Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software"

Transcript

1 Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software Giorgio Brajnik e Andrea Baruzzo Dip. di Matematica e Informatica Università di Udine e Interaction Design Solutions srl Ordine Ingegneri PN - 16 dicembre 2014 c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 1 / 44

2 Scopo del seminario Capire l impatto di una buona ingegneria dei requisiti nel successo di un progetto software Avere una panoramica di varie tecniche di ingegneria del software e di usabilità Capire come innestare tecniche di usabilità in pratiche di ingegneria del software c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 2 / 44

3 Indice Ingegneria dei requisiti e gestione agile User-Centered Development Esempi di artefatti Domain Driven Design Design for Testability Model-based GUI Testing c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 3 / 44

4 Indice Ingegneria dei requisiti e gestione agile User-Centered Development Esempi di artefatti Domain Driven Design Design for Testability Model-based GUI Testing c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 4 / 44

5 Cause? Cause di fallimento (Standish Group 2010): 1. poco input da utenti: 13% 2. requisiti incompleti: 12% 3. requisiti che cambiano: 12% c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 5 / 44

6 Come venirne fuori? Adottare: 1. un approccio di gestione agile 2. un approccio user-centered 3. principi solidi di progettazione 4. verifiche rigorose e frequenti c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 6 / 44

7 Sviluppo pilotato dai requisiti non si scrivono 120 pagine di requisiti che pochi leggono, e nessuno capisce veramente e si presume che siano la base per un contratto ma invece li si individua grossolanamente all inizio raffina/rivede mano a mano che si procede prioritizza mano a mano che si procede e verifica mano a mano che si procede c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 7 / 44

8 Cadenza di rilascio frequente iterazioni di 1-4 settimane volte a un rilascio per ciascuna eventualmente timeboxed eventualmente con limited work-in-progress con scope vincolato c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 8 / 44

9 Change management Il cliente/committente può decidere in corsa cosa è meglio (incluso fermarsi) per mutazioni di mercato per mutazioni di condizioni economiche/priorità perché ha capito qualcosa in più sul problema c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 9 / 44

10 Indice Ingegneria dei requisiti e gestione agile User-Centered Development Esempi di artefatti Domain Driven Design Design for Testability Model-based GUI Testing c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 10 / 44

11 User Centered Design 1. Coinvolgimento precoce e comprensione degli utenti 2. Misure empiriche di usabilità 3. Procedimento iterativo: 3.1 Pianificazione dell indagine 3.2 Sintesi di un prototipo 3.3 Valutazione del prototipo c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 11 / 44

12 Catalogo di tecniche interviste strutturate a soggetti interessati (e utenti) analisi utenti e loro livelli di esperienza; profili task analysis studi sul campo (contextual design) definizioni del problema brainstorming e focus groups personaggi scenari d uso casi d uso essenziali user testing formativo... c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 12 / 44

13 Beneficio dello UCD riduzione incertezza sul prodotto aumento efficienza del processo c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 13 / 44

14 Caso di studio: CLIMAX (Per un agenzia assicurativa) c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 14 / 44

15 Esempio di formulazione di problema c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 15 / 44

16 Esempi di stakeholder c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 16 / 44

17 Esempio di personaggio c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 17 / 44

18 Caso di studio: OTOUCH (Eurapo Srl e Aragon Engineering Srl) c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 18 / 44

19 Esempio di profilo utenti c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 19 / 44

20 Esempio di profilo utenti II c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 20 / 44

21 Esempio di caso d uso essenziale c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 21 / 44

22 Demo di user testing formativo c IDS Srl 2014 Software solido e usabile 22 / 44

Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software

Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software Software solido e usabile: come integrare ingegneria dell usabilità e del software Giorgio Brajnik e Andrea Baruzzo Dip. di Matematica e Informatica Università di Udine e Interaction Design Solutions srl

Dettagli

Indice. Ingegneria dei requisiti e gestione agile. User-Centered Development Esempi di artefatti. Domain Driven Design. Design for Testability

Indice. Ingegneria dei requisiti e gestione agile. User-Centered Development Esempi di artefatti. Domain Driven Design. Design for Testability Indice Ingegneria dei requisiti e gestione agile User-Centered Development Esempi di artefatti Domain Driven Design Design for Testability Model-based GUI Testing c IDS Srl 2014 Software solido e usabile

Dettagli

Software solido e usabile. come integrare ingegneria dell usabilità e del software

Software solido e usabile. come integrare ingegneria dell usabilità e del software : come integrare ingegneria dell usabilità e del software Giorgio Brajnik e Andrea Baruzzo Dip. di Matematica e Informatica Università di Udine e Interaction Design Solutions srl www.dimi.uniud.it/giorgio

Dettagli

L approccio User Centered nella progettazione del Portale P.A.eS.I.

L approccio User Centered nella progettazione del Portale P.A.eS.I. L approccio User Centered nella progettazione del Portale P.A.eS.I. Chiara Fioravanti Seminario su I portali per la pubblica amministrazione: P.A.e S.I. Pubblica Amministrazione e Stranieri Immigrati Istituto

Dettagli

Expò sanità 2012 User centered design e usabilità nella progettazione per la disabilità

Expò sanità 2012 User centered design e usabilità nella progettazione per la disabilità Expò sanità 2012 User centered design e usabilità nella progettazione per la disabilità Sabrina Muschiato TeDH_ Technology and Design for Healthcare Research Unit INDACO, Politecnico di Milano Work group

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 15-17 NOVEMBRE 2010 ROMA 18-19 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 15-17 NOVEMBRE 2010 ROMA 18-19 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM HOBART DESIGNING FOR USABILITY Tecniche collaudate di GUI Design, Web Accessibility e Information Architecture RAPID PROTOTYPING Tecniche collaudate di Prototyping per

Dettagli

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 2. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 2. Ciclo di Vita e Processi di

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES 27 APRILE 2016 28-29 APRILE 2016 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 ROMA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES 27 APRILE 2016 28-29 APRILE 2016 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 ROMA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES HOBART USER EXPERIENCE STRATEGY USER EXPERIENCE DESIGN 27 APRILE 2016 28-29 APRILE 2016 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 ROMA info@technologytransfer.it

Dettagli

Dove l utente è re come, quando e perché progettare accanto agli utilizzatori finali

Dove l utente è re come, quando e perché progettare accanto agli utilizzatori finali Dove l utente è re come, quando e perché progettare accanto agli utilizzatori finali Maria Cristina Lavazza Better Software, Firenze 27-28 giugno 2011 Indice Cosa è la progettazione centrata sulle persone

Dettagli

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo

13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo 13. Ciclo di Vita e Processi di Sviluppo come posso procedere nello sviluppo? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 13. Ciclo di Vita e Processi

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Introduzione a: Human-centred design User Experience

Introduzione a: Human-centred design User Experience Corso di Laurea Triennale in Disegno Industriale Laboratorio di Ergonomia per il Design a.a. 2014/2015 Introduzione a: Human-centred design User Experience Design Campus, Calenzano LE TRE STRATEGIE DELL

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 4-5 GIUGNO 2012 ROMA 6-7 GIUGNO 2012 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 4-5 GIUGNO 2012 ROMA 6-7 GIUGNO 2012 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM HOBART USER INTERFACE DESIGN PER LA PIATTAFORMA MOBILE VISUALIZING REQUIREMENTS ROMA 4-5 GIUGNO 2012 ROMA 6-7 GIUGNO 2012 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

Dettagli

Quali passi per introdurre l Agile in azienda?

Quali passi per introdurre l Agile in azienda? Quali passi per introdurre l Agile in azienda? Garantire reattività e prontezza in uno scenario sempre più dinamico Quali passi per introdurre l Agile in azienda? White Paper Nell attuale contesto di mercato,

Dettagli

l ergonomia nella normativa

l ergonomia nella normativa l ergonomia nella normativa la norma UNI 11377/2010 Usabilità dei prodotti industriali Francesca Tosi - Università di Firenze Roma Vocational Master in Ergonomia 9 marzo 2012 1 Usabilità norma UNI 11377/2010

Dettagli

Il Portale è USER EXPERIENCE. www.cineca.it

Il Portale è USER EXPERIENCE. www.cineca.it Il Portale è USER EXPERIENCE UXlab La metodologia UXlab Progettazione partecipata User-Centered Design (UCD) Quattro fasi d azione: Specificare il contesto d uso e i requisiti utente Specificare gli obiettivi

Dettagli

Indice. Prefazione all edizione italiana

Indice. Prefazione all edizione italiana Indice Prefazione all edizione italiana XV Capitolo 1 Il software e l ingegneria del software 1 1.1 L evoluzione del ruolo del software 3 1.2 Il software 5 1.3 La natura mutevole del software 8 1.4 Il

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 27-28 MAGGIO 2013 ROMA 29-30 MAGGIO 2013 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 27-28 MAGGIO 2013 ROMA 29-30 MAGGIO 2013 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM HOBART DESIGNING USABLE WEB AND MOBILE APPLICATIONS VISUALIZING REQUIREMENTS ROMA 27-28 MAGGIO 2013 ROMA 29-30 MAGGIO 2013 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

Dettagli

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti Sviluppo Agile [Cockburn 2002] Extreme Programming (XP) [Beck 2000] Sono più importanti auto-organizzazione, collaborazione, comunicazione tra membri del team e adattabilità del prodotto rispetto ad ordine

Dettagli

LINGUAGGI E AMBIENTI MULTIMEDIALI B

LINGUAGGI E AMBIENTI MULTIMEDIALI B LINGUAGGI E AMBIENTI MULTIMEDIALI B Laurea Specialistica in Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione docente: Gabriella Taddeo mail: gabriella.taddeo@polito.it 1 SOCIAL NETWORK Lezione 10: test

Dettagli

UPDATING MEETING. Mercoledì 29 maggio 2013 Orario: 9:00 19:00. Villa Italia Via Faccalanza, 3 (zona commerciale Padova Est) Padova

UPDATING MEETING. Mercoledì 29 maggio 2013 Orario: 9:00 19:00. Villa Italia Via Faccalanza, 3 (zona commerciale Padova Est) Padova con la collaborazione di e con il patrocinio di sottocomitato qualità del software e dei servizi IT UPDATING MEETING Mercoledì 29 maggio 2013 Orario: 9:00 19:00 Villa Italia Via Faccalanza, 3 (zona commerciale

Dettagli

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica. Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.it Agile Group Agile Group, gruppo di ricerca su Ingegneria del SW,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES ROMA 18-19 MAGGIO 2015 ROMA 20-21 MAGGIO 2015 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES ROMA 18-19 MAGGIO 2015 ROMA 20-21 MAGGIO 2015 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JAMES HOBART MOBILE DESIGN FOR ENTERPRISE USER EXPERIENCE (UX) DESIGN ROMA 18-19 MAGGIO 2015 ROMA 20-21 MAGGIO 2015 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 info@technologytransfer.it

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Agile Origini dello Sviluppo Agile Proposta di un gruppo di sviluppatori che rilevava una serie di criticità degli approcci convenzionali: Troppa rigidità dei

Dettagli

Ingegneria del Software. Processi di Sviluppo

Ingegneria del Software. Processi di Sviluppo Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Ingegneria del Software: Tecnologia Stratificata tools metodi processi Focus sulla qualità Ingegneria del Software: Tecnologia Stratificata (2) Qualità Elemento

Dettagli

I metodi della progettazione del Web centrata sull uso e sull utente: tendenze di ricerca e analisi dei ruoli *.

I metodi della progettazione del Web centrata sull uso e sull utente: tendenze di ricerca e analisi dei ruoli *. I metodi della progettazione del Web centrata sull uso e sull utente: tendenze di ricerca e analisi dei ruoli *. ABSTRACT: Lo studio si concentra sulla comparazione delle modellizzazioni offerte da Norman,

Dettagli

Progetto di Informatica III

Progetto di Informatica III Progetto di Informatica III Sviluppo Agile (Agile Software Development) Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Metodologia agile Agile Manifesto Che cos è l agilità

Dettagli

Progettazione di applicazioni Web. Prog. applicazioni Web - 1 -

Progettazione di applicazioni Web. Prog. applicazioni Web - 1 - Progettazione di applicazioni Web Prog. applicazioni Web - 1 - Sviluppo di siti: la guida di Yale "Web Style Guide: Basic Design Principles for Creating Web Sites" P.J. Lynch and S. Horton, Yale University

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra

Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra Dalla materia inerte alle cose costruite perbene dall uomo che abita la Terra ILPO 2007 ERGONOMIA e INDUSTRIAL DESIGN Metodi di valutazione utilizzati nel processo di progettazione e realizzazione dei

Dettagli

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi Un team agile allo sprint 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi una questione di leggerezza COMPLESSITÀ VARIABILITÀ SPRECHI SOVRA-ALLOCAZIONI COLLI DI BOTTIGLIA DEBITO BUSINESS/TECNICO RIDURRE TEMPI ATTESA RIDURRE

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures

EPULIA - Enjoy Puglia using Ubiquitous technology in Landscape Interactive Adventures UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE PO FESR PUGLIA 2007-2013 Asse I Linea di Intervento

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM. APPLICARE LEAN UX (User Experience) AI PROGETTI AGILI. MOBILE UX (User Experience) WORKSHOP

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM. APPLICARE LEAN UX (User Experience) AI PROGETTI AGILI. MOBILE UX (User Experience) WORKSHOP LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM HOBART APPLICARE LEAN UX (User Experience) AI PROGETTI AGILI MOBILE UX (User Experience) WORKSHOP ROMA 16-17 GIUGNO 2014 ROMA 18-19 GIUGNO 2014 VISCONTI PALACE HOTEL

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma

La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma La metodologia del test con gli utenti adottata per Sapienza Università di Roma Questo paper ha la finalità di illustrare come gli utenti web dell Università Sapienza di Roma abbiano partecipato al percorso

Dettagli

Migliorare le performance con un software di planning & scheduling: il successo misurato dalle aziende

Migliorare le performance con un software di planning & scheduling: il successo misurato dalle aziende Migliorare le performance con un software di planning & scheduling: il successo misurato dalle aziende I risultati del sondaggio realizzato da Plannet su un campione di aziende manifatturiere. L'analisi

Dettagli

STRATEGIC Management Partners

STRATEGIC Management Partners STRATEGIC Management Partners Strategic Report Creare un vantaggio competitivo nella relazione IT e business Gianluca Quarto Sintesi 2 E un dato di fatto che i sistemi informatici rappresentano uno strumento

Dettagli

IL LABORATORIO MAPPERS

IL LABORATORIO MAPPERS www.mappers.eu IL LABORATORIO MAPPERS MONTEFALCO, 16.6.2014 GIT Chiara Bianchizza ISIG Simone Frigerio - CNR - IRPI PREMESSA La gestione del territorio e la prevenzione delle emergenze di natura idrogeologica

Dettagli

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto)

IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) CORSO DI Gestione aziendale Facoltà di Ingegneria IL PROCESSO DI FABBRICAZIONE (sviluppo nuovo prodotto) Carlo Noè Università Carlo Cattaneo Istituto di Tecnologie e-mail: cnoe@liuc.it 1 Il processo di

Dettagli

Concetti di base di ingegneria del software

Concetti di base di ingegneria del software Concetti di base di ingegneria del software [Dalle dispense del corso «Ingegneria del software» del prof. A. Furfaro (UNICAL)] Principali qualità del software Correttezza Affidabilità Robustezza Efficienza

Dettagli

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1 Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software Project Proposal Versione 1.1 Data 27/03/2009 Project Manager: D Amato Angelo 0521000698 Partecipanti: Nome Andrea Cesaro Giuseppe Russo

Dettagli

Ciclo di vita del progetto

Ciclo di vita del progetto IT Project Management Lezione 2 Ciclo di vita del progetto Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Ciclo di vita del progetto Il ciclo di vita del progetto definisce le fasi che collegano l inizio e la fine del

Dettagli

I lucidi messi a disposizione sul sito del corso di Analisi e progettazione del software NON sostituiscono il libro di testo

I lucidi messi a disposizione sul sito del corso di Analisi e progettazione del software NON sostituiscono il libro di testo Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Sviluppo iterativo, evolutivo e agile Capitolo 2 marzo 2015 Lo sviluppo iterativo dovrebbe essere utilizzato solo per i progetti che si desidera che vadano

Dettagli

D - Cloud. Facoltà del design Open lecture Design of the other Things anno accademico 10-11

D - Cloud. Facoltà del design Open lecture Design of the other Things anno accademico 10-11 Facoltà del design Open lecture Design of the other Things anno accademico 10-11 Docente: Stefano Maffei Cultori: Massimo Bianchini Ursula Borroni Beatrice Villari D - Cloud Amandolese Daniela Difonzo

Dettagli

VIGAMUS ACADEMY LINK CAMPUS UNIVERSITY

VIGAMUS ACADEMY LINK CAMPUS UNIVERSITY VIGAMUS ACADEMY LINK CAMPUS UNIVERSITY 1 ANNO Il primo anno si concentra sul evolvere in una direzione pratica e job-oriented le basi necessarie all inserimento diretto nell ambiente professionale della

Dettagli

LightCode. Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00

LightCode. Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00 LightCode Processi e Tool di Sviluppo del Software v05.00 Pagina 1 / 21 Introduzione Questo documento presenta l approccio di LightCode allo sviluppo dei progetti software. Si tratta di un manifesto che

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 12-14 DICEMBRE 2011 ROMA 15-16 DICEMBRE 2011 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM ROMA 12-14 DICEMBRE 2011 ROMA 15-16 DICEMBRE 2011 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JIM HOBART DESIGNING FOR USABILITY Tecniche collaudate di GUI Design, Web Accessibility e Information Architecture USER INTERFACE DESIGN PER LA PIATTAFORMA MOBILE ROMA 12-14

Dettagli

Convegno Annuale AISIS

Convegno Annuale AISIS Convegno Annuale AISIS Mobile Health: innovazione sostenibile per una sanità 2.0 La centralità degli utenti nel segno soluzioni nativamente mobili: L esperienza Clinical Advisory Board Roma, 31 ottobre

Dettagli

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami Echi da Amsterdam Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009 Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile Relatore: Bruna Bergami PMI NIC - Tutti i diritti riservati Milano, 19 Giugno

Dettagli

Il test di usabilità

Il test di usabilità Obiettivi Consente di valutare nel dettaglio le performance e le reazioni dell utente nei diversi stadi di sviluppo del sistema Fornisce indicazioni sulle modifiche da apportare ai prototipi nelle successive

Dettagli

5. Requisiti del Software II

5. Requisiti del Software II 5. Requisiti del Software II Come scoprire cosa? Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 5. Requisiti del Software II 1 / 22 Sommario 1 Generalità

Dettagli

Qualità e usabilità (I) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2005-2006

Qualità e usabilità (I) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2005-2006 Qualità e usabilità (I) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2005-2006 Mele Francesco Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Cibernetica Università di Napoli

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

I 10 requisiti di un sito di successo Jakob Nielsen (I)

I 10 requisiti di un sito di successo Jakob Nielsen (I) Qualità e usabilità (I) Lezione del corso di Interazione Uomo Macchina I Laurea in Informatica AA 2005-2006 Mele Francesco Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Cibernetica Università di Napoli

Dettagli

MAD 2 www.mad2.eu info@mad2.eu a project by tree srl 1

MAD 2 www.mad2.eu info@mad2.eu a project by tree srl 1 Il percorso formativo MAD 2 rappresenta un efficace risposta ai fabbisogni di formazione di specifiche figure professionali specializzate nella progettazione, sviluppo e design di applicazioni per smartphone

Dettagli

Processi per lo sviluppo rapido del software

Processi per lo sviluppo rapido del software Lezione 3 Processi per lo sviluppo rapido del software Sviluppo Rapido del Software Slide 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.17 R. Pressman- Principi di

Dettagli

Acra - Quantum. ACRA Quantum Studio ACRA EXALTECH S.r.l. 1

Acra - Quantum. ACRA Quantum Studio ACRA EXALTECH S.r.l. 1 Acra - Quantum Software multifunzionale che consente di eseguire analisi sulle attività e/o sulle passività assicurative, in maniera congiunta o disgiunta, in ambiente deterministico o stocastico; Approccio

Dettagli

Ingegneria del Software Interattivo. - Ciclo di Vita del Software Interattivo - Parte quinta: Ciclo di vita. Prototipazione. Il ciclo di vita a stella

Ingegneria del Software Interattivo. - Ciclo di Vita del Software Interattivo - Parte quinta: Ciclo di vita. Prototipazione. Il ciclo di vita a stella Ingegneria del Software Interattivo Parte quinta: Ciclo di vita 1. La prototipazione Nel Contesto - Ciclo di Vita del Software Interattivo - Docente: Daniela Fogli 2. La specifica Umano dei requisiti 3.

Dettagli

AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile

AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile AGILE IL TEAM, MA IL CLIENTE? Trasmettere al cliente valori, vantaggi e necessità dello sviluppo agile ANTONIO BONANNO 27 anni, Milano, laureato in legge 2003, Etz.it 2007, Digital Natives 2008, TripShake.com

Dettagli

4.1 Che cos è l ideazione

4.1 Che cos è l ideazione Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Ideazione (non è la fase dei requisiti) Capitolo 4 marzo 2013 Il meglio è nemico del bene. Voltaire 1 *** AVVERTENZA *** I lucidi messi a disposizione

Dettagli

INTERAZIONE UOMO-MACCHINA

INTERAZIONE UOMO-MACCHINA INTERAZIONE UOMO-MACCHINA Ciclo di Vita a Stella Prototipazione Barbara Rita Barricelli Stefano Valtolina Dipartimento di Informatica Università degli studi di Milano Il ciclo di vita a stella riadattato

Dettagli

Collaudo e qualità del software Il testing nel ciclo di vita del software

Collaudo e qualità del software Il testing nel ciclo di vita del software Il testing nel ciclo di vita del software Relatore Ercole Colonese Roma, Il test nel ciclo di vita del software Temi trattati nel libro Il test nello sviluppo del software Strategia e pianificazione dei

Dettagli

Fostering Cross-regional Transfer of Innovative e-business policies L Iniziativa TALEA in Piemonte

Fostering Cross-regional Transfer of Innovative e-business policies L Iniziativa TALEA in Piemonte Fostering Cross-regional Transfer of Innovative e-business policies L Iniziativa TALEA in Piemonte Lecce, 12 settembre 2008 Claudia Sibilla Progetti Strategici CSP L iniziativa TALEA in Piemonte: informazioni

Dettagli

D - Cloud. Amandolese Daniela Difonzo Alessandro Mainente Elisa Napoli Marco Salvioni Ilaria Saviotti Federica

D - Cloud. Amandolese Daniela Difonzo Alessandro Mainente Elisa Napoli Marco Salvioni Ilaria Saviotti Federica Facoltà del design Open lecture Design of the other Things anno accademico 10-11 Docente: Stefano Maffei Cultori: Massimo Bianchini Ursula Borroni Beatrice Villari D - Cloud Amandolese Daniela Difonzo

Dettagli

CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010. Enti: MIP, POLIdesign

CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010. Enti: MIP, POLIdesign CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010 Enti: MIP, POLIdesign Decision Making Obiettivi studiare le dinamiche dei processi decisionali all interno di organizzazioni complesse apprendere

Dettagli

CRAIG LARMAN ROMA 21 NOVEMBRE 2005 ROMA 22-25 NOVEMBRE 2005 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37

CRAIG LARMAN ROMA 21 NOVEMBRE 2005 ROMA 22-25 NOVEMBRE 2005 VISCONTI PALACE HOTEL - VIA FEDERICO CESI, 37 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA CRAIG LARMAN AGILE AND ITERATIVE DEVELOPMENT: A Manager s Guide APPLYING UML AND PATTERNS WORKSHOP: Mastering OOA/D ROMA 21 NOVEMBRE 2005 ROMA 22-25 NOVEMBRE 2005 VISCONTI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA Tesi di laurea INTEGRAZIONE TRA LA GUIDA ELETTRONICA AI PROGRAMMI E LE FUNZIONALITÀ DI UN PERSONAL

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

Smart Card: Scenari applicativi e Figure Professionali. Mariangela Rauccio ST Incard s.r.l Caserta, 20 Novembre 2010

Smart Card: Scenari applicativi e Figure Professionali. Mariangela Rauccio ST Incard s.r.l Caserta, 20 Novembre 2010 Smart Card: Scenari applicativi e Figure Professionali Mariangela Rauccio ST Incard s.r.l Caserta, 20 Novembre 2010 Obiettivi Introduzione alle Smart Cards ST Incard Figure Professionali in ST Incard Conclusioni

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

La qualità della comunicazione pubblica su Internet

La qualità della comunicazione pubblica su Internet La qualità della comunicazione pubblica su Internet Introduzione alla valutazione dei siti web parte II Emilio Simonetti Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e.simonetti@sspa.it a.a. 2011-2012

Dettagli

Sviluppo Agile. Prof. Filippo Lanubile. Processo software

Sviluppo Agile. Prof. Filippo Lanubile. Processo software Sviluppo Agile I processi (di sviluppo) del software bisogni nuovi o modificati Processo software Prodotto software nuovo o modificato Un processo software descrive quali sono le attività che concorrono

Dettagli

Studio di fattibilità (2) Identificazione ed analisi dei requisiti

Studio di fattibilità (2) Identificazione ed analisi dei requisiti Prime fasi nella produzione del software &RUVR GL,QJHJQHULD GHO 6RIWZDUH Capitolato d appalto o doc. formale di richiesta prodotto Incontri con il committente e/o interviste Esercitazione Studio del dominio

Dettagli

1. L Ingegneria del Software

1. L Ingegneria del Software 1. L Ingegneria del Software Obiettivi della lezione: Definire cosa si intende per Ingegneria del Software Discutere i concetti di prodotto software e di processo software Spiegare il concetto di visibilità

Dettagli

Processi per lo sviluppo rapido del software

Processi per lo sviluppo rapido del software Lezione 3 Processi per lo sviluppo rapido del software Sviluppo Rapido del Software Slide 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.17 R. Pressman- Principi di

Dettagli

Progettazione dei Sistemi Produttivi. Sergio Terzi

Progettazione dei Sistemi Produttivi. Sergio Terzi Progettazione dei Sistemi Produttivi Sergio Terzi Progettazione La progettazione è un processo iterativo che permette di definire le specifiche di implementazione per passare dall idea di un sistema alla

Dettagli

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Gestire la complessità, adattarsi al cambiamento. Velocemente. Questa è la sfida quotidiana di ogni manager, sia in campo IT che in tutti

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Introduzione all Ingegneria del Software

Introduzione all Ingegneria del Software Introduzione all Ingegneria del Software Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Dicembre 2013 Introduzione all Ingegneria del Software Ingegneria del Software Modelli di Sviluppo del Software

Dettagli

Agile in tough economic times. Agile in tough. Slide 1 30 April 2009

Agile in tough economic times. Agile in tough. Slide 1 30 April 2009 Slide 1 Indice Storia Agile di una startup nel nostro progetto Qual e il valore aggiunto di Agile nei periodi di incertezza Conclusioni Slide 2 Non disclosure agreement Ho firmato un NDA che non mi permette

Dettagli

Gli studi dell HCI si concentrano spesso sull interfaccia

Gli studi dell HCI si concentrano spesso sull interfaccia Interazione Uomo-Macchina (e Usabilità) 1 Cos'è l'hci? Human-Computer Interaction (HCI) Possibile definizione (ACM) Human-computer interaction ti is a discipline i concerned with the design, evaluation

Dettagli

Lezioni di Fondamenti di Design Management

Lezioni di Fondamenti di Design Management Lezioni di Fondamenti di Design Management a.a. 2009-10 Prof. Corrado lo Storto DIEG, Dipartimento di Ingegneria Economico-gestionale Facoltà di Ingegneria, Università di Napoli Federico II email: corrado.lostorto@unina.it

Dettagli

Studio di fattibilità e Analisi dei requisiti

Studio di fattibilità e Analisi dei requisiti Università di Padova Facoltà di Scienze MM.FF.NN Informatica - anno 2008-09 Corso di Ingegneria del Software Requirements Management Problem Space Problem Needs Studio di fattibilità e Analisi dei requisiti

Dettagli

Università degli studi di Salerno Corso di Ingegneria del Software 2. Sesa Maintenance - Project Thesis

Università degli studi di Salerno Corso di Ingegneria del Software 2. Sesa Maintenance - Project Thesis Università degli studi di Salerno Corso di Ingegneria del Software 2 Sesa Maintenance - Project Thesis Martedì 17 Luglio 2012 Sesa Lab - Maintenance Change Request: Aggiungere al sito Sesa una sezione

Dettagli

Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive

Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive 18 aprile 2012 Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive Andrea Delmastro R&D Manager La normativa ISO 26262 Road vehicles Functional Safety Soddisfare esigenze per

Dettagli

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1

Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione. Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Lezione 1 Ingegneria del Software II- Introduzione e Motivazione Ingegneria del Software 2 Introduzione e Richiami 1 Riferimenti bibliografici I. Sommerville Ingegneria del Software 8a edizione Cap.1 R.

Dettagli

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management

Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management ROMA 12-15 Maggio 2008 Master Diffuso sul Project Management Principali funzionalità delle soluzioni Microsoft nei processi di project & portfolio management KP.Net - SOCIETA E COMPETENZE Kelyan Project.Net

Dettagli

Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale

Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale Laurea Magistrale di Ingegneria Gestionale Insegnamento al II anno di Progettazione e Sviluppo di Sistemi e Processi Insegnanti: proff. Sandro Barone (la progettazione industriale), Gualtiero Fantoni (il

Dettagli

Tutto il materiale inspirato a Steve Blank

Tutto il materiale inspirato a Steve Blank PERCHè SIAMO QUI PAOLA PISANO pisano@di.unito.it UN RINGRAZIAMENTO AGLI STUDENTI DEL SECONDO ANNO DI INFORMATICA PER LA REVISIONE DELLE SLIDE Tutto il materiale inspirato a Steve Blank PERCHE SIAMO QUI?

Dettagli

Guida ai primi passi con Atlassian JIRA.

Guida ai primi passi con Atlassian JIRA. 10 Guida ai primi passi. Contenuti Cap 1: Procedere all attivazione della licenza Cap 2: Come creare ed aggiungere nuovi utenti Cap 3: Crea il tuo primo task Cap 4: Scopri tanto altro con il Progetto Dimostrativo

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Introduction

Sistemi Mobili e Wireless Introduction Sistemi Mobili e Wireless Introduction Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Sistemi mobili e wireless: definizione

Dettagli

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis Francesca Pepe learning and development - consultancy

Dettagli

Test di Usabilità del sito www.netmusicproject.org. Fabio Vitali Francesca Damiano

Test di Usabilità del sito www.netmusicproject.org. Fabio Vitali Francesca Damiano Test di Usabilità del sito www.netmusicproject.org Fabio Vitali Francesca Damiano Indice Introduzione...4 1 Che cos'è un Usability Testing...10 1.1 User Centered Design...14 1.2 Perché testare?...18 1.3

Dettagli

Il marketing dei servizi

Il marketing dei servizi Il marketing dei servizi Il gap 2: la progettazione del servizio e gli standard operativi visibili e misurabili dai clienti 22 P f ROBERTO PAPA GAP 2: il gap di progettazione del servizio Il secondo gap

Dettagli

Software Project Management Plan Progetto Atena

Software Project Management Plan Progetto Atena Software Project Management Plan Versioni: 0.1, rilasciata il 18/09/2004 Scheletro del documento 1.0, rilasciata il 20/2/2005 Versione finale Redatto da: Bianca Lo Cascio Davide Rizzo Approvato da: Bianca

Dettagli

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it

ESI International. Project Management & Business Analysis Solutions. www.esi-italy.it ESI International Project Management & Business Analysis Solutions www.esi-italy.it Chi siamo Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis Agile Project

Dettagli

Ciclo di vita del software

Ciclo di vita del software Ciclo di vita del software Nel corso degli anni, nel passaggio dalla visione artigianale alla visione industriale del software, si è compreso che il processo andava formalizzato attraverso: un insieme

Dettagli

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management

Osservatorio P 3 MO. Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management 10-dic-2008 Osservatorio P 3 MO Il PMO come strumento di diffusione ed enforcement della cultura di Project Management Oscar Pepino Consigliere Esecutivo Reply S.p.A. 2 Sommario Gruppo Reply - scenario

Dettagli

ACQUISIRE E SVILUPPARE SOFTWARE MILITARE CON COMPONENTI OPEN SOURCE

ACQUISIRE E SVILUPPARE SOFTWARE MILITARE CON COMPONENTI OPEN SOURCE ACQUISIRE E SVILUPPARE SOFTWARE MILITARE CON COMPONENTI OPEN SOURCE Indagine su processi iterativi, incrementali, agili e per COTS open source applicati allo sviluppo e all acquisizione di sistemi software

Dettagli