PARLIAMO DI CAVI COASSIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARLIAMO DI CAVI COASSIALI"

Transcript

1 PARLIAMO DI CAVI COASSIALI ARI- Sezione di Roma- Serate tecniche presentazione di Giovanni Paternostro IØXJ impaginazione e grafica a cura di Claudio Primerano IZØHHH Parte 3 Applicazioni pratiche: autocostruzione adattatori d impedenza In questa parte consideriamo alcuni adattatori costruiti usando tronchi di linea (o stub ) in coassiale. Gli adattatori sono stati effettivamente costruiti e utilizzati sulle mie antenne, per cui la descrizione che segue è sostanzialmente pratica, anche se per dimensionare gli adattatori riporto alcune semplici formule. Esistono anche in questo caso dei Software che consentono di risparmiare i calcoli manuali Lunghezza d onda elettrica (in m) [5] WL = C/F Dove : F (MHz) frequenza di lavoro C velocità delle onde elettromagnetiche nel vuoto e pari a circa 300 con (F in MHz)- un valore piu preciso e 299,8 Questa formula l avevo imparata a memoria molti anni fa per fare la conversione in MHz, allora nelle scale parlanti degli apparecchi radio era riportata la lunghezza d onda in metri Lunghezza fisica o effettiva (in m) [6] L=WL x Fv Dove : - WL lunghezza d onda elettrica come da formula [5] (a volte chiamata anche lambda λ ) - Fv Fattore di velocità come definito nella seconda parte (ad es. 0,66 per isolante in PE solido). Adattatore in quarto d onda Questo tipo di adattatore (chiamato anche Q section o lambda quarti) veniva utilizzato fin dagli anni 30 con le linee bifilari (ad esempio per le antenne rombiche)- Un altro esempio era per riportare l impedenza dei dipoli a quella delle linee a 600 Ω.. Naturalmente, visto che parliamo di coassiali, ne vedremo delle applicazioni con le impedenze tipiche di queste linee. pag. n 1/6

2 a- Lunghezza in m [7] Lq =L x 0,25 cioe si moltiplica per 0,25 la lunghezza L, oppure si divide per 4 la lunghezza L, Una utility del programma: tldetails di AC6LA, (rif.1) già menzionato nella parte seconda, consente di fare i calcoli delle formule [5], [6] e {7}. Cliccare nel tasto in alto: Freq Len-VF-WL conversions Come esempio inseriamo F=144.2 e scegliamo un tipo di coax con isolante in PE solido La lunghezza effettiva del nostro stub sara quindi 0,34 m o 34 cm. nota: una certa frazione di lunghezza (es 0,25), nel programma corrisponde al valore in gradi (degree- nel caso : 90) rispetto ad una lunghezza d onda (elettrica) intera che è 360 gradi. Per ora non utilizziamo questo dato, essendo anche noto che 90 = 360/4, ma potra essere utile (anche come input) per altre applicazioni. b-impedenza (in Ω) [8] Dove: Zo impedenza dello stub adattatore Zi impedenza d ingresso (tipicamente 50 Ω) ZL impedenza del carico (antenna) che dobbiamo adattare pag. n 2/6

3 Nota: il ROS (o SWR).e comunque presente all interno dello stub, per cui in generale conviene piazzarlo in prossimità dell antenna. Trattandosi di lunghezze relativamente corte, l influenza sull attenuazione puo essere considerata trascurabile. ESEMPIO 1: ZL=12 Ω Anche in questo caso esistono dei calculator v. W4SAT (rif.2). Si riferisce ad un antenna VHF 4 elementi che avevo provato a Terni nel Guadagno circa 8 dbd (aveva ottenuto il 2 posto come guadagno / lunghezza boom) Abbiamo calcolato l impedenza dello stub adattatore in circa 24,5 Ω. Esistono cavi semirigidi da 25 Ω, ma in questo caso avevo bisogno di un cavo flessibile perché l antenna è per uso portatile e l adattatore viene arrotolato sul boom anche come choke balun. Mettendo in parallelo due spezzoni di RG58C da 50 Ω (centrale con centrale, treccia con treccia) si ottiene appunto il valore 25 Ω La lunghezza è 34 cm come calcolato perché l isolante è solido. (Fv=0,66).- il ROS misurato è risultato pari a 1,1. Questo tipo di adattatore viene anche adottato nelle antenne VHF di di DK7ZB (rif.3) ESEMPIO 2 - ZL=110 Ω Si riferisce ad un antenna Delta-loop ad 1 elemento per i 20 m - Alla frequenza di calcolo di 14,175 MHz otteniamo Lq=3,47 m per il PE solido e Zo= 74,2.Ω Ho utilizza to uno stub di cavo RG59B con Z=75 Ω nominale. (si puo utilizzare anche il cavo RG11 o del cavo TV di buona qualità, ma con isolante solido, altrimenti occorre ricalcolare la lunghezza in funzione del Fv). Il ROS misurato è pari a 1,4, valore ancora accettabile. pag. n 3/6

4 Ciò è spiegabile col fatto che le Delta loop installate basse hanno anche una leggera componente reattiva (capacitiva), lnoltre ci sono altri oggetti vicini quali il palo metallico (sullo stesso è montata anche una sloper). Per la compensazione della componente reattiva esistono vari metodi, ma che richiedono o calcoli piu complicati o l uso della carta di Smith, che qui non tratteremo. Nel disegno si vede come e stato collegato lo stub sulla Dellta loop ( a circa 5,13 m dal vertice in alto) ho messo un connettore tipo N maschio sull RG59 e N femmina sull RG213. Adattatore di Bramham o Lambda /12 Questo tipo di si presta ad adattare due impedenze tramite due tronchi di linea con impedenza pari quelle che si vogliono adattare, lunghi ognuno circa 1/12 di lunghezza d onda. Lo studio e applicazione e stato fatto da P.Bramham, un ricercatore del CERN, che lo descrive come alternate line transformer in un suo report (rif. 4)- Molto interessante, (per chi voglia approfondire), l appendice, dove sono illustrati i vari tipi di adattatori. Per il caso particolare Ω è stato calcolata da G3KYH (e pubblicato nel 1971) la lunghezza degli stub pari a 0,0815 L (oppure 29,3 ). L argomento è stato poi ripreso nel 1997 su QSTda D.Emerson AA7FV,e sul suo sito (v.rif.5). Se si usano impedenze diverse la lunghezza degli stub o il loro valore in gradi variano rispetto al caso indicato- Si puo fare ricorso ad un apposito calculator (rif.6). ESEMPIO 3- ZL=75 / (300) Ω Si riferisce ad un antenna 5 elementi Fracarro del vecchio tipo per 144 MHz, con dipolo ripiegato, con balun 4:1, che viene alimentato con cavo 75 Ω, nel mio caso tipo TV. Usavo quest antenna, (divisa in due pezzi per i trasporto) in portatile e con TX autocostruiti che non avevano problemi di adattamento pag. n 4/6

5 Ora utilizzo le piu piccole e leggere 4 elementi (mod. XJ Terni08 o mod. Volpe ), ma volevo sperimentare questo adattatore (ho anche una vecchia FR 6 elementi) e recuperare quest antenna come riserva. Introducendo 0,0815 e 144,2 MHz nel calcolo della lunghezza fisica otteniamo 11,1 cm. Per la prima tratta (con connettore) ho usato cavo RG59B, per la seconda RG223 (ma si poteva usare anche RG58C) mentre la terza è il cavo TV. In questo caso non ho usato connettori ma saldato direttamente gli spezzoni, scoprendo circa 5mm per parte. La ricostruzione dell isolante è stata fatta incidendo un pezzetto d isolante del cavo TV (che è piu flessibile) e sovrapponendolo nel punto di saldatura dei conduttori centrali. Si infila poi un pezzo di treccia (ricavata dal cavo RG223, nel mio caso) e si salda alla treccia dei due estremi di cavo, avendo cura di non scaldare troppo l isolante. Il tutto viene ricoperto con nastro isolante o tubetto termoretraibile. Questa tenica è illustrata anche nel sito di K6STI (v. rif.7) insieme ad altre cose interessanti.(attenzione che le frequenze utilizzate sono quelle della VHF broadcasting) Se si lavora con attenzione si hanno meno perdite che con i connettori, il risultato è buono in quanto il ROS è risultato 1 (la lancetta del Rosmetro non si muove in posizione REFL) Balun 4:1 a ½ onda Sulla stessa antenna, in prossimità del dipolo ripiegato, è collegato un tronco di linea con la funzione di adattatore da 300 a 75 Ω e simmetrizzatore La lunghezza è ½ onda (0,5 L), tenendo conto del fattore di velocità In questo caso ho utilizzato lo stesso cavo TV con isolamento in PE espanso con Fv=0,82, quindi una lunghezza fisica pari a 85 cm. pag. n 5/6

6 Se il dipolo ha impedenza 200 Ω l adattamento sara a 50 Ω, è possibile usare cavo con questa impedenza per il balun.(sempre tenendo conto del fattore di velocità).. Nel disegno si vede che i centrali del cavo di alimentazione e di un estremo del balun sono collegati ad un ramo del dipolo, mentre il centrale del balun all altro estremo è collegato al secondo ramo del dipolo. Le calze di tutti cavi sono collegate insieme. Questo tipo di adattatore/ balun è descritto su tutti i testi, io ne vidi la prima volta la descrizione sull ARRL Handbook del 1966 e su RR 7/1967 a cura di i4ne. Un approfondimento (insieme con la descrizione di un miglioramento) si puo trovare sul sito dell amico Antonio I0JX (rif.8). RIFERIMENTI: (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) Nuova url del coaxial line Calculator per Impedenza e Capacità (v. parte seconda): pag. n 6/6

Lunghezza di un antenna In generale l antenna ideale è lunga esattamente quanto la lunghezza d onda della frequenza per cui viene utilizzata.

Lunghezza di un antenna In generale l antenna ideale è lunga esattamente quanto la lunghezza d onda della frequenza per cui viene utilizzata. Antenne Premessa L antenna di un ricetrasmettitore è uno degli elementi più importanti per la buona riuscita di una trasmissione (ricezione): senza di essa anche il miglior apparecchio radio diventa inutilizzabile.

Dettagli

PROGETTO ANTENNA VERTICALE VHF 70 80 Mhz / 144 146 Mhz. Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH

PROGETTO ANTENNA VERTICALE VHF 70 80 Mhz / 144 146 Mhz. Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH Se ti capita di essere a casa magari bloccato dal maltempo, e dialoghi con un collega radioamatore via telefono o radio o Skype, inevitabilmente arrivi ad affrontare l argomento dell autocostruzione di

Dettagli

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m

ANTENNA HALF-SLOPER. PER 160m ANTENNA HALF-SLOPER BY IK4CIE Vittorio PER 160m Anzitutto preciso che si chiama "sloper" e non "slooper" dal vocabolo inglese "slope" che vuole dire "inclinato". Il termine "sloper" indica un dipolo completo

Dettagli

ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE

ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE Pagina 1 di 7 ANTENNA LOOP PER RICEZIONE ONDE MEDIE Ing. Bussoni Vittorio, IK4CIE La seguente antenna è stata realizzata per migliorare la ricezione in onde medie di un qualsiasi ricevitore casalingo,

Dettagli

POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB

POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB POTENZIARE SEGNALE DELLE CHIAVETTE INTERNET USB 2011 IW2BSF Rodolfo Parisio Il problema e molto sentito da chi non ha la possibilita di avere la connessione ADSL fissa, e quindi utilizza queste comodissime

Dettagli

Tecniche di schermatura

Tecniche di schermatura E.M.I. Shield e Grounding: analisi applicata ai sistemi di cablaggio strutturato Tecniche di schermatura Pier Luca Montessoro pierluca.montessoro@diegm.uniud.it SCHERMI - 1 Copyright: si veda nota a pag.

Dettagli

Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie :

Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie : CAVI COASSIALI, per RF - μonde - VARI pag J 1 Per nostra comodità e anche per evidenti motivi tecnici, abbiamo suddiviso i cavi coassiali in 5 categorie : -- A ) cavi coassiali di tipo rigido o semirigido

Dettagli

η = ALTRE ANTENNE di Gianni Turco, ik0ziz

η = ALTRE ANTENNE di Gianni Turco, ik0ziz ALTRE ANTENNE di Gianni Turco, ik0ziz VLF-LF Le antenne VLF-FL sono riconducibili a radiatori cilindrici verticali su un piano di massa. Sono elettricamente corte, dato l alto valore della lunghezza d

Dettagli

1.1.1 Panoramica su vari tipi di antenne

1.1.1 Panoramica su vari tipi di antenne 6 CAPITOLO 1. Introduzione Figura 1.1: Schematizzazione del comportamento di un antenna in trasmissione (a) e in ricezione (b). Nel caso in cui l onda guidata sia relativa ad un modo TEM in una linea di

Dettagli

Antenne. Generatore HF

Antenne. Generatore HF Antenne I V I Generatore HF 1 V I I Generatore HF Dipolo λ/2 Massima impedenza minima impedenza TX 2 trasmettitore linea a n t e n n a d i p o l o λ Lunghezza dipolo = 0,98 ------------- 2 Si dimostra

Dettagli

PROGETTO ANTENNA VERTICALE HF 10/20/40 metri. Supporto CANNA da PESCA Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH

PROGETTO ANTENNA VERTICALE HF 10/20/40 metri. Supporto CANNA da PESCA Elaborazione di Enzo Bisconti IT9UMH P R E M E S S A Quello che vado a descrivervi non è nulla di nuovo, bensì un'antenna che è stata descritta nei minimi particolari in moltissimi siti Internet che si occupano di radio e autocostruzione.

Dettagli

Disturbi e schermature

Disturbi e schermature Disturbi e schermature Introduzione Cause di degrado di un segnale: il rumore,, un contributo legato alla fisica del moto dei portatori di carica nei dispositivi, descritto da leggi statistiche; Filtraggio

Dettagli

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio)

Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Progetto ARISS ITIS ˆE.fermi Lucca Andrea Ghilardi 2011 The fascinating world of Radio Waves Surfing (surfando sulle Onde Radio) Onde Elettromagnetiche Un elettrone immobile genera, a causa della sua carica,

Dettagli

Antenne per i telefoni cellulari

Antenne per i telefoni cellulari Antenne per i telefoni cellulari annamaria.cucinotta@unipr.it http://www.tlc.unipr.it/cucinotta 1 Requisiti terminali mobili I principali vincoli da tenere in conto nella progettazione di un antenna per

Dettagli

Sostituzione cavo Skyscan EQ6

Sostituzione cavo Skyscan EQ6 Sostituzione cavo Skyscan EQ6 La montatura equatoriale EQ6 della Sky Watcher viene fornita in dotazione con un cavo di collegamento fra SkyScan e testa equatoriale lungo solo 60 cm; il cavo è a spirale

Dettagli

D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti

D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti D-LINK DWL 650+ misuratore il campo RF - scheda client WIFI di IW5CDF Guido Galletti Premessa: Lo strumento di seguito descritto è stato un ottimo alleato per realizzare la rete civica Pievenet descritta

Dettagli

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule.

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule. I db, cosa sono e come si usano. Il decibel è semplicemente una definizione; che la sua formulazione è arbitraria o, meglio, è definita per comodità e convenienza. La convenienza deriva dall osservazione

Dettagli

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN Il TX-FM-MID/EN è un modulo trasmettitore di dati digitali con modulazione FSK. PIN-OUT 10 1 CONNESSIONI Pin 1 TX Dati Ingresso dati con resistenza di ingresso di 50 kω minimi.

Dettagli

FIGURA 1 FIGURA 2. L = V : F dove L = Lunghezza d'onda in metri V = velocita della luce = 300.000 F = frequenza in Khz

FIGURA 1 FIGURA 2. L = V : F dove L = Lunghezza d'onda in metri V = velocita della luce = 300.000 F = frequenza in Khz NOZIONI TEORICHE E TECNICHE ANTENNA DIPOLO La più semplice antenna, efficace ed economica è il dipolo. Come raffigurato in figura 1 o figura 2, il dipolo è sempre in un tratto di cavo elettrico pari alla

Dettagli

IMPEDENZA CARATTERISTICA

IMPEDENZA CARATTERISTICA CAVI COASSIALI, per RF - μonde - VARI pag J 1 Sono riportate alcune informazioni utili alla comprensione dei concetti fondamentali sui cavi coassiali, con i trucchi del mestiere e notizie curiose che raramente

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE: DISCIPLINA: Telecomunicazioni- pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2014/2015 - CLASSE: DISCIPLINA: Monte ore annuo

Dettagli

Commutatore d antenna per HF a controllo remoto

Commutatore d antenna per HF a controllo remoto ngelo Protopapa - IK0VVG ommutatore d antenna per HF a controllo remoto 1. Introduzione L idea di realizzare un commutatore d antenna per HF, controllato da remoto ed, al limite, tramite lo stesso cavo

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE " VILLAGGIO DEI RAGAZZI " (MADDALONI) PIANO DI LAVORO. Anno scolastico 2005/2006

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE  VILLAGGIO DEI RAGAZZI  (MADDALONI) PIANO DI LAVORO. Anno scolastico 2005/2006 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE " VILLAGGIO DEI RAGAZZI " (MADDALONI) PIANO DI LAVORO Anno scolastico 2005/2006 Materia di insegnamento: TELECOMUNICAZIONI Ore settimanali: 3 Classe: 4^ Sezione: A Docente

Dettagli

Wi-Fi WG-111 più performante, come? Ivo Brugnera I6IBE brugneraivo@alice.it

Wi-Fi WG-111 più performante, come? Ivo Brugnera I6IBE brugneraivo@alice.it Wi-Fi WG-111 più performante, come? Ivo Brugnera I6IBE brugneraivo@alice.it Tutto comincia quando decido di sostituire la mia vecchia scheda di rete Wi-Fi standard b 11Mbps con qualcosa di più performante,

Dettagli

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7

MEZZI TRASMISSIVI 1. Il doppino 2. Il cavo coassiale 3. La fibra ottica 5. Wireless LAN 7 MEZZI TRASMISSIVI 1 Il doppino 2 Il cavo coassiale 3 La fibra ottica 5 Wireless LAN 7 Mezzi trasmissivi La scelta del mezzo trasmissivo dipende dalle prestazioni che si vogliono ottenere, da poche centinaia

Dettagli

Materiale di radiocomunicazione

Materiale di radiocomunicazione BevSTitelSeite PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Materiale di radiocomunicazione Antenne UFFICIO FEDERALE DELLA PROTEZIONE DELLA POPOLAZIONE Febbraio 2004 1503-00-1-03-i.doc Indice Antenne 1 Prescrizioni di

Dettagli

Impianti di ricezione TV

Impianti di ricezione TV Impianti di ricezione TV Generalità Un impianto di ricezione TV è una struttura costituita da un insieme di componenti che hanno la funzione di captare i segnali emessi da apparecchi trasmittenti e trasferirli,

Dettagli

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Lezione 9: strato fisico: mezzi trasmissivi 1 Mezzi trasmissivi Vedremo una panoramica sui diversi mezzi trasmissivi utilizzati tipicamente nelle reti di computer,

Dettagli

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com

Fracarro. Home Fibre. Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali. fracarro.com Fracarro Home Fibre Sistemi di distribuzione in fibra ottica SAT e DTT all interno degli edifici residenziali fracarro.com Fracarro Home Fibre Trasmettitori I trasmettitori ottici da 5mW lavorano in seconda

Dettagli

Antenne per la ricezione in 160 metri Trasformatori e Chokes per ricezione in 160 metri di Pierluigi Mansutti IV3PRK

Antenne per la ricezione in 160 metri Trasformatori e Chokes per ricezione in 160 metri di Pierluigi Mansutti IV3PRK Antenne per la ricezione in 160 metri Trasformatori e Chokes per ricezione in 160 metri di Pierluigi Mansutti IV3PRK Di fondamentale importanza è l impiego di toroidi di materiale corretto, adatto alle

Dettagli

Ricevere foto da satelliti meteo

Ricevere foto da satelliti meteo Questo articolo è stato pubblicato su... Ricevere foto da satelliti meteo di Daniele Cappa Il proposito è di ricevere foto meteorologiche APT da satelliti polari, senza attrezzature dedicate, ricorrendo

Dettagli

ANTENNE E FILTRI LTE L OFFERTA FRACARRO PER LTE

ANTENNE E FILTRI LTE L OFFERTA FRACARRO PER LTE ANTENNE E FILTRI LTE L OFFERTA FRACARRO PER LTE Cos è l LTE è acronimo di Long Term Evolution, detto anche Super 3G o 4G per Internet Mobile ed utilizzerà l OFDM come modulazione. A settembre 2011 si è

Dettagli

1 Le equazioni di Maxwell e le relazioni costitutive 1 1.1 Introduzione... 1 1.2 Richiami sugli operatori differenziali...... 4 1.2.1 Il gradiente di uno scalare... 4 1.2.2 La divergenza di un vettore...

Dettagli

Figura 1: antenna Yagi 23 elementi per Wi-Fi.

Figura 1: antenna Yagi 23 elementi per Wi-Fi. progettare & costruire di DANIELE CAPPA I termini db, dbi e dbm, pur facendo capo alla stessa unità di misura non identificano la stessa quantità e non sono intercambiabili tra loro; db e dbi rappresentano

Dettagli

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z

Guide d onda. Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z GUIDE D ONDA Guide d onda Cerchiamo soluzioni caratterizzate da una propagazione lungo z Onde progressive e regressive Sostituendo nell equazione d onda ( essendo Valido anche per le onde regressive Equazione

Dettagli

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb

Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Alimentatore per TomTom da moto con cavo diretto miniusb Gironzolando in moto ho avuto la necessità diverse volte di avere il TomTom che mi guidasse per la retta via. Nessun problema se il viaggio o l

Dettagli

Notizie Tecniche. Disturbi video negli impianti TVCC

Notizie Tecniche. Disturbi video negli impianti TVCC Notizie Tecniche Disturbi video negli impianti TVCC È possibile, che nonostante abbiate utilizzato cavi di qualità e scelti correttamente come tipologia, che abbiate rispettato le distanze massime del

Dettagli

Modifichiamo le schede di rete wireless... e Antenna YAGI 10 Elementi 2,4 GHz

Modifichiamo le schede di rete wireless... e Antenna YAGI 10 Elementi 2,4 GHz Modifichiamo le schede di rete wireless... e Antenna YAGI 10 Elementi 2,4 GHz Come collegarsi ad un "Access Point" distante 500 metri e condividere la connessione internet ADSL spendendo nulla o quasi.

Dettagli

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Cadet Per studenti di terza della scuola secondaria di primo grado e prima della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO PER MOLLE A CONTATTO DEHN + SÖHNE

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO PER MOLLE A CONTATTO DEHN + SÖHNE Pubblicazione n. 1499/ Update 10.12 DEHN ITALIA S.p.A. Via del Vigneto, 23 I 39100 BOLZANO BZ Tel. +39 0471 56 13 00 Fax +39 0471 56 13 99 www.dehn.it info@dehn.it ISTRUZIONI DI MONTAGGIO PER MOLLE A CONTATTO

Dettagli

TX Figura 1: collegamento tra due antenne nello spazio libero.

TX Figura 1: collegamento tra due antenne nello spazio libero. Collegamenti Supponiamo di avere due antenne, una trasmittente X e una ricevente X e consideriamo il collegamento tra queste due antenne distanti X X Figura : collegamento tra due antenne nello spazio

Dettagli

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO Tutto e nato dall idea di realizzare un microfono che mi permettesse di usare il ricetrasmettitore nel modo piu comodo e sicuro possibile. Navigando in rete ho trovato diverse

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

catalogo antenne per radioamatori

catalogo antenne per radioamatori catalogo antenne per radioamatori Distributore esclusivo per l Italia: RADIO-line S.a.S di Davide Avancini & C. Largo Casali 28-26841 Casalpusterlengo (LO) Antenne direttive multibanda MB-6 Direttiva 14/21/28MHz

Dettagli

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Io ho un vecchio ricetrasmettitore VHF, un piccolo strumento un po "sordo!" Aggiungendo il preamplificatore VHF come primo stadio il miglioramento della sensibilità

Dettagli

Introduzione alle onde Elettromagnetiche (EM)

Introduzione alle onde Elettromagnetiche (EM) Introduzione alle onde Elettromagnetiche (EM) Proprieta fondamentali L energia EM e il mezzo tramite il quale puo essere trasmessa informazione tra un oggetto ed un sensore (e.g. radar) o tra sensori/stazioni

Dettagli

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema trasmissione allarmi ZVA-AV18T/R 25/07/2011- G160/1/I Caratteristiche principali Trasmissione Il sistema ZVA-AV18 utilizza lo stesso mezzo di trasmissione,

Dettagli

Lezione 21 Cenni di elettronica

Lezione 21 Cenni di elettronica Cenni di elettronica Elettronica Acquisizione dati Rivelatori di Particelle 1 Cenni di elettronica Gli apparati del giorno d oggi, sia che siano per targhetta fissa o Collider sono fatti a cipolla ( o

Dettagli

LE ANTENNE INTRODUZIONE

LE ANTENNE INTRODUZIONE LE ANTENNE INTRODUZIONE Le antenne sono dispositivi impiegati nella trasmissione e nella ricezione di onde elettromagnetiche. La forma di un antenna è molto variabile e dipende dal tipo di impiego: radiotelegrafia,

Dettagli

CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA

CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA ARI Associazione Radioamatori italiani Sezione di Belluno CORSO OPERATORI RADIO IN EMERGENZA - 1 - Presentazione Scopo del corso Le comunicazioni radio L informazione nella gestione delle emergenze La

Dettagli

I contatori di casa. Come utilizzarli per conoscere i nostri consumi. di Ruggero Da Ros settembre 2013. 1. I contatori

I contatori di casa. Come utilizzarli per conoscere i nostri consumi. di Ruggero Da Ros settembre 2013. 1. I contatori 1 I contatori di casa Come utilizzarli per conoscere i nostri consumi di Ruggero Da Ros settembre 2013 1. I contatori Con il progresso sono aumentate le comodità. Prima l acqua si prendeva nel pozzo, la

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

Antenne WiFi. Vediamo come valutare e eventualmente come costruire alcune antenne in gamma WiFi. Vers. 1.4 di Daniele Cappa, IW1AXR

Antenne WiFi. Vediamo come valutare e eventualmente come costruire alcune antenne in gamma WiFi. Vers. 1.4 di Daniele Cappa, IW1AXR Antenne WiFi Vediamo come valutare e eventualmente come costruire alcune antenne in gamma WiFi Vers. 1.4 di Daniele Cappa, IW1AXR Scaricabile gratuitamente dal sito di distribuzione: http://www.iw1axr.eu

Dettagli

VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI

VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI Oggetto e scopo VERIFICA: insieme delle operazioni necessarie per accertare la rispondenza di un impianto elettrico a requisiti stabiliti (rispondenza alle prescrizioni

Dettagli

Agenda. Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme

Agenda. Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme ARI Sezione di Roma Agenda Il gruppo Le bande di frequenza Le antenne Gli apparati Il controllo remoto Il sistema nel suo insieme Il gruppo Nell ambito della sezione di Roma, un gruppo di persone con in

Dettagli

2. NUMERO DA INDOVINARE

2. NUMERO DA INDOVINARE 1. L ASINO DI TOBIA (Cat. 3) Tobia è andato in paese ed ha acquistato 6 sacchi di provviste. Li vuole trasportare con il suo asino fino alla sua casa sulla cima del monte. Ecco i sacchi di provviste sui

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA

PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA CAPITOLO III PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA III.1 Introduzione L attività scientifica sugli OEIC è iniziata nel 1979 con un grande progetto negli USA, per la realizzazione di circuiti

Dettagli

GUIDE D ONDA. Il fabbro - Jefferson David Chalfant. Carlo Vignali - I4VIL 2004

GUIDE D ONDA. Il fabbro - Jefferson David Chalfant. Carlo Vignali - I4VIL 2004 GUIDE D ONDA. Il fabbro - Jefferson David Chalfant Carlo Vignali - I4VIL 2004 Cavi coassiali. Applicando un segnale di tensione V all ingresso del cavo, inizia a scorrere corrente I solo in ragione della

Dettagli

L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche

L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche L esperienza di Hertz sulle onde elettromagnetiche INTRODUZIONE Heinrich Hertz (1857-1894) nel 1886 riuscì per la prima volta a produrre e a rivelare le onde elettromagnetiche di cui Maxwell aveva previsto

Dettagli

Banco a microonde Introduzione

Banco a microonde Introduzione Banco a microonde Introduzione Il sistema e costituito (vedi figura 1) da una sorgente direzionale di onde elettromagnetiche polarizzate di frequenza di 9.5 GHz ( = 3.16 cm) e da un rivelatore direzionale

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana. Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1

Indice. Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana. Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1 Indice Prefazione all edizione italiana Prefazione all edizione americana VII IX Capitolo 1 Introduzione: onde e fasori 1 Generalità 1 1.1 Dimensioni, unità di misura e notazione 2 1.2 La natura dell elettromagnetismo

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 4 Martedì 17-03-2015 Mezzi trasmissivi I mezzi trasmissivi si dividono in

Dettagli

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO

Active Indoor Antenna SRT ANT 12 ECO User Manual Mode d emploi Bedienungsanleitung Manuale d uso Manual de uso Bruksanvisning Használati kézikönyv Uživatelský manuál Instrukcja obsługi Uputstvo za upotrebu Руководство пользователя Active

Dettagli

Modulo 4 Test dei cavi

Modulo 4 Test dei cavi Modulo 4 Test dei cavi 4.1 Conoscenze di base per fare il test sui cavi 4.1.1 Onde (waves) I parametri di un onda sono: ampiezza, frequenza, periodo. 4.1.2 Onde sinusoidali e quadre Esempio di onde sinusoidali:

Dettagli

PUNZONATURA E STAMPAGGIO

PUNZONATURA E STAMPAGGIO TAGLIO PUNZONATURA E STAMPAGGIO Come confrontare il costo della produzione Fig. 1 Prodotti in lamiera ottenuti per punzonatura da foglio, punzonatura da coil e stampaggio con pressa (casse per corpi illuminanti).

Dettagli

Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m. La storia. Il montaggio

Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m. La storia. Il montaggio Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m di Roberto IS0GRB Di seguito la costruzione del ricetrasmettitore QRP CW in 20m, modello SW-20+, della Small Wonder Labs, che potete trovare al seguente

Dettagli

Yaesu FT-817, Microfono ed espansione in TX I6IBE Ivo Brugnera

Yaesu FT-817, Microfono ed espansione in TX I6IBE Ivo Brugnera Yaesu FT-817, Microfono ed espansione in TX I6IBE Ivo Brugnera Rieccomi di nuovo! Stavolta alle prese con uno nuovo Yaesu FT-817. E si, dopo lo Yaesu FT-897 utilizzato prevalentemente per traffico via

Dettagli

IMPIANTI TVCC. correlata alla qualità delle immagini

IMPIANTI TVCC. correlata alla qualità delle immagini IMPIANTI TVCC antifurtotvcc dicembre 2009 Videosorveglianza Occhio alla sistemazione del cavo coassiale Fabio Garzia Docente di Sistemi di Sicurezza Anticrimine, Ingegneria della Sicurezza Sapienza Università

Dettagli

MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER

MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER 1 ELETTRICI 2 OTTICI 3 WIRELESS MEZZI DI RTASMISSIONE 1 DOPPINO TELEFONICO 2 CAVO COASSIALE 1 MULTI 2 MONO 1 ONDE RADIO 2 MICROONDE 3 INFRAROSSI 4 LASER MODALI ELETTRICI PARAMETRI 1 IMPEDENZA 2 VELOCITA'

Dettagli

Application note AN-002 ANALISI DI RETI RF

Application note AN-002 ANALISI DI RETI RF Application note AN-002 ANALISI DI RETI RF Un esempio pratico di progettazione e messa a punto di un amplificatore a larga banda con un economico analizzatore di reti scalare IV3XXE Andrea Spagnol IW3SQT

Dettagli

Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata

Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata D: La capacità di un condensatore a facce piane parallele: R1: Aumenta al diminuire

Dettagli

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW Le antenne a quadro (o telaio) Il principio di funzionamento di un'antenna a quadro è differente da quello delle comuni antenne filari

Dettagli

sovratensioni Sovratensioni di origine interna Le sovratensioni possono essere: Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio

sovratensioni Sovratensioni di origine interna Le sovratensioni possono essere: Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio Le sovratensioni possono essere: sovratensioni Generate internamente all impianto Generate esternamente Sovratensioni di origine interna A frequenza di esercizio A regime oscillatorio A carattere impulsivo

Dettagli

Descrizione generale delle principali strutture guidanti

Descrizione generale delle principali strutture guidanti Descrizione generale delle principali strutture guidanti (estratto da P. Bernardi, M. Cavagnaro, Appunti di microonde: Strutture guidanti e giunzioni, ed Ingegneria 2000, 2008) Una delle caratteristiche

Dettagli

UNA RADIO A REAZIONE ONDE MEDIE

UNA RADIO A REAZIONE ONDE MEDIE Pierluigi Adriatico I0KWK UNA RADIO A REAZIONE IN ONDE MEDIE Charles Samuel Franklin Roma 2009 UNA RADIO A REAZIONE IN ONDE MEDIE Premessa L attuale tecnologia delle telecomunicazioni digitali, che ha

Dettagli

Antenne per Radioastronomia

Antenne per Radioastronomia Antenne per Radioastronomia Giorgio Sironi Dipartimento di Fisica G.Occhialini Milano 11 Gennaio 2008 1 L Antenna ha la funzione di trasferire con la massima efficienza il segnale elettromagnetico dal

Dettagli

Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.)

Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.) Francesco Silvi IKØRKS e_mail francescosilvi@libero.it Trasmettiamo con l interfaccia digitale (S.B.) Sono stato presente all incontro tecnico del 20.2.08 nel quale il collega Andrea IW0HK ha trattato

Dettagli

LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO LE AREE TEMATICHE : L INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO Quando si parla di inquinamento elettromagnetico o più comunemente elettrosmog ci si riferisce alle alterazioni del campo magnetico naturale generate

Dettagli

Misure accurate di campi elettromagnetici da sorgenti con modulazioni digitali

Misure accurate di campi elettromagnetici da sorgenti con modulazioni digitali EP333 sonda di campo elettrico Misure accurate di campi elettromagnetici da sorgenti con modulazioni digitali Risposta ottimale nella misura dei campi con modulazione di tipo OFDM e pulsati in genere Errore

Dettagli

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta I semestre 03/04 Livello fisico Mezzi di Trasmissione Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Il livello fisico deve garantire il trasferimento di un flusso

Dettagli

Parte 17: Verifica e manutenzione degli impianti elettrici. Parte 26: Apparecchiature con livello di protezione (EPL) Ga

Parte 17: Verifica e manutenzione degli impianti elettrici. Parte 26: Apparecchiature con livello di protezione (EPL) Ga CEI EN 60454-2 S001 Specifiche per nastri autoadesivi per usi elettrici Parte 2: Metodi di prova CEI EN 61009-1/A11 CEI CLC/TR 50473 CEI EN 60079-26 CEI EN 60079-6 CEI EN 60079-19 CEI EN 60927 CEI EN 60384-11

Dettagli

I mezzi trasmissivi Per formare una rete

I mezzi trasmissivi Per formare una rete I mezzi trasmissivi Per formare una rete di comunicazione possono essere usati diversi mezzi trasmissivi (o media). La loro classificazione può essere fatta in base alle loro caratteristiche fisiche e

Dettagli

Sistema Video Balun. Manuale d utilizzo

Sistema Video Balun. Manuale d utilizzo Sistema Video Balun Manuale d utilizzo Versione 0.1 Aprile 2006 SOMMARIO 0.0 INTRODUZIONE...3 1.0 VANTAGGI...3 2.0 CARATTERISTICHE...3 3.0 APPLICAZIONI...4 4.0 CARATTERISTICHE TECNICHE...7 5.0 DOMANDE

Dettagli

CELLULARE MICRO-RIPETITORI PER TELEFONIA. www.microset.net EDIZIONE 2010-11 ESEMPI APPLICATIVI OMOLOGAZIONE CE 0523 - CE 1987 LIBERO USO

CELLULARE MICRO-RIPETITORI PER TELEFONIA. www.microset.net EDIZIONE 2010-11 ESEMPI APPLICATIVI OMOLOGAZIONE CE 0523 - CE 1987 LIBERO USO ESEMPI APPLICATIVI OMOLOGATO LIBERO USO MICRO-RIPETITORI PER TELEFONIA CELLULARE Quando la distanza fra antenne d'ingresso e uscita eccede 100 metri si possono utilizzare due in cascata 30-50 m minimo

Dettagli

In questa seconda puntata

In questa seconda puntata TEORIA TEORIA MHZ RISORSE MHZ SPECIALE RISORSE SPECIALE PRATICA Visual Analyser 90 In questa seconda puntata presentiamo una delle applicazioni del programma Visual Analyser: la misura della risposta in

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache... Appunti di Calcolatori Elettronici Concetti generali sulla memoria cache Introduzione... 1 Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Dettagli

LE TRASMISSIONI VIA ETERE

LE TRASMISSIONI VIA ETERE LE TRASMISSIONI VIA ETERE B.Bortelli Indice 0.1 Trasmissione via etere......................... 2 0.1.1 Le onde elettromagnetiche................... 2 0.1.2 Le onde radio.......................... 5 0.1.3

Dettagli

Pintilie Florin 1 Pintilie Florin- 5EL anno scolastico 2011/2012

Pintilie Florin 1 Pintilie Florin- 5EL anno scolastico 2011/2012 Pintilie Florin 1 Indice: Schema a blocchi Pag. 3 Obiettivo Pag. 4 Prime operazioni(regolatore di carica) Pag. 5 Circuito stampato pag. 7 Elenco componenti Pag. 8 Elenco strumenti attrezzature Pag. 10

Dettagli

1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI.

1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI. 1-LA FISICA DEI CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI. Tutti i fenomeni elettrici e magnetici hanno origine da cariche elettriche. Per comprendere a fondo la definizione di carica elettrica occorre risalire alla

Dettagli

SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE.

SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE. SCARICATORI DI TENSIONE PER IMPIEGO NEI SISTEMI IN CAVO ELETTRICO AD ALTA TENSIONE. Descrizione del problema Nei cavi elettrici con isolamento solido, il conduttore isolato è rivestito con una guaina o

Dettagli

Le prese di corrente. la pompa dell'acqua la ventilazione della stufa radio o televisione... Vediamo insieme i punti più importanti.

Le prese di corrente. la pompa dell'acqua la ventilazione della stufa radio o televisione... Vediamo insieme i punti più importanti. Elettricità L'elettricità è un elemento fondamentale per la vita in camper: a parte l'uso ovvio per l'illuminazione occorre ricordarsi anche di altre utenze come ad esempio: la pompa dell'acqua la ventilazione

Dettagli

Il mondo nella mia antenna Festa del Paese 2012

Il mondo nella mia antenna Festa del Paese 2012 www.insubriaradio.org Insubria Radio Team 2012 Pagina 1 di 10 La radio una grande invenzione grazie a Guglielmo Marconi, che dopo molti esperimenti di successo in terra italiana, concentra successivamente

Dettagli

REGOLE DI BASE. - La fibra ottica non è un cavo elettrico, ma un conduttore in vetro. Va maneggiata con cura.

REGOLE DI BASE. - La fibra ottica non è un cavo elettrico, ma un conduttore in vetro. Va maneggiata con cura. REGOLE DI BASE - La fibra ottica non è un cavo elettrico, ma un conduttore in vetro. Va maneggiata con cura. - Il passaggio della luce all interno della fibra ottica è paragonabile a quello dell acqua

Dettagli

onlinecomponents.com

onlinecomponents.com Modulo per INTERBUS Loop 2 con quattro uscite digitali Scheda tecnica 5988A 12/1999 Questa scheda tecnica deve essere utilizzata con riferimento al manuale per l'utente Configurazione ed installazione

Dettagli

GOAT TOPLINE SRL WIRE CABLES & TOOLS

GOAT TOPLINE SRL WIRE CABLES & TOOLS GOAT TOPLINE SRL WIRE CABLES & TOOLS Cavi speciali catalogo 2014 Goat TopLine Srl 2014 GOAT TOPLINE SRL WIRE CABLES & TOOLS Cavi speciali catalogo 2014 Chi Siamo Chi Siamo GOAT TOPLINE SRL nasce dalla

Dettagli

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL.

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL. P5 CONVERSIONE DI REQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. P. P5. Un segnale modulato in ampiezza con portante e banda di modulazione B=9 khz centrata su, deve essere convertito in frequenza su una portante

Dettagli

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda

Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Studio sperimentale della propagazione di un onda meccanica in una corda Figura 1: Foto dell apparato sperimentale. 1 Premessa 1.1 Velocità delle onde trasversali in una corda E esperienza comune che quando

Dettagli

DI.R.EL. s.r.l. Tel : 0362 553265 r.a. Fax : 0362 551895

DI.R.EL. s.r.l. Tel : 0362 553265 r.a. Fax : 0362 551895 DI.R.L. s.r.l. Tel : 0362 553265 r.a. Fax : 0362 551895 DI.R.L. s.r.l. Tel : 0362 553265 r.a. Fax : 0362 551895 -mail: info@direl.it - WB: www.direl.it MODULI PROFIBUS I/O IP67 RADY FOR ULTRALOCK Configurazioni

Dettagli

Che cosa è la fisica? Per arrivare ad una legge fisica si fa un insieme di cose pratiche (procedura) che si chiama metodo scientifico.

Che cosa è la fisica? Per arrivare ad una legge fisica si fa un insieme di cose pratiche (procedura) che si chiama metodo scientifico. 01 Che cosa è la fisica? In questa lezione iniziamo a studiare questa materia chiamata fisica. Spesso ti sarai fatto delle domande su come funziona il mondo e le cose che stanno attorno a te. Il compito

Dettagli