PROGETTO UNESCO: PATRIMONIO DEL MEDITERRANEO. Modello di promozione integrata dei siti Unesco nei territori dell Arco Latino e del Mediterraneo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO UNESCO: PATRIMONIO DEL MEDITERRANEO. Modello di promozione integrata dei siti Unesco nei territori dell Arco Latino e del Mediterraneo"

Transcript

1 PROGETTO UNESCO: PATRIMONIO DEL MEDITERRANEO Modello di promozione integrata dei siti Unesco nei territori dell Arco Latino e del Mediterraneo

2 Indice 1.Premessa 2.Strumenti per la definizione di un modello 2.1 L'Analisi (all.1 I Risultati dell Analisi) 2.2 La definizione del modello e le sue caratteristiche (all.2 Alcuni esempi dell offerta attuale del 1 HUB) (all.3 Alcuni esempi dell offerta attuale del 2 HUB e 2 HUB bis) (all.4 Alcuni esempi dell offerta attuale del 3 HUB) 3.Il modello di Promozione dei Siti Unesco dell'arco Latino 3.1 Il cross selling

3 3.2 Analisi dei target 3.3 Il piano di comunicazione (all.5 I mezzi di comunicazione offline) (all.6 I mezzi di comunicazione online) 4.Collaborazione con l'associazione Siti Unesco del Sud (all.7 convenzione Arco Latino, S com, CNR) 5.La lobbying europea 6. Possibili sviluppi

4 1.Premessa La ricerca condotta mira ad individuare un nuovo approccio metodologico per i territori dell'arco Latino e del Mediterraneo che contano tra le proprie peculiarità la presenza di siti monumentali o paesaggistici riconosciuti dall'unesco Patrimonio Mondiale dell'umanità. Il nostro obiettivo è di strutturare un modello di promozione turistica partendo dalle caratteristiche dei territori interessanti. Per questo motivo siamo partiti da una fase di analisi che ci ha portato alla selezione di alcuni territori sui quali programmare delle azioni di promozione e cross selling. In questo studio si prendono come modello quattro bacini d'utenza (HUB) a titolo esemplificativo con lo scopo di fornire ad Arco Latino le basi di partenza per costruire un'offerta turistica complessiva per tutti i territori. Abbiamo cercato di rispondere agli obiettivi che c eravamo posti nel mese di Agosto, ossia: OBIETTIVO1: Lobbying europea per l individuazione di opportunità e risorse OBIETTIVO 2: attività di cross selling tra i diversi Siti Unesco di Arco Latino OBIETTIVO3: integrazione dei Siti UNESCO di Arco Latino con quelli del Sud Italia

5 In questo studio, inoltre, proponiamo degli strumenti di comunicazione idonei, concentrandoci sulla comunicazione online e sul sito web, rispondendo così alla necessità dell'associazione Arco Latino di utilizzare il proprio portale per la promozione dei territorio. Il raggiungimento dei 3 obiettivi permette, quindi, di definire il percorso necessario per la costruzione di una strategia integrata che mira ad accrescere il turismo nelle Province dell Arco Latino e del Mediterraneo, attraverso la valorizzazione e la promozione dei siti UNESCO presenti nei Territori.

6 2. Strumenti per la definizione di un modello 2.1 L'analisi Attraverso un analisi incrociata dei collegamenti, dei target e dei flussi turistici abbiamo individuato i territori più idonei per la costruzione del modello. L analisi dei collegamenti ci ha permesso di raggruppare i diversi siti UNESCO presenti in territori limitrofi o accomunati dai sistemi di trasporto. Gli aereoporti distano al massimo due ore dai territori che ospitano i siti culturali, per cui il modello di spostamento su cui si basa questo studio è il seguente: La copertura aereoportuale è così differenziata: auto aereoporto /aereoporto auto SICILIA (ISOLE EOLIE VAL DI NOTO SIRACUSA PALERMO) bacino d'utenza degli aereoporti di Palermo, Catania e Reggio Calabria CAMPANIA (NAPOLI AMALFI POMPEI CASERTA CILENTO) bacino d'utenza dell aereoporto di Napoli LAZIO (ROMA TIVOLI TARQUINIA CERVETERI) bacino d'utenza degli aereoporti di Roma Fiumicino e Ciampino

7 SARDEGNA (BARUMINI) bacino di utenza degli aereoporti di Cagliari e Olbia TOSCANA e LIGURIA (FIRENZE PISA GENOVA PORTOVENERE, ISOLA PALMARIA, TINO, TINTORETTO E LE CINQUE TERRE GENOVA) bacino di utenza degli aereoporti di Firenze, Pisa e Genova LOMBARDIA e PIEMONTE (TORINO SACRI MONTI DEL PIEMONTE E DELLA LOMBARDIA SITI PALAFITTICOLI PREISTORICI NELL'ARCO ALPINO) bacino di utenza degli aereoporti di Torino, Milano (Malpensa e Linate) e Bergamo CARCASSONNE PIRINEOS VALL DE BOI TARRAGONA bacino di utenza degli aereoporti di Toulose, Barcellona, Girona ARLES GARD bacino di utenza degli aereoporti di Toulose e Marsiglia CORSICA bacino di utenza degli aeroporti di Ajaccio, Bastia GRANADA BAEZA ÚBEDA SIVIGLIA: bacino di utenza degli aereoporti di Barcellona Siviglia e Malaga MAIORCA: bacino di utenza dell'aereoporto di Palma di Maiorca Siti candidati: ALESSANDRIA ASTI CUNEO: bacino di utenza degli aereoporti di Torino, Genova e Milano Malpensa

8 Annex I I risultati dell analisi Dopo aver individuato gli hub abbiamo preso in esame le maggiori compagnie low cost presenti nei territori. Incrociando le varie tratte sono emersi i collegamenti già esistenti. Quest operazione ha evidenziato la prime criticità per alcuni territori, penalizzati in quanto meno collegati di altri (es. Corsica). In questo senso si consiglia di valutare la possibilità di incrementare l offerta attraverso collaborazioni con compagnie low cost.

9 RYANAIR

10 EASYJET

11 MERIDIANA FLY

12 VUELING

13 2.2 La definizione del modello e le sue caratteristiche Da questa analisi è emerso che la maggior parte dei territori ad esclusione della Corsica sono serviti da compagnie low cost. A questo punto, dopo aver individuato il primo valore di definizione del modello ci siamo concentrati su 3 hub specifici che coprono più siti Unesco di diversa natura. A questi 3 Hub abbiamo aggiunto un 4 Hub (HUB 2bis) sito candidato alla lista UNESCO, considerandolo come una zona integrabile al secondo HUB. Crediamo infatti che le caratteristiche di questo HUB potrebbero arricchire l'offerta sia considerandolo insieme al 2 HUB, sia considerandolo come un HUB a sè. 1 HUB (Siti Unesco del Sud): Aereoporto di Napoli Napoli (Centro storico) Caserta (la Reggia) Amalfi (la Costiera) Pompei Cilento

14 2 HUB: Aereoporti di Pisa, Firenze e Genova Pisa (Piazza del Duomo) Firenze (Centro storico) Genova (Le strade nuove e il Sistema dei Palazzi Rolli) La Spezia (Portovenere, Isola Palmaria, Tino, Tinetto e le Cinque Terre) 2 HUB bis: Aereoporti di Milano Malpensa, Torino e Genova Piemonte Lombardia (Sacri Monti, i luoghi del potere longobardo) Torino (le residenze reali dei Savoia) Genova (Le strade nuove e il Sistema dei Palazzi Rolli) La Spezia (Portovenere, Isola Palmaria, Tino, Tinetto e le Cinque Terre) Sito candidato: ALESSANDRIA, ASTI, CUNEO (I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe e Monferrato)

15 3 HUB: Aereoporti di Barcellona, Girona, Toulouse Carcassonne(città fortificata) Pirineos (Monte Perdido) Vall de Boi (Chiese romanico Catalane della Vall de Boí) Tarragona (Monastero di Tarraco e Monastero di Santa Maria di Poblet)

16

17 1 HUB (SitiUnescodelSud): AereoportodiNapoli

18 Breve descrizione A. Il centro storico di Napoli Napoli è una delle più antiche città d'europa la sua caratteristica peculiare è quella di avere mantenuto i segni della lunga storia nella continuità artistica ed architettonica. Il centro storico che si estende su una superficie di 720 ettari concentra un arco di oltre venti secoli,(iv secolo a.c. XVIII secolo d.c.) partendo dalla civiltà greco romana, passando per il Medioevo e il Settecento, per giungere fino agli episodi ottocenteschi e all edilizia monumentale del primo Novecento. B. La Reggia di Caserta, l Acquedotto Vanvitelliano e il Complesso di San Leucio Appartenente alla Casa Borbone per oltre un secolo, dal 1752 al 1860, successivamente passò ai Savoia fino al 1919, anno in cui fu attribuita al Demanio dello Stato. Il Palazzo si divide in quattro aree, ognuno con cortili propri divisi da un solenne atrio, comprende stanze, la piazza antistante, il Parco e il Giardino inglese. Il parco si estende per circa 120 ettari ed è uno dei più grandiosi complessi architettonici e monumentali d Europa. Vicino si può osservare il grandioso Acquedotto che serviva per portare l acqua alle cascate e alle fontane della Reggia. L'acquedotto passa sulla parte superiore della struttura e si estende per 41 km.

19 Il complesso di San Leuco, invece, costruito intorno alla seconda metà del XVI sec. Rappresenta un progetto che faceva parte dell idea di piccola città ideale per un innovativo sistema di riforme sociali, con leggi di stampo illuministico e ad una forma aziendale legata alla produzione e lavorazione della seta. C. Costiera amalfitana Comprende 12 comuni, in un territorio le cui straordinarie peculiarità paesaggistiche e ambientali fanno da sfondo a testimonianze storico artistiche che ne rappresentano l'identità delle origini: dalle ville romane di Minori e Positano del I secolo d.c. all'architettura pubblica e privata medievale, dai preziosi manufatti di oreficeria e artigianato custoditi dentro chiese e musei, alle meraviglie naturalistiche della Valle dei Mulini. D. Siti Archeologici di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata Gli scavi archeologici hanno portato alla luce una delle più grandi testimonianze della storia passata (circa 44 ettari di città) ricca di edifici pubblici, templi, terme, palazzi, teatri e meravigliose ville. L architettura conserva i caratteri fondamentali della tradizione romana insieme ad elementi di gusto propriamente ellenistici.

20 E. Parco Nazionale del Cilento, Valle di Diano, Paestum, Velia e la Certosa di Padula E il Parco mediterraneo per eccellenza grazie alla specifica tipologia ambientale che lo contraddistingue. Quest'area rappresenta il magnifico risultato dell'opera combinata della natura e dell'uomo al cui interno ci sono Paestum e Velia due colonie greche in cui erano presenti un Foro, interi quartieri urbanizzati, edifici religiosi e tre templi. Fondata dai greci intorno al 600 a.e.v., si chiamava inizialmente Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata. Nel V secolo avanti i lucani, popolo italico, cominciarono ad infiltrarsi nella colonia, lasciando numerose testimonianze della propria influenza in tombe affrescate secondo il modello dei maestri greci. Sul finire del IV secolo, alleatisi con i bruzi, sostennero una lunga lotta contro i greci per il dominio dei nuovi territori verso il mare, che si concluse con la riaffermazione della loro supremazia sulla città. Nel 273. i romani occuparono Poseidonia che così divenne la fedele Paestum romana. Durante il periodo romano, nel III secolo, le attività economiche e culturali fiorirono nuovamente: sorsero nuovi edifici pubblici, come l anfiteatro, il foro e il ginnasio, che contribuirono a donare alla città quell aspetto che gli scavi hanno riportato alla luce. La fine dell Impero Romano coincise grosso modo con la fine della città. Verso il 500, infatti, in seguito ad un epidemia di malaria, aggravata dall insalubrità del

21 territorio, gli abitanti gradualmente abbandonarono la città. La riscoperta di Paestum risale al 1762, quando fu costruita la strada moderna che l attraversa tuttora. Le origini di Velia, invece, risalgono allo storico e geografo greco Strabone, che nella sua Geografia, parla della città di Elea Velia, specificando che i Focei, suoi fondatori, la chiamarono inizialmente Hyele, nome che poi divenne Ele e infine Elea. I Romani per il nome della città adottarono la forma Velia, attestata a partire da Cicerone. Dell'antica città restano l'area Portuale, Porta Marina, Porta Rosa, le Terme Ellenistiche e le Terme romane, l'agorà, l'acropoli, il Quartiere Meridionale e il Quartiere Arcaico. Elea fu fondata nella seconda metà del VI secolo a.c., da esuli Focei in fuga dalla Ionia (sulle coste dell'attuale Turchia, nei pressi del golfo di Smirne) per sfuggire alla pressione militare persiana. La città fu edificata sulla sommità e sui fianchi di un promontorio, comprato dai Focei agli Enotri, situato tra Punta Licosa e Palinuro. Intorno al V secolo a.c., Velia era nota per i floridi rapporti commerciali e la politica governativa. Assunse anche notevole importanza culturale per la sua scuola filosofica presocratica. Con Roma, invece, Elea intrattenne ottimi rapporti: fornì navi per le guerre puniche (III II secolo) e inviò giovani sacerdotesse per il culto a Demetra (Cerere), provenienti dalle famiglie aristocratiche del posto. Nell'88 a.c. Elea fu ascritta alla tribù Romilia, divenendo municipio romano con il nome di Velia, ma con il diritto di mantenere la lingua greca e di battere moneta

22 propria. Nella seconda metà del I secolo servì come base navale, prima per Bruto (44 a.c.) e poi per Ottaviano (38 a.c.). Alla fine del Medioevo, nel 1420, diventò feudo dei Sanseverino che però sarà presto donato alla Real Casa dell'annunziata di Napoli. Dal 1669 non è più censito alcun abitante sul posto, e le tracce della città si perdono nelle paludi. Solo nell'ottocento l'archeologo François Lenormant comprese che l'importanza storica e culturale del luogo si prestava a interessanti studi e approfondimenti, tuttora in corso, ma va anche rilevato che purtroppo, a causa degli scavi iniziati nel secolo scorso, l'abitato superstite dall'epoca medievale fino al Seicento fu quasi completamente distrutto.

23 2 HUB: AereoportidiPisa,FirenzeeGenova

24 Breve descrizione A. Piazza del Duomo di Pisa Piazza del Duomo, detta anche Piazza dei Miracoli ospita una grande unità architettonica composta dal Duomo che rappresenta un alto esempio di romanico pisano, dal Campanile o Torre pendente (a causa del cedimento del terreno, a cui si deve l inclinazione), dal Battistero in stile romanico con cupola piramidale ad otto facce e dal Camposanto che fu devastato da un incendio nel 1944 a causa del quale si diede il via ad un delicato restauro. B. Il Centro Storico di Firenze Raccoglie i più importanti beni culturali della città ed è un prezioso scrigno di opere d'arte, umanesimo e architettura, le mani dei più grandi artisti italiani si incontrano in quest'area: da Brunelleschi a Michelangelo, da Giotto a Lorenzo Ghiberti, da Leon Battista Alberti al Bramante. Palazzo Vecchio e la vicina Galleria degli Uffizi raccolgono al proprio interno secoli di storia dell'arte. Attraversando Ponte Vecchio si arriva a Palazzo Pitti e al giardino dei Boboli. A occidente del Duomo sorgono Palazzo Strozzi, prestigiosa sede espositiva, e la Basilica di Santa Maria Novella. Il centro storico è circondato dalle colline che offrono uno dei panorami più suggestivi della vallata dell'arno.

25 C. GENOVA Le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli Genova è città di contrasti, a volte estremi, è città di sorprese, città d arte, ma anche città industriale. E il più grande porto italiano, presenta spiagge affollate, grattacieli di vetro e torri medioevali, centri direzionali e antichi borghi rimasti intatti. E città "verticale" per l altezza dei suoi palazzi e la ristrettezza dei suoi vicoli, i "caruggi". E città di contrasti nella luce, abbagliante sulla distesa del mare oppure incerta nell ombra perenne dei suoi vicoli più interni, di contrasti nei colori, con facciate dipinte e il nero dell ardesia. Genova ha ventisei secoli di storia ed è sempre stata "porta" di civiltà, tra Oriente e Occidente, tra Mediterraneo ed Europa. Alleata dei Romani contro Cartagine, subì un terribile sacco dal fratello di Annibale, Magone. La sua grande espansione inizia nell anno Mille, quando diventa una potente repubblica marinara ed estende il suo dominio mercantile e militare su gran parte del Mediterraneo. Con Andrea Doria, doge nel 1528, la Repubblica di Genova raggiunge l apice della propria potenza: ricchi mercanti e straordinari navigatori, finanziatori dell impero spagnolo di Carlo V. Genova è anche protagonista del Risorgimento Italiano. Con il 900 Genova si sviluppa come grande porto moderno, oggi è un centro importante di innovazione tecnologica.

26 D. Le Cinque Terre, Portovenere, Isola Palmaria, Tino e Tintoretto Quello delle Cinque Terre, con i suoi ettari, è il parco nazionale più piccolo del Paese e allo stesso tempo il più densamente popolato, con circa abitanti suddivisi in cinque borghi: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare. Ciò che rende speciale questo territorio rispetto agli altri, però, è dato dal fatto che qui l ambiente naturale è stato profondamente modificato dall azione dell uomo. Per secoli, a partire dall anno mille, gli abitanti delle Cinque Terre hanno sezionato gli scoscesi pendii delle colline che si gettano a picco sul mare per ricavarne strisce di terra coltivabili; ognuna di queste strette porzioni pianeggianti sono sorrette da muretti a secco, il vero tratto identitario delle Cinque Terre che le ha rese famose in tutto il mondo. L intervento dell uomo ha quindi portato a creare un architettura di terrazzamenti su di un territorio sviluppato in altezza, rendendo il paesaggio atipico e fortemente antropizzato: per questo motivo è definito il Parco dell Uomo. All'estremità meridionale si trova il comprensorio Portovenere Isola Palmaria, l'unico punto di ridosso presente nel mar Ligure tra l'isola d'elba e le Isole di Hyères, in Francia. Le origini più antiche del borgo di Portovenere vengono fatte risalire sino al VI secolo a.c. con la presenza dei popoli Liguri ma le prime datazioni storiche di Porto Venere risalgono a Claudio Tolomeo (150 d.c.) e all'itinerario Marittimo

27 (Itinerarium Maritimum Imperatoris Antonini Augusti) dell'imperatore Antonino Pio del 161 d.c. dove viene segnalato il borgo tra le località di Sestri Levante e Luni. Il nome del borgo (Portus Veneris) derivava da un tempio dedicato alla dea Venere Ericina, sito esattamente nel luogo in cui ora sorge la chiesa di San Pietro. Il nome era probabilmente legato al fatto che, secondo la tradizione, la dea era nata dalla spuma del mare, abbondante proprio sotto quel faraglione. Il borgo originario (castrum vetus), abitato da antichi pescatori, era sito nell'attuale piazzale Spallanzani ed è oggi interamente scomparso. Da località di pescatori, Porto Venere divenne base navale della flotta bizantina, ma fu assalita e distrutta dal re Rotari dei Longobardi nel 643 d.c. Apprezzata località di villeggiatura di fine Ottocento e inizio Novecento tra i suoi visitatori più celebri vi fu Lord George Gordon Byron è ancora oggi una meta turistica di punta del panorama spezzino e ligure. Alla fine di questa penisola si trovano tre piccole isole: Tino (Zona Militare e su di essa l accesso e` consentito soltanto in occasione di festivita`) Tinetto, spoglio di vegetazione, conserva testimonianze della presenza di comunita` religiose e Palmaria coperto da una ricca vegetazione di tipo mediterraneo da un lato scende gradatamente verso il mare e dall'altro caratterizzato da ripide scogliere.

28 2 HUB bis: Aereoporti di Milano Malpensa,Torino,Genova

29 Breve descrizione A. Torino, Le residenze dei Savoia Le prime notizie certe di Torino risalgono al 27 a.c. quando venne fondata come accampamento strategico per il controllo dei passi verso le Gallie. Con la crisi dell impero romano la regione fu ben presto soggetta alle invasioni barbariche dei Longobardi e dei Franchi. Nel 1280 la città passò ai duchi di Savoia che la portarono ad essere una delle più importanti città dell Italia occidentale e nel 1563 divenne la capitale del Ducato. Fra il 1601 e il 1613 vi furono l ampliamento della città verso sud, l abbellimento del Palazzo Reale e la costruzione della nuova Galleria, di Mirafiori e del Regio Parco. Nel 1663 salì al trono Carlo Emanuele II che decretò il secondo ampliamento della città verso il Po. Nel 1713 il Ducato venne trasformato in Regno e gli fu assegnato il dominio della Sardegna. Con l estinzione del ramo principale dei Savoia il trono passò a Carlo Alberto Savoia Carignano. Egli attuò delle riforme legate all ambito della tradizione piemontese. L ascesa al trono del figlio, Vittorio Emanuele II, mise in primo piano l azione diplomatica del suo primo ministro, Camillo Benso di Cavour, che riuscì ad avvicinare la Francia alla causa italiana contro l Austria.Nel 1861 a Torino si formò il primo Parlamento italiano.

30 B C D E J. Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia sono gruppi di cappelle disposte su un altura, ricchi all interno di opere di scultura e pittura, realizzati tra la fine del XV e la fine del XVII secolo e dedicati agli aspetti della fede cristiana. Oltre al loro significato religioso simbolico, sono di grande bellezza grazie all abile integrazione degli elementi architettonici nei paesaggi naturali circostanti di colline, foreste e laghi. I nove Sacri Monti sono: Sacro Monte di Varallo Sesia (1486) Vercelli Sacro Monte di Crea (1589) Alessandria Sacro Monte di Orta San Giulio (1590) Novara Sacro Monte del Rosario di Varese (1598) Varese Sacro Monte di Oropa (1617) Biella Sacro Monte di Ossuccio (1635) Como Sacro Monte di Ghiffa (1591) Verbania

31 Sacro Monte di Domodossola (1657 Verbania Sacro Monte di Valperga (1712) Torino F. Portovenere Tino tinetto e le Cinque Terre QQuello delle Cinque Terre, con i suoi ettari, è il parco nazionale più piccolo del Paese e allo stesso tempo il più densamente popolato, con circa abitanti suddivisi in cinque borghi: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare. Ciò che rende speciale questo territorio rispetto agli altri, però, è dato dal fatto che qui l ambiente naturale è stato profondamente modificato dall azione dell uomo. Per secoli, a partire dall anno mille, gli abitanti delle Cinque Terre hanno sezionato gli scoscesi pendii delle colline che si gettano a picco sul mare per ricavarne strisce di terra coltivabili; ognuna di queste strette porzioni pianeggianti sono sorrette da muretti a secco, il vero tratto identitario delle Cinque Terre che le ha rese famose in tutto il mondo. L intervento dell uomo ha quindi portato a creare un architettura di terrazzamenti su di un territorio sviluppato in altezza, rendendo il paesaggio atipico e fortemente antropizzato: per questo motivo è definito il Parco dell Uomo. All'estremità meridionale si trova il comprensorio Portovenere Isola Palmaria, l'unico punto di ridosso presente nel mar Ligure tra l'isola d'elba e le Isole di Hyères, in Francia.

32 Le origini più antiche del borgo di Portovenere vengono fatte risalire sino al VI secolo a.c. con la presenza dei popoli Liguri ma le prime datazioni storiche di Porto Venere risalgono a Claudio Tolomeo (150 d.c.) e all'itinerario Marittimo (Itinerarium Maritimum Imperatoris Antonini Augusti) dell'imperatore Antonino Pio del 161 d.c. dove viene segnalato il borgo tra le località di Sestri Levante e Luni. Il nome del borgo (Portus Veneris) derivava da un tempio dedicato alla dea Venere Ericina, sito esattamente nel luogo in cui ora sorge la chiesa di San Pietro. Il nome era probabilmente legato al fatto che, secondo la tradizione, la dea era nata dalla spuma del mare, abbondante proprio sotto quel faraglione. Il borgo originario (castrum vetus), abitato da antichi pescatori, era sito nell'attuale piazzale Spallanzani ed è oggi interamente scomparso. Da località di pescatori, Porto Venere divenne base navale della flotta bizantina, ma fu assalita e distrutta dal re Rotari dei Longobardi nel 643 d.c. Apprezzata località di villeggiatura di fine Ottocento e inizio Novecento tra i suoi visitatori più celebri vi fu Lord George Gordon Byron è ancora oggi una meta turistica di punta del panorama spezzino e ligure. Alla fine di questa penisola si trovano tre piccole isole: Tino (Zona Militare e su di essa l accesso e` consentito soltanto in occasione di festivita`) Tinetto, spoglio di vegetazione, conserva testimonianze della presenza di comunita` religiose e

33 Palmaria coperto da una ricca vegetazione di tipo mediterraneo da un lato scende gradatamente verso il mare e dall'altro caratterizzato da ripide scogliere. H. GENOVA Le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli Genova è città di contrasti, a volte estremi, è città di sorprese, città d arte, ma anche città industriale. E il più grande porto italiano, presenta spiagge affollate, grattacieli di vetro e torri medioevali, centri direzionali e antichi borghi rimasti intatti. E città "verticale" per l altezza dei suoi palazzi e la ristrettezza dei suoi vicoli, i "caruggi". E città di contrasti nella luce, abbagliante sulla distesa del mare oppure incerta nell ombra perenne dei suoi vicoli più interni, di contrasti nei colori, con facciate dipinte e il nero dell ardesia. Genova ha ventisei secoli di storia ed è sempre stata "porta" di civiltà, tra Oriente e Occidente, tra Mediterraneo ed Europa. Alleata dei Romani contro Cartagine, subì un terribile sacco dal fratello di Annibale, Magone.La sua grande espansione inizia nell anno Mille, quando diventa una potente repubblica marinara ed estende il suo dominio mercantile e militare su gran parte del Mediterraneo. Con Andrea Doria, doge nel 1528, la Repubblica di Genova raggiunge l apice della propria potenza: ricchi mercanti e straordinari navigatori, finanziatori dell impero spagnolo di Carlo V.Genova è anche protagonista del Risorgimento Italiano. Con il 900 Genova si sviluppa

34 come grande porto moderno, oggi è un centro importante di innovazione tecnologica. SITO CANDIDATO: ALESSANDRIA, ASTI, CUNEO I paesaggi vitivinicoli del Piemonte I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe Roero e Monferrato" La regione delle Langhe Roero e Monferrato, che si estende a est di Torino, nei territori compresi tra le province di Alessandria, Asti e Cuneo è una delle zone vinicole più importanti d'italia per condizioni geologiche e climatiche. I vini principali che vengono qui prodotti sono la Barbera d'asti, la Barbera del Monferrato e il Freisa d'asti caratteristica unica di questo territorio che ne definisce l identità stessa, a dimostrazione di ciò la realizzazione di un vero e proprio Museo del Vino che si estende per più di 2000 mq di superficie. Il territorio, caratterizzato dall'area collinare a sud del fiume Tanaro, è vasto ed eterogeneo e comprende un panorama unico di monti e di vallate delle Alpi Marittime e Cozie. Natura e benessere che s incontrano nelle acque sulfuree che sgorgano dalle sorgenti, antichissime, delle Acqui Terme, delle Terme di Vinadio e delle Terme di Valdieri.

35 E la Patria del buon vino e del buon cibo, che dà i natali a Slow Food e che accoglie al proprio interno anche l Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (Pollenzo), promuovendo quindi la cultura del cibo come portatore di piacere, tradizioni, identità, e uno stile di vita, oltre che alimentare, rispettoso dei territori e delle tradizioni locali. Infine la piccola regione del Roero, che deve il nome ai Signori che ne ebbero per molto tempo il dominio a nord del fiume Tanaro, compresa tra: Bra, Alba, Sommariva Bosco e Govone. L'area, ricca di storia, è caratterizzata dalla presenza di diversi castelli, che oggi accolgono anche le iniziative dell'associazione Castelli Aperti. E' una regione tutta di colline, ricoperte di prati, vigne, rigogliosi pescheti, boschi di castagne e campi rossi di fragole. Lungo la dorsale delle colline da Pocapaglia a Montà ci sono le "rocche", forre profonde e affilate che tagliano nel vivo la collina, mettendone a nudo le stratificazioni del terreno. Questo itinerario si svolge lungo una serie di splendidi paesi arroccati sulle colline, ognuno dei quali ospita ancora un castello o una fortezza oppure una rocca: un viaggio immerso nell'atmosfera del passato, verso splendide costruzioni, ma anche verso ruderi sgretolati dal tempo.

36 3 HUB: Aereoporti di Barcellona, Girona,Toulouse

37 Breve descrizione A. Città fortificata di Carcassone Centro attivo sulla via del vino, tra il bacino del Mediterraneo e il resto della Gallia, Carcassonne è sin dall epoca romana una vera e propria città fortificata. La città annovera cinquantadue torri e due cerchia di mura concentriche che si snodano su tre chilometri di mura. La porta Narbonnaise e lo Château comtal (Castello comitale) con il suo museo lapidario, sono i fiori all occhiello di questa città. B. Monte Perdido Straordinario paesaggio montano, che attraversa i confini nazionali di Francia e Spagna, ed ha come vetta più alta il Monte Perdu, un massiccio calcareo che sorge a m. Il sito, ha una superficie totale di ettari, comprende due dei canyon più grandi e più profonda d'europa sul lato spagnolo. C. Chiese romanico Catalane della Vall de Boi Tra l'xi e il XIV secolo furono realizzate numerose chiese seguendo i dettami del nuovo stile architettonico importato dalla Lombardia. Tra queste quelle che si caratterizzano come patrimonio dell'umanità sono: San Clemente e Santa Maria a

38 Taüll, San Feliu a Barruera, San Giovanni a Boí, Santa Eulàlia a Erill la Vall, Santa Maria de l'assumpció di Cóll, Santa Maria di Cardet, la Nativitat de la Mare de Déu a Durro, e San Quirico nei pressi di Durro. Molte di queste presentano degli interni in stile barocco dovuto a restauri successivi. D. Monastero di Tarraco e Monastero di Santa Maria di Poblet Le rovine di Tárraco rivestono un importanza fondamentale nello sviluppo dell urbanistica e dell estetica territoriale romana e rappresentarono un modello per le capitali delle altre province dell Impero. Il sistema di mura difensive di Tárraco è uno dei primi esempi di ingegneria militare romana nella Penisola Iberica. Il Monastero di Santa Maria di Poblet è uno dei più importanti complessi monastici d'europa: nella chiesa del complesso si trovano le tombe di otto sovrani della corona di Catalogna e d'aragona e di sei regine consorti ed il luogo è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'unesco nel Il nucleo originario del complesso cistercense risale al XII secolo ma la costruzione di nuovi edifici e strutture ebbe termine solo nel XVIII secolo: ciò rende Poblet, dal punto di vista architettonico, un interessante aggregato degli stili eterogenei che in tali secoli si succedettero.

39 IsitiUnescopresentineglihubindividuatipossonoesseredistintiasecondadellaloronatura: PAESAGGINATURALI: CostieraAmalfitana hub1 ilparconazionaledelcilento edelvallodidiano(alcuiinterno presentano i Siti archeologici di Paestum eveliaelacertosadipadula) hub1 Portovenere,Tino,TinettoeleCinqueTerre hub2ehub2 bis(paesaggidell'uomo) Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia (a metà tra il paesaggionaturaleeilsitomonumentale) hub2bis IpaesaggivitivinicolidelPiemonte Ipaesaggivitivinicolidel Piemonte:Langhe RoeroeMonferrato" hub2bis(paesaggi DELL'UOMO)

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Progetto Gruppo Stat 2014

Progetto Gruppo Stat 2014 Progetto Gruppo Stat 2014 Presenza e immagine sul web Sito del gruppo e mini siti di tutte le realtà Autolinee/GT e Viaggi App - mobile - Social Network Iniziative marketing Preparato per: STAT TURISMO

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

CARTA DEL PAESAGGIO MEDITERRANEO

CARTA DEL PAESAGGIO MEDITERRANEO CARTA DEL PAESAGGIO MEDITERRANEO Preambolo Le Regioni dell'andalusia, del Languedoc-Roussillon e della Toscana, agendo nel quadro degli obiettivi del Consiglio d'europa e condividendone l'obiettivo che

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con 5. CONCLUSIONI. Lo studio proposto in questo lavoro ha analizzato le profonde ragioni delle varie tradizioni di ricerca che hanno caratterizzato l analisi degli assetti territoriali a partire dall età

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti

GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti GRAN TOUR DELLA GRECIA 9 giorni / 8 notti 2014/2015 Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia / Arachova Delfi / Kalambaka / Meteore / Salonicco / Filippi / Kavala / Vergina / Termopili

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli