T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società"

Transcript

1 T&T SYSTEMS srl Presentazione della Società

2 2

3 Chi siamo La T&T Systems, che conta nel complesso di un organico complessivo di ca. 45 persone, per la maggior parte laureati in materie scientifiche è specializzata nello sviluppo ed utilizzo di strumenti, metodi e tecnologie informatiche nel campo dell'automazione industriale. L offerta copre una vasta gamma di servizi e tecnologie; più in particolare T&T Systems offre: la progettazione e lo sviluppo di sistemi elettronici programmabili la progettazione, lo sviluppo e la messa in servizio di sistemi di controllo e supervisione (sistemi SCADA) l implementazione HW/SW di sistemi di aggregazione e di elaborazione e di trasferimento di dati in sistemi di produzione e in sistemi di controllo, automazione e supervisione la progettazione e lo sviluppo di schede a microprocessore lo sviluppo di applicazioni web sia in campo industriale che commerciale lo sviluppo di sistemi di Data WareHouse e di Business Intelligence T&T Systems fornisce inoltre, nell'ambito della sicurezza funzionale dei sistemi elettronici, a società di ingegneria, impiantistiche, operative ed ai solution provider, competenze, metodologie, tecniche, consulenza e coaching finalizzati alla realizzazione di sistemi di automazione destinati ad essere utilizzati in applicazioni safety-critical e ad alta disponibilità. La T&T Systems oltre ad avere un forte e molto competente gruppo di progettisti HW/SW, ha fatto crescere al suo interno un gruppo di R&D con l ottica di sviluppare e mettere a punto nuove tecnologie. L ultimo importante risultato è stato l implementazione della piattaforma ICEBERG, un insieme di moduli e componenti software che realizzano nel loro complesso l obiettivo di avere a disposizione un ambiente strutturato e standardizzato finalizzato all attività di sviluppo di complesse applicazioni software. Forte impulso viene dato attualmente allo sviluppo di Sistemi a Supporto in Tempo Reale delle Decisioni, cioè dell implementazione, con l uso della piattaforma ICEBERG, all interno delle aziende industriali, di infrastrutture HW/SW in grado di individuare in anticipo eventi di alto livello risultanti da specifici fattori di basso livello, consentendo azioni di risposta immediate e proattive a specifici scenari. T&T Systems ha origine dall esperienza professionale dei due soci Roberto Trapani e Michele Ticozzi. 3

4 Michele Ticozzi laureato in Ingegneria Nucleare ideatore e Project Manager di sistemi di acquisizione, restituzione dati e di comando e- regolazione di impianti industriali consulente per l iter di certificazione di sistemi industriali rilevanti ai fini della Sicurezza Funzionale dei Sistemi ad Elettronica Programmabile ispettore ACCREDIA Roberto Trapani laureato in Ingegneria Nucleare esperto nello sviluppo di modelli matematici in campo fluidodinamico e neutronico per l'analisi della sicurezza e la simulazione dinamica di Impianti Nucleari analista esperto riguardo metodologie e tecniche informatiche innovative nell ambito del controllo di processo e dell automazione industriale 4

5 Servizi La T&T Systems si pone sul mercato come azienda di servizi nel campo dell'informatica industriale, con la capacità e le competenze necessarie per soddisfare una vasta gamma d esigenze. T&T Systems propone: Sviluppo HW sviluppo progetto elettrico completo di schede a microprocessore di qualsivoglia complessità realizzazione di prototipi atti alla validazione HW/SW dei progetti elettrici realizzati assistenza al collaudo dei prototipi presso il cliente o laboratori specializzati assistenza al processo di omologazione secondo le vigenti normative Sviluppo FW FW su schede elettroniche con microprocessori/microcontrollori delle più diffuse marche, da 8 bit a 32 bit, in particolare per implementare: o metodi di acquisizione, analisi e trattamento di grandezze elettriche analogiche o algoritmi di protezione e controllo conformi alle normative di settore Sviluppo sistemi SW sviluppo di sistemi di acquisizione e restituzione dati, di sistemi di controllo e supervisione e delle relative interfacce utente, il tutto installabile su qualsiasi piattaforma HW e qualsiasi sistema operativo sviluppo di sistemi a supporto in tempo reale delle decisioni Attività di analisi HW/SW scrittura di specifiche funzionali e di dettaglio del FW e del SW coaching, consulenza, scrittura di documentazione ai fine della certificazione relativa alla Sicurezza Funzionale dei Sistemi ad Elettronica Programmabile 5

6 Competenze tecniche Competenze tecniche di base conoscenza dei linguaggi e dei sistemi operativi real-time (RTOS) tra i più affermati sul mercato conoscenza dei principali ambienti di sviluppo di software embedded esperienza nel trattamento e nella trasmissione di dati in applicazioni real-time progettazione e realizzazione di software per sistemi SCADA conoscenza di reti di telecomunicazione per la trasmissione dati progettazione secondo gli standard ISO/OSI di software per la gestione dei protocolli di comunicazione più diffusi in campo industriale realizzazione di applicazioni con architettura CLIENT/SERVER in ambiente embedded real-time automazione del processo di testing in laboratorio progettazione di Firmware per schede a microprocessore (da 8 bit a 32 bit) delle famiglie più diffuse conoscenza e programmazione di molteplici famiglie di PLC driver software per un'innumerevole serie di microcontrollori e chip intelligenti conoscenza dei BUS dati industriali più diffusi sviluppo di software e personalizzazione applicativi su DCS conoscenza delle principali norme sulla sicurezza funzionale dei sistemi elettronici programmabili 6

7 Principali clienti ABB Adda Lodi ABB Ricerca Sesto S. Giovanni (Milano) ABB Sace Bergamo AEG Milano Alstom Bergamo Automata Caronno Pertusella (Varese) Carlo Gavazzi Impianti Marcallo Con Casone (Milano) Cimbali Binasco (Milano) Contrel Elettronica Lodi EPTA Milano ESA Elettronica Mariano Comense (Como) IMQ Milano Magrini Galileo Agrate Brianza (Milano) Marelli Corbetta (Milano) Siemens Milano ST Microelectronics Agrate Brianza (Milano) Tecnint HTE Merate (Lecco) Telestar Rovellasca (Como) 7

8 Team Attualmente il team T&T Systems conta circa 40 addetti di cui 25 laureati in discipline scientifiche. La formazione del personale è operata all interno della società; i nuovi collaboratori vengono opportunamente addestrati ed introdotti agli strumenti ed alla metodologia di lavoro. Organigramma Amministratore unico Direzione tecnica Amministrazione Responsabile Commerciale Roberto Trapani Michele Ticozzi Nicoletta Giansantelli Fulvio Achermann Indirizzi Roberto Trapani Cellulare Posta elettronica Michele Ticozzi Cellulare Posta elettronica Nicoletta Giansantelli Cellulare Posta elettronica Fulvio Achermann Cellulare Posta elettronica Nicoletta Giansantelli

9 9 Dettaglio delle competenze

10 10

11 Dettaglio delle competenze COMPETENZE ESEMPI Linguaggi: ASSEMBLER, C ANSI, C++, Visual C, JAVA, PASCAL e Visual Basic Competenze informatiche di base Piattaforme: Dos, UNIX, LINUX, VMS, OS/2 Windows 95/98 e Windows NT/2000/XP/Seven, Alpha, RSX-11M Ambienti integrati e Debugger: Xray, Probe, SingleStep, KwikLook, EDE, WinIdea, Prism, Illuminator, Iar, NodeBuilder, CodeWarrior Tools di gestione automatica della configurazione software: Aide de Camp, CMS, Visual SourceSave, Sniff+ Utilizzo di strumenti informatici e hardware tra i più evoluti Compilatori delle case più note: Microtec, WindRiver, Gnu, Tasking, Sds CrossCode, Iar, Cosmic, Microsoft, Borland Emulatori: Applied Microsystems, Lauterbach, HP, ISystem, Zax Promice Analizzatori di protocollo e di stati logici Conoscenza dei Sistemi Operativi Real-Time tra i più affermati sul mercato INUX RTAI PSOS System VRTX AMX RTXC Enea OSE 11

12 Conoscenza delle principali norme sulla qualità e sicurezza dei sistemi elettronici programmabili ISO 9001 UL 1998 IEC IEC Automazione del processo di testing in laboratorio Controllo remoto di strumenti di misura da laboratorio mediante protocollo standard GPIB Progettazione di Firmware per schede a microprocessore (da 8 bit a 32 bit) delle famiglie più diffuse Z80 Toshiba NeuronChip Microcontrollori 68HC08, 68HC11 e 68HC12 della 68HCS08 Motorola Famiglia 8051 Philips Famiglie 68K, PPC, ColdFire e M-Core Motorola Famiglia Texas Instruments MSP430 Famiglia Microchip 16F8xx Famiglie ST6, ST10 Schede della famiglia MVME Motorola Driver software per un'innumerevole serie di microcontrollori e chip intelligenti Microcontrollori Ethernet (es. Intel 82596, Intel 21143, Dec 21140, Motorola 60EN302) DSP ADC e DAC di vari costruttori UART e SCC Bridge per bus VME e PCI Conoscenza dei BUS dati industriali più diffusi Ethernet VME GPIB ISA/PCI Can Profibus Progettazione secondo gli standard ISO/OSI di software per la gestione dei protocolli di comunicazione più diffusi in campo industriale Bitbus Modbus/Jbus FIP LON TCP/IP UDP/IP DecNet ed una gran serie di protocolli proprietari Realizzazione di applicazioni con architettura CLIENT/SERVER in ambiente embedded realtime Implementazione di un gateway tra il bus di sistema Ethernet e il bus di campo Modbus 12

13 Progettazione e realizzazione di software per sistemi SCADA FactoryLink Fix Dmacs Telegyr System 8000 Sviluppo di software e personalizzazione applicativi su DCS Fisher Rosemount RS3 HoneyWell PlantScape Moore APACS ABB Advant Controller 450 Conoscenza e programmazione di molteplici famiglie di PLC PLC 5 SLC 500 (Allen Bradley) April 5000 (April / Telemecanique) GE Fanuc Serie 90 PES HIMA Modicon Esperienza nel trattamento e nella trasmissione di dati in applicazioni real-time, conoscenza di reti di telecomunicazione per la trasmissione dati Centrale elettrica ENEL di Vado Ligure Sistema di automazione delle cabine elettriche primarie di trasformazione Rete Itapac della Telecom Rete RIAM dell'enel 13

14 14

15 15 I progetti su commessa

16 16

17 Progetti significativi sviluppati su commessa La T&T Systems ha maturato la propria esperienza nei seguenti settori: supervisione di centrali termoelettriche sistemi di automazione di impianti industriali telecontrollo di reti elettriche monitoraggio ambientale telelettura di dati tariffari collaudo di macchine controlli automatici di apparecchiature e diagnostica a distanza convertitore di protocolli di rete controllo-comando di sottostazioni elettriche in campo ferroviario consulenza nel campo della sicurezza funzionale di sistemi elettronici programmabili sistemi HW e SW di acquisizione, elaborazione, restituzione dati A titolo esemplificativo viene proposta una lista di progetti significativi cui la T&T Systems ha partecipato ed i relativi ambienti di sviluppo. 17

18 PROGETTO NOTE Supervisione di centrali termoelettriche per Telegyr Sistema di supervisione del ciclo primario delle centrali termoelettriche dell ENEL composto da: Nodi acquisitori delle grandezze analogiche, digitali e dei conteggi Nodi concentratori Apparati centrali (SCADA, postazione operatore) Terminali video collegati ad una unità centrale VAX con sistema operativo VMS. Linguaggio ANSI C, sistema operativo real-time VRTX Gestione delle release (CMS) Telelettura di dati tariffari dell'enel Sistema di telelettura di un contatore elettrico composto da: Un apparato centrale per la lettura dei dati tariffari dei gruppi misure e conteggi (GMC) e dei registratori delle curve di carico (RCCA) per le utenze AT e MT Driver software per interfacciare il sistema di telelettura con la rete radiotelefonica privata dell'enel (RIAM) Rete RIAM dell ENEL per la comunicazione tra apparato centrale e dispositivi remoti (GMC e RCCA), sistema operativo DOS, linguaggio PASCAL Monitoraggio ambientale per centrali ENEL Sviluppo del software real-time su PC di un sistema concentratore ed elaboratore di dati provenienti da periferiche di monitoraggio ambientale di centrali termoelettriche (ad esempio, le centrali ENEL di Monfalcone e Piombino) PC industriale PC-104, sistema operativo DOS, libreria real-time Ctasker, linguaggio C, protocollo di campo Modbus Quadro di bordo per autoveicoli IVECO Sviluppo del firmware di controllo del quadro di bordo di autoveicoli commerciali IVECO Microcontrollore Motorola 68HC08, sistema operativo real-time proprietario, linguaggio C 18

19 IRU Progetto e sviluppo del firmware per un unità periferica di automazione locale e di interfaccia con gli organi di campo con le seguenti caratteristiche: esecuzione concorrente in ambiente di multiprogarammazione di logiche di automazione (fino a 7); possibilità di telecaricare separatamente ogni logica senza interferire con l esecuzione delle altre; schede CPU ridondate in riserva calda Microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, linguaggio C, progettazione delle logiche di automazione mediante CAD (Logicad), bus di campo seriale con standard elettrico RS485 e protocollo di comunicazione Modbus TU-AL MERU connettore TU-xxx JTER / JCOL TUBUS FRONT E MERU TUBUS TU-xxx RETR ACU Progetto e sviluppo del firmware per un unità con funzioni di automazione di area, gateway tra bus di sistema Ethernet e bus di campo Modbus su supporto RS485, router dei dati distribuiti tra le unità di automazione locale appartenenti all area controllata e verso altre aree Scheda Motorola MVME equipaggiata con: Microprocessore Motorola MC68040, Ethernet Controller Intel I82596, Serial Communication Controller Zilog Z85230, Serial Communication IndustryPack (IP) ognuno equipaggiato con microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, networking software in ambiente real-time Pna+, protocolli di comunicazione TCP/IP, UDP/IP, MODBUS BSP per scheda Motorola Sviluppo del BSP (Board Support Package) in ambiente Microtec- Spectra per la scheda Motorola MVME 2100 Microprocessore Motorola PPC8240 (Power Quick II), microcontrollore Ethernet Intel 21143, bridge bus PCI-VME Tundra Univers II, microcontrollore Scasi, sistema operativo real-time VRTX, linguaggio Assembler e C 19

20 M3 CIMBALI Progetto e sviluppo del sistema di controllo automatico di macchine elettroniche per la confezione di caffè espresso Microcontrollore Philips della famiglia 80C51, e microcontrollori Motorola 68HC11 sistema operativo real-time RTXC, linguaggio C Firmware per protezioni a bassa tensione ABB Sace Sviluppo firmware per la scheda di dialogo connessa a protezioni di bassa tensione Microprocessori Motorola MC68302 e Neuronchip, sistemi operativi real-time AMX, linguaggi C e C++, protocolli Modbus e Lon Firmware per protezioni a media/alta tensione Telegyr Sviluppo firmware per protezioni a media/alta tensione Microprocessore Motorola MC68000 e MC68302 sistemi operativi real-time AMX e Psos+, linguaggio Assembler e C Automazione delle cabine primarie di trasformazione dell ENEL Sviluppo firmware per la scheda di dialogo connessa ad ogni protezione di cabina Microprocessore Motorola MC68EN302, sistema operativo real-time Psos+, networking software in ambiente real-time Pna+, protocollo di comunicazione TCP/IP Monitoraggio interruttori ad alta tensione Sviluppo di firmware per un sistema di controllo e monitoraggio di interruttori ad alta tensione Microprocessori Motorola MC68332 e MC68302, sistema operativo real-time AMX, linguaggio C 20

21 Convertitore protocollo FIP- Bitbus Sviluppo del firmware residente in una scheda avente funzioni di convertire di protocollo FIP- BITBUS Microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, linguaggio C PLC Programmazione su PLC Modicom dei sistemi d automazione, comando e supervisione di: Una sottostazione di trasformazione elettrica delle Ferrovie dello Stato (primo esempio in Italia di utilizzo di logiche programmabili da parte delle Ferrovie dello Stato) Una sottostazione di trasformazione elettrica della Metropolitana Milanese Una sottostazione di trasformazione elettrica dell ATM di Milano Tre sottostazioni di trasformazione elettrica della Ferrovia Ostia Lido Roma Sistema di sviluppo MODSOFT Supervisione pozzi AGIP Centro raccolta olio Val D'Agri (Potenza): Sistema di supervisione e monitoraggio di una rete di pozzi petroliferi AGIP. Realizzazione del software dei sistemi ESD/PSD e di controllo pozzi. Assistenza ai collaudi in fabbrica e attivazione in campo PLC Allen Bradley SLC500 e sistema di sviluppo RSLOGIX. PLC Hima H51qHRS e sistema di sviluppo ELOP II NT. Software SCADA Rockwell RSVIEW Rete Ferroviaria Italiana Realizzazione di moduli software per un terminale dedicato alla gestione del sezionamento a distanza delle tratte elettriche Sistema operativo Linux RedHat 7.2 Interfaccia grafica X-Window Motif 21

22 Firmware di lettura/impostazione parametri valvole elettroidrauliche Gestione dei dati di impostazione valvole idrauliche scambiati serialmente con un PC ed un HMI Sistema operativo Windows 2000, interfaccia grafica LabView, microcontrollore Motorola 68HC12, linguaggio C Firmware di gestione apparati domotici Gestione di un impianto domotico attraverso l invio di comandi via sms o radiofrequenza Sistema operativo Windows 2000, protocollo di comunicazione Lon, microprocessore Toshiba Neuronchip, linguaggio C Centro di controllo della rete elettrica di Trieste (ACEGAS): preparazione di un database contenente i parametri di gestione delle cabine elettriche presentazione dei parametri nei confronti dell operatore basata su un sistema di finestre grafiche rappresentanti lo schema elettrico della cabina Sistema di supervisione TG8000 (Telegyr Systems), tool utilizzato per la realizzazione delle pagine grafiche: IPE Job scheduler per i reparti stampa e legatoria dell industria grafica realizzato da Didelme Sistemi Applicazione che gestisce in modo grafico la schedulazione di vari task (azioni, commesse, lavorazioni etc ) legati all attività di stampa e legatoria Utilizzo di un OCX della Netronic 22

23 Simulatore di guida ferroviaria realizzato in collaborazione con Dornier per le FS Implementazione di software in linguaggio C per il simulatore di guida della locomotiva E464 in ambiente Linux-Unix: Realizzazione di un software dedicato alla comunicazione del simulatore con i monitor della cabina comando, Creazione e modifica delle interfacce utente (UI) Sistema operativo Linux e Unix. Linguaggi: C, C++, Assembler per Microchip Microcontrollore Microchip 16F877 Protocollo di comunicazione TC57 Corso di formazione intitolato Validazione del SW tenuto presso IMQ Il corso, rivolto al personale IMQ, si è svolto sui seguenti temi: Architettura dei microcontrollori. Metodologie e formalismi per il progetto, lo sviluppo e il collaudo di sistemi embedded. Il testing del software secondo le norme sulla sicurezza (con esempi sulle norme CEI EN e CEI 61508). Lo sviluppo: codifica in linguaggio Assembler e C Pannelli di controllo delle macchine per lo stampaggio di materie plastiche della Automata Implementazione di dll in linguaggio C\C++ per la comunicazione (protocolli Bitbus e CAPC) tra PC e pannelli Realizzazione dei relativi programmi di test Implementazione di un applicativo per il controllo di dati di produzione provenienti da macchine connesse ad una rete ethernet, e raccolti mediante un OPC Server 23

24 Modulo di comunicazione atto a dotare i banchi di refrigerazione di produzione EPTA S.p.A. di due canali di comunicazione WIFI e Bluetooth Possibilità di scambiare dati ed interagire con dispositivi mobili (PC, telefoni cellulari, IPOD; ecc.) Possibilità via WIFI/INTERNET di tele controllare e monitorare i banche frigo da remoto Sistema sviluppato su PANDA board, SO Unix, liguaggio C++ Modulo di comunicazione LIN master per banchi frigo e modulo periferico LIN slave con uscita analogica 0-10 V Sviluppo dei moduli sia HW che SW Firmware sviluppato in linguaggio C Progetto HW/SW di un Gateway Modbus/Profibus Scheda elettronica che associata ad un qualsiasi apparato MODBUS RTU agisce da spina di comunicazione consentendo di inserire l apparato Modbus in un bus Profibus DP. Fornitura del file GSD (Generic Station Description) per un setup semplificato del bus Profibus Mappa di memoria del dispositivo Modbus configurabile Associazione delle variabili Modbus (registri e coils) a variabili Profibus liberamente configurabile Microprocessore Freescale HC S08 Linguaggi Assembler e C Progetto HW/SW di un Traslatore di Protocollo Modbus/M-Bus Scheda elettronica che associata ad un multimetro (Modbus RTU) della Contrel Elettronica consente di inserire il multimetro in un bus M-Bus Microprocessore Texas Instruments Stellaris ARM Cortex-M3S Linguaggio Assembler e C 24

25 Sistema di Automazione del Minimetro di Perugia Nell ambito della progettazione del sistema di automazione dell impianto realizzazione di documentazione tecnica secondo la norma IEC relativa a: specifiche funzionali descrizione architettura Hardware e Software protocolli di test Hardware e Software manuali uso e manutenzione Certificazione di sicurezza funzionale SIL 3 secondo la norma IEC PLC Siemens dalla famiglia Simatic S7 400 FH (Failsafe e High Availability) Ambiente di sviluppo Siemens Simatic S7 Scada Siemens WinCC Sviluppo e certificazione di sicurezza del sistema di telecontrollo degli impianti fissi di trazione elettrica a 3kVcc di RFI S.p.A. (gruppo Ferrovie dello Stato) Consulenza relativa alle attività di Hazard Analysis e di scrittura dei documenti correlati con la sicurezza (identificazione dei Pericoli ed Analisi del Rischio, (HIEA), Piano di Sicurezza del Sistema, Specifiche dei Requisiti di Sicurezza del Sistema e del Software, Safety Case, ecc. ). Assunzione del ruolo di Verificatore nell ambito delle attività di Verifica e Validazione del Sistema e del Software al fine di ottenere la certificazione SIL 2 del sistema secondo le norme CEI EN e Validazione del traduttore (compilatore) Software relativo al linguaggio di programmazione C mediante l utilizzo della suite di validazione Plum Hall. Analisi statica del codice sorgente ed analisi di copertura del Software ottenuta dal testing eseguite mediante tool dedicati; Scrittura di documentazione tecnica relativa al Software, quali, ad esempio, specifiche dei requisiti, dell architettura, di test, ecc. 25

26 Impianto Oil & Gas di West Ashrafi Egitto Nell ambito della progettazione dei principali sistemi strumentati per la sicurezza (SIS) dell impianto, ESD Emergency Shut Down; Fire & Gas detection, attività di: Hazard Analysis Collaborazione alla scrittura delle specifiche tecniche HW e SW Verifica e Validazione Safety Assessment Calcolo del SIL, dell affidabilità e della disponibilità dei singoli contrl-loop, e complessivi di sistema Certificazione di sicurezza funzionale SIL 3 secondo la norma IEC Design e ingegnerizzazione del SIS comprendente il calcolo e la verifica del SIL di ogni SIF: Calcolo dei PFD di ogni control loop FMEA di ogni control loop FTA di ogni control loop Diagramma dei blocchi di affidabilità e calcolo del SIL di ogni control loop. Definizione del piano di sicurezza e del ciclo di vita del sistema Analisi RAM comprendente il calcolo della disponibilità del SIS e del BPCS. Definizione delle procedure di valutazione del rischio. Sviluppo del piano di validazione e delle procedure di test del software applicativo Sistema a messaggi variabili del Minimetro di Perugia Realizzazione dell applicazione software che consente di visualizzare sui display delle vettura dei messaggi preconfigurati relativi alla posizione della vettura, oppure dei messaggi di avviso liberamente predisposti dal personale della sala di controllo del sistema Applicazione di tipo web interattiva con architettura Client/Server e con scambio dati tra server e client basato su protocollo AJAX Uso di JavaScript Linguaggi PHP, HTML, C e Visual Basic 26

27 27 Il progetto ICEBERG

28 28

29 ICEBERG PIATTAFORMA STRATEGICA PER LO SVILUPPO DI APPLICAZIONI DISTRIBUITE ICEBERG è un insieme di moduli e componenti software in formato sorgente, che, sviluppati interamente da T&T Systems, hanno nel loro insieme realizzato l obiettivo di ottenere un ambiente strutturato e standardizzato finalizzato all attività di sviluppo di software applicativo in ambiente multipiattaforma L attività di progettazione di programmi e applicazioni software ha da sempre costituito per T&T Systems il core business e la stessa mission della società. In questo contesto si è resa evidente nel tempo la necessità di disporre di un ambiente di sviluppo atto a facilitare e rendere più efficiente tale attività ed ICEBERG viene incontro proprio a questo tipo di esigenza. La T&T Systems per tutte le applicazioni sviluppate su commessa, può, grazie ad ICEBERG, avvalersi di una serie di componenti e moduli software pienamente controllabile, modulabile ed integrabile, il tutto senza il bisogno di supporti esterni e senza la necessità di pagare royalty o licenze. Non va poi sottovalutato il vantaggio, possedendo uno strumento come ICEBERG, di poter addestrare con maggiore rapidità ad una attività di sviluppo il personale neo-assunto proveniente dall università o dalla scuola superiore. Utilizzando ICEBERG viene così enormemente accelerata la formazione e la possibilità di rendersi operativi e produttivi. L ottica è stata quella di migliorare la qualità del servizio offerto, di standardizzare lo sviluppo e di diminuire i costi. Con ICEBERG la T&T Systems si è posta l obiettivo di ottenere un ambiente di sviluppo per applicazioni distribuite, basato su tecnologie non proprietarie. A tal fine è stato scelto come linguaggio di programmazione C++. In questo contesto il front-end (interfaccia utente) di una applicazione sviluppata con ICEBERG viene costruito con pagine grafiche, mentre la parte elaborativa (back-end), viene affidata ad una libreria di servizi, cioè di programmi sviluppati ad hoc in linguaggio C++. Va da se che sia i moduli grafici che i vari servizi, una volta sviluppati per una applicazione, possono essere riutilizzati per applicazioni successive, con grande risparmio di costi. Per quanto riguarda le pagine grafiche, si ha a disposizione, inglobate in ICEBERG, una serie di oggetti grafici (form, griglie, liste, menu, pulsanti etc) che di volta in volta vengono riutilizzati come template per le successive applicazioni. Riassumendo, le caratteristiche essenziali di ICEBERG sono: indipendenza dalle piattaforme hw sulle quali i vari componenti del sistema vengono installati indipendenza dai sistemi operativi possibilità di sviluppare applicazioni internettistiche senza dipendere da un browser specifici indipendenza da qualsiasi sistema, tool, linguaggio proprietario sviluppo della piattaforma realizzato completamente all interno della T&T Systems, avendo in tal modo la completa disponibilità dei moduli in linguaggio sorgente utilizzo di un linguaggio di programmazione standard (C/C++) e di compilatori open source una solida architettura distribuita e strutturata in maniera ottimale integrazione nella piattaforma di un completo sistema di gestione e monitoraggio possibilità di sviluppare applicazioni integranti dati (real time) di campo e dati di produzione con dati provenienti dalle aree di business possibilità di realizzare applicazioni grafiche integranti visualizzazioni 2d e 3d 29

30 Con l uso di ICEBERG lo sviluppo di applicazioni anche complesse e distribuite, è grandemente facilitato dal disporre di una serie di moduli già sviluppati, che costituiscono un minimo comune denominatore per tutte le applicazioni. Questa caratteristica di ICEBERG consente di strutturare le nostre offerte in due parti distinte: i moduli di ICEBERG già sviluppati ed utilizzabili nello sviluppo dei vostri sistemi verranno fornite mediante un contratto di licenza d uso (con o senza disponibilità dei sorgenti) le parti da sviluppare ex-novo per le specifiche esigenze delle aziende verranno invece quotate a corpo in base all impegno di risorse necessario ARCHITETTURA DI ICEBERG L architettura di ICEBERG è divisa in due macro aree: la rete applicativa (che si occupa della gestione attiva di dati e segnali da e verso il mondo esterno in base alle funzionalità che si intendono implementare) e il sistema di gestione e monitoraggio (che gestisce i processi e le macchine coinvolte dalla rete applicativa, permettendone la valutazione ed eventualmente una riorganizzazione a caldo per ottimizzare le risorse hardware disponibili). ICEBERG client application Monitor client ICEBERG dispatcher Monitor master ICEBERG services Monitor delegate DATA SERVER DataBase Dati, File Mondo esterno Internet OTHER I/O 30

31 31

32 Rete Applicativa La rete applicativa di ICEBERG prevede quattro livelli, integrati con un sistema di gestione e monitoraggio. Di seguito la descrizione. Livello 1: ICEBERG client application ICEBERG client application è un programma grafico che permette di gestire le funzionalità che si intendono implementare e può essere installato su: Personal computer con sistema operativo WINDOWS (XP sp3 o superiore) Personal computer con sistema operativo LINUX ( o superiore) Personal computer con sistema operativo MAC- OS ( o superiore) Smart phone e tablet con sistema operativo ios (4.3 o superiore) Smart phone e tablet con sistema operativo Android (2.1 o superiore) Ogni ICEBERG client application è costituita dai seguenti tre moduli: Interfaccia utente: l interfaccia utente viene realizzata mediante l utilizzo di oggetti e componenti grafici facenti parte integrante della piattaforma. Tali oggetti e componenti grafici (caselle di testo, bottoni, radio button, griglie, menù a tendina, liste etc.) sono sviluppati in linguaggio C/C++ sfruttando le api OpenGL e OpenGL ES Modulo atto all invio messaggi al dispatcher Modulo atto alla ricezione messaggi dal dispatcher Livello 2: ICEBERG dispatcher ICEBERG dispatcher è un programma predisposto a ricevere richieste dalle ICEBERG client application e a inoltrarle agli ICEBERG services, con tecniche di instradamento intelligenti le cui regole possono variare in funzione del carico elaborativo e dello stato della rete. ICEBERG dispatcher può essere installato su: Personal computer con sistema operativo WINDOWS (XP sp3 o superiore) Personal computer con sistema operativo LINUX ( o superiore) Personal computer con sistema operativo MAC- OS ( o superiore) 32

33 Workstation con sistema operativo LINUX ( o superiore) Schede elettroniche programmabili con sistema operativo LINUX ( o superiore) Esso è costituito dai seguenti quattro moduli: Modulo per ricezione messaggi dai client Modulo invio messaggi ai client Modulo per invio richieste ai servizi Modulo ricezione risposte dai servizi Livello 3: ICEBERG services Gli ICEBERG services sono programmi eseguibili predisposti a gestire le richieste provenienti dall ICEBERG dispatcher e a interagire con il mondo esterno. Gli ICEBERG services possono essere installati nello stesso computer dall ICEBERG dispatcher oppure su uno o più computer distribuiti in rete. Gli ICEBERG services possono essere installati su: Personal computer con sistema operativo WINDOWS (Xp sp3 o superiore) Personal computer con sistema operativo LINUX ( o superiore) Personal computer con sistema operativo MAC- OS ( o superiore) Workstation con sistema operativo LINUX ( o superiore) Schede elettroniche programmabili con sistema operativo LINUX ( o superiore) Attualmente sono stati sviluppati, tra gli altri, i seguenti servizi: Connessione a DB: SQLite, Sybase, SQL Server, MySQL Gestione stampe: file bitmap, file testo Driver comunicazione: RS-232, TCP/IP, UDP Gestione trasferimento file: FTP Gestione mail: POP3, SMTP Criptaggio dati: caesar, vigenere, playfair Gestione macchine in remoto: TELNET 33

34 Livello 4: Mondo esterno Sul mondo esterno, per mezzo dei servizi, ICEBERG può compiere le seguenti azioni: Acquisizioni di dati di campo analogici e digitali Invio di comandi analogici o digitali verso il campo Interrogazioni e download di informazioni da basi di dati strutturati o no su DBMS Interfacciamento con applicativi di terze parti. Sistema di gestione e monitoraggio La struttura di monitoraggio è parte integrante della piattaforma ICEBERG. Essa consiste in una serie di programmi aventi il compito di effettuare una gestione completa dei processi attivi sulle diverse macchine sulle quali viene distribuita l applicazione. Si tratta quindi, in relazione al sistema ICEBERG, di un vero e proprio sistema operativo distribuito ; ciò significa che, su ogni macchina della rete fisica su cui è installato un modulo della piattaforma, è anche attivo un processo in grado di effettuare le seguenti operazioni: Avviare e arrestare i programmi coinvolti nella rete applicativa installati sulla propria macchina Interrogare i componenti della piattaforma installati sulla propria macchina per ottenere informazioni su stato e traffico gestito Il sistema di gestione e monitoraggio è adibito inoltre a: Configurare a caldo la rete applicativa sulla base dell analisi del carico del lavoro Controllare il corretto funzionamento delle macchine e dei processi che le caratterizzano Analogamente a quanto visto per la rete applicativa, anche per il sistema di gestione e monitoraggio possono essere individuati diversi livelli di funzionamento; in questo caso essi sono tre e sono descritti di seguito. Livello 1: Monitor client Consiste in un programma installato su una macchina client, abilitata all amministrazione dell intero sistema. Consente ad un utente amministratore di gestire e controllare l intero sistema di monitoraggio. 34

35 Livello 2: Monitor master Si tratta di un programma sempre attivo residente sulla stessa macchina su cui è attivo l ICEBERG dispatcher. Il Monitor master è in grado di comunicare con il Monitor client e lo fa su un canale di comunicazione parallelo a quello della rete applicativa, ma completamente indipendente. Il Monitor master permette di controllare l attività dell ICEBERG dispatcher e degli altri ICEBERG services, eventualmente residenti sulla sua stessa macchina, funzionando da unità centrale della struttura di monitoraggio. Le funzionalità del Monitor master sono le seguenti: Avvio e arresto dei servizi installati sulla stessa macchina Avvio e arresto dei servizi installati sulle altre macchine, grazie alla comunicazione con i Monitor delegate Interrogazione dei componenti del sistema installati sulla sua stessa macchina per ottenere informazioni su stato e traffico gestito Controllo dei Monitor delegate inviando loro richieste e ricevendone risposte da inoltrare al Monitor client dell amministratore. Livello 3: Monitor delegate Su ogni macchina della rete è attivo un programma detto Monitor delegate in comunicazione diretta con il Monitor master. Ogni Monitor delegate ha totale accesso agli ICEBERG services attivi sulla stessa macchina ed è in grado di controllarli permettendone l avvio, l arresto ed è in grado di interrogarli per ottenere informazioni su stato e traffico gestito. 35

36 Sicurezza Funzionale dei Sistemi Elettronici 36

37 37

38 T&T Systems, nell'ambito della Sicurezza Funzionale dei Sistemi Elettronici destinati ad essere utilizzati in applicazioni safety-critical e ad alta disponibilità, offre le seguenti competenze: a) norme relative alla sicurezza funzionale dei sistemi elettronici. T&T Systems ha maturato esperienze specifiche relative alla norme internazionali di tipo generale: IEC e UL 1998, e alle norme internazionali di settore, come ad esempio: IEC (industria di processo); IEC 50126, 50128, (applicazioni ferroviarie); IEC (apparati elettromedicali) b) conoscenze ingegneristiche necessarie alla progettazione di sistemi safety critical e/o ad alta disponibilità; ad esempio: l hazard analisys, la determinazione del SIL (Safety Integrity Level), la determinazione dell albero dei guasti, il calcolo della probabilità di guasto, la stesura del Reability blockdiagram ed altro c) tutte le conoscenze ed esperienze attinenti la sicurezza funzionale del software consistenti in metodologie e tecniche di analisi, di design e di validazione così come previste dalle norme sulla sicurezza, quali, ad esempio:ul 1998, IEC , IEC 50508, IEC ed altre ancora. Capacità di applicare tali tecniche e metodologie a progetti software industriali complessi L'offerta della T&T Systems in tale ambito copre una vasta gamma di settori: dal nucleare all oil & gas, dal medicale ai trasporti pubblici, dalle utility ai servizi primari, e comprende sia sistemi di automazione complessi che singoli apparati. Per capire cosa sia la sicurezza funzionale, innanzitutto bisogna definire cosa si intende per sicurezza. In questo caso per sicurezza si intende l assenza di inaccettabili rischi di ferite o danni alla salute delle persone, sia come esito diretto, sia come esito indiretto di danneggiamenti provocati ai beni o all ambiente. Nei sistemi tecnici ci possono essere molti tipi diversi di rischi: rischi meccanici, elettrici, rischi chimici, i rischi di esplosione, eccetera. Quando si dice che un sistema, un apparato, o una macchina sono sicuri, si intende dire che i rischi presentati da essi sono sufficientemente bassi per poter essere accettati. La sicurezza funzionale, pertanto, è la parte della sicurezza globale che dipende dal corretto funzionamento di un sistema o di un apparato in risposta a i propri input; in altre parole la sicurezza funzionale consiste nell individuare le condizioni potenzialmente pericolose che comportano l attivazione di dispositivi protettivi o correttivi, per prevenire l insorgenza di eventi pericolosi, oppure per mitigarne le conseguenze dannose. Dalla definizione data, si può indurre che la sicurezza funzionale è basata su sistemi attivi; ad esempio: l attivazione di un pressostato quando la pressione all interno di un serbatoio raggiunge un livello potenzialmente pericoloso, e la conseguente apertura di una valvola di scarico per diminuire la pressione ed evitarne il possibile scoppio 38

39 l'individuazione di fumo da parte di sensori intelligenti e, conseguentemente, l'attivazione del relativo sistema antincendio pertanto, i sistemi di sicurezza passivi, quali le porte tagliafuoco, non possono esssere considerati come correlati con la sicurezza funzionale in quanto non corrispondono ai criteri sopra riportati. La sicurezza funzionale è un concetto applicabile a tutti i settori industriali, ed è fondamentale per consentire l utilizzo di tecnologie complesse nei sistemi critici per la sicurezza umana, quali l avionica, i sistemi di automazione dell industria di processo, i sistemi automatici di segnalamento ferroviario, eccetera. Infatti la sicurezza funzionale serve ad assicurare che i sistemi di sicurezza forniscano la desiderata riduzione del rischio necessaria per garantire la sicurezza di un impianto o di un sistema. La sicurezza funzionale riguarda pertanto l'uso di sistemi di sicurezza automatizzati per proteggere da danni le persone e/o l'ambiente. E' possibile dare evidenza del raggiungimento della sicurezza funzionale documentando che la funzionalità di detti sistemi è sufficientemente affidabile per il livello di rischio che essi devono controllare. La sicurezza funzionale è una questione che concerne i proprietari e gli operatori degli impianti e dei macchinari, così come le imprese che progettano e forniscono sistemi di sicurezza ed i componenti che ne fanno parte. I sistemi di sicurezza possono fallire per diversi motivi, da grossolani errori umani e di specificazione, a minuscoli "bachi" nel software. Questi modi di guasto possono essere inavvertitamente "incorporati" nel sistema e rimanere latenti in attesa di "colpire"..., oppure possono essere di natura più casuale perché qualsiasi hardware ha una certa probabilità di guastarsi prima o poi. Indipendentemente dalle cause di guasto, i sistemi di sicurezza sono considerati come l'ultima difesa prima del danno, pertanto la loro sicurezza funzionale deve essere "progettata" in modo integrato sin dal concepimento del sistema o dell'impianto, e deve essere mantenuta integra per tutto il suo ciclo di vita. Com'è intuibile il campo d'azione riguardante la sicurezza funzionale è molto ampio e molto profondo, e coinvolge tutte le imprese e le organizzazioni implicate nella catena di fornitura e di utilizzo, sia che esse siano responsabili della proprietà dell'intero impianto, dell'ingegneria del sistema nel suo complesso, oppure dello sviluppo del software a bordo di in un minuscolo sensore integrato nell'elettronica. 39

40 Il Software a bordo degli elaboratori elettronici può essere usato per pilotare diversi tipi di sistemi, tra cui, ad esempio: il controllo del traffico aereo, le applicazioni ferroviarie, gli impianti nucleari. Come si può intuire, i guasti a questo tipo di impianti possono avere conseguenze molto diverse, ognuna delle quali può avere un certo livello di gravità o di criticità. La conseguenza peggiore è la perdita di vite umane, e generalmente a questa conseguenza viene assegnato il livello di criticità maggiore; per il software di questi sistemi di solito viene richiesto l utilizzo delle norme e delle procedure più rigorose. Gli altri livelli di criticità, invece, considerano la gravità del guasto in base al compito di cui il sistema è responsabile ed in base all entità del danno provocato ai beni materiali, alle eventuali lesioni/ferite provocate, o ad altri tipi di perdite. Il software ad alta integrità, quindi, è un tipo di software che deve essere in grado di operare in modo affidabile nelle funzionalità critiche per la sicurezza, e il cui insuccesso può produrre conseguenze catastrofiche come ad esempio ferite gravi, perdita di vite umane, danni ai beni materiali, danni economici, oppure falle nella sicurezza. Esempi di ciò, come già accennato, possono essere il software dei sistemi di sicurezza delle centrali nucleari, dei dispositivi medicali, delle applicazioni bancarie elettroniche, dei sistemi di controllo del traffico aereo, dei processi di produzione automatizzati, dei sistemi militari, eccetera. In altre parole il software ad alta integrità è un software la cui robustezza ed affidabilità è tale da ridurre la probabilità di malfunzionamenti ad un livello compatibile con quello richiesto per le applicazione critiche per la sicurezza. A questo punto la domanda da porsi è come sia possibile implementare un software ad alta integrità, ovvero come sia possibile ottenere un software che abbia le caratteristiche sopra descritte. La prima considerazione da tenere a mente è che il software, a differenza dall hardware, non è affetto dagli errori aleatori, ma solo da errori sistematici, cioè da malfunzionamenti che dipendono da errori commessi durante la sua progettazione e/o realizzazione; tali errori possono essere, a seconda dei casi, errori di specificazione oppure di implementazione/ realizzazione. Per questo motivo l approccio attuale è quello di cercare di minimizzare la probabilità che tali errori vengano inglobati nel software, adottando un processo realizzativo il più rigoroso possibile. Le attuali norme relative alla sicurezza funzionale prescrivono l adozione di un particolare ciclo di vita del software, denominato ciclo di vita di sicurezza. I requisiti di tale ciclo coprono tutti gli aspetti implicati nella gestione di un prodotto software, dai processi di Quality Assurance, alle procedure di modifica e manutenzione; dalle metodologie di analisi, alle tecniche di testing. Per quanto concerne lo sviluppo del software, le norme relative alla sicurezza di ultima generazione suggeriscono quasi sempre di adottare il così detto modello a "V". 40

41 41

42 42 Business Intelligence e Data Warehouse

43 43

44 Il supporto adeguato in ogni fase della progettazione La Business Intelligence si pone l obbiettivo di supportare analisti e manager aziendali fornendo loro le informazioni necessarie ai processi decisionali quotidiani. A tal fine è necessario recuperare i dati aziendali, uniformarli e organizzarli in strutture dati che siano funzionali ad una loro analisi, ossia costruire il Data Warehouse aziendale. In tutte le fasi di questo processo, che trasforma i dati in informazioni, METER ( consociata T&T Systems ) propone le proprie competenze sulla base della esperienza maturata e dell uso di tecnologie e metodologie innovative. Estrazione e Trasformazione dei Dati Preparazione e Archiviazione dei Dati Interpretazione e Analisi dei Dati Presentazione dei Dati Sistema Transazionale OLTP Sistemi Legacy Sistemi E- Business Banche Dati Esterne 44

45 Estrazione e Trasformazione dei Dati E la fase di acquisizione e validazione dei dati. Il patrimonio dei dati in azienda è spesso disomogeneo e frammentato a seconda dei diversi domini del Sistema Transazionale (Produzione, Acquisti, Magazzino, Ricerca e sviluppo, Marketing e Vendite, Contabilità e Finanza). Esso deve essere integrato con altre fonti di dati come i Sistemi Legacy, i Sistemi di E-Business e le Banche dati Esterne. Per raggiungere l obiettivo di una struttura organizzata e condivisa di informazioni e conoscenze è necessario: Individuare i sistemi alimentanti i dati di interesse, Definire i processi e le regole di estrazione dalle fonti alimentanti e di caricamento nella base dati, Definire i processi e le regole di trasformazione (pulire, uniformare, completare, ) per l integrazione (dati mancanti o errati, codifiche o denominazioni differenti, unità di misura o formati inconsistenti). Tecnologie utilizzate: Oracle Warehouse Builder, DB2 Warehouse Manager, SAS Warehouse Administrator, SQL Server DTS, e/o sviluppo custom. Preparazione e Archiviazione dei Dati E la fase di distribuzione dei dati agli utenti e alle applicazioni. Si pone l obiettivo di realizzare una base dati di massimo dettaglio disponibile per: la creazione di dati di sintesi (data mart tematici o aggregazioni), l esecuzione di analisi di tipo statistico che devono essere effettuate sul massimo dettaglio. Essa è disegnata tipicamente secondo un modello a stella, è denormalizzata, storicizzata e ridondante per facilitare la consultazione e le performance. Tecnologie utilizzate: Tipicamente è realizzata su piattaforme relazionali (Oracle, DB2, SQL Server, ) 45

46 Star-Schema A partire da un classico Physical Data Model di tipo relazionale e normalizzato è possibile realizzare un semplice Star-schema come in figura. Nello Star-schema la tabella centrale è detta Tabella dei Fatti, da cui si diramano tutta una serie di tabelle di look-up dette Dimensioni, contenenti le descrizioni dettagliate dei dati corrispondenti agli ID Le Gerarchie descrivono la struttura organizzativa e la relazione logica a livelli o padre-figlio di una dimensione di analisi. Se ad esempio la dimensione è il Tempo, una sua possibile gerarchia può essere la seguente (a partire dal figlio verso il padre): settimana->mese->quarto di anno->anno Interpretazione e Analisi dei Dati E la fase di trasformazione dei dati in informazioni per gli utenti del sistema. Predispone e prepara i dati per l utente finale attraverso: aggregazioni tematiche (vendite, magazzino, ) o per tipo di utente (commerciale, contabile, ), valorizzazione di indici e/o variabili, applicazione di modelli statistici che hanno l obiettivo di individuare legami e somiglianze non esplicitamente osservabili. Tecnologie: Si utilizzano generalmente strutture dati diverse: RDB, Relational Data Base (Oracle, SQL Server, DB2, Oracle, ) HDB, Hybrid Data Base (Holos, Essbase, SQL Server OLAP Services, ) MDB, Multidimensional Data Base (Holos, Essbase, SLQ Server OLAP Services, SAS MDDB, ) 46

47 L On-Line Analytical Processing (OLAP) Metadata Model si basa sulla definizione di tabelle multidimensionali, dette cubi. Ciascun lato di un cubo risulta una Dimensione, o un suo sottoinsieme, di uno Starschema. In figura viene visualizzato un esempio di un cubo a tre dimensioni relativo allo Star-schema della sezione precedente e le possibili viste bidimensionali costituite dalle sue sezioni OLAP Metadata Model 47

48 Sistemi a supporto in tempo reale delle decisioni 48

49 49

50 Sistemi a supporto in tempo reale delle decisioni Le organizzazioni innovative di successo stanno comprendendo che l analisi retrospettiva dei dati business critical, supportati dagli strumenti tradizionali di Business Intelligence, non è più sufficiente per soddisfare la richiesta di operare in unmercato altamente competitivo, dove le decisioni devono essere prese alla velocità di Internet. Maggior velocità vuol dire essere maggiormente in grado di vedere e reagire ai cambi del proprio ambiente di business e, di conseguenza, guadagnare vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti che usano unicamente la visione retrospettiva dei dati storici. Inoltre, si è registrato che i processi di business sono sempre più digitalizzati. A questo si aggiunge la grande disponibilità di sensori elettronici che hanno aumentato significativamente il volume di eventi disponibili come input digitali. Sebbene i vantaggi potenziali di un approccio real time all informazione siano comprovabili, l applicazione pratica di tale modelli risulta ancora limitata a causa dalla complessità nell allestimento di un infrastruttura event-driven e dalla scarsa disponibilità sul mercato di competenze specifiche. Questo tipo di approccio diventa però sempre più strategico in varie aree di business ed in questa ottica T&T Systems offre il proprio supporto e consulenza, mediante l'utilizzo della piattaforma ICEBERG. Complex Event Processing (CEP), letteralmente "elaborazione degli eventi complessi", è una teoria nuova ma in costante evoluzione, originariamente concepita da David Luckham, Stanford University nel Consiste nell'uso della tecnologia per individuare in anticipo eventi di alto livello risultanti da specifici fattori di basso livello identificando e analizzando relazioni di tipo causa-effetto su eventi in real time, e consentendo così azioni di risposta immediate e proattive a specifici scenari. L innovazione tecnologica evidenzia tre tendenze: Crescita del volume di eventi rappresentati da input digitali Crescita del numero e del tipo di eventi richiesti per prendere una decisione business; questi eventi possono essere sia interni all organizzazione sia esterni Velocità di degrado del valore dell informazione business, che ne richiede l impiego nelle appropriate finestre temporali 50

51 L elaborazione dei processi in tempo reale sta crescendo di rilevanza nella grandi organizzazioni che devono soddisfare le seguenti richieste business: Prendere più velocemente decisioni conseguenze di eventi maturati in processi business critici Rispondere più velocemente e con maggiore accuratezza alle opportunità di business e alle sollecitazioni specie se provenienti dall ambiente esterno (integrazione di dati esterni, gestione di input dal campo, conformità verso nuove normative, dati ambientali, ecc.) Migliorare i livelli di servizio o le funzionalità di processo per offrire al cliente vantaggi competitivi In questo ambito, T&T Systems offre la propria esperienza per rispondere alla crescente richiesta, da parte delle aziende Manifatturiere e di Servizi, di soluzioni CEP oriented, perché molto sensibili all importanza di reagire prontamente ad eventi esterni favorevoli o critici. T&T Systems vuole dare un supporto decisivo alle Piccole e Medie imprese che dimostrano una propensione molto positiva agli investimenti in innovazione. Infatti la prima vera sfida che la nostra industria deve vincere è quella della crescita, puntando soprattutto sulla produzione ad alto valore aggiunto per sottrarsi alla concorrenza di prezzo dei paesi emergenti. Partendo da queste considerazioni, T&T Systems intende qualificare la sua offerta in quei segmenti di mercato in cui: I processi decisionali interni risultano migliorabili con l introduzione della tecnologia CEP nei processi di business critici e sono fortemente influenzati dall impiego di data in motion Il miglioramento dei processi decisionali comporta un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza Il miglioramento dei livelli di servizio offerti aumenta il valore della proposta e la competitività. 51

52 52 La metodologia di lavoro

53 53

54 Il supporto adeguato in ogni fase della progettazione L Iter di progettazione ha inizio con un attenta analisi della situazione corrente in collaborazione col cliente. A seguito di essa si passa alla definizione dei requisiti cui l applicazione deve soddisfare e si procede alla modellizzazione del software, ossia alla sua definizione logica. Segue l ideazione e la realizzazione dell applicativo conformemente alle caratteristiche dell ambiente di sviluppo (piattaforme, protocolli, linguaggi). Si conclude con la validazione dell applicazione, la sua installazione e se necessario la sua manutenzione e modernizzazione. In tutte queste fasi forniamo il nostro supporto e la nostra esperienza. 54

55 Specificazione Studio di Fattibilità Analisi Architetturale Design del software Implementazione Verifica e Validazione Manutenzione e Modernizzazione Comprensione del problema col cliente Definizione delle funzionalità richieste Definizione dei requisiti della applicazione Il nostro standard aziendale per la specificazion e, l analisi ed il design è UML Verifica della fattibilità delle funzionalità richieste in relazione alle risorse a disposizione (hardware e software) ed ai tempi/costi Decisione dell ambiente di sviluppo del software Programmazione della attività di lavoro Il metodo d analisi usato è Object- Oriented (UML) Progettazio ne di architettur e complesse, distribuite, parallele, sequenziali Utilizzo di strumenti (CASE) per il software engineerin g Utilizzo di un design modulare che permette la riusabilità del software Competen ze ingegneri stiche, fisicomatemati che, informati che Ideazione di procedure di calcolo compless e Installazione, configurazione, utilizzo di sistemi operativi realtime, tools di sviluppo, linguaggi.. Esperienza di sviluppo con più gruppi di lavoro e gestione delle fasi di integrazione e delle release software Utilizzo di prodotti per il pre-debug software, di emulatori, di simulatori di microcontrollo -ri e periferiche Definizione delle funzionalità da testare e realizzazione di test-case su tutte le componenti del sistema Integrazione con la parte hardware, utilizzo di analizzatori di protocollo e analizzatori di performance del software Installazione presso il cliente, redazione della manualistica necessaria La manutenzio ne può spaziare dalla semplice risoluzione di un problema funzionale, all estension e e aggiorname nto del prodotto, fino a giungere al porting su altra piattaforma Modernizzazione e ottimizzazio ne del prodotto 55

56 Specificazione Comprensione delle caratteristiche del prodotto Individuazione delle sue funzionalità Definizione dei requisiti Scrittura della specifica E la fase di comprensione delle caratteristiche del prodotto software richiesto in collaborazione col cliente. Vengono quindi individuate le funzionalità a cui deve soddisfare l applicazione e vengono definiti i suoi requisiti. A conclusione di questa fase normalmente redigiamo la cosiddetta Specifica dei Requisiti o Specifica Funzionale. Come azienda abbiamo maturato una consolidata esperienza in molti settori (cfr. Dettaglio delle Competenze) quali quello elettrico, automazione di macchine, supervisione e controllo di processi, trasmissione ed elaborazione dati. Possiamo quindi offrire le nostre competenze nella comprensione di molte delle problematiche legate a tali ambiti e proporre delle soluzioni informatiche adeguate. In tutte le fasi della progettazione operiamo seguendo una precisa metodologia di lavoro ed utilizzando tecnologie e strumenti all avanguardia In merito alla metodologia, il nostro standard aziendale per la specificazione, l analisi ed il design è UML (Unified Modelling Language). UML è la notazione standard industriale internazionale per l analisi e il design Object-Oriented. E definito dall Object Management Group (www.omg.org) e sta per essere recepito come standard anche dalla Comunità Europea 56

57 Approfondimento L utilizzo di UML nella fase di specificazione permette di definire il cosiddetto UseCase Diagram, ossia un diagramma che definisce le funzionalità del sistema, i soggetti coinvolti e le relazioni esistenti tra di essi. Un esempio molto semplice di UseCase Diagram è il seguente. Esso definisce il problema di come prenotare una camera in un Hotel. l soggetti Hotel Reserv ation System Make Reservation Reception Customer Confirm Reservation Cancel Reservation Manager Check In Guest Check Out Guest Reserve Conference Room coinvolti sono il cliente, la Reception e il Manager dell Hotel. Le operazioni principali che coinvolgono cliente e Reception sono: Effettuare una prenotazione, Confermare la prenotazione, Cancellare la prenotazione, Fare il check-in del cliente, Fare il check-out del cliente. L operazione che coinvolge cliente e Manager è invece: Prenotazione della conference-room. Studio di Fattibilità Verifica della fattibilità delle funzioni richieste Verifica della compatibilità delle risorse SW/HW disponibili con i requisiti dell applicazione Scelta degli strumenti di sviluppo Valutazione dei tempi Valutazione dei costi Scrittura (mediante tools ad hoc) del piano temporale e definizione delle fasi del progetto con le relative milestones Tale studio riguarda la verifica della fattibilità del prodotto software richiesto in base ai vincoli di tempo/costo definiti dal cliente ed in base alle risorse hardware/software messe a disposizione. 57

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT P.M.S. S.r.l. Via Migliara 46 n 6 04010 B.go S.Donato Sabaudia (LT) Tel. 0773.56281 Fax 0773.50490 Email info@pmstecnoelectric.it PROGETTO: PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT Dalla richiesta

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Progettazione di sistemi Embedded

Progettazione di sistemi Embedded Progettazione di sistemi Embedded Corso introduttivo di progettazione di sistemi embedded A.S. 2013/2014 proff. Nicola Masarone e Stefano Salvatori Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014 SIMATIC WinCC Runtime Professional V13 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 03/2014 - Architetture Novità

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS /2 Introduzione /5 Soft Starter ES /8 Biblioteca di blocchi softstarter SIRIUS RW44 per SIMATIC PCS 7 /10 Motor Starter ES /1 Biblioteca di

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

AUTOMATION AND PROCESS CONTROL

AUTOMATION AND PROCESS CONTROL AUTOMATION AND PROCESS CONTROL THE CONTROL TECHNOLOGY GROUP FAST GROUP Dal 1982, anno di fondazione, FAST rappresenta nel panorama internazionale un punto di riferimento costante per forniture di sistemi

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli