Casino di Fallistro - La storia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casino di Fallistro - La storia"

Transcript

1 Casino di Fallistro - La storia Il Casino di Fallistro risale almeno all inizio del XVII secolo, poiché alcuni atti notarili di compravendita ne testimoniano l esistenza già nel 1631 e nel Quando i Mollo l acquistarono insieme a continenze di terre aratorie, con pantana, erba da taglio, difesa da Don Giulio de Rogata di Trenta, possedevano altre terre, a Fallistro come in tutto il circondario, che vengono menzionate nei suddetti atti come terre confinanti 1. Nel 1721 la terra di Fallistro, proprietà Mollo, era di 350 tonnellate, coltivata con erba di taglio, grano germano e per tanta parte coperta di boschi. Mollo acquistò insieme ad altri noti proprietari della Sila (Campagna, Lupinacci, Baracco), alcune delle terre che Domenico Barbaja, un costruttore milanese, rivendette dopo averle avute, quale pagamento per aver ricostruito una parte del teatro San Carlo di Napoli distrutto da un incendio. Nel 1800 il Casino, insieme alla filanda, era circondato da altri caseggiati: due chiese, una serrà d acqua, un mulino, un altro fabbricato di tre stanze con bassi e soffitte chiamato cunette. Il fabbricato della filanda non sappiamo quando sia stato edificato o a quale uso fosse destinato precedentemente al 1800, ma certamente esso diventò filatoio di seta nella prima metà del secolo. Del mulino è conservata un enorme macina di granito nel casino. Almeno una delle chiese esisteva già nel 1752 quando Pietro Mollo in una rivela 2 pone tra le spese il suo impegno a far dir messa nella chiesa di Fallistro. Questa rivela risulta di un certo interesse anche perché include tra i componenti della famiglia il personale di servizio, tra cui un servitore di livrea, un armigero, una nutrice, una serva, un mulattiere, un garzone, un volante. Quest ultimo servitore crediamo fosse un addetto alla carrozza, che ne anticipava l arrivo. A Fallistro vi era dunque un complesso di costruzioni che garantivano la presenza dei proprietari, anche se non continua, di personale e maestranze che assicuravano il funzionamento di un azienda latifondistica efficiente e diversificata. D inverno nella difesa si presume che non rimanesse nessuno; allora le finestre del casino e delle altre case pertinenti venivano murate come raccomandava un ordinanza del capo della polizia, il sovrintendente della Calabria Citeriore del 1845, per evitare che si ricoverassero i briganti 3. Il Casino è una massiccia costruzione adagiata in mezzo ad un terreno ondulato da lievi pendii, appena discosto dalla strada che da Croce di Magara conduce tra i poderi sorti in seguito alla riforma agraria, proprio al limitare della straordinaria foresta dei Giganti della Sila. Allora, così come recita una perizia del , si trovava al centro della difesa di Fallistro, esposta a mezzogiorno, fatta di boschi, terreni irrigui e seminatori ed era attraversata da alcune strade, la via nuova e la via vecchia, la via Maestra che corre(va) verso li Casali 5. 1 Piccolo Trenta vendeva a Giovanni Pietro Mollo di Pedace Serra, per 100 ducati, un comprensorio di terre aratorie colte ed incolte con pantana casa e difesa, che si trovano della Sila di Cosenza e Casali in località Fallistro. Un altro atto notarile del 1632 asserisce che Mollo acquistò da Giovanni Battista Spina, che l aveva a suo tempo acquistata sempre da Don Giulio de Rogata, una continenza di terre con case di fabbrica, che fanno pensare a più di una costruzione, per il diritto dello iure congruo. Lo iure congruo è un privilegio che consiste nella preferenza data, a parità di condizioni, nella vendita di un immobile, a chi possiede la proprietà confinante (Grande Dizionario della Lingua Italiana- Utet, 1971); una sorta di diritto di prelazione. Il Casino di Fallistro, comunque, sia che fosse compreso nel primo o nel secondo apprezzamento di cui si tratta, nel 1600 esisteva già. 2 Archivio di Stato Napoli. 3 Si veda tra le immagini la fotocopia di tale ordinanza.

2 Aveva dodici stanze con altrettanti bassi e soffitte. I locali del piano terra, seppure ampi e con alte volte, vengono chiamati bassi perché non erano evidentemente ben fatti tanto da essere considerati stanze. I pavimenti, per esempio, erano in calce battuto, mentre quelli delle stanze erano in mattoni. Il Casino e tutta la difesa era un bene maggiorascale 6 che Pietro Mollo assegnò al nipote Reverendo Francesco Saverio Mollo nel L origine della famiglia è molto antica. Risale al 1278, quando Ugone Molli, cavaliere proveniente dalla città di Siena al seguito di Carlo D Angiò, arrivò in Calabria. Successivamente, alcuni membri della famiglia Mollo si stabilirono a Rossano, a Montalto, a Serrapedace. I Molli 8 di Montalto ottennero molti privilegi 9 ; nel XVI secolo avevano il Feudo e la Baronia di Pietrapaola 10. Pamphilo Mollo era uditore generale del re e da lui discesero illlustri giureconsulti, come testimonia uno scritto che padre Francesco Mollo.un frate minorita di Montalto Uffugo, stampò a Napoli nel I primi Mollo ad essere aggregati al Sedile di Cosenza furono Angelo e i suoi figli, Celso e Geronimo, nel Questo ramo si estinse sul finire del XVII secolo con Francesco Antonio, Barone di Acquaformosa. Nel 1795 i fratelli Saverio e Raffaele Mollo di Serrapedace, dimostrando l appartenenza alla stessa famiglia, ottennero la reintrega al Sedile 11. Della famiglia Mollo di Pedace Serra, l albero geneaologico che abbiamo consultato 12 risale al 1565, ad uno dei Giovanni Stefano, ed include numerosi nobili patrizi della provincia di Cosenza. 4 Nel 1891, il 15 Novembre, il perito Francesco Scola di Cosenza fa un inventario delle proprietà della Sila di Mollo per dividerle tra 4 eredi. È un interessante documento che si preoccupa di classificare e valutare non solo la terra e le fabbriche in generale, ma perfino le travi, le porte, i pavimenti. (Archivio Mollo). 5 È una delle indicazioni quasi chiare dei confini delle proprietà Mollo che, come la maggior parte delle terre della Sila, venivano racchiusi da limiti molto approssimati e che nel tempo potevano essere spostati, alterati facilmente. 6 Alcuni atti dell Archivio Mollo, uno redatto il 2 giugno del 1721 dal notaio Terracina, un altro del 7 giugno dello stesso anno del notaio Cava, descrivono molto bene le attività della difesa di Fallistro in quegli anni. Il secondo di questi atti è una dichiarazione che Don Stefano Mollo fu tenuto a fare al Presidente della Regia Camera, D. Giuseppe Mercader, che venne in Sila per una transazione. In questo stesso documento viene attestato che Fallistro era un bene maggiorascale e perciò trasmesso ai primogeniti dei Mollo. 7 Nei numerosi atti consultati, da quelli di acquisto alle rivele, si parla di emancipazione. Nei tempi di cui parliamo, rigidamente patriarcali, nessuno dei figli poteva acquistare, vendere, decidere alcunché, se non si era affrancato della patria potestà, che poteva durare anche tutta la vita. Era necessario un atto pubblico redatto da un notaio ed il consenso del padre, affinché si realizzasse l emancipazione. 8 Negli atti consultati, nei documenti storici, nelle pergamene, i personaggi della famiglia vengono indicati a seconda del sesso e del numero come Mollo, Molli, Molla, Molle, declinando alla maniera latina il cognome, secondo l uso di quei tempi. 9 Archivio Geneale di Simancas, in Spagna. 10 Archivio di Stato di Palermo, Commenda della Maggione, Processo Gerosolimitano di Sigismondo Pilo. 11 Archivio di Stato di Cosenza, notaio Trocini. 12 Scorrendo nell albero genealogico di Mollo, intorno al 600 si incontrano personaggi notissimi di Cosenza e della Presila, che hanno segnato la storia dei casali e della Sila.

3 Nella seconda metà del 700 Saverio Mollo sposa Maria Vittoria Brunetti, baronessa di Brunetto 13, che nel 1798 con atto notarile dona al figlio primogenito Vincenzo Maria il titolo e il feudo di Brunetto con tutte le sue prerogative 14. Vincenzo Maria Mollo è stato sicuramente il personaggio della prima metà del 1800 più noto ed in vista di Cosenza, di cui fu più volte sindaco. Di lui parla Alexandre Dumas 15, che fu suo ospite, e Michel Tenore, un botanico viaggiatore che nel 1826, a capo di una spedizione scientifica lo conobbe ed apprezzò 16. Egli operò come sagace amministratore e presidente di molti enti, provvedendo alla costruzione di opere di pubblica utilità. Tra esse, testimonia anche Tenore, ci fu il Teatro Real Ferdinando, uno dei più bei teatri della provincia, alla cui costruzione contribuì Vincenzo Maria Mollo con le proprie finanze. Alcuni suoi interventi mirarono anche alla valorizzazione dell altopiano Silano, che comprendeva numerose e floride masserie, tra le quali quella di Fallistro. Nella masseria di Fallistro si praticava l avvicendamento delle terre sulle quali veniva coltivato il foraggio per gli animali da soma, che servivano al trasporto dello stesso, il quale ammontava nel 1721 a 120 some, del grano germano prodotto e di tutto ciò che occorreva ai coloni e ai foresi 17. Altre terre erano adibite a pascolo per i buoi e per un gregge di ben 1200 pecore. La serra d acqua utilizzava le acque del Neto, che dovevano essere più abbondanti di quanto lo siano attualmente, per produrre tavole. Non sempre però funzionava. Anzi, si precisa nei documenti già citati nelle note, che una parte delle terre di Fallistro in alcune annate non veniva affittata proprio perché serviva ai buoi della serra che, evidentemente, trasportavano i tronchi, le tavole ed erano utili anche ai comodi degli operai addetti alla serra stessa. Le tavole ricavate dalla serra, munita di regolare licenza, venivano imbarcate nella marina di Corigliano. A Fallistro l acqua era abbondandissima per la presenza del fiume Neto, del fiume Garopato e di numerose sorgenti e fontane, quella Della Pietra, Delle 7 Acque, Della Tromba 18. Si operò nel 600 e nel 700 il taglio di moltissimi alberi in tutta la Sila, soprattutto per ricavarne tavole e legna, per guadagnare terre da coltivare. 13 Quello di Brunetto era un feudo rustico, di cui ve ne era soltanto un altro in Calabria, quello di Ricciulli di Rogliano. Il Feudo di Brunetto si estendeva dalla zona di Dipignano e costituiva una parte delle vaste proprietà di Vincenzo Maria Mollo, che comprendevano Flaviano con uliveti e frutteti nella zona di Falconara e le terre delle Sila, i palazzi di Cosenza e proprietà viciniori, alcune delle quali acquisite dalla vendita dei beni ecclesiastici. Un libro di Pellicano Castagna (Le ultime intestazioni feudali in Italia, Editore Effemme, Chiaravalle Centrale, 1978) racconta proprio di questi fatti. 14 Atto per notaio T. M. Adami, Nell atto di donazione Vittoria Brunetto stabilisce tra l altro sopra li suddetti beni in perpetuo maiorascato primo geniale a favore di esso Don Vincenzo, ed il di lui figlio primogenito e cossì del primogenito di quello in perpetuum, ed infinitum sempre riserbata alli primogeniti pro tempore, o a chi ne farà la figura la proprietà, e l amministrazione de beni accennati colli suddetti pesi a favore de secondogeniti. (Archivio Mollo) 15 Si tratta del grande scrittore Alexandre Dumas, che, viaggiatore del Gran Tour, venne nella nostra regione e scrisse il suo Viaggio in Calabria. In un altro suo libro Le capitaine Arena ne fa un brillante encomio. 16 Michele Tenore, un botanico che ideò e promosse la realizzazione dell orto Botanico di Napoli, compì un viaggio nella Calabria per arricchire l erbario Napoletano e scrisse un diario di quel viaggio. A Cosenza conobbe Vincenzo Maria Mollo e ne fu ospite. Si veda diffusamente Vittorio Cappelli, 1998, Sguardi, Edizioni Rubbettino. 17 Lavoratori forestieri. 18 Archivio Mollo, Pianta topografica delle difese denominate A. Neto, B. Fallistre.

4 Numerosi provvedimenti vennero emessi dal governo di Napoli per limitare tale distruzione, certo non per spirito eco-naturalistico, ma per avere a disposizione il legname necessario per la costruzione di vascelli per la marina. Nell Archivio di Mollo esiste un banno del Preside Vincenzo Dentice del 1789, che da Cosenza ordinava di non ardire di tagliare nessun albero della Sila Regia e Badia di San Giovanni in Fiore. Gli stessi alberi di boschi fittissimi a Fallistro venivano utilizzati per l estrazione della pece, bianca o nigra e per le nevi. La foresta vicino al Casino, però, venne mantenuta intatta per secoli, protetta fino agli anni più recenti dai Mollo, i quali promossero perfino le ultime decisioni che portarono all istituzione della riserva naturale biogenetica I Giganti della Sila. Un interessante articolo di un fuzionario forestale testimonia l impegno della famiglia Mollo per il destino di quest ultima barriera del bosco contro le ingiurie del tempo e dell uomo. E così la foresta con i suoi pini, colonnato di un antico tempio, si erge ancora 19! Le terre di Fallistro servivano anche alla transumanza delle mandrie di pecore possedute dai Mollo. Durante la stagione estiva esse stazionavano nelle terre della Sila e poi si spostavano verso la marina ionica su terre di Cropalati, Cariati, Calopezzati 20, dove veniva anche venduta una parte del bestiame È interessante osservare come la transumanza avvenisse tra la Sila e la marina ionica, probabilmente su terre in affitto, e non verso le terre del versante tirrenico, in prossimità di Falconara, su cui i Mollo avevano il possedimento di Flaviano, perché le mandrie per spostarsi dalla Sila al Tirreno avrebbero dovuto attraversare due montagne con notevoli disagi e diverse perdite che, probabilmente, compensavano la spesa d affitto dei pascoli Un attività importante del latifondo Mollo e di Fallistro in particolare, è stata quella della Filanda della seta, che funzionò a pieno ritmo fino all Unità d Italia. La materia prima giungeva a Fallistro dai gelsi e dalle digatterie di Dipignano. Poi la seta, confezionata in balle di fieno grezzo, veniva inviata a Napoli, e da lì smistata nei mercati esteri più vantaggiosi, Marsiglia, Londra, Lione. Un carteggio costituito da una fitta corrispondenza tra i baroni Mollo, Vincenzo Maria fino al 1849 e a suo figlio Stefano dal 1850 in poi, e i signori D. Carlo Forquet e L. Giusso di Napoli, documenta l attività della filanda di seta con tutte le operazioni connesse alla sua spedizione e commercializzazione 21. Si parla delle terre adibite alla coltivazione del gelso, del raccolto più o meno abbondante a seconda delle annate, degli ammodernamenti della fabbrica, della produzione di nuovi tipi di seta come l organzina, la seta molle, il setone. In queste lettere si leggono espressioni di cortesiae formule commerciali oltre che conteggi e prezzi del prodotto-seta. Si legge ancora che 19 L Italia Forestale e Montana, marzo-aprile Anno L, n. I L articolo richiamato dice che nel 1987, con il dec. N 426 del 21 luglio, venne istituita la riserva biogenetica I Giganti di Fallistro per mezzo dell interessamento della baronessa Paola Mollo e dell Amministratore delle Foreste Demaniali in Sila, Mario Ciolli. L O.V.S. in seguito all esproprio delle terre della Sila, concesse questo lembo di terra ad un coltivatore diretto e le piante rischiarono la rovina fino a che l attenzione del C.N.R., dell Università della Calabria, della Direzione generale delle Foreste Demaniali, i Ministeri preposti non si interessarono ai pini larici e aceri montani di Fallistro. Il prof. Orazio Ciancio ne fece uno studio approfondito, dal quale emerse che le 56 piante, di oltre 1000 metri cubi, avevano 5 secoli di età. 20 Archivio Mollo. 21 Archivio Mollo.

5 si trasformerà il filato da quattro in cinque (fili), con scrupolosità, cercando di incrementare il lavoro, stante i buoni prezzi di mercato, del doppio e forse del triplo (apportando) espedienti opportuni all oggetto, incoraggiati dalle notizie sui buoni prezzi di mercato per la vendita della seta all estero. Le navi, vapori che imbarcavano la seta corredata di regolare polizza di carico nella rada di Paola in genere il sedici di ogni mese, si chiamavano Maria Antonietta o Duca di Calabria. Una delle tante casse di seta imbarcate era composta di mazzi 417, matasse 2502 e veniva classificata in organzina, seta, molle, setone. La filanda, testiomoniano alcune lettere, funzionava con 24 formelle avendola provveduta di scelte maestre e di un buon direttore ed ancora di portafili di cristallo, comprati a Napoli per tramite dei signori Forquet e Giusso ed avuti attraverso il barone Collice. Traspaiono da queste lettere l orgoglio del barone di produrre in modo preciso la seta della più fine e bella qualità che qui si fabbricano, e la sua onestà, tanto da avvertire sulla quantità e sulle differenze di prodotto spedito. Nel mezzo di essa cassa si dice in una delle lettere ai signori di Napoli troverete posta divisa dall altra picciola quantità di seta di colore un poco più oscuro di quella, ma perfettamente simile nella filatura e tutt altro. La filanda di Fallistro, tuttora un grosso fabbricato rettangolare, era una moderna fabbrica con un locomobile a vapore di marca francese 22, che serviva a muovere i manganelli, una caldaia per riscaldare le bacinelle ed un camino che consentiva di riscaldare fino a gradi, l ambiente. Una vasca enorme alimentava all esterno la filanda. Vi lavoravano maestre, sbattitrici, scarnatrici, discepole. Gli uomini erano pochissimi, il macchinista, il fuochista, il sorvegliante. La fabbrica funzionava anche di notte per 75 giorni di seguito, con turni di 12/16 ore. Le lavoranti erano tutte di fuori e guadagnavano pochissimo (Petrusewicz, 1990) 23. Le simpatie borboniche dei Mollo non giovarono certo alle loro attività che, dopo il 1860, furono colpite da una grave crisi che investì soprattutto la filanda la quale fu anche al centro di alcune controversie che ne accelerarono la rovina. Ritroviamo la filanda trasformata in albergo nel 1913, quando i costruttori Emilio Vigna e Giovanni Parise vi ricavarono otto appartamenti, che vennero occupati nello stesso anno, sulla scia della valorizzazione della Sila luogo di Villeggiatura, iniziata proprio in quegli anni. L attività della Pensione Fallistro, interrotta nel periodo della guerra, fu ripresa nel Negli anni 50 la Riforma agraria determinò, come per gli altri grandi proprietari silani, la riduzione e l esproprio di tante terre dei Mollo. La filanda negli anni intorno al 1960 fu concessa da Eduardo Mollo, nonno degli attuali proprietari, a suor Elena Aiello, la Monaca Santa nota e tanto benvoluta a Cosenza per la sua carità, che vi portò per molti anni le sue ragazze ad estivare. Il casino da allora viene usato saltuariamente dai Mollo che hanno in animo il suo restauro. 22 I proprietari conservano le ruote della locomobile. 23 La filanda fu al centro di una controversia con un altro proprietario della Sila. Nel 1879 ritornò nel possesso dei Mollo.

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI TECNICHE IN USO NEL SETTORE ECONOMICO - IMMOBILIARE.

GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI TECNICHE IN USO NEL SETTORE ECONOMICO - IMMOBILIARE. GLOSSARIO DELLE DEFINIZIONI TECNICHE IN USO NEL SETTORE ECONOMICO - IMMOBILIARE. GLOSSARIO DEI TERMINI IMMOBILIARI SEZIONE I: FABBRICATI ED AREE EDIFICABILI SEZIONE II: TERRENI AGRICOLI SEZIONE III: COLTURE

Dettagli

San Benedetto Belbo. altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel. 0173/79.61.

San Benedetto Belbo. altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel. 0173/79.61. PIERO FRIGGERI - Comunità Montana di Bossolasco - Etnografia e Storia San Benedetto Belbo altitudine m. 637 Superficie: km² 4,97 Abitanti: 215 (nel 1961 abitanti 282) Municipio: v. Fratelli Cora, 1 - tel.

Dettagli

Traduzione di e adattamento di Guido Aprea

Traduzione di e adattamento di Guido Aprea Traduzione di e adattamento di Guido Aprea Versione 1.0 gennaioo 2004 http://www.gamesbusters.com e-mail: info@gamesbusters.com NOTA. La presente traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento

Dettagli

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint.

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. ESCURSIONI DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. Alla scoperta dei colli di Barga Questa è l escursione ideale per chi vuole scoprire senza

Dettagli

Complesso Reniccioli

Complesso Reniccioli Complesso Reniccioli Alcune informazioni sui restauri del complesso Reniccioli. Il primo restauro effettuato sotto la direzione dell arch. A. Tosatti, nel 1970 riporta allo splendore iniziale, la villa.

Dettagli

SCOPRENDO MINERBIO CLASSE 4 D SCUOLA PRIMARIA MINERBIO

SCOPRENDO MINERBIO CLASSE 4 D SCUOLA PRIMARIA MINERBIO SCOPRENDO MINERBIO CLASSE 4 D SCUOLA PRIMARIA MINERBIO CASETTE RURALI Case rurali costruite nel 1936 in epoca fascista interno semplice composto da: bagno-cucina-camera da letto e un salottino (tutto di

Dettagli

LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA

LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA LE ACQUE A BOLOGNA CARTIGLI LUNGO GLI ANTICHI PERCORSI D ACQUA DI BOLOGNA 2 1_Grada / su Cancello Grada In seguito ad accordi con alcuni privati, nel 1208 il Comune di Bologna fece costruire una nuova

Dettagli

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA

BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA BIBLIOTECA DEL SENATO E MINISTERO DELLA DIFESA: UNA COLLABORAZIONE DECENNALE IN NOME DELLA CULTURA di Ada Fichera 70 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 1/2014 Un antichità avvolgente e un fascino singolare connotano

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

LA RISORSA LEGNO: VALORE SIMBOLO E SEGNO IDENTITARIO PER LA GENTE DELLE MONTAGNE

LA RISORSA LEGNO: VALORE SIMBOLO E SEGNO IDENTITARIO PER LA GENTE DELLE MONTAGNE LA RISORSA LEGNO: VALORE SIMBOLO E SEGNO IDENTITARIO PER LA GENTE DELLE MONTAGNE Dal Neolitico al XX secolo le case alpine erano costruite su un fungo di pietra a secco. Tutto il resto, era in legno. Le

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Capodimonte. Fonte Wikipedia

Capodimonte. Fonte Wikipedia Capodimonte Fonte Wikipedia Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, fu progettato dagli architetti Giovanni Antonio Medrano e Antonio Canevari ubicato all'interno della reggia omonima,

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Rif. ACS165 205.000 APPARTAMENTO AMBASCISTORE

Rif. ACS165 205.000 APPARTAMENTO AMBASCISTORE Rif. ACS165 205.000 APPARTAMENTO AMBASCISTORE La seguente Offerta Immobiliare tratta la vendita in una porzione di fabbricato sita in un Borgo completamente ristrutturato ubicato all'interno delle dolci

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

COMUNE DI BERZO INFERIORE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI BERZO INFERIORE PROVINCIA DI BRESCIA Approvato con deliberazione consiliare n. 23 del 26/09/2013 COMUNE DI BERZO INFERIORE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L USO E LA MANUTENZIONE DI CASCINE MONTANE, NONCHE USO CIVICO DEI PASCOLI DEMANIALI

Dettagli

MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA

MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA MEMORIE DI UNA GUERRA PER LA PREPARAZIONE DI UNA SECONDA COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO *** Su concessione dell Archivio storico del Comune di Cortina d Ampezzo 1915 2015 CENTENARIO GRANDE

Dettagli

Eraldo Canegallo. Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano

Eraldo Canegallo. Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano Eraldo Canegallo Anno Domini 1630 Quando la peste si fermò a Podigliano Sant Agata Fossili Dicembre 2001 Introduzione La presente ricerca si riferisce alla parrocchia di Sant Agata, sita nel comune di

Dettagli

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3

Indice MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI. Premessa... 3 MAGNIFICA COMMUNITAS PODII RAINALDI Indice Premessa... 3 SECOLI X XI XII L egida edificatrice dei conti di Ventimiglia... 11 Villa Giunco... 14 Podium Rainaldi... 18 La decadenza dei Conti... 20 SECOLO

Dettagli

VILLA ANGELICA. (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba

VILLA ANGELICA. (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba VILLA ANGELICA (Palazzo Salvatore) di Natale Palomba La villa Angelica, utilizzata da lord Hamilton per le sue escursioni sul Vesuvio, si trova tra Torre del Greco e Torre Annunziata, al numero civico

Dettagli

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO

3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO 3C) MULINI COMUNITA DI CUTIGLIANO SK 11) CUTIGLIANO/MELO Anno 1781 Mulino di Gallina Località: Rio Piastroso Fiume: Dx Rio Piastroso Palmenti: 2 1781, Arch. Stor. S. Marcello, Lettere e Negozi, Vol. 799

Dettagli

La villa Arca del Santo di Anguillara

La villa Arca del Santo di Anguillara La villa Arca del Santo di Anguillara Veneta è stata per oltre tre secoli la sede locale della Ven. Arca del Santo di Padova, l Istituzione padovana creata per gestire il patrimonio della Basilica di S.

Dettagli

Piazza Rosè Valmadrera (LC)

Piazza Rosè Valmadrera (LC) Piazza Rosè Valmadrera (LC) La Cascina Don Guanella si trova a Valmadrera in una località chiamata Piazza Rosè Dista solo 3,1 Km dalla Casa Don Guanella: 9 min circa in auto Piazza Rosè è un antica cascina,

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

IL ROMANZO GLI AMBIENTI DI VENEZIA

IL ROMANZO GLI AMBIENTI DI VENEZIA IL ROMANZO GLI AMBIENTI DI VENEZIA IL GHETTO Matteo Rossi...Oltrepassata la porta assai poco illuminata del ghetto, unico contatto con il mondo esterno, fu scosso da un brivido lungo la schiena. In quel

Dettagli

Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate

Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate Il titolo 51 del Titolario generale postunitario Strade ferrate si compone di 1017 fascicoli, contenuti in 26 buste,

Dettagli

Villa di lusso in vendita a Prato. www.villecasalirealestate.com/immobile/417/villa-di-lusso-in-vendita-a-prato. Area Comune Provincia Regione Nazione

Villa di lusso in vendita a Prato. www.villecasalirealestate.com/immobile/417/villa-di-lusso-in-vendita-a-prato. Area Comune Provincia Regione Nazione Rif 0417 Villa di lusso in vendita a Prato www.villecasalirealestate.com/immobile/417/villa-di-lusso-in-vendita-a-prato Trattativa Riservata Area Comune Provincia Regione Nazione La Calvana Prato Toscana

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI LINGUA CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO ALUNNO 1 PROVA DI COMPRENSIONE DEL TESTO Leggi

Dettagli

Superficie commerciale: Mq. 73,00. Canone annuo: unità immobiliare non locata. Condominio: Si

Superficie commerciale: Mq. 73,00. Canone annuo: unità immobiliare non locata. Condominio: Si STUDIO TECNICO GEOMETRA MICHELE COSTANZO COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA RELAZIONE TECNICA del 26-09-2012 Settore Ambiente e Patrimonio Ufficio Patrimonio Codice Elenco Patrimonio Comunale: n. Provincia:

Dettagli

ELEMENTI DI RISORSA. Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato

ELEMENTI DI RISORSA. Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato ELEMENTI DI RISORSA Albero monumentale Filare Piantata Doppio filare / Viale alberato Giardino storico o di pregio Zona boscata / Verde di pregio Macero Siepe Pilastrino Edificio di culto Torre / Ed. fortificato

Dettagli

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO)

Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Domanda C.1.1 (risposta SI/NO) Secondo lei, le colate di fango possono essere causate da piogge di lunga durata e continue? Tipologia di risposta Numero di risposte SI 87 NO 5 NON SO 8 Non risponde 0 Pagina

Dettagli

Provincia di COSENZA - Comune di APRIGLIANO Piano Particellare d'esproprio Foglio n. 58

Provincia di COSENZA - Comune di APRIGLIANO Piano Particellare d'esproprio Foglio n. 58 Provincia di COSENZA - Comune di APRIGLIANO Piano Particellare d'esproprio Foglio n. 58 mq mq mq /mq mq x 1 PERRI SANTO nato a PARENTI (CS) il 16/04/1927 Proprietà 536 17619,0 17090,43 0,0 17619,0 0,0

Dettagli

PALAZZINA DELL OROLOGIO

PALAZZINA DELL OROLOGIO Un illustre dimora che gode da secoli di fascino e splendore. In Italia non sono molte le residenze d epoca ricche di charme bellezza e di un glorioso passato come Villa Reale. L eleganza senza tempo dell

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna La costruzione del nuovo Arcispedale avvenne in gran parte tra il 1912 e il 1914 Primo lotto - A partire dall aprile 1912 furono realizzati i due gruppi di padiglioni doppi con la relativa galleria a due

Dettagli

dinamismo ed un forte processo d'innovazione e di promozione delle produzioni sui mercati nazionali ed

dinamismo ed un forte processo d'innovazione e di promozione delle produzioni sui mercati nazionali ed Giunta Provinciale Presidente Gerardo Mario Oliverio Gerardo Mario Oliverio è nato a San Giovanni In Fiore (CS) il 4 gennaio 1953. Eletto Presidente della Provincia di Cosenza per la coalizione di centrosinistra

Dettagli

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno)

COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COMUNE DI ALBANELLA (Provincia di Salerno) COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 78 Del 02-08-2013 Oggetto: Festeggiamenti 100 anni Sig.ra De Rosa Antonia L'anno duemilatredici il giorno due

Dettagli

Il Giardino della Kolymbetra: : tutela e valorizzazione di un paesaggio culturale

Il Giardino della Kolymbetra: : tutela e valorizzazione di un paesaggio culturale Collegio dei Filippini - Agrigento, 9 Marzo 2012 Il Giardino della Kolymbetra: : tutela e valorizzazione di un paesaggio culturale maria.ala@unipa.it Maria Ala Dipartimento DEMETRA Università di Palermo

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

Meucci Mercatale di Vernio, Prato

Meucci Mercatale di Vernio, Prato Meucci Mercatale di Vernio, Prato NON FAR SCORRERE L ACQUA INUTILMENTE IL SISTEMA MEUCCI L impianto prende il nome dalla ex Fabbrica Meucci, in quanto si trova all interno del parco Comunale dell Albereta

Dettagli

LE CAVETTE DI BAUXITE DI SPINAZZOLA NELLE IMMAGINI D ARCHIVIO: UNA SCOPERTA CHE VIVE NEL RICORDO

LE CAVETTE DI BAUXITE DI SPINAZZOLA NELLE IMMAGINI D ARCHIVIO: UNA SCOPERTA CHE VIVE NEL RICORDO Ricerche Speleologiche - Anno 2006 n. 1 MANLIO PORCELLI* * Centro Altamurano Ricerche Speleologiche LE CAVETTE DI BAUXITE DI SPINAZZOLA NELLE IMMAGINI D ARCHIVIO: UNA SCOPERTA CHE VIVE NEL RICORDO 1. Premessa

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE

ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE DI FIRENZE Nel 1882, su impulso delle amministrazioni locali, dell Accademia dei Georgofili, della Società Toscana di Orticoltura e di alcuni istituti di credito, un decreto

Dettagli

Modello Alto Adige per lo sviluppo rurale. 29. Novembre 2013 Zöschg Matthias

Modello Alto Adige per lo sviluppo rurale. 29. Novembre 2013 Zöschg Matthias Abteilung 32 - Forstwirtschaft Ripartizione 32 Foreste Modello Alto Adige per lo sviluppo rurale 29. Novembre 2013 Zöschg Matthias Modello Alto Adige per lo sviluppo rurale Il ruolo e funzioni del maso

Dettagli

2. NUMERO DA INDOVINARE

2. NUMERO DA INDOVINARE 1. L ASINO DI TOBIA (Cat. 3) Tobia è andato in paese ed ha acquistato 6 sacchi di provviste. Li vuole trasportare con il suo asino fino alla sua casa sulla cima del monte. Ecco i sacchi di provviste sui

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

ZAMEK (CHATEAU) DI HLUBOKÀ NAD VLTAVOU

ZAMEK (CHATEAU) DI HLUBOKÀ NAD VLTAVOU ZAMEK (CHATEAU) DI HLUBOKÀ NAD VLTAVOU Chateau di Hlubokà Nad Vltavou nel XXI secolo Lo chateau di Hlubokà venne fatto costruire come castello gotico con finalità di difesa a metà del XXIII secolo ed essendo

Dettagli

LE CENTRALI ELETTRICHE

LE CENTRALI ELETTRICHE Le centrali elettriche sono impianti industriali utilizzati per la produzione di corrente elettrica L 8 marzo 1833 è una data storica per la produzione di corrente elettrica in Italia, perché a Milano

Dettagli

Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza

Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza Il testo è tratto da: Architettura religiosa in Ortigia di Lucia Acerra stampato nel 1995 da: EDIPRINT Chiesa di san Leonardo o san biagio piazza Cavalieri di Malta Posta nella piazzetta dei Cavalieri

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

TITOLO 28 TESORO E CASSE PUBBLICHE

TITOLO 28 TESORO E CASSE PUBBLICHE TITOLO 28 TESORO E CASSE PUBBLICHE 1739 28.1.1 Contiene: 1894-1948 fasc.1: Vendita di diversi oggetti esistenti nei magazzeni comunali ; 1894-1948 1740 28.1.1 Contiene carteggio generale, con opp. a stampa.

Dettagli

Azienda Agricola Agri2000

Azienda Agricola Agri2000 Azienda Agricola Agri2000 Sezione anagrafica Nome Produttore: Paola Carnino e Carlo Maritano (foto 1) Indirizzo: Strada dei Pautassi S. Ambrogio Data inizio attività: 1996 1 Tipologia di conduzione e numero

Dettagli

Stazioni e binari: un mondo da scoprire

Stazioni e binari: un mondo da scoprire Stazioni e binari: un mondo da scoprire LE CASE E LE SCARPE DEI TRENI Nell Europa di oggi tutti possiamo viaggiare liberamente, e per questo i treni sono importantissimi. Ma dove andrebbero i treni senza

Dettagli

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo

Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Conflitti e ridefinizione del quadro geopolitico fra XVII e XVIII secolo Guerre e rivolte del XVII secolo italiano 1613-1617 / Prima guerra del Monferrato: Savoia e Venezia contro Gonzaga e Spagna; Monferrato

Dettagli

SEAT Leon TDI 15.550 199 /mese TAN 2,99% TAEG 4.96% per 60 mesi con 4 anni di Garanzia

SEAT Leon TDI 15.550 199 /mese TAN 2,99% TAEG 4.96% per 60 mesi con 4 anni di Garanzia Pagina 1 di 6 Home Chi Siamo Contatti Disclaimer & Copyright Pubblicità SEAT Leon TDI 15.550 199 /mese TAN 2,99% TAEG 4.96% per 60 mesi con 4 anni di Garanzia Notizie Acri Aiello Calabro Albidona Alessandria

Dettagli

Confronto fra la casa di ieri ed oggi

Confronto fra la casa di ieri ed oggi Confronto fra la casa di ieri ed oggi A cura di: Turatti Manuele, Zennaro Carlo, Gagliardo Pier Francesco LE CASE RURALI ANTICHE La casa rurale tradizionale veneta è stata costituita quasi sempre da un

Dettagli

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Marinaccio Il Colombario Costantiniano è situato nel

Dettagli

FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013

FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013 FEDE E ISTITUZIONI: I luoghi del sacro a Imola nello spazio e nel tempo 17 febbraio 2013 1797-1810: l assetto delle istituzioni religiose imolesi viene radicalmente modificato durante la dominazione francese

Dettagli

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line

GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line GRUPPO AMICI DEL PRESEPE Monte Porzio Catone www.presepitalia.it Corso Presepistico on-line LA PROSPETTIVA Indice Indice... 1 -Cenni sulla prospettiva e rispetto delle proporzioni.... 2 Amici del Presepe

Dettagli

(Reggio Calabria) (da copia trascritta del 3 ottobre 1843) C A S E R T A D. G. V. D. G. V. Documento conservato presso:

(Reggio Calabria) (da copia trascritta del 3 ottobre 1843) C A S E R T A D. G. V. D. G. V. Documento conservato presso: ATTO NOTARILE DI RICONOSCIMENTO - Benificio di S. Antonio Abate - Montebello Ionico (Reggio Calabria) 15 settembre 1730 (da copia trascritta del 3 ottobre 1843) C A S E R T A D. G. V. D. G. V. COPIA TRASCRITTA

Dettagli

LA CARTA. inoltre questo prodotto può essere arricchito da collanti, cariche minerali, coloranti ed additivi diversi.

LA CARTA. inoltre questo prodotto può essere arricchito da collanti, cariche minerali, coloranti ed additivi diversi. Area Comunicazione CARTA E CARTONE COS' E' COmE SI RACCOGLIE COSA DIVENTA LA CARTA Nata come strumento per comunicare, oggi circa la metà della carta utilizzata nella nostra società è destinata agli imballaggi.

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Giovanni Kezich. http://www.museosanmichele.it/

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Giovanni Kezich. http://www.museosanmichele.it/ FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo degli usi e costumi della gente trentina a colloquio con Giovanni Kezich http://www.museosanmichele.it/ Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina

Dettagli

lucamaroni@lucamaroni.com www.lucamaroni.com

lucamaroni@lucamaroni.com www.lucamaroni.com LA STORIA DEL RITROVAMENTO E DEL REIMPIANTO DELLA VIGNA DI LEONARDO DA VINCI A MILANO NELLA CASA DEGLI ATELLANI DI LUCA MARONI Luca Maroni, analista sensoriale, enologo, autore ed editore dell Annuario

Dettagli

Vittorio Fiore e sua moglie Adriana Assjè di Marcorà acquistano sulla collina di Ruffoli, nel Comune

Vittorio Fiore e sua moglie Adriana Assjè di Marcorà acquistano sulla collina di Ruffoli, nel Comune LA STORIA PODERE POGGIO SCALETTE diventa una azienda vitivinicola autonoma nel 1991, quando Vittorio Fiore e sua moglie Adriana Assjè di Marcorà acquistano sulla collina di Ruffoli, nel Comune di Greve

Dettagli

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Nave San Rocco Provincia autonoma di Trento Via 4 vembre, 44 38010 NAVE SAN ROCCO 0461/870641 0461/870588 www.comune.navesanrocco.tn.it sindaco@comune.navesanrocco.tn.it F853-4139 - 24/08/2015-6.9

Dettagli

NOBILTÀ INDICE GENERALE ANNO 2006. Ricordando il mio Maestro: S.E. Don Vicente de Cadenas y Vicent (1915-2005). 7

NOBILTÀ INDICE GENERALE ANNO 2006. Ricordando il mio Maestro: S.E. Don Vicente de Cadenas y Vicent (1915-2005). 7 NOBILTÀ INDICE GENERALE ANNO 2006 LETTERE AL DIRETTORE E COMUNICAZIONI DELLA DIREZIONE. 2, 130, 258, 386, 514 ASSOCIAZIONI. 131, 259, 390, 514 CONVEGNI, CONGRESSI E INCONTRI. 395, 516 CRONACA. 4, 132,

Dettagli

PER NOI, UN COLPO DI FULMINE VETRICHINA IL CASALE

PER NOI, UN COLPO DI FULMINE VETRICHINA IL CASALE IL CASALE VETRICHINA Gli attuali proprietari di Vetrichina, Enzo e Patrizia Gazzo, di origine ligure. In passato la dimora è stata un elegante relais. PER NOI, UN COLPO DI FULMINE 6 IL MIO CASALE Dalle

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO quando tradizione, passione e innovazione diventano sapere d impresa 1 L azienda agricola L azienda agricola biologica Nicola Romano si trova nel Parco Nazionale

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE

SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE Decreto Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 o Legge 22 aprile 1941 n. 633 Comune Località Classe Vincolo Tipo Vincolo N Tutela MODENA Tre Olmi MONUMENTALE

Dettagli

I GIORNO: Ore 14.30 Arrivo e sistemazione presso la struttura alberghiera Hotel****Casarossa

I GIORNO: Ore 14.30 Arrivo e sistemazione presso la struttura alberghiera Hotel****Casarossa Fondata da coloni Greci provenienti dalla regione dell Acaia alla fine dell VIII secolo a.c., Crotone fu una delle più importanti città della Magna Grecia. Situata sul versante est della Calabria, più

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923

Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 Alexandre Gustave Eiffel Digione, 15 dicembre 1832 Parigi, 27 dicembre 1923 BREVE BIOGRAFIA Nato in una famiglia agiata si diplomò come ingegnere chimico e successivamente sia affermò come imprenditore.

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

TITOLO II COMUNIONI TACITE FAMILIARI IN AGRICOLTURA CAPITOLO I. Generalità

TITOLO II COMUNIONI TACITE FAMILIARI IN AGRICOLTURA CAPITOLO I. Generalità TITOLO II COMUNIONI TACITE FAMILIARI IN AGRICOLTURA CAPITOLO I Generalità 1) NOZIONE DELLA COMUNIONE TACITA FAMILIARE Si ha comunione tacita familiare nell esercizio dell agricoltura, quando più persone

Dettagli

ORARI MUSEI - PRIMAVERA 2012

ORARI MUSEI - PRIMAVERA 2012 ORARI MUSEI - PRIMAVERA 2012 Per informazioni turistiche e per ricevere materiale informativo sul Mugello rivolgersi a: Ufficio Promozione Turistica Villa Pecori Giraldi tel. 055 84527185/6 - turismo@cm-mugello.fi.it

Dettagli

Umbria Domus. Il Castello sul Lago. Agenzia Immobiliare. www.umbriadomus.it - info@umbriadomus.it. 430 mq 8 8. Castello di origine medievale.

Umbria Domus. Il Castello sul Lago. Agenzia Immobiliare. www.umbriadomus.it - info@umbriadomus.it. 430 mq 8 8. Castello di origine medievale. Umbria Domus Agenzia Immobiliare Il Castello sul Lago 430 mq 8 8 Tipologia: Contratto: Superficie: Castello di origine medievale Vendita circa 430 mq Piani: 3 Terreno: Piscina: Stato: 65.068 mq no Abitabile

Dettagli

Mulino dell Abbazia di Chiaravalle Milanese. un luogo di pace e tranquillità dove passare ore liete

Mulino dell Abbazia di Chiaravalle Milanese. un luogo di pace e tranquillità dove passare ore liete Mulino dell Abbazia di Chiaravalle Milanese un luogo di pace e tranquillità dove passare ore liete Il Mulino dell'abbazia di Chiaravalle Milanese, è un edificio storico del 1135, recentemente restaurato

Dettagli

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa

Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info www.guidemonterosa.info. Gressoney, la valle del Lys e il Monte Rosa SOCIETA DELLE GUIDE DI GRESSONEY Sede legale: Località Tache 11020 Gressoney-La-Trinité (Ao) Sede ufficio: Località Lago Gover 11025 Gressoney-Saint-Jean (Ao) Mobile +39 349 4320563 info@guidemonterosa.info

Dettagli

BORSE DI STUDIO IN RICORDO DI VINCENZO RAMOGIDA BANDO 2015

BORSE DI STUDIO IN RICORDO DI VINCENZO RAMOGIDA BANDO 2015 BORSE DI STUDIO IN RICORDO DI VINCENZO RAMOGIDA BANDO 2015 L Associazione Romana Andreolesi (ARA), grazie ad un contributo della Famiglia Ramogida, anche quest anno, ha stabilito criteri e requisiti per

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Romantica casa antica (con posteggi) nel nucleo di Gentilino in Collina d Oro

Romantica casa antica (con posteggi) nel nucleo di Gentilino in Collina d Oro Romantica casa antica (con posteggi) nel nucleo di Gentilino in Collina d Oro Gentilino fa parte del comune della Collina d'oro, che è nato nel 2004 dalla fusione di Agra, Gentilino e Montagnola. Il comune

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

CASTELLO DI ŽIDLOCHOVICE

CASTELLO DI ŽIDLOCHOVICE CASTELLO DI ŽIDLOCHOVICE Castello di Židlochovice Il castello si trova al sud-ovest della città di Židlochovice nella Moravia del Sud ed ha preso il posto della vecchia fortezza su acqua costruita intorno

Dettagli

DEMANIO MILITARE PROVINCIA OLBIA TEMPIO

DEMANIO MILITARE PROVINCIA OLBIA TEMPIO 1 DEMANIO MILITARE PROVINCIA OLBIA TEMPIO Redatto a cura del Geom. Pietro Nicola Unali 2 LEGENDA COMUNE DI ARZACHENA 01 Cala Battistoni deposito acqua COMUNE DI PALAU 02 Montiggia 02/A Faro di Punta Sardegna

Dettagli

APE 2015 - VADEMECUM

APE 2015 - VADEMECUM APE 2015 - VADEMECUM Ministero dello Sviluppo Economico Decreti attuativi del 26 giugno 2015 (Supplemento Ordinario n. 39 alla G.U. n. 162 del 15 luglio 2015) Cosa cambia per gli agenti immobiliari in

Dettagli

(CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE)

(CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE) (CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE) SPETT.LE COMUNE DI CINIGIANO P.le Bruchi, 3 58044 Cinigiano (Gr) DOMANDA DI CONTRIBUTO SULLA MISURA 6.3.3. SOSTEGNO PER LA CRESCITA DEL SISTEMA AGRICOLO, RURALE E FORESTALE

Dettagli

R EINER K NIZIA traduzione italiana e impaginazione: Michele Mura revisione: Riccardo Semino Favro La Tana dei Goblin - www.goblins.

R EINER K NIZIA traduzione italiana e impaginazione: Michele Mura revisione: Riccardo Semino Favro La Tana dei Goblin - www.goblins. R EINER K NIZIA traduzione italiana e impaginazione: Michele Mura revisione: Riccardo Semino Favro La Tana dei Goblin - www.goblins.net Firenze durante il 15 secolo. La città sta vivendo un periodo di

Dettagli

N Titolo Dimensioni (cm) Data iniziale Data finale 90 Pallari IV 36x12,5 23.06.1859 30.09.1880

N Titolo Dimensioni (cm) Data iniziale Data finale 90 Pallari IV 36x12,5 23.06.1859 30.09.1880 1859-1880: Siena I giochi nel Casino dei Nobili Franco Pratesi 06.05.2014 Introduzione In parte questo studio rappresenta il seguito di uno relativo ai decenni precedenti. (1) L ambiente in cui si cercano

Dettagli

ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE

ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO N. 140 rep. A.P di data 20.05.2015 ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE LEDRO ReLED TRA COMUNE DI LEDRO E MUSEO DELLE SCIENZE L anno 2015,

Dettagli

Martedì 10 e mercoledì 11 aprile 2007 è programmato il Servizio Fiscale a Sardagna DALLE ORE 20.00 IN ORATORIO

Martedì 10 e mercoledì 11 aprile 2007 è programmato il Servizio Fiscale a Sardagna DALLE ORE 20.00 IN ORATORIO CIRCOLO A.C.L.I. SARDAGNA SI INFORMA CHE Martedì 10 e mercoledì 11 aprile 2007 è programmato il Servizio Fiscale a Sardagna DALLE ORE 20.00 IN ORATORIO ASSISTENZA FISCALE 2007 E arrivato il tempo delle

Dettagli

Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA. Storie di uomini, alberi e animali. Dieci racconti e una riflessione. Disegni di Ernesto Roversi

Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA. Storie di uomini, alberi e animali. Dieci racconti e una riflessione. Disegni di Ernesto Roversi Gianpiero Andreatta IL BOSCO RACCONTA Storie di uomini, alberi e animali Dieci racconti e una riflessione Disegni di Ernesto Roversi Gianpiero Andreatta, Il bosco racconta Copyright 2014 Edizioni del Faro

Dettagli

Prova cantonale di storia anno scolastico 2005-06

Prova cantonale di storia anno scolastico 2005-06 Prova cantonale di storia anno scolastico 2005-06 Allievo: Punti: La popolazione europea dal 1700 al 1900 1700 1750 1800 1850 1900 Milioni di abitanti 125 145 195 290 420 450 425 400 375 350 325 300 275

Dettagli

Sintesi sul QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO

Sintesi sul QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO Sintesi sul QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI DIFESA DEL SUOLO 1. Quadro normativo statale Il Parlamento italiano è intervenuto circa 20 anni fa con una legge organica, la legge 18 maggio 1989, n. 183 Norme

Dettagli