimoniano ancora il collegamento, mai interrotto nel corso dei secoli, tra la struttura urbana e la base storica di questo Stato autonomo. In questo senso, l insieme composto dal Monte Titano, dal centro storico della Città e da Borgo Mercatale rappresenta un documento che attesta una cultura materiale, le cui funzioni vengono associate all esercizio della sovranità e al proseguimento degli obiettivi strategici contingenti. La scala e il rapporto proporzionale tra la montagna e il territorio dello Stato, consolidati durante tutto il XV secolo con un ultima estensione dopo le guerre contro i Malatesta, sono rimasti inalterati, conservando di conseguenza un equilibrio efficace tra l azione collettiva e il contributo dei singoli cittadini alla difesa e alla gestione della res publica. (dal dossier Icomos) Tra gli edifici e gli elementi più importanti del centro storico di San Marino si devono ricordare le Tre Torri e le mura di fortificazione con le loro porte e i loro due bastioni, il Palazzo Pubblico e altri edifici ad uso governativo e amministrativo, la Basilica del Santo ( ) situata sul sito dell antica chiesa romanica, i Conventi San Francesco (1361) e Santa Chiara ( ) entro le mura, ed il convento dei Cappuccini fuori le mura, il Teatro Titano (1777) e alcuni palazzi che appartenevano a famiglie nobili. A Borgo Maggiore, storicamente luogo di mercati e fiere, si segnalano la Torre Campanaria e i portici del mercato, le cantine e le piazze.

10 18 San Marino Patrimonio dell Umanità 19 La forma urbana della città di San Marino e di Borgo Maggiore resta pressoché immutate fino agli ampliamenti del XIX secolo. Entrambe erano rimaste saldamente legate agli elementi caratterizzanti, le mura cittadine per San Marino, il sistema di piazze per Borgo Maggiore. Nel restauro compiuto fra il 1880 e 1894 da Francesco Azzurri dell edificio simbolo dello stato, il Pubblico Palazzo, viene esaltata la radice medioevale che diverrà da allora un manifesto dei futuri interventi. Sarà nei primi anni del novecento, con i lavori di restauro e di ampliamento della città di Gino Zani, che San Marino assume il suo aspetto attuale. Ridisegnò le tre torri, le mura e numerosi edifici, tra cui le case Angeli che si affacciano sul Pianello, la facciata della Chiesa San Francesco e il Teatro Titano. Realizzò anche piazza Sant Agata, nonché la nuova via Donna Felicissima. Nel 1935 elaborò un progetto per l intero centro storico di cui solo una minima parte venne realizzata anche a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale. Plebis, piazza Garibaldi, contrada delle Mura, contrada Omagnano, contrada Omerelli. Nella sala del trono di Palazzo Valloni, i Capitani Reggenti appena eletti ricevono gli ambasciatori accreditati; nella Basilica del Santo assistono alla funzione religiosa e nel Palazzo Pubblico, nella Sala del Consiglio Grande e Generale, dopo aver letto il giuramento in latino, si compie il passaggio dei poteri con il trasferimento del collare di Gran Maestro dell Ordine di San Marino. Qui si svolgono i cortei, si schierano i picchetti militari e la banda, ma soprattutto è qui che i cittadini assistono da secoli al perpetuarsi delle cerimonie, al rinnovarsi delle istituzioni che rappresentano l unicità della piccola città sul monte. Dopo la seconda guerra ripresero i cantieri dei portici di Borgo Maggiore e dell edificio della Cassa di Risparmio di San Marino. È questa la città che fa da sfondo alla cerimonia di insediamento degli Eccellentissimi Capitani Reggenti: Piazza della Libertà, piazzale Domus

11 20 Prima Torre / Guaita / Rocca San Marino Patrimonio dell Umanità 21 GUIDA ai monumenti

12 22 San Marino Patrimonio dell Umanità 23 Prima Torre / Guaita / Rocca 1 Sec. XII Secoli XIII - XVII (restauri successivi) XX Gino Zani (restauro stilistico) Fortilizio militare di guardia e difesa è la Rocca Maggiore, o Prima Arx, già citata con questo nome fin dal Attorno ad essa e all interno del girone delle mura che da essa diparte, si è costituito il primo nucleo abitativo di San Marino. Fin dagli statuti del 1600 era previsto un custode residente che doveva sorvegliare a vista l intero territorio limitrofo ed in caso di pericolo dare l allarme suonando la campana della torre. La stessa campana, ancora oggi, annuncia ai sammarinesi la riunione del parlamento, il Consiglio Grande e Generale. Era dotata di ponte levatoio. Fino agli anni sessanta la Rocca è stata utilizzata anche come carcere. Veduta aerea Nel primo cortile interno, oltre alla cisterna, troviamo la piccola chiesa dedicata a Santa Barbara, patrona degli artiglieri. L altare che si trovava anticamente all interno del torrione sud è stato sostituito da questa chiesa più ampia restaurata negli anni sessanta. La lunetta duecentesca che sovrasta il portale di accesso proviene da una chiesa del castello di Acquaviva. I cannoni presenti nel cortile furono regalati dai re italiani, Vittorio Emanuele II e Vittorio Emanuele III, quale segno di fraterna amicizia fra i due paesi. Cortile interno

13 ph. Monica Silva 24 Prima Torre / Guaita / Rocca San Marino Patrimonio dell Umanità 25

14 26 San Marino Patrimonio dell Umanità 27 2 Seconda Torre Cesta / Fratta Sec. XIII Secoli XIV - XVII (restauri successivi) Sec. XX Gino Zani (restauro stilistico) La Seconda Torre o Cesta occupa la punta più elevata del Monte Titano (m. 756 slm) e costituisce il secondo fortilizio militare a guardia e difesa di San Marino. Era presidiata anticamente da un custode e, in caso di necessità, da una guarnigione di balestrieri. Utilizzata nei secoli passati come carcere, ospita oggi il Museo delle Armi antiche, un ampia collezione di oltre 200 esemplari, di cui 700 esposti al pubblico.

15 28 Seconda Torre / Guaita / Rocca San Marino Patrimonio dell Umanità 29

16 30 San Marino Patrimonio dell Umanità 31 Terza Torre Palatia Montalis / Montale 3 Sec. XIII Secoli XIV - XVII (restauri successivi) Sec. XX Gino Zani (restauro stilistico) Citata già nella Descriptio Romandiole del Cardinale Anglico del 1371 rimase in efficienza fino al sedicesimo secolo, ai tempi delle lotte contro i Malatesta. Con l annessione del castello di Montegiardino nel 1463 e la distruzione del castello di Fiorentino nel 1479, la sua funzione strategica cessò. Fino al XIII secolo era una postazione di osservazione isolata fino a quando nel 1320 non fu costruita la muraglia che la univa alla seconda torre. Le mura di collegamento con la seconda torre sono state utilizzate per anni quali cava a cielo aperto di materiale pronto per la costruzione delle case del centro storico, oggi non ne restano che poche tracce. È oggi una Torre isolata, ubicata sul lato sud est del crinale del Monte Titano. Vi si accede da un unica porta posta ad alcuni metri di altezza. Il locale interno è chiamato il pozzo della torre ed è alto oltre sei metri. È circondata da una folta vegetazione in parte autoctona ed in parte posta a dimora negli anni venti del secolo scorso. Restaurata nel 1743 e nel 1817 con il restauro del 1935 assume l aspetto attuale. Veduta aerea. Sullo sfondo il castello di Serravalle

17 32 Seconda Torre / Palatia Montalis / Montale San Marino Patrimonio dell Umanità 33

18 34 San Marino Patrimonio dell Umanità 35 Porta San Francesco 4 Sec. XIV Secoli XV - XIX (restauri successivi) Sec. XX Gino Zani (restauro) Porta principale del terzo girone delle mura, chiamata anche Porta del Paese, costituisce l ingresso ufficiale al centro storico della Città di San Marino. Un tempo era denominata Porta del Loco, termine che le deriva dal vicino convento di San Francesco. Edificata nel 1361 come semplice posto di guardia sul terzo girone delle mura, nel 1451 viene ampliata e sopraelevata e coronata da merli. La Porta, chiusa in passato ogni sera, oggi sempre aperta è costituita da arco a sesto acuto sormontato da bertesca su cui è posto lo stemma in pietra della Repubblica. Sotto la volta, due lapidi riproducono norme dello Statuto relative alla difesa del Paese. Nella facciata interna due stemmi in pietra ricordano l antica amicizia fra la Repubblica e i Montefeltro. L epigrafe bronzea, collocata in occasione dell anniversario del primo anno dall inserimento nell elenco dei siti Unesco, riporta il testo della dichiarazione ufficiale. Vista dall interno delle mura I centri storici di Borgo Maggiore ed il Monte Titano sono stati iscritti nella lista del patrimonio mondiale dell Unesco. San Marino costituisce una testimonianza eccezionale di democrazia rappresentativa fondata sull autonomia civica e sull autogoverno, avendo esercitato senza interruzione dal XIII secolo il ruolo di capitale di una repubblica indipendente. Il sito per il suo valore universale merita tutela a beneficio dell umanità.

19 36 San Marino Patrimonio dell Umanità 37 Porta della Rupe 5 Secoli XV - XVI Secoli XIX - XX (restauri successivi) Posta al termine di Contrada Omerelli, è la porta di accesso alla Città salendo da Borgo Maggiore a conclusione della Costa dell Arnella, antico percorso, oggi solo pedonale, che mette in comunicazione la Capitale con l antica area destinata ai mercati settimanali. È adiacente al cinquecentesco convento di Santa Chiara, claustro monastico francescano recentemente restaurato e sede dell università. Come per la porta San Francesco anche qui una piccolissima abitazione posta al di sopra del varco di accesso ospitava il custode della porta che aveva il compito di aprire e chiudere ad orari prefissati gli accessi alla città. La porta, in posizione appartata ed a ridosso dello strapiombo roccioso era difesa, dalla seconda metà del cinquecento, dal grande torrione circolare che modifica il disegno delle mura quattrocentesche per adeguarsi all introduzione delle armi da fuoco. Ultimo tratto della strada di accesso Nelle immediate vicinanze della Porta, al di fuori delle mura, è stato realizzato nel 2007 un luogo di meditazione e preghiera privo di simboli religiosi, perpetuando così la vocazione di accoglienza del popolo sammarinese senza distinzioni di razza o credo.

20 38 San Marino Patrimonio dell Umanità 39 6 Secondo girone Secoli XIII - XIV Sec. XX Vincenzo Moraldi, Gino Zani (restauro) Il secondo girone di mura è parte del sistema difensivo della Città che si sviluppò nel XIII secolo. Grazie al camminamento di coronamento ha costituito un ottimo sistema di risalita dal Paese alla Rocca detta Guaita. Nelle mura del secondo girone si aprono la Porta della Fratta e la Porta della Murata Nuova, modificate ed ampliate negli anni trenta per permettere il collegamento con la zona di espansione del centro storico progettata dall ingegnere sammarinese Gino Zani. Il numero e la distanza fra i torrioni di posta ci segnalano un sistema di difesa adatto all uso della balestra, precedente all introduzione della polvere da sparo, quando i torrioni saranno non più poligonali ma circolari per meglio resistere agli attacchi. All uscita della porta della Fratta, nella grande cava antica utilizzata per estrarre la pietra da costruzione, si scorgono ancora le tracce del luogo dove era solito lavorare uno fra i più prolifici scalpellini locali, Romeo Balsimelli. Ai piedi delle mura del secondo girone il volto che Romeo Balsimelli scolpì sulla viva pietra.

21 40 San Marino Patrimonio dell Umanità 41 7 Palazzo Pubblico Sec. XIV Sec. XVI Giovanbattista Belluzzi, Niccolò Pellicano Francesco Azzurri Gae Aulenti (restauro) Il Palazzo Pubblico è il luogo nel quale si svolgono le cerimonie ufficiali ed è sede dei principali organi istituzionali e amministrativi: la Reggenza, il Consiglio Grande e Generale, il Consiglio dei XII, il Congresso di Stato. Eretto sulle vestigia della Domus Magna Comunis, il vecchio palazzo fu costruito fra XIV e XV secolo. Addossato alle mura cittadine ingloba anche alcune torri di guardia, oggi di nuovo visibili grazie al restauro del 1994 ad opera dell architetto Gae Aulenti. Gli alti ambienti dei piani seminterrati, già magazzini dei sali e cereali, furono divisi in due differenti piani per ospitare uffici prima del L attuale immagine dell edificio si deve all architetto romano Francesco Azzurri. Il Palazzo progettato in stile neogotico fu inaugurato il 30 settembre La facciata, sovrastata dalla torre dell orologio con il trittico contenente le immagini di San Marino, Sant Agata e San Leone, è caratterizzata da grandi aperture a sesto acuto ed ha al centro il balcone dal quale vengono annunciati i nomi dei nuovi Capitani Reggenti. Nella sala del parlamento una grande tempera murale opera di Emilio Retrosi ricorda ai sammarinesi l ideale di libertà che ha caratterizzato nei secoli la vita della Repubblica. < Cerimonia del Corpus Domini > pagina successiva l atrio d onore

22 42 Palazzo Pubblico San Marino Patrimonio dell Umanità 43 ph. Studio MW

23 44 San Marino Patrimonio dell Umanità 45 8/9/10 Piazza della Libertà Racchiusa fra Palazzo Pubblico (Domus comunis Magna), la Casa piccola del Comune (Domus comunis Parva) e le case Angeli risalenti al XIV secolo, la Piazza della Libertà o Pianello ha al centro la fontana con la statua della Libertà (1876 opera di Stefano Galletti), dono della contessa Otilia Heyroth Wagener. Sotto la piazza, splendido balcone panoramico sul Montefeltro, si trovano le antiche cisterne per la raccolta dell acqua. Norme rigide sull accesso alle cisterne si trovano fin dagli statuti più antichi. L approvvigionamento idrico per un paese costruito direttamente sulla viva roccia era una questione fondamentale alla sopravvivenza. Ancora alla fine dell ottocento, durante il restauro del pubblico palazzo, il cantiere dovette subire lunghe interruzioni nelle estati per mancanza di acqua nelle cisterne a seguito di inverni poco piovosi. A terminazione delle case Angeli dove tutt ora esiste una fra le più antiche taverne sammarinesi, si può ammirare l elegante balaustra disegnata da Vincenzo Moraldi, l architetto che per alcuni anni precedette il sammarinese Gino Zani nei lavori di restauro della Città.

24 46 Piazza della Libertà San Marino Patrimonio dell Umanità 47 al centro Domus Parva a sinistra Palazzo Mercuri Domus Parva Sec. XVII 1932 Collamarini - Rastelli La casa piccola del Comune venne restaurata nel 1932 da Edoardo Collamarini e Gaspare Rastelli per la sede delle Poste, assumendo l immagine odierna. Alla base della torre della Domus Parva è inserita una pietra con le antiche misure di peso e lunghezza. Con l inaugurazione del Pubblico Palazzo nel 1894 il meccanismo dell orologio della Domus Parva fu spostato nella torre campanaria del palazzo. Gli antichi quadranti, rimossi negli anni del restauro, sono stati recentemente collocati sulle mura cittadine in prossimità del teatro Titano. Palazzo Mercuri Sec. XVII 1987 Gilberto Rossini Dimora signorile della famiglia Mercuri, fu costruito nel XVII secolo su resti di abitazioni o mura preesistenti. Al palazzo e alle case Angeli si appoggiava un tempo un arco, avanzo di una delle più antiche porte fortificate di accesso alla parte alta della Città. Acquistato dall Ecc.ma Camera a metà del XIX secolo, ha ospitato fino al 1963 il tribunale Commissariale le cui sedute si svolgevano nel salone principale del piano nobile. In quel momento alcune finestre e accessi del palazzo sulla retrostante contrada di Borgoloto furono chiusi per ragioni di sicurezza e di allestimento interno. In occasione dei lavori di ristrutturazione curati dall ing. Gilberto Rossini nel , per destinare il palazzo a sede istituzionale, fu commissionato all artista sammarinese Walter Gasperoni un intervento decorativo ad affresco sulle volte del piano nobile.

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

PARIGI 16.11.1972. I. Definizioni del patrimonio culturale e naturale

PARIGI 16.11.1972. I. Definizioni del patrimonio culturale e naturale PARIGI 16.11.1972 Materia: RECUPERO E PROTEZIONE DI BENI CULTURALI - ECOLOGIA CONVENZIONE RIGUARDANTE LA PROTEZIONE SUL PIANO MONDIALE DEL PATRIMONIO CULTURALE E NATURALE Data Firma Accordo: 16/11/1972

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI

Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI Itinerari TURISTICI a Neviano degli Arduini Proposte per l ESTATE 1 - SCULTURA ROMANICA A NEVIANO E DINTORNI -numero luoghi: 10 -tempo necessario: 1 giorno (2 giorni x itinerari 1 e 2) -sequenza consigliata:

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala

Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala Documento Preliminare alla Progettazione Concorso Internazionale di Idee Piazza della Scala SOMMARIO PREMESSA 1 OBIETTIVI DEL CONCORSO 2 INQUADRAMENTO URBANO 2.1 DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL AMBITO

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

llon ED EME RE C M CO-SANIJJ HIE SAN MAHNO HA EDiOEVO E DJ G Carlo Verducci

llon ED EME RE C M CO-SANIJJ HIE SAN MAHNO HA EDiOEVO E DJ G Carlo Verducci Collana di sludi slorici sammarinesi llon ED EME RE C M CO-SANIJJ HIE SAN MAHNO HA EDiOEVO E DJ G Carlo Verducci E Popolazione ed emergenze economico-sanitarie a San Marino tra Medioevo e Ottocento di

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R.

VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VARIANTE AGLI ARTT. 32, 36, 37, 38, 46, 54, 87 DEL VIGENTE P.R.G. ADEGUATO AL P.P.A.R. VIGENTE MODIFICATO ARTICOLO 31 ZONE AGRICOLE 1. Sono considerate zone agricole assimilabili alle zone E del D.M. n

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

186. Un gioco d incertezza: Forse che sì, forse che no Rosa Marincola rosamarincola@virgilio.it

186. Un gioco d incertezza: Forse che sì, forse che no Rosa Marincola rosamarincola@virgilio.it 186. Un gioco d incertezza: Forse che sì, forse che no Rosa Marincola rosamarincola@virgilio.it Premessa Durante una mia visita al Palazzo Ducale di Mantova, nell ammirare i tanti capolavori che custodisce,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli