PROVINCIA DE CASTEDDU RASSEGNA STAMPA LUGLIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DE CASTEDDU RASSEGNA STAMPA 14-16 LUGLIO"

Transcript

1 PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU RASSEGNA STAMPA LUGLIO Taccuino avvenimenti Pag. 2 Provincia Pag. 3 Cronaca e politica regionale Pag. 19 Viabilità e trasporti Pag. 30 1

2 AGI TACCUINO AVVENIMENTI DI OGGI ORISTANO - Hotel Mistral, convegno conclusivo del progetto 'Antichi mestieri'. Partecipa l'assessore regionale al Lavoro, Antonello Liori SASSARI - Università, aula Eleonora d'arborea Presentazione della 27/a edizione del festival internazionale Ittiri Folk Festa in programma dal 20 luglio CARBONIA - Sede Provincia, via Mazzini 39 Riunione con parlamentari e sindaci Sulcis- Iglesiente promossa dalla Provincia contro la chiusura dei Tribunali di Iglesias e Carbonia SASSARI - Palazzo Ducale Conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa della Coldiretti Sassari "Piccole notti gialle di Campagna amica" ORISTANO - Camera di Commercio, via Carducci 23/25 Cerimonia premiazione vincitori 7/a edizione della rassegna gastronomica "Le isole del gusto" OLBIA - Sede Provincia, via Nanni 43 Riunione parlamentari e consiglieri regionali eletti in Gallura, sindaci e forze sociali e sindacali del territorio contro riorganizzazione uffici giudiziari in Gallura CAGLIARI - Sede Asarp, Cittadella Salute, via Romagna Conferenza stampa presentazione della 2/a edizione di "ArtEco...il mercato delle idee, dell'arte del riciclo e degli ecoscambi" in programma dal 18 al 31 luglio CAGLIARI - Sede Provincia, via Giudice Guglielmo Riunione Consiglio provinciale TEMPIO PAUSANIA - Palazzo Municipale, piazza Gallura 3 Conferenza stampa di presentazione dell'evento tributo a Fabrizio De André PORTO TORRES - Zona industriale La Marinella Conferenza stampa Matrica per illustrare avvio cantieri per il nuovo Polo di chimica verde CAGLIARI - Sede Unione Sarda, via Santa Gilla L'assessore regionale dell'industria Alessandra Zedda illustra le opportunità offerte dal bando per l'incentivazione dell'export nei mercati esteri ORISTANO - Consiglio provinciale di Oristano. Dibattito sulla mozione PD sul futuro della Provincia. Convocati i consiglieri regionali dell'oristanese e gli assessori che fanno parte della Giunta regionale GERGEI - Loc. Su Piroi Primo campo di volontariato 2012 nel bene confiscato CAGLIARI - Centro Iniziative Sociali, P.zza Carmine 4 Convegno organizzato dal circolo Caravella dal titolo "Ultimo stadio? Da Sant'Elia a Is arenas" CAGLIARI - Sala Search, Largo Carlo Felice 2 Al via manifestazione "20 anni dopo Via D'Amelio" e presentazione del libro "Visti da vicino. Falcone Borsellino gli uomini e gli eroi" di Francesco Viviano e Alessandra Ziniti SASSARI - Piazza Santa Caterina Incontro-dibattito dal titolo "Area Blu. Una città per tutti" SASSARI - Ztl libreria Odradek, via Torre Tonda Presentazione del libro "Piciocas" di Michela Murgia, Simona Tilocca, Barbara Parodo, Giulia Clarkson, Savina Dolores Massa e Milena Agus IGLESIAS - Parrocchia San Pio X Concerto di musica sacra sinfonico-corale dell'orchestra e del Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti da Marco Faelli COSTA SMERALDA - Hotel Cala di Volpe Concerto di Elton John nell'ambito degli eventi organizzati per celebrare i 50 anni della Costa Smeralda. (ANSA) 2

3 AGI PROVINCIA CAGLIARI: AL VIA DISINFESTAZIONE BLATTE NEL CAPOLUOGO (AGI) - Cagliari, 13 lug - Al via lunedi' prossimo gli interventi di disinfestazione contro le blatte a Cagliari. "Finalmente dopo due anni in cui la Provincia non ha potuto effettuare alcun intervento nelle aree pubbliche di Cagliari, la nuova amministrazione comunale, con un piglio piu' deciso e stringente, ci permette di riprendere l'attivita'", afferma l'assessore provinciale alle Politiche energetiche e ambientali, Ignazio Tolu, precisando che in scuole, ospedali e caserme la Provincia ha sempre operato e annunciando che i tecnici del centro antinsetti inizieranno gli interventi alle 8.30, a partire da via Machiavelli. "E' dal luglio del spiega Tolu - che Abbanoa, la societa' che gestisce i sottoservizi del Comune non presta la sua collaborazione per l'apertura delle fogne, impedendoci di fatto di intervenire. Ma ora, grazie all'accordo raggiunto dall'amministrazione comunale con Abbanoa, quest'ultima ci mettera' a disposizione i suoi operai e, in un'ottica di piena collaborazione, porteremo avanti la nostra attivita' fino al 31 dicembre E' opportuno precisare - prosegue Tolu - che le deblattizzazioni vengono effettuate sulla base di precise disposizioni sanitarie e di sicurezza a tutela della cittadinanza. Sono possibili disagi momentanei per i cittadini in quanto le blatte sono insetti che rifuggono la luce e quando il focolaio viene trattato, questi insetti, pur destinati a morire di li' a breve per l'esposizione all'insetticida, hanno la tendenza a rifugiarsi verso l'interno, anche negli scarichi domestici che non sono dotati dell'apposito sifone che ne impedisce il passaggio. Questo eventuale disagio non puo' essere imputato al servizio disinfestazione che interviene direttamente sul focolaio di proliferazione e diffusione. Il problema - conclude Tolu - non e' neanche correlato all'orario e, in questi casi, occorre effettuare i necessari interventi strutturali e rispettare scrupolosamente le ordinanze emanate dai sindaci". (AGI) Red 3

4 UNIONE SARDA pag. 21 sabato 14 luglio Provincia Da lunedì prende il via la guerra alle blatte Al via lunedì la deblattizzazione della città. «Finalmente dopo due anni in cui la Provincia non ha potuto effettuare alcun intervento di disinfestazione dalle blatte nelle aree pubbliche di Cagliari, la nuova amministrazione comunale, con un piglio più deciso e stringente, ci permette di riprendere l'attività». Parole dell'assessore provinciale alle Politiche energetiche e ambientali, Ignazio Tolu, precisando che nelle aree confinate come scuole, ospedali e caserme la Provincia ha sempre operato e annunciando che dalla prossima settimana i tecnici del centro provinciale antinsetti inizieranno, alle 8.30, a partire dalla via Machiavelli, l'attività di deblattizzazione della città. «Era da luglio spiega Tolu - che Abbanoa non prestava la sua collaborazione per l'apertura delle fogne, impedendoci di fatto di intervenire. Ma ora, grazie all'accordo raggiunto dall'amministrazione comunale Abbanoa ci metterà a disposizione i suoi operai e, in un'ottica di piena collaborazione, porteremo avanti la nostra attività fino al 31 dicembre 2012». 4

5 SARDEGNA sabato 14 luglio Igiene Invasione di blatte in città primi interventi dopo due anni Un'invasione di blatte, con conseguenti emergenza sanitaria e strascico di polemiche, ha portato Napoli alla ribalta internazionale. Allarme fondato o no, gli insetti fanno notizia. Ed è una notizia quella resa pubblica dall'assessore provinciale all'ambiente, Ignazio Tolu, che ha annunciato il via alla deblattizzazione anche in città, a partire da lunedì. E' dal luglio 2010 che a Cagliari, salvo che in terreni intorno alle scuole, non si effettuavano interventi. Tutto per un disguido banale: non si trovata l'accordo tra Comune e Abbanoa per l'apertura dei tombini in cui nidificano gli insetti. Per questo negli ultimi tempi, con l'arrivo del caldo estivo, le blatte hanno proliferato dappertutto, soprattutto nel centro storico. E i ristoratori della Marina, per esempio, si sono dovuti attrezzare con pezzi di cartone piazzati a chiudere i tombini, per evitare spiacevoli incontri ai clienti seduti nei tavoli esterni. Finalmente, dice Tolu dopo due ani in cui la provincia non ha potuto effettuare alcun intervento di disinfestazione delle blatte nelle aree pubbliche di Cagliari, la nuova amministrazione comunale, con un piglio più deciso e stringente, ci permette di riprendere l'attività. L'annuncio è accompagnato da una precisazione e da un avvertimento. Nelle aree confinate come scuole, ospedali e caserme, spiega ancora l'assessore, la provincia ha sempre operato. Dalla prossima settimana i tecnici del centri provinciale antinsetti inizieranno, alle 8.30, a partire dalla via Machiavelli. Poi la nota polemica: E' da luglio 2010, spiega Tolu, che Abbanoa, la società che gestisce i sottoservizi del Comune, non presta la sua collaborazione per l'apertura delle fogne, impedendoci di fatti di intervenire. Ma ora, grazie all'accordo raggiunto dall'amministrazione comunale con Abbanoa, quest'ultima ci metterà a disposizione i suoi operai e, in un'ottica di piena collaborazione, porteremo avanti la nostra attività fino al 31 dicembre. Alla fine arriva anche l'avvertimento. Bene la deblattizzazione, ma qualche inconveniente c'è. E' opportuno precisare, aggiunge Tolu, che le deblattizzazioni vengono effettuate sulla base di precise disposizioni sanitarie e di sicurezza a tutela della cittadinanza. Sono possibili disagi momentanei per i cittadini: la blatte sono insetti che rifuggono la luce e quando il focolaio viene trattato, questi insetti, pur destinati a morire di lì a breve per l'esposizione all'insetticida, hanno la tendenza a rifugiarsi verso l'interno, anche negli scarichi domestici che non sono dotati dell'apposito sifone che ne impedisce il passaggio. Questo eventuale disagio non può essere imputato al servizio disinfestazione che interviene direttamente sul focolaio di proliferazione e diffusione. 5

6 LA NUOVA pag. 20 sabato 14 luglio AMBIENTE Dopo due anni la Provincia ridà la caccia alle blatte CAGLIARI Dopo due anni di stop, riprende lunedì la deblattizzazione della città. «Dopo due anni in cui la Provincia non ha potuto effettuare alcun intervento di disinfestazione dalle blatte nelle aree pubbliche la nuova amministrazione ci permette di riprendere l'attività». La dichiara l'assessore provinciale alle Politiche energetiche e ambientali, Ignazio Tolu, precisando che comunque nelle aree confinate come scuole, ospedali e caserme la Provincia ha sempre operato. «E da luglio 2010 spiega Tolu che Abbanoa, la società che gestisce i sottoservizi del Comune non presta la sua collaborazione per l'apertura delle fogne, impedendoci di fatto di intervenire. Ma ora, grazie all'accordo raggiunto dall'amministrazione comunale con Abbanoa, quest'ultima ci metterà a disposizione i suoi operai. E' opportuno precisare prosegue Tolu che le deblattizzazioni vengono effettuate sulla base di precise disposizioni sanitarie e di sicurezza a tutela della cittadinanza». 6

7 SARDEGNA domenica 15 luglio PROVINCIA IN AULA L'INCLUSIONE DEI ROM IL CONSIGLIO DOMANI DISCUTE I PROGETTI L'inclusione sociale dei Rom approda in Consiglio provinciale. Domani alle 11 l'assemblea, dopo la richiesta della conferenza dei capigruppo, discuterà sul ruolo della provincia per le politiche di integrazione a favore dei Rom. Nell'incontro in prefettura tra forze dell'ordine e sindaci dei territori in cui si sono appena trasferiti i nomadi si è deciso che sarà la Provincia a fare da collante tra i Comuni per seguire il processo di inclusione. 7

8 UNIONE SARDA pag. 22 sabato 14 luglio Mani tese A Monte Claro letture e solidarietà per il Benìn Libri per tutti tra impegno e solidarietà. È in programma. oggi a Monte Claro l'acchiappalibro organizzato da Mani Tese che attraverso la vendita di libri usati finanzierà la realizzazione di infrastrutture idriche in Benin. A partire dalle 18 lettura di una storia per ragazzi subito dopo lo spettacolo di animazione per i più piccoli offerto dai clown dottori di Maramao. Alle 20 verrà presentato il libro di Claudia Musio La sposa di Tutankhamon. Domani pomeriggio conclusione con Il mare sullo scaffale. Più tardi si parlerà di Autogestione argentina, modello possibile?, con Biolchini ed Elvira Corona autrice del libro Lavorare senza padroni. Viaggio nelle imprese recuperadas, d'argentina. Interverrà il segretario regionale della Fiom Mariano Carboni. (fe.fo.) 8

9 UNIONE SARDA pag. 22 sabato 14 luglio Il ricordo di Schenk «Grazie Helmar, il signore dei fenicotteri» Uno «studioso esemplare», a cui la Sardegna deve tanto e ancor di più i fenicotteri di Molentargius: così è stato ricordato ieri sera l'ornitologo Helmar Schenk, scomparso il 21 giugno scorso. L'associazione per il parco Molentargius-Saline-Poetto e Legambiente ha organizzato una giornata dedicata al naturalista tedesco, ma cagliaritano d'adozione. Dopo l'introduzione di Vincenzo Tiana, amico personale di Schenk e presidente di Legambiente, sono intervenuti Mauro Contini (presidente del Parco e sindaco di Quartu), l'assessore all'urbanistica di Cagliari Paolo Frau, Angela Quaquero e i rappresentanti degli altri Comuni che fanno parte del Parco. Durante la serata sono intervenuti per ricordare lo studioso anche l'ex rettore Pasquale Mistretta, Bruno Massa, Giampiero Sammurri, Angelo Cau, Antonello Sanna, Angelo Aru, Ignazio Camarda, Manuela Abis, Mauro Aresu e Nino Morabito. L'ornitologo di fama mondiale è morto all'età di 71 anni. Era malato da tempo. Per oltre quarant'anni si è dedicato allo studio dell'avifauna sarda, studiata durante centinaia dei escursioni negli angoli più segreti dell'isola. È stato segretario regionale della Lipu, ha vinto numerosi premi e pubblicato molti libri, illustrati con straordinarie foto scattate durante le sue osservazioni. A Cagliari si è pure sposato e ha deciso di stabilire la sua famiglia. 9

10 IL SARDEGNA domenica 15 luglio Fondazione Siciliano in pole per il lirico Dopo i dieci milioni concessi dalla regione al Lirico manca solo il sovrintendente. Sono giorni decisivi per la guida del teatro di via Sant'Alenixedda e nel totonomi sono cresciute a dismisura le quotazioni di Francesco Siciliano, attuale assessore provinciale alla Cultura. Il figlio dello scrittore Enzo non solo è attore e regista, ma è anche vice responsabile nazionale dell'informazione e cultura del Partito democratico. E con il Pd ha conquistato l'anno scorso un posto nella giunta di Graziano Milia. Ma il nome di Siciliano non è spinto solo da ambienti democratici, intorno al suo nome ci sarebbe una convergenza con l'udc. La nomina del sovrintendente interessa stanze e corridoi romani e negli ambienti capitolini Pd e Udc avrebbero trovato punti i comune sul sostituto di Gennaro Di Benedetto. Su questa sponda del Tirreno i rapporti tra i partiti di Bersani-Lai e Casini- Oppi non sono così stretti, ma resta il fatto che lo scudocrociato sta giocando un ruolo fondamentale per il futuro del Lirico. Per salvare il Teatro un duro lavoro sta facendo l'assessore regionale alla Cultura Sergio Milia (Udc), e venerdì il Consiglio regionale ha approvato una leggina salva-lirico che porta dieci milioni nelle desolate casse di via Sant'Alenixedda. Il primo firmatario è stato Giulio Steri che dell'udc è capogruppo e il suo collega e compagno di partito Felice Contu è il rappresentante della Regione nel Cda del Lirico. Sono trenta le manifestazioni di interesse che sono state consegnate al sindaco-presidente della Fondazione Massimo Zedda e sono in corso le trattative per scegliere il prossimo sovrintendete. Se quella di Francesco Siciliano al momento è la figura più quotata, restano alte le possibilità di nomina anche per Giandomenico Vaccari, Marco Tutino e Angela Spocci. Ma c'è anche chi spinge per un ritorno che sarebbe clamoroso, quello di Mauro Meli. Gli altri nomi noti di chi ha dato la disponibilità a guidare il Lirico sono quelli di Paolo Miccichè, Valeria Orani, Attilio Martingoni, Luca Canonici, Simone Brunetti, Marcello Lippi, Umberto Fanni, Valeria Orani e Guido Pagliaro. L'assegno staccato dalla Regione è molto più di una boccata d'ossigeno per il Teatro. Adesso la nomina di un nuovo sovrintendente può avvenire sapendo che chi arriverà avrà tutti gli strumenti in ordine per gestire al meglio la fabbrica di cultura più importante della nostra Regione ha commentato il tenore Gianluca Floris adesso ci vuole solo una gestione seria e competente, che si occupi di identificare i budget mantenendo le previsioni di spesa con nonitoraggi costanti dello stato di avanzamento lavori durante l'anno. Senza più sorprese, senza più diseconomie. Senza trucchi e senza giochetti sottobanco. 10

11 SARDEGNA lunedì 16 luglio L I R I CO Sovrintendente, giorni decisivi per la nomina Il presidente della Fondazione Massimo Zedda aveva chiesto un mese. Trenta giorni, dalla scadenza del bando per la presentazione dei curricula, per la scelta del nuovo sovrintendente del Lirico. L uomo (o la donna) che dovrà guidare la rinascita del bistrattato teatro di via Sant Alenixedda, che viene da gestioni che sono riuscite a creare un buco da 20 milioni di euro nel bilancio. Adesso, anche grazie ai dieci milioni stanziati dal Consiglio regionale, i conti sono a posto e Cagliari può vantare una delle Fondazioni più in salute d Italia. Il termine per le candidature degli aspiranti sovrintendenti è scaduto il 22 giugno: sul tavolo del Cda è arrivata una trentina di curricula. Massimo riserbo sui nomi, anche se qualcuno è trapelato. C è di sicuro quello dell'ex Mauro Meli, ricordato per i fasti dei cartelloni, ma anche per una gestione non proprio oculata delle risorse: il cagliaritano è stato spodestato dal Regio di Parma, dove il commissario governativo ha sollevato numerosi dubbi sulle sue capacità manageriali. Certa è anche l aspirazione dell'attuale assessore provinciale alla Cultura Francesco Siciliano. Anche i suoi trascorsi saranno vagliati nella prossima riunione del consiglio di amministrazione del teatro, non ancora fissata. Ma qualcosa, per lui, già si muove, tanto da metterlo in pole position per l affidamento dell incarico. Su certe nomine pesano anche i voleri e le trattative romani, e su Siciliano c è una convergenza tra certa parte del Pd e l Udc, partito dell'assessore regionale alla Cultura Sergio Milia che ha fatto arrivare denaro fresco nelle casse dell ente. E forse proprio per parlare di Lirico l assessore provinciale, martedì scorso, ha incontrato il leader dello scudocrociato in Sardegna, Giorgio Oppi. Nessuna conferma, ma sul nome di Siciliano convergerebbero varie forze, e anche i sindacati potrebbero gradire. L ultima parola, al di là dei movimenti romani, spetta sempre al Cda. Presieduto dal sindaco, che non si è sbottonato sulle sue intenzioni. Chi verrà, comunque, come scritto dal tenore Gianluca Floris, potrà iniziare a lavorare in una struttura risanata e non più agonizzante. F.O. 11

12 AGI PROVINCIA CAGLIARI: SITO WEB FORESTA MONTE ARCOSU (AGI) - Cagliari, 13 lug. - Realizzato dalla Provincia di Cagliari il sito web per la Foresta di Monte Arcosu. "Da oggi abbiamo uno strumento in piu' per vivere la natura - ha detto l'assessore provinciale alle Politiche energetiche e ambientali, Ignazio Tolu, illustrando il sito - e per raggiungere in tempo reale i cittadini che possono essere cosi' continuamente aggiornati sulle opportunita' di soggiorno e sulle diverse attivita' che si possono svolgere all'interno della foresta. Vista l'elevata potenzialita' ambientale, culturale e identitaria dell'area, dobbiamo valorizzarne la vocazione turistica". "I dati dimostrano infatti - ha aggiunto Tolu - che i flussi turistici premiano la qualita' ambientale e tra gli obiettivi strategici di questa Provincia, c'e' lo sviluppo locale eco-compatibile". Sono tredici i Comuni che ricadono nell'area sic foresta di Monte Arcosu (Assemini, Capoterra, Decimomannu, Domus De Maria, Nuxis, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Teulada, Uta, Villa San Pietro, Villaspeciosa) che, con Piscinamanna, rappresenta la foresta di macchia mediterranea piu' estesa dell'intero bacino del Mediterraneo. "Il piano di gestione dell'area - ha detto ancora l'assessore - deve essere integrato con piani di sviluppo territoriali, che devono essere predisposti con la condivisione e di tutti i Comuni interessati, della Regione Sardegna e di tutti i soggetti pubblici e privati in qualche modo coinvolti". Il sito e' organizzato per aree tematiche ed e' prevista anche la versione in inglese per consentire agli utenti stranieri di avere informazioni sulle strutture (agriturismo, alberghi, B&B, campeggi e affittacamere)e e gli itinerari dell'area. (AGI) Red/ 12

13 ANSA TURISMO: FORESTA MONTE ARCOSU SBARCA SUL WEB, AL VIA SITO ANCHE VERSIONE INGLESE PER MACCHIA MEDITERRANEA PIU' ESTESA CAGLIARI (ANSA) - CAGLIARI, 13 LUG - Il web per conoscere e promuovere il turismo nella Foresta Monte Arcosu. E' stato infatti presentato a Cagliari, dall'assessore provinciale delle Politiche energetiche e ambientali, Ignazio Tolu, il sito "Da oggi abbiamo uno strumento in più per vivere la natura, il paesaggio, la storia di quest'area di interesse comunitario - ha detto Tolu - e per raggiungere in tempo reale i cittadini che possono essere così continuamente aggiornati sulle opportunità di soggiorno e sulle diverse attività che si possono svolgere all'interno della foresta". "Vista l'elevata potenzialità ambientale, culturale e identitaria dell'area, dobbiamo valorizzarne la vocazione turistica. I dati dimostrano infatti - ha proseguito l'assessore - che i flussi turistici premiano la qualità ambientale e tra gli obiettivi strategici di questa Provincia, c'é lo sviluppo locale eco-compatibile". Sono 13 i Comuni che ricadono nell'area sic foresta di Monte Arcosu (Assemini, Capoterra, Decimomannu, Domus De Maria, Nuxis, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Teulada, Uta, Villa San Pietro, Villaspeciosa) che, con Piscinamanna, rappresenta la foresta di macchia mediterranea più estesa dell'intero bacino del Mediterraneo. Il sito è organizzato per aree tematiche ed è prevista anche la versione in inglese per consentire agli utenti stranieri di avere informazioni sulle strutture (agriturismo, alberghi, B&B, campeggi e affittacamere) e gli itinerari dell'area. (ANSA). 13

14 LA NUOVA pag. 20 domenica 15 luglio ECOLOGIA L arte di riutilizzare i materiali Si apre a Monte Claro mercoledì 18 ArtEco, il mercato delle idee CAGLIARI Artigiani, artisti, associazioni, gruppi, movimenti, studenti, architetti e creativi hanno aderito all ArtEco, il mercato delle idee, dell'arte del riciclo e degli eco-scambi" si terrà dal 18 al 31 luglio presso il parco di Monte Claro, nella sala polivalente e nell'area adiacente. La manifestazione é patrocinata dalla Provincia di Cagliari, con il contributo dell assessorato comunale alla Cultura. E stata proposta dall' A.Se.Con. O.N.G. e realizzata in collaborazione con il C.S.V. Sardegna Solidale. Aderiscono all iniziativa tutti gli operatori - artigiani, artisti, associazioni, gruppi, movimenti, studenti, architetti, creativi, professionisti - impegnati nell'arte del riciclo e del riuso in Sardegna. Un arcobaleno colorato - è scritto in una nota - si incontrerà a Monte Claro per far conoscere una realtà in movimento e per sensibilizzare chiunque a comportamenti più virtuosi ed eco compatibili con l'uomo e la natura. Il programma degli appuntamenti si aprirà il 18 luglio dalle 19 alle 23 e proseguirà con gli stessi orari mercoledi 18 luglio, giovedì 19, martedì 24, mercoledi 25, lunedì 30 e martedì 31. Si tratta di un occasione rivolta a tutti i cagliaritani che vogliono approfondire il tema fondamentale del riuso e del riciclo dei materiali, oggi al centro dell interesse per la rilevanza sotto il profilo ambientale e anche economico. 14

15 UNIONE SARDA pag. 15 lunedì 16 luglio AMBIENTE. L'assessore: «Provincia e Regione ci hanno fatto attendere» Bagnini, da oggi il via Con forte ritardo ecco le postazioni (ridotte) in spiaggia Dopo numerosi rinvii, prende il via oggi il servizio di salvamento a mare nelle spiagge della costa quartese. Si comincia in ritardo rispetto al previsto e con la riduzione del numero delle postazioni per via del taglio dei finanziamenti di Provincia e Regione. Fino ad oggi i bagnanti che affollano il litorale quartese hanno potuto fare affidamento solo sul personale degli stabilimenti balneari. Per il resto, il deserto, a Mari Pintau, come a Germeas e a Capitana nessuna postazione di salvataggio e solo per caso non è successo niente di grave. «Purtroppo ci sono stati dei ritardi nel trasferimento dei fondi da parte della Provincia e della Regione», spiega l'assessore all'ambiente, Fortunato di Cesare, «adesso comunque siamo pronti a cominciare». I bagnini allestiranno le postazioni nelle spiagge di Margine Rosso (zona ex Tamarix), a Sant'Andrea, a Flumini e a Capitana. Ad occuparsi del servizio, come negli altri anni, saranno le associazioni dei Quattro Mori, Sos e Paff. Per ora il servizio è previsto fino al 2 settembre. Il personale avrà a disposizione i gommoni e i cani da salvataggio. Il piano presentato dal Comune prevedeva l'allestimento di cinque postazioni, più una supplementare sotto la ringhiera di Margine Rosso, soltanto nel fine settimana. In seguito però l'esiguo finanziamento dalla Provincia (poco meno di ventiduemila euro) ha costretto l'amministrazione a rivedere i piani. L'assessore provinciale all'ambiente, Ignazio Tolu, aveva spiegato che «la riduzione dei finanziamenti dipende dalla drastica riduzione di fondi per il salvamento a mare da parte della Regione. La Provincia ha aggiunto fondi propri per assicurare a tutti i Comuni costieri un servizio essenziale». Giorgia Daga 15

16 UNIONE SARDA pag. 19 lunedì 16 luglio Assemini Dislessia, primo incontro sulla malattia Dal quattro al dieci per cento delle persone soffre di Disturbi specifici dell'apprendimento (Dsa) già in età scolare e in tutte le diverse fasi del ciclo di vita. Di questo aspetto si è parlato l'altro pomeriggio nella sede della cooperativa Gint Onlus in via Ustica 22 ad Assemini. L'iniziativa, col patrocinio del Consiglio provinciale e il supporto della cooperativa sociale "Girausuintundu", della Comunità mondiale della longevità e dell'associazione Neuropsicopedagogia Onlus, ha inteso così fare il punto su un problema ritenuto a torto trascurato. «L'incontro di Assemini è il primo di una serie», spiega il presidente del Consiglio provinciale Roberto Pili, «volto a sostenere le persone e le loro famiglie con dislessia in tutto il ciclo della loro vita, così da porre le basi per la definizione di un quadro normativo regionale che permetta di riconoscere a accertare i disturbi dell'apprendimento preliminare fino alla presa in carico del sistema sanitario». Insomma, una malattia non ancora riconosciuta. (g.l.p.) 16

17 LA NUOVA pag. 21 domenica 15 luglio BURCEI La strada è ancora interrotta: Sos del sindaco al prefetto BURCEI Ancora disagi per gli automobilisti. È stata prorogata l ordinanza emessa da Oriele Fagioli il capo compartimento Anas della Sardegna che dispone il divieto di transito dal chilometro 15,700 al 16,450 della vecchia strada statale 125; nonché il limite di velocità di 50 km orari e il divieto di sorpasso in entrambi i sensi di marcia in corrispondenza dell area di cantiere. Il sindaco, Giuseppe Caria, facendosi interprete del malcontento della popolazione ha chiesto alla direzione generale dell Anas, al prefetto di Cagliari, all assessore regionale ai Trasporti e al presidente della Provincia di Cagliari la conclusione più rapida e possibile dei lavori. «Il percorso alternativo sottolinea il primo cittadino del paese del Serpeddì è interessato a sua volta dalla presenza di altri cantieri e conseguenti interruzioni, peraltro non adeguatamente e sufficientemente evidenziati mediante cartellonistica. Si tratta infatti di piccoli cartelli di colore giallo collocati sul manto stradale presso le rotatorie, invisibili nelle ore serali e, soprattutto, inefficienti nella segnalazione tempestiva del cambio di percorso». Il sindaco Caria ha colto l occasione per manifestare la massima necessità di una nuova strada di collegamento tra il paese e Maracalagonis. (ja.bu.) 17

18 LA NUOVA pag. 21 domenica 15 luglio Villaputzu, in atto il piano spiagge sicure VILLAPUTZU Dal primo di luglio le spiagge libere di Porto Corallino e Pru Mari sono presidiate dai volontari della Protezione civile Sarrabus Gerrei, l associazione presieduta da Natale Porcu, nell ambito del progetto spiagge sicure cofinanziato dalla Provincia e dal Comune. In servizio nelle torrette operatori altamente qualificati dotati del brevetto di bagnino, di patente nautica e abilitato per la rianimazione cardiopolmonare e l uso del defibrillatore. (ja.bu.) 18

19 AGI RIFORME: CAL RIVENDICA RUOLO PRIMARIO E ATTACCA CONSIGLIO (AGI) - Cagliari, 13 lug - Il Consiglio delle Autonomie rivendica un "ruolo primario" nel confronto con la Regione sulle rifome si dice contrario a un "accentuato centralismo" e sostiene la necessita' di un ente intermedio pur "rivedendo caratteristiche funzionali, dimenioni e numero di rappresentanti. E' quanto prevede una delibera approvata in una riunione a Oristano e illustrata oggi dal presidente del Cal Gianfranco Ganau. "Nessuna riforma reale", si legge inoltre nel documento, puo' prescindere "dalla soluzione del problema delle risorse a partire dalla definizione della vertenza entrate con lo Stato e da una seria modifica del patto di stabilita'". Il documento riconosce l'importanza del responso del referendum del 6 maggio ma sottolinea la "lettura politica" e si mette in evidenza come "il tema vero - in un sereno dibattito sulle riforme - sarebbe quello di riformare la macchina regionale nel senso di una maggiore devoluzione di poteri verso le comunita' locali e verso i cittadini". Il CAL denuncia "l'incapacita' del Consiglio Regionale non solo di riformare le istituzioni regionali, ma anche solo a pensare una riforma complessiva che non sia 'consigliocentrica', ovvero orientata di fatto a mantenere lo status quo". Secondo il Consiglio "il caos post-referendum, cosi' come lo stiamo conoscendo in queste settimane, e' frutto di quel vuoto istituzionale e dell'incapacita' di autoriformarsi che il Cal denuncia da tempo". Secondo il Cal andrebbe "analizzata per bene l'incidenza della istituzione di due aree metropolitane (una al sud e una al nord) per elevare la funzione delle aree urbane nel sistema istituzionale sardo". Tutto questo andrebbe fatto "consultando le comunita' locali senza le quali nessuna riforma e' possibile, anche sul numero delle Province in grado di assorbire funzioni attualmente detenute dalla Regione e capaci dal punto di vista politico, di contrastare la forza centripeta della Regione". Va anche completamente rivisto - si legge ancora nel documento - l'assunto dell'obbligatorieta' delle unioni "che devono essere su base volontaria e costruite con la certezza delle risorse necessarie per la gestione in comune dei servizi" mentre "nell'ambito di una reale politica di decentramento, semplificazione e risparmio, il CAL ritiene indispensabile procedere alla soppressione di vari consorzi, enti, societa' partecipate le cui competenze, gestione, risorse e personale possono essere assorbite in appositi dipartimenti dell'ente intermedio Provincia". (AGI) Red/Sol 19

20 ANSA PROVINCE: CAL CHIEDE PIU' POTERI A ENTI INTERMEDI GANAU, NO AL CENTRALISMO DELLA REGIONE CAGLIARI (ANSA) - CAGLIARI, 13 LUG - No al centralismo della Regione, sì alla devolution. Con un maggiore conferimento di poteri a comunità locali e cittadini. Quasi un grido di battaglia che giunge dal Consiglio delle Autonomie Locali della Sardegna. Il Cal in un documento, già presentato a Consiglio e Giunta regionali, e approvato all'unanimita" dall'organismo presieduto da Gianfranco Ganau, sindaco di Sassari, sferra un duro attacco: "Il Consiglio è stato incapace di fare le riforme istituzionali pur avendo la possibilità di utilizzare la sua autonomia e non ha saputo gestire il post referendum". La delibera del Cal presentata questa mattina a Cagliari alla stampa, propone il decentramento con il mantenimento degli enti intermedi, con le Province che devono esser ridotte di numero e portate a tre o quattro, con il coinvolgimento dei cittadini, ma non abolite. "E' stato un errore chiedere l'abolizione delle Province e ora, dopo i referendum si è creato un vuoto istituzionale - ha sottolineato Ganau - col rischio che si possano accentuare i poteri della Regione e che quest'ultima accentri su di sé le competenze che prima erano prerogativa delle Province". Nel documento è espressa con forza la rivendicazione di un ruolo primario del Cal nel confronto con la Regione per la necessaria riforma del sistema autonomistico sardo. "Sulla carta c'é, chiediamo che sia reale, il Cal non è un parerificio", ha aggiunto Giovanna Sanna, sindaco di Florinas. Il documento contiene altre importanti richieste: l'elezione diretta del Presidente della Provincia e del Consiglio provinciale, l'istituzione di due aree metropolitane, una al nord e una al sud. "Inoltre la Regione deve spogliarsi dei vari consorzi, enti, strutture gestionali, società partecipate e affidarli agli enti intermedi - ha precisato Ganau - è anche da valutare la creazione di un comparto unico dei dipendenti della Regione e degli Enti Locali". (ANSA). 20

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015

EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 Comune di Forlì PRESENTANO EXPORTIAMO BUON VIVERE 2015 NOTTE VERDE e dell'innovazione RESPONSABILE e SETTIMANA DEL BUON VIVERE a cura di Centro per l Innovazione e lo Sviluppo Economico AZIENDA SPECIALE

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E 1865 SARDINIA Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E Attenzione: il regolamento originale va comunque letto. Il presente sunto ha il solo scopo di fare da introduzione e veloce

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CONDIVIDE E PARTECIPA

CONDIVIDE E PARTECIPA il 13 OTTOBRE 2007 - inform@ su: Delibera della Direzione Nazionale il S.I.A.P. privilegia il confronto interno Dal Governo Consiglio dei Ministri nr. 69 Decreto di razionalizzazione dell assetto organizzativo

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N.82 DEL 19/4/2011 Oggetto: RETRIBUZIONE DI RISULTATO DIRIGENTI ANNO 2010- LIQUIDAZIONE IL DIRETTORE GENERALE, VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n.12 ed in particolare

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli