Global risk management study

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Global risk management study"

Transcript

1 LA GESTIONE DEI RISCHI OPERATIVI Glbal risk management study Milena Term, Risk Management, Accenture 7 Nvembre Milan S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

2 Agenda Premessa Glbal Risk Management Study: le scietà cinvlte Le tre parti dell studi Parte 1: Crescente enfasi psta sulle attività di Risk Management Parte 2: Principali Criticità e Sfide future per il Risk Management Parte 3: Best practice emergenti dalla ricerca nella gestine dei rischi (le aziende Risk master) Fcus su Operatinal Risk nel mercat dei Financial Services Italian Cnclusini 2

3 Premessa (1/2) Le brutte ntizie le cnscete già: gli ultimi anni nn sn stati semplici per i prfessinisti nella gestine del rischi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 3

4 Premessa (2/2)..ma ci sn anche delle bune ntizie Sulla scia di una serie di disastri, le rganizzazini stann attuand prgrammi di gestine del rischi più cmpleti, cn l'intenzine di andare ltre l'apprcci reattiv al rischi passand a un apprcci prattiv e att a favrire la crescita del business in un md più intelligente e cntrllat In base al Glbal Risk Management Study 2011 di Accenture, sta anche emergend un'elite di aziende prnta ad acquisire capacità di risk management ancra più avanzate Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 4

5 Glbal risk management study: le scietà cinvlte L studi è basat su un sndaggi a cui hann partecipat i dirigenti di 397 scietà appartenenti a 10 settri diversi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 5

6 Le tre parti dell studi I risultati dell studi sn stati suddivisi in tre parti: le evidenze as-is, le sfide future e alcune best practice emergenti Parte 1: Le evidenze as-is Riepilga alcune evidenze sul generale psizinament delle aziende di frnte alle prblematiche di risk management Parte 2: le sfide future Riprta alcuni gap tra la situazine as-is e quant ritenut indispensabile per il futur Parte 3: i Risk Master Riprta le caratteristiche dei sistemi di risk management di alcune scietà ritenute particlarmente virtuse e pertant cnsiderabili delle best practice (le caratteristiche dei csidetti risk master) Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 6

7 Parte 1: Crescente enfasi psta sulle attività di Risk Management (1 di 3) 1. Le evidenze as-is Driver Vlatilità e Cmplessità Redditività e Crescita Sstenibile Risultati dell indagine Più dell 80% delle Scietà ggett di studi cnsidera la funzine di RM «centrale» per far frnte alla crescente vlatilità dei mercati (sprattutt nel settre Financial Services) e alla maggire cmplessità rganizzativa e prduttiva (sprattutt nel settre Resurces) Per quasi tutte le Scietà, il Risk Management in tutti i sui ambiti ha acquisit un imprtanza crescente negli ultimi due anni, in md particlare nel settre creditizi ed assicurativ, cme cnseguenza di: crisi ecnmica, crescente vlatilità, cmplessità e cmpetitività dei mercati cntinui cambiamenti nrmativi/reglamentari e tecnlgici Circa il 93% dei Dirigenti delle Scietà cinvlte nell indagine sstiene l imprtanza del Risk Management per il raggiungiment degli biettivi strategici di redditività e crescita sstenibile Altri ptenziali benefici di un efficace sistema di Risk Management: Efficiente allcazine del capitale reglamentare e risparmi in termini di requisit patrimniale Riduzine delle perdite ricnducibili ai rischi perativi, di mercat e di credit Vantaggi cmpetitivi in termini di miglire perfrmance rispett ai cmpetitr Diffusine della cultura del rischi Rating psitivi dal mercat Efficace gestine del rischi reputazinale Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 7

8 Parte 1: Crescente enfasi psta sulle attività di Risk Management (2 di 3) 1. Le evidenze as-is Driver Prgrammi ERM Investimenti nel Risk Mgmt Risultati dell indagine Più dell 80% delle Scietà cinvlte nell indagine dichiara di aver implementat di aver pianificat l implementazine entr i successivi due anni di sistemi integrati di Enterprise Risk Management (ERM) Alcuni Dirigenti delle Scietà cinvlte, sttlinean i recenti sfrzi cmpiuti per l svilupp di sistemi ERM sempre più evluti sia in ttica di gestine degli eventi di perdita che di supprt al raggiungiment degli biettivi di business Circa l 83% delle Scietà intervistate si attende, per i successivi due anni, una crescita significativa degli investimenti in Risk Management (strumenti e risrse). I maggiri investimenti sn previsti nelle Scietà peranti nel settre finanziari Aree di intervent: Data quality Organizzazine e architettura del Risk Management Analisi e svilupp mdelli Altre ptenziali aree di intevent: Perfrmance management Sistemi IT Reingegnerizzazine/autmazine dei prcessi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 8

9 Parte 1: Crescente enfasi psta sulle attività di Risk Management (3 di 3) 1. Le evidenze as-is Driver Risultati dell indagine Evluzini della Gvernance Significativ increment, rispett al 2009, nelle nmine di Senir Manager (Chief Risk Officer) respnsabili del Risk Management Adzine di un mdell decentralizzat di gestine dei rischi da parte delle Scietà di grandi dimensini peranti nel settre finanziari ed assicurativ Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 9

10 Parte 2: Principali Criticità e Sfide future per il Risk Management (1 di 3) 2. Le sfide future Driver Varietà e Cmplessità dei Rischi Espsizine ai Rischi «critici» Risultati dell indagine Crescente varietà e cmplessità dei rischi a cui le Scietà sn espste, ivi inclusi i rischi: Reputazinali Cmpliance Operatins/Supply Principali sfide: Adeguament cstante ai cntinui cambiamenti nrmativi e reglamentari (*) Svilupp di un framewrk efficace di prevenzine/gestine dei rischi di frde (**) L espsizine delle Scietà ai rischi cnsiderati «critici» e difficili da misurare (rischi reputazinali, alcuni rischi finanziari, ecc.) resta alta nnstante gli investimenti destinati al raffrzament delle attività di Risk Management Principali sfide: Svilupp di strumenti sempre più evluti in grad di misurare la capacità dell azienda di assrbire, attravers il capitale, le perdite ricnducibili ai rischi assunti (*) L 89% delle Scietà cinvlte nell indagine ritiene che i rischi di Cmpliance aumenterann significativamente nei successivi due anni (**) Il 93% delle Scietà intervistate ritiene che i rischi di frde sian diventati negli ultimi due anni sempre più difficili da prevenire/gestire tenut altresì cnt delle plitiche aziendali di riduzine dei csti che hann cmprtat la riduzine delle risrse dedicate a tali rischi. Tuttavia, mlte Scietà hann avviat iniziative vlte a miglirare il presidi di tali rischi attravers la frmazine del persnale, nuvi sistemi/applicazini IT e nuvi prcessi di analisi e prevenzine delle frdi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 10

11 Parte 2: Principali Criticità e Sfide future per il Risk Management (2 di 3) 2. Le sfide future Driver Sils Organizzativi Gap Aspettative vs. Risultati Risultati dell indagine In relazine a mlte categrie di rischi, dal 15% al 24% delle Scietà intervistate adtta una gestine nn integrata dei rischi Principali sfide: Svilupp di sluzine rganizzative (es. gestine centralizzata delle attività di Risk Management) e di gvernance (es. istituzine di Cmitati specifici) che favriscn una gestine integrata di tutti i rischi aziendali Sl il 76% delle Scietà, che sstiene l imprtanza del Risk Management per il raggiungiment degli biettivi di redditività e crescita sstenibile (pari al 93% del campine), dichiara che la lr funzine interna di Risk Management è riuscita a sddisfare le aspettative Altri ambiti di Gap tra aspettative e risultati ttenuti: Riduzine nel cst del capitale Vantaggi cmpetitivi in termini di miglire perfrmance rispett ai cmpetitr Risk-Adjusted Perfrmance Management (RAPM) Diffusine della cultura del rischi Principali sfide: Sviluppare la cultura della cnsapevlezza dei rischi e dei benefici di una gestine efficace a tutti i livelli della struttura Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 11

12 Parte 2: Principali Criticità e Sfide future per il Risk Management (3 di 3) 2. Le sfide future Driver Riduzine dei Csti e Allineament alle Strategie Principali sfide: Risultati dell indagine La «riduzine dei csti» e «l integrazine tra le strategie di Risk Management e le altre strategie aziendali» rappresentan biettivi priritari per i successivi due anni rispettivamente per il 47% ed il 43% delle Scietà del campine Svilupp sistemi di Integrated Risk and Perfrmance Management (IRPM) per misurare e mnitrare le perfmance tenend cnt dei rischi ad esse cnnessi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 12

13 Parte 3: Best practice emergenti dalla ricerca nella gestine dei rischi (le aziende Risk Master) (1 di 4) Il 10% circa del campine può cnsiderarsi un risk master 3. I risk Master Risk Management cme driver per la creazine di valre per gli azinisti: cnduce ad una maggire prfittabilità Diffusine nell rganizzazine di un adeguata cnsapevlezza e cultura del rischi e raffrzament del cinvlgiment a tutti i livelli Increment del livell di sfisticazine delle metriche, dei mdelli di misurazine e delle cmpetenze analitiche per analizzare i rischi in un cntest cmpless Svilupp di un apprcci sistematic e disciplinat alla gestine dei dati e adzine di un apprcci alla gestine dei rischi predittiv e prattiv e nn sl reattiv Mnitraggi dei rischi per cgliere in anticip i segnali sui pssibili eventi negativi ed assicurare un adeguata escalatin vers il tp management Integrazine delle cmpetenze di Risk Management e delle mdalità di gestine dei rischi tra le business unit e le strutture rganizzative dedicate stabilend prcessi cerenti cn il risk appetite definit Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 13

14 Parte 3: Best practice emergenti dalla ricerca nella gestine dei rischi (le aziende Risk Master) (2 di 4) 3. I risk Master Driver Il RM è un driver per la creazine di valre per gli azinisti La funzine RM è cinvlta nei prcessi di decisin making Il 74% dei Risk Master cnsidera l rganizzazine del risk management fndamentale per la riduzine di tutti i tipi di rischi Il 67% delle scietà ritiene che la funzine RM cnduca ad una sstenuta prfittabilità Il 57% dei Risk Master sstiene che le cmpetenze nel risk management abbian aiutat a gestire la crescente instabilità dei mercati finanziari ed ecnmici I risk masters sn particlarmente tendenti ad implementare meccanismi e prcessi che legan il rischi alle perfrmance attravers la definizine ed il mnitraggi di indicatri di appetit/tlleranza per il rischi Il CRO di una glbal bank, in particlare, asserisce che un key factr è senz altr l abilità di traslare specifici biettivi di business in specifiche misure di rischi e di business Il 51% dei Risk Master prevede la presenza della funzine RM ai tavli della definizine dei piani strategici. Tra i Risk Master e i Nn-Risk Master, esiste in quest cas, una grande distanza. Risultati dell indagine il 56% delle capital market firms cinvlge il RM nei prcessi di budgeting e frecasting Il 72% delle cmpagnie assicurative cinvlge il RM nelle decisini di fusini e acquisizini Il 62% cinvlge il RM nelle decisini di intrduzine di nuvi prcessi e sistemi Il 79% cinvlge il RM nella definizine di biettivi ed incentivi delle risrse umane Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 14

15 Parte 3: Best practice emergenti dalla ricerca nella gestine dei rischi (le aziende Risk Master) (3 di 4) 3. I risk Master Driver La sfisticazine di misure e mdelli è centrale nella gestine del rischi Oltre l idea di mera cmpliance Cntinuare ad investire per miglirare Risultati dell indagine I risk master si sn prfndamente distinti nell area della misurazine. Si tratta sprattutt di scietà attive nei financial services Nn sl è stat investit mlt nelle capacità analitiche e rielabrative ma anche nella gestine dei rischi emergenti ciè rischi nn ancra accaduti e difficili da quantificare (es. terrrism) I Risk Masters credn prfndamente nella frte relazine esistente tra misurazine del rischi e struttura rganizzativa: es. Risk cmmittee mlt integrat cn il Bard f directrs, area finanza e rischi a vlte stt un unic cappell del CRO, sistema cmpensativ legat alla gestine del rischi, ecc.. La maggir parte dei risk master ha una visine ampia e strategica delle richieste nrmative. I risk master hann clt nelle richieste nrmative una spinta vers la ricerca di una miglire gestine che prti vantaggi cmpetitiv e maggiri perfrmance Peraltr è ritenut imprtantissim il miglirament del rapprt cn il regulatr anche per megli gestire e influenzare le rifrme future I Risk Master hann sempre dei piani di svilupp da implementare (es. nell integrazine, nei prcessi della finanza, nell svilupp di cmpetenze in ambit mdell e in generale nelle capacità di analisi) Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 15

16 Parte 3: Best practice emergenti dalla ricerca nella gestine dei rischi (le aziende Risk Master) (4 di 4) 3. I risk Master Driver Risk integratin Risk executive cn ampia supervisine, visibilità e capacità di influenzare Risultati dell indagine Una ntevle differenza tra Risk master e i nn Risk master è nella gestine integrata dei rischi che i primi fann nel 70% dei casi, gli altri nel 36% L integrazine dei rischi, infatti, nn è vista sl tra i diversi tipi di rischi e nn sl in termini di Legal Entity ma anche crss Legal Entity per business line, al fine di capire la rischisità delle attività e gestirla al megli Nn sl la maggir parte dei risk masters prevedn la presenza di un CRO ma ess vanta delle linee di riprt spess dirette al CEO e il ptere di presenza sui tavli di tip strategic In quest md il risk executive è più strettamente cnness alla tp leadership aziendale assicurand che gli investimenti nel risk sian strategici e che una più prattiva cultura del rischi sia creata e mantenuta Risk culture Nn esiste tecnlgia, strategia planning che pssa cmpletamente cprire i rischi di una scietà: le persne sn fallibili tant più in un cntest csì cmpless e mutevle cme l attuale. I risk masters credn prfndamente nella definizine e diffusine ai vari livelli della cultura del rischi attravers il training e la crescente cnsapevlezza dei prpri rischi e delle pssibilità di mitigazine degli stessi Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 16

17 I risultati sn cerenti cn quant si riscntra nel mercat italian FS cn riferiment all OpRisk (1 di 4) Crisi ecnmica, richieste nrmative e reglamentari e crescente cmplessità sia dei mercati che della rganizzazine interna delle istituzini creditizie hann cndtt in questi anni ad un cstante interesse per la ricerca e l applicazine di un apprcci strutturat alla gestine dei rischi perativi. La situazine as-is Le banche in regime Basic/Standard si sn interessate a studi di fattibilità e piani di intervent per valutare l pprtunità di avanzare a mdelli successivi. In questi ultimi casi, spess il mtre dell interesse è stat la vlntà di risparmiare capitale reglamentare, ttimizzare l allcazine del capitale e ridurre le perdite perative. Le banche già in regime AMA, in particlare, negli ultimi anni si sn cncentrate su: 1. Cnslidament della prpria metdlgia in termini di mdell lgic per la gestine dei dati (e.g. tassnmie di eventi/fattri, mdelli dati per LDC, mdelli per analisi di scenari ecc..), quantitativ (ricerca di metriche sempre più sfisticate) ed rganizzativ (mdelli di gvernance) 2. Miglirament dei prcessi di prevenzine, mnitraggi e gestine dei rischi perativi 3. Prcessi di use test 4. Sistemi IT 5. Data quality 17

18 I risultati sn cerenti cn quant si riscntra nel mercat italian FS cn riferiment all OpRisk (2 di 4) Adeguament alle richieste nrmative e visine delle stesse cme stiml al miglirament cntinu Svilupp di framewrk efficaci di prevenzine/gestine delle frdi e dei rischi legati ai sistemi IT (*) Svilupp di strumenti in grad di misurare la capacità dell azienda di assrbire cn il capitale le perdite ricnducibili ai rischi assunti Criticità e sfide future Gestine dei rischi perativi sempre più integrata sia cn gli altri rischi (credit e mercat) che in generale cn l peratività e la strategia della banca Ulterire svilupp della cultura del rischi Svilupp di framewrk di risk tlerance, di metdlgie per allcazine del capitale, remunerazine/incentivazine e pricing risk-based Gestine strategica di cntratti di utsurcing e assicurativi (*) vedi anche input dat dalle Dispsizini di vigilanza: Sistema dei cntrlli interni, sistema infrmativ e cntinuità perativa (settembre 2012) 18

19 I risultati sn cerenti cn quant si riscntra nel mercat italian FS cn riferiment all OpRisk (3 di 4) Criticità e sfide future Variegat risulta l scenari nazinale (ed internazinale) riguard il grad e le mdalità di utilizz dei fattri di input/utput che cmpngn il framewrk rischi perativi in tutti i vari ambiti aziendali in cui pssn essere efficacemente utilizzati 19

20 I risultati sn cerenti cn quant si riscntra nel mercat italian FS cn riferiment all OpRisk (4 di 4) Funzine RM cme driver per la creazine di valre: cnsente di ridurre le perdite perative, miglirare la gestine delle attività nel qutidian e risparmiare capitale reglamentare Diffusine nell rganizzazine di una adeguata cnsapevlezza e cultura del rischi a tutti i livelli Alt livell di sfisticazine delle metriche di risk management Best practice Svilupp di un apprcci sistematic e disciplinat alla gestine dei dati (interni/esterni e di self assessment) Adeguata gestine dei rischi cn apprcci prattiv (biettiv nn ancra raggiunt cmpletamente) Integrazine delle cmpetenze/mdalità di gestine dei rischi tra le business unit e le strutture rganizzative dedicate stabilend prcessi cerenti cn il risk appetite definit (biettiv nn ancra raggiunt cmpletamente) Presenza di un CRO che vanta linee di riprt spess dirette al CEO e ptere di presenza sui tavli di tip strategic 20

21 Cnclusini La ricerca Accenture ha identificat alcune tendenze evlutive nella gestine dei rischi Le cmpetenze nel risk management sn divenute mlt più imprtanti nella definizine ed esecuzine dei piani di business, pertant mlte più risrse sn dedicate alla diffusine di una cultura risk based È chiara la maturazine delle cmpetenze di risk management crss industry cn l svilupp di mdelli di gvernance e rganizzativi che dian più vce al risk management ai tavli degli executive La gestine del rischi sta diventand sempre più ampia e più integrata (listica), sia nella definizine delle decisini che nella frmalizzazine dei prgrammi di gestine del rischi delle imprese Si amplia il gap tra le best practice e il rest e si incrementa la necessità di discussine e cnfrnt tra executive sprattutt tra quelli appartenenti alla stessa industry È sentita la necessità di pragmatism ssia di step pratici da seguire per cprire efficacemente i gap rilevati Surce: Glbal Risk Management Study - Accenture 21

22 Cntatti Milena Term Accenture Management Cnsulting Risk Management Cell. 320/

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE 2015

CATALOGO FORMAZIONE 2015 CATALOGO FORMAZIONE 2015 www.cogitek.it Sommario Introduzione... 4 Area Tematica: Information & Communication Technology... 5 ITIL (ITIL is a registered trade mark of AXELOS Limited)... 6 Percorso Formativo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli