Capitolato Speciale per la fornitura secondo la formula chiavi in mano di un tomografo assiale computerizzato multistrato, comprensivo di accessori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato Speciale per la fornitura secondo la formula chiavi in mano di un tomografo assiale computerizzato multistrato, comprensivo di accessori"

Transcript

1 Capitolato Speciale per la fornitura secondo la formula chiavi in mano di un tomografo assiale computerizzato multistrato, comprensivo di accessori ed opere edili ed impiantistiche propedeutiche all installazione presso la S.C. di Radiologia dello S.O. di Recco

2 INDICE ART. 1 - PREMESSA... 3 ART. 2 - OGGETTO DEL CAPITOLATO... 3 ART. 3 - CARATTERISTICHE TECNICHE DI RIFERIMENTO PER LE APPARECCHIATURE OGGETTO DI GARA... 3 ART COMPLESSO GENERATORE DI ALTA TENSIONE E TUBO RADIOGENO, GANTRY E TAVOLO PAZIENTE... 3 ART COMPLESSO GENERATORE DI ALTA TENSIONE E TUBO RADIOGENO 3 ART GANTRY... 3 ART TAVOLO PAZIENTE... 4 ART SISTEMA DI SCANSIONE, ACQUISIZIONE, RICOSTRUZIONE, QUALITA DELL IMMAGINE E DOSE... 4 ART RIVELATORI... 4 ART SISTEMA DI SCANSIONE... 4 ART SISTEMA DI RICOSTRUZIONE... 4 ART QUALITA DELL IMMAGINE E DOSE... 4 ART CONSOLLE DI COMANDO, UNITA DI ELABORAZIONE (WORKSTATION) SOFTWARE DIAGNOSTICI... 4 ART CONSOLLE DI COMANDO... 4 ART UNITÀ DI ELABORAZIONE (WORKSTATION)... 5 ART SOFTWARE DIAGNOSTICI... 5 ART INIETTORE AUTOMATICO MDC,... 6 ART INIETTORE AUTOMATICO MDC... 6 ART REQUISITI OBBLIGATORI (NON SOGGETTI A VALUTAZIONE)... 6 ART Controlli di qualità e fisica sanitaria... 6 ART. 4 - CARATTERISTICHE GENERALI DI FORNITURA... 6 ART. 5 - CARICO DI LAVORO... 7 ART. 6 - REDAZIONE DEL PROGETTO TECNICO... 7 ART. 7 - VALIDAZIONE PROGETTO... 7 ART. 8 - AMMONTARE DELL APPALTO... 7 ART. 9 - DICHIARAZIONI RICHIESTE AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL ALIQUOTA IVA AGEVOLATA AL 10%... 8 ART MODALITA DI AGGIUDICAZIONE... 8 ART ASSISTENZA TECNICA IN CORSO D ESERCIZIO ART VERIFICHE E PROVE ART FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTO ART COLLAUDO ART GARANZIA ART TEMPO UTILE PER L'ULTIMAZIONE DELLA FORNITURA, PENALE PER RITARDO ART DISPOSIZIONI DA OSSERVARE IN RELAZIONE ALL ATTIVITA SANITARIA ART FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE Pagina 2 di 14

3 ART. 1 - PREMESSA Il presente capitolato speciale è formato da questo documento e da 6 allegati, indicati come allegato 1 (questionario tecnico per la valutazione delle apparecchiature e dei servizi offerti), allegato 2 (condizioni contrattuali del servizio di manutenzione in garanzia e in caso di stipula di contratto full-risk all included), allegato 3 (descrizione delle opere edili e impiantistiche complete dei disegni dei locali oggetto dei lavori) ed allegato A_B_C (facsimile offerta economica). ART. 2 - OGGETTO DEL CAPITOLATO Il presente capitolato definisce tutti gli elementi necessari per l acquisto in lotto unico di un Tomografo Assiale Computerizzato ad almeno 6 strati comprensivi delle opere edili ed impiantistiche propedeutiche alla sua installazione. ART. 3 - CARATTERISTICHE TECNICHE DI RIFERIMENTO PER LE APPARECCHIATURE OGGETTO DI GARA E richiesta un unità tomografica computerizzata multistrato (TC Multislice) di ultima generazione con scansione volumetrica in grado di acquisire simultaneamente almeno 6 strati per rotazioni continue del gantry. La configurazione dovrà essere completa di unità di comando e visualizzazione delle immagini, iniettore mdc, 1 workstation di refertazione. Il TC multislice dovrà essere adeguato allo svolgimento di indagini in ambito radiologico. ART COMPLESSO GENERATORE DI ALTA TENSIONE E TUBO RADIOGENO, GANTRY E TAVOLO PAZIENTE ART COMPLESSO GENERATORE DI ALTA TENSIONE E TUBO RADIOGENO (Generatore) Potenza utile non inferiore a 42 kw Tensione massima impostabile non inferiore a 130 kv preferibilmente con la possibilità di selezionare almeno tre valori Corrente massima impostabile non inferiore a 300 ma Elevata corrente impostabile in ma per ogni valore di tensione impostata (Tubo radiogeno) Anodo rotante ad elevato numero di giri Capacità termica di accumulo dell'anodo non inferiore a 4 MHU Capacità di dissipazione dell anodo non inferiore a 700 khu/min Almeno due Macchie focali ART GANTRY Apertura: diametro non inferiore a 70 cm con ampia geometria conica Inclinabilità: almeno ±25 Sistema di allineamento: centratore luminoso preferibilmente laser Gamma completa di comandi su entrambi i lati del Gantry Sistema di comunicazione bidirezionale con il paziente Pagina 3 di 14

4 ART TAVOLO PAZIENTE Lettino in materiale a basso assorbimento Dimensioni adeguate Ampia escursione longitudinale Ampia escursione verticale esterna al gantry Portata massima non inferiore a 180 kg Dotazione di accessori per il posizionamento e il comfort del paziente ART SISTEMA DI SCANSIONE, ACQUISIZIONE, RICOSTRUZIONE, QUALITA DELL IMMAGINE E DOSE ART RIVELATORI Elevato numero di rivelatori per banco Adeguato numero di banchi sull asse Z Elevata efficienza intrinseca del rivelatore Elevata efficienza geometrica ART SISTEMA DI SCANSIONE Tempo di start up ridotto Tempo minimo di rotazione completa (360 ) non superiore a 0,8 sec. Tempo massimo di scansione continua non inferiore a 100 sec. Valori di pitch selezionabili (almeno 5) secondo quanto indicato dalle norme IEC Campo di acquisizione (FOV) massimo non inferiore a 40 cm ART SISTEMA DI RICOSTRUZIONE Ampiezza campo di vista in ricostruzione Matrice di ricostruzione non inferiore a 512x512 Ridotto tempo di ricostruzione ART QUALITA DELL IMMAGINE E DOSE Elevata risoluzione spaziale Indicazione della dose erogata al paziente e documentazione ai sensi del D.Lgs. 187/00 e secondo Norme IEC Sistemi di riduzione della dose al paziente mediante controllo automatico dell esposizione sia sul piano XY che sull asse Z ART CONSOLLE DI COMANDO, UNITA DI ELABORAZIONE (WORKSTATION) SOFTWARE DIAGNOSTICI ART CONSOLLE DI COMANDO Caratteristiche generali: ambiente multitasking in grado di gestire contemporaneamente - controllo di sistema - ricostruzione ed elaborazione di immagini - memorizzazione di immagini - stampa di immagini (Hardware) Adeguato processore Dimensione della memoria RAM di almeno 2 Gb Pagina 4 di 14

5 Dimensione del disco rigido di memorizzazione immagini non inferiore a 200 Gb Sistema di archiviazione su DVD o sistemi equivalenti Doppio monitor LCD a colori ad alta risoluzione (almeno 1,2 Mpixel) e grandi dimensioni (Software) Sistema operativo installato Selezione di protocolli di scansione da elenco predefinito Interfaccia Dicom 3 comprensiva di tutto il necessario (hardware, software, licenze d uso) ad un utilizzo immediato senza oneri aggiuntivi; modalità minime : Storage, Print, Worklist, Send/Receive, Query/Retrieve, MPPS/PPS, TCP/IP (Postazione) Idonea postazione di lavoro per gli operatori (scrivania e sedie) ART UNITÀ DI ELABORAZIONE (WORKSTATION) (Hardware) Adeguato processore Dimensione della memoria RAM almeno 2 Gb Dimensione del disco rigido di memorizzazione immagini non inferiore a 200 Gb Sistema di archiviazione su DVD o sistemi equivalenti Sistema di esportazione degli esami in formato DICOM su CD Doppio monitor LCD a colori ad alta risoluzione (almeno 1,2 Mpixel) e grandi dimensioni (almeno 20 ) certificati come dispositivi elettromedicali e diagnostici ( Medical Grade ) (Software) Sistema operativo Interfaccia Dicom 3 comprensiva di tutto il necessario (hardware, software, licenze d uso) ad un utilizzo immediato senza oneri aggiuntivi ; modalità minime : Storage, Print, Worklist, Send/Receive, Query/Retrieve, MPPS/PPS, TCP/IP (Postazione) Idonea postazione di lavoro per gli operatori (scrivania e sedie) ART SOFTWARE DIAGNOSTICI Oltre alle funzioni standard di gestione del sistema, del display e della memoria immagini dovranno essere fornite le seguenti funzionalità: (Applicativi per consolle) Software di contrast media bolus tracking (Applicativi per workstation) Display simultaneo di almeno 16 immagini Programma per ricostruzioni 3D di Superficie (SSD) e Volume Rendering Software ricostruzione vascolare Endoscopia Virtuale Dental Scan (Applicativi per workstation e consolle) Topogramma a grande campo Programma per ricostruzioni MPR (Multi Planar Reconstruction): ricostruzioni coronali, sagittali, oblique e curvilinee "in tempo reale" a partire da sezioni assiali Programma per ricostruzioni di tipo MIP and MinIP Archiviazione automatica Stampa manuale e automatica Pagina 5 di 14

6 ART INIETTORE AUTOMATICO MDC, ART INIETTORE AUTOMATICO MDC Sistema automatico a doppio iniettore per la somministrazione di mezzo di contrasto Controllo di flusso Siringa con volume di 200ml circa Lettura costante e automatica della pressione arteriosa Doppio sistema di controllo per la rilevazione di bolle d aria Possibilità di memorizzare con nome protocolli d esame (specificare numero di protocolli memorizzabili) Sistema di connessione paziente a doppia linea (mdc e soluzione fisiologica) Riscaldamento del mdc tramite manicotto esterno con termostato di sicurezza ART REQUISITI OBBLIGATORI (NON SOGGETTI A VALUTAZIONE) ART Controlli di qualità e fisica sanitaria Fantocci per misura del CTDIw (corpo e testa) Fantoccio per controllo qualità con supporto di fissaggio al tavolo o altro dispositivo; inserti per : linearità dei CTN, spessore di strato, risoluzione spaziale ad alto e basso contrasto, uniformità, Dotazione di protocolli di acquisizione e software di analisi per controlli di qualità Mappatura dosimetrica ambientale ART. 4 - CARATTERISTICHE GENERALI DI FORNITURA Le ditte che intendono partecipare dovranno presentare offerta per tutte le apparecchiature e l accessoristica richiesta, pena l esclusione. Tutte le apparecchiature offerte dovranno: essere complete di quanto necessario a garantire un livello di prestazioni elevato ed aggiornato ai livelli massimi oggi consentiti. Il sistema dovrà essere dotato di quanto la tecnologia mette a disposizione in osservanza della normativa di cui al D.Lgs. 230/95 e seguenti. essere offerte, nuove di fabbrica, nella versione più recente al momento dell installazione e in ogni caso in una versione sviluppabile successivamente mediante l implementazione delle nuove tecnologie che potranno essere introdotte nella pratica clinica. disporre delle funzionalità DICOM 3.0 complete (stampa, trasmissione, archiviazione, query/retrieve e worklist, ecc.) nella ultima versione disponibile e compliance IHE al massimo dei profili disponibili per il collegamento al sistema PACS, al sistema RIS ed ai sistemi di stampa presenti. Le funzionalità DICOM e i profili IHE dovranno essere costantemente aggiornati durante tutto il periodo di garanzia. Tale servizio dovrà essere incluso nel contratto di manutenzione tutto incluso post garanzia, nel caso venga stipulato. Il costo del collegamento deve essere conglobato nell offerta di ogni singola apparecchiatura La fornitura dovrà comprendere tutto quanto è necessario ad installare a regola d arte le apparecchiature offerte, compreso le opere di trasferimento, trasporto, facchinaggio, smaltimento degli imballi e quant altro la Ditta ritenga necessario per il corretto funzionamento delle apparecchiature offerte, nulla escluso. Pagina 6 di 14

7 I sistemi devono essere consegnati funzionali e funzionanti in tutte le loro parti; in particolare dovranno essere insensibili ai disturbi di rete e dovrà essere assicurata la continuità di funzionamento dei sistemi di supporto alla vita, di elaborazione e memorizzazione dei dati e delle immagini, mediante l adozione di gruppi di continuità che garantiscano almeno 5 minuti di funzionamento e lo spegnimento automatico in caso di prolungamento dell interruzione elettrica. Le apparecchiature dovranno altresì: essere conformi alle norme di sicurezza vigenti a mezzo auto certificazione del fornitore e/o produttore, nonché del Notify Body per le apparecchiature di classe uguale o superiore alla IIA essere completa di due copie del manuale d uso in lingua italiana e di una copia del manuale per la manutenzione ordinaria e straordinaria in lingua italiana o inglese. La Ditta dovrà fornire codifica CIVAB completa di 8 caratteri (classe [3], produttore [3] e modello [2]) delle apparecchiature offerte. Qualora la codifica non sia disponibile al momento della presentazione delle offerte, la Ditta dovrà allegare copia della richiesta scritta di codifica effettuata al CIVAB (Centro di Informazione e Valutazione Apparecchiature Biomediche c/o Area Science Park Trieste., tel ; fax ). La codifica dovrà necessariamente essere presente al momento della consegna del bene e verrà verificata in sede di collaudo di accettazione. ART. 5 - CARICO DI LAVORO Le valutazioni radioprotezionistiche e ogni altro dimensionamento relativo a questa offerta dovrà essere rapportato alle riconosciute potenzialità delle apparecchiature offerte, indipendentemente dal numero di pazienti esaminati giornalmente. ART. 6 - REDAZIONE DEL PROGETTO TECNICO In base ai layout indicativi che vengono allegati alla presente documentazione di gara, la Ditta dovrà provvedere alla realizzazione di un proprio progetto di installazione per ogni apparecchiatura, corredato di relazione radioprotezionistica sottoscritta da un Esperto Qualificato, redatto conformemente alle linee guida e alle caratteristiche di riferimento inserite nel presente capitolato (allegato 3). ART. 7 - VALIDAZIONE PROGETTO Il progetto dell installazione, corredato della relazione radioprotezionistica, firmata da un Esperto Qualificato, sarà esaminato dall Esperto Qualificato incaricato dalla ASL3 Genovese. Qualora risultassero necessari interventi atti a garantire la protezione degli operatori e della popolazione dal pericolo delle radiazioni ionizzanti la Ditta offerente s impegna all esecuzione dei lavori, senza alcun onere aggiuntivo a carico dell ASL. Il progetto dell installazione sarà altresì validato dall esperto della sicurezza incaricato dalla ASL 3 Genovese. La Ditta offerente s impegna ad eseguire tutte le eventuali e necessarie modifiche al progetto. ART. 8 - AMMONTARE DELL APPALTO L'importo complessivo della fornitura comprensivo di garanzia full risk di almeno 12 mesi e dei lavori di adeguamento locali, non superabile, da considerarsi CHIAVI IN MANO, ammonta a ,00 (trecentoquindicimila/00) euro IVA al 10% ESCLUSA. Viene altresì richiesta la quotazione opzionale, che l Azienda si riserva di aggiudicare allo scadere del periodo di garanzia, del servizio di manutenzione full-risk, come di seguito descritto, per un periodo complessivo massimo di 60 mesi il cui importo presunto ammonta a ,00 (trecentomila/00) euro IVA al 20% ESCLUSA Pagina 7 di 14

8 ART. 9 - DICHIARAZIONI RICHIESTE AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL ALIQUOTA IVA AGEVOLATA AL 10% Le ditte partecipanti devono allegare alla documentazione amministrativa, dichiarazione che, in caso di aggiudicazione, la ditta si impegna a sottoscrivere, sotto la propria responsabilità: che il bene da acquisire, per gli effetti della presente procedura di gara, assume le caratteristiche di elemento strutturale del fabbricato di destinazione, senza perdere la propria individualità; che le opere eseguite sono da inquadrarsi quali interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente, in quanto rientranti nella fattispecie disciplinati dalla Legge 5 agosto 1978, n. 457 art. 31 lettera c. ART MODALITA DI AGGIUDICAZIONE L appalto sarà aggiudicato a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa sulla base dei seguenti elementi: PREZZO: punteggio massimo 50 su /100 Il prezzo di riferimento ai soli fini dell aggiudicazione è quello risultante dalla sommatoria dei sotto elencati elementi di costo (a+b+c+d): a) Costo delle apparecchiature e dei relativi accessori nella configurazione richiesta; b) Costo opere edili, impiantistiche per l installazione e costi per collegamenti elettrici, alla rete informatica ed ai sistemi di stampa in dotazione all ASL3 Genovese. c) Costo corso di addestramento per personale sanitario e tecnico previsto in non meno di 15 giorni lavorativi di stage di addestramento presso le installazioni (La Ditta dovrà presentare opportuno piano di addestramento). Le ditte concorrenti dovranno presentare una offerta per le voci a), b), c), indicando un importo complessivo non superiore all importo relativo alla fornitura indicato al precedente articolo 8. d) Costo della fornitura dei servizi di manutenzione nella tipologia full - risk (nulla escluso) calcolato per anni 6, equivalente a 5 anni di contratto full-risk con 1 anno di garanzia, 4 anni di contratto full-risk con 2 anni di garanzia, e un anno in meno per ogni anno ulteriore di garanzia. - Si precisa che nulla è dovuto sia nel periodo di garanzia che successivamente ad esso per la sostituzione di eventuali componenti della macchina non funzionanti (compreso tubo a raggi x); Il servizio di manutenzione post garanzia non è oggetto di aggiudicazione nella presente procedura, ma l azienda appaltante si riserva di aggiudicarlo alla scadenza della garanzia, alle condizioni tecnico economiche indicate in offerta, nel caso si verifichino le condizioni di convenienza economica per la pubblica amministrazione. Il valore inserito a base di gara, non considera il costo del contratto di manutenzione post garanzia. Il punteggio prezzo verrà calcolato secondo la seguente formula laddove il valore considerato dell offerta corrisponderà alla sommatoria delle precedenti voci a), b), c) e d): Punteggio PREZZO = 50 Offerta_Min Offerta Pagina 8 di 14

9 Con: Definizione Punteggio Prezzo Offerta Offerta_Min Significato Punteggio prezzo attribuito all offerta n- esima Prezzo della ditta offerente n-esima Prezzo d offerta più basso tra quelli pervenuti La validità economica dell offerta dovrà essere di 180 giorni dalla data di scadenza della presentazione della stessa. QUALITA : punteggio massimo 50 su 100 Il punteggio relativo alla qualità sarà attribuito da apposita Commissione tecnica. La valutazione sarà effettuata sulla base dei sotto elencati parametri: A. Qualità tecnica delle apparecchiature proposte, massimo 36 punti, così ulteriormente suddivisi: A.1. Complesso generatore di alta tensione, tubo radiogeno, gantry e tavolo paziente punti max 12 Criteri motivazionali: migliori caratteristiche tecniche degli elementi indicati al rif. 1 dell allegato 1 al CSA A.2. Sistema di scansione, acquisizione, ricostruzione, qualità dell immagine e dose punti max 15 Criteri motivazionali: migliori caratteristiche tecniche degli elementi indicati al rif. 2 dell allegato 1 al CSA A.3. Consolle di comando, unità di elaborazione (workstation), software diagnostico di base punti max 9 Criteri motivazionali: migliori caratteristiche tecniche degli elementi indicati al rif. 3 dell allegato 1 al CSA B. Configurazione, operatività e soluzioni migliorative proposte, massimo 5 punti; Criteri motivazionali: verranno valutate le eventuali funzionalità aggiuntive di cui il sistema sarà dotato, le eventuali modifiche migliorative rispetto all utilizzo degli spazi previsti, la riduzione dei tempi complessivi di installazione rispetto a quanto richiesto, la proposta di formazione prevista ed eventuali altre soluzioni tecnico-funzionali migliorative C. Qualità tecnica delle opere edili ed impiantistiche, massimo 5 punti; Criteri motivazionali: verranno valutate la qualità dei materiali impiegati, il livello di finiture previsto ed ogni altro elemento relativo alle opere edili ed impiantistiche D. Proposta di assistenza tecnica (in garanzia e successivamente ad essa) massimo 4 punti; Criteri motivazionali: verranno valutati i livelli di servizio proposti, l organizzazione del servizio di assistenza (con particolare rilievo agli orari del servizio, alle modalità di gestione delle chiamate ed alla disponibilità locale di tecnici specializzati) così come indicati al rif. 6 dell allegato 1 al presente CSA e presentati nella descrizione del servizio di assistenza che l offerente dovrà presentare. All offerta alla quale la Commissione Tecnica assegnerà il punteggio maggiore verranno attribuiti 50 punti; alle altre offerte i punti saranno attribuiti proporzionalmente secondo la seguente formula: Pagina 9 di 14

10 Punteggio Qualità = 50 P_offerta Pt Max Con: Definizione Punteggio Qualità P_Offerta Pt Max Significato Punteggio qualità attribuito all offerta n- esima Punteggio assegnato all offerta n-esima Punteggio massimo assegnato Il mancato raggiungimento della metà più uno (26) dei punti relativi al parametro QUALITA determina l esclusione dalla gara per punteggio insufficiente. La valutazione verrà effettuata sulla base della documentazione tecnica presentata dalla ditta composta da: - allegato 1 compilato e sottoscritto in ogni pagina; il medesimo allegato dovrà essere presentato anche su CD in formato.doc - documentazione tecnica, depliant e quant altro la ditta ritenga utile per la descrizione delle apparecchiature offerte; tutta la documentazione dovrà essere presentata anche su CD, in formato.pdf - piano di formazione del personale - proposta di assistenza tecnica (in garanzia e successivamente ad essa) - offerta economica senza prezzi e allegati A, B, C senza prezzi, compilati e sottoscritti in ogni pagina, per la valutazione chiara delle configurazioni di offerta; l offerta economica senza prezzi dovrà essere presentata anche su CD in formato.pdf così come gli allegati A, B, C senza prezzi in formato.doc. - computo metrico senza prezzi e quadro economico senza prezzi per la valutazione dei lavori, anche su CD in formato.doc o.pdf o.xls - Progetto di installazione per le apparecchiature offerte, anche su CD in formato.dwg La Commissione tecnica potrà chiedere in qualsiasi momento ulteriori chiarimenti, qualora i dati forniti non fossero sufficienti o presenti in forma non adeguata, al fine delle necessarie equiparazioni e valutazioni. La commissione si riserva la facoltà di visionare le apparecchiature offerte in condizioni operative presso centri di riferimento, preferibilmente italiani, indicati dalle ditte partecipanti. ART ASSISTENZA TECNICA IN CORSO D ESERCIZIO La Ditta dovrà indicare in allegato 1, per ogni apparecchiatura offerta, il numero massimo di giorni, per ogni anno solare, di fermo macchina per manutenzioni ordinarie, preventive e correttive (non si considerano differenze tra festivi prefestivi o lavorativi), valido sia nel periodo di garanzia sia in caso di stipula del contratto di manutenzione tutto compreso (FULL RISK ALL INCLUDED). Il calcolo dei giorni di fermo macchina sarà così determinato: Manutenzione preventiva, programmata = tempo naturale (ore) consecutivo (feriale, festivo) tra la consegna della macchina per gli interventi in parola e la ripresa dell attività certificata Pagina 10 di 14

11 dal verbale di lavoro sottoscritto da chi prende in consegna l unità dopo l intervento. Manutenzione correttiva (guasto o malfunzionamento) = tempo naturale (ore) consecutivo (feriale, festivo) tra la segnalazione a mezzo fax (ripetuta, se necessario, a un numero telefonico indicato dalla Ditta) del problema riscontrato e la ripresa dell attività certificata dal verbale di lavoro sottoscritto da chi prende in consegna l unità dopo l intervento. Qualora l operatività annuale, cioè per ogni anno solare, delle apparecchiature offerte esclusi gli eventi riconducibili a imperizia o dolo (che dovranno essere registrati sui verbali di lavoro) - risulti inferiore a quanto dichiarato dalla Ditta in sede di offerta, saranno applicate le penali indicate nel capitolato della manutenzione (allegato 2). Le ore di fermo macchina vengono tradotte in giorni di fermo macchina (f.m.) secondo la seguente formula: giorni di f.m. = ( n. di ore f.m. / 24 )+1 dove il simbolo x sta ad indicare parte intera del numero x Durante il periodo di garanzia le penali verranno detratte dall importo cauzionale mentre, in caso di aggiudicazione del contratto di manutenzione, le penali verranno detratte dalle rate del canone annuale del contratto di manutenzione tutto compreso. L ammontare massimo della penale annuale corrisponderà nel periodo di garanzia all importo della cauzione e nel periodo post garanzia, nel caso di stipula del contratto di manutenzione tutto compreso, all importo annuale del canone di manutenzione. ART VERIFICHE E PROVE L'Azienda appaltante ha facoltà di far eseguire da propri incaricati in fase di montaggio e di installazione controlli, verifiche, prove di funzionamento e di accertamento della qualità dei materiali impiegati; di esaminare in genere l'andamento dei lavori in relazione ai tempi previsti per la consegna. Qualora le apparecchiature e i materiali adoperati, anche se messi in opera, non presentino i requisiti richiesti, può essere ordinata per iscritto da parte degli incaricati la sostituzione. Gli incaricati delle verifiche ed ispezioni redigono, in presenza di rappresentanti della Ditta, verbali con cui vengono poste in evidenza le manchevolezze, i difetti e le inadempienze rilevate. ART FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTO Prima del collaudo e per l intero periodo contrattuale, la ditta aggiudicataria deve garantire la formazione al personale medico e tecnico di radiologia per l utilizzo dei sistemi offerti e al personale tecnico del Servizio di Ingegneria Clinica e di Fisica Sanitaria per le rispettive competenze di manutenzione. Tutti i momenti formativi dovranno, a meno di particolari eccezioni, essere effettuati nelle sedi di installazione e ospitare un numero di persone adeguato a non interrompere le rispettive attività. Il piano di formazione ed addestramento dovrà riportare lo schema dei corsi da effettuare, con relativa suddivisione per figura professionale (Medici Radiologi, Personale TSRM, Fisici sanitari e personale tecnico di Ingegneria Clinica): la quantità di ore di addestramento ritenute necessarie (non inferiore a 15 giorni lavorativi);; le modalità di tale addestramento (in gruppo, con l indicazione della numerosità del gruppo, individuale, in loco o presso altra sede ecc.); la descrizione del materiale dei corsi di addestramento che verrà consegnato. L effettivo svolgimento di tutte le attività previste nei piani di formazione dovrà essere documentato mediante la presentazione di certificazioni di partecipazione da parte degli operatori interessati. La mancata presentazione di tale documentazione verrà considerata motivo di non rispondenza ai requisiti di collaudo. Pagina 11 di 14

12 Tutte le attività previste nel piano sono da intendersi interamente a carico della Ditta aggiudicataria. La Ditta dovrà presentare una sintesi degli argomenti trattati sia per i corsi di formazione del personale medico, fisico e TSRM che per i corsi relativi al personale tecnico. Il corso di formazione del personale sanitario dovrà aver luogo prima del collaudo di accettazione. Il corso di formazione del personale tecnico di Ingegneria Clinica dovrà aver luogo comunque non oltre i primi sei mesi dalla data del collaudo. ART COLLAUDO Le sotto indicate procedure di collaudo valgono per tutte le apparecchiature offerte e possono essere applicate in tempi differenti, in funzione dei tempi di installazione dichiarati dalla ditta. Per ogni apparecchiatura, il collaudo, effettuato da apposita Commissione, in presenza di rappresentanti della Ditta aggiudicataria, dovrà accertare la corretta installazione, il perfetto funzionamento delle apparecchiature e delle relative attrezzature di supporto e la rispondenza della fornitura a quanto ordinato. Qualora, al termine dei lavori, non venga - per qualsiasi ragione - o completata la fornitura ovvero non sia possibile la sottoscrizione del collaudo - prima fase - la Commissione tecnica può eventualmente disporre, di concerto con la Ditta fornitrice, la messa in uso clinico dell impianto qualora i controlli di sicurezza e di funzionalità dell impianto e dell attrezzatura, siano stati eseguiti con esito positivo. La Ditta aggiudicataria al verificarsi delle condizioni su esposte può acconsentire alla messa in uso clinico dell impianto. Il Collaudo si articolerà comunque in due fasi: prima fase: verifica della completezza della fornitura e della corrispondenza all offerta, entro 15 giorni dalla data in cui la Ditta aggiudicataria notificherà l avvenuta ultimazione dei lavori ed il completamento della fornitura. A tale data tutte le apparecchiature dovranno essere completamente funzionanti e pronte all uso clinico. Si procederà altresì alla verifica che le condizioni microclimatiche, radioprotezionistiche e di funzionamento, corrispondano alle indicazioni di progetto - offerta. La Ditta dovrà provvedere a proprie spese a rimediare ad eventuali non corrispondenze. Si dovrà altresì accertare: 1. l'esistenza dell'autocertificazione della Ditta che dichiari la rispondenza del prodotto effettivamente installato (individuato dal numero di matricola o di serie) alla normativa di sicurezza vigente; 2. la fornitura in due copie del manuale (in lingua italiana) contenente tutte le istruzioni necessarie per la corretta conduzione e l'uso giornaliero della apparecchiatura fornita (manuale d'uso); 3. la fornitura del manuale tecnico in lingua italiana o inglese (service) contenente tutte le istruzioni necessarie per la manutenzione ordinaria e straordinaria della apparecchiatura fornita comprensivo di schemi elettrici, circuitali e/o meccanici, descrizione delle modalità di ricerca guasto e taratura e tutto quanto è necessario per qualsiasi procedura di manutenzione; 4. descrizione su documento a parte, se non già comprese al punto 3, di tutte le operazioni di manutenzione preventiva necessarie a mantenere in perfetta efficienza l'apparecchiatura fornita; 5. documentazione as-built relativa alle opere realizzate e tutte le certificazioni previste dalle normative applicabili presenti Solo al termine della prima fase di collaudo, la Ditta aggiudicataria potrà emettere fattura, il cui pagamento è in ogni modo vincolato al superamento della seconda fase di collaudo. seconda fase: il collaudo definitivo inizierà dopo 2 mesi dalla conclusione della prima fase. Sarà eseguito alla presenza della Ditta appaltatrice ed avrà la durata massima di 15 giorni necessari per un controllo completo delle apparecchiature, delle strutture, degli impianti e della loro Pagina 12 di 14

13 funzionalità. In caso di esito negativo, la Ditta aggiudicataria è tenuta a provvedere a propria cura e spese, e nel termine assegnatogli, agli adempimenti prescritti dalla Commissione di collaudo. La garanzia avrà decorrenza dal giorno in cui verrà sottoscritto il verbale di collaudo definitivo se positivo, ovvero dal momento in cui la Ditta adempirà alle prescrizioni formulate dalla commissione di collaudo. Nel periodo intercorrente tra la consegna ed il collaudo definitivo, la Ditta dovrà provvedere a propria cura e spese alla sostituzione, riparazione e manutenzione di qualsivoglia componente che dovesse risultare difettoso, non funzionante, non adatto all uso, ecc. Tutte le condizioni di cui sopra sono vincolanti per la buona riuscita del collaudo. La mancanza di una sola condizione, ovvero la mancanza delle password per accedere al sistema informatico, porterà alla non accettazione della fornitura. Solo a collaudo eseguito con esito favorevole avverrà la consegna definitiva alla Azienda appaltante e l'ammontare della fornitura potrà essere pagato alla Ditta aggiudicataria. ART GARANZIA La Ditta aggiudicataria dovrà garantire la buona qualità e la buona costruzione dei propri materiali, obbligandosi, durante il periodo di garanzia indicato in offerta, a riparare e/o a sostituire gratuitamente, con le modalità ed i termini indicati nella proposta di contratto FULL RISK ALL INCLUDED, quelle parti (incluso tubo radiogeno) che per la qualità di materiale o per carenze di lavorazione o per imperfetto montaggio si dimostrassero difettose, sempre che ciò non derivi da imperizia o negligenza dell'utilizzatore, da sovraccarichi oltre i limiti contrattuali, da interventi non autorizzati, da manomissioni eseguite o fatte eseguire dall'utilizzatore, o da uso improprio dell'apparecchiatura. Il periodo minimo di garanzia è di 12 mesi dalla data del collaudo 2 fase dell'apparecchiatura. La Ditta aggiudicataria ha l'obbligo di assicurare, a partire dalla data di collaudo 1 fase e fino al termine del periodo di garanzia, l'effettuazione totale della manutenzione (riparazioni, sostituzioni e tutte le operazioni di manutenzione ordinaria previste dai manuali d uso e manutenzione), nulla escluso e riservato, senza nessun onere da parte della Azienda appaltante dovendosi considerare questo servizio conglobato nel prezzo d'offerta. ART TEMPO UTILE PER L'ULTIMAZIONE DELLA FORNITURA, PENALE PER RITARDO A seguito della comunicazione alla Ditta vincitrice dell avvenuta aggiudicazione della fornitura, il tempo utile per l esecuzione delle opere edili ed impiantistiche previste, la consegna, l installazione in condizioni di operatività del sistema da installarsi deve essere quello dichiarato dalla Ditta in sede di offerta e comunque non superiore ai 60 giorni naturali, successivi e continui, decorrenti dalla data di invio dell ordine da parte dell ASL3 Genovese. La ditta fornitrice dovrà provvedere a notificare in forma scritta al responsabile del procedimento l avvenuta l installazione in condizioni operative di ogni singola apparecchiatura offerta entro 10 giorni dalla data prevista in sede di offerta. In caso di assenza della notifica sopra citata, il giorno previsto per la consegna delle apparecchiature secondo quanto dichiarato dalla ditta aggiudicataria in sede di offerta, la commissione di collaudo, alla eventuale presenza della ditta fornitrice, non obbligatoria, procederà comunque a verificare lo stato di avanzamento dei lavori e della fornitura. Nel caso in cui i lavori non siano stati completati e/o la fornitura non sia stata completata e/o non risulti perfettamente funzionante, la commissione provvederà a redigere un verbale di constatazione dello stato di avanzamento della fornitura, che verrà inviato alla ditta fornitrice unitamente alla richiesta di comunicazione del termine previsto per la consegna finale e conseguente avvio delle operazioni di collaudo. Pagina 13 di 14

14 In caso di accertato non completamento della fornitura secondo quanto previsto in offerta, inizierà il conteggio dei giorni di ritardo sui quali verrà calcolata la penale nella misura di 0,5% del valore della fornitura per ogni giorno di ritardo fino al ventesimo giorno naturale consecutivo e 1% del valore della fornitura per ogni ulteriore giorno di ritardo fino alla data di collaudo prima fase. Nel caso in cui non fosse possibile procedere alla sigla del collaudo prima fase, ma esistessero le condizioni per la messa in uso clinico le penali verranno ridotte del 50% rispetto a quanto sopra previsto per ogni giorno intercorrente tra la data di messa in uso clinico e di collaudo prima fase. Il conteggio terminerà il giorno, comunicato in forma scritta da parte della ditta aggiudicataria, dell ultimazione dei lavori con il completamento della fornitura e la piena funzionalità di quanto installato. ART DISPOSIZIONI DA OSSERVARE IN RELAZIONE ALL ATTIVITA SANITARIA L impresa dovrà rendersi disponibile all esecuzione di varianti, a richiesta della Direzione Lavori, osservando l orario che verrà dettato da esigenze di carattere strettamente sanitario, senza avanzare diritti di compenso alcuno per eventuali maggiori costi derivanti da interruzioni, frazionamenti e sospensioni temporanee. L impresa deve garantire altresì, senza invocare ulteriori compensi che: durante lo svolgimento dei lavori, gli stessi non dovranno recare intralci al normale espletamento delle funzioni sanitarie i lavori dovranno essere assoggettati a limitazioni di orario o ad eventuali sospensioni, qualora si rendessero indispensabili per il funzionamento delle attività suddette. qualsiasi intervento che possa influire sull attività sanitaria deve essere concordato con la Direzione lavori e la Direzione sanitaria ( ad esempio interventi sulle linee elettriche, impianti idrici, acqua calda, ecc) all infuori dell orario normale, come pure nei giorni festivi, la Ditta non potrà a suo arbitrio, fare eseguire lavori che richiedono la sorveglianza da parte dell appaltatore. i giorni di sospensione dei lavori di installazione dovuti ad esigenze dell Azienda appaltante non saranno computate ai fini del tempo per la consegna del sistema funzionante ART FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE A insindacabile giudizio della ASL3 Genovese, al termine del periodo di garanzia, potrà essere attivato anche parzialmente per le apparecchiature offerte il contratto di fornitura del servizio di manutenzione nella tipologia "TUTTO COMPRESO (FULL RISK ALL INCLUDED) regolamentato secondo il capitolato per la manutenzione allegato al presente capitolato di fornitura (allegato 2) e nel rispetto dei parametri specificati in allegato 1. Durante il periodo di vigenza contrattuale, pari ad almeno 6 anni meno il n. di anni di garanzia, i prezzi di aggiudicazione del contratto di manutenzione nella tipologia "TUTTO COMPRESO (FULL RISK ALL INCLUDED) rimarranno fissi. E consentita una volta all anno la sola revisione prezzi in base ai numeri indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati calcolati dall ISTAT, come meglio regolamentato sull allegato capitolato per la manutenzione. Pagina 14 di 14

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

AZIENDA SANITARIA DI NUORO

AZIENDA SANITARIA DI NUORO AZIENDA SANITARIA DI NUORO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA UNIONE EUROPEA Fondi POR FESR Sardegna 2007 2013. Programmazione economie più risorse aggiuntive a valere sull asse II: Inclusione, servizi Sociali,

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO

TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO TARIFFA PROFESSIONALE INGEGNERIA ANTINCENDIO La presente tariffa individua le prestazioni che il professionista è chiamato a fornire : A per la richiesta del parere di conformità B per il rilascio del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Policy per fornitori

Policy per fornitori Policy per fornitori Con riferimento alla Decisione 32/2008 del Presidente dell EUI e in particolare degli articoli 4, 5 e 6 il fornitore è tenuto alla sottoscrizione della Dichiarazione dell impegno del

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli