ATTORE, STAR, BRAND: UN ANALISI DELLA COSTRUZIONE DIVISTICA DI KEVIN SPACEY*

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTORE, STAR, BRAND: UN ANALISI DELLA COSTRUZIONE DIVISTICA DI KEVIN SPACEY*"

Transcript

1 ATTORE, STAR, BRAND: UN ANALISI DELLA COSTRUZIONE DIVISTICA DI KEVIN SPACEY* Angela Santomassimo *Estratto dalla testi di laurea triennale in Arti e Scienze dello Spettacolo, Kevin Spacey e la costruzione dello stardom. Un analisi intermediale (a.a ), relatore Prof. Andrea Minuz, Sapienza, Università di Roma Introduzione L industria hollywoodiana ha perso da tempo il suo primato nella creazione di figure autorevoli in termini di star power. Come dimostra la classifica «Celebrity 100» stilata da Forbes, l avvento della televisione prima e di Internet poi, hanno minato le basi già instabili degli ultimi residui dello Star System. La scelta di analizzare una figura come quella di Kevin Spacey nasce dal bisogno di indagare un tipo diverso di stardom che trae origina all interno dell industria hollywoodiana per poi prenderne le distanze. Una costruzione divistica che si fa portavoce, oltre che della maggiore autonomia di cui le celebrità possono usufruire rispetto al passato, di un cambiamento generale in atto nel modo in cui il mondo dell intrattenimento si sposta dagli studios alla rete. Un immagine problematica: anti-star stardom Un elemento ricorrente nel racconto della scalata al successo è un punto di svolta, un momento in cui la futura star comprende il suo destino. Nel caso di Spacey, questo turn point è rappresentato da un doppio incontro, quello con Katherine Hepburn nel parcheggio di un teatro e con Jack Lemmon durante un act class a New York. Entrambi, già all epoca (siamo intorno al 1973) all apice della carriera, consigliano al giovane Spacey di continuare a lavorare per diventare un attore. Al di là della curiosità biografica di questi incontri, è interessante notare come nelle figure divistiche di due dei personaggi di spicco della Hollywood classica, si ritrovino tratti comuni all immagine di Spacey stesso, come se questa si fosse plasmata nel tempo facendo costante riferimento a quei due modelli. Da un lato Mrs. Hepburn, figura anticonformista di femminilità nella Hollywood degli anni trenta, conosciuta per il suo carattere forte e citata da Anne Morey come attrice «self-maker» (Morey, 2011). Dall altro, Jack Lemmon, la star classica per eccellenza, in grado di incarnare un determinato «tipo sociale», quello dell «everyman» (Farr, 2011). L immagine della star Spacey è contrassegnata da una costante ambivalenza tra apparire e scomparire, tra rientrare in una specifica tipologia di ruoli, come Jack Lemmon, e il rifiuto di ogni categorizzazione al pari di Katharine Hepburn. Secondo Richard Dyer, il processo divistico trae origina dal teatro ma si sviluppa pienamente solo in relazione all attore di cinema, come se esistesse qualcosa di intrinseco al mezzo cinematografico che crea le star (Dyer, 2003). In un articolo del 1938, apparso sulla rivista di cinema Bianco e Nero, l allora direttore Luigi Chiarini, spiega che laddove l attore di teatro avrà il compito di far rivivere un personaggio esistente, «l attore cinematografico interviene in una fase che è ancora di creazione e non di interpretazione; egli [...] dovrà contribuire a creare un personaggio [...] non è soltanto un interprete ma il creatore del film col regista» (Chiarini,1938). Grazie a questo margine creativo, il secondo possiede i presupposti per diventare una

2 star a differenza del primo. Ora, nel caso specifico Spacey, che nasce come attore di teatro, entrambi gli aspetti sembrano coesistere. La sua figura di celebrità oscilla costantemente tra la visibilità paradigmatica delle star di Hollywood e uno desiderio di scomparire dietro il personaggio, tipicamente teatrale, originando un immagine problematica, ma che allo stesso tempo contribuisce al fascino enigmatico per il quale la star è più conosciuta a livello internazionale. L immagine divistica si modella sia a partire dall immagine filmica del divo che da quella mediatica, la quale «trasfigura analogamente a quanto fa la pellicola» (Jandelli, 2011). Ironicamente, di Spacey si scrive che: «we know more about the surface of Mars, than about Kevin Spacey s life». Eppure, l assenza di questo presupposto non corrisponde, se non in parte, a una caduta della sua popolarità. Determina semmai un tipo diverso di stardom che McDonald chiama «anti-star stardom» (McDonald, 2013). Pur non rientrando a pieno titolo nella a- list delle star di Hollywood, Spacey si fa rappresentante della categoria delle prestige star. Se una celebrità è prima di tutto «a person-as-brand», veicolo di una serie di valori riconoscibili e spendibili sul mercato, nel caso di Spacey questo brand è legato soprattutto al capitale simbolico che si origina dal suo talento attoriale, sancito dai numerosi premi vinti, una certa eleganza e impeccabilità nel mostrarsi pubblicamente, così come la sua stessa invisibilità in termini di vita privata, l enigmaticità che ne deriva, le iniziative personali, la sua casa di produzione, il tutto unito a un certo humor, di cui sono esempi le sue esilaranti imitazioni delle star di Hollywood. Ed è proprio da queste che Spacey prende le distanze dichiarando in più occasioni «I m not a celebrity, that s not my profession, I m an actor» (Spacey, 2007). A dimostrazione di ciò, la scelta di allontanarsi fisicamente da Hollywood per dirigere il teatro Old Vic di Londra, proprio nel momento in cui riceve la massima onorificenza di Hollywood per Hollywood, l Oscar come miglior attore protagonista per American Beauty nel Ma questo distacco dalla logica commerciale hollywoodiana è solo apparente. È proprio a partire dall invisibilità della sua immagine pubblica che Spacey costruisce la sua figura di star, la cui enigmaticità confluisce in tutta quella serie di cattivi a cui da vita. Come dichiara in una battuta il personaggio di Frank Underwood della serie House of Cards: «there s a value in having secrets we wouldn t be ourselves without them». Oltre a rendere quei personaggi verosimili fino alle estreme conseguenze, la scelta di non apparire intercetta significati socio-culturali importanti. Se le star di Hollywood sono il simbolo stesso di una nazione costruita per essere venduta come quella americana, Spacey ne rappresenta l eccezione e quindi il riscatto. Non a caso il ruolo che ne sancisce il lancio nel firmamento delle star - dopo il quale Spacey riceve la sua stella sul Walk of Fame - è quello di Lester Burnham in American Beauty, personaggio in crisi di mezza età che rifiuta tutti i feticci della realtà consumistica americana. Il film resta il suo più grande successo di critica e pubblico. In più, come si vedrà nel paragrafo seguente, il ruolo di Lester in relazione all immagine di Spacey, intercetta apertamente le contraddizioni di un periodo storico, quello dell epoca Clinton. Personaggi ricorrenti e crisi della mascolinità Nonostante l autonomia di cui le star contemporanee possono usufruire in termini di scelte creative, quando si tratta di tener fede ai bisogni economici di Hollywood, queste tendono ancora oggi ad essere categorizzate in «tipi sociali» (Dyer, 2003). Nel 1995, dopo l Oscar per aver interpretato il diavolo in persona, Spacey diventa Keyser Söze, il villain per eccellenza, specializzato nell elaborazione di piani criminali perfetti (Un Perfetto Criminale è il titolo di un film interpretato dall attore). Lo stesso anno sancisce la nascita del serial killer di Seven, John Doe. Entrambi i personaggi scompaiono, eclissando la loro presenza all interno della storia. Nella scena de I Soliti Sospetti che vede i cinque accusati in cella, quattro di loro parlano, facendo supposizioni sulla situazione. Roger Verbal Kint alias Keyser Söze,

3 si trova in disparte e viene inquadrato solo quando tirato in ballo da uno dei quattro («io voglio sapere chi è lo zoppo»). Allo stesso modo Verbal si dilegua alla fine del film, un attimo prima che ne venga scoperta l identità. Medesimo sguardo imperturbabile, stessa capacità di non lasciare tracce, caratterizza John Doe. Quando Verbal viene trasportato in cella, la macchina da presa lo inquadra a partire dal basso verso l alto, un inquadratura che pone l accento sulla sua menomazione fisica. In Seven, nella scena in cui John Doe arriva al commissariato per costituirsi, questi scende da un taxi (palese la somiglianza con l ultima scena di I Soliti Sospetti) e ancora la macchina da presa temporeggia inquadrandolo dal basso e seguendone il passo da dietro. Nella commedia Fred Claus-Un fratello sotto l albero, la presenza del perfido Clyde è annunciata, oltre che da un cambiamento della colonna sonora, da un movimento di macchina simile. Ritornando al cattivo di Seven, è interessante notare come questi non sia il solo a nascondere la sua presenza dietro la serie di omicidi; è lo stesso Kevin Spacey che accettando di non comparire nei titoli di testa, né di prendere parte alla campagna mediatica del film, diventa Doe. Un tipo di espediente volto a portare alle massime conseguenze la suspence della storia garantendo una maggiore verosimiglianza al personaggio: «Kevin Spacey so submerges himself in his characters that he disappears before your very eyes... Kevin Spacey is not Kevin Spacey [ ] he's working 24:7 to make us believe in new lives, new stories. And like that, he s gone» (Glover, 1999). Entrando nei personaggi che interpreta, questi diventano parte del suo enigma. L attore è perfetto nelle vesti di quei criminali perchè ne adotta la volontà di scomparire diventando loro nel momento in cui decide di non mostrarsi come star ma esistere nell atto della performance. Ma come afferma McDonald «no matter how credibly a character is played, the actor always remains visible» (McDonald, 2013). Agli occhi dello spettatore, performer e personaggio restano visibili separatamente. È nell artificio visivo del cameo che si manifesta pienamente il riconoscimento delle due entità: «the cameo reproduces stardom in miniature» (Goble, 2010); ovvero, nel cameo gli attori interpretano se stessi, ostentando quei tratti per i quali sono più conosciuti e attivando un meccanismo di self parody. Kevin Spacey nei panni del Dr.Male appare nel cameo di Austin Power in Goldmember. Nonostante l attore voglia staccarsi dalla sua fama di cattivo, è lui stesso ad usufruirne in termini di visibilità, accettando di prendere parte a produzioni mainstream, destinate a un tipo di pubblico più vasto. A stabilizzare l immagine della star contribuisce anche un certo uso del corpo e della voce. Che siano cattivi o meno, Spacey interpreta personaggi parlanti, sempre impegnati in lunghe conversazioni o monologhi. Oltre a Verbal, in I Soliti sospetti, così soprannominato per la sua parlantina, c è Larry Mann in The Big Kahuna, un cinico venditore di lubrificanti industriali : «this is the Kevin Spacey we all love to love [ ] with a verbal dexterity miles beyond that of any other american actor [ ]. He doesn t read dialogue, he toys with it, makes it dance loops in his mouth, ultimately spits it out in lacy filigrees or bubbles inside» (Hunter, 2000). Una voce riconoscibile quella di Spacey, contraddistinta da una particolare cadenza che ne fa il marchio di fabbrica, dentro e

4 fuori dallo schermo. Nell ambito delle sue apparizioni pubbliche, nei talk show o durante serate di premiazione, ogni volta che può Spacey occupa la scena e si lascia andare nel racconto di piccoli aneddoti sulla sua carriera e vita, o meglio ancora intona una canzone. Cantare è una delle passioni di Spacey che da sfoggio delle sue capacità nel film da lui diretto e prodotto Beyond the Sea, in cui vi interpreta il cantante e attore Bobby Darin con l aiuto del prostethic make up per mascherare la netta differenza d età. Sull idea di corpo associata alla star Spacey il discorso si fa più ampio. La sua fama non fa leva sulla bellezza dei suoi tratti fisici. Difficilmente il suo corpo viene mostrato e quando accade, si tratta di un corpo deformato, che ha subito una trasformazione o sta per subirla. Così, nella messa in scena - in cui prevalgono primi piani e piani medi - e sulle copertine di riviste, viene posto l accento sul suo volto. Sempre curato, fresco di rasatura in ogni occasione, libero di mostrare le sue «adorable dimples» (n.d), che gli conferiscono addirittura un tocco bambinesco, ma che a un primo distratto sguardo possono sembrare delle cicatrici. In relazione al corpo, entra in gioco la questione della presunta omosessualità della star. Se nella vita reale è difficile vederlo in compagnia di una donna, lo stesso vale per i suoi personaggi sullo schermo, la maggior parte dei quali si muovono in universi prettamente maschili e mostrano una disfunzionalità a instaurare un rapporto con la controparte femminile. Scrive Richard Dyer sulla sua interpretazione in Seven: «Kevin Spacey performance, the rather prissy lips and precise delivery, the shot of him delicately dunking a tea bag in a cup after his arrest, might add up to a sense of Doe effeminacy» (Dyer, 1999). Se in Mezzanotte nel giardino del bene e del male, Spacey interpreta esplicitamente un personaggio gay, in L.A Confidential, è il carismatico Jack Vincennes, poliziotto della narcotici, la cui priorità è l orchestrare finti arresti per un programma televisivo. Eppure nel momento in cui ritrova il cadavere di un attore omosessuale, Jack cambia e si dimostra disposto a tutto pur di sapere la verità. In tutte queste interpretazioni il corpo della star non è mai mostrato esplicitamente, ma appare piuttosto frammentato in una serie di primi piani e piani medi. Secondo Turner i problemi politici di una nazione sono problematizzati e espressi attraverso il corpo (Turner, 1995). In tal senso, il corpo di Spacey si fa veicolo di una mascolinità in crisi, ravvisabile soprattutto nel personaggio di Lestern Burnham in American Beauty. Chiaramente frustrato sessualmente, questi ha perso il suo ruolo di maschio dominante, di cui cerca di riappropriarsi scolpendo il suo corpo. La trasformazione fisica (è la prima volta che il corpo di Spacey è così esposto) è però solo apparente. Lester sembra piuttosto regredire a una forma di giovinezza adolescenziale. Nella scena che apre il climax finale del film, questi si trova in garage, la sua camera da teenager. Impegnato a sollevare dei pesi,

5 l uomo si gira per guardare il suo riflesso nella finestra, che gli restituisce l immagine di un corpo dai muscoli pronunciati, un hard body, chiara reminiscenza del tipo di mascolinità dell era raegeniana. Nell ambito del cinema d azione popolare degli anni 80 (si pensi a Sylvester Stallone in Rambo) il corpo maschile è messo a nudo per mostrarne le ferite. In quel tipo di film secondo Paul Smith, il corpo passa da un oggettificazione/eroticizzazione per poi essere masochizzato e così sottoposto a una femminizzazione temporanea volta alla rigenerazione in una mascolinità fallica predominante (Smith, 1993). Lester non rientra in questa categoria. Il suo scopo è quello di mostrare il corpo «I want to look good naked». La paura dell esposizione del corpo maschile, che ha preso sempre più il posto della donna su copertine di riviste e cartelloni pubblicitari, è uno dei fardelli della svirilizzazione maschile (Dotson, 1999). Lester se ne appropria per esorcizzarla e superarla, ma nel farlo rimane bloccato in una fase narcisistica, sottoposto a una perenne femminizzazione. A marcare questo aspetto, l atmosfera soffusa del garage che rende il corpo oggetto di uno sguardo maschile, incorporato nella figura del colonnello Fitz, omosessuale represso. L idea di corporeità di Lester/Spacey problematizza le contraddizioni dell epoca Clinton : «Offering various departures from traditional masculinity, a host of America s 90s men seemed caught up in contemporary arguments critiquing the heterosexist, patriarchal, classist, and racist values traditionally underwriting the standard picture of the real American man. Like Bill Clinton, these popular 90s men depict a conflicted masculinity that both embraces and puts aside a variety of masculine stereotypes» (Malin, 2005). Il 1999, anno del film, è un anno di svolta storica, oltre ad essere quello successivo al Sexgate: il presidente Clinton, al suo secondo mandato è chiamato ad ammettere le sue colpe davanti a un intera nazione. Come asserisce Malin la figura di Clinton mostra in sé delle contraddizioni evidenti racchiudendo da un lato l'idea di un «power-hungy patiarch» e dall'altro quella del «sensitive man of the 90s». Scrive Malin «Sensitive to our pain, but tough on crime; wealthy graduate of Yale, but down-home Arkansas boy, Clinton's persona remained a bundle of conflicts that variously embraced and overturned different stereotypes of masculinity». Il legame Spacey/Clinton è accentuato, oltre che dal legame di amicizia reale tra i due, dal ruolo che l attore interpreta nel political drama House of Cards.

6 Frank Underwood prende vita: politica, parodia, merchandising I: What profession other than yours would you like to attempt? K. Spacey: Politics Il brand di una star può arricchirsi col tempo di nuovi significati (McDonald, 2013). Dopo alcuni anni nel dimenticatoio, Kevin Spacey inaugura una nuova fase della sua carriera grazie al ruolo di Frank Underwood in House of Cards. Oltre ad essere un bad boy - «this is just the beginning of my revenge», ha annunciato l attore sul palco dei Golden Globe 2015 in occasione della vittoria come miglior attore in una serie drammatica - il personaggio rientra perfettamente nella categoria dei sociopatici delle serie tv, in voga negli ultimi tempi e riconoscibili dalla mancanza di ogni senso di coscienza e rimorso, oltre che da uno spiccato egocentrismo. Un personaggio alla Spacey dunque, (l ennesimo sessualmente ambiguo) ma che diventa soprattutto il volto di un cambiamento in atto, quello che riguarda la streaming television come nuova forma di fruizione audiovisiva. Grazie al successo della serie e alla capacità dell attore di partecipare attivamente nell universo social del web, Spacey debutta come prima «Internet star» nella classifica «Celebrity 100» stilata da Forbes in termini di star power. Lanciata a partire da febbraio 2013 House of Cards, primo prodotto a marchio Netflix - una delle piattaforme online attualmente esistenti di contenuti audiovisivi - deve gran parte del suo successo alla conoscenza di dati immagazzinati dal sistema, grazie ai quali vengono sfruttate le preferenze del singolo visualizzatore: «Netflix noticed that there was significant overlap between the circles of viewers who watched movies starring Kevin Spacey and movies directed by David Fincher from beginning to end, and viewers who loved the original BBC miniseries House of Cards». La serie nasce in questo senso da sinergie calcolate, ma soprattutto come prodotto per il web, indipendente cioè dai canali tradizionali, sui quali approda solo in un secondo momento. La presenza di Spacey, sia in veste di interprete che di produttore, conferma la capacità della star di arrivare a un giusto compromesso tra autonomia creativa, determinata in questo caso dalle possibilità del nuovo medium di Internet e vendibilità del suo brand. In tal senso, come afferma David Fincher, regista dei primi episodi, nessun altro meglio di Spacey avrebbe potuto vestire i panni di Frank Underwood, : «there was him and there was no one else» (Fincher, 2014). Le chiavi del successo del congress man Underwood, devono essere individuate soprattutto nel modo in cui è il personaggio ad andare incontro alla star. Le due entità sembrano combaciare fino a determinare un cortocircuito tra realtà e finzione dal quale si crea una nuova figura semi-reale, uno Spacey/Underwood, che ingloba gli aspetti di uno, sfruttando le caratteristiche dell altro. Come uomo politico, dotato di spiccate capacità oratorie Underwood si serve totalmente della voce della star, che abbiamo visto essere uno dei suoi tratti riconoscibili. Da buon sociopatico poi, Underwood cura ogni particolare anche a livello estetico, da qui il suo impeccabile look white collar, eguagliabile a tutta quella serie di horrible bosses, di cui Spacey veste i panni in Americani, Il prezzo di Hollywood e Horrible Bosses, oltre che in Margin Call e Casino Jack, ma anche allo stesso stile di Spacey in pubblico. Il guardaroba di Underwood comprende per lo più abiti firmati Ralph Lauren e Burberry, marca che lo stesso Spacey sceglie per i suoi look da Red Carpet. Se le star si fanno mediatrici del valore simbolico del marchio che decidono di esporre, frapponendosi tra i produttori e i consumatori, allo stesso tempo alimentano la loro immagine beneficiando di quel sistema di valori. Scegliendo lo stile classico di una delle marche iconiche della moda londinese Kevin Spacey rilancia la sua immagine

7 classy di star dal gusto europeo. In House of Cards, a questo stile classico si contrappone un gusto high tech. Frank e i suoi collaboratori fanno costantemente uso di tutta una serie di gadget tecnologici di cui spesso viene esplicitamente mostrato il brand come strategia di product placement, come quando Underwood gioca con la sua console domestica Sony. La maturata esperienza di Spacey in ambito cinematografico, oltre che teatrale, televisivo e persino musicale, lo rende un veterano dello spettacolo in tutti i suoi aspetti. Una sorta di animale da palcoscenico, pronto a rientrare in ogni tipo di media, per mettersi in mostra e arrivare a un tipo di audience diversificata. A questo scopo Spacey, presta voce e corpo a un personaggio virtuale, l altro sociopatico John Irons in Call of Duty: Advanced Warfare : «it s a brand new audience for me. It s kinda cool: if they like what they see in Call of Duty, they may want to go and watch House of Cards, or a movie I ve done in the past» (Spacey, 2014). Il videogioco rientra nella categoria dei Frist Person Shooter, in cui essendo tutto filtrato dalla visuale del giocatore, i personaggi che questi incontra nella missione vi si rivolgono direttamente. Quando ciò accade con Irons, si denota una certa somiglianza con Underwood, il quale allo stesso modo, attraverso l espediente mutato dal teatro shakesperiano del directed address, chiama in causa lo spettatore facendogli credere di essere un suo fedele confidente. Una trovata non molto dissimile da quella utilizzata dalle nuove web star, che ugualmente si interfacciano con lo spettatore/visualizzatore in modo diretto. Come modello che si origina dalla rete, la streaming television ne ingloba i valori, diventando veicolo di quell illusione di intimità su cui poggiano i legami della generazione di Internet. In questo senso, il trucco del discorso in macchina, ha come primo obiettivo il coinvolgimento dello spettatore del web. In più, si tratta di uno stratagemma che contribuisce alla verosimiglianza di Underwood come politico reale. Secondo Leila Mansuori: «like Bill Clinton the character Spacey plays is masterful at creating the illusion a politician is paying individual attention» (Mansuori, 2014). Il legame Clinton-Spacey è avvalorato inoltre dal rapporto di amicizia tra i due, oltre che dalla collaborazione di Spacey nella campagna elettorale dell ex presidente e la sua presenza nelle file della Clinton Foundation, associazione no profit con scopi umanitari. Spesso è proprio nelle vesti di Underwood che in sketch diffusi online, la star da il suo contributo alla fondazione, utilizzando la sua fama come «money machine» (Orman, West, 2003). In L elite senza potere, Francesco Alberoni descriveva le star come personaggi pubblici il cui agire appartiene esclusivamente alla sfera del privato, al contrario dei politici che si occupano della comunità (Alberoni, 1973). In realtà, non è possibile effettuare una separazione così netta quando si fa riferimento ad Hollywood. Con l ascesa alla presidenza di un ex attore di b-movie il confine tra la sfera politica e quella spettacolare è del tutto scomparso. Alle soglie degli anno 80 Reagan annuncia la sua

8 candidatura, convincendo gli elettori con il suo humor disarmante. Underwood dal canto suo è un personaggio simile a quello raeganiano. Entrambi mostrano un evidente ambiguità politica: il primo, pur appartenente alle file dei democratici adotta strategie chiaramente repubblicane, il secondo è un repubblicano con un passato da democratico. Ma è soprattutto la star Kevin Spacey che mostra una certa somiglianza con il The Great Communicator della White House. Proprio come questi durante i suoi famosi discorsi pubblici, documentati spesso dal medium televisivo, Spacey utilizza il suo carisma di star e tutto il suo bagaglio di aneddoti umoristici, per portare avanti la sua campagna elettorale a favore di Netflix e del binge watching, come in occasione del James MacTaggart Memorial Lecture all Edinburgh Television Festival : «releasing the entire season of House Of Cards at once has proved one thing: the audience wants control. They want freedom. If they want to binge as they've been doing on House Of Cards then we should let them binge». Spacey/Underwood grazie al suo carisma e alle sue doti comunicative dentro e fuori dalla schermo, diventa un politico a tutti gli effetti, tanto da rendere House of Cards un argomento su cui discutere da parte di personaggi ai vertici del potere reale. A volte ne viene parodizzato il contenuto, come fa il presidente Obama : «I wish things were that ruthless efficient [ ] Kevin Spacey [ ] s getting a lot of stuff done» (Obama, 2014) ; altre volte è considerato un modello di ispirazione politica. Il presidente del consiglio italiano Matteo Renzi, dichiarato fan di House of Cards, per il suo programma di formazione ha espresso la necessità di prendere spunto dalle serie tv americane (Renzi, 2014). In più, lo stesso Job Acts renziano mostra delle somiglianze con l AmericaWorks di Underwood nello scopo comune di creare consenso nel breve periodo in vista delle elezioni. Underwood2016 è proprio il logo della fittizia campagna elettorale portata avanti nella serie. Lo stesso Spacey in più di un occasione appare indossandone una felpa. Il merchandising consiste nell utilizzo di un brand per la vendita di un oggetto. Chi acquista lo fa per l insieme di significati associati al marchio. Il tipo di merchandising legato a House of Cards rinforza il rapporto tra realtà e finzione, aumentando l entertainment soprattutto in vista delle reale corsa alle presidenziali del 2016, che coinciderà tra l altro con la messa in onda della quarta stagione della serie. In più, l esistenza del personaggio di Underwood è avvalorata dalla presenza dello stesso Spacey nelle file dei collaboratori del partito democratico, oltre che dalla sue frequenti

9 apparizioni nelle occasioni che hanno luogo intorno alla Casa Bianca, per esempio il White House Correspondent's dinner che l attore ha aperto nel 2014 con uno sketch in stile House of Cards, con tanto di dialogo in macchina e colonna sonora di sottofondo : «I may lie, cheat and intimidate to get what I want, but at least I get the job done. So I hope some of you were taking notes». Una delle strategie della «celebrity politics» consiste proprio nell utilizzo della star come rappresentante dell opinione pubblica (Viscardi, 2014). Spacey nelle vesti di Underwood scavalca lo schermo rivolgendo un discorso tanto ironico quanto sarcastico ai politici americani e facendosi così portavoce di un problema reale. Guardando ai progetti futuri della star, il legame con la politica rimane un aspetto costante. Oltre a produrre un telefilm tratto dal bestseller The Residence: Inside the Private World of the White House, sui retroscena della vita alla Casa Bianca, l attore sarà coinvolto nel film Elvis e Nixon, nel ruolo del trentasettesimo presidente degli Stati Uniti. Altra costante è il continuo bisogno di reinventarsi come artista, «I just want to be better» citando ancora le sue parole ai Golden Globe Se il ruolo economico e quindi la posizione privilegiata delle star del grande schermo sono costantemente minacciate, il piano per la riconquista di una popolarità stabile è quello di entrare a far parte di tutti quegli ambiti che l universo mediatico e spettacolare offre: «the true moneymaking potential awaits those who are able to harness the power of multiple media in one package» (Hayes, 2014). Adesso che, per dirla con le parole di Spacey, «building an audience doesn t require hollywood help» (Spacey, 2014), alle star di un medium ormai datato come quello cinematografico spetta il compito di veicolare la propria immagine attraverso una serie di sinergie nell universo social della rete. BIBLIOGRAFIA Alberoni, Francesco (1973) L élite senza potere Milano, Bompiani. Binelli, Raffaello (2014) Renzi studia politica con le serie tv americane, in «Il Giornale» Bruce, Mary (2013) Obama Wishes Washington Were More Like 'House of Cards, Chiarini Luigi, Barbaro Umberto (1938) L attore: saggio di antologia critica, «Bianco e nero» n.16. Dotson, Edisol (1991) Behold the Man: The Hyde and Seeling of Male Beauty in Media and Culture, New York, Harrington Park Press. Dyer, Richard (2003) [1979] Star Torino, Kaplan Id. (1999) Seven, London, BFI Modern Classics Farr, John (2011) James Stewart: On the Actor's Centennial, His Ten Best Films, in «The Washington Post», Glover J Inside Film, n.18

10 Goble, Mark (2010) Beautiful circuits: Modernism and Mediated life, New York, Colombia University Press. Hayes, Dade (2014) Five Things The Forbes Celebrity 100 Says About Hollywood Star Power, «Forbes», power/ Hirsh, Andrew (2013) How Netflix is Using Big Data to Get People Hooked on its Original Programming, in «Technology Advice» Holmes, Su and Negra Diane (eds. 2011), In the Limelight and Under the Microscope: Forms and Functions of Female Celebrity, Londra, Bloomsbury. Hossli, Peter (2007) Fame hasn t really intruded on my life,«iwc Magazine» Hunter, Stephen (2000), Big Kahuna: A Well-Oiled Act, «The Washington Post», html Jandelli, Cristina (2007) Breve storia del divismo cinematografico,venezia, Marsilio. Le, Vanna, Celebrity 100: Kevin Spacey Makes Debut As First Internet Star On List, «Forbes», 30/06/2014 Malin, Brenton J. (2005), American Masculinity under Clinton: Popular Media and the Nineties crisis of Masculinity, New York, Peter Lang Publishing Inc. McDonald, Paul (2013), Hollywood stardom, Hoboken, Wiley-Blackwell. Orman, John. M. and West Darrell M. (2003), Celebrity Politics, Upper Saddle River, Prentice Hall Schofield, Stephen (2014) Kevin Spacey and Robin Wright, https://stephenschofield.wordpress.com/2013/02/12/kevin-spacey-and-robin-wright Smith, Paul (1993) Clint Eastwood: A Cultural Production, Minneapolis, University of Minnesota Press. Tamblyn, Robin (2010) Looking closer: Kevin Spacey the Frist 50 years, Bloomington, Universe Inc. Turner, Bryan (1995) The Body and Society: Explorations in Social Theory, New York, Sage. Viscardi Rosa (2014), Star Politics. Processi di starizzazione della politica-per-media Milano, Franco Angeli. FILM-VIDEO

11 American Beauty (American Beauty, Sam Mendes, 1999) Americani (Glengarry Glen Ross, James Foley, 1992) Austin Powers in Goldmember ( Austin Power in Goldmember, Jay Roach, 2002) Beyond the Sea ( Beyond the Sea, Kevin Spacey, 2004) Call of Duty: Advanced Warfare (2014) (videogioco) Casino Jack ( Casino Jack, George Hickenlooper, 2010) Come ammazzare il capo 2 (Horrible Bosses 2, Sean Anders 2014) Come ammazzare il capo e vivere felici (Horrible Bosses, Seth Gordon,2011) House of Cards- Gli intrighi del Potere ( House of Cards, 2013-in corso) I Soliti Sospetti (The Usual Suspects, Bryan Singer, 1995) Il prezzo di Hollywood (Swimming with Sharks, George Huang,1994) L.A. Confidential (L.A Confidential, Curtis Hanson, 1997) Margin Call ( Margin Call, J. C. Chandor, 2011) Mezzanotte nel giardino del bene e del male (Midnight in the garden of good and evil, Clint Eastwood,1997) Seven ( Seven, Davis Fincher, 1995) The Big Kahuna ( The Big Kahuna, John Swanbeck, 1999) Un perfetto Criminale (Ordinary Decent Criminal, Thaddeus O Sullivan, 2000)

12

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013

I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013 I.C. AMEDEO DI SAVOIA AOSTA Martina Franca (Ta) LINEE DI PROGETTAZIONE ANNUALE DELLA CLASSE Disciplina: INGLESE a.s. 2012 2013 Traguardi PREMESSA per lo sviluppo DISCIPLINARE delle competenze L apprendimento

Dettagli

Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday is in I ve got My telephone number is

Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday is in I ve got My telephone number is Scuola Elementare Scuola Media AA. SS. 2004 2005 /2005-2006 Unità ponte Progetto accoglienza Scheda dati personali Inserisci i tuoi dati poi formula delle frasi per parlare di te stesso I m My birthday

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we?

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we? Lesson 1 (A1/A2) Verbo to be tempo presente Forma Affermativa contratta Negativa contratta Interrogativa Interrogativo-negativa contratta I am ( m) I am not ( m not) Am I? Aren t I? you are ( re) you are

Dettagli

Andrea Crisanti scenografo

Andrea Crisanti scenografo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lettere Andrea Crisanti scenografo RELATORE Prof. Paolo Bertetto CORRELATORE Prof. Andrea Minuz LAUREANDA Elisa

Dettagli

Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose

Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose Cittadini TRASPARENTI? INFORMAZIONE e Internet delle Cose Roma, 3 luglio 2015 Giornalismo, diritto di cronaca e privacy Diritto di cronaca e privacy: può succedere che il rapporto si annulli al punto che

Dettagli

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale The Elves Save Th Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale Bianca Bonnie e and Nico Bud had avevano been working lavorato really hard con making molto impegno per a inventare new board game un nuovo

Dettagli

Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11. Internet Explorer 10

Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11. Internet Explorer 10 Italiano: Explorer 10 pagina 1, Explorer 11 pagina 2 English: Explorer 10 page 3 and 4, Explorer 11 page 5. Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11 Internet Explorer 10 Con l introduzione

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky:

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky: Focusky Focusky è l innovativo e professionale software progettato per creare resentazioni interattive ad alto impatto visivo e ricco di effetti speciali (zoom, transizioni, flash, ecc..). A differenza

Dettagli

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES Il 150 dell unità d Italia rappresenta un evento di cruciale importanza per Torino e il Piemonte. La prima capitale d Italia, come già fece nel 1911 e nel 1961 per il Cinquantenario

Dettagli

Programma effettivamente svolto. CLASSE I A ANNO SCOLASTICO 2011-2012 LINGUA INGLESE

Programma effettivamente svolto. CLASSE I A ANNO SCOLASTICO 2011-2012 LINGUA INGLESE Programma effettivamente svolto. CLASSE I A ANNO SCOLASTICO 2011-2012 LINGUA INGLESE MESE: SETTEMBRE Funzioni : Salutare e congedarsi in modo informale e formale. Presentarsi. Fare lo spelling di una parola.

Dettagli

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ PA

ML 160 PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ PA ROGRAMMA SVOLTO agina 1 di 5 ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE 2^ A DOCENTE Savigni Antonia DISCILINA Inglese LIBRO DI TESTO IN ADOZIONE: AUTORE Bartram Walton. TITOLO Think English vol. 1 e 2 CASA EDITRICE

Dettagli

THREE LITTLE PIGS. Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY. Obiettivi linguistici:

THREE LITTLE PIGS. Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY. Obiettivi linguistici: THREE LITTLE PIGS Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY Obiettivi linguistici: - ascoltare - comprendere - memorizzare lessico e strutture attraverso un testo narrativo noto - seguire

Dettagli

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti)

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) La seguente scansione dei saperi è da considerare come indicazione di massima. Può essere utilizzata in modo flessibile in riferimento ai diversi libri di testo

Dettagli

Il Piano di Marketing. alessandra.gruppi@mib.edu

Il Piano di Marketing. alessandra.gruppi@mib.edu Il Piano di Marketing 1 Di cosa parleremo A cosa serve il marketing In cosa consiste Perché scrivere un piano di marketing Come scriverlo...in particolare per new business e innovazioni 2 Because its purpose

Dettagli

PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco

PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco PROGRAMMA D'ESAME- INGLESE PROF. Schettino Francesco Grammatica Past simple di to be: forma affermativa e negativa Past simple di to be: forma interrogativa e risposte brevi Past simple di to have: forma

Dettagli

L esperto come facilitatore

L esperto come facilitatore L esperto come facilitatore Isabella Quadrelli Ricercatrice INVALSI Gruppo di Ricerca Valutazione e Miglioramento Esperto = Facilitatore L esperto ha la funzione principale di promuovere e facilitare la

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente e per iscritto i punti essenziali di testi in lingua standard su argomenti familiari o di studio che

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Roma, 19 settembre 2014 Massimo Persotti Ufficio stampa e comunicazione Dipartimento Politiche Europee m.persotti@palazzochigi.it Cosa fa

Dettagli

Product Placement and Brand Equity

Product Placement and Brand Equity Product Placement and Brand Equity Margherita Corniani 1. Il Product Placement 2. Il Product Placement nella comunicazione aziendale 2.1 I vantaggi del Product Placement 2.2 I limiti del Product Placement

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE CURRICOLO DI LINGUA INGLESE 1^ e 2^ anno RICEZIONE ORALE Comprendere espressioni di uso quotidiano finalizzate alla soddisfazione di bisogni elementari Gestire semplici scambi comunicativi Comprendere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

sdforexcontest2009 Tool

sdforexcontest2009 Tool sdforexcontest2009 Tool Guida all istallazione e rimozione. Per scaricare il tool del campionato occorre visitare il sito dell organizzatore http://www.sdstudiodainesi.com e selezionare il link ForexContest

Dettagli

WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE

WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE WEB - INTERNET L OGGI DELLA COMUNICAZIONE La dieta mediatica degli italiani Indagine Censis I media personali nell era digitale luglio 2011 1. La dieta mediatica 1. Crolla la TV analogica, esplode la

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 2 -

Informatica per la comunicazione - lezione 2 - Informatica per la comunicazione" - lezione 2 - Diamo una rapida occhiata al momento e al personaggio storico che vengono visti come l inizio dell informatica come la conosciamo oggi, pur dovendo riconoscere

Dettagli

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva

finalità 1 - L D G T V L intento di citylive show Valorizzazione del territorio organizzazione regia direzione artistica produzione esecutiva L D G T V 1 - Cityliveshow o r g a n i z z a z i o n e e m a n a g e m e n t a c u r a d i c i t y l i v e s t y l e p r o d u z i o n i p e r l d g t v organizzazione regia direzione artistica produzione

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO:SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CLASSE: I MATERIA: INGLESE Modulo n 1 Start Up! Unit 1 Welcome to the camp! Unit 2 Uncle Brian s so fun! Unit 3 Your bedroom

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Anno Scolastico 2007-2008 BUSATTO ELENA

PROGRAMMA SVOLTO Anno Scolastico 2007-2008 BUSATTO ELENA PROGRAMMA SVOLTO Anno Scolastico 2007-2008 Classe II D Disciplina INGLESE Docente BUSATTO ELENA Testi adottati per lo sviluppo delle abilità linguistiche lo sviluppo delle strutture grammaticali KEY STAGE

Dettagli

PEPPA PIG e la CACCIA AL TESORO SPOSTAMENTO DATA SALERNO TEATRO DELLE ARTI DOMENICA 4 MAGGIO 2014

PEPPA PIG e la CACCIA AL TESORO SPOSTAMENTO DATA SALERNO TEATRO DELLE ARTI DOMENICA 4 MAGGIO 2014 PEPPA PIG e la CACCIA AL TESORO SPOSTAMENTO DATA SALERNO TEATRO DELLE ARTI DOMENICA 4 MAGGIO 2014 Si comunica che, per esigenze logistiche, lo spettacolo Peppa Pig e la caccia al tesoro inizialmente previsto

Dettagli

100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!»

100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!» 100% Italiana «Lo stile ha una nuova via!» «Style has got a new way!» Non esiste ciclista al mondo che non pensi di aver comprato la miglior bicicletta al mondo! There is no rider who doesn t think he

Dettagli

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com It all began with a small building in the heart of Milan that was in need

Dettagli

ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE

ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE UDA UDA N. 1 About me Ore: 25 ore UDA N. 2 Meeting up Ore: 25 ore ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE PIANO DELLE UDA ANNO 2013-2014 PRIMA Bi Frof. Filomena De Rosa COMPETENZE DELLA UDA Utilizzare

Dettagli

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015 Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan -III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

CURRICOLO INGLESE CLASSE 1^ Comprende Vocaboli - Saluti - Presentazioni. Istruzioni. Espressioni e frasi di uso quotidiano riferite a se stesso.

CURRICOLO INGLESE CLASSE 1^ Comprende Vocaboli - Saluti - Presentazioni. Istruzioni. Espressioni e frasi di uso quotidiano riferite a se stesso. CLASSE 1^ Classe 1^ re vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, pronunciati chiaramente e lentamente relativi a se stesso. Produrre frasi significative riferite a oggetti e situazioni

Dettagli

SPONSORSHIP TECNECO Issue 02 23.11.2014

SPONSORSHIP TECNECO Issue 02 23.11.2014 SPONSORSHIP TECNECO Issue 02 23.11.2014 Le nostre passioni sono il carburante dell'anima, non possiamo ignorarle, non possiamo reprimerle ne dimen5carle ed allora col5viamole, perché ci fanno stare bene,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news news n. 04 10/2011 VICO MAGISTRETTI KITCHEN ISPIRATION VIVO MAGIsTReTTI KITCHen IsPIRATIOn news Il nostro rapporto con il "Vico" è durato per più di quarant anni. era iniziato verso la metà degli anni

Dettagli

NUCLEO TEMATICO E TRAMA

NUCLEO TEMATICO E TRAMA SERIE ANGELMOUSE Temi e suggerimenti per la famiglia NUCLEO TEMATICO E TRAMA Angelmouse è la storia di un piccolo, sfaccendato e birichino topo-angioletto mandato sulla Terra ad aiutare gli altri. In ogni

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Il Cineforum. Cineforum: 25/12/2011. 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce

Il Cineforum. Cineforum: 25/12/2011. 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce Il Cineforum prof. Fabio Sandroni - prof.ssa Nadia Ciambrignoni Cineforum: 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce Progetto: Sentieri di Cinema CGS ACEC Marche Circuito di cinema di qualità

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

III Edizione - 2016 REGOLAMENTO

III Edizione - 2016 REGOLAMENTO III Edizione - 2016 REGOLAMENTO 1 INTRODUZIONE Il Rome Web Awards è un concorso organizzato dall associazione International Web Videomaker (IWV) ed è rivolto a coloro che intendano presentare un prodotto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA- LINGUA INGLESE CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA- LINGUA INGLESE CLASSE QUARTA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA- LINGUA INGLESE (Settembre, Ottobre, Novembre) Giorni della settimana Mesi Stagioni Sport e attività del tempo libero Halloween Thanksgiving day. CLASSE QUARTA I like/don t like

Dettagli

API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based

API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based Cosa sono le API? Consideriamo il problema di un programmatore che voglia sviluppare un applicativo che faccia uso dei servizi messi a disposizione

Dettagli

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema

Capitolo 6. Il montaggio: la grammatica del cinema Capitolo 6 Il montaggio: la grammatica del cinema Frammentazione dello spazio DÉCOUPAGE LA GRAMMATICA DEL CINEMA IL MONTAGGIO Operazione che consiste nell unire la fine di una inquadratura con l inizio

Dettagli

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale

Area 1: storia e cultura politico-istituzionale 20 quesiti ripartiti nelle aree: storia e cultura politico-istituzionale, ragionamento logico, lingua italiana, lingua inglese. 5 quesiti supplementari nell area matematica per chi volesse iscriversi in

Dettagli

ESERCITAZIONE. Francesco Poggi fpoggi@cs.unibo.it A.A. 2014-2015

ESERCITAZIONE. Francesco Poggi fpoggi@cs.unibo.it A.A. 2014-2015 ESERCITAZIONE Francesco Poggi fpoggi@cs.unibo.it A.A. 2014-2015 Premessa As always, there is never a correct solution to any modelling problem. It s more that some models are more precise, and more informative,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Due

U Corso di italiano, Lezione Due 1 U Corso di italiano, Lezione Due U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? M Hi, my name is Osman. What s your name? U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? D Ciao,

Dettagli

'62-'70 S ho w S gt.pepper: " B A S I C B E AT L E S "

'62-'70 S ho w S gt.pepper:  B A S I C B E AT L E S PROPOSTE 2012 '62-'70 S ho w S gt.pepper: " B A S I C B E AT L E S " Lo S ho w È lo spettacolo più semplice che propone la band, vengono proposti brani dei Beatles attingendo da ogni periodo della band

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

officine CAOS (turin IT) CALL FOR ENTRIES from March to July 2015

officine CAOS (turin IT) CALL FOR ENTRIES from March to July 2015 officine CAOS (turin IT) CALL FOR ENTRIES from March to July 2015 From March to July 2015 in Turin, Stalker Teatro - Officine CAOS, a big theatre location dedicated to creation of cultural events together

Dettagli

Educazione ambientale; scienze.

Educazione ambientale; scienze. PIANO DELLE UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola primaria di Bellano Classe quinta Disciplina: Inglese STARTER Svolgere attività di ripasso riguardanti le strutture ed il lessico appreso lo scorso anno. Immagine;

Dettagli

Si faccia riferimento all Allegato A - OPS 2016, problema ricorrente REGOLE E DEDUZIONI, pagina 2.

Si faccia riferimento all Allegato A - OPS 2016, problema ricorrente REGOLE E DEDUZIONI, pagina 2. ESERCIZIO 1 Si faccia riferimento all Allegato A - OPS 2016, problema ricorrente REGOLE E DEDUZIONI, pagina 2. Siano date le seguenti regole: regola(1,[b,f],a) regola(2,[m],p) regola(3,[f,g],b) regola(4,[p,q],h)

Dettagli

dopo tanti anni passati insieme a studiare l'inglese, spero di essere riuscita a trasmettervi la passione per questa lingua o almeno la curiosità.

dopo tanti anni passati insieme a studiare l'inglese, spero di essere riuscita a trasmettervi la passione per questa lingua o almeno la curiosità. Cari ragazzi, dopo tanti anni passati insieme a studiare l'inglese, spero di essere riuscita a trasmettervi la passione per questa lingua o almeno la curiosità. Vi auguro di far sempre meglio negli anni

Dettagli

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results)

GCE. Edexcel GCE Italian(9330) Summer 2006. Mark Scheme (Results) GCE Edexcel GCE Italian(9330) Summer 006 Mark Scheme (Results) Unit Reading and Writing Question Answer Testo.. B B C - A 4 Testo. a. passione che passione b. attrae c. sicuramemte d. favorito ha favorito

Dettagli

I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM

I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM I.T.C.S. ERASMO DA ROTTERDAM Liceo Artistico indirizzo Grafica - Liceo delle Scienze Umane opz. Economico sociale ITI Informatica e telecomunicazioni - ITI Costruzioni, ambiente e territorio Via Varalli,

Dettagli

Applicazioni Editoriali. Cover Design

Applicazioni Editoriali. Cover Design Applicazioni Editoriali Cover Design La finalità di ogni copertina L obiettivo di base di un qualsiasi graphic design realizzato per rappresentare una copertina consiste nel catturare facilmente lo sguardo

Dettagli

CORSO DI CUCINA A CASA!

CORSO DI CUCINA A CASA! Tour N.12 CORSO DI CUCINA A CASA La classe a lavoro Un fantastico modo per imparare a cucinare le più tipiche pietanze Toscane, senza muoversi da casa vostra Il nostro chef arriverà direttamente nella

Dettagli

ProgettoAlveare. compagnia b a b y g a n g

ProgettoAlveare. compagnia b a b y g a n g ProgettoAlveare compagnia b a b y g a n g Progetto Alveare: atti culturali contro la mafia Alveare è un progetto culturale che si sviluppa nella produzione di una trilogia teatrale composta da uno spettacolo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO GRAMSCI Via del Mezzetta, 7 50135 FIRENZE Tel. 055/610.281 Fax 055/608400

LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO GRAMSCI Via del Mezzetta, 7 50135 FIRENZE Tel. 055/610.281 Fax 055/608400 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014-2015 MATERIA: LINGUA E CIVILTA INGLESE CLASSE: 1 SEZIONE: E DOCENTE: FATIME HEMA Dal libro di testo Ben Wetz English Plus 1 Pre-Intermediate - ed. Oxford sono stati presentati:

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Uno

U Corso di italiano, Lezione Uno 1 U Corso di italiano, Lezione Uno F What s your name? U Mi chiamo Francesco M My name is Francesco U Mi chiamo Francesco D Ciao Francesco F Hi Francesco D Ciao Francesco D Mi chiamo Paola. F My name is

Dettagli

UNA NUOVA EQUAZIONE DEL VALORE

UNA NUOVA EQUAZIONE DEL VALORE UNA NUOVA EQUAZIONE DEL VALORE Studio Innovazione Ing. Renzo Rizzo ISTUD, Responsabile Area Business Innovation, Direttore Master di Marketing Studio Innovazione, Consulenza e Gestione per Progetti di

Dettagli

VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S

VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S VINTAGE C O L L E C T I O N A L L P I E C E S A R E U N I Q U E S Dalla collezione Vintage nasce Sospiri. Qui il tappeto oltre ad avere perso qualunque reminiscenza classica ed assunto colori moderni ha

Dettagli

Immagine; educazione alla cittadinanza.

Immagine; educazione alla cittadinanza. PIANO DELLE UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola primaria di Bellano Classe quinta Disciplina: Inglese TITOLO STARTER Svolgere attività di ripasso riguardanti le strutture ed il lessico appreso lo scorso anno.

Dettagli

Piano di lavoro A.S. 2014-15

Piano di lavoro A.S. 2014-15 ISTITUTO COMPRENSIVO VERONA N. 6 CHIEVO BASSONA BORGO NUOVO Via Puglie, 7/e 37139 Verona Tel.: 045.565602 Fax: 045.572033 e-mail: dirigente@ic6verona.it Piano di lavoro A.S. 2014-15 Docente Disciplina

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE

Dettagli

lorem ipsum LA COMPAGNIA

lorem ipsum LA COMPAGNIA lorem ipsum LA COMPAGNIA + VUCCIRìA Teatro Vuccirìa Teatro, compagnia teatrale indipendente di recentissima formazione (2012), opera tra la Sicilia e Roma. Fondata da Joele Anastasi ed Enrico Sortino,

Dettagli

FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI

FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI FRANCA SOZZANI IL BLOG DEL DIRETTORE BOMPIANI ISBN 978-88-452-6630-0 2010 RCS Libri S.p.A. Via Mecenate 91-20138 Milano Prima edizione Bompiani dicembre 2010 La moda non ha leggi, non ha regole, ma senza

Dettagli

Roma Web Fest 2015 Panel : "Nexilia

Roma Web Fest 2015 Panel : Nexilia Roma Web Fest 2015 Panel : "Nexilia Venerdì 25 Settembre 2015 - Ore 18:00 MAXXI: MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO Sala: Auditorium La sostenibilità economica delle webseries non è un argomento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. CARLA FRASCAROLI.. MATERIA: LINGUA INGLESE CLASSE 2 E DATA DI PRESENTAZIONE: 30.11.13 OBIETTIVI TRASVERSALI E COMPORTAMENTALI Si rimanda

Dettagli

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA LA FONDAZIONE CINEMA PER ROMA La Fondazione Cinema per Roma è nata nel 2007 nella convinzione che la cultura costituisca

Dettagli

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P

LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA CONOSCENZE, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P LINGUA INGLESE PROGRAMMA INTEGRATO DA, ABILITA E COMPETENZE CLASSI 1^M E 1^P Libro di testo: NETWORK 1, Paul Radley (OUP) Student s Book e Workbook, Student s Audio CD, Class Audio CDs, My Digital Book

Dettagli

Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3

Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3 Grammatica: PERIODO IPOTETICO 0-1-2-3 Il periodo ipotetico si distingue in: - periodo ipotetico di tipo 0 (ovvietà) - periodo ipotetico di I tipo (realtà) - periodo ipotetico si II tipo (possibilità) -

Dettagli

FRIDAY, 4 MAY 1.30 PM 2.30 PM. Date of birth Day Month Year Scottish candidate number

FRIDAY, 4 MAY 1.30 PM 2.30 PM. Date of birth Day Month Year Scottish candidate number FOR OFFICIAL USE C Total 900/3/0 NATIONAL QUALIFICATIONS 0 FRIDAY, 4 MAY.30 PM.30 PM ITALIAN STANDARD GRADE Credit Level Reading Fill in these boxes and read what is printed below. Full name of centre

Dettagli

Lezione 10: Che tipo di film preferisci?

Lezione 10: Che tipo di film preferisci? Lezione 10: Che tipo di film preferisci? Prima di guardare A. Completa la descrizione con le forme corrette dei verbi tra parentesi, usando o il passato prossimo o l imperfetto. Davide (invitare) Sara

Dettagli

Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche

Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Carla Piazza Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Università degli Studi di Udine www.dimi.uniud.it/piazza/salone_studente_2012.pdf Corsi

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Ascolto (comprensione orale) Parlato (produzione e interazione orale) Lettura (comprensione scritta) Scrittura (produzione scritta) 1. Comprendere

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Nicoletta Barbaro 4C Mercurio TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Un'azienda che distribuisce film in formato dvd chiede ad una software house(4c mercurio)

Dettagli

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ):

per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi come think, expect, believe, suppose, ): Lesson 17 (B1) Future simple / Present continuous / Be going to Future simple Quando si usa Il future simple si usa: per fare previsioni basate su ciò che si pensa, si crede o si suppone (spesso con verbi

Dettagli

Jenny Dooley - Virginia Evans

Jenny Dooley - Virginia Evans Jenny Dooley - Virginia Evans Indice Una lettera per te p. 3 I. Language Passport (Passaporto Linguistico) p. 5 II. Language Biography (Biografia Linguistica) All about me! p. 7 How I learn! p. 8 My World

Dettagli

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy.

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Dai vita ad un nuovo Futuro. Create a New Future. Tampieri Alfredo - 1934 Dal 1928 sosteniamo l ambiente con passione. Amore e rispetto per il territorio. Una

Dettagli

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF - Are you searching for Venditore Books? Now, you will be happy that at this time Venditore PDF is available at our online library. With our complete

Dettagli

IL MONDO NARRATIVO: come costruire l ambiente e i personaggi di una storia.

IL MONDO NARRATIVO: come costruire l ambiente e i personaggi di una storia. CALENDARIO ATTIVITÀ 2007 2008 CORSI 2007/2008 Per saperne di più, clicca qui. IL MONDO NARRATIVO: come costruire l ambiente e i personaggi di una storia. Durata: dieci lezioni. Frequenza: settimanale,

Dettagli

Learning Unit A Obiettivi specifici di apprendimento

Learning Unit A Obiettivi specifici di apprendimento II Istituto Comprensivo Ardigo Padova Ciclo di Istruzione Secondaria di I grado Programmazione Didattica di Lingua Inglese a.s. 2011/2012 High Spirits 2 - Classi 2 A 2 B 2 C Learning Unit A Descrizione

Dettagli

Istituto Comprensivo San Cesareo. Viale dei Cedri. San Cesareo. Lingua Inglese. Classi I II III IV V. Scuola Primaria E Giannuzzi

Istituto Comprensivo San Cesareo. Viale dei Cedri. San Cesareo. Lingua Inglese. Classi I II III IV V. Scuola Primaria E Giannuzzi Istituto Comprensivo San Cesareo Viale dei Cedri San Cesareo Lingua Inglese Classi I II III IV V Scuola Primaria E Giannuzzi Anno Scolastico 2015/16 1 Unità di Apprendimento n. 1 Autumn Settembre/Ottobre/Novembre

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

Perugia Crocevia Linguistico Associazione Culturale

Perugia Crocevia Linguistico Associazione Culturale Perugia Crocevia Linguistico Associazione Culturale PROGRAMMA CORSO INGLESE CLASSE 1 ELEMENTARE Formule di saluto. Espressioni per chiedere e dire il proprio nome. (What s your name? My name is ) (How

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli