UN SISTEMA SOFTWARE PER L ACCESSO AI DOCUMENTI DIGITALI DI CONTENUTO TECNICO SCIENTIFICO DA PARTE DI PERSONE NON VEDENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UN SISTEMA SOFTWARE PER L ACCESSO AI DOCUMENTI DIGITALI DI CONTENUTO TECNICO SCIENTIFICO DA PARTE DI PERSONE NON VEDENTI"

Transcript

1 Corinna Freda 1, Alessandro Pepino 1, Lucia Bisaccia 2 Università degli Studi di Napoli Federico II UN SISTEMA SOFTWARE PER L ACCESSO AI DOCUMENTI DIGITALI DI CONTENUTO TECNICO SCIENTIFICO DA PARTE DI PERSONE NON VEDENTI 1 D.I.B.E.T., Dipartimento di Ingegneria Biomedica, Elettronica e delle Telecomunicazioni 2 S.In.A.P.S.I. Servizio per l inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti

2 BlindMath è uno dei progetti speciali del Centro servizi di Ateneo S.In.A.P.Si. Servizi per l Inclusione Attiva e Partecipata degli StudentI finalizzato a migliorare l accessibilità dei documenti scientifici negli studi universitari.

3 Gli ausili Sono strumenti tecnologici che consentono di superare certe barriere all accessibilità, o di compensare certe limitazioni funzionali ai fini di facilitare o rendere possibile determinate attività della vita quotidiana. Le moderne tecnologie informatiche consentono agli studenti ciechi o ipovedenti di affrontare quasi tutte le discipline di studio.

4 Gli ausili per non vedenti Screen reader Ingranditori Display Braille Stampa in 2 d Stampante Braille stampante Fornetto a microcapsule Postazione di Lavoro Dattilo-braille Stampa in 3 d Scanner + OCR

5 I vantaggi Accesso a tutti i documenti in formato elettronico Maggiore funzionalità e rapidità rispetto agli strumenti braille tradizionali Testi direttamente accessibili anche a chi non conosce il braille Questo non vale per la matematica

6 Le criticità Mentre i documenti matematici sono di tipo simbolico bidimensionale Il braille e tutti gli strumenti di accesso usati dai ciechi sono di tipo testuale lineare Gli studenti ciechi o ipovedenti sono ancora troppo penalizzati negli studi tecnico-scientifici

7 Gli obiettivi Disporre di un editor matematico efficace, potente e flessibile, sia in lettura che in scrittura Svolgere con il computer gli esercizi di matematica in modo veloce ed efficiente Superare i limiti della scrittura lineare e comprendere il testo matematico cogliendone la struttura e le relazioni interne Importare ed esportare documenti matematici secondo i più diffusi formati standard, stamparli sia in braille che in modalità grafica normale

8 Il BlindMath E un sistema SW basato sul LaTex che consente un pieno controllo del lavoro di lettura/scrittura delle formule matematiche attraverso la sintesi vocale e il display braille, ma senza la necessità di conoscere il LaTex.

9 Il BlindMath

10 BlindMath: la navigazione b a (sin(x))dx b a (sin(x))dx Estremo superiore Argomento sin(x) Estremo inferiore Argomento: x

11 BlindMath: la scrittura

12 BLINDMATH: OUTLINES Main text window Edit formula LaTex Navigating formula Symbolic Braille mathematical code language

13 La sperimentazione Tra novembre 2005 e giugno 2007, la sperimentazione del BlindMath ha coinvolto sette studenti di età compresa tra 12 e 17 anni, iscritti a scuole medie inferiori e superiori, i loro insegnanti e i loro genitori. Dei sette studenti 3 frequentano le scuole medie gli altri licei e istituti tecnici.

14 La sperimentazione Per ogni studente l adesione alla sperimentazione ha significato il passaggio attraverso le seguenti fasi: Analisi preliminare Fornitura della soluzione tecnica Training Supporto post-assessment

15 La sperimentazione I parametri sui quali abbiamo lavorato per capire l andamento della sperimentazione e le future applicazioni del software sono stati. Capacità informatiche di base Predisposizione all uso delle tecnologie Motivazione all uso del software Positività del contesto socio-culturale

16 In sintesi INSEGNATI STUDENTI FAMIGLIA 1- Scarsa 3- Media 4- Buona 5- Alta

17 La sperimentazione: i risultati Nei casi 1, 4, 5 il software è stato abbandonato: i tre non erano sufficientemente motivati e il contesto personale e ambientale non hanno permesso loro di affrontare il coraggioso passaggio verso uno modo di studiare autonomo o semplicemente nuovo e diverso. Nel caso 2 la partecipazione alla sperimentazione del BlindMath ha anche permesso di aumentare la perizia e la motivazione all uso delle tecnologie assistive informatiche. Sull esito della sperimentazione pesano in ogni caso la famiglia e la scuola.

18 Conclusioni Il BlindMath si è rivelato un efficace strumento di accesso alla matematica per gli studenti non vedenti Il BlindhMath potrebbe essere utilizzato a partire dalla scuola media inferiore Le abilità di base nell uso del pc e una reale motivazione sono assolutamente indispensabili per studenti e insegnati

19 Contatti Università degli Studi di Napoli S.In.A.P.SI. Servizio per l Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti Phone: Website:

OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014

OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014 Alma Mater Studiorum Università di Bologna OBIETTIVI DI ACCESSIBILITÀ PER L ANNO 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Versione 1.1 - Redatta il 20/5/2014

Dettagli

Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione. SM/sm Prot.n.4770/2013 del 04/10/2013 Alle Sezioni Provinciali I.Ri.Fo.R.

Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione. SM/sm Prot.n.4770/2013 del 04/10/2013 Alle Sezioni Provinciali I.Ri.Fo.R. SM/sm Prot.n.4770/2013 del 04/10/2013 Alle Sezioni Provinciali I.Ri.Fo.R. Ai Consigli Regionali I.Ri.Fo.R. Ai Componenti il Comitato Tecnico Scientifico I.Ri.Fo.R. Ai Presidenti delle Sezioni Provinciali

Dettagli

CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE CENTRO DI.RE. (DIVERSAMENTE ABILI IN RETE) QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Il presente questionario ha come obiettivo principale quello di indagare il fabbisogno

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE. Conoscenze IT di base (Sistema operativo Microsoft Windows, applicativi Microsoft Office, internet e posta elettronica).

CORSO DI FORMAZIONE. Conoscenze IT di base (Sistema operativo Microsoft Windows, applicativi Microsoft Office, internet e posta elettronica). CORSO DI FORMAZIONE PER ASSISTENTI SCOLASTICI AD ALUNNI E STUDENTI CON DISABILITÀ VISIVA Destinatari del corso Il corso è rivolto a persone che lavorano o intendono lavorare come assistenti scolastici

Dettagli

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Servizio Disabilità e DSA Centro Supporto Ausili Tecnologici (CSAT) Delegato Rettorale Prof.ssa Alice

Dettagli

Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi

Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi 1 Cecità Le informazioni contenute nello schermo vanno interamente adattate e fornite in modalità alternativa (braille e voce). La tecnologie di

Dettagli

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO A.C.D.S. LA FORMAZIONE PER L ASSISTENTE ALLA COMUNICAZIONE E PER L AUTONOMIA PERSONALE DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ SENSORIALE a.a. 03-04 Titolo insegnamento SSD Modulo

Dettagli

1) Istituti aggregati Aldini Valeriani e Sirani

1) Istituti aggregati Aldini Valeriani e Sirani 1) Istituti aggregati Aldini Valeriani e Sirani Via Bassanelli, 9-11 40129 Bologna Leggere per Piacere http://www.iav.it/leggereperpiacere/index.htm Lettore di testi in PDF con la sintesi vocale Silvia

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 31/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

DISABILITA VISIVA. INNOVABILIA 2012 17-18-19 MAGGIO Il festival delle innovazioni per le diverse abilità e la qualità della vita

DISABILITA VISIVA. INNOVABILIA 2012 17-18-19 MAGGIO Il festival delle innovazioni per le diverse abilità e la qualità della vita Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Ufficio IX Ambito Territoriale Foggia INNOVABILIA 2012 17-18-19 MAGGIO Il festival delle innovazioni

Dettagli

Ausili per disabilità sensoriali

Ausili per disabilità sensoriali Ausili per disabilità sensoriali Sommario 1. Introduzione 2. Ausili informatici 3. Ausili per disabilità visive 4. Ausili per disabilità uditive Studio di Consulenza Stefano Persichino Consulenza, valutazione,

Dettagli

PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI

PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI DISABILINET Nuove tecnologie per l'educazione e l'inclusione sociale di adulti con disabilità mentale o relazionale Milano 22 novembre 2011 Formazione come elemento chiave Massimo Guerreschi Ass. la Nostra

Dettagli

Università di Trieste

Università di Trieste Università di Trieste Dipartimento di Scienze Umane Sussidi e Ausili Laboratorio gestione problematiche legate ai disturbi visivi a.a. 2012-2013 Fabio Corsi, Ph.D. Due sinonimi? Ora inizieremo a trattare

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) Via Marochetti, 21 20139 Milano (MI) - Italia Telefono(i) 02 56816882 Mobile 335 6905581 Fax E-mail alberto.piovani@istciechimilano.it

Dettagli

Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE

Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE 1 2 ASSISTIVE TECHNOLOGY PER L AUTONOMIA PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI (NB vengono presentati alcuni prodotti commerciali a scopo puramente esemplificativo; ciò non comporta

Dettagli

7.2 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà visive degli studenti

7.2 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà visive degli studenti 7.2 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà visive degli studenti A cura di Flavio Fogarolo 7.2.1 L intervento educativo e riabilitativo Per molte persone la vista è considerata il più importante dei

Dettagli

Relazione sull attività svolta dall Ufficio Accoglienza Disabili e Servizi DSA nell anno 2014

Relazione sull attività svolta dall Ufficio Accoglienza Disabili e Servizi DSA nell anno 2014 NUCLEO DI VALUTAZIONE Relazione sull attività svolta dall Ufficio Accoglienza Disabili e Servizi DSA nell anno 2014 Premessa normativa Il Nucleo di valutazione, su istanza inoltrata dall Ufficio Accoglienza

Dettagli

Il computer e l alunno con disabilità visiva. Metodologia, strumenti e percorsi specifici.

Il computer e l alunno con disabilità visiva. Metodologia, strumenti e percorsi specifici. Il computer e l alunno con disabilità visiva. Metodologia, strumenti e percorsi specifici. dott.ssa Francesca Piccardi di Assisi Un cieco o un ipovedente non usa un computer speciale, costruito appositamente

Dettagli

Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione. Ai Consigli Regionali I.Ri.Fo.R. LORO SEDI

Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione. Ai Consigli Regionali I.Ri.Fo.R. LORO SEDI LP/vl Prot. n.3828/2012 del 05/10/2012 Alle Sezioni Provinciali I.Ri.Fo.R. Ai Consigli Regionali I.Ri.Fo.R. Ai Componenti il Comitato Tecnico Scientifico I.Ri.Fo.R. Ai Presidenti delle Sezioni Provinciali

Dettagli

IRIFOR BRINDISI LA SCUOLA NELLA TIFLOLOGIA

IRIFOR BRINDISI LA SCUOLA NELLA TIFLOLOGIA IRIFOR BRINDISI LA SCUOLA NELLA TIFLOLOGIA Data pubblicazione bando: 16 ottobre 2015 Attivazione del corso L Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione (IRIFOR), sezione provinciale di

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori ALLEGATO N. 2 REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PER LA CONNETTIVITA SOCIALE PROPOSTA PROGETTUALE FORMULARIO

Dettagli

GLI AUSILI INFORMATICI ED ELETTRONICI Manifesta 2007. Ausili informatici ed elettronici:

GLI AUSILI INFORMATICI ED ELETTRONICI Manifesta 2007. Ausili informatici ed elettronici: Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE 1 Tastiere non standard TASTIERE RIDOTTE TASTIERE ESPANSE TASTIERE PROGRAMMABILI 2 Tastiere non standard ETICHETTE PER TASTIERE SCUDO PER TASTIERA 3 Tastiere

Dettagli

Creare documenti scientifici accessibili a non vedenti e ipovedenti

Creare documenti scientifici accessibili a non vedenti e ipovedenti Creare documenti scientifici accessibili a non vedenti e ipovedenti Cristian Bernareggi Università degli Studi di Milano cristian.bernareggi@unimi.it Valeria Brigatti info@valeriabrigatti.com Alcuni Formati

Dettagli

La Collaborazione Istituzionale con l Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza

La Collaborazione Istituzionale con l Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza 1 Flavio Fogarolo MIUR - UST di Vicenza TESTI E SUSSIDI PER STUDENTI CON DISABILITA VISIVA: IL MODELLO SPERIMENTALE DELLA PROVINCIA DI VICENZA La Collaborazione Istituzionale con l Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti.

Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti. Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti.it Web: www.subvedenti.it Panoramica sulle tecnologie assistive e

Dettagli

Mario Barbuto Istituto dei ciechi «Francesco Cavazza» Bologna

Mario Barbuto Istituto dei ciechi «Francesco Cavazza» Bologna Mario Barbuto Istituto dei ciechi «Francesco Cavazza» Bologna Avviare un introduzione generale alle tematiche della cecità e della ipovisione. Introduzione ai sistemi di lettura e scrittura per non vedenti

Dettagli

Tecnologie e Disabilità

Tecnologie e Disabilità Tecnologie e Disabilità Sostenere la lettura con il digitale Andrea Mangiatordi, 12 Aprile 2014 Tecnologie per l accesso Di cosa parleremo? ogni oggetto, strumento o prodotto, sia esso acquistato, modificato

Dettagli

DOMANDA PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE SOLIDALE

DOMANDA PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE SOLIDALE DOMANDA PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE SOLIDALE ENTE denominazione indirizzo telefono 040 558 3214 fax 040 558 7908 e-mail legale rappresentante Albo e classe di iscrizione Università degli

Dettagli

sophigraphic p. iva 04489850281

sophigraphic p. iva 04489850281 sophigraphic p. iva 04489850281 Padova, Maggio 2013 Trascrizioni braille/caratteri ingranditi stampati o su supporto informatico Buongiorno, mi chiamo Giorgio Callegari e sono il titolare di un'impresa

Dettagli

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà

l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà l attenzione alla disabilità: una questione di civiltà Guido Maria Grasso missione aumentare il livello di consapevolezza di tutte le componenti dell università (soprattutto docenti) in modo che il rendimento

Dettagli

REFERENTE DSA SPORTELLO DSA

REFERENTE DSA SPORTELLO DSA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA I S T I T U TO C O M P R E N S I V O S TATA L E Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria - Via Broli, 4-24060 CASAZZA (BG) Tel 035/810016 Fax

Dettagli

Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili

Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili 1 Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili Valerio Gower 2 I dispositivi ICT mobili: tablet e smartphone 3 I principali sistemi operativi Android (Google) ios (Apple) Symbian (Nokia) Blackberry

Dettagli

E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER

E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER Sommario E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER L ACCESSIBILITÀ 1. all improvviso non vedessi più? 2. all improvviso non sentissi più? 3. all improvviso non parlassi più? 4. all improvviso non mi muovessi più? 5.

Dettagli

Le nostre esperienze

Le nostre esperienze Cenni sui DSA Le nostre esperienze Corsi per famiglie (genitori-figli) - www.anastasis.it -> Corsi Dislessia Corsi per insegnanti - www.anastasis.it -> Corsi Dislessia Corsi per operatori - www.anastasis.it

Dettagli

STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA

STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA Titolo STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA STRUMENTI COMPENSATIVI PER DSA Destinatari Docenti Primaria Docenti secondaria I e II Buona conoscenza e utilizzo del computer Buona conoscenza e utilizzo del computer

Dettagli

Il ruolo degli ausili nella costruzione del progetto di vita delle persone disabili. I.T.T. Mazzotti - Treviso 12 gennaio 2007

Il ruolo degli ausili nella costruzione del progetto di vita delle persone disabili. I.T.T. Mazzotti - Treviso 12 gennaio 2007 Il ruolo degli ausili nella costruzione del progetto di vita delle persone disabili I.T.T. Mazzotti - Treviso 12 gennaio 2007 ...e per gli alunni con disabilità sensoriale? AUSILI E DISABILITÀ VISIVA Angelo

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA

DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA DIREZIONE DIDATTICA 10 CIRCOLO SCUOLA PRIMARIA SALICETO PANARO MODENA Mod. g 2 b - Unità di apprendimento CLASSE: 5^ A TITOLO: Appunti di viaggio: ricordi e racconti delle esperienze della classe Quinta

Dettagli

Ausili per disabilità sensoriali

Ausili per disabilità sensoriali ASPHI Fondazione Onlus Ausili per disabilità sensoriali Sommario 1. Introduzione 2. Ausili informatici 3. Ausili per disabilità visive 4. Ausili per disabilità uditive 2 Introduzione Ausili per disabilità

Dettagli

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone 1 2 I dispositivi ICT mobili: tablet e smartphone Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili Valerio Gower 3 4 Android (Google) ios (Apple) Symbian (Nokia) Blackberry (RIM) Windows Phone

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL RAPPORTO TRA PERSONE NON VEDENTI E IPOVEDENTI, LETTURA E USO DELLE TECNOLOGIE

INDAGINE CONOSCITIVA SUL RAPPORTO TRA PERSONE NON VEDENTI E IPOVEDENTI, LETTURA E USO DELLE TECNOLOGIE INDAGINE CONOSCITIVA SUL RAPPORTO TRA PERSONE NON VEDENTI E IPOVEDENTI, LETTURA E USO DELLE TECNOLOGIE L obiettivo principale della ricerca è stato approfondire il tipo di rapporto che intercorre tra persone

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo

ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE. e-l@boriamo ANNO SCOLASTICO 2010/2011 - PROGETTO CL@SSE 2.0 1D LICEO SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE e-l@boriamo Pag 2 - PROGETTO Pag 3 - OBIETTIVI/ TECNOLOGIE/METODOLOGIE DI LAVORO Pag 4 - PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Istituto Professionale Zenale e Buttinone" Treviglio (BG) Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Modulo 7: INTEGRAZIONE DEI DISABILI E TIC

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE Codice Meccanografico: SAIS044009 Codice Fiscale: 95140540659 Sede amministrativa presso Liceo Scientifico Via M. Galdi, 26-84081 Baronissi (SA) Tel. 089/956078 -

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009)

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA STRUTTURA PER L INTEGRAZIONE DEGLI STUDENTI DISABILI CARTA DEI SERVIZI (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) Art.1 - Principi e finalità

Dettagli

Sistemi di lettura e di scrittura per ciechi o ipovedenti gravi

Sistemi di lettura e di scrittura per ciechi o ipovedenti gravi Sistemi di lettura e di scrittura per ciechi o ipovedenti gravi N. 11.06.4 CMAI Spiegazioni relative alla consegna di sistemi destinati all uso privato Indice 1 Osservazioni preliminari 2 2 Condizioni

Dettagli

Il percorso di integrazione degli studenti con disabilità visiva

Il percorso di integrazione degli studenti con disabilità visiva Il percorso di integrazione degli studenti con disabilità visiva Alunna iscritta al I anno indirizzo IGEA a.s. 2005/2006 Anatolmia congenita bilaterale Ricostruzione estetica occhi con protesi Insegnante

Dettagli

Riconoscimento tramite OCR di testi presentati sullo schermo in forma grafica

Riconoscimento tramite OCR di testi presentati sullo schermo in forma grafica Sie befin Un nuovo e rivoluzionario Screen Reader! Che cosa c è di speciale in COBRA? Lo screen reader COBRA ha come obiettivo principale il lavoro e la completa accessibilità delle persone cieche e ipovedenti

Dettagli

Ausili TifloInformatici e TifloTecnologici

Ausili TifloInformatici e TifloTecnologici Ausili TifloInformatici e TifloTecnologici Giovanni Cellucci C.I.S.A.D.Centro Informatico Sperimentazione Ausili Didattici c/o Istituto dei ciechi Francesco Cavazza Via Castiglione, 71-40124 Bologna e-mail:

Dettagli

L'apporto delle nuove tecnologie. i Centri Territoriali di Supporto alla disabilità (CTS presso scuole polo)

L'apporto delle nuove tecnologie. i Centri Territoriali di Supporto alla disabilità (CTS presso scuole polo) L'apporto delle nuove tecnologie ed i Centri Territoriali di Supporto alla disabilità (CTS presso scuole polo) di Walter Casamenti (CTS Marconi Bologna) 2 Utilizzare LE TECNOLOGIE per superare, ridurre,

Dettagli

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento

Fondamenti di Informatica per l'apprendimento per l'apprendimento Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Le tecnologie educative Tecnologie digitali educative: Formazione

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Scuola Secondaria di II grado VITTORIA COLONNA Roma Liceo Linguistico - Liceo delle Scienze Applicate - Liceo delle Scienze Umane e-mail rmpm180008@istruzione.it - www.vittoriacolonnalicei.it PIANO DIDATTICO

Dettagli

I.Ri.Fo.R. Regionale Toscano Onlus. Analisi dei fabbisogni per la formazione di Trascrittori testi in braille, ingranditi ed elettronici

I.Ri.Fo.R. Regionale Toscano Onlus. Analisi dei fabbisogni per la formazione di Trascrittori testi in braille, ingranditi ed elettronici Analisi dei fabbisogni per la formazione di Trascrittori testi in braille, ingranditi ed elettronici Analisi dei fabbisogni per la formazione di Trascrittori testi in braille, ingranditi ed elettronici

Dettagli

Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale

Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale Informazione e formazione. a cura di Stefania Leone abruzzo@disabilivisivi.it s.leone@almaviva.it 1 Mi presento Sono Socio e Consigliere direttivo dell

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO 1.SEGNALAZIONE E/O PRESENTAZIONE DEL MEDICO AUSL

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO 1.SEGNALAZIONE E/O PRESENTAZIONE DEL MEDICO AUSL Istituto Comprensivo Castiglione Camugnano 40035 Castiglione dei Pepoli (BO) via Fiera 96 Presidenza: tel. 0534 93266 email: direzione@iccast.org Segreteria: tel. 0534 91120 fax 053493591 email: segreteria@iccast.org

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova anno 2014 Versione 1 Redatta il 27/03/2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Centro servizi informatici

Dettagli

SCIENTIFICA MATERIA INFORMATICA

SCIENTIFICA MATERIA INFORMATICA ISTITUTO Di ISTRUZIONE SUPERIORE Enrico Mattei ISTITUTO TECNICO ECONOMICO LICEO SCIENTIFICO LICEO delle SCIENZE UMANE Via delle Rimembranze, 26 0068 San Lazzaro di Savena BO Tel. 051 6510 655 fax 52735

Dettagli

Piano Didattico Personalizzato e Patto Formativo per alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES)*

Piano Didattico Personalizzato e Patto Formativo per alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES)* SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L. A. MURATORI Via Resistenza, 462 - C.A.P. 41058 VIGNOLA (MO) - Tel. 059765663 059771161 Fax 059771151 E-mail: momm152007@istruzione.it - P.e.c.: momm152007@pec.istruzione.it

Dettagli

Corso di formazione in Trascrizione tiflodidattica di testi contenenti formule

Corso di formazione in Trascrizione tiflodidattica di testi contenenti formule Corso di formazione in Trascrizione tiflodidattica di testi contenenti formule EDIZIONE SPERIMENTALE Data di pubblicazione del bando: 25 giugno 2015 Articolo 1: Attivazione del corso Nell ambito della

Dettagli

Gentile signora/signore

Gentile signora/signore Gentile signora/signore L'Università degli studi di Roma La Sapienza, in collaborazione con l' I.LI.TEC., ha attivato delle tesi di Laurea per studiare le problematiche di accesso e navigazione di pagine

Dettagli

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio Perito Informatico Presentazione del corso di studio 19/11/2008 Perito Informatico 1 Chi è il Perito in Il perito Industriale per l è in grado di conoscere, valutare, dimensionare e gestire le tecnologie

Dettagli

Disabilità Visive CECITA

Disabilità Visive CECITA Disabilità Visive CECITA Condizione fisica e sensoriale caratterizzata dall assenza della capacità visiva intesa come funzione cerebrale attiva. Può essere congenita o acquisita IPOVISIONE Un insieme eterogeneo

Dettagli

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico

I. C. I. NIEVO CAPRI. Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico I. C. I. NIEVO CAPRI Scuola secondaria di I grado Classe Coordinatore di classe 1. DATI RELATIVI ALL ALUNNO: Modello di PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Cognome e nome Data e luogo di nascita

Dettagli

:if*'d{iq #t t n AL PERSONALE DOCENTE

:if*'d{iq #t t n AL PERSONALE DOCENTE :if*'d{iq #t t n ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "Leonardo da Vinci" SCUOLA INFANZIA _ PRIMARTA _ SECONDARIA 1' GRADO 9s04s MTSTERBTANCO ( CATANTA) Via G. Barone - Telefono 095/7556931 - Fax 095/7556930 Cod.

Dettagli

Il contributo dei CTS (Centri Territoriali di Supporto) per migliorare la qualità dell inclusione nelle scuole. venerdì 23 novembre 2012, 11:30-13:30

Il contributo dei CTS (Centri Territoriali di Supporto) per migliorare la qualità dell inclusione nelle scuole. venerdì 23 novembre 2012, 11:30-13:30 Il contributo dei CTS (Centri Territoriali di Supporto) per migliorare la qualità dell inclusione nelle scuole venerdì 23 novembre 2012, 11:30-13:30 Non basta dire formato digitale. Il problema, ancora

Dettagli

L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA

L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA L ISTRUZIONE SUPERIORE IN ITALIA Scuola superiore Laurea (3 anni) Master I Livello Laurea Magistrale (2 anni) Master II Livello Specializzazione Dott. Ricerca Mondo del lavoro Università degli Studi di

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

La postazione scolastica per disabili visivi: diversi punti di vista

La postazione scolastica per disabili visivi: diversi punti di vista Atti del Convegno handyted 2005, Eds XYZ, pp. La postazione scolastica per disabili visivi: diversi punti di vista Silvia Dini, Ester Delpino, Anna Gettani, Cristina Martinoli Istituto David Chiossone

Dettagli

Servizi e supporto per DSA dalle risorse territoriali

Servizi e supporto per DSA dalle risorse territoriali Disturbi Specifici dell Apprendimento: dalle basi fisiologiche agli ausili Aula Magna Centro Affari e Convegni Arezzo 13 Dicembre 2014 Servizi e supporto per DSA dalle risorse territoriali Alfredo Rossi

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

C.T.S. di Cadeo - Ausilioteca della provincia di Piacenza

C.T.S. di Cadeo - Ausilioteca della provincia di Piacenza C.T.S. di Cadeo - Ausilioteca della provincia di Piacenza Nell anno 2013 il CTS (Centro Territoriale Servizi per le disabilità) ha risposto all'84 % delle richieste inoltrate dalle istituzioni scolastiche

Dettagli

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale OBIETTIVI GENERALI DELLA RICERCA Produrre strumenti utili

Dettagli

Strumenti e metodi di ausilio didattico per i dislessici

Strumenti e metodi di ausilio didattico per i dislessici Strumenti e metodi di ausilio didattico per i dislessici La Dislessia è un Disturbo specifico dell Apprendimento (DSA) di cui soffrono dal 3 al 4% degli studenti in età evolutiva. Da almeno 10 anni viene

Dettagli

La nuova Biblioteca digitale

La nuova Biblioteca digitale La nuova Biblioteca digitale Un progetto dell Associazione Italiana Dislessia per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. M.G.Pancaldi Congresso 26-27/5/07 - Bologna In collaborazione con: Gli

Dettagli

Le applicazioni della legge Stanca nell accessibilità delle risorse didattiche

Le applicazioni della legge Stanca nell accessibilità delle risorse didattiche Le applicazioni della legge Stanca nell accessibilità delle risorse didattiche Intervento di Alessandro Musumeci Direttore Generale Sistemi Informativi Ministero dell'istruzione, dell'università e della

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA NELLE ATTIVITA PREVISTE DELL ART.1, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2002, N. 288 E DALL ART.0, DELLA LEGGE 27 DICEMBRE 2003, N. 289. ENTE

Dettagli

ATTIVITÀ A VALENZA DI PREREQUISITO (ACQUISIZIONE/RECUPERO COMPETENZE DI BASE)

ATTIVITÀ A VALENZA DI PREREQUISITO (ACQUISIZIONE/RECUPERO COMPETENZE DI BASE) Corsi di formazione e formazione professionale di Lombardia EccellEnte per l anno 2011/2012 presso l Istituto dei Ciechi di Milano. ATTIVITÀ A VALENZA DI PREREQUISITO (ACQUISIZIONE/RECUPERO COMPETENZE

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO CODEVIGO Via Garubbio 43, 35020 Codevigo (PD) - Tel. 049/5817860 - Fax 049/5817883 C.F. 80013420288 - C.M. PDIC 87000X e-mail: pdic87000x@istruzione.it PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

Dettagli

Via Gorky, 100 20092 Cinisello Balsamo (Mi) Tel: 02.6121.768 - fax: 02.6128.891 Sito: www.itiscartesio.it e-mail : itiscartesio.it@tiscali.

Via Gorky, 100 20092 Cinisello Balsamo (Mi) Tel: 02.6121.768 - fax: 02.6128.891 Sito: www.itiscartesio.it e-mail : itiscartesio.it@tiscali. ITIS CARTESIO LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO- LICEO SCIENTIFICO BIOLOGICO sede Via Gorky, 100 20092 Cinisello Balsamo (Mi) Tel: 02.6121.768 - fax: 02.6128.891 Sito: www.itiscartesio.it e-mail : itiscartesio.it@tiscali.it

Dettagli

Il progetto partecipa a

Il progetto partecipa a Il progetto partecipa a Fondazione Masaccio Con il patrocinio di 3D ArcheoLab La cultura non è proprietà di persone, di classi, di singoli paesi; è di tutti. Giulio Carlo Argan, 1986 Il progetto intende

Dettagli

FAQ: Carta del docente/bonus a.s.2015-2016

FAQ: Carta del docente/bonus a.s.2015-2016 FAQ: Carta del docente/bonus a.s.2015-2016 a cura della Direzione generale per il personale scolastico Come si può utilizzare 1. La Carta del Docente consente l'acquisto di libri e di testi, anche in formato

Dettagli

P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Scuola Secondaria 2 grado

P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Scuola Secondaria 2 grado Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato Scuola Secondaria 2 grado 15 Febbraio 2012 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Bologna, Handimatica 2014 03/02/2015 E.Paiella - ASPHI 1 Alcuni numeri IBM Corporation - 2014 Accessibilità / Usabilità ICT Barriere Architettoniche Accesso

Dettagli

MIUR.AOODGRUF.REGISTRO UFFICIALE(U).0015219.15-10-2015

MIUR.AOODGRUF.REGISTRO UFFICIALE(U).0015219.15-10-2015 MIUR.AOODGRUF.REGISTRO UFFICIALE(U).0015219.15-10-2015 FAQ: Carta del docente/bonus a.s.2015-2016 a cura della Direzione generale per il personale scolastico Come si può utilizzare 1. La Carta del Docente

Dettagli

Il document delivery elettronico nel sistema bibliotecario dell Università di Firenze Paolo Salvi, salvi@biblio.unifi.it

Il document delivery elettronico nel sistema bibliotecario dell Università di Firenze Paolo Salvi, salvi@biblio.unifi.it Il document delivery elettronico nel sistema bibliotecario dell Università di Firenze Paolo Salvi, salvi@biblio.unifi.it L uso del document delivery elettronico nelle biblioteche dell Università di Firenze

Dettagli

INIZIATIVE RELATIVE ALLA DISLESSIA

INIZIATIVE RELATIVE ALLA DISLESSIA ISTITUTO COMPRENSIVO dott. NICOLA D APOLITO CAGNANO VARANO (FG) INIZIATIVE RELATIVE ALLA DISLESSIA TUTTI UGUALI TUTTI DIVERSI PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA PRIMARIA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

Dettagli

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche Le biblioteche offrono dei servizi pubblici Accessibilità dei siti Web delle biblioteche 1 Il loro patrimonio: informazioni conoscenza Requisito essenziale del servizio: Maurizio Vittoria - Biblioteca

Dettagli

Esempi di applicazione

Esempi di applicazione Esempi di applicazione Capture & Creation Studi commercialisti/agenzie di assicurazione 1 caso Studi commercialisti/agenzie di assicurazione Gli studi commercialisti, le societa di revisione contabile

Dettagli

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità»

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità» DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO gestione della «normale specialità» PROGRAMMA Obiettivi dell incontro: Conoscenza reciproca e condivisione di obiettivi e strategie Aspetti normativi ed implicazioni

Dettagli

utili alla stesura e al monitoraggio del PDP

utili alla stesura e al monitoraggio del PDP Questionario per favorire la raccolta di informazioni utili alla stesura e al monitoraggio del PDP Da compilarsi a cura dei genitori Istituzione scolastica. DATI DELL ALUNNO/A Cognome.. Nome. Classe..

Dettagli

Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere

Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere 7. L aula digitale inclusiva: proposte operative Accezione larga del concetto di disabilità di Paola Angelucci e Piero Cecchini Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere

Dettagli

Materiale didattico. Laboratorio di Informatica a.a. 2007-08. I) Introduzione all Informatica. Definizione di Informatica. Definizione di Informatica

Materiale didattico. Laboratorio di Informatica a.a. 2007-08. I) Introduzione all Informatica. Definizione di Informatica. Definizione di Informatica Corso di Laurea Triennale in Storia, Scienze e Tecniche dell Industria Culturale sede di Brindisi Laboratorio di Informatica a.a. 2007-08 Materiale didattico Testo adottato D.P. Curtin, K. Foley, K. Suen,

Dettagli

Doposcuola specializzato per alunni con Disturbi Specifici dell Apprendimento (DSA) A. S. 2012/2013

Doposcuola specializzato per alunni con Disturbi Specifici dell Apprendimento (DSA) A. S. 2012/2013 Doposcuola specializzato per alunni con Disturbi Specifici dell Apprendimento (DSA) A. S. 2012/2013 ANALISI DELLA SITUAZIONE/DELLE SITUAZIONI SPECIFICHE CUI SI RIVOLGE IL PROGETTO Per quanto concerne le

Dettagli

Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA

Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA Dott.ssa Daniela Arnesano Psicologa con Master di 2 livello in Psicopatologia dell Apprendimento Coordinatore regionale

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ALLEGATO 5 PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO Anno Scolastico Scuola secondaria. Indirizzo di studio.. Classe.. Sezione. Referente DSA o coordinatore di classe 1. DATI RELATIVI ALL ALUNNO Cognome e nome Data

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARCOLA/AMEGLIA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Via Porcareda 19021 A R C O L A (SP) C.M. SPIC81000V - C.F. 91054370118 - Tel. 0187/987061 Fax 0187/952358

Dettagli

ABEL (AccessiBle E-Learning)

ABEL (AccessiBle E-Learning) ABEL (AccessiBle E-Learning) Target: non vedenti e ipovedenti Metodologia: Apprendimento tramite materiali online Keywords: Vantaggi e svantaggi dell online learning per non vedenti e ipovedenti Accessibilità

Dettagli

Corso di tiflologia perl inclusione scolastica

Corso di tiflologia perl inclusione scolastica Corso di tiflologia perl inclusione scolastica EDIZIONE 2014 Data di pubblicazione del bando: 23 maggio 2013 Link QR alla versione digitale 1 Articolo 1: Attivazione del corso La sede operativa di Macerata

Dettagli

Panoramica sulle tecnologie assistive e sui servizi a disposizione dei disabili visivi. Come vede l ipovedente? Classificazione Legge 138 del 3/4/01

Panoramica sulle tecnologie assistive e sui servizi a disposizione dei disabili visivi. Come vede l ipovedente? Classificazione Legge 138 del 3/4/01 Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: segretria@subvedenti.it Web: www.subvedenti.it Panoramica sulle tecnologie assistive

Dettagli

FACILITATORE DIGITALE

FACILITATORE DIGITALE Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Oggi in Europa circa il 30-40% delle persone anziane, dei disabili, delle donne, delle persone con

Dettagli