PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Pulizia e disinfezione ambienti e attrezzature PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Pulizia e disinfezione ambienti e attrezzature PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE"

Transcript

1 Pag. 1 di 17 PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE INDICE: 1 - Campo di applicazione 2 - Scopo 3 - Documenti di riferimento 4 - Definizioni e abbreviazioni 5 Responsabilità 6 - Modalità Operative 7 Archiviazione 8 - Sintesi delle Modifiche DISTRIBUITA A : - Responsabile Qualità - Direzione Sanitaria - Dispensa - Mensa - Cucina - Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica - Fornitore DATA DESCRIZIONE MOTIVO REVISIONE Adeguamento nuovo logo aziendale PREPARATO Direzione Sanitaria Servizio di Igiene Ospedaliera Bombonato Direzione Sanitaria Servizio di Igiene Ospedaliera SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITA VERIFICATO APPROVATO Bombonato Responsabile Qualità Martinolli Il presente documento è di proprietà dell Azienda Sanitaria dell Alto Adige e non può essere riprodotto o consegnato a terzi previa autorizzazione del Direttore del Comprensorio Sanitario di Bolzano. I trasgressori saranno sanzionati secondo quanto previsto dalle Leggi vigenti in materia.

2 Pag. 2 di CAMPO DI APPLICAZIONE Questa procedura si applica alla pulizia e disinfezione dei locali e degli ambienti presenti in cucina, mensa e dispensa. 2. SCOPO Scopo della presente direttiva è quello di definire la tipologia e la frequenza dei trattamenti di pulizia e sanificazione degli ambienti e delle attrezzature utilizzati per stoccaggio, produzione, conservazione e somministrazione degli alimenti. 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO UNI EN ISO 9001 : 2000 "Sistemi di gestione per la qualità. Requisiti." Manuale della Qualità della Ristorazione 4. DEFINIZIONI E ABBREVIAZIONI Documentazione: qualsiasi informazione scritta, illustrata o registrata che, descriva, definisca, specifichi, documenti o certifichi le attività, le prescrizioni, le procedure ed i risultati. Non Conformità : Non soddisfacimento dei requisiti specificati MQ : Manuale Qualità PG : Procedure gestionali IO : Istruzioni Operative DIR GEN : Direzione Generale DIR COM : Direttore del Comprensorio Sanitario di Bolzano RAQ : Responsabile Assicurazione Qualità SQ : Sistema Qualità NC : Non conformità RNC : Rapporto di Non Conformità 5. RESPONSABILITA Il Responsabile Qualità ha la responsabilità di sorvegliare sulla corretta applicazione della presente procedura. Tutto il personale della cucina, della mensa e della dispensa ha il compito di eseguire le attività di pulizia e disinfezione secondo le responsabilità di seguito indicate.

3 Pag. 3 di MODALITA OPERATIVE 6.1 FASI OPERATIVE E FREQUENZA DEI TRATTAMENTI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Scopatura Deve essere effettuata sempre e solo ad umido, al termine della produzione, per asportare con mezzi meccanici (panno monouso o lavabile ad alta temperatura) la sporcizia, la polvere ed i corpi estranei Detersione Deve essere effettuata, al termine della produzione, per eliminare con mezzi chimici e meccanici (panno monouso o lavabile ad alta temperatura) i residui organici e quelli non organici Disinfezione Deve essere effettuata, al termine della produzione, per eliminare, con mezzi chimici e meccanici (panno monouso o lavabile ad alta temperatura) i microrganismi patogeni e ridurre la carica microbica totale Disincrostazione Deve essere effettuata regolarmente per eliminare, con mezzi chimici e meccanici (panno monouso o lavabile ad alta temperatura), i residui inorganici di sali minerali lasciati dall acqua potabile. 6.2 CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI CHIMICI IMPIEGATI Tutti i prodotti chimici utilizzati devono essere tra quelli stabiliti dal Servizio di igiene ospedaliera della Direzione sanitaria. 6.3 RESPONSABILITA E responsabilità del coordinatore degli addetti alla pulizia e sanificazione disporre e verificare: prima dei trattamenti: che tutte le sostanze alimentari siano allontanate dalle zone interessate e riposte nei rispettivi frigoriferi, protette da involucri o all interno dei contenitori che gli operatori addetti alla pulizia e disinfezione, durante l effettuazione del lavoro, indossino la divisa e i dispositivi di protezione individuale previsti. durante i trattamenti: che non vengano utilizzati getti d acqua o vapore direttamente sulle macchine che le macchine siano smontate correttamente e che le parti smontabili siano pulite e, nei casi previsti, disinfettate separatamente;

4 Pag. 4 di 17 dopo i trattamenti: che gli attrezzi di pulizia siano lavati e riposti ad asciugare in un luogo separato dalle zone di produzione e di stoccaggio alimentare che gli accessori usurati siano eliminati che le eventuali anomalie emerse durante i trattamenti (sporcizia resistente, ristagni, odori anormali, scarichi intasati, guasti alle macchine, etc.) siano annotate per essere quanto prima corrette. 6.4 REGISTRAZIONE DELL AVVENUTA PULIZIA E DISINFEZIONE Tutto il personale che ha il compito di eseguire le pulizie e disinfezioni ha il compito, al termine delle attività, di registrare le operazioni eseguite sulla modulistica allo scopo predisposta e di apporvi la propria firma. Le operazioni di pulizia e disinfezione la cui frequenza è dopo l uso non sono da registrare, mentre le altre sono tutte da registrare. LOCALE: AREA CUCINA

5 Pag. 5 di 17 FORNI A CONVEZIONE BISTECCHIERE E PIASTRE FORNELLI E FUOCHI BRASIERE FORNI A VAPORE Mantenere in funzione il forno a temperatura di circa 60 C. Mantenere le griglie ed il carrello all interno del forno; spruzzare con prodotto autorizzato direttamente sulle superfici interne; chiudere il forno, lasciare agire il prodotto per almeno 20 (per il trattamento di griglie e carrelli, lavare con prodotto autorizzato, risciacquare con getto di acqua calda ed asciugare con panno). Mantenere la piastra calda, spruzzare il prodotto autorizzato per un tempo sufficiente a distaccare le particelle carboniose, rimuovere i residui carboniosi con fibra, risciacquare accuratamente con panno e asciugare le superfici sfruttando la temperatura della piastra. Recuperare i residui rimasti all interno, pulire le pareti interne ed esterne con prodotto autorizzato, scaricare il contenuto mediante ribaltamento della brasiera, risciacquare ed asciugare accuratamente con Rimuovere i residui presenti, pulire con prodotto autorizzato, risciacquare e asciugare con NASTRO DI CONFEZIONAMENTO Rimuovere i residui solidi e liquidi di alimenti con panno, pulire con prodotto autorizzato ed asciugare con LOCALE: AREA CUCINA

6 Pag. 6 di 17 CAPPE ASPIRANTI Rimuovere i filtri di aspirazione e metterli in ammollo in acqua calda con il prodotto autorizzato e risciacquare prima del lavaggio meccanico. Pulire le superfici esterne con panno e prodotto sgrassante, risciacquare ed asciugare con Smontare le griglie, pulirle con vapore e provvedere alla pulizia dei canali di estrazione dell aria in prossimità delle griglie stesse. Settimanale Semestrale MACCHINE UTENSILI 1. macchinari di cucina vari (macchine affettatrici, tritatutto, tritacarne, tritaverdure, frullatori, centrifughe, sbucciamele e gli apriscatole) : Smontare le componenti non fisse e lavarle sotto acqua calda corrente, pulirle con prodotto autorizzato, risciacquarle sotto acqua calda corrente, immergerle in acqua tiepida con prodotto autorizzato per almeno 30, risciacquare ed asciugare con Pulire le componenti fisse con uno straccio bagnato in acqua ed aceto. Alla fine rimontare le componenti non fisse. 2. macchine per ravioli, gnocchi, patate e grattugia pane : Pulire le macchine con una spazzola a secco. LOCALE: AREA CUCINA

7 Pag. 7 di 17 MACCHINE UTENSILI 3.macchine sbucciapatate e taglia verdura: Smontare le componenti non fisse e lavarle sotto acqua calda corrente, pulirle con prodotto autorizzato, risciacquarle sotto acqua calda corrente, immergerle in acqua tiepida con prodotto autorizzato per almeno 30, risciacquare ed asciugare con Risciacquare la parte interna. Pulire le componenti fisse esterne con uno straccio bagnato in acqua ed aceto. Alla fine rimontare le componenti non fisse. TAVOLI IN ACCIAIO INOX ACCESSORI E COLTELLERIA Rimuovere i residui alimentari e la polvere con panno; pulire con prodotto autorizzato; risciacquare ed asciugare con panno Rimuovere manualmente i residui alimentari per poi passare al lavaggio meccanico Addetto alla preparazione degli alimenti SCARICHI E CANALINE Far scorrere abbondante acqua calda. Rimuovere le grate e pulire tutte le superfici con prodotto autorizzato. Due volte al giorno Settimanale

8 Pag. 8 di 17 LOCALE: AREA CUCINA LAVAMANI Pulire le superfici con prodotto autorizzato ed anticalcare; risciacquare ed asciugare con N.B. controllare il livello del sapone liquido e degli asciugamani monouso di carta. VETRI Pulire con panno e prodotto autorizzato ed asciugare con panno e tergivetro. Settimanale PAVIMENTI Dopo la fase di scopatura, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua od aspiraliquidi. per le zone : dispensa fredda, lavorazio-ne pesce, pollame, carne, piatti freddi, pasticceria, deposito,corridoi, uffici, scala per i WC. Per le restanti zone 3 volte al giorno PIASTRELLE DELLE PARETI Pulire la superficie con prodotto autorizzato ed asciugare con panno e tergivetro. Ogni due settimane PARACOLPI E PRESE ELETTRICHE Lavare con panno imbevuto di prodotto autorizzato, risciacquare e asciugare con Ogni due settimane

9 Pag. 9 di 17 LOCALE: AREA CUCINA FRIGORIFERI Rimuovere eventuali residui alimentari con panno imbevuto di prodotto autorizzato. Risciacquare ed asciugare con panno asciutto. PORTE Lavare le superfici dal lato interno ed esterno con prodotto autorizzato e asciugare con Mensile SOFFITTO Allontanare la polvere e le eventuali ragnatele con scovolo avvolto in garza umida imbevuta con prodotto autorizzato. Semestrale

10 Pag. 10 di 17 AREA DI LAVAGGIO DELLE STOVIGLIE : LOCALI MODALITÀ DI PULIZIA FREQUENZA RESPONSABILE PAVIMENTI Dopo la fase di scopatura, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua od aspiraliquidi. Tre volte al giorno PARETI PIASTRELLATE Pulire con prodotto autorizzato, asciugare con panno e tergivetro. Ogni due settimane SOFFITTO Allontanare la polvere e le eventuali ragnatele con scovolo avvolto in garza umida, imbevuta con prodotto autorizzato. Semestrale VETRI Lavare con prodotto autorizzato ed asciugare con panno e tergivetro. Mensile PARACOLPI E PRESE ELETTRICHE Lavare con panno imbevuto di prodotto autorizzato, risciacquare e asciugare con Ogni due settimane SCARICHI E CANALINE Far scorrere abbondante acqua calda. Rimuovere le grate e pulire tutte le superfici con prodotto autorizzato. Due volte al giorno Settimanale

11 Pag. 11 di 17 AREA DI LAVAGGIO DELLE STOVIGLIE : UTENSILI MODALITÀ DI PULIZIA FREQUENZA RESPONSABILE LAVAGGIO MECCANICO DELLE STOVIGLIE LAVAGGIO MANUALE DELLE STOVIGLIE POSATE LAVAGGIO MECCANICO DELLE PENTOLE Asportare i residui grossolani di alimenti dalle stoviglie prima di met-terle nel cestello o di posizionarle direttamente sul nastro di trascinamento, effettuare la docciatura manuale, posizionare i piatti con la superficie interna rivolta nel senso di marcia delle stoviglie. Controllare la pulizia all uscita della lavastoviglie: lavare manualmente quelle ancora sporche, prima di ripetere il lavaggio meccanico. Mettere le stoviglie negli appositi carrelli e nello scaldapiatti. Asportare i residui grossolani di alimenti dalle stoviglie prima di metterle nella vasca di lavaggio, lasciare in ammollo in soluzione di acqua calda e detergente, lavare le stoviglie, risciacquarle accuratamente con acqua calda, controllarne la pulizia, ripetendo il lavaggio di quelle sporche, mettere le stoviglie a scolare sopra gli appositi sgocciolatoi. Prima del lavaggio mettere le posate in ammollo per il tempo di ca. un ora. Le posate saranno poi lavate minimo due volte di seguito nelle lavastoviglie. Subiranno ulteriori lavaggi, se necessario, fino a completa, totale e perfetta pulizia ed asciugatura. Asportare i residui grossolani di alimenti dalle pentole. Mettere le pentole nel tunnel, controllandone la pulizia alla fine del ciclo. In caso di persistenza di sporco, lavare manualmente e poi il lavaggio meccanico. Far asciugare le pentole. In caso di guasto del tunnel di lavaggio

12 Pag. 12 di 17 LAVAGGIO MANUALE DELLE PENTOLE Asportare i residui alimentari grossolani dalle pentole prima di metter-le in ammollo nella vasca di lavag-gio; lavare in acqua calda e detergente, risciacquare accuratamente con acqua calda e controllare la pulizia, ripetendo il lavaggio delle pentole sporche, mettendole poi ad asciugare. In caso di guasto del tunnel di lavaggio AREA DI LAVAGGIO DELLE STOVIGLIE : ATTREZZATURE MODALITÀ DI PULIZIA FREQUENZA RESPONSABILE TAVOLI E RIPIANI IN ACCIAIO INOX Rimuovere i residui alimentari e la polvere con panno, pulire con prodotto autorizzato, risciacquare e asciugare con NASTRO DI TRASCINAMENTO Rimuovere i residui solidi e liquidi di alimenti. Pulire con prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con LAVASTOVIGLIE E LAVAPENTOLE Rimuovere i residui alimentari nella vasca e sulle parti accessibili interne con getto di acqua calda. Smontare e pulire i filtri di protezione. Effettuare le procedure sopraindicate, disincrostare la camera interna spruzzando il disincrostante puro direttamente sulle superfici. Risciacquo. Settimanale CARRELLI DEI RIFIUTI Rimuovere i residui alimentari solidi e liquidi, lavare con prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare accuratamente con LAVAGGIO MECCANICO DEI CARRELLI Seguire le istruzioni di lavaggio suggerite dal costruttore della macchina lavacarrelli

13 Pag. 13 di 17 LAVAGGIO MANUALE DEI CARRELLI Pulire con panno e soluzione di prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare accuratamente con In caso di malfunzionamento del tunnel di lavaggio

14 Pag. 14 di 17 AREA TOILETTE LAVABI Pulire con panno e detergente anticalcare approvato, risciacquare ed asciugare con ed al bisogno VETRI E SPECCHI DISPENSER SAPONE E CARTA Pulire con prodotto autorizzato ed asciugare con panno e tergivetro. Controllare il livello del sapone igienizzante lavamani. Controllare il livello di asciugamani di carta monouso. Assicurare la presenza di carta igienica. Al bisogno e secondo la frequenza periodica stabilita nel capitolato d appalto TAZZE Pulire con prodotto approvato ed anticalcare, curando anche le parti più nascoste. ed al bisogno SOFFITTO Allontanare la polvere e le eventuali ragnatele con lo scovolo avvolto in una garza umida, imbevuta di prodotto autorizzato. Mensile PAVIMENTI Dopo la fase di scopatura, ad umido, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua o aspiraliquidi. PIASTRELLE DELLE PARETI Pulire con prodotto autorizzato, asciugare con panno e tergivetro.

15 Pag. 15 di 17 LOCALE : AREA DISPENSA PAVIMENTI Dopo la fase di scopatura, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua od aspiraliquidi. PORTE Lavare la superficie dal lato interno ed esterno con prodotto autorizzato e asciugare con Settimanale RIVESTIMENTI DELLE CELLE E/O FREEZER FREEZER E CELLE FRIGORIFERE VETRI PIASTRELLE DELLE PARETI Spegnere la cella o il freezer, spostare i prodotti su scaffali liberi, lavare con prodotto autorizzato, risciacquare e asciugare con Rimuovere dagli scaffali eventuali residui alimentari con panno imbevuto di prodotto autorizzato. Passare con panno le superfici, scopare il pavimento con mop, lavare il pavimento con prodotto autorizzato (non utilizzare acqua calda). Asciugare con panno asciutto. Pulire con prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con panno e tergivetro. Pulire la superficie con prodotto autorizzato ed asciugare con Mensile Due volte alla settimana ed a bisogno Al bisogno e secondo la frequenza periodica stabilita nel capitolato d'appalto Quattro volte/anno Personale della dispensa Personale della dispensa SUPERFICI IN ACCIAIO INOX Rimuovere i residui alimentari e la polvere con panno, pulire con prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con Personale della dispensa SOFFITTO Allontanare la polvere e le ragnatele con scovolo avvolto in garza umida imbevuta con prodotto autorizzato. Mensile

16 Pag. 16 di 17 LOCALE: AREA MENSA TAVOLI E SEDIE Pulire le superfici con panno imbevuto di prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con Addetto al personale mensa TRAMOGGIA POSATE/PANE Asportare i cestelli e lavarli con prodotto autorizzato. Rimuovere i residui di pane e la polvere, pulire le parti in acciaio esterne, asciugare accuratamente con Addetto al personale mensa SCALDAPIATTI Pulire le parti esterne ed interne con panno e prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con Addetto al personale mensa VASCHE REFRIGERANTI E FRIGORIFERI Rimuovere i residui solidi alimentari e la polvere con panno imbevuto di prodotto autorizzato. Risciacquare ed asciugare con un panno asciutto. ed al bisogno Addetto al personale mensa VASCHE PER BAGNOMARIA Rimuovere i residui alimentari per evitare l intasamento degli scarichi, pulire le superfici interne ed esterne con panno e prodotto autorizzato, risciacquare accuratamente a scarico aperto e asciugare con Addetto al personale mensa SUPERFICI IN ACCIAIO INOX Rimuovere i residui alimentari e la polvere con panno umido, pulire con panno imbevuto di prodotto autorizzato, risciacquare ed asciugare con Addetto al personale mensa

17 Pag. 17 di 17 LOCALE: AREA MENSA SOFFITTO Allontanare la polvere e le eventuali ragnatele con lo scovolo avvolto in una garza umida imbevuta di prodotto autorizzato. Mensile PAVIMENTI Dopo la fase di scopatura, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua od aspiraliquidi. VETRI Pulire con panno e prodotto autorizzato ed asciugare con panno e tergivetro. Mensile LOCALE: AREA ASCENSORE PARETI PAVIMENTI Pulire la cabina dell ascensore, comprese pulsanteria e segnaletica. Pulire le superfici con prodotto autorizzato ed asciugare con panno Dopo la fase di scopatura, lavare con prodotto autorizzato e asciugare con spingiacqua od aspiraliquidi. Al bisogno

18 Pag. 18 di ARCHIVIAZIONE I Responsabili della Cucina, della Mensa e della Dispensa hanno il compito di archiviare i documenti di registrazione dell avvenuta pulizia e disinfezione in un apposito raccoglitore. Di seguito si riporta l iter gestionale dei documenti considerati nella presente procedura: DOCUMENTO EMESSO APPROVATO DISTRIBUITO A ARCHIVIATO DA CONSERVAZIONE SCHEDE DI REGISTRAZIONE DELLE PULIZIE E DISINFEZIONI AMBIENTI E ATTREZZATURE Fornitore Mensa Cucina Dispensa Fornitore Mensa Cucina Dispensa Resp. Mensa Resp. Cucina Resp. Dispensa Resp. Mensa Resp. Cucina Resp. Dispensa 2 Anni 8. SINTESI DELLE MODIFICHE Rev. Data Descrizione modifiche 0 05/04/00 1A Emissione 1 05/01/01 Integrazione e specificazione nell ambito delle aree da trattare e rettifiche di alcune frequenze 2 08/06/03 Nuova norma ISO 9001 : Adeguamento nuovo logo aziendale

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 09 SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI INDICE DI REVISIONE 0 SCOPO La presente procedura ha lo scopo di

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Gestione delle non conformità GESTIONE DELLE NON CONFORMITA

PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Gestione delle non conformità GESTIONE DELLE NON CONFORMITA Pag. 1 di 6 GESTIONE DELLE NON CONFORMITA INDICE: 1 - Campo di applicazione 2 - Scopo 3 - Documenti di riferimento 4 - Definizioni e abbreviazioni 5 Responsabilità 6 - Modalità Operative 7 Archiviazione

Dettagli

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Allegato N. 5 Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature 1 1 DEFINIZIONE DELLE

Dettagli

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Comune di VANZAGO Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Marzo

Dettagli

Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano

Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria

Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria.

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria. Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria. ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI Casa di Cura Villa delle Querce LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI PREMESSA Le pulizie e la sanificazione degli ambienti sanitari rivestono un ruolo importante non solo per il significato

Dettagli

DIVISIONE CONVIVENZE

DIVISIONE CONVIVENZE SISTEMA DI SANIFICAZIONE STOVIGLIE l) ammollo igienizzante; 2) detersione meccanica o manuale; 3) asciugatura meccanica o manuale con carta monouso o per naturale vaporazione. KEY 01 KEY 02 indicato per

Dettagli

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE 1 Norme Generali Prodotti di Sanificazione RISPETTARE E AGGIORNARE IL PIANO DI SANIFICAZIONE IN MODO PERIODICO E OGNI VOLTA CHE INTERVENGONO DEI CAMBIAMENTI (indicare

Dettagli

KIT ISTRUZIONI OPERATIVE FORNI ALIMENTARI MACELLERIE ROSTICCERIE BAR

KIT ISTRUZIONI OPERATIVE FORNI ALIMENTARI MACELLERIE ROSTICCERIE BAR KIT ISTRUZIONI OPERATIVE o FORNI ALIMENTARI o MACELLERIE ROSTICCERIE o BAR BAR Interventi sulle seguenti superfici: - Bancone Bar - Tavoli / Sedie - Lavastoviglie - Vetrine esposizione - Pavimenti - Toilette

Dettagli

PIANO DI SANIFICAZIONE

PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO E PIANO DI SANIFICAZIONE Data: Aprile 14 Il Documento è composto di n 07 pagine pag.1di pag totali.7 Piano di sanificazione - Cucina Centralizzata, Cucina dell asilo nido e Locali refettori nelle

Dettagli

Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Aprile 2014 1 Sommario DEFINIZIONE DELLE AREE (NOTE)... 4 DEFINIZIONE DEI TRATTAMENTI (NOTE)... 5 SEZIONE 1 - OPERAZIONI

Dettagli

Descrizione. Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 25 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 15.

Descrizione. Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 25 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 15. l Lavaggio e sanificazione stoviglie DW-SF Detergente lavaggio meccanico indicato per acque di media durezza; esente fosfati. DB2901506 DB2901124 DB2901169 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n.

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n. Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDICE - 1 Definizione

Dettagli

Comune di Agerola Provincia di Napoli --------

Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- 1 Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE MATERNE REQUISITI CENTRO COTTURA ALLEGATO C LOCALI: I locali devono essere distinti l uno dall altro in funzione

Dettagli

www.cleprin.it CUCINA

www.cleprin.it CUCINA www.cleprin.it CUCINA RAPID CUCINA DETERGENTE NEUTRO PER IL LAVAGGIO MANUALE DELLE STOVIGLIE RAPID è un detergente concentrato per il lavaggio manuale di stoviglie, profumato al limone. Poche gocce consentono

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare:

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: Aspetti generali Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: la progettazione dei locali e delle strutture l organizzazione

Dettagli

PULIZIA E DISINFEZIONE

PULIZIA E DISINFEZIONE Regione Piemonte - Direzione Sanità Pubblica PULIZIA E DISINFEZIONE 1 riduzione della contaminazione batterica OBIETTIVI eliminazione completa dei germi patogeni Un corretto sistema di pulizia si articola

Dettagli

I termini e i concetti fondamentali

I termini e i concetti fondamentali unità La prevenzione delle contaminazioni I termini e i concetti fondamentali 1 l igiene degli ambienti Gli esercizi di lavorazione e somministrazione di cibi e bevande, soggetti ad accertamenti dei requisiti

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE

PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE PRINCIPI GENERALI L'applicazione corretta del protocollo di pulizia e disinfezione (buone pratiche di sanificazione) nell'ambito di: RISTORAZIONE COLLETTIVA PESCHERIE

Dettagli

SODASOLVAY. Detergente ecologico multiuso

SODASOLVAY. Detergente ecologico multiuso SODASOLVAY Detergente ecologico multiuso PROPRIETÀ DETERGE, RINFRESCA e NEUTRALIZZA gli odori; SGRASSA efficacemente; non fa SCHIUMA; è CONVENIENTE; non contiene TENSIOATTIVI, FOSFORO, COLORANTI e PROFUMI.

Dettagli

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Il presente documento descrive le procedure per la pulizia e sanificazione ambientale dell Azienda Ospedaliera. Le imprese concorrenti potranno

Dettagli

Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP

Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP UOC di Riabilitazione Metabolico Nutrizionale Direttore Tecnico-Scientifico: LM Donini Dietisti: E. Castellaneta, C. Civale, P. Ceccarelli, S. Passaretti,

Dettagli

ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche su superfici ed attrezzature nella ristorazione collettiva;

ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche su superfici ed attrezzature nella ristorazione collettiva; PROCEDURA NEGOZIATA PER L ALLESTIMENTO E LA GESTIONE TEMPORANEA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLE MENSE UNIVERSITARIE DELL ERDISU DI TRIESTE (CIG N. 3218525AD7). ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche

Dettagli

Come nasce VIM Professional

Come nasce VIM Professional Come nasce VIM Professional Da oltre 100 anni il marchio VIM è conosciuto da generazioni di consumatori sia in Italia che in Europa come sinonimo di qualità pulente ed igienizzante. Per questo motivo nasce

Dettagli

Giornaliero asportazione di residui e incrostazioni; lavaggio manuale accurato, con l ausilio di spazzole per la detersione successivo risciacquo

Giornaliero asportazione di residui e incrostazioni; lavaggio manuale accurato, con l ausilio di spazzole per la detersione successivo risciacquo Quarto, li 09 settembre 2014 Prot. n. Tit. Al Personale Collaboratore scolastico dell Istituto Comprensivo di Quarto Don Lorenzo Milani LORO SEDI e agli Operatori delle Ditte di Pulizia dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE Redazione Verifica Approvazione Autorizzazione Emissione Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR

Dettagli

1. Dati generali dell intervento

1. Dati generali dell intervento ALLEGATO F 6 Ulteriori Locali - Notifica Igienico- Sanitaria per alimenti (Reg. CE n 852/2004) 1. Dati generali dell intervento 1.1 Ubicazione intervento (Indicare il Comune e l indirizzo inseriti nel

Dettagli

Relazione tecnica allegata alla notifica del

Relazione tecnica allegata alla notifica del Relazione tecnica allegata alla notifica del La presente relazione tecnica si riferisce all esercizio di Elenco delle attività Altro : Produzione primaria Commercio al minuto (escluse carni e pesce) Fiere,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Servizio di Pulizia e Sanificazione Ambienti degli Istituti Riuniti di Assistenza S. Giovanni Battista di Chieti CIG 52983798A9

CAPITOLATO TECNICO. Servizio di Pulizia e Sanificazione Ambienti degli Istituti Riuniti di Assistenza S. Giovanni Battista di Chieti CIG 52983798A9 CIG 529898A9 AREE AD ALTO GRADO DI DETERIORAMENTO RIEPILOGO PRESTAZIONI E FREQUENZE SUGGERITE PRELIMINARI svuotatura cestini e posacenere raccolta rifiuti PAVIMENTI scopatura ad umido aspirazione zerbini

Dettagli

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA Introduzione La qualità dell acciaio utilizzato nella costruzione delle attrezzature per le cucine professionali è

Dettagli

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Gruppo Operativo per la Lotta alle Infezioni Ospedaliere Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Data 1^ stesura: 02:07.98 Edizione: 1 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO AUTORI: Gruppo

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura fino a 160 C possiede

Dettagli

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI S.C. Prevenzione Rischio Infettivo IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI BIONIL GRANULI Sodio Dicloro-isocianurato Panno assorbente monouso Guanti monouso

Dettagli

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine)

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione 2. FASE DI LAVORAZIONE: Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 3. CODICE

Dettagli

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI A1 - UFFICI SALE RIUNIONI AULE INFORMATIZZATE ARCHIVI CORRENTI DI PIANO BIBLIOTECHE UFFICIO CASSA SALA MEDICA* UFFICIO INFORMAZIONE E PASSI BOX VIGILANZA - SPOGLIATOI

Dettagli

COGNOME: NOME: cittadinanza: nato a ( ) il / / residente nel comune di ( ) CAP via/piazza n codice fiscale tel. fax e-mail

COGNOME: NOME: cittadinanza: nato a ( ) il / / residente nel comune di ( ) CAP via/piazza n codice fiscale tel. fax e-mail Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per l Assistenza Sanitaria n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE per conoscenza al Comune di. triplice copia Oggetto: comunicazione manifestazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEFINIZIONI Per pulizia si intende la rimozione meccanica dello sporco da superfici ed oggetti. Di norma viene eseguita con l impiego di acqua e detergenti diluiti

Dettagli

ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE

ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE ALLEGATO D - CAPITOLATO D ONERI ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE La ditta appaltatrice è tenuta a curare con la massima scrupolosità l osservanza di tutte le norme igienico-sanitarie che regolano il

Dettagli

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Intervento a cura di: Dario Signorelli -Dipartimento di Prevenzione Medica SC Alimenti e Nutrizione ASL Milano Milano, 3 maggio 2012 1 servizio

Dettagli

ELENCO ATTREZZATURE REFETTORI E CUCINE PLESSI SCOLASTICI. Lavatoio armadiato a 1 vasca con gocciolatoio a dx 1 Elemento scaldavivande

ELENCO ATTREZZATURE REFETTORI E CUCINE PLESSI SCOLASTICI. Lavatoio armadiato a 1 vasca con gocciolatoio a dx 1 Elemento scaldavivande Allegato C ELENCO ATTREZZATURE REFETTORI E CUCINE PLESSI SCOLASTICI Scuola Secondaria di I Grado Tipo di attrezzatura Quantità Lavatoio armadiato a vasca con gocciolatoio a dx Elemento scaldavivande 4

Dettagli

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE L esecuzione delle pulizie dovrà avvenire con il supporto di mezzi, tecniche e personale, in grado di garantire un elevato standard di igiene. Le

Dettagli

Piano dell autocontrollo D.Lgs. 155/97

Piano dell autocontrollo D.Lgs. 155/97 REFETTORIO SCUOLA ELEMENTARE FRATELLI RIZZI Piazza Brenna - PROSERPIO Piano dell autocontrollo D.Lgs. 155/97 Data elaborazione documento: Settembre 2012 V revisione piano del 2001 Redattore: Responsabile

Dettagli

Pulizia e Sanificazione Ambienti

Pulizia e Sanificazione Ambienti P-E03 Rev. 2 Pag. 1 di 8 SCOPO E APPLICABILITA DEL DOCUMENTO Il presente documento descrive le modalità con le quali viene erogato il servizio di pulizia e sanificazione degli ambienti presso Fondazione

Dettagli

MANUTENZIONE DELLE APPARECCHIATURE DI LABORATORIO RGSQ RGSQ

MANUTENZIONE DELLE APPARECCHIATURE DI LABORATORIO RGSQ RGSQ Pag. 1/6 PQ 10 DATA I EMISSIONE: 14/09/2007 Resp. Redazione RGSQ Resp. Verica RGSQ Resp. Approvazione DIR Copia controllata n REVISIONI DATA MODIFICHE 1 29/02/ 2008 REVISIONE DELLA PIANIFICAZIONE DEGLI

Dettagli

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ALLA RISTORAZIONE COLLETTIVA, TRASPORTO, CONFEZIONAMENTO, SOMMINISTRAZIONE ED

ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ALLA RISTORAZIONE COLLETTIVA, TRASPORTO, CONFEZIONAMENTO, SOMMINISTRAZIONE ED ALLEGATO C SCHEDE TECNICHE APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ALLA RISTORAZIONE COLLETTIVA, TRASPORTO, CONFEZIONAMENTO, SOMMINISTRAZIONE ED SCHEDA TECNICA N. CUCINA CENTRALIZZATA Cucina Centralizzata

Dettagli

PIEMONTE RISTORANTE UNIVERSITARIO DI VIA PARMA 36, ALESSANDRIA. SERVIZIO DI RISTORAZIONE PER STUDENTI, DOCENTI E DIPENDENTI DEGLI ATENEI

PIEMONTE RISTORANTE UNIVERSITARIO DI VIA PARMA 36, ALESSANDRIA. SERVIZIO DI RISTORAZIONE PER STUDENTI, DOCENTI E DIPENDENTI DEGLI ATENEI PIEMONTE RISTORANTE UNIVERSITARIO DI VIA PARMA 36, ALESSANDRIA. SERVIZIO DI RISTORAZIONE PER STUDENTI, DOCENTI E DIPENDENTI DEGLI ATENEI ALLEGATO N. 7 Al Capitolato Speciale d Oneri Specifiche relative

Dettagli

normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali contaminazione degli alimenti durante le fasi di lavorazione o contaminazioni crociate

normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali contaminazione degli alimenti durante le fasi di lavorazione o contaminazioni crociate CUCINE PROFESSIONALI Normativa di riferimento in materia di igiene caratteristiche e dotazione delle aree in funzione delle lavorazioni normativa nazionale/comunitaria regolamenti locali M.C.Valerio -

Dettagli

PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso professionale per tutto ciò che concerne l igiene industriale.

PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso professionale per tutto ciò che concerne l igiene industriale. www.sorbex.it www.sorbex.it SORBEX è marchio di proprietà della società PDS PROFESSIONAL di Pasquale Del Sorbo. PROFESSIONAL PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA DEI LOCALI, IMPIANTI, ATTREZZATURE E DEL CICLO DI LAVORAZIONE da presentarsi contestualmente all allegato 2 alla DGR n 21-1278 del 23/12/10 Notifica di inizio o variazione

Dettagli

Gara d'appalto per la gestione del servizio di refezione scolastica Comune di Formia

Gara d'appalto per la gestione del servizio di refezione scolastica Comune di Formia Elenco attrezzature presenti nel centro cottura in via Olivastro Spaventola Allegato 2 al capitolato d'appalto Gara d'appalto per la gestione del servizio di refezione scolastica Comune di Formia Descrizione

Dettagli

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO LEGENDA: il numero indicato prima della indica la frequenza nel periodo considerato; la colonna gg/sett. indica i giorni lavorativi

Dettagli

Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE

Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE Al Responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell Azienda per i Servizi Sanitari n.1 Triestina via de Ralli, 3 34128 TRIESTE per conoscenza al Comune di. Oggetto: comunicazione manifestazione temporanea

Dettagli

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA DEFINIZIONI Aree a Basso Rischio (BR): uffici, segreterie, archivi, magazzini, servizi igienici corridoi e aree comuni. All interno

Dettagli

ALLEGATO 5 PROGRAMMA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

ALLEGATO 5 PROGRAMMA DI PULIZIA E SANIFICAZIONE AZIENDA SPECIALE MULTISERVIZI CITTÀ DI VENARIA REALE Provincia di Torino Viale Buridani n. 56-10078 Venaria Reale (To) Tel.011/495850 Fax 011/5533144 Servizio di Refezione Scolastica per gli asili nido,

Dettagli

La pulizia delle attrezzature da cucina

La pulizia delle attrezzature da cucina La pulizia delle attrezzature da cucina La cucina è e sarà il nostro ambiente di lavoro, per questo dobbiamo sapere come prendercene cura anche per non compromettere la nostra salute e quella dei nostri

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

q.tà fabbisogno lavaggio 1200000

q.tà fabbisogno lavaggio 1200000 LOTTO 1 - Detersivi per biancheria Ospedaliera Valtellina e Vlachiavenna 1 KG Prodotti per permettere di lavare biancheria ospedaliera diversa (materiale per c.o. - biancheria piana, divise, effetti e

Dettagli

La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento

La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento Scarichi - Disinfettanti - Battericidi - Protettivi per

Dettagli

PULIZIA E SANIFICAZIONE DEI LOCALI ADIBITI AI PASTI NELLE STRUTTURE SCOLASTICHE: Indirizzo operativo

PULIZIA E SANIFICAZIONE DEI LOCALI ADIBITI AI PASTI NELLE STRUTTURE SCOLASTICHE: Indirizzo operativo DIREZIONE DIDATTICA G.MATTEOTTI 1 CIRCOLO Via Perugina, 58 06024 GUBBIO - TEL.0759273775 FAX 0759271650 www.primocircologubbio.it - E-Mail pgee03600q@istruzione.it - E-Mail certificata pgee03600q@pec.it

Dettagli

R.S.A. per anziani L. ACCORSI

R.S.A. per anziani L. ACCORSI 1 ALLEGATO 3 R.S.A. per anziani L. ACCORSI STABILE via Colombes MQ. calpestabili MQ. superf. vetrate seminterrato 1000 piano terra 1060 primo piano 1060 secondo piano 950 3 piano non utilizzato quarto

Dettagli

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti Detergenti per stoviglie HalaGastro F11 Detersivo per stoviglie con cloro attivo. Concentrazione d uso: 0.3 0.5 %, ph all 1.0 %: 11.7 10600410-0002 10600410-0004 10600410-0007 Tanica 25 kg Fusto 140 kg

Dettagli

LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO

LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO LISTA AUTOCONTROLLO APERTURA EDIFICIO APERTURA CANCELLO APERTURA EDIFICIO ISPEZIONE EDIFICIO FINE ATTIVITA SCOLASTICA ACCENSIONE LUCI REGISTRAZIONE ENTRATA DIPENDENTE DIVISA CARTELLINO CHIUSURA PORTE/FINESTRE

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO F MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO Allegato F Modalità operative per la gestione del servizio 1 1 Indicazioni relative all approvvigionamento e alla preparazione dei pasti 1.1 Approvvigionamento

Dettagli

Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado

Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado PROCEDURA DI GESTIONE DELLE PULIZIE Pag. 1/7 Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado INDICE 1. SCOPO... 2 2.

Dettagli

Allegato 2 Elenco macchine e attrezzature

Allegato 2 Elenco macchine e attrezzature MENSA CALAMANDREI PIANO SEMINTERRATO LINEA SELF SERVICE Q.TÀ CARATTERISTICHE TECNICHE 4 BANCO TERMICO ELECTROLUX 15 CARRELLO PORTAPIATTI ELECTROLUX (di cui 4 non funzionanti) 1 BANCO NEUTRO In acciaio

Dettagli

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA

PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA PROTOCOLLO N. 1 PROTOCOLLO OPERATIVO DI PULIZIA PER TIPOLOGIA DI AREA DEFINIZIONI Aree a Basso Rischio (BR): sale d attesa, uffici, segreterie, archivi, scale, servizi igienici, corridoi e aree comuni.

Dettagli

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA

ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA ASSEGNAZIONE INCARICO PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITA' DI PULIZIA DEI LOCALI DELLA SCUOLA ALBERGHIERA CITTA' DI LAVAGNA Lavagna Sviluppo s.c.r.l. intende assegnare incarico, concludendo apposito contratto,

Dettagli

Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001. Più valore all ambiente!

Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001. Più valore all ambiente! Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001 VERDE ECO un pulito certificato ECOLABEL Più valore all ambiente! ECOLABEL CHE COS È L ECOLABEL L ECOLABEL è il marchio ufficiale Europeo di qualità ecologica e

Dettagli

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19)

ANNESSO 1.B (APPLICABILI PER GLI EDR INSERITI NEL LOTTO 19) ANNESSO 1.B SCHEDE CONTENENTI, PER CIASCUNA TIPOLGIA DI LOCALI, LE PRESTAZIONI CHE DEVONO ESSERE SVOLTE, LE RELATIVE PERIODICITA ED I GIORNI IN CUI I SERVIZI DEVONO ESSERE SVOLTI. (APPLICABILI PER GLI

Dettagli

IL MODO GIUSTO PER PULIRE LA CASA. Un intera gamma di prodotti per prendersi cura della vostra casa.

IL MODO GIUSTO PER PULIRE LA CASA. Un intera gamma di prodotti per prendersi cura della vostra casa. IL MODO GIUSTO PER PULIRE LA CASA Un intera gamma di prodotti per prendersi cura della vostra casa. S O M M A R I O Novità ODORFIX... p. 13 Detercrema... p. 6 Scracchio.. p. 14 Supercloth... p. 19 Sbruffo...

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura fino a 160 C possiede

Dettagli

Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente.

Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente. pagina 1/7 Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente. La ISE propone una linea di detergenti per le pulizie quotidiane, testati presso l'empa di San Gallo. 101 ISEUNI-PROFI Detergente

Dettagli

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso)

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) Allegato 2 PAG. 1 ALLEGATO alla domanda di autorizzazione

Dettagli

Dir. DA2001 Sett. DA2001 Allegato n. 1 di 1 Pagina

Dir. DA2001 Sett. DA2001 Allegato n. 1 di 1 Pagina 1 REGOLAMENTO REGIONALE RECANTE: NUOVE NORME PER LA DISCIPLINA DELLA PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE, RELATIVAMENTE ALL ATTIVITÀ DI BAR, PICCOLA RISTORAZIONE E RISTORAZIONE TRADIZIONALE.

Dettagli

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti

l igiene in cucina la pulizia degli edifici il lavaggio dei tessuti Detergenti per stoviglie HalaGastro F11 Detersivo per stoviglie con cloro attivo. Concentrazione d uso: 0.3 0.5 %, ph all 1.0 %: 11.7 10600410-0002 10600410-0004 10600410-0007 Tanica 25 kg Fusto 140 kg

Dettagli

ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE

ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE ALLEGATO F PIANO DI MANUTENZIONE DELLE ATTREZZATURE Data: Aprile 14 Il Documento è composto di n 15 pagine pag.1di pag totali.15 Il piano manutenzione attrezzature ha lo scopo di definire, nel dettaglio

Dettagli

UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica. Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue

UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica. Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue Gruppo di Lavoro CPSE- I DAIORT : Dr.ssa Liana Nanni CPSE-I DAIORT :

Dettagli

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE MODALITA OPERATIVE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SOMMARIO 1 - Stoccaggio delle derrate 2 - Tecnologie di manipolazione e di cottura 3 - Operazioni

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura

Dettagli

ASL 7 CARBONIA Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione REQUISITI STRUTTURALI E FUNZIONALI NELLE IMPRESE ALIMENTARI

ASL 7 CARBONIA Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione REQUISITI STRUTTURALI E FUNZIONALI NELLE IMPRESE ALIMENTARI ASL 7 CARBONIA Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione REQUISITI STRUTTURALI E FUNZIONALI NELLE IMPRESE ALIMENTARI Ai sensi della L. 180/2011 art.11, e ad integrazione di quanto

Dettagli

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli)

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) Officina produzione propria Detergenti e Sanitizzanti Articoli, Macchinari e Prodotti

Dettagli

LA COMPAGNIA DEL SENZA GLUTINE IGIENE E SICUREZZA ALIMENTARE IN CUCINA: PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI PASTI PER CELIACI

LA COMPAGNIA DEL SENZA GLUTINE IGIENE E SICUREZZA ALIMENTARE IN CUCINA: PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI PASTI PER CELIACI LA COMPAGNIA DEL SENZA GLUTINE IGIENE E SICUREZZA ALIMENTARE IN CUCINA: PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI PASTI PER CELIACI Tecnico della Prevenzione Azienda Ulss7 Dott.ssa Carola Lanzilotti Il sistema

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI RISTORANTI UNIVERSITARI DI TORINO CIG [355481]

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI RISTORANTI UNIVERSITARI DI TORINO CIG [355481] PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI RISTORANTI UNIVERSITARI DI TORINO CIG [355481] ALLEGATO N. 6 al Capitolato Speciale d Appalto SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena

IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena IGIENE, SICUREZZA E NUTRIZIONE Diete speciali e celiachia nei nidi d infanzia di Modena IGIENE E SICUREZZA ALIMENTARE NELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA Modena 16 e 24 marzo 2010 IL PACCHETTO IGIENE Comprende

Dettagli

ANALISI PREZZO N A1 A) PULIZIA GIORNALIERA

ANALISI PREZZO N A1 A) PULIZIA GIORNALIERA A) PULIZIA GIORNALIERA ANALISI PREZZO N A1 - Spazzatura dei pavimenti di tutti gli ambienti, comprese le scale, i servizi igienici con esclusione dei pavimenti dei locali cantinati e archivi. Costo mano

Dettagli

101 ISEUNI-PROFI. 1 dl di 1010 ISEUNIAS in 10 l d acqua. 1010 ISEUNIAS

101 ISEUNI-PROFI. 1 dl di 1010 ISEUNIAS in 10 l d acqua. 1010 ISEUNIAS 101 ISEUNI-PROFI Detergente universale a concentrazione industriale, con potere bagnante elevato, per la pulizia di tutte le superfici lavabili (idrofile). Particolarmente adatto per la pulizia professionale

Dettagli

TIPOLOGIA LOCALI, PRESTAZIONI DI PULIZIA, SPECIFICHE TECNICHE E FORNITURA ACCESSORI E MATERIALE.

TIPOLOGIA LOCALI, PRESTAZIONI DI PULIZIA, SPECIFICHE TECNICHE E FORNITURA ACCESSORI E MATERIALE. TIPOLOGIA LOCALI, PRESTAZIONI DI PULIZIA, SPECIFICHE TECNICHE E FORNITURA ACCESSORI E MATERIALE. Indice: 1 TIPOLOGIA LOCALI E OPERAZIONI DI PULIZIA... 3 1.1 SERVIZI IGIENICI/SPOGLIATOI:...3 1.1.1 FORNITURE

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM MILLWASHING

ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM MILLWASHING E.O. OSPEDALI GALLIERA - GENOVA ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM PREPARATO VERIFICATO APPROVATO M.G.Tagliafico M.Nelli R.Tramalloni Data : 22/06/2011 Rev 0 Descrizione delle modifiche:

Dettagli

Hyproclean Technology SA Swiss division. Thecno Clean System SA tecnologie e prodotti professionali per la pulizia e l igene

Hyproclean Technology SA Swiss division. Thecno Clean System SA tecnologie e prodotti professionali per la pulizia e l igene Hyproclean Technology SA Swiss division Thecno Clean System SA tecnologie e prodotti professionali per la pulizia e l igene Casella postale 230 CH - 6533 Lumino T + 41 91 829 10 16 F + 41 91 829 10 63

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ALLESTIMENTO E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLE MENSE UNIVERSITARIE DELL ARDISS ALLEGATO N. 6

PROCEDURA APERTA PER L ALLESTIMENTO E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLE MENSE UNIVERSITARIE DELL ARDISS ALLEGATO N. 6 PROCEDURA APERTA PER L ALLESTIMENTO E LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLE MENSE UNIVERSITARIE DELL ARDISS LOTTO 1 CIG 66651618D9 LOTTO 2 CIG 6665202AAE LOTTO 3 CIG 66652133C4 ALLEGATO N. 6 SPECIFICHE

Dettagli

Lavastoviglie Modulare a Cesto Trascinato

Lavastoviglie Modulare a Cesto Trascinato Lavastoviglie Modulare a Cesto Trascinato 2 electrolux wtm Lavastoviglie Modulare a Cesto Trascinato La nuova gamma di Lavastoviglie Modulari a Cesto Trascinato Electrolux (WTM) è stata progettata per

Dettagli

Dalla Spesa alla Tavola

Dalla Spesa alla Tavola Dalla Spesa alla Tavola L Igiene e la Salute in Cucina Dott.ssa M. Stella 1 L Acquisto attento dei Prodotti Alimentari Dott.ssa M. Stella 2 L Etichetta di un Prodotto Alimentare 1) denominazione di vendita

Dettagli