UNINDUSTRIA SERVIZI CASERTA SRL. Is.Con CATALOGO FORMATIVO 2015/2016

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNINDUSTRIA SERVIZI CASERTA SRL. Is.Con CATALOGO FORMATIVO 2015/2016"

Transcript

1 UNINDUSTRIA SERVIZI CASERTA SRL Is.Con CATALOGO FORMATIVO 2015/2016

2 INDICE Tematica formativa del Catalogo: Abilità personali Titolo: Coaching Titolo: Tecniche di gestione di gruppi di lavoro Titolo: Lavorare per progetti (WBS Struttura Analitica di Progetto) Titolo: La negoziazione: strumenti e tecniche per la risoluzione dei conflitti interpersonali Tematica formativa del Catalogo: Contabilità finanza Titolo: Gestione e amministrazione del personale: paghe e contributi Titolo: La gestione amministrativa, contabile e fiscale Titolo: Budget e reporting per il monitoraggio dei risultati aziendali Titolo: Il controllo di gestione Titolo: I principi contabili IAS e l impatto sul controllo di gestione Tematica formativa del Catalogo: Gestione aziendale - amministrazione Titolo: Responsabilità amministrativa delle società: il d.lgs. 231/01. Un modello di organizzazione, gestione e controllo Titolo: Supporto alla start up e alla start up innovativa Titolo: Il panorama dei finanziamenti alle PMI Titolo: La nuova normativa antiriciclaggio: IV Direttiva UE Tematica formativa del Catalogo: Impatto ambientale Titolo: Il Sistema di gestione per l ambiente: La norma UNI EN ISO 14001/04 Titolo: Progettazione di un Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001:2004 Titolo: Come costruire un Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza Tematica formativa del Catalogo: Informatica Titolo: Web Design Titolo: Grafica Pubblicitaria Tematica formativa del Catalogo: Marketing vendite Titolo: Management Multimediale Titolo: Web Marketing e Social media Tematica formativa del Catalogo: Qualità Titolo: Progettazione di un Sistema di gestione per la qualità ISO 9001/2015 Titolo: Il Sistema di gestione per la qualità: La norma UNI EN ISO 9001/2015 Tematica formativa del Catalogo: Sicurezza sul luogo di lavoro Titolo: Il Sistema di gestione per la sicurezza Titolo: RSPP Datore di lavoro (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) Titolo: RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) Titolo: Addetto al Primo Soccorso Aziendale Titolo: Addetto alle Misure Antincendio Titolo: Formazione ed Informazione dei Lavoratori pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 5 pag. 6 pag. 7 pag. 8 pag. 9 pag. 10 pag. 11 pag. 12 pag. 13 pag. 14 pag. 15 pag. 16 pag. 17 pag. 18 pag. 19 pag. 20 pag. 21 pag. 23 pag. 24 pag. 25 pag. 26 pag. 27 pag. 28 pag. 29 pag. 30

3 Titolo: Corso per Preposto Titolo: Corso per Dirigente Titolo: Corso per RSPP - Modulo B7: Corso specifico macrosettore ATECO 7 (Sanità, servizi sociali) Altre Tematiche Titolo: Operations & Supply Chain Management pag. 31 pag. 32 pag. 33 pag. 34

4 Tematica formativa del Catalogo: ABILITA PERSONALI COACHING Is.Con Formare coach interni o esterne alle aziende che siano in grado di combinare il miglioramento della perfomance con lo sviluppo personale dei propri clienti. Questa risorsa aziendale conosce l ambiente, la cultura ed il linguaggio aziendale, ha consapevolezza della struttura organizzativa, dei prodotti, dei processi produttivi. Suo obiettivo è offrire al cliente strumenti che gli permettano di elaborare ed identificare i propri obiettivi e rafforzare la propria efficacia e la propria prestazione. Il coach intende aiutare la persona, o il gruppo di persone, ad acquisire una maggiore competenza professionale e/o a superare barriere che ostacolano il miglioramento della performance. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, team leader. colloqui e lezioni di gruppo. - Le basi teoriche e scientifiche del coaching in Italia e all estero. - Le basi etiche e gli standard professionali. - Il metodo e le tecniche del coaching. - Il personal coaching: dalla formazione al coaching. - La relazione di coaching: ascolto, alleanza, accoglienza (come creare una relazione di fiducia con il cliente). - Coaching presence. - Ascolto attivo, domande potenti, comunicazione diretta. - Cultura e potenzialità aziendali. - Relazioni fra persona e contesto. - Valutazione del potenziale umano. - Analisi e mappatura delle competenze. - Focus: dal problema alla meta. - Goal setting system. - Fiducia in se stessi e autoefficacia. - Piani d azione e mandala relazionali. - Verifiche pratiche dell efficacia del coaching. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 30 ore ed è obbligatoria IVA 2

5 Tematica formativa del Catalogo: ABILITA PERSONALI Tecniche di gestione di gruppi di lavoro Fornire gli elementi e le cognizioni per riconoscere gli ingredienti che fanno di un gruppo un gruppo di lavoro e, al contempo, fruire le nozioni e le competenze per gestire il lavoro di un gruppo più efficacemente (progettazione, tecniche, potenzialità e criticità). Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, team leader. Is.Con colloqui e lezioni di gruppo. - Le caratteristiche di un gruppo - Le diverse tipologie di gruppi in relazione al tempo ed allo spazio - Lavoro di gruppo - Gruppo di lavoro Come un gruppo si trasforma in gruppo di lavoro; - Il gruppo spontaneo e amicale - Le condizioni che permettono il lavoro di gruppo Le variabili che strutturano un gruppo di lavoro: - La necessità dell obiettivo - I ruoli che le persone esprimono all interno di un gruppo - La comunicazione funzionale al lavoro del gruppo Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 10 ore ed è obbligatoria IVA 3

6 Tematica formativa del Catalogo: ABILITA PERSONALI Lavorare per progetti (WBS Stru. Analitica di Progetto) Elemento fondamentale è il progetto, inteso come un insieme complesso di attività da realizzare in tempi e con modalità differenti a cui partecipano risorse umane, materiali ed economiche. Lavorare per progetti significa, quindi, pianificare, organizzare e coordinare tali risorse nello svolgimento di attività tra loro correlate e finalizzate al raggiungimento di un obiettivo predefinito in presenza di condizioni di rischio e di vincoli. Peculiarità di questo approccio gestionale è la costituzione di gruppi di lavoro interfunzionali, costituiti cioè da persone provenienti da funzioni aziendali differenti e collocate gerarchicamente su vari livelli. L obiettivo principale della gestione di un progetto è di introdurre e gestire il cambiamento all interno dell azienda. A tal fine è necessario che il progetto sia strutturato in modo da stabilire obiettivi che massimizzino l innovazione. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, team leader. colloqui e lezioni di gruppo. - Il project manager - La definizione del gruppo di lavoro, - La pianificazione dei tempi e delle fasi di progetto, - La determinazione dei costi, - La definizione degli standard qualitativi, - Il controllo periodico del rispetto di quanto programmato. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 25 ore ed è obbligatoria IVA 4

7 Tematica formativa del Catalogo: ABILITA PERSONALI La negoziazione: strumenti e tecniche per la risoluzione dei conflitti interpersonali La mediazione e la negoziazione rappresentano da sempre dei validi ed efficaci strumenti, dei veri e propri metodi strategici da imparare e mettere in pratica per la gestione sistematica delle situazioni potenzialmente, o già conflittuali, dentro e fuori la propria organizzazione. Tale considerazione si eleva ad assioma in quanto: I risultati economici di un azienda o di una divisione dipendono dai rapporti interpersonali (e dalle trattative) costruiti nel quotidiano. Le reti di relazioni creano valore e crescita attraverso lo scambio, e sono il frutto di un processo continuo di negoziazione e trattativa. La leadership è tanto più efficace quanto più legata a competenze negoziali con se stessi, il proprio team, i clienti e i fornitori. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, team leader. colloqui e lezioni di gruppo. - Definizione del conflitto - Concetti, Tecniche e metodologie delle risoluzione delle controversie - La gamma degli strumenti per la gestione dei conflitti distinguere tra il valore economico e reali esigenze - Fallimenti, insidie, ostacoli e crisi nei negoziati identificazione, analisi e risoluzione - Identificazione, prevenzione e gestione delle crisi I conflitti interpersonali: la dimensione emozionale e il loro significato. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 25 ore ed è obbligatoria IVA 5

8 Tematica formativa del Catalogo: CONTABILITA - FINANZA Gestione e amministrazione del personale: paghe e contributi Il percorso si rivolge a quanti vogliono perfezionare la loro preparazione nel settore della consulenza aziendale per ciò che concerne la gestione del settore paghe e contributi. Sarà necessario, pertanto, fornire cognizioni non solo relative alla normativa attuale, alla contrattualistica nazionale e aziendale, ma altresì, garantire adeguate conoscenze dei software gestionali per l elaborazione delle buste paga e di tutti gli adempimenti connessi al personale, nonché assicurare le competenze per eventuali relazioni con i sindacati. Obiettivo principale del percorso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti di lavoro e, soprattutto, nell elaborazione delle buste paga e di tutti gli adempimenti ad esse collegate, compresi quelli previdenziali, assistenziali e fiscali. Punti di forza per il raggiungimento di questi obiettivi formativi sono la qualità del corpo docente e il rilievo dell impianto metodologico della programmazione didattica. Responsabili risorse umane, responsabili amministrativi, consulenti del lavoro. - I diversi contratti di lavoro, - Le relazioni sindacali: supportare le aziende nella contrattazione di II livello, procedere alla stesura del contratto individuale, - Gli adempimenti obbligatori annuali e periodici, - conoscere sempre il costo del lavoro, - Il sw gestionale per: - Apertura posizione Inps (DM68) e Inail. Scelta del C.C.N.L. - Stesura lettera di assunzione, mod.c/ass., D.N.A, contratto a progetto. - Inserimento delle tabelle contributive, fiscali e contrattuali. - Codici DM10 e IRPEF. - Caricamento ditte campione e dipendenti. - Inserimento fogli presenza, elaborazione busta paga con eventi di: ferie, straordinari, malattia, fringe benefit, conguagli da 730, mensilità aggiuntive, trasferte, uso auto. Stampa e analisi prospetti: malattia, trattenute sindacali, ratei, distinta netti, fondo pensione integrativo. - Elaborazione Mod. Dm10, Mod. F.24 e compensazioni; nota contabile. Elaborazione busta paga con competenze di chiusura e T.F.R. Controllo tabulato T.F.R accantonato e tassazione del T.F.R. liquidato. IIl percorso avrà una durata di 60 ore ed è obbligatoria IVA Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. - Le comunicazioni di fine rapporto. - I Mod. CUD, Mod. DS22, Mod. Unico. Autoliquidazione premio INAIL. - La Busta paga di un dipendente edile, di un dirigente industria e un lavoratore è disponibile sia in forma interaziendale che personalizzato 6

9 Tematica formativa del Catalogo: CONTABILITA E FINANZA La gestione amministrativa, contabile e fiscale Il percorso si rivolge a quanti vogliono perfezionare la loro preparazione nel settore della consulenza amministrativa, contabile e fiscale alle aziende. Particolare attenzione è data, pertanto, agli aspetti contabili e amministrativi, alle problematiche tributarie e fiscali, alla cura dei rapporti con la clientela/ fornitori ed al passaggio delle informazioni all interno della struttura aziendale. Responsabili e addetti amministrativi, manager e liberi professionisti. - Il sistema impresa - Principi di organizzazione aziendale - L amministrazione di impresa e i suoi momenti - Contabilità generale - Strutture e caratteristiche del sistema tributario italiano: la riforma del sistema tributario - Il controllo di gestione - Il budget e la revisione contabile. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 100 ore ed è obbligatoria IVA 7

10 Tematica formativa del Catalogo: CONTABILITA E FINANZA Budget e reporting per il monitoraggio dei risultati aziendali Obiettivo del percorso formativo è fornire gli strumenti necessari all individuazione e costruzione del budget quale strumento di programmazione, coordinamento e controllo e valutazione dell impatto economico e finanziario delle scelte aziendali. Responsabili e addetti amministrativi, manager e liberi professionisti. - La pianificazione e controllo nelle aziende. - La valutazione delle strategie secondo il modello contabile. - La valutazione delle strategie secondo il modello della creazione del valore. - Il budget: obiettivi, caratteristiche, funzioni e documenti di base per la formulazione. - Metodologia per il controllo dei costi della struttura aziendale: Zero Base Budgeting l Activity Based Costing - La logica del Budget: definizione e metodologie applicative - Il Master Budget e i budget operativi. - Le implicazioni strategiche ed organizzative del budget Il sistema di reporting: significato e strutture. - L articolazione del budget per centri di responsabilità: centri di costo e di ricavo. - La classificazione dei costi: per natura, per variabilità, per controllabilità. - Il punto di pareggio calcolato a valore ed a quantità; l utilizzo aziendale del punto di pareggio per massimizzare i profitti. - Il controllo della gestione con il confronto del budget e dei consuntivo. - L analisi degli scostamenti e l analisi delle varianti prezzo, quantità, mix, etc. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 48 ore ed è obbligatoria IVA 8

11 Tematica formativa del Catalogo: CONTABILITA E FINANZA Il controllo di gestione Obiettivo del percorso formativo è di svolgere l analisi del bilancio di esercizio quale mezzo di monitoraggio sull attività di gestione, nonché, funzione propedeutica all introduzione del budget. Responsabili e addetti amministrativi, manager e liberi professionisti. - Analisi di bilancio per indici e per flussi; - La leva finanziaria, l effetto leva, la relazione tra ROE e Leverage; - Gli indici di redditività, economicità e di struttura Redigere il rendiconto finanziario e conoscerne gli aspetti teorici e operativi; - Le procedure di calcolo dei costi per la valorizzazione delle rimanenze dei prodotti finiti (raccordo con le norme civilistiche e fiscali); - Analisi della struttura e della situazione finanziaria attraverso gli indici. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 48 ore ed è obbligatoria IVA 9

12 Tematica formativa del Catalogo: CONTABILITA - FINANZA I principi contabili IAS e l impatto sul controllo di gestione L armonizzazione delle regole contabili ha rappresentato uno dei principali obiettivi della Comunità Europea per agevolare lo sviluppo e l efficienza dei mercati finanziari europei. L applicazione di differenti principi contabili in ciascun Paese membro ha determinato, infatti, uno scarso grado di confrontabilità dei bilanci delle imprese europee, costituendo di fatto un freno allo sviluppo di tali mercati. In ques ottica, la decisione della Comunità europea di introdurre progressivamente i principi contabili internazionali IAS/IFRS dello IASB (International Accounting Standard Board) all interno di ciascun Paese membro nasce dall esigenza di affidarsi ad un corpus di regole contabili organico, coordinato e qualitativamente riconosciuto a livello internazionale. In Italia, il D.Lgs. n. 38/2005 ha previsto l obbligo o la facoltà di applicare i principi contabili internazionali per talune tipologie societarie (società quotate, società con strumenti finanziari diffusi, banche e intermediari finanziari e imprese di assicurazione) a partire dal 1 gennaio Obiettivo del percorso formativo è, pertanto, fornire un panoramica sui principi contabili internazionali IAS/IFRS e la loro applicazione. Responsabili risorse umane, responsabili amministrativi, consulenti del lavoro. - L applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS: il contesto di riferimento - I principi generali ed il frame work - Gli schemi di stato patrimoniale e conto economico, il rendiconto finanziario ed il prospetto di variazione del patrimonio netto. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. IIl percorso avrà una durata di 40 ore ed è obbligatoria IVA 10

13 Tematica formativa del Catalogo: Gestione aziendale - amministrazione Responsabilità amministrativa delle società: il d.lgs. 231/01. Un modello di organizzazione, gestione e controllo Con il presente percorso si vogliono fornire cognizioni e competenze finalizzate all apprendimento delle principali norme contenute nel D.Lgs. 231/01. Il D.lgs. n. 231/2001, recante la Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, ha introdotto nell ordinamento giuridico italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli Enti (da intendersi come società, associazioni, consorzi, ecc., di seguito denominati Enti ) per reati tassativamente elencati e commessi nel loro interesse o vantaggio: - da persone fisiche che rivestano funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione degli Enti stessi o di una loro unità organizzativa dotata di autonomia finanziaria e funzionale, nonché da persone fisiche che esercitino, anche di fatto, la gestione e il controllo degli Enti medesimi, - da persone fisiche sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei soggetti sopra indicati. Alla luce di questa premessa, è evidente l assoluta necessità di trasmettere cognizioni sulla presente normativa e soprattutto sull efficacia esimente del modello di organizzazione, gestione e controllo adottato dall azienda idoneo a prevenire reati della specie di quello verificatosi. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, responsabili amministrativi, AD e membri del CDA - Individuare le attività nel cui ambito possano essere commessi i reati previsti dal Decreto; - Prevedere specifici protocolli diretti a programmare la formazione e l attuazione delle decisioni dell Ente in relazione ai reati da prevenire; - Individuare modalità di gestione delle risorse finanziarie idonee ad impedire la commissione di tali reati; - Prevedere obblighi di informazione nei confronti dell organismo deputato a vigilare sul funzionamento e sull osservanza del Modello; - Introdurre un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel Modello. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. IIl percorso avrà una durata di 20 ore ed è obbligatoria IVA 11

14 Tematica formativa del Catalogo: Gestione aziendale amministrazione Supporto alla start up e alla start up innovativa Obiettivo del percorso formativo è il supporto alla Start Up e alla start up innovativa, ossia verranno fruite nozioni, informazioni, assistenza nella valutazione della business idea con l analisi dei punti di forza e debolezza, dei dati aziendali e dei mercati di riferimento, nella predisposizione del Business Plan da utilizzare per valutare la fattibilità dell investimento, supportare le scelte strategiche da effettuare e per formalizzare le richieste di finanziamento. Verrà fornita una panoramica delle fonti di finanziamento agevolate e delle modalità per istruire la pratica di affidamento. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, responsabili amministrativi, imprenditori - Valutazione delle idee imprenditoriali, - Redazione del business plan, - Sviluppo dell imprenditorialità nelle grandi imprese, -Pitch and executive summary development - Networking industriale e commerciale - Mentoring e consulenza direzionale in tema di: strategie di ingresso nel mercato, politiche di marketing e commercializzazione, ricerca di nuovi soci, strutturazione organizzativa, team building e costruzione/difesa del vantaggio competitivo. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 60 ore ed è obbligatoria IVA 12

15 Tematica formativa del Catalogo: Gestione aziendale amministrazione Il panorama dei finanziamenti alle PMI Obiettivo del percorso formativo è offrire una panoramica delle opportunità di agevolazioni regionali, nazionali e della comunità europea alle PMI. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, responsabili amministrativi, imprenditori - Finanziamenti europei 2015, - Contributi a fondo perduto 2015, - Finanziamenti PMI 2015, - Finanziamenti imprese giovanili 2015, - Imprenditoria femminile. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 40 ore ed è obbligatoria IVA 13

16 Tematica formativa del Catalogo: Gestione aziendale - amministrazione La nuova normativa antiriciclaggio: IV Direttiva UE Il 5 giugno 2015, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea, la nuova Direttiva 2015/849 del 20 maggio 2015, relativa alla prevenzione dell uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo. Questa nuova direttiva entrerà in vigore il 25 giugno 2015 e gli Stati membri dovranno rendere operativi i loro rispettivi ordinamenti con leggi, norme e regolamenti per uniformarsi a quanto disposto entro il 26 giugno Questa nuova Direttiva, la quarta, nello specifico, è frutto di un intensa mediazione volta ad uniformare e standardizzare le norme antiriciclaggio per tutti i membri dell Unione, al fine di evitare che, misure adottate solo a livello locale, possano produrre effetti negativi sul mercato unico. Questa Direttiva, si applicherà a tutto il comparto dei giochi d azzardo (mentre la terza Direttiva si limitava ai soli casinò), e a tutti i reati di tipo fiscale concernenti imposte di ogni tipo. Dunque, da adesso in poi, i destinatari delle normative antiriciclaggio, dovranno rispettare obblighi stringenti per una sempre maggiore trasparenza di tutte le operazioni in ambito europeo, nell ottica di armonizzare le regole, renderle comuni ed avere controlli maggiori. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede, responsabili amministrativi, AD e membri del CDA, revisori dei conti, contabili esterni e consulenti tributari, notai e altri liberi professionisti legali. Direttiva (UE) 2015/849 del 20 maggio 2015 IIl percorso avrà una durata di 20 ore ed è obbligatoria IVA Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. 14

17 Tematica formativa del Catalogo: Impatto ambientale Il Sistema di gestione per l ambiente: La norma UNI EN ISO 14001/04 La sigla ISO identifica una serie di standard internazionali relativi alla gestione ambientale delle organizzazioni, stabiliti dall organizzazione internazionale di standardizzazione ISO. La più nota è la ISO 14001, che stabilisce i requisiti di un Sistema di Gestione Ambientale. La finalità del modulo è, pertanto, trasferire i contenuti della norma necessari per la successiva progettazione di un sistema di gestione ambientale. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede e di stabilimento, responsabili di funzione. La norma UNI EN ISO 14001/04 Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. IIl percorso avrà una durata di 40 ore ed è obbligatoria IVA 15

18 Tematica formativa del Catalogo: Impatto ambientale Progettazione di un Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001:2004 La sigla ISO identifica una serie di standard internazionali relativi alla gestione ambientale delle organizzazioni, stabiliti dall organizzazione internazionale di standardizzazione ISO. La più nota è la ISO 14001, che stabilisce i requisiti di un Sistema di Gestione Ambientale. La finalità del modulo è, pertanto, trasferire competenze e capacità che consentano l elaborazione e l applicazione di un valido sistema di gestione aziendale che tenga conto delle implicazione dello stesso sull ambiente. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede e di stabilimento, responsabili di funzione. - la Politica ambientale: ossia elaborare una dichiarazione dell impegno dell organizzazione verso l ambiente, - gli Aspetti ed impatti ambientali: ossia riuscire ad identificare gli aspetti ambientali dei prodotti, delle attività e dei servizi e dei loro impatti sull ambiente, - i Requisiti legali connessi all applicazione: ossia saper identificare ed assicurare l accesso alle leggi ed alle regolazioni relative, - gli Obiettivi ed il programma ambientale affinché le azioni di programma e di organizzazione possano raggiungerli, - la Struttura e le responsabilità: ossia stabilire i ruoli e le responsabilità all interno dell organizzazione, - cicliche sessioni di Addestramento finalizzate alla diffusione di un sentimento di consapevolezza e competenza: ossia accertarsi che gli impiegati siano informati e capaci delle loro responsabilità ambientali. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. IIl percorso avrà una durata di 40 ore ed è obbligatoria IVA 16

19 Tematica formativa del Catalogo: Impatto ambientale Come costruire un Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza Per l attuazione ed il mantenimento del Sistema di Gestione Integrato sono necessari: la predisposizione di un Manuale Integrato che copra tutti i requisiti delle tre norme, la previsione di procedure e istruzioni di lavoro che contengano informazioni relative ai tre sistemi in modo integrato tutte le volte che ciò sia tecnicamente possibile, la produzione di documenti separati nei casi in cui l integrazione comporti difficoltà per la stesura o per la successiva gestione di documentazione integrata, il monitoraggio costante dell effettiva applicazione delle procedure previste e la repentina ed eventuale opera di correzione ogni qual volta si rende necessario un azione correttiva. Manager, professionisti, funzionari, direttori di sede e di stabilimento, responsabili di funzione - Come strutturare un Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza - La gestione ed integrazione di un sistema per la qualità, l ambiente e la sicurezza - La gestione dell audit: la norma uni EN ISO 19011/2012. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso un colloquio individuale. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 60 ore ed è obbligatoria IVA 17

20 Tematica formativa del Catalogo: Informatica Web Design Consentirà di realizzare siti dinamici (connessi ad un database), funzionali e dal design moderno. Al termine del percorso si avrà padronanza dei linguaggi Html 5, Css 3, Php, nonché del CMS Wordpress e del Database MySql. Il corso è rivolto a chi intende lavorare nel campo della costruzione grafica e di un sito web. colloqui e lezioni di gruppo. - Linguaggi HTML 5 - CSS 3 - jquery - Php - CMS - Wordpress - Web usability - Uso appropriato di testi, colori e layout - Processi di pianificazione e workflow - Guida all acquisto di un dominio e strategie di pubblicazione. Modalità di verifica finale ed Attestato di partecipazione Al termine del percorso formativo saranno verificati i risultati raggiunti in riferimento alle competenze acquisite attraverso una prova pratica, in cui i discenti dovranno utilizzare le conoscenze oggetto del corso. L attestato di frequenza sarà rilasciato agli allievi che avranno frequentato almeno l 70% delle ore previste dal corso. Il percorso avrà una durata di 50 ore ed è obbligatoria IVA 18

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08).

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). Il giorno del mese di dell'anno duemila il sottoscritto titolare/legale rappresentante della

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro ID 142-115743 Edizione 1 Procedura per sottoscrivere la partecipazione: Il professionista sanitario che voglia conoscere i dettagli per l iscrizione al corso

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni.

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni. 1. RIF: che cos è Il RIF (Registro dell Impresa Formativa) è lo strumento, approvato dal FORMEDIL e dalla CNCPT, collegato al sito della Banca dati formazione costruzioni (BDFC) del Formedil nel quale

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Definizione di RLS (Art 2, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI)

Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI) Procedure semplificate per l adozione de modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI) 1. PREMESSA Il d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell articolo 1 della legge

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

CORSO FORMAZIONE FOR O MA M TOR O I

CORSO FORMAZIONE FOR O MA M TOR O I CORSO FORMAZIONE FORMATORI Una metafora per iniziare. Quando fai piani per un anno, semina grano. Se fai piani per un decennio, pianta alberi. Se fai piani per la vita, forma ed educa le persone. Proverbio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli