PARLIAMO DI CAVI COASSIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARLIAMO DI CAVI COASSIALI"

Transcript

1 PARLIAMO DI CAVI COASSIALI ARI- Sezione di Roma- Serate tecniche presentazione di Giovanni Paternostro IØXJ impaginazione e grafica a cura di Claudio Primerano IZØHHH Parte 3 Applicazioni pratiche: autocostruzione adattatori d impedenza In questa parte consideriamo alcuni adattatori costruiti usando tronchi di linea (o stub ) in coassiale. Gli adattatori sono stati effettivamente costruiti e utilizzati sulle mie antenne, per cui la descrizione che segue è sostanzialmente pratica, anche se per dimensionare gli adattatori riporto alcune semplici formule. Esistono anche in questo caso dei Software che consentono di risparmiare i calcoli manuali Lunghezza d onda elettrica (in m) [5] WL = C/F Dove : F (MHz) frequenza di lavoro C velocità delle onde elettromagnetiche nel vuoto e pari a circa 300 con (F in MHz)- un valore piu preciso e 299,8 Questa formula l avevo imparata a memoria molti anni fa per fare la conversione in MHz, allora nelle scale parlanti degli apparecchi radio era riportata la lunghezza d onda in metri Lunghezza fisica o effettiva (in m) [6] L=WL x Fv Dove : - WL lunghezza d onda elettrica come da formula [5] (a volte chiamata anche lambda λ ) - Fv Fattore di velocità come definito nella seconda parte (ad es. 0,66 per isolante in PE solido). Adattatore in quarto d onda Questo tipo di adattatore (chiamato anche Q section o lambda quarti) veniva utilizzato fin dagli anni 30 con le linee bifilari (ad esempio per le antenne rombiche)- Un altro esempio era per riportare l impedenza dei dipoli a quella delle linee a 600 Ω.. Naturalmente, visto che parliamo di coassiali, ne vedremo delle applicazioni con le impedenze tipiche di queste linee. pag. n 1/6

2 a- Lunghezza in m [7] Lq =L x 0,25 cioe si moltiplica per 0,25 la lunghezza L, oppure si divide per 4 la lunghezza L, Una utility del programma: tldetails di AC6LA, (rif.1) già menzionato nella parte seconda, consente di fare i calcoli delle formule [5], [6] e {7}. Cliccare nel tasto in alto: Freq Len-VF-WL conversions Come esempio inseriamo F=144.2 e scegliamo un tipo di coax con isolante in PE solido La lunghezza effettiva del nostro stub sara quindi 0,34 m o 34 cm. nota: una certa frazione di lunghezza (es 0,25), nel programma corrisponde al valore in gradi (degree- nel caso : 90) rispetto ad una lunghezza d onda (elettrica) intera che è 360 gradi. Per ora non utilizziamo questo dato, essendo anche noto che 90 = 360/4, ma potra essere utile (anche come input) per altre applicazioni. b-impedenza (in Ω) [8] Dove: Zo impedenza dello stub adattatore Zi impedenza d ingresso (tipicamente 50 Ω) ZL impedenza del carico (antenna) che dobbiamo adattare pag. n 2/6

3 Nota: il ROS (o SWR).e comunque presente all interno dello stub, per cui in generale conviene piazzarlo in prossimità dell antenna. Trattandosi di lunghezze relativamente corte, l influenza sull attenuazione puo essere considerata trascurabile. ESEMPIO 1: ZL=12 Ω Anche in questo caso esistono dei calculator v. W4SAT (rif.2). Si riferisce ad un antenna VHF 4 elementi che avevo provato a Terni nel Guadagno circa 8 dbd (aveva ottenuto il 2 posto come guadagno / lunghezza boom) Abbiamo calcolato l impedenza dello stub adattatore in circa 24,5 Ω. Esistono cavi semirigidi da 25 Ω, ma in questo caso avevo bisogno di un cavo flessibile perché l antenna è per uso portatile e l adattatore viene arrotolato sul boom anche come choke balun. Mettendo in parallelo due spezzoni di RG58C da 50 Ω (centrale con centrale, treccia con treccia) si ottiene appunto il valore 25 Ω La lunghezza è 34 cm come calcolato perché l isolante è solido. (Fv=0,66).- il ROS misurato è risultato pari a 1,1. Questo tipo di adattatore viene anche adottato nelle antenne VHF di di DK7ZB (rif.3) ESEMPIO 2 - ZL=110 Ω Si riferisce ad un antenna Delta-loop ad 1 elemento per i 20 m - Alla frequenza di calcolo di 14,175 MHz otteniamo Lq=3,47 m per il PE solido e Zo= 74,2.Ω Ho utilizza to uno stub di cavo RG59B con Z=75 Ω nominale. (si puo utilizzare anche il cavo RG11 o del cavo TV di buona qualità, ma con isolante solido, altrimenti occorre ricalcolare la lunghezza in funzione del Fv). Il ROS misurato è pari a 1,4, valore ancora accettabile. pag. n 3/6

4 Ciò è spiegabile col fatto che le Delta loop installate basse hanno anche una leggera componente reattiva (capacitiva), lnoltre ci sono altri oggetti vicini quali il palo metallico (sullo stesso è montata anche una sloper). Per la compensazione della componente reattiva esistono vari metodi, ma che richiedono o calcoli piu complicati o l uso della carta di Smith, che qui non tratteremo. Nel disegno si vede come e stato collegato lo stub sulla Dellta loop ( a circa 5,13 m dal vertice in alto) ho messo un connettore tipo N maschio sull RG59 e N femmina sull RG213. Adattatore di Bramham o Lambda /12 Questo tipo di si presta ad adattare due impedenze tramite due tronchi di linea con impedenza pari quelle che si vogliono adattare, lunghi ognuno circa 1/12 di lunghezza d onda. Lo studio e applicazione e stato fatto da P.Bramham, un ricercatore del CERN, che lo descrive come alternate line transformer in un suo report (rif. 4)- Molto interessante, (per chi voglia approfondire), l appendice, dove sono illustrati i vari tipi di adattatori. Per il caso particolare Ω è stato calcolata da G3KYH (e pubblicato nel 1971) la lunghezza degli stub pari a 0,0815 L (oppure 29,3 ). L argomento è stato poi ripreso nel 1997 su QSTda D.Emerson AA7FV,e sul suo sito (v.rif.5). Se si usano impedenze diverse la lunghezza degli stub o il loro valore in gradi variano rispetto al caso indicato- Si puo fare ricorso ad un apposito calculator (rif.6). ESEMPIO 3- ZL=75 / (300) Ω Si riferisce ad un antenna 5 elementi Fracarro del vecchio tipo per 144 MHz, con dipolo ripiegato, con balun 4:1, che viene alimentato con cavo 75 Ω, nel mio caso tipo TV. Usavo quest antenna, (divisa in due pezzi per i trasporto) in portatile e con TX autocostruiti che non avevano problemi di adattamento pag. n 4/6

5 Ora utilizzo le piu piccole e leggere 4 elementi (mod. XJ Terni08 o mod. Volpe ), ma volevo sperimentare questo adattatore (ho anche una vecchia FR 6 elementi) e recuperare quest antenna come riserva. Introducendo 0,0815 e 144,2 MHz nel calcolo della lunghezza fisica otteniamo 11,1 cm. Per la prima tratta (con connettore) ho usato cavo RG59B, per la seconda RG223 (ma si poteva usare anche RG58C) mentre la terza è il cavo TV. In questo caso non ho usato connettori ma saldato direttamente gli spezzoni, scoprendo circa 5mm per parte. La ricostruzione dell isolante è stata fatta incidendo un pezzetto d isolante del cavo TV (che è piu flessibile) e sovrapponendolo nel punto di saldatura dei conduttori centrali. Si infila poi un pezzo di treccia (ricavata dal cavo RG223, nel mio caso) e si salda alla treccia dei due estremi di cavo, avendo cura di non scaldare troppo l isolante. Il tutto viene ricoperto con nastro isolante o tubetto termoretraibile. Questa tenica è illustrata anche nel sito di K6STI (v. rif.7) insieme ad altre cose interessanti.(attenzione che le frequenze utilizzate sono quelle della VHF broadcasting) Se si lavora con attenzione si hanno meno perdite che con i connettori, il risultato è buono in quanto il ROS è risultato 1 (la lancetta del Rosmetro non si muove in posizione REFL) Balun 4:1 a ½ onda Sulla stessa antenna, in prossimità del dipolo ripiegato, è collegato un tronco di linea con la funzione di adattatore da 300 a 75 Ω e simmetrizzatore La lunghezza è ½ onda (0,5 L), tenendo conto del fattore di velocità In questo caso ho utilizzato lo stesso cavo TV con isolamento in PE espanso con Fv=0,82, quindi una lunghezza fisica pari a 85 cm. pag. n 5/6

6 Se il dipolo ha impedenza 200 Ω l adattamento sara a 50 Ω, è possibile usare cavo con questa impedenza per il balun.(sempre tenendo conto del fattore di velocità).. Nel disegno si vede che i centrali del cavo di alimentazione e di un estremo del balun sono collegati ad un ramo del dipolo, mentre il centrale del balun all altro estremo è collegato al secondo ramo del dipolo. Le calze di tutti cavi sono collegate insieme. Questo tipo di adattatore/ balun è descritto su tutti i testi, io ne vidi la prima volta la descrizione sull ARRL Handbook del 1966 e su RR 7/1967 a cura di i4ne. Un approfondimento (insieme con la descrizione di un miglioramento) si puo trovare sul sito dell amico Antonio I0JX (rif.8). RIFERIMENTI: (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) Nuova url del coaxial line Calculator per Impedenza e Capacità (v. parte seconda): pag. n 6/6

ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE

ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE Pagina 1 di 7 ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE Ing. Bussoni Vittorio, IK4CIE La seguente antenna è stata realizzata per migliorare la ricezione in onde medie di un qualsiasi ricevitore casalingo,

Dettagli

Dettagli Realizzativi

Dettagli Realizzativi Dettagli Realizzativi Un cavo coassiale è formato da un conduttore centrale e da uno o più schermi(calze o fogli). In una versione semplice troviamo un conduttore centrale rigido in rame, circondato da

Dettagli

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m ANTENNA HALF-SLOPER BY IK4CIE Vittorio PER 160m Anzitutto preciso che si chiama "sloper" e non "slooper" dal vocabolo inglese "slope" che vuole dire "inclinato". Il termine "sloper" indica un dipolo completo

Dettagli

PROGETTO ANTENNA VERTICALE VHF 70 80 Mhz / 144 146 Mhz. Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH

PROGETTO ANTENNA VERTICALE VHF 70 80 Mhz / 144 146 Mhz. Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH Se ti capita di essere a casa magari bloccato dal maltempo, e dialoghi con un collega radioamatore via telefono o radio o Skype, inevitabilmente arrivi ad affrontare l argomento dell autocostruzione di

Dettagli

Come usare un accordatore (a P-Greco)

Come usare un accordatore (a P-Greco) Francesco Silvi as IkØRKS Mail : francescosilvi@libero.it Come usare un accordatore (a P-Greco) Molti miei articoli sono scritti in base alle domande ricevute per via mail e questa volta l argomento riguarda

Dettagli

6 METRI - 50 MHZ LA BANDA MAGICA : COSTRUZIONE DI UN AMPLIFICATORE DA 300 W CON GI7B

6 METRI - 50 MHZ LA BANDA MAGICA : COSTRUZIONE DI UN AMPLIFICATORE DA 300 W CON GI7B 6 METRI - 50 MHZ LA BANDA MAGICA : COSTRUZIONE DI UN AMPLIFICATORE DA 300 W CON GI7B Riaprendosi la caccia ai DX e alle aperture E sporadico nella Banda Magica, un po di potenza in più non fa mai male

Dettagli

Antenne Speciali HF VHF UHF

Antenne Speciali HF VHF UHF Pagina 1 Antenne Speciali HF VHF UHF In questa sotto pagina verra' illustrato come costruire antenne VHF perportatilichenonseguonoidettamiteoricimasololapraticaesono basate sostanzialmente su tre principi

Dettagli

Commutatore d antenna per HF a controllo remoto

Commutatore d antenna per HF a controllo remoto ngelo Protopapa - IK0VVG ommutatore d antenna per HF a controllo remoto 1. Introduzione L idea di realizzare un commutatore d antenna per HF, controllato da remoto ed, al limite, tramite lo stesso cavo

Dettagli

ANTENNA WIRELESS ELICOIDALE by Savy.uhf

ANTENNA WIRELESS ELICOIDALE by Savy.uhf ANTENNA WIRELESS ELICOIDALE by Savy.uhf L antenna elicoidale si ottiene avvolgendo su un diametro ben definito un certo numero di spire, che vengono poi spaziate in modo da ricavare un lungo solenoide,

Dettagli

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO Tutto e nato dall idea di realizzare un microfono che mi permettesse di usare il ricetrasmettitore nel modo piu comodo e sicuro possibile. Navigando in rete ho trovato diverse

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

MISURE SULLE ANTENNE di Giovanni G. Turco, ik0ziz

MISURE SULLE ANTENNE di Giovanni G. Turco, ik0ziz MISURE SULLE ANTENNE di Giovanni G. Turco, ik0ziz Le misure sulle antenne si possono eseguire in vari modi, anche su modelli di esse, realizzate in scala quando sono in realtà di dimensioni molto grandi.

Dettagli

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN Il TX-FM-MID/EN è un modulo trasmettitore di dati digitali con modulazione FSK. PIN-OUT 10 1 CONNESSIONI Pin 1 TX Dati Ingresso dati con resistenza di ingresso di 50 kω minimi.

Dettagli

Le Antenne Verticali

Le Antenne Verticali Le Antenne Verticali principi e funzionamento illustrati da Gioacchino IW9DQW Generalità. S intende per antenna un organo atto ad irradiare nello spazio energia elettromagnetica, quando venga percorso

Dettagli

TX Figura 1: collegamento tra due antenne nello spazio libero.

TX Figura 1: collegamento tra due antenne nello spazio libero. Collegamenti Supponiamo di avere due antenne, una trasmittente X e una ricevente X e consideriamo il collegamento tra queste due antenne distanti X X Figura : collegamento tra due antenne nello spazio

Dettagli

Modding USB Wireless Asus by Savy.uhf

Modding USB Wireless Asus by Savy.uhf Modding USB Wireless Asus by Savy.uhf La scheda presa in considerazione è una ASUS WL-167G. E un adattatore di rete Wireless USB 2.0 conforma con lo standard IEEE 802.11 b/g e che fornisce un ampiezza

Dettagli

Lunghezza di un antenna In generale l antenna ideale è lunga esattamente quanto la lunghezza d onda della frequenza per cui viene utilizzata.

Lunghezza di un antenna In generale l antenna ideale è lunga esattamente quanto la lunghezza d onda della frequenza per cui viene utilizzata. Antenne Premessa L antenna di un ricetrasmettitore è uno degli elementi più importanti per la buona riuscita di una trasmissione (ricezione): senza di essa anche il miglior apparecchio radio diventa inutilizzabile.

Dettagli

CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE

CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE CELLA DI CARICO 3100P MANUALE D INSTALLAZIONE 1. GENERALITÀ...2 1.1. Messa a livello...2 1.2. Sollecitazioni...2 1.3. Saldature elettriche...2 1.4. Fulmini...2 1.5. Influenze meccaniche esterne...3 2.

Dettagli

Sostituzione cavo Skyscan EQ6

Sostituzione cavo Skyscan EQ6 Sostituzione cavo Skyscan EQ6 La montatura equatoriale EQ6 della Sky Watcher viene fornita in dotazione con un cavo di collegamento fra SkyScan e testa equatoriale lungo solo 60 cm; il cavo è a spirale

Dettagli

Antenne. Generatore HF

Antenne. Generatore HF Antenne I V I Generatore HF 1 V I I Generatore HF Dipolo λ/2 Massima impedenza minima impedenza TX 2 trasmettitore linea a n t e n n a d i p o l o λ Lunghezza dipolo = 0,98 ------------- 2 Si dimostra

Dettagli

Zeno Martini (admin)

Zeno Martini (admin) Zeno Martini (admin) TRE CORTOCIRCUITI IN BASSA TENSIONE 18 October 2009 Generalità L'argomento è un classico degli impianti. Conoscere la corrente di cortocircuito è di fondamentale importanza per il

Dettagli

PROGETTO ANTENNA VERTICALE HF 10/20/40 metri. Supporto CANNA da PESCA Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH

PROGETTO ANTENNA VERTICALE HF 10/20/40 metri. Supporto CANNA da PESCA Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH P R E M E S S A Quello che vado a descrivervi non è nulla di nuovo, bensì un'antenna che è stata descritta nei minimi particolari in moltissimi siti Internet che si occupano di radio e autocostruzione.

Dettagli

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini Non sempre l TV riguarda i grandi edifici con numerosi piani e molteplici unità abitative. Gli stessi principi e criteri possono essere adottati anche

Dettagli

L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche

L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche INTRODUZIONE Heinrich Hertz (1857-1894) nel 1886 riuscì per la prima volta a produrre e a rivelare le onde elettromagnetiche di cui Maxwell aveva previsto

Dettagli

Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.)

Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.) Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.) Sono stato presente all incontro tecnico del 20.2.08 nel quale il collega Andrea IW0HK ha trattato

Dettagli

1.1.1 Panoramica su vari tipi di antenne

1.1.1 Panoramica su vari tipi di antenne 6 CAPITOLO 1. Introduzione Figura 1.1: Schematizzazione del comportamento di un antenna in trasmissione (a) e in ricezione (b). Nel caso in cui l onda guidata sia relativa ad un modo TEM in una linea di

Dettagli

Tecniche di schermatura

Tecniche di schermatura E.M.I. Shield e Grounding: analisi applicata ai sistemi di cablaggio strutturato Tecniche di schermatura Pier Luca Montessoro pierluca.montessoro@diegm.uniud.it SCHERMI - 1 Copyright: si veda nota a pag.

Dettagli

Antenne Speciali HF VHF UHF

Antenne Speciali HF VHF UHF Antenne Speciali HF VHF UHF In questa sotto pagina verra' illustrato come costruire antenne VHF per portatili che non seguono i dettami teorici ma solo la pratica e sono basate sostanzialmente su tre principi

Dettagli

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Gironzolando in moto ho avuto la necessità diverse volte di avere il TomTom che mi guidasse per la retta via. Nessun problema se il viaggio o l

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

I PRINCIPI DEL RISCALDAMENTO A MICROONDE

I PRINCIPI DEL RISCALDAMENTO A MICROONDE I PRINCIPI DEL RISCALDAMENTO A MICROONDE Prof. Paolo ARCIONI Dipartimento di Elettronica Università di Pavia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DEI MATERIALI E

Dettagli

Materiale di proprietà intellettuale di Patrizio Adamo IK0EHZ

Materiale di proprietà intellettuale di Patrizio Adamo IK0EHZ PREMESSA Quello che vado a descrivervi non è nulla di nuovo, bensì un'antenna che oltre ad essere commercializzata da diverse Ditte è stata descritta nei minimi particolari in moltissimi siti Internet.

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE: DISCIPLINA: Telecomunicazioni- pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2014/2015 - CLASSE: DISCIPLINA: Monte ore annuo

Dettagli

CNC a 3 assi La domanda che mi sono subito fatto era questa: In che modo fare un incisore spendendo veramente poco ma avendo una macchina con una buona precisione? La risposta mi è subito venuta in mente

Dettagli

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT

Più prese in casa? Uno dei desideri dell appassionato. Estensioni no problem. centralizzato. impianto TV-SAT Più prese in casa? Estensioni no problem Data la grande offerta della TV digitale terrestre e satellitare, per evitare discussioni in famiglia è importante che l impianto possa prevedere una presa TV e

Dettagli

EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz

EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz EFETTO DEL SUOLO di Giovanni G. Turco, ik0ziz Le caratteristiche d irradiazione di un antenna possono essere modificate, oltre che da eventi estranei, anche dal suolo sottostante. Infatti, quando l antenna

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani. Sezione di Forlì. Quaderni di tecnica radioamatoriale

A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani. Sezione di Forlì. Quaderni di tecnica radioamatoriale A.R.I. Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Forlì Quaderni di tecnica radioamatoriale 1 INTESTARE CAVI RG 213 - RG 213 PEE - RG 8 CON CONNETTORI N tipo Marlow 1. INTRODUZIONE Ideali per l uso

Dettagli

1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI.

1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI. 1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI. Tutti i fenomeni elettrici e magnetici hanno origine da cariche elettriche. Per comprendere a fondo la definizione di carica elettrica occorre risalire alla

Dettagli

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule.

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule. I db, cosa sono e come si usano. Il decibel è semplicemente una definizione; che la sua formulazione è arbitraria o, meglio, è definita per comodità e convenienza. La convenienza deriva dall osservazione

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06 Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA Il progetto sulla Terza Dimensione Queste attività si

Dettagli

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv 1 L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv La Norma CEI EN 50107 ( entrata in vigore nel settembre del 1999 e classificata come 34-86) fornisce i criteri

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo come esempio il data set contenuto nel foglio excel esercizio2_dati.xls.

Dettagli

Sistema theremino Theremino MCA - V4 Starting Guide

Sistema theremino Theremino MCA - V4 Starting Guide Sistema theremino Theremino MCA - V4 Starting Guide Sistema theremino - PMT Adapters V4 - Starting Guide - 16 febbraio 2013 - Page 1 Guida veloce per iniziare Introduzione Questo manuale serve per iniziare

Dettagli

COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI

COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI Generalità COME MISURARE L IMPEDENZA CARATTERISTICA DEI CAVI Rev.1 del 10/01/2012 Articolo pubblicato su Radio Rivista del 01/2012 Propongo questo semplice strumento perché utile per misurare l impedenza

Dettagli

Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie :

Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie : CAVI COASSIALI, per RF - μonde - VARI pag J 1 Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie : -- A ) cavi coassiali di tipo rigido o semirigido

Dettagli

GUIDA AL MONTAGGIO INTERFACCIA JTAG A DIODI PER SOFTWARE LUPETTUS By 9a9a

GUIDA AL MONTAGGIO INTERFACCIA JTAG A DIODI PER SOFTWARE LUPETTUS By 9a9a GUIDA AL MONTAGGIO INTERFACCIA JTAG A DIODI PER SOFTWARE LUPETTUS By 9a9a 1 MATERIALE REALIZZAZIONE JTAG. Per la Realizzazione della scheda JTAG procurarsi il seguente materiale: Quantità Descrizione materiale

Dettagli

CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA

CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA ARI Associazione Radioamatori italiani Sezione di Belluno CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA - 1 - Presentazione Scopo del corso Le comunicazioni radio L informazione nella gestione delle emergenze La

Dettagli

Antenne per i telefoni cellulari

Antenne per i telefoni cellulari Antenne per i telefoni cellulari annamaria.cucinotta@unipr.it http://www.tlc.unipr.it/cucinotta 1 Requisiti terminali mobili I principali vincoli da tenere in conto nella progettazione di un antenna per

Dettagli

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica

ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTROSTATICA + Carica Elettrica + Campi Elettrici + Legge di Gauss + Potenziale Elettrico + Capacita Elettrica ELETTRODINAMICA + Correnti + Campi Magnetici + Induzione e Induttanza + Equazioni di Maxwell

Dettagli

Materiale di radiocomunicazione

Materiale di radiocomunicazione BevSTitelSeite PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Materiale di radiocomunicazione Antenne UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Febbraio 2004 1503-00-1-03-i.doc Indice Antenne 1 Prescrizioni di

Dettagli

IMPIANTI DI TERRA Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A.

IMPIANTI DI TERRA Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. IMPIANTI DI TERRA Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università degli Studi di Cagliari

Dettagli

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire:

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire: di Pier Francesco Piccolomini 1 Dopo aver spiegato come si accende il computer e come si usano mouse e tastiera, con questa terza puntata della nostra guida entriamo trionfalmente all interno del PC, dove

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica

Mitan Professionale. Amplificazione Telefonica Mitan Professionale Amplificazione Telefonica MITAN uno sguardo al futuro Il SISTEMA MITAN si arricchisce di nuove soluzioni: in queste pagine trovate una gamma semplice ma completa di dispositivi per

Dettagli

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei

L OSCILLOSCOPIO. L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei L OSCILLOSCOPIO L oscilloscopio è il più utile e versatile strumento di misura per il test delle apparecchiature e dei circuiti elettronici. Nel suo uso abituale esso ci consente di vedere le forme d onda

Dettagli

CAVO MICROFONICO CAVO STARQUAD

CAVO MICROFONICO CAVO STARQUAD CAVO MICROFONICO. Scherm CAVO MICROFONICO DI QUALITÀ. PER MUSICISTI PRO uttori con trecciola in rame nudo, isolamento PE, coppia twistata con riempitivi sintetici, schermo a treccia in rame nudo (90%),

Dettagli

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio)

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Progetto ARISS ITIS ˆE.fermi Lucca Andrea Ghilardi 2011 The fascinating world of Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Onde Elettromagnetiche Un elettrone immobile genera, a causa della sua carica,

Dettagli

Antenna Log-periodica Dual Band per satelliti radioamatoriali Freq. 144 146MHz / 432-435MHz

Antenna Log-periodica Dual Band per satelliti radioamatoriali Freq. 144 146MHz / 432-435MHz Antenna Log-periodica Dual Band per satelliti radioamatoriali Freq. 144 146MHz / 432-435MHz di Roberto IS0GRB L'antenna che andiamo a costruire appartiene alla categoria delle antenne direzionali ed a

Dettagli

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base

Mezzi trasmissivi. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Funzionamento di base Mezzi trasmissivi Vittorio Maniezzo Università di Bologna Funzionamento di base Si codificano i dati come energia e si trasmette l'energia Si decodifica l'energia alla destinazione e si ricostruiscono

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

Mettiamo a disposizione dei visitatori del nostro sito un progetto semplice,

Mettiamo a disposizione dei visitatori del nostro sito un progetto semplice, 56 olla Dal ollettino dell ria n. 23- Enrico Maddalena Mettiamo a disposizione dei visitatori del nostro sito un progetto semplice, illustrandone la costruzione passo-passo. Chi volesse approfondire il

Dettagli

I segreti per installare correttamente le strip led

I segreti per installare correttamente le strip led I segreti per installare correttamente le strip led Siete mai andati alla ricerca dei segreti per installare correttamente le tanto famose strip led? Innanzitutto facciamo chiarezza su che cosa sono le

Dettagli

SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE.

SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE. SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE. Descrizione del problema Nei cavi elettrici con isolamento solido, il conduttore isolato è rivestito con una guaina o

Dettagli

MISURE SU CAVI COASSIALI

MISURE SU CAVI COASSIALI MISURE SU CAVI COASSIALI Carlo Vignali I4VIL 05 RIDUZIONE DEL VSWR Il valore del VSWR del carico viene osservato di valore ridotto quando è misurato all'ingresso di una linea con attenuazione Allo stesso

Dettagli

ATV Trasmissioni Televisive RadioAmatoriali...proviamo.

ATV Trasmissioni Televisive RadioAmatoriali...proviamo. ATV Trasmissioni Televisive RadioAmatoriali...proviamo. I6IBE Ivo Brugnera brugnera@ngi.it Tutto comincia quando, recatomi con la locale sezione ARI alla mitica fiera per radioamatori a Friederickshafen

Dettagli

ESERCITAZIONE 05 MISURE IN RIFLESSIONE SU CAVITA A RF. Calibrazione elettronica

ESERCITAZIONE 05 MISURE IN RIFLESSIONE SU CAVITA A RF. Calibrazione elettronica ESERCITAZIONE 05 MISURE IN RIFLESSIONE SU CAVITA A RF STRUMENTO FieldFox (30 khz 14 GHz) Calibrazione elettronica Premesse Per le sole misure di f0, la calibrazione non è necessaria (lo diventa per le

Dettagli

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA EECUZIONE DI UN CABLAGGIO La realizzazione di un cablaggio non è un lavoro molto difficile. Purchè si rispettino quelle precauzioni necessarie alla sicurezza del volo.

Dettagli

Franco Francini - IW5EIK LE CARATTERISTICHE ELETTRICHE DEGLI ACCORDATORI D'ANTENNA

Franco Francini - IW5EIK LE CARATTERISTICHE ELETTRICHE DEGLI ACCORDATORI D'ANTENNA Franco Francini - IW5EIK LE CARATTERISTICHE ELETTRICHE DEGLI ACCORDATORI D'ANTENNA Introduzione Questo lavoro deriva dalla necessità di confrontare le caratteristiche di diversi tipi di reti LC quando

Dettagli

POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB

POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB 2011 IW2BSF Rodolfo Parisio Il problema e molto sentito da chi non ha la possibilita di avere la connessione ADSL fissa, e quindi utilizza queste comodissime

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LABORATORI DT-000/ ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE INDICE parte sezione pagina. Misurazione di una corrente continua

Dettagli

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015

1 Giochi d ombra [Punti 10] 2 Riscaldatore elettrico [Punti 10] AIF Olimpiadi di Fisica 2015 Gara di 2 Livello 13 Febbraio 2015 1 Giochi d ombra [Punti 10] Una sorgente di luce rettangolare, di lati b e c con b > c, è fissata al soffitto di una stanza di altezza L = 3.00 m. Uno schermo opaco quadrato di lato a = 10cm, disposto

Dettagli

D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti

D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti Premessa: Lo strumento di seguito descritto è stato un ottimo alleato per realizzare la rete civica Pievenet descritta

Dettagli

1 Le equazioni di Maxwell e le relazioni costitutive 1 1.1 Introduzione... 1 1.2 Richiami sugli operatori differenziali...... 4 1.2.1 Il gradiente di uno scalare... 4 1.2.2 La divergenza di un vettore...

Dettagli

LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE

LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE Torino 21-23 marzo 2006 ABAG SRL http:// www.abag.it 1 CONSIDERAZIONI GENERALI E DEFINIZIONI cos'è la marcatura ce chi ne va soggetto e quali direttive occorre

Dettagli

4 La Polarizzazione della Luce

4 La Polarizzazione della Luce 4 La Polarizzazione della Luce Per comprendere il fenomeno della polarizzazione è necessario tenere conto del fatto che il campo elettromagnetico, la cui variazione nel tempo e nello spazio provoca le

Dettagli

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com Fracarro Home Fibre Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali fracarro.com Fracarro Home Fibre Trasmettitori I trasmettitori ottici da 5mW lavorano in seconda

Dettagli

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z GUIDE D ONDA Guide d onda Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z Onde progressive e regressive Sostituendo nell equazione d onda ( essendo Valido anche per le onde regressive Equazione

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com 1 INTRODUZIONE La Norma CEI 64-8/6 tratta delle verifiche per gli impianti elettrici in BT. Le prove eseguibili sono in ordine sequenziale dirette a verificare e/o misurare: continuità dei conduttori di

Dettagli

Banco a microonde Introduzione

Banco a microonde Introduzione Banco a microonde Introduzione Il sistema e costituito (vedi figura 1) da una sorgente direzionale di onde elettromagnetiche polarizzate di frequenza di 9.5 GHz ( = 3.16 cm) e da un rivelatore direzionale

Dettagli

Modulo 4 Test dei cavi

Modulo 4 Test dei cavi Modulo 4 Test dei cavi 4.1 Conoscenze di base per fare il test sui cavi 4.1.1 Onde (waves) I parametri di un onda sono: ampiezza, frequenza, periodo. 4.1.2 Onde sinusoidali e quadre Esempio di onde sinusoidali:

Dettagli

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO

Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Antenna da interno amplificata DVB-T/T2 SRT ANT 10 ECO Immagine simile Istruzioni d uso Contenuti 1.0 INTRODUZIONE 1 2.0 CONTENUTO CONFEZIONE 1 3.0 NOTE PER LA VOSTRA SICUREZZA 2 4.0 COLLEGAMENTO 2 5.0

Dettagli

Manuale di Assemblaggio del DistoX2 DistoX derivato dal DistoX310 Leica

Manuale di Assemblaggio del DistoX2 DistoX derivato dal DistoX310 Leica Manuale di Assemblaggio del DistoX2 DistoX derivato dal DistoX310 Leica Attenzione: l'apertura e la modifica di un distanziometro Leica Disto viene fatta a proprio rischio e pericolo in quanto renderà

Dettagli

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Lezione 9: strato fisico: mezzi trasmissivi 1 Mezzi trasmissivi Vedremo una panoramica sui diversi mezzi trasmissivi utilizzati tipicamente nelle reti di computer,

Dettagli

Introduzione. Classificazione di Flynn... 2 Macchine a pipeline... 3 Macchine vettoriali e Array Processor... 4 Macchine MIMD... 6

Introduzione. Classificazione di Flynn... 2 Macchine a pipeline... 3 Macchine vettoriali e Array Processor... 4 Macchine MIMD... 6 Appunti di Calcolatori Elettronici Esecuzione di istruzioni in parallelo Introduzione... 1 Classificazione di Flynn... 2 Macchine a pipeline... 3 Macchine vettoriali e Array Processor... 4 Macchine MIMD...

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Sistemi operativi di rete (locale) In una LAN si vogliono condividere

Dettagli

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica

PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: NOTE TEORICHE: Differenza di potenziale Generatore di tensione Corrente elettrica Liceo Scientifico G. TARANTINO ALUNNO: Pellicciari Girolamo VG PRIMA LEGGE DI OHM OBIETTIVO: Verificare la Prima leggi di Ohm in un circuito ohmico (o resistore) cioè verificare che l intensità di corrente

Dettagli

UNA WEBCAM CON 50 EURO

UNA WEBCAM CON 50 EURO DIDATTICA UNA WEBCAM CON 50 EURO Di: Diego Rosa E' opinione comune che l'acquisto e l'installare di una webcam sia molto costoso e molto complesso. Questa convinzione è anche suffragata dalla qualità delle

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

FACSIMILE prova scritta intercorso 1 (per allenamento)

FACSIMILE prova scritta intercorso 1 (per allenamento) FACSIMILE prova scritta intercorso 1 (per allenamento) Laurea in Scienza e Ingegneria dei Materiali anno accademico -3 Istituzioni di Fisica della Materia - Prof. Lorenzo Marrucci Tempo a disposizione:

Dettagli

Agenda. Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme

Agenda. Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme ARI Sezione di Roma Agenda Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme Il gruppo Nell ambito della sezione di Roma, un gruppo di persone con in

Dettagli

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07 9.13 Caratteristica meccanica del motore asincrono trifase Essa è un grafico cartesiano che rappresenta l andamento della coppia C sviluppata dal motore in funzione della sua velocità n. La coppia è legata

Dettagli

2. Allestire un laboratorio virtuale attraverso un software di virtualizzazione. In questo corso utilizzeremo Microsoft Virtual P C 2004 SP 1

2. Allestire un laboratorio virtuale attraverso un software di virtualizzazione. In questo corso utilizzeremo Microsoft Virtual P C 2004 SP 1 Introduzione: Allestimento di un laboratorio virtuale (1) Come esercitarsi Terminata la parte introduttiva nella quale abbiamo rapidamente analizzato le problematiche legate alla sicurezza informatica,

Dettagli

Realizzazione di un box di fermentazione a temperatura controllata estate/inverno

Realizzazione di un box di fermentazione a temperatura controllata estate/inverno Realizzazione di un box di fermentazione a temperatura controllata estate/inverno A cura di Fabrizio (Buzzer) Anzitutto occorre precisare che ognuno di noi deve adattare le proprie esigenze alle proprie

Dettagli

Ricevere foto da satelliti meteo

Ricevere foto da satelliti meteo Questo articolo è stato pubblicato su... Ricevere foto da satelliti meteo di Daniele Cappa Il proposito è di ricevere foto meteorologiche APT da satelliti polari, senza attrezzature dedicate, ricorrendo

Dettagli

LAN. Coassiale Doppino Fibra ottica

LAN. Coassiale Doppino Fibra ottica LAN Il cablaggio Tralascio la stesa dei cavi, in quanto per tale operazione basta una conoscenza di base di elettricità e tanta pazienza. Passiamo invece al tipo di supporto da utilizzare per realizzare

Dettagli