Biosimilari Stato dell arte regolatoria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Biosimilari Stato dell arte regolatoria"

Transcript

1 Biosimilari Stato dell arte regolatoria

2 Argomen4 Produzione di farmaci biologici: un problema difficile ma risolvibile Il processo regolatorio in sintesi. Focus su: Comparabilità Estrapolazione delle indicazioni Sos4tuibilità - Intercambiabilità 20 25

3 Biotech manufacturing Sequenza genica Linea cellulare per la produzione Fermentazione Fasi finali Desired gene isola4on Cell culture (mammalian 56%, E. coli 29%, yeast 7%, transgenic 3%, others 5%) Protein produc4on Formula4on Inser4on into vector Host cell expression Protein purifica4on Storage and handling Cell bank establishment & characteriza4on Analysis The PROCESS is the PRODUCT Modificato da Sekhon BS e Salja V. 2011

4

5 Quality by Design Intrododo nel 2004 con l obiefvo di sviluppare A maximally efficient, agile, flexible pharmaceu7cal manufacturing sector that reliably produces high quality drug products without extensive regulatory oversight [J. Woocock, CDER, 2005] Alterna4va al Quality by Tes7ng: principio afvo, eccipien4, intermedi e prododo finito. Approccio sistema-co per la definizione di specifici obie4vi qualita-vi di prodo8o e di processo in ragione del con-nuo progresso delle conoscenze scien-fiche e sulla base di una costante ges-one del rischio. Un farmaco biologico è caraderizzato da un intervallo di modifiche che non cambiano la sua sicurezza di impiego e le sue proprietà terapeu4che

6 Quality by Design Quality Target Product Profile Cri4cal Quality Adributes Specifiche di prododo Specifiche di processo Strategia di controllo Validazione del processo Produzione Q. A. Iden-ficare i pun- chiave per efficacia e sicurezza, aggiornandoli durante lo sviluppo Design Dimostrazione dell efficienza Con4nuo controllo di qualità Valutazione e ges4one del rischio Ges4one della materia prima Sviluppo tecniche anali4che e modelli sta4s4ci Modificato da Rathore AS, 2009

7 Biosimilars by Design Ini4al variability Cell line development Cell culture development ü Growth characteris4cs ü Cell produc4vity ü Viability ü Raw materials Purifica4on development Product formula4on ü Glycosila4on ü Biological ac4vity ü Process impuri4es ü Aggregates ü Degrada4on ü Protein structure ü DSP* yield ü Scalability ü Raw materials ü Immunogenicity (*) DSP: Downstream Processing Targeted variability

8 Big Pharma e Biosimilari

9

10 EMA Biosimilar Guidelines Overarching guidelines Similar biological medicinal products (04/2015) Similar biological medicinal products (10/2005) Quality issues (06/2006 è rev. 12/2014) Non- clinical and clinical issues (06/2006) Immunogenicity Concept paper (03/ /2014) Dras guideline (06/ /2013) Concept paper Product- specific Human insulin (09/2015) Somatotropin (06/2006) G- CSF (06/2006) α- interferon (04/2009) LMWH (10/2009) Dras guideline 07/2013 Erythropoe-ns (09/2010) MABs (12/2012) FSH (09/2013) β- interferon (09/2013) Others Comparability Quality issues (06/2005) Comparability Non clinical and clinical issues (11/2007) Immunogenicity (04/2008) Immunogenicity MABs (12/2012)

11 1 Biosimilari Norma4va EMA In linea di principio il concedo di biosimilare può essere applicato a qualsiasi farmaco biologico. In pra4ca, i fadori limitan4 sono: 1. la possibilità di cara8erizzare stru8ure molecolari complesse prodof altamente purifica4 2. i processi produ4vi, che risentono di modificazioni anche minime; 3. la disponibilità di modelli clinici in grado di valutare la comparabilità. La qualità è un fadore determinante Sviluppo biosimilari Progressi in campo anali4co, clinico e regolatorio. European Medicines Agency. Guideline on similar biological medicinal products. CHMP/437/04 Rev. 1. Adopted in Oct14 and effective from 30Apr2015

12 2 Biosimilari Norma4va EMA Il prododo di riferimento deve essere approvato in EU. Possibile impiego di un riferimento non EU se rappresenta4vo di quello EU Il principio afvo deve essere simile, come molecola e afvità biologica, al prododo di riferimento. Proteine: stessa sequenza aminoacidica. La forma farmaceu4ca, la dose e la via di somministrazione devono essere le stesse. Differenze devono essere gius4ficate Modificazioni per migliorare l efficacia (a.e. glico- ofmizzazione) non sono ammesse, ma variazioni per migliorare la sicurezza d impiego possono essere accedabili ( discussione) I da4 qualita4vi devono rispedare gli standard previs4 per tuf i prodof impiega4 nell uomo. European Medicines Agency. Guideline on similar biological medicinal products. CHMP/437/04 Rev. 1. Adopted in Oct14 and effective from 30Apr2015

13 3 Biosimilari Norma4va EMA Comparabilità qualita4va verso il prododo di riferimento: Quality Target Product Profile (QTPP) e Con-nuità del processo di produzione del biosimilare Metodiche anali4che validate Caraderis4che fisico- chimiche Afvità biologica Proprietà immunochimiche Purezza e impurità Differenze da gius4ficare Non è richiesta la ripe4zione della comparabilità clinica dopo l odenimento della MA, anche nel caso di variazioni del processo produfvo European Medicines Agency. Similar biological medicinal products containing biotechnology-derived proteins as active substance: quality issues. EMEA/CHMP/BWP/49348/ EMA/CHMP/BWP/247713/ European Medicines Agency. Guideline on similar biological medicinal products. CHMP/437/04 Rev. 1. Adopted in Oct14 and effective from 30Apr2015

14 Biologico: simile ma non iden-co Qualsiasi farmaco biologico è cara8erizzato da una micro- eterogeneità fra i differen- lo4 dello stesso prodo8o, a causa della variabilità intrinseca dell espressione dei sistemi biologici e del processo produfvo. Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood Ins4tute of Communica4on and Health. ICH harmonized tripar4te guideline. Comparability of biotechnological/biological products subject to changes in their manufacturing process Q5E. November 2004; hdp://www.ich.org/fileadmin/public_web_site/ich_products/ Guidelines/Quality/Q5E/Step4/Q5E_Guideline.pdf

15 Biologico: simile ma non iden-co È ragionevole (lecito) affermare che i farmaci biologici più impiega- non siano più iden-ci alla versione originale valutata negli studi pre- autorizza-vi a causa delle successive e diverse modificazioni del processo produ4vo iniziale ( originale ). Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood Ins4tute of Communica4on and Health. ICH harmonized tripar4te guideline. Comparability of biotechnological/biological products subject to changes in their manufacturing process Q5E. November 2004; hdp://www.ich.org/fileadmin/public_web_site/ich_products/ Guidelines/Quality/Q5E/Step4/Q5E_Guideline.pdf

16 Produzione = processo dinamico Variazioni maggiori (4po II) che possono talora richiedere la verifica della comparabilità EMA. hdp://www.ema.europa.eu/docs/en_gb/document_library/epar_- _Procedural_steps_taken_and_scien4fic_informa4on_aser_authorisa4on/human/ /WC pdf (Accesso 24/3/2015)

17 Biologico: simile ma non iden-co Da un punto di vista scien4fico e regolatorio il biosimilare è equiparabile a un altra versione del principio afvo del prododo originale. L esercizio di comparabilità richiesto per un biosimilare è infa4 sovrapponibile in termini qualita-vi all esercizio di comparabilità richiesto per dimostrare la similarità fra le versioni dell originatore preceden- e successive alla variazione del processo produ4vo: strudura molecolare, glicosilazione, legami recedoriali, afvità biologica,, valutate con i più avanza4 metodi anali4ci. La variabilità di un biosimilare non dovrebbe essere maggiore rispedo a quella dell originatore. Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood Ins4tute of Communica4on and Health. ICH harmonized tripar4te guideline. Comparability of biotechnological/biological products subject to changes in their manufacturing process Q5E. November 2004; hdp://www.ich.org/fileadmin/public_web_site/ich_products/ Guidelines/Quality/Q5E/Step4/Q5E_Guideline.pdf

18 Estrapolazione Principio regolatorio e scien4fico già consolidato e da tempo pra-cato in caso di variazioni maggiori del processo produfvo di un biologico. Poco nota, perché le variazioni maggiori dei processi produfvi degli originatori biologici sono raramente portate in modo esplicito alla adenzione dei clinici. Non è un bonus per incen4vare lo sviluppo dei biosimilari sulla base di considerazioni meramente economiche. Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood

19 Originatori: Comparabilità ed Estrapolazione Qualche esempio?

20 Comparabilità ed Estrapolazione Secondo l EMA gli studi clinici sono the most blunt tool we have. Servono solo per confermare la similarità e spesso non sono necessari. La FDA promuoverà un programma educazionale per le industrie farmaceu4che e i medici sulla importanza dell analisi strudurale per dimostrare la similarità. Barry F. Regulators: skip clinical data and extrapolate biosimilar indica4ons. 29 Aprile th European Generics Associa4on- European Biosimilars Group, London.

21 Estrapolazione Non è problema-ca se il MoA e i rece8ori target sono gli stessi nell indicazione valutata e in quella(e) estrapolata(e). Più difficile se il MoA è complesso e coinvolge molteplici recedori o si4 di legame, che possono contribuire in modo differente (e non sufficientemente noto) all effedo nelle diverse indicazioni. Sono necessari (indispensabili) da4 supplementari in vitro e in vivo. Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood

22 Estrapolazione e Immunogenicità Immunogenicità è correlata a molteplici fadori: Via di somministrazione (a.e. EV e SC); Regime terapeu4co (con4nua4vo o intermidente); Correla4 al quadro clinico del paziente (a.e. stato immunitario). Estrapolazione non è scontata e sono necessarie evidenze a supporto. Weise M. et al. Blood 2014; DOI /blood

23

24 Il prododo biosimilare può essere sos4tuito al prododo di riferimento su disposizione o con l accordo del medico che ha prescrido quest ul4mo. Pra4ca di sos4tuire un farmaco con un altro farmaco, spesso più economico per il Servizio Sanitario o per il paziente che abbia la stessa composizione qualita4va e quan4ta4va di sostanze afve, la stessa forma farmaceu4ca e via di somministrazione e sia bioequivalente con il medicinale di riferimento sulla base di appropria4 studi di bioequivalenza. AIFA. Position paper: i farmaci biosimilari. 2013

25 Il prododo biosimilare può essere sos4tuito al prododo di riferimento su disposizione senza l intervento o con l accordo del medico che ha prescrido quest ul4mo. Pra4ca di sos4tuire un farmaco con un altro farmaco, spesso più economico per il Servizio Sanitario o per il paziente che abbia la stessa composizione qualita4va e quan4ta4va di sostanze afve, la stessa forma farmaceu4ca e via di somministrazione e sia bioequivalente con il medicinale di riferimento sulla base di appropria4 studi di bioequivalenza. AIFA. Position paper: i farmaci biosimilari Biologics Price Competition and Innovation Act, BPCI Act SEC b

26 Sos-tuibilità (automa4ca) Un biosimilare potrà essere considerato «intercambiabile» rispedo al prododo di riferimento se il produdore avrà dimostrato che: 1. il biosimilare permede di odenere la stessa efficacia clinica in ogni paziente; 2. il rischio associato alla sos-tuzione alternata dei due prodof non è maggiore rispe8o al proseguimento della terapia con il riferimento. Quali da7? Come evitare sos7tuzione fra prodoc non intercambiabili? Kozlowski S, Woodcock J, Midthun K, Sherman RB. Developing the nation s biosimilars Program. N Eng J Med 2011; 365:

27 FDA Dras Guideline (Maggio 2014) La cara8erizzazione anali-ca compara-va verso il prododo di riferimento è un passaggio fondamentale. I test devono essere condof impiegando le metodiche di riferimento (state- of- the- art). La validità e i limi- di ciascun test devono essere descrif. Ogni differenza deve essere adeguatamente spiegata considerando anche i potenziali effef clinici.

28

29

30

31 Totality- of- the- Evidence Criteri 1. Complessità della struhura molecolare 2. Formulazione Stabilità 3. CaraHerizzazione biochimica e funzionale Valutazione di biosimilarità Analisi strudurale Test funzionali in vitro Studi nell animale e nell uomo (tossicità, farmacodinamica e cine4ca, immunogenicità) Qualità Linea cellulare Processo produfvo Caraderis4che fisico- chimiche Afvità Legame recedoriale e proprietà immunochimiche Impurità Prodof e standard di riferimento Specifiche del prododo finito Stabilità NON SIMILI nessuno sviluppo SIMILI Da4 integra4vi (a.e. farmacodinamica e cine4ca) ALTAMENTE SIMILI (standard) Studi ad hoc per chiarire alcune differenze ALTAMENTE SIMILI CON FINGERPRINT Studi ad hoc (se necessari) Kozlowski S, Woodcock J, Midthun K, Sherman RB. Developing the nation s biosimilars Program. N Eng J Med 2011; 365: FDA. Scientific Considerations in Demonstrating Biosimilarity to a Reference Product. Draft Guidance. Rockville (MD), USA: Food and Drug Administration; 2012 FDA. Quality Considerations in Demonstrating Biosimilarity to a Reference Protein Product. Draft Guidance. Rockville (MD), USA: Food and Drug Administration; FDA Clinical Pharmacological data to support a Demonstration of biosimilarity to a reference product. May

32 Studi di switch hdp://www.fda.gov/drugs/developmentapprovalprocess/howdrugsaredevelopedandapproved/approvalapplica4ons/therapeu4cbiologicapplica4ons/ Biosimilars/ucm htm

33 one of the most challenging issues that pharmacists will encounter is the interchangeability of biosimilars and the reference product. APhA is s4ll talking with FDA about naming issues, such as whether a unique name might cause problems with iden4fica4on in some electronic health records, or cause confusion in prescribers, pa4ents, and pharmacists. ( )

34 GRAZIE PER L ATTENZIONE

Position paper Biosimilari

Position paper Biosimilari Position paper Biosimilari Introduzione I farmaci biologici sono prevalentemente costituiti da prodotti proteici ottenuti mediante metodiche biotecnologiche. I farmaci biosimilari ( biosimilari ) sono

Dettagli

Biosimilari in rapida evoluzione?

Biosimilari in rapida evoluzione? A cura di Gianluigi Casadei 1 Biosimilari in rapida evoluzione? Abstract Lo scenario di sviluppo nazionale e internazionale dei biosimilari rimane ancora oggi incerto, nonostante il dibattito sul grado

Dettagli

XX CONGRESSO NAZIONALE AMD 2015 Genova, 13/16 maggio 2015 Centro Congressi Magazzini Del Cotone

XX CONGRESSO NAZIONALE AMD 2015 Genova, 13/16 maggio 2015 Centro Congressi Magazzini Del Cotone XX CONGRESSO NAZIONALE AMD 2015 Genova, 13/16 maggio 2015 Centro Congressi Magazzini Del Cotone L EVOLUZIONE DELLA DIABETOLOGIA ALLA LUCE DEL PIANO NAZIONALE DIABETE EQUIVALENZA ED EFFICACIA COMPARATIVA

Dettagli

Farmaci chimici o biotecnologici, purchè costo-opportuni

Farmaci chimici o biotecnologici, purchè costo-opportuni Farmaci chimici o biotecnologici, purchè costo-opportuni Negli ipostaturalismi in età pediatrica e adulta In oncoematologia In nefrologia e dialisi Michele_Tringali@regione.lombardia.it Norme e regolamenti

Dettagli

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto

Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Giornata di studio Applicazione del Quality by Design (QbD) ai processi farmaceutici 22 Aprile 2013 Quality by Design: innovazione per il life-cycle del prodotto Paolo Mazzoni Agenda Cosa è il Quality

Dettagli

Le Norme di Buona Fabbricazione

Le Norme di Buona Fabbricazione Farmaci Biologici i i e Biotecnologici: i i problematiche specifiche nella produzione GMP Anna Laura Salvati, CRIVIB QUALITÀ E SICUREZZA DEI FARMACI BIOLOGICI E DEI FARMACI PRODOTTI CON BIOTECNOLOGIE (BIOTECNOLOGICI)

Dettagli

Web Marketing del Farmaco. Industria Farmaceutica ed Innovazione Tecnologica: il Farmaco e la Rete tra presente e futuro

Web Marketing del Farmaco. Industria Farmaceutica ed Innovazione Tecnologica: il Farmaco e la Rete tra presente e futuro Web Marketing del Farmaco. Industria Farmaceutica ed Innovazione Tecnologica: il Farmaco e la Rete tra presente e futuro ASPETTI LEGALI DEL WEB MARKETING PER AZIENDE FARMACEUTICHE AVV. SONIA SELLETTI STUDIO

Dettagli

Dal 2000, con la perdita dei brevetti di importanti principi attivi, abbiamo assistito ad un controllo della spesa territoriale italiana.

Dal 2000, con la perdita dei brevetti di importanti principi attivi, abbiamo assistito ad un controllo della spesa territoriale italiana. Dal 2000, con la perdita dei brevetti di importanti principi attivi, abbiamo assistito ad un controllo della spesa territoriale italiana. Le scadenze brevettuali sono aumentate dal 2000 ad 2008 ma dopo

Dettagli

Ufficio Valutazione e Autorizzazione. Medicinali Omeopatici per uso umano:

Ufficio Valutazione e Autorizzazione. Medicinali Omeopatici per uso umano: Medicinali Omeopatici per uso umano: Modalità di presentazione delle domande di registrazione semplificata Art. 17, comma 2 del D. L. vo 219/06 PREMESSE Le informazioni riportate nel presente modello,

Dettagli

Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia

Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia La regolazione del mercato farmaceutico Claudio Jommi claudio.jommi@pharm.unipmn.it I soggetti coinvolti nelle politiche del farmaco UE: Ema gran

Dettagli

Il farmaco generico. Contenuti tecnico-scientifici del farmaco generico: comunicazione a corrente alternata

Il farmaco generico. Contenuti tecnico-scientifici del farmaco generico: comunicazione a corrente alternata Il farmaco generico Contenuti tecnico-scientifici del farmaco generico: comunicazione a corrente alternata Il farmaco generico Cos è un farmaco generico? È un medicinale EQUIVALENZA terapeuticamente equivalente

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

7. Aspetti regolatori della fabbricazione, sperimentazione e approvazione dei biofarmaci. 7.1. Farmaci biosimilari

7. Aspetti regolatori della fabbricazione, sperimentazione e approvazione dei biofarmaci. 7.1. Farmaci biosimilari 7. Aspetti regolatori della fabbricazione, sperimentazione e approvazione dei biofarmaci 7.1. Farmaci biosimilari Fasi della ricerca e dello sviluppo farmaceutico Fonte: Efpia, The pharmaceutical

Dettagli

Ministero della salute Dott.ssa Monica Capasso m.capasso@sanita.it

Ministero della salute Dott.ssa Monica Capasso m.capasso@sanita.it Ministero della salute Dott.ssa Monica Capasso m.capasso@sanita.it Decreto Legislativo 50/2007 Art. 1. Campo di applicazione 1. Il presente decreto disciplina l'adozione e l'applicazione dei principi di

Dettagli

Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici

Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici Congresso Nazionale GIQAR 2012 - Torino Audit a studi clinici in cui si utilizzano sistemi elettronici Romina Zanier Computerised System Validation Specialist SIGMA-TAU ecrf electronic Case Report Form

Dettagli

Percorso formativo in Drug Regulatory Affairs

Percorso formativo in Drug Regulatory Affairs Percorso formativo in Drug Regulatory Affairs 7, 8 e 9 Ottobre 2014 - Milano Obiettivo del corso Il corso intende fornire ai partecipanti un quadro completo e sintetico dei principali aspetti che regolano

Dettagli

Le norme comunitarie e nazionali sui generici

Le norme comunitarie e nazionali sui generici RASSEGNA Le norme comunitarie e nazionali sui generici Paola Minghetti, Federica Conforti Andreoni Dipartimento di Scienze farmaceutiche, Facoltà di Scienze del Farmaco, Università degli Studi di Milano

Dettagli

I farmaci biosimilari: uso sicurezza e sostenibilità

I farmaci biosimilari: uso sicurezza e sostenibilità I farmaci biosimilari: uso sicurezza e sostenibilità ISS, 25 Giugno 2015 Uso dei biosimilari e sostenibilità: il punto di vista delle aziende biotech Riccardo Palmisano Vice Presidente Assobiotec 1 Scenario

Dettagli

Economia e regolazione del farmaco AIC, prezzi e rimborso. Claudio Jommi claudio.jommi@pharm.unipmn.it

Economia e regolazione del farmaco AIC, prezzi e rimborso. Claudio Jommi claudio.jommi@pharm.unipmn.it Economia e regolazione del farmaco AIC, prezzi e rimborso Claudio Jommi claudio.jommi@pharm.unipmn.it I soggetti coinvolti nelle politiche del farmaco UE: Ema gran parte delle AIC + Direttive / Regolamenti

Dettagli

Linee guida NBF parte III: GMP related documents

Linee guida NBF parte III: GMP related documents DIPARTIMENTO DELLA SANITÁ PUBBLICA VETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DEGLI ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITÁ ANIMALE E DEI FARMACI VETERINARI Linee guida

Dettagli

2. Differenze nelle procedure regolatorie per l immissione in commercio di farmaci generici e farmaci biosimilari

2. Differenze nelle procedure regolatorie per l immissione in commercio di farmaci generici e farmaci biosimilari Farmaci a brevetto scaduto: i problemi irrisolti e le soluzioni proposte 3 a Conferenza GENERICI E BIOSIMILARI VISTI DAL FARMACOLOGO Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Medicina Sperimentale

Dettagli

Sviluppiamo terapie innovative per malattie che oggi non sono curabili

Sviluppiamo terapie innovative per malattie che oggi non sono curabili Sviluppiamo terapie innovative per malattie che oggi non sono curabili Chi siamo Xellbiogene è una società che nasce nel 203 su iniziativa dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dell'università Cattolica

Dettagli

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Milena Sinigaglia Quality Systems Management & Health S.r.l. Meetjob Oristano 23/24 Aprile 2013

Dettagli

SOSTENIBILITA ED INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA IL MODELLO DEL CANCRO DELLA MAMMELLA HER2+

SOSTENIBILITA ED INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA IL MODELLO DEL CANCRO DELLA MAMMELLA HER2+ INIZIATIVA DI IN-FORMAZIONE E CONFRONTO A.S.L TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino SOSTENIBILITA ED INNOVAZIONE IN ONCOLOGIA IL MODELLO DEL CANCRO DELLA MAMMELLA HER2+ Torino, 3 Ottobre 2014 Dott.ssa Cristina

Dettagli

Generalità sul contesto normativo: cosa significa lavorare in GMP e in GLP

Generalità sul contesto normativo: cosa significa lavorare in GMP e in GLP Generalità sul contesto normativo: cosa significa lavorare in GMP e in GLP Le aziende farmaceutiche operano in un ambiente molto regolamentato I prodotti farmaceutici sono progettati e sviluppati in modo

Dettagli

Le Norme di Buona Fabbricazione Garantiscono la Qualità dei Medicinali Generici

Le Norme di Buona Fabbricazione Garantiscono la Qualità dei Medicinali Generici Le Norme di Buona Fabbricazione Garantiscono la Qualità dei Medicinali Generici Come tutti i produttori farmaceutici, i produttori di farmaci generici devono garantire il rispetto delle rigorose Norme

Dettagli

Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica. Luca Pani DG@aifa.gov.it

Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica. Luca Pani DG@aifa.gov.it Il ruolo di AIFA nella Ricerca Clinica Luca Pani DG@aifa.gov.it Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono personali e non possono essere considerate o citate

Dettagli

Il Project Management nel Drug Development come meccanismo organizzativo tra Casa Farmaceutica, Clinical Research Organization e Strutture Sanitarie

Il Project Management nel Drug Development come meccanismo organizzativo tra Casa Farmaceutica, Clinical Research Organization e Strutture Sanitarie Il Project Management nel Drug Development come meccanismo organizzativo tra Casa Farmaceutica, Clinical Research Organization e Strutture Sanitarie "GESTIRE, INNOVARE, CURARE. Esperienze di Project Management

Dettagli

Biosimilari: una chiave di lettura economica

Biosimilari: una chiave di lettura economica Biosimilari: una chiave di lettura economica FARMAGOOD L. Garattini (CESAV) 1 1. Il fallimento del mercato in sanità 2. Biosimilare Generico/Equivalente? 3. Le4Pdelmarketingmix Product Place Indice Promotion

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Agenzia Italiana del Farmaco

Agenzia Italiana del Farmaco Iniziative per la qualità dell Ispettorato GCP Angela Del Vecchio Dirigente AIFA Ispettore Senior GCP 1 Scopo della normativa italiana ed europea è raggiungere e mantenere la qualità e l integrità degli

Dettagli

Principali attività di Sviluppo Farmaceutico. Convergenze con l Università?

Principali attività di Sviluppo Farmaceutico. Convergenze con l Università? Principali attività di Sviluppo Farmaceutico Convergenze con l Università? La collaborazione è il cuore di SF ADME QA Corporate Produzione Tossicologia Discovery Pre- Formulaz. QA R&S Marketing Svil. Formulaz.

Dettagli

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni Genova 17 MAGGIO 2014 Sabrina Beltramini U.O.S. Gestione e Innovazione Tecnologica del farmaco U.O.C. Farmacia

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Sezione di Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche Maria Edvige Sangalli Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Fabbricazione Industriale dei Medicinali 4 CFU Prof. Andrea

Dettagli

Valutazione della immunogenicità in studi clinici: strategie sperimentali e statistiche

Valutazione della immunogenicità in studi clinici: strategie sperimentali e statistiche Nuove frontiere nella bioanalitica e laboratorio clinico 3 Febbraio 2015 Valutazione della immunogenicità in studi clinici: strategie sperimentali e statistiche Claudia Getuli INTRODUZIONE Il numero di

Dettagli

La convalida di prodotti medicinali per terapie avanzate

La convalida di prodotti medicinali per terapie avanzate La convalida di prodotti medicinali per terapie avanzate Livia Roseti Laboratorio di Manipolazione Cellulare Estensiva, PROMETEO Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna Qualified Person: Alessandra Bassi

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Iπποκράτης. Sviluppo di Micro e Nano-tecnologie e Sistemi Avanzati per la Salute dell uomo. Sabrina Conoci

Iπποκράτης. Sviluppo di Micro e Nano-tecnologie e Sistemi Avanzati per la Salute dell uomo. Sabrina Conoci Iπποκράτης (HIPPOCRATES) Sviluppo di Micro e Nano-tecnologie e Sistemi Avanzati per la Salute dell uomo Sabrina Conoci Progetti PON per lo sviluppo ed il potenziamento dei Distretti Tecnologici siciliani

Dettagli

Biosimilari La Guida

Biosimilari La Guida Biosimilari La Guida Seconda edizione 2011 Traduzione italiana Copyright 2011 ASSOGENERICI EGA_BIOSIMILARS_INT_IT.indd 3 18/03/11 07:09 Indice Introduzione... 6 Di cosa tratta questo manuale A chi si rivolge

Dettagli

Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza

Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza Ricerca e sviluppo: non solo competitività ma speranza Sergio Dompé Presidente Farmindustria Malattie rare e disabilità Siamo rari ma tanti Roma, 1 dicembre 2006 Ogni quattro mesi, uno di vita in più Italia:

Dettagli

Biofarmaci. Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche. Conferenza Stampa. Roma, 22 settembre 2011

Biofarmaci. Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche. Conferenza Stampa. Roma, 22 settembre 2011 Biofarmaci Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche Eugenio Benvenuto Laboratorio Biotecnologie UT BIORAD Conferenza Stampa Roma, 22 settembre 2011 UT BIORAD

Dettagli

SCHEMI DI FILIERA TRA AZIENDE BIO FVG

SCHEMI DI FILIERA TRA AZIENDE BIO FVG SCHEMI DI FILIERA TRA AZIENDE BIO FVG Relativamente ai punti del Position Paper 7. (Identificazione delle priorità) e 8. (Policy mix, road map e action plan), successivamente allo svolgimento dei gruppi

Dettagli

PASQUALE FREGA Assobiotec

PASQUALE FREGA Assobiotec ITALIAN ORPHAN DRUGS DAY Venerdì 13 febbraio 2015 Sala conferenze Digital for Business - Sesto San Giovanni (MI) PASQUALE FREGA Assobiotec www.digitalforacademy.com Italian Orphan Drug Day Malattie Rare

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Disegni Sperimentali

Disegni Sperimentali Master Universitario di II Livello Ricerca e Sviluppo Pre-Clinico e Clinico del Farmaco Modulo 4 Sviluppo Clinico dei Farmaci Disegni Sperimentali Docente: Prof. Antonio MARZO e-mail: antoniop.marzo@libero.it

Dettagli

L'accesso ai farmaci a livello europeo ed il posizionamento dell Italia Claudio Jommi (claudio.jommi@pharm.unipmn.it)

L'accesso ai farmaci a livello europeo ed il posizionamento dell Italia Claudio Jommi (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) L'accesso ai farmaci a livello europeo ed il posizionamento dell Italia Claudio Jommi (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Agenda Tendenze in atto nella governance dell accesso dei farmaci nei principali

Dettagli

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Il British Medical Journal pubblica un articolo non equilibrato riguardante dabigatran Ingelheim, Germany, 23 luglio

Dettagli

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

Dettagli

Valutazione a breve e lungo termine del profilo rischiobeneficio di prodotti biologici attraverso una rete di banche dati sanitarie in Italia

Valutazione a breve e lungo termine del profilo rischiobeneficio di prodotti biologici attraverso una rete di banche dati sanitarie in Italia Valutazione a breve e lungo termine del profilo rischiobeneficio di prodotti biologici attraverso una rete di banche dati sanitarie in Italia Coordinatore Scientifico: Achille P. Caputi Principal Investigator:

Dettagli

Farmaci biologici: vaccini virali inattivati

Farmaci biologici: vaccini virali inattivati Farmaci biologici: vaccini virali inattivati Laura Campitelli Unità Vaccini Influenza CRIVIB, ISS Qualità e sicurezza dei farmaci biologici e dei farmaci prodotti con biotecnologie (biotecnologici) Roma,

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25

Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Sezione di Tecnologia e Legislazione Farmaceutiche Maria Edvige Sangalli Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche E25 Fabbricazione Industriale dei Medicinali 4 CFU Procedure Registrative

Dettagli

Consulenti e comunicatori della qualità alimentare. La partnership ideale per. l innovazione. nutraceutica

Consulenti e comunicatori della qualità alimentare. La partnership ideale per. l innovazione. nutraceutica Consulenti e comunicatori della qualità alimentare La partnership ideale per l innovazione nutraceutica Il polo italiano della nutraceutica Promuovere e realizzare l innovazione nel settore alimentare

Dettagli

Armando Genazzani Dipartimento di Scienze del Farmaco Università del Piemonte Orientale. genazzani@pharm.unipmn.it 347.9829981 V EDIZIONE MASTER

Armando Genazzani Dipartimento di Scienze del Farmaco Università del Piemonte Orientale. genazzani@pharm.unipmn.it 347.9829981 V EDIZIONE MASTER Armando Genazzani Dipartimento di Scienze del Farmaco Università del Piemonte Orientale V EDIZIONE MASTER DISCIPLINE REGOLATORIE MARKET ACCESS IN AMBITO FARMACEUTICO E BIOTECNOLOGICO Drug & Food Biotechnology

Dettagli

Convalida di sistemi per la farmacovigilanza: : l esperienzal Zambon

Convalida di sistemi per la farmacovigilanza: : l esperienzal Zambon Convalida di sistemi per la farmacovigilanza: : l esperienzal Zambon Anna Piccolboni - Gianluigi Moroni ZAMBON GROUP S.p.A. Giorgio Civaroli CTP System The strength of innovation ZAMBON GROUP S.p.A. Fondata

Dettagli

10 anni di Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali: uno sguardo al futuro. Luca Pani. DG@aifa.gov.it

10 anni di Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali: uno sguardo al futuro. Luca Pani. DG@aifa.gov.it 10 anni di Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali: uno sguardo al futuro Luca Pani DG@aifa.gov.it I dati nazionali della sperimentazione clinica nel contesto Europeo 3 In questo

Dettagli

correzione, verifica e validazione dei risultati

correzione, verifica e validazione dei risultati Università degli Studi di Padova Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica (A.A. 2005-2006) INDIRIZZI: DIAGNOSTICO E ANALITICO TECNOLOGICO Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica: automazione

Dettagli

Comparabilità fra le somministrazioni successive effetto di trascinamento ( carry-over ) effetto di periodo

Comparabilità fra le somministrazioni successive effetto di trascinamento ( carry-over ) effetto di periodo Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 2 Gli studi crossover Periodo 1 Periodo 2 R A N D O M A B A B Valutazione Tempo 1 0 1 1 2 0 2 1 Gli studi crossover Metodo epidemiologici per la clinica

Dettagli

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014

Rapporto sulle biotecnologie in Italia. BioInItaly Report 2014. Assobiotec-EY. Torino, 11 marzo 2014 Rapporto sulle biotecnologie in Italia BioInItaly Report 2014 Assobiotec-EY Torino, 11 marzo 2014 1. Il sistema delle imprese biotecnologiche in Italia Numero di imprese Anche nel 2013, quello delle biotecnologie

Dettagli

Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione

Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione Bruno Dallapiccola Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Genetica Medica, Università La Sapienza Istituto CSS-Mendel, Roma Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione Geneticization

Dettagli

Illustrazione del corso

Illustrazione del corso 1 Illustrazione del corso 1. Il concetto di qualità nell industria farmaceutica dallo Sviluppo alla Produzione Missione primaria di un azienda farmaceutica che faccia ricerca e sviluppo è quella di portare

Dettagli

ALLEGATO TECNICO SCOPO DEL DOCUMENTO

ALLEGATO TECNICO SCOPO DEL DOCUMENTO ALLEGATO TECNICO CAPITOLATO DESCRITTIVO DEI SERVIZI DI QUALIFICA E CONVALIDA DI UN LABORATORIO PER IL CONTROLLO DI FARMACI E PRODOTTI DA TERAPIE AVANZATE SECONDO IL SISTEMA GOOD MANUFACTURING PRACTICE

Dettagli

Tracciabilità nelle macchine di produzione

Tracciabilità nelle macchine di produzione Tracciabilità nelle macchine di produzione Chi ha modificato il processo di produzione e perchè? Quando si è verificato nel processo e perchè? Com era il processo di produzione in quel momento? WinCC flexible

Dettagli

INNOVATIVI O INNOVATORI? Cristiano Costanzo Innovation & Project Management Director GlaxoSmithKline Italia

INNOVATIVI O INNOVATORI? Cristiano Costanzo Innovation & Project Management Director GlaxoSmithKline Italia INNOVATIVI O INNOVATORI? Cristiano Costanzo Innovation & Project Management Director GlaxoSmithKline Italia Innovation will be the driving Industry Engine of the 21 st Century! Jens Monsees Industry Leader

Dettagli

Risk Management in pratica

Risk Management in pratica Risk Management in pratica Antonio Baldassarre I 50 anni di SSFA e la ricerca clinica in Italia Roma, 1 aprile 2014 Risk Management Plans: Regulatory Milestones March 2003 Nov 2004/Mar 2005 Nov 2005/Mar

Dettagli

IMMUNOTERAPIA SPECIFICA IN ITALIA: CHI PAGA? Stato dell arte nelle diverse regioni Italiane!

IMMUNOTERAPIA SPECIFICA IN ITALIA: CHI PAGA? Stato dell arte nelle diverse regioni Italiane! IMMUNOTERAPIA SPECIFICA IN ITALIA: CHI PAGA? Stato dell arte nelle diverse regioni Italiane! Dr.ssa Giusi Manzotti giusimanzotti@virgilio.it Responsabile dell Ambulatorio di Allergologia Ospedale di Treviglio

Dettagli

Richiedente Nome di fantasia Dosaggio Forma farmaceutica Via di somministrazione. 40 mg tablet uso orale. 40 mg tablet uso orale

Richiedente Nome di fantasia Dosaggio Forma farmaceutica Via di somministrazione. 40 mg tablet uso orale. 40 mg tablet uso orale Allegato I Elenco dei nomi, delle forme farmaceutiche, dei dosaggi di prodotti medicinali, delle vie di somministrazione, dei titolari dell autorizzazione all immissione in commercio negli Stati membri

Dettagli

API: controlli ed ispezioni nella Supply Chain 52 Simposio AFI - Sessione X

API: controlli ed ispezioni nella Supply Chain 52 Simposio AFI - Sessione X API: controlli ed ispezioni nella Supply Chain 52 Simposio AFI - Sessione X Relatore: Isabella Marta, Responsabile Unità Ispezioni Materie Prime 31 maggio 2012 1 Dichiarazione di trasparenza/interessi*

Dettagli

ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi

ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi due milioni di anziani rinunciano a cure e farmaci,

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati.

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. Biotecnologie ed OGM Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. COSA SONO LE BIOTECNOLOGIE? Si dicono Biotecnologie i metodi tecnici che permettono lo sfruttamento di sistemi

Dettagli

Bando per il Master Universitario di II livello in Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco

Bando per il Master Universitario di II livello in Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco Bando per il Master Universitario di II livello in Gestione regolatoria del ciclo di vita del farmaco Anno accademico 2014/2015 L Università degli Studi di Camerino, VISTO lo Statuto di Ateneo, emanato

Dettagli

umbr ia campa nia marc he ligur ia calabr ia Costo Terapie 1 1 4 1 2 1 3 1 1 4 2 21 Prontuario Terapeutico 2 5 1 1 5 4 2 1 1 4 1 1 3 31

umbr ia campa nia marc he ligur ia calabr ia Costo Terapie 1 1 4 1 2 1 3 1 1 4 2 21 Prontuario Terapeutico 2 5 1 1 5 4 2 1 1 4 1 1 3 31 Applicazioni informatiche distribuite attraverso il sito della SIFO. Richieste dei programmi, valutazioni e implicazioni. Dott. Felice Musicco (Farmacista Dirigente Istituti Fisioterapici Ospitalieri di

Dettagli

Allestire il Fascicolo Tecnico in compliance alla direttiva 93/42 CE e alla European Proposal of EU Commission

Allestire il Fascicolo Tecnico in compliance alla direttiva 93/42 CE e alla European Proposal of EU Commission Focused Courses Allestire il Fascicolo Tecnico in compliance alla direttiva 93/42 CE e alla European Proposal of EU Commission Firenze 27 Gennaio 2016 Job Delegate Position Il corso si rivolge agli operatori

Dettagli

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE Come erogatore di assistenza di primo livello, il MMG è direttamente implicato nella scelta appropriata e nell utilizzo efficiente

Dettagli

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro)

SCHEDA FARMACO. (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Dabrafenib (Tafinlar)

Dettagli

L Associazione 2. Il Comparto Industriale 4. I farmaci Generici 8. LE Azioni necessarie per la competitività del settore 13

L Associazione 2. Il Comparto Industriale 4. I farmaci Generici 8. LE Azioni necessarie per la competitività del settore 13 indice L Associazione 2 Il Comparto Industriale 4 I farmaci Generici 8 I FARMACI Biosimilari 11 I FARMACI Galenici 12 I FARMACI Perfusionali 12 LE Azioni necessarie per la competitività del settore 13

Dettagli

Linea preaffettati Pre-sliced cured meat line

Linea preaffettati Pre-sliced cured meat line organizzato da organized by Linea preaffettati Pre-sliced cured meat line con la partecipazione di with the participation of 3 G 004 6 B 024 6 B 030 6 H 024 5 M 068 6 B 018 6 C 048 Ceia è una Società che

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL SEGRETO NELLE PROCEDURE RIGUARDANTI IL SISTEMA REGOLATORIO DEI FARMACI

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL SEGRETO NELLE PROCEDURE RIGUARDANTI IL SISTEMA REGOLATORIO DEI FARMACI Presidenza del Consiglio dei Ministri IL SEGRETO NELLE PROCEDURE RIGUARDANTI IL SISTEMA REGOLATORIO DEI FARMACI 28 maggio 2010 INDICE Presentazione... 3 Documento... 4 1. Il quadro di riferimento... 4

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Registrazione Partecipanti Introduzione al Corso 10.00 13.00 L azienda farmaceutica: organizzazione e funzioni G. Breghi

Registrazione Partecipanti Introduzione al Corso 10.00 13.00 L azienda farmaceutica: organizzazione e funzioni G. Breghi 06.02.15 9.00 9.30 9.30 10.00 Università degli Studi di Siena Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacia Master di II Livello in Tecnologie Farmaceutiche Industriali VIII Edizione A.A. 2014-2015

Dettagli

Aspetti Regolatori del Lifecycle di un farmaco

Aspetti Regolatori del Lifecycle di un farmaco Aspetti Regolatori del Lifecycle di un farmaco Corso per Regulatory Affairs Specialist Focused Courses Focus su: Registrazione, variazioni, prezzo e rimborso ed informazione medico scientifica MILANO -

Dettagli

WebBook PROBLEMATICHE DI SICUREZZA INFORMATICA NELL INDUSTRIA CHIMICO-FARMACEUTICA

WebBook PROBLEMATICHE DI SICUREZZA INFORMATICA NELL INDUSTRIA CHIMICO-FARMACEUTICA WebBook PROBLEMATICHE DI SICUREZZA INFORMATICA NELL INDUSTRIA CHIMICO-FARMACEUTICA Giuseppe Ruggirello Principal Consultant CTP Tecnologie di Processo (giuseppe.ruggirello@ctpsystem.com) Anna Lidia Vignoli

Dettagli

CONVEGNO FEDERSALUS COSMOFARMA 2015

CONVEGNO FEDERSALUS COSMOFARMA 2015 CONVEGNO FEDERSALUS COSMOFARMA 2015 La comunicazione degli integratori alimentari a farmacisti e medici. Opportunità e limiti offerti dall'attuale quadro regolatorio INTEGRATORI ALIMENTARI: DRIVERS DELLE

Dettagli

Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici. Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana

Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici. Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana Guanti in vinile Stent coronarici Valvola aortica percutanea Mammografo

Dettagli

Definizione di segnale

Definizione di segnale Signal detection Laura Sottosanti Ugo Moretti Definizione di segnale Information that arises from one or multiple sources (including observations and experiments), which suggests a new potentially causal

Dettagli

IL RUOLO DEL CHIMICO NELLA RICERCA FARMACEUTICA

IL RUOLO DEL CHIMICO NELLA RICERCA FARMACEUTICA Giornata di Studio Ambiente e Territorio nella Provincia di Siracusa: IL CHIMICO A TUTELA DELLA QUALITÀ DELLA VITA IL RUOLO DEL CHIMICO NELLA RICERCA FARMACEUTICA Sebastiano Mangiafico MEDIVIS - Catania

Dettagli

RICONOSCIUTA CON D.M. DEL MURST DEL 02/01/1996 - ISCRITTA PREFETTURA DI MILANO N. 467 PAG. 722 VOL. 2 QUADERNI. EDITORIALE Flavia Franconi

RICONOSCIUTA CON D.M. DEL MURST DEL 02/01/1996 - ISCRITTA PREFETTURA DI MILANO N. 467 PAG. 722 VOL. 2 QUADERNI. EDITORIALE Flavia Franconi RICONOSCIUTA CON D.M. DEL MURST DEL 02/01/1996 - ISCRITTA PREFETTURA DI MILANO N. 467 PAG. 722 VOL. 2 ANNO XI N 40 GIUGNO 2015 QUADERNI DELLA PERIODICO DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI FARMACOLOGIA - FONDATA

Dettagli

Priorità di Governo Clinico

Priorità di Governo Clinico Convention Nazionale Clinical Governance e Management Aziendale Sostenibilità delle innovazioni organizzative nell era del federalismo sanitario Bologna, 15-16 ottobre 2010 Survey Priorità di Governo Clinico

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

Applicazioni Pat in ambito farmaceutico

Applicazioni Pat in ambito farmaceutico Applicazioni Pat in ambito farmaceutico Marco Bellentani, Sandro De Caris L articolo si propone di descrivere gli aspetti metodologici che sono alla base della Pat (Process Analytical Technology) e come

Dettagli

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali Milano, 22 giugno 2012 Prof. Avv. Alessandro Mantelero Politecnico di Torino IV Facoltà I. Informazione pubblica ed informazioni personali

Dettagli

Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi

Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi Individuazione e classificazione dei rifiuti pericolosi Paolo Pipere Responsabile Servizio Ambiente ed Ecosostenibilità Camera di Commercio di Milano Classificazione dei rifiuti I criteri di classificazione

Dettagli

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico:

Premesse. Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Premesse 2 Lo sviluppo di nuovi medicinali è un processo molto impegnativo sia dal punto di vista procedurale che economico: Su 8 molecole che presentano potenzialità terapeutiche solo 1, solitamente,

Dettagli

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra CHI SIAMO Nel 1998 nasce AGAN, societa specializzata nei servizi di logistica a disposizione di aziende che operano nel settore food del surgelato e del fresco. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene

Dettagli

AIFA Agenzia Italiana del Farmaco Sirolimus (Rapamune)

AIFA Agenzia Italiana del Farmaco Sirolimus (Rapamune) AIFA - Sirolimus (Rapamune) 08/02/2010 (Livello 2) AIFA Agenzia Italiana del Farmaco Sirolimus (Rapamune) Nota Informativa Importante (08 Febbraio 2010) file:///c /documenti/sir653.htm [08/02/2010 10.47.36]

Dettagli

Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA

Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA Regolamentazione di APP mediche: normativa attuale e futuri scenari a seguito del parere FDA Marcella Marletta Direttore Generale dei Dispositivi Medici, del Servizio Farmaceutico e della Sicurezza delle

Dettagli

AVVISO n.20015. 20 Novembre 2012 ExtraMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.20015. 20 Novembre 2012 ExtraMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.20015 20 Novembre 2012 ExtraMOT Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifica Regolamento ExtraMOT: Controlli automatici delle negoziazioni - Automatic

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

Roma, 23 aprile 2009 Alcol e marketing sociale Tiziana Codenotti Contesto della discussione sul marketing sociale Forum Alcol e Salute Organismo individuato all interno della Strategia Europea sull alcol,

Dettagli

DIRITTI PROPRIETARI E PROTEZIONE DEI PAZIENTI

DIRITTI PROPRIETARI E PROTEZIONE DEI PAZIENTI CONTRAFFAZIONE FARMACEUTICA: DIRITTI PROPRIETARI E PROTEZIONE DEI PAZIENTI Domenico Di Giorgio Dirigente Unità Prevenzione Contraffazione AIFA Agenzia Italiana del Farmaco Incontro sui brevetti biotecnologici

Dettagli

NOVAITALY by MELPORT NOVAITALY STUDIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE INTERIOR DESIGN AND REALIZATION OFFICE ARCHITETTURA - ARREDAMENTO

NOVAITALY by MELPORT NOVAITALY STUDIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE INTERIOR DESIGN AND REALIZATION OFFICE ARCHITETTURA - ARREDAMENTO NOVAITALY by MELPORT DESIGNER Giacomo Melpignano STUDIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE INTERIOR DESIGN AND REALIZATION OFFICE ARCHITETTURA - ARREDAMENTO GENERAL CONTRACTOR - INDUSTRIAL DESIGN 1 2 NOVAITALY

Dettagli