SCHEDA DATI DI SICUREZZA LEGANTI IDRAULICI E PREDOSATI Ai sensi del Regolamento (UE) 1272/2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA DATI DI SICUREZZA LEGANTI IDRAULICI E PREDOSATI Ai sensi del Regolamento (UE) 1272/2008"

Transcript

1 Pag. 1 di IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazine del prdtt Cement e/ preparati a base di cement cnfrmi alle specifiche nrme tecniche. Cement cmune: vedi tabella al punt 3.2 Preparati a base di cement: Legante Idraulic per applicazini nn strutturali HB 3,0 Superplast * Predsati per pere murarie Prnti Prest * (*) miscele nelle quali pssn essere cntenute Flue dust (vedere etichetta sacchi infrmazini riprtate sul dcument di trasprt). 1.2 Usi pertinenti identificati della miscela e usi scnsigliati Il cement cmune è utilizzat cme legante idraulic per la fabbricazine di calcestruzz, malte, intnaci, etc. I cementi cmuni e le miscele cntenenti cement (leganti idraulici) hann un utilizz industriale e prfessinale. Gli usi identificati dei cementi e delle miscele cntenenti cement cprn i prdtti a secc ed i prdtti in sspensine umida (impast). PROC Usi identificati Descrizine del us 2 Us in un prcess chius e cntinu, cn ccasinale espsizine cntrllata Prduzine/ Frmulazine di Prfessinale/us industriale di Materiali per l edilizia e le cstruzini 3 Us in un prcess a ltti chius (sintesi frmulazine) 5 Miscelazine mesclament in prcessi in ltti per la frmulazine di preparati e articli (cntatt in fasi diverse e/ cntatt significativ) 7 Applicazine spray industriale 8a 8b Trasferiment di una sstanza di un preparat (riempiment/svutament) da/a recipienti/grandi cntenitri, in strutture nn dedicate Trasferiment di una sstanza di un preparat (riempiment/svutament) da/a recipienti/grandi cntenitri, in strutture dedicate 9 Trasferiment di una sstanza di un preparat in piccl cntenitri (linea di riempiment dedicata, cmpresa la pesatura) 10 Applicazine cn rulli pennelli 11 Applicazine spray nn industriale 13 Trattament di articli per immersine e clata 14 Prduzine di preparati articli per cmpressine in pastiglie, cmpressine, estrusine, pellettizzazine 19 Miscelazine manuale cn cntatt dirett, cn il sl utilizz di un attrezzatura di prtezine individuale (PPE) 22 Operazine di lavrazine nell ambit di prcessi ptenzialmente chiusi cn minerali/metalli a temperature elevate Ambiente industriale 26 Maniplazine di sstanze inrganiche slide a temperature ambiente 1.3 Infrmazini sul frnitre della scheda dati di sicurezza Scietà: COLACEM S.p.A. Sede legale: Via della Vittrina n Gubbi (PG) Telefn: 075/ Fax: 075/

2 Pag. 2 di Numer telefnic di emergenza Ospedale Città Indirizz - CAP Telefn Azienda Ospedaliera Università di Fggia Fggia V.le Luigi Pint, Azienda Ospedaliera "A. Cardarelli" Napli Via A. Cardarelli, CAV Pliclinic "Umbert I" Rma V.le del Pliclinic, CAV Pliclinic "A. Gemelli" Rma Larg Agstin Gemelli, Azienda Ospedaliera "Careggi" U.O. Firenze Larg Brambilla, Tssiclgia Medica CAV Centr Nazinale di Infrmazine Pavia Via Salvatre Maugeri, Tssiclgica Ospedale Niguarda Ca' Granda Milan Piazza Ospedale Maggire, Azienda Ospedaliera Papa Givanni II Bergam Piazza OMS, Il servizi è dispnibile furi dell rari di uffici: SI NO 2. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI 2.1. Classificazine della miscela ai sensi del Reglament (CE) 1272/2008 (CLP) Classe di pericl Categria di INDICAZIONI DI PERICOLO pericl Irritazine cutanea 2 H315: Prvca irritazine cutanea Gravi lesini culari/irritazine culare 1 H318: Prvca gravi lesini culari Sensibilizzazine cutanea H317: Può prvcare una reazine 1 B allergica cutanea Tssicità specifica per rgani bersagli (espsizine singla) Irritazine vie respiratrie 3 H335: Può irritare le vie respiratrie 2.2 Elementi dell etichetta ai sensi del Reglament (UE) 1272/2008 (CLP) Avvertenze Pericl Indicazini di pericl H318: Prvca gravi lesini culari H315: Prvca irritazine cutanea H317: Può prvcare una reazine allergica cutanea H335: Può irritare le vie respiratrie Cnsigli di prudenza P102 Tenere lntan dalla prtata dei bambini. P280: Indssare guanti/indumenti prtettivi/prteggere gli cchi/prteggere il vis P305+P351+P338+P312: IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare cn acqua accuratamente per parecchi minuti. Tgliere le eventuali lenti a cntatt se è agevle farl. Cntinuare a sciacquare. In cas di malessere, cntattare un CENTRO ANTIVELENI un medic. P302+P352+P333+P313: IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: lavare abbndantemente cn acqua e sapne. In cas di irritazine eruzine della pelle, cnsultare un medic.

3 Pag. 3 di 21 P261+P304+P340+P312: Evitare di respirare la plvere. IN CASO DI INALAZIONE: trasprtare l infrtunat all aria aperta e mantenerl a rips in psizine che favrisca la respirazine. In cas di malessere, cntattare un CENTRO ANTIVELENI un medic. P501: Smaltire il prdtt/recipiente in cnfrmità alla reglamentazine vigente. 2.3 Altri pericli Il cement, in presenza di acqua, per esempi nella prduzine di calcestruzz malta, quand si bagna, prduce una sluzine frtemente alcalina (ph elevat a causa della frmazine degli idrssidi di calci, sdi e ptassi). L inalazine ripetuta della plvere di cement per un lung perid di temp aumenta il rischi di insrgenza di malattie plmnari. Il cntatt ripetut e prlungat del cement sulla pelle umida, a causa della traspirazine della umidità, può prvcare irritazine e/ dermatiti (Bibligrafia [4]). In cas di ingestine significativa, il cement può prvcare ulcerazini all apparat digerente. Sia il cement che i sui impasti, in cas di cntatt prlungat cn la pelle, pssn prvcare sensibilizzazine (a causa della presenza in tracce di sali di crm VI). Ove necessari, tale effett viene depress dall aggiunta di un specific agente riducente per mantenere il tenre di crm VI idrslubile a cncentrazini inferiri all 0,0002 % (2 ppm) sul pes ttale a secc dell stess cement, in ttemperanza alla legislazine richiamata al Punt 15. Il cement nn rispnde ai criteri dei PBT vpvb ai sensi dell Allegat III del REACH (Reglament 1907/2006/CE). 3. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI 3.1 Sstanze Nn applicabile 3.2 Miscela I cementi cmuni sn prdtti secnd la nrma EN Cmpsizine, specificazini e criteri di cnfrmità per cementi cmuni e successive mdifiche, mentre i Leganti idraulici per applicazini nn strutturali HB 3,0 sn prdtti secnd la nrma EN I predsati Prnti Prest cntengn leganti idraulici prdtti secnd le nrme EN e EN

4 Pag. 4 di Cmpnenti che presentan un pericl per la salute Cstituente Clinker di cement Prtland % in pes Numer CE CAS N registrazine REACH Flue dust 0, Esente (Ntifica n Aggirnament ntifica del 1/7/2013 Presentazine Reprt n. QJ ) Classificazine ai sensi del Reg. 1272/2008 Categria di Indicazine di Classe di pericl pericl pericl Irritazine cutanea Sensibilizzazine cutanea Lesini culari STOT SE Irritazine cutanea Sensibilizzazine cutanea Lesini culari STOT SE 2 1B B 1 3 H315 H317 H318 H335 H315 H317 H318 H335 Il cntenut di clinker nelle varie tiplgie di cementi è riprtat nella Tabella di cui al punt 3.2 Le Flue dust, se presenti nella frmulazine del cement, sn dsate cme cstituente secndari. Gli altri cmpnenti del cement di cui alla Tabella del punt 3.2, i reglatri di presa, altri eventuali materiali utilizzati in qualità di cstituente secndari, gli additivi di macinazine e gli eventuali agenti riducenti presentan caratteristiche tssiclgiche e livelli di rischi uguali inferiri a quelli del clinker. 4. MISURE DI PRIMO SOCCORSO 4.1 Descrizine delle misure di prim sccrs Nrme generali Nn sn necessari dispsitivi di prtezine individuale per i sccrritri, i quali devn evitare l inalazine della plvere di cement e il cntatt cn il cement umid cn preparazini cntenenti cement umid. Qualra ciò nn fsse pssibile, devn adttare i dispsitivi di prtezine individuale descritti nella Sezine 8. In cas di cntatt cn gli cchi Nn strfinare gli cchi per evitare pssibili danni crneali causati dall sfregament. Se presenti, rimuvere le lenti a cntatt. Inclinare la testa nella direzine dell cchi clpit, aprire bene le palpebre e risciacquare cn abbndante acqua per almen 20 minuti per rimuvere tutti i residui. Se pssibile, usare acqua istnica (0.9% NaCl). Ove necessari cntattare un specialista della medicina del lavr un culista. In cas di cntatt cn la pelle Per il cement asciutt, rimuvere e sciacquare abbndantemente cn acqua. Per il cement bagnat/umid, lavare la pelle cn mlta acqua e sapne a ph neutr adeguat detergente legger. Tgliere gli indumenti cntaminati, le scarpe, gli cchiali, gli rlgi etc e pulirli cmpletamente prima di riusarli. Cnsultare un medic in tutti i casi di irritazine ustine. In cas di inalazine Prtare la persna all aria aperta. La plvere in gla e nelle narici dvrebbe pulirsi spntaneamente. Cntattare un medic se persiste l irritazine, se si manifesta più avanti se si hann fastidi, tsse persistn altri sintmi. In cas di ingestine Nn indurre il vmit. Se la persna è csciente, lavare la bcca cn acqua e far bere mlta acqua. Cnsultare immediatamente un medic cntattare un Centr antiveleni. 4.2 Principali sintmi ed effetti, sia acuti che ritardati Occhi: Il cntatt degli cchi cn la plvere di cement (asciutta bagnata) può causare lesini gravi e ptenzialmente irreversibili. Pelle: Il cement e le sue preparazini pssn avere un effett irritante sulla pelle umida (a causa della sudrazine dell umidità) dp un cntatt prlungat pssn causare dermatiti da cntatt dp cntatti ripetuti. Cntatti prlungati della pelle cn il cement umid sue preparazini umide (calcestruzz/malte freschi etc) pssn causare irritazine, dermatiti ustini. Per ulteriri dettagli vedere Bibligrafia (1).

5 Pag. 5 di 21 Inalazine: l inalazine ripetuta di plvere di cement per un lung perid di temp aumenta il rischi di insrgenza di malattie plmnari. Ingestine: In cas di ingestine accidentale, il cement può prvcare ulcerazini all apparat digerente. Ambiente: in cndizini di us nrmali, il cement nn è pericls per l ambiente. 4.3 Indicazine dell eventuale necessità di cnsultare immediatamente un medic ppure di trattamenti speciali Vedasi quant indicat al punt 4.1.Quand si cntatta un medic, prtare cn sé la SDS. 5. MISURE ANTINCENDIO 5.1 Mezzi di estinzine Il cement nn è infiammabile. 5.2 Pericli speciali derivanti dalla miscela Il cement nn è cmbustibile né esplsiv e nn alimenta la cmbustine di altri materiali. 5.3 Raccmandazini per gli addetti all estinzine degli incendi Il cement nn presenta rischi crrelati al fuc. Nn sn necessarie attrezzature prtettive speciali per gli addetti agli incendi. 6. MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE 6.1 Precauzini persnali, dispsitivi di prtezine e prcedure in cas di emergenza Per chi nn interviene direttamente Indssare equipaggiament prtettiv cme descritt nella Sezine 8 e seguire i cnsigli di us e maniplazine in sicurezza della Sezine Per chi interviene direttamente Le prcedure di emergenza nn sn richieste. In gni cas, la prtezine delle vie respiratrie, degli cchi e della pelle è necessaria in situazini cn alti livelli di plversità. 6.2 Precauzini ambientali Evitare l scaric la dispersine del cement in sistemi di drenaggi e fgnature in crpi idrici (ad es. crsi d acqua). 6.3 Metdi e materiali per il cnteniment e per la bnifica Cement asciutt Usare metdi di pulizia a secc cme aspiratri estrattri a vut (unità industriali prtatili, equipaggiate cn filtri per particlat ad alta efficienza tecniche equivalenti), che nn disperdn plvere nell ambiente. Nn utilizzare mai aria cmpressa. Assicurarsi che i lavratri indssin adeguati dispsitivi di prtezine individuale e prevenire l spandiment della plvere di cement (vedere Sezine 8). Evitare l inalazine della plvere di cement ed il cntatt cn la pelle. Depsitare il materiale furiuscit in cntenitri per l utilizz futur. Cement bagnat Rimuvere il cement bagnat e riprl in un cntenitre. Cnsentire al materiale di seccare e slidificare prima di smaltirl cme descritt nella Sezine Riferimenti ad altre Sezini Per ulteriri dettagli, vedere le Sezini 8 e MANIPOLAZIONE ED IMMAGAZZINAMENTO 7.1 Precauzini per la maniplazine sicura Misure prtettive Seguire le raccmandazini frnite alla Sezine 8. Per rimuvere il cement asciutt, vedere il Punt 6.3.

6 Pag. 6 di 21 Misure di prevenzine incendi Nn applicabile. Misure per prevenire la generazine di aersl e plvere Nn spazzare usare aria cmpressa. Usare metdi di pulizia a secc (cme ad es. aspiratri ed estrattri a vut), che nn causin dispersine nell aria. Misure di prtezine dell ambiente Durante la mvimentazine del materiale evitarne la dispersine nell ambiente Infrmazini sull igiene sui lughi di lavr di carattere generale Nn maniplare stccare nei pressi di alimenti e bevande materiali per fumatri. In ambienti plversi, indssare maschere anti-plvere ed cchiali prtettivi. Usare guanti prtettivi per evitare il cntatt cn la pelle. 7.2 Cndizini per l immagazzinament sicur, cmprese eventuali incmpatibilità Il cement deve essere immagazzinat in cndizini impermeabili, asciutte (ad es. cn cndensazine interna minimale), pulite e prtette da cntaminazine. Rischi di seppelliment: il cement può addensarsi aderire alle pareti dell spazi cnfinat in cui è stccat. Il cement può franare, cllassare cadere in md imprevist. Per prevenire il seppelliment il sffcament, nn entrare in ambienti cnfinati, cme ad es. sil, cntenitri, camin per trasprt dell sfus, altri cntenitri di stccaggi recipienti che stccan cntengn il cement senza adttare le pprtune misure di sicurezza. Nn utilizzare cntenitri di allumini a causa della incmpatibilità dei materiali. 7.3 Usi finali specifici Nessuna ulterire infrmazine (vedere sezine 1.2) 7.4 Efficacia dell agente riducente del crm VI L integrità della cnfezine ed il rispett delle mdalità di cnservazine spra menzinate sn cndizini indispensabili per garantire il manteniment dell efficacia dell agente riducente per il perid di temp riprtat sul DDT (sia per prdtt in sacc che sfus) ed anche su gni singl sacc. Tale scadenza temprale riguarda esclusivamente l efficacia dell agente riducente nel mantenere il livell di crm VI idrslubile, determinat secnd la nrma EN , al di stt del limite di 0,0002% del pes ttale a secc del cement prnt per l us, impst dalla vigente nrmativa (vedere p. 15), fermi restand i limiti di impieg della miscela dettati dalle regle generali di cnservazine ed utilizz del prdtt stess. 8. CONTROLLO DELL ESPOSIZIONE/PROTEZIONE INDIVIDUALE 8.1 Parametri di cntrll Il valre limite di sglia pnderat nel temp (TLV-TWA) adttat negli ambienti di lavr dell Assciazine degli Igienisti Industriali Americani (ACGIH) per il particlat è pari a 1 mg/m 3 (frazine respirabile). Per l indicazine del livell di espsizine si ha: DNEL (frazine respirabile): 1 mg/m 3 DNEL (pelle): nn applicabile DNEL (ingestine): nn rilevante Per quant attiene la valutazine del rischi ambientale si ha: PNEC (acqua): nn applicabile PNEC (sediment): nn applicabile PNEC (terren): nn applicabile 8.2 Cntrlli dell espsizine Per gni singla Categria di Prcess (PROC), l utilizzatre può scegliere tra le pzini A) e B) riprtate nella Tabella sttstante, in base a csa sia più adatt alla sua situazine specifica. Se viene scelta una pzine, la stessa deve essere selezinata nella Tabella della Sezine Misure di prtezine individuale, quali dispsitivi di prtezine individuale Specifiche per le attrezzature di prtezine delle vie respiratrie. Sn quindi pssibili sl cmbinazini fra A) A) e B) B).

7 Pag. 7 di Cntrlli tecnici idnei Negli impianti dve si manipla, si trasprta, si carica a scarica e si immagazzina il cement, devn essere prese misure per la prtezine dei lavratri e per il cnteniment delle immissini di plveri negli ambienti di lavr cme indicat in tabella (DNEL = 1 mg/m 3 ). I cntrlli lcalizzati sarann definiti in relazine alle situazini in essere e di cnseguenza sarann individuate le attrezzature specifiche per la prtezine respiratria crrispndenti, indicate nella tabella riprtata al punt Tabella Scenari d Espsizine PROC* Espsizine Cntrlli lcalizzati Efficienza Prduzine industriale/frmulazine di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini Usi industriali di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini (intern, estern) Usi industriali sspensini umide material idraulici per l edilizia e le cstruzini Us prfessinale di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini (intern, estern) 2, 3 Nn richiest - A) nn richiest - 14, 26 B) ventilazine lcale generica 78 % 5, 8b, 9 ventilazine lcale generica 78 % Durata nn limitata (fin a 480 minuti per turn, 5 turni a settimana); (# ) < 240 minuti 2 Nn richiest - 14, 22, 26 A) Nn richiest B) ventilazine lcale generica - 78 % 5, 8b, 9 ventilazine lcale generica 78% A) Nn richiest - 7 B) ventilazine lcale generica 78 % 2, 5, 8b, 9, 10, 13, 14 Nn richiest - A) Nn richiest - 2 B) ventilazine lcale generica 72 % A) Nn richiest - 9, 26 B) ventilazine lcale generica 72 % 5, 8a, 8b, 14 ventilazine lcale generica 72 % 19 (# ) Usi prfessinali di sspensini umide 11 materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini 2, 5, 8a, 8b, 9, 10, 13, 14, 19 *PROC sn gli usi identificati cme definiti nella Sezine Misure di prtezine individuale, quali dispsitivi di prtezine individuale I cntrlli lcalizzati nn sn applicabili, I prcessi sl in - ambienti ben ventilati al apert A) Nn richiest - B) ventilazine lcale generica 72 % Nn richiest - Generale: Negli impianti dve si manipla, si trasprta, si carica e scarica e si immagazzina il cement, devn essere adttate idnee misure per la prtezine dei lavratri e per il cnteniment delle immissini negli ambienti di lavr. Nn mangiare, bere fumare mentre si manipla il cement per evitarne il cntatt cn la pelle la bcca. Immediatamente dp aver mvimentat/maniplat cement prdtti/preparazini che l cntengn è necessari lavarsi cn sapne neutr adeguat detergente legger utilizzare creme idratanti. Dismettere gli abiti cntaminati, le calzature, gli cchiali, etc e pulirli cmpletamente prima di riutilizzarli. Prtezine degli cchi/vlt Indssare cchiali apprvati maschere di sicurezza ai sensi della EN 166 quand si manipla il cement asciutt umid per prevenire il cntatt cn gli cchi. Prtezine della pelle Usare guanti impermeabili, resistenti all abrasine ed agli alcali certificati secnd UNI EN 374 parti 1,2,3 rivestiti internamente di ctne, scarpe stivali di sicurezza, indumenti a manica e gamba lunghe prtettivi csì cme prdtti per la cura della pelle (cmprendenti le creme idratanti) per assicurare la massima prtezine della pelle dal cntatt prlungat cn il cement umid.

8 Pag. 8 di 21 Prtezine delle vie respiratrie Quand una persna è ptenzialmente espsta a livelli di plvere al dispra dei limiti di espsizine, usare apprpriate prtezini delle vie respiratrie cmmisurate al livell di plversità e cnfrmi alle nrme EN pertinenti (ad es. facciale filtrante certificat secnd UNI EN 149). I dispsitivi di prtezine individuale, definiti in funzine dei cntrlli lcalizzati e valutati per un valre DNEL = 1 mg/m 3, sn riprtati in Tabella. Tabella Scenari d espsizine PROC* Espsizine Attrezzatura specifica per la prtezine respiratria (RPE) Prduzine industriale/frmulazine di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini Usi industriali di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini (intern, estern) Usi industriali sspensini umide material idraulici per l edilizia e le cstruzini Us prfessinale di materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini (intern, estern) Usi prfessinali di sspensini umide materiali idraulici per l edilizia e le cstruzini Durata nn limitata (fin a 480 minuti per turn, 5 turni a settimana;); (# ) < 240 minuti Nn richiest - APF = 10 2, 3 14, 26 A) maschera P2 (FF, FM) B) maschera P1 (FF, FM) APF = 4 5, 8b, 9 Maschera P2 (FF, FM) APF = 10 2 Nn richiest - 14, 22, 26 A) maschera P2 (FF, FM) B) maschera P1 (FF, FM) APF = 10 APF = 4 5, 8b, 9 Maschera P2 (FF, FM) APF = 10 7 A) maschera P3 (FF, FM) APF = 20 B) maschera P2 (FF, FM) APF = 10 2, 5, 8b, 9, 10, 13, 14 Nn richiest - 2 A) maschera P2 (FF, FM) APF = 10 B) maschera P1(FF, FM) APF = 4 9, 26 A) maschera P3 (FF, FM) APF = 20 B) maschera P2 (FF, FM) APF = 10 5, 8a, 8b, 14 Maschera P3 (FF, FM)) APF = (# ) Maschera P3 (FF, FM) APF = A) maschera P3 (FF, FM) B) maschera P2 (FF, FM) 2, 5, 8a, 8b, 9, 10, 13, 14, 19 Nn richiest - *PROC sn gli usi identificati cme definiti nella Sezine 1.2. Efficienza RPE Fattre di Prtezine Assegnat (APF) APF = 20 APF = 10 Una rassegna degli APF dei differenti RPE (ai sensi della EN 529:2005) può essere cnsultata nel glssari di MEASE (16). Rischi termici Nn applicabile Cntrlli dell espsizine ambientale Vedere le misure di cntrll tecnic per evitare la dispersine della plvere di cement nell ambiente. Adttare le misure per assicurare che il cement nn raggiunga l acqua (sistemi fgnari acque stterranee di superficie). Negli impianti dve si manipla, si trasprta, si carica e scarica e si immagazzina il cement, devn essere adttate idnee misure per il cnteniment delle immissini di plveri negli ambienti di lavr. In particlare le misure preventive devn assicurare il cnteniment della cncentrazine di particlat respirabile entr il valre limite di sglia pnderat nel temp (TLV-TWA) adttat dall Assciazine degli Igienisti Industriali Americani (ACGIH) per il cement prtland. Il cntrll dell espsizine ambientale per l emissine in aria di particelle di cement deve essere eseguit secnd la tecnlgia dispnibile ed i reglamenti riguardanti le emissini di particelle di plvere in generale. Il cntrll dell espsizine ambientale è pertinente per l ambiente acquatic cme emissini di cement nelle diverse fasi del cicl di vita (prduzine ed us) applicat principalmente al terren e alle acque di scaric. L effett acquatic e la valutazine del rischi cprn l effett sugli rganismi/ecsistemi dvuti ai pssibili cambiamenti del ph crrelati al rilasci degli idrssidi. Si ritiene che la tssicità degli altri ini inrganici discilti pssa essere trascurabile a cnfrnt del ptenziale effett del ph. Qualunque altr effett che pssa verificarsi durante la prduzine e l utilizz è da ritenere che abbia lug su scala lcale. Il ph dell scaric e dell acqua di superficie nn dvrebbe eccedere il valre 9.

9 Pag. 9 di 21 Diversamente ptrebbe avere un impatt sugli impianti di trattament dei reflui urbani (STPs) e sugli impianti di trattament dei reflui industriali (WWTPs). Per tale valutazine dell espsizine, è raccmandat un apprcci graduale. Livell 1: Recuperare infrmazini sul ph dell scaric ed il cntribut del cement al ph risultante. Se il ph dvesse essere superire a 9 ed attribuibile in md predminante al cement, a quel punt ulteriri azini sarebber richieste per dimstrare un utilizz sicur. Livell 2: Recuperare infrmazini sul ph dell acqua racclta dp il punt di scaric. Il valre del ph nn deve superare il valre di 9. Livell 3: Misurare il ph nell acqua racclta dp il punt di scaric. Se il ph è inferire a 9, l utilizz sicur è raginevlmente dimstrat. Se il ph risulta superire a 9, devn essere implementate misure di gestine del rischi: l scaric deve essere sttpst a neutralizzazine, in md da rendere sicur l utilizz del cement durante la prduzine la fase d us. Nn sn necessarie misure speciali di cntrll delle emissini per l espsizine all ambiente terrestre. 9. PROPRIETA FISICHE E CHIMICHE 9.1 Infrmazini sulle prprietà fisiche e chimiche fndamentali (a) Aspett: il cement è un materiale slid inrganic in plvere (b) Odre: indre (c) Sglie di dre: nessuna sglia, indre (d) ph: (T = 20 C in acqua, rapprt acqua/slid 1:2): (e) Punt di fusine: > C (f) Punt iniziale di ebllizine e intervall di ebllizine: nn applicabile piché, stt cndizini atmsferiche nrmali, il punt di fusine >1 250 C (g) Punt di infiammabilità: nn applicabile piché nn è liquid (h) Percentuale di evaprazine: nn applicabile piché nn è un liquid (i) Infiammabilità (slid, gas): nn applicabile piché è un slid nn cmbustibile e nn causa né cntribuisce all innesc di incendi per sfregament (j) Infiammabilità sup/inf limite di esplsività: nn applicabile piché nn è un gas infiammabile (k) Pressine di vapre: nn applicabile piché il punt di fusine > 1250 C (l) Densità di vapre: nn applicabile piché il punt di fusine > 1250 C (m) Densità relativa: ; Densità apparente: g/cm³ (n) Slubilità in acqua (T = 20 C): scarsa ( g/l) () Cefficiente di partizine: n-ttanl/acqua: nn applicabile piché è una sstanza inrganica (p) Temperatura di aut-ignizine: nn applicabile (nessuna pirfricità nessun legame metall-rganic, rgan-metallide fsfin-rganic lr derivati, e nessun altr cstituente pirfric nella cmpsizine) (q) Temperatura di decmpsizine: nn applicabile per l assenza di perssid rganic (r) Viscsità: nn applicabile piché nn è un liquid (s) Prprietà esplsive: nn applicabile. Nn è esplsiv pirtecnic. Nn è di per sé in grad, per mezz di reazini chimiche, di prdurre gas a temperature e pressini tali e velcità tali da causare danni al cntest. Nn è in grad di aut-sstenere reazini chimiche estermiche. (t) Prprietà ssidanti: nn applicabile piché nn causa né cntribuisce alla cmbustine di altri materiali. 9.2 Altre infrmazini Nn applicabile 10. STABILITA E REATTIVITA 10.1 Reattività Quand miscelat cn acqua, il cement indurisce frmand una massa stabile che nn reagisce cn l ambiente Stabilità chimica Il cement tal quale è stabile tant più a lung quant più è immagazzinat in md apprpriat (vedere la Sezine 7). Deve essere mantenut asciutt. Deve essere evitat il cntatt cn materiali incmpatibili. Il cement umid è alcalin ed incmpatibile cn gli acidi, cn i sali di ammni, cn l allumini e cn altri metalli nn nbili. Il cement a cntatt cn l acid idrfluridric si decmpne prducend gas tetraflurur di silici crrsiv. Il cement reagisce cn acqua e frma silicati e idrssid di calci. I silicati nel

10 Pag. 10 di 21 cement reagiscn cn ptenti ssidanti cme flur, triflurur di br, triflurur di clr, triflurur di manganese e biflurur di ssigen. L integrità della cnfezine ed il rispett delle mdalità di cnservazine menzinate al punt 7.2 (appsiti cntenitri chiusi, lug fresc ed asciutt ed assenza di ventilazine) sn cndizini indispensabili per il manteniment dell efficacia dell agente riducente nel perid di cnservazine specificat sul sacc sul DDT Pssibilità di reazini periclse Nn applicabile Cndizini da evitare Cndizini di umidità durante l immagazzinament pssn causare frmazine di grumi e perdita di qualità del prdtt Materiali incmpatibili Acidi, sali di ammni, allumini altri metalli nn nbili. L utilizz nn cntrllat di plvere di allumini nel cement bagnat deve evitarsi piché si sviluppa idrgen Prdtti di decmpsizine periclsi Il cement nn si decmpne in alcun prdtt pericls. 11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE 11.1 Infrmazini sugli effetti tssiclgici Classe di pericl Cat Effett Bibligrafia Tssicità acuta - dermica - Test limite su cnigli, cntatt 24 re, mg/kg pes crpre nn letale. Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine (2) Tssicità acuta - - Nessuna tssicità acuta per inalazine sservata. (9) inalazine Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine Tssicità acuta - rale - Nessuna indicazine di tssicità rale dagli studi cn la plvere del frn da cement. Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine Da rassegna bibligrafica Crrsine/ irritazine cutanea 2 Gravi lesini culari/irritazine Sensibilizzazine cutanea 1 1B Il cement a cntatt cn la pelle umida può causare ispessimenti, screplature e spaccature della pelle. Il cntatt prlungat in cmbinazine cn abrasini esistenti può causare gravi ustini. Il clinker ha causat un insieme di effetti etergenei sulla crnea e l indice di irritazine calclat è stat pari a 128. Il cntatt dirett cn il cement può causare lesini crneali per sllecitazine meccanica, irritazine infiammazine immediata ritardata. Il cntatt dirett cn grandi quantità di cement asciutt cn priezini di cement umid può causare effetti che varian dall irritazine culare mderata (ad es. cngiuntivite blefarite) alle ustini chimiche e cecità. Alcuni individui pssn sviluppare eczema a seguit dell espsizine alla plvere di cement umid, causat sia dall elevat ph, che induce dermatiti da cntatt irritanti dp un cntatt prlungat, sia da una reazine immunlgica al Cr (VI) slubile che prvca dermatiti allergiche da cntatt. La rispsta può apparire in una varietà di frme che pssn andare da una lieve eruzine cutanea a gravi dermatiti ed è una cmbinazine di questi due meccanismi spra menzinati. Nn si prevede effett di sensibilizzazine se il cement cntiene un agente riducente del Cr (VI) idrslubile finché nn è superat il perid indicat di efficacia di tale agente riducente [riferiment (3)]. (2) Esperienze sull um (10), (11) (3), (4), (17) Sensibilizzazine - Nn ci sn indicazini di sensibilizzazine del sistema respiratri. Basat su dati respiratria dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine. (1) Mutagenicità delle cellule - Nessuna indicazine. germinali (germ) Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine. (12), (13) Cancergenicità Nessuna assciazine causale è stata stabilita tra l espsizine al cement Prtland ed il cancr. La letteratura epidemilgica nn supprta l identificazine del cement Prtland cme sspett cancergen per l um. Il cement Prtland nn è classificabile cme cancergen per l um (ai sensi dell ACGIH A4: agenti che causan preccupazine sulla pssibilità di essere (1) - cancergeni per l um ma che nn pssn essere valutati definitivamente a (14) causa della mancanza di dati. Studi in vitr su animali nn frniscn indicazini di cancergenicità che sian sufficienti a classificare l agente cn una delle altre ntazini). Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine. Tssicità per la riprduzine - Basat su dati dispnibili, nn ricade nei criteri di classificazine. Nessuna prva dall eperienza sull um STOT espsizine singla 3 La plvere di cement può irritare la gla e l apparat respiratri. Tsse, starnuti e fiatne pssn verificarsi a seguit di espsizini al di spra dei limiti d espsizine prfessinale. Nel cmpless, gli elementi racclti indican chiaramente che l espsizine (1)

CEMENTI DELLA LUCANIA S.p.A. Fratelli Marroccoli Fu Michele

CEMENTI DELLA LUCANIA S.p.A. Fratelli Marroccoli Fu Michele Fratelli Marrccli Fu Michele Via Pretria, 221 inf@cementlucania.it Scheda dei Dati di Sicurezza SDS LEGANTE IDRAULICO SMART 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA Rev. 4 1.1. Identificatre del

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza - SDS. Legante idraulico per usi non strutturali HB 3,0 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA

Scheda dei Dati di Sicurezza - SDS. Legante idraulico per usi non strutturali HB 3,0 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA Pag. 1 di 15 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazine del prdtt Nme Cmmerciale: SACCIPLAST 3,0 / LEGOPLAST 3,0 1.2 Usi pertinenti identificati della miscela e usi scnsigliati

Dettagli

SCHEDA DATI DI SICUREZZA CEMENTI BIANCHI

SCHEDA DATI DI SICUREZZA CEMENTI BIANCHI Pag. 1 di 14 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazine del prdtt Cement cmune bianc (di seguit denminat cement cmune) cnfrme alle specifiche nrme tecniche. 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

1.1 Identificatore del prodotto INTOCEM PLUS - legante idraulico per usi non strutturali EN 15368 HB 3,0

1.1 Identificatore del prodotto INTOCEM PLUS - legante idraulico per usi non strutturali EN 15368 HB 3,0 Scheda dei Dati di Sicurezza - SDS LEGANTE IDRAULICO PER COSTRUZIONI ai sensi del Reglament (UE) 1272/2008 ** DATA REDAZIONE: 06.2015 v.3 - VALIDITÀ DAL 01.06.2015 1. Identificazine della miscela e della

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA CEM I 42,5R

SCHEDA DI SICUREZZA CEM I 42,5R SCHEDA DI SICUREZZA CEM I 42,5R Aggirnata al 01.06.2015 Indice Generale 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA 2 IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI 3 COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI 4 MISURE

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza SDS - CEMENTI COMUNI EN 197-1 Ai sensi del Regolamento (UE) 1272/2008

Scheda dei Dati di Sicurezza SDS - CEMENTI COMUNI EN 197-1 Ai sensi del Regolamento (UE) 1272/2008 Pag. 1 di 16 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1. Identificatre del prdtt Cement cmune cnfrme alle specifiche nrme tecniche. Cement cmune: vedi tabella al punt 3.2.1 1.2 Usi pertinenti

Dettagli

Categoria di pericolo

Categoria di pericolo LABORATORIO CENTRALE RICERCA E SVILUPPO SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA del LEGANTE IDRAULICO SPECIALE CEM prdtt nell stabiliment di Piacenza REVISIONE n 02 del : 01 Giugn 2015 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA. Edizione n. 3 Revisione B del 1 marzo 2012

1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA. Edizione n. 3 Revisione B del 1 marzo 2012 Scheda dati di sicurezza - esds dei cementi cmuni e delle miscele cntenenti cement (agglmeranti cementizi a lenta e a rapida presa e leganti idraulici per applicazini nn strutturali) Edizine n. 3 Revisine

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza - SDS CEMENTI COMUNI

Scheda dei Dati di Sicurezza - SDS CEMENTI COMUNI Pag. 1 di 21 N.B. La presente scheda è valida per tutti i cementi prdtti da SACCI S.p.A., di tip e denminazine secnd nrma UNI EN 197 1, prdtti dagli stabilimenti cme stt evidenziati. 1. IDENTIFICAZIONE

Dettagli

Scheda dati di sicurezza - esds dei cementi comuni e delle miscele contenenti cemento

Scheda dati di sicurezza - esds dei cementi comuni e delle miscele contenenti cemento Scheda dati di sicurezza - esds dei cementi cmuni e delle miscele cntenenti cement (agglmeranti cementizi a lenta e a rapida presa e leganti idraulici per applicazini nn strutturali) Edizine n. 3 Revisine

Dettagli

CEM I 42,5 R CEM II/A-LL 42,5R CEM II/B-LL 32,5R

CEM I 42,5 R CEM II/A-LL 42,5R CEM II/B-LL 32,5R Versine: 1 Data: 01.02.2014 Sstituisce tutte le versini precedenti SEZIONE 1: Identificazine della miscela e della Scietà 1.1 Identificazine del prdtt: Cement Prtland secnd EN 1971 CEM I 42,5 R CEM II/ALL

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi

4 Classificazione e definizione dei rischi lavorativi 4 Classificazine e definizine dei rischi lavrativi I rischi presenti negli ambienti di lavr, pssn essere divisi in tre grandi categrie riprtate in Tabella RISCHI PER LA SICUREZZA (Rischi di natura infrtunistica

Dettagli

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH)

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH) 1 GUIDA MINI REACH 2 Reglament 1907/2006 (cnsciut cme reglament REACH) REACH è l acrnim di: Registratin, Evaluatin and Autrizatin f CHemicals. Il reglament è cmunitari ed è entrat in vigre a giugn 2006

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

SI SCHEDA DI SICUREZZA :

SI SCHEDA DI SICUREZZA : Versin : 1 ; Date : 6-6-2011 Page : 1 / 5 I nstri prdtti, fabbricati a partire dalla fibra di vetr cntinua (Filament de Fibra de Vetr Cntinu - FFVC), sn degli articli per i quali, in cnfrmità cn il reglament

Dettagli

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere Impianti per l applicazine delle vernici inplvere Gianluigi Barni Gema Eurpa Lay ut tipic dell impiant Lay ut tipic dell impiant Per la prduzine di piccle serie spess è sufficiente una cabina per l applicazine

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

Resina epossidica bicomponente per laminazione

Resina epossidica bicomponente per laminazione Scheda tecnica Edizine 07/11/2012 Resina epssidica bicmpnente per laminazine Descrizine è una resina epssidica bicmpnente ad alta viscsità. "Resina a cmpsizine epssidica a cntenut ttale di slidi in accrd

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

del 12/02/2014 LMS SRL Sede: Lonigo (VI) Ambito: ambiente ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA

del 12/02/2014 LMS SRL Sede: Lonigo (VI) Ambito: ambiente ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA ARGOMENTI AFFRONTATI ED ATTIVITÀ SVOLTA EMISSIONI IN ATMOSFERA: relativamente alle emissini in atmsfera nn è stat pssibile visinare la dcumentazine in quant nn ancra reperibile in azienda; sn state tuttavia

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3500 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3500 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3500 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs RSPP estern Mdul A + B cmplet + C (D.Lgs 81/08 e successivi D.Lgs. 195/03) Crs di base

Dettagli

Nuovi Simboli di Rischio Chimico

Nuovi Simboli di Rischio Chimico Nuvi Simbli di Rischi Chimic I simbli di rischi chimic, [1] pittgrammi di pericl, sn simbli che vengn stampati sulle etichette dei prdtti chimici e che servn ad infrmare immediatamente riguard ai tipi

Dettagli

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization Mnitring Valutazine rischi Wrk rganizatin Premessa In base ai dcumenti dell WHO(OMS), alle linee guida eurpee, all Accrd Eurpe del 2004 sull stress lavr crrelat e in base al dcument ICF dell OMS 2001 che

Dettagli

1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificazione del preparato Nome chimico: leganti idraulici (cementi,agglomeranti cementizi e leganti). Nome commerciale: Cemento grigio:

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI MARIOTTI CALCESTRUZZI SRL

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI MARIOTTI CALCESTRUZZI SRL Pagina 1 di 9 1. INFORMAZIONI GENERALI: IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DEL PRODOTTO 1.1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO Conglomerato cementizio fresco, prima dell indurimento. In base alla diversa miscelazione

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Natalizumab (TYSABRI): aggiornamento sulle misure di minimizzazione del rischio di PML

Natalizumab (TYSABRI): aggiornamento sulle misure di minimizzazione del rischio di PML NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITA REGOLATORIE EUROPEE E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) 11 Marz 2016 Natalizumab (TYSABRI): aggirnament sulle misure di minimizzazine del rischi

Dettagli

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO Offrire ricevere regali aziendali e intrattenimenti è spess un md apprpriat utilizzat tra

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 107289/06 ambientale Pag. 1/5 Indice 1 Scp e camp di applicazine...2 2 Riferimenti...2 3 Definizini...2 4 Mdalità perative...2 4.1 Rilevazine dei fabbisgni frmativi...2 4.2 Redazine del Pian di

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO VALUTAZIONE DEI DEI RISCHI 1 SCOPO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IDENTIFICARE I PERICOLI VALUTARE I RISCHI STABILIRE LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE CONTROLLARE

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO Prt n. 17304 /Tit X.5 /SPP Trin, 14 ttbre 2009 A tutt il persnale A tutti gli studenti Prgett COMUNIcare Sicurezza : la nuva influenza A(H1N1) Intrduzine La nuva influenza A(H1N1) febbre suina è una infezine

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

Scheda dati di sicurezza

Scheda dati di sicurezza Scheda dati di sicurezza Calce idraulica CALIX HL 3.5 Scheda dati di sicurezza del 25 gennaio 2010 Edizione n. 1 Revisione B. 1.IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1.1 Identificazione

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Revisione: 04-11-2011

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Revisione: 04-11-2011 SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Revisione: 04-11-2011 SEZIONE 1 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA E DELLA SOCIETA 1.1 Identificatore del prodotto: F50 FLOAT 1.2 Usi pertinenti identificati della miscela: Adesivo

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Modulo B Ateco 9 Servizi

art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Modulo B Ateco 9 Servizi art. 32 - D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Mdul B Atec 9 Servizi Crs di specializzazine per RSPP e ASPP adeguat alla natura dei rischi presenti nei lughi di lavr e relativi alle attività lavrative: PROGRAMMA DEL

Dettagli

Mon Ami 3000. Gestione della packing list

Mon Ami 3000. Gestione della packing list Prerequisiti Mn Ami 3000 Packing list Gestine della packing list L pzine Packing list è dispnibile per le versini Azienda Light e Azienda Pr. Intrduzine L'pzine Packing list cnsente di velcizzare la gestine

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9 Sistema Infrmativ di EMITTENTI Data : 06/06/2012 Versine : 1.9 Stria delle mdifiche Data Versine Tip di mdifica 09/07/2006 1.0 Creazine del dcument 10/04/2007 1.1 Mdifica del dcument 24/04/2007 1.2 Mdificata

Dettagli

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Cmune di Terruggia Servizi Tecnic Via Marcni, 9 15030 Terruggia (AL) Tel.0142.401400 Fax 0142.401471 e-mail: tecnic@cmune.terruggia.al.it C.F. 00458160066 MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Elenc nn esaustiv

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

REQUISITI PRINCIPALI: Regolamento definitivo sui controlli preventivi dei prodotti alimentari destinati al consumo umano Punti chiave

REQUISITI PRINCIPALI: Regolamento definitivo sui controlli preventivi dei prodotti alimentari destinati al consumo umano Punti chiave La Fd and Drug Administratin ffre questa traduzine cme un servizi per un vast pubblic internazinale. Ci auguriam che Lei trvi questa traduzine utile. Anche se l'ente ha cercat di ttenere una traduzine

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita.

Una Promozione è costituita dalla definizione di una proposta di vendita di uno o più Articoli ad un prezzo diverso da quello normale di vendita. Scnti, Buni e Prmzini Shp_Net è dtat di un sistema di gestine dei Buni e delle Prmzini cmplet e flessibile, in grad di generare autmaticamente Buni di Acquist destinati ai Clienti secnd specifiche definite

Dettagli

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici.

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. 16 dicembre 2015 Cn l'appsizine della marcatura CE il "fabbricante"

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 Marca da bll 16,00 1 Al Respnsabile SUAP territrialmente SUAP cmpetente Via della Pineta 117 00040 Rcca Prira RM Marca da bll 1 OGGETTO: Istanza

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE INDICE 1. OGGETTO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 1 2. DEFINIZIONI... 1 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4. REGOLE PARTICOLARI... 2 4.1. Valutazine della dcumentazine... 2 4.2. Audit Preliminare... 3 4.3. Cnsultazine

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com

E.mail: info@dadaconsulting.com www.dadaconsulting.com Criteri di qualificazine dei frmatri di salute e sicurezza Decret iintermiiniisteriialle 6 marz 2013 E.mail: inf@dadacnsulting.cm www.dadacnsulting.cm e VISTO il decret legislativ 9 aprile 2008, n. 81,

Dettagli

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia DOMANDA N. PRESENTATA IL AL COMUNE DI FOLLONICA Larg Cavalltti 1 58022 FOLLONICA (GR) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER CAMBIO DI ALLOGGI ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

T I N I T A L Y S.R.L. Fusione, Laminazione, Estrusione e Commercializzazione di Metalli non Ferrosi

T I N I T A L Y S.R.L. Fusione, Laminazione, Estrusione e Commercializzazione di Metalli non Ferrosi DESCRIZIONE TINITALY TSC 0307+ (Tin/Silver/Cpper) ULTRA LOW LEAD LEGA SENZA PIOMBO PER SALDATURA AD ONDA La Tinitaly è rgglisa di ffrire al mercat la nuva TSC 0307. Questa si presenta cme un ttim rimpiazz

Dettagli

EWS - Energy Weather Solutions

EWS - Energy Weather Solutions EWS - Energy Weather Slutins Nat nel 1995, il Centr Epsn Mete (CEM) è una delle strutture private di ricerca applicata e di previsine in ambit meterlgic e climatlgic più accreditate. Nel crs degli ultimi

Dettagli

Data di emissione: 14 settembre 2009

Data di emissione: 14 settembre 2009 SCHEDA DI SICUREZZA LEGANTE DA MURATURA Data di emissione: 14 settembre 2009 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETÀ 1.1 Identificazione della miscela Legante da muratura MC 22,5 X conforme alla

Dettagli

PANEM Panificazione automatizzata rev. 1.0

PANEM Panificazione automatizzata rev. 1.0 PANEM Panificazine autmatizzata rev. 1.0 Premessa Il sftware PANEM è un gestinale att ad autmatizzare le prcedure lgistiche di gestine della panificazine. Il sftware PANEM è cmpletamente integrat cn Mitic:

Dettagli

LA PRYVACY NEI CONDOMINI. Privacy. Condominio, art.700 c.p.c. Esposizione in bacheca condominiale di denuncia

LA PRYVACY NEI CONDOMINI. Privacy. Condominio, art.700 c.p.c. Esposizione in bacheca condominiale di denuncia Il Garante ha emanat precise direttive per la salvaguardia dei dati sensibili (in realtà pchi) all intern della struttura cndminiale. Per i dati che invece pssn essere divulgati all estern del cndmini,

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema

Manuale di Gestione Documentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Procedura Organizzativa Amministratori di Sistema Cmune di Casavatre in cllabrazine cn Manuale di Gestine Dcumentale (art. 5 DPCM 3/12/2013) Prcedura Organizzativa Amministratri di Sistema Cd. MANGEDOC Rev. 1.0 Data: 06-11-2015 Smmari: Nel presente dcument

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA CEMENTI E LEGANTI IDRAULICI 2015

SCHEDA DI SICUREZZA CEMENTI E LEGANTI IDRAULICI 2015 SCHEDA DI SICUREZZA CEMENTI E LEGANTI IDRAULICI 2015 1. IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA / IMPRESA 1.1 Identificazione del preparato Cemento e/o Legante idraulico per applicazioni non strutturali

Dettagli

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE DI GRUARO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE DI GRUARO Assessrat alla Prtezine Civile INDICE 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischi...3 2. PROCEDURE...3 2 1. RISCHIO DA EVENTI AD ELEVATO IMPATTO AMBIENTALE 1.1 Premessa Questa classe di eventi

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA

ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA ORGANISMO DI MEDIAZIONE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOVARA Parte istante Sede legale: Via P. Azari n. 15 28100 Nvara Partita IVA: 00529380032 iscritt al n.1026 del Registr degli rganismi deputati a gestire

Dettagli

GIse registry Of Transcatheter treatment of mitral valve regurgitation (GIOTTO)

GIse registry Of Transcatheter treatment of mitral valve regurgitation (GIOTTO) CONSENSO INFORMATO DEL PAZIENTE PER IL REGISTRO SUL TRATTAMENTO PERCUTANEO DELLA INSUFFICIENZA MITRALICA A CURA DELLA SOCIETA ITALIANA DI CARDIOLOGIA INVASIVA GIse registry Of Transcatheter treatment f

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme al regolamento (CE) N 453/2010 RAYNOX PLUS. SEZIONE 1: Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme al regolamento (CE) N 453/2010 RAYNOX PLUS. SEZIONE 1: Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa N 043 Pagina 1 di 7 SEZIONE 1: Identificazione della sostanza/miscela e della società/impresa 1.1. Identificazione del preparato Nome del prodotto: RAYNOX Plus TM (Brevetto Fruitgard TM ) Nr. CAS: Nr.

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Scheda dati di sicurezza Calce Idraulica CALIX HL 3.5

Scheda dati di sicurezza Calce Idraulica CALIX HL 3.5 Scheda dati di sicurezza Calce Idraulica CALI HL 3.5 Edizine n. 1 Revisine A del 1 lugli 2011 1. IDENTIFICAZIONE DELLA MISCELA E DELLA SOCIETA /IMPRESA 1.1 Identificatre del prdtt Calce idraulica cnfrme

Dettagli

FAQ - Esenzioni per malattie croniche e rare

FAQ - Esenzioni per malattie croniche e rare Esenziinii dall tiicket Ultim aggirnament: 18 Maggi 2010 FAQ - Esenzini per malattie crniche e rare 1. Csa sn i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA)? I Livelli Essenziali di Assistenza sn cstituiti dai

Dettagli

ALLEGATO 3 SCHEDE D INDAGINE SULLA SITUAZIONE DELLA LOGISTICA SOMMINISTRATE AGLI OPERATORI ED ALLE AZIENDE. (a cura dell'ing.

ALLEGATO 3 SCHEDE D INDAGINE SULLA SITUAZIONE DELLA LOGISTICA SOMMINISTRATE AGLI OPERATORI ED ALLE AZIENDE. (a cura dell'ing. ALLEGATO 3 SCHEDE D INDAGINE SULLA SITUAZIONE DELLA LOGISTICA SOMMINISTRATE AGLI OPERATORI ED ALLE AZIENDE (a cura dell'ing. Rbert D'ORAZIO) A) Questinari per gli Operatri del trasprt e della Lgistica

Dettagli

Modello: SCIA DISINFEZIONE DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE L. 82/1994. (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c.

Modello: SCIA DISINFEZIONE DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE L. 82/1994. (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c. REGIONE MARCHE ATTIVITA DI DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE E SANIFICAZIONE (Legge 25.1.1994, n.82 D.M. 7.7.1997, N.274 - D.L. 31.01.2007,n.7 art. 10 c. 3) SCIA L. 82/94 Segnalazine certificata di inizi

Dettagli

INPS. Area Aziende. Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2009

INPS. Area Aziende. Procedura Internet per la trasmissione delle domande relative agli sgravi contrattazione di II livello per l anno 2009 Istitut Nazinale Previdenza Sciale INPS Direzine Centrale Sistemi Infrmativi e Tecnlgici Area Aziende Prcedura Internet per la trasmissine delle dmande relative agli sgravi cntrattazine di II livell per

Dettagli

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE. Manuale Operativo STUDENTI

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE. Manuale Operativo STUDENTI RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE Manuale Operativ STUDENTI Intrduzine: A partire dall A.A. 2013/14 l Università degli studi di Siena ha attivat una prcedura di rilevazine

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli