Speciale. Salute. Trattenere la giovinezza... 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Speciale. Salute. Trattenere la giovinezza... 1"

Transcript

1 Speciale Salute Trattenere la giovinezza... 1

2 ... riducendo i disturbi tipici dell età adulta. malattie renali, diabete, gotta, aterosclerosi, sovrappeso, obesità, ipercolesterolemia, ipertensione arteriosa, osteoporosi, ernia del disco, reumatismi, tartaro dentario, stress, cellulite, ritenzione idrica, menopausa, asma, febbre da fieno, allergie. 2

3 SOMMARIO Noi siamo quello che mangiamo, pag. 4 ciò che diamo al nostro corpo ed al nostro spirito La salute è un bene che si coltiva. pag. 6 Essa è il premio che la natura dà a chi rispetta le sue leggi Patologie pag Pollice verde pag. 21 Invertire l invecchiamento pag Autorizzazione a stampare n. 10 dell anno 2006 iscrizione del Tribunale di Pescara Direttore responsabile: Mario Di Francesco Responsabile editoriale: Marketing & Service sas Via Genova, 7 - Pescara Tel Dic Hanno collaborato: Maria Pia Terlizzi, Emidio Bruno, la vignetta di pagina 11 è di Donatello Di Giovanni Dedico queste riflessioni al mio amico Walter che mi ha fatto conoscere Sang Wang e le sue teorie scientifiche. Con la lettura dei suoi libri e gli approfondimenti che ne sono seguiti, ho potuto ancora di più apprezzare il miracolo della vita e dell acqua, dove questa è nata e si evolve continuamente. Queste nuove conoscenze e l utilizzo di strumenti appropriati, hanno permesso di migliorare il mio benessere generale e quello di tante persone a me vicine. Se è vero che tutta l umanità si può riconoscere nel comandamento: Ama il prossimo tuo come te stesso, allora penso che proprio il nostro corpo, culla della nostra anima, deve essere il punto di partenza, cercando tutti quei comportamenti che possono favorire il suo rispetto, stimolare il benessere fisico ed intellettivo, la conoscenza e l accettazione dei nostri limiti ed il riconoscimento delle nostre straordinarie potenzialità. Poi prestando sempre attenzione ai segnali che il corpo ci manda, possiamo capire cosa succede, perchè succede e cosa possiamo fare affinchè le cose migliorino, diventando spettatori attivi e protagonisti della nostra vita. Avvicinarsi al piacere ed allontanarsi dal dolore è sempre stato l obiettivo di tutta l umanità, anche se il dolore, spesso, è solo uno speciale strumento che il nostro corpo utilizza per avvertirci di azioni ed abitudini errate o pericolose. Pensiamo solo un attimo, se mettendo la mano su un ferro da stiro bollente non provassimo dolore. E con questa riflessione che vi lascio alle prossime pagine, ben conscio di non voler rivendicare nessuna certezza o rigore scientifico che rimando alla professionalità del vostro medico, del vostro nutrizionista, del vostro negozio di fiducia. L unica ambizione di questi pensieri è quella di stimolare una riflessione attenta alle scelte di ogni giorno, perchè ogni giorno noi costruiamo il nostro mondo e quello dei nostri figli. Buona lettura e buona salute. Mario Di Francesco Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla terra quanto l evoluzione verso una dieta sana. Albert Einstein Mezza medicina è in noi stessi, se si sorride alla vita, siamo già verso la guarigione Luigia Rocco 3

4 NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO, CIÒ CHE DIAMO AL NOSTRO CORPO ED AL NOSTRO SPIRITO Al giorno d oggi, per molte donne, la cellulite è un reale problema, come per tanti ragazzi lo è l obesità anche se loro non ne avvertono il pericolo che dovrebbe essere ben presente nella mente dei genitori. Infatti questa patologia apre, nell età adulta, strade diritte verso l ipertensione ed il diabete, per non parlare dei disagi psichici, tutti mali ricchi di omega 3. Ed allora quanto la pelle delle cosce o dei glutei si fa a buccia d arancia stringendola tra le dita e scopriamo con ansia la nostra cellulite o quando la bilancia ci lancia segnali non rassicuranti, o quando i segni del tempo ci sbiadiscono il sorriso, più che rincorrere la pillola magica o sperare nella ricetta del medico che risolve ogni cosa, chiediamoci cosa possiamo fare prima noi per prevenire queste patologie. Già la prevenzione, una cosa su cui tanti scienziati, medici, nutrizionisti, del nostro tempo! ambientalisti, puntano quotidianamente il dito. Se Ma la cellulite, l obesità, sono loro i problemi? No, sono solo conseguenze dei veri ed unici problemi che sono da ricercarsi nel nostro stile di vita, nelle nostre abitudini alimentari condizionate più da quello che ci stimola la pubblicità che da nostre specifiche esigenze, da un attenzione eccessiva ad un mondo dettato più dall apparire che dall essere, dove il bere, il fumo, il gioco (inteso come scommesse), la droga, spesso partendo da idee di emancipazione e di libertà, portano invece l individuo verso una subdola sottomissione, assuefazione e dipendenza, in contrapposizione a quelli che erano stati i motivi iniziali. La prima sigaretta è sicuramente un evento rivoluzionario, ma dietro quel semplice bastoncino bianco, oggi c è una macchina industriale perfetta, che crea sempre nuovi tabacchi, atti a creare una forte dipendenza. Accendiamo una sigaretta dietro l altra senza neanche accorgercene. I polmoni ne risentono, il cuore ne risente e la pelle diventa più vecchia. A cosa servono creme, lifting, collagene? La chimica è entrata prepotentemente in ogni cosa e non sempre a fin di bene. Le mele devono essere tutte belle e della stessa misura, assolutamente non toccate. Le fragole disponibili tutto l anno, diventando spesso veri cocktail di fertilizzanti ed anticrittogamici. Gli animali sono allevati nella maggior parte dei casi, in condizioni di violenza inaudita, basterebbe vedere come vivono le galline addette alla produzione di uova o i vitelli che non vedranno mai un pascolo verde; che utilizzano gran parte dei cereali prodotti nel mondo che se utilizzati dal genere umano avrebbero già risolto da molto tempo la mangiassimo tutto e moderatamente di tutto, se la frutta e la verdura di stagione non mancassero mai sulla nostra tavola, se l uso di bevande gassate e fortemente alcoliche fosse limitato, se dedicassimo almeno cinque minuti della nostra giornata all esercizio del nostro corpo e se non ci facessimo mai mancare la lettura di un buon libro ed altre occasione per aumentare il nostro atteggiamento positivo verso il mondo esterno e la nostra autostima, se la baby sitter per i nostri figli smettesse di essere la televisione e se le loro le merendine tornassero ad essere principalmente quelle fatte in casa, come una volta, accompagnate da una buona spremuta di arance siciliane e non già da un uso smodato di bevande gassate e zuccherate, alcune delle quali hanno un grado di acidità tale da sciogliere i metalli, già avremmo fatto un significativo passo avanti per un maggior benessere. Alla stessa maniera se abbiamo una rete fognaria efficiente, se i depuratori delle città e delle industrie funzionassero bene, se le discariche fossero fatte a regola d arte, se la raccolta dei rifiuti fosse organizzata in maniera intelligente, noi avremmo due benefici: da un lato una prevenzione fame e la denutrizione di gran parte della umanità. Animali attiva a cui, per accelerare e forzare la crescita, vengono somministrati estrogeni e dosi massicce di antibiotici per evitare malattie, tutte sostanze che poi ritroviamo nel nostro cibo quotidiano, scoprendoci, magari, intolleranti ad un antibiotico che pensiamo di non aver mai assunto direttamente. I pesci, anche loro spesso allevati con farine animali, perdono sia il loro sapore originale ma più ancora le caratteristiche dei loro grassi buoni, verso molte malattie e dall altro una possibile fonte di ricchezza dal riciclaggio dei rifiuti che possono diventare energia, fertilizzanti e tanto altro Una gestione della cosa pubblica e privata dettata da soli interessi personali, la mancanza di controlli efficaci, la poca attenzione di molta parte della opinione pubblica verso temi sensibili ed ambientali, hanno portato ad avere in un territorio bello e selvag- 4

5 gio, vicino al letto del fiume ed ai pozzi dove viene captata l acqua dei nostri acquedotti, una delle più grandi discariche abusive e velenose di tutta Italia e proprio qui, nella regione dei parchi. C è da riflettere, da impegnarsi, perché incuranti di tutto ciò può anche accadere che dopo avere correttamente investito in quella che è la vera risorsa del nostro territorio e cioè l agricoltura di qualità, con risultati di eccellenza dei nostri vini, del nostro olio, oggi si pensa di far crescere in quelle stesse zone, industrie chimiche e petrolifere, fatalmente dannose all ambiente, alle persone ed inevitabilmente all immagine verde della nostra regione. Ciò senza neanche un significativo ritorno di ordine occupazionale. Cosa possiamo fare? Certamente essere più attenti alle nostre scelte, aderire di buon grado alle campagne di sensibilizzazione e prevenzione, privilegiare colture e prodotti a basso intervento chimico come il biologico, il biodinamico ed a chilometro zero. Un utilizzo massiccio di questi prodotti sarebbe un segnale importante per la grande industria e la grande distribuzione, favorirebbe la diminuzione dei prezzi, rendendoli ancora più accessibili e competitivi. E l acqua? Quanto importante sarebbe utilizzare l acqua del nostro rubinetto che molto spesso è migliore di tante e blasonate acque minerali. Poi è bene anche ricordare che l acqua, una volta imbottigliata, dopo qualche settimana perde gran parte delle sue caratteristiche organolettiche. Qui possiamo fare una scelta veramente intelligente e la scienza e la ricerca oggi ci viene in aiuto mettendoci a disposizione una soluzione tanto semplice quanto innovativa ed efficace: Lo Ionizzatore Alcalino. Con questo facile, semplice ed efficace strumento abbiamo la possibilità di avere un acqua viva, depurata dal cloro, filtrata delle impurità e quindi trattata per diventare acqua alcalina, con tre valori di alcalinità, ed un acqua acida utile per disinfettare la frutta e la verdura, igienizzare in maniera naturale l ambiente. Perchè un acqua alcalina? La risposta scientifica la potete trovare principalmente nei due libri di Sang Wang che Vi invitiamo a leggere e di cui 5 Vi riportiamo alcuni stralci. Noi possiamo solo dirvi che per prevenire e rallentare l invecchiamento delle nostre cellule è utile un adeguato controllo dell equilibrio acido-basico dell organismo. Infatti l accumulo di scorie acide, dovute a fattori di stress, inquinamento, cattiva alimentazione, è una delle principali cause di sofferenza per il nostro corpo. Bevendo quotidianamente un acqua alcalina abbiamo la possibilità di aiutare il nostro sistema immunitario a combattere, in maniera naturale ed efficace, i radicali liberi e l ossigeno attivo, concausa dell invecchiamento delle nostre cellule, favorendo l eliminazione delle scorie acide, responsabili di tanti malanni. Potremo vivere una vita più dinamica, rallenteremo il normale invecchiamento dovuto alla riduzione dei carbonati nel sangue ed avremo più difese nella prevenzione di importanti patologie quali: diabete, ipertensione, reflusso gastrico, gotta, artrite, crampi, nausea, insonnia, problemi renali, obesità, cellulite, acne, asma, emorroidi, stipsi, disturbi cardiaci, osteoporosi, tendinite, funghi, cataratta, allergie, arteriosclerosi, mal di testa, tumori, melanoma, miopia. Quanto detto può apparire qualcosa di semplicistico e miracolistico, certa comunque è una cosa: se vogliamo cose diverse, dobbiamo cominciare a fare cose diverse, migliorare il nostro stile di vita, la nostra alimentazione e perchè no, usufruire di ciò che la ricerca ci mette a disposizione. Poi possiamo fare due scelte: accontentarci con gioia dei risultati acquisiti o magari come ha fatto Sang Wang, che dopo aver eliminato le compresse di Vasotec, che da tre anni prendeva per tenere sotto controllo la sua pressione minima alta, ha da ingegnere e scienziato, voluto capire cosa succedeva nel suo organismo con l assunzione di acqua alcalina ionizzata. La scelta, per chi vuole saperne di più, è solo vostra, il sig. Walter Giurastante può essere solo al vostro fianco per approfondire con voi l argomento.

6 LA SALUTE È UN BENE CHE SI COLTIVA. -ESSA È IL PREMIO CHE LA NATURA DÀ A CHI RISPETTA LE SUE LEGGI Medici, studiosi, ricercatori di tutto il mondo, insistono giustamente sul tema della prevenzione. Molte malattie, anche degenerative e numerosi disturbi, possono essere evitati, o almeno ridotti, con una adeguata conoscenza delle cause e con uno stile di vita orientato alla prevenzione. Questa abitudine ridurrebbe di molto la sofferenza, farebbe crescere la consapevolezza ed abbatterebbe notevolmente l entità dei costi del sistema sanitario. Pensiamo solo quanto sia irrisorio il costo delle analisi di una mammografia, della prostata rispetto ai costi di ricovero e cure ospedaliere nella eventualità di una diagnosi tardiva della malattia, per non parlare delle sofferenze fisiche e psicologiche e del danno sociale. Una forma di prevenzione dimostrata scientificamente, e non ancora conosciuta in Italia in tutta la sua forza, è rappresentata dall adeguato controllo dell equilibrio acidobasico dell organismo. I nostri fluidi corporei hanno valori di ph diversi, per esempio il sangue ha un valore di 7,34, la saliva una valore che va dal 6,8 al 7,5, la bile, cioè il liquido prodotto dal fegato per favorire la digestione e l assorbimento dei grassi, ha un valore basico di 7,4 dovendo neutralizzare le secrezioni gastriche acide, mentre nello stomaco c è un valore di ph compreso tra 1 e 2. La nostra pelle è acida, con un ph 4,3 e ciò per difenderci dall attacco di virus e batteri. Il nostro corpo ha sistemi di difesa e correzione per mantenere sempre costante l equilibrio del ph nell organismo ed ove non riesce a neutralizzare o eliminare gli acidi in eccesso, accetta mali minori, pur di non vedere compromesse le funzionalità vitali. Il sangue, in modo particolare, non tollera variazioni di ph, dovendo assolvere proprio a tutte le funzioni vitali. Una alimentazione ideale dovrebbe prevedere un 80% di cibi alcalinizzanti come frutta, verdura di stagione ed un 20% di alimenti a vocazione acida come carne, pesce, latticini, cereali, dolci, ecc... Riflettiamo un attimo sulla nostra alimentazione. Privilegiando cibi che hanno una reazione acida si formano rifiuti acidi in eccesso e quelli che non vengono eliminati sono accumulati considerare che la diminuzione dei bicarbonati nel sangue è una delle principali cause dell invecchiamento delle nostre cellule. Studi, infatti, hanno dimostrato che bevendo quotidianamente acqua alcalina, possiamo riparare gli errori di alimentazione ed alle conseguenze dovute da situazioni di stress continuo e di inquinamento ambientale ed alimentare. Con questa sana abitudine andremo a favorire un alto grado di efficienza e di salute, perchè il nostro sangue, le nostre cellule, i nostri organi, si troveranno sempre con un valore di ph ottimale. Il corpo ha un modo molto intelligente per trasformare gli scarti acidi in eccesso, in scarti solidi. Lo stoccaggio può avvenire in molte parti, incluso il grasso corporeo. Esempi di scorie e acidi salificati sono: il colesterolo, gli acidi urici, i calcoli al fegato, i calcoli renali, gli acidi solforici e fosforici (puri veleni). Uno tra i maggiori problemi causati dalle scorie acide è che esse si coagulano nel sangue, rendendolo vischioso, con la conseguenza della ostruzione dei capillari. In risposta a questa criticità, il nostro corpo si difende cercando di eliminare le scorie dalla circolazione, andandole a fissare sulle pareti delle arterie e ciò per cercare di prevenire danni maggiori. Il processo progressivo di accumulazione nelle arterie, porta ad un lento e progressivo restringimento del lume. Parimenti un accumulo di acidi attorno al pancreas può essere causa dell insorgenza del diabete nell età adulta. Il consumo eccessivo di latticini e formaggi, andando a creare reazioni acide, può accelerare il fenomeno dell osteoporosi. Infatti se le scorte di fosfato di calcio non sono sufficienti per mantenere costante il ph del sangue, questo viene prelevato o dal pancreas o proprio dalle ossa (sic) dove è la riserva più grande che il corpo ha. E bene ricordare che la cellula sana è alcalina e la cellula malata è acida e la verità scientifica ci dice che gli alcalini neutralizzano gli acidi in un processo semplice e naturale. Il nostro corpo, per prevenire le malattie degenerative e da invecchiamento ed il loro stoccaggio avviene deve difender- in zone differenti si dall accumulo del corpo e pertanto dei rifiuti acidi e le patologie che si possono dall attacco dei verificare, sono radicali liberi, diverse per ogni individuo in quanto ogni individuo reagisce in maniera diversa. In che sono poi i veri antagonisti della salute delle nostre cellule. generale poi, bisogna 6

7 Un radicale libero è una molecola o un atomo particolarmente reattivo che contiene almeno un elettrone spaiato nel suo orbitale più esterno. A causa di questa caratteristica chimica, i radicali liberi sono altamente instabili e cercano di tornare all equilibrio rubando all atomo vicino l elettrone necessario per pareggiare la propria carica elettromagnetica. Questo meccanismo dà origine a nuove molecole instabili, innescando una reazione a catena che, se non viene arrestata in tempo, finisce col danneggiare le strutture cellulari. La produzione di radicali liberi è un evento fisiologico e si verifica normalmente nelle reazioni biochimiche cellulari, soprattutto in quelle che utilizzano ossigeno per produrre energia; possono, comunque, essere prodotti anche a causa di fattori esterni. Dato che non è possibile impedirne la formazione, il nostro organismo ha elaborato un proprio sistema di difesa in grado di neutralizzare buona parte degli effetti negativi associati alla produzione di radicali liberi. Guardando la vita quotidiana, ci accorgiamo che produciamo, chi più e chi meno, tanti o spesso troppi rifiuti, che avremo cura di smaltire per avere una casa ed un ambiente sempre pulito. Per la raccolta e lo smaltimento, poi, la società civile si avvale di operatori ecologici e più il servizio è efficiente e più la città è bella, pulita e vivibile. Anche il nostro corpo ha organizzato un piano continuo per la rimozione delle scorie e rifiuti che momento per momento produciamo e questi sono gli anti ossidanti. Ritornando al concetto di prevenzione possiamo comunque limitare la formazione dei radicali liberi, evitando i fattori esterni che ne favoriscono lo sviluppo quali: I RADICALI LIBERI 7 inquinamento, droghe, farmaci, esposizione a raggi ultravioletti e radiazioni ionizzanti, stress psicofisico prolungato (anche da attività fisica intensa), alcuni additivi e sostanze tossiche presenti negli alimenti o sviluppate durante la loro cottura (anche per via del cloro presente nell acqua con cui cuciniamo). Gli spazzini, per combattere i radicali liberi, sono le vitamine E A C, il licopene, l acido lipoico, il selenio, lo zingo, il rame, in coenzima Q10, la melatonina, i polifenoli, i bioflovanoidi e grazie alla continua ricerca ogni anno viene individuato qualche nuovo elemento. Queste sostanze lavorano bene in sinergia ed ecco perchè è bene avere una alimentazione la più varia possibile: mangiare tutto e di tutto. Infatti alcuni elementi sono maggiormente efficaci in presenza di altri e perdono la loro forza se ingeriti da soli. In aiuto a questi speciali spazzini, oggi, grazie alla dieta alcalina ed alla scoperta scientifica dell acqua alcalina ionizzata, che possiamo produrre in casa nostra, possiamo fare un passo avanti decisivo. Il bere ed il cucinare con questa acqua favorisce, in maniera naturale ed efficace, la salute del nostro organismo. La cellula sana è alcalina, la cellula malata è acida, un ambiente alcalino è la migliore difesa contro la proliferazione di cellule malate. Prevenire è meglio che curare! E bene anche considerare che l assunzione delle medicine rende l ambiente interno del nostro corpo acido ed oggi molti presidi medici, molti ospedali, invece di distribuire ai pazienti l acqua minerale, vanno sempre più a dotarsi di impianti centralizzati o di tanti piccoli impianti, uno per ogni reparto, di acqua alcalina ionizzata, realizzando così un forte risparmio economico e soprattutto facilitare una prevenzione maggiore. Bere acqua alcalina ionizzata è un modo intelligente per assecondare la natura e prevenire molte malattie. Antioxidant effects of reduced water produced by electrolysis of sodium chloride solutions. K. Hanaoka. Bio-REDOX Laboratory Inc Oaza-Ueda, Ueda-shi, Nagano , Japan (fax : ).

8 I reni sono organi escretori ed insieme alle vie urinarie costituiscono l apparato urinario. Hanno la funzione di regolamentazione dell ambiente interno del corpo, provvedendo al filtro dal sangue, espellendo tramite l urina i prodotti di rifiuto delle attività metaboliche delle cellule, degli organi e dei tessuti. I residui del catabolismo degli aminoacidi sono rappresentati dalla ammoniaca che viene successivamente convertita in una sostanza meno tossica: l urea e questa per essere eliminata, viene disciolta nell acqua. Anche da questa considerazione si evince la necessità fornire giornalmente al nostro organismo circa due litri d acqua. I reni non hanno solo il compito, tramite i nefroni, di eliminare i prodotti finali del catabolismo azotato dei prodotti tossici che vi giungono, ma anche di regolare il volume del liquido extracellulare (quindi il contenuto idrico) dell organismo e di regolare il ph ematico tramite riassorbimento ed eliminazione di bicarbonato HCO3; ed hanno infine importanti funzioni endocrine, secernendo diversi ormoni ad azione sistemica (quali renina, eritropoietina, ). Inoltre i reni regolano la quantità di acqua presente nel corpo, il mantenimento dell equilibrio acido/basico e la concentrazione dei sali minerali. In particolari condizioni fisiche può accadere che le quantità di rifiuti da eliminare superino la soglia MALATTIE RENALI DIABETE 8 gestibile, per cui i reni cadono in patologie tipo nefrite, intossicazione uremica, ecc... e le più importanti malattie dovute all accumulo di scorie acide sono la formazione di calcoli renali, biliari e della vescica, che poi possono determinare le dolorosissime coliche renali. Una errata convinzione diffusa sta nel credere che la causa dei calcoli renali sia dovuta ad una eccessiva assunzione di calcio, invece molto spesso questa è da ricercarsi in una alimentazione non sempre corretta, caratterizzata da un alimentazione eccessiva di carni, cibi salati, ecc... Infatti con l eccessivo consumo di proteine, l urina diviene più acida ed aumenta la quota d eliminazione di ossalati, calcio e acido urico, mentre si abbassa quella dei citrati (sostanze che impediscono la precipitazione di questi sali). Una particolare attenzione dovrebbe essere data anche ad una assunzione eccessiva di sale che a volte possiamo trovare subdolamente nascosto in cibi confezionati, snack ed agli alimenti come il the concentrato, la coca, particolarmente acida ed ai super alcolici in genere. Importante è l assunzione di acqua durante tutto l arco della giornata, ricordandoci di bere prima di andare a dormire ed al mattino. Il bere poi, acqua alcalina ionizzata, è utile in quanto questa previene la formazione dei calcoli e laddove si siano già formati, aiuta a dissolverli. Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta ad un alterata produzione della quantità dell insulina o della sua funzione. L insulina è l ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l ingresso nelle cellule ed il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno. Le cause possono essere ricercate nel fatto che o il pancreas non produce più insulina e questa patologia è tipica negli adolescenti o l organismo non riesce più ad utilizzarla. Le complicanze che queste comportano sono nel primo caso il rischio di coma chetoacidoso mentre nel secondo caso si possono avere complicanze croniche che riguardano organi e tessuti come gli occhi, i reni, il cuore, i vasi sanguigni ed i nervi periferici provocando: retinopatie, nefropatia, disturbi cardiovascolari, nauropatie, complicanze da gravidanza, per citare i più importanti. Importante nel soggetto diabetico è effettuare controlli anche in assenza di sintomi, che si possono manifestare all improvviso. Importante è uno stile di vita adeguato che comporti una sana e corretta alimentazione, ricca di frutta, verdura, fibre, accompagnata da adeguata attività fisica di tipo aerobico, e fondamentale è l eliminazione del fumo. Partendo poi dal principio che il succo pancreatico prodotto dal pancreas è uno dei fluidi con il valore ph 8,8 più elevato del nostro corpo, molti medici tra cui il Dott. Keijro Kuwabara, giapponese, hanno trattato molti pazienti prescrivendo loro di bere acqua alcalina. Questa pratica ha dato risultati molto significativi, riducendo in molti casi l assunzione quotidiana di insulina. Infatti la carenza di ioni di calcio nel corpo può essere causa di squilibrio nella produzione e presenza dell insulina nel sangue, la cui conseguenza è una condizione acida del sangue. A sua volta la conseguenza è che l eccesso di proteine possono otturare i vasi sanguigni impedendo una irrorazione ottimale dei tessuti e delle cellule. L assunzione di calcio ionizzato, presente nell acqua alcalina, può essere un buon fattore di prevenzione ed oggi è confermato da testimonianze di medici illustri che hanno documentato le loro esperienze con pubblicazioni scientifiche. Il dottor Robert Young, famoso medico statunitense, in una intervista televisiva, presentando il suo libro The PH Miracle ha dichiarato: Anziché focalizzarci sul tessuto o sull organo, ci concentriamo sul fluido che circonda le cellule che compongono gli organi: la cellula e l organo sono in salute quando lo sono i liquidi che li circondano. la metafora della boccia del pesce. Consigliando ai diabetici di seguire corretta-

9 mente le cure abituali, monitorando costantemente i valori di glucosio e seguire una dieta alcalina, i risultati possono essere quelli di ridurre sino al 50% l assunzione dei medicinali. Studi effettuati hanno portato nell 83% dei casi di diabete di tipo 1 e nel 96% di diabete di tipo 2, l eliminazione dell assunzione dell insulina. Risultati molto lusinghieri si sono avuti anche sia su donne in gravidanza, che con una dieta alcalina ottengono un bilanciamento del ph dei liquidi organici, riducendo l acidità, fattore di rilascio del glucosio nel sangue e sia su bambini affetti da diabete. Anti-Diabetic Effect of Alkaline-Reduced Water on OLETF Rats. Dan Jin, Sung Hoon Ryu, Hyun Won Kim, Eun Ju Yang, Soo Jung Lim, Yong Suk Ryang, Chonn Hee Chung, Seung KyuPark and Kyu Jae Lee. Department of Micobiology, Wonju College of Medicine, Yonsei University, Gangwon , Korea. Department of Micobiology and Immunology, YanbianUniversity College of Medicine, Yanji , China. Department of Biochemistry, WonjuCollege of Medicine, Yonsei University, Wonju, Gangwon , Korea. Department of Biomedical Laboratory Scienze and Institute of Healt Scienze, College of Healty Scienze, Yonsei University, Wonju, Gangwon , Korea. Department of Internal Medicine, Wonju College of Medicine, Yonsei University, Wonju, Gangwon , Korea. Department of Parasitology and Insitute for Basic Medical Scienze, Wonju College of Medicine, Yonsei University, Wonju, Gangwon , Korea. Il sovrappeso è un problema che affligge molte fasce della popolazione ed è inoltre considerato da molti, come uno dei maggiori fattori di rischio per l instaurarsi di numerose patologie croniche, soprattutto nei casi più gravi, quando ci troviamo di fronte a un problema di obesità vera e propria. Le reali cause del sovrappeso sono da ascriversi a due motivazioni principali: l iperalimentazione e la scelta degli alimenti o ipometabolismo. L eccesso di peso consiste in un accumulo di acidi grassi. Un modo di immagazzinare le scorie acide che non riescono ad essere smaltite è nel grasso corporeo. Le fasi successive sono i depositi nei tessuti connettivi, per passare poi ai depositi di scorie nei muscoli e cartilagini e qui iniziano i dolori. Come ha dichiarato nel suo libro, Sang Whang ha perso 10 chili in 2 anni bevendo acqua alcalina, senza cambiare le sue abitudini alimentari né di stile di vita. Robert Yang, famoso medico statunitense, in una intervista alla CNN, ha dichiarato: Se il nostro corpo non elimina acidi, li accumula sotto forma di grassi, infatti è il modo migliore e semplice che ha il nostro corpo per difendersi da un eccesso di acidi. Il soprappeso e l obesità non solo sono dovuti ad un eccesso di calorie ma ad un eccesso di acidi che una alimentazione sbagliata comporta. La nostra alimentazione standard è troppa acida, vanno evitate bevande gasate e zuccherate, grassi di origine animale, coloranti e conservanti, insaccati e privilegiati frutta matura e verdure di stagione. Mangiare tutto, di tutto, con parsimonia. Spesso ci sono fattori che stimolano ad una alimentazione eccessiva SOVRAPPESO - OBESITÀ 9 ed errata ed hanno origine in abitudini errate o da motivazioni psicologiche. L obesità al pari della anoressia, sono spesso solo la punta dell iceberg di patologie ben più subdole e profonde e sovente hanno origine da disagi interiori per la cui soluzione ci si dovrebbe far aiutare da specialisti. Uno stato di insoddisfazione latente può anche essere uno stimolo a trovare soddisfazioni in cose diverse ed il cibo ne è una componente fondamentale. Poi ci sono additivi chimici che vengono inseriti subdolamente in molti alimenti per bambini e che hanno lo scopo di alzare il livello di saturazione, allontanando l indice di sazietà che è il normale regolatore che il nostro organismo usa per difendersi dall eccesso di cibo e di zuccheri. L esercizio fisico è molto importante perché ci aiuta ad eliminare acidi attraverso il sudore, ma in presenza di obesità, non bisogna esagerare in quanto c è un aumento di acido lattico ed uno sforzo supplementare per il cuore. Una dieta alcalina, andando ad agire sulle conseguenze di una alimentazione sbagliata, favorisce sia la diminuizione di peso e sia una consapevolezza attenta allo stile di vita, evitando le diete jo-jo e le facili illusioni e le profonde disillusioni.

10 Si tratta di una molecola lipidica sterolica, tipica degli organismi animali, soprattutto dei vertebrati. È presente in tutti i tessuti ed in maggior quantità nel cervello, nella bile e nel sangue. E molto utile, infatti interviene nella formazione e nella riparazione delle membrane cellulari. È il precursore della vitamina D, degli ormoni steroidei e degli ormoni sessuali (come androgeni, testosterone, estrogeni e progesterone). È contenuto nell emoglobina ed è il precursore dei sali biliari. Alla pari del cibo, che è essenziale per la nostra vita, se mangiamo troppo e male ingrassiamo, così è per il colesterolo, se le nostre abitudini e stili di vita sono errati, il colesterolo in eccesso diventa un fattore di rischio per malattie cardiovascolari. Una pigrizia diffusa ci porta spesso a pensare di risolvere i nostri guai con l uso di farmaci che hanno invece tante controindicazioni. Si dovrebbe arrivare a questa estrema soluzione solo quando gli strumenti come una dieta ipocalorica corretta, una ripartizione ottimale dei macronutrienti, una limitazione dei grassi di origine animale, una eliminazione dei grassi idrogenati e delle margarine, una attività fisica aerobica di media intensità, non hanno portato a risultati positivi. Questi comportamenti, infatti, dovrebbero mettere sotto controllo il colesterolo. In COLESTEROLO Fare movimento è utile ad ogni età. OSTEOPOROSI 10 caso contrario accade che il sangue, per mantenere il ph costante, lega spontaneamente il calcio (basico) per ridurre l acidità. Esso può essere prelevato dalle ossa solo molto lentamente, ma un eccesso di acidi nel sangue avrebbe immediatamente effetti gravi. E necessario quindi ricorrere a depositi di calcio di più facile disponibilità e questi sono tra l altro nelle pareti dei vasi sanguigni. Il calcio prelevato viene sostituito dalla colesterina, sempre presente ed acido-resistente. Quanto maggiore è l acidità presente nel nostro sangue, tanto maggiore è il prelievo di calcio dalle pareti dei vasi sanguigni, conseguentemente l organismo per proteggere le pareti dei vasi e rimpiazzare il calcio perduto, andrà a sostituirlo con la colesterina, con l inevitabile conseguenza di un aumento del colesterolo. Il metodo giusto per contrastare l aumento dei valori di colesterolo è quello di ridurre l acidità nel nostro organismo che possiamo effettuare con il cambiamento del nostro stile di vita. E quindi molto utile l assunzione sistematica di acqua alcalina che va a contrastare i residui acidi presenti nel sangue, in quanto un sistema tampone lavora incessantemente con l ausilio di sali alcalini per neutralizzare gli acidi ed allungare la vita delle nostre cellule. E una alterazione degenerativa delle ossa, caratterizzata da diminuzione quantitativa del tessuto osseo. È dovuta a insufficiente elaborazione della matrice proteica delle ossa colpite per diminuita attività osteoblastica o per disturbi del ricambio proteico e deficiente assorbimento del calcio. Può essere associata a diverse malattie: disturbi ormonali, carenze alimentari, forme ereditarie e all assunzione cronica di alcuni farmaci. La forma di gran lunga più frequente è l osteoporosi senile, in relazione all età. Infatti un processo di rarefazione ossea inevitabilmente si accompagna all invecchiamento e, in pratica, tutti gli individui, oltre i anni, hanno un certo grado di osteoporosi. Le donne vengono colpite più diffusamente, forse a causa degli squilibri ormonali che seguono alla menopausa. La prevenzione maggiore è praticare una sana attività fisica prima che si vada in menopausa, lo sport ottimale è lo sci ma qualunque attività fisica è efficace. Ci sono farmaci e prodotti omeopatici come i Sali di Schussler, che al giorno d oggi possono aiutare a tenere sotto controllo la malattia, fornendo fosfati di calcio, utili per dare solidità e resistenza al tessuto osseo. Bisogna anche dire che l assunzione di alimenti con alta concentrazione di calcio come latticini, formaggi, ecc se da un lato aiutano alla risoluzione del problema, in certe circostanze lo possono peggiorare. Infatti l assunzione di questi cibi provoca una reazione acida che il nostro corpo ha la necessità di bilanciare e se c è carenza di fosfati di calcio, questi vengono prelevati proprio dalle ossa, andando di fatto, a peggiorare la situazione. E quindi indispensabile, in presenza di osteoporosi, avere una dieta ricca di sali minerali che possiamo trovare nella frutta e nella verdura e bere acqua alcalina/ionizzata, che in questo caso oltre che essere un elemento di prevenzione diventa uno strumento in più per la salute delle nostro apparato osseo. Effect of calcium alkaline ionized water on formation and maintenance of osseous tissue (osteoporosis). Rei Takahashi, Zhenhua Zhang, Yoshinori ItokawaKioto, University Graduate SCHOOL of Medicine, Dept. of Patology and Tumor Biology, Fukui Prefectural University, Japan.

11 IPERTENSIONE ARTERIOSA L ipertensione arteriosa è un aumento a carattere stabile della pressione arteriosa nella circolazione sistemica. Per pressione massima si intende la pressione sistolica, cioè quella sviluppata durante le sistole cardiaca, mentre per pressione minima si intende la pressione diastolica, cioè quella sviluppata durante la diastole cardiaca. La malattia ipertensiva non è da sottovalutare perchè è responsabile della diminuzione delle aspettative di vita nei pazienti che ne sono colpiti. I disturbi provocati dall ipertensione gravano sugli organi vitali come: cervello, cuore, retina, vasi arteriosi e rene. Come descritto nel suo libro, Invertire l invecchiamento, nel 1986 Sang Whang soffriva di pressione alta e prendeva 20 mg di Vasotec al giorno per tenere sotto controllo i valori pressori che oscillavano intorno a 90/140. Aveva fatto ricorso a questo farmaco (il terzo) dopo aver scartato i due precedenti per intolleranza ai loro effetti collaterali. A seguito della assunzione sistematica di acqua alcalina, i valori pressori cominciarono gradualmente a ridursi al punto che dopo sei settimane poté abbandonare del tutto e definitivamente la terapia con il Vasotec. Sang Whang, da scienziato, si avvicinò al problema ed alla soluzione con spirito critico e verificò che con l aumento della acidità del sangue, i globuli rossi si indurivano ed il sangue diventava più viscoso, passando a fatica nei capillari e riducendo il trasporto ed il rifornimento dell ossigeno. Di conseguenza per sopperire a questo problema il nostro corpo aumenta la pressione del sangue determinando così l ipertensione. Il dott. Rancho Kinunaka, uno di pionieri del trattamento dell acqua alcalina, afferma senza eccezione alcuna, che i pazienti con pressione alta o ipertensione soffrono di acidosi, per cui fornendo un adeguato supporto di acqua alcalina avremo un sangue con ph regolare, ricco di più ossigeno e con una viscosità bassa, non mandando più il cuore sotto sforzo. Gli ioni di calcio, presenti nell acqua ionizzata/alcalina, sono in grado di sciogliere le placche ed il colesterolo accumulato nelle pareti delle arterie, agevolando la circolazione del sangue e prevenendo molti fattori di rischio. ATEROSCLEROSI L aterosclerosi è una malattia infiammatoria cronica delle arterie di grande e medio calibro e si instaura a causa dei fattori di rischio cardiovascolare come: fumo, ipercolesterolemia, diabete mellito, ipertensione, obesità, iperomocisteinemia. Si sospetta che possano esservi anche altre cause, in particolare di natura infettiva ed immunologica. Anatomicamente, la lesione caratteristica dell aterosclerosi è l ateroma o placca aterosclerotica, ossia un ispessimento dell intima (lo strato più interno delle arterie, che è rivestito dall endotelio ed è in diretto contatto con il sangue) delle arterie dovuto principalmente all accumulo di materiale lipidico (grasso) e a proliferazione del tessuto connettivo. Clinicamente l aterosclerosi può essere asintomatica oppure manifestarsi, di solito dai anni in su, con fenomeni ischemici acuti o cronici, che colpiscono principalmente cuore, encefalo, arti inferiori ed intestino. L aterosclerosi in genere inizia con una decalcificazione delle arterie, con la sostituzione del calcio con la colesterina, per mantenere spessore ed elasticità del sistema vasale. La colesterina unitamente alle scorie presenti nel sangue, viene depositata sulle pareti delle arterie, ma le scorie fanno si che alla lunga i vasi si induriscono e perdano la loro elasticità. Anche in questo caso secondo la teoria dello scienziato Sang Whang, l assunzione sistematica e continuativa di acqua alcalina, contrastando l acidificazione del nostro corpo e favorendo l eliminazione di scorie acide, ritarda l insorgenza della patologia o favorisce la sua lenta regressione, se questa è già in atto. 11

12 ERNIA DEL DISCO L ernia del disco è una affezione della colonna vertebrale consistente in una rottura o uno sfiancamento dell anello fibroso del disco e conseguente dislocazione del nucleo polposo. La rottura o lo sfiancamento del disco sono abitualmente secondari ad una degenerazione o invecchiamento del disco, fenomeno che parte dalle cartilagini discali. Le ernie più frequenti sono quelle lombari, seguite da quelle cervicali e da quelle dorsali. Frequenti sono anche i casi di ernie multiple. In tutte le età possiamo essere affetti da ernia del disco. La protrusione invece consiste nello schiacciamento da parte del nucleo delle fibre dell anello. Tuttavia ciò non comporta una rottura delle fibre dell anello stesso, come succede nell ernia, ma il suo schiacciamento, soprattutto a livello del legamento longitudinale posteriore. Una delle concause nella insorgenza di ernia del disco è costituita dall accumulo di cristalli di scorie indurite che logorano, mediante frizione, la cartilagine tra le vertebre e le articolazioni. La conseguenza è l ernia del disco, con atrofia del tessuto cartilagineo e del tessuto osseo. La migliore prevenzione è stare attenti ad una corretta postura, mantenere sempre tonica la massa muscolare, la migliore ginnastica è il nuoto, piegarsi con destrezza evitando bruschi movimenti della colonna vertebrale e, come sempre, l eliminazione delle scorie acide, bevendo acqua alcalina, per inibire la formazione di cristalli, ed avere un formidabile fattore di prevenzione. REUMATISMI I reumatismi sono malattie che interessano le articolazioni (artrosi, reumatismi extra articolari che interessano tendini e muscoli, artrite reumatoide, spondiloartriti, ecc...). I reumatismi sono, di solito, cronici. Le patologie reumatiche compaiono in genere in età avanzata e sopra i 60 anni ben l 80% delle persone soffre di una malattia reumatica. Il dolore associato ai reumatismi in genere compare solo nella fase infiammatoria. La terapia dipende dal tipo di patologia, normalmente si fa ricorso all aspirina ed agli analgesici. La malattia inizia come artrite (cioè un infiammazione articolare), ma interessa anche altri organi fra cui il cuore dove può provocare danni permanenti. L origine del dolore reumatico in genere nasce dalla pressione che accumuli di cristalli di acidi (quasi sempre urici) esercitano sui nervi. L acido urico è il prodotto della disgregazione delle proteine sia del corpo (le cellule che muiono), che di quelle assunte tramite alimentazione. L acido urico, veicolato dal sangue, viene condotto agli organi escretori (reni e pori dell epidermide) per es- sere eliminato. Quando la sua quantità supera la soglia del possibile smaltimento, accumulandosi ed aggregandosi, forma cristalli che vanno a premere sui nervi, causando dolore. L acido urico ed i suoi cristalli non sono facilmente solubili nell acqua e ci sono dei limiti alla concentrazione degli stessi nel sangue. Possono essere tenuti sotto controllo proprio contrastando l acido urico in eccesso e favorendo il suo smaltimento con una corretta dieta alcalina. GOTTA La gotta è un quadro sintomatologico conseguente all iperuricemia cioè alla presenza nel sangue di elevati tassi di acido urico. Nelle donne l acido urico aumenta soprattutto dopo la menopausa, per la riduzione degli estrogeni che hanno un effetto uricosurico e nei paesi industrializzati circa il 20% degli uomini hanno un tasso di urato alto. La gotta fa parte della sindrome del benestante, un quadro patologico caratterizzato da obesità, diabete, dislipidemie, ipertensione essenziale. Questo insieme favorisce l arteriosclerosi. Il rischio di gotta aumenta con l elevazione dell uricemia. Il rischio di è dello 0,2% annuo in un soggetto iperuricemico asintomatico e dello 0,8 in uno gottoso. Anche questa patologia è caratterizzata dall accumulo di acido urico in eccesso, spesso dovuto ad un esagerato consumo di proteine (carne). La gotta colpisce principalmente i piedi e le mani, dove causa infiammazione e dolore. L assunzione di farmaci ed antinfiammatori, se da un lato da sollievo, alla lunga può far peggiorare la situazione, perchè i farmaci favoriscono una reazione acida del sangue. La gotta può essere contrastata prestando maggiore attenzione all alimentazione, riducendo innanzitutto il consumo di carne ed adottando una attenta dieta alcalina, trovando in questa intelligente abitudine alimentare, un aiuto efficace ed un sicuro riscontro. 12

13 CARIE La carie dei denti è una delle tante patologie che colpiscono i popoli ad alto tenore di vita e ha un incidenza piuttosto elevata. Le cause che la determinano sono ancora poco note, ma in genere i fattori principali consistono nella deposizione della placca alimentare, che si arricchisce di componenti salivari e costituisce un terreno favorevolissimo allo sviluppo di una flora batterica, che va ad alterare il naturale equilibrio batterico nella cavità orale. Una buona prevenzione consiste in una corretta igiene orale che è di fondamentale importanza per evitare la formazione di carie. Il suo scopo è l allontanamento dal cavo orale delle sostanze cariogene, rappresentate dai residui alimentari e dalla placca batterica. Per ottenere tale risultato, i denti vanno lavati dopo ogni pasto e con particolare cura la sera, in quanto durante la notte eventuali residui alimentari sono facilmente trasformati in acido dai batteri presenti nella placca. La formazione della carie è tra l altro favorita dal prelievo del calcio che il nostro corpo effettua per bilanciare situazioni di eccesso di acidità, calcio che in prima battuta trova nelle ossa e poi nell apparato dentale. Nei bambini questa cosa è più evidente, infatti il nostro organismo ricorre principalmente al calcio che è nei denti, nella certezza che questi verranno rimpiazzati (osteoporosi infantile). Come per il tartaro dentale possiamo prevenire la carie mantenendo un ph adeguato nel cavo orale e nella nostra saliva. TARTARO DENTALE Il tartaro è un deposito dovuto alla presenza di sali di calcio nella saliva. Questo può formarsi al di sopra del bordo gengivale o in sacche inferiori al bordo. Il colore può variare dal giallo-biancastro delle concrezioni calcaree localizzate lungo il margine gengivale, al marrone scuro, dovuto alla colorazione secondaria ad opera di tabacco e pigmenti derivati dal cibo. Quando i residui di cibo non vengono completamente rimossi con una corretta pulizia orale, una grande quantità di batteri si localizza intorno al bordo gengivale, dando luogo così alla formazione della placca. La placca costituirà poi la matrice per la successiva organizzazione del deposito, che avverrà per precipitazione di sali minerali contenuti nella saliva. Il grado di acidità o basicità che questa incontra nel cavo orale, condiziona la formazione del tartaro che predilige un ambiente acido. Una buona abitudine è una pulizia accurata della bocca dopo ogni pasto, rimuovendo i residui di cibo, poi si può ricorrere a cure specialistiche appropriate o lo si può eliminare facilmente facendo ripetuti sciacqui con una soluzione alcalina. Il tartaro, infatti, non sopporta la differenza tra il proprio valore di ph, che oscilla tra 4 e 5, ed un valore basico più alto, a partire da 8 ed oltre. Con gli sciacqui, questo si stacca e si volatilizza nel vero senso della parola. In farmacia si vendono bustine di sali basici per la loro preparazione, è comunque sufficiente utilizzare l acqua alcalina, con valore di ph di 9-10, erogata da un buon ionizzatore d acqua. La cosa può essere verificata in maniera semplice ed immediata, basta passare la lingua sopra i denti, fare gli sciacqui e ripetere l operazione per scoprire la differenza. La presenza di tartaro è spesso anche un segnale indicatore che il ph del nostro cavo orale è alterato e quindi abbiamo la necessità di riequilibrare il rapporto acido/ basico del corpo al fine di evitare altri problemi. 13

14 CELLULITE, RITENZIONE IDRICA La cellulite è una di quelle patologie tipiche delle società evolute e colpisce prevalentemente le donne. Oltre che presentarsi come un disturbo estetico è una vera e propria patologia che deve essere curata principalmente con la prevenzione e con uno stile di vita adeguato. Indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. E caratterizzata da ipertrofia di queste cellule, nei cui spazi intracellulari, si accumulano liquidi e residui in eccesso dei processi biochimici dell organismo. Il sistema linfatico, con i suoi canali, ha la funzione di raccogliere e veicolare i liquidi ed i materiali di scarto per poi riversarli nel sistema venoso che li trasporterà negli organi preposti alla depurazione dell organismo. Quando questo equilibrio si rompe e le tossine diventano di una quantità superiore a quella che l organismo può smaltire, la cellulite si manifesta nelle sue varie fasi di crescita che possono essere individuate in: Edematosa: cioè accumulo di liquidi ed è presente nel tessuto adiposo, soprattutto intorno alle caviglie, ai polpacci, alle cosce e alle braccia. Fibrosa: forma una fibrosi, cioè aumenta il tessuto connettivo che indurisce quello adiposo. È caratterizzato da piccoli noduli e dalla cute che prende la caratteristica buccia d arancia. Sclerotica: forma una sclerosi, il tessuto diventa duro e nascono noduli di grandi dimensioni. Molto dolente, antiestetica ed è un punto di non ritorno. Le cause che concorrono alla sua crescita sono diverse: il fumo, una vita troppo sedentaria o troppo in piedi, l abuso di alcol, scarpe con tacchi troppo alti che vanno a vanificare la normale spinta plantare, abbigliamento aderente, ansia, stress, una alimentazione ricca di grassi di origine animale, di bibite gassate ed acide e povera di frutta, fibre e verdura. Essendo che la diluizione è sempre, ove non sia possibile altro, la migliore depurazione, per un processo osmotico, l acqua che si trova nella parte extracellulare, meno ricca di sali trasmigra nostre cellule piene di scorie, determinando quella che viene chiamata ritenzione idrica. Le cellule si gonfiano, andando ad occupare maggiore spazio e vanno a strozzare i vasi sanguigni preposti alla loro alimentazione. Questa situazione di stress da origine alla cellulite. Essendo che i residui che si formano negli spazi intracellulari, di loro natura sono acidi, è decisamente utile fornire alimenti ed elementi alcalini al nostro corpo che, riequilibrando il ph dell acqua intracellulare ed extracellulare, favoriscono il normale deflusso dei liquidi e delle scorie, inevitabili in ogni processo metabolico. Quando il fenomeno non è arrivato al punto di non ritorno, cioè la terza fase, si possono facilmente ripristinare le condizioni ottimali affinchè questo regredisca. Mettere liquidi per togliere liquidi, per cui è importante bere in maniera adeguata e soprattutto bere un acqua a concentrazione alcalina. Questa buona abitudine, una attenzione maggiore alla nostra alimentazione, il miglioramento del nostro stile di vita, qualche seduta in centri benessere per salutari massaggi drenanti, fatti da buone mani esperte, qualche ora in palestra o in un centro danza, sono il miglior sistema per combattere questa patologia che tanta ansia crea, giustamente, nel gentil sesso. MENOPAUSA La menopausa è un periodo fisiologico della vita della donna e la si dovrebbe vivere con serenità, accettando il normale ciclo delle stagioni della vita. Spesso, invece, la si affronta come se si trattasse di una malattia cronica, aggiungendo una gratuita ansia ad un passaggio che seppur naturale è comunque impegnativo e non scevro di problemi. I disturbi più frequenti che l accompagnano sono di intensità molto variabile nelle diverse culture e nella maggior parte dei casi possono essere controllati intervenendo sia migliorando lo stile di vita e sia adottando un alimentazione appropriata in cui non dovrebbe mancare la soia perchè ricca di fitoestrogeni. La stessa cosa, a maggior ragione, si può dire per i fattori di rischio legati alle malattie degenerative che spesso si accentuano con l età e con l insorgere della menopausa quali: ipertensione, ipercolesterolemia, iperglicemia, osteoporosi, sovrappeso e per le conseguenti malattie croniche che possono derivarne. Queste devono trovare la prima e più efficace risposta nella riscoperta di corrette abitudini di vita. Normalmente l età in cui si riscontra la menopausa, ovvero quando cessano i flussi mestruali, è individuata tra i 50 e i 52 anni come media mondiale e si è mantenuta costante nel tempo. Esistono aggravanti e fattori di rischio che tendono a diminuire l età anagrafica di tale evento e sono riconducibili al fumo, sia attivo che passivo, che può indurre ad un anticipazione dell evento di 1,5-2 anni. In pratica più si fuma e da più tempo si fuma e più la menopausa si manifesterà prima del dovuto, al tipo di alimentazione, che può essere assolutamente non adatta anche per colpa delle con- 14

15 dizioni economiche del soggetto, all indice di massa corporea che non deve risultare inferiore a quello ideale. Le mestruazioni della donna hanno anche la funzione benefica di depurare l organismo dalle scorie acide e quando con la menopausa vengono a cessare, si verifica una situazione di emergenza da acidità che viene evidenziata con improvvise vampate di calore, inaspettate sudorazioni, calo del desiderio, sensazione di dolore durante il rapporto, tutte cose molto fastidiose e molto note alle donne. Per cercare di superare queste criticità, spesso si ricorre a cure ormonali, mediante cerotti ed altro. Gli ormoni hanno la funzione di mandare un falso segnale chimico al corpo, segnalando la vecchia via cioè l utero, per la eliminazione di scorie e degli scarti acidi. Questa soluzione può portare ad una eccessiva intossicazione dell utero e delle zone limitrofe e quindi fastidi nuovi e diversi che creano spesso irritabilità, mentre una opportuna deacidificazione del corpo con l assunzione sistematica di acqua alcalina, potrebbe essere la strada migliore per eliminare o quanto meno a ridurre drasticamente detti sintomi. Ciò andrà anche a favorire uno stato di generale benessere, per via del riequilibrio del ph interno con la conseguente riduzione delle cause che generano i sintomi. Durante la gravidanza il feto acquista la priorità assoluta ed a lui sono riservati i minerali alcalini; il bambino nasce perciò in un ambiente alcalino molto alto. Quello che prende di più il feto, viene sottratto, spesso, alla madre e ciò specie durante le ore di sonno, per cui, secondo molti medici giapponesi che hanno studiato il caso, l aumento repentino di acidità del sangue che avviene durante la notte, può determinare al mattino, la cosiddetta nausea mattutina. Viene raccomandato di evitare di stare a lungo in piedi, di riposare in posizione sdraiata, possibilmente su un fianco e con una tavola sotto il materasso. Durante la stazione seduta, mantenere la schiena eretta, dare preferenza a schienali rigidi e porre un cuscino dietro i lombi. E consigliato anche evitare i letti e i divani troppo morbidi, dove si sprofonda. Si è dimostrato utile frequentare corsi di ginnastica di preparazione al parto che oltre a preparare il fisico, stimola a vivere attivamente e positivamente l evento. E infatti importante vivere con serenità e gioia la gestazione e tutti i componenti della famiglia dovrebbero essere attivi per favorire un ambiente positivo attorno alla puerpera. Si è dimostrato utile stare a contatto con persone affettuose, positive, mentre è da evitare la compagnia di persone ansiose e che parlano abbondantemente di guai, problemi e malattie in genere. E da evitare il fumo, l alcol ed assolutamente proibita ogni tipo di droga. Mangiare di tutto, privilegiando gli alimenti ricchi di vitamine e sali minerali. Utile è anche l uso di acqua alcalina in quanto l eliminazione GRAVIDANZA 15 delle scorie via utero (vedi invecchiamento uomo e donna) non si ferma davanti alla vita in formazione. I rifiuti della madre vengono anche depositati dalla natura nel piccolo organismo in formazione. Prova ne è il fatto che oggi ci sono innumerevoli neonati che vengono al mondo con dermatite atopica, psoriasi, o altre patologie che dimostrano la presenza di scorie. Un eccessiva acidificazione dell organismo durante la gravidanza e durante l allattamento, fa sì che si depauperino le riserve di sali minerali. Il prelievo di queste sostanze ha ripercussioni differenti laddove si verifica. Se avviene nel cuoio capelluto avremo perdita di capelli, se avviene dai denti ci saranno carie o caduta dei denti stessi, se avviene sotto la cute compariranno smagliature e se saranno concentrate nel sistema vascolare affioreranno le tristemente famose vene varicose. Anche l ingrossamento e/o la fuoriuscita delle emorroidi ed i foruncoli durante la gravidanza o subito dopo, possono essere spiegati per un eccessivo ristagno di scorie e veleni nella vena porta e che il fegato non riesce a smaltire, fenomeno accentuato anche dal fatto che l utero, crescendo, preme sulle grosse vene dell addome ed ostacola il normale reflusso del sangue. (vedi emorroidi e foruncoli). Una attenzione particolare possiamo dare al ph delle urine che non deve andare sotto un certo limite e per mantenerlo nelle condizioni ottimali, utile è bere acqua alcalina, che aiuta a mantenere l equilibrio acido basico, favorendo anche il benessere del nascituro.

16 SINDROME PREMESTRUALE Ogni donna vive il periodo precedente le mestruazioni in maniera molto particolare. Nella maggior parte dei casi, per fortuna, non porta eccessivi traumi, in altre occasioni invece, poche per fortuna, può essere causa di irritabilità, tensione emotiva, sbalzi d umore, insicurezza, crisi di pianto immotivato, manifestazioni depressive, aggressività, scarsa concentrazione, stanchezza, tensione mammaria, dolore al seno, gonfiore addominale, aumento di peso, caviglie gonfie, mal di testa, emicrania. Molte donne spesso non riescono neanche a presentarsi al lavoro. Studi hanno stabilito che nel periodo fertile, la donna parcheggia gli acidi nel sangue, nella linfa e nella placenta e conseguentemente il livello di acidità sale giorno per giorno, fino alla comparsa delle mestruazioni. Normalmente con le mestruazioni, spariscono anche i sintomi e tutto torna nella normalità. Quando le patologie diventano gravi si ricorre a cure specifiche ed i farmaci utilizzati hanno differenti meccanismi d azione e presentano varia efficacia. E stato osservato che sia la durata delle mestruazioni e sia i disturbi, si riducono notevolmente se il regime di vita del mese precedente, ha permesso una riduzione degli acidi. Spesso tutto si può risolvere con semplici cambiamenti delle nostre abitudini di vita come la dieta, lo stile di vita, la riduzione del consumo di alcol e del caffè, la limitazione del fumo, il bere quotidiano di acqua alcalina, che in maniera naturale ed efficace favorisce la riduzione degli acidi, per avere risultati più che soddisfacenti quanto inaspettati. DIARREA CRONICA E STITICHEZZA Suona alquanto contraddittorio, ma la diarrea cronica e la stitichezza, apparentemente fenomeni opposti, sono il prodotto dell eccesso di acidità. Questo eccesso colpisce il pancreas ed il succo pancreatico diviene meno alcalino e conseguentemente il cibo che giunge nell intestino è più acido, gli enzimi non lavorano bene, causando la diarrea. Bere acqua alcalina, riequilibrando il ph interno, è di grande aiuto anche in questo caso. 16 Nel caso della stitichezza invece è un pò più difficile da comprendere. Il dott, Kuwan Choi, professore di medicina interna all università di Seul, in Corea, diresse degli esperimenti clinici su diversi pazienti che soffrivano di stitichezza cronica. Egli misurò il tempo impiegato dai cibi durante il loro passaggio attraverso l intestino crasso, prima e dopo aver bevuto acqua alcalina. Presentò, poi, i risultati nel simposio Salute ed acqua che si tenne a Seul il 22 settembre Con l assunzione giornaliera di circa un litro e mezzo al giorno di acqua alcalina il tempo impiegato dai cibi durante il loro passaggio attraverso l intestino crasso si ridusse in media del 51%. Le conclusioni a cui questi studi hanno portato sono state che la stitichezza è causata da un accumulazione di acidi intorno alla mucosa del colon. Si è accertato che l assunzione di acqua alcalina favorisce la secrezione di fluidi alcalini nel colon stesso, eliminando l accumulo ed il ristagno di acidi e di scorie che sono fattori che favoriscono la stitichezza. Infatti la presenza abnorme di scorie in un ambiente acido, sono condizioni ideali per una fermentazione putrefattiva delle feci, determinando una spiacevole ed eccessiva flatulenza, con senso di disagio e percolazioni di tossine nell organismo. E bene ricordare che un colon in salute non produce flatulenza. Ci sono diverse pubblicazioni che attestano l efficacia della acqua alcalina nei casi di diarrea, stitichezza, dolori addominali, fermentazione intestinale e che confermano che lo ione calcio è considerato essenziale nelle contrazioni propulsive della muscolatura intestinale liscia e l acqua alcalina ne contiene in grande quantità. IPERACIDITÀ, INDIGESTIONE, GAS E NAUSEA Sono causati da acidità in eccesso e per quanto possa apparire semplicistico, basta una dieta alcalina per ripristinare le condizioni ottimali nello stomaco e nell intestino. Questa poi è di sicuro aiuto anche in presenza di ulcera. Nella dieta è consigliato l uso del the verde, la frutta in genere, privilegiando mele, mirtilli, fichi, banane. Anche i cavoli hanno un effetto alcalinezzante e così il fucus ottenuto dalle alghe marine e la liquirizia anche se questa deve essere presa con moderazione, avendo l effetto di far aumentare la pressione sanguigna. Gli enzimi sono sensibili alle variazioni di ph ed un ambiente ottimale favorisce la loro attività per estrarre le sostanze nutritive dagli alimenti. Il pancreas nella digestione, ha un ruolo particolare in quanto regola l assimilazione dei grassi, dei carboidrati e delle proteine. Il succo pancreatico ha un valore di ph molto alto che si aggira attorno ad 8. Mantenere il suo ambiente basico significa avere in primis una buona digestione.

17 CEFALEA, MAL DI TESTA Si stima che in Italia milioni di persone soffrano, in diversa intensità, di mal di testa tanto da venire considerato una vera e propria malattia sociale. Può essere di due tipi: primaria, cioè una malattia vera e propria, con cause non sempre facilmente identificabili, o secondaria. Quest ultima è il sintomo di altri disturbi quali: allergie, ipertensione, artrosi, disturbi digestivi, ecc... E comunque un segnale d allarme che il corpo ci invia per dirci che qualcosa non va per il verso giusto. E importante capire l origine perché solo così si può curare efficacemente. Molto spesso, proprio perché il dolore è forte e continuo, si fa un uso ed un abuso di analgesici che portano assuefazione ed intossicazione. Comunque qualunque sia la causa, il nostro corpo si trova in uno stato di acidità, aumentato dall uso dei farmaci, ed il mal di testa persiste finchè gli acidi non sono stati neutralizzati. Per compensare lo stato di acidità, il corpo ricorre maggiormente ai sali minerali localizzati sotto il cuoio capelluto per cui è utile, anche in presenza di mal di testa, avere a disposizione, tramite la nostra dieta, di sufficienti sostanze alcaline. Per limitare l uso e la dipendenza di analgesici possiamo aiutarci con sistemi antichi ed efficaci come il riposo, il buio, il silenzio ed il sonno e con tecniche di rilassamento. In molti casi è utile avvalersi di trattamenti e terapie psicologiche e psicoanalitiche che possono aiutare a trovare equilibrio e serenità interiore in quanto non sempre il problema in se, è il vero problema, ma la tensione emotiva nasce sul come vengono intimamente vissuti i problemi e le conseguenti situazioni di stress. Per compensare l acidità in eccesso anche in questo caso e specialmente se si fanno uso di analgesici, il bere quotidianamente acqua alcalina ionizzata favorisce la disintossicazione dell organismo, apportando un profondo senso di benessere. OCCHI E DIMINUZIONE DELLA VISTA Il più comune disturbo della vista, dopo i 45 anni di età, è l incapacità progressiva di leggere da vicino. Viene chiamata presbiopia (la parola deriva dal greco e significa vista da vecchi), dovuta all ispessimento della lente dell occhio chiamata cristallino. Questa diventa meno elastica e quindi meno pronta all accomodazione della vista e si corregge normalmente con l impiego di occhiali da lettura. Quando il cristallino diventa opaco si ha la cataratta, un disturbo comune negli anziani, ad evoluzione lenta e che porta a progressiva diminuzione della vista. La diminuizione della vista è un evento che viene vissuto come qualcosa di inevitabile, con quasi rassegnazione. Questo fenomeno ad alcuni si accentua precocemente mentre ad altri è tardo ad arrivare e nel ricercare le cause che favoriscono tutto ciò si è visto che mantenere una pulizia dell ambiente dove vivono le nostre cellule è di grande aiuto anche al benessere dei nostri occhi. Infatti studi approfonditi hanno notato che contrastando le reazioni acide nel nostro organismo, gli zuccheri bruciano completamente e non vanno ad impoverire di ossigeno le cellule. Queste, quindi, si riproducono efficacemente, evitando il loro invecchiamento. Per cui meglio iniziare da subito una dieta alcalina, perchè molti casi hanno provato che ci sono stati anche recuperi significativi della capacità della vista, migliorando semplicemente le abitudini alimentari. 17

18 ASMA, FEBBRE DA FIENO, ALLERGIE Le allergie sono la reazione di anticorpi, prodotta per sbaglio dal sistema immunitario, contro sostanze che in linea di massima non sono nocive all organismo. L asma è una delle malattie respiratorie croniche più diffuse nel mondo. Si tratta di una malattia complessa che si manifesta attraverso una infiammazione cronica delle vie aeree. L infiammazione causa i cosiddetti attacchi d asma, crisi respiratorie, respiro sibilante, senso di costrizione toracica e tosse. Durante gli attacchi, che possono essere improvvisi o graduali, peggiorano i sintomi e la funzionalità respiratoria. Se non trattati in modo adeguato, gli attacchi possono essere anche molto gravi e addirittura fatali. I fattori di rischio sicuramente sono il fumo, sia attivo che passivo, l inquinamento ambientale, polveri, acari, polline, presenza di insetti ed animali domestici, non corretta educazione alimentare. L attacco d asma determina una ostruzione parziale dei bronchi e dei bronchioli a causa delle contrazioni dei muscoli delle pareti bronchiali. Un gioco importante in tutto questo ce l ha, secondo molti medici giapponesi, il sistema immunitario che si scompensa per eccesso di acidità e mentre la risposta si concentra sugli effetti, cercando di contrastarli con trattamenti che vanno a ridurre l intensità e la frequenza degli attacchi, molto utile sarebbe intervenire sulle cause, favorendo nel nostro organismo un ambiente idoneo alla salute delle cellule. Tenere pulita l acqua dove il pesce nuota. L asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree (bronchi) nella quale giocano un ruolo numerose cellule, in particolare i mastociti, gli eosinofili i linfociti T. Nei soggetti predisposti, questa infiammazione provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica e tosse. Le cause scatenanti dell attacco asmatico possono essere molteplici e sono in prevalenza rappresentate da: allergia, inalazione di aero-allergeni come acari, pollini micofiti (in particolare l Alternaria Tenuis), muffe o altro materiale aerotrasportato in grado di provocare una reazione infiammatoria allergica nei soggetti predisposti. Anche l allergia alimentare (e in special modo in età pediatrica l allergia a latte, uovo e altro) può causare l insorgere di una sintomatologia asmatica ma si tratta comunque di manifestazioni allergiche estremamente eccezionali. (Può accadere di scambiare un asma da rigurgito con una allergia alimentare che è molto più rara e con meccanismo completamente diverso). Le cause possono essere: 1. infezioni: virus e batteri sono in grado di provocare l infiammazione delle vie aeree, portando alla crisi i soggetti asmatici; 2. chimici: inalazione di irritanti che nei soggetti non asmatici porta a una sintomatologia assai modesta mentre negli asmatici evoca un infiammazione molto vivace e quindi una crisi di asma; 3. stress sistemico: situazioni di forte stress fisico specie nell attività sportiva possono causare broncocostrizione indotta da esercizio fisico. I medici giapponesi pongono alla base di questi disturbi il sistema immunitario, il quale si scompensa per eccesso di acidità. Lo scienziato Sang Whang racconta di notevoli miglioramenti di asma bevendo acqua alcalina. Per ulteriori approfondimenti si faccia riferimento a : Trattamenti alcalinizzanti. MALATTIE CONTAGIOSE Sebbene le malattie contagiose non siano causate dall accumulo di acidi, coloro che bevono acqua alcalina hanno dimostrato di avere una resistenza molto alta verso questo genere di disturbi, ammalandosi meno ed anche in caso di malattia, la guarigione è più rapida. Studi giapponesi confermano che un livello alcalino ottimale produce, come effetto, un immunità alle malattie contagiose e ricerche effettuate in Germania, affermano che l aumento dei livello di ossigeno che apporta l acqua alcalina, fa aumentare la soglia di immunità. Quando il corpo è invaso da batteri estranei o virus, i linfociti dichiarano guerra agli invasori. Questa guerra causa delle perdite da entrambe le parti. Tali perdite sono di fatto, cellule morte, che si trasformano in scorie acide e vengono eliminate più facilmente se il corpo dispone di un necessario equilibrio interno acido/basico. 18 Walter Giurastante, dopo cinque mesi di assunzione di acqua alcalina ph 10, ha detto addio al suo nebulizzatore al cortisone, che usava da 35 anni.

19 CALVIZIE ED ALLOPATIA La calvizie comune colpisce indifferentemente sia l uomo che la donna ed ha le sue origini in fattori ormonali, genetici e nella sottrazione dei sali minerali nella zona sottocutanea. L analisi chimica del capello ci indica che i costituenti principali, oltre all acqua, sono: la cheratina, i lipidi, i minerali ed i pigmenti. La cheratina ed il processo di cheratinizzazione, in particolare quello dei peli, è regolato da ormoni, vitamine, fattori genetici e metabolici e sembra legato al metabolismo del colesterolo e alla sua esterificazione con acidi grassi sintetizzati dall epidermide. I minerali, poi, rappresentano una componente essenziale dei sistemi proteico-enzimatici. Esiste una correlazione diretta fra la quantità di oligoelementi presenti nel sangue e quelli presenti nel capello. L uomo risente maggiormente di questa patologia rispetto alla donna, in quanto non ha la possibilità di purificare in suo sangue come fa la donna, ogni mese, con le sue mestruazioni. Il pronto intervento, adibito alla neutralizzazione degli acidi, il corpo lo mette in atto, spesso, sotto il cuoio capelluto, per via della sua riserva di oligoelementi e sali minerali. L impoverimento di questi, ha come conseguenza logica, la comparsa della alopecia e la relativa caduta dei capelli che possiamo prevenire e combattere con una adeguata dieta alcalina. Studi hanno verificato che se il bulbo pilifero è ancora vivo, con una dieta alcalina si favorisce la lenta ricrescita dei capelli. STRESS Lo stress è una sindrome di adattamento a degli stressor (sollecitazioni). Può essere fisiologico e può avere anche dei risvolti patologici. Anche eventi di vita quotidiana possono portare a mutazioni anche radicali dovute all adattamento. Malgrado ciò, l adattamento è un attività complessa che si articola nella messa in atto di azioni finalistiche destinate alla gestione o soluzione dei problemi (problem solving), alla luce della risposta emotiva soggettiva suscitata da tali eventi. La capacità di indirizzare le azioni adattative implica sia la possiblità di azioni finalizzate a modificare l ambiente in funzione delle necessità del soggetto, sia l eventualità di intraprendere una modificazione di caratteristiche soggettive per ottenere un migliore adattamento all ambiente circostante. Il cortisolo, l ormone dello stress, che aumenta in situazioni severe di stress psico-fisico, gioca una funzione molto importante, andando ad inibire le funzioni corporee non indispensabili nel beve periodo, garantendo il massimo sostegno agli organi vitali, aumentando tra l altro la gittata cardiaca, la glicemia e la produzione delle endorfine, sostanze che hanno la caratteristica di essere analgesiche ed eccitanti. Uno stress troppo prolungato o tante situazioni di stress, producendo tante, troppe scorie acide, che il nostro corpo non riesce velocemente a neutralizzare, determinano invece conseguenze ed inconvenienti ad ampio raggio quali: depressione, diabete, ipertensione, STRESS STRESS disturbi cardiovascolari, malattie autoimmuni, iperacidità gastrica che può sfociare in ulcera, solo per citarne alcune. Ove possibile è oltremodo utile cercare di eliminare le cause dello stress e se ci si vuole orientare verso un aiuto concreto, deve essere valutato un punto fondamentale: lo stress sia fisico che mentale produce molta acidità. Quando siamo sotto tensione tendiamo a bruciare molti nutrienti in breve tempo, producendo in tal modo molti più rifiuti di quelli che il corpo normalmente è in grado di smaltire. A causa di ciò il fisico tende ad invecchiare più velocemente. Lo stress mentale è ampiamente più devastante di quello fisico, poiché non prevede momenti dedicati al riposo quindi non dà all organismo il tempo necessario allo smaltimento delle tossine acide. Scrive Guy Finley nel suo best seller Lasciare andare : Non devi dipendere da niente e da nessuno per essere felice: la rabbia, la depressione e l ansia provengono da un imperfetta conoscenza di se stessi e delle proprie dinamiche psicologiche. Non c è nessuna differenza fra una persona che distrugge la sua vita con l alcool e chi la distrugge con paure, con la depressione o lavorando come un ossesso. Il risultato finale è lo stesso: una vita che non funziona e che distrugge se stessa e tutto ciò che le sta intorno. Lo stress, in certi casi, è uno stimolo molto positivo, infatti sotto stress noi riusciamo a fare cose al limite delle nostre possibilità. Un uso appropriato di acqua alcalina, neutralizzando le sostanze acide di scarto prodotte sotto stress, favorisce uno stato di maggiore calma e tranquillità che può essere di molto aiuto per gestire al meglio le situazioni di criticità e riducendo gli effetti collaterali dello stress. MICOSI E CANDIDA ELBICANS Ogni essere vivente ha un suo ambiente che privilegia, l uomo infatti vive bene con una temperatura ambientale variabile tra i venti ed i trenta gradi, le micosi prediligono un ambiente con ph acido nei valori che vanno dal minimo di 3,5 ad un massimo di 6. Per cui per risolvere questo problema è utile modificare l ambiente dove queste vivono e si sviluppano ricorrendo a trattamenti di uso esterno di acqua alcalina. Questa, andando a modificare transitoriamente il ph della pelle, annulla le condizioni ottimali privilegiate dalla micosi e dalla candida elbicans che a lungo andare scompaiono completamente. 19

20 SCLEROSI MULTIPLA E una malattia molto complessa ed invalidante e secondo il prof. Peter Jentschura, ci sono due cause importanti che la favoriscono: i disturbi energetici dell organismo dovuti a situazioni ambientali, lavorative, come ambiente reale che come qualità percepita del lavoro e l accumulo prolungato nel tempo di scorie acide che intossicando l organismo mandano il sistema immunitario in corto circuito. Infatti gli enzimi preposti alla produzione di ATP, il motore di tutte le attività cellulari, hanno un funzionamento anomalo provocato da una reazione autoimmune errata. Questi non vengono riconosciuti, non si innesca la produzione di energia e la conseguenza è la morte dei neuroni. La malattia nei primi anni può regredire spontaneamente e quindi, senza trascurare tutte le terapie ufficiali, un riequilibrio del ph interno può risultare molto efficace. Anticancer Effect of Alkaline Reduced Water. Kyu-Jae LEE, Seung Kyu PARK, Jae-Won KIM, Gwang-Young KIM, Young Suk RYANG, Geun-Ha KIM, Hyun-Cheol CHO, Soo-Kie KIM, and Hyun-Won KIM. Dept of Parasitology of Basic Medical Scienze, Department of Biochemistry, Department of Micobiology Wonju College of Medicine, Yonsei University, Wonju, Korea. EMORROIDI E ULCERA CUTANEA Il fegato è il nostro organo preposto alla trasformazione delle sostanze di scarto che diventano in parte bile ed in parte riversate nell intestino ed eliminate naturalmente e meglio se con regolarità giornaliera, per evitare che restino più del dovuto nel nostro organismo. Il sangue affluisce al fegato tramite la vena porta, che parte dall ano e risale verso il fegato e che raccoglie tutte le scorie prodotte dalla normale vita e metabolismo delle cellule (digestione intestinale e milza). Quando il flusso di sostanze tossiche è superiore a quello che il fegato può smaltire si viene a creare una situazione critica e pericolosa definibile come un ingorgo. La vena si gonfia sino a provocare la rottura dei vasi sanguigni nell ano, di conseguenza le emorroidi fuoriescono, spesso scoppiano, disperdendo sangue, pieno di scorie, sporco ed avvelenato. Se non trova più questa strada che spesso è trattata chirurgicamente, il corpo andrà a trovare altre vie pur di liberarsi di quanto ha in eccesso. Per questo motivo possiamo comprendere il meccanismo che favorisce l ulcera cutanea. Questa è un modo intelligente con cui il nostro corpo risponde ad uno stato di accumulo di scorie ed acidi. L ulcera si forma in prossimità del posto dove le scorie sono maggiori o nella zona del malleolo che presenta caratteristiche favorevoli alla sua formazione. L ulcera quindi, è un benevolo accorgimento, che il nostro corpo usa per difendersi da problemi maggiori e dovrebbe farci riflettere su cosa possiamo fare per evitare al nostro corpo situazioni di emergenza. Infatti quando l organismo non si riesce a liberarsi completamente delle scorie acide, i tessuti, gli organi, le ghiandole possono essere danneggiati, determinando patologie importanti; ogni organismo reagisce in maniera diversa. E molto importante cercare di mantenere gli organi interni in uno stato ottimale di ph, con una alimentazione adeguata e più ancora con l acqua alcalina ricca di carbonati di calcio, sodio, potassio, ecc Come abbiamo visto per le micosi che sono trattate localmente, anche le cisti oltre che chirurgicamente, spesso sono state fatte uscire dal corpo inoculando gocce di acqua con alto tasso di ph basico, acqua ricavata con prodotti che si trovano facilmente in farmacia. Le applicazioni possono durare qualche settimana o anche qualche mese, ma poi la ciste viene fuori, si forma una ferita, che si richiude in maniera molto naturale. 20 COLECISTI INTESTINO FEGATO COLEDOCO TOSSINE VENA PORTA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

Ancora una volta uno stile di vita non corretto con una dieta poco equilibrata ed abitudini sedentarie può influire negativamente sulla salute

Ancora una volta uno stile di vita non corretto con una dieta poco equilibrata ed abitudini sedentarie può influire negativamente sulla salute Premessa La cellulite Un corretto stiile dii viita No al problema della cellulite Ancora una volta uno stile di vita non corretto con una dieta poco equilibrata ed abitudini sedentarie può influire negativamente

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

HORMONAL PROFILES. Valutazione degli equilibri ormonali

HORMONAL PROFILES. Valutazione degli equilibri ormonali HORMONAL PROFILES Valutazione degli equilibri ormonali Quando l organismo è sottoposto a malattie, infiammazione, sforzi fisici, stili di vita scorretti, oppure durante periodi particolari della vita (menopausa,

Dettagli

PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE

PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE Segnali d allarme Gran parte delle malattie renali si possono comportare come killer silenziosi : operano indisturbate, senza sintomi, per anni e, quando i loro effetti si

Dettagli

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il SERVIZIO DI DIETOLOGIA AIED offre: Visite mediche specialistiche Elaborazione diete computerizzate personalizzate

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale)

PROFILO DONNA MENOPAUSA (Valutazione dell equilibrio ormonale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 53480 CCV: 1ad Data: 07/11/2012

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

In quale aree del corpo può essere usato lo Slim Lipo SoftLaser?

In quale aree del corpo può essere usato lo Slim Lipo SoftLaser? Slim Lipo SoftLaser Cos è lo Slim Lipo SoftLaser? Lo Slim Lipo SoftLaser è un laser diodo efficace, testato, per uso estetico, innocuo, indolore e sicuro. Emette una luce laser a bassa frequenza con una

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

Aspetti generali del diabete mellito

Aspetti generali del diabete mellito Il diabete mellito Aspetti generali del diabete mellito Il diabete è una patologia caratterizzata da un innalzamento del glucosio ematico a digiuno, dovuto a una carenza relativa o assoluta di insulina.

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TerapiE PER L OSTEOPOROSI Reggio Emilia, MARZO 2015 L artrite reumatoide CALCIO E VITAMINA D Nessun dato

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

la digestione, l assorbimento, l alimentazione

la digestione, l assorbimento, l alimentazione la digestione, l assorbimento, l alimentazione 1 LA DIGESTIONE Digestione meccanica, il cibo è macinato, rimescolato e insalivato Digestione chimica, il cibo è scomposto in sostanze più semplici dall azione

Dettagli

La molla che fa saltare il cuore.

La molla che fa saltare il cuore. L ipertensione arteriosa Ipertensione arteriosa Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: La molla che fa saltare il

Dettagli

In media si sono osservati i seguenti risultati:

In media si sono osservati i seguenti risultati: Le Onde d UrtO Vengono applicati impulsi meccanici di pressione ricchi di energia sui tessuti superficiali e profondi. Anche in medicina e fisioterapia le onde d urto sono caratterizzate da impulsi di

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

CLASSIFICAZIONE del DIABETE

CLASSIFICAZIONE del DIABETE Il DIABETE Malattia cronica Elevati livelli di glucosio nel sangue(iperglicemia) Alterata quantità o funzione dell insulina, che si accumula nel circolo sanguigno TASSI di GLICEMIA Fino a 110 mg/dl normalità

Dettagli

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani

Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani Le rughe e ll iinvecchiiamentto cuttaneo :: riisvollttii psiicollogiicii Le rughe e la voglia di rimanere sempre giovani La comparsa delle rughe è senza alcun dubbio uno dei primi segni dell invecchiamento

Dettagli

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla

- All inizio, la carie può essere solo visibile, senza dare sintomi particolari. Man mano che la lesione cariosa progredisce fino a giungere alla LA CARIE La carie è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente (smalto dentina) e che origina dalla superficie e procede in profondità fino alla polpa dentale. CAUSE: Le cause della carie sono

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI.

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE. Cibo e Salute: Giornata di prevenzione dell Osteoporosi della CRI. CROCE ROSSA ITALIANA SCHEDA DI APPROFONDIMENTO Il Consigliere del Presidente Nazionale Prof. Giuliano Da Villa Cell. 3355499265 e-mail: ciboesalute@cri.it CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Cibo e

Dettagli

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono

Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori: cosa sono e a cosa servono Gli integratori alimentari, nella vita quotidiana, sono prodotti specifici che favoriscono l'assunzione di sostanze quali macronutrienti (carboidrati e proteine)

Dettagli

PREVENZIONE: Tumori del Seno

PREVENZIONE: Tumori del Seno PREVENZIONE: Tumori del Seno Francesco Paolo Pantano (Chirurgo Oncologo) Il tumore al seno rappresenta il 27% dei tumori del sesso femminile. Ogni anno vi sono circa 36.000 nuovi casi distribuiti nelle

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA ASSOCIAZIONE PRO SENECTUTE DI PEIA-ONLUS via Don Brozzoni n 32 24020 Peia (BG) cod. fiscale 90017120164 (Iscritta nel Registro Generale Regionale del Volontariato al n. 26038 dal 24.10.2000) e-mail prosenectute_peia@virgilio.it

Dettagli

ANUPSA VERONA. Dott.ssa F. «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro.

ANUPSA VERONA. Dott.ssa F. «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro. ANUPSA VERONA «Come affrontare il sovrappeso e le sue complicanze. Dimagrire in salute: la dieta Proteica, i pro e i contro.» Circolo Ufficiali di Castelvecchio 13 febbraio 2014 1 Dott.ssa F. Dopo gli

Dettagli

L integrazione in gravidanza

L integrazione in gravidanza L integrazione in gravidanza Dr. Italo Guido Ricagni Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari in gravidanza

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO TURBE del SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI APP. CARDIOCIRCOLATORIO OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APP. CARDICIRCOLATORIO il

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana Che cos è il Diabete CAUSE E CONSEGUENZE. Lilly Cos è il Diabete Il DIABETE MELLITO è una malattia frequente che dura tutta la vita. In Italia ci sono 3 milioni e mezzo di persone con Diabete, a cui vanno

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE

EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE ALIMENTARE E uno dei pilastri fondamentali per la prevenzione della carie, insieme alla: sigillatura dei solchi Fluoroprofilassi Igiene orale Controlli periodici CARIE E ALIMENTAZIONE PLACCA

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della 1. ACQUA E PESO CORPOREO 36 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente in maggior

Dettagli

Se il mio alunno avesse il diabete

Se il mio alunno avesse il diabete Se il mio alunno avesse il diabete Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma Azienda Ospedaliero - Universitaria di Parma Ufficio XIII Ambito territoriale per la provincia di Parma 1 Questo opuscolo nasce

Dettagli

terapia della carie con ozono.

terapia della carie con ozono. Il vostro dentista consiglia: terapia della carie con ozono. "Per tutti quelli che danno importanza ad un trattamento delicato e approfondito!" 99,9% senza carie indolore 100% "Salve, io sono il Dott.

Dettagli

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la

La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la La Gialmica ti permette di prendere un appuntamento per una visita con la nostra Nutrizionista, la Dott.ssa Ventriglia. Potrai ricevere una dieta personalizzata e bilanciata con i consigli per dimagrire

Dettagli

ECM CRISTALLI NEL SANGUE NUOVI NEMICI DEL CUORE: ACIDO URICO TROPPO ALTO IN 4 INFARTI SU 10 COMUNICATO STAMPA

ECM CRISTALLI NEL SANGUE NUOVI NEMICI DEL CUORE: ACIDO URICO TROPPO ALTO IN 4 INFARTI SU 10 COMUNICATO STAMPA ECM COMUNICATO STAMPA Ormai gli esperti non hanno più dubbi: l eccesso di acido urico nel sangue è un nuovo fattore di rischio cardiovascolare, complice del 40% degli infarti che si registrano ogni anno

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare.

La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare. La prima causa di morte nei diabetici è la malattia cardiovascolare. Il diabete malattia sociale epidemia che avanza a velocità crescente e rischia di mandare in frantumi con le sue drammatiche conseguenze:

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale Il Lichen Orale 1. Che cosa e il lichen planus? 2. E una malattia trasmissibile o infettiva? 3. Quali distretti corporei può colpire? 4. Quali sono gli aspetti clinici della malattia quando colpisce il

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 Data: 10/01/2011 Paziente: ROSSI MARIO ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA Glicemia Insulinemia Indice HOMA ANALITA DESCRIZIONE

Dettagli

UNITà 7 Alimentazione e salute

UNITà 7 Alimentazione e salute unità Alimentazione e salute I termini e i concetti fondamentali 1 l organismo e l energia Per stabilire i fabbisogni nutrizionali dell organismo umano, bisogna conoscerne la composizione chimica. L organismo

Dettagli

MASSAGGIO MIOFASCIALE

MASSAGGIO MIOFASCIALE MASSAGGIO MIOFASCIALE Tale massaggio viene utilizzato sia a scopo preventivo, che per il trattamento delle rigidità e delle contratture della muscolatura. Questa tecnica agisce sulla fascia (tessuto connettivale

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

I benefici dello ionizzatore d'acqua 9000 KM. Aurora D'Agostino

I benefici dello ionizzatore d'acqua 9000 KM. Aurora D'Agostino Presenta I benefici dello ionizzatore d'acqua 9000 KM Aurora D'Agostino Lo ionizzatore fu sviluppato in Korea nei primi anni dopo il 1950. L'acqua alcalina fu successivamente sperimentata dai medici giapponesi

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI A CURA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO DELLA DIALISI DI PIACENZA con questa guida intendiamo

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne?

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne? Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Le malattie cardiovascolari sono tutte quelle patologie che colpiscono il cuore e/o i vasi sanguigni. In caso di malattia si verifica una lesione in uno o più

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto.

Che cosa ci preoccupa tanto nell obesità dei giovanissimi? Vi è un filo che lega l obesità infantile alle malattie cardio-vascolari nell adulto. Ed ecco la quarta serie di diapositive tratte da alcune presentazioni sull obesità infantile e problemi correlati che ho illustrato durante incontri con i genitori di bambini ed adolescenti desiderosi

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Domande Questionario TWISTER Campagna idea

Domande Questionario TWISTER Campagna idea Domande Questionario TWISTER Campagna idea Modulo seme (6/11 anni): Prima di mettersi a tavola bisogna lavarsi le mani Per mantenere i denti sani e forti bisogna mangiare almeno due volte al giorno la

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

VALORE SCIENTIFICO DOCUMENTATO

VALORE SCIENTIFICO DOCUMENTATO MF P H A R M A Isoflavoni da Trifoglio Rosso Integra le carenze - Riduce i disagi Protegge dall invecchiamento VALORE SCIENTIFICO DOCUMENTATO Cos è la menopausa? In una donna la menopausa segna il passaggio

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

L apparato cardiocircolatorio

L apparato cardiocircolatorio L apparato cardiocircolatorio L apparato cardio-circolatorio E costituito da tre strutture diverse: Il cuore I vasi sanguigni Il sangue Il cuore Funziona come una pompa premente (ventricoli) e aspirante

Dettagli

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO

INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO INCREMENTO DELLA VITA MEDIA NELL ULTIMO SECOLO 100 uomo donna ANNI ANNI DI DI VITA VITA MEDIA MEDIA PREVISTI PREVISTI ALLA ALLA NASCITA NASCITA 80 60 40 DIFFUSIONE USO PENICILLINA VACCINAZIONE ANTIPOLIO

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli

LINEA DI PRODOTTI NaturOzone

LINEA DI PRODOTTI NaturOzone LINEA DI PRODOTTI NaturOzone Basate su SOSTANZE NATURALI OZONIZZATE, mediante un processo di ozonizzazione scientificamente raffinato, deodorati e arricchiti di ossigeno attivo biodisponibile. I PRODOTTI

Dettagli

Malattie del benessere In questo opuscolo troverete una descrizione delle malattie del benessere in tutta Europa, le malattie spesso relative al

Malattie del benessere In questo opuscolo troverete una descrizione delle malattie del benessere in tutta Europa, le malattie spesso relative al Malattie del benessere In questo opuscolo troverete una descrizione delle malattie del benessere in tutta Europa, le malattie spesso relative al cibo. Esso contiene anche una definizione di malattie del

Dettagli

Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante.

Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante. LA SOIA INTRODUZIONE Èun piccolo fagiolo giallo, dall apparenza insignificante. Eppure è stato alla base dell alimentazione di interi Paesi orientali per secoli e oggi, secondo molti pareri autorevoli,

Dettagli