ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO"

Transcript

1 ALLEGATO 1 AL PQ LIVELLI DI SERVIZIO Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 1 di 28

2 Indice 1. Generalità: Livelli di Servizio Livelli di servizio generali Livelli di servizio specifici Sviluppo e Manutenzione Assistenza Supporto al Demand Management Livelli di servizio specifici (LSS) applicabili alle forniture immediate Lotto Lotto Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 2 di 28

3 1. Generalità: Livelli di Servizio Nel presente allegato vengono riportati i Livelli di Servizio (LdS), ovvero gli indicatori di qualità e relativi risultati attesi, che verranno applicati alle forniture oggetto dei lotti di gara. I livelli di servizio sono suddivisi in tre categorie: 1. Livelli di Servizio Generali (LSG) della Fornitura, riportati nel capitolo 2 del presente documento. Questi Livelli di servizio si intendono sempre applicabili ad ogni intervento. Questi livelli di servizio sono applicabili a tutti i lotti. 2. Livelli di Servizio Specifici (LSS) per macro classi di fornitura, dettagliati nel capitolo 3 di questo documento. Questi livelli di servizio sono applicabili ai lotti 3 e Livelli di Servizio Specifici (LSS) applicabili alle forniture immediate, previste per i lotti 3 e 4, dettagliati nel capitolo 4 di questo documento. Questi livelli di servizio sono applicabili alle forniture immediate alle quali si riferiscono. Il non rispetto dei Livelli di Servizio in seguito alla rilevazione del non raggiungimento dei risultati attesi (valori soglia) crea le condizioni per azioni contrattuali specificate nel tipo di sanzione. Per ciascun livello di servizio vengono fornite le seguenti informazioni: descrizione; unità di misura; periodo di ; frequenza di ; dati elementari da rilevare; formula di calcolo; risultati attesi (valori soglia); tipo di sanzione; note. Per il calcolo dei livelli di servizio non verranno applicate regole di arrotondamento ma saranno considerate esclusivamente le prime due cifre decimali dopo la virgola, senza procedere ad alcun arrotondamento (e.g. valore calcolato 3,438546; valore attribuito 3,43). Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 3 di 28

4 2. Livelli di servizio generali Di seguito sono riportate le schede dei livelli di servizio generali della fornitura applicabili a tutti gli interventi della fornitura di ciascun lotto. LSG_G1 RITARDO NELL AVVIO DELL ATTIVITA Ritardo nell avvio delle attività dalla data di attivazione dell intervento. Giorni lavorativi (numero) NA Ad ogni attivazione Data di avvio effettivo (De) Data di attivazione (Da) Per attivazione si deve intendere l emissione del buono d ordine o l invio della mail per attivazione d urgenza. LSG_G1.1 SLITTAMENTO DEI TEMPI DI AVVIO DEL PROGETTO O DI UN ATTIVITÀ Ritardo nell avvio di un attività schedulata rispetto all ultima pianificazione approvata da LI, per cause imputabili al Fornitore. Giorni lavorativi (numero) NA Ad ogni avvio di progetto/attività Data di avvio effettivo (De) Data di avvio pianificata (Dp) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 4 di 28

5 LSG_G1.2 TEMPO DI RISPOSTA ALLA RICHIESTA DI FORNITURA Tempo di risposta alla Richiesta di Fornitura. Giorni lavorativi (numero) Periodo di NA Frequenza di Ad ogni richiesta di fornitura Valore di soglia Drif = Data di invio della richiesta di fornitura Dpif = Data di ricezione della proposta di fornitura LSG_G1.2 = Dpif-Drif LSG_G1.2 < 6 giorni salvo i casi in cui sarà specificato nel buono d ordine un termine maggiore valutato sulla complessità dell attività Nessuna LSG_G2 - SLITTAMENTO DEI TEMPI DI CONSEGNA DI UN PRODOTTO DI FASE, O COMPLETAMENTO DI ATTIVITÀ Ritardo nella consegna del prodotto o completamento attività rispetto a quanto riportato nell ultima pianificazione richiesta e approvata da LI, per cause imputabili al Fornitore. Il ritardo è considerato tale anche nei seguenti casi: mancata approvazione della consegna del prodotto o del completamento dell attività; non completezza della consegna o dell attività anche per: documentazione che non rispetti gli standard documentali previsti dal PQ o non sia completa; assenza di eventuali procedure/software per il test. Giorni lavorativi (numero) NA Ad ogni consegna di un prodotto, o completamento di attività Data di consegna effettiva (Dc) Data di consegna pianificata (Dp) Nessuna Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 5 di 28

6 LSG_G3 - PERSONALE NON RITENUTO CONFORME AL PROFILO RICHIESTO Numero persone presentate che non risultano conformi al profilo richiesto Numero di persone (numero) NA Ad ogni inserimento / sostituzione di risorsa Numero totale di risorse non conformi al profilo richiesto (Rnc) Il numero totale è da considerarsi per ogni singolo intervento LSG_G4 - TEMPI PER INSERIMENTI/SOSTITUZIONI NEI GRUPPI DI LAVORO Tempo di sostituzione su richiesta da LI, o per altri motivi (si applica anche ai ruoli di interfaccia verso LI). Giorni lavorativi (numero) NA Ad ogni inserimento / sostituzione di risorsa Data richiesta di inserimento/sostituzione (Dr) Data Inserimento risorsa effettiva (Di) per inserimento o sostituzione su richiesta di LI per sostituzione per altri motivi Questo indicatore si applica sempre a: tutte le risorse delle strutture di management previste tutti i referenti operativi degli interventi tutte le risorse degli interventi erogati con modello di erogazione B nonché a tutte le risorse degli interventi dove esplicitamente previsto. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 6 di 28

7 LSG_G5 DURATA DELL AFFIANCAMENTO PER SOSTITUZIONI NEI GRUPPI DI LAVORO Durata dell affiancamento a fronte della sostituzione di risorse (si applica anche ai ruoli di interfaccia verso LI). Giorni lavorativi (numero) NA Ad ogni sostituzione di risorsa Data Inserimento risorsa (Di) Data fine affiancamento (Da) Questo indicatore si applica sempre a: tutte le risorse delle strutture di management previste tutti i referenti operativi degli interventi tutte le risorse degli interventi erogati con modello di erogazione B nonché a tutte le risorse degli interventi dove esplicitamente previsto. Il tempo di affiancamento si applica in tutti i casi di sostituzione. LSG_G6 - SOSTITUZIONE DEL PERSONALE (TURNOVER) Numero di risorse sostituite da parte del Fornitore, senza richiesta di LI. Numero di risorse (percentuale) Semestre Ad ogni sostituzione di una risorsa Numero di risorse impegnate nel semestre (Ri) Numero di sostituzioni (Rs) Questo indicatore si applica sempre a: tutte le risorse delle strutture di management previste Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 7 di 28

8 tutti i referenti operativi degli interventi tutte le risorse degli interventi erogati con modello di erogazione B nonché a tutte le risorse degli interventi dove esplicitamente previsto. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 8 di 28

9 3. Livelli di servizio specifici Di seguito sono riportate le schede dei livelli di servizio specifici della fornitura, suddivise per le macro classi, applicabili ai lotti 3 e Sviluppo e Manutenzione Di seguito sono elencati i livelli di servizio specifici per le macro classi di fornitura Sviluppo e Manutenzione. In tutti gli indicatori relativi alla macro classe di fornitura Sviluppo per i quali sarà fornita una doppia segnalazione di livelli di soglia in giorni persona e in function point si utilizzerà un fattore di conversione (produttività) derivato dal database ISBSG versione 11 che, in base ad un analisi di regressione statistica centrata sulle dimensioni medie attese per tipo di intervento e considerato il mix di attività di sviluppo e manutenzione evolutiva di Lombardia Informatica S.p.A., fornisce il valore medio di 1,2 giorni persona per function point. Si precisa che il fattore di conversione sarà utilizzato soltanto relativamente ai livelli di servizio ed esclusivamente al fine di consentire la valorizzazione degli indicatori. Di seguito: per Malfunzionamento si intende un impedimento all esecuzione del software o il riscontro di differenze fra l effettivo funzionamento del software applicativo e quello atteso, come previsto dalla relativa documentazione o comunque determinato dai controlli che vengono svolti durante l attività dell utente per Difetto si intende un malfunzionamento presente nel software, rilevato durante la fase di accettazione e integrazione tecnica; per Anomalia si intende un malfunzionamento presente nel software, rilevato in esercizio. Le unità che si considerano come singoli difetti e anomalie sono l elemento funzione e l elemento dato che sono inseriti nel sistema di tracciamento dal Fornitore all atto della risoluzione del malfunzionamento. Per la misura degli Indicatori di qualità che si riferiscono al codice sviluppato (LSS_SM4, LSS_SM5, LSS_SM6, LSS_SM7, LSS_SM8 e LSS_SM9), LI ora utilizza come strumento la suite SONAR (LI si riserva nel tempo di adottare strumenti differenti). I risultati attesi di questi indicatori, sono applicati ai soli interventi di sviluppo e manutenzione riguardante software realizzato nel corso dell appalto. Per il software già esistente alla stipula del contratto, sarà: eseguita una iniziale per ognuno degli indicatori (baseline) a ogni intervento di sviluppo e manutenzione, saranno rilevati tali indicatori sarà verificato che il loro valore non indichi una qualità inferiore alla baseline qualora ciò occorra, saranno applicate le relative sanzioni. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 9 di 28

10 LSS_SM1 MALFUNZIONAMENTI IN ACCETTAZIONE E INTEGRAZIONE TECNICA Rapporto tra il numero di difetti relativi a tutte le categorie di malfunzionamento, emerse durante la fase di accettazione e integrazione tecnica e il volume dell intervento, misurato in FP (o GGPP convertiti in FP) risultante dalla documentazione rilasciata dal Fornitore al termine della fase di realizzazione. Difetti per FP (numero) La fase di accettazione e integrazione tecnica Al termine della fase di accettazione e integrazione tecnica Numero totale di difetti (segnalati sul sistema di tracciamento) rilevati durante la fase di accettazione e integrazione tecnica (Ndifetti) Numero di FP dell intervento (o giorni persona convertiti in FP) (Nfp) Qualora l intervento preveda più fasi di accettazione e integrazione tecnica, in ragione di differenti deliverables, si conteggia la somma di tutti i difetti riscontrati LSS_SM2 COPERTURA TEST AUTOMATICO Percentuale di test automatizzati Numero di test (percentuale) La fase di accettazione e integrazione tecnica Al termine della fase di accettazione e integrazione tecnica Numero totale di casi di test presenti nel piano di test (Ntest) Numero di casi di test automatizzati presenti nel piano di test (Nauto) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 10 di 28

11 Qualora l intervento preveda più fasi di accettazione e integrazione tecnica, in ragione di differenti deliverables, si conteggia la somma di tutti i casi di test e di tutti i casi di test automatici. Sono esclusi dal rispetto del valore di soglia gli interventi di sviluppo di universi e report realizzati con Business Object. LSS_SM3 TEMPESTIVITÀ DELLA RISOLUZIONE DI DIFETTI RILEVATI IN ACCETTAZIONE E INTEGRAZIONE TECNICA Durante la fase di accettazione e integrazione tecnica di ogni intervento, le attività per la risoluzione di difetti presenti nel software applicativo avranno una durata massima definita da LI in funzione del tipo di malfunzionamento. Giorni lavorativi (numero) La fase di accettazione e integrazione tecnica Al termine della fase di accettazione e integrazione tecnica Per ogni difetto: Avvio del processo di risoluzione del difetto: Data, ora e minuti registrati nel sistema SGF, da parte di LI, della richiesta di intervento (Dinizio) Rilascio della risoluzione del difetto: Data, ora e minuti registrati nel sistema SGF che l intervento è stato completato (realizzato, testato e consegnato a LI) (Drilascio) Tempo di sospensione della risoluzione del difetto a causa dell indisponibilità dell ambiente di correzione o per ragioni non imputabili al Fornitore (Tsospensione) per malfunzionamenti di Categoria 1 per malfunzionamenti di Categoria 2 per malfunzionamenti di Categoria 3 per malfunzionamenti di Categoria 4 Al fine di regolamentarne i livelli di servizio, i malfunzionamenti sono classificati in quattro categorie la cui definizione è inserita al paragrafo del Capitolato Tecnico Lotto 3 e Lotto 4. LSS-SM4 - DENSITÀ DEI COMMENTI DEL SOFTWARE SVILUPPATO Rapporto fra il numero di righe di commento e il numero di righe di codice. I commenti dovranno essere facilmente isolabili dalle istruzioni. Si precisa che non Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 11 di 28

12 sono considerati commenti le linee blank e le eventuali righe con contenuto non significativo (tratteggi, caratteri di spaziature, ecc.). Numero di righe (percentuale) Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero di linee di codice (Ncod) Numero di linee di commento (Ncomm) Sanzioni Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. LSS-SM5 DENSITÀ DI CODICE DUPLICATO PRESENTE NEL SOFTWARE SVILUPPATO Rapporto fra il numero di righe di codice duplicato e il numero di righe di codice. Numero di righe (percentuale) Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero di linee di codice duplicate (Ndupl) Numero di linee di codice (Ncod) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 12 di 28

13 Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. LSS-SM6 DENSITÀ DELLE API PUBBLICHE DOCUMENTATE Rapporto fra il numero di API pubbliche documentate e il numero di API pubbliche totali. Numero di API pubbliche (percentuale) Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero di API pubbliche non documentate (Nndoc) Numero di API pubbliche presenti (Npubapi) Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 13 di 28

14 I seguenti Livelli di Servizio sono specifici per gli interventi sviluppati in modalità object oriented: LSS-SM7 METODI IMPLEMENTATI IN UNA CLASSE Numero di metodi per singola classe. Questa metrica va applicata ad ogni Classe dell intervento ed effettua il conteggio dei metodi che è una prima misura della complessità di una Classe. Troppi metodi rendono la Classe di difficile comprensione e incrementano il rischio di errori a fronte di una modifica. Numero dei Metodi implementati in una Classe (numero) Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero dei Metodi della Classe (Nmetodi) Un rilievo sull intervento se contemporaneamente non viene rispettato il valore di soglia degli indicatori di qualità LSS-SM7 e LSS-SM9 Nel conteggio dei metodi non sono considerati i getter e setter, cioè quei metodi utilizzati per leggere e scrivere le proprietà di una classe Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. LSS-SM8 LINEE DI CODICE IMPLEMENTATE IN UN METODO Numero di righe di codice per singolo metodo. Questa metrica va applicata ad ogni metodo di ogni Classe dell intervento ed effettua il conteggio delle righe di codice applicando l algoritmo NCSS (Non Commenting Source Statements). Questa metrica è un indicatore di complessità della Classe in quanto troppe righe di codice rendono la Classe di difficile comprensione e incrementano il rischio di errori a fronte di una modifica. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 14 di 28

15 Numero di righe di codice implementate in un metodo (numero) Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero di righe di codice presenti nel metodo (Nmetcod) Azioni contrattuali Un rilievo sull intervento se contemporaneamente non viene rispettato il valore di soglia degli indicatori di qualità LSS-SM8 e LSS-SM9 Sono escluse dal rispetto del valore di soglia le seguenti tipologie di classi sviluppate in linguaggio Java: Classi utilizzate per la generazione dei file pdf Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. LSS-SM9 COMPLESSITÀ CICLOMATICA DI UNA CLASSE Valore della complessità ciclomatica. Questa metrica va applicata ad ogni Classe dell intervento e quantifica l effettiva misura della dimensione funzionale espressa tramite la somma dei cammini linearmente indipendenti di tutti i moduli in essa implementati. Numero di cammini ciclomatici Durata della fase di realizzazione e test del software Al termine del periodo di Numero dei cammini ciclomatici (o linearmente indipendenti) (Vg) Numero di metodi di una classe (Nmetodi) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 15 di 28

16 Si applica a tutti i metodi della classe. Sono escluse dal rispetto del valore di soglia le seguenti tipologie di classi sviluppate in linguaggio Java: Classi utilizzate per la generazione dei file pdf Qualora l intervento includa l uso di più linguaggi, l indicatore va applicato separatamente al codice sviluppato in ogni singolo linguaggio. Qualora l intervento preveda più fasi di realizzazione e test del software, in ragione di differenti deliverables, l indicatore va applicato a ogni singola fase. Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. I seguenti Livelli di Servizio specifici si applicano alla macroclasse Manutenzione (si applica anche per i prodotti software in garanzia): LSS-MAC1 TEMPESTIVITÀ DI RIPRISTINO DELL OPERATIVITÀ IN ESERCIZIO Tempo per la risoluzione delle anomalie del software in esercizio. Gli interventi di manutenzione correttiva (rientrano nel conteggio della metrica anche gli interventi che saranno eseguiti nel periodo di garanzia) effettuati a fronte di anomalie dovute al software applicativo, hanno un livello di ripristino della piena operatività in funzione della categoria di malfunzionamento. Ore (numero) Trimestre precedente la rilevazione Trimestrale Dati elementari da rilevare Avvio del processo di risoluzione dell anomalia: Data, ora e minuti di registrazione nel sistema SGF, da parte di LI, della richiesta di intervento (Dinizio) Presa in carico della segnalazione da parte del Fornitore: Data, ora e minuti di registrazione nel sistema SGF, da parte del Fornitore, della comunicazione di aver preso in carico il problema segnalato (Dpresacarico) Rilascio della risoluzione di una anomalia: Data, ora e minuti di registrazione Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 16 di 28

17 che l intervento è stato completato (realizzato, testato e consegnato a LI (Drisolto) Malfunzionamenti di Categoria 1 nel 90% dei casi nel 100% dei casi Malfunzionamenti di Categoria 2 nel 90% dei casi nel 100% dei casi Malfunzionamenti di Categoria 3 nel 90% dei casi nel 80% dei casi nel 100% dei casi Malfunzionamenti di Categoria 4 nel 90% dei casi nel 80% dei casi nel 100% dei casi La categoria di malfunzionamento sarà assegnata da LI nel rispetto di quanto definito al paragrafo del Capitolato Tecnico Lotto 3 e Lotto 4. Per le modalità di conteggio delle ore si rimanda al Piano di Qualità al paragrafo 6.3. LSS-MAC2 CASI RECIDIVI Numero di interventi di manutenzione correttiva che hanno determinato ricicli correttivi di difetti o anomalie precedentemente risolte (rientrano nel conteggio della metrica anche gli interventi che saranno eseguiti nel periodo di garanzia). In questi casi, sul sistema SGF verrà espressamente classificato da LI l intervento come caso recidivo. Numero di interventi di manutenzione (numero) Il mese precedente la rilevazione Mensile Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 17 di 28

18 Dati elementari da rilevare Numero di interventi di manutenzione correttiva recidivi per lo stesso difetto o anomalia (Nrecidivi) Valore di soglia Nessuna LSS-MAC3 MALFUNZIONAMENTI IN ESERCIZIO DELL APPLICAZIONE Rapporto tra il numero di anomalie relative alle 4 categorie di malfunzionamento emersi nell esercizio di un applicazione ed il numero di FP per la medesima applicazione. L indicatore va rilevato per tutte le applicazioni in esercizio sia durante l erogazione dei servizi sia durante il periodo di garanzia. Il volume delle applicazioni di cui non si dispone della baseline e sviluppati in GG PP verrà calcolato convertendo l impegno di sviluppo in FP. Anomalie per FP (numero) Trimestre precedente la rilevazione Trimestre Dati elementari da rilevare Numero totale di anomalie (segnalati sul sistema di tracciamento) di ciascuna applicazione in esercizio rilevati durante il periodo di (Nanomalie) Numero totale di FP dell applicazione, rilevato al termine del periodo di (Nfp) per dimensione applicazione 200 FP per dimensione applicazione 200 FP 1000 per dimensione applicazione 1000 FP Vanno considerate tutte le anomalie rilevate durante il periodo di. Per il calcolo di questo livello di servizio saranno considerate esclusivamente le prime tre cifre decimali dopo la virgola, senza procedere ad alcun arrotondamento (e.g. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 18 di 28

19 valore calcolato 0,438546; valore attribuito 0,438). Qualora l intervento preveda lo sviluppo o la manutenzione di più Prodotti, l indicatore va applicato a ogni singolo Prodotto. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 19 di 28

20 3.2 Assistenza Di seguito sono elencati i Livelli di Servizio specifici applicabili agli ambiti di assistenza dei lotti 3 e 4. LSS-AS1 NON RISPETTO DEI TEMPI NELLA GESTIONE DI UN SERVIZIO Ritardo rispetto ai tempi definiti da LI per l attuazione delle procedure di gestione dei servizi erogati (es. gestione flussi) Unità di tempo (numero) Il mese precedente la rilevazione Mensile o all occorrenza Dati elementari da rilevare Per ogni intervento saranno identificate le misure ed i dati da rilevare. Da definire per ogni misura, a livello ambito Da definire per ogni misura, a livello ambito Sanzioni Per l applicazione di questo LdS si rimanda al successivo capitolo 4. LSS-AS2 NON RISPETTO DEI TEMPI DI RISOLUZIONE DEL TICKET DI ASSISTENZA IN FUNZIONE DELL URGENZA Rispetto dei livelli di servizio dell assistenza funzionale che incidono sugli SLA contrattuali. I dati sono acquisiti dalle piattaforme di TT ed eventualmente rielaborati dalla piattaforma di supervisione. La categoria di malfunzionamento sarà assegnata da LI in funzione della rilevanza del servizio e dell impatto sull utenza nel rispetto di quanto definito al paragrafo del Capitolato Tecnico Lotto 3 e Lotto 4.. Ore Il mese precedente la rilevazione Mensile Dati elementari Tempo di risoluzione (durata totale del ciclo di vita del ticket) (Trs) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 20 di 28

21 da rilevare Tempo di presa in carico (somma dei tempi di lavorazione del I livello esterno all ambito considerato) (Tpc) Urgenza Critica (Categoria 1) LSS-AS2 dovrà essere inferiore a 3 ore nel 90% dei casi; Urgenza Alta (Categoria 2) LSS-AS2 dovrà essere inferiore a 7 ore nel 90% dei casi; Urgenza Media (Categoria 3) LSS-AS2 dovrà essere inferiore a 30 ore nel 90% dei casi; Urgenza Bassa (Categoria 4) LSS-AS2 dovrà essere inferiore a 60 ore nel 90% dei casi; Sanzioni Il conteggio tiene conto degli orari di servizio (cfr. paragrafo 6.3 del Piano di Qualità). Sono esclusi dal conteggio dei tempi di risoluzione : La indisponibilità degli utenti a far effettuare l intervento I disservizi di tipo generalizzato che comportino interventi sulla infrastruttura e/o sul SW applicativo LSS-AS3 NON RISPETTO DEI TEMPI DI RISOLUZIONE DEL TICKET DI GESTIONE IN FUNZIONE DELL URGENZA Rispetto dei livelli di servizio della gestione del servizio. I dati sono acquisiti dalle piattaforme di TT ed eventualmente rielaborati dalla piattaforma di supervisione. La categoria di malfunzionamento sarà assegnata da LI in funzione della rilevanza del servizio e dell impatto sull utenza nel rispetto di quanto definito al paragrafo del Capitolato Tecnico. Unità di tempo (numero) Il mese precedente la rilevazione Mensile Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 21 di 28

22 Dati elementari da rilevare Per ogni intervento saranno identificate le misure ed i dati da rilevare. Da definire per ogni misura, a livello di ambito Da definire per ogni misura, a livello di ambito Sanzioni Per l applicazione di questo LdS si rimanda al successivo capitolo 4. LSS-AS4 INADEGUATA GESTIONE DEL BACKLOG I dati sono acquisiti dalle piattaforme di TT ed eventualmente rielaborati dalla piattaforma di supervisione. La categoria di malfunzionamento sarà assegnata da LI in funzione della rilevanza del servizio e dell impatto sull utenza nel rispetto di quanto definito al paragrafo del Capitolato Tecnico. Ore/giorni Il mese di rilevazione Quindicinale, il 1 giorno lavorativo dopo il 15 del mese di e il 1 giorno lavorativo del mese successivo a quello del mese di. Numero totale ticket creati sul sistema di tracciamento (Nticket) Dati elementari da rilevare Tempo di risoluzione (durata totale del ciclo di vita del ticket) (Trs) Tempo di presa in carico (somma dei tempi di lavorazione del I livello esterno all ambito considerato) (Tpc) Sanzioni LSS-AS4 del Nticket dovrà essere inferiore a 15 giorni nel 99% dei casi; LSS-AS4 del Nticket dovrà essere inferiore a 1 mese nel restante 1% dei casi; Il conteggio tiene conto degli orari di sevizio (cfr. Piano di Qualità). Sono esclusi dal conteggio dei tempi di risoluzione : Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 22 di 28

23 La indisponibilità degli utenti a far effettuare l intervento I disservizi di tipo generalizzato che comportino interventi sulla infrastruttura e/o sul SW applicativo LSS-AS5 NON RISPETTO DEI TEMPI DI SOSTITUZIONE DELLE RISORSE ALL INTERNO DI UN TURNO DI LAVORO Ogni turno di presidio, nell arco delle 24 ore, deve essere coperto da 2 risorse. Il livello di Servizio misura il non rispetto dei tempi di reintegro della singola risorsa mancante durante il turno. Ore N.A. Ad ogni richiesta Dati elementari da rilevare Tass = ore di assenza nel turno per singola risorsa Da calcolare per ognuna delle 2 risorse del turno LSS-AS5 = Tass LSS-AS5 < 1 ora per ognuna delle 2 risorse Sanzioni 3.3 Supporto al Demand Management Per questa macro classe di fornitura non si prevedono specifici Livelli di Servizio. Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 23 di 28

24 4. Livelli di servizio specifici (LSS) applicabili alle forniture immediate Relativamente alle forniture immediate di cui al paragrafo 7.1 del Capitolato Tecnico dei lotti 3 e 4, oltre ai Livelli di Servizio Generali, di seguito vengono indicati i livelli di servizio specifici applicabili. 4.1 Lotto Automazione procedimenti di erogazione regionali (Bandi) Oltre ai Livelli di Servizio Generali, sono applicabili i seguenti Livelli di Servizio Specifici della macro classe Sviluppo Manutenzione Oltre ai Livelli di Servizio Generali, sono applicabili i seguenti Livelli di Servizio Specifici della macro classe Manutenzione Assistenza Funzionale dei servizi Fondi ed Erogazioni (Ambito AF-L3-01) LSS-AS2 Mancato rispetto dei tempi medi di risoluzione del ticket in funzione dell urgenza. In aggiunta, si applica il seguente nuovo Livello di Servizio Specifico: Gestione dei servizi Fondi ed Erogazioni (Ambito AF-L3-02) LSS-AS2 Mancato rispetto dei tempi medi di risoluzione del ticket in funzione dell urgenza. In aggiunta, si applica il seguente nuovo Livello di Servizio Specifico: LSS-AS1.1 TEMPO DI EVASIONE DELLE RICHIESTE DI ESTRAZIONE DATI IN FUNZIONE DELL URGENZA Tempo di produzione delle estrazioni dei dati dal momento in cui sono stati richieste Ore N.A. Ad ogni richiesta Dati elementari da rilevare Trc = orario/data richiesta estrazione Tre = orario/data produzione estrazione LSS-AS1.1 = Tre-Trc Urgenza Alta (Categoria 1) LSS-AS2.1 < 4 ore nel 80% dei casi; Urgenza Media (Categoria 2) Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 24 di 28

25 LSS-AS2.1 < 3 giorni nel 80% dei casi; Sanzioni Assistenza Funzionale e Gestione del servizio SIARL/SISCO (Ambito AG-L3-03) LSS-AS2 Mancato rispetto dei tempi medi di risoluzione del ticket di assistenza in funzione dell urgenza. In aggiunta, si applica il seguente nuovo Livello di Servizio Specifico: LSS-AS3.1 NON RISPETTO DEI TEMPI DI RISOLUZIONE DEL TICKET DI GESTIONE IN FUNZIONE DELL URGENZA Rispetto dei livelli di servizio della gestione del servizio. I dati sono acquisiti dalle piattaforme di TT ed eventualmente rielaborati dalla piattaforma di supervisione. La categoria di malfunzionamento sarà assegnata da LI in funzione della rilevanza del servizio e dell impatto sull utenza nel rispetto di quanto definito al paragrafo del Capitolato Tecnico. Ore Il mese precedente la rilevazione Mensile Dati elementari da rilevare Tempo di risoluzione (durata totale del ciclo di vita del ticket) (Trs) Tempo di presa in carico (somma dei tempi di lavorazione del I livello esterno all ambito considerato) (Tpc) Urgenza Critica (Categoria 1) LSS-AS3.1 dovrà essere inferiore a 20 ore nel 90% dei casi; Urgenza Alta (Categoria 2) LSS-AS3.1 dovrà essere inferiore a 50 ore nel 90% dei casi; Urgenza Media (Categoria 3) LSS-AS3.1 dovrà essere inferiore a 80 ore nel 90% dei casi; Allegato 1- PQ Livelli di Servizio Pagina 25 di 28

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

ANALISI DEI RISCHI IN UN PROGETTO DI SVILUPPO SOFTWARE

ANALISI DEI RISCHI IN UN PROGETTO DI SVILUPPO SOFTWARE ANALISI DEI RISCHI IN UN PROGETTO DI SVILUPPO SOFTWARE Roma, dicembre 1999 Analisi dei rischi in un progetto di sviluppo sw RISCHIO = potenziale difetto il cui verificarsi comporta dei danni Danno Non

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza

L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction. Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L utilizzo delle emoticon con altri strumenti di customer satisfaction Relatore Susi Ribon Capo Settore Servizi all Utenza L Agenzia delle Entrate La sua funzione strategica, a servizio dei cittadini e

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Software di gestione delle partecipate per l ente l

Software di gestione delle partecipate per l ente l Software di gestione delle partecipate per l ente l locale Obiettivo Governance Le necessità di governo del sistema delle partecipate comportano l esigenza di dotarsi di un software adeguato, che permetta

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli