ISTRUZIONI DI MONTAGGIO INSTALLATION INSTRUCTIONS INSTRUCTIONS DE MONTAGE MONTAGEANLEITUNG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTRUZIONI DI MONTAGGIO INSTALLATION INSTRUCTIONS INSTRUCTIONS DE MONTAGE MONTAGEANLEITUNG"

Transcript

1 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO INSTALLATION INSTRUCTIONS INSTRUCTIONS DE MONTAGE MONTAGEANLEITUNG

2 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO INDICE 1 PREMESSA 2 VERIFICA E SBALLAGGIO 3 MONTAGGIO DEL TELAIO SU CONTROTELAIO 4 MONTAGGIO TELAIO CON IMBOTTE ESISTENTE 5 MONTAGGIO DELLA PORTA SUL TELAIO 6 REGOLAZIONI 7 MONTAGGIO DELL ANTA SEMIFISSA SUL TELAIO 8 BLOCCAGGIO E SBLOCCAGGIO DELL'ANTA SEMIFISSA 9 SOSTITUZIONE CILINDRO 10 MONTAGGIO PROLUNGA E POMOLINO SU CILINDRO MTL ED INTERACTIVE 11 RIMOZIONE DEFENDER TELESCOPICO 12 SOSTITUZIONE PANNELLO ESTERNO 13 SOSTITUZIONE PANNELLO INTERNO 14 SOSTITUZIONE PARAFREDDO 15 SOSTITUZIONE SERRATURA 16 SOSTITUZIONE VETRI 17 LUBRIFICAZIONI 1) PREMESSA Il seguente manuale, vuole essere un valido aiuto per facilitare l'installazione di una porta blindata Oikos e dare delle indicazioni per risolvere le più comuni problematiche tecniche. Per ogni eventuale problema o caso particolare non descritto nel presente manuale, rivolgersi al rivenditore di zona ) MOVIMENTAZIONE Per garantire l'incolumità di qualsiasi persona esposta, predisporre adatti sistemi di trasporto movimentazione e stoccaggio tenendo ben presente l'incidenza dovuta al peso della porta.

3 2) VERIFICA E SBALLAGGIO a) Prima di procedere alla sua installazione, verificare se la porta blindata è conforme alle dimensioni, al senso di apertura, al tipo di telaio e ai rivestimenti richiesti. b) Una volta verificato questo, procedere allo sballaggio avendo cura di smaltire il materiale d'imballaggio in modo idoneo. 3) MONTAGGIO DEL TELAIO SU CONTROTELAIO a) Ripulire il controtelaio ed in particolare le scatolette di fissaggio (4 per montante) da eventuali residui di lavorazione edile (intonaco, malte, etc.) (Fig.1). b) Verificare che il controtelaio sia murato "a piombo" e a misura (base ed altezza) e che sia appoggiato sul pavimento finito (h 1 a scatola 212 Fig.2). c) Inserire gli appositi inserti filettati (in dotazione nella scatola ferramenta) nelle scatolette di fissaggio (Fig.3). d) Applicare della schiuma poliuretanica espandente lungo il perimetro del controtelaio e nell'aletta interna del telaio (Fig.4 e Fig.5). Nota: La schiumatura e fondamentale per garantire un corretto isolamento termico ed acustico ed evita il verificarsi di vibrazioni e cigolii. e) Inserire il telaio nel controtelaio e fissarlo agli inserti filettati tramite le 8 viti M8x16 T.E. (in dotazione nella scatola ferramenta). Nel fissare le viti controllare il "piombo" dei due montanti, in particolare delle cerniere, la perfetta aderenza del telaio al controtelaio e l'assenza di torsioni (Fig.6 e Fig.7). f) Controllare le misure di passaggio (base ed altezza), riferendosi alle dimensioni nominali. Nota: fuori piombo eccessivi o differenze dimensionali elevate possono pregiudicare il buon funzionamento della porta. g) Togliere il controvento alla base del telaio, prestando attenzione a non graffiare la vernice. Conservare le viti con cui è fissato il controvento in quanto serviranno nella fase successiva (Fig.8). h) Fissare i tappi a pavimento di chiusura telaio (Fig.9) mediante le viti recuperate dal controvento. Nota: I tappi a pavimento sono indispensabili per un buon funzionamento della lama paraspifferi sottoporta. 2 4) MONTAGGIO TELAIO CON IMBOTTE ESISTENTE a) Con una matita segnare sul pavimento la posizione del-

4 l'imbotte esistente. b) Rimuovere l'imbotte e le cornici avendo cura di non rovinarli nel caso dovessero essere rimontati. c) Rimuovere l'eventuale cassa matta sulla parte interna (Fig.10) prestando attenzione a non rovinare l'intonaco, ricavando una nicchia sufficiente per il fissaggio del telaio alla parete. d) Posizionare il telaio sul vano ricavato, centrarlo rispetto ai riferimenti dell'imbotte precedentemente marcati sul pavimento e bloccarlo provvisoriamente con cunei di legno e/o morsetti verificandone il "piombo" (vedi punto n.3e). e) Fissare il telaio alla parete con le 8 zanche in dotazione (4 per montante), oppure tasselli a pressione o chimici. f) Procedere come descritto ai punti n.3f, n.3g, n.3h. g) Montare l'anta o le ante sul telaio come descritto nei punti n.5 e n.6 ed eventualmente n.7. h) Riempire il vuoto tra telaio e muro in corrispondenza degli ancoraggi con della malta a presa rapida (Fig.11). i) Riempire i vuoti rimanenti con della schiuma poliuretanica espandente (punto n.3d). Nota: La schiumatura e fondamentale per garantire un corretto isolamento termico ed acustico ed evita il verificarsi di vibrazioni e cigolii. j) Rifilare l'imbotte precedentemente rimosso od il nuovo imbotte, sul lato verso il telaio della porta blindata, quanto basta per essere rimontato (Fig.12). 3 5) MONTAGGIO DELLA PORTA SUL TELAIO a) Inserire la porta nelle apposite cerniere sul telaio. Nota: effettuare le regolazioni necessarie (vedi punto n.6). b) Fissare la maniglia sul lato interno della porta (Fig.13a - 13b - 13c), inserendo prima il quadro ad espansione nella serratura (per bloccarlo basta avvitare il dado), avvitare quindi la maniglia al pannello con le apposite viti in dotazione, applicare la rosetta copriviti e serrare il grano di bloccaggio. c) Se previsto, fissare il pomello di comando del limitatore d'apertura (Fig.14a - 14b - 14c) allo stesso modo della maniglia. E necessario prima eseguire 2 fori da 3,5 (Fig.14a) in corrispondenza delle viti di fissaggio per forare il supporto in lamiera sotto al pannello. d) Fissare gli accessori esterni (pomolo, maniglione, battacchio, etc.) mediante le apposite viti in dotazione provvedendo prima a forare il pannello e la lamiera sottostante

5 (Fig.15a) con una punta di diametro idoneo, fissare quindi eventuali supporti (Fig.15b) ed in fine l'accessorio con relative rosette e grani di bloccaggio (Fig.15c). Nel fissare gli accessori esterni prestare attenzione alle zone di rispetto (Fig.16). Nota: la posizione standard del pomolo in una porta con pannello esterno liscio è quella riportata in Fig ) REGOLAZIONI a) Regolare la porta in altezza agendo sul grano filettato delle cerniere telaio con una chiave a brugola 8 mm (Fig.18). b) Alla fine della regolazione, chiudere i fori d'accesso ai grani filettati delle cerniere telaio con gli appositi tappi in dotazione nella scatola ferramenta. Attenzione: si ha una corretta regolazione quando il peso della porta è supportato e ripartito su tutte le cerniere. c) Regolare la chiusura della porta agendo sulla piastrina di riscontro fissata al telaio sul lato serratura. Dopo aver allentato la vite centrale (Fig.19a), spostare la piastrina fino al punto desiderato, quindi si blocca il tutto forando in corrispondenza degli altri due fori con una punta da 2.5 mm (Fig.19b) ed avvitando la vite centrale e le altre due viti autofilettanti da 2.9 in dotazione nella scatola ferramenta (Fig.19c). Nota: per un corretto funzionamento della porta la regolazione deve sempre essere verificata. Lo scrocco deve essere facilmente apribile con la chiave ed allo stesso tempo la porta non deve presentare giochi eccessivi. d) Nel caso la porta sia dotata di riscontro elettrico, procedere alla sua regolazione agendo sulle apposite viti (Fig.20). Attenzione: il riscontro elettrico deve essere alimentato esclusivamente con corrente a 12V. e) Registrare il parafreddo con una chiave a brugola 3 mm od un cacciavite a taglio (Fig.21) agendo sul pistoncino accessibile, a porta aperta, dalla battuta sul lato cerniere; avvitando o svitando si aumenta o diminuisce la corsa della lama parafreddo. E' importante verificare a porta chiusa la posizione più adatta per la migliore chiusura della luce sotto alla porta (la regolazione esatta si ha quando la lama parafreddo comincia ad abbassarsi a circa 4-8 cm prima della chiusura dell anta contro il telaio). Attenzione: la presenza di un gradino o di un dentello tra la soglia ed il pavimento interno, anche se molto piccoli, potreb-

6 bero nel tempo, rovinare la guarnizione e compromettere la buona funzionalità della lama parafreddo. 7) MONTAGGIO DELL'ANTA SEMIFISSA SUL TELAIO a) Inserire l'anta semifissa nelle apposite cerniere sul telaio. b) Fissare eventuali accessori esterni come al punto n.5d. c) Regolare l'anta in altezza come indicato ai punti n.6a e 6b verificando l'allineamento superiore con l'anta mobile. d) Registrare il parafreddo come al punto n.6e. e) Forare il pavimento, in corrispondenza del catenaccio inferiore, con una punta da 25 mm ed inserire il pozzetto antipolvere (Fig.22) che dovrà essere fissato con dello stucco da marmo o altro legante. Nota: prima di fissare il pozzetto antipolvere, controllare l'allineamento tra le due ante, l'assenza di giochi eccessivi e la corretta battuta dell anta principale sull'anta semifissa. 8) BLOCCAGGIO E SBLOCCAGGIO DELL'ANTA SEMIFISSA a) Con i pulsanti completamente incassati nella battuta sul lato serratura, l'anta semifissa è in posizione bloccata a pavimento e soffitto. b) Tirare con forza i perni per sbloccare l'anta semifissa (Fig.23a). c) Per bloccare l'anta semifissa a pavimento e soffitto, dopo averla portata in battuta contro il telaio, spingere a fondo i pulsanti fino al bloccaggio (Fig.23b). 5 9) SOSTITUZIONE CILINDRO a) Il cilindro deve essere in posizione di chiave estraibile. b) Con una chiave a brugola 2.5 mm rimuovere il grano di bloccaggio ed asportare il pomolino e la boccola copripro lunga (Fig.24a - 24b). c) Con l'ausilio di un cacciavite (Fig.24c), rimuovere la placca attorno al cilindro (tale operazione non è necessaria in caso di cilindro chiave - chiave). d) Con un cacciavite a croce, partendo dal basso, rimuovere le viti di fissaggio del profilo portaguarnizione per 3/4 del l'altezza porta e scoprire la struttura metallica (Fig.24d). e) Con una chiave a brugola 3 mm, allentare la vite di bloccaggio del cilindro (Fig.24e). Nota: per facilitare l'operazione, premere la vite contro la serratura mentre si sta svitando. f) Estrarre il cilindro (Fig.24f). Nota: se il cilindro non si sfila dalla serratura ruotare leggermente

7 il rotore in senso orario ed antiorario mentre lo si sta estraendo. g) Per rimontare il cilindro eseguire la sequenza al contrario. Attenzione: non lubrificare mai il cilindro. 10) MONTAGGIO PROLUNGA E POMOLINO SU CILINDRO MTL ED INTERACTIVE a) Inserire la prolunga sul rotore del cilindro e bloccarla con il grano e la chiave a brugola 2.5 mm (Fig.25a). b) Inserire la boccola di copertura ed il pomolino sulla prolunga, e fissare con il grano e la chiave a brugola 2.5 mm (Fig.25b). Nota: la boccola di copertura deve essere in grado di ruotare liberamente attorno alla prolunga. c) Per smontare la prolunga ed il pomolino dal cilindro eseguire la sequenza al contrario. Nota: la prolunga standard da 35 mm prevede di poter montare pannelli interni da 9 mm a 17 mm di spessore; oltre tale valore, deve essere utilizzata la prolunga da 50 mm per pannelli da 18 mm a 33 mm. 11) RIMOZIONE DEFENDER TELESCOPICO a) Procedere come i punti n.9b e 9c (anche nel caso di cilindro chiave - chiave). b) Con una chiave a brugola 5 mm allentare le viti di fissaggio del defender senza estrarle dalla serratura (Fig.26a). Nota: se fosse necessario estrarre le viti di fissaggio del defender dalla serratura, prestare attenzione perchè potrebbero cadere all'interno della porta. c) Rimuovere il defender (Fig.26b). d) Per rimontare il defender eseguire la sequenza al contrario. Nota: la dotazione standard del defender telescopico, prevede di poter montare pannelli esterni da 9 mm a 18 mm di spessore; oltre tale valore, deve essere utilizzato il "kit" per pannelli da 19 mm a 23 mm o il "kit" per pannelli da 24 mm a 33 mm. 6 12) SOSTITUZIONE PANNELLO ESTERNO a) Prima di rimuovere il pannello dall'anta, verificare le dimensioni del nuovo pannello e le dimensioni e posizione dei fori (serratura, spioncino, etc.). b) Rimuovere eventuali accessori (pomoli, maniglioni, etc.) fissati all'anta. c) Rimuovere lo spioncino svitando contemporaneamente la parte esterna ed interna (Fig.27). d) Rimuovere la mostrina dell'entrata chiave (sulle porte con

8 serratura a doppia mappa) oppure il defender telescopico (punto n.11). e) In caso di porte con vetro, dopo aver tagliato la siliconatura, rimuovere le cornici fermavetro (Fig.28a - 28b). Nota: eseguire l'operazione con cura prestando attenzione a non rovinare il vetro o le cornici nel caso debbano essere rimontate. f) Rimuovere la battuta portaguarnizione in alluminio svitando le viti lungo il perimetro (Fig.29). Nota: nel rimuovere i profili di battuta dall'anta prestare attenzione a non staccare le giunzioni, tra montanti e traverso, della guarnizione perimetrale altrimenti dovranno essere rincollate. g) Svitare le viti di fissaggio del pannello (Fig.30) lungo tutto il perimetro (lati verticali e superiore) ed eventualmente lungo il perimetro del foro vetro. h) Rimuovere il pannello. Nota: lungo il lato inferiore, il pannello è incollato all'anta con un cordone di silicone. i) Per rimontare il pannello esterno eseguire la sequenza al contrario avendo cura di fissare il lato inferiore del pannello con una striscia di biadesivo ed un cordone di silicone (Fig.31). 7 13) SOSTITUZIONE PANNELLO INTERNO a) Prima di rimuovere il pannello dall'anta, verificare le dimensioni del nuovo pannello e le dimensioni e posizione dei fori (serratura, spioncino, etc.). b) Rimuovere la maniglia (sequenza inversa del punto n.5b), il pomolino del cilindro e la mostrina (punti n.9b e n.9c). c) Rimuovere lo spioncino svitando contemporaneamente la parte esterna ed interna (Fig.27). d) Rimuovere gli angolari fermapannello sui due lati verticali e sul lato superiore (Fig.32). e) In caso di porte con vetro, rimuovere le cornici fermavetro (Fig.28b). Nota: eseguire l'operazione con cura prestando attenzione a non rovinare le cornici nel caso debbano essere rimontate. Attenzione: togliere gli spilli fermacornice (Fig.33). f) Svitare le viti di fissaggio del pannello (Fig.30) lungo tutto il perimetro (lati verticali e superiore) ed eventualmente lungo il perimetro del foro vetro. g) Rimuovere il pannello. Nota: lungo il lato inferiore, il pannello è incollato all'anta con un cordone di silicone.

9 h) Per rimontare il pannello interno eseguire la sequenza al contrario avendo cura di fissare il lato inferiore del pannello con una striscia di biadesivo e un cordone di silicone (Fig.34). 14) SOSTITUZIONE PARAFREDDO (Fig.35) a) A porta completamente aperta rimuovere, partendo dal basso, la battuta portaguarnizione in alluminio dal lato cerniere e scostarla quanto basta per scoprire la lama paraspifferi. b) Estrarre la lama sfilandola verso l'esterno. c) Prestando attenzione ad inserire correttamente gli ancoraggi, infilare la nuova lama paraspifferi fino al corretto bloccaggio all'interno della propria sede. d) Rifissare la battuta portaguarnizione nella sua posizione originaria. Nota: potrebbe essere necessario effettuare una regolazione della nuova lama paraspifferi come descritto al punto n.6e. 15) SOSTITUZIONE SERRATURA a) In caso di porta con serratura a cilindro, procedere come al punto n.9 e n.11 per rimuovere cilindro e defender, altrimenti passare al punto successivo. b) Togliere il pannello interno (punto n.13). c) Staccare le aste di rinvio dei deviatori (Fig.36). d) Con una chiave da 10 mm svitare la serratura (Fig.37) nei quattro punti di fissaggio. e) Estrarre la serratura (Fig.38). f) Per il montaggio della nuova serratura eseguire la sequenza al contrario. Attenzione: prima di rimontare il pannello collaudare la funzionalità della nuova serratura montata ed eventualmente ripulire e lubrificare con olio spray WD40 (o simile non a base di grasso o silicone) i due deviatori (alto e basso) (Fig.39). Attenzione: non lubrificare mai la serratura ed il cilindro. 8 16) SOSTITUZIONE VETRI a) Verificare che il nuovo vetro abbia dimensioni di 50 mm più grandi rispetto alla base ed altezza del vetro visibile da sostituire. b) Tagliare la siliconatura lungo la cornice fermavetro esterna (Fig.28a). c) Rimuovere il pannello interno (punto n.13). d) Svitare il tubolare fermavetro (Fig.40a).

10 e) Tagliare la siliconatura tra la struttura metallica di contenimento ed il vetro (Fig.40b). f) Rimuovere il vetro (Fig.40c). g) Per rimontare il vetro eseguire la sequenza al contrario avendo cura di centrarlo rispetto al foro sull'anta. Attenzione: un vetro blindato con una superficie di 1 mq pesa circa 65 kg. 17) LUBRIFICAZIONI In condizioni normali di utilizzo, la porta non necessita di alcun tipo di lubrificazione. Ad ogni modo, se fosse necessario effettuare delle lubrificazioni, attenersi scrupolosamente alle indicazioni di seguito riportate. a) Lubrificazione cerniere (Fig.41): rimuovere il tappo superiore ed introdurre una piccola quantità di olio spray WD40 (o simile non a base di grasso e silicone). b) Lubrificazione deviatori (Fig.42): a porta aperta, far uscire completamente le mandate. Spruzzare una piccola quantità di olio spray WD40 (o simile non a base di grasso o silicone) sui deviatori (superiore ed inferiore) facendola penetrare all'interno della porta ed effettuare alcuni cicli di apertura e chiusura. Pulire la battuta portaguarnizione. c) Lubrificazione scrocco (Fig.43): a porta aperta, spruzzare una piccola quantità di olio spray WD40 (o simile non a base di grasso o silicone) facendola penetrare all'interno della porta ed effettuare alcuni cicli di ritiro dello scrocco. Pulire la battuta portaguarnizione. Attenzione: tranne che per quanto sopra descritto, serratura e cilindro non devono mai essere lubrificati per nessun motivo. Nota: le lubrificazioni non devono mai essere troppo frequenti e non devono essere utilizzate grosse quantità di lubrificante. 9

11 Figura 1 Figura 2 Figura 3 Figura 4 Figura 5 Figura 6 1

12 Figura 7 Figura 8 Figura 9 Figura 10 Figura 11 Figura 12 2

13 Figura 13a Figura 13b Figura 13c Figura 14a Figura 14b Figura 14c Figura 15a Figura 15b Figura 15c 3

14 Figura 16 Figura 17 Figura 18 Figura 19a 4

15 Figura 19b Figura 19c Figura 20 Figura 21 Figura 22 Figura 23a Figura 23b 5

16 Figura 24a Figura 24b Figura 24c Figura 24d Figura 24e Figura 24f Figura 25a Figura 25b 6

17 Figura 26a Figura 26b Figura 27 Figura 28a Figura 28b Figura 29 7

18 Figura 30 Figura 31 Figura 32 Figura 33 Figura 34 Figura 35 8

19 Figura 36 Figura 37 Figura 38 Figura 39 Figura 40a Figura 40b 9

20 Figura 40c Figura 41 Figura 42 Figura 43 10

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI Premessa 1. I materiali per la posa. 2. Il falso telaio. 3. Il fissaggio del serramento. 4. Istruzioni per la posa in opera

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA AT SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA 1 SISTEMA AT. L ULTIMO ORIZZONTE DELLA SICUREZZA. La sicurezza di sentirsi a casa. La sicurezza di ritrovare i propri spazi lasciandosi

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO - DESCRIZIONE TECNICA - Doors Sistem S.r.l. via G.Marconi nr. 37/A -35020- Brugine (PD) Tel. 049/9730468 fax 049/9734399 E-mail:

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata IT www.ditecentrematic.com Automazioni progettate per ambienti specialistici. Ditec Valor H, nella sua ampia gamma, offre

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

Tabella di. adattabilità alle serie FIN.AL

Tabella di. adattabilità alle serie FIN.AL Tabella di adattabilità alle serie FIN.AL 026 Maniglia laterale a scatto per scorrevoli 026.708 Ferrogliera per art. 026 806 TAVELDUE Tavellino destro 806.1 TAVELDUE Tavellino sinistro 807 MULTI Tavellino

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO LISTINO PREZZI E.P. VIT s.r.l. opera da oltre un decennio nel mercato della commercializzazione di VITERIA, BULLONERIA E SISTEMI DI FISSAGGIO MECCANICI. L azienda si pone quale obiettivo l offerta di prodotti

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com TIP-ON per ante Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata www.blum.com Apertura agevole al tocco Con TIP-ON, il supporto per l'apertura meccanico di Blum, i frontali senza maniglia

Dettagli

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili Laboratorio di Prova Notificato ai sensi della Direttiva 89/106/CEE n. NB1994 RAPPORTO DI PROVA Numero: 1994-CPD-RP0742

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com TIP-ON per TANDEMBOX Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia www.blum.com 2 Apertura facile basta un leggero tocco Nel moderno design del mobile, i frontali

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X)

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X) Cannotto Tappo dell aria (forcelle ad aria) Regolatore dell escursione (TALAS) Manopola del precarico (forcelle a molla) Manopola del ritorno (tutte le forcelle) Levetta di bloccaggio (RL, RLC & RLT) Regolatore

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Manuale di installazione, uso e manutenzione

Manuale di installazione, uso e manutenzione Industrial Process Manuale di installazione, uso e manutenzione Valvole azionato con volantino (903, 913, 963) Sommario Sommario Introduzione e sicurezza...2 Livelli dei messaggi di sicurezza...2 Salute

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini FIN-Project La nuova gamma in alluminio Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini 2 Indice 3 Sistema di finestre FIN-Project FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni 4 FIN-Project Nova-line

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20

Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 Catalogo Tecnico 2012 OLA 20 CATALOGO TECNICO SCARICATO DA WWW.SNAIDEROPARTNERS.COM IL CATALOGO È SOGGETTO AD AGGIORNAMENTI PERIODICI SEGNALATI ALL INTERNO DI EXTRANET: PRIMA

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

PORTE BATTENTI CON STIPITE ESTERNO

PORTE BATTENTI CON STIPITE ESTERNO Via assina Savina, 49 Data liente Inviato da Nome Tel Fax E-mail Orario disponibilità onsegna Luogo abituale Ritiro cliente Luogo diverso da quello abituale Data richiesta PORTE TTENTI ON STIPITE ESTER

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930

CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 CARRETTA SERRAMENTI IN LEGNO DAL 1930 LA FILOSOFIA CARRETTA: QUALITA, INFORMAZIONE, TRASPARENZA. Questa brochure è fatta di immagini e dovrebbe risvegliare l interesse di chi, proprietario o progettista,

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h unità trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h CHI SIAMO Con più di 80 anni di esperienza al suo attivo, Daikin è leader affermato di fama mondiale nella produzione di sistemi di condizionamento

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta Apertura agevole al tocco Apertura affidabile senza maniglia Nel moderno design del mobile, i frontali senza maniglia svolgono un ruolo sempre più importante. Con il supporto per l apertura meccanico di

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

I N D I C E G E N E R A L E

I N D I C E G E N E R A L E I N D I C E G E N E R A L E ARGOMENTO PAGINA descrizione tecnica per capitolato 1 suggerimenti per la posa in opera 4 pulizia e manutenzione dell infisso 4 anodizzazione e verniciatura 5 consigli per l

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione NB/NBG 1. Identificazione... 2 1.1 Targhetta di identificazione... 2 1.2 Descrizione del modello... 3 1.3 Movimentazione... 4 2. Smontaggio e montaggio... 5 2.1 Informazioni

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio. Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio. Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini 2 Indice 3 Sistema di finestre FIN-Project FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte

Dettagli

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla.

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla. Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec nuovo senza colla senza tasselli Benefici del fissaggio meccanico degli angoli con il sistema MC Con

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

pag. 2 unità P R E Z Z O UNITARIO Num.Ord. TARIFFA D E S C R I Z I O N E D E L L' A R T I C O L O misura

pag. 2 unità P R E Z Z O UNITARIO Num.Ord. TARIFFA D E S C R I Z I O N E D E L L' A R T I C O L O misura pag. 2 Nr. 1 A.001.018 Nr. 2 A.001.031.a Nr. 3 A.001.034.c Nr. 4 A.002.015.a Nr. 5 A.002.015.b Nr. 6 E.002.034.a Nr. 7 E.002.057.b Nr. 8 E.002.058.a Nr. 9 E.002.061 Nr. 10 E.008.003 Fornitura e posa in

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI -

VOCE DI CAPITOLATO RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI - VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA MENTO DA SALI RIDUZIONE DEI SALI A LIVELLI DI SICUREZZA MEDIANTE ESTRAZIONE CON IMPACCO " DESCRIZIONE LAVORI E VERIFICA La seguente Tabella

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE Iniezione + Accensione 2008-2012 Husqvarna Modelli con Centralina MIKUNI Istruzioni di Installazione LISTA DELLE PARTI 1 Power Commander 1 Cavo USB 1 CD-ROM 1 Guida Installazione 2 Adesivi Power Commander

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Trasduttore da interno scafo ad Inclinazione Regolabile Modello P79 Brevetto negli Stati Uniti N. 6.201.767. Brevetto europeo 1 118 074 Annotate le

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 Leggete attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale. Questo manuale è parte integrante del prodotto e deve essere conservato in un luogo sicuro per future consultazioni.

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli