indebolire l'organizzazione sindacale ricorrendo segnatamente a misure di pressione sui suoi iscritti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "indebolire l'organizzazione sindacale ricorrendo segnatamente a misure di pressione sui suoi iscritti"

Transcript

1 Doc. informativi

2 Segretariato Cantonale Vra 5 Baiestrz l9 Cf-l-690 I Lugano oîgantzaztone cristiano-sociale trctnese icl 09192i iax A ?, 65 ccp segretanato can www,ocst corn Consiglio di Amministrazione Casino Lugano SA Via Stauffacher 1 co Lugano Ns. rif. MR meinrado. Vs. rif. Lugano, 7 luglio 2011 Rapporti di collaborazione Egregio Signor Presidente, Egregi Signori Membri del Consiglio di amministrazione, in occasione dell'incontro del 24 maggio u.s, avevamo sollevato e commentato i temi principali, che sono fonte di controversia e di attrito tra il Casino e le ot ganizzazio n i s ind a ca I i. All'impegno da voi assunto di approfondire le considerazioni e le proposte da noi formulate avete dato seguito dedicandovi la seduta del Vostro Consiglio del 17 giugno u.s., le cui conclusioni ci sono state comunicate con una lettera datata 30 giugno e giuntaci ieri. Dal suo esame non rileviamo purtroppo nessun segnale tangibile che indichi la volontà di regolare gli aspetti da noi evidenziati e di ripristinare rapporti di autentica collaborazione. Eccettuato qualche leggero scostamento, la vostra presa di posizione si limita essenzialmente ad avvalorare la linea e le scelte finora operate dal Casino. Anche alcune vicende recenti vengono a confermare l'intendimento indebolire l'organizzazione sindacale ricorrendo segnatamente a misure di pressione sui suoi iscritti Spiacenti per l'assenza di un prospettabile spazio di dialogo efiettivo, non oossiamo che considerare concluso il tentativo di riavvicinamento, agevolato dalla mediazione iniziale del lod.le Municipio di Lugano. Segretariati Regionali: Bellinzona - Biasca Chiasso Gt cnc Lamone - Locarnc - Luqano if endrisir:

3 Per qualsiasi richiesta o vertenza, seguiremo in futuro la via contrattuale o legale, senza escludere I'impiego di misure sindacali, Con il rammarico di non avere potuto riannodare relazioni di collaboraztone, porgiamo i piu distinti saluti. OCST ir JI Segretariati Regionali: Bel[nzcna Biasca - Chiasso - Grcno - Lamone - ocarno Lugano - lfencjristo

4 IcnstNoLUcANo Spett.le OCST e SIC Ticino Via Balestra Lugano Lugano, 30 giugno 2011 CdAJMb Egregi Signori Robbiani, Ceruso e D'Heureuse, La riunione del24 maggio u.s. è stata voluta dalla casino Lugano sa e dai sindacati per verificare la possibilità di trovare ún modo di collaborazione teso al rispetto dei ruolie dei compiti all'interno dell'azienda. I sindacalisti presenti hanno potuto presentare sei temi di discussione e alla fine della riunione le parti si sono iasciate con il pioposito, da parte di Casino Lugano SA, di rispondere ai quesiti sollevati che elenchi"ro p"rcomodita e che, nel corso della sua seduta del 17 giugno c.m., il Consiglio di Amministrazione della Casino Lugano SA ha esaminato' Di seg"uito i sei temi e la presa di posizione del CdA della Casino Lugano SA' Temi sollevati dai sindacalisti Questione legata al tronc nispocta del CdA della Casino Misure concrete da Prendere ll CdA della Casino ha La formazion e in corso. organizzato una formazione del personale per Permettere di Per il 2012 ci si riserva di acquisire maggiore competenze in effettuare una valutazione questo settore. inerente l'andamento 2011 ed eventualmentestendere ll CdA sta valutando di versare un anche per il Prossimo anno lo bonus a partire dal2012 Per tutti stesso tipo di concetto. collaboratori che ParteciPano al programma mance, se gli obiettivi Si ricorda comunque che la stabiliti (da definire, per es. soglia decisbne di sciogliere la rete di minima di tronc), saranno protezione di ridurre la raggiunti. percentuale di ripartizione stata presa di comune accordo tra Sindacati e Casino Lugano SA, Casinò Lugano 5A ' VrJ 5ldtr[ld.hel

5 Per le tre Persone licenziate (Herzi, F ugazza, Zambuto) dare una buona uscita di Fr. 50'000'- ll CdA non ritiene di dare segulto a ouesta richiesta Perché i licenziamenti sono stati Per vta ordinaria e dati secondo CCL. Per una signora (Zambuto) il CdA sta esaminando la possibilità di un contributo di solidarietà straordinario, senza creare un Precedente. Lrcenziamenti dalla Casino Lugano SAJ 130 Persone In tre annt Dalle nostre verifiche risulta che le Le persone licenziate nel 2009 persone licenziate nei 2010 e nel (27 ordinari + 3 straordinari) 2011 sono: fanno parte di un Piano 2010: 11 ordinari e 11 straordinari 2011'.4 ordinari e '1 elaborato dalta Direzione con i straordinarto Sindacatie approvato dal CdA. Politica di assunztone Dopo una seria veriftc" ;- dichiara di non aver riscontrato anomalie Per quanto riguarca la politica di assunzione. Verrà formalizzata una orocedura Per definire i criteri di ammissione/dimissione del oersonale all'interno dell'azienda. I dati verranno presentati a ogni riunione al CdA oer una condivisione delle strategie della Direzione in materia di assunzioneidimissione del personale. Problema delfumo La Casino Lugano SA ha fatto redigere una Perizia Per sapere i livelli di tolleranza delfumo vengo rispettati. La Perizia ha dato esito Positivo. Da tempo sono già in vigore delle turnazioni atte a ridurre al minimo indispensabile (tenuto conto delle esigenze organizzative di sicurezza) la permanenza del Personale dentro le aree fumatori. Questo modello viene costantemente monitorato. Nel contempo si stanno effettuando le verifiche del caso per valutare i margini di manovra concessi dall'attuale legislazione in materia di protezione della salute dei lavoratori. Qualora suddette norme dovessero rivelarsi Più restrittive di quelle attuali, è fortemente Probabile che dovremo Prendere in considerazione le dovute misure correttive che avranno certamente un impatto sul piano degli investimenti e dell'organico.

6 Delegati sindacali e Se la trattativa con i sindacati va a Designazione di una commissione del Personalebuon fine, nulla vieta la Commissione del personafe costituzione di una Commissione (CdP)seguendo le norme del oersonale secondo CCL. Se dell'art. 41 CCL e del invece la trattativa non Porta al Regolamento Interno sulla risultati attesi, il CdA sceglierà la CdP (allegato 4 del CCL). formula di un Regolamento del Invece non ci sarà piu la personale autonomo dai partner funzione del"delegato sindacali sindacale". Siamo inoltre spiacenti di constatare che la tregua concordata il24 maggio u.s. non è stata rispettata dai Sindacati: il signorceruso, in data ha rilasciato un'intervista al Caffè affermando delle falsità sulla gestione del Ristorante e in data 2'l giugno ha accusato la Casino Lugano SA di manipolazione dei dati sulla soddisíazione del personale' per quando concerne il CdA della Casino Lugano SA, l'accettazione da parte dei Sindacati delle risposte ai sei quesiti permette di riprendere, in un clima costruttivo, la collaborazione con i partner sindacali nel rispetto dei ruoli e delle funzioni all'interno dell'azienda. ln caso di non accettazione delle risposte soprattutto della non volontà a una collaborazione nel rispetto dei ruoli e delle funzioni, il CdA si riserva di prendere altre misure Nella spera nza che questo scritto, frutto di un lavoro importante del CdA della Casino Lugano SA, possa essere interpretato come passo i nostri migliori saluti 3o1itìvo,.presentiamo \ castnc/ócano sa \,,.,',/, o, V\/ll : CU' t//l Hubertus Thonhauser Amministratore Delegato CEO

7 Írciìl't:i,ìì rr;:íi) i:;jr'ril)lì3ll ''ir.i l.i, 3,rh::r:.1'í' i9 i-l ì.(jîi-l: i lit;:rìaj {rrganid.ìzicrne.i cflfilairo-sdcraia tícinese tqrl íl;, i)i ìl l"i i;i-,: :ll:r I ir.r Ì1i.íi. i:r.::: {ì-.1 ''i.r':: : :;rìrlirì1,;f l:.îìt.ì-:l;jí: ;.í,1:ìt:(1ilifi j.-j : ; ljf I?r','.ií.-,:j i:ìì,'ir:r'-, Consiglio di Am ministrazione Casino Lugano SA Via Stauffacher 1 cp Lugano Ns. rif. MR meinrado com Vs. rif. Lugano, 21 febbraio 2011 Relazioni reciproche Egregio Signor Presidente, Egregi Signori Membri del Consiglio diamministrazione, in relazione alla lettera trasmessaci in data 11 febbraio 2011, è nostro desiderio evidenziare i seguenti aspetti: 1. Da ormai numerosi mesi giace insoluto un nutrito ventaglio di problemi temoestivamente sollevati dal sindacato. Emblematica e la carente protezione contro il fumo passivo, che espone parte del personale a dannose minacce per la salute, Una sorte analoga è toccata ad altri argomenti quali segnatamente: licenziamenti ingiustificati, pianificazione del lavoro e rispetto dei turni programmati, modalità di assunzione e valorizzazione del personale già impiegato, applicazione rigorosa delle procedure. 2. Malgrado l'insoddisfazione per il reiterato temporeggiamento nell'esame dt questi aspetti, le relazioni tra il Casino e la nostra Organizzazione si sono mantenute su un binario di relativa pacalezza fino alla metà dello scorso anno quando è inaspettatamente e incomprensibilmente stata adottata una linea di contrapposizione al sindacato, alla quale sono stati associati quadri intermedi dell'azienda. Sono nel contempo state intensificate le pressioni sui delegati sindacali e su persone considerate vicine ali'ocst, successivamente sfociate nel licenziamento di un collaboratore per evidenti motivi di vicinanzal sindacato. 3. ln ouesto contesto di accresciuta tensione, itoni si sono inevitabilmente acuiti ed hanno anche ottenuto un riverbero mediatico, le cui radici sono da ricercare nella mancata soluzione dei problemi e nell'indirizzo di contrapposizione al sindacato. Su questo tema, si fa d'altronde rilevare che i:lr-'.<):: i t-,r'.it/:1(l : ii;ilr+!/el.:ti'1ta

8 anche da parte di responsabili del Casino e più tardi del suo presidente non sono mancati interventi aggressivi verso il sindacato suoi rappresentanti h La situazione è stata d'altronde aggravata dall'apparizione di ultertori problerni peraltro riconosciuti dagli stessi rappresentanti del Casino. Nell'arco di un paio d'anni il personale è stato ridotto nella misura di un centinaio di unità, in ampia parte attraverso licenziamenti. Nel contempo l'azienda non ha pero mancato di assumere un numero significativo di collaboratori a carattere awentizio. Vi si aggiunga la consistente perdita subita in particolare dal personale che gode di retribuzioni modeste a seguito del drastico calo delle mance ridistribuite a fine anno. Diversamente dal passato, quando il suo contributo di collaborazione era stato riconosciuto e apprczzato dall'intera dirigenza aziendale, il nostro collaboratore che si occupa del Casino ha assunto una posizione di îermezza che puo anche avere irritato la controparte ma che è stata abbondantemen al imentata dale caren ze già evidenziate. ll successivo tentativo di avvicinamento delle parti, che ha coinvolto le presidenze del Casino e della nostra Organizzazione, ha del resto mostrato e confermato le carenze che ostacolano le relazioni tra le parti. Malgrado ripetuti incontri non è stato possibile avanzare su nessun fronte. Persino gli accordi concordati sono stati disattesi dal Casino, Non è nemmeno stata fornita una risposta formale alla lettera nella quale si chiede una compensazione delle mancate mance. Emerge purtroppo l'assenza di un interlocutore con il quale confrontarsi con tempestività, chiarezza e attendibilità. Se si intende superare l'odiema tensione non si tratta perciò di sostituire gli interlocutori ma di modificare le modalità di approfondimento dei problemi, rafforzando la capacità di portarli a soluzione. Gli sviluppi delle ultime settimane non lasciano purtroppo spazio a ottimismo, Qualora il Casino intenda agevolare un clima di dialogo e collaborazione, rimaniamo disponibili ad un confronto, In assenza di una precisa espressione dimostrazione volontà in tal senso, siamo spiacenti di dovere registrare il fallimento -non certo per nostra responsabilità- del tentativo di riavvicinamento tra le parti. Ci riteniamo percio liberi di adottare sin d'ora i passi considerati più opportunt. Con i piu distinti saluti. OCST Seg retariato Cantonale Meinrado Robbiani 9<fi'erlrrìa(i lì,,:gbrt{i: }?'ìi':;rr'

9 OrEanizzazrone CrisÚano-Sociale Trcinese Seg retariato Cantonale '1 Via Balestra 9 CH-6901 Lugano Tel 091 I Fax com Conto corr' Post slc Raccomandata Lodevole MuniciPio di Lugano Palazzo Civico piazza Riforma 6900 Lugano - Ticino N rif NC V. rif. Lugano, 8 novembre 2010 Lugano SA ci I delta direzione della Società Casino dei problemi ore Municipio' affinché prenda visione rndosi' :re il massimo impegno, per contrastare gli orvianti orcnestrate in chiave anti sindacale :renuamente dalla direzione' per distogliere nie erano notificati alla direzione :i fu messo in atto perché i rappresentati nare nello svolgimento dei loro doveri' ma al /ano con deteririnazione le gravi irregolarità r della casa da gioco' le prese di poéizione ufficialinoltrate dalle 'sso Cda vi dessero seguito si tratta di fattr gravi sfociati nel licenztamento di alcuni dirigenti quali' pur essendo stati allontanati dall'azienda continuarono a influenzarne la condúzione fino a farla scadere nei fatti crrminosi tuttora oggetto di procedure giudiziarie' davanti alla procura Pubblica Dopo un perrodoi proficuo paftenanato sociale' nell'ambito del quale ì sindacati sono stati spesso chiamaii ad assume,"" 'oìó i"tpont'oilità' per risolvere delicati problemi ses reta riati re gi onar i l;,*li?li;?i1i:i j! :xt,"^,î'í;;,î,"'.

10 Crganizzaz,tone Cristiano-Sociale Trcinese aziendali, spiace doversi ritrovare ai piedi della scala per le imprudenti strategie anti sindacali messe in atto dalla direztone Da qualche tempo, ogni qualvolta sono affrontati problemi di carattere sindacale e contrattuare fanno,eguìto reazioni scomposte perché i.responsabiri, guidati dalle persone di riferimento dell'aziónista di minoranza, si sentono "usurpati" e messi in discussione poiche non conoscono ie piu elementari norme del diritto del lavoro' cio ha fatto sr che una serie di problemi e disfunzioni tecniche - organizzative, che hanno ricadute negatrve,rl purrontte, piu volte segnalati dai rappresentanti sindacali rimane in ;;;t;r",""n=, che la direzrone dimostri la dovuta attenzione disponibilità risolverli UI IU. ti e delegate sindacali, disfunzioni tecniche e mi elettronicí e di cassa nel settore slot, ;to da oltre un anno il personale, malsana climatizzaztone di alcuni ambienti di lavc pianificazione del lavoro non conforme ai dis nei servizi di supporlo professionale al professionalità e l'anzianità di servizio,.discrim intiàati a personare rocare per ragioni di età, poritiche d'assunzione (clientelari e d'amicizia) che discriminano la manodopera locale' Altri aspetti che destano non poche preoccupazioni.. sono il crollo del fatturato,,i.àutt'uàrente dell'introito delle mance, registratosi negli ultimi due anni a seguito del disinteresse imprenditoriale dimostraio verso il settore tavoli, che ha determinato la.onr"gr"nte perdita di clientimportanti passati alla concorrcnza del Casino di Lugano' I problemr su esposti, che languono!a ternpo, sono all'origine del malessere diffuso in un,ampia fascia del personale é delle frizioni con i paftner sindacali. si ha la percezione che per eludere le responsabiliià che concernono la direzione si sta inventato un farso probrema d,ingerenza sindacare neila gestione dell'azienda, col fine di scaricare responsabilità, dare addosso alle organizzazioni sindacali distogliendo l'attenzione dai reali problemi aziendali' mancanze decisionali che possono avere inducono a interpellare codesto Lodevole morenditoriali e anti sindacali messe in atto za a finanziamento e con finalità d'interesse pubblico. chiediamo pertanto che codesto Lodevole Municipio sifaccia promotore di: A) fare esperire una perizia generale sulla siruttura e I'assetto aziendale, sui profili manageriali, la gestione e gli indirizzi futuri della società; B) imporre il rispetto del concorso pubblico per.l'assunzione del personale ai vari livelli, così come previsto per le aziende le cui finalita sono d'interesse Pubblico' OCST - Segretariato -) Segretariati regionali Belilnzona, Biasca, Chlasso, Faido, Grono, Lamone, Locarno, Lugano, Mendrisio

11 Sanvido Paolo Jelmini Angelo Perucchi Borsa Simonetta Consiglieri Comunali (PPD) Lugano, 5 febbraio 2008 Lodevole Municipio di Lugano Palazzo Civico 6901 Lugano Onorevole signor Sindaco, Onorevoli signorl MuniciPali, INTERPELLANZA CASINO LUGANO E CESSIONE DEL PACCHETTO AZIONARIO; I GRANDI GIOCHI sono GIÀ FATTI ANCORA PRIMA DI CHIUDERE L,ASTA DI SAN VALENTINO? Un vecchio adagio diceva: "Si stava meglio quando si stava peggio"' I luganesi riconoscono che Casinò Lugano SA nell'era caratterizzata dalla partenza di Bara-nzelli e prima dell'arrivo di Casinò Austria (Suisse Zugo) abbia confermato una crescita ed un successo che in gran parte deve essere riconosciuto allo staff dirigenziale locale guidato ad interim dal presidente di Casino Lugano SA' Nella primavera del 2007 Casino Austria (Suisse) AG, con domicilio fiscale a Zugo, ha acquistato in piena autonomia con una mossa a sorpresa dagli azionisti privati 2'876 azioni delia Casinò Lugano SA. Il Municipio messo di fronte all'atto compiuto confermo con comunicato stampa che "/a questione sarà oggetto di discussione nel corso di una prossima seduta, non escludendo di conseguenza ulteriori trattative con altri partner, per il conseguimento di soluzioni ottimali per la gestione del casino di Lugano"' A inizio estate 2007 il Municipio rispondendo ad una interpellanza PPD informa che ha inviato una lettera ad alcune società di gestione di casinò, con la quale chiedeva il loro interesse alla gestione della casa da giuoco luganese e la conseguente presentazione di un,offerta in relazione a tre possibili scenari. il termine di chiusura dell'offerta scade il 14 febbraio 2008, giorno di San Valentino. Il Municipio a più riprese rispondendo a vari quesiti sollevatin Consiglio Comunale dal PPD ha confermato che nessuna corsia preferenziale sarebbe stata riservata a Casinò Austria (Suisse Zugo) nella procedur avviata inlesa a ricercare un'acquirent e/o un gestore per le azioni di màggioranza detenute dal comune per conto del cittadini di Lugano' A sorpresa dei luganesi nell'autunno 2007 Casino Austria (Suisse Zugo) entra nel Consiglio di Amministrazione di Casinò Lugano e il suo rappresentante assume un ruolo dirigenziale primario all,interno det collegio di direzione della casa da giuoco cittadina. È stato già piu volte ribadito che permettere a priori ad un rappresentante di Casino Austria (Suisse Zugo) di entrare nel Consiglio di Amministrazione è chiaramente una turbativa nel processo in corso di scelta del partner per gestire Casino Lugano. Senza dimenticare che sedendo in CdA è facilitata I'acquisizione privilegiata di informazioni riservate e di strateqia aziendale

12 che recano un slcuro vantaggio nella formulazione di qualsiasi offerta da parte di Casino Austria (Suisse Zugo) Senza far troppo rumore sembra che Casino Austria (Suisse Zugo) stia procedendo a sostituire con personale di sua fiducia le figure chiave all'interno di Casino Lugano (responsabile della sicurezza, responsabile tecnico, e prossima sostituzione del direttore finanziario? ecc...). preoccupato per il deterioramento del ruolo di responsabilità sociale che il vecchio CdA aveva con attenzione e coerenza portato avanti fino a quel momento; il sindacato OCST a inizio gennaio ha indetto una conferenza stampa nel tentativo di richiamare l'attenzione dei lugane"sl in difesa di questa apparente deriva dalle influenze austriache, In particolare in quella presa di posizione e stata data notizia per la prima volta di una convenzione firmata con l'azionista di minoranza che dovrebbe riconoscere a Casino Austria (Suisse Zugo) un ristorno sottoforma di consulenze non meglio specificate in proporzione a quanto il Càsinò Lugano spende per sponsorizzazioni a favore dell'indotto turistlco, sociale e sportivo cittadino, Avvalendoci della facoltà concessa dalla LOC e dal Regolamento Comunale chiediamo: 1. Il Municipio ha considerato e verificato con isuoi rappresentanti che siedono nel CdA di Casino Lugano le preoccupazioni di responsabilità sociale pubblicamente espresse dall'ocst? Z, Corrisponde al vero che il rappresentante di Casino Austria (Suisse Zvgo) abbia "de facto,'assunto un ruolo di primaria importanza nella gestione di Casino Lugano e nella scelta del Personale chiave? 3. Il Municipio condivide questa preoccupazionespressa dall'ocst rispetto a questa Dresunta deriva austriaca? 4. Esiste un accordo firmato con Casino Austria (Suisse Zugo) per consulenze? Se no, perché l,esecutivo non ha smentito le dichiarazioni fatte in conferenza stampa dali'ocst? 5, Se si, qual è la valutazione dell'esecutivo rispetto a queste consulenze che fino ad ora non erano mai state necessarie per ottenere isuccessi di crescita aziendale registrati dalla casa da gtuoco luganese nell'era dopo Baranzelli e prima dell'arrivo di Casino Austria (Suisse Zugo)? 6. Se queste consulenze non sono fiscalmente riconosciute (distribuzione dissimulata di utile) Casinò Lugano oltre al rischio dl ripresa fiscale incorre anche in una possibile sensazione da parte della commissione Federale delle Case da giuoco? Con ogni ossequio, i Consiglieri Comunali PPD Paolo Sanvido Angelo Jelmini Simonetta Perucchi-Borsa

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Prot. 222/2011 Cagliari 18 aprile 2011 A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Come preannunciato nel nostro comunicato dell 8 aprile u.s., il 15 aprile 2011 è

Dettagli

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011 Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA Oggetto:- Apertura conflitto di lavoro a livello Nazionale.- Ormai da tempo si denota una preoccupante indifferenza

Dettagli

I.N.P.D.A.P. REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP

I.N.P.D.A.P. REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DEL PERSONALE INPDAP Art. 1 (Oggetto del regolamento

Dettagli

Recupero crediti Creditreform Assicom Ticino SA. Realizziamo i vostri crediti. Informazioni commerciali Recupero crediti Marketing

Recupero crediti Creditreform Assicom Ticino SA. Realizziamo i vostri crediti. Informazioni commerciali Recupero crediti Marketing Recupero crediti Creditreform Assicom Ticino SA. Realizziamo i vostri crediti. Informazioni commerciali Recupero crediti Marketing Creditreform. Molti servizi, un unico partner. Tutto il meglio a portata

Dettagli

4. I verbi del comunicare Scrivete l esempio usando il LEI Sono lieto di Mi pregio Sono costretto a

4. I verbi del comunicare Scrivete l esempio usando il LEI Sono lieto di Mi pregio Sono costretto a 1 IL REGISTRO LINGUISTICO 2 Scrivere nel registro colto/solenne - esercitazioni 1. PER COMINCIARE Egregio Signore Gentile Signore/a Gentilissimo/a Chiarissimo Professore Spettabile Ditta (Egregio Sig.

Dettagli

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia

Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO. Esposto denuncia Ecc.ma PROCURA GENERALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA REGIONE LAZIO Esposto denuncia Il sottoscritto Andrea Sebastiani, nato a Rieti il 18/07/1973 ed ivi residente in via L. Cattani, 65, in qualità di Consigliere

Dettagli

CODICE ETICO AZIENDALE

CODICE ETICO AZIENDALE Testo approvato dal Consiglio di Amministrazione di Orienta S.p.a del 15/12/2010 INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. VALORI ETICI 3 3. CRITERI DI CONDOTTA 3 4. COMPORTAMENTO SUL LUOGO DI LAVORO 6 5. CONFLITTTO

Dettagli

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI RITA BEVACQUA LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI L istituto della Mediazione civile quale strumento alternativo di giustizia è stato introdotto dal Decreto Legislativo 4 marzo 2010,

Dettagli

OGGETTO TRASFERIMENTO D UFFICIO AD ALTRA AZIENDA DEL SSR

OGGETTO TRASFERIMENTO D UFFICIO AD ALTRA AZIENDA DEL SSR 1 OGGETTO TRASFERIMENTO D UFFICIO AD ALTRA AZIENDA DEL SSR QUESITO (posti in data 2 luglio 2012) Il Presidio Ospedaliero Santissima Annunziata, Ospedale pediatrico dell'asl Napoli1 dotato di Nido, ovvero

Dettagli

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A.

CODICE ETICO. DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. CODICE ETICO DI ANTHILIA CAPITAL PARTNERS SGR S.p.A. Versione valida dal 1 gennaio 2015 INDICE Parte I PREMESSA ED OBIETTIVI Art. 1 Destinatari Art. 2 Principi Generali Art. 3 Riservatezza Art. 4 Imparzialità

Dettagli

Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona

Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona Segretariato Cantonale Via Balestra 19 CH - 6901 Lugano tel.: 091-91 15 51 fax: 091-93 53 65 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona N. rif. V. rif. Lugano, 14 marzo 008

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Un mestiere difficile

Un mestiere difficile Un mestiere difficile.forse troppo? a cura di Beatrice Chirivì INTRODUZIONE Sono in media 1.300 all anno le persone che inviano il proprio curriculum al COSV. In gran parte si tratta di candidature di

Dettagli

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro

Linee Guida. La concretezza dell oggetto di lavoro Linee Guida A partire dalle esperienze sviluppate dai singoli partner in relazione al coinvolgimento attivo dei giovani all interno delle specifiche realtà locali, il team di lavoro ha elaborato le seguenti

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55

MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55 MUNICIPIO DI SEMENTINA Tel. 091 850 19 50 Fax 091 850 19 55 Sementina, 9 novembre 2015 MM/NO. 474 CONCERNENTE LA MODIFICA DEL REGOLAMENTO ORGANICO DEI DIPENDENTI COMUNALI DEL 1. GENNAIO 1989 (Attribuito

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza

M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza Locarno, 31 luglio 2014 Al Consiglio Comunale L o c a r n o Egregi Signori Presidente e Consiglieri, 1. Premessa. Purtroppo da tempo

Dettagli

INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ

INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ FONDAZIONE MANODORI Bando 2013 rivolto al Terzo Settore INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ 1. PREMESSA Stiamo vivendo un periodo storico connotato da una crisi economica che

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

Artability. Tlab - 1 interim report

Artability. Tlab - 1 interim report Artability Tlab - 1 interim report Introduzione Il progetto Artability è un progetto biennale per lo scambio di buone pratiche che possono motivare le persone con disabilità di partecipare al processo

Dettagli

Investire nella formazione

Investire nella formazione Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura

Dettagli

NUCLEO DI VALUTAZIONE

NUCLEO DI VALUTAZIONE Gli approfondimenti di Publika NUCLEO DI VALUTAZIONE O ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE SI PUÒ SCEGLIERE? A cura di Gianluca Bertagna NUCLEO O ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE A cura di Gianluca

Dettagli

ENTE NAZIONALE RISI DIREZIONE AMMINISTRATIVA PROCEDURA PER LE ATTIVITA DI RICERCA, SELEZIONE E ASSUNZIONE

ENTE NAZIONALE RISI DIREZIONE AMMINISTRATIVA PROCEDURA PER LE ATTIVITA DI RICERCA, SELEZIONE E ASSUNZIONE ENTE NAZIONALE RISI DIREZIONE AMMINISTRATIVA PROCEDURA PER LE ATTIVITA DI RICERCA, SELEZIONE E ASSUNZIONE Struttura organizzativa: Direzione Amministrativa Processo di riferimento: Acquisizione Risorse

Dettagli

Tutto il personale impiegato in Webkorner è maggiorenne.

Tutto il personale impiegato in Webkorner è maggiorenne. SA8000 IN WEBKORNER LAVORO INFANTILE Webkorner si impegna a non utilizzare né a favorire l utilizzo di manodopera infantile e minorile. L azienda, ritenendo la tutela dei minori di assoluta priorità, ha

Dettagli

Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG)

Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG) PROGETTO DI CONSULENZA DIREZIONALE Obiettivo principale: Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG) Data / / Nome azienda Sede Legale Premessa: In relazione agli obiettivi emersi nel corso dell incontro

Dettagli

VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA

VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA LE MISURE MINIME DI SICUREZZA INFORMATICA VERSO LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI SICUREZZA di Marco Maglio Marketing e vendite >> Privacy Le nuove misure sono molto più stringenti di quelle

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

Totale delle classi partecipanti nell'anno scolastico 2007/08 2554

Totale delle classi partecipanti nell'anno scolastico 2007/08 2554 Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport DDPS Ufficio federale dello sport UFSPO Infrastruttura ed esercizio scuola in movimento, valutazione dell'anno scolastico

Dettagli

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati

La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale. Dott. Simone Cavestro Sinthema Professionisti Associati La Gestione delle Risorse Umane nello Studio Professionale Dott. Simone Cavestro La Sfida attuale In uno scenario in continua evoluzione, dove si sviluppano con velocità crescente Organizzazione Tecnologie

Dettagli

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 DEFINIZIONE DI BUDGET Il Budget è lo strumento per attuare la pianificazione operativa che l Istituto intende intraprendere nell anno di esercizio

Dettagli

Indagine sul Benessere organizzativo aziendale

Indagine sul Benessere organizzativo aziendale Indagine sul Benessere organizzativo aziendale L'Azienda Sanitaria ASM di Matera ha avviato L'indagine sul "Benessere Organizzativo Aziendale" nell'anno 2015, secondo le indicazione del Decreto legislativo

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

Contributo del gruppo tecnico di lavoro del coordinamento delle Regioni di prossima pubblicazione

Contributo del gruppo tecnico di lavoro del coordinamento delle Regioni di prossima pubblicazione Azienda Sanitaria Firenze Alcol e lavoro: stato dell arte, indicazioni operative e prospettive Dr. Giuseppe Petrioli, Direttore Dipartimento di Prevenzione ARGOMENTI AFFRONTATI Considerazioni generali

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 16 GENNAIO 2014 2/2014/E/EEL DECISIONE DEL RECLAMO PRESENTATO DA DE STERN 11 S.R.L. NEI CONFRONTI DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.P.A. L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS ED IL SISTEMA

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata Il Punto sull Iva Crediti Iva in compensazione: una risorsa finanziaria da gestire con cautela a cura di Fabio Garrini Non è certo raro di questi tempi negli studi professionali il fatto di imbattersi

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

LE FASI DELLA MEDIAZIONE

LE FASI DELLA MEDIAZIONE LE FASI DELLA MEDIAZIONE Tesista: Rigon Mattia Guigno 2014 Ente Formatore: I.CO.TE.A.C.A.T. Srl 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..Pag. 3 2. MATERIE OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE..Pag. 3 3. AGEVOLAZIONI FISCALI. Pag.

Dettagli

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Daoraè più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Scegli la conciliazione. E più semplice, è più rapida. Da oggi sono finiti

Dettagli

Proposta di distribuzione di un dividendo straordinario da prelevare dalle riserve disponibili; deliberazioni inerenti e conseguenti.

Proposta di distribuzione di un dividendo straordinario da prelevare dalle riserve disponibili; deliberazioni inerenti e conseguenti. Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla proposta all ordine del giorno della Assemblea ordinaria degli azionisti IPI S.p.A. (Art.3 - DM 5 novembre 1998 n 437) O o o o O Proposta di distribuzione

Dettagli

Il processo di valutazione... 3. Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3. Fase 2: Colloquio di valutazione...

Il processo di valutazione... 3. Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3. Fase 2: Colloquio di valutazione... Valutazione delle performance Anno 2013 Manuale operativo [Febbraio 2014] Indice Il processo di valutazione... 3 Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3 Fase 2: Colloquio

Dettagli

Conciliazione paritetica

Conciliazione paritetica Conciliazione paritetica Che cos è? La conciliazione paritetica è una procedura volontaria per risolvere bonariamente, con la mediazione dei conciliatori, una controversia che vede coinvolti gli utenti

Dettagli

Signora Presidente, signore e signori Consiglieri comunali,

Signora Presidente, signore e signori Consiglieri comunali, MM 779 / 2011 CONCERNENTE LA RICHIESTA DI APPROVAZIONE DEL MANDATO DI PRESTAZIONI PER L ILLUMINAZIONE PUBBLICA CON LE AZIENDE INDUSTRIALI DI LUGANO (AIL) SA Signora Presidente, signore e signori Consiglieri

Dettagli

MM No. 1093 concernente la sottoscrizione di un mandato di prestazioni illuminazione pubblica con le Aziende Industriali di Lugano (AlL SA)

MM No. 1093 concernente la sottoscrizione di un mandato di prestazioni illuminazione pubblica con le Aziende Industriali di Lugano (AlL SA) COMUNE DI SORENGO MM No. 1093 concernente la sottoscrizione di un mandato di prestazioni illuminazione pubblica con le Aziende Industriali di Lugano (AlL SA) Onorevole signor Presidente, Onorevoli signori

Dettagli

Progetto benessere organizzativo MODALITA DI COINVOLGIMENTO DEI DIPENDENTI

Progetto benessere organizzativo MODALITA DI COINVOLGIMENTO DEI DIPENDENTI Progetto benessere organizzativo MODALITA DI COINVOLGIMENTO DEI DIPENDENTI Documento approvato dai dirigenti e dagli incaricati di posizione organizzativa nell incontro del 13.1.2006 PREMESSA Si è conclusa

Dettagli

Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e

Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Unione dei Comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme Sistema di valutazione della performance individuale del personale apicale Finalità Il sistema di valutazione della performance individuale

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini Sistema di valutazione della performance individuale del personale dipendente Allegato 2 1 di 9 Oggetto della valutazione Il sistema di valutazione della performance

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) GRECO Membro designato

Dettagli

Tutorial. al Piano di Miglioramento

Tutorial. al Piano di Miglioramento Tutorial al Piano di Miglioramento Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 6 del 9 e ss.mm.ii. Come definito nell introduzione il Piano di Miglioramento

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie poste all ordine del giorno ai sensi dell articolo 125-ter del Decreto Legislativo

Dettagli

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE Ancora una VOLTA il SAPPE RINGRAZIA la SENSIBILITA del PRAP di BARI che E VENUTA INCONTRO alle ESIGENZE della POLIZIA PENITENZIARIA e perché NO alle RICHIESTE di

Dettagli

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Fonte primaonline.it 07 novembre 2013 12:19 Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Upa, Assocom e Unicom hanno sottoscritto un documento che

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Formazione del Personale Scolastico e Innovazione Tecnologica nelle

Dettagli

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI PRESIDENTE: (Art. 22 del Regolamento della Struttura di Base) 1. convoca la Presidenza almeno una

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di

è lo spazio che intercorre tra gli obiettivi degli interessati che hanno la volontà di Sessione La negoziazione Introduzione INTRODUZIONE Il presente modulo formativo ha lo scopo di aiutare il manager a riesaminare le dinamiche interpersonali e le tecniche che caratterizzano una negoziazione

Dettagli

Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa

Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa Al servizio di gente unica Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa Dati aggiornati al 30/07/2012 Premessa La Regione Autonoma Friuli Venezia

Dettagli

Statuto. Art. 1 - Costituzione. Art. 2 - Sede. Art. 3 - Scopi dell Associazione

Statuto. Art. 1 - Costituzione. Art. 2 - Sede. Art. 3 - Scopi dell Associazione Statuto Associazione per il Gemellaggio Prato - Ebensee Art. 1 - Costituzione Per iniziativa del Comune di Prato e dell ANED sezione di Prato è costituita, ai sensi dell art. 14 e seguenti del Codice Civile,

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ASSICURAZIONE PER RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE QUESITO (posto in data 8 luglio 2013) Nella mia azienda sta per scadere il contratto assicurativo aziendale. Cosa può succedere alla luce del decreto

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 07 maggio 2014 Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o MESSAGGIO MUNICIPALE No. 04/2014 Chiedente lo stanziamento di un credito d investimento di 50 000 Chf (iva esclusa)

Dettagli

Il progetto di Regolamento sulle obbligazioni contrattuali, Roma I

Il progetto di Regolamento sulle obbligazioni contrattuali, Roma I CORSO DI DIRITTO COMUNITARIO IL NOTAIO TRA REGOLE NAZIONALI E EUROPEE Il progetto di Regolamento sulle obbligazioni contrattuali, Roma I Alfredo Maria Becchetti Notaio in Roma Componente Commissione Affari

Dettagli

MANUALE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE

MANUALE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE MANUALE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE Premessa La legge-delega 4 marzo 2009, n. 15, ed il decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, di seguito Decreto, introducono il

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art. 1 Definizione di performance organizzativa e di performance individuale La performance organizzativa

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI

ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI L evoluzione del mercato del lavoro: un tuo commento sulla Legge Biagi ANALISI DELLE NOVITA INTRODOTTE DALLA LEGGE BIAGI INTRODUZIONE La Legge Biagi,o legge 30, entrata in vigore il 24 ottobre 2003, è

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA MISURAZIONE E LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE DEL PERSONALE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art.1

Dettagli

Reggio Emilia, questo giorno 22 (ventidue) del mese di aprile dell anno 2013 nella sede dell Azienda in Via Pietro Marani 9/1 Reggio Emilia

Reggio Emilia, questo giorno 22 (ventidue) del mese di aprile dell anno 2013 nella sede dell Azienda in Via Pietro Marani 9/1 Reggio Emilia ESTRATTO DEL VERBALE N. 2013-8 in atti al N. 5705 DELIBERAZIONE N. 2013-18 OGGETTO: 2 IMMOBILE SITO IN COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA VIA X SETTEMBRE 1943 N.29 - VERTENZA INERENTE IL CONTRATTO DI LOCAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-101.0.0.-5

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-101.0.0.-5 DIREZIONE GABINETTO DEL SINDACO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2015-101.0.0.-5 L'anno 2015 il giorno 06 del mese di Febbraio il sottoscritto Speciale Marco in qualita' di dirigente di Direzione Gabinetto

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

MESSAGGIO No. 255 (Risoluzione Municipale N o 498 del 12 novembre 2014)

MESSAGGIO No. 255 (Risoluzione Municipale N o 498 del 12 novembre 2014) 6705 Cresciano, 3 novembre 204 COMUNE DI CRESCIANO Il Municipio MESSAGGIO No. 255 (Risoluzione Municipale N o 498 del 2 novembre 204) APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA I COMUNI DI CRESCIANO E DI CLARO PER LA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE

COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE Crema, 1 settembre 2012 Con il presente comunicato il Comitato Popolo Cannibale intende informare la tifoseria del fu U.S. Pergocrema 1932 e l intera Città di

Dettagli

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura

Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Prima sezione: Le imprese italiane e il loro rapporto con la Cultura Le imprese comunicano e lo fanno utilizzando alcuni strumenti specifici. La comunicazione si distribuisce in maniera diversa tra imprese

Dettagli

Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio

Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio Cancelleria comunale Via Municipio 13 6850 Mendrisio 058 688 31 10 cancelleria@mendrisio.ch mendrisio.ch Comunicato stampa Gennaio 2014 Incentivi della per iniziative nel campo della mobilità aziendale.

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI IMPERIA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE

CAMERA DI COMMERCIO DI IMPERIA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE CAMERA DI COMMERCIO DI IMPERIA SCHEDA DI VALUTAZIONE DEL PERSONALE ANNO Cognome e nome Categoria AREA Servizio / Unità DIRIGENTE RESPONSABILE DELLA VALUTAZIONE Rev. 11/2013 INDICATORI DI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA

Dettagli

OGGETTO ASPETTATIVA PER UN INCARICO A TEMPO DETERMINATO IN UE

OGGETTO ASPETTATIVA PER UN INCARICO A TEMPO DETERMINATO IN UE 1 OGGETTO ASPETTATIVA PER UN INCARICO A TEMPO DETERMINATO IN UE QUESITO (posto in data 29 luglio 2014) Avendo ricevuto una proposta di lavoro da un Ospedale pubblico (NHS) della Gran Bretagna ho chiesto

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese

Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Guida alla Certificazione ISO 9001 per Piccole Medie Imprese Tutto quello che c è da sapere per non sbagliare. Guida Pratica per Imprenditori e Manager che devono affrontare il processo di certificazione

Dettagli

Oggetto: Attivazione della zona franca integrale ed adempimenti conseguenti alla attuazione del D.Lgs. Lgs. n. 75/1998.

Oggetto: Attivazione della zona franca integrale ed adempimenti conseguenti alla attuazione del D.Lgs. Lgs. n. 75/1998. Oggetto: Attivazione della zona franca integrale ed adempimenti conseguenti alla attuazione del D.Lgs Lgs. n. 75/1998. Il Presidente della Regione, di concerto con l Assessore della Programmazione, Bilancio,

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 Intervento di Fabrizio Saccomanni Direttore Generale della Banca d Italia Roma, 14 novembre Sono molto

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

PROVINCIALI LIBERI. CONVEGNO DEL 13/14 SETTEMBRE 2013 DEI SEGRETARI COMUNALI E

PROVINCIALI LIBERI. CONVEGNO DEL 13/14 SETTEMBRE 2013 DEI SEGRETARI COMUNALI E CONVEGNO DEL 13/14 SETTEMBRE 2013 DEI SEGRETARI COMUNALI E PROVINCIALI LIBERI. Voglio aprire questo mio intervento ringraziandovi dell invito a partecipare a questa importante iniziativa. Come Sindacato

Dettagli

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo

Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo Offerta formativa sperimentale d istruzione e formazione professionale nelle more dell emanazione dei decreti legislativi di cui alla legge 28 marzo 2003, n.53 Criteri e procedure per la certificazione

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito Onorevoli Colleghi! - Negli ultimi anni il settore della microfinanza

Dettagli

Guida alla realizzazione della certificazione di qualità

Guida alla realizzazione della certificazione di qualità Guida alla realizzazione della certificazione di qualità L ottenimento della certificazione di qualità è un processo che spaventa chi per la prima volta l affronta per i costi innegabili ad essa connessi

Dettagli

ALLEGATO 1.1 SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

ALLEGATO 1.1 SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE 1 Titolo I) Disposizioni generali... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Definizioni...3 Titolo II) Il ciclo di gestione della performance... 3

Dettagli

LEGGE 4 maggio 1977, n. 23 (pubblicata nell'albo del Pubblico Palazzo in data 10 maggio 1977).

LEGGE 4 maggio 1977, n. 23 (pubblicata nell'albo del Pubblico Palazzo in data 10 maggio 1977). LEGGE 4 maggio 1977, n. 23 (pubblicata nell'albo del Pubblico Palazzo in data 10 maggio 1977). Legge che detta norme sulle sanzioni disciplinari e sui licenziamenti individuali e collettivi. Noi Capitani

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello;

PROTOCOLLO D INTESA TRA. il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello; PROTOCOLLO D INTESA TRA il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO rappresentato dal Capo Gabinetto, Pres. Mario Torsello; il DIPARTIMENTO per gli AFFARI REGIONALI, TURISMO E SPORT, della Presidenza del Consiglio

Dettagli

Commento di Confindustria. Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti.

Commento di Confindustria. Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti. Commento di Confindustria Legge europea 2013-bis: estensione della disciplina dei licenziamenti collettivi ai dirigenti. Con sentenza del 13 febbraio 2014, resa nella causa C-596/12, la Corte di Giustizia

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE

REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE l Unità NUOVA INIZIATIVA EDITORIALE SpA In liquidazione Sede Legale: Via Ostiense, 131/L 00154 Roma REGOLAMENTO DI DUE DILIGENCE Il presente documento stabilisce i termini e le procedure della due diligence

Dettagli