IL LAVORO IN SINTESI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL LAVORO IN SINTESI"

Transcript

1

2 1. Rilevanza territoriale del sistema dei navigli IL LAVORO IN SINTESI 2. Ipotesi di fattibilità architettonico/urbanistica del manufatto con studio del tracciato e del suo funzionamento. 3. Ipotesi di fattibilità viabilistica e trasportistica con studi progettuali innovativi/modificativi dello stato di fatto. 4. Ipotesi di fattibilità geologica, idrogeologica e idraulica in relazione alla sostenibilità dell alimentazione idrica essenziale al funzionamento del manufatto, al regime dei flussi idraulici e alla possibilità di riattivazione della navigazione con il superamento dei nodi idraulici presenti lungo il corso del tracciato. 5. Ipotesi di fattibilità economica dell intervento con valutazione costi/benefici. 6. Ipotesi di fattibilità, per fasi e progetti, al fine di collaborare nella fase di informazione e partecipazione nella città. COORDINATORE: Antonello Boatti GRUPPO DI LAVORO: Emilio Battisti, Flavio Boscacci, Maurizio Brown, Roberto Camagni, Claudia Candia, Simone Carzaniga, Andrea Cassone, Elena Filoni, Giorgio Franchina, Alessandra Giannini, Giorgio Goggi, Veronica Indelicato, Paolo Inghilleri, Carlotta Lamera, Antonio Lampugnani, Giada Longhi, Paolo Lubrano, Arianna Lugarini, empio Malara, Ila Stefania Maltese, Marco Proverbio, Marco Prusicki, Nicola Rainisio, Eleonora Riva, Renzo Rosso, Guido Rosti, Maria Cristina Sciandra, Ekaterina Solomatin, Stefano Sibilla, Massimo Vadori, Umberto Vascelli Vallara

3 IL REFERENDUM DEL GIUGNO 2011 Il quesito referendario e il risultato Volete voi che il Comune di Milano provveda alla risistemazione della Darsena quale porto della città ed area ecologica e proceda gradualmente alla riattivazione idraulica e paesaggistica del sistema dei Navigli milanesi sulla base di uno specifico percorso progettuale di fattibilità? (Quesito n 5 del Referendum consultivo) A questa domanda hanno risposto SÌ cittadini, pari al 49,09% dei milanesi e al 94,32% dei votanti Un primo passo: Nel 2012 la proposta è stata inserita, per la prima volta nella storia, in un documento ufficiale di Pianificazione del Territorio del Comune di Milano. Nel PGT si parla esplicitamente di riapertura graduale e/o parziale del sistema dei Navigli.

4 IL RUOLO STRATEGICO DEL SISTEMA DEI NAVIGLI A SCALA TERRITORIALE Planimetria schematica dell'idrovia Locarno-Milano-Venezia

5 IL RUOLO STRATEGICO DEL SISTEMA DEI NAVIGLI ALLA SCALA DELLA CITTA METROPOLITANA

6 UN SISTEMA MULTIVERSO CON ENORMI POTENZIALITA L ambito del Piano d Area dei Navigli Elementi ed ambiti di interesse paesaggistico e ambientale La rete ciclabile Il sistema insediativo Le fasce di tutela ambientale La navigabilità

7 FATTIBILITA IDROGEOLOGICA Carta delle isopiezometriche Valori medi di soggiacenza e fascia dei fontanili Interconnessioni tra Navigli e superficie piezometrica. Minimo e massimo freatico Successioni litologiche presenti nel sottosuolo della città di Milano.

8 IL TRACCIATO DELLA RIAPERTURA DEI NAVIGLI MILANESI

9 LA SUDDIVISIONE DEL TRACCIATO IN TRATTI Lunghezza totale = metri

10 IL TRACCIATO E LE CONCHE Dieci conche, due storiche (Incoronata e Viarenna), due ricostruite sul sedime storico (Fatebenefratelli e via Senato), cinque di nuova realizzazione

11 IL TRATTO DI VIA MELCHIORRE GIOIA (MR)

12 IL TRATTO DI VIA MELCHIORRE GIOIA (MR)

13 MR3: Pirelli Castiglioni MR2:Carissimi-Pirelli MR1: Cassina de Pomm-Carissimi IL TRATTO DI VIA MELCHIORRE GIOIA (MR) E stato sviluppato e completato nella seconda fase della convenzione un progetto generale per l asta di via Melchiorre Gioia incardinato principalmente sulla creazione di boulevard in riva sinistra orografica capace di rigenerare una vasta area periferica di Milano Sezione prospettica del boulevard e planimetria Dettaglio sponda ovest e plastico Dal punto di vista idraulico in via Carissimi è prevista la separazione del Seveso dalla Martesana (cfr. Paragrafo «Fattibilità idraulica») MR4: Castiglioni-Montegrappa

14 IL TRATTO DI VIA MELCHIORRE GIOIA (MR)

15 IL TRATTO DA VIA SAN MARCO A PIAZZA CAVOUR (SM e CN1)

16 IL TRATTO DI VIA SAN MARCO LA CONCA DELL INCORONATA

17 IL TRATTO DI VIA SAN MARCO IL LAGHETTO

18 1 IL TRATTO DELLA CERCHIA INTERNA (CN)

19 IL TRATTO DELLA CERCHIA INTERNA VIA SENATO

20 IL TRATTO DELLA CERCHIA INTERNA - VIA FRANCESCO SFORZA

21 IL TRATTO DELLA CERCHIA INTERNA VIA SANTA SOFIA e VIA MOLINO DELLE ARMI

22 IL TRATTO DA VIA CONCA DEL NAVIGLIO ALLA DARSENA (VL)

23 IL PROGETTO IN VIA CONCA DEL NAVIGLIO

24 LA CONCA DI VIARENNA

25 IL FUNZIONAMENTO IDRAULICO DEL PROGETTO ALLA GRANDE SCALA LA NAVIGABILITA Naviglio Martesana Naviglio Grande Naviglio Pavese

26 IL FUNZIONAMENTO IDRAULICO DEL PROGETTO A MILANO Schema dell'idrografia di progetto dell'area urbana di Milano Un imbarcazione per i navigli a Milano

27 LE FASI DI FUNZIONAMENTO IDRAULICO DEL PROGETTO A MILANO Tracciato della tubazione

28 LA RIAPERTURA DEI NAVIGLI NEL SISTEMA DELLA MOBILITA MILANESE Flussi di traffico dell ora di punta del 2014 Flussi di traffico dello scenario PUMS 2024 (a Navigli riaperti)

29 LA RIAPERTURA DEI NAVIGLI NEL SISTEMA DELLA MOBILITA MILANESE Aumento e diminuzione dei flussi nello scenario PUMS a Navigli riaperti, rispetto allo scenario PUMS base Tracciato ipotetico di nuova linea di superficie

30 LA RIAPERTURA DEI NAVIGLI NEL SISTEMA DELLA MOBILITA MILANESE Sezione dopo via della Maggiolina

31 LA RIAPERTURA DEI NAVIGLI NEL SISTEMA DELLA MOBILITA MILANESE Sezione dopo via Cestelfidardo Sezione sul Laghetto di San Marco

32 VALUTAZIONE DEI COSTI E DEI BENEFICI COLLETTIVI Cassina de Pomm - via Castelfidardo San Marco P. Cavour P. Cavour - Sormani Sormani - Darsena Ripristino Continuità idraulica Costi di progetto (in milioni di euro)

33 VALUTAZIONE DEI COSTI E DEI BENEFICI COLLETTIVI Sintesi dei benefici e dei costi collettivi derivanti dal progetto (a valori attualizzati)

34 VALUTAZIONE DEI COSTI E DEI BENEFICI COLLETTIVI Esempio dei criteri utilizzati nella stima dei costi

35 LA CONOSCENZA STORICA COME BASE DI UN PROGETTO DI VALORIZZAZIONE CULTURALE IL TRACCIATO DEL PROGETTO (I TRATTI COPERTI DEI NAVIGLI MILANESI)

36 LA CONOSCENZA STORICA COME BASE DI UN PROGETTO DI VALORIZZAZIONE CULTURALE I TOTEM, GLI INFO POINT E IL TRACCIATO A TERRA

37 I CONTENUTI EVOCATIVI TRA POESIA E STORIA PER LA COMUNICAZIONE DEL PROGETTO

38 UN MODELLO PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE E IL COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI MILANO CITTÀ D ACQUA TRA STORIA E FUTURO:

39 UN MODELLO PER LA COMUNICAZIONE SOCIALE E IL COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI MILANO CITTÀ D ACQUA TRA STORIA E FUTURO:

1. RILEVANZA TERRITORIALE DEL SISTEMA DEI NAVIGLI

1. RILEVANZA TERRITORIALE DEL SISTEMA DEI NAVIGLI IL LAVORO IN SINTESI 1. RILEVANZA TERRITORIALE DEL SISTEMA DEI NAVIGLI 2. FATTIBILITA archite=onico/urbanisdca del manufa*o con studio del tracciato e del suo funzionamento 3. viabilisdca e traspordsdca

Dettagli

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 2) Procedere GRADUALMENTE alla riattivazione idraulica e paesaggistica del SISTEMA DEI NAVIGLI 3) Attraverso un PROGETTO DI FATTIBILITÀ

Dettagli

Le acque e i canali nel Piano Beruto

Le acque e i canali nel Piano Beruto Le acque e i canali nel Piano Beruto Il sistema dei Navigli, compreso tra il Ticino e l Adda, si forma nel corso di un lungo periodo storico che intercorre tra il XII e il XIX secolo. Sec. XII - XIII Sec.

Dettagli

La nascita del Sistema

La nascita del Sistema La nascita del Sistema 1156 : Guglielmo da Guintellino comincia i lavori di un fossato per scopi di difesa militare intorno alle mura Romane in previsione dell invasione del Barbarossa (che in totale scenderà

Dettagli

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente : i piani di intervento sulla rete dei canali Arch. Laura Burzilleri, Direttore Generale

Dettagli

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua Ing. Antonio Acerbo Verso Expo 2015 Dare l acqua-> moltiplicare il cibo: il ruolo e l impegno dei Consorzi di bonifica e di irrigazione Milano, 27 Novembre 2013 www.expo2015.org

Dettagli

Per informarvi correttamente il convegno si svolgerà in tre sezioni.

Per informarvi correttamente il convegno si svolgerà in tre sezioni. Conferenza Milano città porto Il convegno di oggi riguarda il recupero graduale dell idrovia Locarno Milano Venezia e il recupero della darsena come principale porto turistico di navigazione interna dell

Dettagli

RIEPILOGO LAVORI IN CORSO SUL CANALE MARTESANA 2014 2015

RIEPILOGO LAVORI IN CORSO SUL CANALE MARTESANA 2014 2015 RIEPILOGO LAVORI IN CORSO SUL CANALE MARTESANA 2014 2015 INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL NAVIGLIO MARTESANA PER GARANTIRE LA FUNZIONALITÀ IDRAULICA E LE CONDIZIONI PER LA NAVIGABILITÀ. INTERVENTI

Dettagli

Presidente Regione Lombardia On. Roberto Formigoni Piazza Città di Lombardia, 1 20124 MILANO

Presidente Regione Lombardia On. Roberto Formigoni Piazza Città di Lombardia, 1 20124 MILANO Spettabile EXPO 2015 SPA In persona del suo Amministratore Delegato Ing. Giuseppe Sala Via Rovello n. 2 20121 - MILANO e p.c. Presidente Regione Lombardia On. Roberto Formigoni Piazza Città di Lombardia,

Dettagli

CIVES_PASSEGGIATE DI QUARTIERE DARSENA - PORTA GENOVA -NAVIGLIO GRANDE

CIVES_PASSEGGIATE DI QUARTIERE DARSENA - PORTA GENOVA -NAVIGLIO GRANDE I TEMI valorizzare il ruolo dell acqua come componente del paesaggio urbano e come vettore di comunicazione e raccordo tra la città e la campagna lo spazio pubblico come qualità dell abitare e vivere i

Dettagli

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI 2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI Il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, un tempo chiamato Consorzio di Bonifica Eugenio Villoresi, è nato nel 1918

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese a cura di Dario Fossati U.O. Tutela e Valorizzazione Territorio Accordo di Programma

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI. Provincia di Catania STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DI LOCULI CIMITERIALI NEL CIMITEROCOMUNALE DI NICOLOSI

COMUNE DI NICOLOSI. Provincia di Catania STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DI LOCULI CIMITERIALI NEL CIMITEROCOMUNALE DI NICOLOSI COMUNE DI NICOLOSI Provincia di Catania STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DI LOCULI CIMITERIALI NEL CIMITEROCOMUNALE DI NICOLOSI Indice: A) RELAZIONE ILLUSTRATIVA: pag: 3 1. Inquadramento

Dettagli

Programma 16/24 aprile 2010

Programma 16/24 aprile 2010 Programma 16/24 aprile 2010 I promotori ARCIDIOCESI DI MILANO Vicariato per la Cultura Main sponsor Sponsor Con il patrocinio di MILANO NEI CANTIERI DELL ARTE UN PROGETTO DI: Assimpredil Ance Associazione

Dettagli

Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia

Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia Dighe del PANPERDUTO (Somma Lombardo) Museo dell irrigazione PARABIAGO CASSANO D ADDA MONZA EXPO 2015 ABBIATEGRASSO LODI PAVIA

Dettagli

Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino

Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Milano al Ticino Stefano Sibilla Ruben Palermo, Elisabetta Persi, Luca Modenese Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura DICAr Università di

Dettagli

Studio di fattibilità di un nuovo casello autostradale in corrispondenza dell interconnessione A4 - A22 e della relativa viabilità di accesso

Studio di fattibilità di un nuovo casello autostradale in corrispondenza dell interconnessione A4 - A22 e della relativa viabilità di accesso Studio di fattibilità di un nuovo casello autostradale in corrispondenza dell interconnessione A4 - A22 e della relativa viabilità di accesso INQUADRAMENTO GENERALE Intersezione Corridoio I (Berlino- Palermo)

Dettagli

Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 INDAGINI GEOGNOSTICHE E RICOSTRUZIONE IDROGEOLOGICA... 3 3 RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ E DEWATERING...

Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 INDAGINI GEOGNOSTICHE E RICOSTRUZIONE IDROGEOLOGICA... 3 3 RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ E DEWATERING... DIMENSIONAMENTO DI UN INTERVENTO DI DEWATERING CON RIDUZIONE DELLA PERMEABILITÀ A cura di Giovanni Formentin, Loris Colombo, Vincenzo Francani Giovanni.Formenti@tethys-geco.it, Loris.colombo@polimi.it,

Dettagli

Elaborati del Piano Strutturale.

Elaborati del Piano Strutturale. Elaborati del Piano Strutturale. Il Piano Strutturale è costituito dai seguenti elaborati: QUADRO CONOSCITIVO Q.C. 01 - Relazione Illustrativa del Quadro Conoscitivo Documento. Allegato QC 1a - Foto satellitare

Dettagli

Sviluppo dell agricoltura multifunzionale nell area del Parco Agricolo Sud Milano. I casi dei circuiti ciclo turistici LET e dei servizi

Sviluppo dell agricoltura multifunzionale nell area del Parco Agricolo Sud Milano. I casi dei circuiti ciclo turistici LET e dei servizi Sviluppo dell agricoltura multifunzionale nell area del Parco Agricolo Sud Milano. I casi dei circuiti ciclo turistici LET e dei servizi di catering PARC Maria Pia Sparla Responsabile Servizio Valorizzazione

Dettagli

Franciacorta sostenibile/2 IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT

Franciacorta sostenibile/2 IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT Franciacorta sostenibile/2 Un progetto condiviso di monitoraggio IL MONITORAGGIO NEL PERCORSO DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PGT Iseo, venerdì 12 dicembre 2008 Maurizio Tira, ordinario di

Dettagli

G i u g n o 2 0 1 3 AUTORITÀ AMBIENTALE DI REGIONE LOMBARDIA

G i u g n o 2 0 1 3 AUTORITÀ AMBIENTALE DI REGIONE LOMBARDIA G i u g n o 2 0 1 3 AUTORITÀ AMBIENTALE DI REGIONE LOMBARDIA 1 Autorità Ambientale regionale Filippo Dadone D.G. Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Elisabetta Pozzoli D.G. Ambiente, Energia e Sviluppo

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

Rilettura dei Navigli tra Quattrocento e Cinquecento

Rilettura dei Navigli tra Quattrocento e Cinquecento Rilettura dei Navigli tra Quattrocento e Cinquecento Nel 400 e nel 500 Milano ha svolto in Europa un ruolo centrale nella costruzione dei canali e nella distribuzione delle acque per l irrigazione e per

Dettagli

PGT PIANO DI GOVERNO Comune di DEL TERRITORIO Pontoglio VAS 2 Valutazione Ambientale strategica Relazione Sintesi non tecnica Adozione Approvazione

PGT PIANO DI GOVERNO Comune di DEL TERRITORIO Pontoglio VAS 2 Valutazione Ambientale strategica Relazione Sintesi non tecnica Adozione Approvazione PGT PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Comune di Pontoglio VAS 2 Relazione Valutazione Ambientale strategica Sintesi non tecnica Sindaco Alessandro Seghezzi Responsabile di servizio Cesare Ghilardi Segretario

Dettagli

Progetto di bacinizzazione parziale del Canale Villoresi

Progetto di bacinizzazione parziale del Canale Villoresi Ridurre la quantità d acqua necessaria in caso di crisi idrica e ripartirla su tutta la superficie irrigata Progetto di bacinizzazione parziale del Canale Villoresi Maggio 2007 Obiettivi del progetto Individuare

Dettagli

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: 1 INTRODUZIONE In tutte le grandi città italiane e del mondo il problema della circolazione degli autoveicoli e tutti i disagi ad esso connessi,

Dettagli

Governo delle acque e del territorio

Governo delle acque e del territorio Governo delle acque e del territorio Indicazioni per una gestione comunale Sala Puerari Museo Civico Cremona 22/07/2010 1 Quadro Acque Cremona La realtà cremonese è interessata da un sistema delle acque

Dettagli

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 Il Piano per l assetto idrogeologico ha lo scopo di assicurare, attraverso vincoli, direttive e la programmazione di opere strutturali, la difesa del suolo - in coerenza con le finalità generali indicate

Dettagli

Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani

Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani A05 Gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti urbani Gli scenari strategici per Roma e per la Regione Lazio a cura di Contributi di Giorgio Alleva, Marco Antognoli, Carlo Blasi, Maurizio Boccacci Mariani,

Dettagli

Progetto Abbazie. Stefano Agostoni - DG Sistemi Verdi e Paesaggio

Progetto Abbazie. Stefano Agostoni - DG Sistemi Verdi e Paesaggio Progetto Abbazie Programma di riqualificazione dei sistemi paesistici abbaziali di Chiaravalle, Mirasole, Monlue, Viboldone, Morimondo, e della Certosa di Pavia nella pianura irrigua milanese Stefano Agostoni

Dettagli

PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore Difesa del suolo Regione Toscana

PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore Difesa del suolo Regione Toscana Progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni FASE DI PARTECIPAZIONE ATTIVA (art.66 c.7 D.Lgs 152/06) I INCONTRO PUBBLICO PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore

Dettagli

PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure

PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure Alluvioni del Seveso 03.08.1875 in Comune di Milano; 31.05.1917 in Comune di Milano 15.11.1934 in Comune di Milano 1944 in Comune di Cesano Maderno 26.09.1947

Dettagli

PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure

PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure PROGETTO SEVESO acque pulite, acque sicure Alluvioni del Seveso 03.08.1875 in Comune di Milano; 31.05.1917 in Comune di Milano 15.11.1934 in Comune di Milano 1944 in Comune di Cesano Maderno 26.09.1947

Dettagli

EST TICINO VILLORESI - Consorzio di Bonifica Via L. Ariosto n. 30-20145 Milano

EST TICINO VILLORESI - Consorzio di Bonifica Via L. Ariosto n. 30-20145 Milano EST TICINO VILLORESI - Consorzio Bonifica Via L. Ariosto n. 30-20145 Milano pag. 1 ELENCO PREZZI OGGETTO: COMMITTENTE: MANUTENZIONE ORDINARIA GLOBALE E PROGRAMMATA SULLA RETE DEI CANALI IRRIGUI CONSORTILI

Dettagli

Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA Ministero delle infrastrutture D.M. 14-1-2008 Approvazione delle nuove norme tecniche per le costruzioni. Pubblicato nella Gazz. Uff. 4 febbraio 2008, n. 29, S.O. Norme tecniche - 6. PROGETTAZIONE GEOTECNICA

Dettagli

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico?

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Trasporto e stoccaggio dell energia: come diventare smart Milano 11 luglio 2011 Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Clara Risso Direttore Fonti

Dettagli

www.naviglilombardi.it

www.naviglilombardi.it R egione Lombardia, nel corso degli ultimi anni, ha avviato un profondo cambiamento nella propria attività istituzionale, abbandonando progressivamente il ruolo di gestore tecnico amministrativo delle

Dettagli

ET-Villoresi news. www.etvilloresi.it. Naviglio Grande, lavori urgenti a Magenta in località Pontevecchio

ET-Villoresi news. www.etvilloresi.it. Naviglio Grande, lavori urgenti a Magenta in località Pontevecchio ET-Villoresi news Newsletter del Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi Anno 3 n. 9 del 7 Novembre 2008 Autorizzazione del Tribunale di Milano n.896 del 22 Novembre 2005 Direttore Responsabile Antonio

Dettagli

Il Piano Urbano dei Servizi del Sottosuolo. Fase Conoscitiva

Il Piano Urbano dei Servizi del Sottosuolo. Fase Conoscitiva Il Piano Urbano dei Servizi del Sottosuolo Fase Conoscitiva Quali fattori vanno analizzati La fase conoscitiva analizza: Realtà geoterritoriale (quadro strutturale) Quadro Urbano (infrastrutture, edificato,

Dettagli

Milano (MI) PII Montecity Rogoredo. Scala 1:20.000

Milano (MI) PII Montecity Rogoredo. Scala 1:20.000 Milano (MI) PII Montecity Rogoredo Scala 1:20.000 Inquadramento territoriale Il Programma Integrato d Intervento interessa un area di circa 1.100.000 mq, collocata nel settore sud est di Milano, attualmente

Dettagli

I Navigli di Leonardo: un po di storia...

I Navigli di Leonardo: un po di storia... I Navigli di Leonardo: un po di storia... Prima dei Navigli Milano medio lanum sorge al centro della Pianura Padana, al vertice di tutte le principali vie di comunicazione del nord Italia. Nel passato,

Dettagli

Master in Bilancio e Amministrazione Aziendale Dipartimento di Economia e Management

Master in Bilancio e Amministrazione Aziendale Dipartimento di Economia e Management Master in Bilancio e Amministrazione Aziendale Dipartimento di Economia e Management PROVVEDIMENTO D URGENZA Nº 2 del 10 febbraio 2014 IL DIRETTORE DEL MASTER IN BILANCIO E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE Visto

Dettagli

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian dell Asso, nel comune di Montalcino, delimitata a nord e ad est da aree

Dettagli

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE PROGETTI PADOVA INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE L'interporto di Padova mostra un modo diverso di intendere questo tipo di strutture, collocandosi al centro del comprensorio industriale

Dettagli

RETICOLO IDRICO MINORE

RETICOLO IDRICO MINORE RETICOLO IDRICO MINORE Fondazione Idra ha ottenuto l affidamento per il continuo dei lavori del progetto FESTO, iniziato ormai da più di un anno e che ha visto l individuazione del reticolo principale,

Dettagli

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita

Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Sviluppo sostenibile, tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita Azioni di valorizzazione turistica e culturale e strategie di tutela ambientale e paesaggistica lungo il fiume Ticino

Dettagli

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART.

Dettagli

PeR LAVORI. ESTATe 2008. COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici

PeR LAVORI. ESTATe 2008. COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici COMUNE DI CURTAROLO Assessorato ai Lavori Pubblici Poste Italiane Spa Tassa pagata Invii senza indirizzo AUT. DC/DCI/PD/7919/00/CS del 27-10-00 A tutte le Famiglie del Comune di Curtarolo ESTATe 2008 APeRTI

Dettagli

L idrogeologia di Milano in una slide (!!!)

L idrogeologia di Milano in una slide (!!!) La Rete Civica di Controllo delle Acque di Falda Dott.ssa Annalisa Gussoni Dott. Alessandro Ummarino http://projectfoks.eu L idrogeologia di Milano in una slide (!!!) L idrogeologia di Milano in una slide

Dettagli

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO)

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO) Prot. n. 5915 Imbersago, 4 ottobre 2012 Cat. 6 Classe 1 Fasc. 1 VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL DOCUMENTO DI PIANO (PARERE MOTIVATO) l autorità competente per la VAS d intesa con l autorità procedente

Dettagli

EVOLUZIONE STORICA E PROSPETTIVE DEL RETICOLO DI DRENAGGIO DELLA CITTÀ DI MILANO GESTIONE SOSTENIBILE DELLE ACQUE METEORICHE URBANE

EVOLUZIONE STORICA E PROSPETTIVE DEL RETICOLO DI DRENAGGIO DELLA CITTÀ DI MILANO GESTIONE SOSTENIBILE DELLE ACQUE METEORICHE URBANE EVOLUZIONE STORICA E PROSPETTIVE DEL RETICOLO DI DRENAGGIO DELLA CITTÀ DI MILANO GESTIONE SOSTENIBILE DELLE ACQUE METEORICHE URBANE Maurizio Brown Si sviluppa a partire dalla seconda metà del XIX secolo

Dettagli

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO Popolazione/Inhabitants 1,800,000 1,700,000 1,600,000 1,500,000 1,400,000 1,300,000 1,200,000 1,100,000 1,000,000 Residenti a Milano

Dettagli

Comune di Pavia. Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello

Comune di Pavia. Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello Comune di Pavia Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello 02/09/2014 Relatore: Ing. Luigi Abelli 1 Pavia 2 Pavia - edifici storici e recenti

Dettagli

DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010

DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010 DETERMINAZIONE NUMERO: 38 DEL 18/02/2010 OGGETTO: approvazione del progetto preliminare relativo ai lavori di Rifacimento tronco fognario di Frazione Castello da Frazione Caucino a Via Piave nel Comune

Dettagli

ALLEGATO A1 SCHEDE URBANISTICHE E SCHEDE DI VALSAT

ALLEGATO A1 SCHEDE URBANISTICHE E SCHEDE DI VALSAT Provincia di Reggio Emilia ALLEGATO A1 alle Norme di PSC SCHEDE URBANISTICHE E SCHEDE DI VALSAT Novembre 2006 DIRECTORY: 022001POVIGLIO_PIANOGENERALE2001/PSC 1 FILE: Norme_PSC_Allegato_A1_Schede_novembre2006.doc

Dettagli

11 - FASI SVILUPPO OBIETTIVO OUTPUT RISORSE UMANE ATTESO Predisposizione atto di indirizzo Suap in variante al consiglio comunale

11 - FASI SVILUPPO OBIETTIVO OUTPUT RISORSE UMANE ATTESO Predisposizione atto di indirizzo Suap in variante al consiglio comunale 4 - DENOMINAZIONE OBIETTIVO Piano di Governo del Territorio 5 - VISION DEL PIANO GENERALE DI SVILUPPO ALLA QUALE L'OBIETTIVO E' COLLEGATO N. 4 - LECCO CITTA REGIONALE E METROPOLITANA N. 5 - LECCO CITTA'

Dettagli

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI

LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI PROGETTI STAZIONI ITALIANE LA NUOVA ITALIA DEI NODI E DELLE STAZIONI Dalla politica di valorizzazione del patrimonio immobiliare delle Ferrovie dello Stato nasce una strategia di riassetto globale delle

Dettagli

IMPRESA GUERINI LEGNANO (MI) Boffalora Ticino: estensione della fognatura alla via Folletta e Località Magnana nonché alla Frazione Pontenuovo

IMPRESA GUERINI LEGNANO (MI) Boffalora Ticino: estensione della fognatura alla via Folletta e Località Magnana nonché alla Frazione Pontenuovo IMPRESA GUERINI LEGNANO (MI) Boffalora Ticino: estensione della fognatura alla via Folletta e Località Magnana nonché alla Frazione Pontenuovo RELAZIONE GEOLOGICA AI SENSI DEL D.M. 14.01.08 Solbiate (CO),

Dettagli

DECRETO DEL SINDACO METROPOLITANO. del 25.06.2015 Rep. Gen. n. 201/2015 Atti n. 160981\7.4\2009\244

DECRETO DEL SINDACO METROPOLITANO. del 25.06.2015 Rep. Gen. n. 201/2015 Atti n. 160981\7.4\2009\244 COPIA DECRETO DEL SINDACO METROPOLITANO del 25.06.2015 Rep. Gen. n. 201/2015 Atti n. 160981\7.4\2009\244 Oggetto: Comune di Milano. Valutazione di compatibilità condizionata con il PTCP ex L.R. 12/2005

Dettagli

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART. 12 D.LGS. N. 152/2006

Dettagli

IL DISTRETTO AGRICOLO MILANESE

IL DISTRETTO AGRICOLO MILANESE Comune di IL DISTRETTO AGRICOLO MILANESE 1 URMA Project workshop, 11th october 2013 - Sala Pirelli, Comune di MILANO CITTA RURALE SUPERFICIE AGRICOLA: 2.724 ha su sup. complessiva di 18.175 ha NUMERO IMPRESE

Dettagli

Soggetti politici favorevoli all abrogazione (SI)

Soggetti politici favorevoli all abrogazione (SI) Referendum 12 e 13 GIUGNO 2011 Elenco dei soggetti politici ai sensi dell articolo 2 della delibera n. 98/11/CSP - I QUESITO: Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza

Dettagli

Miglioramento della gestione delle acque meteoriche nell area urbana di Cremona

Miglioramento della gestione delle acque meteoriche nell area urbana di Cremona Miglioramento della gestione delle acque meteoriche nell area urbana di Cremona Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Ing. Andrea Guereschi A.E.M. Gestioni s.r.l. 1 Necessità di

Dettagli

Via Ca' de Vecchi 4 - Torre d'isola (PV) paola.pozzi@pim.mi.it. Centro Studi PIM - Via Felice Orsini, 21 Milano

Via Ca' de Vecchi 4 - Torre d'isola (PV) paola.pozzi@pim.mi.it. Centro Studi PIM - Via Felice Orsini, 21 Milano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PAOLA POZZI Indirizzo Telefono 0263119028 Fax 02653954 E-mail Via Ca' de Vecchi 4 - Torre d'isola (PV) paola.pozzi@pim.mi.it Nazionalità

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI PAVIA Comune di Badia Pavese. Presentazione proposta di P.g.t.

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI PAVIA Comune di Badia Pavese. Presentazione proposta di P.g.t. REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI PAVIA Comune di Badia Pavese V.a.s. Conferenza Conclusiva - 01 Dicembre 2010 Presentazione proposta di P.g.t. Relatori: Arch. Franco Gorrini Arch. Agostino Marinoni PIANO

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO. PROVINCIA DI BRESCIA Via V.Veneto 28, CAP 25073. Codice Ente : 10275 V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A

COMUNE DI BOVEZZO. PROVINCIA DI BRESCIA Via V.Veneto 28, CAP 25073. Codice Ente : 10275 V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A COMUNE DI BOVEZZO PROVINCIA DI BRESCIA Via V.Veneto 28, CAP 25073 Codice Ente : 10275 V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I UNTA COMUNALE N 94 DEL 08/07/2015 COPIA CONFORME ALL ORIGINALE

Dettagli

Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico

Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico RemTech 2012 21 settembre Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico Coordinatori: Endro Martini, Filippo M. Soccodato

Dettagli

COMUNE DI ALBAIRATE Provincia di Milano Ufficio Tecnico

COMUNE DI ALBAIRATE Provincia di Milano Ufficio Tecnico COMUNE DI ALBAIRATE Provincia di Ufficio Tecnico Legge Regionale 11.03.2005 n. 12 e s.m.i - PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO OSSERVAZIONI E PARERI DEGLI ENTI PREPOSTI PREMESSO CHE con delibera di Consiglio

Dettagli

Osservatorio del paesaggio dei parchi del Po e della Collina Torinese WORKING PAPER 06/2008

Osservatorio del paesaggio dei parchi del Po e della Collina Torinese WORKING PAPER 06/2008 OSSERVATORIO DEL PAESAGGIO DEI PARCHI DEL PO E DELLA COLLINA TORINESE WORKING PAPER 06/2008 Un piano strategico per il fiume Po Dipartimento Interateneo Territorio Politecnico e Università di Torino INDICE

Dettagli

Concorso pubblico Educatore Nido/Insegnante Elenco candidati ENTRAMBE LE SELEZIONI A-M

Concorso pubblico Educatore Nido/Insegnante Elenco candidati ENTRAMBE LE SELEZIONI A-M COG AGOSTINI ANNALISA 12/09/1975 AMMESSA ALBANO LEA 07/03/1978 AMMESSA ALBERTAZZI ALESSANDRA 23/11/1979 AMMESSA ALTAMURA DEBORA 07/05/1979 AMMESSA ALTIERI STEFANIA 23/03/1973 AMMESSA AMADEI YLENIA 29/06/1974

Dettagli

LED 2009 TRACCE D ACQUA PROGETTO VINCITORE. LED - Light Exhibition Design. Comune di Milano. Comune di Milano

LED 2009 TRACCE D ACQUA PROGETTO VINCITORE. LED - Light Exhibition Design. Comune di Milano. Comune di Milano LED 2009 PROGETTO VINCITORE è un progetto di: PREMESSA [ ] batto col piede sull asfalto di via Francesco Sforza e dico: Vecchio Naviglio, ma ci sei davvero, qui sotto? Continui ad arrivare e a partire,

Dettagli

Scheda aa5 Cascina Villa Sottoambito b

Scheda aa5 Cascina Villa Sottoambito b Regolamento ai sensi dell art. 9.2 delle Disposizioni di attuazione del Piano dei Servizi Comune di Cernusco sul Naviglio Scheda aa5 Cascina Villa Sottoambito b Scheda aa5 Cascina Villa Sottoambito b

Dettagli

Problematica Idraulica e piani urbanistici

Problematica Idraulica e piani urbanistici Associazione Nazionale Urbanisti e Pianificatori Territoriali e Ambientali con il patrocinio di Comune di Este Consorzio di Bonifica Adige Euganeo PREVENZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO: UN COMPITO PER LA PIANIFICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova N. 137 di reg. del 06.11.2009 N. di prot. COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE RISOLUZIONE PROBLEMI IDRAULICI VIA XX SETTEMBRE E VIA NIZZA. STRALCIO

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 381 Seduta del 04/07/2013

DELIBERAZIONE N X / 381 Seduta del 04/07/2013 DELIBERAZIONE N X / 381 Seduta del 04/07/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

CONVEGNO SOSTANZE NATURALI, FARMACI E ALIMENTI: AZIONI E INTERAZIONI 14 DICEMBRE 2010

CONVEGNO SOSTANZE NATURALI, FARMACI E ALIMENTI: AZIONI E INTERAZIONI 14 DICEMBRE 2010 Programma CONVEGNO SOSTANZE NATURALI, FARMACI E ALIMENTI: AZIONI E INTERAZIONI 14 DICEMBRE 2010 organizzato da ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO DEL FARMACO DIPARTIMENTO DI MALATTIE INFETTIVE,

Dettagli

2.4 Sistema di monitoraggio e indicatori di stato

2.4 Sistema di monitoraggio e indicatori di stato 2.4 Sistema di monitoraggio e indicatori di stato La VAS prevede l avvio di un sistema di monitoraggio dei caratteri territoriali. Obiettivo del monitoraggio è assicurare il controllo sugli impatti significativi

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI

PROFILI PROFESSIONALI A S S O C I A Z I O N E I T A L I A N A S C I E N Z E A M B I E N T A L I C O M I T A T O S C I E N T I F I C O S E G R E T E R I A S O C I O L A U R E A T O E S P E R T O PROFILI PROFESSIONALI I profili

Dettagli

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 39 DEL 28/11/2012

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 39 DEL 28/11/2012 DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 39 DEL 28/11/2012 OGGETTO: ESTINZIONE ANTICIPATA DEI MUTUI CONTRATTI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI. IMMEDIATA ESECUTIVITA. L anno DUEMILADODICI il giorno VENTOTTO

Dettagli

7.4. STUDIO DEL RETICOLO IDRICO COMUNALE

7.4. STUDIO DEL RETICOLO IDRICO COMUNALE 7.4. STUDIO DEL RETICOLO IDRICO COMUNALE Il comune di Oggiono è dotato dello studio del reticolo idrico redatto ai sensi della Dgr 7868/2002 dai geol. Invernizzi e Savazzi nel 2004. Dallo studio emerge

Dettagli

I progetti pilota per la moderazione del traffico nei quartieri cittadini

I progetti pilota per la moderazione del traffico nei quartieri cittadini I progetti pilota per la moderazione del traffico nei quartieri cittadini Comune di Milano Direzione Ambiente e Mobilità Via Beccaria, 19-20122 Milano Telefono +39 02 88467300 Fax +39 02 88467226 Assessore

Dettagli

Pulcine serie B TOT Società Ginnasta tot vl tot tr tot Cl

Pulcine serie B TOT Società Ginnasta tot vl tot tr tot Cl Pulcine serie B TOT Società Ginnasta tot vl tot tr tot Cl CASABURI 1 44,750 MINNIE GYM BEATRICE 15,700 14,400 14,650 2 43,350 JUDO PRENESTE MORO LUCIA 15,400 13,350 14,600 3 42,050 ROMA 12 BARONE SUSANNA

Dettagli

Parte 1 - Informazioni generali - Titolo: PARCO DELLA VETTABBIA - DEPURATORE DI NOSEDO

Parte 1 - Informazioni generali - Titolo: PARCO DELLA VETTABBIA - DEPURATORE DI NOSEDO REGIONE LOMBARDIA Scheda Reg Lomb A2 n. prot. 15545/06 Parte 1 - Informazioni generali - Titolo: PARCO DELLA VETTABBIA - DEPURATORE DI NOSEDO - Comune: Milano - Provincia: Milano - Committente: Comune

Dettagli

SERVIZIO DI SOSTITUZIONE IN UDIENZA

SERVIZIO DI SOSTITUZIONE IN UDIENZA NOME COGNOME TITOLO STUDIO LEGALE RECAPITI TELEFONICI E-MAIL AREE DI SOSTITUZIONE ALTRO tel 071/202819 fax 071/202819 cell Avv. Gatto Elisa Via Calatafimi, 1 Ancona 349.7728483 elisagatto83@libero.it -

Dettagli

Modifiche in materia Commerciale

Modifiche in materia Commerciale PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE Modifiche in materia Commerciale VARIANTE NON SOSTANZIALE AL PTCP ai sensi dell art.27bis della L.R. 20/2000 e s.m.i. RECEPIMENTO DEI

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ARREDO, DECORO URBANO E VERDE

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ARREDO, DECORO URBANO E VERDE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ARREDO, DECORO URBANO E VERDE PROGRAMMA: Verde e Arredo Urbano Responsabile: Dott.ssa Giulia Amato (Direttore Centrale Arredo, Decoro

Dettagli

SRATEGIE PER LA GESTIONE DEI BACINI IDROGRAFICI E LA RIDUZIONE DEI RISCHI

SRATEGIE PER LA GESTIONE DEI BACINI IDROGRAFICI E LA RIDUZIONE DEI RISCHI 1 GREEN FORUM Dalle esondazioni alla sicurezza del territorio SRATEGIE PER LA GESTIONE DEI BACINI IDROGRAFICI E LA RIDUZIONE DEI RISCHI Tra Ticino e Adda: gli aspetti idraulici nella pianificazione di

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

IL PROCESSO EDILIZIO

IL PROCESSO EDILIZIO IL PROCESSO EDILIZIO RELATIVO A UNA OPERA DI ARCHITETTURA È INSIEME DI FASI E ATTIVITÀ IDEATIVE, OPERATIVE, ORGANIZZATIVE E GESTIONALI CONNESSE DA RELAZIONI LOGICHE E SUCCESSIONI TEMPORALI CHE FANNO CAPO

Dettagli

COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DOCUMENTO DI PIANO

COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DOCUMENTO DI PIANO COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano PGT 2010 PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DOCUMENTO DI PIANO Pi CORREZIONE DI ERRORI MATERIALI E RETTIFICA DEGLI DI ATTI DI PGT NON COSTITUENTI VARIANTE

Dettagli

CORSI DI RECUPERO ESTIVI CODICE N MATERIA CLASSI DOCENTE ORE CORSO ALUNNI ITALIANO ITA 8 1E 1F 2C 2H 3D 3H VIOLONI 14

CORSI DI RECUPERO ESTIVI CODICE N MATERIA CLASSI DOCENTE ORE CORSO ALUNNI ITALIANO ITA 8 1E 1F 2C 2H 3D 3H VIOLONI 14 ITALIANO ITA 8 1E 1F 2C 2H 3D 3H VIOLONI 14 1 ANDREUCCI FRANCESCO MARIA 2H 2 ARIOZZI ALESSANDRO 3H 3 CINGOLANI NICOLA 3H 4 CIURLANTE CRISTINA 2C 5 PALAZZESI JACOPO 1E 6 QUATTRINI OMAR 3D 7 VESELI FISNIK

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010 DIRETTIVE PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE, GEOTECNICHE E SISMICHE AI SENSI DELLE NTC, D.M. 14.01.2008, E DELLA NORMATIVA NAZIONALE E PROVINCIALE COLLEGATA DOCUMENTO DI SINTESI Trento, Bolzano,

Dettagli

P.I. Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE. Schede di fattibilità. Provincia di Verona. Elaborato

P.I. Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE. Schede di fattibilità. Provincia di Verona. Elaborato Comune di Rivoli Veronese Provincia di Verona P.I. Elaborato VCI INT Valutazione di Compatibilità Idraulica INTEGRAZIONE Schede di fattibilità GRUPPO DI LAVORO Progettisti Incaricati Ing. Mario Medici

Dettagli

PIAE 2009-2028 1 TIPOLOGIA DI POLO. LITOLOGIA DEL GIACIMENTO Sabbie fini. COMUNI INTERESSATI Ferrara INQUADRAMENTO DELL AREA

PIAE 2009-2028 1 TIPOLOGIA DI POLO. LITOLOGIA DEL GIACIMENTO Sabbie fini. COMUNI INTERESSATI Ferrara INQUADRAMENTO DELL AREA TIPOLOGIA DI POLO LITOLOGIA DEL GIACIMENTO Sabbie fini COMUNI INTERESSATI Ferrara INQUADRAMENTO DELL AREA L area è ubicata a nord degli abitati di Porotto e Cassana, nel Comune di Ferrara, confina a nord

Dettagli

CL. 1 F LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE

CL. 1 F LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE CL. 1 F LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE Marco Piccoli ssa Chiara Giacomi Flavio Bellorio Storia e geografia ssa Francesca Roina ssa Maria Rosa Stefanini (supp.) ssa Elena Mondini ssa Lina Greco

Dettagli

Un Ecomuseo per il Naviglio Martesana. WCC Milano 2014

Un Ecomuseo per il Naviglio Martesana. WCC Milano 2014 Un Ecomuseo per il Naviglio Martesana Del Lago di Como è emissario l Adda; sicché, volendo unirsi a questo, bisognava tirar un naviglio sino a quel fiume. Nel 1457, ducando Francesco Sforza, si costruì

Dettagli

E STATA PREPARATA APPOSITA MODULISTICA DA PRESENTARE AL COMUNE PER:

E STATA PREPARATA APPOSITA MODULISTICA DA PRESENTARE AL COMUNE PER: Legge Forestale della Toscana n. 39/2/R del 5/9/2001 - Regolamento di La L.R.T. n.1/2003, di modifica ed integrazione della L.R.T.39/2000 Legge forestale della Toscana ha attribuito ai Comuni il rilascio

Dettagli

La valutazione nella pianificazione

La valutazione nella pianificazione Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 La valutazione nella pianificazione Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch. Pietro

Dettagli