Circolare Indizione Semplificata dei Campionati Regionali e Provinciali 2015/16

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Circolare Indizione Semplificata dei Campionati Regionali e Provinciali 2015/16"

Transcript

1 Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Umbria Comitato Provinciale Perugia Comitato Provinciale di Terni Perugia 30/07/2015 Circolare Indizione Semplificata dei Campionati Regionali e Provinciali 2015/16

2 La FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO indice, ed il COMITATO REGIONALE FIPAV COMITATO PROVINCIALE PERUGIA COMITATO PROVINCIALE TERNI organizzano, per la Stagione Agonistica 2015/2016, i seguenti Campionati: Serie C Femminile; Serie C Maschile; Serie D Femminile; Serie D Maschile; Under 16 Femminile Eccellenza Regionale; 1^ Divisione Maschile; 1^ Divisione Femminile; Divisione Giovani Femminile e Maschile; 2^ Divisione Femminile; Under 19 Maschile; Under 18 Femminile; Under 17 Maschile; Under 16 Femminile; Under 15 Maschile; Under 14 Maschile; Under 14 Femminile; Under 13 Maschile (6vs6); Under 13 Femminile (6vs6); Under 13 Maschile (3vs3). Under 12 M/F (Misto)

3 NUOVE REGOLE DI GIOCO Approvate dal 34 Congresso FIVB del 30 ottobre 1 novembre 2014 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE AREA DI GIOCO 1.1 DIMENSIONI Il terreno di gioco è un rettangolo di 18 x 9 m, circondato da una zona libera larga almeno 3 m da ogni lato. Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB, la zona libera deve misurare almeno 5 m dalle linee laterali e almeno 6,5 m dalle linee di fondo. Lo spazio di gioco libero deve misurare almeno 12,5 m al di sopra della superficie di gioco. Nei campionati FIPAV di serie A la zona libera deve misurare almeno 3 m dalle linee laterali e almeno 5 m dalle linee di fondo; negli altri campionati almeno 3 m da ogni lato. 2 RETE E PALI 2.2 STRUTTURA La rete misura 1 m di larghezza e da 9,50 a 10 m di lunghezza (da 25 a 50 cm oltre ciascuna banda laterale) ed è fatta di maglie quadrate nere di 10 cm di lato. Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB, in accordo con il regolamento della specifica competizione, le maglie possono essere modificate per facilitare le sponsorizzazioni, secondo quanto previsto dagli accordi commerciali. 3 PALLONI Tale modifica non viene applicata nei campionati FIPAV. 3.3 SISTEMA DEI CINQUE PALLONI Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB devono essere utilizzati cinque palloni. In questo caso sei raccattapalle saranno localizzati uno in ciascun angolo della zona libera ed uno dietro a ciascun arbitro. Il sistema non è applicato nei campionati FIPAV. 4 SQUADRE 4.1 COMPOSIZIONE DELLA SQUADRA Una squadra si compone di un massimo di 12 giocatori, più: staff tecnico: un allenatore e un massimo di 2 assistenti allenatori; staff medico: un fisioterapista e un medico. Soltanto coloro iscritti a referto possono normalmente entrare nell area di controllo e partecipare al riscaldamento ufficiale e alla gara. Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB seniores, possono essere registrati a referto e disputare la gara fino a 14 giocatori. I componenti dello staff in panchina (al massimo 5, compreso l allenatore) sono scelti dall allenatore medesimo, ma devono essere elencati a referto e registrati sul modello O-2bis. Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB, un medico e un fisioterapista devono far parte della delegazione ed essere preventivamente accreditati dalla FIVB. Tuttavia, nelle competizioni seniores, se questi non sono inclusi tra i partecipanti in panchina, devono sedere nei pressi delle barriere di delimitazione, all interno dell area di controllo e possono intervenire solo se invitati dagli arbitri in caso di emergenza sanitaria per i giocatori. Il fisioterapista (anche se non in panchina) può prestare la propria opera durante il riscaldamento fino all inizio della sessione di riscaldamento ufficiale a rete. Nei campionati nazionali FIPAV, possono essere registrati a referto e disputare la gara fino a 14 giocatori (compresi 2 Libero); negli altri campionati regionali e provinciali dove è previsto l utilizzo di 2 Libero, il massimo numero di atleti che possono essere registrati è 13. La presenza del secondo assistente allenatore è possibile solo nei campionati di serie A ; negli altri campionati, al suo posto può essere presente un dirigente accompagnatore.

4 4.2 POSIZIONE DELLA SQUADRA Negli intervalli tra i set, i giocatori possono utilizzare la palla per riscaldarsi nella propria zona libera. Durante l intervallo prolungato tra il 2 e il 3 set (se utilizzato), i giocatori possono disporre anche del proprio campo di gioco. L intervallo prolungato non è previsto nei campionati FIPAV. 4.5 OGGETTI VIETATI Bendaggi compressivi e imbottiture (attrezzature imbottite di protezione dagli infortuni) possono essere indossati per protezione o supporto. Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB seniores, tali attrezzature devono essere dello stesso colore della corrispondente parte della divisa. Tale modifica viene applicata nei campionati FIPAV, senza limitazioni sul colore delle attrezzature. 6 ACQUISIRE UN PUNTO, VINCERE UN SET E LA GARA 6.1 ACQUISIRE UN PUNTO Azione di gioco e azione di gioco completata Un azione di gioco è la sequenza di scambi dal momento del colpo di servizio da parte del giocatore al servizio fino a che la palla è fuori gioco. Un azione di gioco completata è la sequenza di scambi che assegna un punto. Questo comprende l assegnazione di una penalizzazione e la perdita del servizio a causa della sua mancata esecuzione entro il tempo limite di 8. Tale modifica viene applicata nei campionati FIPAV. 8 SITUAZIONI DI GIOCO 8.3 PALLA DENTRO La palla è dentro se, in un qualsiasi istante del suo contatto col suolo, una parte di essa tocca il terreno di gioco, comprese le linee perimetrali. Tale modifica viene applicata nei campionati FIPAV. 11 GIOCATORE A RETE 11.3 CONTATTO CON LA RETE Il contatto di un giocatore con la rete tra le antenne, durante l azione di giocare la palla, è fallo. L azione di giocare la palla include (tra l altro) il salto, il tocco di palla (o il suo tentativo) e la ricaduta. Tale modifica viene applicata nei campionati FIPAV FALLI DEL GIOCATORE A RETE Un giocatore interferisce con il gioco (tra l altro): toccando la rete tra le antenne o l antenna stessa durante la propria azione di giocare la palla; usando la rete tra le antenne come supporto o ausilio per recuperare l equilibrio; avvantaggiandosi slealmente sull avversario toccando la rete; compiendo azioni che ostacolano un legittimo tentativo di giocare la palla di un avversario; afferrando o trattenendo la rete. I giocatori nei pressi della palla quando viene giocata, o che tentano di giocarla, sono considerati nell azione di giocare la palla, anche se effettivamente non la toccano. Tuttavia, toccare la rete all esterno di un antenna non è da considerarsi fallo (eccetto che per la Regola 9.1.3). Tali modifiche vengono applicate nei campionati FIPAV. 15 INTERRUZIONI 15.1 NUMERO DI INTERRUZIONI REGOLAMENTARI DI GIOCO Per le competizioni mondiali ed ufficiali FIVB seniores, la FIVB può ridurre, di uno, il numero dei tempi di riposo e/o dei tempi di riposo tecnici, secondo quanto regolamentato negli accordi di sponsorizzazione, commerciali e televisivi. Nei campionati FIPAV di serie A viene effettuato un solo tempo di riposo tecnico a 12 punti.

5 STAGIONE SPORTIVA I CONTRIBUTI MODALITA DI VERSAMENTO Da questa Stagione 2015/2016 tutte le Società di ogni Serie e Categoria e tutti i Tecnici di ogni ruolo e grado, saranno obbligati all utilizzo della Carta di Credito del circuito CARTA SI (Visa e Mastercard) per il pagamento dei contributi dovuti per lo svolgimento dell attività sportiva. Per l utilizzo della carta di credito si può consultare il manuale operativo sul portale nell area riservata del Tesseramento on line. Per alcuni contributi (quelli più elevati) si potrà procedere con il solito sistema del versamento tramite conto corrente postale in quanto si potrebbero creare problemi con i limiti di utilizzo delle carte di credito. E ovvio che anche i contributi per cui è possibile il pagamento con conto corrente postale, potranno essere versate tramite carta di credito. Per i contributi che si possono versare tramite conto corrente postale, si comunicano gli estremi da utilizzare: CONTO CORRENTE POSTALE Numero Intestato a Federazione Italiana Pallavolo Via Vitorchiano 107/ ROMA

6 IMPORTANTE Le società nel Tesseramento on-line Sezione Stampa Bollettini CCP avranno la possibilità di stampare i bollettini necessari per i vari versamenti e con tutte le causali previste. La società potrà stampare il bollettino completo con la relativa causale inserendo anche la cifra da versare e, una volta stampato, sarà pronto per l effettuazione del versamento alla Posta; sarà possibile anche stampare il bollettino senza inserire la cifra che potrà essere aggiunta successivamente a mano. In ogni caso è assolutamente VIETATO apportare correzioni alle parti intestate dei bollettini sia per i dati del versante che per la causale, tale eventualità tra l'altro va a discapito degli stessi versanti che non vengono riconosciuti dalla procedura meccanizzata Evitare di trasmettere i vari contributi per contanti, assegno o bonifici bancari. Contributi in vigore per la Stagione 2015/2016 In giallo sono riportate le quote che hanno subito variazioni. Affiliazione: Tipo Versamento Prima affiliazione (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione soc.a1 (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione soc.a2 (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione soc.b1 (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione soc.b2 (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione soc. C-D-1^-2^-3^ div. (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Riaffiliazione (solo camp.di categoria e minivolley) (compresi primi 6 dirigenti del consiglio direttivo) Prima Aff. o Riaff. (solo attività minivolley) (compresi primi 3 dirigenti del consiglio direttivo) Prima Aff. o Riaff. (solo attività di beach volley) ccp o c/credito Causale 220,00 ccp 01 IMPORTO 1.500,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito ,00 c/credito 01 il contributo comprende anche la quota associativa di 30,00; Si ricorda che la quota del rinnovo affiliazione da versare alla Fipav è quella relativa al titolo sportivo al I contributi per le affiliazioni e le riaffiliazioni sono comprensivi della RC verso terzi e la RC gestione impianti; maggiori dettagli sono pubblicati sul sito federale nella sezione Documenti/Assicurazioni/ Copertura RC.

7 Tesseramento Dirigenti Soc. Tesseramento Atleti Trasferimento Atleta italiano/a a Fed. Straniera Tesseramento Tecnici Tesseramento Societario Allenatori Per ogni altro Dirigente (soc. nazionali) Per ogni altro Dirigente (soc. non nazionali) Nate negli anni (F) Nati negli anni (M) Nate negli anni (femmine) Nati negli anni 2000 (maschi) Nati/e negli anni Nati/e negli anni 1991 e precedenti 11,00 11,00 2,50 2,50 5,00 5,00 9,00 15,00 c/credito 04 c/credito 04 c/credito 09 c/credito 09 c/credito 09 c/credito 09 c/credito 09 c/credito 09 Stranieri 500,00 c/credito 15 Come da circolare CEV Primo Tess.Allenatori part.corsi FIPAV Allenatori Allievi 1 Livello Giovanile Allenatori 1 Grado 1 o 2 L.Giovanile Allenatori 2 Grado 1-2 o3 L.Giov.le Allenatori 3 Grado Allenatori 3 Grado (1 in Serie A) (*) Fisioterapisti Arbitri indoor e Arbitri beach volley e Segnapunti Federale (Primo Tess. gratuito per 2 stagioni) Arbitri indoor Ruolo A (rinnovo) Arbitri indoor Ruolo B1 (rinnovo) Arbitri indoor Ruolo B2 (rinnovo) Arbitri indoor Ruoli Prov.li (rinnovo) Arbitri indoor Ruoli Reg.li (rinnovo) Arbitri beach volley 1-2 Liv.(rinnovo) Arbitri beach volley 3 Liv. (rinnovo) Segnapunti Federali (rinnovo) Osservatori Categoria Regionale Delegati Arbitrali Docenti Ufficiali di Gara Vincolo Serie A/1 e A/2 Vincolo Serie B/1 e B/2 20,00 70,00 80,00 110,00 200,00 500,00 100,00 100,00 52,00 42,00 21,00 26,00 35,00 26,00 21,00 26,00 42,00 26,00 300,00 150,00 ccp 05 c/credito 05 c/credito 05 c/credito 05 c/credito 05 c/credito 05 c/credito 06 c/credito 07 c/credito 07 c/credito 07 c/credito 07 c/credito 07 c/credito 39 c/credito 39 c/credito 42 c/credito 08 c/credito 08 c/credito 43 c/credito 14 c/credito 14 Serie C e D 60,00 c/credito 14 Altre serie e camp. di Categoria 30,00 c/credito 14 Diritti di Serie A ,00 ccp 36 Segreteria per Serie A ,00 ccp 36

8 Acquisizione Serie B ,00 ccp 36 Titoli Serie B ,00 ccp 36 Assorbimenti Serie C 1.000,00 c/o C.R. Fusioni Serie D 500,00 c/o C.R. Serie Provinciali (1^ e 2^ divisione) 300,00 c/o C.P. Iscrizione ai Campionati Cauzioni Serie A1/M Serie A2/M Serie A1/F vers. a FIPAV causale 20 Serie A2/F vers. a FIPAV causale , , , ,00 c/o Lega c/o Lega c/credito 20 c/credito 20 Serie B/ ,00 c/credito 20 Serie B/ ,00 c/credito 20 Serie C 260,00 c/o il Serie D 130,00 Comitato 1 Divisione 80,00 compete 2-3 Divisione 52,00 nte Master U19M 50,00 26,00 U17M-U18F- U15M-U16F 26,00 U14 16,00 U13 (3vs3) e (6vs6) 6,00 Serie A/1 Maschile Fideiussione Serie A/2 Maschile Fideiussione Serie A/1 Femminile Fideiussione Serie A/2 Femminile Fideiussione Serie B/ ,00 c/credito 21 Serie B/ ,00 c/credito 21 Può essere prevista da CR e CP Serie Regionali e Provinciali Contributo Serie A ,00 c/credito 26 Gara c/credito 26 Serie A2 750,00 Serie B1 260,00 c/credito 26 Serie B2 180,00 c/credito 26 Coppa Italia serie B 110,00 c/credito 26 Contributo Serie C 90,00 c/o C.R. Gara Serie D 75,00 1 Divisione 45,00 2 Divisione 40,00 3 Divisione 35,00 c/o C.P. Master U19M 50,00 25,00 U17M-U18F 20,00 U15M-U16F 20,00 U14 5,00 U13 (6vs6) U13 (3vs3) 3,00 Gratuito

9 Spostamenti gare campionati naz. A/1 e A/2 155,00 c/credito 22 Orari e campi gare campionati nazionali B/1 103,00 c/credito 22 gare campionati nazionali B/2 78,00 c/credito 22 Coppa Italia serie B c/credito 22 gare campionati C - D C.R. gare camp.1^,2^,3^ Divisione e di C.P. Contributi per attività torneistica categoria Torneo provinciale (per torneo) Torneo regionale (per torneo) Torneo nazionale e internaz.le (per torneo) 30,00 60,00 100,00 C.P. C.R. c/credito 30 Diritti di Omologazione campi gioco A1 e A2 260,00 c/credito 33 Segreteria Omologazione campi gioco B1 e B2 155,00 c/credito 33 Omologazione campi gioco altre 52,00 C.P. - serie C.R. Tassa iscrizione corso 3 grado da stabilire c/credito 32 Allenatori e altri stage nazionali Omologazione Attrezzature e Materiali - diritto di segreteria:omologazione: 310,00 secondo i casi c/credito 34 Concorso spese generali di gestione Non potrà in ogni caso essere richiesta più di una volta l anno, una volta sola per ogni squadra e c/o C.R c/o C.P. dovrà essere commisurata ai servizi offerti alle società. Multe Società di serie nazionale secondo i c/credito 27 casi c/credito 27 Commutazione squalifiche (Campionati A1 e A2) Contributi accesso ai Servizi di Giustizia Sportiva (si informa che in base al Nuovo Regolamento Giurisdizionale i Contributi per l'accesso ai Servizi di Giustizia Sportiva non saranno restituiti anche in caso di accoglimento del Ricorso) Istanza Giudice Sportivo Provinciale 50,00 C.P. Giudice Sportivo Regionale 80,00 C.R. Giudice Sportivo Nazionale 150,00 c/credito 24 Istanza Procura Federale 0,00 Ricorso Tribunale Federale 250,00 c/credito 24 Reclamo Corte Sportiva di Appello 300,00 c/credito 24 Reclamo Corte Sportiva di Appello Territoriale 260,00 c/credito 24 Reclamo Corte Federale di Appello 350,00 c/credito 24 Istanza Commissione Tesseramento Atleti 150,00 c/credito 24 Richiesta copia atti procedimenti di Giustizia (ritirati a mano) 60,00 c/credito 34 Richiesta copia atti procedimenti di Giustizia (inviati per posta, fax, mail) 60,00 c/credito 34

10 (*) - I Tecnici di 3 Grado che svolgeranno le funzioni di primo Allenatore in Serie A, pagheranno la loro quota di tesseramento annuale in due momenti diversi: a) Versamento di 200,00 al momento del rinnovo del Tesseramento, come tutti i terzi grado. b) Versamento di ulteriori 300,00 a titolo individuale (in aggiunta alla quota di vincolo versata dalla società) all atto del vincolo da primo allenatore con una società partecipante al Campionato di Serie A. Rimborsi per ripetizioni gare (per assenza arbitro o per errore tecnico o per mancata disputa gara con rimborso forfetario da parte della società e per numero di tesserati iscritti a referto fino ad un massimo di 15 persone): Campionati nazionali Tariffa treno per viaggio in 2^ classe a persona;. 21,00 a persona per pernottamento (dietro presentazione documentazione);. 13,00 a persona per ogni pasto (dietro presentazione documentazione). Campionati regionali e provinciali:. 0,03 a chilometro a persona. Tabella contributi iscrizioni ai campionati 2015/16 Comitato Regionale Fipav Umbria Categoria Iscrizione Diritti di Importo Omolg. Tassa Spost. segreteria totale palestra gara gara Serie C F/M 260,00 258,00 518, Serie D F/M 130,00 129,00 259, Under 16/F Eccellenza. 95, VERSAMENTI Tutti i versamenti dovuti a qualsiasi titolo al Comitato Regionale FIPAV Umbria potranno essere versati tramite: Bollettino Postale utilizzando il CCP n intestato a Federazione Italiana Pallavolo Comitato Regionale Fipav Umbria Via Adriatica, 111/C Perugia; Bonifico Bancario utilizzando il Codice IBAN n IT78E intestato a Comitato Regionale Fipav Umbria Via Adriatica, 111/C Perugia; Per i pagamenti con Bollettino Postale e Bonifico Bancario è fondamentale, indicare sempre, la DENOMINAZIONE, il CODICE FIPAV e la CAUSALE. Inoltre, per facilitare i compiti di verifica, si prega, nella causale, di specificare con cura ed attenzione i dati necessari di ogni versamento (n gara, Campionato, comunicato ufficiale e ecc.). Comitati Provinciali Fipav di Perugia - Terni Categoria Iscrizione Diritti di Importo Omolg. Tassa Spost. segreteria totale palestra gara gara 1 divisione F/M 80,00 150,00 230, divisione F/M 52,00 123,00 175, Under 19 M 26,00 94,00 120, Under 18 F 26,00 94,00 120, Under 17 M 26,00 79,00 105, Under 16 F 26,00 69,00 95, Under 15 M 26,00 59,00 85, Under 14 F/M 16,00 69,00 85, Under 13 F/M 6,00 69,00 75, Under 12 F/M 0 65,00 65, Master 50,00 125,00 175,

11 VERSAMENTI In linea con le direttive Nazionali di utilizzo della carta di credito per ogni tipo di versamento, i Comitati Provinciali Fipav di Perugia e Terni ne hanno deliberato l utilizzo dal 01 gennaio 2016 per tutti i versamenti dovuti a qualsiasi titolo; facciamo presente che di conseguenza, dal 01 gennaio 2016, il conto corrente Postale sarà chiuso. A seguire saranno comunicate le modalità che dovranno essere eseguite. COMITATO DI PERUGIA: Bollettino Postale utilizzando il CCP n intestato a Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale Perugia Via Adriatica, 111/C Perugia; Bonifico Bancario utilizzando il Codice IBAN n IT42O intestato a Comitato Provinciale FIPAV Perugia Via Adriatica, 111/C Perugia; Per i pagamenti con Bollettino Postale e Bonifico Bancario è fondamentale, indicare sempre, la DENOMINAZIONE, il CODICE FIPAV e la CAUSALE. Inoltre, per facilitare i compiti di verifica, si prega, nella causale, di specificare con cura ed attenzione i dati necessari di ogni versamento (n gara, Campionato, comunicato ufficiale e ecc.). Nella sezione AMMINISTRAZIONE della piattaforma web è possibile controllare l estratto conto presente e sarà sempre possibile prendere visione della propria situazione amministrativa nei confronti del Comitato Provinciale, per determinate tipologie di contributi. COMITATO DI TERNI: Bollettino Postale utilizzando il CCP n intestato a Federazione Italiana Pallavolo Comitato Provinciale Terni - Viale Turati Terni; Bonifico Bancario utilizzando il Codice IBAN n (verrà comunicato entro il 31 dicembre p.v.) intestato a Comitato Provinciale FIPAV Terni - Viale Turati Terni. Per i pagamenti con Bollettino Postale e Bonifico Bancario è fondamentale, indicare sempre, la DENOMINAZIONE, il CODICE FIPAV e la CAUSALE. Inoltre, per facilitare i compiti di verifica, si prega, nella causale, di specificare con cura ed attenzione i dati necessari di ogni versamento (n gara, Campionato, comunicato ufficiale e ecc.). Nella sezione AMMINISTRAZIONE della piattaforma web è possibile controllare l estratto conto presente e sarà sempre possibile prendere visione della propria situazione amministrativa nei confronti del Comitato Provinciale, per determinate tipologie di contributi. DA QUESTO ANNO AGONISTICO L INDIZIONE CHE SI PROPONE SARA DI INDIRIZZO E GUIDA PER FACILITARE LA RICERCA ALLE SPECIFICHE NORME CHE LA GUIDA PRATICA NAZIONALE STABILISCE PER L ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE E CATEGORIA E PER L ATTIVITA PROMOZIONALE. LE VARIE NORME SONO DA RICERCARE SUL SITO (documenti-guida pratica). Tutte le disposizioni riportate devono essere intese come norme di attuazione dei Regolamenti Federali e per quanto eventualmente in contrasto con i Regolamenti stessi, le Norme della Guida Pratica integrano tutte le fattispecie non ancora modificate e/o aggiornate nei Regolamenti Federali in attesa dell adeguamento dei Regolamenti Federali.

12 NORME AFFILIAZIONE E TESSERAMENTO DIRIGENTI a) TESSERAMENTO ON LINE-ISCRIZIONE AL REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE DEL CONI (pag 2-3) b) PROCEDURE TESSERAMENTO ON LINE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016, PRIMA AFFILIAZIONE, RINNOVO DELLA AFFILIAZIONE, CAMBIO PRESIDENTE, CAMBIO DENOMINAZIONE, CESSIONI ecc. (pag ) c) TESSERAMENTO DIRIGENTI SOCIETA, SOSTITUZIONE DEL PRESIDENTE NORME TESSERAMENTO ATLETI (pag 21-22) NORME TESSERAMENTO ATLETI A) LIMITI DI ETA', NORMATIVA SUL VINCOLO, ATLETI SETTORE GIOVANILE, QUOTE DI TESSERAMENTO, VISITE MEDICHE DI IDONEITA' AGONISTICA, ATLETI MINORI (pag 2-3) B) RINNOVO TESSERAMENTO ATLETI, PRIMO TESSERAMENTO ATLETI ITALIANI, PRIMO TESSERAMENTO ATLETI CATEGORIE SPECIALI, NULLAOSTA / PRESTITO / PRESTITO PER UN CAMPIONATO/RECESSO (pag 3-4-5) C) PRIMO TESSERAMENTO, RINNOVO TESSERAMENTO, TRASFERIMENTI, CAMPIONATO DI DESTINAZIONE, TRASFERIMENTO CON NULLA OSTA, PRESTITO, PRESTITO PER UN CAMPIONATO, LIMITAZIONI (pag ) D) CANCELLAZIONE ATLETI SCIOGLIMENTO DEL VINCOLO, RICHIESTA SCIOGLIMENTO COATTIVO DEL VINCOLO, PER GIUSTA CAUSA, PER MANCATA PARTECIPAZIONE AD UN CAMPIONATO NAZIONALE (pag ) E) DETERMINAZIONE INDENNIZZO (pag 17-18) NORME GENERALI PER L'ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI REGIONALI E PROVINCIALI 2015/2016 A) VERSAMENTO TASSE FEDERALI, MANCATI VERSAMENTI DA PARTE DELLE SOCIETÀ BLOCCO PROCEDURA RIAFFILIAZIONE 2015/2016 (pag 2) B) REGOLAMENTI FEDERALI, ARTICOLO 8 DEL REGOLAMENTO GARE (pag 3) C) NUOVE REGOLE DI GIOCO (pag 4-5-6) D) LIMITAZIONE DI ISCRITTI A REFERTO DEGLI ATLETI/E OVER NEI CAMPIONATI DI SERIE REGIONALE, REINTEGRAZIONE QUADRI - SISTEMA DEI RIPESCAGGI, STRUTTURAZIONE DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA (pag 7-8) E) SISTEMA DI GIOCO (RALLY POINT SYSTEM), SISTEMA DI PUNTEGGIO DI CLASSIFICA, PASSAGGIO DEL TURNO - SET SUPPLEMENTARE DI SPAREGGIO (pag 9-10) F) LIBERO, SECONDO LIBERO (pag 10-11) G) TEMPI DI RIPOSO TECNICI, LINEA DELL'ALLENATORE, ISCRIZIONE, CAUZIONE, DIRITTI DI SEGRETERIA, CONTRIBUTO GARA, MODALITA' DI RISCOSSIONE DELLE MULTE, VERSAMENTI (pag 11-12) H) ATLETI, RICONOSCIMENTO DEI PARTECIPANTI ALLE GARE, TESSERAMENTO ALLENATORI DA PARTE DELLA SOCIETA', DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE DA PARTE DELLE SOCIETÀ ALLE GARE (pag 12-13) I) PARTECIPAZIONE AI DIVERSI CAMPIONATI, OMOLOGAZIONE CAMPI DI GARA (pag )

13 J) AUTOMATICITA DEI PROVVEDIMENTI DI SQUALIFICA VERSO GLI ATLETI ED ALLENATORI, SQUALIFICHE, SQUALIFICA DI UN ALLENATORE, ESPULSIONE e/o SQUALIFICA DI UN ALLENATORE - DI UN ATLETA, DI UN DIRIGENTE DURANTE LA GARA (pag ) K) ASCIUGATURA DEL TERRENO DI GIOCO, SEGGIOLONE ARBITRALE, INDUMENTI DI GIOCO, PALLONI DI GIOCO, ORARIO DI GIOCO, SPOSTAMENTI DI DATA - ORARIO - CAMPO DI GIOCO, DIRIGENTE ADDETTO ALL ARBITRO (pag 22-23) L) SERVIZIO DI PRIMO SOCCORSO PER CAMPIONATI REGIONALI E PROVINCIALI, CAMPO DI RISERVA, REFERTO DI GARA, SEGNAPUNTI ASSOCIATO (pag ) M) OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI DI CATEGORIA, AUTORIZZAZIONE TORNEI, MANCATA ISCRIZIONE AD UN CAMPIONATO (pag ) N) RIFORMA CAMPIONATI NAZIONALI DI SERIE MASCHILE (pag 28) O) PROMOZIONI DALLA SERIE C 2015/2016 ALLA SERIE B/M E B2/F 2016/2017 (pag 30-31) P) REQUISITI MINIMI PER ORGANIZZARE I CAMPIONATI DI SERIE C e D, NORME ORGANIZZATIVE SERIE C MASCHILE E FEMMINILE 2015/2016, NORME ORGANIZZATIVE SERIE D MASCHILE E FEMMINILE 2015/2016, NORME ORGANIZZATIVE CAMPIONATI DI PRIMA, SECONDA E TERZA DIVISIONE MASCHILE E FEMMINILE 2015/2016 (pag ) NORME DI RIFERIMENTO PER L ATTIVITA DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA 2015/2016 A) STRUTTURAZIONE DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA, LIMITI DI ETÀ - ALTEZZA RETE E UTILIZZO DEL LIBERO DEI CAMPIONATI DI CATEGORIA, OBBLIGO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI DI CATEGORIA, CONVENZIONE PER ASSOLVIMENTO OBBLIGO CAMPIONATI DI CATEGORIA (pag 2 8) NORME GENERALI: B) PARTECIPAZIONE DELLE SOCIETA, IDONEITA MEDICO SPORTIVA, VINCOLO DEGLI ATLETI, DOCUMENTAZIONE, CONCOMITANZE, FASI DI ORGANIZZAZIONE, FASI PROVINCIALI e INTERPROVINCIALI, FASE DI ECCELLENZA REGIONALE, FINALE NAZIONALE (ppag 9 11) NORME DI RIFERIMENTO PER L ATTIVITA PROMOZIONALE 2015/2016 A) ATTIVITA SOCIETA SPORTIVE ATTIVITA SCOLASTICA, MINIVOLLEY: Affiliazione /Adesione / Tesseramento (pag 2) B) CAMPIONATO PROMOZIONALE UNDER 12 (pag 12 14)

14 CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI REGIONALI E PROVINCIALI ISCRIZIONE AI VARI CAMPIONATI L Iscrizione ai vari Campionati, Regionali o Provinciali, dovrà essere effettuata preventivamente tramite il PortaleFipav e successivamente confermata con l invio a mezzo mail o fax del relativo Modello, firmato dal Presidente della Società, e della copia del versamento dei contributi richiesti. Solo dopo la verifica, di quanto inviato, da parte delle Commissioni Gara di competenza l Iscrizione diverrà Ufficiale. ASSORBIMENTO FUSIONE - CESSIONE DIRITTO SPORTIVO La Consulta Regionale ha stabilito che per le Società partecipanti ai campionati di Serie Regionale e Provinciale la scadenza è il 10 settembre RINUNCIA ALLA GARA L'affiliato che rinuncia a giocare un incontro di Campionato per qualsiasi motivo, subisce nel rispetto della normativa Regolamento Gare art. 13 : -Prima rinuncia preannunciata: se verrà comunicata almeno 2 giorni prima della disputa della gara comporta la perdita della partita con il peggior punteggio, Euro 45,00 di multa e 3 (tre) punti di penalizzazione in classifica. -Prima rinuncia non preannunciata: perdita della partita con il peggior punteggio, Euro 55,00 di multa e 3 (tre) punti di penalizzazione in classifica. -Seconda rinuncia preannunciata e non: perdita della partita con il peggior punteggio Euro 80,00 di multa, esclusione dal Campionato, inoltre il Sodalizio non avrà diritto a recuperare nessuna quota precedentemente pagata a qualsiasi titolo. Nella stagione regolare dei campionati Under 14, Under 13 e Under 12 in caso di rinunce non verrà applicata la sanzione economica. La rinuncia della squadra di casa non preannunciata o preannunciata non in tempo utile per avvisare la squadra avversaria comporta una maggiorazione della multa pari all importo corrispondente al costo di 0,03 x km A+R di distanza per un numero max. di 15 persone a titolo di rimborso spese per la squadra avversaria. Le disposizioni contenute nel presente paragrafo si applicano anche quando venga presentata in campo una squadra avente una composizione numerica inferiore a sei giocatori, ma la relativa applicazione della sanzione pecuniaria sarà mitigata del 50%. RITIRO DAI CAMPIONATI L'affiliato che si ritira da un Campionato per qualsiasi motivo, incorrerà nella perdita della Tassa d Iscrizione e dei Diritti di Segreteria e subisce nel rispetto della normativa Regolamento gare art. 12 : 1. una sanzione pecuniaria il cui importo è stabilito dalle circolari di indizione dei campionati: Campionati di Serie Regionali: ,00; Campionato Under 16 Eccellenza Regionale:. 300,00; Campionato 1^ Divisione Maschile e Femminile:. 600,00; Campionato 2^ Divisione Femminile:. 450,00; Campionato Divisione Giovani Maschile e Femminile:. 350,00; Campionato Master Maschile e Femminile:. 300,00; Campionato Under 19 Maschile:. 300,00; Campionato Under 18 Femminile:. 300,00; Campionato Under 17 Maschile: 270,00;

15 Campionato Under 16 Femminile:. 240,00; Campionato Under 15 Maschile:. 210,00; Campionato Under 14 Maschile e Femminile:. 210,00; Campionato Under 13 Maschile e Femminile (6vs6):. 180,00; Campionato Under 13 Maschile (3vs3):. 180,00. Campionato Under 12 Maschile e Femminile (6vs6):. 150,00; 2. Inoltre, l affiliato che si ritira durante il campionato viene escluso da detto campionato e retrocesso al campionato regionale di 1 livello che potrà disputare nell'anno sportivo successivo. 3. L'affiliato che si ritira in una fase successiva al girone di ritorno di un campionato (play off) viene classificato all'ultimo posto della fase cui stava partecipando, e retrocesso al campionato regionale di 1 livello che potrà disputare nell anno sportivo successivo. 4. Per le Società che, si ritirino dopo l iscrizione e prima della pubblicazione del Calendario Provvisorio verrà trattenuta la Tassa d Iscrizione ed i Diritti di Segreteria. 5. La Società che, si ritiri dopo la stesura del Calendario Provvisorio (CF, CM, DF, DM) incorrerà nella perdita della Tassa d Iscrizione e dei Diritti di Segreteria e verrà sanzionata con una multa pari a Euro 300,00; (1DF/M/GREEN, 2DF/GREEN, U19M, U18F, U17M, U16FR/U16F, U15M), incorrerà nella perdita della Tassa d Iscrizione e dei Diritti di Segreteria e verrà sanzionata con una multa pari a Euro 100,00 (per i campionati U14M/F la sanzione è ridotta ad Euro 50,00 e per i campionati U13M/F e U12M/F/MISTO la sanzione viene ulteriormente ridotta ad Euro 30,00). 6. La Società che, si ritiri dopo la stesura del Calendario Definitivo ma prima dell inizio dello stesso (CF, CM, DF, DM) incorrerà nella perdita della Tassa d Iscrizione e dei Diritti di Segreteria e verrà sanzionata con una multa pari a Euro 500,00; (1DF/M/GREEN. 2DF/GREEN, U19M, U18F, U17M, U16FR/U16F, U15M), incorrerà nella perdita della Tassa d Iscrizione e dei Diritti di Segreteria ed in una multa pari a Euro 200,00 (per i campionati U14M/F la sanzione è ridotta ad Euro 100,00 e per i campionati U13M/F U12M/F/MISTO la sanzione viene ulteriormente ridotta ad Euro 50,00). 7. Nel caso di reintegro in Campionati di serie superiore non si procederà alla sanzione e si avrà diritto al rimborso. SPOSTAMENTI DI DATA, DI ORARIO, DI CAMPO Per tutte le Gare di Serie Regionali e Provinciali, ad eccezione di quelle previste nelle due ultime giornate, si può fare richiesta, esclusivamente tramite la piattaforma web, di anticiparle (di due settimane) o posticiparle (di due settimane) da quella del Calendario Ufficiale a condizione che:. le richieste vengano effettuate nei termini previsti;. vi sia l accordo di entrambe le Società;. venga versato il relativo contributo di Spostamento Gara. Le Gare Regionali previste nelle due ultime giornate NON possono essere posticipate ma SOLAMENTE anticipate. Non saranno considerate le richieste pervenute per via telefonica. Lo spostamento diverrà esecutivo solo dopo l'approvazione della C.O.G.R. o della C.O.G.P. Gli spostamenti gara richiesti fuori termine per motivi eccezionali, potranno anche essere autorizzati di concerto con le relative Commissioni Designanti, se in regola con quanto sopra specificato, con l applicazione di una maggiorazione del 50% del contributo di Spostamento Gara. Si ricorda che nei Campionati di Divisione in caso di mancanza dell arbitro la gara sarà rinviata obbligatoriamente, solo in 2 Divisione, con l accordo delle società, la gara può essere giocata con l arbitraggio di un dirigente di società.

16 GARE DI CATEGORIA UNDER PROVINCIALI: Per tutte le Gare di Categoria Provinciali, ad eccezione di quelle previste nelle due ultime giornate, si può fare richiesta, esclusivamente tramite la piattaforma web, di anticiparle (di due settimane) o posticiparle (di due settimane) da quella del Calendario Ufficiale a condizione che:. le richieste vengano effettuate nei termini previsti;. vi sia l accordo di entrambe le Società;. venga versato, ove previsto, il relativo contributo di Spostamento Gara. Le Gare previste nell ultima giornata di Calendario NON possono essere posticipate ad una settimana successiva ma SOLAMENTE anticipate o comunque spostate in qualsiasi giorno della stessa settimana di gioco. Non saranno considerate le richieste pervenute per via telefonica. Lo spostamento diverrà esecutivo solo dopo l'approvazione della C.O.G.P. Gli spostamenti gara richiesti fuori termine per motivi eccezionali, potranno anche essere autorizzati, se in regola con quanto sopra specificato, con l applicazione di una maggiorazione del 50% del contributo di Spostamento Gara. NESSUNA GARA UNDER POTRA ESSERE SPOSTATA IN MANIERA AUTONOMA DA PARTE DELLE SOCIETÀ SENZA LA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE CONCESSA DALLA C.O.G.P. QUALORA CIÒ DOVESSE VERIFICARSI, LE DUE SOCIETÀ SUBIRANNO UNA MULTA PARI AD EURO 50,00 AL PRIMO EVENTO, EURO 100,00 AL SECONDO EVENTO, EURO 150,00 ED UN PUNTO DI PENALIZZAZIONE NELLA CLASSIFICA UFFICIALE AL TERZO EVENTO, ESCLUSE DAL CAMPIONATO AL QUARTO EVENTO. PER TUTTE LE GARE REGIONALI E PROVINCIALI Per il buon funzionamento del sistema web è fondamentale, qualora una Società non sia d accordo sullo spostamento richiesto, di NON ACCETTARE cliccando sul relativo pulsante, non lasciando in sospeso la richiesta. Le norme federali prevedono la possibilità di disputare gli incontri su un campo diverso da quello indicato in calendario, anche in un altro Comune, purché siano rispettate le disposizioni dell art. 15 del Regolamento Gare e previo versamento della tassa di omologazione campo di. 52,00, se trattasi di campo non omologato dallo società ospitante. Per richiedere questo tipo di variazione non è necessario il consenso della Società avversaria (fermo restando che rimangono invariata data e ora), basta esclusivamente inviare la richiesta tramite la piattaforma web o via e per il comitato di Terni (se non nei tempi previsti) alla C.O.G.P. La Commissione potrà apportare variazioni d ufficio al Calendario Definitivo in presenza di particolari esigenze connesse alla programmazione dell attività agonistica nazionale, regionale o di selezione atleti, anche in deroga al limite temporale previsto per le variazioni. Si ricorda che nessun rimborso a qualsiasi titolo è dovuto dalla FIPAV in conseguenza di variazioni al Calendario Ufficiale. Comunque, la concomitanza di gare di Campionati di Categoria e Gare di Campionati maggiori non costituisce motivo di rinvio obbligatorio, se al momento dell elaborazione del Calendario erano già definite. Non sarà possibile recuperare le gare dopo il termine del Campionato. In tutti i Campionati di Categoria è previsto lo svolgimento della gara con la direzione dell arbitro di società con l esclusione dell U19/M-U17/M-U15/M-U18/F-U16F, per queste gare l arbitro sarà sempre designato, nei casi in cui dovesse mancare vi è l obbligo dello svolgimento della gara con l arbitro di società. 2 LIBERO Nessun limite di età nei Campionati di Serie C - D - 1^ - 2^ (M e F).

17 ARBITRO ASSOCIATO L Arbitro Associato è un tesserato FIPAV che esplica la funzione di arbitro nelle gare dei Campionati Under 14, Under 13 Maschile e Femminile (6vs6) e Under 13 Maschile (3vs3), in cui non viene designato l arbitro federale. Possono essere abilitati alle funzioni di Arbitro Associato i dirigenti, gli allenatori, gli atleti, tesserati per qualsiasi società che abbiano compiuto il 16 anno di età. I tesserati abilitati alle funzioni di arbitro associato potranno svolgere le loro funzioni fino al compimento del 70 anno di età. OBBLIGHI DELLE SOCIETÀ: Le Società partecipanti ai campionati Under 14, Under 13 Maschile e Femminile (6vs6) e Under 13 Maschile (3vs3) debbono disporre di almeno due Arbitri Associati che incaricano, di volta in volta, a svolgere la Funzione di arbitro nelle gare che disputano come squadra ospitante, nel caso non viene designato l arbitro federale. Se non può disporre dei propri, può utilizzare Arbitri Associati presentati da altre Società. Qualora la Società ospitante non dovesse presentare un Arbitro Associato, la gara sarà disputata ugualmente e tale funzione potrà essere espletata da un tesserato FIPAV presente sul campo. TESSERAMENTO: Il tesseramento del Arbitro Associato abilitato dal Comitato Provinciale, essendo già un tesserato, è gratuito. Non è possibile tesserare come Arbitro Associato persone che non siano già dei tesserati (dirigenti, allenatori, atleti). Gli Arbitri Associati che hanno svolto tale funzione negli anni precedenti sono tenuti a rinnovare il tesseramento per la Stagione Agonistica 2014/2015, secondo le norme in vigore, tramite l apposita sezione del Tesseramento Online, mentre i tesserati che volessero svolgere tale funzione, per la prima volta, dovranno partecipare ad appositi Corsi di Formazione indetti dal Comitato Provinciale. OBBLIGHI DELL ARBITRO ASSOCIATO: Trattandosi di un tesserato FIPAV, l Arbitro Associato risponde del suo comportamento come qualsiasi tesserato della Società; inoltre, l Arbitro Associato nel momento in cui si accinge a svolgere detto compito, assume a tutti gli effetti le responsabilità proprie di un Arbitro federale e dovrà quindi, assumere un ruolo super partes. COMPITI DELL ARBITRO ASSOCIATO: il controllo della documentazione relativa alla gara, la direzione della stessa e l eventuale assunzione dei previsti provvedimenti. Inoltre, l Arbitro Associato è tenuto: - a riferire sotto la propria responsabilità, eventuali problematiche occorse prima, durante e dopo la gara; - entro il giorno successivo, ad inviare al Comitato Provinciale i referti di gara per la successiva l omologa. Qualora i referti non dovessero risultare inviati entro tale termine (fa fede il timbro postale) ovvero non consegnati direttamente in Comitato entro i tre giorni successivi alla gara, il Sodalizio ospitante sarà sanzionato dal G.U.P. (con una diffida per la prima volta, con una multa di.20,00 dalla volta successiva). E altresì possibile inviare i referti di gara anche a mezzo fax al n o via all indirizzo per il Comitato di Perugia e all indirizzo - fax per il Comitato di Terni. - il risultato della gara dovrà essere comunicato, al termine della stessa, mediante l invio del SMS dal referente della società autorizzato alla trasmissione, La mancata comunicazione verrà sanzionata con una multa di. 05,00 al primo evento;. 10,00 al secondo evento;. 15,00 al terzo evento aumentando ogni volta di. 05,00 per ogni successivo evento. ADDETTO ALL ARBITRO Il Segnapunti può svolgere, contemporaneamente, anche la funzione di Addetto all Arbitro. ISCRIZIONE CAMPIONATI REGIONALI Il modulo di iscrizione ai Campionati Regionali, elaborato tramite la piattaforma web dovrà pervenire alla Segreteria della Commissione Organizzativa Gare Regionale entro il ; a pena di inaccettabilità, dovranno essere allegate, inoltre, le ricevute di versamento delle relative quote di iscrizione e dei diritti di segreteria. Ai sensi del vigente Regolamento Gare, potranno essere prese in considerazioni le iscrizioni inoltrate nei sette giorni successivi alla scadenza del termine fissato, solamente se accompagnati dal versamento di una penale, per ritardata iscrizione, pari al 50% della quota di iscrizione.

18 SERIE C e D 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Regionale Umbria organizza i Campionati di serie C e D maschile e femminile, con le seguenti modalità: SERIE C/F - ORGANICI SQUADRE AVENTI DIRITTO 1 CF PALLAVOLO PERUGIA ASD RETROCESSA dalla B2F 2 CF PALLAVOLO PERUGIA ASD PROMOSSA dalla DF 3 CF A.S.D TRASIMENO VOLLEY 4 CF A.S.D.VITT CHIUSI 5 CF POLISPORTIVA DELFINO PROMOSSA dalla DF 6 CF POL. SAN MARIANO 7 CF ASS. SPORTIVA VOLLEY SPOLETO 8 CF SM VOLLEY A.S.D. 9 CF VOLLEY PONTE FELCINO A.D. 10 CF PALLAVOLO MEDIA UMBRIA A.S.D. RETROCESSA dalla B2F 11 CF U.S. FIAMENGA 12 CF ASS. DILETT.BASTIA VOLLEY 13 CF TIFERNUM PALLAVOLO ASD 14 CF A.S.D. SAN FELICIANO VOLLEY PROMOSSA dalla DF 15 CF S.S. ACQUASPARTA VOLLEY 16 CF ASD PGS E BOSICO REGULAR SEASON PROMOZIONE: UNA. Le 16 squadre iscritte sono state inserite in un girone unico (inizio 18 ottobre) che si disputerà all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 30 giornate. Terminata la Regular Season le squadre classificate dal 1 all 8 posto disputeranno i Play-Off Promozione le con le seguenti modalità: - Quarti di Finale con i seguenti accoppiamenti: 1 vs 8 4 vs 5 2 vs 7 3 vss 6 - Semifinali e Finale Promozione. La vincente sarà promossa nella Serie B Femminile Tutti i turni dei Play-Off saranno al meglio delle tre gare con la prima e l eventuale terza in casa della migliore classificata nella Regular Season. RETROCESSIONI: DUE.

19 Terminata la Regular Season la squadra ultima classificata retrocederà direttamente in Serie D Femminile Le squadre classificate dal 12 al 15 posto verranno inserite in un girone unico (Play-Out Retrocessione) che si disputerà all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 6 giornate. Al termine la squadra ultima classificata retrocederà in Serie D Femminile Si precisa che, in caso di retrocessione/i dalla serie B2F alla serie CF di una o più Squadre automaticamente verranno effettuate una o più retrocessioni con modalità da definire nel momento in cui il tutto sarà definito dalla COGN. Per quanto riguarda le date di svolgimento del campionato, l importo e la scadenza di versamento delle tasse gare, verranno comunicate in concomitanza con la stesura dei calendari provvisori. SERIE C/M - ORGANICI SQUADRE AVENTI DIRITTO CM CITTA'DI CASTELLO PALL.SCSDARL CM INTER VOLLEY FOLIGNO ASD RETROCESSA dalla B2M e REINTEGRATA in B2M RETROCESSA dalla B2M e REINTEGRATAIN B2M 1 CM VOLLEY BALL F.B. FOLIGNO 2 CM A.S.D. ASSISI VOLLEY 3 CM G.S. PALLAVOLO SELCI 4 CM SIR SAFETY PERUGIA S.C.S.D.ARL 5 CM CLITUNNO VOLLEY 6 CM MARCONI VOLLEY ASD 7 CM EMMA VILLAS VITT CHIUSI SSDARL 8 CM A.P.D. MONTELUCE 9 CM POL. C.L.T. TERNI 10 CM GSD CASCIA PALLAVOLO PROMOSSA dalla DM FORMULA DI SVOLGIMENTO REGULAR SEASON: le squadre iscritte saranno inserite in un girone unico (inizio 18 ottobre) che si disputerà all'italiana con partite di andata e ritorno. Terminata la Regular Season le squadre classificate dal 1 al 6 posto disputeranno La Fase Promozione: girone unico all'italiana con partite di andata e ritorno per un totale di 10 giornate. Al termine la squadra vincente sarà promossa direttamente in Serie B2 Maschile SECONDA FASE PLAY-OUT Terminata la Regular Season le restanti squadre disputeranno un girone unico all italiana con partite di andata e ritorno. Al termine la squadra ultima classificata retrocederà direttamente nella Serie D Maschile La penultima disputerà, al meglio delle due gare su tre (con prima ed eventuale terza gara in casa propria) lo Spareggio Permanenza- Promozione con la seconda classificata del Girone PROMOZIONE della Serie D. La vincente dello spareggio giocherà nella serie C Maschile

20 SERIE DF - ORGANICI SQUADRE AVENTI DIRITTO 1 DF UISP VOLLEY UMBERTIDE 2 DF ASD PALLAVOLO LIBERTAS PERUGIA 3 DF POLISPORTIVA DELFINO PROMOSSA dalla 1DF 4 DF A.S.D. ASSISI VOLLEY 5 DF POLISPORTIVA MAGIONE RETROCESSA dalla CF 6 DF ASS.SPORTIVA DILETT.VOLLEY 86 7 DF VOLLEY CLUB ALTO TEV.UMBRO ASD 8 DF VOLLEY BALL TIFERNO 9 DF G.S. PALLAVOLO SELCI 10 DF GEISP VOLLEY CLUB PIERANTONIO RETROCESSA dalla CF 11 DF A.N.S.P.I. PALLAVOLO PROMOSSA dalla 1DF 12 DF AVIS PALLAVOLO DERUTA A.S.D. 13 DF PALLAVOLO IL GIGLIO PROMOSSA dalla 1DF 14 DF PALLAVOLO MEDIA UMBRIA A.S.D. 15 DF A.S. FOSSATO VOLLEY 16 DF CITTA' DI CASTELLO VOLLEY ASD 17 DF NUOVA PALLAVOLO TREVI RETROCESSA dalla CF 18 DF A.S.D.P.G.S. DON BOSCO CANNARA 19 DF A.S.D. SCHOOL VOLLEY PERUGIA 20 DF AMERINA PALLAVOLO A.S.D. 21 DF A.S. AZZURRA I RETROCESSA dalla CF 22 DF A.S.D. LIBERTAS TACITO TERNI 23 DF A.S.D. NARNI VOLLEY PROMOSSA dalla 1DF Il presente organico potrà essere completato e/o modificato nel momento in cui la COGR avrà esaminato, dopo le relative scadenze, le richieste di ripescaggio e/o cessione del diritto sportivo. REGULAR SEASON: le squadre iscritte verranno inserite in due gironi (inizio 18 ottobre) che si disputeranno all'italiana con partite di andata e ritorno. Terminata la Regular Season le prime 6 Squadre dei due Gironi verranno inserite in due gironi all italiana così composti: Girone C : 1A-2B-3A-4B-5A-6B Girone D : 1B-2A-3B-4A-5B-6A Al termine della Seconda Fase le Vincenti dei due gironi saranno promosse in Serie C Femminile Le due Squadre seconde classificate si scontreranno in gara unica e campo neutro.

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

47 Anno Domini Triathlon Festival

47 Anno Domini Triathlon Festival 47 Anno Domini Triathlon Festival Campionati Italiani Assoluti di Triathlon Sprint Staffetta a squadre Coppa Crono a Squadre Sabato 05 ottobre 2013 Domenica 06 ottobre 2013 Parco Le Bandie, Lovadina (TV)

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

FIN - Comitato Regionale Ligure

FIN - Comitato Regionale Ligure FIN - 1. 0 NORMATIVE GENERALI Iscrizioni alle gare 1. Le iscrizioni alle gare vanno effettuate tramite procedura online dal sito http://online.federnuoto.it/iscri/iscrisocieta.php utilizzando il software

Dettagli

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F

XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F. GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F MAGGIO 2015 VENERDÌ 1 ODERZO (TV) Piazza Grande XX ODERZO CITTA' ARCHEOLOGICA Corsa internazionale su strada Juniores/Promesse/Seniores M/F GLADIATORVM RACE Corsa su strada Seniores M/F XIX Trofeo Mobilificio

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III Regolamento Organico F.I.N. INDICE TITOLO I CAPO I LE SOCIETA Art. 1 Affiliazione pag. 1 Art. 2 Domanda di affiliazione pag. 1 Art. 3 Domanda di riaffiliazione pag. 2 Art. 4 Accettazione della domanda

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

Una Grande Famiglia per il Volley

Una Grande Famiglia per il Volley Una Grande Famiglia per il Volley il Notiziario della Settimana n.30 di lunedì 18 Maggio 2015 SOMMARIO : : Campionato Nazionale: Terminato!! : Campionato Regionale: 30a giornata pag.2,3 : Campionato Provinciale:

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15

CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 Pagina 1 CAMPIONATO ITALIANO CURLING STAGIONE 2014-15 FINALI NAZIONALI SERIE B MASCHILE DOCUMENTO INFORMATIVO PER IL TEAM MEETING Team Meeting Finali B Maschili Pagina 1 Pagina 2 Sommario 1 INTRODUZIONE...3

Dettagli

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A G I U O C O H A N D B A L L P a l l a m a n o AREA TERRITORIALE LIGURIA PIEMONTE LOMBARDIA - VENETO - FRIULI V. G. Ufficio Attività Agonistica Giudice Sportivo Territoriale

Dettagli

Comitato Regionale del Piemonte

Comitato Regionale del Piemonte Il Comitato Regionale ha programmato anche per quest anno il Progetto Giovani, il cui Regolamento Nazionale presenta una novità importante riguardante le sedi di svolgimento che saranno abbinate alle tappe

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941/721948 e-mail: segreteria@pgsmessina - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 49 Stagione

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Agg. Al 05 dicembre 2012 1 INDICE REGOLE GENERALI Specialità: definizione Attività: struttura Attività di singolo Coppie Artistico e Coppie Danza Categorie: singolo Formula Uisp Livelli Coppia artistico

Dettagli

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015

CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 CAMPIONATI GIOVANILI 2014-2015 COMUNICATO UFFICIALE N 20 del 28 MAGGIO 2015 Si comunica a tutte le società dei campionati giovanili che a partire dal 12.05.2015 NON sono più accettati spostamenti via posta

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

1 REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ISCRIZIONE PER ATLETI RESIDENTI IN ITALIA

1 REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ISCRIZIONE PER ATLETI RESIDENTI IN ITALIA Regolamento Il Gruppo Sportivo Bancari Romani, sotto l egida della IAAF e della FIDAL, con il patrocinio di Roma Capitale e della Regione Lazio, indice ed organizza la 41ª edizione della Roma Ostia Half

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio Lo sport è caratterizzato dalla RICERCA DEL CONTINUO MIGLIORAMENTO dei risultati, e per realizzare questo obiettivo è necessaria una PROGRAMMAZIONE (o piano di lavoro) che comprenda non solo l insieme

Dettagli

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014

con il Patrocinio della Città di Ostuni ORGANIZZA IL A N T O N I O L E G R O T T A G L I E 14-16 maggio 2014 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO N. O. Barnaba- S. G. BOSCO di OSTUNI Sede centrale: N. O. Barnaba via C. Alberto,2 tel/fax 0831301527 Plesso S. G. Bosco Via G. Filangieri, 24 TEL./FAX 0831 332088 C.F. 90044950740

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014

Federazione Italiana Nuoto. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Federazione Sportiva Nazionale riconosciuta dal Coni Federazione Italiana Nuoto F.I.N.A. LE.N. I.LS.E. I.L.S. Propaganda-Scuole Nuoto Prot. AP/pr/ar/2013/8904 Roma 15 novembre 2014 Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Regolamenti 2013: parti generali

Regolamenti 2013: parti generali Regolamenti 2013: parti generali Regole Generali Attraverso gli sport del nuoto, tuffi, sincronizzato, pallanuoto e nuoto in acque libere il programma Master deve promuovere il benessere, l'amicizia, la

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO OPERATORI TECNICI ALTA SCUOLA TECNICI ALTA SCUOLA FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO 1 GENERALITA L Alta Scuola nasce in Italia nel XV sec. I tra i grandi maestri, i più noti ci sono: Giambattista Pignatelli,

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO

REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO UFFICIALE FEDERAZIONE FANTACALCIO STAGIONE 2011 2012 INTRODUZIONE Qui di seguito trovate le Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio. Ogni anno, se necessario, vengono modificate e aggiornate

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli