Non è ora di cambiare le equazioni del tuo IT?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Non è ora di cambiare le equazioni del tuo IT?"

Transcript

1

2 Non è ora di cambiare le equazioni del tuo IT? Da sempre l'uomo desidera dedicarsi alle attività creative e crea macchine affinché svolgano i compiti ripetitivi al posto suo. Perché per lo sviluppo di applicazioni Web dovrebbe essere diverso? Per questo abbiamo creato WebRatio, l'ambiente che cambia le equazioni che governano il processo di sviluppo delle applicazioni Web: i nostri clienti possono dedicarsi all'analisi dei bisogni, alle attività creative e alla validazione dei risultati, perché le operazioni ripetitive le esegue WebRatio! I committenti diventano parte integrante del processo di sviluppo e vedono immediatamente una risposta alle loro richieste. Questa collaborazione efficace tra stakeholder garantisce risultati migliori e duraturi nel tempo. Stefano Butti - CEO di WebRatio Pagina 2 di 20

3 Ratio 1: INNOVAZIONE/MANUTENZIONE Quante risorse impieghi in innovazione e quante in manutenzione? Figura 1. Che percentuale di risorse impieghi solitamente nella manutenzione delle applicazioni esistenti rispetto alla creazione di nuove applicazioni? La funzione dell IT è naturalmente quella di supportare il business di un azienda. Quanto più il business è dinamico tanto più l IT deve adattarsi ed evolvere. In un mondo ideale dove i sistemi informatici esistenti vanno avanti da soli, le risorse di un dipartimento IT, sia umane sia economiche, sarebbero impiegate principalmente per realizzare applicazioni innovative in risposta ai bisogni del business, come aumentare la competitività dell azienda sul mercato, facilitare il lavoro dei dipendenti o favorire il rapporto con i clienti. In realtà gli addetti ai lavori sanno che si tratta di un utopia. I sistemi informatici non vanno avanti da soli e la maggior parte dei costi sostenuti dall IT sono dedicati alle spese di esercizio e alla manutenzione del parco applicazioni esistente. Pagina 3 di 20

4 Cosa dicono i numeri? 10% Innovazione, 90% Manutenzione! Un recente e autorevole studio di Gartner 1 ha messo a confronto i costi sostenuti per lo sviluppo e la manutenzione durante l intero ciclo di vita di un applicazione con i costi sostenuti dall inizio fino al go live. La conclusione è che in media la percentuale di costi dedicata alla manutenzione post go live surclassa la percentuale dedicata alla prima fase con uno schiacciante 90%. Tale dato è preoccupante perché è il periodo iniziale quello dove veramente si concentra l innovazione. Figura 2. In un gruppo di lavoro tradizionale solo il 10% delle risorse è impiegato nell'innovazione, mentre il 90% è impegnato costantemente nella manutenzione delle applicazioni esistenti 1 A Framework for the Lifetime Total Cost of Ownership of an Application, Andy Kyte, 30 marzo Pagina 4 di 20

5 L immagine seguente riassume i risultati dello studio. Come ulteriore dettaglio dell analisi sono state introdotte due variabili: design for live objectives: rappresenta la volontà dichiarata a priori dal team di sviluppo di voler costruire un applicazione che duri nel lungo periodo application volatility : rappresenta quanto l applicazione per sua natura o contesto è mutevole nel tempo La percentuale mostrata è calcolata dividendo i costi iniziali per raggiungere il go live dell applicazione per il suo TCO (Total Cost of Ownership = costi iniziali + costi di manutenzione). Figura 3. Anche per applicazioni stabili nel tempo i costi per raggiungere il go live arrivano solo al 16% del TCO I costi considerati per il computo del TCO tengono conto di: costo aziendale delle risorse umane coinvolte nello sviluppo e nella manutenzione: programmatori, analisti, project manager, ecc. costo delle licenze software e dei relativi canoni di manutenzione costo per l esercizio dell applicazione: infrastruttura hardware, servizi di business continuity, ecc. I dati sono sorprendenti! Anche per le applicazioni poco soggette a variazioni e realizzate per risultare stabili a lungo termine i costi per raggiungere il go live arrivano solo al 16% del TCO! La media esatta calcolata su tutti i casi analizzati da Gartner è l 8%. Facendo un approssimazione possiamo quindi concludere che mediamente solo il 10% dei costi sostenuti viene impiegato nella prima fase, quella più innovativa, dello sviluppo delle applicazioni. Pagina 5 di 20

6 WebRatio ribalta questa equazione! L'uso di WebRatio per tutto il ciclo di vita delle proprie applicazioni aumenta la percentuale di tempo che si può dedicare subito alle nuove applicazioni e riduce drasticamente i costi per la loro manutenzione ed evoluzione nel tempo. Come? Generazione automatica del codice - il codice prodotto viene generato da un processo "industrializzato" con procedure automatizzate e molto ben testate: il codice risulta così privo di tutti quegli errori "casuali" dovuti a distrazioni o sviste, difficilmente individuabili in fase di sviluppo e che costa molto andare a "scovare" e correggere in fase di manutenzione Modellazione visuale intuitiva i costi di presa in carico di interventi correttivi o evolutivi è estremamente ridotto, perché operare su un modello visuale anziché su linee di codice è più semplice e meno delicato. Toccare linee di codice può avere impatti inaspettati, specie se il codice è stato scritto da altri programmatori molto tempo prima (cosa che capita molto spesso); intervenire su un modello astratto e visuale, invece, ha impatti molto più "controllati". Lo strumento di sviluppo, inoltre, è in grado di rigenerare in maniera coerente tutta l'applicazione da zero, propagando la modifica fatta al modello in tutti i punti del codice su cui questa aveva impatto Passaggi di consegna più semplici e veloci - i passaggi di consegna dal team di sviluppo al team di manutenzione (se è diverso) sono resi molto più semplici; la facilità di comprensione e il livello di dimestichezza che si raggiungono con un modello visuale sono estremamente più alte di quelle che si possono avere con del puro codice testuale, specie in mancanza di una documentazione aggiornata (caso molto frequente) Nessun componente proprietario - le applicazioni non hanno componenti proprietari e per la loro messa in esercizio può bastare un ambiente completamente open-source, il cui costo si riduce alle spese per l'hardware Sviluppo Agile - la produttività e l'agilità del processo di sviluppo aumentano considerevolmente; in uno studio fatto dal nostro cliente Acer (http://www.slideshare.net/mbrambil/developing-ebusiness-solutions-with-amodel-driven-approach-the-case-of-acer-emea) è stata misurata una produttività (espressa in termini di FP/giorno di lavoro) di almeno 3 volte superiore rispetto al normale; in questo modo, già in fase di sviluppo, è possibile implementare funzionalità che, altrimenti, si sarebbero potute integrare solo in fase di manutenzione. Pagina 6 di 20

7 Figura 4. Indice di produttività (Function point per giornata di lavoro) 60% Innovazione / 40% Manutenzione I punti espressi in precedenza sono difficilmente quantificabili in una formula, ed ancora più complesso è esprimere quanto un modello visuale sia più semplice da comprendere e manipolare rispetto ad una progetto Java. Possiamo però arrivare a misurare il nuovo ratio attraverso un calcolo "a posteriori", basato sulla nostra esperienza e quella dei nostri clienti. Abbiamo analizzato una base statistica di oltre 50 aziende operanti in diversi settori (bancario/finanziario, energy/utility, industria, grande distribuzione e altri), prendendo in considerazione l insieme delle applicazioni sviluppate con WebRatio. Calcolando una media dei costi sostenuti per l esercizio delle applicazioni, possiamo affermare che in un gruppo di lavoro che usa WebRatio composto da 4 persone, 3 si possono dedicare allo sviluppo di nuovi progetti e solo 1 viene dedicata alla manutenzione delle applicazioni fatte. Aggiungendo i costi medi per l esercizio delle applicazioni (in molti casi pari a 0 perché si è scelto l open source) e i costi per il servizio di supporto interno, siamo arrivati al dato finale: il 60% delle risorse IT si può dedicare alla costruzione di nuove applicazioni. Pagina 7 di 20

8 Figura 5. Con WebRatio impieghi il 60% delle tue risorse nell'innovazione, ed abbassi l'effort per la manutenzione al 40% Non si tratta della promessa di un risultato ipotetico! Il ribaltamento dell equazione è un dato tangibile che abbiamo calcolato su un ampia base di aziende e su un numero elevatissimo di progetti eterogenei in diversi settori industriali. Pagina 8 di 20

9 Ratio 2: COINVOLGIMENTO / ATTESA Quante volte IT e committente si incontrano durante lo sviluppo? Ogni progetto IT ha una storia a sé; eppure esistono dei denominatori comuni, come ad esempio la data di consegna che i committenti desiderano: Ieri!. Da una parte questo è comprensibile, perché una volta individuato il bisogno è fondamentale soddisfarlo immediatamente per massimizzare il vantaggio di business. Figura 6. In un gruppo di lavoro tradizionale il committente viene coinvolto solo nella fase iniziale e nella fase finale del processo di sviluppo Dall altra parte questa fretta spesso si rivela deleteria per il progetto: il committente, anche se non ha le idee ben chiare, stila velocemente i requisiti, l IT li raccoglie e comincia a sviluppare. A quel punto il committente resta in attesa e se nel frattempo nascono nuovi bisogni o si chiariscono alcuni aspetti non può far altro che tenerli per sé, ed eventualmente segnalarli come successive evoluzioni dell applicazione. Al termine dello sviluppo l IT consegna l applicazione e il committente ne verifica il funzionamento e l allineamento con le sue aspettative. Naturalmente dipende dalle situazioni ma può capitare che l applicazione consegnata purtroppo risulti lontana dalle aspettative del committente. Crediamo che questi disallineamenti non siano tanto dovuti all IT, che non ha fatto altro che sviluppare con un approccio di per sé sicuro, ma siano dovuti alla bassa interazione tra IT e committenti. Pagina 9 di 20

10 Cosa dicono i numeri? 85% Attesa, 15% Coinvolgimento Quando nei progetti di sviluppo IT "tradizionali" si segue lo schema classico "a cascata", le fasi dello sviluppo si svolgono in sequenza: 1. analisi dei requisiti 2. progettazione/definizione delle specifiche 3. sviluppo 4. test 5. installazione Uno degli studi più autorevoli riguardo lo sviluppo a cascata è quello che ha portato alla definizione del modello COCOMO (COnstructive COst MOdel of software development activity). Secondo questo modello la distribuzione delle risorse nelle 5 fasi è la seguente: FASI DI UN PROGETTO IT CON SVILUPPO A CASCATA analisi dei requisiti 10% progettazione/definizione delle specifiche 35% sviluppo 30% test 20% installazione 5% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% Figura 7. Fasi di un progetto IT con sviluppo a cascata. (fonte: modello COCOMO II, COnstructive COst MOdel of software development activity) In un processo di sviluppo a cascata il committente viene coinvolto durante la fase di analisi, per la raccolta dei bisogni. I requisiti così determinati vengono messi "su carta". Poi inizia una lunga attesa fino all'installazione, quando il committente può finalmente vedere il risultato ed eventualmente correggere alcuni minimi dettagli. Se durante la fase dell analisi il committente viene coinvolto nelle attività al 50% e nella fase di test viene coinvolto al 50% è immediato calcolare che sulla durata totale del progetto il committente viene coinvolto solo per il 15% del tempo totale; per l 85% del tempo rimane ad aspettare. Pagina 10 di 20

11 WebRatio ribalta questa equazione! Grazie a WebRatio è possibile lasciarsi alle spalle il metodo di sviluppo a cascata e adottare pienamente un metodo di sviluppo "agile". Nell'ingegneria del software, per metodologia agile si intende un particolare metodo per lo sviluppo del software che coinvolge quanto più possibile il committente, ottenendo in tal modo una elevata reattività alle sue richieste (tratto da Wikipedia). WebRatio adotta e amplifica i benefici di una particolare metodologia agile chiamata sviluppo iterativo. Le caratteristiche dell'approccio agile che WebRatio amplifica riguardano principalmente: - la rapidità nel produrre un risultato - la produzione di prototipi "realistici" ogni volta che si vuole Figura 8. L'approccio allo sviluppo di un progetto WebRatio In questo modo il committente è in grado di "toccare con mano" lo stato di avanzamento del progetto praticamente in tempo reale. I prototipi che si producono sono "realistici", non mockup finti, sono la vera applicazione che evolve nel tempo. Nell'approccio tradizionale il committente viene coinvolto all'inizio per la raccolta dei requisiti e alla fine dopo la consegna per la verifica del risultato finale. Pagina 11 di 20

12 Figura 9. Grado di coinvolgimento del committente in un processo di sviluppo tradizionale Nell'approccio agile il committente viene continuamente coinvolto! Un tipico progetto realizzato con WebRatio può facilmente prevedere giorni di condivisione con il committente e giorni di sviluppo a fasi alterne in modo continuato per tutta la durata del progetto. Sebbene questo tipo di approccio consenta al team di decidere liberamente il grado di coinvolgimento del committente nel processo di sviluppo, possiamo affermare che mediamente nei progetti già affrontati con WebRatio dai nostri clienti, il livello di coinvolgimento dei committenti è pari al 50%, dividendo così in parti uguali il periodo in cui il committente partecipa attivamente alla creazione della soluzione ed il periodo in cui rimane in attesa. Figura 10. In un progetto WebRatio il committente partecipa attivamente al processo di sviluppo, ottenendo un'applicazione finale in linea con le sue aspettative Pagina 12 di 20

13 RATIO 3: CREATIVITA / RIPETITIVITA Quanto tempo lo sviluppatore dedica alle attività a valore aggiunto? Scrivere software è una attività altamente creativa; non esistono altri campi in cui per creare qualcosa basta scrivere su una tastiera. Per creare qualsiasi cosa si deve passare per la "materia", tranne che per il software, che viene "forgiato" nei circuiti elettronici nel momento stesso in cui lo si scrive. Figura 11. L'approccio tradizionale limita la creatività degli sviluppatori, che impiegano gran parte del proprio tempo a scrivere operazioni ripetitive senza reale valore aggiunto Tuttavia quando si affrontano progetti di sviluppo che iniziano a "pesare" già qualche decina di giorni uomo la creatività viene ben presto sopraffatta da una serie crescente di operazioni ripetitive; prendiamo ad esempio un'applicazione Web: una volta definite le specifiche, nella parte di sviluppo non vi è più nulla di veramente creativo: il codice per l'accesso ai database, per la memorizzazione dei dati in sessione, per la visualizzazione dei dati nelle pagine, per la gestione dell'autenticazione e della sicurezza, ecc. è ormai standardizzato, sempre uguale. Lo sviluppatore che lo affronta non solo dovrà svolgere attività ripetitive, ma dovrà anche prestare molta attenzione a rispettare tutti gli standard più consolidati. Pagina 13 di 20

14 Cosa dicono i numeri? Ripetitività 70%, Creatività 30% In quest'ambito è difficile arrivare ad esprimere dei numeri generalizzabili. Anche solo dire quali attività possono essere considerate creative e quali ripetitive può essere oggetto di dibattito. Ma con le opportune ipotesi e la dovuta prudenza ci proviamo lo stesso. In generale le attività creative si concentrano nella fase di analisi. Poi, man mano che si va verso lo sviluppo di dettaglio, la percentuale di attività creative diminuisce. Proviamo quindi ad esprimere, per ciascuna fase, quanta percentuale di attività creative comporta. Fase % nello sviluppo % di attività creative Analisi 10 % 100 % Progettazione/definizione delle specifiche 35 % 40 % Sviluppo 30 % 20 % Test 20 % 0 % Installazione 5 % 0 % Tirando le somme quindi, con un certo grado di approssimazione, possiamo dire che le attività creative occupano il 30% delle attività totali. Pagina 14 di 20

15 WebRatio ribalta questa equazione! Con WebRatio le fasi di sviluppo cambiano, non sono più in cascata ma cicliche. Inoltre il peso di ognuna cambia moltissimo. Sparisce lo sviluppo inteso come programmazione per lasciare spazio alla modellazione. Possiamo riprendere lo schema COCOMO e riadattarlo al ciclo di sviluppo WebRatio: FASI DI UN PROGETTO IT CON WEBRATIO Analisi iniziale + momenti di verifica e coinvolgimento del committente 40% Programmazione delle regole di generazione personalizzate 20% Modellazione 20% Test 15% Installazione 5% 0% 10% 20% 30% 40% 50% Figura 12. Fasi di un progetto IT con WebRatio ed il suo sviluppo agile A questo punto possiamo definire la percentuale di creatività presente in ciascuna fase: Pagina 15 di 20

16 Fase % nello sviluppo % di attività creative Analisi iniziale + momenti di verifica e 40 % 100 % coinvolgimento del committente durante lo sviluppo Modellazione 20 % 100 % Programmazione delle regole di 20 % 100 % generazione personalizzate Test 15 % 0 % Installazione 5 % 0 % Nelle prime tre fasi le attività sono creative al 100%. Lo sono nell analisi e nei momenti di confronto con il committente perché è quello il momento in cui si definiscono i requisiti. Lo sono nella fase di modellazione, poiché il modello è astratto e sintetico al più alto grado possibile. Lo sono anche nella fase di programmazione, perché grazie al riuso dei componenti, basta implementare solo le linee di codice strettamente necessarie e sarà l ambiente di modellazione che si occuperà di applicare quel codice in tutti i punti in cui è richiesto. Solo le attività di test e installazione, come nel ciclo tradizionale, restano non creative. Tirando le somme, ecco come WebRatio arriva a ribaltare questo "ratio", solo il 20% delle attività si può considerare "ripetitivo": l'80% è pura creatività! Figura 13. WebRatio esegue le operazioni ripetitive, lasciando che gli sviluppatori possano concentrarsi sulle attività creative ed a valore aggiunto Pagina 16 di 20

17 Ratio 4 : Analisi / Sviluppo Il team IT riesce sempre a dedicare il tempo adeguato all'analisi? Quando si vogliono realizzare applicazioni davvero innovative, non si hanno esempi di altre applicazioni simili già implementate, spesso si parte con un'idea ma si "dirotta" verso un'altra. Questo capita perché il fattore tempo grava sul team IT fin dal primissimo momento. I committenti vogliono subito vedere risultati tangibili, e il team si vede costretto ad accelerare la fase di analisi e iniziare subito la fase di sviluppo. Figura 14. Spesso il fattore tempo grava a tal punto sul team di lavoro che la fase di analisi viene trascurata Ma il cammino naturale di un idea originale è troppo tortuoso per poter essere affrontato in questo modo! E così, man mano che si procede con lo sviluppo, si incontrano dei problemi spesso insormontabili non individuati in precedenza a causa dell analisi frettolosa. Superare questi problemi richiede tempo che non è a disposizione, e questo va a discapito dell idea stessa, che finisce per essere amputata e rischia di perdere la propria originalità. Per poter capire fino in fondo i requisiti della nuova applicazione si dovrebbe dedicare molto tempo all'analisi, tutto il tempo necessario per non avere più dubbi. Pagina 17 di 20

18 Cosa dicono i numeri? 10% Analisi 90% Sviluppo Facendo riferimento agli studi già citati invece, è immediato vedere che la percentuale degli "effort" dedicati all'analisi di un progetto "tradizionale" è pari a solo il 10% del tempo totale di progetto. Non tanto perché si decida a tavolino di impiegare così poco, ma perché si è costretti a dedicare il 90% a tutto il resto, soprattutto alla fase di progettazione e codifica. Figura 15. L'analisi occupa solo il 10% del tempo impiegato in un processo di sviluppo tradizionale Pagina 18 di 20

19 WebRatio ribalta questa equazione! Se definiamo l'analisi come l'insieme di tutte le attività che contribuiscono ad identificare precisamente i requisiti (funzionali e non) dell'applicazione desiderata, possiamo allora considerare l'attività di modellazione come parte integrante dell'analisi (pensiamo ad esempio alla modellazione dei processi di business). Da questo assunto i dati ci dicono che il 60% del tempo può essere considerato "analisi" e solo il 40% "sviluppo" nel senso tradizionale del termine. Figura 16. Con WebRatio dedichi all'analisi il 60% del tuo tempo e le applicazioni realizzate sono sempre adeguate alle esigenze del business Pagina 19 di 20

20 Conclusioni Le equazioni che abbiamo analizzato esprimono il modo in cui l IT opera al servizio del business e risponde ai suoi bisogni. I ratio calcolati sono naturalmente delle medie per un ambiente di business tipico e non tengono conto di situazioni particolari o di eccellenza già in essere. In ogni caso possiamo affermare con sicurezza che WebRatio modifica in meglio i fattori che compaiono nelle equazioni, qualsiasi sia il punto di partenza, portandoli a valori ancora più soddisfacenti sia per il business sia per l IT. Cosa aspetti allora a cambiare le equazioni del tuo IT? Pagina 20 di 20

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio Per il settore Servizi Finanziari Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il divario tra Business e IT nel settore Servizi Finanziari Il settore dei servizi finanziari è

Dettagli

WebRatio. Per il settore Energy e Utilities. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 7

WebRatio. Per il settore Energy e Utilities. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 7 WebRatio Per il settore Energy e Utilities Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 7 Il divario tra Business e IT nel settore Energy e Utilities Il settore Energy e Utilities è in grande

Dettagli

Gestire il laboratorio in maniera semplice

Gestire il laboratorio in maniera semplice Gestire il laboratorio in maniera semplice Guida al LIMS Software as a Service Eusoft White Paper Introduzione La tecnologia oggi offre alle organizzazioni grandi possibilità di innovazione e trasformazione

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Introduzione allo sviluppo ed alla gestione self-service di applicazioni software e database in cloud con piattaforma apaas.

Introduzione allo sviluppo ed alla gestione self-service di applicazioni software e database in cloud con piattaforma apaas. 2015 Corso di formazionef Contenuto: Introduzione allo sviluppo ed alla gestione self-service di applicazioni software e database in cloud con piattaforma apaas. [CORSO: SOFTWARE E DATABASE SELF-SERVICE

Dettagli

Laurea Specialistica in Informatica Struttura e Configurazione di Sistemi Liberi. [Presentazione del Corso]

Laurea Specialistica in Informatica Struttura e Configurazione di Sistemi Liberi. [Presentazione del Corso] Presentazione del Corso 1 Premessa Il software libero/open source si è diffuso oltre le comunità di sviluppo, coinvolgendo altri attori che hanno individuato modelli di sviluppo sostenibili che lo rendono

Dettagli

SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling. Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business

SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling. Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business SOLUTION BRIEF CA ERwin Modeling Come gestire la complessità dei dati e aumentare l'agilità del business CA ERwin Modeling fornisce una visione centralizzata delle definizioni dei dati chiave per consentire

Dettagli

INDEX COME AIUTIAMO I NOSTRI CLIENTI PRODOTTI CAPABILITIES CON CHI LAVORIAMO IL NOSTRO PROCESSO COME LAVORIAMO TEAM CRESCITA CONTATTI

INDEX COME AIUTIAMO I NOSTRI CLIENTI PRODOTTI CAPABILITIES CON CHI LAVORIAMO IL NOSTRO PROCESSO COME LAVORIAMO TEAM CRESCITA CONTATTI C O M P A N Y P R O F I L E 2 0 1 5 INDEX COME AIUTIAMO I NOSTRI CLIENTI 1 PRODOTTI 2 CAPABILITIES 3 CON CHI LAVORIAMO 5 IL NOSTRO PROCESSO 6 COME LAVORIAMO 8 TEAM 9 CRESCITA 10 CONTATTI 11 OME AIUTIAMO

Dettagli

Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07

Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07 Relazione Pinakes3 Analisi modello di business (BOZZA) di Valeriano Sandrucci 08/09/07 1. Introduzione...3 1.2. Application vs Tool... 3 2. Componenti logiche di un modello... 6 3. Ontologie e Semantic

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni:

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni: copertina pg. 1 immagine pg. 2 Easytech è un gruppo di giovani professionisti uniti da un obiettivo comune: proporre le migliori soluzioni per rendere le imprese leggere e pronte a sostenere la competizione

Dettagli

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Business white paper Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Indice 3 Sommario esecutivo 3 Introduzione 3 Best practice a livello aziendale 5 Best practice a

Dettagli

I Modelli della Ricerca Operativa

I Modelli della Ricerca Operativa Capitolo 1 I Modelli della Ricerca Operativa 1.1 L approccio modellistico Il termine modello è di solito usato per indicare una costruzione artificiale realizzata per evidenziare proprietà specifiche di

Dettagli

Ottimizzare Agile per la. agility made possible. massima innovazione

Ottimizzare Agile per la. agility made possible. massima innovazione Ottimizzare Agile per la agility made possible massima innovazione Agile accelera l'offerta di innovazione Lo scenario aziendale attuale così esigente e in rapida evoluzione ha enormemente amplificato

Dettagli

Leveling delle attività

Leveling delle attività Leveling delle attività Metodi per risolvere i conflitti di allocazione delle attività Allocare in modo non-uniforme Ritardare un attività Prima le attività con slack più alto Nel caso di attività con

Dettagli

SiStema dam e Stampa. automatizzata

SiStema dam e Stampa. automatizzata 0100101010010 0100101010 010101111101010101010010 1001010101010100100001010 111010 01001010100 10101 111101010101010010100101 0 1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 010010101001010 1111101010101

Dettagli

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO. Realizzazione di maggiore valore. con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto SERVIZI E SUPPORTO PROCESSI E INIZIATIVE SISTEMI DI SVILUPPO PRODOTTO PRODOTTI SOFTWARE SOLUZIONI VERTICALI Realizzazione di maggiore valore con le soluzioni di gestione del ciclo di vita del prodotto

Dettagli

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica della soluzione La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica La crescente importanza dei ruoli assunti da tecnologie come cloud, mobilità, social

Dettagli

Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI

Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI Sistemi di BPM su Cloud per la flessibilità delle PMI Marco Brambilla, WebRatio e Politecnico di Milano ComoNEXT Lomazzo, 14 Novembre 2012 Dall esigenza Flessibilità del business Risposta immediata ai

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 3 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web MISURAZIONE ED OBIETTIVI INDEX 3 7 13 Strumenti di controllo e analisi Perché faccio un sito web? Definisci

Dettagli

Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa. La mia scuola ha un sito Web

Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa. La mia scuola ha un sito Web Gruppo 4: Gelmi Martina, Morelato Francesca, Parisi Elisa La mia scuola ha un sito Web Presentazione del corso Contenuti e obiettivi del corso Imparare a lavorare con le metodologie dell ingegneria del

Dettagli

Le 7 competenze chiave del Consulente IT

Le 7 competenze chiave del Consulente IT Le 7 competenze chiave del Consulente IT di Pierluigi Demaria Pierluigi Demaria ha partecipato a decine di progetti nazionali e internazionali supportando oltre 200 consulenti e manager nella implementazione,supporto

Dettagli

Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale

Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale Business white paper Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale Il valore del testing continuativo delle prestazioni applicative Le problematiche più comuni nei test prestazionali Nel corso

Dettagli

piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi

piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi AO automazioneoggi Facciamo un po d ordine L approccio ai progetti di implementazione di sistemi ERP è spesso poco strutturato e il processo di implementazione risulta essere frequentemente inefficiente

Dettagli

Perché una technology agency.

Perché una technology agency. Perché una technology agency. Creatività Strategia UX design Seo WEB PROJECT Partner layer CMS abstract Un progetto web moderno è composto da elementi diversi come creatività, strategia e business che

Dettagli

Ciclo di Vita Evolutivo

Ciclo di Vita Evolutivo Ciclo di Vita Evolutivo Prof.ssa Enrica Gentile a.a. 2011-2012 Modello del ciclo di vita Stabiliti gli obiettivi ed i requisiti Si procede: All analisi del sistema nella sua interezza Alla progettazione

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Agile. mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software. Sviluppo Agile: metaprocesso

Agile. mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software. Sviluppo Agile: metaprocesso Agile mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software Sviluppo Agile: metaprocesso Molti progetti software falliscono Sì parte dagli anni 2000 Millennium

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

Audit per l individuazione dell errore umano

Audit per l individuazione dell errore umano 1 Audit per l individuazione dell errore umano Perchè ignoriamo la causa numero 1 dei downtime e delle violazioni di sicurezza? Un Whitepaper di Advanction e ObserveIT 2 Sommario Esecutivo Le aziende stanno

Dettagli

Sviluppo di applicazioni internet:

Sviluppo di applicazioni internet: Sviluppo di applicazioni internet: Rad versus approccio formale Mario Quirico 2 Come si fa a introdurre l'uso di tecniche formali nello sviluppo delle applicazioni internet senza incappare nelle spire

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it. Ing.Ezio MIOZZO

Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it. Ing.Ezio MIOZZO Verona 18 novembre 2010 Ing. Ezio MIOZZO www.ingmiozzo.it 1 Indice Il contesto Metodologie Agili L extreme Project Management Lean Thinking o pensiero Snello Convergenza dei vari approcci 2 Contesto Da

Dettagli

Questi sistemi hanno le tipiche caratteristiche di tutti i sistemi software custom:

Questi sistemi hanno le tipiche caratteristiche di tutti i sistemi software custom: 3.9 NORMATIVA SUL RIUSO DEL SOFTWARE NELLA PA La Commissione propone che la commmissione tecnico-giuridica che studi la revisione della normativa, di cui alla proposta n. 3.1, valuti anche la problematica

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica. Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.it Agile Group Agile Group, gruppo di ricerca su Ingegneria del SW,

Dettagli

Innovazione. Integrazione. Interazione.

Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione.

Dettagli

CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing

CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing CBA-SD uno strumento per la valutazione economica dei benefici del Cloud Computing Indice 1 Il Cloud Benefit Accelerator - Strecof Dynamics - CBA-SD 3 2 Aspetti matematici, economici e statistici del CBA-SD

Dettagli

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma cloud per le PMI Progetto Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI Martedì 13 novembre 2012 Il Progetto è realizzato con il contributo finanziario della Camera di Commercio di

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD

BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD PRODOTTI BUSINESSOBJECTS EDGE STANDARD La business intelligence consente di: Conoscere meglio le attività Scoprire nuove opportunità. Individuare e risolvere tempestivamente problematiche importanti. Avvalersi

Dettagli

WebRatio. Le tue Applicazioni Enterprise Custom in un terzo del tempo. Pensa il modello, Personalizza le Regole, Ottieni l applicazione

WebRatio. Le tue Applicazioni Enterprise Custom in un terzo del tempo. Pensa il modello, Personalizza le Regole, Ottieni l applicazione WebRatio Le tue Applicazioni Enterprise Custom in un terzo del tempo Pensa il modello, Personalizza le Regole, Ottieni l applicazione Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 16 Sommario

Dettagli

Ingegneria del Software - Il Ciclo Lungo

Ingegneria del Software - Il Ciclo Lungo Ingegneria del Software - Il Ciclo Lungo Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Marzo 2014 Il Ciclo Lungo Il Versioning e la Condivisione di Codice Organizzazione dei Pacchetti La Modellazione

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

IBM Intelligent Operations Center for Cloud ottimizza la gestione delle città grazie a un modello Software-as-a-Service

IBM Intelligent Operations Center for Cloud ottimizza la gestione delle città grazie a un modello Software-as-a-Service ZP11-0355, 26 luglio 2011 IBM Intelligent Operations Center for Cloud ottimizza la gestione delle città grazie a un modello Software-as-a-Service Indice 1 Panoramica 3 Descrizione 2 Prerequisiti fondamentali

Dettagli

E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries 1/8

E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries 1/8 E.T.L. (Extract.Tansform.Load) IBM - ISeries Quick-EDD/ DR-DRm ETL 1/8 Sommario ETL... 3 I processi ETL (Extraction, Transformation and Loading - estrazione, trasformazione e caricamento)... 3 Cos è l

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

Studio.net. una proposta modulare ed integrata per gli Studi Professionali

Studio.net. una proposta modulare ed integrata per gli Studi Professionali Studio.net una proposta modulare ed integrata per gli Studi Professionali Consulente del Lavoro: una professione complessa Inaz: soluzioni per i professionisti delle risorse umane Studio.net: la piattaforma

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, ANALISI, SVILUPPO, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DI SISTEMI INFORMATIVI SU PIATTAFORMA IBM WEBSPHERE BPM (EX LOMBARDI)

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI

Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI Cognome Nome Matricola Ingegneria del Software I Prova parziale del 27/4/2015 - ESERCIZI Durata: 1h 15' Esercizio 1 (6 pt.). Si supponga di dover implementare un sistema di lettura ed elaborazione automatica

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti Sviluppo Agile [Cockburn 2002] Extreme Programming (XP) [Beck 2000] Sono più importanti auto-organizzazione, collaborazione, comunicazione tra membri del team e adattabilità del prodotto rispetto ad ordine

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE PER LE AZIENDE Materiale di supporto alla didattica Tecnologie dell informazione e della comunicazione per le aziende CAPITOLO 3: Progettazione e sviluppo

Dettagli

Interfaccia Utente. Prototipi. Sviluppo SW - Usabilità. Sviluppo SW a cascata. Il ciclo di vita a stella (Hix & Hartson)

Interfaccia Utente. Prototipi. Sviluppo SW - Usabilità. Sviluppo SW a cascata. Il ciclo di vita a stella (Hix & Hartson) Interfaccia Utente An interface is a bridge between the world of the product or system and the world of the user. It is the means by which the users interact with the product to achieve their goals. It

Dettagli

Sistemi Informativi DERIVAZIONE DEI REQUISITI FUNZIONALI. Obiettivi Specifica dei Requisiti Assembly Lines Esercizi

Sistemi Informativi DERIVAZIONE DEI REQUISITI FUNZIONALI. Obiettivi Specifica dei Requisiti Assembly Lines Esercizi Sistemi Informativi DERIVAZIONE DEI REQUISITI FUNZIONALI Obiettivi Specifica dei Requisiti Assembly Lines Esercizi Obiettivi Nelle lezioni precedenti abbiamo descritto come modellare i requisiti funzionali

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web èlasoluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza del personale.

Dettagli

Il Cloud è una priorità per le aziende e la PA?

Il Cloud è una priorità per le aziende e la PA? Il Cloud è una priorità per le aziende e la PA? 3 «Cloud Day» Parco Scientifico Tecnologico ComoNExt 5 Novembre 2015 Primo Bonacina Managing Partner, PBS Primo Bonacina Services primo.bonacina@primobonacina.com

Dettagli

documenta PLM certificato da Autodesk

documenta PLM certificato da Autodesk documenta PLM documenta PLM certificato da Autodesk Implementare un progetto PLM significa spesso riorganizzare e razionalizzare molti dei processi aziendali legati alla progettazione e produzione. In

Dettagli

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4

Table of Contents. Il Workforce Management e i Processi Aziendali 3 Le Applicazioni in-house 4 Come Assicurare il Successo Dell Iniziativa 4 White Paper Come affrontare un progetto di Workforce Management, dai Processi Aziendali al Ritorno Dell Investimento L adozione di un sistema integrato di workforce management nel contact center passa

Dettagli

3 MODI DI ADATTARSI AD UN AMBIENTE IN EVOLUZIONE

3 MODI DI ADATTARSI AD UN AMBIENTE IN EVOLUZIONE SOLO I MIGLIORI SOPRAVVIVERANNO 3 MODI DI ADATTARSI AD UN AMBIENTE IN EVOLUZIONE Consigli pratici per i pianificatori TEMPO DI LETTURA: 5 MINUTI SOLO I MIGLIORI SOPRAVVIVERANNO Combinate il paesaggio altamente

Dettagli

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS.

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. Efficiente, rapido, su misura. G2 Automotive è l innovativo sistema di gestione specifico

Dettagli

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi

Gestione di progetto: pianificazione. Introduzione: dove siamo? Introduzione: pianificazione. Simona Bernardi Gestione di progetto: pianificazione Simona Bernardi Corso di Ingegneria del Software 04/ 05 Prof.Susanna Donatelli Introduzione: dove siamo? Gestione di progetto: Pianificazione Monitoraggio e controllo

Dettagli

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX

6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX 6HQRQVLDYYLDDXWRPDWLFDPHQWHIDUHFOLFVX LE FUNZIONALITÀ DELLE LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI (LIM) LIM e nuove tecnologie nella scuola Nell ambito del progetto del Gruppo RCS di predisposizione di strumenti

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web è la soluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

Il modello RAD 1. Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve

Il modello RAD 1. Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve Il modello RAD 1 Rapid Application Development punta a un ciclo di sviluppo molto breve adattamento del modello a cascata in cui l obiettivo di uno sviluppo rapido è raggiunto grazie a strategie costruttive

Dettagli

Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application

Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application Smart Sales Mobile Enterprise Sales Application 1 Enterprise Sales Force Application Disegnata con i migliori esperti di usabilità e con l ausilio del kow-how di oltre 40 agenti e area manager Tutta l

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SVILUPPO DI DATABASE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA SVILUPPO DI DATABASE INTRODUZIONE

Dettagli

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business Sistemi IBM _` iseries Caratteristiche principali Fornisce modalità più veloci, estremamente affidabili e sicure

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

Groupware e workflow

Groupware e workflow Groupware e workflow Cesare Iacobelli Introduzione Groupware e workflow sono due parole molto usate ultimamente, che, a torto o a ragione, vengono quasi sempre associate. Si moltiplicano i convegni e le

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese:

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: Come scegliere la soluzione ottimale per il service desk e migliorare il ROI Sommario

Dettagli

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Tecnologie per lo sviluppo di applicazioni La tendenza attuale dell'ingegneria è quella dell'integrazione di componenti

Dettagli

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio

GESTIONE DEI PROGETTI. Inizio GESTIONE DEI PROGETTI Problema del management Fallimento negli anni 60, inizio 70 Non tanto dovuto alla competenza Un buon management non garantisce il successo ma un cattivo management risulta spesso

Dettagli

PIANIFICAZIONE TURNI WEB

PIANIFICAZIONE TURNI WEB I N F I N I T Y P R O J E C T PIANIFICAZIONE TURNI WEB Nel corso degli anni i settori di attività nei quali si utilizzano i turni di lavoro sono costantemente aumentati e, nello stesso tempo, sono aumentate

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

DIVENTA UNA SUPERSTAR SAAS!

DIVENTA UNA SUPERSTAR SAAS! 2011 Numero 14 SOLUZIONI PER FATTORI BUSINESS INSIDE ONE LA NUOVA ERA SAAS Perché è il momento di considerare seriamente SaaS VALORE OFFERTO Esaminiamo i vantaggi di un offerta SaaS in relazione a CRM

Dettagli

Il dilemma del test: Manuale o Automatico? Fabio Milanese Sales Account Manager Borland Solutions Micro Focus Italy

Il dilemma del test: Manuale o Automatico? Fabio Milanese Sales Account Manager Borland Solutions Micro Focus Italy Il dilemma del test: Manuale o Automatico? Fabio Milanese Sales Account Manager Borland Solutions Micro Focus Italy V 1.0 Micro Focus International 20,000+ CUSTOMERS 4,500 EMPLOYEES WORLDWIDE $1.4 ANNUAL

Dettagli

Risparmiare innovando

Risparmiare innovando GIANLUCA VAGLIO Risparmiare innovando La tecnologia come strumento di risparmio 2011 Gianluca Vaglio www.gianlucavaglio.net Avvertenze legali AVVERTENZE LEGALI Copyright 2011 Gianluca Vaglio. La presente

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE

GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE ABSTRACT Per anni i responsabili della sicurezza delle informazioni e delle LOB hanno intuito che

Dettagli

enrico.tasquier@dedanext.it

enrico.tasquier@dedanext.it enrico.tasquier@dedanext.it Brevemente... chi è Dedanext La domanda di servizi nell impresa locale Pag. 2 Pag. 3 Oltre 800 collaboratori, > oltre 109 milioni di Euro 12% 32% 19% 47% 69% 21% Industria &

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Software. Definizione, tipologie, progettazione

Software. Definizione, tipologie, progettazione Software Definizione, tipologie, progettazione Definizione di software Dopo l hardware analizziamo l altra componente fondamentale di un sistema di elaborazione. La macchina come insieme di componenti

Dettagli

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING

Marketing Metrics: al cuore dell azienda VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Incentivare COVER DOSSIER INHOUSE STARS DESTINAZIONI NEWS VALUTARE IL SUCCESSO DI UNA STRATEGIA DI MARKETING Oltre al Roi, ovvero il ritorno sull investimento, esiste anche uno strumento espressamente

Dettagli

Ricercare rapidamente, trovare i migliori sviluppare il talento.- ----PEP-Talentfinder-------PEP-Recruiter--- ---PEP-Developer.-..

Ricercare rapidamente, trovare i migliori sviluppare il talento.- ----PEP-Talentfinder-------PEP-Recruiter--- ---PEP-Developer.-.. RICERCA de specialisti con il PEP Talent Finder: esempio con nessun candidato Durante un pranzo, un cliente mi confidò una sua grande preoccupazione: da sei mesi non riusciva a trovare un programmatore

Dettagli