Rev. 16 nov Piano d impresa Linee guida preliminari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rev. 16 nov 2012. Piano d impresa 2012-2014 Linee guida preliminari"

Transcript

1 Rev. 16 nov 2012 Piano d impresa Linee guida preliminari

2 Sommario Premessa Linee guida del piano Interventi strutturali Abbandono della sede amministrativa di Via Nino Bixio e correlata messa a valore dell immobile Realizzazione dell ingresso unico da via Matteotti Collocazione dei giochi in un unico spazio Investimenti su attrezzature di gioco Slot Investimenti in macchine da gioco Ristrutturazione Sale Slot Giochi tradizionali Sistema di videocontrollo delle sale da gioco Online Impianti e infrastrutture Parcheggio sotterraneo (investimento non a carico della Società) Iniziative sui Giochi Giochi da tavolo Ufficio Clienti Gare BJ e Fair Roulette Match Coupons Serate di Gala/Danzanti/a Tema e Enogastronomiche: Sviluppo potenziale clienti di riferimento (clientela cinese) Nuove procedure per la chiusura delle sale e dei tavoli da gioco...12 (i)

3 2.1.7 Poker Gioco elettromeccanico WAP Jackpot Attività promozionali slot Fidelity Ticket Online Ricerca clienti diretti Live dealer Slot machines online Riorganizzazione Riorganizzazione Nuovi processi Formazione...22 (ii)

4 Premessa Il presente documento costituisce una integrazione rettificativa del piano d impresa presentato in data 22 febbraio 2012 secondo quanto previsto dall articolo 14 della Convenzione che disciplina i rapporti tra il Comune di Sanremo e Casinò s.p.a. Oltre che in considerazione del contenuto informativo minimo del piano d impresa stabilito dal citato articolo 14, la programmazione di investimenti indicata nel piano è presentata anche al fine di consentire l aumento del capitale sociale di Casinò s.p.a. nel rispetto della norma (art. 6, comma 19, del Decreto Legge n. 78/2010, convertito in Legge n. 122/2010), che ha introdotto limitazioni alla ricapitalizzazione delle società in mano pubblica che abbiano fatto registrare persistenti condizioni di disequilibrio economico. Tenuto conto delle risorse delle quali si prevede di avere la disponibilità, del contesto macroeconomico e di mercato e delle attuali condizioni in cui la Società opera, gli obiettivi da prefiggersi non possono che essere confermati, realisticamente, nell ottenimento in tempi brevi di un rallentamento della riduzione degli introiti della Casa da Gioco e, successivamente nel perseguimento dell equilibrio tra costi e ricavi, al quale dovrà far seguito la generazione di flussi di cassa tali da sostenere lo sviluppo, assicurando al contempo alla Proprietà la percezione di adeguati ritorni. Questi scopi potranno essere perseguiti nei tempi previsti nel piano d impresa solamente se l approvazione e l adozione del piano, con le formalità richieste dall articolo 14 della Convenzione e dall articolo 12 dello statuto sociale, e la ricapitalizzazione della Società avverranno in tempi idonei a consentirle di reperire le risorse finanziarie sul mercato dei capitali entro una data compatibile con la tempistica delle iniziative programmate. E solo il caso di ricordare, infine, che eventi sfavorevoli in oggi non prevedibili (quali, a mero titolo di esempio, un inasprimento ulteriore degli adempimenti imposti dal quadro normativo di riferimento e suscettibili di condizionare l operatività aziendale, una proliferazione delle case da gioco autorizzate in Italia, una ulteriore stretta creditizia che impedisse il reperimento delle risorse finanziarie nella misura prevista) renderebbero necessaria un ulteriore revisione del piano d impresa. 1

5 0 Linee guida del piano Il piano d impresa è lo strumento per il rilancio del business in una prospettiva di medio termine. L obiettivo primario è quello di ridurre inizialmente e successivamente arrestare la perdita di fatturato, contenendo di pari passo i costi, stabilizzando quindi il business, al fine di ottenere l equilibrio tra costi e ricavi. Successivamente potranno generarsi le risorse necessarie per riprendere lo sviluppo. Il Piano si articola in tre macroaree, sinergiche tra loro: 1. Interventi strutturali; 2. Iniziative sui giochi; 3. Riorganizzazione. Nella presente stesura viene delineata una ampia selezione di misure, frutto dell analisi aziendale nonché del confronto con i diversi attori. Una puntuale illustrazione dei risultati economici e dei connessi flussi finanziari è realizzabile solo dopo aver definito il perimetro delle innovazioni. E bene tuttavia precisare che il Piano assume come obiettivi imprescindibili: Il conseguimento per la società dell equilibrio economico finanziario; La possibilità di assicurare la continuità aziendale nel tempo, con la generazione di adeguati flussi di cassa, i quali, unitamente alle risorse rivenienti dalla ricapitalizzazione, verranno destinati a sostenere lo sviluppo ed il rilancio; Assicurare alla Proprietà un ritorno economico positivo e crescente nel tempo, dopo la copertura delle imposte e tasse applicabili in capo ad essa. 2

6 1 Interventi strutturali Obiettivo degli interventi strutturali è il riallineamento del posizionamento della Casa da Gioco, attualmente focalizzato al comparto dei giochi in denaro verso una concezione più allargata di intrattenimento. Tale riposizionamento consentirebbe, inoltre, di allargare la base degli introiti e coprire diversi segmenti di consumo, ampliando il bacino di utenza, generando autonomi flussi turistici. Gli interventi strutturali avranno anche l obiettivo di creare sinergie e quindi consentire la riduzione dei costi aziendali. 1.1 Abbandono della sede amministrativa di Via Nino Bixio e correlata messa a valore dell immobile L obiettivo è quello di trasferire tutti gli uffici delle funzioni amministrative e di supporto nello stabile di corso Inglesi, ottenendo, al di là della riduzione dei costi gestionali, riflessi positivi sull assetto organizzativo oltre ad un riavvicinamento del personale alla struttura produttiva. L immobile dismesso potrà essere locato oppure posto sul mercato, ottenendo in entrambi casi positivi riflessi economici e finanziari. 1.2 Realizzazione dell ingresso unico da via Matteotti Tra le soluzioni di maggior rilevanza al fine di migliorare il servizio e la fruibilità della casa da Gioco vi è il progetto di realizzazione di un nuovo ingresso unico al fine di ridurre i disagi per la clientela (accesso dalla via centrale della Città recentemente pedonalizzata senza gradini ed ulteriori controlli interni) con notevole riduzione dei costi di gestione per la Società. La soluzione consiste nella costruzione di un corridoio che collegherà via Matteotti con il Casinò consentendo di raggiungere, attraverso scale mobili, il piano interrato angolo sud-est, ove verrà realizzato un atrio cui si affaccerà un nuovo guardaroba ed un ampliato ufficio di Segretariato. Tale soluzione consentirà il transito di tutti i giocatori attraverso un unico varco di controllo, consentendo il libero accesso all interno di tutte le sale, riducendo disagi per la clientela ed i costi di gestione per la Società. Gli attuali uffici del Segretariato 3

7 verranno ricollocati nell ingresso unico, lasciando spazi disponibili per nuove destinazioni d uso. Nell attesa della realizzazione di tale progetto, che richiede la libera disponibilità dei negozi attualmente condotti in locazione (a tal scopo i relativi contratti sono stati già opportunamente disdettati) è allo studio l attuazione di un ingresso unico provvisorio da realizzarsi a Porta teatro. 1.3 Collocazione dei giochi in un unico spazio In considerazione dell obiettivo strategico di focalizzazione sull intrattenimento al fine di creare sinergie col gioco, vi è l opportunità di riunire i giochi (sia quelli tradizionali che quelli elettromeccanici) in un unico spazio, per la quale è in corso l analisi di fattibilità (sia relativamente agli aspetti statici che di sicurezza oltre che dei costi) per il trasferimento degli apparecchi da intrattenimento al piano primo dello stabile di Corso Inglesi. Tale soluzione consentirebbe una riduzione dei costi (vigilanza, controllo, pulizie, casse) e libererebbe alcuni spazi al piano terra che potrebbero essere utilizzati per allargare ulteriormente l offerta di servizi, portando all individuazione di aree dedicate all intrattenimento (e.g. Salone delle feste, spazi museali, e tra questi sarebbe appropriata un esposizione dedicata alla storia del Festival della Canzone Italiana) nonché per l effettuazione di eventi e per tenervi le manifestazioni nazionali ed internazionali di Poker. A margine di tale operazione, verranno ricollocati tutti gli uffici nella sede storica, con le conseguenti positive ricadute sia in termini di riduzione dei costi che di maggiore efficienza organizzativa, ponendo tutte le articolazioni nello stesso stabile, a diretto contatto con la produzione. 1.4 Investimenti su attrezzature di gioco Slot Investimenti in macchine da gioco L adeguamento previsto del parco macchine con la sostituzione di 50 unità, pari al 10% del totale installato, verrà realizzato attraverso l installazione di macchine con tecnologia server 4

8 based che, unite a quelle già installate, raggiungeranno il 15% del parco, gettando le basi per il futuro sviluppo dell offerta di gioco dinamico. Le macchine server based consentiranno di variare i giochi messi a disposizione del pubblico attingendo da ricche librerie di temi sempre aggiornate Ristrutturazione Sale Slot Alla luce dell espansione dell offerta di gioco da parte dei Monopoli di Stato, molto simile a quella disponibile nei Casinò, diventa ineludibile l esigenza di un miglioramento qualitativo dell ambiente dove viene offerto il gioco elettromeccanico. Tale offerta presenta la necessità di essere inserita in un contesto esteticamente adeguato, attrattivo e funzionale ai fini dei necessari cambiamenti tecnologici ed in condizioni che consentano di sfruttare a pieno i vantaggi concessi dalle norme alle macchine a disposizione dei clienti del Casinò Giochi tradizionali Gli investimenti per il gioco tradizionale, che deve essere il presidio della tradizione della Casa da Gioco ed il decisivo fattore di distinzione, prevedono: Il restyling e l adeguamento delle sale, al fine di assicurare il consono livello di accoglienza che deve connotare l ambiente di gioco; l acquisto di nuovi cilindri con relativo display da destinarsi alle fair roulette; i cilindri recuperati verranno destinati alle roulette francesi, ove sono presenti attrezzature ormai obsolete e che richiedono una profonda revisione da parte del fabbricante. La sostituzione e l implementazione di attrezzature per i giochi americani quali: Easy Chipper e miscelatori di nuova generazione, oltre all acquisto di un Deck Checker e di altri accessori per l officina roulettier Sistema di videocontrollo delle sale da gioco E prevista la sostituzione del sistema di videocontrollo delle sale da gioco. L impianto sarà basato su telecamere ad alta definizione; quelle dedicate alla ripresa dei tavoli saranno rese solidali con gli stessi, al fine di eliminare i costi di riconfigurazione conseguenti alle necessità di riconfigurazione delle sale da gioco. 5

9 Il sistema contempla, come soluzione addizionale, la ripresa delle zone di transito nelle sale da gioco, intervento che verrà realizzato qualora vengano ottenute le necessarie autorizzazioni. L implementazione è prevista in forma graduale a decorrere dall esercizio 2013 e terminerà nell anno seguente Online Vengono contemplati gli investimenti necessari a mantenere competitiva la piattaforma di gioco, aumentandone l attrattività e l efficienza. 1.5 Impianti e infrastrutture Nella tabella seguente sono riportati gli investimenti previsti per le infrastrutture e la sicurezza. La parte preponderante delle risorse è destinata al completamento del rinnovo degli impianti di condizionamento d aria, con il rifacimento di parti che risalgono agli anni 80 e 90. Gli interventi, al di là di rendere più gradevoli gli ambienti, ove attualmente è difficile mantenere temperature costanti, consentirà anche risparmi in termini di consumo di energia, a completamento dello sforzo iniziato nel 2010 con l installazione di una caldaia a condensazione che ha consentito di abbattere notevolmente i consumi di combustibile e le emissioni in atmosfera. Altra parte rilevante è destinata alla sicurezza dell immobile, col completamento degli interventi necessari per l innalzamento degli standard di sicurezza ed il rinnovo dell ascensore di porta Teatro. Seguono investimenti per il raggiungimento della piena affidabilità dell attività, in particolare del gioco elettromeccanico, ovvero la sostituzione dei condizionatori nei locali ove sono ospitati i gruppi di continuità, la realizzazione di un impianto di alimentazione sdoppiato per la Sala Slot, in modo da poter controalimentare la Sala in caso di guasto elettrico e la sostituzione degli interruttori della cabina di media tensione. Residuano infine interventi per la manutenzione straordinaria degli immobili ed altri interventi sulle infrastrutture dedicate al gioco. Rispetto alla precedente formulazione del piano, vengono tuttavia eliminati tutti gli investimenti previsti per la sede di Via Bixio. 6

10 Alcuni investimenti (con particolare riferimento a quelli che prevedono la realizzazione di impianti) potranno essere realizzati (in tutto o in parte) mediante ricorso a locazioni finanziarie o noleggi operativi, in considerazione delle opportunità offerte dai fornitori e dalle disponibilità aziendali. 7

11 Infrastrutture e Sicurezza Unità trattamento aria Sala Liberty Torre Evaporativa III Gruppo Frigo III Condizionamento VRV ala sud Unità trattamento aria sala Privata compreso sostituzione canali Sostituzione canali sale da gioco Comune e Attigua Sostituzione tubature idrauliche Sostituzione condizionatori locali UPS Quadri elettrici sala Slot con doppia alimentazione Sostituzione celle e quadri elettrici cabina di trasformazione Mt Quadri elettrici cabina CETI Videosorveglianza: rete, controllo, hardware Rilevazione incendi magazzino Corbellati Ascensore portineria teatro Manutenzione str. Scalone sicurezza est Lavori edili per innalzamento della prevenzione incendi Completamento sistema rilevazione incendi Oltre a tali investimenti devono prevedersi quelli consueti in attrezzature, arredi e macchinari per la normale sostituzione dei beni obsoleti, per un ammontare prossimo a Euro negli anni 2013 e Sono stati altresì previsti investimenti nel settore IT (in particolare per la realizzazione di un datawarehouse). Gli investimenti finalizzati ai giochi sono riepilogati nelle rispettive sezioni. Quanto agli investimenti sul fabbricato (ingresso unico, locali di ristorazione e/o intrattenimento) essi verranno meglio descritti in sede di stesura finale del piano. 1.6 Parcheggio sotterraneo (investimento non a carico della Società) Nei periodi di più intensa affluenza la disponibilità di parcheggio presso la Casa da Gioco risulta carente rispetto alle necessità. L innalzamento dello standing del servizio alla clientela non può prescindere da un ampliamento di tale disponibilità. La soluzione individuata prevede la creazione di un parcheggio interrato nei pressi del fabbricato comunale sede della Casa da Gioco. Benché il progetto non sia stato ricompreso nella programmazione strategica esposta nel piano, la Società ritiene opportuno segnalare l utilità della proposta progettuale. Questa si riferisce alla possibile realizzazione di un parcheggio interrato consistente in quattro piani adibiti a posti auto, serviti da una rampa 8

12 con accesso veicolare da Corso Imperatrice (quota + 5,55) e dal piazzale di ingresso al Teatro del Casinò. L idea progettuale prevede la realizzazione di tre piani in grado di contenere ciascuno n. 36 posti auto, ed un piano in grado di contenere n. 33 posti auto, per un totale di n. 141 parcheggi coperti che, uniti a n. 23 posti auto scoperti in superficie potrebbero rispondere al fabbisogno della Casa da Gioco anche nelle occasioni di maggiore affluenza. L intervento è stato ideato in modo da rispettare le attuali quote del piazzale esterno ed è limitato alla zona già in oggi pavimentata, così da non modificare neppure l attuale sistemazione a verde dell esterno, se non per una ristretta parte della zona a sud che comunque diverrebbe giardino pensile. Gli elaborati grafici a suo tempo trasmessi rappresentano uno schema di massima dell intervento, che dovrebbe necessariamente essere sottoposto ad una verifica oculata. L investimento necessario per la realizzazione dell opera è stato stimato nell ordine di 6 milioni di euro. Il tempo di realizzazione non supererebbe i dodici mesi. Casinò S.p.A. non dispone delle risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dell opera, ne potrebbe reperirle dal sistema bancario sulla base della ricapitalizzazione attualmente prevista. Il Comune di Sanremo ha inserito il progetto nel proprio piano delle opere per il triennio , prevedendone la realizzazione in project financing. E stato ipotizzato che Casinò S.p.A. curi la realizzazione dell opera in luogo del Comune di Sanremo, adottando in qualità di stazione appaltante le medesime procedure che l Ente locale sarebbe tenuto ad adottare in forza della normativa di riferimento. Anche in questo caso la soluzione individuata richiederebbe preventivamente una puntuale verifica della sua fattibilità giuridica e delle procedure amministrative eventualmente richieste, nonché la riconsiderazione, per quanto necessario, della disciplina convenzionale dei rapporti tra la Società ed il Comune di Sanremo. 9

13 2 Iniziative sui Giochi L obiettivo è quello di selezionare opportune attività di supporto tra le diverse unità di business, al fine di dare impulso a ciascuna di esse, utilizzando il settore dei giochi tradizionali quale elemento di distinzione ed appeal per la Casa da Gioco. Il settore dei giochi elettromeccanici dovrà mantenere e sviluppare la sua capacità di generare ricavi, essendo il settore che consente il mantenimento degli equilibri tra costi e ricavi. Il settore Online, che costituisce un elemento di modernità ed innovazione, dovrà assicurare anch esso una adeguata fonte di introiti, sfruttando le sue potenzialità di sinergia col gioco fisico. 2.1 Giochi da tavolo Ufficio Clienti Sono previste le seguenti iniziative: attività di marketing diretto (con assegnazione di budget riservato allo scopo) per la migliore soddisfazione della clientela fidelizzata, per il recupero della clientela persa, attraverso inviti mirati, ed infine per il reperimento anche mediante il ricorso ad apporti esterni di nuova clientela, anche mediante impulso all attività del servizio cambio assegni. creazione di una struttura in pianta organica con allocazione di personale addetto al guest-service ed alla valutazione nuova clientela. identificazione dei criteri per la determinazione nuova clientela e attività di valutazione completa del cliente Gare BJ e Fair Roulette Un programma di gare di Blackjack e Fair Roulette sarà messo in atto con un numero di gare da inserire nel programma annuale in aggiunta ai tornei di Poker in date da stabilire non appena il programma sarà completato. I regolamenti prevedono un tipo di gare organizzato sulla falsa riga dei tornei di poker con Manche eliminatorie e Tavolo finale. Le gare saranno ad iscrizione ed i premi saranno distribuiti, in percentuale, ai giocatori del Tavolo Finale. 10

14 2.1.3 Match Coupons Verrà introdotta una forma promozionale molto utilizzata nei casinò esteri, ovvero la possibilità di giocare un match coupon rilasciato gratuitamente. Il coupon deve essere puntato su una delle chance semplici o doppie, unitamente ad una puntata di egual valore in mezzi di gioco o denaro. Se la puntata è vincente, viene pagata per intero (somma del coupon e della puntata a carico del cliente) ed il coupon viene ritirato ed inserito nella cassetta della valuta. Se la puntata è perdente, vengono analogamente ritirati sia il coupon che il gettone od il denaro scommessi Serate di Gala/Danzanti/a Tema e Enogastronomiche: Verrà definito un programma di serate da distribuirsi durante l anno e in concomitanza con le maggiori festività internazionali, oltre a serate tematiche mensili con buffet tipici: cinesi, argentini, messicani, indiani, europei, ecc. Serate sponsorizzate da Fashionable Brands (Vodka, Whisky, Rum, ecc.) per lanci di nuovi prodotti; Fashion night (fascia d età 18/45); Sviluppo di promozioni orientate ai giovani attraverso lo strumento di abbinamento di mezzi di gioco con ristorazione creando pacchetti ad hoc particolarmente attrattivi. Tale iniziativa beneficerà dell esperienza maturata col progetto pilota Fish & Chips e della nuova offerta di ristorazione introdotta con la nuova gestione; Dinner Shows con Exotic Dance groups, russi, brasiliani, cubani etc.; Serate dedicate a eventi speciali celebrati in paesi diversi con buffet e degustazione gratuiti: Nuovo Anno Cinese Carri fioriti Moon Cake festival (Cinese) Diwali Festival delle Luci (India) Thanksgiving Oktoberfest 23 Febbraio Secondo calendario manifestazione 15 Settembre 13 Novembre 22 Novembre Ultima settimana di settembre prime due di ottobre St.George s Day 23 Aprile 11

15 Serate in Maschera con premi (Fancy Dress Party) con offerta di gratuito buffet degustazione, Wild West, Black & White, Chicago 1930, Natale d Estate 25 Agosto, etc. Con cadenza mensile o bisettimanale, serate ad invito ed a pagamento per clienti e non, con costi minori rispetto all effettuazione di Gala con artisti di fama Sviluppo potenziale clienti di riferimento (clientela cinese) Introduzione e formazione del personale sul famoso gioco Cinese Pai Gow, marketing e comunicazione su stampa Cinese in Italia, in cooperazione con organizzazioni cinesi, serate dedicate con cantanti e show Nuove procedure per la chiusura delle sale e dei tavoli da gioco Per consentire una più rapida chiusura dei tavoli e di conseguenza poterli utilizzare maggiormente, sono in corso di valutazione alcune innovazioni, di carattere tecnologico e/o organizzativo Poker Continuazione dei tornei Pokerstars focalizzati, in mancanza della calendarizzazione dell EPT 2013, all offerta dei tornei IPT, supportata da nuove formule di torneo attualmente allo studio quali Cash Festival, Coppa Italia del Poker, Notte degli Assi ed introduzione del Pacchetto Regalo Poker in partnership con un operatore internet che renderà possibile acquistare e/o regalare un pacchetto completo (ospitalità, ristorazione ed acquisto del buyin) sia per i tornei infrasettimanali che per quelli del week end, aprendo così un canale di vendita Internet dotato di ampia visibilità. Continuazione dei tornei settimanali. 2.2 Gioco elettromeccanico WAP Jackpot L esperienza maturata con i jackpot multilivello installati su un numero elevato di macchine con temi diversi ha confermato l idea che l installazione di un jackpot generale sulla maggior parte delle macchine del Casinò consentirà di offrire un attrattiva potente su di un pubblico vasto. 12

16 All interno del progetto riveste grande importanza la comunicazione dei diversi jackpot attraverso pannelli multimediali sia all interno delle sale che all esterno Attività promozionali slot Ogni introduzione di nuove macchine e l avvicendarsi dei jackpot sarà oggetto di iniziative di comunicazione legate ai nuovi temi ed alle vincite possibili e/o già realizzate. In questa linea di iniziative si inseriranno concorsi a premio legati all acquisto di mezzi di gioco non convertibili, che senza nulla aggiungere al costo del gioco consentiranno ai clienti più fedeli di ottenere premi aggiuntivi o benefit. L attuale attività promozionale, attraverso l offerta di ticket nella modalità 2x1, sarà intensificata e affinata attraverso l utilizzo del nuovo software sviluppato internamente. Il nuovo programma di gestione delle promozioni consentirà di associare la fruibilità dell offerta ad un grande numero di parametri legati al cliente, quali, età, località di residenza, frequenza delle visite, e molti altri. E prevista altresì una serie di eventi a premio con estrazione di regali per la clientela (ad es.: ipad tablet, scooter, biciclette, viaggi) Fidelity Ticket Un altro software sviluppato internamente all Area Slot realizzerà la possibilità di accedere al gioco attraverso l acquisto di Fidelity Ticket non convertibili, senza alcun costo aggiuntivo o limitazione al gioco. Il sistema memorizzerà gli acquisti e accumulerà sul conto del cliente punti che potranno essere usati secondo diverse modalità, sia per l accesso ai benefit che per l ottenimento di premi. L importanza di questo strumento risiede anche nella possibilità di affinare l analisi della spesa del cliente sia in termini quantitativi che qualitativi, legati cioè al tipo di macchina preferita. 13

17 2.3 Online Ricerca clienti diretti Negli investimenti destinati alla ricerca di clienti diretti, a forte competitività nel settore del gioco online richiede, e soprattutto in mancanza di risorse notevoli, una strategia mirata che individui alcuni canali sui quali concentrare le risorse. La campagna base che si ipotizza si articolerà mediante una strategia di comunicazione volta ad acquisire conti di gioco, veicolata da canali web realizzata attraverso: sviluppo della creatività per tutti i canali; sviluppo di landing pages (ovvero di pagine che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link apposito o una pubblicità); supporto script di tracciamento (ovvero la possibilità di tracciare le registrazioni sul sito di gioco, strumento fondamentale per misurare il ritorno degli investimenti nel marketing online; reportistica, analisi ed ottimizzazione flussi; gestione campagne media; strategia Facebook/social network, mirata ad aumentare la visibilità delle pagine e attività ed alla creazione di una massa critica minima di fans Live dealer Una delle ragioni principali che hanno fatto compiere la complessa operazione di cambio della piattaforma, è stata l impossibilità, col precedente fornitore di servizio, di personalizzare l offerta di gioco online in relazione alla nostre peculiarità di casinò land based. L idea del LIVE DEALER applicato ad un tavolo di fair Roulette nasce, quindi, come prima applicazione di questa strategia, con il preciso intento di essere i primi ad offrire la possibilità di giocare online nelle sale di un casinò italiano. Le opportunità offerte dal progetto non si limitano quindi solo alla produzione di utili aggiuntivi, sia diretti che attraverso la vendita del prodotto ad altri concessionari in modalità B2B, ma soddisfano la necessità di estendere l attività del Casinò verso l esterno, in sinergia con il gioco online. Ovviamente le attività di ricerca di clienti diretti di cui al punto precedente estendono i loro benefici anche a questo gioco, tuttavia mettere in campo una specifica Strategia Facebook che si focalizzi sulla realizzazione di piani editoriali per la diffusione di applicazioni che 14

18 generano basi di dati geolocalizzati da utilizzare per campagne promozionali integrate online/casinò fisico. Il progetto è pressoché completato e potrà consentire ulteriori sviluppi mediante la rivendita a soggetti terzi operanti nel settore del gioco online Slot machines online Come il Live dealer lo è materialmente, le slot machines online costituiscono idealmente un estensione del core business del Casinò. Per cogliere appieno i vantaggi offerti da una simile associazione, oltre alle campagne di comunicazione generali per l attività online, è auspicabile introdurre all interno della strategia generale una specifica linea di comunicazione che alimenti questa sensazione nel Cliente. Sicuramente il lancio di applicazioni Facebook specifiche costituirà un indispensabile strumento di azione, che, grazie alla disponibilità di una piattaforma di gioco, potrà concretizzarsi nell inserimento di slot machines personalizzate, provenienti sia dal mondo casinò che newslot. 15

19 Nota Riguardo alla pluralità di attività promozionali sopra descritte, è bene ricordare le recenti limitazioni introdotte dal c.d. decreto Balduzzi, che ha introdotto il divieto delle comunicazioni commerciali audiovisive e radiofoniche, dirette o indirette, che inducano all acquisto di prodotti o alla partecipazione ad attività di gioco con vincita di denaro, quali lotterie, concorsi a premio, scommesse sportive, new slot o ad attività, anche online, comunque denominate, finalizzate alla riscossione di somme di denaro, la cui vincita sia determinata esclusivamente dal caso, all interno di programmi radiotelevisivi rivolti ai minori nei venti minuti precedenti e successivi alla trasmissione degli stessi e nell intera fascia oraria dalle 16 alle Il divieto in questione si estende anche alla stampa giornaliera e periodica destinata ai minori, alle sale cinematografiche e alla pubblicità sui mezzi di trasporto pubblico e nei luoghi frequentati prevalentemente dai minori, nonché qualsiasi propaganda pubblicitaria che rappresenti i minori intenti a giochi con vincita di denaro. La portata di tali limitazioni è allo studio al fine di rilevarne i riflessi sulle diverse attività di gioco esercitate da Casinò S.p.A. 16

20 3 Riorganizzazione In considerazione del mutato contesto competitivo nel quale l Azienda si trova ad operare, connotato da un generalizzato trend negativo degli introiti, che si sta estendendo anche ai giochi regolati dall Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, risulta necessario incrementare la velocità del processo di ottimizzazione delle risorse umane (i.e.: riducendone il costo totale ed aumentandone la produttività) onde ottenere maggior efficienza/efficacia nella gestione di una risorsa strategica che copre quasi i due terzi del totale dei costi aziendali. La Società si prefigge di salvaguardare i livelli occupazionali, ricorrendo ad una pluralità di azioni, ovvero il ricorso all esodo, la ricerca del contenimento del costo del personale, non disgiunte da articolate attività di: riorganizzazione, introduzione di nuovi processi e formazione, di seguito descritte. 3.1 Riorganizzazione a) Riorganizzazione dell area giochi tradizionali. E un obiettivo di primaria importanza nelle politiche di rilancio dell Azienda, essendo i giochi da tavolo il solo vero elemento distintivo delle case da gioco in Italia, inattaccabile dalla concorrenza esterna, in virtù di specifica deroga di legge per l esercizio dei giochi d azzardo limitata a quattro casinò nel nostro Paese. Ciò stante, ed anche a seguito del già avviato processo di esodo volontario, la riorganizzazione dell area nel suo complesso deve prendere le mosse da rinnovati organigrammi, che prevedano più moderne attribuzioni funzionali alla maggiore cura del cliente ed adeguati alla domanda di gioco manifestata dal mercato, tuttora apprezzabile nei fine settimana e sempre più vincolata alla stagionalità e agli eventi, ma sempre meno numerosa negli altri periodi. E già stata attivata una sperimentazione che prevede per la prima volta, a livello nazionale, l offerta di tutti i giochi lavorati (americani e francesi) in un unica sala che permette un migliore utilizzo delle risorse umane impiegate nell area. Inoltre, con l affidamento della nuova gestione del servizio di somministrazione di alimenti e bevande (ristorante/bar), si impone una ricognizione delle competenze professionali delle unità impiegate nel servizio di assistenza alla clientela delle sale da gioco, attualmente affidato ai Valletti, ma demandato in toto al nuovo gestore. Pertanto, il personale dipendente adibito al reparto Valletti verrà utilmente riutilizzato all interno dell Azienda, prioritariamente in aree di supporto al core business, laddove ora si ricorre a personale somministrato o a servizi in appalto, mentre le residue funzioni di supporto all area gioco da essi esercitate saranno ridistribuite all interno dell area gioco. Un rilievo particolare, considerata l attuale forte contrazione della domanda, merita il reparto dello Chemin de Fer, sul quale l Azienda intende intervenire in modo radicale. Atteso che detto gioco viene esercitato quasi esclusivamente nelle giornate del fine settimana o durante le gare, l Azienda si propone di utilizzare al meglio le risorse ivi impiegate, onde ampliare l offerta di tutti i giochi lavorati. Pertanto, è in itinere un 17

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA

PROVINCIA DI PIACENZA PROVINCIA DI PIACENZA DI SVILUPPO E QUALIFICAZIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI PER BAMBINI N ETA 0-3 ANNI INDIRIZZI GENERALI PER IL TRIENNIO 2001-2003 Approvato con atto C.P. 29.10.2001 n.133 Ufficio Politiche

Dettagli

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014

SARDEGNA IT SRL. Relazione concernente l andamento della società nel primo semestre 2014 SARDEGNA IT SRL Registro Imprese 03074520929 Rea 244574 Società unipersonale Sede in VIA DEI GIORNALISTI, N. 6-09122 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 100.000,00 i.v. Relazione concernente l andamento

Dettagli

Audizione sugli Atti di Governo

Audizione sugli Atti di Governo CAMERA DEI DEPUTATI 11ª Commissione (Commissione Lavoro pubblico e privato) Audizione sugli Atti di Governo Schema di Decreto Legislativo recante disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle

Dettagli

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E IL LAVORO PUBBLICO TRA VINCOLI E PROCESSI DI INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E di Francesco Verbaro 1 La

Dettagli

V E R B A L E D I A C C O R D O

V E R B A L E D I A C C O R D O V E R B A L E D I A C C O R D O Fusione per incorporazione di Banca Antonveneta Spa in Banca Monte dei Paschi di Siena Spa e contestuale conferimento di ramo d azienda nella Nuova Banca Antonveneta SpA.

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE. Premessa

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE. Premessa PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE RELAZIONE Premessa Il presente documento, redatto ai sensi dell art. 1, comma 612, L. 190/2014, illustra il piano di razionalizzazione delle

Dettagli

Piattaforma Rivendicativa Per Il Rinnovo CCNL Turismo 2013-2015

Piattaforma Rivendicativa Per Il Rinnovo CCNL Turismo 2013-2015 Piattaforma Rivendicativa Per Il Rinnovo CCNL Turismo 2013-2015 PREMESSA La crisi economica che sta colpendo duramente il nostro paese, non risparmia il Turismo, con l aggravante che questo settore potrebbe

Dettagli

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale Premessa L apertura del confronto per il rinnovo dei Contratti del Comparto Socio Sanitario - Assistenziale - educativo per gli anni

Dettagli

Preventivo finanziario Esercizio anno

Preventivo finanziario Esercizio anno Preventivo finanziario Esercizio anno Associazione DLF DISPONIBILITA' FINANZIARIE iniziali Totale disponibilità iniziali (a) ENTRATE E1 ENTRATE DA ATTIVITA' ISTITUZIONALI E11 Settore assistenziale E12

Dettagli

L applicazione della nuova normativa sui servizi pubblici locali. Un opportunità per creare cultura e innovazione nella gestione dei servizi pubblici.

L applicazione della nuova normativa sui servizi pubblici locali. Un opportunità per creare cultura e innovazione nella gestione dei servizi pubblici. sui servizi pubblici locali Un opportunità per creare cultura e innovazione nella gestione dei servizi pubblici. Un opportunità per creare cultura e innovazione nella gestione dei servizi pubblici. il

Dettagli

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO

ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO ASSOFIN - CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO OSSERVATORIO SULLE CARTE DI CREDITO Settembre 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - EURISKO INDICE PRESENTAZIONE DELL'OSSERVATORIO... EXECUTIVE SUMMARY... Capitolo

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

IPOTESI PIATTAFORMA DI RINNOVO CIA BMPS

IPOTESI PIATTAFORMA DI RINNOVO CIA BMPS per Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi Siena Spa IPOTESI PIATTAFORMA DI RINNOVO CIA BMPS Premessa La presentazione di una Ipotesi di Piattaforma di rinnovo del CIA di Banca Monte dei Paschi, ha il

Dettagli

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI 7 8 PROGETTO 1.1: GLI INTERVENTI A FAVORE DELL ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO, DEGLI ESERCIZI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl

CRM Basilea 2 :: :: :: :: PMI Center. -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl PMI Center -CRM per Basilea 2 - Cedac Software Srl 1 La tecnologia ha rimodulato i rapporti fra PMI e sistema Bancario a) anno 1987 - scambio telematico flussi informativi e dispositivi monobanca b) anno

Dettagli

IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI. SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata

IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI. SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata IL BUDGET IN UNA SOCIETA DI SERVIZI SINTESI S.r.l. Potenza, 17.06.2015 - Università degli Studi della Basilicata SINTESI S.r.l 1 SINTESI S.r.l. è una società di servizi che opera nel settore della formazione

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO DISCIPLINARE TECNICO per l affidamento del servizio di analisi e progettazione del sistema di programmazione, di bilancio e controllo dell I.N.A.F. Pagina 1 di 10 INDICE DEI CONTENUTI ARTICOLI Pag. 1 Premessa...

Dettagli

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa

Osservazioni della Concessionaria del Servizio Pubblico Radiotelevisivo italiano Rai-Radiotelevisione italiana Spa Proposta di revisione della Comunicazione della Commissione Europea del 2001 relativa all applicazione delle norme sugli aiuti di Stato al servizio pubblico di radiodiffusione 4 novembre 2008 Osservazioni

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV

Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV Consultazione sullo schema di regolamento ministeriale di attuazione dell articolo 14, comma 3, del decreto legge

Dettagli

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009)

D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) D.L. N.397 DEL 6.11.2008: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge Finanziaria 2009) Articolo 1 L articolo fissa in 150 milioni di euro il limite massimo

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI SALZA DI PINEROLO Provincia di Torino Borgata Didiero n. 24 10060 SALZA DI PINEROLO Tel e fax 0121/808836 e-mail: comune.salza@dag.it www.comune.salzadipinerolo.to.it PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014/2016

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014/2016 A.S.P. Laura Rodriguez y Laso De Buoi Via Emilia, 36 40068 San Lazzaro di Savena (BO) Tel. 051 6270172 Fax 051 6279067 E-mail asplaurarodriguez@asplaurarodriguez.it PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferraris:

A relazione dell'assessore Ferraris: REGIONE PIEMONTE BU9S1 05/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 25-1122 Attuazione dell'art. 2 del D.L. n. 101 del 31.8.2013, convertito con modificazioni in L. n. 125 del 30.10.2013.

Dettagli

Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su. Infrastrutture, crescita e competitività

Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su. Infrastrutture, crescita e competitività Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su Infrastrutture, crescita e competitività Piero Casadio Confindustria, 15 dicembre 2011 1 Introduzione Il capitolo del Rapporto di Confindustria

Dettagli

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale

L addetto all Ufficio Protocollo riceve quotidianamente la posta pervenuta tramite servizio postale Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con

Dettagli

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO E CALZATURIERO INDUSTRIA

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO E CALZATURIERO INDUSTRIA PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE DEL TESSILE ABBIGLIAMENTO E CALZATURIERO INDUSTRIA 1 Premessa Il rinnovo del Contratto Nazionale del Tessile Abbigliamento e Calzaturiero

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA

8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA 8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA PERSONALE Politiche del personale L ampliamento dei compiti assegnati all Autorità dagli atti di liberalizzazione dei settori regolati accresce l importanza

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

ALLEGATO 1 ISTITUZIONE DEI DIPARTIMENTI IN AMMINISTRAZIONE CENTRALE

ALLEGATO 1 ISTITUZIONE DEI DIPARTIMENTI IN AMMINISTRAZIONE CENTRALE ALLEGATO 1 ISTITUZIONE DEI DIPARTIMENTI IN AMMINISTRAZIONE CENTRALE novembre 2013 1 Il presente documento integra le informazioni sul progetto di istituzione dei Dipartimenti in Amministrazione Centrale,

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la determinazione degli organici del personale amministrativo tecnico ed ausiliario (ATA) delle istituzioni scolastiche e educative statali, ai sensi dell'articolo

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO 2015/2017 (approvato con decreto n. 10 del 29.1.

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO 2015/2017 (approvato con decreto n. 10 del 29.1. --- PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI NOVARA PER IL TRIENNIO (approvato con decreto n. 10 del 29.1.2015) 1 --- Indice (redatto in conformità alle indicazioni fornite

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 418 04/08/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11972 DEL 28/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI Prot. n.

Dettagli

Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. Profilo di uscita

Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. Profilo di uscita Istituto Tecnico AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Profilo di uscita Il Perito in Amministrazione, finanza e marketing ha competenze specifiche nel campo dei macrofenomeni economico aziendali nazionali

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

VERBALE DI CONCERTAZIONE

VERBALE DI CONCERTAZIONE VERBALE DI CONCERTAZIONE In data 26/8/2002, alle ore 16.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Vignola, si sono incontrate le delegazioni trattanti di parte pubblica e di parte sindacale per l Unione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2016-2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013

Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Febbraio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007

MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 ALLEGATO A MODALITA DI ATTUAZIONE DEI POLI FORMATIVI Annualità 2006/2007 a-premessa Le presenti modalità di attuazione riprendono le linee fondamentali espresse nell Avviso pubblico, omogenee per ogni

Dettagli

C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore

C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore C.C.N.L. delle Case da Gioco Considerazioni sullo stato del settore Il gioco pubblico (fonte AGIPRONEWS), registra l ennesimo record di incassi attestandosi per il 2010 ad una chiusura di 61 miliardi di

Dettagli

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione

Verifica qualità dati contabili Elaborazione e strutturazione dell informazione COMUNE DI TRENTO Servizio Programmazione e Controllo via Belenzani 22 38100 Trento Telefono: 0461-884162; Fax: 0461-884168 e_mail: servizio_programmazione@comune.trento.it Sito internet dell amministrazione:

Dettagli

Che cosa è la semplificazione? 3. Come è possibile semplificare? 4. Quali sono le proposte della Commissione? 5

Che cosa è la semplificazione? 3. Come è possibile semplificare? 4. Quali sono le proposte della Commissione? 5 Commissione europea Semplificare la politica di coesione per gli anni 2014-2020 Indice Introduzione 2 Che cosa è la semplificazione? 3 Come è possibile semplificare? 4 Quali sono le proposte della Commissione?

Dettagli

Ruolo del professionista nel rapporto PMI - banca. Rosso & Partners Srl via G. Garibaldi, 17 31046 Oderzo (TV)

Ruolo del professionista nel rapporto PMI - banca. Rosso & Partners Srl via G. Garibaldi, 17 31046 Oderzo (TV) Ruolo del professionista nel rapporto PMI - banca Rosso & Partners Srl via G. Garibaldi, 17 31046 Oderzo (TV) INTRODUZIONE Gli effetti della crisi sulle imprese sono sintetizzabili in: minori ricavi, tempi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico 1 Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro Luigi d Oriano Amministratore Unico 2 Progettiamo innovazioni Passione, esperienza, intuizione, innovazione. La presenza di lavoratori altamente

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

SOGGETTO ATTUATORE (indicare il Partner interessato): La Biotre.sas di Cappella Giuseppe, & C

SOGGETTO ATTUATORE (indicare il Partner interessato): La Biotre.sas di Cappella Giuseppe, & C AZIONE 3: attivazione di accordi sugli orari e sull organizzazione del lavoro, volti a favorire forme di flessibilità finalizzate alla conciliazione dei tempi di vita familiare e di lavoro dei lavoratori

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla situazione organizzativa e gestionale degli enti pubblici e sulle eventuali prospettive di riordino

Indagine conoscitiva sulla situazione organizzativa e gestionale degli enti pubblici e sulle eventuali prospettive di riordino Indagine conoscitiva sulla situazione organizzativa e gestionale degli enti pubblici e sulle eventuali prospettive di riordino Commissione bicamerale di controllo sugli enti gestori 7 giugno 2007, ore

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

L impresa recuperata La soluzione delle crisi di impresa dopo il Decreto Sviluppo 2012

L impresa recuperata La soluzione delle crisi di impresa dopo il Decreto Sviluppo 2012 CARISMI CONVEGNI L impresa recuperata La soluzione delle crisi di impresa dopo il Decreto Sviluppo 2012 CENTRO STUDI I CAPPUCCINI 28 Marzo 2013 LA SOLUZIONE DELLE CRISI DI IMPRESA DOPO IL DECRETO SVILUPPO

Dettagli

Dal welfare al workfare il nuovo ruolo del sistema pubblico dei servizi per l impiego

Dal welfare al workfare il nuovo ruolo del sistema pubblico dei servizi per l impiego Dal welfare al workfare il nuovo ruolo del sistema pubblico dei servizi per l impiego Il workfare (o welfare to work), termine derivante dalla fusione di work e welfare, é un modello alternativo al classico

Dettagli

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI DEI DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI DEI DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI DEI DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Indice Premessa..pag. 3 1. Verso l e-government.pag. 4 2. Inadeguatezza della dotazione tecnologica...pag. 6 3. Frequenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018

PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 Allegato B delibera 13 del 3.2.2016 PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO DEL PERSONALE TRIENNIO 2016-2018 PREMESSO che il vigente quadro normativo in materia di organizzazione dell'ente locale, con particolare riferimento

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

Risposta alla consultazione di Banca d Italia sul Programma dell attività normativa dell Area Vigilanza per l anno 2011

Risposta alla consultazione di Banca d Italia sul Programma dell attività normativa dell Area Vigilanza per l anno 2011 Risposta alla consultazione di Banca d Italia sul Programma dell attività normativa dell Area Vigilanza per l anno 2011 Dicembre 2010 DOCUMENTI 1. Considerazioni preliminari Il Programma di attività normativa

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Progetto Il Miglioramento delle Performance per la Giustizia MPG PON Governance e Azioni di Sistema - 2007/2013 Ob. 1 Asse E Capacità Istituzionale Obiettivo specifico

Dettagli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli Disegno di Legge n. 1541 conversione in legge del Decreto Legge 24 giugno 2014, n.91 Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l efficientamento energetico dell edilizia scolastica

Dettagli

Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015

Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015 Relazione del Direttore Generale al Bilancio Previsionale 2015 Novità del quadro normativo (Art. 21, comma b, Statuto di ABF) Il nuovo quadro normativo, derivante in primo luogo dalle prescrizioni della

Dettagli

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*.

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. (*Il presente articolo è frutto esclusivo del pensiero dell Autore e non impegna in alcun modo l Amministrazione

Dettagli

Area Sviluppo Economico Settore Lavoro. PIANO PROVINCIALE DISABILI 2010-2012 Annualità 2012 DOTE 4

Area Sviluppo Economico Settore Lavoro. PIANO PROVINCIALE DISABILI 2010-2012 Annualità 2012 DOTE 4 Area Sviluppo Economico Settore Lavoro PIANO PROVINCIALE DISABILI 2010-2012 Annualità 2012 DOTE 4 Azioni finalizzate all autoimprenditorialità delle persone disabili ai sensi della legge 68/99 Aggiornato

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Quando si opera in un mercato

Quando si opera in un mercato Controllo ALLA RICERCA DELL EFFICIENZA: UN SISTEMA INTEGRATO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Quando si opera in un mercato competitivo, attraverso un organizzazione complessa, è fondamentale disporre di

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 2/2013 SCHEMA DI PROVVEDIMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GESTIONE DEI RAPPORTI ASSICURATIVI VIA WEB, ATTUATIVO DELL ARTICOLO 22, COMMA 8, DEL DECRETO LEGGE 18 OTTOBRE

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015. tra

PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015. tra PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI NEL GRUPPO DEUTSCHE BANK IN ITALIA PROGETTI RICOMPRESI NEL PIANO D IMPRESA 2013-2015 Il giorno 30 aprile 2014, in Milano, tra la Deutsche Bank S.p.A., anche in qualità

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo)

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) TIPOLOGIA DELLE PROPOSTE PROGETTUALI La misura di agevolazione promuove e ammette tipologie

Dettagli

Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi. e dal Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan

Presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi. e dal Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan Allegato Relazione sui fabbisogni annuali di beni e servizi della P.A. e sui risparmi conseguiti con il sistema delle convenzioni Consip L. 244/2007, art. 2, cc. 569-574 Presentato dal Presidente del Consiglio

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA PIATTAFORMA PER IL RINNOVO CONTRATTUALE PER GLI ADDETTI DELLE AZIENDE CHE PRODUCONO OCCHIALI E ARTICOLI INERENTI L OCCHIALERIA 2015 Premessa Il rinnovo del Contratto Nazionale dell occhialeria avviene

Dettagli

RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI

RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI RIFORMA DEGLI ASSETTI CONTRATTUALI ASSETTI CONTRATTUALI La complessità dei settori rappresentati dalle Parti stipulanti, caratterizzati da una polverizzazione di imprese spesso piccole e piccolissime,

Dettagli

InfoFACILITY. La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL. Agenzia PROFILO AZIENDA

InfoFACILITY. La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL. Agenzia PROFILO AZIENDA La manutenzione dei sistemi di monitoraggio e degli edifici ARPAL - Case History ARPAL - Maggio 2014 L ottimizzazione del processo manutentivo, intesa come l aumento dell efficacia degli interventi ordinari,

Dettagli

L analisi degli investimenti in uno studio odontoiatrico

L analisi degli investimenti in uno studio odontoiatrico 03. L analisi degli investimenti in uno studio odontoiatrico Franco Cellino - Lessicom srl Abstract La nota vuole fornire alcune linee guida che il dentista imprenditore dovrebbe seguire per valutare la

Dettagli

ICT: le leve nella creazione del valore

ICT: le leve nella creazione del valore ICT: le leve nella creazione del valore di Alessio Piccioni Consulente Mondaini Partners Srl Le soluzioni ICT rappresentano un investimento sempre più di rilevanza strategica, che incide profondamente

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

Il sostegno di CDP: sviluppi

Il sostegno di CDP: sviluppi Il sostegno di CDP: sviluppi Roma, 28 novembre 2013 Il Contesto Nel biennio 2011 12, CDP ha mobilitato circa il 90% delle risorse previste dal Piano Industriale 2011 13,raggiungendo,difatto,gliobiettiviconunanno

Dettagli

Il Franchising Bricofer. Corporate Profile. Tra il dire e il fare.

Il Franchising Bricofer. Corporate Profile. Tra il dire e il fare. Il Franchising Bricofer Corporate Profile Tra il dire e il fare. IL FRANCHISING DI BRICOFER Un fenomeno in crescita. Una solida realtà. Combinazioni vincenti. Protagonisti del mercato. La struttura. I

Dettagli

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica

Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo. Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Eraldo Sanna Passino Delegato per il personale Guido Croci Direttore amministrativo Organizzazione dei servizi di supporto alla didattica Premessa: il contesto di riferimento Il decreto ministeriale 270/2004

Dettagli

degli investimenti in uno studio odontoiatrico _Abstract Autore_Franco Cellino, Italia

degli investimenti in uno studio odontoiatrico _Abstract Autore_Franco Cellino, Italia L analisi degli investimenti in uno studio odontoiatrico Autore_Franco Cellino, Italia _Abstract La nota vuole fornire alcune linee guida che il dentista imprenditore dovrebbe seguire per valutare la fattibilità

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico DISPOSIZIONI CONCERNENTI LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DEI PARAMETRI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ORGANICI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO TECNICO ED AUSILIARIO (ATA) DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E EDUCATIVE

Dettagli

Piattaforma rinnovo ACN. (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13)

Piattaforma rinnovo ACN. (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13) Piattaforma rinnovo ACN (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13) Introduzione Negli ultimi quattro anni, cioè grosso modo dalla sigla degli ultimi ACN, la situazione economica del Paese è

Dettagli

Tra. -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER);

Tra. -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER); Il giorno 18 novembre 2010, in Modena Tra Le Aziende: -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER); - Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola

Dettagli

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione

Le sfide future per il Facility Management: l open facility management come nuova soluzione CHE COS È IL FACILITY MANAGEMENT Il Facility Management è una disciplina in continua evoluzione ed infatti in un contesto altamente dinamico, tipico della società odierna, si trova a dover interpretare

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Lunedì 04 marzo 2013

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Lunedì 04 marzo 2013 Bollettino Ufficiale 9 D.g.r. 28 febbraio 2013 - n. IX/4935 Integrazioni delle linee guida regionali per l attivazione di collaborazioni tra aziende sanitarie pubbliche e soggetti privati in attuazione

Dettagli

DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti-

DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti- DCO 346/2014/R/GAS Riforma degli obblighi di separazione funzionale per il settore dell energia elettrica e del gas - Primi orientamenti- Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 29 settembre 2014 PREMESSA

Dettagli

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A)

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A) ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2008-2010 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) approvato con Delibera di Giunta n. 313 del 30/12/2008

Dettagli