Principi di Ingegneria del software 5/ed Roger S. Pressman. Indice analitico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Principi di Ingegneria del software 5/ed Roger S. Pressman. Indice analitico"

Transcript

1 Principi di Ingegneria del software 5/ed Indice analitico A ACD (Architectural Context Diagram), 406 activity diagram (UML), 182, 216, 277, 307, , 437 activity final node, 222 attività, 217 azione, 216 decision node, 221 eccezioni, 223 eventi, 224 flow final node, 222 flusso dei dati, 218 flusso di controllo, 221 fork node, 221 initial node, 221 join node, 221 merge node, 222 nodi oggetto, 218 central buffer, 219 datastore, 219 swimlane, 222 ADL (Architectural Description Language), 412 affidabilità, 371 agilità, 89 albero delle decisioni, 676 AM (Agile Modeling), 107 AmICO ACD Architectural Context Diagram, 406 analisi di rischi, 716 avvio di un progetto, 15 comunicazione, 124 debugging, 509 DFD, 341, 576 gestione delle modifiche al software, 769 identificazione di classi ed oggetti, 162, 164, ingegneria preliminare del sistema, 271 metriche, 572, 576, 585, 630, 639 modellazione CRC, 348, 352 del data flow, 345 del behaviour, 309 modelli di classi, 346 modello di processo, 60, 65 negoziazione dei requisiti, 313 outsourcing, 678 PDL, 443 progettazione, concetti di, 378 progettazione di componenti basati su classi, 425, 426 coesione, coupling, 432 qualità del software, 740 raccolta dei requisiti, 296, 298 raffinamento, 380 schedule, monitoraggio dello, 700 stile architetturale, 403 stime, 663 sviluppo agile, 98 team, struttura del, 613 testing, 488, 520, 526, 539, 546 UML, frammenti di modello activity diagram, 217, 222, class diagram, 185, 192, , 236, 308, 347, 385 collaboration diagram, 213 communication diagram, 251 component diagram, 409 deployment diagram, 214

2 2 INDICE ANALITICO interaction overview diagram, 254 object diagram, 206 package diagram, 207, 429 state machine diagram, 228, 233, 235, , 344, 358 sequence diagram, 240, 245, , 359 timing diagram, use case diagram, 255, 335 use case, 304, 305, , 335, 356, 468 user interface, 453, 461, 468 validazione, 503 valutazione dell architettura, 411 analisi dei requisiti, 320 dei valori limite, 536 del workflow, 463 della safety, 745 e modellazione delle operazioni, 460 object-oriented, 324, 329 applicazioni Web, 9 archetipi, 407 architettura del software a data-flow, 400 a livelli, 402 ADL (Architectural Description Language), 412 analisi dei vantaggi e degli svantaggi, 410 basata sui dati, 399 call and return, 401 complessità, 412 definizione, 394, 373 importanza, 396 linguaggi, 412 object-oriented, 402 progettazione, 383, 405 raffinamento, 408 stili e pattern architetturali, 398 valutazione, 410 ASD (Adaptive Software Development), 99 attività post-mortem, 101 focus group, 101 revisioni tecniche formali, 101 astrazione, 372 audit della configurazione, 770 avvio, progetto di sviluppo software, 286 B baseline (versione stabile), 757 behaviour diagram (UML), 182 bug, errori e difetti, 732 business process, 268 C cammini indipendenti, 523 cardinalità (oggetti-dato), 327 cascata, modello di processo, 53 CBO (Coupling Between Object), 584 CCA (Change Control Authority), 767 CCP (Common Closure Principle), 427 CF (Coupling Factor), 586 Change Control Board, 756 CIM (Computational Independent Model), 70 class diagram (UML), 182, 184, 278, 308, 347, 381 aggregazione, 193 association class, 193 associazione, 191, 353 association end, 191 link, 192 orientata, 191 attributo, 185 classe, 184 astratta, 195 datatype, dipendenza, 194, 353 generalizzazione, 193 interfaccia, 184, 195, 428 metodo, 187 operazione, 186 qualified association, 194 specializzazione, 193 classe, 150 attributo, 153 chiave, 635 gerarchia di, 152, 583 metodo, 154 operazione, 154 specializzazione di, 151 CMMI (Capability Maturity Model Integration), 31 COCOMO II, 671 coesione, 428 comunicazione, 429 di livello, 429 funzionale, 428 metriche, 588 procedurale, 430 sequenziale, 429 temporale, 430 utilità, 430 communication diagram (UML), 183, 250, 434 component diagram (UML), 182, 207, , 434

3 INDICE ANALITICO 3 componenti, 418, 428 convenzionali, 421 del dominio, 421 di controllo, 421 di infrastruttura, 421 indicazioni progettuali a livello di, 427 object-oriented, 419 progettazione a livello di, 417 basata su classi, 424 convenzionali, 439 svolgimento della, 433 composite structure diagram (UML), 182, 210 classe strutturata, 210 collaboration, 212, 548 concorrente, modello di processo, 63 configurazione, audit della, 770 constraint (UML), body, 189 derive, 189 invariant, 189 postcondition, 188 precondition, 188 controllo degli accessi, 767 del cambiamento, 766 della sincronizzazione, 767 delle versioni, 765 costi dei fallimenti, 729 di prevenzione, 728 di stima, 729 costruzione, pratiche di, 134 coupling, 431 common coupling, 431 content coupling, 431 control coupling, 431 data coupling, 432 external coupling, 432 inclusion/import coupling, 432 metriche, 588 routine call coupling, 432 stamp coupling, 432 type use coupling, 432 CRC (Class-Responsibility-Collaborator), 348 CRP (Common Reuse Principle), 427 Crystal, 104 CS (Class Size), 586 CSR (Configuration Status Reporting), 771 curva di Putnam-Norden-Rayleigh, 689 CVS (Concurrent Versions System), 766 D data flow testing, 530 debugging, 507 automatizzato, 510 correzione degli errori, 512 fattore umano, 511 forza bruta, 510 metodi di, 509 processo di, 507 strumenti software, 511 tattiche di, 510 decomposizione, tecniche di, 659 deployment, 138 diagram (UML), 182, 213, 276 design classi del, 379 di user interface, 455, 457, 471 modello del, 381 notazioni a tabella, 441 grafiche, 440 PDL (Program Design Language), 345, 442 pattern, 387 task set generico, 134 valutazione, 475 qualità, 370 DFD (Data Flow Diagram), 339 diagrammi di contesto del sistema per il CLSS, 273 di Gant, 695 entità/relazione, 329 difetti del software, effetto sui costi, 733 efficienza di rimozione, 639 dimensionamento del software, 659 DIP (Dependency Inversion Principle), 426 dipendenze, 353 e inheritance, 428 DIT (Depth of the Inheritance Tree), 583 DMADV (Define, Measure, Analyze, Design, Verify), 743 DMAIC (Define, Measure, Analyze, Improve, Control), 743 DRE (Defect Removal Efficiency), 639 driver, 492 DSDM (Dynamic System Development Method), 101 DSL (Domain Specific Language), 72 DSQI (Design Structure Quality Index), 580

4 4 INDICE ANALITICO E ECO (Engineering Change Order), 767 effort distribuzione, 690 stime, 675 elaborazione dei requisiti, 287 equazione del software, 673 esempi d uso degli utenti, 300 EUP (Enterprise Unified Process), 78 EVA (Earned Value Analysis), 700 F FDD (Feature Driven Development), 105 FIN (Fan In), 593 flow control, creazione di un modello, 343 data, creazione di un modello, 339 oriented, modellazione, 338 flow graph, 522 matrici di grafi, 529 flowchart, 440 forze progettuali, 387 FP (Function Point), 573, e LOC, 632 framework, 388 FTR (Formal Technical Review), 735 funzionalità, 371 FURPS (Funzionalità, Usabilità, Reliability/Affidabilità, Prestazioni, Supportabilità), 371 G gerarchia dei sistemi, 265 di SFD, 275 gestione della qualità su base statistica, 741 gestione dei progetti, 618 decomposizione del problema, 614 del progetto, 616 integrazione del prodotto e del processo, 615 persone, 605, 607 pratiche critiche, 620 principio W 2 HH, 619 problemi di coordinamento e comunicazione, 613 processo, 606, 615 prodotto, 605, 614 scope del software, 614 stakeholder, 607 strumenti software per i project manager, 620 team agili, 612 team di sviluppo, 609 team leader, 608 gestione dei requisiti, 290 gestione delle configurazioni, 754 processo, 763 report sullo stato corrente, 771 GQM (Goal/Question/Metric), 569 H Halstead, metriche applicate al testing, 592 relative al codice sorgente, 572 hardware curva dei guasti, 6 I identificare classi ed oggetti, 161 incapsulazione, di classe, 156 indicatori, 567 indipendenza funzionale, 376 information hiding, 376 ingegneria concorrente, 63 dei requisiti, 283 strumenti software, 291 task, 285 della progettazione, 365 del prodotto, 270 del software, 25 inheritance, 156 inspection, 732 interaction diagram (UML), 183, 239 operatori su frammenti di, 245 riuso di, 244 traccia valida/invalida, 240 interaction overview diagram (UML), 183, 252 interfaccia utente accessibilità dell applicazione, 473 analisi degli utenti, 459 dei contenuti da visualizzare, 465 dell ambiente di lavoro, 466 delle operazioni, 460 del workflow, 463 definizione degli oggetti e delle azioni, 467 design, 455 pattern, 469 elaborazione degli oggetti, 463 input del marketing, 459 del reparto vendite, 459 del supporto tecnico, 459 internazionalizzazione, 473 interviste agli utenti, 459 menu e comandi, 473 messaggi di errore, 472

5 INDICE ANALITICO 5 modelli per l analisi ed il design, 455 passi del design, 467 problemi di design, 471 processo di progettazione, 449, 457 rappresentazione gerarchica, 464 sistemi di help per l utente, 453 strumenti di sviluppo, 474 tempo di risposta del sistema, 471 uniformità, 453 usabilità, 454 utenti casuali, 456 costanti, 456 principianti, 456 ISP (Interface Segregation Principle), 426 ITG Independent Test Group, 485 K KISS (Keep It Simple, Stupid), 96 L LCOM (Lack of Cohesion in Methods), 584, 593 legacy, software, 6 linguaggi di modellazione, 175 per la descrizione dell architettura, 412 LOC (Line Of Code), 630 e FP, 632 LSP (Liskov Substitution Principle), 426 M matrici di grafi, 529 MDA (Model Driven Architecture), 70 MDD (Model Driven Development), 69 CIM (Computation Independent Model), 70 PIM (Platform Independent Model), 70 PSM (Platform Specific Model), 70 metodi formali, modello di processo dei, 67 metodo Crystal, 104 DSDM (Dynamic System Development Method), 101 metriche basate sulla funzionalità, 573 CK, 582 del prodotto, 561 della complessità, 589 design di interfacce, 590 di coesione, 588 di coupling, 588 di Halstead applicate al testing, 592 relative al codice sorgente, 572 di processo, 626, 629 di progetto, 626, 629 DSQI (Design Structure Quality Index), 580 efficienza di rimozione dei difetti (DRE), 639 fan-in/fan-out, 578 FP (Function Point), 573, 632 integrazione nel processo software, 640 LOC e FP, 632 misure, metriche ed indicatori, 567 MOOD, 585 morfologiche, 579 object-oriented, 635 di Lorenz e Kidd, 586 orientate agli obiettivi del software, 569 agli use case, 636 alla classe, 586 alla funzionalità, 632 alle dimensioni, 631 alle operazioni, 589 per il codice sorgente, 591 per il design architetturale, 579 per il modello analitico, 571, 573 per il modello del design, 572, 578 per il testing, 592 object-oriented, 592 per la manutenzione, 594 per la qualità del software, 637 principi della misurazione, 568 progettazione object-oriented, 581 qualità delle specifiche, 577 relative al codice sorgente, 572 strumenti software, 595, 636 valutazioni per piccole aziende, 642 middleware per componenti, 424 MIF (Method Inheritance Factor), 585 milestone, 699 misurazione del software, 630 misure, 567 modalità e cardinalità, 327 modellazione analitica, 129, 288, 319 analisi dei requisiti, 321 analisi del dominio, 323 analisi object-oriented, 329 basata su classi, 346 basata su esempi d uso, 330 costruzione del modello, 306 CRC (Class-Responsibility-Collaborator), 348 dei dati, 325, 329 dei sistemi, 266, 272 flow-oriented, 338 metriche, 571, 573 modelli del behaviour, 355 modello del control-flow, 343 modello del data-flow, 339 package analitico, 354

6 6 INDICE ANALITICO specifica del controllo (CSPEC), 344 specifica procedurale (PSEC), 345 task set generico, 130 con UML, 274 del design, 131, 381 metriche, 572, 578 progettazione, Hatley-Pirphai, 272 strumenti software, 329 modelli COCOMO II, 671 del behaviour, 355 del control-flow, 343 del data-flow, 339 del design, 129, 381 dell analisi, 129, 288 di processo, 374 di stima, 670 dinamici, 374 funzionali, 374 infrastrutturali, 373 strutturali, 373 modelli di processo a cascata, 53 a prototipi, 58 a spirale, 61 agili, 90 concorrente, 63 dei metodi formali, 67 DSDM (Dynamic System Development Method), 101 EUP (Enterprise Unified Process), 78 evolutivi, 58 FDD (Feature Driven Development), 105 incrementali, MDD (Model Driven Development), 69 metodo Crystal, 104 prescrittivi, 51, 53 processo unificato, 72 RAD (Rapid Application Development), 56 RUP (Rational Unified Process), 73 Scrum, 102 sviluppo a componenti, 66 sviluppo adattivo di software (ASD Adaptive Software Development), 99 sviluppo di software aspect-oriented, 68 XP, 94 modularità, 374 MTTF (Mean Time To Failure), 371 N negoziazione dei requisiti, 288, 311 netsourcing, 9 new economy, 10 NOA (Number of Operations Added), 587 NOC (Number Of Children), 584, 593 NOR (Number Of Root), 593 notazioni per il design, confronto, 444 NP avg (Average Number of Parameters), 590 numero di classi chiave, 635 di supporto, 635 numero di script di scenario, 635 numero di sottosistemi, 636 numero medio di classi di supporto per classi chiave, 636 O object diagram (UML), 182, 205 object-oriented, 324, 329 analisi, 329 architettura, 402 concetti, 148 modello del processo, 147 paradigma, 146 OC (Operation Complexity), 589 OCL, 195 accedere agli elementi del modello, 196 dichiarazioni, 203 iteration expression, 202 strumenti software, 205 tipi collezione, 199 tipi primitivi, 197 tuple type, 199 OCP (Open-Closed Principle), 425 oggetti-dato, 325 oggetto, 150 identità, 153 messaggio, 154 OOA (Object-Oriented Analysis), 73 OOD (Object-Oriented Design), 73 open-source, 9 OS avg (Average Operation Size), 589 outsourcing, 678 overriding, 158 P package analitico, 354 package diagram (UML), 182, 205, 355 PAD (Public Access to Data members), 593 pair programming, 97 panorama gestionale, 604 PAP (Percent public And Protected), 593 partitioning, 614 pattern architetturali, 388, 398 design, 372, 381, 388 di codifica (idiomi), 388 per i processi, 37 per le user interface, 469 template per design, 387

7 INDICE ANALITICO 7 PDL (Program Design Language), 345, 442 personale e lavoro, relazione fra, 688 PERT (Program Evaluation and Review Technique), 694 pianificazione pratiche di, 126 task set generico per, 128 pianificazione e gestione dei test, strumenti software, 506 PIM (Platform Independent Model), 70 planning del progetto, 654 polimorfismo, 158 pratiche di comunicazione, 123 di costruzione, 134 di modellazione, 129 di pianificazione, 126 prestazioni, 371 processi agili, 90 processo di progettazione, 369 unificato, 72 progettazione, 367 a livello di componenti, 385, 417, 433 basati su classi, 424 a livello di deployment, 386 astrazione, 372 attività generiche, 371 basata su pattern, 387 definizione degli archetipi, 407 dei dati, 383, 396 e delle classi, 367 dei test case, 540, 547 dell architettura, 383, 405 dell interfaccia, 383, 449 di componenti convenzionali, 439 framework, 388 modularità, 374 principi, 372 processo, 369 rappresentazione del sistema nel contesto, 405 progetti di architettura alternativi, 410 di manutenzione, 690 di ristrutturazione, 690 di sviluppo di una nuova applicazione, 690 innovativi, 690 migliorativi, 690 monitoraggio dei progressi, 698 scheduling, 683, 686, 694 progetto gestione, 618 processo di planning, 654 task set, 691 programmazione, principi e concetti, 135 prototipi, modello di processo a, 58 pseudocodice, 442 PSM (Platform Specific Model), 70 punti di priorità, 293 Q qualità, 727 analisi della safety, 745 attività di SQA, 731 attributi della, 731 concetti di base, 726 controllo della, 728 controllo delle variazioni, 726 costi dei fallimenti, 729 di prevenzione, 728 di stima, 729 del design, 727 del progetto, valutazione, 370 del software, 563 della conformità, 727 della progettazione, 369 fattori secondo McCall, 563 gestione, strategia Six Sigma, 743 su base statistica, 741 misura della, 637 misure di reliability ed availability, 744 piano SQA, 748 reliability, 371, 744 standard ISO 9000, 746 ISO 9126, 565 strumenti software per la gestione, 748 QFD (Quality Function Deployment), 299 R raccolta dei requisiti, 287 RAD (Rapid Application Development), 56 raffinamento, 377, 405 dell architettura, 408 refactoring, 378 delle interfacce e delle classi, 434 relazioni, 326 reliability, 371, 744 REP (Release Reuse Equivalency Principle), 427 repository SCM caratteristiche generali e contenuto, 761 ruolo del repository, 760 requirement elicitation, 123 requisiti elaborazione, 287 gestione dei, 290 individuazione dei, 294

8 8 INDICE ANALITICO ingegneria dei, 284 negoziazione, 288, 311 QFD (Quality Function Deployment), 299 raccolta dei collaborativa, 294 comprensione, 287 scope, 287 volatilità, 287 specifiche dei, 288 validazione, 288, 313 RFC (Response For a Class), 584 rischi a livello di business, 707 componenti e fattori di rischio, 710 del software, 707 esposizione, 715 fattore temporale, 714 generali del progetto, 710 generici, 709 gestione dei, 705 impatto, 712, 715 imprevedibili, 708 individuazione, 708 natura, 714 noti, 708 piano RMMM (Risk Mitigation Monitoring and Management), 713, 719 prevedibili, 708 principi di gestione, 708 probabilità, 712, 715 progettuali, 707 proiezione (stima), 712 raffinamento, 716 riduzione, monitoraggio e governo, 717 RIS (Risk Information Sheet), 713 scope, 714 specifici, 709 sui costi, 710 sulle prestazioni, 710 tabella dei rischi, 712 tecnici, 707 strategie reattive e preventive, 706 strumenti software per la gestione, 720 sui tempi, 710 sul supporto, 710 valutazione delle conseguenze, 714 risorse, 655 ambientali, 657 software riusabili, 657 umane, 656 RUP (Rational Unified Process), 73 S SAAM (Software Architecture Analysis Method), 411 SCD (System Context Diagram), 273 scelta fra sviluppo e acquisto, 676 scheduling, 686, 694 assegnazione del tempo, 687 diagrammi temporali, 695 distribuzione dell effort, 690 EVA (Earned Value Analysis), 700 interdipendenza, 687 milestone, 688 monitoraggio, 683, 694 principi base, 687 responsabilità, 688 rete di task, 693 ripartizione, 687 risultati definiti, 688 strumenti software, 695 task set, 691 validazione dell effort, 688 SCI (Software Configuration Item), 758 scope del software, 654 Scrum, 102 SCM (Software Configuration Management), 754 repository, 760 sequence diagram (UML), 183, 359 activation bar, 243 found message, 244 lifeline, 241 lost message, 244 messaggio, SFD (System Flow Diagram), 273 gerarchia, 275 simulazione di sistemi, strumenti software per, 267 sistemi informatici, 262 gerarchia dell ingegneria dei sistemi, 264 ingegneria, 261 Six Sigma, 743 software accesso ubiquitario al, 9 applicativo, 8 availability, 744 curva dei guasti, 7 definizione del, 5 determinato, 8 dimensionamento, 659 di produttività, 8 di sistema, 8 embedded, 8 evoluzione del, 3, 11 indeterminato, 8 legacy, 10 misurazione del, 630 miti del, 13 natura mutevole, 8 per l intelligenza artificiale, 9 progettazione e costruzione, 284 qualità, 563 reliability (affidabilità), 744

9 INDICE ANALITICO 9 revisioni, 732 scientifico e tecnico, 8 scope e fattibilità, 654 storia del, 8 teoria unificata dell evoluzione, 12 specifica del controllo (CSPEC), 344 procedurale (PSPEC), 345 specifiche dei requisiti, 288 spike solution, 96 spirale, modello di processo, 61 SQA (Software Quality Assurance), 726 SQuaRE (Software product Quality Requirement and Evaluation), 565 stakeholder, 26, 292, 607 stili architetturali, 398 stime basate sul processo, 665 sul problema, 660 sulle LOC, 661 con gli use case, 666 dell effort e dei costi, 675 dimensionamento del software, 659 esempio in FP, 663 modello COCOMO II, 671 modelli empirici, 670 per lo sviluppo agile, 675 per progetti object-oriented, 674 software, 651 riconciliazione, 668 strumenti software, 675 struttura dei modelli, 670 structure diagram (UML), 182 strumenti software di gestione dei rischi, 720 di gestione del processo, 44, 69 di gestione della qualità del software, 748 il sistema CVS (Concurrent Versions System), 766 per data mining/data warehouse, 397 per debugging, 511 per il project manager, 620 per l ingegneria dei requisiti, 291 per la modellazione dei dati, 329 per la simulazione di sistemi, 267 per lo sviluppo agile, 109 per metriche del prodotto, 594 per progetti e processi, 636 per middleware e ingegneria del software basata su componenti, 424 per pianificazione e gestione dei test, 506 per progettazione dei test case, 539 per scheduling dei progetti, 695 per stime dell effort e dei costi, 675 per sviluppo della user interface, 474 per UML/OCL, 204 stub, 492 suddivisione in classi di equivalenza, 535 supportabilità, 371 sviluppo a componenti, 66 agile, 87 fattori umani, 92 politiche, 91 principi di agilità, 90 strumenti software, 109 di software aspect-oriented, 68 FDD (Feature Driven Development), 105 T tabella decisionale, 441 di progetto, 698 di tracciabilità, 290 task, 28 rete di, 694 task set, 28 definizione, 691 generico di comunicazione, 125 di design, 134 di modellazione analitica, 130 di pianificazione, 128 per il deployment, 140 per il testing, 138 per la costruzione, 136 per lo scheduling, 691 raffinamento, 692 team agili, 612 di sviluppo software, 609 leader, 608 test case, 542 derivazione di, 526 e gerarchia di classi, 542 strumenti software progettazione, 539 testing a partizionamento, 546 acceptance testing, 502 ad array ortogonale, 537 alfa, 503 analisi dei valori limite, 537 basato su esempi d uso, 542 su thread, 501 beta, 503 black-box, 521, 533 caratteristiche, 520 casuale, 545

10 10 INDICE ANALITICO classi di equivalenza, 535 cluster testing, 501 correzione degli errori, 512 criteri per il completamento, 488 debugging, 507 della documentazione e degli strumenti di help, 552 della struttura di controllo, 530 data flow, 530 dei cicli, 531 per condizioni, 530 delle strutture di superficie, 544 delle strutture profonde, 544 derivati dai modelli del behaviour, 549 di architetture client/server, 551 di sistemi real-time, 553 di user interface grafiche, 551 esaustivo, 522 fault-based, 541 fondamenti, 519 integration testing, 493, 501 bottom-up, 496 top-down, 494 interclasse, 547 metodi basati sui grafi, 533 metriche per il testing object-oriented, 592 object-oriented, 540 pattern di testing, 554 per cammini di base, 522 performace testing, 506 principi, 136, 519 recovery testing, 504 regression testing, 497 security testing, 505 smoke testing, 497 strategie, 482, 489 caratteristiche, 483 per le architetture ad oggetti, 487, 500 per le architetture convenzionali, 485 schema di testing, 482 stress testing, 505 strumenti software, 506 system testing, 504 unit testing, 490, 500 validation testing, 501 white-box, timing diagram (UML), 183, 251 U UML activity diagram, 182, 216, 277, 307, 337, 437 behaviour diagram, 182 class diagram, 182, 184, 236, , 308, 347, 381 communication diagram, 183, 250, 434 component diagram, 182, 207, , 434 composite structure diagram, 182, 210 deployment diagram, 182, 213, 276 diagram, 371 frame, 182 interaction diagram, 183, 239 interaction overview diagram, 183, 252 metamodello, 180 object diagram, 182, 205 origini, 178 package diagram, 182, 205, 355 panoramica dei costrutti, 182 sequence diagram, 183, 359 structure diagram, 182 strumenti software, 205 struttura, 179 timing diagram, 183, 251 use case diagram, 182, 254, 279, 305, 335 usabilità, 371, 454 FURPS, 371 use case identificazione degli eventi, 355 scrittura, 330 sviluppo, 301 use case diagram (UML), 177, , 254, 279, 305, 335 attore, 255 estensione di use case, 256 inclusione tra use case, 255 use case, 255 V validazione, 289, 483, 501 valutazione metrica del software, 640 per piccole aziende, 642 velocità del progetto, 95 verifica, 483 versione stabile (baseline), 757 W W 5 HH, principio, 619 walkthrough, 732 Web, applicazioni, 9 WMC (Weighted Methods per Class), 582 X XP, 94

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML

INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica DISPENSE INTRODUTTIVE INTRODUZIONE ALLA GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE CON UML Prof. Giulio Destri

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software

Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software Ciclo e Processo di Sviluppo: approcci tradizionali, evolutivi, agili, free open source software 1 Ingegneria del software L istituzione e l impiego di principi ingegneristici fondati, allo scopo di ottenere

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Ricognizione di alcune Best Practice

Ricognizione di alcune Best Practice Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale di riferimento Ricognizione di alcune Best Practice applicabili

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità

GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità GoBus: Progettazione e Sviluppo di un App a Supporto della Mobilità Gemma Catolino, Elisa D Eugenio, Davide De Chiara, Alessandro Longo Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali - Management & Information

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra PROPOSTE di TIROCINI/TESI di LAUREA - Prof. Patrizia Scandurra A seguire alcune proposte di tirocini/tesi in tre ambiti dell ingegneria del software (non del tutto scorrelati): (1) Model-driven driven

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche

Introduzione al Project Management. AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Introduzione al Project Management AIPA Area Monitoraggio e Verifiche Contenuti del corso Impostazione del progetto; Pianificazione delle attività, risorse e costi; Coordinamento e controllo durante le

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si DEFINIZIONI 1 5W+1H Regola delle cinque domande che iniziano con W ed una che inizia con H (in inglese): What, When, Where, Why, Who and How. La regola fu introdotta seguendo una famosa novella di Rudyard

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management.

Stefano Perna. Informazioni Personali. Obiettivi Professionali. Posizione attuale. Healthcare Pre-Sales e Project Management. Stefano Perna Informazioni Personali Residenza Viale Spartaco, 91 00174 Roma Telefono (+39) 320 6974861 (+39) 340 2267281 Email perna.stefano@gmail.com Sito http://www.stefanoperna.it Luogo e Data di nascita

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio

Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio Analisi di Software Open Source per Project Management con logia PHP Relazione di Tirocinio Umberto Sartore - 578209 Relatore: Prof. Ennio Buro UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO

Dettagli

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l.

Balance GRC. Referenze di Progetto. Settembre 2013. Pag 1 di 18 Vers. 1.0. BALANCE GRC S.r.l. Balance GRC Referenze di Progetto Settembre 2013 Pag 1 di 18 Vers. 1.0 Project Management Anno: 2012 Cliente: ACEA SpA Roma Durata: 1 anno Intervento: Gestione dei progetti riguardanti l implementazione

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Project Management dei Progetti Software

Project Management dei Progetti Software Project Management dei Progetti Software 1 Obiettivi della lezione Il Project Management Tecniche per la stima dei costi sw Misurare le dimensioni di un progetto sw Linee di codice Function Point Stima

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Analisi e progettazione orientate agli oggetti. Discorso sul metodo. Analisi e progettazione. Obiettivi della lezione

Analisi e progettazione orientate agli oggetti. Discorso sul metodo. Analisi e progettazione. Obiettivi della lezione Obiettivi della lezione Analisi e progettazione orientate agli oggetti Che cos è la progettazione? Un processo che anticipa un futuro artefatto mediante problem solving creativo Quali sono le regole di

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Cognitive Adaptive Man Machine Interface for Cooperative Systems 19 Settembre 2012 ENAV ACADEMY Forlì (IT) Magda Balerna 1 ARTEMIS JU Sub Project 8: HUMAN Centred Design

Dettagli

Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering

Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering Business Process Engineering (Ingegneria dei Processi Aziendali) L esperienza Engineering Crema 14 dicembre 2010 Sergio Oltolina Senior Technical Manager Architetture e Consulenza Direzione Centrale Ricerca

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom

Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Il Project management in IS&T L esperienza Alstom Agata Landi Convegno ANIMP 11 Aprile 2014 IL GRUPPO ALSTOM Project management in IS&T L esperienza Alstom 11/4/2014 P 2 Il gruppo Alstom Alstom Thermal

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova. Metodi per supportare le decisioni relative alla gestione di progetti

Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova. Metodi per supportare le decisioni relative alla gestione di progetti Project Management Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova Project Management 2 Metodi per supportare le decisioni relative alla gestione di progetti esempi sono progetti nell

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Progettazione Orientata agli Oggetti

Progettazione Orientata agli Oggetti Progettazione Orientata agli Oggetti Sviluppo del software Ciclo di vita del software: comprende tutte le attività dall analisi iniziale fino all obsolescenza (sviluppo, aggiornamento, manutenzione) Procedimento

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Tipologie di pianificatori. Pianificazione. Partial Order Planning. E compiti diversi. Pianificazione gerarchica. Approcci integrati

Tipologie di pianificatori. Pianificazione. Partial Order Planning. E compiti diversi. Pianificazione gerarchica. Approcci integrati Tipologie di pianificatori Pianificazione Intelligenza Artificiale e Agenti II modulo Pianificazione a ordinamento parziale (POP) (HTN) pianificazione logica (SatPlan) Pianificazione come ricerca su grafi

Dettagli

C URR I C U L U M V I T A E

C URR I C U L U M V I T A E C URR I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Ercole Colonese Indirizzo Via Carlo Cattaneo 15, 00185 Roma Telefono (+39) 338 7248417 E-mail ercole@colonese.it (personale) Sito web www.colonese.it

Dettagli

MES & EMI DI WONDERWARE. Real Collaboration. Real-Time Results.

MES & EMI DI WONDERWARE. Real Collaboration. Real-Time Results. MES & EMI DI WONDERWARE Real Collaboration. Real-Time Results. Wonderware ci ha dato la possibilita` di implementare una soluzione per la gestione di produzione e performance estesa a tutti i nostri diversi

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento

PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento LA GUIDA DEL SOLE 24 ORE AL PROJECT MANAGEMENT Lo standard internazionale di PM per gestire l innovazione nei prodotti e nei servizi, le commesse, i progetti di miglioramento Stefano Tonchia e Fabio Nonino

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli