Classificazione dei Web Services

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classificazione dei Web Services"

Transcript

1 Web Services Programmazione in ambienti distribuiti Anno Claudio Zunino Classificazione dei Web Services Interattiva il client è umano ed utilizza tipicamente un web browser Sviluppati usando Servlets/JSP/... application-to-application dove il client è un programma che interagisce con un altro programma Descritti di seguito... Web services combinano il protocollo HTTP e l XML come formato per i dati In questo modo sfruttano i vantaggi di entrambe le tecnologie. 1

2 Definizione di Web Services "I Servizi Web sono componenti di software riutilizzabili, debolmente accoppiati che incapsulano semanticamente le funzionalità discrete e sono programmaticamente accessibili e distribuiti su e dai protocolli standard di Internet." Componenti riutilizzabili I Servizi Web proseguono nella lunga ascensione del progetto di oggetti distribuiti nello sviluppo del software. Piuttosto di richiedere ai programmatori di scrivere un insieme di istruzioni dall'inizio alla fine, una dopo l'altra, il modello basato su componenti premette agli sviluppatori di riutilizzare i blocchi di costruzione di codice creati da altri, per assemblarli, adattarli ed estenderli, a seconda delle esigenze. 2

3 Debolmente accopiati Il progetto di un'applicazione tradizionale dipende da un'interconnessione stretta tra tutti gli elementi utilizzati. La complessità di queste interconnessioni richiede che gli sviluppatori comprendano appieno ed abbiano un totale controllo su entrambe i lati della connessione. Inoltre, una volta che tale connessione venga stabilita, sarà estremamente difficile estrarre un elemento e rimpiazzarlo con un altro. Sistemi debolmente accoppiati richiedono un livello di coordinazione assai semplificato, e permettono una riconfigurazione più flessibile. Autodescrizione "incapsulano semanticamente la funzionalità discreta". Un Servizio Web si presenta come un applicazione autonoma che effettua una singola operazione. La componente descrive i propri input ed output in modo che ogni altro software possa determinare cosa fa il servizio, come invocare le sue funzionalità e quale risultato si aspetta di ritorno. 3

4 Accessibili da programmi "sono accessibili programmaticamente". Diversamente dalle applicazioni per siti Web e desktop, i Servizi Web non sono stati progettati per una diretta interazione umana, quindi non hanno un'interfaccia grafica. Piuttosto operano a livello di codice poiché sono chiamati per lo scambio di dati con altri software. Protocolli molto conosciuti "distribuiti su Internet". Infatti fanno uso di protocolli esistenti di grande diffusione come HTTP. Supportandoli, i Servizi Web fanno leva sulle infrastrutture già esistenti e possono conformarsi alle politiche dei firewall aziendali correnti. 4

5 WSDL, SOAP, UDDI La piattaforma Web Services usa: SOAP Acronimo per: Simple Object Access Protocol un framework per lo scambio di informazioni in una rete, basato su XML "This is no longer the case." (it is neither simple nor has anything to do with objects) WSDL Acronimo per: Web Service Description Language Un linguaggio basato sull XML per descrivere servizi sulla rete Il WSDL descrive sia le possibilità che la posizione dei servizi Può essere visto come un linguaggio per la descrizione delle interfacce di Web services UDDI Acronimo per: Universal Description, Discovery, and Integration Fornisce un meccanismo affinchè client e server possano trovarsi Usa SOAP per le comunicazioni WSDL I WSDL è un linguaggio basato sull XML che permette una descrizione formale delle interfacce dei Web Services Quale interazione offre il servizio Quali argomenti e risultati sono utilizzati nell interazione Quale indirizzo di rete viene usato per individuare il service Quale protcollo di comunicazione bisogna usare Con quale formato sono rappresentati I messaggi Vantaggi L interfaccia è come se fosse un contratto tra gli sviluppatori del server e quelli del client Avere una descrizione formale permette l uso di strumenti automatici, per esempio per generare codice (progetto Apache AXIS) 5

6 WSDL II Un File WSDL può essere visto come composto da due parti: Il livello di definizione del servizio per descrivere proprietà astratte Tipo dei dati Tipo dei messaggi Operazioni Servizi Il livello per il binding per descrivere proprietà più concrete : Protocolli Formati dei dati Esempio di WSDL I <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <definitions name="myhelloservice" targetnamespace="urn:foo" xmlns:tns="urn:foo" xmlns="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" xmlns:soap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/"> <types/> <message name="helloif_sayhello"> <part name="string_1" type="xsd:string"/></message> <message name="helloif_sayhelloresponse"> <part name="result" type="xsd:string"/></message> <porttype name="helloif"> <operation name="sayhello" parameterorder="string_1"> <input message="tns:helloif_sayhello"/> <output message="tns:helloif_sayhelloresponse"/></operation></porttype> 6

7 Esempio di WSDL II <binding name="helloifbinding" type="tns:helloif"> <operation name="sayhello"> <input> <soap:body encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" use="encoded" namespace="urn:foo"/></input> <output> <soap:body encodingstyle="http://schemas.xmlsoap.org/soap/encoding/" use="encoded" namespace="urn:foo"/></output> <soap:operation soapaction=""/></operation> <soap:binding transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http" style="rpc"/></binding> <service name="myhelloservice"> <port name="helloifport" binding="tns:helloifbinding"> <soap:address location="http://localhost:8080/hello-jaxrpc/hello"/> </port></service></definitions> SOAP Usare SOAP significa: Quando bisogna spedire un messaggio, bisogna includerlo in un involucro ( envelope ) SOAP Quando si riceve uno di questi messaggi, estrarne il contenuto dall involucro SOAP Un envelope contiene: un header (facoltativo) che contiene informazioni sul messaggio un body che contiene la parte significativa del messaggio 7

8 Esempio di SOAP <?xml version='1.0'?> <env:envelope xmlns:env="http://www.w3.org/2002/06/ soap-envelope"> <env:header> Intestazione </env:header> <env:body> Contenuto </env:body> </env:envelope> UDDI UDDI: un meccanismo per registrare Web Services UDDI business registration: file XML usati per descrivere, per esempio, i servizi offerti nel campo business Pagine bianche indirizzi, contatti, info, etc. Pagine gialle orientate alle industrie Pagine verdi informazioni più tecniche, per esempio descrizioni in WSDL UDDI fornisce anche una serie di API basate su SOAP+WSDL per registrare ("publish") and scoprire ("inquire") Web services. 8

9 Unatipicasessione SOAP message <element name= Customer > <element name= account > </element> 1 Service description using WSDL Service provider 4 Directory SOAP message <element name= Customer > <element name= account > </element> SOAP message <m: GetCustomerInfInfo> <account>220</account> </m GetCustomerInfo> XML service request XML service response <m: GetCustomerInfInfo> <account>220</account> </m GetCustomerInfo> SOAP message Service description using WSDL 5 3 Directory queries 2 Service consumer Apache ant E un tool basato su Java per la compilazione di programmi Java Utilizza un file XML per la compilazione di un progetto. Ogni build.xml contiene un progetto e almeno un target (es. compile, build, dist, deploy...) 9

10 Apache ant Utilizza delle librerie di Tomcat per eseguire in automatico diverse operazioni Installazione di web application Disinstallazione di web application Nell esempio compila un client stub raggiungendo il WSDL Esempio di build.xml <project name="myproject" default="dist" basedir="."> <description> simple example build file </description> <!-- set global properties for this build --> <property name="src" location="src"/> <property name="build" location="build"/> <property name="dist" location="dist"/> <target name="init"> <!-- Create the time stamp --> <tstamp/> <!-- Create the build directory structure used by compile --> <mkdir dir="${build"/> </target> 10

11 Esempio di build.xml <target name="compile" depends="init" description="compile the source " > <!-- Compile the java code from ${src into ${build --> <javac srcdir="${src" destdir="${build"/> </target> <target name="clean" description="clean up" > <!-- Delete the ${build and ${dist directory trees --> <delete dir="${build"/> <delete dir="${dist"/> </target> </project> Esempio di service I Interfaccia HelloIF package helloservice; import java.rmi.remote; import java.rmi.remoteexception; public interface HelloIF extends Remote { public String sayhello(string s) throws RemoteException; 11

12 Esempio di service II Classe HelloImpl package helloservice; public class HelloImpl implements HelloIF { public String message ="Hello "; public String sayhello(string s) { return message + s; Esempio di client statico import javax.xml.rpc.stub; public class HelloClient { private String endpointaddress; public static void main(string[] args) { try { Stub stub = createproxy(); stub._setproperty (javax.xml.rpc.stub.endpoint_address_property, args[0]); HelloIF hello = (HelloIF)stub; System.out.println(hello.sayHello("Duke!")); catch (Exception ex) { ex.printstacktrace(); private static Stub createproxy() { // Note: MyHelloService_Impl is implementation-specific. return (Stub) (new MyHelloService_Impl().getHelloIFPort()); 12

13 Esempio di client dinamico I public class HelloClient { public static void main(string[] args) { try { String UrlString = args[0] + "?WSDL"; String namespaceuri = "urn:foo"; String servicename = "MyHelloService"; String portname = "HelloIFPort"; System.out.println("UrlString = " + UrlString); URL hellowsdlurl = new URL(UrlString); ServiceFactory servicefactory = ServiceFactory.newInstance(); Esempio di client dinamico II Service helloservice = servicefactory.createservice(hellowsdlurl, new QName(nameSpaceUri, servicename)); dynamicproxy.helloif myproxy = (dynamicproxy.helloif) helloservice.getport( new QName(nameSpaceUri, portname), dynamicproxy.helloif.class); System.out.println(myProxy.sayHello("Buzz")); catch (Exception ex) { ex.printstacktrace(); 13

14 Riferimenti J2EE 1.4 ml Tutorial doc/index.html 14

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP.

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP. In questo tutorial implementeremo un semplice SOAP web service in PHP che un client Java richiamerà. In questo modo mostreremo l'interoperabilità fra linguaggi diversi che SOAP permette di avere. La struttura

Dettagli

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Sommario Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Introduzione.................................................................................. 1 SOAP........................................................................................

Dettagli

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi

fornitore di servizi utente all interazione tra utenti e sistemi WEB SERVICES Successo del Web Negli anni passati il Web ha avuto un enorme successo principalmente per due motivi: Semplicità: Ubiquità Per un fornitore di servizi è semplice raggiungere un numero molto

Dettagli

Web Services Security

Web Services Security Web Services Security Introduzione ai Web Services Davide Marrone Sommario Cosa sono i web services Architettura dei web services XML-RPC SOAP (Simple Object Access Protocol) WSDL (Web Services Description

Dettagli

Approfondimento. Web Services

Approfondimento. Web Services Approfondimento Web Services Esame di Programmazione per il Web Fedele Ladisa INDICE Capitolo 1. Introduzione 1.1 Introduzione ai Web Services 1.2 Architettura dei Web Services 1.3 Stack protocollare di

Dettagli

Service Oriented Architectures (SOA)

Service Oriented Architectures (SOA) Facoltà di Ingegneria dell Informazione Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria dei Sistemi Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica Dipartimento di Elettronica e Informazione

Dettagli

Un introduzione ai Web service

Un introduzione ai Web service Un introduzione ai Web service Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Definizione di Web service Definizione fornita del W3C http://www.w3.org/tr/ws-arch/ A Web service is a software system

Dettagli

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Web Service SOAP e WSDL Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com SOAP Originariamente: Simple Object Access Protocol E poi evoluto in un Framework per lo scambio di messaggi in XML 2

Dettagli

SOAP e Web Services. SOAP: introduzione

SOAP e Web Services. SOAP: introduzione SOAP e Web Services 1 SOAP: introduzione Attualmente le applicazioni distribuite rappresentano una grossa parte della produzione software. Inoltre lo sviluppo di Internet e delle Intranet rende utile creare

Dettagli

Web Services Dogane LINEE GUIDA

Web Services Dogane LINEE GUIDA Web Services Dogane LINEE GUIDA Pagina 1 di 17 Indice Indice... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. TEST FUNZIONALI SUI WEB SERVICES... 8 3. SICUREZZA... 14 4. FIRMA... 14 5. TRASFORMAZIONE CERTIFICATO DI FIRMA...

Dettagli

Definizione di Web service (2) Un introduzione ai Web service. Caratteristiche dei Web service. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata

Definizione di Web service (2) Un introduzione ai Web service. Caratteristiche dei Web service. Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Definizione di Web service Definizione fornita del W3C http://www.w3.org/tr/ws-arch/ Un introduzione ai Web service Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata A Web service is a software system

Dettagli

Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service

Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica Introduzione a Service Oriented Architecture e Web Service Corso di Sistemi Distribuiti e Cloud Computing

Dettagli

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org 1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org Prefazione. Da Hello World a Hello World Wide Web. Hello World è la prima frase stampata a video dal primo programma di esempio scritto

Dettagli

Introduzione a Java Remote Method Invocation (RMI)

Introduzione a Java Remote Method Invocation (RMI) Introduzione a Java Remote Method Invocation (RMI) SAPIENZA Università di Roma Corso di Architetture Software Orientate ai Servizi E risuona il mio barbarico yawp sopra i tetti del mondo ( I sound my barbaric

Dettagli

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti

Introduzione ai Web Services Alberto Polzonetti PROGRAMMAZIONE di RETE A.A. 2003-2004 Corso di laurea in INFORMATICA Introduzione ai Web Services alberto.polzonetti@unicam.it Introduzione al problema della comunicazione fra applicazioni 2 1 Il Problema

Dettagli

Web Services. Ing. Enrico Oliva Phd student, DEIS eoliva@deis.unibo.it

Web Services. Ing. Enrico Oliva Phd student, DEIS eoliva@deis.unibo.it Web Services Ing. Enrico Oliva Phd student, DEIS eoliva@deis.unibo.it 1 Web Services I servizi Web permettono alle applicazioni di invocare operazioni direttamente sulla rete da diversi sistemi fornendo

Dettagli

WebServices. Distribuire una computazione. Sistemi che usano RPC Sun RPC RPC. Il Web usato dai programmi. Vincenzo Gervasi

WebServices. Distribuire una computazione. Sistemi che usano RPC Sun RPC RPC. Il Web usato dai programmi. Vincenzo Gervasi 1 Distribuire una computazione WebServices Il Web usato dai programmi Vincenzo Gervasi Dipartimento di Informatica Università di Pisa L idea di distribuire una computazione è vecchia quasi quanto l informatica

Dettagli

Comunicazioni in rete tramite Java

Comunicazioni in rete tramite Java Università di Verona, Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Insegnamento di Architetture Hardware di Laboratorio Comunicazioni in rete tramite Java Davide Quaglia Scopo di questa esercitazione è quello di imparare

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti. Interoperabilità Business-to-customer (B2C) Business-to-business (B2B)

Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti. Interoperabilità Business-to-customer (B2C) Business-to-business (B2B) Web Services Leonardo Mariani Esercitazione di Sistemi Distribuiti 1 Scenario Interoperabilità Business-to-customer (B2C) Business-to-business (B2B) Applicazioni Inter-aziendali Service Oriented Computing

Dettagli

Web Service: Introduzione. Algoritmi e sistemi di elaborazione - Vittorio Maniezzo - Università di Bologna

Web Service: Introduzione. Algoritmi e sistemi di elaborazione - Vittorio Maniezzo - Università di Bologna Web Service: Introduzione 1 Contenuti Background.NET Framework ASP.NET Web Service Concetti e architetture Progettazione e sviluppo di Web Service Utilizzo di Web Service 2 Sezione 1: Introduzione Inquadramento

Dettagli

Web services. 25/01/10 Web services

Web services. 25/01/10 Web services Web services Tecnologia per il computing distribuito standard W3C non dissimile da RMI, CORBA, EJB... Relazione con il Web Websites for humans, Web Services for software :-) un Web service ha un indirizzo

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop AZIONE

Dettagli

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati Activation In generale i Sistemi ad oggetti distribuiti sono progettati per lavorare con oggetti persistenti. Dato che questi sistemi saranno composti da migliaia (forse milioni) di tali oggetti, sarebbe

Dettagli

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione

Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Gli EJB offrono vari vantaggi allo sviluppatore di una applicazione Un ambiente di esecuzione che gestisce o naming di oggetti, sicurezza, concorrenza, transazioni, persistenza, distribuzione oggetti (location

Dettagli

Programmazione di Web Services

Programmazione di Web Services Luca Cabibbo Architetture Software Programmazione di Web Services Dispensa ASW 860 ottobre 2014 La scelta tra architetture può ben dipendere da quali sono gli svantaggi che il cliente può gestire meglio.

Dettagli

Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP

Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP Seminario di Sistemi Distribuiti RPC su SOAP Massimiliano Vivian [777775] Massimiliano Vivian 1 Introduzione La comunicazione delle informazioni è l elemento fondamentale per lo sviluppo dei sistemi. SOAP

Dettagli

Programmazione server-side: Java Servlet

Programmazione server-side: Java Servlet Programmazione server-side: Java Servlet Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.11 parte II Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos

Dettagli

Mobilità di Codice. Massimo Merro Programmazione di Rete 128 / 144

Mobilità di Codice. Massimo Merro Programmazione di Rete 128 / 144 Mobilità di Codice Abbiamo già visto come un dato host possa trasmettere un oggetto (serializzabile) ad un altro host. Quest ultimo potrà eseguire l oggetto pur non possedendo il bytecode della classe

Dettagli

Architetture orientate ai servizi

Architetture orientate ai servizi Architetture orientate ai servizi 1 Web Service Nuovo paradigma di sistema informativo basato su componenti software distribuiti I Web Service sono applicazioni indipendenti, modulari, autodescrittive,

Dettagli

Web Services Servizio Telematico Dogane

Web Services Servizio Telematico Dogane Web Services Servizio Telematico Dogane MANUALE PER L'UTENTE Pagina 1 di 21 Indice 1 Introduzione... 3 2 Test funzionale dei web services... 6 3 Creazione del client... 10 3.1 Soluzioni Open Source...

Dettagli

RMI: metodi equals e hashcode

RMI: metodi equals e hashcode RMI: metodi equals e hashcode Per verificare se due oggetti remoti contengono gli stessi dati, la chiamata indirizzata al metodo equals() avrebbe bisogno di contattare i server dove si trovano gli oggetti

Dettagli

Web Services. Scoperta del servizio UDDI. Descrizione del servizio WSDL. Accesso al servizio SOAP XML. Starto di comunicazione HTTP

Web Services. Scoperta del servizio UDDI. Descrizione del servizio WSDL. Accesso al servizio SOAP XML. Starto di comunicazione HTTP Web Services I web services servono a rendere interoperabili le applicazioni e favoriscono la loro integrazione. I servizi web sono applicazioni software che possono essere scoperte, descritte e usate

Dettagli

Web Service Architecture

Web Service Architecture Giuseppe Della Penna Università degli Studi di L Aquila dellapenna@di.univaq.it http://dellapenna.univaq.it Engineering IgTechnology Info92 Maggioli Informatica Micron Technology Neta Nous Informatica

Dettagli

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l.

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. SAP rel.1.0 : SAP State: Final Date: 03-27-200 Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. Sede legale: Via Cola di Rienzo 212-00192 Rome - Italy Tel. +39.06.6864226 Sede operativa: viale Regina

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Modalità d integrazione trasparente 1 3 Modalità d integrazione tramite

Dettagli

automation using workflow technology and web services Vassilacopoulos Med. Inform. (September 2003) vol. 28, no. 3,

automation using workflow technology and web services Vassilacopoulos Med. Inform. (September 2003) vol. 28, no. 3, Emergency healthcare process automation using workflow technology and web services M. Poulymenopoulou, F. Malamateniou, G. Vassilacopoulos Med. Inform. (September 2003) vol. 28, no. 3, 195 207 Processo

Dettagli

Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo.

Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo. Prototype 28 4. Prototype (GoF pag. 117) 4.1. Descrizione 4.2. Esempio Specifica i tipi di oggetti a creare, utilizzando un istanza prototipo, e crea nuove istanze tramite la copia di questo prototipo.

Dettagli

Programmazione distribuita

Programmazione distribuita Programmazione distribuita 1 Architettura client-server È il modo classico di progettare applicazioni distribuite su rete Server offre un servizio "centralizzato" attende che altri (client) lo contattino

Dettagli

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie

Framework. Impianti Informatici. Web application - tecnologie Framework Web application - tecnologie Web Application: tecnologie 2 Java-based (J2EE) Sviluppata inizialmente da Sun Cross-platform e open source Gestire direttamente le funzionalità dell applicazione

Dettagli

L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2

L Iniziativa egovernment.net per l Italia. Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2 L Iniziativa egovernment.net per l Italia Porte di Dominio per la Cooperazione Applicativa Allegato 2 Porta di Dominio STK Versione 1.0, Aprile 2002 Soluzioni per l Interoperabilità e la Cooperazione Applicativa

Dettagli

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014

SOA e Web Service SISTEMI INFORMATIVI MODULO II. Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 SISTEMI INFORMATIVI MODULO II SOA e Web Service Figure tratte dal testo di riferimento, Copyright

Dettagli

RMI e Firewall. Una soluzione è offerta dal transport layer di RMI stesso

RMI e Firewall. Una soluzione è offerta dal transport layer di RMI stesso Firewall Ogni applicazione di rete, che opera fuori da quelli che sono i confini di una rete locale, incontra inevitabilmente i cosiddetti firewall Tipicamente i firewall bloccano tutto il traffico di

Dettagli

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia Versione 1.1 Nome doc.: INF-1 Specifiche Interfaccia v1.0.doc Edizione: 1.0 Data emissione: 12/1/2007 INDICE Modifiche

Dettagli

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE 1 JAX-WS 2.0 Java API for XML Web Services Specifica basata su annotazioni Applicata su classi ed interfacce in modo da definire e gestire automaticamente il protocollo

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi UFFICIO S. I. R. Standard Tecnologici dei Sistemi Informativi Autori: Dott.ssa Domenica Nardelli (P.O.C. Area Applicativa Ufficio SIR) Data di creazione: 03 Ottobre 2005 Ultimo aggiornamento: 03 Ottobre

Dettagli

Web service. A cura di Azzurra Ragone

Web service. A cura di Azzurra Ragone Web service A cura di Azzurra Ragone RPC (Remote Procedure Call) A type of protocol that allows a program on one computer to execute a program on a server computer. Using RPC, a system developer need not

Dettagli

Web Services. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A.

Web Services. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. Tecniche di Programmazione avanzata Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Telematica Università Kore Enna A.A. 2009-2010 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it

Dettagli

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi

Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Pagina 1 di 18 Il Sistema di interscambio: Prodotti di TEST a supporto dell adesione ai servizi Indice 1 INTRODUZIONE... 2 2 CLIENT SOAP... 2 2.1 INSTALLAZIONE DEL CLIENT SOAP... 2 2.1.1 PREREQUISITI...

Dettagli

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 14 Web Services SOAP WSDL UDDI CE-CREAM SRM Griglie computazionali - a.a.

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Ambiente di sviluppo 1 3 Presentazione degli scenari di esempio 2 4 Comunicazione

Dettagli

Service Oriented Architecture and Web Services

Service Oriented Architecture and Web Services Service Oriented Architecture and Web Services Note per il corso di Ingegneria del Software Università di Camerino Dipartimento di Matematica ed Informatica Andrea Polini 11 gennaio 2007 Queste note sono

Dettagli

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi

Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informativi Michele Ruta Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Politecnico di Bari 1di 29 Indice Introduzione ai Port Community

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Enterprise Edi.on Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Web Services Web Services: SOAP vs. RESTful 2 diversi.pi di Web Services I Web Services SOAP sono quelli classici Si basano

Dettagli

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it

Introduzione ai Web Services. Tito Flagella tito@link.it Introduzione ai Web Services Tito Flagella tito@link.it Web Services Beppe, secret 2 Web Services (2) I Web Services sono uno sforzo di standardizzazione teso a rendere interpretabili, in maniera indipendente

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 26/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Esempio d uso... 5 2.1 Riferimento

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Service Oriented Architectures e Web Services Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 20010-11 Prof. Simon Pietro Romano Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Cos è un Web Service?

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop AZIONE NOME DATA FIRMA

Dettagli

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722 PMF Web-Service Quick-Start Guide Guida Introduttiva Cliente Redatto da Francesco Buratto Redatto il 01 gennaio 2011 Riferimento PMF 2011 Introduzione PMFWS è un web-service HTTP che espone un interfaccia

Dettagli

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA IBM System i5 La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA Massimo Marasco System i Technical Sales Support massimo_marasco@it.ibm.com Oriented Architecture (SOA) Servizio

Dettagli

1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages

1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages 1 http://desvino.altervista.org JSPDynPage, componenti portale e Java Server Pages Le JSP DynPages sono un utile strumento, fornito da SAP Netweaver, per una gestione più evoluta di event handling e session

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Modelli per la descrizione di protocolli

Modelli per la descrizione di protocolli POLITECNICO DI MILANO Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Modelli per la descrizione di protocolli asincroni basati sull usouso di servizi Web Relatore: Prof. Stefano Ceri Correlatori: Ing. Marco

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org. Framework Flex

1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org. Framework Flex 1 SAP Netweaver e Adobe BlazeDS http://desvino.altervista.org J2EE e Adobe BlazeDS Java EE è una piattaforma completa per lo sviluppo di applicazioni enterprise; Adobe Flex è leader nel mondo delle RIA

Dettagli

La prima applicazione Java con NetBeans IDE. Dott. Ing. M. Banci, PhD

La prima applicazione Java con NetBeans IDE. Dott. Ing. M. Banci, PhD La prima applicazione Java con NetBeans IDE Dott. Ing. M. Banci, PhD Creare la prima applicazione 1. Creare un progetto: Quando si crea un progetto IDE occorre creare un ambiente nel quale costruire e

Dettagli

Java Remote Method Invocation

Java Remote Method Invocation Java Remote Method Invocation Programmazione in Rete e Laboratorio Comunicazione distribuita Port1 Java VM1 Java VM2 Port 2 Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino

Dettagli

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi Applicazioni web Parte 6 Java Alberto Ferrari 1 Sommario Introduzione alle API ed esempi Tomcat Server per applicazioni web Alberto Ferrari 2 Alberto Ferrari 1 Java: da applet a servlet In origine Java

Dettagli

Deployment ed invocazione dinamica di Web Services. Stefano Schivo

Deployment ed invocazione dinamica di Web Services. Stefano Schivo Deployment ed invocazione dinamica di Web Services Stefano Schivo 15 settembre 2004 2 Indice 1 Introduzione 5 1.1 Un primo esempio......................... 5 1.2 Gli standard per i Web Services.................

Dettagli

Presentazione di Cedac Software

Presentazione di Cedac Software Agenda Presentazione di Cedac Software SOA ed ESB Analisi di un caso studio Esempi Q&A Presentazione di Cedac Software 1 2 Presentazione di Cedac Software S.r.l. Divisione Software Azienda nata nel 1994

Dettagli

PARTE 11. Web Services

PARTE 11. Web Services PARTE 11 Web Services Parte 11 Modulo 1: Motivazioni Il miraggio dell informatica moderna Integrazione delle applicazioni Interoperabilità In pratica, ogni meccanismo che consenta a diversi sistemi software

Dettagli

Organizzazione della lezione. 15. Java Remote Method Invocation (3) Lo schema del Factory Design Pattern - 1. Factory design pattern

Organizzazione della lezione. 15. Java Remote Method Invocation (3) Lo schema del Factory Design Pattern - 1. Factory design pattern Organizzazione della lezione 15. Java Remote Method Invocation (3) Vittorio Scarano Corso di Programmazione Distribuita Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di Salerno Il design pattern

Dettagli

AXIS2 ESSENTIAL ADMINISTRATOR GUIDE

AXIS2 ESSENTIAL ADMINISTRATOR GUIDE AXIS2 Administration Pagina 1 Introduzione AXIS2 ESSENTIAL ADMINISTRATOR GUIDE Il documento descrive le nozioni essenziali, o richieste più frequentemente, necessarie per configurare Axis2 su Tomcat all

Dettagli

Agenda. Seminario. Cedac Software - Hardware. Cedac Software S.r.l.

Agenda. Seminario. Cedac Software - Hardware. Cedac Software S.r.l. Seminario Architetture SOA in ambito bancario: Tecnologia ed applicazioni Agenda Cedac Software ed il suo Business SOA e Web Services Realizzazione di un Caso di Studio Nuove tecnologie WS-* Q&A Cedac

Dettagli

Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0

Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0 tesi di laurea Anno Accademico 2006/2007 Il Paradigma REST per lo sviluppo di applicazioni Web 2.0 relatore Ch.mo prof. Domenico Cotroneo correlatore Ing. Marcello Cinque candidato Antonio Alonzi Matr.

Dettagli

Web Service. Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it

Web Service. Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it 29/05/2010, Area Ricerca CNR, Pisa Web Service Introduzione Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it Consiglio Nazionale delle Ricerche - CNR Istituto di Scienza e Tecnologie della Informazione

Dettagli

Spring WS Sviluppare WebService in Java

Spring WS Sviluppare WebService in Java Spring WS Sviluppare WebService in Java 1.1 Introduzione Nell ambito della programmazione Java è particolarmente utile avere una certa familiarità con i WebService e la tecnologia che li supporta. In particolare

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Sistemi Distribuiti. Anno Accademico 2005-06 Prof. Flavio De Paoli. Il modello ad oggetti

Sistemi Distribuiti. Anno Accademico 2005-06 Prof. Flavio De Paoli. Il modello ad oggetti Sistemi Distribuiti Anno Accademico 2005-06 Prof. Flavio De Paoli 1 Il modello ad oggetti 2 Distributed Objects 2-16 Common organization of a remote object with client-side proxy. 3 Caratteristiche Oggetti

Dettagli

UFFICIO S. I. LICA R. S. TA

UFFICIO S. I. LICA R. S. TA REGI ONE BASI UFFICIO S. I. LICA R. S. TA Standard Tecnologici Pagina i di 11 Controllo del documento Identificazione documento Titolo Tipo Identificatore Nome file

Dettagli

Università della Calabria

Università della Calabria Università della Calabria Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento DEIS TESI DI LAUREA Sviluppo di un sistema per la configurazione della rete UTRAN tramite un Enterprise

Dettagli

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo

Progettazione: Tecnologie e ambienti di sviluppo Contratto per l acquisizione di servizi di Assistenza specialistica per la gestione e l evoluzione del patrimonio software della Regione Basilicata. Repertorio n. 11016 del 25/09/2009 Progettazione: Tecnologie

Dettagli

Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Facoltà di Scienze MFN

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Scienze MFN Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Facoltà di Scienze MFN Corso di Laurea in Informatica Tesi di Laurea Analisi, progettazione e implementazione di un Infrastruttura di Comunicazione basata su

Dettagli

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa.

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa. Introduzione alla tecnologia JMX 1 Viene analizzata l architettura sottostante le Java Managment Extensions (JMX) mostrandone un utilizzo applicativo e analizzando altri possibili scenari d uso di Ivan

Dettagli

Distributed Object Computing

Distributed Object Computing Evoluzione Architetturale Distributed omputing entralizzata Monolitica anni 60-70 Reti locali di P anni 80 Reti lient Server anni 80-90 Internet The network is the computer Paolo Falcarin Sistemi Informativi

Dettagli

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org

1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org 1 Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS http://desvino.altervista.org Applicazione J2EE sul SAP WAS con SAP NWDS. Il SAP Web Application Server fornisce un framework integrato per lo sviluppo e l

Dettagli

Survey sui Framework per Testing di Sistemi Basati su Web Services

Survey sui Framework per Testing di Sistemi Basati su Web Services Survey sui Framework per Testing di Sistemi Basati su Web Services Severoni Francesco Facoltà di Scienze Dipartimento di Informatica Università degli Studi - L Aquila 67100 L Aquila, Italia Argomenti Trattati

Dettagli

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un esempio particolarmente

Dettagli

RMI Remote Method Invocation

RMI Remote Method Invocation RMI Remote Method Invocation [Pagina intenzionalmente vuota] (1 12 2004) slide 4:1/18 (p.106) Un applicazione RMI è un applicazione distribuita ad oggetti. Applicazione RMI tipica, strutturata in: server:

Dettagli

PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica

PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni i Pasqualetti Veronica Interfacce In PHP non si possono ereditare proprietà da più classi. 2 Per ovviare al problema si possono creare delle interfacce che

Dettagli

Programmazione Android

Programmazione Android Programmazione Android Giovanni Perbellini, Stefano Cordibella Università di Verona EDALab S.r.l. Agenda Introduzione Android Overview Ambiente di sviluppo Esempi Helloworld Weather 2 1 Cos è Android?

Dettagli

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS 1. Ambiente di sviluppo Sono stati analizzati diversi linguaggi e framework differenti utilizzabili per implementare i WebServices ONVIF. Il risultato

Dettagli

UDDI e WSDL: navigare sicuri nel mare dei Web. Col passare del tempo, la rete delle reti

UDDI e WSDL: navigare sicuri nel mare dei Web. Col passare del tempo, la rete delle reti UDDI Col proliferare dei Web service e delle aziende che li forniscono, si sente il bisogno di mettere ordine, per sfruttare pienamente le potenzialità dei servizi disponibili in rete UDDI e WSDL: navigare

Dettagli

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni

Tomcat & Servlet. Contenuti. Programmazione in Ambienti Distribuiti. Tomcat Applicazioni Web. Servlet JSP Uso delle sessioni Tomcat & Servlet Programmazione in Ambienti Distribuiti V 1.2 Marco Torchiano 2005 Contenuti Tomcat Applicazioni Web Struttura Sviluppo Deployment Servlet JSP Uso delle sessioni 1 Tomcat Tomcat è un contenitore

Dettagli

Sistema Informativo. Funzione ICT in Azienda

Sistema Informativo. Funzione ICT in Azienda Definizione: Sistema Informativo Insieme di persone, macchine, applicazioni software e procedure (anche cartacee) che permettono ad un impresa di disporre delle informazioni necessarie alla realizzazione

Dettagli