Fondimpresa Avviso 5/2013 I scadenza Piano formativo territoriale " CAT - Competenze e Azioni per il Territorio" Elenco corsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondimpresa Avviso 5/2013 I scadenza Piano formativo territoriale " CAT - Competenze e Azioni per il Territorio" Elenco corsi"

Transcript

1 Fondimpresa Avviso 5/2013 I scadenza Piano formativo territoriale " CAT - Competenze e Azioni per il Territorio" Elenco corsi N. Area tematica Azione formativa Obiettivi Contenuti Durata 1 a. Innovazione tecnologica di prodotto e di processo Proprietà industriale e brevetti Le dinamiche di sviluppo delle attività economiche richiedono particolare cura nella tutela delle invenzioni e dei marchi, strumenti fondamentali per assolvere adeguatamente alla promozione dell impresa e consentire nel contempo di individuare l origine commerciale della merce. Il corso si propone di introdurre concretamente l impresa nella dinamica del diritto industriale e della proprietà intellettuale, illustrando le procedure per ottenere la concessione dei relativi titoli, gli aspetti sostanziali del diritto e gli strumenti processuali di tutela di tali diritti e titoli. Il concetto di proprietà intellettuale. Il Codice della Proprietà Industriale (D. Lgs. n. 30/2005. Esame della novità più recenti del Codice della Proprietà Industriale. Il brevetto per invenzione industriale e modelli di utilità. Requisiti struttura e tipologia di brevetti. La procedura di brevettazione. Il marchio ed il concetto di segno distintivo. Tipologia marchi e requisiti per registrazione. Registrazione del marchio. Circolazione e valorizzazione del marchio. Valutazione economica dei titoli di proprietà intellettuale. La tutela giudiziaria della proprietà intellettuale: aspetti processuali 2 a. Innovazione tecnologica di prodotto e di processo Mass Customization La Mass Customization è intesa come la capacità di offrire prodotti in alta varietà e personalizzati senza penalizzare costi, tempi di consegna e qualità, aiutando, al contempo, il cliente nella scelta del prodotto più adatto per le sue esigenze. L intervento si pone dunque l'obiettivo di far acqusire ai partecipanti i concetti e le tecniche che stanno alla base della Mass Customization. La Mass Customization dal punto di vista delle prestazioni. Le leve per l ottenimento della Mass Customization: modularità, postpomement, configurazione di prodotto, etc. Mass Customization e innovazione di prodotto (inclusa innovazione eco-compatibile). Come velocizzare il trasferimento della conoscenza tecnica di prodotto e delle sue applicazioni al commerciale. Analisi delle capacità organizzative di Mass Customization. Analisi delle capacità individuali per la Mass Customization. 3 a. Innovazione tecnologica di prodotto e di processo La dinamica dell'innovazione di prodotto Il corso si propone di trasferire ai partecipanti competenze, conoscenze ed abilità necessarie per: avere una visione integrata dei processi di innovazione di prodotto conoscere le complesse dinamiche dell innovazione di prodotto analizzare e valutare i punti critici di un sistema di innovazione sviluppare un progetto di analisi dei bisogni dei clienti conoscere le metodologie di sviluppo del concept di prodotto Dinamica dell innovazione di prodotto: innovazioni progressive e scardinanti. L input dell innovazione: il concetto di bisogno e la teoria dei Job. Un modello dei processi di innovazione: i cinque spazi di attività che costituiscono l imbuto dell innovazione (innovation funnel). Generazione concept preliminari. Concept development

2 4 a. Innovazione tecnologica di prodotto e di processo Strumenti informatici a supporto dei processi aziendali Il modulo intende trasferire le conoscenze e gli strumenti per accrescere le competenze specifiche nella gestione delle tecnologie informatiche. L intervento formativo si propone anche di fornire un quadro organico delle problematiche relative al processo di analisi e progettazione dei sistemi ERP e alla definizione del ruolo delle risorse informatiche nella gestione dell informazione La gestione delle reti: Amministrazione e progettazione di reti internet- intranet; Internet working di reti locali e reti geografiche multiprotocollo; Gestione di intranet, il protocollo; snmp; teoria e pratica della Sicurezza della rete Microsoft Windows 2000 core technologies ERP e tecnologie informatiche: Architettura e funzionalità di un sistema ERP. Evoluzione nella struttura degli ERP in una prospettiva di Supply Chain Management. Ruolo delle nuove tecnologie informatiche sulle strategie d impresa e sulle caratteristiche degli ERP. L approccio metodologico per la scelta dello strumento informatico 5 b. Digitalizzazione dei processi aziendali Digitalizzazione dei processi aziendali Il corso intende trasferire le conoscenze e gli strumenti per accrescere le competenze specifiche nella gestione delle tecnologie informatiche, fornire un quadro organico delle problematiche relative al processo di analisi e progettazione dei sistemi ERP e alla definizione del ruolo delle risorse informatiche nella gestione dell informazione, far conoscere obiettivi, modelli e tecnologie dei software di business intelligence, con verticalizzazioni operative e applicazioni pratiche. La gestione delle reti. Amministrazione e progettazione di reti internet- intranet. Internet working di reti locali e reti geografiche multiprotocollo. Gestione di intranet, il protocollo sulla teoria e pratica della Sicurezza della rete Microsoft Windows 2000 core technologies. ERP e tecnologie informatiche. Architettura e funzionalità di un sistema ERP. Evoluzione nella struttura degli ERP in una prospettiva di Supplì Chain Management. Ruolo delle nuove tecnologie informatiche sulle strategie d impresa e sulle caratteristiche degli ERP. L approccio metodologico per la scelta dello strumento informatico. Privacy e sicurezza dei dati aziendali. La predisposizione/aggiornamento del DPS e delle procedure. I sistemi di Business Intelligence. Obiettivi e funzionalità dei software di BI: reporting, analisi, simulazioni. Tecnologie dei software di BI.Report generator & query. Report & OLAP. Data Mining. DSS, BI, EIS, BIM, BPM, : una bussola per capire. Le tecnologie. La connessione ai database operazionali: problemi e soluzioni. Datawarehouse: logiche e progettazione. Rassegna sul mercato: competitor, prezzi, tipo di offerte. Il processo di implementazioni: le fasi cruciali. La proposta di Microsoft per la Business Intelligence. Le alternative: Cognos, QLIK, Oracle. Applicazioni. Budgeting. Analisi vendite e redditività. La suite Open Office (Open Source).Elaborazione testi con WRITER. Introduzione all ambiente di lavoro. Concetti introduttivi: carattere, paragrafo e documento. Utilizzo del mouse e scorciatoie di selezione. Nastro di formattazione carattere e paragrafo. Nastro delle funzioni. Il righello e il lavoro in WYSWYG. Editing: inserimento, cancellazione e formattazione del testo. Utilizzo dei tabulatori. Inserimento e gestione di tabelle. Correzione orografica del testo. Gestione dei file e stampe.

3 6 b. Digitalizzazione dei processi aziendali Cloud computing Sempre più spesso nei contesti lavorativi è necessario operare in luoghi differenti dal proprio ufficio: diventa quindi fondamentale la possibilità di accedere a dati e programmi del sistema informativo aziendale. Il Cloud Computing rende disponibili sempre ed ovunque le risorse files, servizi, software applicativi - come se fossero implementate sui sistemi in rete locale aziendale attraverso l'uso del web e di risorse virtualizzate. Obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti una introduzione agli aspetti tecnologici del Cloud Computing. Introduzione al cloud computing: definizione di cloud computing, che cos è, cosa serve per accedervi, come viene trattato l aspetto sicurezza dei dati. Architettura di una soluzione Cloud (alto livello). Software As A Service (SAAS) - Componenti architetturali di una applicazione SAAS, Principali vendor di componenti per SAAS. Come scegliere una soluzione Cloud. Come cogliere le opportunità oggi messe a disposizione alle aziende dalla Rete. Come orientarsi e non perdere delle occasioni utili per lo sviluppo aziendale. Punti di attenzione roll-out soluzioni cloud - Integrazione con i legacy, I livelli di servizio, I processi aziendali. Esempi pratici. 7 c. Commercio elettronico Definizione della strategia di vendita Il corso intende far aquisire ai partecipanti le competenze e le conoscenze per aumentare la consapevolezza di quali sono gli elementi chiave per la conquista di mercati e clienti, considerare l'azienda, i prodotti ed i servizi valorizzandone i benefici proposti, e fornire ai partecipanti la conoscenza di quali siano le leve decisionali sulla cui base i clienti agiscono e scelgono. Il marketing: uscite dalle vostre comfort bubbles, la polarizzazione del mercato, fondamenti di marketing: il triangolo strategico, principi base. Il piano frattale di marketing: l analisi del mercato. Brandawareness: analisi associazionale del vostro brand dal punto di vista dei clienti, la piramide del valore per il cliente. Il piano: gli obiettivi. Moby Dick: nuovi orizzonti. Analisi SWOT:bussola manageriale. Il piano: la strategia, la Mucca Viola, o la legge della straordinarietà, la matrice competitiva i clienti, la segmentazione, le 7 leve del marketing mix, le leve più importanti, principi di negoziazione. Il think marketing approach, strategie e tattiche negoziali, la regola OLA e l Iceberg Customer Model. 8 c. Commercio elettronico Motori di ricerca, visibilità SEO e integrazione con strategie e sistemi aziendali Il corso si propone di far acquisire ai partecipanti le nozioni fondamentali per il posizionamento organico dell'azienda sui motori di ricerca, e di far conoscere le principali tecniche di ottimizzazione dei siti WEB in ottica SEO Search Engine Optimization. Come funziona un motore di ricerca: crawling e spiders, indexing query indipendent,serving query dipendent; I motori di ricerca e il concetto di SEO (Search Engine Optimization): il posizionamento naturale e i criteri di ranking nella SERP (Search Engine Results Page); I principi del posizionamento: rilevanza, autorevolezza, qualità; I passi del processo di ottimizzazione: contenuti, file robots, sitemap, keywords, long, tail, link popularity, quality e google panda, social signal; Google Webmaster tools e Google Analytics 9 c. Commercio elettronico Social networker aziendale Il corso si propone di far conoscere e comprendere come due social network come Facebook e Linkedin possano essere utili per il business aziendale, ad integrazione di altre strategie di marketing, misurandone gli effetti a breve e medio/lungotermine. Introduzione a Facebook. Facebook e il Business.Profili e Pagine. Gestione ed amministrazione. Piano editoriale. Ascolto, disponibilità, trasparenza, empatia: regole di ingaggio e Crisis Management. Strumenti di interazione e promozione.campagne pubblicitarie.applicazioni. Introduzione a Linkedin.Linkedin per il Business.Profili e Pagine. Brand e Followers. E-recruitment. Gestione ed amministrazione. Piano editoriale. Strumenti di interazione e promozione

4 10 c. Commercio elettronico 11 d. Contratti di rete Sviluppo dell'ebusiness Implementazione obiettivi contratto di rete Far acquisire conoscenze e competenze sulla struttura del web e sui canali di social network per integrare le strategie tradizionali di comunicazione con le innovative tecniche di web marketing, utilizzando Internet a supporto della promozione e della vendita. Obiettivo del percorso è di fornire una formazione specialistica strumentale al raggiungimento degli obiettivi del contratto di rete siglato dall'azienda. Gli strumenti per dare valore a relazioni e reputazione on-line per adattarsi e reagire alle nuove opportunità del mercato introdotte da Internet. Web marketing. Segmentazione del mercato. Analisi della domanda. L integrazione delle strategie tradizionali con le innovative tecniche di web marketing. Internet a supporto del marketing, della comunicazione, della promozione e della vendita. Il commercio elettronico: significato e portata. Vantaggi del commercio elettronico. Il comportamento d acquisto del cliente che utilizza Internet. Disposizioni legislative: nazionali e internazionali. Sicurezza, Privacy e tutela del consumatore. Saper utilizzare gli strumenti e le nozioni di base della nuova economia necessari per adattarsi e reagire alle nuove opportunità del mercato introdotte da internet. Fondamenti di Net Semiology e semiotica. Editoria online: definizione del mercato e figure coinvolte. Gli strumenti operativi. La multimedialità e la logica editoriale. Usabilità (impaginazione, motori di ricerca, etichette, titolazione, iconografia, pesi, tecnologie dinamiche). Fondamenti di SEO: Motori di Ricerca: Directory e Spider Criteri di Valutazione e Ranking. Fattori on the page e fattori off the page. Le Parole Chiave (keywords), Titoli e Meta tag. Link Popolarity, PageRank, Anchor Text. Ottimizzazione delle pagine del sito. Pubblicità on line e le modalità di conteggio costi. Affiliate Marketing. Google AdWords. Analisi file di log e Statistiche. Controllo del ROI (Return On Investment). Software e tool di supporto. All'interno del percorso sarà analizzato il contratto di rete siglato dall'azienda al fine di individuare le strategie di implementazione degli obiettivi ivi dichiarati. e. Internazionalizzazione Acquisizione di competenze, conoscenze quadro normativo ed esperienze sul business internazionale Far acquisire alle risorse designate dall azienda maggiore competenza e capacità nello sviluppo delle strategie e dell implementazione pratica dei programmi di commercializzazione per i mercati esteri, al fine di realizzare gli obiettivi di profitto e di crescita prefissati. Differenti strategie di marketing per delocalizzazione, internazionalizzazione, globalizzazione. L analisi di fattibilità interna: posizionamento naturale, forzato, coerente, incoerente. Integrazione del programma di internazionalizzazione e sostenibilità del piano all interno delle strategie aziendali.la scelta dei mercati. La misura dell attrattività dei mercati: analisi delle barriere all entrata, i competitor, i possibili partner, le alleanze.le principali leve di marketing: strategie di comunicazione, di prodotto, di pricing e di distribuzione. Le strategie combinate: mercato-prodotto, mercato-partner. Organizzarsi per esportare in un mercato o in più mercati: qualificazione e focalizzazione. Quattro strategie di base: esportazione indiretta, vendita diretta, integrazione con il mercato, impresa globale. Reti di vendita all estero. Scelta dei canali distributivi e sviluppo delle strategie per canale: distributori, agenti, filiali. Diverse fasi di presenza all estero: penetrazione, crescita, consolidamento; strategie di multicanalità e multiterritorialità. Come contattare e gestire un cliente estero: servizi e interfaccia cliente.

5 13 e. Internazionalizzazione Analisi del mercato e modalità di internazionalizzazione L'attività ha lo scopo di trasmettere i concetti e le metodologie più diffuse per analizzare i mercati e il contesto competitivo internazionale, permettendo ai discenti di condurre valutazioni sui diversi scenari e livelli di rischio/opportunità. Le competenze sviluppate permetteranno di realizzare un documento operativo per l azienda che ne indichi le linee di sviluppo sui mercati esteri. Il corso fornisce inoltre gli strumenti cognitivi per la pianificazione strategica per i percorsi di internazionalizzazione e unisce la visione dello sviluppo estero con la pianificazione dei passi da fare e la relativa quantificazione economico-finanziaria. Le analisi, le decisioni strategiche e il mercato internazionale: gli scenari competitivi e gli strumenti di analisi per la valutazione delle opportunità. Il sistema interno per l internazionalizzazione. Le strategie di commercializzazione all estero. La preparazione e lo sviluppo del business plan; le previsioni economiche-finanziarie. Esercitazione con discussione di casi reali e esperienze dei partecipanti. 14 e. Internazionalizzazione Contrattualistica per l'estero Il corso offre un inquadramento della contrattualistica internazionale, partendo dalle fonti applicabili nazionali ed internazionali fino ai contratti di compravendita e di distribuzione in ambito UE. Commercio internazionale e contratti. Le fonti applicabili: convenzioni internazionali, norme nazionali, lex mercatoria e pubblicazioni della Camera di Commercio. Internazionale. Competenza giurisdizionale e legge applicabile. Conciliazione ed arbitrato nelle controversie internazionali. I contratti di compravendita e le condizioni generali di vendita ed acquisto. I contratti di distribuzione in ambito UE: procacciatori, agenti e concessionari di vendita e. Internazionalizzazione Fiscalità internazionale Il percorso si propone di trasmettere una approfondita conoscenza delle problematiche fiscali connesse all'internazionalizzazione, nonché di perfezionare le competenze relativamente ai sistemi giuridici stranieri, in vista della crescente integrazione e globalizzazione dell'economia. La fiscalità internazionale: aspetti generali. Le fonti normative dell IVA per le operazioni nazionali, comunitarie ed internazionali. Gli acquisti e le cessioni intracomunitarie di beni, dirette e triangolari: documentazione e contabilizzazione. La prova del trasferimento fisico dei beni tra paesi comunitari richiesta in sede di verifica. Le esportazioni dirette, indirette e triangolari: documentazione e contabilizzazione. La prova dell esportazione: sistema ECS, visto uscire telematico e cartaceo. Le importazioni di beni: documentazione e contabilizzazione - cenni. Cenni su regimi temporanei: traffico di perfezionamento attivo, passivo e ammissione temporanea di beni. Le prestazioni di servizi intracomunitari ed internazionali: cenni e novità dal Il recepimento della direttiva Fatturazione : novità dal L istituto del plafond IVA: aspetti applicativi e ravvedimento operoso. Operazioni con San Marino, Vaticano, Livigno, Campione d Italia, Organismi internazionali. Le principali novità riguardanti la dichiarazione IVA La comunicazione black list IVA: novità dal

6 e. Internazionalizzazione Gestione pagamenti con l'estero Fornire le conoscenze delle tecniche, delle caratteristiche, dei meccanismi, dei vantaggi e dei svantaggi delle singole forme di pagamento in uso nel commercio internazionale. Legislazione valutaria italiana. I mezzi di pagamento più usati in ambito nazionale e internazionale. Bonifici bancari, assegni, incassi documentari e semplici. COD Cash On Delivery. Garanzie e limiti. Cenni agli incassi elettronici: LCR, BANKLASTSCHRIFT, IEF. Il credito documentario Pubbl Credito documentario: caratteristiche e articolazione. Il Set of Documents e le riserve. Presentazione, negoziazione e incasso di un Credito Documentario. Obblighi e responsabilità delle banche. Tipi di credito documentario: Irrevocabile, trasferibile, confermato. La lettera di credito: Stand-by, Revolving, etc. Case Studies con documenti originali bancari ed aziendali riferiti ad operazioni Import-Export e. Internazionalizzazione Inglese Il corso si propone di trasferire ai partecipanti la capacità di lettura e di espressione in lingua inglese. A conclusione del percorso formativo l allievo sarà altresì capace di elaborare testi piuttosto elaborati e di ricercare gli strumenti per un ampliamento della propria conoscenza della lingua inglese. Sarà in grado di esprimersi nelle forme di presentazione di se stesso e del contesto di riferimento, nonché di improntare descrizioni e presentazioni di tipo professionale abbastanza elaborati. Elementi di grammatica e strutture della lingua inglese. Come si legge e si scrive una lettera commerciale in lingua inglese. Linguaggio telefonico e messaggi sulla segreteria telefonica. Richieste di informazioni e risposte a richieste di informazioni. Fare offerte. Come fare ordini e conferme d ordine. Conversazione in lingua inglese. Esercitazioni individuali o di gruppo. Il Centralino. L ufficio marketing e commerciale. L ufficio acquisti e. Internazionalizzazione Impostazione del sito WEB come strumento di vendita internazionale Il corso si propone di fornire conoscenze sulla struttura del web e sui canali di social network per integrare le strategie tradizionali di comunicazione con le innovative tecniche di web marketing, utilizzando Internet a supporto della promozione e della vendita. Saranno inoltre considerati gli strumenti atti a dare valore a relazioni e reputazione online per adattarsi e reagire alle nuove opportunità del mercato introdotte da Internet. Web marketing. Segmentazione del mercato. Analisi della domanda. L integrazione delle strategie tradizionali con le innovative tecniche di web marketing. Internet a supporto del marketing, della comunicazione, della promozione e della vendita. Il commercio elettronico: significato e portata. Vantaggi del commercio elettronico. Il comportamento d acquisto del cliente che utilizza Internet. Disposizioni legislative: nazionali e internazionali. Sicurezza, Privacy e tutela del consumatore. Saper utilizzare gli strumenti e le nozioni di base della nuova economia necessari per adattarsi e reagire alle nuove opportunità del mercato introdotte da internet. 19 e. Internazionalizzazione Logistica in materia doganale Il corso si pone l'obiettivo di far acquisire conoscenze e competenze sui principali meccanismi del diritto internazionale commerciale, elemento necessario per qualsiasi azienda che intenda operare con l estero. Il corso fornità ai partecipanti le conoscenze necessarie per gestire l operatività quotidiana relativa alle esportazioni, con competenze sufficienti a risolvere in maniera autonoma i più frequenti problemi che si presentano in relazione all applicazione della normativa IVA e doganale nelle operazioni internazionali. Analizzare in maniera precisa le principali clausole dei contratti internazionali di cessione di beni (vendita) di prestazione servizi (appalti). I contratti OEM e i contratti di distribuzione. L IVA nelle vendite all estero. Problematiche Doganali: La legislazione doganale.fonti comunitarie e nazionali.

7 20 e. Internazionalizzazione Marketing internazionale L'acquisizione dell'approccio di marketing - e dei relativi strumenti operativi - è di fondamentale importanza per lo sviluppo di una gamma prodotto e per il successo competitivo delle imprese presenti sul mercato. Il corso vuole fornire strumenti e tecniche per il posizionamento strategico dell azienda sul mercato, per conoscere i fattori critici di successo per lo sviluppo di nuovi prodotti e per costruire un piano marketing vincente La segmentazione del mercato e la pianificazione strategica di prodotto. La definizione delle strategie di prodotto per ogni segmento di mercato. Definire la gamma prodotti. Analizzare i clienti, i concorrenti, il mercato. Misurare la forza del portafoglio clienti. Strutturare un piano marketing vincente. Utilizzare l'approccio di marketing lungo tutta la catena del valore: market push vs market pull 21 e. Internazionalizzazione Normativa IVA con l'estero Il corso si propone di trasferire ai partecipanti la capacità di analizzare la normativa IVA nei rapporti Ue ed Extra Ue, anche alla luce delle ultime modifiche legislative. La territorialità delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi. Le novità introdotte con la Comunitaria Fatturazione e registrazione delle operazioni intracomunitarie ed estere. Le triangolazioni. Il regime delle importazioni. Il regime delle cessioni all esportazione. I depositi IVA ed i consignment stock. L autorizzazione ad esportare i beni a duplice uso. L autorizzazione ad effettuare operazioni intracomunitarie 8 22 e. Internazionalizzazione Sviluppo della gestione produttiva per la competitività I modelli produttivi delle aziende devono adeguarsi alle nuove esigenze del business determinate dai cambiamenti in atto nel sistema industriale a livello nazionale e comunitario/inerternazionale. Obiettivo del corso è quello di favorire l'innovazione del prodotto aziendale, e di orientare l'azienda verso il processo di ottimizzazione delle risorse, tempi e costi nell'ottica di attirare nuovi clienti a livello internazionale (UE ed extra-ue). Aumentare la competitività a livello internazionale. Sviluppo di nuovi prodotti. Gestione del prodotto. Ottimizzazione delle risorse, tempi e costi nell'ottica di attirare nuovi clienti a livello internazionale (UE ed extra-ue). Processi di automatizzazione aziendale e. Internazionalizzazione Trasporti internazionali UE / extra-ue Fornire ai partecipanti le adeguate conoscenze sugli adempimenti e sulla documentazione legati al trasporto di merci in ambito internazionale. Scelta del trasporto (in relazione al valore del prodotto, in relazione alla destinazione del prodotto). Applicazioni del trasporto con altri aspetti contrattuali. Contratto di spedizione. Contratto di trasporto. Struttura organizzativa e competenze della Dogana. Scambi commerciali intracomunitari ed extracomunitari. Accertamento doganale. Operazioni in dogana. Regimi doganali e. Internazionalizzazione Altra lingua straniera (specificare): Il corso si propone di trasferire ai partecipanti la capacità di lettura e di espressione. A conclusione del percorso formativo l allievo sarà altresì capace di elaborare testi piuttosto elaborati e di ricercare gli strumenti per un ampliamento della propria conoscenza della lingua. Sarà in grado di esprimersi nelle forme di presentazione di se stesso e del contesto di riferimento, nonché di improntare descrizioni e presentazioni di tipo professionale abbastanza elaborati Elementi di grammatica e strutture. Come si legge e si scrive una lettera commerciale. Linguaggio telefonico e messaggi sulla segreteria telefonica. Richieste di informazioni e risposte a richieste di informazioni. Fare offerte. Come fare ordini e conferme d ordine. Conversazione in lingua. Esercitazioni individuali o di gruppo. Il Centralino. L ufficio marketing e commerciale. L ufficio acquisti 24

8 25 f. Sviluppo organizzativo Gestione e motivazione dei collaboratori Migliorare e responsabilizzare i collaboratori, migliorare i rapporti e il clima organizzativo, individuare le migliori strategie per sostenere la motivazione, analizzare modalità motivazionali soft legate a competenze comportamentali e specifiche abilità nella relazione capocollaboratore, trasferire strumenti quali l arricchimento dei ruoli, il coinvolgimento nel miglioramento dei processi, la responsabilizzazione su obiettivi e risultati, la delega Il lato visibile dell organizzazione: strutture e comportamenti lavorativi. Il lato invisibile dell organizzazione: motivazioni e basi comportamentali. Il valore delle risorse: il processo di valutazione. La valorizzazione delle risorse per competenze. La valorizzazione delle risorse: i processi di sviluppo 26 f. Sviluppo organizzativo Leadership e strategia aziendale Creare una nuova cultura organizzativa su tecniche e metodologie mirate ad una gestione delle attività in linea con gli obiettivi produttivi, la qualità, la sicurezza, la collaborazione e comunicazione interna. Migliorare la consapevolezza e la gestione del ruolo del capo squadra, attraverso una maggiore attenzione alle dinamiche comunicative ed alle problematiche trasversali che possono influire sul clima aziendale e, conseguentemente sul fattore qualità in senso lato Il ruolo del capo nella conduzione del gruppo. La gestione delle risorse umane. Le competenze e le caratteristiche per la ricopertura del ruolo. Gli stili di gestione per l'ottenimento del consenso. La teoria XY di Mc Gregor. Il confronto tra il capo e il gruppo. Gli strumenti primari per la motivazione del gruppo. La delega. La comunicazione. La formazione. Principi e tecniche di problem solving 27 f. Sviluppo organizzativo Lean thinking e riorganizzazione d impresa Capire lo scenario, scoprire le nuove regole del gioco, capire il mondo in cui viviamo: fattori fondamentali per poter consolidare o accrescere il proprio business riorganizzando il contesto produttivo. Sviluppare competenze che permettano, al partecipante, di svolgere una diagnosi circa l organizzazione aziendale attuale ed individuare le azioni significative da implementare per migliorarne l efficacia organizzativa. Riconoscere e comprendere i diversi approcci manageriali e operativi per produrre miglioramenti organizzativi in termini di efficacia e ottimizzazione delle risorse soprattutto in presenza di problematiche legate alla continuità d impresa o all invecchiamento attivo GLOBALIZZAZIONE E STRATEGIE AZIENDALI. I contesti competitivi Globalizzazione "mitizzata" ed effettiva: alcuni dati per capire un fenomeno multidimensionale L internazionalizzazione tradizionale ed evoluta: ridefinire la catena del valore. Le strategie di crescita: scelta o necessità? Quando conviene crescere? Un analisi dei fattori competitivi Crescere per linee interne ed esterne. Il valore e il vantaggio di essere rete: crescere attraverso alleanze. Pensare lean in azienda. CHECK UP AZIENALE. L organizzazione come fattore competitivo. Le variabili organizzative: struttura, meccanismi, processi, culturali. Il check up dell organizzazione. Criticità e soluzioni. Leadership imprenditoriale e familiare. RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE. L approccio per processi: il concetto di processo e di controllo del processo,gli elementi costitutivi di un processo e l analisi della struttura dei processi,la natura dei processi e la loro relazione con l organizzazione: perché essi sono alla base della generazione della qualità e della riduzione dei costi,l organizzazione come rete dei processi:i processi nelle società di servizi,il processo di programmazione del servizio,il processo di erogazione del servizio: le attività di consulenza e di formazione,il processo di controllo del servizio,il processo di gestione delle non conformità. L individuazione e la gestione degli indicatori come strumento per il miglioramento continuo dalle attese dei clienti agli obiettivi di processo,le finalità del processoil ruolo e le responsabilità del Responsabile di Processo Il governo organizzativo e tecnico del processo,le responsabilità del Process Owner e le implicazioni culturali,la gestione dei processi. La gestione della qualità e l approccio per processi

9 28 f. Sviluppo organizzativo Logistica di magazzino 29 f. Sviluppo organizzativo Organizzazione del lavoro e cicli di produzione Fornire le nozioni essenziali per poter organizzare e gestire le attività di acquisto secondo un ottica strategica ed il più possibile integrata con le altre funzioni aziendali. Il corso è rivolto a responsabili Acquisti, Acquisitori Senior, Acquisitori Junior, Approvvigionatori Senior, Approvvigionatori junior, Controller ed altre figure aziendali interessate ad approfondire gli aspetti inerenti le attività di acquisto Il corso vuole far acquisire metodi, tecniche e strumenti di organizzazione del lavoro e della produzione per migliorare il servizio al cliente interno ed esterno; vuole inoltre individuare gli strumenti per migliorare l efficienza dei reparti produttivi Obiettivi strategici degli acquisti: reattività ed efficienza. Posizionamento strategico dell ente preposto agli acquisti in funzione degli obiettivi. Budget e pianificazione: cosa e quando acquistare? Budget e pianificazione: analisi e classificazione e scelta strategica dei fornitori. La gestione delle giacenze dei materiali di acquisto. Processi base: Richieste di offerta, ordini, listini, consegne. Struttura e organizzazione della Funzione Acquisti. Strumenti informatici: differenza tra Sistema informativo e Sistema informatico. Key Performance Indicators: cosa misurare, cosa controllare, come farlo. Qualità Tempo Costi. Marketing d acquisto. La gestione delle informazioni Introduzione alla gestione della produzione. La formulazione dei piani di produzione. La Gestione dei Materiali nel Sistema Operativo Aziendale. La pianificazione dei fabbisogni di materiali (MRP). La pianificazione della capacità produttiva e il controllo avanzamenti f. Sviluppo organizzativo Teambuilding & Teamwork Sviluppare e accrescere le capacità di conduzione del gruppo, applicare gli strumenti della leadership situazionale, individuare le caratteristiche dei collaboratori e potenziare, in termini di competenze e motivazione, la performance della squadra. Trasformare un gruppo di lavoratori in un team vincente. Favorire i processi di coinvolgimento, responsabilizzazione e crescita, sotto il profilo umano e professionale, del team La comunicazione efficace è lo strumento che alimenta la Visione aziendale e la rinnova, consente di utilizzare la presenza dei differenti punti di vista all interno del team, trasforma i conflitti in scambi di idee focalizzando l attenzione sui vantaggi comuni, consente di passare dalle parole ai fatti (comunic-azione). Gestire la comunicazione all interno del gruppo significa: aiutare i propri collaboratori ad eliminare le barriere valorizzando e responsabilizzando ogni attore, riconoscere e utilizzare le competenze proprie e della squadra, prendere decisioni e sviluppare nuove idee attraverso una buona comunicazione, organizzare riunioni di squadra efficaci ed efficienti. Elementi fondamentali della comunicazione e del processo comunicativo: la comunicazione verbale e non verbale, come creare una situazione di ascolto, gli stili di comunicazione efficaci e la gestione del tempo.

10 31 f. Sviluppo organizzativo Team coaching Il coaching è il processo di formazione attraverso il quale si aiutano persone e gruppi a raggiungere il livello massimo delle proprie capacità. Il coaching, metodo potente di sviluppo personale, strutturato, versatile e regolato da un rigoroso codice etico, ha l'obiettivo di migliorare la performance, attraverso le potenzialità che il cliente (così definito) ha dentro di sé. Il coach accompagna il cliente lungo un percorso di crescita e di cambiamento attraverso un aumento della propria autoconsapevolezza e della propria responsabilità. L'intervento è personalizzato, orientato all autosviluppo della persona. Le dimensioni che vengono affrontate durante il percorso di affiancamento sono: - l evoluzione del ruolo - la comunicazione - la leadership - la delega - la gestione dei collaboratori - la gestione del proprio tempo La metodologia è orientata al risultato e fortemente centrata sulla soluzione. Il progetto si realizza attraverso tre fasi: 1. FASE INIZIALE È conoscitiva ed esplorativa ed ha l obiettivo di creare una relazione basata su una reciproca fiducia. Si mettono a fuoco le aree di intervento su cui lavorare e i relativi obiettivi da raggiungere. 2. FASE CENTRALE È costituita dall analisi di autocasi e di esperienze significative che consentano di individuare quali comportamenti ed azioni realizzare per superare il problema identificato e raggiungere l obiettivo prefissato. Si individuano i fattori di miglioramento e si lavora sulle aree di forza e di debolezza del cliente. È questa la fase dedicata: - alla messa a fuoco del contesto in cui il soggetto opera, - all esplorazione del vissuto sul lavoro del soggetto allo scopo di misurarne la dotazione di competenze e rilevarne le strategie comportamentali tipiche, - all identificazione dei punti di forza e delle aree di miglioramento, sia nel profilo di competenze che nelle strategie messe in atto. - alla definizione del piano di sviluppo articolato sugli obiettivi specifici di miglioramento. 3. FASE FINALE È la ri-definizione della situazione e degli obiettivi; la scoperta di nuovi traguardi e progetti da portare avanti. Si fa il punto della situazione. Si riconosce il percorso fatto, si individuano gli obiettivi raggiunti, si ipotizzano nuovi progetti e azioni da intraprendere.

11 32 g. Ambiente, sicurezza e innovazione organizzativa Sistemi di gestione integrata qualità, ambiente, sicurezza Per sviluppare in azienda un sistema integrato è necessario non solo che tutti gli aspetti che contribuiscono alla qualità siano esaminati, pianificati e tenuti sotto controllo costantemente, che siano definite regole e modalità operative con cui organizzare mezzi, processi e personale, ma diviene ugualmente importante adottare una adeguata politica ambientale, fissando degli obiettivi concreti di salvaguardia, ed analizzare in maniera puntuale i rischi sul luogo di lavoro, valutando l efficacia delle misure di prevenzione adottate. L'obiettivo del percorso formativo è quello di far acquisire competenze sui tre sistemi di gestione e la loro integrazione, in modo da innescare un processo di miglioramento continuo Realizzazione documentazione del sistema di gestione della qualità per processi. Linee guida per un sistema di gestione della sicurezza e salute Uni/Inail: la guida operativa Lavorosicuro, realizzare le procedure gestionali e le procedure tecniche. Le OHSAS 18001:99 possibili integrazioni e rapporto con le linee guida Uni/Inail. Qualità Ambiente Sicurezza aspetti comuni: definizione del sistema di gestione integrato, struttura documentale del SGI, responsabilità della direzione, risorse del sistema, gestione dei processi. Il sistema di gestione ambientale: politica, pianificazione, struttura e responsabilità, formazione sensibilizzazione e competenze, comunicazione, documentazione del SGA, controllo della documentazione, controllo operativo, preparazione alle emergenze e risposta, controlli e azioni correttive, riesame della direzione, misurazione, analisi, miglioramento. Comparazione BS OHSAS 18001:99 D.Lgs.81/ g. Ambiente, sicurezza e innovazione organizzativa Lavoro sicuro in azienda La gestione della salute e della sicurezza sul lavoro costituisce parte integrante della gestione generale dell azienda. Un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro integra obiettivi e politiche per la salute e sicurezza nella progettazione e gestione di sistemi di lavoro e di produzione di beni o servizi. L applicazione della legislazione della sicurezza e la necessità di una tutela efficace del lavoratore impongono alle aziende una particolare attenzione alle modalità di pianificazione e controllo interno e un nuovo approccio organizzativo alle tematiche della sicurezza sul lavoro, riconducibile alla logica dei sistemi di gestione e dei comportamenti sicuri da adottare La comunicazione per la gestione dei comportamenti sicuri in azienda: La comunicazione efficace per gestire il cambiamento del comportamento nei confronti del rischio. Tecniche creative applicate alla gestione del sistema sicurezza. Analisi e gestione del rischio: Il processo di analisi del rischio. La programmazione e la pianificazione degli interventi. Il controllo e la gestione del rischio. Organizzazione e pianificazione del sistema di sicurezza aziendale: definizione degli obiettivi e pianificazione di comportamenti sicuri in azienda: Responsabilità, risorse e tempificazione. Definizione dei criteri di monitoraggio e misura. Obblighi del datore di lavoro e dei lavoratori. Come e quando devono essere impiegati, i requisiti e la normativa di sicurezza richiesta e gli obblighi derivanti da ciò. Tecniche e modalità per la gestione delle emergenze: Regole generali a cui attenersi nella maggior parte delle emergenze che possono occorrere durante lo svolgimento delle ore di lavoro. I piani di emergenza. Le procedure. Studio della segnaletica di sicurezza. Strumenti per la gestione della sicurezza individuale: Conoscere i dispositivi di sicurezza individuali (DPI), ovvero qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciare la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo. Analizzare le categorie dei DPI. Scelta dei DPI

12 34 h. Competenze tecnicoprofessionali Marketing dell innovazione e lancio di nuovi prodotti Fornire strumenti e metodi per leggere l'evoluzione del contesto competitivo in cui l'azienda opera e per redigere un piano di marketing che costituisca un preciso riferimento per tutte le funzioni aziendali. Trasmettere le principali metodologie di marketing utili alla creazione e al lancio di un nuovo prodotto di successo PIANO DI MARKETING. Analisi di mercato: gli strumenti per l'analisi esterna ed interna, le metodologie per raccogliere informazioni sul mercato. Elaborazione di una segmentazione di marketing; Concetti di base di pianificazione di marketing: trasformare i dati raccolti in piani d'azione; Il processo di pianificazione per generare strategie competitive. Tracciare obiettivi interni ed esterni. Identificare le strategie di crescita considerando le prospettive a lungo termine. L'attuazione: pilotare l'azione commerciale. INNOVAZIONE E NUOVI PRODOTTI. La cultura d impresa nel prodotto: comunicare l immagine e i valori dell azienda attraverso la propria gamma Il marketing e i bisogni dei clienti: come riconoscere e comunicare l idea di prodotto alla clientela attraverso le ricerche qualitative e l analisi dei Trend di settore. Il processo di sviluppo di un nuovo prodotto: modelli di acquisizione e coordinamento delle risorse per ottenere l idea adatta alla propria impresa. Pianificare la crescita a lungo termine dell azienda attraverso il marketing strategico: l utilizzo del complemento ed il riacquisto pianificato. Il processo di creazione dei nuovi prodotti nel design e nel marketing: decision making. L integrazione delle leve del marketing mix per il lancio del nuovo prodotto: prezzo, distribuzione e comunicazione. Gestire le relazioni con i clienti per aumentare la conoscenza del Marchio e del prodotto - Case Study 35 h. Competenze tecnicoprofessionali Implementazione CRM e gestione dei clienti Definire una strategia di CRM. Ridefinire le relazioni con i clienti per migliorare la fedeltà e generare passaparola Identificare l organizzazione e gestire clienti, risorse umane e tecnologia. Usare i media interattivi per migliorare la relazione e ridurre i costi CRM e strategie aziendali. L evoluzione delle strategie che vi differenziano dalla concorrenza. Dal marketing di massa, al marketing relazionale con il singolo cliente. Obiettivi e finalità del CRM rispetto al mass marketing tradizionale. I benefici di una strategia di CRM in termini di business. Il CRM in pratica. Le competenze necessarie e l impegno della direzione aziendale. Il cuore del CRM: la relazione di apprendimento (learning relationship). Il database marketing 1to1. Le quattro fasi per realizzare un progetto di marketing relazionale 1to1. Create un sistema che identifica subito i singoli clienti. Definire prima chi sono i singoli clienti. Riconoscete il singolo cliente in ogni interazione, attraverso ogni canale, area e funzione della vostra azienda.il sistema di identificazione nei mercati di consumo e nei mercati industriali.differenziate i vostri clienti. Le misure del valore del singolo cliente : Life Time Value, Margine e Potenziale. Classificate i vostri clienti in quattro macro-aree. Tradurre il valore del singolo cliente in un foglio elettronico. Registrare le esigenze individuali del cliente. Dialogate con il cliente per conoscere le sue esigenze, interessi e priorità.10 regole per l avvio efficace di una relazione. Le 4 aree che costituiscono la base del dialogo con il cliente. L inventario delle interazioni che avvengono dal cliente all impresa e viceversa

13 36 h. Competenze tecnicoprofessionali Sviluppo della forza commerciale Una rete commerciale avanzata è essenziale per: - fare fronte ai continui e repentini cambiamenti dei mercati, non sempre facilmente interpretabili; - capire le caratteristiche dei clienti, oggi più esigenti, volubili e informati, per anticiparne le richieste; - sostenere l'evoluzione del venditore, da persuasore a punto di contatto con il mercato, in grado di aiutare la programmazione della produzione di concerto con il cliente. Il corso si prefigge pertanto, anche tramite l utilizzo di casi concreti e tratti dalla realtà operativa, di inquadrare la gestione di una rete di vendita tesa all organizzazione territoriale, alla formazione, al continuo monitoraggio delle prestazioni, alla lettura critica dei risultati e, soprattutto, al costante adeguamento rispetto alle variazioni della realtà distributiva e delle esigenze della clientela. Gli argomenti e i contenuti affrontati durante il corso saranno: - lo stile di direzione e cultura aziendale; - la programmazione dell'attività di vendita e i piani di vendita; - la gestione delle informazioni interne e esterne; - l organizzazione della rete sul campo: territorio, clientela, portafoglio prodotti; - la selezione del personale per l'organizzazione di vendita: il reclutamento, la valutazione e la scelta dei candidati; - come sviluppare le capacità di lavoro; la motivazione positiva; come mantenere le migliori performance; - l arte del coinvolgimento del venditore; - il controllo del lavoro dei venditori: la raccolta e l'analisi dei dati di vendita; - la formazione dei venditori; - le riunioni con i venditori: come ottenere un attenzione attiva; - la gestione delle spese; - i sistemi di incentivazione e di motivazione.

14 37 h. Competenze tecnicoprofessionali Disegno tecnico per la progettazione Il percorso formativo ha l obiettivo di sviluppare le competenze per l'interpretazione delle simbologie e delle norme del disegno tecnico e fornire gli strumenti per leggere il disegno tecnico nella sua completezza e avere padronanza degli elementi fondamentali per la precisa rappresentazione di particolari e complessivi. Grazie allo sviluppo di tali skills tecnici, i destinatari sarnno in grado di utilizzare proficuamente i software di progettazione Autocad, nell'ambito dei processi di progettazione e di sviluppo prodotto nel proprio contesto professionale I contenuti sviluppati durante il corso sono: - il sistema normativo di riferimento, il disegno nel ciclo produttivo, l interpretazione grafica degli oggetti rappresentati, la lettura delle tolleranze e degli errori di lavorazione e l interpretazione delle tolleranze geometriche; - le funzionalità di base e avanzate di Autocad: feature di base e sketch; modellazione in assieme e avanzata; attrezz engineering e free form design; documentazione con messa in tavola; - la simulazione di un processo di sviluppo prodotto: acquisizione delle machettes e dei mockup di design; lo sviluppo del design con strumenti digitali; la modellazione avanzata e il rendering; lo sviluppo modelli da digitalizzazioni o scansioni con Attrezz Engineering; la modellazione di stile parametrica; - la simulazione di un progetto di macchina: l'impostazione delle variabili di progetto; la schematizzazione parametrica in layout; la schematizzazione funzionale in modalità Top Down geometrico; la gestione dei gruppi funzionali; la gestione del concurrent; l'engineerig; - l'integrazione nell ambiente PDM: la configurazione ambiente; l'impostazione per gruppi di lavoro; la gestione delle modifiche e dei rilasci; l'integrazione con ambiente CAD; la gestione del Concurrent Engineering; - le simulazioni della produzione meccanica con sistemi CAM: l'impostazione assiemi CAM; le tipologie di lavorazione per fresatrici e torni CNC; le tipologie di lavorazione per la lamiera: macchine taglio Laser, Plasma, Waterjet, combinate; Postprocessor; Gestione Toolroom, librerie utensili; - l'analisi delle funzionalità di base del software CAD (Pro E), funzionalità avanzate del software CAD, collegamento con il mondo PDM (Pro I), progettazione e produzione con sistemi CAD-CAM, fase di studio, impostazione del progetto in large assembly, studio e sviluppo prodotto, simulazione di cinematismi, documentazione con messe in tavola, simulazione di percorsi utensile in ambiente CAM h. Competenze tecnicoprofessionali Il servizio di postvendita Identificare le basi della qualità del servizio e della customer satisfaction. Fornire strumenti per programmare e controllare la qualità del servizio e rimuoverne eventuali difetti. La pianificazione e l'erogazione della qualità del servizio e della customer satisfaction:la qualità del servizio: identificazione dei componenti della qualità elementi e risorse in gioco prima, durante e dopo l erogazione del servizio la scheda dei momenti critici. Il sistema di monitoraggio della qualità del servizio:gli standard misurabili della qualità la qualità erogata,la qualità attesa e la qualità confrontatala costruzione di indici di efficacia e di efficienza. La mappatura della customer satisfaction e della customer retention. I difetti della qualità del servizio: natura dei difetti definizione dei problemi individuazione delle cause elaborazione di soluzioni applicabili nel breve\medio e lungo termine.

15 39 i. Competenze gestionali e di processo Amministrazione del personale Acquisire un metodo di lavoro efficace per affrontare correttamente gli adempimenti obbligatori e gli atti amministrativi necessari alla corretta gestione del personale, nonché ad analizzare ed utilizzare tutti i dati necessari per la corretta elaborazione delle retribuzioni. Scegliere tra le varie tipologie contrattuali quella più idonea al caso aziendale specifico. Trattare con professionalità le varie fasi di vita del contratto: instaurazione, gestione e risoluzione dei rapporti di lavoro. Elaborare le buste paga e gli adempimenti obbligatori di natura fiscale e previdenziale ad esse connessi. Il contratto di lavoro; il lavoro subordinato e il lavoro flessibile (tipologie e principali caratteristiche);il rapporto di lavoro: adempimenti e procedure La retribuzione i suoi component;il cedolino paghe: aspetti fiscali e contributivi; la gestione dell'orario di lavoro ordinario, dello straordinario, della malattia, ferie ecc Il trattamento di fine rapporto; la gestione dei lavoratori in cassa integrazione ordinaria, straordinaria, in deroga, in contratto di solidarietà ecc 40 i. Competenze gestionali e di processo Contabilità e bilancio Il corso fornisce competenze e tecniche per applicare in modo corretto ed autonomo le procedure amministrative. Verranno analizzati i principi delle rilevazioni contabili, le scritture relative al ciclo attivo e passivo per arrivare ad avere un quadro completo delle operazioni che permettono di redigere il bilancio di esercizio (scritture di ammortamento, rettifica, integrazione e imposte). Si approfondiranno le principali problematiche finanziarie, gli strumenti bancari e creditizi e si analizzerà la gestione degli incassi e pagamenti. La partita doppia, il significato patrimoniale e/o economico delle registrazioni, il piano dei conti e il bilancio in generale, le registrazioni contabili a computer, adempimenti e obblighi normativi della contabilità ordinaria. La contabilità I.V.A. e le relative registrazioni, acquisti con I.V.A. detraibile ed I.V.A. indetraibile, la gestione contabile e fiscale degli acquisti, i cespiti ammortizzabili, note accredito ricevute. Le utenze telefoniche, la normativa sulle auto aziendali, le parcelle dei professionisti, le ritenute d'acconto effettuate e i relativi versamenti, le spese di rappresentanza. Le fatture degli agenti di commercio, le fatture di vendita ed il ciclo attivo, note accredito emesse, plusvalenze e minusvalenze, anticipi a fornitori e clienti c/anticipi. Incassi e pagamenti di fatture, le operazioni di banca, gli effetti commerciali di ricevute bancarie, anticipo ft, scoperti di c/c e mutui, gli insoluti e le perdite su crediti. Leasing, registrazioni e problematiche inerenti, le registrazioni del lavoro dipendente e assimilato, i collaboratori a progetto, il T.F.R. I principi generali e redazionali di bilancio, le tradizionali scritture di assestamento e chiusura del bilancio, le scritture di integrazione, rettifica e ammortamento, ratei e risconti, fatture da emettere e da ricevere, gli accantonamenti ai fondi oneri e rischi, il calcolo degli ammortamenti, plusvalenze e minusvalenze. Le rimanenze di magazzino, le imposte e le tasse, la destinazione dell'utile/la copertura della perdita. Il bilancio in generale: una prima lettura consapevole.

16 41 i. Competenze gestionali e di processo Controllo di gestione Il corso si pone l obiettivo generale di fornire ai partecipanti uno schema concettuale che permetta di interiorizzare le logiche e le metodologie di programmazione e controllo di gestione, inteso come strumento di supporto al governo dell impresa. In termini più analitici, il corso tende ad indicare le valenze non solo tecniche, ma anche organizzative del controllo di gestione; a presentare la catena dei processi aziendali, evidenziando il legame tra il controllo di gestione e gli altri processi; ad analizzare alcune proposte metodologiche riguardanti strumenti tecnico contabili a supporto del processo di programmazione e controllo Il controllo di gestione: un quadro teorico di riferimento. Metodologie di classificazione e analisi dei costi. Strumenti per le scelte gestionali. Strumenti di analisi a consuntivo: il reporting e contabilità analitica. Analisi degli scostamenti. Legame tra pianificazione strategica e programmazione di breve periodo: il budget di esercizio. Strumenti informatici per le decisioni. 42 i. Competenze gestionali e di processo Dalla contabilità generale alla contabilità industriale Il corso intende fornire ai partecipanti le competenze e le conoscenze per sviluppare un sistema di analisi di costi, che permetta di valutare la redditività dei prodotti e monitorare i costi per area e funzione, spostando l attenzione dalla contabilità generale al controllo di gestione è diventato ormai una prerogativa delle aziende. Localizzazione dei costi e dell'impiego delle risorse. Calcolo dei costi per funzione. Rilevazione dei driver di misurazione. Costo orario storico e costo standard 8 43 i. Competenze gestionali e di processo Gestire il rapporto banca-impresa Il corso intende approfondire gli aspetti teorici e formali delle principali operazioni bancarie per consentire la scelta fra operazioni finanziarie diverse in modo consapevole ed informato Principali operazioni bancarie. Rapporto fra banca e cliente. Gestione della tesoreria aziendale 8 44 i. Competenze gestionali e di processo Gestire la produzione per commessa Il corso ha l obiettivo di approfondire le logiche di pianificazione e gestione della produzione in sistemi manifatturieri dove è necessario progettare, industrializzare e costruire il prodotto sulla base delle specifiche richieste dal cliente. Vengono altresì identificate le caratteristiche e gli strumenti di supporto. Caratteristiche dell ambiente Engineering To Order. La gestione dei dati tecnici. Modello di programmazione e controllo in ambiente. Engineering To Order. Master Plan: piano della commessa. Organizzazione della commessa: Work Breakdown Structure. Tecniche reticolari: CPM, Gantt, PERT. Calcolo dei fabbisogni su commessa. Schedulazione della produzione su commessa. Casi studio ed esempi concreti i. Competenze gestionali e di processo Sistemi di gestione e modelli organizzativi 231/01 Il modlo formativo intende fornire ai partecipanti le capacità e le competenze per organizzare l'azienda secondo il modello 231. Sistemi di gestione (qualità, ambiente, sicurezza, codice etico). Sistemi di controllo e compliance. Modelli

17 46 j. Qualificazione/riqualificazione Percorso di riqualificazione: addetto alla produzione Il modulo formativo intende fornire ai partecipanti competenze nell ambito della produzione meccanica ed elettrica, al fine di favorire la qualificazione/riqualificazione dei destinatari all'interno dell'azienda. Il linguaggio elettrico. Caratteristiche dei materiali elettrici. Caratteristiche dei condensatori. Concetto di magnetismo. Nomenclatura e simbologia delle componenti elettriche, tecniche di misurazione della corrente e della tensione, i principali strumenti di test e misura elettrica. La nomenclatura meccanica. Struttura delle proiezioni ortogonali. Concetti di sezione e vuotatura. Rappresentazione di un disegno esecutivo. Unità di misura, tecniche di quotatura funzionale e tecnologica. Principali grandezze di misura: standard internazionali, unità di misura e conversione. Caratteristiche degli utensili di montaggio e assemblaggio. Assemblare i componenti del circuito/quadro elettrico. Assemblare i componenti meccaniche j. Qualificazione/riqualificazione Percorso di riqualificazione: addetto alla logistica L addetto alla logistica è una figura in grado di grado di occuparsi della gestione e dell ottimizzazione dei flussi fisici e informativi in entrata ed uscita dall azienda, in quanto in possesso di competenze in ambito logistico e produttivo. Attraverso l attività formativa i partecipanti acquisiranno nuove competenze professionali, al fine di favorire la loro qualificazione/riqualificazione professionale interna all'azienda. Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso. I processi e la mappatura di magazzino. Sistemi infrastrutturali per lo stoccaggio. I modelli di prelievo della merce. Preparazione dell ordine e controllo di qualità. Elementi di logistica distributiva. Il ciclo dell ordine. Integrazione operativa tra il magazzino e il punto vendita. Il controllo degli stock out nei magazzini. Valutazione del livello di servizio. La gestione degli imballi e dei rifiuti. Tecniche di suddivisione delle merci. Principali strumenti per l'indicazione dei prezzi e delle merci (codici a barre e RFID, EDI, Web, WebEDI) j. Qualificazione/riqualificazione j. Qualificazione/riqualificazione Percorso di riqualificazione: addetto amministrativo Percorso di riqualificazione: addetto alla reception, segreteria e front-office Il modulo formativo intende fornire ai partecipanti competenze nell ambito amministrativo al fine di favorire la qualificazione/riqualificazione dei destinatari all'interno dell'azienda. La figura dell Addetto alla reception, segreteria e front office è un profilo in grado di organizzare e gestire l attività di segreteria nei diversi aspetti tecnici, organizzativi e tecnologici, valutando nonchè gestendo le priorità e le esigenze espresse. Il modulo formativo intende fornire ai partecipanti competenze nell ambito della segreteria aziendale e frontoffice al fine di favorire la qualificazione/riqualificazione dei destinatari all'interno dell'azienda. Principi di contabilità aziendale. Tecniche di registrazione in partita doppia. Scritture di esercizio. Apertura e chiusura dell esercizio contabile. Struttura del ciclo delle vendite e degli acquisti. Ciclo degli incassi e dei pagamenti. I flussi finanziari. Valutazioni e collegamenti con la redazione del bilancio d esercizio. Ttipologie di reddito. Tipologie di regimi fiscali. Tipologie di regimi IVA. Tipologie di imposte. Principali normative in materia di bilancio. I criteri di valutazione di fine esercizio. I principi contabili. Tecniche di lettura di bilanci. Tipologie dei costi fissi e variabili. Modalità di calcolo dei prezzi di vendita. Tipoligia di centri di responsabilità economica. L'assistenza del cliente. La relazione con il cliente. Strumenti di customer care. Organizzazione del lavoro d ufficio. Analisi del lavoro di segreteria. Come pianificare le riunioni e gli appuntamenti. Come predisposizione dei calendari. Ambienti e strumentazioni adatte. Definizione del budget per riunioni ed appuntamenti. La selezione delle informazioni. Predisposizione dei documenti

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA Regione Siciliana Azienda Ospedaliera 17 3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA 3.3 18 Le attività da svolgere per soddisfare i requisiti relativi alla politica, obiettivi ed attività consistono nella definizione:

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Sistemi ERP e i sistemi di BI

Sistemi ERP e i sistemi di BI Sistemi ERP e i sistemi di BI 1 Concetti Preliminari Cos è un ERP: In prima approssimazione: la strumento, rappresentato da uno o più applicazioni SW in grado di raccogliere e organizzare le informazioni

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence dal Controllo di Gestione alla strumenti strategici per la gestione delle imprese Giovanni Esposito Bergamo, 29 Ottobre 2012 dal Controllo di Gestione alla 25/10/2012 1 Agenda 14:00 Benvenuto Il Sistema

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

Integrazione tra sistemi MES e ERP

Integrazione tra sistemi MES e ERP ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Integrazione tra sistemi MES e ERP Relazione

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli