Gestione del magazzino. Imputazione dei costi di distribuzione fra due reparti di un azienda mercantile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione del magazzino. Imputazione dei costi di distribuzione fra due reparti di un azienda mercantile"

Transcript

1 Gestione del magazzino. Imputazione dei costi di distribuzione fra due reparti di un azienda mercantile A L azienda commerciale all ingrosso Alfa S.p.A. di Catania commercia, fra gli altri, l articolo Pronto CD, masterizzatore per uso non professionale. L articolo (codice FT30) viene acquistato dalla Elettronica Nuova S.p.A. di Palermo e rivenduto a negozi al dettaglio specializzati situati in alcune regioni del Centro-Sud. Nell anno n le vendite sono state pari a n 1000 unità e per l anno n + 1 la direzione commerciale prevede un incremento del 10%. Gli acquisti sono effettuati con uno sconto del 30% sul prezzo imposto per la rivendita al pubblico, prezzo che ammonta a euro 510, inclusa Iva 20%, e sono pianificati in modo da ottenere a fine anno una rimanenza corrispondente al livello di riordino, tenendo presente che la giacenza iniziale era pari a n 100 unità. Spese fisse per ogni ordine euro 200. Spese di magazzinaggio 20% del costo di acquisto. Scorta di sicurezza 15 giorni. Tempo di riapprovvigionamento 10 giorni. Nel corso del primo bimestre dell anno si sono avuti i seguenti movimenti: 04/01 - vendita di n 15 articoli alla ditta Petruso di Catania; 10/01 - vendita di n 15 articoli alla S.n.c. Petruzzella di Napoli; 14/01 - acquisto dal produttore sulla base del lotto economico; 20/01 - vendita di n 30 articoli alla Hi-Fi Player S.r.l. di Palermo; 24/01 - vendita di n 25 articoli alla S.n.c. Fiorino & C. di Messina; 29/01 - vendita di n 30 articoli alla ditta Mirabella di Reggio Calabria; 04/02 - acquisto dal produttore sulla base del lotto economico; 06/02 - vendita di n 35 articoli alla Disco Boom S.r.l. di Palermo; 10/02 - vendita di n 40 articoli a Città Mercato di Catania; 15/02 - vendita di n 20 articoli a Città Mercato di Palermo; 18/02 - acquisto dal produttore sulla base del lotto economico; 22/02 - vendita di n 30 articoli a Migliore di Palermo; 26/02 - vendita di n 20 articoli alla S.n.c. Antonio Di Liberto & F.lli di Reggio Calabria. Presentare: 1) il calcolo del lotto economico di acquisto; 2) la scheda di magazzino; 3) il calcolo della scorta media, dell indice di rotazione e della giacenza media. B L azienda commerciale al dettaglio Alfa S.r.l. di Palermo presenta i seguenti dati consuntivi relativi all esercizio n: Dati consuntivi anno n Reparto informatica Reparto hi-fi Totali Esistenze iniziali Acquisti Vendite Rimanenze finali Personale di vendita Mobili e attrezzature Furgone Superficie in mq Costi semidiretti Consegne a domicilio: stipendi e oneri sociali dei fattorini euro , spese esercizio automezzi euro e ammortamento degli automezzi 20%. Le spese in oggetto sono ripartite tenendo conto delle consegne a domicilio, che ammontano al 30% delle vendite totali per il reparto informatica e al 40% per il reparto hi-fi. 49

2 Spese per l affitto, l illuminazione e il riscaldamento, pari a euro annui, da ripartire in base alla superficie dei due reparti. Costi indiretti Spese di magazzinaggio euro da ripartire tenendo conto delle scorte medie. Costo del personale indiretto, spese generali di amministrazione e oneri fiscali, per un totale di euro , da suddividere in proporzione alle vendite. Compenso per l imprenditore stimato in uno stipendio figurativo annuo di euro e spese di trasporto per euro , da ripartire in base al valore degli acquisti. Oneri finanziari: effettivi euro , interessi di computo al tasso del 15% su un capitale proprio che ammonta a euro Gli oneri finanziari vengono ripartiti in proporzione al capitale medio investito in ogni reparto. Presentare: il calcolo del risultato economico dei due reparti, in cifre sia assolute sia percentuali; i calcoli relativi ai diversi riparti. SVOLGIMENTO DELL ESERCIZIO A Punto di riordino Vendite realizzate anno n n incremento previsto 10% n 100 Budget delle vendite per l anno n + 1 n Il volume giornaliero delle vendite dell articolo FT30 (e quindi il fabbisogno giornaliero dello stesso) sarà dato da: n (1.100 : 365) = n 3 vendite medie giornaliere dell articolo FT30 Scorta di sicurezza da mantenere = n (3 15) = n 45 unità Punto di riordino = n (3 10) + 45 = n 75 unità Budget degli acquisti Budget delle vendite anno n + 1 n rimanenza finale desiderata n 75 fabbisogno totale anno n + 1 n esistenza iniziale disponibile n 100 Budget degli acquisti anno n + 1 n Determinazione del lotto economico di acquisto euro (510 : 1,20) = euro 425 prezzo di vendita al netto dell Iva = 70 prezzo percentuale d acquisto scontato 100 : 70 = 425 : x x = euro 297,50 prezzo d acquisto articolo FT30 Qx = 2F Co/mP = = n. 85 unità 0,20 297,50 Scheda magazzino Data N bolla carico/scarico Operazioni Carico Scarico Esistenza 01/01 Esistenza iniziale /01 10 Vendita /01 15 Vendita /01 4 Acquisto /01 18 Vendita /01 21 Vendita /01 30 Vendita /02 8 Acquisto /02 34 Vendita /02 40 Vendita /02 44 Vendita /02 14 Acquisto /02 48 Vendita /02 52 Vendita

3 Prospetto per il calcolo della scorta media Decorrenza Scorta Giorni Scorta giorni 31/ / / / / / / / / / / / / / Totali Sm = = n 104 unità scorta media del bimestre 59 Ir = Vendite = 260 = 2,50 indice di rotazione delle scorte Scorta media 104 Nel bimestre gennaio-febbraio la scorta si è quindi rinnovata 2,5 volte, per cui la permanenza della merce in magazzino è risultata pari a: 59 = giorni 24 tempo di giacenza media della scorta (arrotondato) 2,5 SVOLGIMENTO DELL ESERCIZIO B Determinazione del costo venduto Reparto informatica Reparto hi-fi Esistenze iniziali Acquisti Rimanenze finali Costo del venduto Costi diretti Reparto informatica Reparto hi-fi Mobili e attrezzature Ammortamento 20% Costi semidiretti Consegne a domicilio (base di imputazione: percentuale sulle vendite dei due reparti) euro % = euro quota ammortamento automezzo euro ( ) = euro costo globale consegne a domicilio euro % = euro vendite reparto informatica euro % = euro vendite reparto hi-fi : ( ) = 0, coefficiente di imputazione 0, = euro ,45 quota spese reparto informatica 0, = euro ,55 quota spese reparto hi-fi euro ,00 Affitto, illuminazione e riscaldamento dei locali (base di imputazione: superficie in mq dei due reparti) = 250 coefficiente di imputazione

4 = euro ,00 quota spese reparto informatica = euro ,00 quota spese reparto hi-fi euro ,00 Costi indiretti Spese di magazzinaggio (base di imputazione: scorte medie) Calcolo scorte medie: Esistenze iniziali + Rimanenze finali = euro scorte medie reparto informatica = euro scorte medie reparto hi-fi = 0, coefficiente di imputazione , = euro 7.021,28 quota spese reparto informatica 0, = euro 7.978,72 quota spese reparto hi-fi euro ,00 Personale indiretto, spese generali di amministrazione e oneri fiscali (base di imputazione: valore delle vendite) : ( ) = 0, coefficiente di riparto 0, = euro ,11 quota spese reparto informatica 0, = euro ,89 quota spese reparto hi-fi euro ,00 Compenso per l imprenditore e spese di trasporto (base di imputazione: valore degli acquisti) = 0,05 coefficiente di imputazione , = euro ,00 quota spese reparto informatica 0, = euro ,00 quota spese reparto hi-fi euro ,00 Oneri finanziari (base di imputazione: capitale medio investito nei reparti) Capitale investito: mobili e attrezzature scorte medie Dati Reparto informatica Reparto hi-fi Totali Mobili e attrezzature Scorte medie Capitale investito Oneri finanziari effettivi euro ,00 + interessi di computo (15% su euro ) euro ,00 Totale degli oneri finanziari da ripartire euro , = 0, coefficiente di imputazione , = euro ,87 quota oneri finanziari reparto informatica 0, = euro ,13 quota oneri finanziari reparto hi-fi euro ,00

5 Prospetto di riepilogo dei costi di distribuzione per reparti di vendita e determinazione del profitto netto Descrizione Reparti di vendita Informatica Hi-Fi Totali Vendite nette , , ,00 Costo del venduto , , ,00 Margine lordo , ,00 770,00 Costi di distribuzione 1. Costi diretti Personale di vendita , ,00 140,00 Ammortamento mobili e attrezzature , ,00 22,00 Totale costi diretti , ,00 162,00 2. Costi semidiretti Affitto, illuminazione e riscaldamento , ,00 50,00 Spese per le consegne a domicilio , ,55 36,80 Totale costi semidiretti , ,55 86,80 3. Costi indiretti Magazzinaggio 7.021, ,72 15,00 Personale indiretto, spese generali di amministrazione e oneri fiscali , ,89 110,00 Compenso per l imprenditore e spese di trasp , ,00 95,00 Oneri finanziari effettivi e figurativi , ,13 82,50 Totale costi indiretti , ,74 302,50 Riepilogo Margine lordo , , ,00 Costi di distribuzione , , ,00 Profitto netto , , ,00 Reparto informatica Reparto hi-fi Totali Vendite nette 100,00% 100,00% 100,00% Costo del venduto 65,30% 79,17% 71,48% Margine lordo (a) 34,70% 20,83% 28,52% Costi diretti 6,00% 6,00% 6,00% Costi semidiretti 2,52% 4,08% 3,21% Costi indiretti 10,42% 12,18% 11,20% Costi di distribuzione (b) 18,94% 22,26% 20,41% Profitto netto (a b) 15,76% 1,43% 8,11% L analisi dei costi di distribuzione della Alfa S.r.l. evidenzia un profitto netto pari a euro originato da un risultato positivo di euro ,29 del reparto informatico e da una lieve perdita di euro ,29 del reparto hi-fi. Dall analisi del prospetto a dati percentuali rapportati al volume delle vendite tale perdita appare originata da un maggior volume di costi e, in particolar modo, da un carico percentuale più consistente dei costi semidiretti e indiretti, mentre il margine lordo potrebbe essere accresciuto attraverso una diversa gestione del magazzino, una maggiore efficienza operativa e un azione di marketing volta all accrescimento del volume delle vendite annue. Per quanto riguarda i costi semidiretti si nota una maggiore incidenza non tanto dei costi per affitto, illuminazione e riscaldamento considerato che l area occupata dal reparto hi-fi ha un estensione maggiore di quella del reparto informatica bensì delle spese per le consegne a domicilio che potrebbero essere bilanciate dai maggiori introiti derivanti dall offerta di un servizio di installazione e collaudo dei prodotti venduti che l azienda attualmente non offre. Nell ambito dei costi indiretti del reparto, i costi per il personale indiretto, per le spese generali di amministrazione e per gli oneri fiscali hanno avuto un incidenza percentuale del 4,08% contro 0,66% dei costi per il magazzinaggio, 3,75% per il compenso per l imprenditore e le spese di trasporto e 3,69% derivante dall incidenza degli oneri finanziari effettivi e figurativi: potrebbero essere ridotti attraverso una maggiore efficienza organizzativa e in genere una maggiore efficacia dell azione di vendita del reparto hi-fi nelle sue componenti dirette, indirette ed esterne. 53

6 Prestiti obbligazionari convertibili: conversione diretta e indiretta Caso A In data 1/4/n la S.p.A. Montiflex, con capitale sociale che ammonta a euro diviso in azioni del valore nominale di euro 10 di cui n versate per l 80%, previo richiamo e versamento degli importi residui, delibera l emissione di un prestito obbligazionario convertibile, con le seguenti caratteristiche: importo complessivo euro , suddiviso in obbligazioni del valore nominale di euro 1, emesse alla pari; tasso di interesse 3%, godimento 1/4-1/10; facoltà di conversione in azioni della società, da esercitarsi entro l 1/10 di ogni anno a partire dall esercizio n + 1 e fino all esercizio n + 4, in base al rapporto di 1 azione contro 12 obbligazioni. Il prestito risulta interamente sottoscritto e collocato in data 18/4. In data 1/10/n + 1 sono pervenute al consiglio di amministrazione richieste di conversione pari a n obbligazioni. Presentare le scritture in P.D. riguardanti: 1) l emissione e il servizio del prestito fino al 31/12/n + 1; 2) la conversione delle obbligazioni attuata nel gennaio n + 2; 3) il pagamento del rateo d interesse spettante ai titolari delle obbligazioni convertite, sapendo che le azioni assegnate avranno godimento dall 1/1/n + 2. In data 1/4/n + 2, poi, l assemblea straordinaria della S.p.A. Montiflex delibera l aumento del capitale sociale con l emissione di n azioni al prezzo di euro 13 da versare interamente alla sottoscrizione. Si determini il numero di azioni da offrire in opzione sia agli azionisti sia ai titolari delle obbligazioni convertibili. Caso B Al 31/12/n nella Situazione patrimoniale della S.p.A. Barfim figurano, tra le altre, le seguenti voci: Capitale sociale euro Partecipazioni in società controllate euro Prestiti obbligazionari convertibili euro Ratei passivi euro Il capitale sociale è suddiviso in azioni da euro 5 nominali. Le partecipazioni sono costituite da n azioni della S.p.A. Beta acquistate al prezzo di euro 2,15 ciascuna. Il prestito obbligazionario risulta composto di n obbligazioni del valore nominale di euro 3, convertibili in azioni Beta nel rapporto di 6 azioni contro 5 obbligazioni, tasso 4%, godimento 1/4-1/10. Il 12/5/n + 1 l assemblea straordinaria della società Beta ha deliberato l aumento del capitale sociale da euro a euro contro emissione di 1 azione gratuita da euro 1 nominali ogni 5 possedute, mediante utilizzo della riserva straordinaria, e offerta in opzione di 2 azioni a pagamento al prezzo di euro 1,4 ogni 5 azioni possedute. La società Barfim sottoscrive e versa tramite banca le azioni di sua spettanza, fissando il nuovo rapporto di conversione nella misura di n 8 azioni contro n 5 obbligazioni. All 1/10/n + 1 i portatori di n obbligazioni Barfim ne chiedono la conversione in corrispondenti azioni Beta. Presentare: 1) le scritture in P.D. della S.p.A. Beta limitatamente all aumento del capitale sociale; 2) le scritture in P.D. della S.p.A. Barfim; 3) la rappresentazione, nella Situazione patrimoniale della società Barfim, delle voci considerate dal testo. 54

7 Caso A Calcoli necessari per lo svolgimento 01/04/n euro = euro importi richiamati /04/n 01/10/n SVOLGIMENTO euro ,5 17 = euro 1.672,13 dietimi maturati euro ,50% = euro importo delle cedole 31/12/n euro ,5 91 = euro rateo di interessi maturati gennaio n obbligazioni : 1 azione = obbligazioni : x azioni x = n azioni assegnate contro n obbligazioni convertite Valore nominale obbligazioni convertite euro ( ) euro Valore nominale azioni assegnate euro ( ) euro Riserva soprapprezzo azioni euro ,5 91 = euro rateo 1/10-31/12 spettante alle obbligazioni convertite Scritture in P.D. Esercizio n 01/04... AZIONISTI C/ DECIMI RICHIAMATI richiamo decimi ,00 01/04... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE richiamo decimi ,00 01/04... BANCA X C/C accredito c/c ,00 01/04... AZIONISTI C/ DECIMI RICHIAMATI accredito c/c ,00 01/04... OBBLIGAZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE sottoscritto prestito obblig. convertibile ,00 01/04... PRESTITI OBBLIGAZ. CONVERTIBILI valore nominale prestito ,00 18/04... BANCA X C/C accredito c/c ,13 18/04... OBBLIGAZ. C/ SOTTOSCRIZIONE importo sottoscritto ,00 18/04... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI dietimi 1/4-18/ ,13 01/10... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI cedola 1/4-1/ ,00 01/10... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI cedola 1/4-1/ ,00 09/10... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI pagamento cedola ,00 09/10... BANCA X C/C addebito c/c ,00 31/12... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI rateo 1/10-31/ ,00 31/12... RATEI PASSIVI rateo 1/10-31/ ,00 10/01... PRESTITI OBBLIGAZ. CONVERTIB. convertite n obbligazioni ,00 10/01... CAPITALE SOCIALE emissione n 20,000 azioni ,00 10/01... RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI sovrappr. da conversione obbligazioni ,00 10/01... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI interessi 1/10-31/12 su obbligaz. convertite 1.800,00 10/01... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI interessi maturati 1.800,00 10/01... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI pagamento interessi 1.800,00 10/01... BANCA X C/C pagamento interessi 1.800,00 1/4/n + 2: determinazione del numero di azioni da offrire in opzione n ( ) = n obbligazioni convertibili in circolazione 12 obbligazioni : 1 azione = obbligazioni : x azioni x = n azioni potenziali per n obbligazioni convertibili in circolazione azioni nuove = 1 rapporto di assegnazione nuove azioni

8 n = n azioni nuove spettanti agli azionisti 2 n = n azioni nuove spettanti agli obbligazionisti azioni = 1 (1 azione nuova ogni 24 obbligazioni) obbligazioni 24 Le scritture in P.D. relative all aumento di capitale saranno: 01/04... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE emesse n azioni a euro 13, ,00 01/04... CAPITALE SOCIALE val. nom. euro 10,00 su nuove azioni ,00 01/04... RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI sovrapprezzo euro 3,00 su nuove azioni ,00 12/04... BANCA X C/C accredito su c/c ,00 12/04... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE accredito su c/c ,00 Caso B Società Beta - Calcoli per l aumento di capitale 1 azione nuova : 5 azioni vecchie = x azioni nuove : azioni vecchie x = n azioni gratuite euro (1, ) = euro aumento gratuito del capitale sociale 2 azioni nuove : 5 azioni vecchie = x azioni nuove : azioni vecchie x = n azioni a pagamento Valore nominale euro (1, ) = euro capitale sociale Sovrapprezzo euro (0, ) = euro riserva sovrapprezzo azioni Prezzo emissione euro (1, ) = euro azionisti c/ sottoscrizione Scritture in P.D. della S.p.a. Beta 01/05... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE emesse n azioni a pagamento ,00 01/05... RISERVA STRAORDINARIA emesse n azioni gratuite ,00 01/05... CAPITALE SOCIALE emesse n azioni nuove ,00 01/05... RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI sovrapprezzo euro 0,40 su n azioni ,00 20/05... BANCA X C/C versamento azioni a pagamento ,00 20/05... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONE versamento azioni a pagamento ,00 56 Società Barfim 1 azione nuova : 5 azioni vecchie = x azioni nuove : azioni vecchie x = n azioni Beta gratuite spettanti alla società Barfim 2 azioni nuove : 5 azioni vecchie = x azioni nuove : azioni vecchie x = n azioni Beta a pagamento sottoscritte dalla Barfim euro (1, ) = euro somma spesa dalla Barfim per la sottoscrizione n ( ) = n azioni Beta possedute dalla Barfim dopo l aumento euro ( ) = euro costo totale delle azioni Beta (Dare del c/ Partecipazioni in controllate) euro ( : ) = euro 1,69375 costo medio d acquisto di un azione Beta In base al nuovo rapporto di conversione si avrà: 8 azioni Beta : 5 obbligazioni Barfim = x azioni Beta : obbligazioni Barfim x = n azioni Beta assegnate agli obbligazionisti euro (3, ) = euro valore nominale obbligazioni convertite

9 euro (1, ) = euro costo azioni assegnate euro ( ) = euro utile dalla conversione delle obbligazioni euro ( ) = euro importo prestito obbligazionario dopo la conversione euro = euro rateo 1/10-31/12 sul prestito convertibile Scritture in P.D. della S.p.a. Barfim 01/01... RATEI PASSIVI storno rateo ,00 01/01... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI storno rateo ,00 01/04... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI scadenza cedola ,00 01/04... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI scadenza cedola ,00 10/04... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI pagamento cedola ,00 10/04... BANCA X C/C addebito c/c ,00 20/05... PARTECIPAZIONI CONTROLLATE sottoscrizione azioni Beta ,00 20/05... BANCA X C/C addebito c/c ,00 01/10... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI scadenza cedola ,00 01/10... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI scadenza cedola ,00 01/10... PRESTITI OBBLIG. CONVERTIBILI convertite n obbligazioni ,00 01/10... PARTECIPAZIONI IN CONTROLLATE assegnate n azioni Beta ,00 01/10... PLUSVALENZE ORDINARIE utile ottenuto ,00 10/10... OBBLIGAZIONISTI C/ INTERESSI pagamento cedola ,00 10/10... BANCA X C/C addebito c/c ,00 31/12... INTERESSI PASSIVI SU OBBLIGAZIONI rateo 1/10-31/ ,00 31/12... RATEI PASSIVI rateo 1/10-31/ ,00 Al 31/12/n + 1 nella Situazione patrimoniale della S.p.A. Barfim appariranno le seguenti voci: Situazione patrimoniale Attività Passività Partecipazioni in soc. controllate Capitale sociale Prestiti obbligazionali convertibili Ratei passivi

10 Acquisto di azioni proprie, riduzioni del capitale sociale 1 Il Patrimonio netto della S.p.A. INDEX risulta così composto: Capitale sociale euro , diviso in azioni del valore nominale di euro 10 ciascuna, Riserva legale euro Riserva statutaria euro Riserva straordinaria euro Riserva sovrapprezzo azioni euro Durante l esercizio n, dopo il riparto dell utile, l assemblea degli azionisti, allo scopo di sostenere le quotazioni delle azioni, autorizza il consiglio d amministrazione ad acquistare fino a un massimo di n azioni sociali a un prezzo compreso tra il loro valore contabile e un prezzo massimo pari allo stesso valore contabile aumentato del 15%. Autorizza inoltre a rivenderle, quando se ne verificherà l opportunità, a un prezzo maggiorato di almeno il 10% rispetto al prezzo di acquisto. Gli amministratori effettuano un primo acquisto di n azioni al prezzo di euro 17,30, in data 10/6, e un secondo, di n azioni al prezzo di euro 18,00, in data 8/7. Al 31/12/n la società rileva un utile di euro , che viene così ripartito in data 30/4/n + 1: 3% alla Riserva statutaria, 12% ai 3 componenti del Consiglio d amministrazione (composto di liberi professionisti*), il resto agli azionisti a norma di legge, arrotondando il dividendo al centesimo di euro. Gli amministratori sono pagati il 10/5; i dividendi sono corrisposti il 19/5; i titolari di n azioni percepiscono l importo lordo. Successivamente, venute meno le cause che avevano motivato gli acquisti, n azioni sono ricollocate sul mercato al prezzo unitario di euro 20 in data 15/9, mentre n azioni sono cedute in cambio di un fabbricato il cui prezzo è stato convenuto in euro L operazione è avvenuta con un privato il 18/10. Presentare le scritture in P.D. relative alle operazioni sopra indicate (tutte regolate tramite conto corrente bancario) facendo funzionare il conto AZIONI PROPRIE a costi, costi e rimanenze ed effettuando gli scarichi a costo medio. Per la costituzione della Riserva azioni proprie si sono scelte opportunamente le riserve utilizzabili. Presentare, inoltre, gli Stati patrimoniali al 31/12/n e al 31/12/n + 1, limitatamente alle voci considerate nel testo. 2 La S.p.A. BETAX ha un capitale sociale costituito da n azioni del valore nominale di euro 10 ciascuna, delle quali n risultano versate per l 80%. Nello Stato patrimoniale appaiono le seguenti voci: Riserva legale euro Riserva straordinaria euro Riserva sovrapprezzo azioni euro Risultando il capitale sociale esuberante rispetto alle esigenze aziendali, l assemblea straordinaria delibera in data 1/10 quanto segue: a) la riduzione del valore nominale delle azioni liberando i titolari delle azioni non interamente versate dall obbligo relativo alle somme residue e rimborsando il corrispondente importo sulle altre azioni; b) l autorizzazione agli amministratori di acquistare n azioni (a valore nominale ridotto) per il relativo annullamento. L acquisto, effettuato il 20 ottobre dell esercizio al prezzo unitario di euro 8,50, è seguito dall immediato annullamento. Presentare le scritture in P.D. relative alle operazioni suindicate, tutte regolate tramite conto corrente bancario. * Contributo 4% alla Cassa di previdenza.

11 Caso n 1 - S.p.A. INDEX a) Determinazione del prezzo di acquisto Capitale sociale euro Riserva sovrapprezzo azioni euro Riserva legale euro Riserva statutaria euro Riserva straordinaria euro Patrimonio netto (escluso l utile) euro n ( : 10) = n azioni in circolazione euro ( : ) = euro 17,20 valore contabile unitario e prezzo minimo d acquisto euro (17,20 115%) = euro 19,78 prezzo massimo d acquisto Riserve disponibili: Riserva straordinaria euro Riserva sovrapprezzo azioni (disponibile in quanto la Riserva legale ha raggiunto il minimo di legge) euro euro b) Determinazione del prezzo minimo di vendita Costo del primo acquisto euro (17, ) euro Costo del secondo acquisto euro (18, ) euro Costo totale acquisti euro euro ( : ) = euro 17,72 costo medio di acquisto euro (17,72 110%) = euro 19,49 prezzo minimo di vendita c) Ricollocamento delle azioni Ricavo di vendita euro (20, ) euro Costo medio d acquisto euro (17, ) euro Utile su azioni proprie vendute euro Valore del fabbricato euro Costo medio d acquisto delle azioni assegnate euro (17, ) euro Utile su azioni proprie assegnate euro d) Piano di riparto dell utile dell esercizio n Utile dell esercizio euro % della Riserva statutaria euro euro % al Consiglio di amministrazione euro Utile da ripartire tra n azioni in circolazione euro Dividendo lordo unitario = euro 0,8047 da arrotondare a euro 0, Dividendi lordi totali euro (0, ) euro Utili da portare a nuovo euro

12 euro (0, ) = euro dividendi corrisposti agli azionisti che percepiscono il dividendo lordo euro (0, ) = euro dividendo lordo agli azionisti restanti euro ( ,50%) = euro ritenuta d imposta sui restanti dividendi euro ( ) = euro dividendi netti corrisposti ai restanti azionisti e) Fatture degli amministratori Importi totali Compenso amministratore euro ,00 euro ,00 + contributo Cassa previdenza 4% euro 1.363,20 euro 4.089,60 euro ,20 euro ,60 + Iva 20% su euro ,20 euro 7.088,64 euro ,92 Totale a Vs. debito euro ,84 euro ,52 ritenuta d acconto 20% su euro ,00 euro 6.816,00 euro ,00 Importo netto da pagare euro ,84 euro ,52 Scritture in P.D. Esercizio n 10/06... AZIONI PROPRIE acquisto n az. proprie a euro 17, ,00 10/06... BANCA X C/C acquisto n az. proprie a euro 17, ,00 10/06... RISERVA STRAORDINARIA formazione riserva art ter, 3 comma ,00 10/06... RISERVA AZIONI PROPRIE formazione riserva art ter, 3 comma ,00 08/07... AZIONI PROPRIE acquisto n az. proprie a euro 18, ,00 08/07... BANCA X C/C acquisto n az. proprie a euro 18, ,00 08/07... RISERVA STRAORDINARIA incremento riserva art ter, 3. comma ,00 08/07... RISERVA AZIONI PROPRIE incremento riserva art ter, 3. comma ,00 31/12... CONTO ECONOMICO GENERALE rilevato utile d esercizio ,00 31/12... UTILE DELL ESERCIZIO rilevato utile d esercizio ,00 Esercizio n /04... UTILE DELL ESERCIZIO riparto utile esercizio n ,00 30/04... RISERVA STATUTARIA accantonamento 3% ,00 30/04... AMMINISTRATORI C/ UTILI quota utile agli amministratori ,00 30/04... AZIONISTI C/ DIVIDENDI dividendi lordi su n azioni ,00 30/04... UTILI PORTATI A NUOVO residuo utile da portare a nuovo 4.200,00 10/05... AMMINISTRATORI C/ UTILI fatt. amministratori ,00 10/05... COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI contributo 4% 4.089,60 10/05... IVA A NS CREDITO IVA 20% su fatt. amministratori ,92 10/05... DEBITI V/ FORNITORI importo fatture ,52 10/05... DEBITI V/ FORNITORI pagamento fatture amministratori ,52 10/05... ERARIO C/ RITENUTE OPERATE ritenuta 20% ,00 10/05... BANCA X C/C addebito conto corrente per A/B ,52 18/05... AZIONISTI C/ DIVIDENDI pagati dividendi su n azioni ,00 18/05... BANCA X C/C pagati dividendi su n azioni ,00 18/05... AZIONISTI C/ DIVIDENDI pagati dividendi su n azioni ,00 18/05... ERARIO C/ RITENUTE OPERATE pagati dividendi su n azioni ,00 18/05... BANCA X C/C pagati dividendi su n azioni ,00 15/09... BANCA X C/C vendita n az. proprie a euro 20, ,00 15/09... AZIONI PROPRIE costo di n az. proprie a euro 17, ,00 15/09... UTILE SU AZIONI PROPRIE utile su n azioni proprie ,00 15/09... RISERVA AZIONI PROPRIE ripristino disponibilità riserva art ter ,00 15/09... RISERVA STRAORDINARIA storno da riserva azioni proprie ,00 18/10... FABBRICATI acquisto fabbr. con cessione az. prop. a euro 21, ,00 18/10... AZIONI PROPRIE costo di n az. proprie a euro 17, ,00 18/10... UTILE SU AZIONI PROPRIE utile su n azioni proprie ,00 18/10... RISERVA AZIONI PROPRIE ripristino disponibilità riserva art ter ,00 18/10... RISERVA STRAORDINARIA storno da riserva azioni proprie ,00

13 Stato patrimoniale al 31/12/n Attività Passività... A) PATRIMONIO NETTO C) ATTIVO CIRCOLANTE I - Capitale III - Attività finanziarie II - Riserva sovrapprezzo azioni 5) azioni proprie* IV - Riserva legale V - Riserva azioni proprie VI - Riserva statutaria VII - Riserva straordinaria IX - Utile dell esercizio Stato patrimoniale al 31/12/n + 1 Attività Passività... A) PATRIMONIO NETTO I - Capitale II - Riserva sovrapprezzo azioni IV - Riserva legale V - Riserva azioni proprie VI - Riserva statutaria VII - Riserva straordinaria VIII- Utili portati a nuovo IX - Utile dell esercizio Nel Conto economico dell esercizio n + 1, inoltre, si avrà l indicazione dell utile realizzato con la cessione delle azioni proprie:... C) ATTIVO CIRCOLANTE 16) - Altri proventi finanziari c) Utile su azioni proprie Caso n. 2 - S.p.A. BETAX a) Riduzione del capitale sociale euro (10 20%) = euro 2 riduzione del valore nominale di ogni azione euro ( ) = euro importo liberato n ( ) = n azioni interamente versate euro ( ) = euro quota di capitale sociale da rimborsare euro (10 2) = euro 8 nuovo valore nominale unitario delle azioni Scritture in P.D.../..... CAPITALE SOCIALE liberato 20% del v.n. su n azioni ,00../..... AZIONISTI C/ SOTTOSCRIZIONI liberati i soci dal versamento ,00../..... CAPITALE SOCIALE riduz. rimborsi di euro 2 su n azioni ,00../..... AZIONISTI C/ RIMBORSO rimborso 20% del v.n. su n azioni ,00../..... AZIONISTI C/ RIMBORSO rimborso agli azionisti ,00../..... BANCA X C/C rimborso agli azionisti ,00../..... AZIONI DA ANNULLARE acquisto di n az. proprie a euro 8, ,00../..... BANCA X C/C acquisto di n az. proprie a euro 8, ,00../..... CAPITALE SOCIALE annullamento di n azioni proprie ,00../..... RISERVA STRAORDINARIA utilizzo per annull. azioni del v.n. di euro 8, ,00../..... AZIONI DA ANNULLARE annullamento azioni proprie ,00 * Le azioni proprie sono state collocate tra le Attività finanziarie dell attivo circolante in quanto esse non costituiscono un investimento durevole. 61

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Il riparto dell utile nelle società per Azioni

Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle società per Azioni Il riparto dell utile nelle spa è soggetto alle limitazioni imposte dal codice civile e dallo statuto. Solo dopo aver soddisfatto i predetti vincoli l utile

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi

OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi OIC 28: Il Patrimonio netto Sintesi dei principali interventi Format Si è modificata la struttura del principio utilizzando il format standard dei nuovi principi salvo apportare i necessari adeguamenti

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO

ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DI COSTO E DI RICAVO di Rossana MANELLI MATERIA: ECONOMIA AZIENDALE (Classe 5 a IT IGEA, 5 a IP Economico - gestionale) La prova, indirizzata

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali

Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali ED. LUGLIO 2013 Eurovita Forza 15 Coupon Contratto di assicurazione mista a prestazioni rivalutabili a premio unico con erogazione di cedole annuali Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda

Dettagli