OLGIATE. Foglio di informazione comunale. Cadono le foglie, rispunta il foglio SOMMARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OLGIATE. Foglio di informazione comunale. Cadono le foglie, rispunta il foglio SOMMARIO"

Transcript

1 OLGIATE Foglio di informazione comunale Bimestrale di informazione del Comune di Olgiate Comasco. Autorizzazione del Tribunale di Como n. 153 del Direttore Responsabile: Mario Mascetti. Stampa: Salin s.r.l., Olgiate Comasco. ANNO XXXX - n DICEMBRE 2006 Spedizioni in A.P. 70% filiale di Como SOMMARIO COMUNE Commissioni 3 Scuola 4-5 Biblioteca 6 Urbanistica 7 Viabilità 8-9 Bilancio - ICI Servizi Sociali Raccolta rifiuti 14 Cultura Asilo Nido 17 Unicef 18 Protezione Civile 19 ASSOCIAZIONI 16, 24 MINORANZE Cari concittadini, Eccomi con questa lettera ad aprire il primo numero del foglio informativo della Città di Olgiate Comasco della nuova amministrazione. Educazione vuole che si ringrazino i propri elettori, ma, assicurando che a fine mandato saranno i primi ai quali renderò conto, non me la sento di ringraziare solo loro perché così facendo escluderei automaticamente chi non mi ha votato e poiché io ora sono il sindaco di tutti Voi, ringrazio chi è andato a votare perché oltre a fare una scelta ha esercitato un diritto che troppe volte è sottovalutato. Posso assicurare che metterò a disposizione della cittadinanza il mio tempo e la mia voglia di fare. Purtroppo questo non basterà ad accontentare tutti, a far filare tutto come si vorrebbe, ma ricordatevi che terremo conto dei Vostri consigli e suggerimenti ed io in prima persona, con il vice sindaco, gli assessori ed i consiglieri, saremo sempre a Vostra disposizione. Vorrei precisare sin da ora che nell accettare l incarico, in me non c erano, non ci sono e non ci saranno motivi di rivalsa per piccole o grandi vendette e piccinerie simili: lascio ad altri queste armi che hanno usato per anni e che vorrebbero continuare ad usare. Questo stile non è il mio e non lo sarà mai. Non intendo fare del male a persone solo perché assunte da altri o perché non la pensano come me. Prenderò provvedimenti solo contro chi non ha voglia di lavorare, metterà i bastoni fra le ruote a questa Amministrazione solo perché di colore diverso, o chi è maleducato o poco efficiente. Prego Dio che qualsiasi decisione che andrò a prendere non sia mai inficiata da pregiudizi o partigianeria. Lungi da me l idea di appropriarmi della variantina per dire: guardate che bravo che sono; la primogenitura la lascio volentieri agli ex sindaci che continuano a litigare tra di loro, io voglio la finitura dell opera. Perché è di questo che hanno diritto gli Olgiatesi. Ed è con questo spirito che mi accingo a portare avanti il mio mandato, con l aiuto della Giunta che è coesa con gli stessi miei principi. Spero che con il Vostro aiuto e con quello dell opposizione Olgiate Comasco diventi sempre più bella e vivibile. AUGURI DI BUONE FESTE!! IL VOSTRO SINDACO Roberto Bovi Cadono le foglie, rispunta il foglio Ecco che il foglio di informazione comunale finalmente rispunta. C è chi lamenta il ritardo, e cerca come è d uso un colpevole. Naturalmente deve essere la nuova maggioranza che vuol tenere i cittadini all oscuro! Poco importa se per riuscire a designare i componenti della commissione di redazione (e le altre commissioni) i vari gruppi di maggioranza e di minoranza hanno impiegato due o tre mesi; o se per mettere in regola la pubblicazione (con il cambio di direttore) ci sono volute ulteriori settimane. Il rito di gridare al ritardo è troppo sacro, per perdere l occasione di celebrarlo. Adesso ci siamo. Come nuovo direttore, all insediamento della Commissione di redazione, ho semplicemente sottolineato l intenzione (peraltro condivisa) di restare fedele al sottotitolo, che dice appunto, foglio di informazione comunale ; che significa in primo luogo parlare di quello che succede nel palazzo del governo, oltre che in Olgiate. Insomma, si vorrebbe fare soprattutto informazione, più che propaganda o dibattito politico su argomenti generali, che hanno a che fare con il resto del mondo, più che con Olgiate. Tutte le sensibilità sono rispettabili, ognuno può esprimere il suo pensiero sui problemi universali, ma non ci sembra che lo spazio per tali dibattiti (che tra l altro hanno un costo di stampa) sia il foglio comunale. Avranno certamente spazio le associazioni e i gruppi olgiatesi, che vorranno far conoscere la loro attività. Cercheremo, tuttavia, di evitare pubblicità occulte, laddove siano sottesi fini di lucro. Saranno ben accolte anche le osservazioni dei cittadini, che siano attinenti a temi interessanti la comunità e la vita amministrativa di Olgiate. Mario Mascetti

2 Cambiare in meglio dà fastidio? Mi sento in dovere di intervenire con questo scritto nella polemica innescata per l ex Cappellina e per l ex Aperosa. Faccio i miei più vivi complimenti alla Signora Livio per come è brava nello svolgere il suo ruolo all opposizione. Sono convinto che se fosse stata altrettanto brava nel ruolo di sindaco gli Olgiatesi non l avrebbero sonoramente bocciata come hanno fatto. Facile criticare, più difficile fare bene, vero? L opposizione non è l unica a parlare con i cittadini, ma lo fa anche la maggioranza e personalmente ho ricevuto moltissimi complimenti per la decisione presa di chiudere l Aperosa. Spero dopo aver ben valutato la situazione finanziaria lasciatami in eredità da bravi amministratori, come loro si credono d essere facendo gli opportuni risparmi e prima della fine del mio mandato, di ampliare l asilo nido di via Roncoroni; cosa che voglio far notare non sono riusciti a realizzare in cinque anni i miei predecessori, pur avendo trovato le casse piene, e non vuote come le abbiamo trovate noi. L ho detto fin da subito che l asilo in via Volta è un ripiego, ma visto che comunque avremmo dovuto, tanto per cambiare, PAGARE anche l affitto fino a fine contratto, abbiamo con questa decisione agevolato dei lavoratori, che avevano dei problemi su dove lasciare i loro figli. Passiamo all ex cappellina, anche questa tanto amata dalla signora Livio che si era persino dimenticata che esistesse, tanto è vero che infiltrazioni di acqua avevano rovinato il pavimento in legno. Comunque, in cinque anni è rimasta chiusa per circa 1820 giorni e in una delle poche occasioni di apertura è stata perfino usata come spogliatoio per dei ballerini. Le donne che si sono lamentate con il Signor Prevosto e poi si sono precipitate dall ex sindaco e non da quello in carica, mi fanno sorgere qualche dubbio. Per quanto riguarda la scritta il vice Sindaco ha fatto giustamente marcia indietro o come dice lui autocritica, semplicemente per il rispetto integrale della struttura architettonica. Ciò non toglie che il locale, ridotto con decreto della Curia Vescovile ad uso profano, continuerà ad essere legittimamente usato per cerimonie civili, compresi i matrimoni di coloro che desiderano e chiedono di celebrarlo in tale sala. Non dimentichiamoci come nella cultura italiana sia normale mettere un dipinto con raffigurazioni religiose sopra il letto matrimoniale. Non si capisce perché dovrebbe essere imbarazzante per gli sposi dichiarare ai sensi del Codice Civile la volontà di unirsi in matrimonio davanti al Sindaco e ai testimoni, se sulla parete della sala c è l affresco dell Incoronazione della Madonna. Per finire vorrei far notare come i suggerimenti siano ben accetti; le imposizioni un po meno. Se dovessi fare tutto quello che la professoressa Livio vorrebbe impormi, gli Olgiatesi (circa 4500) si chiederebbero: ma perché abbiamo cambiato Sindaco?. Si dia pace e si convinca una buona volta che le elezioni le abbiamo vinte Noi. Roberto Bovi Da che pulpito viene la predica?! Più volte in Consiglio Comunale e sulla stampa ci siamo sentiti rimproverare di volere a tutti i costi distruggere quello che ha fatto la precedente amministrazione. Premesso che nostro vademecum è il programma in nome del quale abbiamo chiesto la fiducia degli elettori, ci permettiamo di ricordare a chi ci rimprovera qualche esempio: - la passata amministrazione, come suo primo atto, ha sospeso i lavori della variantina per farne un altra. E le conseguenze tutti le sanno. - la passata amministrazione ha sospeso i lavori in corso e rifatto la progettazione per la conversione della palestra della Scuola Elementare in Auditorium (spendendo grosse cifre per una insonorizzazione che non ha funzionato). - la passata amministrazione non ha dato corso alla prosecuzione della trattativa già aperta dal dott. Bianchi per l acquisizione della casa Bulgheroni ed ha preferito spendere i soldi per una casa poi abbattuta in Via de Amicis. Sono solamente alcuni degli episodi più eclatanti. Se gli attuali oppositori fossero coerenti dovrebbero rendersi conto che sono stati maestri del distruggere ; noi, al confronto, siamo pallidi allievi. Loro diranno ovviamente di no, perché e perché Noi diciamo altrettanto, con la differenza che le scelte diverse fatte da noi vanno nel segno del risparmio o riteniamo di un migliore servizio alternativo, non della ripicca e dello spreco. Il gruppo di maggioranza Orario di ricevimento Sindaco ed Assessori Dott. Roberto BOVI, Sindaco Personale, Urbanistica ed edilizia privata, Sport e tempo libero Previo appuntamento. Sig. Enrico FAGETTI, Vice Sindaco Assessore ai Servizi sociali, Rapporti con le Associazioni Da lunedì a sabato dalle 9 alle 12 Arch. Marco BERNASCONI Assessore ai Lavori Pubblici, Viabilità, Rapporti con gli Enti Lunedì e mercoledì dalle 11 alle 13 Giovedì dalle 16 alle 18 o previo appuntamento. Geom. Flavio FONTANA Assessore alla Casa, Patrimonio, Servizi Tecnologici Lunedì e mercoledì dalle 11 alle 13 o previo appuntamento. Prof. Pietro SANTELIA Assessore all Istruzione, Cultura e Politiche Giovanili Tutti i giorni previo appuntamento. Dott. Luigi PINA Assessore all Industria, Commercio e Attività Produttive Tutti i giorni previo appuntamento Prof. Mario MASCETTI Assessore alle Politiche Familiari, Bilancio e Programmazione Sabato dalle 10 alle 12 o previo appuntamento. Dott. Oscar GHIZZONI Assessore all Ambiente ed Ecologia Sabato dalle 10 alle 12 previo appuntamento. 2 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

3 Il Consiglio e le Commissioni Comunali CONSIGLIO COMUNALE ELETTO IL 28 MAGGIO 2006 Sindaco: Bovi Roberto. Consiglieri. Lista Olgiate Futura: Bernasconi Marco, Santelia Pietro, Galleri Angiolino Umberto, Roncoroni Maria Grazia, Fontana Flavio, Pina Luigi Eugenio, Palermo Calogero, Fagetti Enrico, Mascetti Mario, Ghizzoni Oscar, Bertani Ezio, Fumagalli Antonella, Alfieri Pasqua. Lista L Unione - Rita Livio per Olgiate: Livio Maria Rita, Gabaglio Ivano, Bernasconi Mariella, Cilio Giovanni Giuseppe. Lista Olgiate Città Vera: Cesana Vittorio, Crimeni Roberto. Lista Lega Nord-Lega Lombarda: Castelli Igor. COMMISSIONI PREVISTE PER LEGGE Commissione elettorale comunale Bernasconi Marco, Bertani Ezio, componenti effettivi di maggioranza; Bernasconi Mariella, componente effettivo di minoranza. Fumagalli Antonella, Alfieri Pasqua, componenti supplenti di maggioranza; Crimeni Roberto, componente supplente di minoranza. Commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari Sindaco - Presidente, membro di diritto; consiglieri: Fagetti Enrico; Cilio Giovanni Giuseppe. COMMISSIONI PREVISTE DALLO STATUTO E DAI REGOLAMENTI COMUNALI Commissione consiliare permanente Bilancio e Programmazione Olgiate Futura: Bertani Ezio, Fumagalli Antonella, Alfieri Pasqua, Pina Luigi, Bernasconi Marco; L Unione Rita Livio per Olgiate: Gabaglio Ivano; Olgiate Città Vera: Cesana Vittorio; Lega Nord Lega Lombarda: Castelli Igor. Presidente: Gabaglio Ivano. Commissione consiliare permanente Gestione territorio e Patrimonio Olgiate Futura: Galleri Angiolino Umberto, Ghizzoni Oscar, Fontana Flavio, Bernasconi Marco, Mascetti Mario; L Unione Rita Livio per Olgiate: Livio Maria Rita; Olgiate Città Vera: Crimeni Roberto; Lega Nord Lega Lombarda: Castelli Igor. Presidente: Crimeni Roberto. Commissione edilizia Fontana Adriano (presidente), Forte Giulio, Galli Maximiliano, Roncoroni Rodolfo, Valli Stefano, Silvia Donatella, Vella Antonello. Commissione per la gestione della Farmacia Comunale Presidente: Legnani Marco. Componenti effettivi, per la maggioranza: Fagetti Paolo, Millefanti Roberto, Tuoni Alessandro, Livio Aldo; per le minoranze: Bianchi Roberto, Novati Marco. Componenti supplenti, per la maggioranza: Brevi Claudio, Forte Aquilino, Mangino Antonio; per le minoranze: Mazzucchi Laura, Virdis Stefania. Commissione per la gestione della Casa Anziani Presidente: Penco Roberto. Componenti, per la maggioranza: Ferrario Maria Luisa, Somaini Ezio; per le minoranze: Giorgi Lino, Pini Luciano. Commissione consultiva Ambiente e Raccolta Differenziata Olgiate Futura: Novati Giuseppe (presidente), Boarin Alberto, De Carli Francesco, Cammarata Ernesto, Vetro Salvatore; L Unione Rita Livio per Olgiate: Baraggi Vittorio; Olgiate Città Vera: Guffanti Italo; Lega Nord Lega Lombarda: Castelli Igor. Commissione consultiva Casa Olgiate Futura: Somaini Ezio (presidente), Petrioli Oscar, Tangianu Michele, Pini Arturo, Iannello Salvatore; L Unione Rita Livio per Olgiate: Garzonio Albino; Olgiate Città Vera: Cianciotta Vitantonio; Lega Nord Lega Lombarda: Bernasconi Vittorio. Commissione consultiva Servizi Sociali e Politiche Familiari Olgiate Futura: Alfieri Pasqua (presidente), Carretta Stefano, Taiana Silvia, Barberio Paola, Giammello Adolfo; L Unione Rita Livio per Olgiate: Bernasconi Mariella; Olgiate Città Vera: Linari Simona; Lega Nord Lega Lombarda: Pini Luciano. Commissione consultiva Scuola e Politiche Giovanili Olgiate Futura: Bertani Ezio (presidente), Somaini Luca, Pedrotti Federica, Casari Claudio, Giammello Adolfo; L Unione Rita Livio per Olgiate: Volonterio Nicola; Olgiate Città Vera: Bataloni Marina; Lega Nord Lega Lombarda: Giumelli Matteo. Commissione consultiva Sport e Tempo Libero Olgiate Futura: Palermo Calogero (presidente), Perchinenna Roberto, Zanon Bruno, Livio Flavio, De Bernardinis Viliam; L Unione Rita Livio per Olgiate: Di Pierro Carlo; Olgiate Città Vera: Bernasconi Francesco; Lega Nord Lega Lombarda: Giumelli Matteo. Commissione consultiva Programmazione Infrastrutture e Lavori Pubblici Olgiate Futura: Silvia Donatella (presidente), Pisani Paolo, Carretta Luigi, Ceruti Francesco, Forte Aquilino; L Unione Rita Livio per Olgiate: Roncoroni Alberto; Olgiate Città Vera: Ruspino Piero Ennio; Lega Nord Lega Lombarda: Castelli Igor. Commissione consultiva Industria Commercio e Attività Produttive Olgiate Futura: Briccola Attilio (presidente), Galleri Roberto, Di Cristoforo Luigi, De Agostini Roberto, Monti Luciano; L Unione Rita Livio per Olgiate: Bottinelli Giuseppe; Olgiate Città Vera: Gentile Francesco; Lega Nord Lega Lombarda: Scotti Graziano. Commissione Cultura e Gestione del Medioevo Componenti di diritto: Assessore alla Cultura (Santelia Pietro), Presidente Commissione Biblioteca (Vittori Luca), Presidente Pro- Loco (Moretti Simone). Olgiate Futura: Monti Luigi (presidente), Rossi Francesca, Somaini Luca, Pini Stefania, Vella Antonello, Fumagalli Antonella; L Unione Rita Livio per Olgiate: Messaggi Monica; Olgiate Città Vera: Schettino Grazia; Lega Nord Lega Lombarda: Longoni Mara. Commissione Biblioteca Assessore delegato dal Sindaco: Santelia Pietro. Componenti designati dalla maggioranza: Rossi Rosanna, Gabaglio Teresina, Alberta Anna Maria, Guffanti Grazia. Componenti designati dalle minoranze: Nieto Francesca, Gentilini Caterina. Componenti eletti dall Assemblea degli utenti: Taiana Bianca Paola, Malacrida Alberto, Vittori Gianluca, Somaini Alice, Mantovani Angela. Componenti designati dagli istituti scolastici: Danesini Rosangela (Scuole Elementari), Ferrario Rosangela (Scuola Media), Cigna Elvira (Liceo). Componente di diritto: Casartelli Giuliana (Bibliotecaria). Presidente: Vittori Gianluca. Rappresentante del Comune nella Società Alto Lura Srl Bianchi Piergiorgio. OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 3

4 Inaugurazione dell anno scolastico Martedì 19 settembre, nell Auditorium del Medioevo, i circa 400 alunni della scuola secondaria di primo grado M. Buonarroti hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico, cerimonia che ha replicato quella nazionale. Quest anno infatti per la prima volta l inizio delle lezioni è stato accompagnato da una cerimonia ufficiale di apertura, che si è tenuta il 18 settembre nel cortile del Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro della Pubblica Istruzione, dei rappresentanti del mondo della scuola, di studenti e genitori. Si è voluto in questo modo trasmettere un messaggio molto importante: La scuola svolge un ruolo fondamentale per la vita del Paese, è uno strumento di pace e di progresso, un bene della Repubblica che tutti devono sentire come un bene comune, a cui tutti devono contribuire. E nelle aule scolastiche, infatti, che i ragazzi si preparano ad affrontare problemi, a conoscere i compiti di una nuova cittadinanza, ad esprimere le proprie idee e a confrontarle con quelle degli altri. E, come ha ricordato ancora il Ministro, una terra di mezzo tra la famiglia e la società. Anche ad Olgiate il mondo della scuola ha ricordato questi principi con una manifestazione alla quale erano presenti numerose autorità, tra cui il sindaco di Olgiate Roberto Bovi, il sindaco di Beregazzo Luigi Abati e l assessore all istruzione di Castelnuovo, Ambrogio Cattaneo, che si sono rivolti ai ragazzi invitandoli a riflettere sul significato e importanza della scuola esperienza formativa e fondante per il futuro. In particolare, il sindaco Bovi ha parlato della istituzione scolastica come di una grande famiglia nella quale sentirsi a proprio agio e ha proposto la formazione di un consiglio comunale dei ragazzi, occasione di crescita per diventare cittadini responsabili e consapevoli. Il valore dell istruzione è stato richiamato anche dalla dirigente scolastica Maria Luisa Frontini, mentre la vice preside Guia Giudici ha incoraggiato i ragazzi a fare sempre meglio. Il Vicepresidente del Consiglio di Istituto, Claudio Casari, ha testimoniato l importanza della collaborazione tra scuola e famiglia. La manifestazione si è conclusa con le parole del Dirigente Scolastico e Assessore al comune di Olgiate Pietro Santelia, il quale ha commentato positivamente l iniziativa del Ministro e ha fatto riferimento alla Costituzione che negli art. 33 e 34 pone al centro del Paese l istituzione scolastica. La cerimonia è stata accompagnata dall esibizione del coro della scuola media diretto dal Maestro Armando Calvia; il coro ha eseguito diversi brani tra cui l Inno Nazionale. In mattinata i bambini della Scuola primaria di Beregazzo hanno partecipato ad un analoga manifestazione. Mense scolastiche Il primo impegno dell Assessorato alla P.I. è stato quello di riorganizzare il servizio mensa nella nostra Scuola Primaria, come fortemente richiesto da tutti i genitori. Si desiderava porre fine allo spostamento dei bambini in Pineta per il consumo dei pasti: gli alunni vi venivano condotti con lo Scuolabus, con evidenti disagi per i piccoli e con inutili spese di trasporto e di riscaldamento di quella struttura, e con un inaccettabile balzello (tassa di iscrizione) a carico delle famiglie. Gli amministratori hanno incontrato ed ascoltato la Dirigente Scolastica, hanno incontrato il Consiglio di Circolo e la Commissione Mensa ed infine hanno concordato innanzitutto di utilizzare esclusivamente i locali scolastici per lo svolgimento del servizio mensa: sono stati individuati degli spazi e poi adeguati alle esigenze A.S.L. in Via San Gerardo, per circa 100 utenti giornalieri con una punta di 176 il mercoledì. E stata giudicata adeguata la sala del Plesso di Somaino ed è stato consegnato in tempi brevissimi il salone nel Nuovo Centro Polifunzionale al Plesso di Via Repubblica. È stata condivisa con la Scuola l idea che la pausa-mensa è un importante momento educativo e, come tale, i bambini hanno il diritto di essere vigilati dai propri docenti, diversamente dallo scorso anno scolastico, quando venivano curati da educatrici di una Cooperativa: operazione che è costata ,48 (di cui 6.015,00 per quote di iscrizione): somma risparmiata, che quest anno è stata destinata a progetti didattici. E evidente che alcune ore dei docenti utilizzate per la mensa sono sottratte alla compresenza, come lamenta qualcuno, ma chi fa l educatore sa che questa scelta presenta una grande valenza educativa. Cosa ci sarebbe da dire, poi, sul fatto che il Ministero P.I. dell attuale Governo, nella sua politica del risparmio, abbia negato al nostro Circolo l assegnazione di n.3 cattedre, dato l aumento di due classi, una in Via Repubblica e una in Via San Gerardo? Su esplicita richiesta del Consiglio di Circolo, a partire dal prossimo gennaio, il Comune procederà direttamente all appalto per individuare una nuova Ditta che possa assicurare col sistema dello sco- 4 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

5 dellamento una migliore qualità dei pasti; oggi i bambini consumano pasti precotti e preconfezionati. Sensibile ai problemi scolastici, la Giunta nel programma dei Lavori Pubblici ha previsto per il 2008 una somma di ,00 per la costruzione di un adeguato salone mensa nel Plesso di Via San Gerardo. In questo quadro scolastico è anche doveroso ricordare agli olgiatesi che presso la Scuola Media funziona dal lontano 1983 una mensa che ha soddisfatto molte generazioni di studenti: un servizio che la Scuola ha sempre gestito autonomamente, con la vigilanza degli stessi professori e che si attua ancora oggi nell atrio dell Istituto. Questa Giunta, finalmente, nel programma triennale dei Lavori Pubblici ha previsto per il 2009 una somma di ,00 per un salone. Si spera, perciò, di trovare una soluzione definitiva e certamente più dignitosa prima di quella data. L Assessore alla P.I. e Cultura Pietro Santelia Piano Diritto allo studio - a.s. 2006/07 La sera del 7 novembre il Consiglio Comunale all unanimità ha approvato il Piano di diritto allo studio. Ai presenti è stato illustrato dall Assessore alla P.I. il lungo iter seguito: - sono state innanzitutto recepite le istanze avanzate dagli Organi Collegiali di tutte le Scuole Olgiatesi, frequentate ormai da oltre alunni e da oltre 500 adulti; - la Giunta Comunale, che, nel suo programma di lavoro ha dato priorità a Scuola e Cultura, ha aumentato il budget di risorse finanziarie per il mondo della Scuola, nonostante le note difficoltà di bilancio; - la Commissione Comunale Scuola ha poi preso atto con soddisfazione come l Amministrazione Comunale tiene in alta considerazione l istruzione. Questa la previsione di spesa per l attuazione delle funzioni di assistenza scolastica nell a.s. 2006/07: ENTRATE USCITE Scuola dell Infanzia ,43 (trasporto, mensa) ,67 Scuola Primaria ,00 (trasporto) ,28 Scuola secondaria I grado ,00 (trasporto) ,15 Liceo Scientifico =============== 6.000,00 Centro Eda =============== 6.000,00 TOTALE , ,10 L onere complessivo di ,67 rappresenta una cifra non certo indifferente che graverà sulla spesa corrente del Bilancio Comunale Ciascuna Istituzione Scolastica utilizzerà quei fondi per l ammodernamento dei sussidi didattici, indispensabili per le attività curriculari, per l adeguamento dei laboratori alle nuove tecnologie, per la realizzazione dei progetti educativo-didattici e per l ampliamento dell offerta formativa. A questi obiettivi sono rivolti i progetti delle Scuole finanziate dal Comune, contenenti attività di educazione ambientale, educazione stradale, educazione alla convivenza civile, alla salute, alla legalità, attività culturali e teatrali, nonché iniziative per l integrazione degli alunni stranieri sempre più numerosi nella nostra realtà scolastica olgiatese. Il Comune dal canto suo indirizzerà i fondi per un miglioramento dei servizi scolastici (trasporto, sorveglianza alunni, mense, libri di testo e borse di studio). L attuale Giunta e l intero Consiglio Comunale sono convinti che una scuola migliore fa crescere il Paese all insegna della civiltà e della democrazia. OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 5

6 Il Sindaco Bovi di Olgiate Comasco Presidente del Sistema Bibliotecario Ovest Como In un affollata conferenza di Sindaci ed Assessori alla P. I. rappresentanti di 27 dei 31 Comuni del Sistema Bibliotecario dell Ovest Como, lo scorso 23 ottobre il Sindaco di Olgiate Comasco Roberto Bovi è stato eletto Presidente del Sistema con una maggioranza assoluta di voti: hanno sostenuto Bovi ben 21 Comuni con una popolazione pari al 67,06% di quella complessiva del Sistema. Al Sindaco di Olgiate era contrapposto l Assessore alla P. I. del Comune, Chiara Sibilia da anni Vicepresidente, votata da Amministratori di 6 Comuni con una percentuale del 23,67% degli abitanti del Sistema. I due candidati avevano presentato all Assemblea significative ed ambiziose Linee Programmatiche per migliorare nei prossimi anni un servizio di pubblica lettura, informazione e promozione culturale tra i più significativi della Provincia di Como, se non della Lombardia, in riferimento ai dati e alle statistiche presentate dalla Coordinatrice delle Biblioteche Casartelli Giuliana. Il Sindaco Roberto Bovi, che già nel recente programma della sua lista ad Olgiate aveva dato priorità alla Cultura, alla Scuola e alla Biblioteca rispetto alle altre opere nella sua Città, tra gli indirizzi di lavoro degli Organi del Sistema illustrati ai colleghi Sindaci, ha voluto sottolineare innanzitutto un consolidamento della rete sistemica, con mantenimento e ampliamento del sito web del Sistema Bibliotecario, della figura del coordinatore e responsabile Area Biblioteca del Comune Centro Sistema. Ha dichiarato di favorire l adesione di nuovi comuni del territorio olgiatese con i requisiti previsti dalla Regione (lui stesso sta coinvolgendo il Comune di Beregazzo con Figliaro) e soprattutto di perseguire l obiettivo immediato che ogni cittadino della Provincia di Como, in possesso della tessera di accesso alla rete provinciale, possa trovare le medesime modalità e i medesimi standard di servizio in qualsiasi biblioteca del territorio provinciale si rechi. Si è impegnato altresì a rinnovare e incrementare il patrimonio librario e documentario, migliorando il servizio di prestito interbibliotecario con il servizio territoriale degli altri sistemi e con il vettore dell Amministrazione Provinciale, per favorire il massimo scambio su base provinciale grazie ad una rete, della quale vanno sviluppati i servizi multimediali. Bovi, inoltre, quale Sindaco del Comune capofila del sistema, rafforzerà i rapporti istituzionali con la Provincia e la Regione e si impegnerà a fornire assistenza e consulenza agli altri Comuni del Sistema per la dotazione di sedi delle Biblioteche adeguate agli standard; curerà e arricchirà per quanto necessario le strutture olgiatesi a disposizione del Sistema, con disponibilità di risorse umane e finanziarie. In questo delicato ruolo di Presidente del Sistema Bibliotecario potrà contare sulla qualificata esperienza del suo Assessore all Istruzione e Cultura, Pietro Santelia, il quale ha confermato a tutti i presenti non solo il suo impegno istituzionale di Assessore, ma anche l ampia disponibilità a lavorare nel Sistema con una professionalità maturata in oltre 30 anni nelle Biblioteche, ricordando anche di essere stato uno dei fondatori e per tanti anni Presidente della Biblioteca di Villa Guardia. L Assessore Olgiatese ha pure dichiarato anche di mettersi a disposizione del Sistema Bibliotecario quale Dirigente Scolastico e nel contempo Presidente dell Associazione Presidi della Province di Como, Lecco e Sondrio, per favorire i necessari scambi cul- turali e didattici col mondo della Scuola, dell Istruzione e della Formazione. Nel corso dell assemblea i Sindaci hanno valutato molto positivamente anche il percorso del progetto Carta delle collezioni, che vede nella prima fase il team di progetto e le biblioteche associate impegnate a realizzare i profili di comunità dei Comuni associati, dei quali sono stati distribuiti alcuni esempi (Olgiate Comasco, Lomazzo, Cassina Rizzardi, Guanzate, Casnate con Bernate). I profili, a disposizione dei cittadini e degli amministratori, serviranno a tracciare le caratteristiche socio-economiche del territorio, per comprendere i bisogni informativi dell utenza reale e potenziale del Sistema e potranno essere utilizzati anche per la pianificazione di altri servizi comunali. Villa Camilla, sede della Biblioteca Centro sistema 6 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

7 Riadottato il Programma Integrato di Intervento ex-bulgheroni - Novità in urbanistica Il settore urbanistico è uno dei più complessi, che coinvolgono l amministrazione, per l intreccio di interessi pubblici e privati nella gestione del territorio. In collaborazione con il Sindaco, l assessore Flavio Fontana, è impegnato a seguire varie pratiche. Il 7 novembre è approdata in Consiglio la riadozione del Programma Integrato di Intervento sull area ex-bulgheroni, fronteggiante il Municipio, dal momento che l attuale amministrazione ha riaperto la trattativa con la proprietà, al fine di ottenere migliori vantaggi per il Comune, rispetto all accordo già adottato dalla passata amministrazione. L assessore Fontana, nell illustrare l argomento al Congilio, ha evidenziato la celerità con cui si è addivenuti all accordo con la proprietà, perfezionando e migliorando l intervento. In particolare l edificio che verrà ceduto al comune gratuitamente, completo di finiture, avrà una superficie di 195 metri quadrati sia al piano terreno che al primo piano: circa 50 metri quadrati in più, rispetto a quanto concordato dalla precedente Giunta. Sarà strutturato in due parti indipendenti l una dall altra, servite da ascensore. Saranno destinate al Corpo dei Vigili Urbani e al Consorzio dei Servizi Sociali. La precedente amministrazione aveva intenzione di collocare al primo piano che era previsto come parzialmente abitabile ad un associazione. Frattanto si è dato il via alle procedure per la formazione del Piano di Gestione del Territorio (ex Piano Regolatore Urbanistico Generale). È stato reso noto che gli interessati possono formulare proposte per la redazione ed è stato conferito l incarico ad un professionista esterno. Nel contesto della revisione dello strumento urbanistico, si è aperta la procedura per recedere dal PLIS (Parco Sorgenti del Lura), per un migliore riflessione su una scelta adottata dalla precedente amministrazione, che vincolava oltre il 40 per cento del territorio, senza che vi fosse stata a giudizio dell attuale maggioranza un adeguata partecipazione. Si avrà modo di tornare sull argomento in altra occasione. Sono in corso contatti con la proprietà per quanto riguarda l attuazione del Programma Integrato di Intervento AS2 (aree di Via Roma). Con una rinegoziazione delle opere da cedere al comune, si sta trattando la possibilità di ottenere l ampliamento dell asilo nido di Via Roncoroni, oltre all allacciamento delle opere di fognatura in Via S. Giorgio. Quanto alla fognatura si procederà a breve al conferimento dell incarico per lo studio completo della rete, sia nella zona centrale che in periferia, in considerazione anche degli insediamenti che deriveranno dall attuazione dei Programmi Integrati di Intervento in via di approvazione o che si vanno prospettando. OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 7

8 Come va la variante? Sono note le vicissitudini, che hanno accompagnato la realizzazione della variante alla statale. A fronte dell inerzia assoluta dell Anas durata decenni e decenni, e dell annunciata volontà di non fare nulla, l Amministrazione Comunale presieduta dal dott. Bianchi aveva deciso di realizzare una strada comunale di raccordo tra la Benedetta e la Lomazzo-Bizzarone, per liberare dal traffico almeno il centro di Olgiate. In un secondo tempo, per l interessamento dell allora assessore regionale Pozzi, il progetto era stato recepito in un accordo-convenzione tra Regione, Provincia, Anas, Comuni di Olgiate Comasco e di Solbiate, perché tale strada fosse assunta come effettiva variante alla statale e prolungata dalla Lomazzo-Bizzarone a Binago, così da evitare anche Somaino e Solbiate. Il comune di Olgiate avrebbe realizzato il tratto dalla Benedetta a Via Repubblica, l Anas avrebbe completato l opera entro il Nel 2001, il nuovo sindaco Maria Rita Livio, come primo atto della sua amministrazione, disdisse l accordo e procedette alla modifica del tracciato. Dopo lo strappo, non fu facile riportare attorno a un tavolo gli altri Enti (Regione, Provincia, Anas) per mantenere vivo il finanziamento e il loro impegno a completare l opera con una nuova progettazione. L accordo ritrovato tra le parti, e sottoscritto dal sindaco Livio per conto del Comune, impegnava la provincia ad eseguire l aggiornamento della progettazione preliminare da presentare all Anas, quindi l aggiornamento della progettazione definitiva. Ma ahimé l aggiornamento, secondo tale accordo, consiste nel fatto che non si andrà più direttamente da Via Repubblica a Binago, evitando Somaino e Solbiate, ma si seguirà un altro percorso: dall innesto della bretella proveniente da Via Repubblica sulla Lomazzo- Bizzarone, la nuova statale dovrebbe ricalcare la provinciale fino alla rotonda, quindi ritornare sulla vecchia statale fino all uscita da Somaino verso Solbiate, poi volgere a sinistra per aggirare Solbiate e rientrare sulla statale alla rotonda di Solbiate-Binago, come si vede nella mappa. Ciò significa che pur con interventi di miglioria la Briantea passerà sempre in mezzo a Somaino. Il 30 ottobre scorso l assessore provinciale Novajra con il dirigente architetto Cosenza, hanno tenuto ad Olgiate, nella sala consiliare, una conferenza stampa, in cui hanno annunciato l affidamento dell incarico per il progetto preliminare e definitivo all ATI Abacus s.r.l./corip s.r.l. di Paciano (Perugia). Il preliminare dovrà essere pronto entro 60 giorni; quello definitivo entro 90 giorni dall approvazione del progetto preliminare da parte dell Anas, che dovrebbe finanziarlo. L importo complessivo dell intervento è stimato in euro. Alla conferenza stampa hanno partecipato i sindaci di Olgiate e di Solbiate, i consiglieri provinciali Bianchi e Valli, l assessore regionale Rinaldin, l ing. Cairoli dell Anas, oltre ad assessori e consiglieri comunali di Olgiate. In questa fase è emerso che, purtroppo, per non azzerare ancora una volta le procedure, il tracciato da progettare rimane quello del secondo accordo firmato dal sindaco Livio, che non sposta la strada da Somaino. Si spera che tra gli studi preliminari, che dovranno prevedere più di una soluzione, non sia esclusa la possibilità di recuperare il percorso originario, che eviti Somaino. Cercheremo per quanto possibile di adoperarci in tale senso. Il problema più serio, nel caso sia riconosciuta la fattibilità tecnica del tracciato diretto dalla Lomazzo-Bizzarone a Binago (che implicherebbe una galleria sotto Figliaro, evitando così l attraversamento di Somaino), sarà quello di recuperare l adesione dell Anas e il relativo finanziamento. Si sapeva che nel 2000 erano disponibili 40 miliardi (20 milioni di auro) per il progetto secondo l accordo Bianchi fatto decadere dal sindaco Livio; adesso si parla di 7 milioni e mezzo di euro per la realizzazione del progetto secondo l accordo Livio (quello in mappa). L amministrazione di Olgiate seguirà con attenzione il prosieguo degli atti. Ma non sarà facile recuperare la soluzione più logica del problema della variante, che è quella di superare anche il problema di Somaino. Purtroppo, qualcuna ha rotto il vaso, e adesso ci si ritrova a rimettere insieme i cocci. E saremmo noi quelli capaci solamente di distruggere? Marco Bernasconi Assessore alla viabilità 8 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

9 Semaforo in Via Repubblica È stato impiantato e messo in funzione un semaforo in Via Repubblica, all altezza della Scuola Elementare. Si tratta di un semaforo intelligente, che punta a distanza la velocità dei veicoli in avvicinamento, e diventa rosso in caso di superamento dei limiti, costringendo i contravventori a fermarsi. È dotato di pulsante per la chiamata del verde da parte dei pedoni che devono attraversare, specialmente in entrata e uscita dalla scuola. «È parsa questa la scelta più razionale per mettere in sicurezza la Via Repubblica, fin tanto che non sarà completata la variante alla statale. È una soluzione rapida e poco costosa: circa 10 mila euro. Il progetto elaborato dalla precedente Amministrazione prevedeva un investimento di 140 mila euro per la moderazione del traffico, convertendo la strada ex-provinciale a strada residenziale. Non solo: era prevista la possibilità di drenare il traffico su Via Gabelli, che a differenza di Via Repubblica non ha marciapiede» afferma l arch. Marco Bernasconi, assessore alla viabilità. «Non si deve dimenticare che Via Repubblica è l ex-strada provinciale Olgiate-Appiano» prosegue Bernasconi. «Tuttora ha un notevole carico di traffico, e viene usata come percorso di deviazione in caso di problemi sulla statale Briantea o sulla Lomazzo-Bizzarone. Finché non sarà completata la variante, sembra poco funzionale ridurre di fatto la capacità di drenaggio del traffico in Via Repubblica facendone una strada interna di quartiere residenziale». «Siamo coscienti che in mancanza di controlli ci sarà anche chi farà il furbo e magari passerà col rosso. Ma con un opportuna vigilanza, si spera di educare i cittadini ad abitudini più rispettose del codice. Chi passerà col rosso, oltre alla sanzione prevista per tale infrazione, rischierà anche di sommare la multa derivante dall eccesso di velocità, se sarà stato lui a provocare lo stop del semaforo. Perciò chi sarà pizzicato in contravvenzione, potrà ricordarselo per un pezzo, perché rischia una multa di 230 euro e la detrazione di 8 punti dalla patente». «Nei programmi per la messa in sicurezza di Via Repubblica è prevista anche una rotonda all innesto su Viale Trieste, ma la procedura ed il finanziamento richiedono ancora qualche tempo, prima di vederla realizzata». Olgiate ricorda i carabinieri caduti per la pace Per ricordare i Caduti di Nassiriya e tutti i carabinieri morti in servizio per la pace è stato posato un cippo davanti alla Caserma dei Carabinieri e il piazzale-parcheggio è stato intitolato Largo Caduti di Nassiriya. La cerimonia inaugurale, è stata celebrata il 6 dicembre scorso. Erano presenti autorità provinciali, i Sindaci dei Comuni vicini, rappresentanze di Associazioni d Arma, scolaresche e semplici cittadini. OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 9

10 Come va la cassa? Di fronte alle notizie contradditorie che circolano sulla situazione finanziaria comunale, è bene fare chiarezza. Come va la cassa? Va benissimo, secondo alcuni. È vero: ci sono in cassa più di 4 milioni di euro! Il guaio è che neanche un euro è disponibile per qualcosa di nuovo. Tutto è già impegnato dal bilancio 2006 e precedenti. Come quando uno prende la paga: può avere nel portafogli 1000 euro. Può ben vantarsi al bar, che a lui i soldi non mancano, e aprire il protafogli per mostrarli. Però non dice che nel corso del mese 300 euro li deve spendere per l affitto, 80 per il telefono, 150 per il gas, 400 per la rata del mutuo, e fanno già 930! Gliene rimangono 70 per mangiare e fare benzina! Se gli capita di cambiare le gomme della macchina perché i vigili lo fermano e gliele trovano lisce come una pelle d anguria oltre a digiunare cosa fa? È più o meno così anche per il comune. I soldi ci sono, ma per cose già decise da altri, oltre che per la spesa ordinaria di funzionamento dei servizi. Anzi, quelli che ci sono non bastano, perché nel bilancio preventivo 2006 predisposto dalla passata amministrazione (forse un po troppo elettorale ) si faceva conto su entrate, che in realtà non si sono verificate. Più precisamente lo Stato ha trasferito circa 240 mila euro in meno; sono mancati 210 mila euro di recupero di presunta evasione ICI, gli oneri di urbanizzazione e costi di costruzione ci sono stati per circa 300 mila euro in meno! Di fatto sono venuti a mancare più di 700 mila euro di entrata, necessari a finanziare la spesa corrente, cioè la vita ordinaria del comune! Perciò si sono dovuti fare degli aggiustamenti, per tirare la fine dell anno. Insomma, la sofferenza c è e si proietta su tutti i bilanci futuri! Se l anno venturo il comune deve continuare a funzionare regolarmente, oltre a cercare di contenere le spese, limando dove possibile, si devono trovare almeno 650 mila euro di entrata in più. Se poi si devono finanziare nuove opere, bisognerà accendere dei mutui rimettendo in circolo le quote di indebitamento, che si sono liberate nel frattempo con l estinzione di alcuni mutui pregressi. Non solo: la legge finanziaria varata dal Governo e dal Parlamento penalizzerà ancora i comuni, che sono invitati ad arrangiarsi manovrando l ICI e l addizionale Irpef, così daranno anche loro un ulteriore stangata ai cittadini. Da un po lo sentiamo dalla tv e lo leggiamo sui giornali. A Olgiate (forse) ci si può consolare, semplicemente confrontandosi con chi sta peggio, come si può vedere dal prospetto riferito a 20 comuni dei dintorni (sono dati scaricati da Internet, riferibili al 2005 e 2006: per il 2007 certamente non caleranno). Sono numeri su cui responsabilmente tutti devono ragionare. A Olgiate, infatti, grazie alle passate amministrazioni, le aliquote sono state finora le più basse di tutti (compresi i comuni di sinistra tipo Appiano, Lurate Caccivio, Villa Guardia, Malnate ): vari punti sotto la media, anche se l ultima amministrazione aveva alzato di un punto (dal 4 al 5) l ICI ordinaria. Avevamo detto, in campagna elettorale, che la passata amministrazione ha speso troppo e male. Adesso non siamo noi a dirlo. A confermarlo sono le cifre. Questa è una condizione che non ci esalta; ma non possiamo sfuggire alla responsabilità che ci tocca. Ci dispiace che per far quadrare le finanze comunali saremo costretti a piegarci sotto la forca di Prodi, anche se non l abbiamo votato. Noi ci illudevamo di farcela a non chiedere tasse in più. Con quello che abbiamo trovato in amministrazione e con l aria che tira da Roma, temiamo che pur senza schizzare in volata con gli altri comuni anche il comune di Olgiate, per non arrivare fuori tempo massimo, dovrà tendere ad avvicinarsi alla media delle aliquote ICI dei comuni vicini. Diciamo subito che, coerentemente con gli impegni elettorali, eviteremo ad ogni costo di aumentare l ICI sulla prima casa, che consideriamo sacra ; ma dovremo probabilmente ritoccare all insù l ICI ordinaria (ossia sulle aree edificabili, aziende, seconda casa), che vogliamo contenere comunque sotto la media rispetto ai comuni vicini. Come si potrà recuperare l entrata che serve? Poiché è giusto che la solidarietà coinvolga tutti, giacché tutti usufruiscono dei servizi comunali, sembra più equo ripiegare sull applicazione anche ad Olgiate dell addizionale Irpef (mai finora applicata nel nostro comune), a compensazione dei mancati trasferimenti da Roma. Un aliquota per Olgiate contenuta entro lo 0,4% ossia la metà di quella consentita, corrispondente a un terzo della minima regionale e comportante un aggravio fiscale di 100 euro su 25 mila euro di imponibile potrebbe bastare a tamponare le falle della barca comunale, certamente non provocate da noi. Se poi con una puntuale valutazione dei conti si potrà stare più sotto, saremo noi i primi ad essere felici. Ci sembra giusto che i cittadini sappiano come stanno le cose, per la trasparenza dell amministrazione, e perché essi stessi si rendano conto come il buon governo della cosa pubblica vada gestito con responsabilità nel chiedere e nel dare, perché di spendere e spandere sono capaci tutti, finché ci sono risorse. Noi, rispetto a chi ci ha preceduti, vorremmo tentare di essere meno disinvolti a spendere, per far fruttare al meglio i soldi pubblici nel migliorare i servizi a favore dei cittadini olgiatesi e nel promuovere lo sviluppo della nostra città. È una sfida e una speranza, perché anche gli amministratori comunali sono cittadini e contribuenti come gli altri. Mario Mascetti - assessore al bilancio Ecco il prospetto delle aliquote ICI e dell addizionale Irpef attualmente applicate in 20 comuni dei dintorni di Olgiate. In grassetto le aliquote di Olgiate (nella penultima riga) e quelle di pari importo praticate da altri comuni, per un immediato confronto. Comune Addiz. 05 ICI Ordin.06 ICI princ. Detrazione Bizzarone 0,40 6,50 6,00 105,00 Oltrona S. M. - 6,50 5,50 103,29 Lurate Caccivio 0,20 6,00 5,50 103,29 Albiolo 0,10 5,50 5,50 129,00 Tradate 0,10 7,00 5,00 103,29 Lomazzo 0,20 7,00 5,00 103,29 Vedano Olona 0,40 7,00 5,00 103,30 Appiano Gentile - 6,75 5,00 103,29 Gironico 0,10 6,00 5,00 103,29 Valmorea - 5,00 5,00 104,00 Cagno 0,10 5,00 5,00 103,29 Malnate - 6,80 4,90 103,29 Solbiate 0,10 6,00 4,75 103,29 Faloppio 0,20 6,00 4,50 103,29 Beregazzo con F. - 5,20 4,50 104,00 Venegono Inferiore 0,15 7,00 4,30 103,29 Villa Guardia 0,10 5,50 4,30 113,62 Fino Mornasco 0,35 7,00 4,00 110,00 Mozzate 0,30 6,50 4,00 103,29 Binago 0,40 5,00 4,00 104,00 Olgiate Comasco - 5,00 4,00 103,29 Media 0,15 6,16 4,87 105,62 10 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

11 Come si calcola l ICI nel comune di Olgiate Comasco per il 2006 Alcuni cittadini, in vista del pagamento del saldo dell Ici entro il 20 dicembre 2006, chiedono lumi sul come si fa il calcolo dell imposta dovuta. Premesso che per l abitazione principale l aliquota attualmente applicata ad Olgiate è del 4 per mille, e che per le aree fabbricabili e altri fabbricati è del 5 per mille, ecco come si fa il calcolo. Ici per l abitazione principale e sue pertinenze Aliquota del 4 per mille da applicare: - all abitazione principale del proprietario titolare, alle pertinenze dell abitazione (ossia un box o posto auto, le soffitte, le cantine) anche se accatastate distintamente. - alle unità immobiliari concesse in uso gratuito a parenti fino al 2 grado in linea retta (nonni, padri, figli o nipoti), o collaterale (fratelli e sorelle) e da questi utilizzate come abitazione principale. - alle unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stesse non risultino date in affitto. Calcolo: Rendita catastale dell immobile x 105 (comprensivo della rivalutazione del 5%) x 4: 1000 Esempio: Rendita catastale dell immobile: x 105 = x 4 = : 1000 = 504 euro Detrazione di 103,29 euro ,29 = 400,71 euro La detrazione di euro 103,29 spetta solamente al proprietario titolare che faccia uso dell immobile come sua abitazione principale, ma non spetta nel caso di concessione in uso gratuito. Se l imposta dovuta per l abitazione principale è inferiore a 103,29 euro, la differenza fino a 103,29 euro si può detrarre da quanto dovuto per le pertinenze. Ici per altri fabbricati Aliquota del 5 per mille da applicare: - agli immobili di categoria A, B e C (con esclusione delle categorie A/10 e C/1) calcolando: Rendita catastale x 105 x 5 : agli immobili di categoria A/10 (uffici e studi privati) e di categoria D calcolando: Rendita catastale x 1,05 x 50 x 5 : agli immobili di categoria C/1 (negozi e botteghe) calcolando: Rendita catastale x 1,05 x 34 x 5 : 1000 Ici per aree fabbricabili Si applica il 5 per mille sul valore dell area. Esempio: Area fabbricabile di metri quadrati del valore di 90 euro al mq x 90 = x 5 = euro OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 11

12 Il servizio sociale comunale Attualmente l ufficio servizi sociali consta di un responsabile dell Area Affari Generali dott. Alberto Casartelli e due Assistenti sociali di ruolo Roberta Sala (sostituita al momento da Addolorata Caputo) e Stefania Villa. L assistente sociale è un operatore che agendo secondo i principi, le conoscenze ed i metodi specifici della professione svolge la propria attività nei confronti delle persone, delle famiglie, della comunità, per contribuire al loro sviluppo; ne valorizza l autonomia, la soggettività, la capacità di assunzione di responsabilità. Le persone vengono sostenute nell uso delle risorse proprie e della società nel prevenire ed affrontare situazioni di bisogno o di disagio e nel promuovere ogni iniziativa atta a ridurre i rischi di emarginazione. In quest ottica, intenzione dell Amministrazione Comunale, è far conoscere ai cittadini la variegata gamma di prestazioni offerte nell ambito dei Servizi Sociali: SEGRETARIATO SOCIALE E un attività di informazione ed orientamento sulle modalità di accesso ai servizi socio-assistenziali e sanitari erogati da Enti Pubblici e privati (C.P.S., SERT, NPI, Azienda Ospedaliera, consultorio familiare, La Nostra Famiglia, ecc.), aiuto nella compilazione di domande varie per accedere ai diversi servizi. È il momento dove vengono raccolte le richieste dei cittadini. Tale attivita viene svolta negli orari di apertura al pubblico: Lunedì e giovedì Martedì e mercoledì Venerdì Sabato su appuntamento AREA MINORI e FAMIGLIA (seguite 54 persone) - Contributi per le borse di studio: ai sensi della legge 62/2000 le famiglie degli alunni frequentanti scuole statali o paritarie primarie e secondarie possono presentare la richiesta per l accesso a tale beneficio, ovvero per le spese relative alla frequenza scolastica, al trasporto scolastico, alla mensa, spese per i sussidi scolastici (materiale di cancelleria, ecc.) e gite d istruzione. Su indicazione, e secondo i criteri di accesso definiti dalla Regione Lombardia, l Amministrazione Comunale predisporrà il bando. Le domande verranno raccolte dall Ufficio Servizi Sociali, oltre che dagli istituti scolastici. Le domande inoltrate nell anno scolastico 2004/2005 sono state Assistenza domiciliare: L intervento e finalizzato ad un processo di integrazione sociale rivolto alla sfera della socializzazione e a quella educativa ed affettiva, attraverso il mantenimento del minore in famiglia con il recupero delle risorse potenziali della famiglia stessa e di rafforzamento dell azione educativa delle figure parentali. L intervento è svolto da educatori in orari extrascolastici e prevede la definizione di progetti educativi individualizzati. Da settembre il servizio e stato appaltato alla cooperativa sociale Nuova Umanità di Uggiate Trevano. Nell anno scolastico 2005/2006 sono stati seguiti 2 minori, per il momento nessun minore è seguito. - Centro estivo pineta: Il centro ricreativo diurno è il luogo in cui si svolgo attività ricreative e di tempo libero, per una concreta politica di prevenzione e socializzazione per i minori dai sei ai dodici anni, che nel mese di luglio rimangono nel luogo di residenza. AREA DISABILI (sono seguite 29 persone) - Assistenza scolastica (l. 104/92, l.r. 31/80): l intervento dell assistente educatore a scuola è richiesto dalla neuropsichiatra che prevede una figura educativa a sostegno del bambino in aggiunta all insegnante di sostegno statale. Il servizio ha come obiettivo quello di favorire l integrazione scolastica e sociale dell alunno disabile e in difficoltà in genere, nonché di promuovere l autonomia personale e sociale e sostenere il mantenimento e lo sviluppo delle potenzialità residue (apprendimento, comunicazione, relazione, socializzazione). Da settembre 2006 il Servizio è stato appaltato alla Coop. Soc. Nuova Umanità di Uggiate Trevano. Nell anno scolastico 2005/2006 sono stati seguiti 3 minori, così come nel corrente anno scolastico. - Servizio trasporto disabili mediante SOS L Amministrazione non dispone di mezzi di trasporto propri per svolgere il servizio a favore dei disabili, ma nei casi di particolari difficoltà economiche del nucleo familiare, garantisce la contribuzione al pagamento dello stesso che verrà effettuato con l Associazione S.O.S. di Olgiate. Fino a luglio 06 un solo minore disabile era trasportato, al momento non vi sono utenti. AREA ADULTI IN DIFFICOLTÀ (sono seguiti 66 persone) - assistenza economica: è rivolta ai singoli e ai nuclei familiari che si trovano in una temporanea situazione di necessità o che non dispongono di risorse sufficienti a soddisfare i propri bisogni fondamentali. L erogazione di eventuali contributi avviene a seguito di una accurata valutazione delle richieste da parte dell Assistente Sociale che valuta la necessità e la concessione del contributo economico secondo le disposizioni previste dal regolamento comunale. - Fondo sostegno affitto (l. 431/98 art. 11, l.r. 2/2000 art. 2) la Regione Lombardia annualmente istituisce un fondo per l erogazione di contributi integrativi ai canoni di locazione. Su indicazione della Regione Lombardia, l Amministrazione Comunale predisporrà il bando e le domande verranno raccolte dai Caaf. Domande presentate nel 2005 n Assegno di maternità: (legge 448/98) erogato dall inps alle cittadine italiane, residenti, comunitarie o in possesso della carta di soggiorno, che non beneficiano del trattamento previdenziale dell indennità di maternità. Hanno diritto al contributo anche le madri che accolgono bambini in adozione o in affido preadottivo. Per inoltrare la domanda occorre rivolgersi ai caaf convenzionati entro 6 mesi dalla data del parto. Le domande inoltrate nel 2005 sono state OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

13 - Assegno del nucleo familiare: (legge 448/98) è un contributo erogato dall Inps ai cittadini italiani residenti con almeno tre figli minorenni. Il contributo viene erogato alle famiglie che non superano il limite di reddito stabilito dalla normativa in base alla composizione del nucleo familiare. Per inoltrare la domanda occorre rivolgersi ai caaf convenzionati. Le domande inoltrate nel 2005 sono state 9. AREA ANZIANI (sono seguiti 49 anziani) - Ricovero di sollievo (l.r. 1/86, piano regionale socio-assistenziale triennio , progetto obiettivo anziani , l. 328/00): è un servizio di sollievo rivolto alle famiglie che si prendono cura di un anziano presso il loro domicilio. Il servizio è gestito dalla ASL di Olgiate C. per due posti letto per tutto il distretto dell Olgiatese. Per accedere al servizio, occorre presentare domanda all Ufficio Servizi Sociali che valuta la situazione, e successivamente trasmette la domanda alla A.S.L. - Integrazione rette case di riposo Per gli anziani ricoverati in Casa di Riposo, la cui situazione economica non permette la copertura della retta mensile e che non hanno l aiuto di parenti obbligati agli alimenti in base al Codice Civile, viene integrata la pensione mensile degli interessati con un contributo economico che garantisce la totale copertura del costo dell inserimento in struttura. - AUSER Filo d Argento: dal 2003 è attivo sul territorio comunale il progetto Filo d argento promosso dall Associazione AUSER in collaborazione con l Amministrazione Comunale mediante convenzione. Il progetto consiste in una linea telefonica di supporto e una rete di volontari che raggiungono l anziano a domicilio per le incombenze della vita quotidiana: compagnia nei momenti di solitudine, accompagnamento a fare una passeggiata, o per il disbrigo di piccole commissioni (posta, medico, farmacia, ecc.) Da dicembre 2005, il punto di ascolto e attivo 5 giorni a settimana ad Olgiate Comasco. Il numero verde a cui fare riferimento e il seguente: CONSORZIO SERVIZI SOCIALI DELL OLGIATESE L emanazione della legge 328/2000, Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali, ha fissato un punto di svolta nella gestione delle politiche sociali ed ha posto le basi per la costruzione di un sistema integrato di interventi e servizi. Questo compito di programmazione si è concretizzato nel Piano di Zona , che, tra i punti fondamentali dell organizzazione dei servizi territoriali ha previsto la costituzione di un Consorzio tra i Comuni appartenenti al distretto ASL dell Olgiatese per la gestione associata di alcuni servizi di rilevanza sovracomunale, quali: - Servizio Tutela Minori: in precedenza il Servizio era delegato alla ASL, ora e gestito direttamente mediante un èquipe composta da 3 Psicologi, di cui una coordinatrice, e 2 Assistenti Sociali, che si occupano dei minori sottoposti a provvedimento dell Autorità Giudiziaria. - Assistenza domiciliare minori: A seguito dei provvedimenti dell autorità giudiziaria, i minori possono essere assistiti da educatori domiciliari. Il progetto individualizzato viene predisposto e monitorato dal servizio tutela minori. - Servizio Inserimenti Lavorativi, con sede ad Olgiate Comasco, costituito da due operatori, una psicologa e un formatore/orientatore, che si occupa della presa in carico dei casi di adulti in particolare difficoltà nella ricerca e mantenimento di un occupazione (soprattutto persone invalide), per un accompagnamento e un sostegno nel mondo del lavoro. - Centro Diurno Disabili (C.D.D.) e Centro Socio Educativo(C.S.E.) con sede a Lurate Caccivio, entrambe le strutture si propongono di mantenere e potenziare le abilità dei soggetti con disabilità media, grave e gravissima in soggetti con età compresa tra i 18 e i 65 anni. L intervento è realizzato da un èquipe multidisciplinare Al C.D.D. sono inseriti 3 persone e al C.S.E Sportello Stranieri, con sede ad Olgiate Comasco, finanziato con i fondi della Legge 40/98 sull integrazione degli immigrati, costituito da un operatrice che fornisce informazioni dettagliate riguardo alle questioni relative allo specifico bacino di utenza: casa, lavoro, permessi di soggiorno, rapporti con la Questura, scuola e iniziative sociali. - Progetti L. 285/97, L.40/98 e L. 45/99, rispettivamente a favore della fascia infanzia e adolescenza con la gestione di sportelli di sostegno psicologico nelle scuole per insegnanti, genitori e studenti; fascia stranieri con laboratori di integrazione delle attività scolastiche mediazione culturale e facilitazione linguistica presso le scuole e le famiglie di stranieri in particolare difficoltà; fascia prevenzione delle tossicodipendenze. - Servizio Inserimenti Lavorativi (S.I.L.): è costituito da due operatori di cui una psicologa e un formatore/orientatore. Il servizio ha come obiettivo l accompagnamento in un percorso teso all autonomia di soggetti appartenenti alle fasce deboli (emarginati, disadattati, disabili, ecc.) in contesti lavorativi. L accesso al servizio è subordinato alla valutazione da parte dell Assistete Sociale. - Buono sociale: attraverso il Fondo per le Politiche Sociali istituito con la legge 328/2000, è stato possibile attivare i buoni sociali a favore di anziani e disabili, cioè provvidenze economiche destinate ai familiari che accudiscono al domicilio un congiunto non più autosufficiente al fine di favorirne la permanenza al domicilio. Al momento il buono sociale è destinato solo agli anziani. L Amministrazione Comunale garantisce anche alcuni servizi volti a migliorare la qualità della vita dell anziano e ridurre il ricorso alle strutture residenziali: Servizio di Assistenza domiciliare e pasti al domicilio che vengono erogati dalla Casa Anziani comunale, oltre al servizio di telesoccorso gestito dal S.O.S. di Olgiate Comasco. Per accedere a tali prestazioni occorre presentare la domanda direttamente alla Casa Anziani. Olgiate Comasco, 20 novembre 2006 L Assistente Sociale Stefania Villa, Addolorata Caputo OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 13

14 Servizi per l ecologia e raccolta rifiuti: istruzioni per l uso... RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI E FRAZIONE UMIDA DOMESTICA RSU - RIFIUTI SOLIDI URBANI: I rifiuti vanno esposti esclusivamente negli appositi sacchi trasparenti ben chiusi. Il servizio viene effettuato il lunedì ed il giovedì mattina non festivi, salvo diversa comunicazione degli uffici comunali per i periodi di festività. Il lunedì ed il giovedì mattina viene effettuata anche la raccolta della FRAZIONE UMIDA DOMESTICA, solo ed esclusivamente nei sacchetti biodegradabili e non in sacchetti della spesa o similari. In caso contrario non verranno ritirati. MATERIALI TOTALMENTE RICICLABILI PLASTICA: I contenitori, le bottiglie e i flaconi vanno inseriti in sacchi trasparenti messi a disposizione dall Amministrazione Comunale, ed esposti come per i rifiuti domestici nei giorni stabiliti. Il ritiro avviene il primo e terzo giovedì del mese, dalle ore alle ore I contenitori per liquidi possono essere consegnati direttamente in piattaforma nei giorni di apertura. CARTA: Consegna in pacchi saldamente legati ed accuratamente accatastati sulla pubblica via, il ritiro avviene il secondo e quarto venerdì del mese, dalle ore alle ore VETRO E LATTINE: La raccolta si effettua porta a porta nell apposito contenitore ogni venerdì mattina. SCARTO UMIDO DA CUCINA E DA GIARDINO: Producono ottimo humus. Presso l ufficio ambiente è possibile richiedere tutte le informazioni per l acquisto del compostiere, per chi intende fare compostaggio. VERDE E LEGNO: Erba, ramaglie e rifiuti legnosi devono essere conferiti direttamente al centro di raccolta. FERRO: Consegnatelo al centro di raccolta nell apposito cassone. INERTI: Presso il centro di raccolta è disponibile il cassone per piccole quantità di materiale. MATERIALI NON DIFFERENZIABILI INGOMBRANTI MATERIALI INGOMBRANTI: Si intendono per INGOMBRAN- TI oggetti di dimensioni varie (mobili, contenitori, stracci) ed ogni altro materiale proveniente dalle economie domestiche; essi vanno conferiti separatamente nell area di raccolta. Può essere richiesto il ritiro a domicilio, previa prenotazione e pagamento presso l ufficio comunale competente. MATERIALI SPECIALI / SMALTIMENTO RECUPERO CONTROLLATO È vietato inserire nei sacchi questi materiali o parte di essi: PILE E BATTERIE: Vanno conferite negli appositi contenitori o direttamente presso il centro di raccolta. ACCUMULATORI AUTO: Solo al centro di raccolta. OLI VEGETALI E MINERALI: Versateli separatamente, direttamente nell apposito contenitore presso il centro di raccolta. VERNICI, SOLVENTI, BOMBOLETTE SPRAY: Depositarli separatamente negli appositi contenitori presso il centro di raccolta. TELEVISORI, COMPUTER: Conferire al centro di raccolta. MEDICINALI, CARTUCCE, TONER: Materiali pericolosi con obbligo di smaltimento, consegnateli al fornitore oppure al centro di raccolta. FRIGORIFERI, CONGELATORI: Conferire al centro di raccolta. DISTRIBUZIONE MATERIALI ECOLOGICI Il sabato mattina presso il Medioevo è possibile acquistare materiali ecologici (contenitori per il vetro, secchielli per il verde, sacchetti biodegradabili, sacchi per la raccolta differenziata) messi a disposizione dall Assessorato all Ambiente a prezzi ridotti. CALENDARIO PER RACCOLTA RIFIUTI E RACCOLTA DIFFERENZIATA DICEMBRE 2006 In occasione delle prossime festività la raccolta dei rifiuti sarà effettutata nei seguenti giorni: RACCOLTA CARTA/CARTONE: - sarà effettuata il giorno 15 dicembre anziché il giorno 8 dicembre. - sarà effettuata il giorno 29 dicembre, anziché il giorno 22 dicembre. RIFIUTI SOLIDI URBANI E UMIDO: - non sarà effettuata lunedì 25 dicembre 2006, Natale, ma verrà effettuata giovedì 28 dicembre non sarà effettuata lunedì 1 gennaio 2007, Capodanno, ma verrà effettuata giovedì 4 gennaio OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

15 Un autunno ricco di iniziative L esordio come coordinatore e promotore di iniziative culturali e/o legate al tempo libero non poteva essere più felice. Infatti il successo ottenuto dalla manifestazione enogastronomica Pane riso e cioccolato, organizzata dal Comune in collaborazione con la Pro-loco e l aiuto concreto della protezione civile e degli alpini sabato 7 e domenica 8 ottobre, ha ripagato ampiamente l impegno che da sempre è alla base di simili iniziative. Si sono registrate circa 5-6 mila presenze, ma c è pure chi dice possano essere state 7 mila le persone attirate dal programma della manifestazione. Domenica 29 ottobre Auditorium del Medioevo gremito in occasione del concerto dell Orchestra Giovanile della Nuova Scuola di Musica di Cantù (vedi foto). Gli Olgiatesi hanno dimostrato di premiare con la loro presenza ed i loro applausi affettuosi l impegno e la professionalità di questo organico composto da 110 giovani musicisti che hanno suonato con competenza e passione brani di importanti autori classici. La presenza in orchestra di bambini (7-8 anni) così compiti, capaci ed attenti durante l esecuzione delle melodie in repertorio, ha dato un valore aggiunto alla performance, impeccabile e di buon livello artistico. Nell ottica di un attenzione particolare anche ai più piccoli è da interpretarsi la serie di spettacoli teatrali tenuti il 19 novembre all auditorium del Medioevo e nei giorni dicembre nella palestra delle Scuole elementari in via San Gerardo. In particolare, per la sua peculiarità, va segnalato lo spettacolo di marionette tenutosi il pomeriggio del 19 novembre in quanto gli altri in programma non sono ancora stati rappresentati. Per i più piccoli il mondo delle marionette è già di per sé affascinante, ma l esperienza di ben duecento anni di lavoro teatrale che la famiglia Lupi, titolare dello spettacolo, può ben vantare ha costituito un ulteriore garanzia di successo. Le avventure di due simpatici burloni alle prese con gli scherzi di buffi fantasmi, i misteri di un castello incantato e la presenza di un accattivante draghetto, hanno catturato l attenzione dei moltissimi bambini presenti, che, coinvolti dalla storia, hanno poi dato l assalto al palco per scoprire il retroscena dello spettacolo. Belle le musiche, le scenografie e ben narrata la vicenda; d altro canto questo spettacolo è stato premiato nel 1998 come il migliore al festival del Teatro Nazionale dei ragazzi di Padova. Il Consigliere delegato alle Manifestazioni Antonella Fumagalli Manifestazioni presso l Auditorium Medioevo Il programma pianificato per il mese di dicembre ha offerto e offre ai cittadini una serie di eventi musicali presso l Auditorium del Medioevo. Primo appuntamento è stato domenica 10 dicembre con il concerto dell Associazione culturale Baule dei suoni che ha presentato un repertorio vario ed allegro di pezzi popolari provenienti dall Italia e dai vari continenti, all insegna di quel messaggio di universalità e fratellanza che solo la musica sa così ben proporre ed interpretare. Sempre sul filo della musica, questa volta lirico-sinfonica, è la seconda serata in programma per il 16 dicembre alle ore 21: un importante concerto che vede la presenza dell orchestra Sinfolario diretta dal M Roberto Gianola e la partecipazione del soprano Lorena Campari e del tenore Miro Solman. Famose, suggestive e coinvolgenti le arie che i due solisti andranno ad interpretare magistralmente accompagnati dall orchestra con un organico di circa 50 musicisti. Il 22 dicembre ore 21, sempre presso l Auditorium del Medioevo, un augurio speciale dal coro Nigritella di Como, che si esibirà in un repertorio di canzoni natalizie. Infine, come da tradizione, il 5 gennaio 2007, il Corpo Musicale Olgiatese, con la straordinaria presenza di cornamuse, offrirà un concerto di gala di inizio anno con musiche di Rossini, Verdi, Holst ed i brani più accattivanti di Strauss. Tutti gli appuntamenti saranno ad INGRESSO GRATUITO. Ecco il commento di Antonella Fumagalli, consigliere delegato alle manifestazioni culturali: «Colgo l occasione per rivolgere un augurio personale a tutti i miei concittadini, con la promessa di un grande impegno da parte mia finalizzato all organizzazione di eventi culturali sempre più vari e significativi, atti a connotare la città di Olgiate in un ruolo di eccellenza. Nella consapevolezza della necessità di un contenimento delle spese, che investe anche questo settore amministrativo, cercherò di utilizzare le risorse disponibili nel miglior modo possibile, e di attivarmi presso gli organi istituzionali pubblici (Provincia, Regione) per ottenere contributi o quant altro (vedi per es. gli spettacoli per gli alunni delle scuole elementari del dicembre interamente finanziati dall Amministrazione Provinciale), senza dimenticarmi, naturalmente di reperire eventuali risorse provenienti da quei privati e/o aziende che ancora credono in un sostegno concreto agli eventi culturali». OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 15

16 dalle Associazioni 3 H.P. Day La Coppa delle Case, vince Serpeverde!! Serpeverde che vince la Coppa delle Case 2006, il Castello del Medioeovo di Olgiate allestito per l occasione con gli stendardi delle quattro case che improvvisamente si colora di verde, il Prof. Piton che viene portato in trionfo dai suoi studenti l incubo di tutti i Grifondoro è diventato realtà durante l H.P.Day-La Coppa delle Case che si è tenuto a Olgiate Comasco lo scorso 4 e 5 novembre. L evento, organizzato da Pro Loco Olgiatese ed Oratorio S.G. Bosco, con il patrocinio della Città di Olgiate Comasco e dell Assessorato al Turismo della Provincia ha richiamato un paio di migliaia di persone da mezza Provincia, confermandosi evento molto sentito da parte dei fan del maghetto e dalle loro famiglie. Una due giorni veramente riuscita nel migliore dei modi, iniziata con successo già il sabato sera con quasi 200 spettatori allo spettacolo di burattini dal titolo La Principessa Stregata proposto dalla Compagnia PigliaPupazzi di Como ai quali vanno i nostri più sentiti ringraziamenti per la qualità dello spettacolo e per la disponibilità dimostrata. 16 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

17 La domenica invece è stato un crescendo di iniziative, dall apertura del Mercatino dei dolci e prelibatezze di Hogsmeade in piazza Volta, alla possibilità di gustare 8 ben 95 kg alla fine della giornata ) le Potter-Birolle (castagne per i babbani) e partecipare ai laboratori proposti nel Potter Attack : il «Giratempo» e costruiamo assieme il «Libromostro dei mostri». Allo scoccare delle 14 si sono chiuse le iscrizioni e la Coppa delle Case è cominciata. Il buon Hagrid ha radunato tutti gli studenti del 3 anno e li ha condotti nella Sala Grande al cospetto degli altri Professori ( i giovani animatori dell Oratorio S.G.Bosco ed i volontari della Pro Loco): il Prof. Silente (Marco) e la Vice-Preside Prof.ssa (la bibliotecaria Giuliana) hanno spiegato i regolamenti delle varie prove ed hanno dato il fischio d inizio alla competizione. Tutte e quattro le squadre, contraddistinte dalla spilla della Casa di appartenenza (Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde) realizzate grazie al contributo del Comune di Olgiate, in modo particolare dal Sindaco Roberto Bovi ( che ha partecipato alla festa con tanto di mantello maghesco) e da Antonella Fumagalli (Consigliere delegato alle manifestazioni) si sono sfidate nelle quattro prove messe in cantiere quest anno dagli infaticabili e fantasiosi animatori dell Oratorio, vale a dire: il QUIDDITCH, il gioco dei maghi per eccellenza, il GIRATEMPO, andando avanti ed indietro nel tempo come fa il maghetto nel libro per liberare Sirius Black, poi hanno LIBERATO IL PRIGIONIERO DI AZKABAN sfidandosi alla versione magica della palla avvelenata, infine gareggiato a SPARVIEROBECCO. Le fatiche delle squadre sono state ampiamente ripagate dall infaticabile e sempre presente Gruppo Mamme che hanno contribuito alla grande al concorso Torte di Molly Weasley con la bellezza di 40 torte, che sono andate esaurite come i 400 quartini di latte offerti anche per quest anno dalla ditta Carnini di Villa Guardia ed il te preparato per l occasione. La riproposizione delle scena finale del terzo libro curata e diretta da Mrco e dai ragazzi dell Oratorio e le premiazioni alle squadre hanno di fatto concluso una due giorni che ha divertito i bambini, speriamo che sia piaciuta anche ai genitori ed ai numerosi appassionati che sono arrivati dalla Provincia e che ha reso molto soddisfatti gli organizzatori, i quali si auspicano un 4 Harry Potter Day ancora più scintillante. Un ringraziamento particolare per la sempre grossissima disponibilità al Sig. Gabriele del Banconiere di Olgiate Comasco, al Cesaro Confezioni ed alla Biblioteca Comunale S.Mondo di Olgiate, oltre a quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo impegnativo evento, con la speranza che si aggiungano sempre più nuovi volontari di anno in anno. Simone Moretti Pro Loco Olgiatese L Aperosa diventa Asilo Nido del Cigno Da lunedì 6 novembre è entrata in funzione la sezione di Asilo Nido, che la nuova Amministrazione Comunale ha deciso di istituire, al posto dello spazio-gioco Aperosa. Il Sindaco Roberto Bovi, in risposta ad un interpellanza presentata dalla minoranza dell Unione, ha spiegato i motivi della scelta. «Nel nostro programma era espressamente detto: L Asilo nido, che attualmente non garantisce la fruibilità della struttura a tutte le famiglie olgiatesi che ne fanno richiesta, deve essere potenziato nei servizi e nella razionalizzazione del personale. L attività dell Aperosa era limitata a 2 ore per quattro giorni alla settimana: precisamente dalle 9,30 alle 11,30 di lunedì-giovedì-venerdì e dalle 16 alle 18 di martedì. Nel 2005 è stata frequentata da 33 bambini, con una media di un ingresso (2 ore) alla settimana per svolgere attività ludica, alla presenza dei genitori. L Asilo Nido garantirà l assistenza nell arco di 11 ore giornaliere per cinque giorni alla settimana (dalle 7,30 alle 18,30) a bambini appartenenti a famiglie di lavoratori. Per questo il Sindaco ha concluso: «Abbiamo considerato prioritario il servizio di Asilo Nido nel rispondere alle esigenze dei cittadini. Quando si riuscirà ad ampliare l Asilo Nido di Via Roncoroni, potrà essere valutata l opportunità di riattivare degli spazi-gioco, e la possibilità di promuovere corsi di formazione, per l autogestione di attività ludiche di gruppo, in rapporto alle esigenze dei genitori». OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 17

18 Il Consiglio dei bambini Il 2 dicembre presso il Medio Evo si è riunito in seduta aperta il Consiglio Comunale, per la cerimonia di investitura del Sindaco come difensore dei bambini, in adesione al Programma Unicef. Rappresentava l Unicef il presidente del Comitato provinciale prof. Giuseppe Veca; ha fatto da conduttore e cerimoniere la signora Alfieri Pasqua in Boarin, consigliere comunale e volontaria Unicef. Nel suo saluto il sindaco Roberto Bovi ha, tra l altro, detto: «Cosciente e convinto assertore dei diritti di voi ragazzi, ben volentieri oggi mi faccio coinvolgere dal Comitato Provinciale Unicef nella difesa dei vostri diritti contenuti nella Convenzione sui diritti dell Infanzia approvata a New York nel 1989 dall Assemblea Generale delle Nazioni Unite». Il prof. Veca ha consegnato la bandiera dell Unicef al Comune e alle Scuole Media ed Elementare, rappresentate dal preside, nonché assessore all istruzione, prof. Pietro Santelia e dalla dirigente scolastica Maria Luisa Frontini. La prof. Silvia Malanchin, della Scuola Media, ha presentato le condizioni dei bambini che vivono in una regione peruviana. Gli alunni e i rappresentanti delle classi hanno, da parte loro, esposto al sindaco una serie di richieste, che hanno reso evidente il contrasto tra i bisogni dei bambini dei Paesi ricchi come il nostro, rispetto a quelli dei Paesi poveri del mondo. Alcuni momenti della manifestazione Unicef: sopra la consegna della bandiera al Preside, a lato il giuramento del Sindaco Roberto Bovi, come difensore dei bambini, in alto l auditorium affollato di scolari. 18 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

19 dalle Associazioni Protezione civile: cronaca di un estate di fuoco Un mese di luglio caldo e afoso si era appena concluso, il mese di agosto non si presentava meglio, quando l Amministrazione comunale ci avvertiva che, a causa di importanti lavori all acquedotto, sarebbe stata sopesa l erogazione dell acqua potabile e avremmo dovuto approntare un piano di emergenza. Quindicimila persone senz acqua per quasi 24 ore e con un caldo torrido e umido sono un grosso problema!!! Previsione, prevenzione, soccorso: questi sono gli scopi e gli obbiettivi della Protezione Civile. Rapida consultazione attorno ad un tavolo, studio dell evento e soluzione dei problemi... il piano è pronto! Un giro di telefonate ed alle PC di Fino Mornasco, Cavallasca, Ronago, Parè, Gironico; gli automezzi che ci servono sono a disposizione, un autobotte da 2500 litri e quattro moduli da 600 litri; uomini : più di 40 volontari, sia del gruppo di Olgiate che degli altri gruppi, sono pronti a ruotare sulle 24 ore e comunque fino alla soluzione del problema. La risposta ci sembra importante e quasi inverosimile vista la coincidenza con le ferie di molti! Dal giorno 3 agosto i nostri volontari e quelli del gruppo comunale di Gironico si affiancano alla Polizia Locale per assistere gli automobilisti che si trovano la strada statale chiusa ed indicare loro i percorsi alternativi, questo fino al termine dei lavori. Ma il giorno più preoccupante è il 6 agosto, quando alle 13,30 vengono chiusi i rubinetti dei pozzi e la città rimane a secco. Presso la sede dell Auser viene istituita l unità di crisi e coordinamento. 1 problema: casa anziani. Viene inviato un modulo con cinque volontari per collaborare con il personale della struttura e risolvere eventuali emergenze 2 problema: l autobotte viene posizionata in via Milano per approvvigionare eventuali persone che esauriscono le scorte d acqua e rimane in standbay per il rifornimento dei moduli più piccoli. 3 problema: sul nostro territorio sono presenti diversi allevamenti di bovini che necessitano di grosse quantità di acqua. Sono stati presi accordi con gli allevatori per gli approvvigionamenti e concordati i rifornimenti, che periodicamente abbiamo fatto con i moduli. 4 problema: nonostante l imponente campagna di informazione alcune persone non avevano scorte di acqua da bere, quella in distribuzione dalle cisterne va bollita, gli automezzi del gruppo comunale di Olgiate Comasco si sono occupati di distribuire acqua in bottiglia e risolvere altre piccole emergenze che si sono presentate. La collaborazione tra i gruppi di Protezione Civile è stata esemplare. Su tutti gli automezzi, oltre al personale esperto nell utilizzo delle attrezzature, erano presenti volontari di Olgiate esperti del territorio per potersi muovere con velocità e sicurezza. Per fortuna i lavori sono terminati prima del previsto e già in tarda serata l acqua è tornata a scorrere nei ribinetti delle nostre case. I ringraziamenti vanno a: - gruppo comunale di Protezione Civile di Olgiate Comasco, presente con 15 volontari e due automezzi per la distribuzione di bottiglie di acqua; - associazione Volontari del Lario, presente con 4 volontari, un autobotte ed un modulo; - gruppo comunale di Protezione Civile di Cavallasca, presente con 5 volontari ed un modulo e le radio per le comunicazioni; - gruppo comunale di Protezione Civile di Ronago, presente con 5 volontari ed un modulo; - gruppo comunale di Protezione Civile di Parè, presente con 4 volontari ed un modulo; - gruppo comunale di Protezione Civile di Gironico presente con 8 volontari. I Volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile Città di Olgiate Comasco OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale 19

20 dai Cittadini L ex-cappellina del Medioevo... che polverone! Egregio Direttore, siamo un gruppo di persone, che ha votato gli attuali amministratori. Ma siamo rimasti molto sorpresi nell apprendere che la cappella del Medioevo, dove tante volte siamo andati a Messa ai tempi di don Giovannino De Girolami, è stata restaurata dalla Giunta per essere destinata alle celebrazioni dei matrimoni civili. Ci sembra una cosa molto inopportuna e sconveniente. Cosa ci risponde? A nome di un gruppo di elettori ed elettrici Vittore Bernasconi Questa lettera esprime le stesse considerazioni, che mi sono state comunicate per telefono e con interpellanze per strada nelle scorse settimane. Mi sento anchi io, in quanto cattolico, abbastanza in sintonia sul piano affettivo con la sensibilità espressa da chi scrive. Ma credo che si debba fare uno sforzo di razionalità, per valutare le circostanze nella loro oggettività. La cappella non era consacrata e non è destinata ai matrimoni civili Va precisato che l ex-cappellina del Medioevo, in cui da trent anni in qua non si è più celebrato, non era affatto, come qualcuno pensa, una chiesa consacrata. Era un oratorio privato aperto al pubblico, in cui era autorizzata la celebrazione della Messa. Al massimo era stata benedetta, come si benedicono le scuole e i bar il giorno dell inaugurazione. Con la laicizzazione (tecnicamente riduzione ad uso profano ) già concessa dall autorità ecclesiastica diocesana, essa è ora semplicemente una sala civile. L amministrazione comunale, con il restauro conservativo della struttura e degli arredi, ha inteso recuperarne la godibilità da parte del pubblico come bene culturale, nel prestigioso contesto del Medioevo. Essa non è stata affatto destinata a sala per i matrimoni civili, che in via ordinaria vengono celebrati in Municipio nella sala consiliare. Semplicemente la Giunta ha previsto la possibilità di concederne l uso a chi ne fa espressa richiesta perché il posto così suggestivo del Medioevo gli piace anche per celebrare i matrimoni civili. Nessuna concorrenza alla chiesa Qualcuno piuttosto importante mi ha quasi assalito per dirmi: Già adesso vanno in parrocchia a chiedere di benedire gli anelli prima di sposarsi in comune, se poi li sposate nella cappella diranno che è inutile sposarsi in chiesa parrocchiale, perché anche il comune mette a disposizione una chiesa. Capisci che confusione?. Si teme, insomma, un abbaglio di percezione da chi chiede di sposarsi nella sala civile, che mantiene l aspetto della cappella. In verità, più che il luogo, di fatto si giudica chi chiede di usarlo. Ora, pensare che la cappella del Medio Evo faccia concorrenza alla chiesa, perché lì si uniscono in matrimonio civile due persone, che non si sentono pronte o non vogliono o non sono ammesse ad accedere al matrimonio sacramentale, non suona un po troppo irrispettoso di chi consapevolmente sceglie di sposarsi in chiesa, seguendo con fede il percorso di preparazione del cristiano praticante? E poi, siamo così sicuri che i matrimoni celebrati in chiesa al di là della forma esteriore siano tutti quanti effettivamente validi ai sensi del Diritto Canonico? Non viene mai il dubbio che dal punto di vista cattolico sarebbe più coerente se certi matrimoni fatti in chiesa per pura tradizione, più che per convinzione (in quel giorno si vedono in chiesa sposi e invitati mai visti prima, e poi non più) si celebrassero in comune, magari nell ex-cappella, così da non confondere la celebrazione di un sacramento con una bella festa mondana, contornata da fiori e organo solamente per adeguarsi ai film? Certamente non chiederanno di sposarsi nell ex-cappella coloro che sono convintamente atei, cui darebbe fastidio vedere da qualche parte immagini religiose. E, di converso, chi può escludere che qualche cristiano, che dai tempi della cresima sta lontano dai sacramenti, in occasione del matrimonio civile in un surrogato di chiesa come l ex-cappella, non sia mosso da un pizzico di nostalgia per la Chiesa, che lo faccia riflettere sul suo essere stato battezzato, nel momento in cui compie l importante passo, che lo immette nella comunità di vita coniugale (CDC, 1135)? Queste considerazioni evidentemente sono sul matrimonio, più che sul luogo dove viene celebrato. Il matrimonio civile merita rispetto e non è un atto di disprezzo alla religione Proprio perché il matrimonio, anche quello civile, dà origine una famiglia formata da coniugi che sono marito e moglie e non concubini (o conviventi come si dice adesso), non è un certamente un atto di disprezzo della religione, tantomeno del luogo in cui viene celebrato, se per caso questo è stato un luogo di preghiera. La famiglia è sacra solo se scaturisce da un matrimonio-sacramento o è mazzinianamente sacra alla sua maniera (Dio, Patria, Famiglia!) anche per un non credente? La Costituzione contempla come famiglia solo quella fondata sul matrimonio concordatario o anche quella che nasce dal matrimonio regolato dal solo Codice Civile? Svalutare il matrimonio civile da parte di un cristiano, non è un offesa alla famiglia costituzionale, cui ha diritto anche un laico? Mi si risponderà: sì, ma non sta bene che si celebri in chiesa. Fatto incontestabile è che la presunta chiesa è stata ufficialmente dismessa da luogo di culto dall autorità ecclesiastica, ed ora è solamente una bella sala civile. Non bastano i ricordi di alcuni a mantenerla chiesa. Si prenda rispettosamente atto almeno del fatto che lo ripeto chiaro e tondo a chi non se ne è accorto o non ci ha riflettuto da trent anni in qua non vi è stato compiuto più alcun atto di culto o iniziativa pastorale o di semplice preghiera (nemmeno la recita pubblica di un Ave Maria in un giorno di maggio) che tenesse in rianimazione quel bel locale come 20 OLGIATE, Foglio di Informazione Comunale

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI

ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE. COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA I.C.I. art. 16 bis del regolamento comunale ICI ATTRIBUZIONE/AGGIORNAMENTO CLASSAMENTO CATASTALE COMUNICAZIONE ADESIONE DEFINIZIONE AGEVOLATA ICI art 16 bis del regolamento comunale ICI Il sottoscritto Nato a il CF Residente a in via tel con riferimento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Circolare n.20 Roma, 4 marzo 2011 Prot. n. 1483 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Sovrintendente Scolastico della Provincia di BOLZANO Al Dirigente del Dipartimento Istruzione

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti Premessa L IMU comporta un forte aumento del prelievo patrimoniale sugli immobili (pari al 233% dell ICI) gran parte del quale va a beneficio

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli