sommario INNOVAZIONE E RICERCA L ecografia intravascolare: che cos è e a cosa serve?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "sommario INNOVAZIONE E RICERCA L ecografia intravascolare: che cos è e a cosa serve?"

Transcript

1 Pubblicazione periodica trimestrale - Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L , n 46) art. 1, comma 2, DCB Milano N. 3 - Dicembre Autorizzazione del Tribunale di Milano n 107 del 19/02/1996 FONDAZIONE CENTRO CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA A. DE GASPERIS INNOVAZIONE E RICERCA L ecografia intravascolare: che cos è e a cosa serve? Sono le sette di sera quando il signor Giuseppe varca la porta dell emodinamica del De Gasperis: un episodio di forte dolore al torace, forse ancora più forte di quello avvertito qualche anno prima, quando era stato ricoverato in pronto soccorso per un angina instabile e subito dopo sottoposto ad un angioplastica. La coronarografia effettuata in emergenza, questa volta, rivela una temuta complicanza: una trombosi intrastent. In pratica, all interno dello stent che era stato posizionato mesi prima per curare la coronaria malata, si è formato un coagulo di sangue che ostruisce completamente la coronaria, causando un infarto acuto. Una nuova angioplastica viene effettuata, con una rapida riapertura del vaso occluso, ma ora che la vita del paziente è in salvo, occorre sapere perché lo stent si è improvvisamente occluso. Decidiamo quindi di effettuare un ecografia intravascolare: attraverso il catetere da angioplastica inseriamo nella coronaria una piccolissima sonda ecografica che permette di visualizzare con precisione le caratteristiche della parete dell arteria e il corretto posizionamento dello stent. In questo modo si comprende come lo stent sia in parte fratturato, deformandosi. Proprio questa frattura dello stent può essere stata la causa della trombosi. Procediamo quindi con sicurezza nel trattare questa complicanza impiantando un nuovo stent e dilatandolo con speciali palloncini gonfiati a pressioni molto elevate (fino a 30 atmosfere) per farlo aderire bene e omogeneamente alla parete dell arteria. Il signor Giuseppe esce poco più di un ora dopo il suo ingresso in sala: la coronaria è stata riaperta, la causa del problema identificata e per questo efficacemente eliminata. Anno 13 - N. 3 Dicembre 2008 Che cos è l ecografia intravascolare? L ecografia intravascolare (IntraVascular UltraSound - IVUS) è una metodica invasiva che si è sviluppata nel corso degli ultimi anni, acquisendo progressivamente sempre maggior rilievo nel campo della cardiologia interventistica. Come funziona? Si tratta di uno strumento ecografico, un apparecchio che emette ultrasuoni e trasforma in immagini gli echi generati dal loro incontro con le superfici dei differenti tessuti. L ecografia è un mezzo diagnostico utilizzato da decenni in molti ambiti della medicina; la sua applicazione allo studio delle coronarie si è sviluppata più recentemente, soprattutto grazie all evoluzione di tecnica e materiali, che hanno reso possibile una miniaturizzazione dei trasduttori tale da permetterne l uso all interno di arterie del diametro di pochi millimetri. > continua a pag. 2 sommario Innovazione e ricerca... pag 1 L ecografia intravascolare: che cos è e a cosa serve? Notizie in breve... pag 3 Le Regole d Oro per la lotta al rischio cardiovascolare Antiossidanti News dal De Gasperis... pag 4 42 Convegno di cardiologia 2008: presentazione e consegna Alessandro Pellegrini Award Il Cuore Giovane di Milano e I Mille Volti del Cuore Prevenzione giovani... pag 6 La colazione non si salta! Prevenzione... pag 6 L igiene orale nel cardiopatico Posta... pag 7 In farmacia... pag 8 Attenti alle truffe on-line! In famiglia... pag 8 Allarme soprappeso FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS 1

2 INNOVAZIONE E RICERCA L ECOGRAFIA INTRAVASCOLARE: CHE COS È E A COSA SERVE < continua da pag. 1 Come si effettua? L IVUS si effettua durante una procedura di coronarografia o di angioplastica coronarica. Attraverso il catetere che si usa per iniettare il mezzo di contrasto all interno delle coronarie, si può far passare la piccola sonda ecografica (del diametro di poco superiore a un millimetro), montata su un filo guida da angioplastica coronarica, che ne permette lo scorrimento all interno dell arteria. La sonda è collegata a un apparecchio ecografico che elabora le immagini e le trasmette su uno schermo. In questo modo l operatore, spostando la sonda all interno della coronaria, può visualizzare in diretta le immagini relative ai tratti di arteria da esaminare. Che informazioni da? L IVUS è utilizzato prevalentemente nella diagnosi della malattia coronarica. Esso permette di analizzare sia il lume sia le pareti dell arteria, identificandone eventuali anomalie. Le informazioni ottenute dall analisi IVUS sono sia di tipo qualitativo sia di tipo quantitativo. Informazioni qualitative sono, ad esempio, l analisi dell anatomia normale della parete della coronaria (è possibile identificare i diversi strati di tessuto che la costituiscono) oppure l analisi della composizione dei segmenti malati dell arteria (presenza di trombo, calcio, fibrosi o zone necrotiche), oppure ancora il riconoscimento di alterazioni come aneurismi o dissezioni. Da un punto di vista quantitativo, d altro canto, è possibile misurare diametro ed area del vaso, o spessore della parete, o ancora calcolare la percentuale di stenosi determinata da una placca. A sinistra: immagine di una placca non critica IVUS, a destra una placca non critica VH. Un campo di utilizzo molto interessante dell ecografia intravascolare è la valutazione della patologia correlata alla presenza di stent nella coronaria. Sebbene lo stent venga posizionato a fini terapeutici quando esiste un restringimento dell arteria, la sua presenza scatena una serie di reazioni che possono trasformarsi in patologie causate dallo stent stesso. Ad esempio la cicatrizzazione che normalmente avviene per inglobare lo stent nella parete dell arteria può essere eccessiva e determinare un nuovo restringimento all interno dello stent. Questa condizione è nota come ristenosi. In altri casi, invece, per varie cause, il sangue può coagulare all interno dello stent, causando la trombosi intrastent. A volte uno stent non ben posizionato, non ben espanso o non completamente a contatto con la parete della coronaria è la causa di queste complicanze e l IVUS, molto più precisamente dell angiografia, permette di identificare questi problemi, indirizzando la strategia terapeutica. Per questi motivi in cardiologia interventisitica l IVUS viene sempre più frequentemente utilizzato per guidare alcune procedure di angioplastica. In pratica le informazioni dell ecografia intravascolare sono utili prima del posizionamento dello stent per valutare l indicazione all angioplastica, il giusto punto dove posizionare lo stent e le dimensioni dello stent, e dopo l impianto, per confermare posizionamento, espansione, apposizione dello stent ed eliminare la presenza di complicanze acute legate alla procedura di angioplastica come dissezioni della coronaria. Quando si usa? Per quanto le informazioni fornite dall IVUS siano molte e molto importanti, esso non viene sistematicamente utilizzato in tutte le procedure di cardiologia interventistica. Esistono infatti fattori diversi che ne limitano l utilizzo: da una parte ragioni economiche legate al costo della sonda monouso, dall altra ragioni tecniche determinate dal fatto che non tutte le lesioni sono facilmente analizzabili con l IVUS, che in alcune arterie non è semplice o è addirittura impossibile avanzare la sonda, che i tempi procedurali si allungano e che esistono complicanze, seppur molto rare, come dissezioni o spasmo coronarici causate direttamente dal passaggio della sonda. È quindi il cardiologo interventista che decide quando e come utilizzare l IVUS nella sua pratica quotidiana. Attualmente le indicazioni più frequenti all uso dell IVUS sono la valutazione di lesioni che risultano dubbie all angiografia, la valutazione del corretto impianto dello stent in lesioni particolarmente complicate (lesioni calcifiche, lunghe, lesioni di biforcazione), e in casi di trombosi intrastent. Un altro campo in cui l IVUS possiede senza dubbio un grande rilievo è la ricerca. La possibilità di valutare anatomia e composizione della parete dell arteria è sfruttata, ad esempio, nell analisi degli effetti che alcuni farmaci possono avere sull aterosclerosi, così come nel valutare, a distanza di tempo, i risultati ottenuti dopo il posizionamento di stent nelle coronarie. Che rapporto ha con l angiografia? L IVUS è una metodica complementare all angiografia coronarica. Nella maggior parte dei casi le informazioni ottenute dalla coronarografia sono più che esaustive per fare diagnosi e per valutare risultati dell angioplastica. Tuttavia, quando l angiografia lascia qualche dubbio, l apporto dell IVUS diventa determinante. È utile sottolineare, per ben comprendere l importanza dell IVUS in queste circostanze, che l angiografia permette solo la visualizzazione del lume dell arteria, mentre l ecografia intravascolare ne valuta anche le pareti. 2 FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS

3 Quali sono le sue possibili applicazioni future? Trasduttori sempre più piccoli ed efficaci sono in via di sviluppo, permettendo di ottenere immagini sempre più precise e a risoluzione migliore. È verosimile che metodiche di imaging complementari all angiografia tradizionale, come l IVUS appunto, vengano utilizzate con sempre maggior frequenza nella pratica clinica quotidiana. La possibilità inoltre, di avere l apparecchiatura IVUS direttamente integrata nella sala angiografica, ne implementa l utilizzo, riducendo i tempi tecnici necessari alla messa in opera dell apparecchiatura ecografica intravascolare. Che cos è l istologia virtuale? Recentemente, attraverso l utilizzo di sonde e programmi dedicati, è stato possibile identificare con precisione e con una visualizzazione adeguata le diverse componenti della placca aterosclerotica. Ciò avviene grazie a una particolare funzione, caratteristica di un modello specifico di ecografo intravascolare, che si chiama istologia virtuale (Virtual Histology - VH). Si tratta di una metodica di imaging ottenuta attraverso l elaborazione delle immagini IVUS (che sono classicamente in bianco e nero, o meglio in scala di grigi) che identifica i diversi tessuti con diversi colori. Così è possibile identificare nelle placche di aterosclerosi le zone calcifiche (bianche) da quelle fibrose (verdi), fibro-lipidiche (gialle) o necrotiche (rosse). Dato che la composizione della placca ne determina l instabilità o la stabilità, e cioè la possibilità o meno che una placca ha di provocare infarti o sindromi coronariche acute, quest applicazione, già validata e attualmente oggetto di protocolli di ricerca, potrebbe rivestire un ruolo importante nella gestione del paziente coronaropatico. Come usiamo IVUS e VH al De Gasperis? Nel servizio di emodinamica del Dipartimento De Gasperis, all Ospedale Niguarda, utilizziamo un apparecchiatura IVUS di ultima generazione, che possiede anche l applicazione VH. Nella nostra pratica l uso dell IVUS sta diventando sempre più frequente, anche grazie alla facilità di esecuzione della procedura e di elaborazione delle informazioni da essa ottenute. Questo ci permette, quotidianamente, di indirizzare con precisione la diagnosi, di valutare i risultati delle angioplastiche con maggior sicurezza ed, eventualmente, di ottimizzarli. Analisi IVUS e VH sono attualmente utilizzate anche in alcuni protocolli di ricerca condotti nel nostro laboratorio. In conclusione l ecografia intravascolare risulta essere un mezzo molto utile per orientare il trattamento del paziente coronaropatico e per valutare i risultati delle procedure interventistiche coronariche. Il suo utilizzo nella pratica clinica è destinato ad aumentare, così come nel campo della ricerca. Particolari funzioni, come l istologia virtuale, sono un esempio della continua evoluzione dell IVUS e delle sue future applicazioni. Su queste basi risulta chiaro quanto il cardiologo interventista possa giovarsi dell aiuto dell IVUS, ma senza dubbio esiste qualcuno che, dall IVUS, può trarre ancor maggior utilità: il paziente coronaropatico. Dott. Jacopo Oreglia Cardio1 Emodinamica Dipartimento Cardiologico A. De Gasperis NEWS NOTIZIE IN BREVE LE REGOLE D ORO PER LA LOTTA AL RISCHIO CARDIOVASCOLARE Alcuni preziosi consigli elaborati dalla Società europea dell ipertensione in collaborazione con la Società internazionale dell ipertensione: 1. controllo della pressione arteriosa, che non deve superare 140/90 negli anziani e 130/85 nei più giovani; 2. non fumare; 3. riduzione significativa del peso per obesi o persone in soprappeso; 4. limitare il consumo di alcool a non più di due bicchieri al giorno; 5. ridurre il consumo di sale; 6. controllare la glicemia, che non deve superare i 110 mg/dl; 7. controllare il colesterolo totale che deve essere inferiore a 190/200 mg/dl; 8. mangiare più frutta e verdura e meno grassi; 9. fare regolarmente moto, con almeno 20 minuti di passeggiata al giorno o 40 minuti di nuoto o corsa per 3 volte alla settimana. ANTIOSSIDANTI Non tutti gli antiossidanti hanno gli stessi effetti benefici sulla salute, anche se sono presenti in molti alimenti. Solo i flavonoidi contenuti nella cioccolata, nella soia e nel tè verde hanno effetti positivi sulla pressione del sangue e sul sistema cardiovascolare, lo ha dimostrato un analisi condotta da ricercatori americani, inglesi e australiani su 133 studi clinici che hanno preso in esame diversi tipi di flavonoidi. È risultato che queste sostanze se provengono dalla cioccolata aiutano a ridurre la pressione del sangue e ad aumentarne il flusso, quelle della soia riducono la pressione sanguigna e il colesterolo cattivo e quelle del tè riducono solo il colesterolo cattivo. Patrizia Valentina Arcuri FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS 1 3

4 NEWS DAL DE GASPERIS Cari Amici del De Gasperis, quest anno di iniziative per ricordare il 40 anniversario della Fondazione sta trascorrendo intensamente. Attraverso l impegno organizzativo e l interazione con lo staff sanitario ed infermieristico, si è cercato di ottenere il massimo alla ricerca di risultati per la soddisfazione comune. Il sito è uno strumento sempre più utile, non solo per i cittadini alla ricerca di informazioni ma anche per i medici che, dall anno scorso, possono trovare le presentazioni del Corso De Gasperis online: un corso di cultura medica unico nel suo genere che quest anno ha ricordato Alessandro Pellegrini attraverso le parole di Fausto Rovelli ed il Premio Alessandro Pellegrini Award. Un mio personale grazie vorrei dedicarlo allo staff operativo della Fondazione: Rossana Missieri che, oltre al normale lavoro di segreteria svolto con puntualità e precisione, quest anno si è dedicata ad un progetto con riscontri positivi, le bomboniere solidali; Lorenza Ghetti, che aveva già fatto un ottimo lavoro nel 2005, da marzo di quest anno ha supportato le iniziative de Il Cuore di Milano. Dal 1 ottobre 2008 la Dottoressa Ghetti è il nuovo Segretario Generale della Fondazione Angelo De Gasperis e non ho dubbi che farà un ottimo lavoro. Sabrina seguirà un altra strada e nel cuore si porterà sempre una parte di De Gasperis: quello di voi sostenitori, dei tanti amici e della scuola dei vecchi maestri. Sabrina Sperotto Ringraziamo veramente di cuore tutti coloro che ci hanno sostenuto quest anno. Grazie anche al loro aiuto abbiamo intrapreso un percorso importante di iniziative e progetti che ci accompagneranno anche nel A tutti un caro augurio per le prossime festività. La Fondazione A. De Gasperis e il Dipartimento Cardiologico A. De Gasperis Porgiamo il benvenuto a Lorenza Ghetti che dal 1 ottobre è il nuovo Segretario Generale della Fondazione Angelo De Gasperis di Niguarda. Parlando con lei si comprende quanto questo lavoro le calzi a pennello: riservata, determinata, altamente motivata e impegnata, ha abbracciato la mission della Fondazione De Gasperis coinvolgendo tutta sé stessa e trascinando col suo entusiasmo donatori e pubblico nel comune intento di promuovere la causa. Alta, colori chiari, atteggiamento rassicurante, armonioso ed equilibrato, così questa giovane donna si è conquistata da subito la simpatia di tutto lo staff. Laureata in Scienze Politiche con indirizzo Sociologia del Lavoro e dell Organizzazione, dal 2005 lavora per la Fondazione De Gasperis per la quale ha seguito diversi progetti, come le lezioni nelle scuole e la Salute in Piazza, rivelando subito grandi capacità e fantasia, intelligenza brillante e molta attitudine per le attività non profit. Ho conosciuto la Fondazione De Gasperis grazie allo stage propostomi al termine del Master in Media Relations della Business School del Sole 24 Ore, frequentato nel 2005, e che mi ha dato la possibilità di acquisire le competenze necessarie per un efficace utilizzo degli strumenti di comunicazione. Lavorare in questo settore mi è sempre piaciuto moltissimo, in questi anni ho compreso da vicino quanto sia ammirevole il lavoro portato avanti da medici e infermieri che, fra i mille sacrifici e le difficoltà che si presentano quotidianamente, svolgono questo lavoro con doti di elevata professionalità e umanità. Ho accettato questo nuovo incarico con molto entusiasmo perché è bello poter essere di aiuto agli altri, soprattutto diffondere messaggi importanti che contribuiscono a curare e salvare molte vite, vedere la gratitudine dei pazienti e dei sostenitori che da anni ci aiutano a realizzare tanti piccoli e grandi progetti. Con dicembre, si conclude l anno delle celebrazioni del 40 anniversario della Fondazione e per festeggiare anche il Natale stiamo organizzando il nostro primo Mercatino Solidale che si terrà il 3 e il 4 dicembre nello spazio CRAL all interno dell ospedale e il 14 dicembre si terrà il consueto concerto di Natale nella Parrocchia di San Michele Arcangelo in Zona Precotto. Vorrei ringraziare il Presidente Cav.Lav.Dr. Benito Benedini e il Consiglio di Amministrazione della Fondazione che mi stanno dando fiducia: sarà di maggior stimolo sia per impegnarmi a fondo che per sviluppare nuovi progetti a beneficio dei nostri sostenitori. Ringrazio anche Rossana Missieri che lavora con me, con la quale ho instaurato oltre che un ottimo rapporto professionale anche uno splendido rapporto umano. Complimenti a Lorenza per la passione e la professionalità con le quali sta affrontando questo nuovo ruolo, due ingredienti indispensabili per la buona riuscita in ogni attività. Patrizia Valentina Arcuri 4 FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS

5 42 CONVEGNO DI CARDIOLOGIA 2008 PRESENTAZIONE E CONSEGNA ALESSANDRO PELLEGRINI AWARD La 42 Edizione del Convegno di Cardiologia del Dipartimento Cardiologico A. De Gasperis, che si è tenuta quest anno dal 15 al 19 settembre al Nuovo Polo Fieristico di Rho, è stata aperta con la presentazione e consegna da parte del Governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni, del Premio Alessandro Pellegrini Award. Questo prestigioso riconoscimento, è stato istituito dalla Fondazione De Gasperis e dalla Società Italiana di Chirurgia Cardiaca, non solo per onorare la memoria del Professor Alessandro Pellegrini - cardiochirurgo di grande valore e profonda umanità, Medaglia d Oro per la Sanità Pubblica e Coordinatore del Centro Regionale per i Trapianti - ma anche per offrire un opportunità ai giovani che hanno scelto di dedicarsi alla cardiochirurgia. Ad aggiudicarsi il premio Alessandro Pellegrini Award 2008 è stato il Dottor Luca Botta, trentenne, laureato con lode alla Federico II di Napoli e in procinto di concludere la specializzazione all Università di Bologna. Il Dottor Botta, avrà la possibilità di accedere prima a un breve periodo di pre-award di permanenza al Dipartimento Cardiologico De Gasperis e successivamente potrà lavorare per un anno in un centro di eccellenza. Siamo certi che questo Premio faciliterà la realizzazione del suo valido progetto formativo e gli darà la possibilità di dedicarsi alla cardiochirurgia con un attività clinica e di ricerca che lo porterà ad affrontare sempre nuove sfide e a raggiungere nuovi traguardi in ambito medicoscientifico. Il Dottor Luca Botta vincitore del Premio Alessandro Pellegrini Award Nella foto, da sinistra: il Dottor Luca Botta, la Sig.ra Maria Tersilla Pellegrini, la Sig.ra Alessandra Pellegrini, il Governatore Roberto Formigoni e Franco Pellegrini. IL CUORE GIOVANE DI MILANO e I MILLE VOLTI DEL CUORE Il 29 Maggio e il 7 Giugno si sono svolte due importanti iniziative dedicate ai giovani, Il Cuore Giovane di Milano e I Mille Volti del Cuore, due appuntamenti che rientrano nel ricco calendario di eventi del Progetto Il Cuore di Milano e con i quali, La Fondazione De Gasperis, ha voluto rinnovare il suo decennale impegno nei confronti della prevenzione delle malattie cardiovascolari tra gli adolescenti. Giovedì 29 Maggio, all Arena Civica Gianni Brera di Milano, La Fondazione ha organizzato in collaborazione con l Atletica Riccardi, le gare atletiche dedicate ai ragazzi delle scuole medie di Milano e provincia. I 250 studenti iscritti, si sono cimentati nella staffetta veloce (4per100metri) e nella staffetta svedese (400X300X200X100). Il testimonial della manifestazione è stato Andrea Colombo, campione europeo juniores nei 200 metri nel 1993 a San Sebastian e finalista olimpico con la staffetta 4X100 a Sidney Ai partecipanti è stato distribuito un test per valutare la loro conoscenza in merito ai fattori di rischio legati alle patologie cardiovascolari, all importanza dello sport, alla corretta alimentazione e all utilizzo del cardiofrequenzimetro. Grazie alla collaborazione con i medici del Dipartimento De Gasperis, anche quest anno siamo riusciti a portare avanti con successo il programma di Prevenzione Giovani nelle scuole milanesi e ad organizzare un concorso di disegno: I Mille Volti del Cuore. La premiazione del concorso si è tenuta Sabato 7 Giugno 2008, in occasione della festa di fine anno scolastico, presso le scuole Medie Roberto Franceschi e Salvatore Quasimodo, che da Gennaio fino a Maggio hanno seguito le lezioni di prevenzione ed educazione ai sani stili di vita. I ragazzi delle classi I, II e III media hanno realizzato circa 500 elaborati ed i 22 vincitori sono stati premiati con un attestato di partecipazione al concorso, un buono sconto Feltrinelli e con la maglietta de il Cuore di Milano. L immagine del disegno del vincitore del Premio Speciale della Giuria, Simone Giudici della III F della Scuola Media Quasimodo, verrà utilizzato per i biglietti di Natale della Fondazione. Un ringraziamento particolare alla Giuria del concorso formata dalla Preside, Prof.ssa Rosetta Aragona, dal Prof. Davide Nido dell Accademia di Brera, dal Dott. Paolo Tempo e dalla Dott.ssa Sabrina Sperotto della Fondazione Angelo De Gasperis. Un ringraziamento speciale anche alla Dott.ssa Irene Bossi e al Dott. Alessandro Verde che hanno tenuto le lezioni coinvolgendo gli studenti e ci hanno aiutato nel nostro obiettivo di trasmettere l importanza di curare il cuore da giovani, perché deve rimanere un motore efficiente per continuare a funzionare al meglio ed il più a lungo possibile. Lorenza Ghetti FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS 1 5

6 PREVENZIONE GIOVANI LA COLAZIONE NON SI SALTA! È il pasto più importante della giornata sia perché fornisce le energie necessarie ad affrontare gli impegni quotidiani di lavoro e di studio, ma anche perché aiuta a non accumulare peso in eccesso. Gli adolescenti che fanno regolarmente colazione hanno un IMC più basso rispetto a quelli che mangiano saltuariamente al mattino. Lo ha dimostrato uno studio americano dell Università del Minnesota, che ha preso in esame un campione di oltre 2200 ragazzi e ragazze in due periodi distinti: tra il 1998 e il 1999 e tra il 2003 e il I risultati dimostrano che più spesso si mangia al mattino e meno problemi ci sono a tenere sotto controllo il peso. Purtroppo sono ancora troppo pochi quelli che fanno colazione al mattino. Secondo gli autori, questo può dipendere anche da un altro risultato evidenziato dallo studio: chi fa colazione tende ad assumere soprattutto fibre e carboidrati piuttosto che grassi saturi. Inoltre, questi ragazzi sono più attivi rispetto agli altri. I ricercatori assicurano che i dati sono molto interessanti, soprattutto se consideriamo che l obesità nei bambini e negli adolescenti è diventato un problema preoccupante per la sanità pubblica. Patrizia V. Arcuri PREVENZIONE L IGIENE ORALE NEL CARDIOPATICO Condizioni di salute oro-dentale scadenti (accumulo di placca batterica e tartaro, tasche gengivali, residui radicolari) conducono a infiammazioni, infezioni e carie. Queste favoriscono naturalmente la presenza di batteri nel circolo sanguigno (batteri streptococchi, stafilococchi, batteri anaerobi). Per esemplificare, possiamo osservare il processo carioso e spiegare l aggressività delle patologie della bocca in riferimento ai soggetti cardiopatici. Nella maggioranza dei casi, i batteri della carie attaccano il dente a livello dello smalto. Ne consegue un invasione della dentina (lo strato sottostante lo smalto) e quindi della camera pulpare. La camera pulpare è l anima vitale del dente: all interno vi scorrono i vasi sanguigni e i fasci nervosi; le sue pareti sono composte dai materiali duri del dente, assolutamente non elastici. Quando l infezione giunge alla camera, il paziente riferisce un dolore forte e pulsante. L infezione consiste in un processo infiammatorio (aumento dei liquidi, gonfiore) e batterico (moltiplicazione della carica batterica). Ne consegue un aumento del volume dei tessuti vitali che non può essere contenuto all interno della camera, e che fuoriesce dall imbocco di essa all apice del dente. In questa zona si forma quindi un grosso focolaio infettivo, chiamato granuloma periapicale. Il motivo di questa spiegazione sta nel fatto che tale granuloma viene a crearsi, soprattutto a livello dell arcata dentaria inferiore, nei pressi di importanti vasi sanguigni: vasi che riportano direttamente alla carotide, e da qui al cuore. Per tale ragione, ogni processo infettivo del cavo orale è di primaria urgenza per i soggetti cardiopatici. Aggiungendo inoltre che i batteri della bocca sono della stessa natura di quelli che si trovano fra le cause delle pericarditi e delle endocarditi (particolarmente rilevanti per chi è soggetto a valvulopatie). Il processo carioso che abbiamo qui descritto, è da rapportare a ogni processo patologico originario dal cavo orale: le parodontopatie (le tasche gengivali, l incidenza del tartaro) portano a equivalenti focolai batterici. Ancora: condizioni ottimali di salute del cavo orale devono essere raggiunte e mantenute sia prima di avviare il paziente ad interventi chirurgici cardiaci (sostituzioni di valvole, autotrapianti vascolari di innesti di aorta, by-pass aorto-coronarici) sia dopo l esecuzione di tali delicate e complesse procedure, attraverso controlli e richiami per l igiene oro-dentale. In conclusione, quanto abbiamo voluto evidenziare è che un paziente cardiopatico o un soggetto a rischio di problematiche cardiocircolatorie deve portare un attenzione precisa alla situazione clinica della propria bocca e dei propri denti: le patologie che qui possono prendere inizio, sono precisamente correlate al rischio di complicazioni nei tessuti cardiaci. La Fondazione De Gasperis ha stipulato una convenzione con il Dottor Mazzoni per fare in modo che i sostenitori possano usufruire del 40% di sconto sulle prestazioni odontoiatriche, la prima visita, l istruzione e motivazione igiene e il pronto soccorso endontico gratuiti. Per prenotazioni telefonare al numero dalle 9.00 alle dal martedì al venerdì. Oppure via mail all assistente: Dott. Carlo Mazzoni 6 FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS

7 M I L A N O POSTA D: Egr.Dr., mi è stata diagnosticata una patologia aneurismatica coronarica bivasale. Può trattarsi di qualcosa di congenito dato che le prove da sforzo sono positive fin dal 1986? Ed in ogni caso che vita potrò fare (in particolare gli sforzi fino a che punto potranno arrivare specie nel caso dell attività fisica)? Mi scuso per la sintesi nelle mie notizie, ma se sarà il caso ne fornirò di ulteriori. Grazie per la gentile risposta e porgo cordiali saluti. P.C. Ottobre 2008 R: La patologia aneurismatica coronaria può anche essere di tipo congenito. In genere si inquadra nella cosiddetta malattia di Kavasaki che è una infiammazione dei vasi sanguigni (vasculite) con interessamento specifico dei vasi coronarici, però è tipica del bambino. Non so se si tratta del suo caso. Questi pazienti conducono una vita normale, ma devono controllarsi con esami ematochimici ed ecocardiografie regolarmente. La terapia delle vasculiti è a base di antinfiammatori ed antiaggreganti. Le coronarie aneurismatiche non danno in genere problemi, ma devono essere controllate, il pericolo è che nelle zone di cambiamento di calibro si possano formare dei trombi che occludono il vaso. L antiaggregante (l aspirina ad esempio) è sicuramente consigliato. Per il resto può condurre una vita normale. Si faccia seguire però regolarmente da un cardiologo. Un caro saluto. Dott. Stefano M.Marianeschi Cardiochirurgia Pediatrica Dipartimento Cardiologico A. De Gasperis D: Gentile Dottore, ho un problema di streptococco con mio figlio che ha un età di 11 anni, e per caso abbiamo scoperto che ha un leggero soffio al cuore e una valvola aortica insufficiente. Gli abbiamo fatto una cura per 3 mesi per curare lo streptococco con uno sciroppo che si chiama azitromicina, dopo il trattamento non è risultato più lo streptococco ma ora gli abbiamo fatto gli esami ed è risultato nuovamente. Abbiamo consultato diversi medici, ma ognuno con un parere diverso.la prego cortesemente se mi puo dare qualche consiglio, distinti saluti. V.B. Settembre 2008 R: Gentile Signore, lo streptococco può essere presente nelle vie aeree di una persona senza tuttavia infettarla (portatore sano) e verosimilmente suo figlio è un portatore sano. Se dovesse invece aver avuto tonsilliti o faringiti allora è meglio cercare di sradicare definitivamente lo streptococco con una terapia antibiotica mirata sec. l antibiogramma. Cordialmente. Dott.Gabriele Vignati Direttore Cardiologia Pediatrica Dipartimento Cardiologico A. De Gasperis IN FARMACIA ATTENTI ALLE TRUFFE ON-LINE La salute è seriamente a rischio sul web. E il pericolo viene dai farmaci. Nel 2007 l Unione Europea ha reso noto che sono stati sequestrati ai confini comunitari 4 miliardi di confezioni di medicinali contraffatti, il 50% in più rispetto all anno precedente. Inoltre, uno Studio condotto in Italia ha evidenziato che proprio l acquisto da internet risulta essere particolarmente pericoloso perché nella metà dei casi si tratta di una truffa, i farmaci non arrivano mai o arriva un prodotto diverso da quello acquistato. Anche se arrivano non c è da stare tranquilli in quanto possono essere preparati fasulli! Nel caso dei farmaci contro la disfunzione erettile, ad esempio, il 70% di quelli venduti attraverso internet è risultato essere una copia illegale del medicinale di marca perciò privo di controllo e per quanto riguarda gli steroidi, invece, mancavano i principi attivi descritti nel 100% dei casi. Anche secondo l indagine condotta dall European Alliance for Access to Safe Medicines, su un campione di oltre 100 siti per la vendita di prodotti farmaceutici on line, il 62% dei farmaci acquistati su Internet sono fuorilegge, perché contraffatti, non adatti all uso umano o perché hanno packaging e istruzioni per l uso inadeguati. Ma non è tutto: il 95,6% delle farmacie on-line non è sottoposto ad alcuna regolamentazione e controllo, il 78% viola le norme su proprietà intellettuale e brevetti, nel 16% dei casi i farmaci non sono autorizzati alla vendita nell UE e nel 33% mancano le informazioni per il paziente. Inoltre, il 94% dei portali che vendono farmaci, opera senza l osservanza delle prescrizioni di legge previste a tutela dei consumatori e il 90% delle farmacie esaminate vende e consegna prodotti senza l obbligatoria prescrizione del medico. La Federazione Europea è in allarme perché il fenomeno si sta estendendo ai canali tradizionali di vendita, quindi sta pensando di inserire sulle confezioni un codice a barre unico che consenta al farmacista di certificare l autenticità del prodotto. Patrizia Valentina Arcuri FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS 7

8 IN FAMIGLIA ALLARME SOPRAPPESO Sono anni che L OMS continua a lanciare grida di allarme: un miliardo di persone nel mondo sono in soprappeso, di cui 805 milioni sono donne, e almeno 300 milioni di obesi, 22 dei quali al di sotto dei 15 anni. Purtroppo stiamo parlando di una epidemia mondiale: l eccesso di peso. In 30 anni l obesità è triplicata, a causa di uno stile di vita sedentario e di abitudini alimentari scorrette. Bambini e adolescenti sono in grave rischio perché la prevalenza di obesità giovanile è dieci volte maggiore rispetto agli anni Settanta e questo significa che più di due terzi dei bambini obesi saranno adulti obesi. Negli USA, primi in testa a questa nefasta classifica secondo il rapporto sulla Sanità dell Ocse, il 30,6% della popolazione è obesa. In Inghilterra, gli obesi risultano essere il 23%, e gran parte degli altri Paesi, Italia compresa, ha superato la soglia del 10%: un europeo su 10 è obeso e uno su quattro in soprappeso con conseguenze drammatiche. In Europa, ogni anno, oltre un milione di morti è dovuto a malattie legate ad obesità e soprappeso. L obesità è una patologia pericolosa e subdola che ormai riguarda anche Paesi notoriamente afflitti dal problema opposto: la carenza di cibo! I Fast Food hanno invaso Paesi come l Asia, la Cina e il Giappone e il sempre maggior utilizzo di scooter e automobili hanno reso la popolazione più sedentaria. Per quanto riguarda l Italia, oggi l obesità colpisce il 10% degli adulti e il 15% dei bambini, e risulta cresciuta del 25% negli ultimi 5 anni. In base ai dati ISTAT gli adulti obesi in Italia sono circa 4,7 milioni, il 9% in più rispetto al biennio 1999/2000. Maggiori i dati relativi al soprappeso: addirittura tre individui su dieci su quasi tutto il territorio nazionale. Ancora più preoccupanti i dati raccolti dal Progetto Cuore dell Istituto Superiore di Sanità basati da reali misurazioni mediche. L Italia risulta ancora più grassa, con il 50% degli uomini in soprappeso (uno su due) e il 34% delle donne. È un problema che non va più ignorato, anzi va affrontato seriamente e subito. Troppi credono di risolvere i problemi di peso con regimi alimentari drastici e poco salutari, seguiti in maniera incontrollata e saltuaria. Imperano le diete fai da te, spesso in vista di occasioni speciali o prima dell estate, che espongono l organismo a importanti rischi, senza garantire risultati duraturi. Non basta seguire un regime alimentare ipocalorico che consenta di ridurre la quantità giornaliera di calorie ingerite, bisogna unire ad una dieta equilibrata l attività fisica costante. Solo così il corpo, privato delle calorie di troppo, per trovare l energia necessaria attingerà direttamente dalle scorte di grasso localizzate. Patrizia Valentina Arcuri Se vuoi partecipare... quote annuali Simpatizzante Ordinario Promotore Benemerito Quota libera La Fondazione A. De Gasperis può ricevere lasciti testamentari. come contribuire: da Euro da Euro da Euro da Euro... 25,00 50,00 100,00 Versamento Postale: C/C postale n Piazza Ospedale Maggiore, Milano Assegno Bancario: N.T. intestato alla Fondazione Centro di Cardiologia e Cardiochirurgia Angelo De Gasperis Bonifico Bancario: BANCA INTESA SANPAOLO Fil Viale Ca Granda, Milano Codice IBAN IT85 I FONDAZIONE CENTRO CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA A. DE GASPERIS Dicembre ,00 Direttore responsabile Patrizia Valentina Arcuri Editore Fondazione Angelo De Gasperis Piazza Ospedale Maggiore 3, Milano Niguarda presidente Benito Benedini SEGRETARIO GENERALE Marialorenza Ghetti costituita dal 1 dic. 85. Riconoscimento giuridico dalla REGIONE LOMBARDIA CON D.P.G.R. n DEL 29/07/2004 EDITING Direct Channel s.r.l. - Milano Progetto Grafico e stampa Tipografia Vigrafica s.r.l. - Monza Tel./Fax: FONDAZIONE CENTRO DI CARDIOLOGIA E CARDIOCHIRURGIA ANGELO DE GASPERIS 8

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori Prevenzione delle malattie cardiovascolari Percorso per le classi quinte superiori Per cominciare qualche cenno di anatomia Il cuore Il cuore è un organo di tessuto muscolare striato, detto miocardio,

Dettagli

ANGIOPLASTICA CORONARICA CONSENSO INFORMATO CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA PER EMODINAMICA E

ANGIOPLASTICA CORONARICA CONSENSO INFORMATO CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA PER EMODINAMICA E Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e Area Critica Cardiologia Interventistica Dott. Antonio Manari - Direttore CONSENSO INFORMATO PER EMODINAMICA E CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA ANGIOPLASTICA CORONARICA

Dettagli

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. "essenziale" "secondaria".

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. essenziale secondaria. L ipertensione arteriosa, una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, si riscontra nel 20 percento della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del nostro

Dettagli

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica.

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 4 CARDIOPATIA ISCHEMICA E DILATATIVA La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. ISCHEMIA È un processo generale che può interessare qualsiasi

Dettagli

COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI

COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI Lega Friulana per il Cuore COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del

Dettagli

Bocca e Cuore ooklets

Bocca e Cuore ooklets Bocca e Cuore ooklets Una guida per i pazienti Booklets Per aiutare a migliorare qualità e sicurezza delle cure pubblichiamo una collana di guide ( ) con lo scopo di fornire ai pazienti ed ai loro famigliari

Dettagli

Cateterismo cardiaco e coronarografia

Cateterismo cardiaco e coronarografia Cateterismo cardiaco e coronarografia Nel suo significato più ampio indica l inserzione di un catetere all interno delle cavità cardiache (destra e sinistra). Viene eseguito per: analizzare campioni di

Dettagli

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne?

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne? Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Le malattie cardiovascolari sono tutte quelle patologie che colpiscono il cuore e/o i vasi sanguigni. In caso di malattia si verifica una lesione in uno o più

Dettagli

INCONTRI DELLA SALUTE

INCONTRI DELLA SALUTE INCONTRI DELLA SALUTE TERZO APPUNTAMENTO 16.10.2014 CONTR-ATTACCO CARDIACO: ELEMENTI DI PRIMO SOCCORSO CARDIACO Relatore: Dott.ssa Marcella Camellini Dirigente Medico Cardiologia Ospedale di Sassuolo APPUNTI:

Dettagli

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Centro Cardiovascolare Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina Area Vascolare AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Processo patologico L aterosclerosi è una malattia lenta e progressiva delle arterie

Dettagli

Dipartimento Cardiotoracovascolare A. De Gasperis. A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda - Milano C RS TE RIC

Dipartimento Cardiotoracovascolare A. De Gasperis. A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda - Milano C RS TE RIC Dipartimento Cardiotoracovascolare A. De Gasperis A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda - Milano C RS TE RIC PRATIC PER INFERMIERI IN CARDI L GIA Milano 27-28 Settembre 2012 1 Comitato Scientifico Rossella

Dettagli

CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI

CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI Lega Friulana per il Cuore CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO

ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO Città della Salute e della Scienza A.S.O: SAN GIOVANNI BATTISTA - SEDE MOLINETTE DIRETTORE: PROF. GIOVANNI GANDINI Nuove applicazioni

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

noscimento di lesioni vulnerabili, sono in attesa di una validazione clinica su largaa

noscimento di lesioni vulnerabili, sono in attesa di una validazione clinica su largaa Conclusioni Negli ultimi anni è ormai stato acquisito il concetto che il meccanismo responsabile degli eventi acuti coronarici e cerebrovascolari sia dovuto al progressivo accrescimento, progressione e

Dettagli

L aorta è una grossa arteria che origina dal cuore e porta il sangue a tutto il corpo.

L aorta è una grossa arteria che origina dal cuore e porta il sangue a tutto il corpo. Cos è un aneurisma L aorta è una grossa arteria che origina dal cuore e porta il sangue a tutto il corpo. Il tratto di arteria che dal cuore attraversa il torace è chiamata aorta toracica e mentre quella

Dettagli

CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA

CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA CORSO BASE DI ECOCARDIOGRAFIA PER MEDICI DI AREA CRITICA Rivolto a medici di pronto soccorso, medici dell emergenza territoriale, medici d urgenza, anestesisti rianimatori, cardiologi. Premessa: l ecografia

Dettagli

INFORMATIVA ALLA ECOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO_CEUS

INFORMATIVA ALLA ECOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO_CEUS Pag. 1/4 Cognome Nome Nato/a il N.B. Il presente modulo informativo deve essere firmato per presa visione e riconsegnato al sanitario che propone/esegue la procedura di seguito descritta. Questo modulo

Dettagli

STENOSI DELLE CAROTIDI

STENOSI DELLE CAROTIDI STENOSI DELLE CAROTIDI Quali sono le principali arterie che portano sangue al cervello? Ogni persona ha due carotidi che decorrono nel collo uno a destra ed uno a sinistra; si possono apprezzare le loro

Dettagli

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Lega Friulana per il Cuore COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

ANEURISMA dell AORTA. Aneurisma dell aorta toracica addominale. Aneurisma dell aorta addominale addominale

ANEURISMA dell AORTA. Aneurisma dell aorta toracica addominale. Aneurisma dell aorta addominale addominale ANEURISMA dell AORTA Cosa è un aneurisma? Un aneurisma è la dilatazione di una arteria che avviene a causa dell indebolimento della parete arteriosa e per la perdita delle sue usuali proprietà elastiche.

Dettagli

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Stenosi polmonare www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Arteria polmonare L arteria polmonare è il vaso sanguigno che porta il sangue dal ventricolo destro ai polmoni dove

Dettagli

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali IST301 www.cardiologicomonzino.it Nel sito web sono disponibili tutte le informazioni relative al, comprese quelle riportate nel presente documento; è inoltre possibile prenotare visite ed esami ed iscriversi

Dettagli

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA COS È LA PRESSIONE ARTERIOSA? La pressione arteriosa è la forza che il sangue esercita contro la parete delle arterie. È come la pressione dell acqua in un tubo per

Dettagli

APPROPRIATEZZA CLINICA, TECNOLOGICA E STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALLE MALATTIE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE

APPROPRIATEZZA CLINICA, TECNOLOGICA E STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALLE MALATTIE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE APPROPRIATEZZA CLINICA, TECNOLOGICA E STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALLE MALATTIE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE I CENTRI CARDIOVASCOLARI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI INTEGRATA G.P. Cornalba Accessibilità Efficienza

Dettagli

Informazioni per i pazienti

Informazioni per i pazienti Informazioni per i pazienti Sommario Introduzione 3 Che cosa sono le malattie vascolari periferiche? 5 Quali sono i sintomi delle malattie vascolari periferiche? 7 Qual è la causa delle malattie vascolari

Dettagli

Materiale di approfondimento

Materiale di approfondimento Materiale di approfondimento Cos è lo scompenso cardiaco Lo scompenso cardiaco è una malattia sempre più frequente che compare quando il cuore, danneggiato, non è più in grado di svolgere la sua normale

Dettagli

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE L ipertensione è la più comune malattia cardiovascolare. Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio

Dettagli

Ecocolordoppler. scheda 01.03 Diagnostica per immagini

Ecocolordoppler. scheda 01.03 Diagnostica per immagini scheda 01.03 Diagnostica per immagini Cos è L ecocolordoppler è l esame di prima scelta per la diagnosi di patologie dei vasi sanguigni arteriosi e venosi. I vantaggi di questa metodica sono rappresentati

Dettagli

MALATTIE CARDIOVASCOLARI

MALATTIE CARDIOVASCOLARI MALATTIE CARDIOVASCOLARI Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la prima causa di mortalità,, di morbilità e di disabilità specialmente nei paesi del mondo occidentale. NEL MONDO 15 milioni/anno di eventi

Dettagli

Comune di Modena Modena per il Cuore

Comune di Modena Modena per il Cuore Comune di Modena Modena per il Cuore Le malattie del sistema circolatorio: al primo posto tra le cause di morte Nella realtà modenese le malattie del sistema cardiocircolatorio sono un tema di salute prioritario:

Dettagli

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Medicina di Gruppo Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Dott. C. Campiglia (referente) Dott. M. Budelli Dott. M. Corio Dott. G. Gorletta Dott. C. Grassi Dott. R. Stella Indice Presentazione

Dettagli

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali Visite ed esami ambulatoriali II di Milano è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifi co (IRCCS) dedicato alle malattie cardiovascolari. E convenzionato con l Università degli Studi di Milano.

Dettagli

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA di I Livello 23-24-25 Gennaio 2014 Palermo Grand Hotel Piazza Borsa PRIMO GIORNO 23 GENNAIO 2014 8,30 Registrazione dei partecipanti e consegna del materiale didattico ECM Presentazione

Dettagli

AMBULATORIO DI CARDIOLOGIA PEDIATRICA ULSS 16 Padova - Distretto 2. Relazione dei primi 18 mesi di attività

AMBULATORIO DI CARDIOLOGIA PEDIATRICA ULSS 16 Padova - Distretto 2. Relazione dei primi 18 mesi di attività AMBULATORIO DI CARDIOLOGIA PEDIATRICA ULSS 16 Padova - Distretto 2 Relazione dei primi 18 mesi di attività Per cardiopatia congenita si intende comunemente una importante anomalia strutturale del cuore

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

Il rischio in cardiologia interventistica

Il rischio in cardiologia interventistica Il rischio in cardiologia interventistica Dott Mohd Kubbajeh Dott Giuseppe Fucà Cardiologia interventistica Procedure cruente a carattere diagnostico e/o terapeutico Procedure in laboratorio di emodinamica

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) LUCIANO DE BIASE Via Carlo Bartolomeo Piazza 8, 00161, Roma, Italia Telefono(i) +390644237388 Cellulare:+39347011063 2

Dettagli

APPROFONDIMENTI IN CARDIOLOGIA CORSO FAD 16 NOVEMBRE 31 DICEMBRE 2015

APPROFONDIMENTI IN CARDIOLOGIA CORSO FAD 16 NOVEMBRE 31 DICEMBRE 2015 APPROFONDIMENTI IN CARDIOLOGIA CORSO FAD 16 NOVEMBRE 31 DICEMBRE 2015 Ble Consulting srl id. 363 numero ecm 143001, edizione 1 Responsabile scientifico: Pasquale Guarini Destinatari dell attività formativa:

Dettagli

I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008

I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008 Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca Granda Dipartimento A. De Gasperis Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca Granda I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008 Promosso dall Unita di Risonanza Magnetica

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

CHE COS E IL DIABETE E COME SI PUO CURARE

CHE COS E IL DIABETE E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E IL DIABETE E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010. Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella

SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010. Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella SIMPOSIO DI EMODINAMICA SULLE SPONDE DEL TICINO Novara, 15-16 gennaio 2010 Dr.ssa Alessandra Truffa Laboratorio di Emodinamica ASL BI - Biella CASO CLINICO M.D., donna di 73 aa, ipertensione arteriosa

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza L ipertensione arteriosa Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza Che cosa faremo 1. Brainstorming: che cosa sapete sull ipertensione arteriosa? 2. Presentazione: prove disponibili ( che cosa

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Ricovero. www.cardiologicomonzino.it

Ricovero. www.cardiologicomonzino.it IST300 www.cardiologicomonzino.it Nel sito web sono disponibili tutte le informazioni relative al, comprese quelle riportate nel presente documento; è inoltre possibile prenotare visite ed esami ed iscriversi

Dettagli

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE?

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Chi ha più di 30 anni e non ricorda quando ha misurato la pressione l ultima volta potrebbe far parte di quei sette-dieci milioni di persone che soffrono di

Dettagli

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto.

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto. Ed ecco la quarta serie di diapositive tratte da alcune presentazioni sull obesità infantile e problemi correlati che ho illustrato durante incontri con i genitori di bambini ed adolescenti desiderosi

Dettagli

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005 SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa Stage Advanced Educational Stage in Hypertension progetto di formazione biennale 2004-2005 BRESCIA, 3-7 maggio 2004 Si ringrazia Pfizerper il fattivo supporto

Dettagli

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare?

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? L Orizzonte di Lorenzo Nostro figlio ha un problema al cuore. Che fare? Bergamo 3/10/2010 Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? A. Borghi

Dettagli

Cos è la stenosi carotidea. Perchè succede. Quali rischi si corrono

Cos è la stenosi carotidea. Perchè succede. Quali rischi si corrono Cos è la stenosi carotidea La stenosi carotidea è il restringimento del lume dell arteria carotide uno dei vasi principali che porta il sangue al cervello dovuto alla presenza di una placca ateromasica.

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

PRESENTAZIONE. ECM Evento accreditato ECM per le categorie MEDICO CHIRURGO* e INFERMIERE. Crediti assegnati 10,5.

PRESENTAZIONE. ECM Evento accreditato ECM per le categorie MEDICO CHIRURGO* e INFERMIERE. Crediti assegnati 10,5. PRESENTAZIONE I percorsi diagnostico terapeutici nell ambito delle patologie cardiovascolari sono soggetti a continua evoluzione in funzione di nuove disponibilità tecnologiche e di nuove possibilità terapeutiche

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE CARDIOCEREBRO VASCOLARI, CHE RICHIEDONO L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA D EMERGENZA CON UN FOCUS PARTICOLARE SU ICTUS ED IMA IDENTIFICARE IL RUOLO DEL SOCCORRITORE

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

Corso per soccorritori volontari L APPARATO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA. Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA

Corso per soccorritori volontari L APPARATO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA. Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA Corso per soccorritori volontari L APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO -CENNI DI ANATOMIA E DI FISIOLOGIA Antonio Murolo CRI Fermignano Istruttore TSSA DEFINIZIONE: INSIEME DI ORGANI CHE CONCORRONO ALLA MEDESIMA

Dettagli

PNEUMOLOGIA 2014 Milano, 5-7 giugno 2014 Centro Congressi Palazzo delle Stelline

PNEUMOLOGIA 2014 Milano, 5-7 giugno 2014 Centro Congressi Palazzo delle Stelline PNEUMOLOGIA 2014 Milano, 5-7 giugno 2014 Centro Congressi Palazzo delle Stelline PRESIDENTE DEL CONGRESSO Sergio Harari Unità Operativa di Pneumologia e UTIR Servizio di Emodinamica e Fisiopatologia Respiratoria

Dettagli

Radiologia Interventistica Informazioni per il Paziente

Radiologia Interventistica Informazioni per il Paziente Radiologia Interventistica Informazioni per il Paziente Radiologia Interventistica: l alternativa alla chirurgia Negli ultimi venti anni la Radiologia Interventistica si è guadagnato il prezioso ruolo

Dettagli

Le arteriopatie obliteranti degli arti inferiori o La malattia delle vetrine: come faccio se ne sono affetto e non mi piace guardarle?

Le arteriopatie obliteranti degli arti inferiori o La malattia delle vetrine: come faccio se ne sono affetto e non mi piace guardarle? Le arteriopatie obliteranti degli arti inferiori o La malattia delle vetrine: come faccio se ne sono affetto e non mi piace guardarle? 1). Che cos è l arteriopatia? Malattia che colpisce le arterie degli

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Luisella Martini. Dipartimento Cardiovascolare Ospedale Maria Vittoria ASL TO2

Luisella Martini. Dipartimento Cardiovascolare Ospedale Maria Vittoria ASL TO2 Ruolo del sonographer in cardiologia Luisella Martini Ruolo del sonographer in cardiologia Il sonographer è un infermiere con abilità tecniche specifiche che si occupa di ECOGRAFIA. E presente da molti

Dettagli

CHECK UP ASSETTO LIPIDICO (Valutazione dell assetto lipidico) I LIPIDI NEL SANGUE COLESTEROLO TRIGLICERIDI CONSIGLI UTILI LA RIPETIZIONE DEL TEST

CHECK UP ASSETTO LIPIDICO (Valutazione dell assetto lipidico) I LIPIDI NEL SANGUE COLESTEROLO TRIGLICERIDI CONSIGLI UTILI LA RIPETIZIONE DEL TEST Paziente: Cod. Prodotto: 00000 Codice Accettazione: 00000 CCV: 000 Data: 24/12/2015 CHECK UP ASSETTO LIPIDICO (Valutazione dell assetto lipidico) I LIPIDI NEL SANGUE COLESTEROLO TRIGLICERIDI CONSIGLI UTILI

Dettagli

LA CARDIOPATIA ISCHEMICA. 3 novembre 2010 dr A. Zanichelli - dr F. Pizzamiglio

LA CARDIOPATIA ISCHEMICA. 3 novembre 2010 dr A. Zanichelli - dr F. Pizzamiglio LA CARDIOPATIA ISCHEMICA 3 novembre 2010 dr A. Zanichelli - dr F. Pizzamiglio LA CARDIOPATIA ISCHEMICA INFARTO MIOCARDICO SINDROMI ACUTO (IMA) CORONARICHE ACUTE (SCA) ANGINA INSTABILE LA CARDIOPATIA ISCHEMICA

Dettagli

Prevenire mortalità e morbosità cardiovascolare mediante la valutazione del rischio individuale

Prevenire mortalità e morbosità cardiovascolare mediante la valutazione del rischio individuale ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 200-202 ) Regione: Regione Autonoma della Sardegna Allegato 2 2) Titolo del progetto o del programma:

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso Pagina 1 di 6 rassegna stampa 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Un trattamento del paziente attento e dignitoso Tre reparti formati da persone di qualità Codogno Medici di talento, premio ganelli a laura

Dettagli

Introduzione. Introduzione 7

Introduzione. Introduzione 7 Introduzione In Italia angina e infarto uccidono più uomini di qualsiasi altra malattia e le donne ne sono colpite sei volte più del tumore al seno. Alla base di queste patologie c è una malattia delle

Dettagli

"Gli Ultracinquantenni in Europa" Indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni ineuropa

Gli Ultracinquantenni in Europa Indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni ineuropa ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L'ANALISI DELL'OPINIONE PUBBLICA 20144 MILANO - Via B. Panizza, 7 Tel.: (39) 02-48193320 Fax: (39) 02-48193286 DOXA@DOXA.IT WWW.DOXA.IT ID - Famiglia 1 6 0 4 2 0

Dettagli

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...? CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?, 7 Maggio 2015 Fondazione IRCCS Ca Granda - Ospedale Maggiore Policlinico Aula Magna del Devoto RAZIONALE L incontro interdisciplinare tra diabetologi e

Dettagli

Ipertensione e ictus cerebrale

Ipertensione e ictus cerebrale Ipertensione e ictus cerebrale Torino Unione industriale 30.11.2010 Paolo Cerrato Stroke Unit Diapartimento di Neuroscienze Università di Torino ASO San Giovanni Battista-Molinette STROKE L ictus è una

Dettagli

CONOSCERE IL CUORE E LE SUE FUNZIONI. La Diagnosi e la Terapia

CONOSCERE IL CUORE E LE SUE FUNZIONI. La Diagnosi e la Terapia CONOSCERE IL CUORE E LE SUE FUNZIONI La Diagnosi e la Terapia A cura di Antonio Montinaro Informazioni utili sulle funzioni del cuore, la coronarografia, l angioplastica, lo stent e il by pass, per i pazienti

Dettagli

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi MAN.VENTILAZ. 11-07-2000 10:23 Pagina 1 Il punto più importante è di capire e credere che anche se le condizioni di vita sono Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini modificate questo non può e non

Dettagli

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI COMUNITÀ DI VITA CRISTIANA ITALIANA (CVX ITALIA) L E G A M I S S I O N A R I A S T U D E NT I (L M S) Via di San Saba, 17-00153 Roma Tel. 06.64.58.01.47 - Fax 06.64.58.01.48 cvxit@gesuiti.it Roma, 22 novembre

Dettagli

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005

SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa. Stage. Advanced Educational Stage in Hypertension. progetto di formazione biennale 2004-2005 SIIA Società Italiana Ipertensione Arteriosa Stage Advanced Educational Stage in Hypertension progetto di formazione biennale 2004-2005 PISA, 23-25 maggio 2005 Si ringrazia Pfizerper il fattivo supporto

Dettagli

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente Dott.ssa Silvia Navarin Scuola di Specializzazione Medicina d Emergenza-Urgenza

Dettagli

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale revenzione ICTUS La Fibrillazione atriale Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale L ICTUS Un ICTUS per il cervello equivale ad un infarto per il cuore:

Dettagli

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA

SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA SOSTITUZIONE VALVOLARE AORTICA CHE COS E LA VALVOLA AORTICA La valvola aortica e' posta tra il ventricolo sinistro e l'arteria aorta. Il ventricolo sinistro e' la parte del cuore che ha il compito di pompare

Dettagli

La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare.

La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare. La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare. Il diabete malattia sociale epidemia che avanza a velocità crescente e rischia di mandare in frantumi con le sue drammatiche conseguenze:

Dettagli

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può

Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può Sale e salute Il sale è un elemento fondamentale per l alimentazione umana ed è costituito da cloruro di sodio (NaCl). Una sua eccessiva introduzione però può causare gravi problemi alla salute. La quantità

Dettagli

ICTUS CEREBRALE Come combatterlo, come vincerlo

ICTUS CEREBRALE Come combatterlo, come vincerlo ICTUS CEREBRALE Come combatterlo, come vincerlo Che cos è l Ictus L Ictus è una malattia che colpisce il cervello quando improvvisamente una parte di questo viene danneggiata o distrutta. E il risultato

Dettagli

Quando i sintomi vengono interpretati

Quando i sintomi vengono interpretati Quando i sintomi vengono interpretati Ricordo quando il mio Professore di Semeiotica Medica parlandoci delle cause che determinano la fibrillazione atriale disse: rammentate che la fibrillazione atriale

Dettagli

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA PARTECIPAZIONE GRATUITA Preiscrizione obbligatoria sul sito www.simitday.it Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA Presentazione Egregio Dott. / Gentile Dott.ssa,

Dettagli

Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto)

Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto) - 1 - Informazioni ai pazienti per ERCP (rappresentazione delle vie biliari e del pancreas con mezzo di contrasto) Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262

CARTA DEI SERVIZI. Dott. Sandro Paoletti. Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 CARTA DEI SERVIZI Dott. Sandro Paoletti Via Nigra 55 09045 Quartu Sant Elena Tel. 070822994-43 - 3358017262 Il pediatra che avete scelto per vostro figlio è un medico specialista in Pediatria convenzionato

Dettagli

Sospetto di endocardite infettiva

Sospetto di endocardite infettiva 213 Capitolo 24 Sospetto di endocardite infettiva Nonostante l introduzione di nuovi e sempre più specifici test diagnostici e l avvento di antibiotici di nuova generazione e tecniche chirurgiche migliori,

Dettagli

dagli amici dell ospedale 5/000 x

dagli amici dell ospedale 5/000 x brevi dagli amici dell ospedale Periodico di informazione dell associazione padovana donatori di sangue AMICI DELL OSPEDALE - n 34 - I quadrimestre 2014 poste italiane s.p.a. spedizione in a.p. - d.l.

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Agosto 2004 Fellowship per il campo scientifico-didattico-editoriale rilasciata dalla Societa Europea di Cardiologia (ESC)

CURRICULUM VITAE. Agosto 2004 Fellowship per il campo scientifico-didattico-editoriale rilasciata dalla Societa Europea di Cardiologia (ESC) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Luigi Ascione Data di nascita 03/05/1957 QUALIFICA DIRIGENTE MEDICO DI I LIVELLO Amministrazione AZIENDA OSPEDALIERA MONALDI Incarico Attuale DIRIGENTE

Dettagli

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?

CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...? CUORE-DIABETE: COSA E SUCCESSO NEL FRATTEMPO...?, 7 Maggio 2015 Fondazione IRCCS Ca Granda - Ospedale Maggiore Policlinico Aula Magna del Devoto RAZIONALE L incontro interdisciplinare tra diabetologi e

Dettagli

OBBIETTIVI. 1.Conoscere la normale funzionalità. patologie Angina pectoris ed infarto miocardico Scompenso cardiaco Arresto cardiaco

OBBIETTIVI. 1.Conoscere la normale funzionalità. patologie Angina pectoris ed infarto miocardico Scompenso cardiaco Arresto cardiaco IL CUORE QUESTO SCONOSCIUTO OBBIETTIVI 1.Conoscere la normale funzionalità cardiaca 2.Conoscere e riconoscere le principali patologie Angina pectoris ed infarto miocardico Scompenso cardiaco Arresto cardiaco

Dettagli

REPORT PERSONALE SINTETICO

REPORT PERSONALE SINTETICO REPORT PERSONALE SINTETICO 11 Settembre 2012 Elaborazione del : 11 Settembre 2012 Pagina 1 Report Personale Stato di salute generale Il tuo punteggio relativo allo stato di salute generale è 55 ed è stato

Dettagli

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE

IL VERO MANUALE A CASA SULL IGIENE ORALE IL VERO MANUALE SULL IGIENE ORALE A CASA Prenderti cura della tua salute non dà solo benefici riguardanti il tuo benessere ma ti aiuta anche ad acquisire fiducia in te stesso, facilitando i rapporti con

Dettagli

LA PRESSIONE ARTERIOSA

LA PRESSIONE ARTERIOSA LA PRESSIONE ARTERIOSA La pressione arteriosa è quella forza con cui il sangue viene spinto attraverso i vasi. Dipende dalla quantità di sangue che il cuore spinge quando pompa e dalle resistenze che il

Dettagli

Dopo l infarto L evento.

Dopo l infarto L evento. Dopo l infarto L esperienza, a volte drammatica, dell infarto miocardico è vissuta ogni anno da centinaia di migliaia di italiani e nella metà dei casi circa si manifesta in soggetti apparentemente sani.

Dettagli

Quotidiano. www.ecostampa.it

Quotidiano. www.ecostampa.it Per cittadini, medici e farmacisti. Tutti i farmaci on line sul sito Aifa http://www.quotidianosanita.it/stampa_articolo.php?articolo_id=17922 Page 1 of 1 07/11/2013 quotidianosanità.it Giovedì 06 NOVEMBRE

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

L acne si combatte a tavola

L acne si combatte a tavola Roma, 30/05/2013 COMUNICATO STAMPA L acne si combatte a tavola La dieta mediterranea alleata della salute della pelle La dieta mediterranea può fare la differenza. E quanto emerge da uno studio sulla relazione

Dettagli

PRESSURE POINTS SERIES: Introduzione all ipertensione

PRESSURE POINTS SERIES: Introduzione all ipertensione PRESSURE POINTS SERIES: NO.1 Introduzione all ipertensione BLOOD PRESSURE ASSOCIATION L ipertensione è la maggiore causa conosciuta di invalidità e morte prematura nel Regno Unito causate da ictus, infarto

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO IN PNEUMO CARDIOLOGIA

CORSO DI AGGIORNAMENTO IN PNEUMO CARDIOLOGIA ACCP CAPITOLO ITALIANO CORSO DI AGGIORNAMENTO IN PNEUMO CARDIOLOGIA Responsabili Scientifici Fabio G. Vassallo, MD, FCCP Enzo Barducci, MD SALA DELLA TORRE FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI GORIZIA Gorizia

Dettagli