La parentopoli di Anzio. La cultura? 614 euro prego. Il calcio brucia N U M E R O V E N T I Q U A T T R O - G E N N A I O

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La parentopoli di Anzio. La cultura? 614 euro prego. Il calcio brucia N U M E R O V E N T I Q U A T T R O - G E N N A I O 2 0 1 1"

Transcript

1 N U M E R O V E N T I Q U A T T R O - G E N N A I O cent L I N F O R M A Z I O N E F A C E N T R O Sì ai bamboccioni in politica In un periodo storico in cui il progresso rende eterne le generazioni dei nati negli anni quaranta, e che considera giovane un cinquantenne e bamboccione un trentenne, non c è da meravigliarsi se all interno del Consiglio comunale di Anzio, siano ampiamente rappresentate le generazioni degli anta a scapito di quelle più giovani. Allo stesso modo non c è da sorprendersi se i giochetti di palazzo dei soliti maneggioni della politica non lascino ben sperare su un possibile ringiovanimento della classe dirigente. Tutto ciò, naturalmente, penalizza l intera comunità: i giovani hanno infatti più stimoli, più forze e più idee che porterebbero ad una modernizzazione di meccanismi ormai stantii, con l energia giusta per migliorare e arricchire una città che inizia a manifestare la spossatezza di una vecchiaia dalla quale sembra impossibile guarire. Proviamo soltanto ad immaginare una polis governata dai cosiddetti bamboccioni. Di certo ci sarebbe più sensibilità per la bellezza e per la cultura, il miglior biglietto da visita per qualsiasi città. Si riporrebbe maggiore attenzione e interesse per le nuove fonti di energia rinnovabili e per la scelta dei materiali per la costruzione delle strutture pubbliche. I bamboccioni, senza dubbio, si impegnerebbero con convinzione in favore di progetti che mettano in campo una vera solidarietà estesa anche ai nuovi cittadini immigrati. E, soprattutto, si inizierebbe a considerare come città vere e proprie le frazioni di Falasche, Villa Claudia, Marechiaro, Anzio Colonia, Lavinio, Sacida, restituendo loro dignità. Soprattutto ci sarebbe maggiore attenzione per il cittadino, per esempio convocando i Consigli comunali nelle ore pomeridiane, per incoraggiare la partecipazione della comunità. Prima o poi arriverà il momento dei bamboccioni, perché sono sempre di più i giovani che rifiutano un esistenza passiva, che non amano vivere nell ignoranza e che vogliono lasciare un segno tangibile nella crescita della nostra città, senza più essere semplicemente i clientes del politico di turno. Andrea Mingiacchi La parentopoli di Anzio Dov è la novità? Che la politica fosse la chiave da girare per inserire parenti e amici nei meccanismi dell amministrazione è cosa nota. Succede dai tempi dell antica Roma e la pratica è proseguita più o meno indisturbata fino ai giorni nostri. È persino superfluo parlarne ancora. Le assunzioni facili sono il mattone con cui costruire le clientele e radicare una base di popolo fedele da mobilitare nelle competizioni elettorali. Ad Anzio sono addirittura un usanza tuttora rispettata come fonte di sopravvivenza. All apparenza non c è nulla di illegale, perché dispositivi quali i bandi o le selezioni pubbliche sono serenamente impiegati alla luce del sole, per garantire stipendi sicuri ai mille cugini della politica. segue a pag. 15 La cultura? 614 euro prego Amici di tutte le associazioni culturali del territorio e cari cittadini, tutti voi conoscete bene la carenza, nella nostra città, di spazi espositivi attrezzati e adeguati e le difficoltà che si incontrano per costruire cultura in Anzio. Oggi, ahimè, c è un altra novità, e ve la racconta chi l ha vissuta sopra la propria pelle. Ricordate la Sala degli Specchi del Paradiso sul Mare, praticamente l unico spazio polifunzionale del nostro Comune? Vi piacerebbe poterne disporre per arricchire con i vostri contenuti la comunità? Ecco la procedura. segue a pag. 15 Il calcio brucia Una volta era lo sport più amato dagli italiani. Un tempo era la disciplina che raggruppava i migliori nomi del firmamento mondiale (basti pensare agli anni 80 e vengono in mente Zico, Maradona, Platini e Falcao, tutte stelle del football approdate in Italia). Il calcio faceva bruciare di passione i tifosi di tutta la penisola, in un rito collettivo che scandiva i ritmi delle domeniche alimentando sogni e illusioni. Adesso? Il calcio brucia lo stesso, ma attraverso i colori dei fumogeni lanciati da una curva all altra, o peggio ancora tramite petardi e molotov. Il calcio è bruciato anche a livello dilettantistico, in un ambiente nel quale non sussistono le esasperazioni del mondo professionistico. di Marcello Bartoli, segue a pag. 15

2 2 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Anzio Space

3 Anzio Space Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Ricorrono al prestito anche imprenditori, politici e attrici romane CRISI: TORNA IL BANCO DEI PEGNI Ottomila anziati impegnano i gioielli di famiglia Una delle scene più toccanti del celebre film Ladri di biciclette si svolge all interno di un banco dei pegni. Antonio Ricci, il protagonista interpretato da Lamberto Maggiorani, porta le lenzuola di casa per riscattare la sua vecchia bicicletta e poter così iniziare la nuova attività di attacchino comunale. Era l Italia dell immediato dopoguerra, c era la fame e, proprio come Antonio, molti italiani in condizione d indigenza ricorrevano al banco dei pegni per tirare avanti. Sono passati 62 anni da allora, e nonostante l Italia di oggi sia una lontana parente di quella descritta nel film di Vittorio De Sica, il banco dei pegni ha ancora una sua efficace presenza nell ambito del credito in Italia, soprattutto per quanto riguarda quello a pronta cassa. LA CRISI. La crisi degli ultimi anni, proprio come allora, ha riportato in auge il ricorso al banco: da dentro i comò si tirano fuori catenine d oro della Prima Comunione, spille della nonna, anelli di fidanzamento, insomma tutto quello che può essere utile per racimolare i soldi per pagare la rata del mutuo, le bollette del gas e della luce, la rata della macchina, o per quelle spese che ti arrivano tra capo e collo improvvise ed inattese. Un elemento significativo del ritorno a questo tipo di operazione è il numero sempre maggiore di persone che vi ricorrono. Secondo i dati ufficiali denunciati dall Assopegno, l associazione che racchiude i 50 istituti di credito che svolgono questo tipo di servizio, le cifre del giro d affari che grava intorno ai pegni sono passate dai 568 milioni di euro del 2004, agli oltre 650 dell anno scorso, attestandosi ad oltre 300 mila polizze l anno. ANZIO. L istituto di credito che ad Anzio svolge questo servizio è la Unicredit, che ha ereditato questa attività dalla Cassa di Risparmio di Roma, che gestiva lo storico Monte di Pietà. Andrea Silvestri, da vent anni stimatore del banco di vicolo Aldobrandini, ha visto passare per le sue mani tante ricchezze, ed ha visto davanti al suo sportello anche tanti volti, ognuno con la sua storia di necessità. Vent anni fa, quando ho cominciato a lavorare qui - spiega -, la gente portava ancora coperte e biancheria, ma la facevano da padrone computer, macchine fotografiche, francobolli e persino fucili da caccia. Poi, con l avvento massiccio delle banche si è puntato più sulla qualità. Ora si accettano solo gioielli, pellicce e qualche tappeto di lusso. Il volume d affari, con la recessione economica, ha registrato un impennata anche ad Anzio: I primi segni di crisi sono comparsi con l avvento dell Euro - continua Silvestri -. Poi, 3 negli ultimi anni, c è stato il boom. Adesso da noi vengono davvero tutti. Vent anni fa i nostri clienti erano per lo più pensionati e disoccupati. Dalle quindici pratiche al giorno di allora, siamo passati alle attuali quaranta, per un totale di oltre ottomila clienti che hanno depositato i loro beni da noi. A ricorrere a questo tipo di credito sono un po tutti: commercianti, operai, imprenditori, persino alcuni politici e, incredibile, anche delle attrici di Roma, che per non farsi vedere nella Capitale vengono ad Anzio ad impegnare le loro gioie nei momenti di scarso lavoro. Tutte persone che, tempo addietro, avendo qualche soldo da parte, avevano acquistato per loro fortuna dei beni di lusso, e che ora rimasti senza liquidità preferiscono monetizzarli in questa forma di credito. IL PRESTITO. La concessione del prestito avviene in pochi minuti, e non è vincolata ad indagini amministrative. Si porta l oggetto allo sportello, che viene visionato e stimato, e poi, firmata la pratica antiriciclaggio e le polizze, vengono consegnati i soldi. Il prestito ha la durata di sei mesi (può essere rinnovato di volta in volta, per un massimo di cinque volte), e comporta un interesse annuo dell 11,70 % (ricordiamo che la Banca d Italia ha stabilito il tasso massimo per i crediti personali, per il corrente anno, al 18,80%). LE ASTE. Secondo i dati esistenti solo l 8% degli oggetti non viene riscattato e, scaduto il termine del prestito, finisce all asta. Le vendite all asta, che sono disciplinate da precise norme di legge, oltre ad essere molto affollate, tanto che l anno scorso a Torino dovette intervenire la Forza Pubblica per regolarne una, diventano un modo molto efficace di acquistare gioielli e beni di valore ad un prezzo inferiore a quello di mercato. Un vanto del servizio è la custodia del bene in pegno, che è reputata sicurissima: ad Anzio, essendo il caveau molto piccolo, tutti i gioielli vengono mandati, per maggiore sicurezza, a Roma. A quanto pare di furti non ce ne sono mai stati: Solo una volta conclude Silvestri - parliamo di qualche anno fa, ci hanno provato. Ma per fortuna non ci sono riusciti. Maurizio D Eramo

4 Space - Città 4 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Anzio Space La parentopoli di Anzio: assunzioni sospette al servizio mensa Cugìnopoli Ad Acqualatina i figli dei consiglieri. Alla Intini il nipote di Placidi Non c è solo l Atac, e non c è soltanto Roma, perché, come scrive il poeta, non solo nella Capitale nascono i fiori del male. La parentopoli esplosa nella città eterna, che ha coinvolto l agenzia di trasporto locale, non è l unica faccia della medaglia. Anche in provincia, infatti, il clientelismo politico impera, e le assunzioni facili di parenti, amici, amici degli amici, sodali, è da tempo prassi comune negli uffici comunali e nelle varie società partecipate. Tutto ciò accade anche ad Anzio, molto spesso nel silenzio generale e nella totale indifferenza Inoltrata segnalazione a fiamme gialle della comunità, che accetta il fatto come inevitabile. Succede così che le segreterie degli assessori reclutano, in qualità di esperti, compagni di partito provenienti da città limitrofe, o che nelle società partecipate del Comune figurino, tra i dipendenti, i figli dei consiglieri eletti. Tutt intorno regna una reticenza quasi disarmante, e pochi si lamentano se i parenti degli amministratori beneficiano di canali preferenziali per accedere a contratti di lavoro profumatamente retribuiti coi soldi dei contribuenti. LA LISTA. Anzio Space è entrato in possesso di una lista, opportunamente verificata, di uomini e donne che lavorano negli enti pubblici, nelle società e cooperative che gestiscono servizi, accomunati dall imbarazzante anomalia di essere palesemente riconducibili alla politica locale. Tra loro, entrambi assunti presso Acqualatina, i figli dei consiglieri di maggioranza Pierluigi Campomizzi e Mario Pennata. Altro caso eloquente è l impiego, presso l assessorato alla Cultura, del consigliere comunale in forza al Pdl di Ardea Riccardo Iotti. Quest ultimo, reclutato con delibera di Giunta dell aprile 2009, alla vigilia delle elezioni Europee, è stato confermato il 21 gennaio 2010 con scadenza contrattuale al 31 dicembre. NETTEZZA URBANA. Ulteriori esempi si registrano tra le ditte che gestiscono la nettezza urbana. Come è noto il servizio è affidato alla Intini Source e alla Gesam srl, che si sono divisi i dipendenti della Volsca, procedendo poi a nuove assunzioni. Tra le new entry sono riconoscibili lavoratori parenti o comunque collegati a singoli amministratori ed esponenti politici. Nella Intini Source è stato assunto M.P., nipote dell assessore comunale all Ambiente Patrizio Placidi. Sempre alla Intini lavora F.L., vicinissimo allo stesso assessore, e S.D., marito di S.M., dipendente comunale in forza all assessorato all Ambiente. E, tempo fa, girava persino un foglietto anonimo con tutti i nomi corredati di rispettivi padrini politici: si dice fosse la conseguenza di un conflitto tutto interno al centrodestra sulle assunzioni nelle ditte che si occupano della raccolta rifiuti. Un probabile tentativo di pressione, insomma, terminato con il successo dell ideatore di questo accorgimento, che avrebbe incassato il trasferimento di due fratelli a lui vicini. Una segnalazione, anche se non per iscritto, è stata inoltrata alla Guardia di Finanza. Un ufficiale delle Fiamme gialle ha però sconsigliato di procedere perché la Intini è una ditta privata e può assumere chi vuole. Peccato abbia vinto un appalto di quasi 25 milioni di euro, il luglio 2008, per la gestione quinquennale del servizio della nettezza urbana. In Consiglio un foglietto con tutti i nomi LO STRANO CASO DI M.R. Una vicenda misteriosa e ancora tutta da decifrare riguarda l assunzione, presso un assessorato comunale, di M.R. Questa persona viene licenziata poco dopo, con una determina Il giallo della sede Asci immediatamente successiva al varo della manovra estiva del Governo, che stabilisce un tetto di spesa al personale degli enti locali. Con tutta probabilità ci si rende conto che questo contratto provoca lo sforamento del tetto di spesa, e si provvede in tal senso. Uscito dalla porta, però, M.R. rientra dalla finestra. Lo troviamo infatti impiegato presso il servizio della mensa scolastica. Per chi non lo sapesse l ufficio di refezione scolastica ha necessità di un supporto informatico per coordinare i processi amministrativi e contabili della mensa. A tale scopo è stata contattata la società TECNORG, e il Comune ha impegnato all uopo quasi 9mila euro per l anno scolastico in corso. M.R. non è una persona qualunque: sarebbe infatti legata al figlio di un noto consigliere comunale di maggioranza. ANZIO COLONIA. Emblema di un malcostume diffuso è poi la nota richiesta di una sede da parte del comitato di quartiere di Anzio Colonia. Da anni il comitato chiedeva al Comune l assegnazione di un locale per le proprie attività, ma il Municipio ha pensato bene di assegnare a tempo di record questa sede, sita in Piazza Santa Maria Regina, all associazione A.S.C.I. (Associazione Sociale Consumatori Italiani), e quindi al rappresentante legale della stessa, il signor Corrado Vulpiani. L associazione, secondo una recente dichiarazione dell assessore comunale al Bilancio Giuseppe Mercuri, avrebbe ricevuto un attenzione particolare per la funzione di sportello al consumatore che svolge. Sarà anche vero ma al Comitato nessuno ci crede. Poi, spulciando qua e là, si scopre la vicinanza tra il rappresentante legale Asci, Vulpiani, e il consigliere comunale e provinciale Pdl Romeo De Angelis. Un rapporto consolidato anche e soprattutto nella reciproca collaborazione allo sportello Fare Impresa della città di Anzio. (segue) A.C.

5 Anzio Space Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Per il PD Creo è solo la punta dell iceberg. Colantuomo (PRC): Vergogna UNO SCHIAFFO AI CITTADINI Opposizione all attacco dopo le rivelazioni di Anzio Space su alcuni presunti casi di parentopoli nei primi 2 anni e mezzo di amministrazione Bruschini. Purtroppo - ragiona il segretario comunale del PD Ivano Bernardone - è noto a tutti che il potere, in Italia, è spesso gestito ed utilizzato per finalità private e genera questo tipo di cortocircuiti. Il clientelismo va combattuto con fermezza, tuttavia - aggiunge - bisogna distinguere tra la lotta ad un fenomeno degenerativo della politica e gli sterili ed odiosi attacchi alla sfera personale. Confido quindi che questa vicenda sia chiarita con il rigore che merita, ma con il pieno rispetto delle persone coinvolte. Spero che resti un problema di contenuti politici e, a tal proposito, mi chiedo che fine abbia fatto l intesa trovata per varare un codice etico che non sia semplicemente la replica di norme ampiamente previste dal codice penale. E perché solo io e pochi altri abbiamo depositato la nostra dichiarazione dei redditi affinché il Comune la rendesse pubblica, e non lo fanno invece il Sindaco, tutti gli assessori, i consiglieri comunali e gli amministratori delle società pubbliche?. Questo fenomeno, spiega il consigliere del PD Massimo Creo, è il sintomo di una gestione privatistica del potere. In Consiglio comunale non è mai stata affrontata la questione se non con lo sfogo di un consigliere di maggioranza: venne in aula con una lista di nominativi assunti dalla Intini, ma tutto si risolse in una bolla di sapone. Per Creo serve un cambio di passo: E disgustoso pensare che alcuni privilegiati riescano a scavalcare gli altri con il sostegno della politica. Tutti - argomenta l esponente del Pd - abbiamo delle responsabilità, ma certamente questa condizione va superata con un cambio di mentalità anche nel corpo elettorale. Parentopoli è infatti solo la punta dell iceberg: per sconfiggerla, Opposizione all attacco dopo le rivelazioni di Anzio Space anche tra i cittadini, c è bisogno di un cambiamento forte e convinto. Non serve andare all Atac o all Ama di Roma. - sostiene Sergio Mangili, ex coordinatore comunale del Partito Democratico - Anche localmente c è un sistema che fa sì che i pochi posti a disposizione della pubblica amministrazione siano appannaggio esclusivo degli amministratori. Per Mangili questa situazione, oltre ad essere incostituzionale, è uno schiaffo a chi ha bisogno di lavorare. Purtroppo l opposizione fa finta di non vedere: dovrebbe, oltre a prendere una forte iniziativa pubblica sulla vicenda, anche inoltrare denuncia agli organi inquirenti. Vedrete che non farà nulla di tutto ciò. Questi fenomeni - sottolinea il consigliere Pd Enzo Toselli - hanno luogo anche perché da parte dell opinione pubblica non c è la giusta attenzione. Noi, come consiglieri di opposizione, possiamo fare poco. Se invece la stampa comincia ad occuparsene in modo approfondito, allora diventa possibile combattere un malcostume che testimonia la totale assenza di etica in politica. Addirittura furioso il capogruppo di Rifondazione Comunista a Villa Sarsina, Beniamino Colantuomo: Di cosa vi meravigliate? Gli ultimi concorsi che si fecero ad Anzio, oltre 10 anni fa, furono vinti dai figli dei politici, come quella del Presidente del Consiglio comunale di allora. Secondo Colantuomo le assunzioni facili sono sotto gli occhi di tutti: Pensiamo solo al Consorzio di Lavinio, chi ci lavora? Mi sento offeso in quanto cittadino, e mi vergogno che la città sia rappresentata da personaggi che la gestiscono in modo privatistico non tenendo in nessun conto l interesse comune. red Qui Radio Nerone INNOCENTE SONO Dicono che quelli di Anzio Space hanno pizzicato figli e nipoti dei politici assunti in Comune e nelle società partecipate. Dicono che hanno una lista con tutti i nomi. Io giuro e rigiuro che non ho mai avuto figli. Sono pronto a spergiurarlo sulla mia statua di bronzo. Claudia Augusta? Ma è morta in fasce! Sì, è vero, ho degli amici, dei parenti alla lontana, dei compagni di merenda, dei nipoti, dei cugini, ma insomma, mi sono anche ritirato da anni e vi assicuro che non ho un parcheggio a Villa Sarsina. Suvvia, cancellatemi da quel foglio. Vi posso infatti dare una dritta, in cambio di un, come dire, salvacondotto. Quel delinquente di mio zio Caligola ha fatto assumere al Senato niente di meno che il suo cavallo Incitatus. Quel ronzino scansafatiche erano anni che non andava in battaglia e, ammanicato com era, sapeva che, prima o poi, lo avrebbero sistemato. Non vi interessa? Va bè, se proprio mi avete beccato allora, io che sono Imperatore Romano, sarò costretto a dimettermi. Da Imperatore? Macché, mi dimetto da Romano UNA QUESTIONE DI METODO Tre soluzioni per sistemare amici e familiari Le assunzioni vengono decise misurando, con precisione maniacale, il peso politico di ciascuno. La pratica più diffusa, per inserire familiari e affini negli organi amministrativi, è il ricorso all avviso o al bando pubblico. Tutto appare perfettamente legale, anche se profondamente immorale. Chissà perché e chissà come, a vincere i bandi sono quasi sempre persone riconducibili ai partiti. C è poi la consuetudine degli incarichi temporanei nella pubblica amministrazione. Anche qui, a contare, non è il curriculum del neo assunto, ma la vicinanza a questo o a quell esponente politico. Altro costume è la richiesta di favori personali, intesi come assunzioni nelle società controllate e partecipate dal Comune, o che gestiscono servizi per conto dell ente comunale. E qua, a farla da padrone, è senza dubbio Acqualatina, il gestore del servizio idrico locale, considerata nell ambiente un vero e proprio assumificio. 5

6 Space - Città 6 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Anzio Space Il 2010 della Finanza: Scoperti 22 evasori totali. Chiusi 3 esercizi commerciali 50 MILIONI DI TASSE EVASE Il Capitano D Aniello: Presi i contrabbandieri dei capi griffati Intervista a cura di Silvia Arena Pochi giorni fa abbiamo scoperto due persone che vendevano su appuntamento del materiale contraffatto in un appartamento di Anzio. Commerciavano scarpe Hogan, giubbini Moncler, altri capi di Dolce&Gabbana, Liu-Jo, per un totale di 940 pezzi. Ne dà notizia il Capitano Giuseppe D Aniello, Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Nettuno, che Anzio Space ha deciso di intervistare per conoscere l operato delle Fiamme Gialle sul nostro territorio. Il settore della contraffazione - spiega D Aniello - colpisce soprattutto il Made in Italy ed è uno dei più redditizi per la criminalità organizzata. Capitano D Aniello, qual è il compito delle Fiamme gialle? I compiti della Guardia di Finanza riguardano sia l ambito amministrativo, che comprende le violazioni tributarie, cioè le verifiche e i controlli fiscali, sia l ambito penale. In campo amministrativo l attività viene svolta in base alle direttive dell autorità politica che ogni anno fissa le priorità d intervento e gli obiettivi da conseguire nel corso dell anno. La Compagnia di Nettuno è composta da 52 elementi che operano dal settore tributario a quello della polizia giudiziaria, quindi reati contro la pubblica amministrazione, usura, riciclaggio, lotta contro la contraffazione, tutela del mercato, del Made in Italy e tutela del consumatore, lotta al traffico delle sostanze stupefacenti. Può farci un bilancio del 2010? Abbiamo avuto risultati soddisfacenti. Delle oltre 250 verifiche e controlli fiscali effettuati sul nostro territorio siamo arrivati a constatare oltre 50 milioni di euro di evasione fiscale, tra imposte dirette ed iva. Abbiamo monitorato una serie diversificata di aree, dal commercio al dettaglio al settore edilizio, dalle associazioni no-profit a quelle sportive e ai professionisti. I controlli hanno portato alla scoperta di 22 evasori totali, cioè soggetti completamente sconosciuti al fisco perché non hanno mai presentato dichiarazione dei redditi. Sul settore del lavoro sommerso abbiamo scoperto 35 lavoratori in nero, sconosciuti sia al fisco che agli enti previdenziali. E i controlli sulle ricevute fiscali? Pare che ad Anzio tutti le dimentichino Sono i controlli sui quali i cittadini limitano la loro attenzione perché più frequenti, ma che non rappresentano certo tutto il nostro complesso lavoro. Nel corso dell anno abbiamo effettuato, nelle diverse categorie, 1550 controlli solo su ricevute e scontrini, e di questi circa il 30-35% sono risultati irregolari, nel senso che c è stata una mancata emissione di documenti fiscali. Le nostre banche dati ci consentono di monitorare il settore. Per esempio, se per lo stesso soggetto, nell arco di cinque anni, in quattro diverse occasioni viene constatata la mancata emissione della ricevuta fiscale, possiamo procedere con la richiesta all Agenzia delle Entrate della sospensione dell esercizio per tre giorni. Nel 2010 abbiamo notificato la chiusura temporanea di 3 esercizi commerciali. Contiamo che questi provvedimenti servano da deterrente per gli altri commercianti. Un bilancio della lotta ai marchi griffati e alla pirateria Abbiamo effettuato oltre 40 interventi nel settore, denunciando 30 soggetti, con un arresto e 5 sequestri di automezzi. Abbiamo requisito oltre 3000 prodotti contraffatti delle più famose griffe. Il materiale, come prevedono le normative, viene catalogato, inventariato, chiuso in scatoloni sigillati con il piombo e posto sotto sequestro, in attesa di ricevere dall autorità giudiziaria l autorizzazione alla distruzione. Per quanto riguarda la pirateria abbiamo sequestrato oltre 1500 prodotti audiovisivi pirata. Si tratta comunque di un fenomeno un po in calo perché con l avvento di internet, musica e video si scaricano direttamente dal web. L utilizzo del CD è in disuso ma di contro resistono le riproduzioni illecite di videogiochi per console. Visto che siamo in periodo, cosa ci dice sui botti di Capodanno? Stiamo operando e controllando proprio in questi giorni. Pensiamo di raggiungere anche lì un buon risultato, soprattutto a tutela della salute e della sicurezza del cittadino. Certo qui non siamo ai livelli della Campania, ma l attenzione deve essere elevata visto l incauto utilizzo dei fuochi d artificio. L anno scorso i controlli sono andati a buon fine perché siamo riusciti a sequestrare circa 300 chili di materiale esplosivo di quarta e quinta categoria (il più pericoloso). La Guardia di Finanza di Nettuno è impegnata anche nel controllo dei reati ambientali e contro l edilizia? Certo, e quest anno abbiamo posto sotto sequestro 29 unità abitative e terreni per 6700 mq. Circa tre mesi fa abbiamo scoperto un edificazione totalmente abusiva ad Anzio, in località Sacida, una zona vincolata dal punto di vista paesaggistico. Il piano regolatore, infatti, prevede la tutela della macchia mediterranea in quella zona, dove invece è stato costruito abusivamente un residence composto da otto villette, di cui tre abitate e cinque in costruzione e quasi ultimate.

7 Anzio Space Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Le nuove analisi smentiscono Acqualatina: Superati i 10mcg/l ARSENICO, VALORI FUORI NORMA Il Comitato: è cancerogeno, un pericolo per i bambini 7 Ad Anzio e Nettuno i valori dell arsenico nell acqua sono superiori ai 10 microgrammi per litro consentiti dalla legge. Nonostante ciò, i giorni scorsi, Acqualatina e il Comune di Anzio hanno rassicurato i cittadini, spiegando che la situazione è ampiamente sotto controllo perché i valori dell arsenico nell acqua non superano i 10 mcg/l. Qual è la verità? Anzio Space ha voluto vederci chiaro, e siamo andati a sentire Marco Bordacconi del Comitato Acqua Pubblica, che ci illustra il risultato delle nuove analisi. Dal prelievo di acqua presso la fontanella in zona 3 Cancelli la quantità di arsenico è di 11,1 microgrammi in un litro. In quella San Giacomo-via Tinozzi la quantità è addirittura superiore: 12,1 mcg/l. Bordaccioni, che succede? Una volta per tutte diciamo che il limite stabilito dalle normative europee è 10 mcg/lt, ribadito dall Ue il 28 ottobre scorso, quando, fissando l asticella a 10 mcg/lt, non concedeva la terza deroga all Italia. L Ue ha anche concesso deroghe temporanee a Comuni o Regioni con valori di arsenico compresi fra 10 e 20 mcg/lt, in attesa che questi ripristinassero la qualità dell acqua. Comune e Acqualatina sostengono che i valori sono sotto controllo Questa non è la realtà. Il Comitato Acqua Pubblica ha finanziato di tasca propria l analisi dell acqua, ed i risultati sono stati differenti: sia ad Anzio che a Nettuno i valori sono superiori a 10 mcg/lt. In altri Comuni della provincia di Latina i dati sono ancora più allarmanti sforando il limite dei 20 mcg/lt. E poi vorrei sottolineare che Acqualatina parla di valori medi e non riporta mai quelli effettivi, relativi ai singoli campionamenti per ciascuna fonte. Quali sono i rischi per la salute? Quando viene ingerito l arsenico è trasportato dal sangue nei diversi organi: fegato, reni, polmoni, milza e pelle, aumentando l incidenza di lesioni patologiche e di natura cancerogena. I suoi metaboliti sono eliminati con le urine in un tempo variabile da uno a tre giorni. Quali le restrizioni da adottare qui ad Anzio e Nettuno? L assorbimento dell arsenico attraverso la pelle è minimo, e quindi non vi sono rischi per la salute nell utilizzare l acqua per lavare i denti, fare il bucato a mano o in lavatrice e per fare il bagno. Fino a nuove indicazioni sono definite potabili le acque con un valore di arsenico compreso tra 10 e 20, e assolutamente non potabili quelle con valori sopra i 20 mcg /lt. Entrambe, però, divengono inaccessibili per i bambini al di sotto dei tre anni, pertanto è opportuno non utilizzare l acqua per la reidratazione e la ricostituzione di alimenti per bambini. Come si viene in contatto con l arsenico? I composti inorganici dell arsenico, di gran lunga i maggiormente presenti nelle acque superficiali e sotterranee, sono i più tossici, mentre i composti organici, presenti soprattutto nei pesci, sono meno tossici. L uomo ingerisce arsenico principalmente da acqua e cibo: per questo è necessario mantenerne sotto controllo la concentrazione con un adeguato programma di analisi. Cosa dovrebbe fare Acqualatina? I trattamenti che possono essere realizzati dai gestori degli acquedotti si basano sulla filtrazione e il trattamento con resine a scambio ionico; sono processi relativamente costosi che richiedono tempo per la messa in opera e la presenza di personale specializzato per il funzionamento degli impianti. Cosa auspicate per il futuro? Chiarezza assoluta da parte delle istituzioni. Emanuela Moroni DIVIETI E DEROGHE, UNA VICENDA intricata L Ue ha respinto la richiesta italiana di una nuova dispensa Anzio e Nettuno sono entrate nell occhio del ciclone insieme ad altri 126 comuni in tutta Italia (90 solo nel Lazio) dopo che la UE (Unione Europea ), il 28 ottobre scorso, ha respinto le richieste italiane per una ulteriore deroga sui limiti massimi di arsenico tollerabili nelle acque destinate al bere. Procediamo con ordine. Lo Stato Italiano (rappresentato dal Ministero dell Ambiente) ha concesso due deroghe consecutive (ognuna della durata di tre anni) alle Regioni che presentavano livelli di arsenico superiori ai 10 microgrammi/litro previsti dalle normative europee. Queste deroghe, che l Italia si è autoconcessa, una per il triennio e una per il triennio , venivano a decadere il 31 dicembre 2009, data in cui la faccenda è passata per legge in mano all Europa: la terza deroga in materia di potabilità delle acque può essere infatti concessa solo dalla Comunità Europea e solamente nel caso che, per circostanze eccezionali, non sia stato possibile dare completa attuazione ai provvedimenti necessari per ripristinare la qualità dell acqua. L Italia ha così cominciato la trafila chiedendo all UE una terza deroga per le forniture di acqua in sei regioni: Campania, Lazio, Lombardia, Toscana, Trentino Alto Adige e Umbria. In sostanza si chiedeva un innalzamento dei limiti di arsenico (dai 10 che la normativa prevede ai 50 richiesti dall Italia) delle acque destinate al consumo alimentare. La Commissione Europea, il 28 ottobre 2010, ha espresso parere negativo inviando al Ministero dell Ambiente italiano una nota in cui si precisa che le deroghe richieste dall Italia non sono concesse per quanto riguarda l arsenico; si consentono deroghe temporanee fino a 20 μg/l, mentre valori di 30, 40 e 50 μg/l determinano rischi troppo gravi per la salute. Il mancato rinnovo delle deroghe è stato reso noto il 18 novembre 2010 quando il Dipartimento Istituzionale e Territorio della Regione Lazio ha inviato una comunicazione ai Comuni interessati, ai gestori dei Sistemi Idrici Integrati (tra cui Acqualatina S.p.A), alle Province (tra cui quella di Latina), alle Autorità d Ambito (anche quella dell Ato4) e alle ASL di Latina e RmH (competente per Anzio e Nettuno). E. Mor.

8 Space - Città 8 Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Anzio Space 36mila famiglie potrebbero perdere l unica fonte di sostentamento BALNEARI: NO ALLA DIRETTIVA BOLKSTEIN L UE: concessioni all asta ogni 6 anni. Contrari gli operatori aziende di servizi (a cui l UE si rivolge) ma delle loro. Si reclama quindi il Made in come vere attività commerciali. Gli operatori rifiutano la direttiva perché non tiene conto che il bene balneare, in Italia - spiegano -, si può chiamare così solo grazie alla nostra passione, al nostro impegno, alla nostra dedizione che, nel corso degli anni, spesso tramandando l attività da padre in figlio, La direttiva UE si chiama Bolkstein, dal nome del suo inventore. Non coinvolge solo gli stabilimenti balneari, ma tutti i venditori ambulanti concessionari di territori pubblici, e si rivolge alle attività di servizi con l obiettivo di favorire la crescita economica e l occupazione nell UE in sintonia con i Trattati dell Unione. In soldoni avrà conseguenze sul destino di 36 mila famiglie italiane, che potrebbero perdere la loro attività, spesso l unica fonte di sostentamento. Nel caso delle aziende o stabilimenti balneari, infatti, la Bolkstein contesta il fatto che le concessioni demaniali delle spiagge vengano rinnovate automaticamente senza principi concorrenziali. E tanto basta a suscitare la protesta, anche ad Anzio e Nettuno, degli operatori del settore, che temono lo scippo della loro attività. La Bolkstein impone di mettere all asta le concessioni ogni 6 anni, in modo che i cittadini possano partecipare e avere la possibilità di gestire il bene pubblico. La direttiva andrà messa in pratica entro il 2015 e anche l Italia dovrà adeguarsi. Da qui la rabbia e lo sconcerto di questo bollente dicembre, con gli imprenditori balneari che pretendono di uscire subito dalla direttiva Bolkstein perché non si riconoscono come abbiamo riposto in questa attività investendo capitali e lavoro. Una situazione che non ha eguali nel resto d Europa, dove è inesistente un contesto balneare paragonabile a quello italiano. Si rischierebbe quindi, secondo gli operatori, di attuare una direttiva a senso unico, con inglesi o tedeschi che potranno comprare le concessioni delle nostre spiagge mentre noi italiani non sapremmo che farcene Italy anche per gli stabilimenti balneari. Le regioni più attive al momento sono Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche e Lazio, dove assemblee e convegni si susseguono, presieduti da personalità politiche e sindacati dei balneari. Lara Comi, europarlamentare 27enne del PDL, ha già attivato un working group a Bruxelles per la realizzazione della direttiva in Italia e, rivolgendosi ai balneari, sostiene che essendo la direttiva già recepita dal Governo italiano non è più possibile tornare indietro. In effetti la normativa è stata recepita dallo Stato italiano con il D.L. 59/2010 che, curiosamente, esclude tutte le attività a rischio di essere considerate servizi tranne quella dei balneari e quella dei venditori ambulanti. Il 17 dicembre si sono svolti due importanti convegni, uno organizzato dal PDL in provincia di Pescara, l altro a lido di Camaiore in Versilia disposto dal PD. Sono intervenuti in entrambe le riunioni, insieme ai sindacati, i Presidenti di Regione e di Provincia, Europarlamentari, parlamentari di Camera e Senato, e dagli incontri è emersa la volontà di organizzare una grande manifestazione entro la fine di gennaio. Alessandro Tinarelli Il litorale a rischio erosione. I lavori entro gennaio 2011 SPIAGGE ALL ASTA? MONETA DI SCAMBIO ELETTORALE Parla Di Renzoni (SIB): non offriamo servizi, facciamo commercio Daniela Di Renzoni del SIB Anzio -Nettuno, il sindacato C onfcommercio che racchiude i tre quarti degli operatori balneari in Italia, ci accoglie nel suo ufficio all interno del centro Anteo per spiegarci l intricata situazione del rapporto con la direttiva UE Bolkstein. Di Renzoni, il 15 dicembre voi del SIB Lazio vi siete riuniti a Terracina, quali sono stati i contenuti dell assemblea? Uscire dalla direttiva Bolkstein. Noi abbiamo un grande problema: ci hanno inserito in una direttiva che, in sintesi, si rivolge a tutti coloro che prestano servizi, ma noi non offriamo servizi remunerati. I nostri servizi, come il salvataggio in mare, il pronto soccorso o la pulizia delle spiagge anche da vetri e siringhe, non ci vengono pagati da nessuno e rientrano nelle condizioni della concessione. I Comuni infatti non si occupano della manutenzione delle nostre spiagge. Il fatto, poi, che mi ripaghi vendendo ombrelloni e gelati non vuol dire che faccio servizi ma commercio. Il 2 dicembre vi siete incontrati con l assessore regionale al Turismo Stefano Zappalà. Cosa vi siete detti? Gli ho spiegato che noi balneari siamo dei lavoratori, dei circensi con la pelle bruciata dal sole, che dopo aver aperto sdraie sulla sabbia bollente passiamo in cucina e poi a lavare i bagni e, dopo, a fare la spesa. Gli ho chiesto perché, mentre si elargisce cassa integrazione, il nostro lavoro viene umiliato. Mettere all asta le spiagge significa produrre l ennesima moneta di scambio per ottenere voti, sempre che non si cada nel riciclaggio del denaro sporco. Abbiamo chiesto di uscire dalla Bolkstein perché non ci riguarda. Pare ci sia un altro problema sulle spiagge: l erosione delle nostre coste è da prendere sul serio? Assolutamente si. Ci sono spiagge che rischiano di non aprire perché il mare le sta inghiottendo, inoltre ci sono anche rischi di frana sulla riviera di ponente di Anzio. Ho appena sentito la ditta che farà il primo blocco di sei dighe, chiamate pennelli, e distanziate 1200 metri una dall altra. I lavori inizieranno entro Gennaio 2011 e si effettueranno nello specchio d acqua del lido delle Sirene. Il secondo blocco di pennelli è attualmente in appalto e sarà fatto di fronte il lido di Marechiaro. Il terzo blocco ancora da appaltare si collocherà davanti Anzio Colonia. A. Tin

9 Anzio Space Space - Città Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno I cittadini lamentano l insufficiente pulizia delle strade RIFIUTI, ANZIO FANALINO DI CODA Secondo CittadinanzAttiva cassonetti sempre pieni e danneggiati Anzio con il 39% e Civitavecchia con il 36%. CONCLUSIONI. L analisi di CittadinanzAttiva prende in considerazione anche l ambito del trasporto su ferro nel Lazio. Non lo abbiamo valutato perché a tutti sono noti i disservizi della tratta ferroviaria Nettuno-Roma. Tuttavia, per ciò che riguarda la condizione del servizio di raccolta rifiuti e dell igiene urbana, Anzio è pressoché fanalino di coda nella provincia di Roma, almeno tra le città esaminate. Dall indagine emerge infatti che i cassonetti non vengono svuotati con la giusta frequenza, che sono spesso danneggiati quando non addirittura rotti, e che il livello di pulizia stradale è al di sotto della media. Ci chiediamo, a questo punto, per quale motivo le ditte che si occupano solo il 7% risulta sempre colmo. Anzio ha poi della nettezza urbana in città, la Intini Source il record per i cassonetti con il coperchio e la Gesam srl, che si sono aggiudicate un danneggiato: 82% dei casi contro il 51% di appalto di quasi 25 milioni di euro, non Monterotondo. Anche nei contenitori per riescano a soddisfare le esigenze dei cittadini. la raccolta di vetro e plastica il risultato red peggiore lo ottiene la città neroniana, con il 73% delle segnalazioni per coperchio danneggiato. Segue Civitavecchia con il 7,1%. Problematica poi la condizione dei raccoglitori della carta: in città il 62,5 per cento di quelli rilevati risulta sempre pieno. Segue Monterotondo con il 48% dei casi. Peggio di Anzio solo Mentana (79%). Gravissime le segnalazioni per i contenitori per la raccolta della carta con coperchio danneggiato: 100 %, cioè in tutte le rilevazioni effettuate i cittadini hanno riscontrato il coperchio danneggiato. PULIZIA DELLE STRADE. Per quanto riguarda il giudizio dei cittadini sulla pulizia delle strade la situazione più critica, in provincia, è segnalata a Fiumicino: l igiene urbana sarebbe insufficiente per l 89% delle segnalazioni. Segue 398 viaggi in treno, 73 in metropolitana, 50 corse in tram, 4356 passaggi nelle 121 strade monitorate, 443 segnalazioni spontanee dei cittadini. Sono alcuni dei numeri del report redatto da CittadinanzAttiva Lazio, l associazione a difesa dei consumatori che ha monitorato il settore rifiuti in 14 Municipi di Roma e 10 Comuni della provincia, tra cui Anzio, Civitavecchia, Cassino, Fiumicino, Mentana, Latina, Monterotondo, Rieti, Viterbo e Zagarolo. In particolare, per ciò che riguarda la valutazione dell igiene urbana, CittadinanzAttiva ha esaminato 942 volte le 121 strade prese in considerazione, e quindi anche alcune delle principali vie di comunicazione della città neroniana. Ne viene fuori un quadro davvero poco lusinghiero per Anzio. LE SEGNALAZIONI. Nel periodo che va dal 1 aprile al 30 giugno 2010, i monitori hanno rilevato tre giorni a settimana l eventuale presenza di disservizi, vagliando almeno 12 volte ciascuna le strade considerate e raccogliendo tutte le segnalazioni dei cittadini. Queste ultime, per il 36 per cento dei casi, riguardano i cassonetti dell indifferenziato, per il 23 per cento quelli della carta, per il 17 per cento la pulizia delle strade, per il 16 per cento i contenitori del vetro e della plastica, e per l 8 per cento i disagi legati al porta a porta. In particolare i cittadini segnalano che, per il 68 per cento dei casi, tutti i raccoglitori dei rifiuti sono pieni o rotti (32%). ANZIO E I CASSONETTI. La nostra città, scrive CittadinanzAttiva, è quella con il numero maggiore di cassonetti RSU sempre pieni (60% dei casi). Seguono Mentana (57%) e Monterotondo (52%). A Fiumicino va meglio: 9 PORTA A PORTA VIA AL PROGETTO PILOTA Il Comune annuncia l avvio della sperimentazione nel quartiere Marconi Parte il progetto pilota per la raccolta differenziata porta a porta in città, e coinvolgerà le 2200 utenze del quartiere Marconi. Partiremo da via Calabria, via Ardea, via Vasco De Gama e zone limitrofe - spiega l assessore all Ambiente Patrizio Placidi - in modo da avere un metro di giudizio su un campione abbastanza elevato di residenti. Fino alla prima metà di gennaio - continua Placidi - inizieremo a togliere i cassonetti dalle strade del quartiere e a distribuire nelle case gli opuscoli per l utilizzo del materiale messo a loro disposizione. Abbiamo in mente di organizzare un assemblea pubblica e una serie di convegni per illustrare nel dettaglio il progetto e coinvolgere i cittadini. Interviene anche il Sindaco Luciano Bruschini: Dopo due anni di lavoro - chiarisce - oggi Anzio è una città pulita. La raccolta differenziata è tornata a superare il 20%, e a breve sarà anche aperto un secondo centro di raccolta degli ingombranti.

10 10 Mensile di Informazione Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space Il toto nomine per l assessorato all Urbanistica COMUNE, IPOTESI RIMPASTINO Probabile un avvicendamento Garzia/Del Villano. Ma c è idea Placidi un piano B che, secondo i bene informati, per una presunta violazione edilizia ad opera sta prendendo corpo nella mente del di una società amministrata dalla moglie. nostro Sindaco: conferire l Urbanistica Tutto nasce dall esposto in Procura di una niente di meno che all assessore Patrizio cittadina. La Magistratura ha aperto un Placidi. Prenderebbe così due piccioni fascicolo di indagine proprio sullo stabile con una fava, garantendo un uomo bifamiliare tra Falasche e Villa Claudia, forte alla pianificazione del territorio e che sforerebbe di 6 metri quadri rispetto al progetto approvato. Spiega l ex assessore: In virtù della correttezza e della trasparenza che ha sempre contraddistinto il mio impegno politico e amministrativo ritengo doveroso riconsegnare la mia delega di assessore alla Pianificazione del Territorio, Urbanistica, Edilizia Privata del comune di Anzio, al sindaco Luciano Bruschini, che ringrazio per il privilegio concessomi con l attribuzione della delega assessorile. La mia scelta - prosegue - è motivata da una presunta violazione contestatami, rispetto alla quale cavando Placidi da un assessorato, quello ritengo di non avere alcuna responsabilità, all Ambiente, devastato non soltanto dalle di cui prontamente la società beneficiaria polemiche sul porta a porta. Una grana che di un permesso a costruire ha dato ampia verrebbe depositata, sorriso sulle labbra, tra assicurazione dell immediato ripristino le braccia di Garzia. secondo le modalità progettuali approvate che risulterebbero di pochi mq di differenza L ANTEFATTO. Ricordiamo che Garzia ha rispetto a quanto edificato. (23/12/2010) lasciato la delega in Giunta perché indagato sm Rimpasto di Natale per la Giunta Bruschini? Magari un più modesto rimpastino. Dopo le pseudo dimissioni dell assessore comunale all Urbanistica Ruggero Garzia, che ha rimesso la delega nelle mani di Bruschini mantenendo tuttavia l incarico di Vicesindaco, il Primo cittadino non è intenzionato ad aggiungere un posto a tavola. Mai come questa volta, infatti, il rimpasto potrebbe essere foriero di un ulteriore malcontento tra le sofferenti fila della maggioranza, con gli esclusi pronti a moltiplicare i distinguo e a trasformare Villa Sarsina in un campo minato. Per questa ragione Bruschini agirà con passo felpato, tenendo inizialmente la delega ad interim, e spostando con flemma olimpica pochissime pedine in quella cristalliera che è ormai la Giunta comunale. È vero, Garzia ha rimesso la delega nelle mani di Bruschini, ma verosimilmente incasserà un altro assessorato. Dalle dimissioni, insomma, si passa all avvicendamento perché, secondo i rumors di palazzo, alla pianificazione del territorio dovrebbe subentrare l assessore alla Scuola Marco Del Villano, lasciando a Garzia le politiche scolastiche. Tuttavia c è Space - Politica VILLA ALBANI, INAUGURATA NUOVA RSA Presente l ex direttore generale della RmH Luciano Mingiacchi Inaugurata la nuova R.S.A. di Villa Albani. Si tratta della prima struttura di questo tipo interamente gestita da un Azienda Sanitaria, e con la peculiarità di essere situata all interno della stessa struttura ospitante un Ospedale, pensata e voluta dal precedente dirigente di questa Asl, il dott. Luciano Mingiacchi, presente anch egli all inaugurazione e a cui gli attuali dirigenti hanno sentitamente porto i loro ringraziamenti. Villa Albani è una delle quattro ville storiche del territorio: voluta dal Cardinale Alessandro Albani è arrivata, dopo vari avvicendamenti, ad essere il Pio Ospizio Eliomarino destinato ad accogliere bambini poveri e bisognosi di cure e di un clima favorevole. Oggi, oltre all attività ambulatoriale di territorio, ha, per la sua funzione ospedaliera, la particolarità di ospitare l unità Operativa Complessa di Recupero e Riabilitazione Funzionale nella quale il Dott. Stefano Serafino dirige una equipe di otto Dirigenti Medici. Alla stessa unità afferisce anche l attività degli Ambulatori di Fisiokinesiterapia. Quella della Riabilitazione Funzionale diventa oggigiorno una delle attività sanitarie più richieste, viste le esigenze di una popolazione sempre più longeva e le sempre più frequenti traumatizzazioni a cui anche i più giovani vengono esposti dal ritmo di vita moderna. Questo Ospedale di Riabilitazione è l unica offerta pubblica non solo per il nostro bacino d utenza (Anzio-Nettuno), ma anche punto di riferimento per la popolazione dei comuni limitrofi soprattutto quelli di Pomezia, Aprilia e Ardea, località sprovviste di strutture ospedaliere pubbliche. Ecco in sostanza i numeri riferiti alle attività ospedaliere (divise per ricoveri ordinari e di day hospital) degli ultimi tre anni. Anno 2007: Ordinari 176 Day Hospital 352. Totali 528. Anno 2008: Ordinari 185 Day hospital 468 Totali 653. Anno 2009: Ordinari 191 Day Hospital 507 Totali 698. Daniela Migliaccio, Imp. Amm.va in Outsourcing Segreteria Direzione Medica P.O. Villa Albani Il nitrito di Incitatus Porto per porto, intanto È di pochi giorni fa la curiosa apertura di un locale da gioco allestito proprio dietro il parcheggio portuale: una zona destinata, secondo il progetto del nuovo porto, ai cantieri navali della riviera. Non conosco i dettagli della vicenda, ma da senatore dell Impero mi chiedo come sia possibile che si autorizzi a investire in quell area e, soprattutto, per un attività lontana anni luce dalle indicazioni contenute nell accordo di programma sul nuovo porto. Mi chiedo poi a quale imprenditore possa venire in mente di aprire un attività in loco quando, tra un anno, le prime pietre della faraonica infrastruttura lo obbligheranno a traslocare. A pensar male, e se fossi malizioso, potrei azzardare l ipotesi che non tutti, in quel di Villa Sarsina, sono proprio così sicuri che il nuovo porto vedrà la luce. E intanto si autorizza

11 Anzio Space Space - Politica Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno Il neo segretario Pd: Il candidato Sindaco? Emergerà da percorso unitario TENIAMOCI PRONTI AL VOTO Bernardone: Destra divisa e Bruschini in difficoltà. Tutto può succedere Il Pd deve darsi alla svelta un profilo e una missione per Anzio. Ivano Bernardone, 45 anni, ufficiale dei Carabinieri in congedo, ora stimato ingegnere e padre di 2 figli, è il nuovo segretario del Partito democratico. Con 325 voti contro i 49 di Maria Cupelli ha conquistato la palma di coordinatore comunale dopo un Congresso pressoché unitario. Bernardone è un volto nuovo nella politica locale ma non manca di esperienza e credibilità. Consigliere a Villa Sarsina ha sempre creduto in un opposizione intransigente all amministrazione Bruschini ma costruita sui contenuti e sulle proposte, spesso corredate da grafici e progetti di finanziamento. È il segnale - spiega - che siamo un opposizione con le idee chiare. Fli espressione di una tradizione fallimentare Bernardone, come farà a governare un partito che ha dato segni evidenti di ingovernabilità? Stiamo uscendo da una lunga fase di fibrillazione dovuta per lo più al nostro connaturato pluralismo sfociato spesso nell estenuante ricerca di equilibri interni; invece pluralismo e dibattito democratico sono per noi il punto di forza e di distinzione rispetto al centro destra. Penso comunque che l amalgama tra esperienze e sensibilità diverse si stia ormai compiendo, questo partito ha mobilitato grandi energie e intelligenze e abbiamo acquisito e condiviso con la città un patrimonio di idee e proposte che hanno sempre avuto grandi riscontri. A me come neo segretario spetta solo il compito di farne sintesi e dimostrare che il PD ha un progetto chiaro e nuovo per Anzio. Quindi? Semplice, basta con le eterne e sterili discussioni finalizzate solo alla ricerca di assetti interni e via libera al completamento di un PD aperto e partecipato. La sfida del PD è raccogliere le energie presenti e mobilitarne di nuove intorno ad un unico impianto etico, valoriale e programmatico. Segretario, il PD è ancora un alternativa alla destra o è meglio un nuovo soggetto moderato sulla scia di Fini, Casini e Rutelli? Il Pd è l unica alternativa alla destra. La nascita del terzo polo è solo una risposta provvisoria alle carenze del nostro partito. È il PD che deve una volta per tutte esprimere una proposta politica autorevole che sappia essere anche punto di aggregazione delle istanze di altre forze. Parliamo di Futuro e Libertà e Udc ad Anzio. È possibile una loro confluenza sui vostri lidi? Difficile, anche se il dialogo, nell interesse della città, va coltivato sempre e comunque. Ad Anzio il partito di Casini è sempre stato una sigla aggiunta alle maggioranze di destra, anche se esprime con frequenza malessere e voglia di una posizione politica autonoma. Quanto a Fli, io guardo con rispetto al percorso politico di Fini e anche alle sue ultime scelte, ma ritengo che qui ad Anzio, più che altrove, Fli sia l espressione di una tradizione amministrativa fallimentare e con la quale il PD ha ben poco in comune. Certo è che il terremoto politico nazionale potrebbe presto innescare conseguenze inaspettate in città: ne è prova l insofferenza crescente nelle file della maggioranza. Significa che il Sindaco potrebbe cadere? È in difficoltà. La compattezza della destra, dopo oltre 12 anni di governo ad Anzio, non esiste più. Non hanno usato la loro unità e i loro consensi come strumento di crescita per la comunità. Ora è tardi, non hanno più una politica che li unisce, ma soltanto un alleanza fragile sui posti di potere che il Sindaco tenta di moltiplicare con la comica dei mini assessori a progetto. Il centrosinistra deve tenersi pronto al voto, perché tutto può succedere. Ecco, il suo documento congressuale a molti è sembrato il programma del prossimo Coltivare il dialogo con l Udc 11 candidato Sindaco La candidatura del Sindaco dovrà essere il risultato di un percorso unitario e partecipato che deve maturare all interno del PD attraverso la condivisione di precisi contenuti politici che siano peraltro punto di riferimento intorno al quale raccogliere l apporto delle altre forze di centrosinistra, delle categorie sociali e di tutte Anzio declassato a quartiere dormitorio le realtà vitali di Anzio. Il mio documento congressuale è un contributo a questo percorso. PRG e territorio, cosa non funziona? Il nuovo Piano regolatore comunale deve essere rielaborato perché ha declassato Anzio a quartiere dormitorio, ha abbassato il valore commerciale di tutto ciò che insiste sul territorio e sta distruggendo ciò che rimane delle sue risorse ambientali e storiche. Allo scempio del prg occorre contrapporre una politica di complessivo rilancio dello sviluppo basato sulla valorizzazione delle risorse territoriali e delle vocazioni emergenti, sul recupero e riqualificazione dei quartieri, sulla tutela ambientale e il potenziamento di servizi alla residenza e viabilità. Cosa si può fare per la viabilità? Serve un piano quadro della viabilità che preveda potenziamento del trasporto pubblico, intermodalità e forme di mobilità alternativa, prima fra tutte quella ciclistica. Occorre poi pianificare, con i comuni contermini, un quadro di interventi di potenziamento e messa in sicurezza dei collegamenti extraurbani soprattutto per realizzare un efficace aggancio alla Roma Latina-Cisterna-Valmontone e trasformare la linea ferroviaria Roma- Nettuno in una metropolitana di superficie attestata sul nodo di scambio a Padiglione. Comunque, per parlare compiutamente di rilancio per Anzio, non ci si può più limitare ai temi sempre caldi del PRG e del porto. Questi sono argomenti che assumono un senso pieno solo se calati in una visione più ampia del territorio e delle sue risorse, e quindi delle sue possibilità di sviluppo. Bisogna quindi parlare del ruolo di Anzio nell area metropolitana, del tipo di turismo da sviluppare, di occupazione e lavoro, di cultura e società, di ambiente e di immigrazione. sm

12 Lavinio - Space 12 Mensile di Informazione Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space Venerdì 17 dicembre: altra giornata da incubo sui nostri treni UN GIORNO DI ORDINARIO DISSERVIZIO I pendolari della Nettuno-Roma occupano i binari. 1 ora e 30 di ritardo Sarà stato il giorno nefasto o il ghiaccio della sono posizionati sui binari bloccando il mentre il capotreno, una giovanissima nottata, sta di fatto che i pendolari che hanno treno. Altra sosta, altro ritardo, e soprattutto ragazzotta, veniva circondata da un centinaio avuto la malaugurata sorte di salire sul treno nessuna informazione da parte delle Ferrovie. di passeggeri inferociti e scaricava subito le delle ore 6.27 del 17 dicembre, che partiva A questo punto la domanda ci viene sue responsabilità dando la colpa del tutto da Nettuno alla volta di Roma, hanno ai capi di Roma, che le avrebbero vissuto un altra mattinata d angoscia. Ne intimato di partire in quelle condizioni, parliamo con cognizione di causa, visto arrivava finalmente la notizia dell altro che su quel treno c eravamo anche noi di treno, quello vuoto, che ci seguiva e Anzio Space. che sarebbe stato fatto passare avanti L incubo comincia alla partenza, con nello scambio di Padiglione. Mossa le prime avvisaglie di un viaggio non che sarebbe stata strategica se solo una certo di piacere: le porte delle ultime due parte dei passeggeri, quelli con maggior carrozze di cui si compone il convoglio fretta (come andava consigliando il non si aprono. Dopo vari tentativi arriva macchinista) fosse salita sull altro treno, l ordine dal Compartimento di Roma di ma che è servita solo a far scendere quasi partire ugualmente, con le due carrozze tutti i passeggeri dal primo (la foto si chiuse in via precauzionale. riferisce a quel momento) per prendere È inutile dire che, dimezzato il posto, si fa per dire, sul secondo, segno numero disponibile di posti, il che la fretta l avevano ormai tutti, anche treno si è immediatamente riempito perché il ritardo - nel frattempo - era all inverosimile, anche perché il tempo perso spontanea: a che serve avere un sistema salito a circa 55 minuti. nel tentativo di ripristinare le due carrozze interfonico all interno delle carrozze se Ugualmente assiepati, alla fine siamo arrivati a aveva portato ad accumulare un ritardo di non viene mai utilizzato per informazioni Roma alle 9.00 con quasi un ora e mezza di ritardo. oltre venti minuti, accavallando questa riguardanti ritardi o problemi sulla linea? Alla fine gli animi si sono calmati: i pendolari corsa con quella successiva. Tuttavia, a quanto pare, di informazioni sono talmente abituati a questi disservizi da Così alla stazione di Villa Claudia, la quinta non ne avevano neanche i passeggeri fermi farsene una ragione. Non per niente, anche fermata sulle dodici previste, la gente non alle stazioni, ignari del fatto che il convoglio quest anno, per la terza volta consecutiva, la poteva più montare sul convoglio. È stata partito alle 6.54 da Nettuno, viaggiava vuoto tratta Nettuno-Roma ha vinto il Premio Caronte la scintilla che ha scatenato una piccola ad una stazione di distanza. di peggior linea ferroviaria del Lazio. rivolta popolare. Decine di passeggeri si Alla fine di questa disgraziata vicenda, Maurizio D Eramo LO SCONTRINO FISCALE, QUESTO SCONOSCIUTO In città i commercianti lo dimenticano troppo spesso, a danno di tutti I negozianti di Anzio e Nettuno hanno memoria breve e dimenticano con sempre maggiore frequenza di effettuare gli scontrini fiscali. Una patologia altamente contagiosa che sembra ormai diventata endemica. Sempre più spesso, infatti, il negoziante dimentica di rilasciare lo scontrino o la ricevuta fiscale. Che si prenda un gelato o si ceni sulle riviere del litorale, o si prenda un pezzo di pizza al taglio, la situazione non cambia. Capita così che al borgo di Nettuno, il sabato sera prima di mezzanotte, il gestore di una vineria, alla richiesta dello scontrino, accenda il registratore di cassa ed emetta lo scontrino n.01. Ad Anzio, invece, accade che di domenica pomeriggio una gelateria rilasci uno scontrino ogni cinque/sei clienti. Nei ristoranti è ormai prassi ricevere il conto della cena o del pranzo su un foglio di quaderno. La mancata emissione degli scontrini e delle ricevute è talmente diffusa che la richiesta del documento fiscale è vissuta dai gerenti con fastidio. È chiaro che a nessuno piace pagare i tributi a meno che non si sia affetti da un incurabile masochismo. Peccato però siano fondamentali per la sopravvivenza del Paese. I servizi pubblici sono la conseguenza delle imposte che paghiamo. Dato che la tassazione è proporzionale al reddito, se dichiaro solo una parte del guadagno anche la tassazione sarà solo una parte di quella dovuta. In questo caso, oltre a frodare il fisco, sto arrecando un danno ai miei concittadini e a me stesso. I beni di cui disponiamo e la loro qualità dipendono dalle risorse provenienti dai tributi di cui il Paese dispone. Se tutti quanti smettessimo di pagare le imposte nella misura dovuta, lo Stato sarebbe costretto a ridurre o a tagliare i servizi. Se invece si decidesse di mantenere inalterata la qualità e il numero di questi, l unica soluzione sarebbe quella di aumentare la pressione fiscale. A fronte di tutto questo ognuno di noi può fare molto. Come cittadini pretendiamo che ci sia rilasciata la ricevuta fiscale o lo scontrino ogni volta che si va a cena fuori o a prendere un gelato. Anche per un solo euro. È un nostro diritto che molto spesso ci viene negato. Nel nord Europa evadere o eludere il fisco è considerato un comportamento deprecabile, negli Stati Uniti l evasione fiscale è punita con l arresto. Qui da noi, purtroppo, vige il concetto che le tasse bisogna pagarle, ma è meglio che lo facciano gli altri. Andrea Stefanelli

13 Anzio Space Nettuno - Space Mensile di Informazione di Anzio e Nettuno DISABILI AUMENTANO I COSTI PER LE FAMIGLIE Menghini (PD): La Regione scarica il problema sugli utenti 13 GIORNALE MENSILE DI ANZIO E NETTUNO Si riapre la questione dei ticket sui disabili. Dal 1 aprile entrerà in vigore un nuovo provvedimento: l esenzione totale dal ticket del 30% istituito dalla Regione non scatterà a 13mila euro ma a 4000 euro di reddito Isee. Dopo questa cifra si inizia a pagare. Dai 10mila euro il ticket si pagherà per intero. A seconda del grado di disabilità di un figlio o parente, le famiglie interessate vedranno aumentare la loro spesa mensile dai 400 fino ai 1000 euro. A riguardo è stato contattato il consigliere comunale, nonché nuovo segretario del PD di Nettuno, Giacomo Menghini, che conduce una battaglia politica sui ticket per disabili: Con il ticket la regione evita di pronunciarsi sull appropriatezza - spiega -, scaricando di conseguenza il problema agli utenti, che ancora non conoscono bene tale provvedimento e sono mal informati. Ci troviamo di fronte all ennesimo taglio lineare, fatto senza alcun criterio, gravando non solo sull utenza ma anche sui costi sociali indiretti. D altronde, continua Menghini, a conoscere la questione ticket sono soltanto gli addetti ai lavori che hanno ben chiaro a cosa si sta andando incontro. Un problema accresciuto anche dall incapacità, da parte di molti Comuni, di poter effettuare tutti i calcoli necessari. Ad oggi infatti, pochissimi sono i Comuni organizzati, a causa della mancanza di informazioni certe da parte della Regione. Sono previsti insomma disagi non indifferenti per tutte quelle famiglie che continueranno a veder respinte le domande presentate ai Comuni, e che si troveranno costrette a pagare il ticket per intero, senza alcuna possibilità di replica. Come ribadisce più volte Menghini, quando parliamo di queste problematiche sociali, non sempre si ha il reale coraggio di affrontarle, e ci si trova a trattare la questione in modo superficiale e non adeguato. È questo il motivo per cui, prosegue l esponente del Pd, interventi di questo tipo non sempre rispondono a criteri d efficacia e appropriatezza. Dubbia è insomma l efficacia del provvedimento e trascurati sono gli aspetti riguardanti i notevoli costi che si dovranno supportare per l applicazione della nuova normativa. Menghini, come molti, si augura la presa di coscienza dell inadeguatezza di tale provvedimento che non può essere tollerato, in quanto, conclude, oltre ad essere irresponsabile e discriminatorio, trascura totalmente le reali esigenze dell utente. Alessandra Tulli BREVI: Nettuno-Roma, per la terza volta il premio Caronte Per il terzo anno consecutivo la tratta ferroviaria Nettuno-Roma vince il premio Caronte, affibbiato alla peggior linea tra quelle regionali. Secondo Legambiente, tra i viaggi infernali, quello da Nettuno a Roma è il peggiore. Lavinio scalo, 200mila euro per pista ciclabile La Regione Lazio ha stanziato 200mila euro per la realizzazione di una pista ciclabile in località Lavinio Scalo. Immigrati, in città quasi 6mila stranieri La Provincia di Roma, secondo la Caritas diocesana, con immigrati iscritti all anagrafe al 1 gennaio del 2010, è seconda solo a quella di Milano ( ) e registra un incidenza sulla popolazione del 9,8%. La presenza degli immigrati nella città di Roma, la più elevata in tutta Italia, è di gran lunga superiore rispetto agli altri Comuni della Provincia, dove però, essendo ridotta la popolazione, l incidenza arriva a essere anche più elevata. Subito dopo Roma, i Comuni con i numeri più alti di stranieri sono Guidonia Montecelio (8.608), Fiumicino (7.411), Ladispoli (7.182), Pomezia (6.591), Tivoli (6.286), Anzio (5.791), seguiti da Ardea, Fonte Nuova e Velletri (con oltre residenti). Pd, De Micheli Presidente assemblea provinciale Il consigliere comunale del Partito Democratico di Anzio, Giovanni De Micheli, è stato eletto Presidente dell Assemblea provinciale del partito. De Micheli ha ottenuto un voto unanime, ed ha così commentato: Lo spirito unitario che ha portato alla mia elezione come Presidente e a quella di Daniele Leodori come segretario, è il più grande valore aggiunto per questo partito. Unisciti al nostro gruppo su:

14 Space - Inchiesta Mensile di Informazione Space-Politica Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space ANZIO e NETTUNO Eccellenza e criticità di un territorio Pubblichiamo, in una serie di 6 puntate nonotematiche e in esclusiva su Anzio Space, un analisi sul litorale di Roma condotta utilizzando i più recenti dati statistici ufficiali. L obiettivo dell indagine, curata da Giancarlo Scatassa, è di illustrare la realtà demografica, economica e sociale di Anzio e Nettuno. Estensione territoriale, popolazione residente, densità demografica Comuni Estensione territoriale (Km.2) Popolazione residente al 31/12/2009 Densità demografica (abxkm 2) Incremento popolazione 2009/2001 Incremento popolazione 2009/2008 Anzio 43, ,63 44,6 3,3 Ardea 50, ,22 53,0 2,1 Cerveteri 134, ,51 30,8 1,0 Civitavecchia 71, ,56 4,5 0,0 Fiumicino 213, ,72 34,7 3,2 Ladispoli 26, ,19 32,3 2,3 Nettuno 71, ,57 29,2 5,4 Pomezia 107, ,53 36,9 2,6 S.Marinella 49, ,64 20,3 1,5 Tot. Fascia 768, ,93 31,1 2,5 Hinterland 4 066, ,95 21,8 1,8 Tot. Provincia 5 351, ,31 12,1 1,1 I PARTE. Il litorale, la zona della provincia di Roma caratterizzata da maggiore vivacità demografica e dinamicità socio economica, si estende sul mare Tirreno per quasi 150 km da Civitavecchia a Torre Astura e comprende 9 Comuni: Civitavecchia, Santa Marinella, Cerveteri, Ladispoli, Fiumicino, Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno. Qui risiedono oltre 400 mila persone. E utile ricordare che queste due città sono unite in un unico agglomerato urbano. Via Gramsci, la strada lunga 3 km che le collega, è assimilabile a un qualunque viale di un qualunque centro urbano per l ininterrotta teoria di edifici che s incontrano in entrambi i lati e per il convulso traffico, percorsa in continuazione da un gran numero di persone. Nessuno fa caso che ogni volta si supera un confine perché un inconscio, radicato convincimento, fa credere che Anzio e Nettuno siano la stessa cosa. Eppure Anzio e Nettuno, che rappresentano complessivamente una realtà demografica e socio-economica di tutto rilievo, con una popolazione superiore a 100 mila unità, pari al 24% di quella totale dei Comuni della fascia, presentano significative differenze. Popolazione La popolazione. La fascia costiera ha un estensione territoriale di 768,15 km 2 (il 18,9% di quella dell hinterland, cioè del complesso del territorio provinciale esclusa Roma). Nella fascia sono concentrati alcuni fra i più estesi centri dell hinterland come Fiumicino (213,4 Km 2 ) Cerveteri (134,4) e Pomezia (107,3), ma anche Comuni molto piccoli come Ladispoli (26 km 2 ), Anzio (con appena 43,4 Km 2.) e S. Marinella (49,2 km 2 ). Nettuno ha un estensione territoriale di 71,5 Km 2, più di una volta e mezzo quella di Anzio. I Comuni della fascia più popolosi sono (dati 2009) Fiumicino (68,7 mila residenti) e Pomezia (60,2 mila); Anzio è al terzo posto con residenti, Nettuno al quinto con Il Comune di Ladispoli con 1.549,2 abitanti per km2 si colloca al primo posto per densità demografica (rapporto fra popolazione ed estensione territoriale), seguìto da Anzio (1.241,6). Questo valore è circa il doppio di quello di Nettuno (655,6) e di molto superiore a quello medio della fascia (543,9) e dell hinterland (347). Estensione territoriale Anzio, dunque, che ha una superficie urbanizzata di ettari (27% del totale) di contro, ad esempio, ai 350 ettari di Nettuno (4,9% del totale), ha raggiunto livelli di densità demografica patologici perché valori così elevati d insediamento sul territorio comportano enormi difficoltà di gestione sotto il profilo economico, infrastrutturale e sociale. Si aggiunga che l attuazione del nuovo Piano regolatore entrato in vigore ad Anzio nel 2004 comporterà la realizzazione di circa 7 mila nuove abitazioni e un incremento di popolazione valutabile in 15 mila unità, che farà aumentare il valore della densità demografica fino a abitanti per km2. Anzio ha raggiunto questa poco invidiabile situazione demografica perché da oltre 50 anni costituisce un importante polo di attrazione. Negli anni 50 intere comunità del sud dell Italia si sono trasferite ad Anzio attratte dal miraggio di un occupazione stabile e redditizia presso le industrie che in questa città sorgevano per i benefici della Cassa del Mezzogiorno, insediandosi, senza che alcun intervento programmatorio, per lo più nei territori periferici e edificando, quasi sempre abusivamente, improbabili, spesso fatiscenti abitazioni. Con la fine della fase d industrializzazione, sono cessate di fatto le migrazioni interne, sostituite progressivamente e senza interruzioni da flussi migratori di stranieri, soprattutto extra comunitari. Nettuno, inserito anch esso nella Cassa per il Mezzogiorno, ha subìto in maniera meno l assalto sia delle migrazioni interne che, più recentemente, di quelle straniere, riuscendo a mantenere sul proprio territorio livelli d insediamento accettabili. La popolazione di Anzio, peraltro, continua a crescere con forte dinamicità, registrandosi un saggio annuale d incremento superiore al 3% (oltre persone) quasi esclusivamente per effetto del saldo migratorio. Negli ultimi 8 anni l aumento è stato del 44,6%, superiore a quello degli altri Comuni della fascia (maggiore è solo il valore di Ardea), di quello medio della fascia (31,1%) e dell hinterland (21,8%). L unico centro della fascia che non ha mantenuto il ritmo di sviluppo demografico degli altri Comuni è Civitavecchia, dove negli ultimi 8 anni la popolazione è cresciuta solo del 4,5%. Nettuno ha fatto registrare il più basso saggio d incremento (dopo Civitavecchia e S. Marinella) della popolazione residente, pari al 29,2%, valore questo inferiore a quello medio della fascia. Per la città del tridente è giustificato parlare di una situazione demografica priva di particolari negatività. Nella prossima puntata esamineremo i dati della popolazione di Anzio e Nettuno per età, titolo di studio e distribuzione sul territorio.

15 Anzio Space...dalla prima La parentopoli di Anzio Perciò scoprire parenti e amici dei nostri amministratori un po ovunque, in Acqualatina o negli uffici comunali, nel servizio mensa o in quello della nettezza urbana, non scandalizza più. Non si lamenta l opposizione che non alza le barricate, limitandosi a saltuarie interrogazioni consiliari quasi a rimarcare che io però l ho detto. E non si angustia certo la destra di governo, seppur pizzicata a maneggiare assunzioni, delibere, concessioni e quant altro. Né la Magistratura può metterci il naso più di tanto, visto che il tutto, fino a prova contraria, è assolutamente legale. Infine non si meraviglia neppure la comunità, i cittadini di Anzio, o quella che in altra epoca veniva chiamata la società civile. Tutto sommato - vox populi - è sempre andata così, e i cugì sono la compagnia di quanti devono essere raccomandati per i lavori nell amministrazione. Perché indignarsi quindi, prima o poi toccherà a noi stare nella stanza dei bottoni e sistemare i nostri. E se qualche anziate resta fuori peggio per lui. Il merito è un dettaglio trascurabile nell assegnazione dei contratti pubblici, e il curriculum viene rimpiazzato senza troppi imbarazzi dallo stato di famiglia. Non c è quindi da sorprendersi se Anzio Space non sbatte in prima pagina nomi e cognomi di parenti e amici dei nostri amministratori assunti al Comune o nelle società controllate. Se preferisce, non certo per cautela, ricorrere alla pubblicazione delle sole iniziali. Che senso avrebbe gettare la croce su questa o quella persona quando il meccanismo è ormai universale. Quale utilità avrebbe pubblicare la lista in ordine alfabetico come succede a Roma per i casi Atac, Ama, Acea, solo per scoprire che, in fondo, ci siamo proprio tutti. Ci si lamenta che il settore pubblico non funziona, che non è in grado di far fronte alle esigenze dei cittadini, che è un carrozzone pesante, costoso, improduttivo. Lagnanze che dovremmo mettere da parte una volta per tutte, perché ciascuno di noi è consapevole che, chi intraprende la strada della politica, lo fa anche per risolvere i propri problemi familiari o economici. Alzi la mano chi si augura davvero l avvento di una nuova classe dirigente. A.C....dalla prima La cultura? 614 euro prego Prima di tutto bisogna inoltrare la richiesta di Patrocinio e uso gratuito dello spazio al Comune di Anzio. Dopo aver ricevuto il Patrocinio bisogna andare a discutere con il Preside Bevilacqua dell Istituto Alberghiero, che vi farà spendere, per la vostra richiesta di uso gratuito dello spazio, ben 614 euro. Com è possibile? Semplice: il Comune è proprietario dell immobile ma la scuola ne possiede l uso, e in mezzo a questo gioco di forze ci rimettono tutte quelle associazioni che desiderano promuovere e sviluppare iniziative culturali nel nostro territorio. Davvero un bel segnale, non c è che dire. Complimenti al Preside Bevilacqua per il suo salato atteggiamento, e complimenti all amministrazione comunale che non provvede a facilitare la vita di chi spende tempo e passione per la crescita collettiva. Andrea Mingiacchi...dalla Prima Mensile di Informazione Space Space-Politica /Associazioni di Anzio e Nettuno dalla prima Il calcio brucia Una volta si pensava che fossero i troppi interessi dei big ad esacerbare gli animi degli ultras nazionali. Questa sintesi sociologica, per quanto brillante, cozza con la realtà di Fidene-Anziolavinio, uno dei tanti esempi del rigurgito di violenza anche nel calcio dei poveri. Andando ai fatti di Fidene ci preme rimarcare la violenza inaudita dei tifosi capitolini. Da cittadini anziati fa male sapere che alcuni tuoi concittadini hanno rischiato di perdere la vita solo per essere andati a seguire la squadra del cuore. Quegli stessi tifosi (quelli anziati) spesso additati dalla stampa alla stregua di delinquenti, quando al contrario al di là di pochi idioti, possono vantare una tifoseria tra le più calde e corrette del panorama locale. L augurio è che la Lega faccia luce sulla dinamica dei fatti, prendendo dei provvedimenti esemplari nei riguardi dei teppisti di Fidene. In ogni caso si avverte la necessità di una diversa cultura sportiva: il tifoso va educato come qualsiasi essere umano, mettendolo al centro della vita pubblica. I tifosi dell Anziolavinio vengono citati solo in brevi notizie di cronaca nera, o al contrario esaltati quando le cose del campo vanno bene. I signori che guidano a livello politico la città dove sono? Come al solito latitano, usando il calcio solo per incamerare voti e alimentare a livello economico una vacca già molto grassa. Cosa raccontiamo al tifoso nato in borgata, magari senza lavoro, che ha nel calcio la sua ragione di vita? Pensiamo a come sostenerlo, e non lasciamolo in balia del nulla. Marcello Bartoli L intervento IL TERZO SETTORE, UN AIUTO CONCRETO Il Terzo Settore è l insieme di tutte le organizzazioni di volontariato e no-profit quali, per esempio, le associazioni di promozione sociale, le fondazioni, le famiglie che offrono il proprio operato sul principio della solidarietà e dell eguaglianza. Sul nostro territorio queste organizzazioni, formate dai cittadini che partecipano attivamente collaborando con le amministrazioni comunali da circa 15 anni, propongono iniziative da realizzarsi sia nei periodi estivi che nei mesi invernali. In particolare spettacoli teatrali, convegni tematici, corsi di formazione e didattica, corsi artistici e musicali o d informazione. Diverse sono poi le cooperative sociali, formate da socio-lavoratori e collaboratori, chiamate alla creazione di progetti per l intervento assistenziale o educativo e di inserimento sociale. Nel comune di Anzio, durante l anno, i rappresentanti delle associazioni noprofit, le coop. sociali (Enti del Privato sociale) prendono parte agli incontri su temi specifici con i rappresentanti dell amministrazione comunale e della A.S.L. Queste persone avviano un dialogo sui bisogni della comunità nelle varie fasce di età, oppure sui disagi dovuti alla tossicodipendenza, alla disabilità e alla povertà. Il frutto della discussione è la programmazione di un intervento sociale, o sanitario, che tenga conto delle esigenze della cittadinanza nelle varie località del comune. Gli interventi ritenuti utili o prioritari si realizzeranno in media nell arco dei due anni successivi alla loro approvazione. L aiuto concreto della cittadinanza è oggi alla base della collaborazione tra Enti e Istituzione. Loretta Giacomozzi

16 12 16 Mensile di Informazione Space-Politica Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space Natale al Museo Archeologico Atmosfera familiare e tanta cultura Successo e grande affluenza di pubblico il 19 dicembre per l evento Natale al Museo 2010, con la Sala delle Conchiglie di Villa Adele ad Anzio gremita di visitatori. Una domenica diversa dalle altre, trascorsa in compagnia dello staff del Museo Civico Archeologico di Anzio per festeggiare insieme il Natale all insegna della cultura, della musica, dell amicizia e del buon cibo. Gli elementi natalizi ci sono stati tutti e l atmosfera familiare che subito si è respirata all entrata del Museo, ha contribuito a rendere questo giorno speciale: alle ore 11:30 c è stata l apertura al pubblico con l atteso brindisi augurale del sindaco Bruschini e dell amministrazione comunale anziate. Alle 13:30 è poi partito il Pranzo di Natale, un ricchissimo buffet allestito per l occasione; nel pomeriggio c è stata la presentazione delle poesie di Luigi Salustri, Le Mostre Archeologiche di Anzio raccontano, a seguire canti, animazione e letterine di Natale. L intensa giornata si è protratta per tutto il pomeriggio, con l inaugurazione delle tre mostre: l album di famiglia dal titolo La famiglia Grazia- Polverini, la La Tavola di Natale con l installazione di Saverio Sciandone e Le Tovaglie di Renza Fagioli e le sue Allieve. Vi ricordiamo inoltre che gli appuntamenti al Museo archeologico continuano: dall 11 al 26 di Gennaio ci sarà il progetto Il Documentario Il Museo L Archeologia, a cura di Maurizio Pellegrini, e che vedrà coinvolti gratuitamente gli studenti-cittadini di Anzio, i quali avranno la possibilità di indagare, conoscere e apprendere i modi di organizzazione di un museo e gli stili di vita della romanità antica. Elisabetta Civitan Un nuovo obiettivo per Anzio L associazione chiude la mostra Un nuovo Obiettivo per Anzio con grande soddisfazione e desiderio di dare continuità ad una manifestazione fotografica che può finalmente raccogliere le diverse sensibilità dei fotografi del territorio, in un momento di riflessione e scoperta della città. Si ringraziano l on. Aurelio Lo Fazio, l on. Claudio Moscardelli, il Sindaco Luciano Bruschini, L Ass. Umberto Succi, la dott.ssa Angela Santaniello e tutti coloro che hanno reso possibile quest evento. Associazione Culturale Space - Cultura Dopo Genzano e Roma, a gennaio due appuntamenti al Paradiso sul Mare I CONCERTI DELLA CORALE ALL INSEGNA DELLA GRANDE MUSICA Una serie di appuntamenti con la Corale Polifonica Città di Anzio. Il gruppo, fondato nel 2001, da dieci anni è attivo sul territorio nazionale attraverso vari concerti tenuti durante l anno e che spaziano dalla musica classica alla lirica, dal gospel al folk E anche sotto Natale non potevano mancare gli incontri musicali : il 22 dicembre, alle ore 20, la Corale canterà al Palazzetto dello sport di Genzano; mentre il 29, alle ore 19, sarà a Roma presso la Chiesa Corpo e Sangue di Cristo. I brani che verranno eseguiti richiamano il periodo natalizio: si va da I cieli Narrno (Frisind) a Quando nascette ninno (S. Alfonso da Liguori), da Christmas bell (S. B. or S. A.B) a Neve non tocca (Perosi), da Buon Natale (Bartolucci) per arrivare a Transeamus (Shnabel). Non mancheranno poi Astro del ciel (Franz Gruber) e Bianco Natale (Irvin Berlin). Tutti i concerti saranno accompagnati al pianoforte dalla Prof.ssa Corinna Pollastrini. I maestri che dirigono il coro sono: Davide Masci e Michele Zanoni. Per il nuovo anno la Corale Polifonica si esibirà invece in casa: il 6 e il 17 gennaio 2011 l appuntamento è al Paradiso sul mare di Anzio (l orario non è ancora stato definito). In particolare il 17 gennaio si canterà in occasione dei 150 anni dell Unità d Italia. La polifonica, formata da circa una cinquantina di persone, da dieci anni è promotrice di iniziative culturali-musicali ed è apprezzata per le sue esibizioni anche all estero. Tra i numerosi concerti che ha al suo attivo c è quello tenuto per l Associazione Alzheimer in occasione del Convegno per la giornata Mondiale su l Alzheimer e per i Lions Club Pantheon Roma. Nel 2004 e nel 2006 il gruppo si è esibito in Germania nella città gemellata di Bad Pyrmont ricevendo molti apprezzamenti per le varie esecuzioni. Per maggiori info su concerti in programma potete vistare il sito: lc

17 Anzio Space A Roma la mostra sulla civiltà romana e cinese L AQUILA E IL DRAGONE Più di 400 capolavori italiani e cinesi ricostruiscono le tappe e i momenti salienti del sorgere e dello sviluppo dei due più importanti imperi della storia, quello romano e le dinastie cinesi Qin e Han nel periodo che va dal II secolo a.c. al IV secolo d.c. Affreschi pompeiani, la Venere Pudica e pitture romane saranno accanto ad ori, giade, lacche, sete, bronzi e alla splendida veste funeraria del re Jian di Zhongshan che risale al I secolo. Le due civiltà, sempre consapevoli dell esistenza reciproca e della propria grandiosità, non hanno mai avuto contatti diretti tra di loro. Oggi invece, grazie alla mostra I due imperi: L aquila e il dragone allestita a Roma nelle sale di Palazzo Venezia fino al 6 febbraio 2011, si può ammirare la storia di questi due antiche civiltà nella loro diversità e nella loro somiglianza. Per il governo cinese è stato un grande sforzo far arrivare fino in Italia pezzi rarissimi, alcuni dei quali non hanno mai lasciato la Cina. IMPERO ROMANO - Le opere esposte nelle prime sale raccontano l Impero romano, la sua nascita, il suo evolversi fino al suo massimo splendore all epoca di Traiano. Anni in cui Roma ha iniziato il suo lungo processo di conquiste e di controllo. I reperti esposti in mostra aiutano a capire quali sono stati gli aspetti peculiari di questo Impero: religione, igiene, commercio, monete, sculture e agricoltura. Ecco allora che s intravede un legame tra le due civiltà. Nello stesso periodo storico, infatti, anche l Impero cinese si trova ad affrontare gli stessi problemi dell impero romano: tenere insieme territori molto vasti, difendere i confini, assicurare stabilità interna, sfamare la popolazione e unire religioni diverse. IMPERO CINESE - La mostra mette in risalto l impegno della Cina nel consentire ai visitatori di ammirare tesori preziosi e rari della civiltà cinese. La differenza sostanziale tra i due imperi consiste nel fatto che i reperti romani illustrano la vita quotidiana del popolo, mentre quelli cinesi provengono esclusivamente dalle tombe, che secondo le loro credenze erano concepite per accompagnare i defunti nell aldilà. La ricerca ossessionante dell immortalità, l idea dell esistenza di un mondo parallelo dove fosse necessario andare provvisti delle condizioni adeguate, è la caratteristica basilare dell impero cinese. Sono presentate lacche, sete, bronzi, terrecotte e giade, eccezionali per la loro qualità ma soprattutto per il loro significato religioso: si pensava, infatti, che la giada preservasse l anima del defunto nel suo viaggio nell aldilà, consentendogli quindi di raggiungere la sospirata immortalità. Elisabetta Civitan Space - Cultura Mensile di Informazione Space /Associazioni di Anzio e Nettuno Facebook, da internet al cinema THE SOCIAL NETWORK Il Time lo ha definito l uomo dell anno, il cinema gli ha dedicato un film The Social Network. Stiamo parlando del giovane Mark Zuckerberg che nel 2004, quando era studente dell università di Harvard, ha creato Facebook, il social network più famoso e usato al mondo. Oggi nel pianeta gli utenti registrati su questa piattaforma virtuale sono oltre cinque miliardi. The Social Network (2010) è arrivato da poco anche nei cinema italiani. Diretto da David Fincher, la pellicola racconta la nascita di Facebook e di come sia cresciuto così rapidamente. Quando si è affacciato nella rete, nel campo dei social network, Friendster e MySpace la facevano da padroni. In una tale situazione, la piattaforma virtuale di Zuckerberg com è riuscita a trovare i primi utenti? Le parole chiave di questo successo sono: nome vero (da digitare al momento dell iscrizione), esclusione, privilegio e status sociale. Sembra strano ma all inizio Facebook era un servizio per ragazzi elitari, aperto agli studenti di un università di prima classe. Chi poteva iscriversi apparteneva ad un alto status sociale. Ultimamente i film di Fincher sono monotoni e senza catarsi, finiscono improvvisamente senza arrivare al punto culminante ma comunque attirano lo stesso le simpatie del pubblico, come succede appunto per The Social Network che fotografa il mondo che ruota intorno a Facebook. Oggi le persone si iscrivono a più network, all interno dei quali cambiano spesso ruolo, caratteristiche e personalità. L esistenza di se stessi si diversifica. Mentre in Fight Club (1999), sempre di Fincher, i protagonisti cercano con tutte le loro forze l evidenza di sé attraverso violenza e dolore, nell epoca di facebook le persone possono girovagare dappertutto con tanti IO. E Fincher reagisce a questo mutamento, creando con monotonie e con reiterazione. Se ci sono tanti se stessi, non c è bisogno di coinvolgere un solo IO. Si può passare da un network all altro con facilità e senza troppe emozioni. Come dimostra anche il film-documentario intitolato Life 2.0 che esplora il mondo virtuale in 3D gestito dalla Linden Lab. In questa Second Life due coniugi hanno creato la loro storia d amore anche nello spazio virtuale, dove si incontrano e si danno appuntamento. Yoshiro Izumi Al via la II edizione del progetto della Provincia CITTA PLURALI PER UN DIALOGO tra culture diverse Conoscersi di più per vivere meglio abbattendo il muro del pregiudizio e dell intolleranza. È l obiettivo di Città plurali. Il progetto, giunto alla seconda edizione e promosso dall assessorato alle politiche culturali della Provincia di Roma in collaborazione con il CIDI Centro di iniziativa democratica degli insegnati e il Tavolo interreligioso di Roma, nasce per sviluppare e diffondere una maggiore integrazione all interno di un territorio sempre più interculturale, dove convivono persone di etnie e religioni diverse. Nelle aree della provincia di Roma sono ormai presenti diverse comunità di rumeni, filippini, polacchi, albanesi, peruviani, bangladesi, ucraini, cinesi, egiziani, equadoregni. L iniziativa coinvolgerà, oltre Ardea, Lanuvio, Ladispoli, Monterotondo, anche la città di Anzio e si baserà su un ciclo di conferenze che coinvolgeranno operatori sociali e culturali, bibliotecari, operatori delle AA.SS.LL, docenti e studenti delle scuole superiori. Al Tavolo Interreligioso di Roma, costituito nel 1998, partecipano esponenti delle aree religiose Induista, Buddhista, Ebraica, Islamica, Ortodossa e Protestante. Con questo progetto afferma l assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma Cecilia D Elia affrontiamo temi quanto mai significativi e affascinanti per tutti, credenti e non. Già l anno scorso abbiamo creato importanti contatti tra le comunità di migranti, le associazioni, le biblioteche e le scuole dei Comuni interessati. Il dialogo tra le religioni è una parte importante dell integrazione sociale e culturale e aiuta a combattere pregiudizio e intolleranza. lc

18 12 18 Mensile di Informazione Space-Politica Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space Care Lettrici e Cari Lettori, voglio cominciare questo nuovo anno parlandovi di un uomo, Avram Noam Chomsky, linguista, filosofo e teorico della comunicazione statunitense. Chomsky è noto per le sue prese di posizione politiche, nelle quali ha aspramente denunciato la strumentalizzazione dei mezzi di comunicazione statunitensi, da parte delle lobby economiche, evidenziando la piattezza conformista dei media. Il percorso attraverso cui si attua questo livellamento, consiste nella fissazione delle priorità : mezzi di informazione che determinano una struttura prioritaria delle notizie, alla quale i media minori devono adattarsi a causa della scarsità delle risorse a disposizione. L obiettivo? Creare una fabbrica del consenso, ossia un sistema di propaganda efficace per il controllo e la manipolazione dell opinione pubblica. Qui di seguito vi riporto le dieci regole stilate da Chomsky sulla manipolazione: 1. La prima norma è la strategia della distrazione : consiste nel deviare l attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle elite politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio di continue distrazioni e informazioni insignificanti. 2. Seconda norma è quella del falso problema/risposta demagogica : si crea un problema per causare una certa reazione nel pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desidera far accettare. Esempio si può creare una crisi economica per far accettare come un male necessario la retrocessione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici. 3. Terza norma è la gradualizzazione delle soluzioni politiche: per far accettare una misura inaccettabile come la privatizzazioni, lo stato minimo, la precarietà, flessibilità, basta applicarle gradualmente per più anni consecutivi poiché tanti cambiamenti tutti insieme posso provocare una rivoluzione. 4. Quarta norma è quella dello spostamento nel tempo: per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come dolorosa e necessaria, così il pubblico ha più tempo per metabolizzarla e accettarla rassegnato quando arriva il momento. 5. Quinta norma è il comunicare ai cittadini come fossero bambini: la maggior parte della pubblicità rivolta al grande pubblico usa intonazione, argomenti particolarmente infantili, molto vicini alla debolezza. Lo scopo è quello di avere una reazione sprovvista di senso critico come quella di un dodicenne. 6. La sesta norma è quella della patetica : sfruttare l emozione tecnica classica per provocare un corto circuito su un analisi razionale da parte dell individuo aprendo così la porta dell inconscio e iniettare idee, paure o indurre comportamenti. 7. La settima è la progettazione e gestione di un ignoranza diffusa. 8. L ottava prevede che il pubblico mediatico si convinca che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti. E che questi siano valori positivi e condivisibili. 9. La norma numero nove è quella del senso di colpa : far credere alla persona che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, a causa della sua scarsa intelligenza. Così invece di ribellarsi contro il sistema economico, l individuo si auto-svaluta e s incolpa. Effetto: inibizione della sua azione. E senza azione non c è ribaltamento né rivoluzione, nessuna possibilità di cambiamento in senso democratico. Per ogni suggerimento, idea, iniziativa per noi donne scrivetemi a: Space - Donna 10. La norma numero dieci è quella del doppio binario della conoscenza scientifica : per Chomsky il vero potere è nel conoscere compiutamente i predicati psicobiologici del pubblico e poter confidare sul fatto che i cittadini non siano in grado di conoscere se stessi. Non c è da aggiungere altro, se non consigliare a tutti quanti di meditare su quanto espresso da Chomsky che pur parlando della società americana è come se parlasse di tutto il mondo. Roberta Treglia LA RICETTA DEL MESE SEMIFREDDO AL TORRONE Ingredienti : - per 8 persone: gr di panna fresca gr di torrone bianco - 75gr di zucchero semolato - 3 tuorli Procedimento. Passate il torrone nel tritatutto riducendolo in polvere fine. Per il semifreddo, preparate uno sciroppo facendo bollire per un minuto esatto lo zucchero con gr. 75 d acqua. Con la frusta elettrica, montare i tuorli in una ciotola immersa in un bagnomaria tiepido tenuto su fuoco moderato, versando a filo lo sciroppo di zucchero caldo. Continuate a lavorare il composto finché diventerà gonfio e colloso. Estraetelo dal bagnomaria e, sempre lavorando con la frusta, fatelo raffreddare quindi incorporatevi il torrone in polvere e la panna montata fermissima. Distribuirlo in 8 stampini da crème caramel che terrete in freezer almeno per 6 ore. Per la salsa al cioccolato fondente: - gr 100 di cioccolato fondente - gr 50 di zucchero semolato - caffè solubile in polvere - un pizzico di sale Circa un ora prima di sformare i semifreddi, preparate la salsa: tagliuzzate il cioccolato, mettetelo in una casseruolina insieme con gr 250 di acqua, con lo zucchero, un pizzico di sale, un cucchiaino di caffè solubile in polvere; portate la casseruolina su fuoco molto moderato e, sempre continuando a mescolare, fate bollire la salsa per un minuto circa, quindi lasciatela raffreddare. Sformate i semifreddi e versate un velo di salsa. Volendo, spolverizzateli con altro torrone tritato non troppo finemente o con mandorle o nocciole ridotte in granella o tritate grossolanamente con un coltello. Buon Appetito! Elisabetta Civitan Il consiglio di Cesare Del Gatto Gelati, semifreddi e cioccolato fondente di regola non andrebbero abbinati al vino. Anche se la situazione è particolare si potrà provare un vino dolce. La malvasia sarda, si presta bene al confronto con profumi di frutta appassita e note amabili ma lievemente ammandorlate nel finale. Produttore rappresentativo è il tenace Gian Battista Columbu, con la Malvasia della Planargia Alvarega, recentemente premiato dall Espresso per l altra malvasia di Bosa da lui prodotta e che interviene nel documentario cinematografico Mondovino del 2004 di Nossiter.

19 Anzio Space Umberto Veronesi si racconta attraverso le storie delle donne che ha conosciuto DELL AMORE E DEL dolore Space - Donna Una lettera d amore dedicata alle donne che lo hanno formato e che ha conosciuto. Un libro autobiografico scritto e raccontato con rispetto e gratitudine da un uomo, Umberto Veronesi, onocologo di fama internazionale e direttore scientifico dell Istituto Europeo di Oncologia di Milano, che con il suo lavoro ha saputo ascoltare il mondo femminile. La mia professione - racconta il medico - mi ha insegnato l arte di leggere nei gesti e nelle parole delle donne. Buona parte del mio pensiero e dei valori che sono alla base della mia attività scientifica e sociale nasce dalla riflessione su storie di vita femminile: la storia di migliaia di donne che ho curato come medico, delle centinaia con cui ho scelto di lavorare ogni giorno come ricercatore, e di quelle che ho avuto il privilegio di amare come uomo. Nel libro, dal titolo Dell amore e del dolore delle donne (ed. Einaudi 2010), l autore ripercorre la sua vita privata e professionale attraverso le storie delle donne con le quali ha condiviso sentimenti, amicizia e lavoro. Donne che di volta in volta si sono trovate impegnate in una battaglia: contro la malattia, i pregiudizi, la paura, la moralità, i dogmi religiosi, la disinformazione, l ignoranza e l ipocrisia. A cominciare dalla madre Erminia, che lo indirizza negli anni della giovinezza e gli insegna due cose importanti: la tolleranza e il saper approfondire. Quando c è un contrasto in un rapporto umano bisogna scoprirne le cause, i motivi. Un consiglio che lo accompagnerà anche nella sua professione: il medico, prima di guarire, deve scoprire le cause della malattia. Ed è proprio la scelta di fare l oncologo specializzandosi nella cura del tumore al seno che avvicina Veronesi sempre più al pensiero femminile. Inizia così un viaggio professionale a contatto con le donne capaci di affrontare con grande forza e dignità la malattia, che decidono di combattere e non di cadere. Ci sono poi gli incontri con le grandi della scienza e della politica come Rita Levi Montalcini e Margaret Thatcher. La conclusione dell autore è che il gentil sesso è più forte e migliore degli uomini e che il futuro del mondo è donna. Lo dico da diversi anni: è in arrivo l era della donna - scrive Veronesi - È in atto una rivoluzione silente e progressiva che non trasformerà la realtà da un giorno all altro in modo traumatico, ma la farà evolvere lentamente. Un pensiero sottolineato da un uomo che, oltre a dodici lauree ad honoris causae ricevute nel corso della sua carriera, è forse l unico ad aver ottenuto da un importante associazione femminile romana il premio di Donna ad honorem, proprio per i tentativi di calarsi nella realtà dei problemi più profondi dell animo femminile. Un attestato di cui Veronesi va molto fiero. Luisa Calderaro Mensile di Informazione Space /Associazioni di Anzio e Nettuno L Epifania: ogni festa porta via! Manifestazioni e folclore nelle città laziali La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte Nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, a cavallo di una scopa, entra nelle nostre case mentre tutti dormono e infila nelle calze dei bambini (e anche di noi adulti!) caramelle, doni, dolcetti e pezzi di carbone! La Befana l abbiamo sempre immaginata così. Ma chi è in verità? Come nasce questa festa popolare? Il termine Befana deriva dal greco Epifania che significa apparizione, illuminazione. La sua origine discende da tradizioni magiche precristiane e, nella cultura popolare, si fonde con elementi folcloristici e cristiani. Avvenne nella notte tra il 5 e il 6 gennaio che i Re Magi fecero visita a Gesù Bambino, dieci giorni dopo la sua nascita, per offrirgli oro, incenso e mirra, ma non riuscendo a trovare la strada per Betlemme, chiesero informazioni a una vecchietta. Nonostante le loro insistenze, affinché li seguisse per far visita al piccolo, la donna non li accompagnò. In seguito, pentitasi di non essere andata con loro, dopo aver preparato un cesto di dolci, uscì e si mise a cercarli senza riuscirci. Così si fermò a ogni casa che trovava lungo il cammino, donando dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di essi fosse il piccolo Gesù. Sono molte le manifestazioni che si terranno il 6 gennaio in alcune città laziali per festeggiare in modo diverso il giorno dell Epifania: - Roma, Festa della Befana a Piazza Navona: Roma rispetta e festeggia l Epifania con diverse manifestazioni. Ormai è una tradizione che si ripete ogni anno in una delle piazze più belle della Capitale. A Villa Borghese, invece, davanti al bioparco, per i più piccoli ci saranno tanti artisti, musica e divertimento. - Subiaco (Rm): una giornata all insegna della cultura e della buona tavola con le visite guidate ai monasteri di Subiaco per rintracciare le origini del monachesimo benedettino, culla della civiltà occidentale. - Frascati (Rm): nella notte del 5 gennaio, esposizione della più lunga calza della Befana, spettacoli con artisti da strada, il teatrino dei burattini, esibizioni di gruppi musicali e un simpatico mezzo di locomozione che accompagnerà i visitatori nelle zone della manifestazione. - Albano Laziale (Rm): passeggiata con la banda musicale dei folletti di Babbo Natale; spettacolo per bambini col gruppo animazione clown e artisti da strada e distribuzione di doni da parte dei Re Magi e della Befana. Elisabetta Civitan

20 Space - Sport Mensile di Informazione Space-Politica Lavinio-Space di Anzio e Nettuno Anzio Space Anche nello sport dilettantistico dilaga la violenza GUERRIGLIA A FIDENE Nella trasferta a Roma i tifosi anziati sono stati presi di mira dai supporters locali Anziolavinio, tempo di bilanci. Si chiude il quotato Monterotondo, per poi cogliere un vile dei tifosi capitolini, che hanno appiccato l anno solare (e anche il girone di andata) e per buon pari nell insidiosa trasferta di Fidene. un incendio verso il pulmino che trasportava il team biancoceleste è arrivato il momento di A proposito di Fidene, siamo costretti ad i sostenitori anziati. Il bilancio finale per tracciare il primo bilancio stagionale. Dopo aprire una parentesi dolorosa che poco fortuna non ha fatto registrare morti, ma un inizio promettente, che aveva proiettato si è sfiorata comunque la tragedia. Enrico i tirrenici in piena lotta play off, negli ultimi D.R. 40 anni, ha riportato la frattura del due mesi la tabella di marcia ha fatto registrare setto nasale, mentre l autista del pullman ha un sensibile rallentamento. Antonelli rischiato grosso: mentre cercava di domare le e compagni al termine del giro di boa fiamme con un estintore, è rimasto incastrato ristagnano in una anonima posizione di metà tra i sedili. Per fortuna il pronto intervento classifica, con una distanza simile sia dalla di un collega lo ha messo in salvo. La società lotta al vertice, sia dalla zona play out. Non anziate ha scritto alla Lega nazionale dilettanti vanno dimenticate le numerose attenuanti per denunciare l accaduto, invocando di quest ultimo periodo: in primis l assenza provvedimenti duri e tempestivi nei prolungata di alcuni elementi cardine della confronti degli ultras romani. Poteva essere rosa, in secondo luogo la scarsa attitudine a una tragedia- ha riferito un tifoso anziate al lottare per il vertice in un campionato così seguito della squadra in trasferta-. Abbiamo competitivo come quello di serie D. Come subito un attacco premeditato, che la dice hanno ripetuto a più riprese giocatori e lunga sulle intenzioni dei tifosi del Fidene. dirigenti, non bisogna mai dimenticare che Non mi piace stilare classifiche sui più buoni l Anziolavinio è stato costruito per centrare il o meno, ma ci tengo a rimarcare che spesso la traguardo salvezza. Gli attuali ventidue punti nostra tifoseria è stata maltrattata soprattutto in classifica premiano largamente l operato da certa stampa prevenuta. Mi auguro che di mister Caputo, che finora ha svolto un avrebbe in comune con il mondo del la stessa enfasi venga posta per rimarcare lavoro oscuro ma prezioso, modellando un calcio. Ci riferiamo al vergognoso attacco quanto ci è accaduto. Il campionato gruppo che nei momenti difficili è sempre premeditato che ha visto protagonisti i tifosi dell Anziolavinio ripartirà il 5 gennaio con la uscito fuori con orgoglio. Nelle ultime due locali. I supporters dell Anziolavinio sono trasferta sul campo del Selargius. Sperando si gare prima della sosta i neroniani hanno stati oggetto di minacce ed insulti per tutto possa tornare a parlare di calcio. subito l inevitabile sconfitta casalinga contro l arco della gara. La tensione è sfociata nell atto Marcello Bartoli Due vittorie consecutive, una sconfitta e un paraggio per i biancoverdi FALASCHE, BATTESIMO D ORO PER IL NEO MISTER BINDI Il Falasche ha un nuovo Mister. Dopo la sconfitta contro il fanalino di coda VisAurelia, la società biancoverde esonera Neno Cesarini e ingaggia Massimo Bindi, allenatore giovane ma già abbastanza esperto, avendo guidato tra le altre anche Aprilia e Latina. Serviva una scossa all ambiente e a farne le spese come spesso capita è l allenatore, che lascia la società con un velo di polemica avendo saputo della decisione di sollevarlo dall incarico solo dal Direttore Sportivo Vito Santostasi e non dal Presidente. Il battesimo per Mr. Bindi è stato subito col botto, con i ragazzi che sono riusciti a battere per 1-0 l ex capolista Borgo Podgora, con una rete di Zitarosa all 89. Mr. Bindi ha apportato subito alcune modifiche alla formazione, invertendo gli esterni Porcari e Perica, che solitamente stazionavano a centrocampo. Come dicevamo la rete è arrivata quasi allo scadere con un colpo di testa di Zitarosa su corner di Porcari, che ha portato i tanti attesi 3 punti al pubblico casalingo. Importante era dare continuità di risultati nella trasferta di Sabotino, dove i bianco verdi hanno sfoggiato una buona prestazione e si sono imposti per 1-0 con rete di Buchicchio (27 p.t.) che era a digiuno da lungo tempo. Seconda partita per Bindi e seconda vittoria. Anche l allarme infortuni sembra essere rientrato con i recuperi di Petruolo e Molinari (out solo Del Grosso). Archiviato Sabotino si pensava potesse arrivare anche la vittoria contro il Santa Maria Mole, e invece arriva la prima sconfitta per Mr. Bindi e i suoi ragazzi, che perdono 0-2 in casa. Il big match della quindicesima giornata è stato il derby contro il Nettuno: al Celestino Masin, Nettuno e Falasche si dividono la posta, un 1-1 targato Laudante e Petruolo. Un punto che serve a muovere la classifica e a ripartire dopo la sconfitta casalinga. Il gol nel derby è arrivato grazie a Petruolo che ha sfruttato al meglio un calcio di punizione al 17 s.t. Prima gioia stagionale per il forte difensore che ha dedicato il gol alla sua fidanzata. L ultimo turno (prima di andare in stampa) ha visto il Falasche ospitare al Villa Claudia la matricola Ostiamare, regolato con un 2-0 grazie alle reti di Porcari e Buchicchio. Classifica che torna a sorridere in casa Falasche, con Cancelli e compagni che dopo 16 giornate sono ottavi a quota 22 punti. Fabrizio Tirocchi

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani LA METRONOTTE Di Paolo Mondani Montali è indagato, anzi, sotto processo per? Collusione con la Banda della Magliana, riciclaggio, corruzione e intestazione fittizia di beni. MILENA GABANELLI IN STUDIO

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE, E DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DEI CIRCOLI DELLA CITTA DI ROMA E DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI Parte

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti delle associazioni di categoria e sindacali 22 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/5 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

mercoledì 25 settembre 2013

mercoledì 25 settembre 2013 Rassegna Stampa CISL Bergamo mercoledì 25 settembre 2013 mercoledì 25 settembre 2013 CASAZZA La Diocesi di Bergamo nomina Enrico Madona amministratore delegato della Fondazione Piccinelli. Ma Madona

Dettagli

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 di Sabrina Giannini MILENA GABANELLI IN STUDIO Un mese e mezzo fa ci eravamo occupati della concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio molte imprese

Dettagli

Sfatare il mito del posto fisso

Sfatare il mito del posto fisso Intervista Sfatare il mito del posto fisso Gli obiettivi di Daniele Rossi neo presidente del gruppo giovani imprenditori Contribuire a creare una cultura d impresa per dare ad una regione che ancora vive

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 1 INDICE art. 1 Finalità del Servizio pag. 3 art. 2 Area di utenza

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35.

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35. 1/7 MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 12.35. PRESIDENTE. Buongiorno, avvocato. Lei è stato Presidente del Consorzio CE/3. FRANCESCO CUNDARI,

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/8

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/8 1/8 MISSIONE IN SICILIA 1 OTTOBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 10,23. PRESIDENTE. Ovviamente la ringraziamo. La relazione da lei predisposta ci consentirà di abbreviare

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi PREMESSA DALL INFORMAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE: UN PERCORSO PER LA DEMOCRAZIA AD ACI BONACCORSI Il Comune

Dettagli

LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo *

LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo * FONDAZIONE EMANUELA ZANCAN Onlus - Centro Studi e Ricerca Sociale LA COSTITUZIONE FONDAMENTO DI UGUAGLIANZA SOCIALE CONTRO LE DISUGUAGLIANZE E LE DISCRIMINAZIONI SOCIALI Giovanni Nervo * Convegno Associazione

Dettagli

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo

Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo Il debutto pubblico del Comitato di Coordinamento del Volontariato lombardo REGIONE LOMBARDIA 38 Con la nascita del CCV-Lombardia, il volontariato PC della Regione compie un importante salto di qualità,

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle MISSIONE A CROTONE 17 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle PRESIDENTE. Signor sindaco, la ringraziamo per la presenza. Stiamo completando l inchiesta sulla Calabria.

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE.

OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE AD OGGETTO; RISTRUTTURAZIONE CASA COMUNALE. Comune di Rometta Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N.37 del 15/11/2010 OGGETTO: INTERROGAZIONE PROT. 14821/2010 A FIRMA DEL CONSIGLIERE COMUNALE FORTUNATO MARCIANÒ, AVENTE

Dettagli

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia Immigrazione,

Dettagli

Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002

Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002 Cidiesse Cooperativa Sociale r.l. Sede in Milano Capitale Sociale 17.609 BILANCIO SOCIALE ESERCIZIO 2002 ASPETTI GENERALI In relazione all art. 3 dello statuto si conferma che i criteri che hanno guidato

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

UFFICI GIUDIZIARI DI VIA BRENTA. STORIA DI UN ATTENTATO FINANZIARIO

UFFICI GIUDIZIARI DI VIA BRENTA. STORIA DI UN ATTENTATO FINANZIARIO CONFERENZA STAMPA UFFICI GIUDIZIARI DI VIA BRENTA. STORIA DI UN ATTENTATO FINANZIARIO La storia di questi anni a Palazzo Carafa è stata scandita da quelli che possiamo chiamare per convenzione attentati

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare 10 giugno 2011 Introduzione Nel corso dell ultima fase del processo partecipato i partecipanti, con il supporto di un plastico della colonia messo a

Dettagli

Primopiano Volontariato

Primopiano Volontariato LA RAPPRESENTANZA DEL VOLONTARIATO: UN PROBLEMA IRRISOLTO Viaggio in alcune regioni per capire come lo affrontano e se hanno trovato soluzioni l concetto di rappresentanza, inteso come il potere di agire

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 529 568 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale La criminalità oltre l emotività Negli ultimi tre anni la criminalità in

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema Laboratori del Sapere Scientifico Scuola primaria Capraia Isola Pluriclasse (classi terza e quinta):

Dettagli

Politica: la voce dei giovani

Politica: la voce dei giovani Politica: la voce dei giovani m a r e a p e r t o La cupola trasparente del Bundestag (Berlino) sede del parlamento federale tedesco. È completamente trasparente: con la ricostruzione tedesca e dopo due

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

Perche una newsletter? di Umberto Di Primio

Perche una newsletter? di Umberto Di Primio Aprile 2016 / Numero 0 Perche una newsletter? di Umberto Di Primio Cari amici, in queste settimane, con i miei collaboratori, ho pensato ad un agile strumento di comunicazione per aggiornarvi sulle attività

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI

BOZZA NON CORRETTA RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE IN SICILIA SEDUTA DI GIOVEDÌ 16 APRILE 2015 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE STEFANO VIGNAROLI CAMERA DEI DEPUTATI 1/8 SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto...

Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto... Ecco come (non) lavorano i dipendenti municipali della Polizia Locale ed all' AMIU di Taranto... Continuano ad arrivarci in redazione fotografie, documenti, storie di ordinaria follia nella vita (in)civile

Dettagli

Benvenuti a Sezze Rumeno

Benvenuti a Sezze Rumeno Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione Corso di Laurea Magistrale Scienze Sociali Applicate Sociologia e management della sicurezza Tesi di Laurea Anno accademico 2011/2012 Benvenuti a Sezze

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E

C O M U N E D I C A S T E L V E R D E C O M U N E D I C A S T E L V E R D E Provincia di Cremona ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 28 ADUNANZA DEL 21/07/2014 OGGETTO: PRESENTAZIONE DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

L OSSERVATORIO. 10 Marzo 2014 CATEGORIA: ECONOMIA L ITALIA DELLA POVERTA

L OSSERVATORIO. 10 Marzo 2014 CATEGORIA: ECONOMIA L ITALIA DELLA POVERTA L OSSERVATORIO 10 Marzo 2014 CATEGORIA: ECONOMIA L ITALIA DELLA POVERTA L esercito dei disperati in Italia 10 Marzo 2014 Dieci milioni di poveri. Altrettanti che vivono una situazione finanziaria che li

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: INTERPELLANZA presentata dal gruppo consiliare Progetto Filottrano con oggetto: "funzionamento ufficio postale e ADSL". L'Anno Duemiladieci il giorno Quindici

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti:

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti: Giovedì 03 settembre 2015 ore 21:00 VERBALE DI RIUNIONE Presenti: - Carlo Di Marco - Giovanni Mazzoni - Marzia Sperandii - Rossana Puel - Stefania Segreti - Francesca Di Giacomo - Gabriella Vercelli -

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

L eccesso nuoce! Perciò il 9 febbraio 2014. www.immigrazione-di-massa.ch

L eccesso nuoce! Perciò il 9 febbraio 2014. www.immigrazione-di-massa.ch L eccesso nuoce! Perciò il 9 febbraio 2014 www.immigrazione-di-massa.ch Immigrazione sì, ma Sprovvista di materie prime, la Svizzera deve la sua prosperità alla creatività dei suoi abitanti. La manodopera

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016

Guardia di Finanza COMANDO PROVINCIALE PIACENZA. Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 Comunicato stampa Piacenza, 15 marzo 2016 GUARDIA DI FINANZA DI PIACENZA BILANCIO OPERATIVO ANNUALE ANNO 2015 Nel 2015 è proseguita l attività delle Fiamme Gialle piacentine indirizzata al raggiungimento

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. CONSIGLIO COMUNALE DEL 27.03.2015 Interventi Sigg. consiglieri Mozione in ordine alla istituzione di un registro dei tumori nel nostro territorio. Ultimo punto: Mozione in ordine alla istituzione dei tumori

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Arcieri Tradizionali 12 Roma VERBALE ASSEMBLEA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA ARCIERI TRADIZIONALI

Arcieri Tradizionali 12 Roma VERBALE ASSEMBLEA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA ARCIERI TRADIZIONALI Arcieri Tradizionali 12 Roma Società Sportiva Dilettantistica C.F. 97537060580 VERBALE ASSEMBLEA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA ARCIERI TRADIZIONALI Il giorno 31/01/2015 alle ore 10:30, presso il

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA

UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA Sintesi del Documento Programmatico in occasione dei Congressi Territoriali UISP in Emilia Romagna gennaio 2013 - Mauro Rozzi 1. Premessa: le riflessioni/visione

Dettagli