Università degli Studi di Napoli Federico II

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Napoli Federico II"

Transcript

1 Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e della Produzione Ph.D. Ing. Mosè Gallo Introduzione La produzione di un bene o l erogazione di in servizio richiede delle attività cui normalmente ci si riferisce con il termine di Operations Management. La gestione della produzione industriale riguarda tutte le attività che permettono di ottenere flussi di prodotti vendibili, cioè disponibili in quantità prefissate a scadenze prefissate e con determinati dt ti livelli lli qualitativi ti i e di costo. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 2

2 La catena di fornitura Fornitore pelle conciata Altri Fornitori Fornitori Flusso di prestazioni delle operations lungo la rete Centro Raccolta Materie Prime Stabilimenti produttivi Terzisti dedicati Terzisti non dedicati Centro di distribuzione Prodotti Finiti Rete vendita proprietaria Rete vendita non proprietaria Fornitori di secondo livello Fornitori di primo livello Concorrenti/collaboratori Clienti di primo livello Clienti di secondo livello 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 3 La Gestione delle Operations É l insieme i di attività ità che permettono, a fronte di ordini i e/o previsioni di vendita di prodotti finiti: generazione degli ordini di produzione. assegnazione degli ordini alle unità produttive. pianificazione dei fabbisogni di materie prime e sottoassiemi. sequenziamento dll delle lavorazioni i sui singoli centri di lavoro. controllo di avanzamento della produzione. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 4

3 La Produzione ed il contesto operativo Le scelte progettuali e di gestione del sistema produttivo sono influenzate dal contesto competitivo attraverso i cosiddetti driver di mercato per un certo prodotto o servizio: Prezzo; Qualità; Affidabilità; Flessibilità. È compito dell attività di pianificazione strategica decidere quale dimensione è qualificante e quale vincente per una certa combinazione prodotto/mercato. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 5 La Gestione della Produzione Il successo di una strategia, politica od approccio alla produzione è determinato da tre fattori: Strategia di posizionamento del prodotto Strategia di posizionamento del processo Scelta della tecnologia 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 6

4 La Gestione della Produzione Posizionamento Processo Problemi gestionali e tecnologici Posizionamento prodotto 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 7 Strategie di posizionamento MP P D PTO MTO ATO MTS STS 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 8

5 Strategia di posizionamento del prodotto Dipende principalmente da: Tempo di produzione; Tempo di attesa del cliente; Grado di personalizzazione. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 9 Strategia di posizionamento del prodotto Qualità Prezzo Tempo Varietà MTS buona basso basso bassa o nulla ATO alta competitivo variabile media MTO unica alto alto alta 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 10

6 Strategia di posizionamento del processo Esistono tre modi fondamentali in cui organizzare la produzione: Produzione in linea; Produzione per reparti; Produzione a posto fisso. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 11 Strategia di posizionamento del processo Tipologia di processo Tipologia di layout Posizionamento prodotto Flow Shop Produzione continua Ripetitiva dedicata Ripetitiva Mixed Model Intermittente o Batch Job Shop A punto fisso In linea enfasi sul prodotto Per reparti enfasi sul processo A punto fisso enfasi sul progetto MTS ATO MTO MTO 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 12

7 Posizionamento processo e fattori competitivi Low Volume, One of a Kind Medium Volume/ Medium Variety High Volume/ Low variety High Volume/ Standard Flexibility (High) Job Shop 1 Unit Cost (High) Batch Flow Mixed-Model Repetitive 2 3 Dedicated Repetitive 4 Continuous Flow 5 Flexibility (Low) Unit Cost (Low) Order winner Alta qualità Alta qualità Alta qualità Costo competitivo Basso costo Varietà Alta fless. Media fless. Media fless. Bassa fless. Standard Implicazioni Alto costo Alto costo Medio costo Parz. automatizzato automatizzato Macchinari generici generici generici specifici specifici Posizionamento MTO ATO ATO MTS MTS 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 13 Le scelte tecnologiche Le tecnologie informatiche stanno assumendo sempre più importanza in tutte le fasi di progettazione e gestione dei sistemi di produzione e distribuzione dei prodotti/servizi. necessità di uno scambio di informazioni in real time. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 14

8 Il sistema logistico e le tecnologie di supporto Sviluppo prodotto Assistenza on site Ingegnerizzazione e Sviluppo processo Distribuzione, Centri assistenza ORNITORI F Produzione, Assemblaggio, Controlli MERCATO EDI CAD CAPP CAS&MP CAM CAI EDI 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 15 La Pianificazione La Pianificazione ha il compito di coordinare i molteplici processi aziendali con l obiettivo di perseguire: un soddisfacente livello di servizio; un elevato livello di efficienza aziendale Essa si sostanzia in tre momenti principali: Pianificazione delle attività produttive e di supporto; Pianificazione degli approvvigionamenti; Gestione delle scorte. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 16

9 La Pianificazione Diversificazione Frammentazione domanda Riduzione lead time Mercato Qualità servizi Qualità prodotti Azienda: Risorse Obiettivi 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 17 Livelli di Pianificazione Flusso tra le operations Analisi strategica Flusso tra i processi Flusso tra le risorse Analisi operativa 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 18

10 La Pianificazione Lungo periodo Medio periodo Breve periodo 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 19 La Pianificazione La lunghezza adell orizzonte o o tedi pa pianificazione dipende dal contesto produttivo e fondamentalmente dal tempo necessario all azienda per assicurarsi le risorse necessarie alla realizzazione del piano: Finanziamenti Nuovi impianti produttivi Nuovi macchinari o attrezzature Manodopera specializzata Subfornitori Utensili e attrezzature Ecc. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 20

11 Le attività di pianificazione La Pianificazione di Lungo Periodo si fonda su: Gli orientamenti strategici aziendali; Piano pluriennale degli investimenti; Previsioni di lungo periodo. Essa impatta su tutte le decisioni strutturali relative alle attività dei processi primari e delle attività di supporto. Il suo risultato è il Piano Aggregato di Produzione. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 21 Le attività di pianificazione La Pianificazione di Medio Termine rappresenta una pianificazione ifi i più dettagliata lit per ricavare il piano degli approvvigionamenti e per verificare la coerenza del piano aggregato in termini di: Capacità disponibile; Compatibilità con i lead time di fornitura; Disponibilità di impianti ed attrezzature idonee; Il suo risultato è il piano degli ordini di produzione ed il piano dei rilasci degli ordini ai fornitori ed ai terzisti. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 22

12 Le attività di pianificazione La Pianificazione di Breve Termine rappresenta il piano operativo di produzione in altri termini i la schedulazione degli ordini sui centri di lavoro in modo da garantire : i tempi di consegna; l efficienza della produzione; Dal piano operativo di produzione è possibile estrapolare il piano dei fabbisogni di materie prime e semilavorati che darà il via all approvvigionamento degli ordini rilasciati. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 23 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 24

13 Livelli di Pianificazione Business Planning Supply Network Planning/Aggregate Production Planning Master Production Planning and Detailed Scheduling Factory Co ordination 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 25 Livelli di Pianificazione Esempi di decisioni Cambio utensile su una macchina automatizzata ti t BMW introduce la nuova serie 1 Un produttore di automobili stipula un contratto di fornitura con un certo fornitore Prevedere lo straordinario durante la stagione di picco La Siemens decide di produrre i telefonini destinati al mercato tedesco in Cina P&G modifica la sua politica di produzione in uno degli stabilimenti tedeschi da produzione su previsione a produzione su ordine Sequenziamento degli ordini su una macchina collo di bottiglia 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 26

14 Le attività di pianificazione Caratteristiche dei piani di produzione: Efficacia Attendibilità Realizzabilità tecnica Validità economica 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 27 Le attività di pianificazione L efficacia della pianificazione influenza Il livello di servizio Logica di pianificazione Livello di servizio in ingresso L efficienza aziendale Carico di lavoro coerente alla disponibilità di risorsa 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 28

15 Il ciclo di pianificazione Pianificazione Esecuzione Controllo 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 29 Pianificazione strategica La pianificazione strategica definisce gli obiettivi aziendali ed il piano per il loro raggiungimento La pianificazione tattica stabilisce i metodi (politiche) con cui conseguire gli obiettivi aziendali Non esiste una netta demarcazione e dipende dalla unità aziendale considerata Diversificazione ingresso in un nuovo mercato 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 30

16 Pianificazione strategica Filosofia aziendale Fattori competitivi e debolezze Contesto competitivo ed ambientale Obiettivi 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 31 Pianificazione strategica La Previsione di Business viene fatta attraverso un attenta previsione del contesto in cui si svilupperà l attività di business considerando: Aspetti politici (interni ed esteri); Aspetti economici; Aspetti tecnologici (interni ed esterni) 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 32

17 Pianificazione strategica Obiettivi Pianificazione di Lungo Termine Previsione di Business Piano Aggregato Produzione 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 33 Pianificazione di lungo termine Il piano strategico aziendale rappresenta la base per lo sviluppo della pianificazione di lungo termine. Reciprocamente il piano strategico viene adottato solo dopo averne verificato la corrispondente pianificazione di lungo termine. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 34

18 Pianificazione di lungo termine Ha il maggiore impatto sul risultato economico e finanziario dell azienda attraverso: Dimensionamento della capacità produttiva interna Dimensionamento della capacità produttiva esterna Dimensionamento della manodopera Analisi di mercato per eventuali contratti di fornitura Analisi, pianificazione e messa in opera di interventi manutentivi ordinari e straordinari Analisi, pianificazione, acquisto e messa in esercizio di nuovi impianti e/o attrezzature 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 35 Pianificazione di lungo termine Pianificazione Lungo Termine Pianificazione Finanziaria Scelte Produttive Pianificazione prodotti e Vendite Mercati di sbocco 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 36

19 Pianificazione di lungo termine Pianificazione linee prodotti e Vendite Scelte Produttive Pianificazione Finanziaria 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 37 Pianificazione prodotti e Vendite Ciclo di vita del prodotto Caratteristiche processo Prototipale Job shop A lotti dedicato A lotti Fattori competitivi prestazione Reperibilità prezzo prezzo assistenza 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 38

20 Pianificazione delle scelte produttive Integrazione/ Esternalizzazione Dimensionamento Localizzazione Specializzazione Politiche Produttive Scelte progettuali 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 39 Pianificazione finanziaria La scelta di nuove linee di prodotti e/o mercati di sbocco e le conseguenti scelte produttive potrebbe richiedere nuove risorse produttive che si traducono in un incremento del fabbisogno finanziario aziendale. Bisogna verificare la disponibilità delle risorse necessarie a sviluppare il piano. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 40

21 Pianificazione di lungo termine In questa fase il piano di produzione ha lobiettivo l obiettivo di fornire la quantità sufficiente di prodotti per soddisfare: il piano di vendite; i vincoli finanziari e di capacità produttiva. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 41 Pianificazione di lungo termine Pianificazione linee prodotti e Vendite I processi produttivi delle diverse famiglie di prodotto Capacità ed efficienza dei centri di lavoro (colli di bottiglia) Strategie e politiche di gestione di pianificazione Pianificazione Aggregata Produzione Le risorse assegnate alle famiglie di prodotto 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 42

22 Pianificazione di lungo termine Pianificazione Aggregata Produzione Tassi di Produzione per gruppo (unità di misura più generale possibile) Livelli di scorta per gruppo Livelli di servizio Backlog Straordinari Subfornitura Livello di manodopera Assunzioni e licenziamenti 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 43 Famiglia A MESE TRIMESTRE O N D G F M III IV V VI VII VIII Tasso: unità/g Produzione Spedizione Inventario: Famiglia B Tasso: unità/g / /4 4 4/12 Produzione Spedizione Inventario: Famiglia C Tasso: unità/g /9 9 9/ /9 Produzione Spedizione Inventario: novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 44

23 Pianificazione di lungo termine La Pianificazione dei Fabbisogni di Risorse (Resource Requirements Planning) include: Le risorse tecniche (impianti, attrezzature, ingegneria, manodopera); I materiali coinvolti nella produzione; Le risorse finanziarie per sostenere la produzione. La Pianificazione delle risorse utilizza: Il profilo di risorse per ogni gruppo di prodotti; Il profilo di materiali per ogni gruppo di prodotti; 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 45 Resource Requirements Planning Il Profilo odi risorsa sa j rappresenta, per ogni gruppo di prodotti, il fabbisogno medio della risorsa j per la realizzazione di un unità di prodotto, ipotizzando un certo mix di produzione; include anche i tempi di processo richiesti per i componenti ed i sottoassiemi; tale calcolo deve essere ripetuto per ogni tipologia di risorsa produttiva. 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 46

24 Resource Requirements Planning Il Profilo di risorsa j Reparto assemblaggio Famiglia A mix Tempo Std J Prodotto 1 0,5 0,342 0,171 Prodotto 2 0,3 0,294 0,088 Prodotto 3 0,2 0,210 0, Totale 0,301 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 47 Resource Requirements Planning I Profili di risorse per le tre famiglie di prodotto Risorsa Ore Standard A B C 1 Assemblaggio finale 0,301 0,285 0,256 2 Cablaggio elettrico 0,274 0,222 0,241 3 Assemblaggio , , ,241 4 Lavorazione ai CNC 0,112 0,098 0,108 5 Altre 0,205 0,182 0,198 TOT 1,142 0,972 1,044 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 48

25 Resource Requirements Planning Capacità Richiesta Capacità Disponibile 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 49 Resource Requirements Planning Capacità richiesta ore s tan dard efficienza = ore effettive Risorse Efficienza 0,95 0,95 0,95 0,95 0,95 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 50

26 Famiglia A MESE TRIMESTRE O N D G F M III IV V VI VII VIII Tasso: unità/g Produzione Spedizione Inventario: Famiglia B Tasso: unità/g / /4 4 4/12 Produzione Spedizione Inventario: Famiglia C Tasso: unità/g /9 9 9/ /9 Produzione Spedizione Inventario: novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 51 Resource Requirements Planning Capacità necessaria a per il mese Ottobre Famiglie 234,69 Risorse A 216,72 197,28 180,00 80,64 147,60 B 68,40 53,28 44, ,68 C 40,96 38,56 38,56 17,28 31,68 TOT 326,08 289,12 262,96 121,44 222,96 EFFICIENZA 0,95 0,95 0,95 0,95 0,95 ORE EFF. 343,24 304,34 276,80 127,83 234,69 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 52

27 Resource Requirements Planning Capacità poduttvadspo produttiva disponibile velocità eff. produzione buona CPD = ore apertura *(% indisp)* * velocità teorica produzione totale 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 53 Pianificazione di lungo termine La Pianificazione dei Fabbisogni di Risorse Finanziarie Ore Ore Costo Costo Costi Totale Famiglie Std. Eff. lavoro materiali amministrativi A 1,142 1,202 24,04 7,96 8,00 40,00 B 0,972 1,023 20,46 5,54 7,00 33,00 C , ,099 21, , ,00 35,00 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 54

28 Pianificazione di lungo termine Integrazione dei vari piani Ovviamente deve esserci coerenza tra business plan, piano vendite e piano di produzione La valutazione dei costi del venduto e di tutte le altre spese accessorie attraverso i corrispondenti ricavi permette di calcolare i profitti dell azienda Valutazione del ROI e ROA 2 novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 55 Famiglia A MESE TRIMESTRE Prezzo 45 O N D G F M III IV V VI VII VIII Tasso: unità/g Produzione Spedizione Scorte: Costi venduto Ricavi Profitto Valore scorte: novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 56

29 Famiglia B MESE TRIMESTRE Prezzo 38 O N D G F M III IV V VI VII VIII Tasso: unità/g / /4 4 4/12 Produzione Spedizione Scorte: Costi venduto Ricavi Profitto Valore scorte: 8, novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 57 Famiglia C MESE TRIMESTRE Prezzo 40 O N D G F M III IV V VI VII VIII Tasso: unità/g /9 9 9/ /9 Produzione Spedizione Scorte: Costi venduto Ricavi Profitto Valore scorte: 1, novembre 2010 Ph.D. Ing. Mosè Gallo 58

Introduzionee principali classificazioni

Introduzionee principali classificazioni Introduzionee principali classificazioni Roberto Pinto Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell Informazione e della Produzione (DIGIP) Università di Bergamo Di cosa parliamo in questo corso? Il termine

Dettagli

Pianificazione e controllo delle risorse

Pianificazione e controllo delle risorse Pianificazione e controllo delle risorse Pianificazione e controllo delle risorse Gestione dell allocazione delle risorse in modo che i processi dell azienda siano efficienti e riflettano la domanda di

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Università LUMSA - A.A. 2013-2014 Prof.ssa Laura Michelini

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Università LUMSA - A.A. 2013-2014 Prof.ssa Laura Michelini ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Università LUMSA - A.A. 2013-2014 Prof.ssa Laura Michelini Università LUMSA - A.A. 2013-2014 Contenuti: - Capitolo 14 Una definizione La funzione di produzione riguarda

Dettagli

Capitolo XIV. La gestione della produzione

Capitolo XIV. La gestione della produzione Capitolo XIV La gestione della produzione La funzione di produzione Approvvigionamenti La funzione di produzione riguarda il processo di trasformazione dei beni, ossia l insieme l di operazioni mediante

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

LA LOGISTICA INTEGRATA

LA LOGISTICA INTEGRATA dell Università degli Studi di Parma LA LOGISTICA INTEGRATA Obiettivo: rispondere ad alcuni interrogativi di fondo Come si è sviluppata la logistica in questi ultimi anni? Quali ulteriori sviluppi sono

Dettagli

La Gestione della Produzione

La Gestione della Produzione La Gestione della Produzione E il processo decisionale attraverso il quale sono organizzate le risorse produttive al fine di conseguire determinati obiettivi. Si estrinseca temporalmente attraverso tre

Dettagli

Le prestazioni della Supply Chain

Le prestazioni della Supply Chain Le prestazioni della Supply Chain L ottenimento dell adattamento strategico e la sua portata Le prestazioni della Supply Chain 1 Linea guida Le strategie Competitiva e della supply chain L ottenimento

Dettagli

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo quindici Produzione globale, outsourcing e logistica Caso di apertura 15-3 Quando ha introdotto la console video-ludica X-Box, Microsoft dovette decidere se produrre

Dettagli

Ottava Edizione. La Programmazione e Controllo della Produzione Prof. Sergio Cavalieri

Ottava Edizione. La Programmazione e Controllo della Produzione Prof. Sergio Cavalieri Ottava Edizione La e Controllo della Produzione Prof. Sergio Cavalieri e Controllo di Produzione : compiti 2 Rendere disponibili le informazioni necessarie per: Gestire in modo efficiente ed efficace il

Dettagli

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA (CAP. 9) 1. Illustra le principali tipologie dei processi produttivi. Sulla base della diversa natura tecnologica del ciclo di produzione, i processi produttivi si distinguono

Dettagli

EasyMACHINERY ERPGestionaleCRM. partner

EasyMACHINERY ERPGestionaleCRM. partner ERPGestionaleCRM partner La soluzione software per le aziende di produzione di macchine Abbiamo trovato un software e un partner che conoscono e integrano le particolarità del nostro settore. Questo ci

Dettagli

Tipologie di Sistemi di Produzione manifatturiera 11

Tipologie di Sistemi di Produzione manifatturiera 11 Schema generale di flusso logistico SVILUPPO PRODOTTO ACQUISTO MAGAZZINO PROGETTI PROGETTAZIONE APPROVVIGIONAMENTO MAGAZZINO MATERIE PRIME FABBRICAZIONE CLIENTE FINALE MAGAZZINO COMPONENTI ASSEMBLAGGIO

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Opportunità per le PMI per ottimizzare la gestione della filiera logistico

Dettagli

Obiettivi conoscitivi

Obiettivi conoscitivi Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Strumenti avanzati di management accounting. Profili internazionali. Anno Accademico

Dettagli

SISTEMI DI PRODUZIONE

SISTEMI DI PRODUZIONE SISTEMI DI PRODUZIONE 1/49 Tipologia di sistemi produttivi Volume Sistema rigido Sistema flessibile Varietà parti 2/49 Modelli di Sistemi di produzione Sono basati sulla ripetitività delle operazioni di

Dettagli

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Economia e Organizzazione Aziendale Modulo 3 - La strategia aziendale Unità didattica 1 - Strategia: contenuti, oggetti, finalità Antonio Dallara Caratteristiche

Dettagli

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Corsi internazionali, corsi in house, master e convegni: la qualità dell insegnamento è sempre garantita da docenti selezionati,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

Prof. Ferdinando Azzariti

Prof. Ferdinando Azzariti Materiali di Economia e Organizzazione Aziendale, Università di Udine A.A. 2011-12 Prof. Ferdinando Azzariti www.ferdinandoazzariti.com 1 La gestione della produzione La programmazione e il controllo della

Dettagli

Il piano principale di produzione

Il piano principale di produzione Il piano principale di produzione Piano principale di produzione 1 Piano principale di produzione (Master Production Schedule) MPS pianifica le consegne di prodotto finito in termini di quantità e di data

Dettagli

Economia e gestione delle imprese - 05

Economia e gestione delle imprese - 05 Economia e gestione delle imprese - 05 Prima parte: la gestione delle operation Seconda parte: la gestione dei rischi e la protezione delle risorse aziendali Sommario: La gestione delle operation 1. Le

Dettagli

PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE OBIETTIVI DELLA PIANIFICAZIONE E CONTROLLO: q PROGRAMMARE LA PRODUZIONE OTTIMIZZARE L UTILIZZO DELLA CAPACITA PRODUTTIVA

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Il sistema logistico integrato

Il sistema logistico integrato Il sistema logistico integrato Che cos è la logistica? Il concetto di logistica è spesso poco chiaro Per logistica, spesso, s intendono soltanto le attività di distribuzione fisica dei prodotti (trasporto

Dettagli

Delocalizzazione produttiva e sistemi di supply chain management. Claudio Sella Area Produzione e Tecnologia 21 maggio 2004

Delocalizzazione produttiva e sistemi di supply chain management. Claudio Sella Area Produzione e Tecnologia 21 maggio 2004 Delocalizzazione produttiva e sistemi di supply chain management Claudio Sella Area Produzione e Tecnologia 21 maggio 2004 Punti da discutere La delocalizzazione produttiva come elemento della strategia

Dettagli

Ottava Edizione. Programmazione Aggregata e MPS Prof. Sergio Cavalieri

Ottava Edizione. Programmazione Aggregata e MPS Prof. Sergio Cavalieri Ottava Edizione Programmazione Aggregata e MPS Prof. Sergio Cavalieri Le fasi del processo di PPC 2 Pianificazione di lungo termine Pianificazione aggregata Elaborazione del piano principale di produzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Facoltà di Economia

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Facoltà di Economia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Facoltà di Economia Programmazione e controllo IL PROCESSO DI BUDGET prof. Pagina 1 di 58 IL PROCESSO DI BUDGET IN AZIENDA Pagina 2 di 58 IL PROCESSO DI FORMULAZIONE DEL

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

Automazione gestionale

Automazione gestionale ERP, MRP, SCM e CRM Automazione gestionale verticale editoria banche assicurazioni orizzontale contabilita (ordini fatture bolle) magazzino logistica (supply chain) Funzioni orizzontali (ERP) ordini vendita

Dettagli

MODULO DI MARKETING. Università di Ferrara

MODULO DI MARKETING. Università di Ferrara MODULO DI MARKETING Università di Ferrara 1 Lezione 2 DALLA STRATEGIA AL BUSINESS PLAN Università di Ferrara 2 Sommario Comprendere il ruolo e la funzione del BP Analizzare la struttura-tipo di un BP Analizzare

Dettagli

Strategie Funzionali di Manufacturing

Strategie Funzionali di Manufacturing Strategie Funzionali di Manufacturing Metodologie Best Practices Processi Produttivi Le tre classificazioni 1 Strategie per il Manufacturing La strategie di manufacturing sono il collegamento tra strategia

Dettagli

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991

Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Cybertec: High Performance Supply Chain dal 1991 Fornisce soluzioni per una Supply Chain ad alte prestazioni e per un'efficace pianificazione della produzione Sede principale a Trieste. Filiali a Milano,

Dettagli

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM CIM = Computer Integrated Manufacturing Fabbrica completamente automatizzata fabbrica ottimizzata Obiettivi di una strategia CIM incremento della qualità del prodotto

Dettagli

Piano Industriale. Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti. Guida Operativa

Piano Industriale. Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti. Guida Operativa Piano Industriale Logiche di costruzione e strutturazione dei contenuti Guida Operativa Indice 1. Premessa 2. Le componenti del Piano Industriale 3. La strategia realizzata 4. Le intenzioni strategiche

Dettagli

Le Aziende di produzione non sono tutte uguali. Axioma ha prodotti e persone adatti a te.

Le Aziende di produzione non sono tutte uguali. Axioma ha prodotti e persone adatti a te. www.axioma.it Le Aziende di produzione non sono tutte uguali. Axioma ha prodotti e persone adatti a te. www.softwareproduzione.it Come lavora la tua azienda? Quale modello produttivo usa? Processo continuo

Dettagli

La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean :

La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean : Consulenza di Direzione Management Consulting Formazione Manageriale HR & Training Esperienza e Innovazione La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean : un passo chiave nel percorso

Dettagli

PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN A.S. 2014/15 Innovazione e ciclo di vita di un prodotto La progettazione di un prodotto e di conseguenza il suo processo produttivo dipende dalla

Dettagli

Logistica industriale e gestione degli approvvigionamenti

Logistica industriale e gestione degli approvvigionamenti Logistica industriale e gestione degli approvvigionamenti ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE CAP. 16 Una definizione La logistica è il sistema di connessione tra l approvvigionamento dei materiali, la trasformazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il programma si propone di fornire alle aziende indicazioni che possano essere di supporto al miglioramento delle prestazioni del loro processo

Dettagli

ciclo non obbligato tanti input/output prodotti differenziati (ad es tanti fornitori, + complessità)

ciclo non obbligato tanti input/output prodotti differenziati (ad es tanti fornitori, + complessità) Impianti di processo Definizione: MP PF tramite trasformazioni fisico/chimiche Caratteristiche: automazione investimenti elevati ( ciclo continuo) ciclo tecnologico obbligato rischio di impatti ambientali

Dettagli

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI 5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI Master Budget: insieme coordinato e coerente dei budget operativi, finanziari e degli investimenti è rappresentato

Dettagli

L inquadramento teorico

L inquadramento teorico I preventivi economicofinanziari L inquadramento teorico Università di Pisa Le previsioni economiche: i ricavi di vendita Solitamente la prima variabile ad essere stimata corrisponde ai ricavi di vendita

Dettagli

La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico

La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico La gestione delle scorte tramite il punto di riordino ed il lotto economico 1. Introduzione Le Scorte sono costituite in prevalenza da materie prime, da accessori/componenti, da materiali di consumo. Rappresentano

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli

LOGISTICA INDUSTRIALE L Prof. Ing. Cesare Saccani Dott. Ing. Augusto Bianchini

LOGISTICA INDUSTRIALE L Prof. Ing. Cesare Saccani Dott. Ing. Augusto Bianchini Corso di LOGISTICA INDUSTRIALE L Prof. Ing. Cesare Saccani Dott. Ing. Augusto Bianchini PRESENTAZIONE CORSO DIEM Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna AGENDA Conoscenze e abilità da conseguire

Dettagli

Logi.C.A. Consulting 1

Logi.C.A. Consulting 1 La Logistica La logistica, nell ambito del processo di gestione della supply chain : Pianifica Implementa Controlla l efficiente ed efficace flusso e immagazzinamento dei beni commerciali, l efficiente

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

King Produzione. Gestione. produzione

King Produzione. Gestione. produzione King Produzione Gestione flessibile della produzione Gestione flessibile della produzione... 3 CARATTERISTICHE GENERALI... 4 IL LANCIO DI PRODUZIONE... 6 IL LANCIO PRODUZIONE CON MRP... 7 PRODUZIONE BASE...

Dettagli

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production)

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production) Sistemi produttivi Just In Time Just-In-Time Systems (Lean Production) 1 Origini del JIT e della Produzione Snella Introdotto da Toyota Adottato da altre aziende giapponesi Introdotto successivamente nelle

Dettagli

Dispensa Definizione di Sistema Produttivo

Dispensa Definizione di Sistema Produttivo Dispensa Definizione di Sistema Produttivo 1) Introduzione ai Sistemi Produttivi 1.1 Definizione di Sistema Produttivo In questa prima sezione si vuole dare una visione generale del sistema produttivo,

Dettagli

Sistemi di Produzione di beni e servizi

Sistemi di Produzione di beni e servizi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE Sistemi di Produzione di beni e servizi Obiettivi e argomenti del corso napoli, 8 marzo 2006

Dettagli

MOTIS MOTIS. Sistema integrato per la pianificazione, il controllo e la gestione della produzione

MOTIS MOTIS. Sistema integrato per la pianificazione, il controllo e la gestione della produzione MOTIS MOTIS Sistema integrato per la pianificazione, il controllo e la gestione della produzione MOTIS COMMERCIALE AMMINISTRAZIONE PERSONALE - ACQUISTI PROGETTAZIONE DIREZIONE MAGAZZINO MATERIA PRIMA INGRESSO

Dettagli

GESTIONE DELL INFORMAZIONE AZIENDALE GRUPPO A prova scritta del 20 maggio 2004

GESTIONE DELL INFORMAZIONE AZIENDALE GRUPPO A prova scritta del 20 maggio 2004 GESTIONE DELL INFORMAZIONE AZIENDALE GRUPPO A prova scritta del 20 maggio 2004 Rispondere alle seguenti domande marcando a penna la lettera corrispondente alla risposta ritenuta corretta (una sola tra

Dettagli

Corso di Automazione Industriale 1. Capitolo 1

Corso di Automazione Industriale 1. Capitolo 1 Simona Sacone - DIST Corso di Automazione Industriale 1 Capitolo 1 Livelli decisionali nei processi produttivi Simona Sacone - DIST 2 Introduzione Marketing Livello strategico Design Ufficio commerciale

Dettagli

Belowthebiz idee in rete

Belowthebiz idee in rete Le 5 forze di Porter Nella formulazione di una strategia un passo fondamentale è la definizione e lo studio delle principali caratteristiche del settore in cui si opera. Lo schema di riferimento più utilizzato

Dettagli

Schumacher Precision Tools GmbH

Schumacher Precision Tools GmbH Image-Broschure Tecnologia della Filettatura Schumacher Precision Tools GmbH Prodotti Applicazioni Servizi L impresa Utensili di precisione dal 1918 Schumacher produce utensili di alta qualità e precisione

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Facoltà di Ingegneria Corso di Marketing Industriale Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Pianificazione e sviluppo di un nuovo

Dettagli

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10

2.1 La logistica integrata ed il sistema CIM 10 Indice Prefazione alla 2 edizione Prefazione alla 1 edizione CAPITOLO 1 - GENERALITÀ 1.1 Definizione della funzione logistica 2 1.1.1 Integrazione ed automazione logistica 2 1.1.2 Flessibilità come risposta

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

GESTIONE DELLA PRODUZIONE LEAN PRODUCTION E JIT

GESTIONE DELLA PRODUZIONE LEAN PRODUCTION E JIT GESTIONE DELLA PRODUZIONE LEAN PRODUCTION E JIT Corso di TECNOLOGIA, INNOVAZIONE, QUALITÀ Prof. Alessandro Ruggieri Prof. Enrico Mosconi A.A. 2012-2013 Oggetto della lezione Gestione della produzione Lean

Dettagli

Modello Di Schedulazione Con Capacità Finita

Modello Di Schedulazione Con Capacità Finita Modello Di Schedulazione Con Capacità Finita Capacità Finita Applicata Alla Schedulazione Degli Ordini Pianif Descrizione Modello E un tool che: Integra la funzione delle vendite con quella logistico-produttiva

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

Analisi della catena logistica. Analisi della catena logistica 1

Analisi della catena logistica. Analisi della catena logistica 1 Analisi della catena logistica Analisi della catena logistica 1 La visione tradizionale della logistica nel settore manifatturiero Utile 4% Costi della Logistica 21% Utile Costi logistici Costi del Marketing

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto. La disponibilità del prodotto 1

La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto. La disponibilità del prodotto 1 La scelta del livello ottimo della disponibilità del prodotto La disponibilità del prodotto 1 Linea guida Importanza della disponibilità del prodotto Fattori influenzanti il livello ottimo della disponibilità

Dettagli

La funzione di produzione LA FUNZIONE DI PRODUZIONE

La funzione di produzione LA FUNZIONE DI PRODUZIONE La funzione di produzione Prof. Arturo Capasso LA FUNZIONE DI PRODUZIONE La funzione di produzione si occupa della trasformazione fisica dei prodotti e delle attività accessorie necessarie per rendere

Dettagli

CASI ED ESERCIZI DI CONTABILITA ANALITICA

CASI ED ESERCIZI DI CONTABILITA ANALITICA CASI ED ESERCIZI DI CONTABILITA ANALITICA Esercizio 1: variabilità dei costi In base alle seguenti informazioni relative ai costi dell uso aziendale di un autoveicolo: costi fissi: assicurazione 1.200

Dettagli

Le funzioni di gestione dell impresa: la gestione della produzione e la logistica industriale

Le funzioni di gestione dell impresa: la gestione della produzione e la logistica industriale Le funzioni di gestione dell impresa: la gestione della produzione e la logistica industriale dott. Matteo Rossi La funzione produzione La produzione assume caratteristiche differenti da impresa a impresa,

Dettagli

9. Strategia delle Operazioni

9. Strategia delle Operazioni 9. Strategia delle Operazioni LIUC - Facoltà di Economia Aziendale Corso di gestione della produzione e della logistica Anno accademico 2009-2010 Prof. Claudio Sella OBJECTIVES Concetto di strategia delle

Dettagli

Ottimizzazione della disponibilità delle risorse in produzione gli effetti di una gestione efficiente della schedulazione

Ottimizzazione della disponibilità delle risorse in produzione gli effetti di una gestione efficiente della schedulazione Ottimizzazione della disponibilità delle risorse in produzione gli effetti di una gestione efficiente della schedulazione Relatore : Dario Capellini Contatti: dario.capellini@capellinitechnology.com -

Dettagli

La Gestione della Produzione

La Gestione della Produzione La Gestione della Produzione Gestione dei sistemi industriali Consiste nel: - predisporre i mezzi ed assumere le decisioni necessarie a realizzare gli obiettivi strategici aziendali - operare scelte tra

Dettagli

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda Fa quadrato attorno alla tua azienda Professional Perché scegliere Cosa permette di fare la businessintelligence: Conoscere meglio i dati aziendali, Individuare velocemente inefficienze o punti di massima

Dettagli

Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria di Milano. Introduzione ai sistemi produttivi Caratteristiche, pregi e difetti delle varie soluzioni

Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria di Milano. Introduzione ai sistemi produttivi Caratteristiche, pregi e difetti delle varie soluzioni olitecnico di ilano IV Facoltà di Ingegneria di ilano FEAII Impianti Industriali Introduzione ai sistemi produttivi Caratteristiche, pregi e difetti delle varie soluzioni Caratteristiche e prestazioni

Dettagli

LA PALESTRA. 3. Le scelte di make or buy si basano esclusivamente sulla convenienza economica fra le due alternative: a) Vero; b) Falso.

LA PALESTRA. 3. Le scelte di make or buy si basano esclusivamente sulla convenienza economica fra le due alternative: a) Vero; b) Falso. DOMANDE CHIUSE CORSO DI ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (SECONDA PARTE) LA PALESTRA 1. L attività di pianificazione, gestione e controllo dei flussi fisici dei materiali (m.p., semilavorati, e prodotti

Dettagli

APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE

APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE APPROFONDIMENTO ORGANIZZAZIONE Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento La gestione delle scorte ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA La gestione

Dettagli

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine

AGENDA. Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda. A. F. De Toni, Università di Udine Modelli di gestione del supply network per fronteggiare la variabilità della domanda A. F. De Toni, Università di Udine AGENDA > Introduzione: i supply network > Effetti della variabilità della domanda

Dettagli

L ACTIVITY BASED COSTING

L ACTIVITY BASED COSTING ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI I e I + II ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI L ACTIVITY BASED COSTING Queste sono le novità rispetto ai sistemi tradizionali: * Costo pieno * Attività * Cost driver 3 Activity

Dettagli

Corso di Analisi e Contabilità dei Costi

Corso di Analisi e Contabilità dei Costi Corso di Analisi e Contabilità dei Costi 4_Il calcolo del costo di prodotto e la contabilità per centri di costo Il costo unitario di prodotto Conoscere il COSTO UNITARIO DI PRODOTTO è importante per:

Dettagli

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan

Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it. Il Business Plan Dott. Giorgia Rosso Casanova g.rossoc@ec.unipi.it Il Business Plan Che cos è il business plan Documento di pianificazione e comunicazione che analizza e descrive l idea imprenditoriale e ne consente una

Dettagli

Storia Gruppo Ferplast Ferplast Spa Ferplast Ukraine L.L.C. Ferplast Slovakia s.r.o Canali di vendita Ferplast Guide Lines Targets Ferplast Filosofia

Storia Gruppo Ferplast Ferplast Spa Ferplast Ukraine L.L.C. Ferplast Slovakia s.r.o Canali di vendita Ferplast Guide Lines Targets Ferplast Filosofia Storia Gruppo Ferplast Ferplast Spa Ferplast Ukraine L.L.C. Ferplast Slovakia s.r.o Canali di vendita Ferplast Guide Lines Targets Ferplast Filosofia Ferplast 1966 Nasce la Ferplast 1974 Trasferimento

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

La pianificazione e la programmazione aziendale. Il budget quale sistema di programmazione dell attività aziendale.

La pianificazione e la programmazione aziendale. Il budget quale sistema di programmazione dell attività aziendale. Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB La pianificazione e la programmazione aziendale. Il budget quale sistema di programmazione

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

Il reporting per la misurazione delle performance aziendali

Il reporting per la misurazione delle performance aziendali Programmazione e controllo Capitolo 12 Il reporting per la misurazione delle performance aziendali a cura di A. Pistoni e L. Songini 1. Obiettivi di apprendimento 1. Apprendere i criteri di progettazione

Dettagli

Tecniche di programmazione, lancio e controllo della produzione

Tecniche di programmazione, lancio e controllo della produzione Tecniche di programmazione, lancio e controllo della produzione 1 PIANIFICAZIONE DI LUNGO PERIODO DELLA PRODUZIONE CAP.1 :Terminologia 2 TERMINOLOGIA Efficacia Efficacia : Risultato fornito Risultato previsto

Dettagli

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda

Si Fides R7. Il top della tecnologia. Su misura per la tua azienda. Una metodologia consolidata. Un ERP completo per gestire tutta la tua azienda Si Fides R7 Si Fides è un extended ERP realizzato interamente da Sinfo One. Si Fides nasce dalla conoscenza e dal monitoraggio dei processi dei nostri clienti e con i quali interagiamo in maniera proattiva.

Dettagli

La logistica nella gestione d impresa

La logistica nella gestione d impresa La logistica nella gestione d impresa Introduzione alla logistica Definizioni e obiettivi Sistema logistico e suoi sottosistemi Costi logistici Livello di servizio Evoluzione della logistica Prof. Luigi

Dettagli

APPRENDIMENTO DI UN PROGRAMMA GESTIONALE DI CONTABILITA. Introduzione al corso. Il sistema informativo aziendale. Rimini, 2 marzo 2007

APPRENDIMENTO DI UN PROGRAMMA GESTIONALE DI CONTABILITA. Introduzione al corso. Il sistema informativo aziendale. Rimini, 2 marzo 2007 APPRENDIMENTO DI UN PROGRAMMA GESTIONALE DI CONTABILITA Introduzione al corso Il sistema informativo aziendale Rimini, 2 marzo 2007 Alessandro Spada Alessandro Capodaglio Presentazione del corso Preiscrizione

Dettagli

FEAII Impianti Industriali

FEAII Impianti Industriali Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria di Milano FEAII Impianti Industriali L impianto e l impresa industriale Contenuto Definizione di impianto La classificazione degli impianti di produzione

Dettagli

Studio di fattibilità e classificazione dei costi degli impianti industriali

Studio di fattibilità e classificazione dei costi degli impianti industriali Studio di fattibilità e classificazione dei costi degli impianti industriali Roberto Pinto Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell Informazione e della Produzione (DIGIP) Università di Bergamo Progettazione

Dettagli

La Catena del Valore. Un sistema di classificazione delle risorse e delle competenze. Attività di supporto. Margine.

La Catena del Valore. Un sistema di classificazione delle risorse e delle competenze. Attività di supporto. Margine. La Catena del Valore Un sistema di classificazione delle risorse e delle competenze Attività di supporto Infrastrutture, Finanza, Approvvigionamenti Ricerca e Sviluppo Gestione e sviluppo risorse umane

Dettagli

determinazione della quantità fisica di prodotti da realizzare nel periodo considerato BUDGET DI PRODUZIONE BUDGET della PRODUZIONE

determinazione della quantità fisica di prodotti da realizzare nel periodo considerato BUDGET DI PRODUZIONE BUDGET della PRODUZIONE Budget delle vendite L articolazione per Centri di Costo determinazione della quantità fisica di prodotti da realizzare nel periodo considerato 1 I criteri per individuare i centri di costo sono: Rilevanza

Dettagli

Pianificare la produzione "EngineeringTo Order" con logiche e strumenti role-basede visual: il caso Fabio PeriniSpa

Pianificare la produzione EngineeringTo Order con logiche e strumenti role-basede visual: il caso Fabio PeriniSpa Pianificare la produzione "EngineeringTo Order" con logiche e strumenti role-basede visual: il caso Fabio PeriniSpa Global Logistics& Supply Chain Summit 26 marzo 2015 Filippo Tonutti, Tecnest Riccardo

Dettagli

Report dei Risultati aggregati alla fine del I trimestre 2014 Girone 4

Report dei Risultati aggregati alla fine del I trimestre 2014 Girone 4 Report dei Risultati aggregati alla fine del I trimestre 2014 Girone 4 A conclusione del primo trimestre di attività si riportano i valori aggregati del mercato rispetto ad alcune variabili di Input (decisioni

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Economia e gestione delle imprese Le funzioni di gestione dell impresa: la gestione della produzione e la gestione finanziaria dott. Matteo Rossi Benevento, 21 gennaio 2008 La funzione produzione La produzione

Dettagli

queste ricordiamo: la direzione del personale; la direzione della ricerca e sviluppo; la direzione generale.

queste ricordiamo: la direzione del personale; la direzione della ricerca e sviluppo; la direzione generale. IL BUDGET DELLE STRUTTURE CENTRALI Le strutture centrali riguardano le funzioni aziendali non coinvolte direttamente nel processo produttivo - distributivo. Tra queste ricordiamo: la direzione del personale;

Dettagli