1a 1b 2a 2b

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1a 1b 2a 2b 3 4 5 6 6 5 4 3"

Transcript

1 MATEMATICA FINANZIARIA A e B - Prova scritta del 30 maggio (11 pti) Un tale deve pagare un debito di ammontare D. L ammortamento viene strutturato su 3 anni valutando gli interessi coi tassi variabili i 1, i 2 e i 3 (rispettivamente sugli anni (0,1), (1,2), (2,3)) e considerando le quote capitali che si avrebbero se l ammortamento fosse a rate costanti sui 3 anni al tasso vigente sul primo anno (i 1 ). a. stendere il piano d ammortamento del mutuo. D i 1 10% 11% 9% 12% i 2 11% 12% 10% 11% i 3 9% 10% 8% 10% b. Verificare la condizione di chiusura finanziaria finale. N.B. I calcoli vanno effettuati con il massimo numero possibile di cifre decimali esatte, salvo esporre i risultati finali relativi ad importi di denaro mediante numeri interi, e gli altri parametri con un numero di cifre significative variabile da 2 a 4, secondo buon senso. 2. (11 pti) Si determinino i punti di massimo della funzione: x 2 y 2 sotto il vincolo: x 2 y 2 1a 1b 2a 2b (11 pti) Il corso di un obbligazione è 98 E dove E è una variabile aleatoria uniforme che varia tra a e a. L obbligazione ha scadenza 1 anno e dà una cedola annuale del % del valor nominale, pari a 100. a. si determini la variabile aleatoria X, tasso di rendimento annuo composto dell obbligazione, in funzione di E, precisandone il supporto; b. si determinino la funzione di densità di probabilità e la funzione di ripartizione di X. a % 4% 6% 5% N.B. Caratteristiche di una variabile aleatoria uniforme: 0 per x a 0 per x a f X x 1 b a per a x b F X x x a b a per a x b 0 per x b 1 per x b E X a 2 b, 2 2 b a X 12 Tempo disponibile 1h 30

2 MATEMATICA FINANZIARIA corsi A e B Prova scritta del 5 luglio (11 pti) Un debito di ammontare D viene pagato con un ammortamento alla francese con rate annue posticipate in 5 anni con tasso contrattuale annuo i. Al momento di pagare la terza rata il debitore si trova in crisi di liqudità e, non potendo pagarla, chiede di differire di un anno le restanti tre rate. Questo gli viene concesso, a scapito di una penalità da aggiungere al debito residuo, pari ad una percentuale del debito residuo e di un tasso di interesse maggiorato di 2 punti percentuali. a. stendere il piano d ammortamento originario; b. stendere il piano d ammortamento relativo alle ultime tre rate, dopo la rinegoziazione del debito dovuta al mancato pagamento della terza rata. D i 7% 8% 9% 10% 2% 3% 1% 2% 2. (11 pti) Calcolare il max della funzione: 3x y sotto il vincolo: 2x 2 3y 1a 1b 2a 2b (11 pti) Una struttura dei tassi per scadenza è piatta con tasso I aleatorio descritto da una variabile aleatoria esponenziale negativa con parametro. a. si determini la variabile aleatoria X, fattore di montante su k anni determinato dalla struttura, specificandone il supporto; b. si determinino la funzione di densità di probabilità e la funzione di ripartizione di X k N.B. Caratteristiche di una variabile aleatoria esponenziale negativa, di parametro : f X x e x per x 0, F X x 1 e x per x 0, E X 1, X 2 1, g X t 2 t Tempo disponibile 1h 30

3 MATEMATICA FINANZIARIA corsi A e B Prova scritta del 19 settembre (11 pti) Un obbligazione, avente vita residua di 2 anni e 4 mesi, paga cedole annue a tasso cedolare j sul nominale ed ha un valore di rimborso pari al nominale. Il tasso di rendimento effettivo è i. Si chiede di calcolare: a. il corso secco ed il corso tel quel del titolo; b. la variazione assoluta del corso tel quel del titolo conseguente alla variazione del tasso di rendimento effettivo da i a i 1%; c. l indice di volatilità del titolo e, mediante tale indice, il valore approssimato della variazione di cui al punto b, facendo riferimento allo sviluppo in serie di Taylor della funzione P tq i arrestata al 1 ordine. j 7% 8% 9% 10% i 6% 7% 8% 9% 2. (11 pti) Dalle miniere, denotate con 1 e 2, si estrae un minerale dal quale, attraverso un complesso processo di lavorazione, si ottengono 3 metalli, denotati con a, b, c. Le caratteristiche del minerale nelle due miniere sono diverse per cui le quantitò di metallo ottenibili da una tonnellata di minerale sono rispettivamente: miniera 1 : 10 kg metallo a, 15 kg metallo b, 8 kg metallo c; miniera 2 : 12 kg metallo a, 18 kg metallo b, 7 kg metallo c. L estrazione e la lavorazione di una tonnellata di minerale nelle due miniere ha costi C 1 e C 2 e le capacità estrattive delle due miniere sono rispettivamente B 1, B 2 tonnellate nel periodo in esame. I tre metalli sono venduti ai prezzi unitari p a, p b, p c. Denotate con x 1, x 2 le quantità in tonnellate del minerale da estrarre e lavorare nelle due miniere e con y a, y b, y c le quantità in kg, dei tre metalli, si chiede: a. esprimere y a, y b, y c in funzione di x 1, x 2 ; b. esprimere in funzione di x 1, x 2 i vincoli che impongono di non superare la capacità estrattiva delle miniere; c. esprimere in funzione di x 1, x 2 la funzione guadagno; d. formalizzare il problema di programmazione lineare di ricerca del massimo guadagno; e. risolvere il problema di programmazione lineare mediante l algoritmo del simplesso p a p b p c C C B B

4 3. (11 pti) Il montante dopo un anno di un investimento di importo 100 è una variabile aleatoria X esponenziale negativa di valor medio m. Si chiede: a. esprimere il tasso di rendimento Y dell operazione in funzione del montante X; b. calcolare la probabilità che il tasso di rendimento Y sia 0; c. calcolare la probabilità che il tasso di rendimento Y sia 10%; d. calcolare il valore atteso e la varianza del tasso di rendimento Y. m N.B. Caratteristiche di una variabile aleatoria esponenziale negativa, di parametro : f X x e x per x 0, F X x 1 e x per x 0, E X 1, X 2 1 2, g X t t Tempo disponibile 1h 30

5 MATEMATICA FINANZIARIA corsi A e B Prova scritta del 18 ottobre (11 pti) Data l operazione di investimento 1000, , 1, 1200, 2 e la legge a due variabili definita mediante i prezzi per unità di nominale degli 0-coupon bond B 0, 1, B 0, 2, si chiede: a. calcolare il GNPV (Generalized Net Present Value) dell operazione; b. supposto di finanziare una porzione dell esborso iniziale in due rate eguali in base ai tassi di periodo h 0 0, 1 ed h 0 1, 2 della legge finanziaria di riferimento, aumentati di 1 punto percentuale, si calcolino l importo della rata costante; c. si calcoli il GAPV (Generalized Adjusted Present Value). B 0, B 0, % 50% 60% 70% 2. (11 pti) Si intende costituire un capitale di importo M all epoca 3 mediante il versamento di 3 rate anticipate di importi 1200, 1300, 1300, capitalizzate mediante la legge finanziaria in due variabili definita mediante i prezzi degli 0-coupon bond B 0, 1, B 0, 2, B 0, 3. Si chiede: a. calcolare il montante M che si otterrebbe versando le rate preventivate; b. calcolare l importo costante da aggiungere alle rate per colmare la differenza M-M. B 0, B 0, B 0, M (11 pti) Date due variabili aleatorie X ed Y uniformi negli intervalli 0, a e 0, b, si chiede: a. calcolare la probabilità che X Y; b. dire se una delle due variabili aleatorie domina stocasticamente l altra, giustificando appropriatamente la risposta. a b N.B. Caratteristiche di una variabile aleatoria uniforme con supporto l intervallo a, b : 0 per x a 0 per x a f X x 1 b a per a x b F X x x a b a per a x b 0 per x b 1 per x b E X a b 2, X 2 Tempo disponibile 1h 30 b a 12 2

6 MATEMATICA FINANZIARIA - Prova scritta del 15 gennaio Un titolo paga cedole semestrali calcolate a tasso annuo cedolare j, ha una vita residua di 20 mesi ed un tasso di rendimento effettivo (tasso interno) annuo i. Si chiede di calcolare: a. il corso tel quel ed il corso secco del titolo, scrivendone anche la formula in funzione del tasso i; b. le variazioni assolute di corso del titolo conseguenti alla variazione del tasso di rendimento effettivo da i a i i 1% e da i a i i 1%; c. la duration e l indice di volatilità del titolo, assumendo come tasso di mercato il tasso di rendimento effettivo; d. in corrispondenza ad una variazione i del tasso i lo sviluppo, in forma puramente simbolica, secondo la formula di Taylor arrestata al termine di 2^ ordine; e. usando la formula sub d) limitata al termine di 1^ ordine i valori numerici approssimati delle variazioni sub b), eventualmente sfruttando i calcoli già effettuati per ottenere quanto richiesto al punto c; j i 1.a 10% 9% 1.b 8% 9% 2.a 10% 11% 2.b 8% 7% Tempo disponibile:1h

7 MATEMATICA FINANZIARIA - Quesiti scritti del 19 gennaio Discutere, in base alla definizione ed ai teoremi conosciuti, le proprietà della funzione F x, y e y x, dicendo se essa rappresenta una legge di capitalizzazione a due variabili e, nel caso, se è scindibile. 1.a b a b

8 MATEMATICA FINANZIARIA Prova scritta del 5 Febbraio Siano dati tre titoli obbligazionari con le seguenti caratteristiche. Il primo titolo paga cedole annuali al tasso annuo cedolare j, ha vita residua di 18 mesi e valore di rimborso al nominale di 100. Il secondo titolo paga cedole annuali al tasso annuo cedolare i, ha vita residua di 24 mesi e valore di rimborso al nominale di 100. Il terzo titolo è uno zero-coupon bond con vita residua di 30 mesi e valore di rimborso 100. Nel mercato, privo di opportunità di arbitraggio, la struttura dei tassi a scadenza è piatta con tasso annuo di interesse costante i. Si chiede di: a. calcolare il corso tel quel dei primi due titoli ed il prezzo dello z.c.b.; b. calcolare la duration e la duration modificata dei tre titoli; c. determinare le quote percentuali di un portafoglio composto dal primo e dal terzo titolo in modo che il portafoglio sia immunizzato dal rischio di tasso per un orizzonte temporale di 24 mesi; d. determinare le quote percentuali di un portafoglio composto dal secondo e dal terzo titolo in modo che il portafoglio sia immunizzato dal rischio di tasso per un orizzonte temporale di 24 mesi; e. determinare l insieme dei portafogli che si possono costruire con tutti e tre i titoli che siano immunizzati per lo stesso orizzonte temporale di 24 mesi; f. mostrare algebricamente che ogni combinazione lineare convessa dei portafogli ottenuti ai punti c e d appartiene all insieme definito al punto e, dandone un interpretazione finanziaria. (Si ricorda che si dice combinazione lineare convessadi 2 vettori una combinazione lineare con coefficienti entrambi nonnegativi la cui somma vale uno) i 1.a 9% 12% 1.b 10% 11% 2.a 11% 10% 2.b 12% 9% j Tempo disponibile:1h

9 MATEMATICA FINANZIARIA A e B Prova scritta del 10 aprile Un mercato finanziario è descritto da tre ZCB di durata rispettivamente 1, 2 e 3 anni e aventi prezzi per unità di nominale pari a B 0, h, h 1, 2, 3. Un operatore economico contrae un debito di importo A con l impegno a pagare per 3 anni ogni anno il solo interesse sul debito A calcolato mediante i tassi forward uniperiodali aumentati del 2% e a rimborsare all istante 3 l intero debito A. Per poter fare fronte all impegno di rimborso della somma A all istante 3, l operatore accantona all istante 1 l importo 2 5 A e all stante 2 l importo 1 3 A, investendoli nel suddetto mercato di ZCB. Si chiede: a. calcolare i tassi a pronti h 0 0, h, h 1, 2, 3 ed i tassi forward h 0 1, 2, h 0 2, 3, h 0 1, 3 ; b. calcolare le somme pagate dall operatore agli istanti 1, 2, 3 a titolo di interesse; c. calcolare l importo versato all istante 3 per completare il piano di costituzione della somma A; d. calcolare gli importi complessivamente sborsati agli istanti 1, 2, 3 e calcolarne il valore attuale mediante la struttura dei tassi di mercato; e. messo in relazione il valore attuale calcolato al punto precedente con l importo A, dare un interpretazione finanziaria della differenza. B 0, 1 B 0, 2 B 0, 3 1.a b a b Tempo disponibile:1h A N.B.: lo studente è tenuto a compilare il tracciato per la soluzione, in allegato al presente testo, e ad indicare esplicitamente i passaggi rilevanti necessari al calcolo dei risultati, inserendo i valori dei dati del problema.

10 MATEMATICA FINANZIARIA A e B Quesiti scritti dell 11 aprile Scrivere l espressione di n i in funzione di i ed n. Chiarire il significato finanziario di n i. Calcolare il limite per i tendente a 0 di n i facendo riferimento a quanto esposto in precedenza e dando l interpretazione finanziaria del risultato ottenuto.

11 MATEMATICA FINANZIARIA A, B e serale Prova scritta dell 11 settembre Molti rivenditori di automobili, in aggiunta all incentivo rottamazione, hanno inserito la facoltà di pagamento a rate senza interessi di una parte della somma dovuta. Un annuncio-tipo sui giornali suona all incirca così: L senza interessi in 12 rate mensili posticipate di L Le spese di istruzione della pratica di finanziamento sono di importo A In altra parte dell annuncio compaiono una dichiarazione ed un altro messaggio commerciale: T.A.N. 0%, T.A.E.G. x Per pagamenti in contanti viene concesso uno sconto di importo B Formulando l ipotesi aggiuntiva che le spese di istuttoria della pratica, di importo A, costituiscano una partita di giro per il rivenditore, ossia la somma di denaro versata dal cliente a tale titolo viene immediatamente girata dal rivenditore a terzi per l espletamento della pratica, si chiede: a. il TAEG per il compratore è maggiore del 2% annuo? b. se il tasso di interesse di opportunità del denaro proprio per il rivenditore è il 7% annuo composto, è più conveniente per il rivenditore riscuotere il pagamento immediato di L decurtate dello sconto B oppure il pagamento dilazionato in 12 rate mensili? c. Qual è, in lire, il confine superiore dello sconto che il rivenditore può offrire in alternativa al pagamento dilazionato trovando più conveniente per sè la riscossione immediata? d. un cliente, non disponendo della somma di denaro occorrente, vorrebbe valutare l eventualità di farsi finanziare da altri all 11% annuo composto la somma necessaria per il pagamento in contanti, con rimborso mediante 12 rate mensili eguali e pagamento, a parte, delle spese di istruttoria sempre pari ad A. Quale sarebbe il minimo sconto da richiedere al rivenditore per trovare più conveniente l acquisto in contanti ottenuti per mezzo del finanziamento esterno? e. confrontando i risultati sub c e sub d, esiste un intervallo di valori dello sconto B conveniente sia per il rivenditore sia per il cliente? A B N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in lire (fino al 31/12/01) devono essere interi e, per le variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

12 MATEMATICA FINANZIARIA A, B e serale Prova scritta del 6 giugno Siano dati tre titoli obbligazionari con le seguenti caratteristiche: - il primo titolo è uno 0-coupon bond scadente fra un anno, avente un prezzo B 0, 1 per unità di valor nominale; - il secondo titolo paga cedole annuali al tasso annuo 7%, ha vita residua di 2 anni (cedola appena staccata), valore di rimborso pari al nominale e corso secco pari a P; - il terzo titolo paga cedole annuali al tasso annuo 8%, ha vita residua di 3 anni (cedola appena staccata), valore di rimborso pari al nominale e corso secco pari a P. Si chiede di: a. calcolare il corso tel quel del secondo e del terzo titolo; b. calcolare la struttura dei tassi per scadenza del mercato caratterizzato dai tre titoli sopra descritti e soddisfacente l ipotesi di impossibilità di arbitraggio; c. calcolare la somma complessiva da investire nei tre titoli da parte di un investitore che deve far fronte ai seguenti impegni: al tempo 1, al tempo 2, al tempo 3; d. calcolare come ripartire nei tre titoli al tempo zero la somma calcolata sub c in modo da coprire le spese indicate senza dover fare successivamente altre operazioni (si suggerisce di normalizzare i flussi dei singoli titoli per unità investita anzichè per unità di nominale e di calcolare prima la somma da investire nel terzo titolo, poi quella da investire nel secondo ed infine quella da investire nel primo). B 0, 1 0, 952 0, 948 0, 943 0, 939 P 1, 033 1, 023 1, 014 1, 005 P 1, 068 1, 054 1, 041 1, 027

13 MATEMATICA FINANZIARIA A, B e serale Prova scritta del 21 giugno In un mercato con struttura piatta dei tassi caratterizzata dal tasso i, sono presenti due titoli obbligazionari con le seguenti caratteristiche: - il primo titolo ha vita residua due anni, cedole annue costanti, rimborso pari al nominale e corso A per unità di nominale; - il secondo titolo ha vita residua tre anni, cedole annue costanti e rimborso pari al nominale e corso B per unità di nominale. Si chiede: a. calcolare i tassi cedolari j A e j B dei due titoli, con 4 cifre significative esatte; b. calcolare le duration D A e D B dei due titoli; c. calcolare la duration di un portafoglio di valore complessivo C composto al 30% del primo titolo ed al 70% del secondo titolo; i 5% 5.5% 6% 6.5% A 1, , , , 0091 B 1, , , , Dati due titoli azionari aventi rendimenti aleatori X 1 e X 2, con valori attesi X1 e X2 e matrice di covarianza 2 X1 cov X 1, X 2 cov X 2, X 1 si chiede: a. calcolare il valor atteso Z e la varianza Z 2 del rendimento Z di un generico portafoglio composto nelle percentuali 1 e 2 dei due titoli; b. calcolare il valore atteso Z e la varianza Z 2 in corrispondenza al portafoglio definito da 1 30% ed 2 70%. 2 X2 X1 5% 10% 5% 10% X2 10% 15% 10% 15% X1 4% 5% 4% 5% X1 6% 8% 6% 8% cov X 1, X

14 MATEMATICA FINANZIARIA A, B e serale Prova scritta del 5 luglio Dati due titoli azionari aventi rendimenti aleatori X 1 e X 2, con valori attesi X1 e X2 e 2 X1 cov X 1, X 2 matrice di covarianza, si chiede: cov X 2, X 1 a. calcolare il valor atteso Z e la varianza Z 2 del rendimento Z di un generico portafoglio composto nelle percentuali 1 ed 2 dei due titoli; b. calcolare il valore atteso Z e la varianza Z 2 in corrispondenza al portafoglio definito da 1 20% ed 2 80%; c. vi sono altri portafogli con la stessa varianza calcolata sub b, ma con un diverso valore atteso? d. alla luce di quanto visto nei punti b e c, il portafoglio caratterizzato da 1 20% e 2 80% è efficiente? e. trovare il portafoglio di varianza minima, senza alcun vincolo sul rendimento atteso. 2 X2 X1 3% 5% 3% 5% X2 5% 7% 5% 7% 2 X1 2% 4% 2% 4% 2 X2 6% 8% 6% 8% cov X 1, X

15 MATEMATICA FINANZIARIA A, B e serale Prova scritta del 25 settembre In un mercato con struttura piatta dei tassi caratterizzata dal tasso i, sono presenti due titoli obbligazionari con le seguenti caratteristiche: - il primo titolo ha vita residua due anni, cedole annue costanti, rimborso pari al nominale e corso A per unità di nominale; - il secondo titolo ha vita residua tre anni, cedole annue costanti, rimborso pari al nominale e corso B per unità di nominale. Si chiede: a. calcolare i tassi cedolari j A e j B dei due titoli, con 4 cifre significative esatte; b. calcolare le duration D A e D B dei due titoli; c. calcolare la duration di un portafoglio di valore complessivo C investito al 70% nel primo titolo ed al 30% nel secondo titolo; d. calcolare il corso e la duration dei due titoli fra un anno, subito dopo aver riscosso la cedola annua di entrambi i titoli; e. calcolare il nuovo valore del portafoglio sub c) anch esso tra un anno, escludendo da tale calcolo le cedole appena riscosse; f. escludendo, come al piunto precedente le cedole appena riscosse, determinare la nuova ripartizione del valore del portafoglio calcolato sub e) fra i due titoli e la duration del portafoglio; i 5% 5.5% 6% 6.5% A 1, 04 1, 03 1, 02 1, 01 B 1, 08 1, 07 1, 055 1, 04 N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in lire (fino al 31/12/01) devono essere interi e, per le variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

16 Prova scritta dell 8 gennaio 2002 Parte A 1. Si versa una somma costante R nelle 3 date sotto precisate su un conto corrente bancario sul quale maturano interessi a tasso annuo semplice i nel corso di ogni trimestre e vengono corrisposti tali interessi maturati alla fine di ogni trimestre. Si chiede: a. scrivere i fattori di montante dalle date di versamento al 31/12, tenendo conto del meccanismo di calcolo degli interessi (per semplicità un trimestre sia 1 di anno ed un 4 mese 1 di anno, indipendentemente dal numero effettivo di giorni dei trimestri e dei 12 mesi in esame); b. calcolare l importo R in modo che il montante della rendita costituita dalle 3 rate versate alle date prefissate risulti pari ad M. i 5% 6% 5% 6% t 1 01/02 01/02 01/03 01/03 t 2 01/08 01/09 01/09 01/08 t 3 01/10 01/11 01/11 01/12 M Una rendita dà diritto a N rate costanti semestrali anticipate di importo unitario pari a R, essendo N un numero aleatorio che può assumere le determinazioni 1 con probabilità 1/3, 2 con probabilità 1/2, 3 con probabilità 1/6. Si chiede: a. determinare la legge di probabilità del valore attuale della rendita a tasso annuo composto effettivo i; b. calcolare il valore atteso e la varianza del valore attuale della rendita; i 5% 6% 5% 6% R N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in euro devono avere 2 cifre decimali e, per le altre variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

17 Parte B Quesiti 1. Calcolare il valore di un portafoglio composto di due 0-coupon con scadenze 1 anno e 2 anni e 4000 euro e 6000 euro di valor nominale, rispettivamente, avendo una struttura piatta dei tassi di interese i. Calcolare la duration del portafoglio. i 5% 6% 5% 6%

18 Prova scritta del 22 gennaio 2002 Parte B Quesiti 1. Dato un portafoglio composto, nelle percentuali 30%, 50%, 20%, di 3 zero - coupon bonds aventi durate residue, rispettivamente, 1, 2, 3 anni e prezzi per unità di nominale pari a B 0, 1, B 0, 2, B 0, 3, si chiede di calcolare la duration di tale portafoglio. E l unico portafoglio composto dei tre titoli avente tale duration? B 0, B 0, B 0,

19 Prova scritta di gennaio 2002 Parte A 1. Una rendita dà diritto a N rate costanti annue posticipate di importor, dove N è una variabile aleatoria discreta che può assumere i valori 1 con probabilità p 1 1, 2 con 4 probabilità p 2 1, 3 con probabilità p Si chiede: 12 a. scrivere la legge di probabilità del montante della rendita calcolato a tasso di interesse composto annuo i; b. calcolare valore atteso e varianza del montante; c. scrivere la funzione di ripartizione del montante e tracciarne il grafico; d. calcolare l importo R della rata costante di una rendita posticipata certa composta di 3 rate avente montante pari al valore atteso calcolato sub b. i 5% 6% 5% 6% R N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in euro devono avere 2 cifre decimali e, per le altre variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza.

20 Prova scritta del 5 aprile 2002 Parte A 1. Dati 3 zero - coupon bonds aventi durate residue, rispettivamente, 1, 2, 3 anni e prezzi per unità di nominale pari a B 0, 1, B 0, 2, B 0, 3, si chiede di calcolare: B 0, B 0, B 0, a. i tassi spot h 0 0, t, t 1, 2, 3 e forward h 0 s, t, s t 1, 2, 3; b. la rata di ammortamento costante con tassi di interesse h 0 s, s 1, s 0, 1, 2 nei tre periodi di un debito di ammontare euro; c. il piano d ammortamento dettagliato; d. la duration della rendita costituita dalle rate di ammortamento. B 0, B 0, B 0, N.B. - Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. - Gli importi in euro devono avere 2 cifre decimali e, per le altre variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. - Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

21 Parte B 1 1. Dimostrare che la funzione F x, y esprime il fattore di montante di una legge 1 d y x finanziaria non scindibile. d Trovare il numero minimo di rate costanti posticipate di importo R necessario per ottenere un montante almeno pari a M, con tasso di interesse i. Dire se vi sono condizioni di realtà sui dati del problema, R,M e i e, in caso affermativo, indicarle. R M i 8% 9% 9% 8%

22 Prova scritta del 4 giugno 2002 Parte A 1. Siano date le seguenti quotazioni (per lira di nominale) degli zero-coupon bond B 0, s per le scadenze s da 1 a 3 anni: B 0, 1 0, , , , 9174 B 0, 2 0, , , , 8573 B 0, 3 0, , , , 8162 Si calcolino: a. i corrispondenti rendimenti a scadenza h 0 0, s, s 1, 2, 3; b. i corrispondenti tassi forward da s a s 1, h 0 s, s 1, s 0, 1, 2; c. il valore P 0 (quotazione) in 0 di un titolo che scade in 3 con nominale di 100 e cedole annue al tasso cedolare: i 3% 4% 5% 6% d. il valore del titolo di cui al punto c) alla data 2, immediatamente prima del pagamento della cedola; e. il corso tel quel e il corso secco del titolo sub c) all epoca 1, 5 supponendo che all interno di ciascuno dei tre anni considerati la struttura dei tassi sia piatta. N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in euro devono avere 2 cifre decimali e, per le altre variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

23 1. Dato il sistema di equazioni lineari Parte B Quesiti 2x 1 x 3 x x 2 2ax 3 ax 4 12, a. dimostrare che il rango del sistema di equazioni è 2 e vi sono 2 soluzioni; b. risolvere per diagonalizzazione il sistema nelle incognite x 3 e x 4, considerando x 1 e x 2 come parametri. a Data la funzione f X x 0 x a k x a a x b b a 0 x b a. trovare la costante k in modo che essa sia una funzione di densità di probabilità; b. calcolare la corrispondente funzione di ri partizione. a b

24 Prova scritta del 18 giugno 2002 Parte A 1. Un debito di euro contratto in t 0 viene estinto in tre rate posticipate a tasso variabile secondo le seguenti modalità. La prima rata R 1 viene calcolata come se l intero debito dovesse essere estinto in tre rate uguali a tasso costante i 1 ; la seconda rata R 2 viene calcolata come se il debito residuo D 1 dovesse venire estinto in due rate uguali a tasso costante i 2 ; infine il debito residuo D 2 viene estinto in un unica soluzione mediante la rata R 3 calcolata a tasso i 3 (modalità alla francese per inseguimento). Si chiede: a. di stendere il piano di ammortamento; b. di verificare la condizione di chiusura finanziaria finale; c. nel caso i 3 sia una variabile aleatoria uniforme X 3 tra i 3 0, 005 e i 3 0, 015 di calcolare valore atteso e varianza della terza rata nonché del suo valore attuale in t 0. (Si rammenta che se la variabile uniforme X ha per supporto l intervallo a, b risulta E X a b e 2 2 X b a 2 ) 12 i 1 5% 4% 7% 6% i 2 6% 5% 6% 5% i 3 7% 6% 5% 4% N.B. Hanno valore nullo gli svolgimenti di esercizi in versioni diverse da quella di propria competenza. Gli importi in euro devono avere 2 cifre decimali e, per le altre variabili che possono assumere valori con decimali, come i tassi di interesse, la precisione nei calcoli deve essere la massima possibile e i risultati vanno riportati con 4 cifre significative esatte; ad esempio un tasso , va scritto nella forma 12.34% e non 12%. Le formule da riportare sul tracciato per la soluzione vanno scritte in forma simbolica e in forma numerica, sostituendo alle variabili i valori assegnati nel problema nella propria versione di competenza. Tempo disponibile: 1h

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

Compito di SISTEMI E MODELLI. 19 Febbraio 2015

Compito di SISTEMI E MODELLI. 19 Febbraio 2015 Compito di SISTEMI E MODELLI 9 Febbraio 5 Non é ammessa la consultazione di libri o quaderni. Le risposte vanno giustificate. Saranno rilevanti per la valutazione anche l ordine e la chiarezza di esposizione.

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni.

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni. MATEMATICA. Sistemi lineari in due equazioni due incognite. Date due equazioni lineari nelle due incognite x, y come ad esempio { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

EQUAZIONI non LINEARI

EQUAZIONI non LINEARI EQUAZIONI non LINEARI Francesca Pelosi Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE http://www.mat.uniroma2.it/ pelosi/ EQUAZIONI non LINEARI p.1/44 EQUAZIONI

Dettagli

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS

TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS TEORIA DELL UTILITÀ E DECISION PROCESS 1 UTILITÀ Classicamente sinonimo di Desiderabilità Fisher (1930):... uno degli elementi che contribuiscono ad identificare la natura economica di un bene e sorge

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti)

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. Mutuante o creditore = chi concede il

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

(V) (FX) Z 6 è un campo rispetto alle usuali operazioni di somma e prodotto.

(V) (FX) Z 6 è un campo rispetto alle usuali operazioni di somma e prodotto. 29 giugno 2009 - PROVA D ESAME - Geometria e Algebra T NOME: MATRICOLA: a=, b=, c= Sostituire ai parametri a, b, c rispettivamente la terzultima, penultima e ultima cifra del proprio numero di matricola

Dettagli

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5

Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 5 Rimini, 26 aprile 2006 1 The Inter temporal Effects of International Trade Valore in $ del consumo di beni oggi G D F H 1/(1+r) G Valore

Dettagli

Approssimazione polinomiale di funzioni e dati

Approssimazione polinomiale di funzioni e dati Approssimazione polinomiale di funzioni e dati Approssimare una funzione f significa trovare una funzione f di forma più semplice che possa essere usata al posto di f. Questa strategia è utilizzata nell

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze L approccio parametrico o delle varianze-covarianze Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione Egea, 2008 AGENDA Il VaR nell ipotesi di

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Scelta sotto incertezza

Scelta sotto incertezza Scelta sotto incertezza 1. Introduzione Nei capitoli 1 e 2 della microeconomia standard si studia la scelta dei consumatori e dei produttori, che hanno un informazione perfetta sulle circostanze che caratterizzano

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

APPLICAZIONI LINEARI

APPLICAZIONI LINEARI APPLICAZIONI LINEARI 1. Esercizi Esercizio 1. Date le seguenti applicazioni lineari (1) f : R 2 R 3 definita da f(x, y) = (x 2y, x + y, x + y); (2) g : R 3 R 2 definita da g(x, y, z) = (x + y, x y); (3)

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA Stefania Naddeo (anno accademico 4/5) INDICE PARTE PRIMA: STATISTICA DESCRITTIVA. DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA E FUNZIONE DI RIPARTIZIONE. VALORI CARATTERISTICI

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico

Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Chiara Vita T Multiflex - Versione Unico Contratto di assicurazione sulla vita multiramo a premio unico Il presente Fascicolo informativo, contenente: Scheda sintetica Nota informativa Condizioni contrattuali

Dettagli

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI WEB INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax Sito web Creditis Servizi Finanziari

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Se x* e punto di minimo (locale) per la funzione nell insieme Ω, Ω = { x / g i (x) 0 i I, h j (x)= 0 j J } lo e anche per F(x) = f o (x) + c x x 2

Se x* e punto di minimo (locale) per la funzione nell insieme Ω, Ω = { x / g i (x) 0 i I, h j (x)= 0 j J } lo e anche per F(x) = f o (x) + c x x 2 NLP -OPT 1 CONDIZION DI OTTIMO [ Come ricavare le condizioni di ottimo. ] Si suppone x* sia punto di ottimo (minimo) per il problema min f o (x) con vincoli g i (x) 0 i I h j (x) = 0 j J la condizione

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI

METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI METODI ITERATIVI PER SISTEMI LINEARI LUCIA GASTALDI 1. Metodi iterativi classici Sia A R n n una matrice non singolare e sia b R n. Consideriamo il sistema (1) Ax = b. Un metodo iterativo per la soluzione

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

x 1 + x 2 3x 4 = 0 x1 + x 2 + x 3 = 0 x 1 + x 2 3x 4 = 0.

x 1 + x 2 3x 4 = 0 x1 + x 2 + x 3 = 0 x 1 + x 2 3x 4 = 0. Problema. Sia W il sottospazio dello spazio vettoriale R 4 dato da tutte le soluzioni dell equazione x + x 2 + x = 0. (a. Sia U R 4 il sottospazio dato da tutte le soluzioni dell equazione Si determini

Dettagli

Flusso a costo minimo e simplesso su reti

Flusso a costo minimo e simplesso su reti Flusso a costo minimo e simplesso su reti La particolare struttura di alcuni problemi di PL può essere talvolta utilizzata per la progettazione di tecniche risolutive molto più efficienti dell algoritmo

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Università di Pavia - Facoltà di Economia

Università di Pavia - Facoltà di Economia 0 Università di Pavia - Facoltà di Economia Il calcolo imprenditoriale per la trasformazione «finanziaria» Michela Pellicelli Le imprese possono essere considerate trasformatori finanziari in quanto: a)

Dettagli

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor a.a. 2013/14 Laurea triennale in Informatica Corso di Analisi Matematica Polinomi e serie di Taylor Avvertenza Questi sono appunti informali delle lezioni, che vengono resi disponibili per comodità degli

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli